3) Presentazione dei dati principali in un confronto a lungo termine ( )

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "3) Presentazione dei dati principali in un confronto a lungo termine ( )"

Transcript

1 I dati statistici relativi al 212 vi vengono presentati in quattro elaborazioni: 1) Suddivisi secondo le tipologie dei centri (23 212) 2) Raggruppati secondo le categorie dei centri (23 212) 3) Presentazione dei dati principali in un confronto a lungo termine ( ) 4) Sintesi dei dati dell attività assistenziale 212

2 Dati statistici 212 suddivisi secondo le tipologie dei centri Numero dei Centri (23-212) Totale 23: 294 Totale 212: A 1 A 2 A 3 A 4 B 1 B 3 B 4 C 1 C 2 C 3 D 1 D 2 D 3 E 1 E 2 F 1 F 2 F 3 F 4 F 5 F A B C D E A1 A2 A3 A4 A5 B1 B3 C1 C2 C3 D1 D2 D4 E1 Attività ospedaliere Centri ospedalieri generali Centri ospedalieri specializzati Centri ospedalieri per media/lunga degenza (e hospice) Centri ospedalieri a tipologia mista Centri per convalescenza, per recupero energie Servizi sanitari non ospedalieri (di base) Ambulatori e consultori Farmacie aperte al pubblico, erboristerie Servizi per malati mentali Servizi residenziali e centri polivalenti per malati mentali Servizi non residenziali per malati mentali Servizi territoriali integrati per malati mentali Servizi per disabili fisici, mentali, psichici e sensoriali Servizi residenziali e centri polivalenti per disabili Servizi non residenziali per disabili Servizi territoriali integrati per disabili Servizi per anziani Servizi residenziali e centri polivalenti per anziani

3 F E2 Servizi diurni per anziani E3 Unità per l' Alzheimer e le demenze senili Servizi socio-assistenziali diversi F1 Servizi residenziali/centri polivalenti persone difficoltà economiche/s. F2 Comunità terapeutiche F3 Istituti educativo-assistenziali F4 Servizi non residenziali per persone con difficoltà economiche/sociali F5 Case di vacanza per assistiti F6 Altro Numero dei collaboratori (23-212) Totale 23: Totale 212: A 1 A 2 A 3 A 4 B 1 B 3 B 4 C 1 C 2 C 3 D 1 D 2 D 3 E 1 E 2 F 1 F 2 F 3 F 4 F 5 F A B C A1 A2 A3 A4 A5 B1 B3 C1 C2 Attività ospedaliere Centri ospedalieri generali Centri ospedalieri specializzati Centri ospedalieri per media/lunga degenza (e hospice) Centri ospedalieri a tipologia mista Centri per convalescenza, per recupero energie Servizi sanitari non ospedalieri (di base) Ambulatori e consultori Farmacie aperte al pubblico, erboristerie Servizi per malati mentali Servizi residenziali e centri polivalenti per malati mentali Servizi non residenziali per malati mentali

4 D E F C3 Servizi territoriali integrati per malati mentali Servizi per disabili fisici, mentali, psichici e sensoriali D1 Servizi residenziali e centri polivalenti per disabili D2 Servizi non residenziali per disabili D4 Servizi territoriali integrati per disabili Servizi per anziani E1 Servizi residenziali e centri polivalenti per anziani E2 Servizi diurni per anziani E3 Unità per l' Alzheimer e le demenze senili Servizi socio-assistenziali diversi F1 Servizi residenziali/centri polivalenti persone difficoltà economiche/s. F2 Comunità terapeutiche F3 Istituti educativo-assistenziali F4 Servizi non residenziali per persone con difficoltà economiche/sociali F5 Case di vacanza per assistiti F6 Altro Numero dei volontari Totale 211: 7.6 Totale 212: A 1 A 2 A 3 A 4 B 1 B 3 B 4 C 1 C 2 C 3 D 1 D 2 D 3 E 1 E 2 F 1 F 2 F 3 F 4 F 5 F A A1 A2 A3 A4 A5 Attività ospedaliere Centri ospedalieri generali Centri ospedalieri specializzati Centri ospedalieri per media/lunga degenza (e hospice) Centri ospedalieri a tipologia mista Centri per convalescenza, per recupero energie

5 B C D E F B1 B3 C1 C2 C3 D1 D2 D4 E1 E2 E3 F1 F2 F3 F4 F5 F6 Servizi sanitari non ospedalieri (di base) Ambulatori e consultori Farmacie aperte al pubblico, erboristerie Servizi per malati mentali Servizi residenziali e centri polivalenti per malati mentali Servizi non residenziali per malati mentali Servizi territoriali integrati per malati mentali Servizi per disabili fisici, mentali, psichici e sensoriali Servizi residenziali e centri polivalenti per disabili Servizi non residenziali per disabili Servizi territoriali integrati per disabili Servizi per anziani Servizi residenziali e centri polivalenti per anziani Servizi diurni per anziani Unità per l' Alzheimer e le demenze senili Servizi socio-assistenziali diversi Servizi residenziali/centri polivalenti persone difficoltà economiche/s. Comunità terapeutiche Istituti educativo-assistenziali Servizi non residenziali per persone con difficoltà economiche/sociali Case di vacanza per assistiti Altro

6 Numero dei posti letto (23 al 212) Totale 23: Totale 212: A 1 A 2 A 3 A 4 B 1 B 3 B 4 C 1 C 2 C 3 D 1 D 2 D 3 E 1 E 2 F 1 F 2 F 3 F 4 F 5 F

7 A B C D E F A1 A2 A3 A4 A5 B1 B3 C1 C2 C3 D1 D2 D4 E1 E2 E3 F1 F2 F3 F4 F5 F6 Attività ospedaliere Centri ospedalieri generali Centri ospedalieri specializzati Centri ospedalieri per media/lunga degenza (e hospice) Centri ospedalieri a tipologia mista Centri per convalescenza, per recupero energie Servizi sanitari non ospedalieri (di base) Ambulatori e consultori Farmacie aperte al pubblico, erboristerie Servizi per malati mentali Servizi residenziali e centri polivalenti per malati mentali Servizi non residenziali per malati mentali Servizi territoriali integrati per malati mentali Servizi per disabili fisici, mentali, psichici e sensoriali Servizi residenziali e centri polivalenti per disabili Servizi non residenziali per disabili Servizi territoriali integrati per disabili Servizi per anziani Servizi residenziali e centri polivalenti per anziani Servizi diurni per anziani Unità per l' Alzheimer e le demenze senili Servizi socio-assistenziali diversi Servizi residenziali/centri polivalenti persone difficoltà economiche/s. Comunità terapeutiche Istituti educativo-assistenziali Servizi non residenziali per persone con difficoltà economiche/sociali Case di vacanza per assistiti Altro

