CALCOLO DEL FABBISOGNO DI ENERGIA PRIMARIA. secondo UNI/TS , UNI/TS Zona 1 : LIVELLO TERZO. Fattore di intermittenza : 100,0 %

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CALCOLO DEL FABBISOGNO DI ENERGIA PRIMARIA. secondo UNI/TS , UNI/TS Zona 1 : LIVELLO TERZO. Fattore di intermittenza : 100,0 %"

Transcript

1 Pag CALCOLO DEL FABBISOGNO DI ENERGIA PRIMARIA secondo UNI/TS , UNI/TS Edificio Committente Progettista : Uffici nuovo centro polifunzionale Arcola (SP) : Comune di Arcola Piazza Muccini n.1 - Arcola (SP) : Studio Tecnico Ing. Paolo Caruana via Crispi La Spezia Zona 1 : LIVELLO TERZO Modalità di funzionamento dell' impianto : Funzionamento continuato Fattore di intermittenza : 100,0 % ηr = Rendimento di regolazione medio: 97,0 % Tipo di regolazione: Ambiente modulante banda p 1 C ηe = Rendimento di emissione : 96,0 % Tipo di terminale di erogazione: Ventilconvettori Tipologia di installazione: Parete esterna isolata e riflettente ηd = Rendimento di distribuzione : 99,4 % Tipo di impianto: A Impianto autonomo Numero di piani: 1 - Isolamento tubazioni: Legge 10/91 Delta T di progetto: 55/45 C Fattore di riduzione per contabilizzazione (riscaldamento) : 1,00 Energia utilizzata per il funzionamento: Elettrica COPE = 4,30 Temperatura esterna della sorgente: Costante Potenza nominale: Pn = W Potenza elettrica pompe di circolazione: Ppo = 0 W Rendimento pompe di circolazione: ηpo = 100 % Tempo di accensione al giorno pompe e ausiliari: Tp = 8 ore Rendimento del sistema elettrico nazionale: ηsen = 45 % Potenza media degli ausiliari: Pav = 0 W

2 Pag Qp Qp Mese giorni Ql Qg ηuti Qh fattore Qhvs ηced risc. totale (MJ) (MJ) % (MJ) interm. (MJ) % (MJ) (MJ) Gen 30, , , , Feb 30, , , , Mar 30, , , , Apr 26, , , , Mag 0, , Giu 0, , Lug 0, , Ago 0, , Set 0, , Ott 1, ,4 61 1, , Nov 30, , , , Dic 30, , , , COPE Ql Qg ηuti Qh Qhvs interm. ηced Qp risc. Qp totale Coefficiente di effetto utile medio mensile per azionamento elettrico. perdite di energia. apporti gratuiti. fattore di utilizzazione degli apporti gratuiti. fabbisogno energetico utile mensile in funzionamento continuo per riscaldamento ambienti. fabbisogno energetico utile mensile in funzionamento non continuo per riscaldamento ambienti. fattore di intermittenza. prodotto dei rendimenti di regolazione, distribuzione ed emissione. energia termica mensile fornita dal sistema di produzione per riscaldamento. energia termica mensile fornita dal sistema di produzione, totale. Qp Mese COPm totale Qpom Qavm ηc ηp Qm (MJ) (MJ) (MJ) % % (MJ) Gennaio 1, ,0 193, Febbraio 1, ,0 193, Marzo 1, ,0 193, Aprile 1, ,0 193, Maggio 0, ,0 0 Giugno 0, ,0 0 Luglio 0, ,0 0 Agosto 0, ,0 0 Settembre 0, ,0 0 Ottobre 1, ,0 193,5 158 Novembre 1, ,0 193, Dicembre 