8 Numero degli assistiti (23 al 212) Totale 23: Totale 212: A 1 A 2 A 3 A 4 B 1 B 3 B 4 C 1 C 2 C 3 D 1 D 2 D 3 E 1 E 2 F 1 F 2 F 3 F 4 F 5 F

9 A B C D E F A1 A2 A3 A4 A5 B1 B3 C1 C2 C3 D1 D2 D4 E1 E2 E3 F1 F2 F3 F4 F5 F6 Attività ospedaliere Centri ospedalieri generali Centri ospedalieri specializzati Centri ospedalieri per media/lunga degenza (e hospice) Centri ospedalieri a tipologia mista Centri per convalescenza, per recupero energie Servizi sanitari non ospedalieri (di base) Ambulatori e consultori Farmacie aperte al pubblico, erboristerie Servizi per malati mentali Servizi residenziali e centri polivalenti per malati mentali Servizi non residenziali per malati mentali Servizi territoriali integrati per malati mentali Servizi per disabili fisici, mentali, psichici e sensoriali Servizi residenziali e centri polivalenti per disabili Servizi non residenziali per disabili Servizi territoriali integrati per disabili Servizi per anziani Servizi residenziali e centri polivalenti per anziani Servizi diurni per anziani Unità per l' Alzheimer e le demenze senili Servizi socio-assistenziali diversi Servizi residenziali/centri polivalenti persone difficoltà economiche/s. Comunità terapeutiche Istituti educativo-assistenziali Servizi non residenziali per persone con difficoltà economiche/sociali Case di vacanza per assistiti Altro

10 Dati statistici relativi al 212 raggruppati secondo le categorie dei centri Numero dei centri dal 23 al 212 secondo categorie Totale 23: 294 Totale 212:

11 Numero dei collaboratori dal 23 al 212 secondo categorie Totale 23: Totale 212:

12 Numero dei volontari dal 23 al 212 secondo categorie Totale 23: Totale 212:

13 Numero dei posti letto dal 23 al 212 secondo categorie Totale 23: Totale 212:

14 Numero degli assistiti dal 23 al 212 secondo categorie Totale 23: Totale 212:

15 Dati statistici 212 Studio di confronto a lungo termine Collaboratori (confronto a lungo termine) Posti letto (confronto a lungo termine)

16 Assistiti (confronto a lungo termine)

17 ATTIVITA' ASSISTENZIALE DELL'ORDINE NEL 212 CATEGORIA Centri/ Servizi Posti letto Assistiti Presenze / prestazioni Personale Volontari A B C D E F A1 Attività ospedaliera a carattere generale A2 Attività ospedaliera a carattere specializzato A3 Attività ospedaliera di medio lunga degenza A4 Hospice Attività ospedaliera B1 Ambulatori e/o poliambulatori non ospedalieri B3 Farmacie e/o erboristerie B4 Servizi per la convalescenza e il benessere Servizi sanitari di base C1 Servizi residenziali o residenziali e diurni per persone con disturbi mentali C2 Servizi diurni per persone con disturbi mentali C3 Servizi territoriali integrati per persone con disturbi mentali Servizi per persone con disturbi mentali D1 Servizi residenziali o residenziali e diurni per persone disabili D2 Servizi diurni per persone disabili D3 Servizi territoriali integrati per persone disabili Servizi per persone disabili E1 Servizi residenziali o residenziali e diurni per persone anziane E2 Servizi diurni per persone anziane Servizi per persone anziane F1 Servizi residenziali e diurni per persone con difficoltà economiche e sociali F2 Servizi diurni per persone con difficoltà economiche e sociali F3 Servizi per minori con difficoltà comportamentali e/o familiari F4 Comunità terapeutiche per persone dipendenti F5 Case vacanza per assistiti F6 Altri servizi Servizi socio assistenziali Totale complessivo

STATISTICHE 2008 DEI CENTRI E DELLE STRUTTURE ASSISTENZIALI. Settembre 2010

STATISTICHE 2008 DEI CENTRI E DELLE STRUTTURE ASSISTENZIALI. Settembre 2010 STATISTICHE 2008 DEI CENTRI E DELLE STRUTTURE ASSISTENZIALI Settembre 2010 PRESENZE / PRESTAZIONI N. A1 Attività ospedaliera a carattere generale 10.100.586 A2 Attività ospedaliera a carattere specializzato

Dettagli

I dati statistici relativi al 2011 vi vengono presentati in tre elaborazioni:

I dati statistici relativi al 2011 vi vengono presentati in tre elaborazioni: I dati statistici relativi al 211 vi vengono presentati in tre elaborazioni: 1. suddivisi secondo le tipologie dei centri (23 211) 2. raggruppati secondo le categorie dei centri (23 211) 3. presentazione

Dettagli

Grado di compilazione dei questionari in %

Grado di compilazione dei questionari in % Dati assistenziali 214 Confronto con gli anni 213 e 23 Il 1 maggio 216 la Curia Generalizia ha pubblicato i dati assistenziali dell Ordine relativi all anno 214. Il rapporto completo con informazioni ed

Dettagli

LE ATTIVITA ASSISTENZIALI DELL ORDINE

LE ATTIVITA ASSISTENZIALI DELL ORDINE LE ATTIVITA ASSISTENZIALI DELL ORDINE STATISTICHE 2012 Sommario Posti letto, assistiti ricoverati e presenze/prestazioni... 5 Personale... 8 Volontari... 10 Istruzione e formazione... 11 Finanziamento...

Dettagli

LE ATTIVITÀ ASSISTENZIALI DELL ORDINE

LE ATTIVITÀ ASSISTENZIALI DELL ORDINE LE ATTIVITÀ ASSISTENZIALI DELL ORDINE STATISTICHE 2013 Sommario Posti letto, assistiti/ricoverati e presenze/prestazioni... 5 Personale... 9 Volontari... 12 Istruzione e formazione... 14 Finanziamento...

Dettagli

LE ATTIVITÀ ASSISTENZIALI DELL ORDINE

LE ATTIVITÀ ASSISTENZIALI DELL ORDINE LE ATTIVITÀ ASSISTENZIALI DELL ORDINE STATISTICHE 2014 Sommario Posti letto, utenti ricoverati e giornate di presenza... 6 Day Hospital, Day Surgery, Day Care, prestazioni ambulatoriali e delle farmacie/erboristerie...

Dettagli

La nuova regola tecnica di prevenzione incendi per le strutture sanitarie

La nuova regola tecnica di prevenzione incendi per le strutture sanitarie CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO Comando Provinciale di Lecco La nuova regola tecnica di prevenzione incendi per le strutture sanitarie Lecco, 16 Settembre 2015 Le attività soggette sanitarie e socio

Dettagli

partendo dal basso: bisogni fisiologici il bisogno di sicurezza di appartenenza di stima di autorealizzazione

partendo dal basso: bisogni fisiologici il bisogno di sicurezza di appartenenza di stima di autorealizzazione Questi sono i bisogni rappresentati nella piramide di Maslow, alla base ci sono i primari necessari alla sopravvivenza, seguono i bisogni sociali e sanitari utili per il benessere del nostro stato fisico

Dettagli

LEGENDA. requisiti per l accreditamento istituzionale delle strutture ospedaliere pubbliche e private

LEGENDA. requisiti per l accreditamento istituzionale delle strutture ospedaliere pubbliche e private LEGENDA MANUALE 1 MANUALE 2 MANUALE 3 MANUALE 4 requisiti per l accreditamento istituzionale delle strutture ospedaliere pubbliche e private requisiti per l accreditamento istituzionale delle strutture

Dettagli

Laurea magistrale in Psicologia Indirizzo in Psicologia clinica e di comunità

Laurea magistrale in Psicologia Indirizzo in Psicologia clinica e di comunità Laurea magistrale in Psicologia Indirizzo in Psicologia clinica e di comunità OPEN DAY per il Corso di laurea Magistrale in Psicologia Università Europea di Roma, 3 maggio 2016 Qualche dato storico 1986

Dettagli

ALLEGATO A alla domanda di autorizzazione all esercizio di attività sanitaria e/o socio-sanitaria ELENCO ATTIVITA

ALLEGATO A alla domanda di autorizzazione all esercizio di attività sanitaria e/o socio-sanitaria ELENCO ATTIVITA ALLEGATO A alla domanda di autorizzazione all esercizio di attività sanitaria socio-sanitaria ELENCO ATTIVITA (barrare le caselle relative alle attività da autorizzare): funzione strutturale AMBULATORIALE

Dettagli

1 ELENCO DELLE TIPOLOGIE DI STRUTTURE SANITARIE, SOCIOSANITARIE E SOCIALI DI CUI ALL ART. 2 LR

1 ELENCO DELLE TIPOLOGIE DI STRUTTURE SANITARIE, SOCIOSANITARIE E SOCIALI DI CUI ALL ART. 2 LR Anno 49 - N. 49 - Supplemento BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II 05.12.2018 pag. 6 Allegato 1 elenco delle tipologie di strutture sanitarie, sociosanitarie e sociali di cui all art. 2

Dettagli

La sicurezza nella gestione clinica dei farmaci nelle strutture/servizi sociosanitari, quali specificità. Bologna, 3 dicembre 2015 Sala Poggioli

La sicurezza nella gestione clinica dei farmaci nelle strutture/servizi sociosanitari, quali specificità. Bologna, 3 dicembre 2015 Sala Poggioli La sicurezza nella gestione clinica dei farmaci nelle strutture/servizi sociosanitari, quali specificità Bologna, 3 dicembre 2015 Sala Poggioli Raccomandazione nr.4 Fornire indicazioni alle strutture sanitarie

Dettagli

Area materno-infantile Servizi nel territorio dell Alta Padovana. (fonte: ULSS 15)

Area materno-infantile Servizi nel territorio dell Alta Padovana. (fonte: ULSS 15) 15- SANITA 15.1 SETTORE INFANZIA E GIOVANI I servizi socio-sanitari sono ben dislocati nel territorio dell Alta Padovana. Per l area maternoinfantile, in Comune di Carmignano di Brenta è presente una sede

Dettagli

L INTEGRAZIONE CON LA RETE DEI SERVIZI TERRITORIALI E LA CONTINUITA DI CURA OSPEDALE TERRITORIO

L INTEGRAZIONE CON LA RETE DEI SERVIZI TERRITORIALI E LA CONTINUITA DI CURA OSPEDALE TERRITORIO L INTEGRAZIONE CON LA RETE DEI SERVIZI TERRITORIALI E LA CONTINUITA DI CURA OSPEDALE TERRITORIO Alberto Aronica MMG ATS Milano Cooperativa Medici Milano Centro Milano, 21 dicembre 2016 The difference of

Dettagli

Dati Regionali 2010 La situazione attuale degli anziani

Dati Regionali 2010 La situazione attuale degli anziani Dati Regionali 2010 La situazione attuale degli anziani Sergio Miaglia Dirigente Medico SIAN ASLCN1 Strutture per Anziani Tipologie 1 le Case di Riposo Classificazione in Regione Piemonte Non autosufficienti

Dettagli

Obiettivi del corso. Qual è lo stato della programmazione regionale? La programmazione sociosanitaria nella regione Marche. Verificare: Attraverso:

Obiettivi del corso. Qual è lo stato della programmazione regionale? La programmazione sociosanitaria nella regione Marche. Verificare: Attraverso: La programmazione sociosanitaria nella regione Marche 19-26 ottobre 2010 Verificare: Obiettivi del corso Attraverso:! "#"""$ #%#$ "### In particolare: Qual è lo stato della programmazione regionale? &

Dettagli

D.P.C.M. 29 novembre Definizione dei livelli essenziali di assistenza.

D.P.C.M. 29 novembre Definizione dei livelli essenziali di assistenza. Testo vigente alla data del 6 marzo 2013 D.P.C.M. 29 novembre 2001. Definizione dei livelli essenziali di assistenza. Tabella 1.C AREA INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA Nella tabella riepilogativa, per le singole

Dettagli

Analisi sui servizi socio-sanitari per anziani over 65 affetti da demenza in alcuni distretti dell ASL TO4

Analisi sui servizi socio-sanitari per anziani over 65 affetti da demenza in alcuni distretti dell ASL TO4 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN «SCIENZE RIABILITATIVE DELLE PROFESSIONI SANITARIE» DIPARTIMENTO DI SCIENZE CHIMICHE E BIOLOGICHE Azienda Sanitaria Ospedaliera Analisi sui

Dettagli

Fausto Nicolini Direttore Generale

Fausto Nicolini Direttore Generale Fausto Nicolini Direttore Generale 2014 Provincia di Reggio Emilia Alcune cifre Reggio Emilia* Residenti * Stranieri * Anziani (>65 ) * pro capite 534.014 13.5% cittadini (tot. 72.342) 19.8% cittadini

Dettagli

Elenco Requisiti. Cartella 04: Gestione farmaci e materiale sanitario. Elenco schede: - Gestione farmaci e materiale sanitario.

Elenco Requisiti. Cartella 04: Gestione farmaci e materiale sanitario. Elenco schede: - Gestione farmaci e materiale sanitario. Allegato 1 alla Delib.G.R. n. 47/20 del 25.9.2018 Elenco Requisiti Cartella 01: Requisiti generali strutture sanitarie e sociosanitarie. - Requisiti generali autorizzativi delle strutture sanitarie e sociosanitarie.

Dettagli

Sicurezza e professionalità, con la garanzia di un grande Gruppo

Sicurezza e professionalità, con la garanzia di un grande Gruppo Sicurezza e professionalità, con la garanzia di un grande Gruppo Il Gruppo Korian, leader europeo nei servizi di assistenza e cura, è attivo da oltre 20 anni nella gestione di Residenze per la terza e

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA PROGRAMMAZIONE E DELL ORDINAMENTO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA UFFICIO X ex DGPROG - SiVeAS Monitoraggio

Dettagli

Vista la legge regionale 27 dicembre 1994, n. 66 e succ. mod. Tasse sulle concessioni regionali e la relativa tariffa.

Vista la legge regionale 27 dicembre 1994, n. 66 e succ. mod. Tasse sulle concessioni regionali e la relativa tariffa. Deliberazione della Giunta regionale n.475 del 27 marzo 2015 coordinamento delle tariffe di cui alla legge regionale n.66/1994 con la legge regionale n.20/99 in materia di applicazione delle tasse sulle

Dettagli

Mattone 12 Prestazioni residenziali e Semiresidenziali Classificazione dei nuclei erogativi

Mattone 12 Prestazioni residenziali e Semiresidenziali Classificazione dei nuclei erogativi Allegato A Mattone 12 Prestazioni residenziali e Semiresidenziali Classificazione dei nuclei erogativi A. Strutture sanitarie di cura e recupero, distinte secondo la classificazione del Mattone 12 in:

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA PROGRAMMAZIONE E DELL ORDINAMENTO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA UFFICIO X ex DGPROG - SiVeAS Monitoraggio

Dettagli

Tariffe di riferimento regionale per servizi residenziali e semiresidenziali per anziani e disabili

Tariffe di riferimento regionale per servizi residenziali e semiresidenziali per anziani e disabili Allegato B Tariffe di riferimento regionale per servizi residenziali e semiresidenziali per anziani e disabili tipologia struttura R1 RRE1-RRE2 RD2-RD3 profilo nuclei specializzati per pazienti non autosufficienti

Dettagli

ALLEGATO B alla domanda di accreditamento istituzionale

ALLEGATO B alla domanda di accreditamento istituzionale ALLEGATO B alla domanda di accreditamento istituzionale (*) ISTRUZIONI OPERATIVE Liste di controllo da presentare a seguito dell introduzione dei nuovi requisiti di accreditamento approvati con la DGP

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE (ASL)

AZIENDA SANITARIA LOCALE (ASL) AZIENDA SANITARIA LOCALE (ASL) Governo della ASL Ogni azienda sanitaria è diretta da una «triade» Direttore Generale Direttore Sanitario Direttore Amministrativo Compito della ASL Garantire i LEA, provvedendo

Dettagli

A un anno dalla Riforma del Sistema Socio Sanitario Lombardo: quale bene per il malato? Associazione Medicina e Persona 28/01/2017

A un anno dalla Riforma del Sistema Socio Sanitario Lombardo: quale bene per il malato? Associazione Medicina e Persona 28/01/2017 A un anno dalla Riforma del Sistema Socio Sanitario Lombardo: quale bene per il malato? Associazione Medicina e Persona 28/01/2017 Lombardia: una rete d offerta ricca e articolata Strutture sanitarie Strutture

Dettagli

PIANO DI ZONA

PIANO DI ZONA PIANO DI ZONA 2012-2014 ANNUALITÀ 2012 Distretto: Comune capofila: 1. Descrizione del territorio (geografica, urbanistica, produttiva, ecc.) 2. Descrizione del territorio dal punto di vista demografico

Dettagli

RIABILITAZIONE CURA PREVENZIONE CSM

RIABILITAZIONE CURA PREVENZIONE CSM RIABILITAZIONE CURA PREVENZIONE CSM CSM (Centro di Salute Mentale) E il centro di primo riferimento per i cittadini con Disagio Psichico Coordina, nell ambito territoriale, tutti gli interventi di prevenzione,

Dettagli

Il Consultorio Psicogeriatrico di Mirandola

Il Consultorio Psicogeriatrico di Mirandola Il Consultorio Psicogeriatrico di Mirandola Modello assistenziale a rete - 58 - Integrazione socio-sanitaria Rappresenta il raccordo tra politiche sociali e politiche sanitarie, coinvolge e valorizza tutte

Dettagli

Disagio (Alloggio a Convivenza e Protezione, Alloggio Protetto, Alloggio a Protezione, Centro Diurno, Emergenza Freddo, Servizio Docce)

Disagio (Alloggio a Convivenza e Protezione, Alloggio Protetto, Alloggio a Protezione, Centro Diurno, Emergenza Freddo, Servizio Docce) ZOA OVEST SERVIZI AREA SOCIALE Anziani (Alloggi Sociali, Ambulatorio, Centro Aperto, Centro Aperto Integrato, Residenza Sanitaria Assistenziale) Disabili (Alloggio Sociale Assistito, Centro Socio Educativo,

Dettagli

I costi standard tra ospedale e territorio: l esperienza nella salute mentale

I costi standard tra ospedale e territorio: l esperienza nella salute mentale Motore Sanità-Expo 2015 Sostenibilità, programmazione, costi standard: quale relazione? I costi standard tra ospedale e territorio: l esperienza nella salute mentale 25 giugno2015 Relatore: Dott. Marco

Dettagli

Monografia sugli anziani a Catania

Monografia sugli anziani a Catania Comune di Catania DIREZIONE SS.DD. DECENTRAMENTO E STATISTICA Servizio Statistica e Qualità dei Servizi al Cittadino Monografia sugli anziani a Catania 30 settembre 2016 Ai fini del miglioramento dei servizi

Dettagli

Il Consultorio di Fidenza Bilancio e prospettive. Livia Ludovico Neurologa

Il Consultorio di Fidenza Bilancio e prospettive. Livia Ludovico Neurologa Il Consultorio di Fidenza Bilancio e prospettive Livia Ludovico Neurologa Il contesto 1999 2000 Progetto Integrato di Consulenza e Formazione in Rete Distretto di Fidenza Area Anziani, art. 41, L.R. 2/85

Dettagli

Informazioni Statistiche

Informazioni Statistiche Informazioni Statistiche Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica Ottobre 2016 L offerta residenziale socio-assistenziale e socio-sanitaria in Toscana Ogni

Dettagli

.: Presentazione del corso

.: Presentazione del corso .: Presentazione del corso Percorso di stimolazione cognitiva per persone con demenza di grado lieve e lieve-moderato .: Chi sono Psicologa-Psicoterapeuta Laurea in Diagnosi e Riabilitazione dei disturbi

Dettagli

ANALISI DEGLI INFORTUNI E DELLE MALATTIE PROFESSIONALI NELLE STRUTTURE SANITARIE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA: MALATTIE PROFESSIONALI

ANALISI DEGLI INFORTUNI E DELLE MALATTIE PROFESSIONALI NELLE STRUTTURE SANITARIE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA: MALATTIE PROFESSIONALI Servizio Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro Progetto: Verifica e vigilanza dei modelli di organizzazione e gestione della salute e della sicurezza nelle strutture del Servizio Sanitario Nazionale

Dettagli

Posti letto per tipo di disciplina negli ospedali a gestione diretta della provincia di Vicenza. Anni

Posti letto per tipo di disciplina negli ospedali a gestione diretta della provincia di Vicenza. Anni Posti letto per tipo di disciplina negli ospedali a gestione diretta della provincia di Vicenza. Anni 2010 2014. Anno 2010 2011 2012 2013 2014 103 ULSS 3 Bassano del Grappa 104 ULSS 4 Alto Vicentino 105

Dettagli

DEMENZE: FAMIGLIE E SOCIETA : QUALE RAPPORTO?

DEMENZE: FAMIGLIE E SOCIETA : QUALE RAPPORTO? DEMENZE: FAMIGLIE E SOCIETA : QUALE RAPPORTO? Dott.ssa Alessia Ciccola Neuropsicologa Centro dei Disturbi della Memoria Ospedale Civile Rovigo, ULSS18 QUESITI A CUI RISPONDERE OGGI: : QUALE RAPPORTO? 1.

Dettagli

COSTI Totale

COSTI Totale o tecnico Assistenza a collettiva in ambienti di vita e di lavoro 10100 Igiene e sanità pubblica 558 15 118 86 1.846 3 280 18 11 84 3.019 10200 Igiene degli alimenti e della nutrizione 15 168 70 1.751

Dettagli

Integrazione socio sanitaria

Integrazione socio sanitaria Integrazione socio sanitaria INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA 1. Le motivazioni L integrazione sociosanitaria ha acquistato una nuova centralità per il crescente aumento: delle patologie croniche stabilizzate,

Dettagli

LE NOSTRE 6 STRUTTURE

LE NOSTRE 6 STRUTTURE LE NOSTRE 6 STRUTTURE > RSA "Villa Armonia" È una struttura sanitaria residenziale extraospedaliera in grado di fornire alla persona riservatezza e dignità, un livello medio-alto di assistenza medica,

Dettagli

Consiglio Regionale della Puglia

Consiglio Regionale della Puglia LEGGE REGIONALE 28 MARZO 2019, N. 6 Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 12 gennaio 2017 (Definizione e aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza, di cui all articolo 1, comma 7,

Dettagli

TABELLE PER LA DETERMINAZIONE DELLA COMPARTECIPAZIONE AL COSTO DEI SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI

TABELLE PER LA DETERMINAZIONE DELLA COMPARTECIPAZIONE AL COSTO DEI SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI ALLEGATO N.1 TABELLE PER LA DETERMINAZIONE DELLA COMPARTECIPAZIONE AL COSTO DEI SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI TABELLA 1: SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE TABELLA 2: SERVIZIO PASTI A DOMICILIO TABELLA 3:

Dettagli

Lezione LA REALIZZAZIONE DI UNA RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE

Lezione LA REALIZZAZIONE DI UNA RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE Corso di Laurea in Scienze delle Professioni Sanitarie della Prevenzione Modulo di Tecniche e Pianificazione Urbanistica Prof. Arch. Salvatore Visone Lezione LA REALIZZAZIONE DI UNA RESIDENZA SANITARIA

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali LIBRO BIANCO SUL WELFARE

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali LIBRO BIANCO SUL WELFARE Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali LIBRO BIANCO SUL WELFARE PROPOSTE PER UNA SOCIETÀ DINAMICA E SOLIDALE ALLEGATO STATISTICO ROMA FEBBRAIO 2003 INDICE L ITALIA IN EUROPA 1. Struttura della

Dettagli

Lezione LA REALIZZAZIONE DI UNA RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE

Lezione LA REALIZZAZIONE DI UNA RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro CORSO INTEGRATO: SCIENZE TECNICHE APPLICATE ALLA PREVENZIONE Modulo di Tecnica e Pianificazione Urbanistica (Autorizzazione

Dettagli

Curriculum Vitae di LORENZO GASPERI

Curriculum Vitae di LORENZO GASPERI Curriculum Vitae di LORENZO GASPERI DATI PERSONALI nato il 06-10-1961 ESPERIENZE LAVORATIVE 01-04-2012 - Direttore Struttura Complessa U.O. Psichiatria Distretto Est presso APSS Trento 01-05-2010-31-03-2012

Dettagli

II/1 TITOLO II. Area sanitaria e sociosanitaria. /2. Indagini e statistiche. /3. Ricerche scientifiche

II/1 TITOLO II. Area sanitaria e sociosanitaria. /2. Indagini e statistiche. /3. Ricerche scientifiche TITOLO II Area sanitaria e sociosanitaria II/1 DIREZIONE SANITARIA II/1.1 Disposizioni del Direttore Sanitario II/1.2 Proposte e pareri per la Direzione Generale II/1.3 Coordinamento e indirizzo attività

Dettagli

Disturbi Cognitivi e della Memoria

Disturbi Cognitivi e della Memoria distretto sud treviso Disturbi Cognitivi e della Memoria CENTRO PER I DISTURBI COGNITIVI E LE DEMENZE GUIDA AI SERVIZI Guida ai Servizi Disturbi Cognitivi e della Memoria Centro per i Disturbi Cognitivi

Dettagli

NOTIZIE n. 30 del 10 settembre 2014

NOTIZIE n. 30 del 10 settembre 2014 NOTIZIE n. 30 del 10 settembre 2014 QUESTIONARIO Abbiamo bisogno della Vostra collaborazione per poter adeguare le nostre iniziative alle esigenze e ai diritti dei soggetti con handicap intellettivo grave

Dettagli

SEMINARIO Gruppo di Ricerca Geriatrica

SEMINARIO Gruppo di Ricerca Geriatrica SEMINARIO Gruppo di Ricerca Geriatrica Il PDTA nelle demenze: una proposta innovativa Intervento dott.ssa Fausta Podavitte Direttore Dipartimento Assi Brescia 16 Dicembre 2011 dal progetto regionale alla

Dettagli

Allegato tecnico. contenente dati statistici e sanitari relativi ai nuovi distretti sanitari ed alle Comunità che li compongono

Allegato tecnico. contenente dati statistici e sanitari relativi ai nuovi distretti sanitari ed alle Comunità che li compongono Allegato tecnico contenente dati statistici e sanitari relativi ai nuovi distretti sanitari ed alle Comunità che li compongono 1 Dati statistici relativi alle Comunità Superficie in Kmq delle Comunità

Dettagli

L A GE G S E T S I T ON O E N E TE T R E R R I R TO T R O I R ALE L E DE D L E L PA P Z A I Z EN E T N E T

L A GE G S E T S I T ON O E N E TE T R E R R I R TO T R O I R ALE L E DE D L E L PA P Z A I Z EN E T N E T 2 Convegno COSiPS LA GESTIONE TERRITORIALE DEL PAZIENTE ONCOLOGICO ANTONIO TOTO ASSISTENZA MEDICA NEL TERRITORIO REGIONE LAZIO DECRETI DEL COMMISSARIO AD ACTA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA 24 dicembre

Dettagli

SISTEMI DI VALUTAZIONE E CLASSIFICAZIONE NEL SISTEMA SOCIOSANITARIO REGIONALE

SISTEMI DI VALUTAZIONE E CLASSIFICAZIONE NEL SISTEMA SOCIOSANITARIO REGIONALE SISTEMI DI VALUTAZIONE E CLASSIFICAZIONE NEL SISTEMA SOCIOSANITARIO REGIONALE 02 DICEMBRE 2010 1 Dal PSR 2009 2011 Azioni per i triennio: Collegamento in rete dei servizi socio sanitari dedicati agli anziani

Dettagli

Il flusso informativo regionale della psichiatria territoriale: INDICATORI PER IL MONITORAGGIO DELL ASSISTENZA PSICHIATRICA TERRITORIALE

Il flusso informativo regionale della psichiatria territoriale: INDICATORI PER IL MONITORAGGIO DELL ASSISTENZA PSICHIATRICA TERRITORIALE Il flusso informativo regionale della psichiatria territoriale: INDICATORI PER IL MONITORAGGIO DELL ASSISTENZA PSICHIATRICA TERRITORIALE Verona, 10 maggio 2007 A cura del CRRC-SER Centro Regionale di Riferimento

Dettagli

AREA ANZIANI - costi di gestione. sociale

AREA ANZIANI - costi di gestione. sociale allegato b) AREA ANZIANI - costi di gestione patologie - 1. pluripatologie n. 1 psicologo per nucleo cure palliative 2008 37.716,22 0,16 0,00 0,00 0,00 0,00 37.716,22 2009 75.432,43 0,31 0,00 0,00 0,00

Dettagli

DEMENZE Qualità e innovazione nell assistenza residenziale

DEMENZE Qualità e innovazione nell assistenza residenziale DEMENZE Qualità e innovazione nell assistenza residenziale Bologna, Exposanità 26 maggio 2010 Clelia D Anastasio Responsabile Progetto Demenze AUSL di Bologna Responsabile UOS Centro Esperto Disturbi Cognitivi

Dettagli

La presa in carico della demenza sul territorio del distretto di Parma: il percorso dell equipe

La presa in carico della demenza sul territorio del distretto di Parma: il percorso dell equipe La presa in carico della demenza sul territorio del distretto di Parma: il percorso dell equipe geriatrica al domicilio P. A. Bonati, S. C. Izzo, I. Fiorino, G. Schiavi Distretto di Parma Dipartimento

Dettagli

CONVEGNO INTERNAZIONALE La longevità nella disabilità intellettiva CDS-ID. Trento5-6 ottobre 2012

CONVEGNO INTERNAZIONALE La longevità nella disabilità intellettiva CDS-ID. Trento5-6 ottobre 2012 Ordine dei medici della Provincia Autonoma di Trento SIRM Società Italiana per lo Studio del Ritardo Mentale CONVEGNO INTERNAZIONALE La longevità nella disabilità intellettiva CDS-ID Elisabeth Weger Trento5-6

Dettagli

LA TUTELA DELLA SALUTE MENTALE

LA TUTELA DELLA SALUTE MENTALE Assessorato alla Sanità e programmazione socio sanitaria Area Sanità e Sociale Direzione Programmazione Sanitaria LEA U.O. Salute mentale e sanità penitenziaria LA TUTELA DELLA SALUTE MENTALE NEL VENETO

Dettagli

«Le case Anziani nel 2030, modello Curaviva» Marco Borsotti Presidente Curaviva conferenza specializzata persone anziane)

«Le case Anziani nel 2030, modello Curaviva» Marco Borsotti Presidente Curaviva conferenza specializzata persone anziane) «Le case Anziani nel 2030, modello Curaviva» Marco Borsotti Presidente Curaviva conferenza specializzata persone anziane) 1 Le cinque generazioni delle strutture di cura e residenziali per persone anziane

Dettagli

I numeri di Roma Capitale

I numeri di Roma Capitale I numeri di L Azienda Sanitaria Locale (A.S.L.) è l unità territoriale preposta all erogazione dei servizi sanitari ai cittadini Aziende Sanitarie Locali e Municipi ASL Roma 1 Municipi I, II, III, XIII,

Dettagli

Strutture e standard organizzativi della rete dei servizi di assistenza primaria

Strutture e standard organizzativi della rete dei servizi di assistenza primaria Allegato 1 Strutture e standard organizzativi della rete dei servizi di assistenza primaria Di seguito sono elencate le seguenti tabelle: Posti letto Hospice Posti letto Speciali Unità di Assistenza Protratta

Dettagli

RICHIESTA DI VERIFICA DI COMPATIBILITA AI SENSI DELL ART. 8/TER DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 DICEMBRE 1992 N. 502 E S.M.I.

RICHIESTA DI VERIFICA DI COMPATIBILITA AI SENSI DELL ART. 8/TER DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 DICEMBRE 1992 N. 502 E S.M.I. Allegato C RICHIESTA DI VERIFICA DI COMPATIBILITA AI SENSI DELL ART. 8/TER DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 DICEMBRE 1992 N. 502 E S.M.I. prot. n.... Data... Alla Direzione Sanità Settore Assistenza Sanitaria

Dettagli

Piano Sanitario Regionale

Piano Sanitario Regionale Piano Sanitario Regionale 2008-2010 Teatro della Gioventu Genova 28 marzo 2008 Rete Anziani Partecipanti al gruppo di redazione: Giovanna Caorsi Cesare Cometto Maurizio Modenesi Patrizio Odetti Ernesto

Dettagli

SEZIONE I - DINAMICHE DEMOGRAFICHE

SEZIONE I - DINAMICHE DEMOGRAFICHE SEZIONE I - DINAMICHE DEMOGRAICHE. Indicatori SEZIONE I - DINAMICHE DEMOGRAICHE N. Indicatore Trend ultimi anni nel Distretto suddivisa per genere (M/) negli ultimi anni nel Distretto ultimi anni < ultimi

Dettagli

STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE E PRIVATE ACCREDITATE PER TIPO DI STRUTTURA ANNO 2019

STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE E PRIVATE ACCREDITATE PER TIPO DI STRUTTURA ANNO 2019 STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE E PRIVATE ACCREDITATE PER TIPO DI STRUTTURE PUBBLICHE STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE DISTRETTI ALTRO TIPO DI TERRITORIA LE AMBULATO RIO E LABORATOR IO RESIDENZIA LE SEMIRESIDE

Dettagli

La Geriatria: punto di incontro tra territorio e ospedale nella gestione della fragilità e della complessità di cura

La Geriatria: punto di incontro tra territorio e ospedale nella gestione della fragilità e della complessità di cura La Geriatria: punto di incontro tra territorio e ospedale nella gestione della fragilità e della complessità di cura L Organizzazione dell Assistenza territoriale agli Anziani nei sistemi sanitari regionali

Dettagli

OBIETTIVO 1 QUALITA' OBIETTIVO 2 COSTI

OBIETTIVO 1 QUALITA' OBIETTIVO 2 COSTI PROGETTO BASE 2011-2012 PER LA PREDISPOSIZIONE DI UN SISTEMA DI BUDGET DELL'AREA DELLE ATTIVITA' DISTRETTUALI - CRONOPROGRAMMA OBIETTIVO 1 QUALITA' SERV.QUALITA' + P.R. SERV.QUALITA' + P.R. COSTRUZIONE

Dettagli

Ricognizione farmacologica presso le Case della Salute

Ricognizione farmacologica presso le Case della Salute Seminario Regionale Sicurezza delle cure farmacologiche 3 dicembre 2015 ore 9.30-17.30 Sala Poggioli Via della Fiera 3 Bologna Ricognizione farmacologica presso le Case della Salute Imma Cacciapuoti Servizio

Dettagli

Le modalità della verifica tra procedure, requisiti e problematiche: differenze e analogie tra sanitario e socio-sanitario

Le modalità della verifica tra procedure, requisiti e problematiche: differenze e analogie tra sanitario e socio-sanitario Corso di Aggiornamento Professionale I Sistemi di Autorizzazione e Accreditamento per le Strutture Sanitarie e Socio-Sanitarie. Un confronto di esperienze. 9 10 Ottobre 2006 Le modalità della verifica

Dettagli

"Qualificazione dei Servizi e Percorsi di miglioramento nell assistenza alle persone con demenza in Emilia-Romagna

Qualificazione dei Servizi e Percorsi di miglioramento nell assistenza alle persone con demenza in Emilia-Romagna "Qualificazione dei Servizi e Percorsi di miglioramento nell assistenza alle persone con demenza in Emilia-Romagna IL CONTESTO: IL PROGETTO REGIONALE DEMENZE (DGR 2581/99) PROGETTO REGIONALE DEMENZE (DGR

Dettagli

La casa della salute: Il centro del sistema delle cure territoriali

La casa della salute: Il centro del sistema delle cure territoriali La casa della salute: Il centro del sistema delle cure territoriali Il modello della Regione Emilia Romagna e la sperimentazione dell Azienda Sanitaria di Ferrara M.Chiara Tassinari VIII Congresso Nazionale

Dettagli

Paolo Ferrario, Dispensa didattica n. 21 IL SISTEMA DI OFFERTA DELLA REGIONE LOMBARDIA, con particolare riferimento alla recente legislazione

Paolo Ferrario, Dispensa didattica n. 21 IL SISTEMA DI OFFERTA DELLA REGIONE LOMBARDIA, con particolare riferimento alla recente legislazione Paolo Ferrario, IL SISTEMA DI OFFERTA DELLA REGIONE LOMBARDIA 1 Paolo Ferrario, Dispensa didattica n. 21 IL SISTEMA DI OFFERTA DELLA REGIONE LOMBARDIA, con particolare riferimento alla recente legislazione

Dettagli

Quante sono le persone con disabilità psichica in Italia?

Quante sono le persone con disabilità psichica in Italia? Quante sono le persone con disabilità psichica in Italia? E. De Palma, A. Battisti, A. Solipaca Istat Convegno «L inserimento socio-lavorativo delle persone con disturbo psichico» 3 giugno 2015 I numeri

Dettagli

20 tipologia r1 Unità di cure residenziali estensive. 20 tipologia r2 Unità di cure residenziali tipologia

20 tipologia r1 Unità di cure residenziali estensive. 20 tipologia r2 Unità di cure residenziali tipologia ASL BRINDISI DI SAN PIETRO VERNOTICO DEGENZE TERRITORIALI Posti letto territoriali/servizi Posti letto territoriali/ Ospedale di comunità 16 Unità di cure residenziali intensive tipologia r1 Unità di cure

Dettagli

D.M. Sanità 24/4/2000. L. n. 405/75. «P.O. Materno Infantile» a) Prestazione di medicina generale, di pediatria di. per la protezione del minore in

D.M. Sanità 24/4/2000. L. n. 405/75. «P.O. Materno Infantile» a) Prestazione di medicina generale, di pediatria di. per la protezione del minore in 9-12-2003 - Supplemento straordinario n. 4 al B. U. della Regione Calabria - PartiIeII-n.22dell 1 dicembre 2003 24017 Tabella «A» Livelli assistenza socio sanitaria prestazioni Fonti normative Materno

Dettagli

Diritto alla domiciliarità delle cure

Diritto alla domiciliarità delle cure Diritto alla domiciliarità delle cure Prendersi cura di chi si prende cura Area Anziani Azioni anno 2005 Responsabili di progetto Dott. Franco Romagnoni QUADRO DI SINTESI 1 SOTTOPROGETTO demenza, si responsabilizzano

Dettagli

OBIETTIVI DI PIANO 2010

OBIETTIVI DI PIANO 2010 OBIETTIVI DI PIANO 2010 Dalle Unità di Valutazione Alzheimer ai Centri per le Demenze: evoluzione e rete dei servizi Dr. Gianfranco Puccio CENTRO REGIONALE DI NEUROGENETICA Lamezia Terme 01 Giugno 2013

Dettagli

INDICE GENERALE CAPITOLO I PRESENTAZIONE

INDICE GENERALE CAPITOLO I PRESENTAZIONE INDICE GENERALE CAPITOLO I PRESENTAZIONE L AZIENDA U.S.L DI RIETI pag. 2 Gli organi direzionali pag. 2 L ambito territoriale pag. 2 La superficie pag. 2 La popolazione pag. 2 Il personale dipendente pag.

Dettagli

IL SISTEMA SANITARIO TRA SOSTENIBILITÀ ED ESPERIENZE IN ATTO GIOVANNI DAVERIO DIRETTORE GENERALE WELFARE REGIONE LOMBARDIA

IL SISTEMA SANITARIO TRA SOSTENIBILITÀ ED ESPERIENZE IN ATTO GIOVANNI DAVERIO DIRETTORE GENERALE WELFARE REGIONE LOMBARDIA IL SISTEMA SANITARIO TRA SOSTENIBILITÀ ED ESPERIENZE IN ATTO GIOVANNI DAVERIO DIRETTORE GENERALE WELFARE REGIONE LOMBARDIA REGIONE LOMBARDIA - CONTESTO 23.863 Kmq, 10.000.000 ab. 140.000 operatori sanitari

Dettagli

Tab. 1 Servizi per macro aree di assistenza nella diocesi di Milano

Tab. 1 Servizi per macro aree di assistenza nella diocesi di Milano INTRODUZIONE Nel corso del 2010 si è svolto il Censimento nazionale dei servizi sanitari, socio-sanitari e socioassistenziali collegati con la Chiesa Cattolica, promosso congiuntamente dall Ufficio nazionale

Dettagli

RICHIESTA DI VERIFICA DI COMPATIBILITA AI SENSI DELL ART. 8/TER DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 DICEMBRE 1992 N. 502 E S.M.I. Comune di ...

RICHIESTA DI VERIFICA DI COMPATIBILITA AI SENSI DELL ART. 8/TER DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 DICEMBRE 1992 N. 502 E S.M.I. Comune di ... Allegato B RICHIESTA DI VERIFICA DI COMPATIBILITA AI SENSI DELL ART. 8/TER DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 DICEMBRE 1992 N. 502 E S.M.I. Comune di................. prot. n.... Data... Alla Direzione Sanità

Dettagli

Tavolo di Lavoro sulla non autosufficienza

Tavolo di Lavoro sulla non autosufficienza Tavolo di Lavoro sulla non autosufficienza La non autosufficienza, tra spinte demografiche e nuove esigenze di sistema Edoardo Zaccardi Roma, 6 aprile 217 Invecchiamento e condizioni di salute della popolazione

Dettagli

CONFERENZA STAMPA Il monitoraggio delle demenze nel territorio di ATS Brescia periodo 2011/2017

CONFERENZA STAMPA Il monitoraggio delle demenze nel territorio di ATS Brescia periodo 2011/2017 DIREZIONE GENERALE Servizio Pianificazione e Controllo viale Duca degli Abruzzi, 15 Tel. 030/3838315 Fax 030/3838280 E-mail: comunicazione@ats-brescia.it CONFERENZA STAMPA Il monitoraggio delle demenze

Dettagli

Giunta Regionale della Campania ASSESSORATO ALLA SANITA ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI ASSESSORATO ALL AMBIENTE

Giunta Regionale della Campania ASSESSORATO ALLA SANITA ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI ASSESSORATO ALL AMBIENTE Giunta Regionale della Campania ASSESSORATO ALLA SANITA ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI ASSESSORATO ALL AMBIENTE a cura di COSTANTINO MARIA ADELAIDE - A.G.C. Assistenza Sanitaria Settore Fasce Socio

Dettagli

10 CONVEGNO ANNUALE OSSERVATORIO SETTORIALE SULLE RSA

10 CONVEGNO ANNUALE OSSERVATORIO SETTORIALE SULLE RSA 10 CONVEGNO ANNUALE OSSERVATORIO SETTORIALE SULLE RSA LE PRESTAZIONI RESIDENZIALI SOCIO-SANITARIE NELLA PROPOSTA DELLA COMMISSIONE NAZIONALE PER L AGGIORNAMENTO DEI LEA. UNA SIMULAZIONE SUL MODELLO LOMBARDO

Dettagli

Parma, 19 Novembre 2010 Dott.ssa Mariella Martini Direttore Generale Sanità e Politiche Sociali, Regione Emilia Romagna

Parma, 19 Novembre 2010 Dott.ssa Mariella Martini Direttore Generale Sanità e Politiche Sociali, Regione Emilia Romagna La cura delle persone con demenza e loro familiari: Scenari e prospettive a livello regionale Parma, 19 Novembre 2010 Dott.ssa Mariella Martini Direttore Generale Sanità e Politiche Sociali, Regione Emilia

Dettagli

La pianificazione assistenziale con gli animali nella relazione di aiuto DOTT.SSA LAURA LIONETTI

La pianificazione assistenziale con gli animali nella relazione di aiuto DOTT.SSA LAURA LIONETTI La pianificazione assistenziale con gli animali nella relazione di aiuto GLI ANIMALI ARRIVANO DOVE L UOMO NON ARRIVA SCEGLIERE LA PET THERAPY: ANALISI DEI BISOGNI ANALISI PRELIMINARE DEFINIZIONE DEGLI

Dettagli

TABELLE ATTIVITA anno 2016 Fondo regionale per la non autosufficienza

TABELLE ATTIVITA anno 2016 Fondo regionale per la non autosufficienza Direzione Generale Cura della persona, salute e welfare Servizio assistenza territoriale TABELLE ATTIVITA anno 2016 Fondo regionale per la non autosufficienza Allegato 1 Indice tabelle dati di attività

Dettagli

DEMENZA NELLE STRUTTURE CASE PROTETTE ED RSA

DEMENZA NELLE STRUTTURE CASE PROTETTE ED RSA 1 CORSO FORMATIVO/INFORMATIVO MESORACA (KR)24/ 28 MAGGIO DEMENZA NELLE STRUTTURE CASE PROTETTE ED RSA DOTT. LUIGI BIANCARDI DOTT.SSA ANASTASIA WANDA CARCELLO PREMESSA La DEMENZA, ed in particolare la M.

Dettagli

ANALISI DEGLI INFORTUNI E DELLE MALATTIE PROFESSIONALI NELLE STRUTTURE SANITARIE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA:

ANALISI DEGLI INFORTUNI E DELLE MALATTIE PROFESSIONALI NELLE STRUTTURE SANITARIE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA: Servizio Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro Progetto: Verifica e vigilanza dei modelli di organizzazione e gestione della salute e della sicurezza nelle strutture del Servizio Sanitario Nazionale

Dettagli

N. procedimenti per i quali non sono stati rispettati i tempi di conclusione

N. procedimenti per i quali non sono stati rispettati i tempi di conclusione AREA Processi Tipologia di tot dei per i quali non ad per è indennizzi dei e Contributi economici per soggetti disagiati, malati varie patologie (Del. 278/93 - Del. 358/13) orfani di lavoratori, invalidi

Dettagli

SUPPORO COGNITIVO E COMPORTAMENTALE A PERSONE AFFETTE DA ALZHEIMER O DA ALTRE FORME DI DEMENZA

SUPPORO COGNITIVO E COMPORTAMENTALE A PERSONE AFFETTE DA ALZHEIMER O DA ALTRE FORME DI DEMENZA SUPPORO COGNITIVO E COMPORTAMENTALE A PERSONE AFFETTE DA ALZHEIMER O DA ALTRE FORME DI DEMENZA Chi Siamo Il Centro Diurno Insieme per persone affette da Alzheimer o da altre forme di demenza, gestito

Dettagli

Osservatorio economico, coesione sociale, legalità. 6 Rapporto sulla coesione sociale nella Provincia di Reggio Emilia anno 2017

Osservatorio economico, coesione sociale, legalità. 6 Rapporto sulla coesione sociale nella Provincia di Reggio Emilia anno 2017 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità 6 Rapporto sulla coesione sociale nella Provincia di Reggio Emilia anno 2017 a cura di Gino Mazzoli (Studio Praxis) Elisabetta Dodi (Studio Praxis) in

Dettagli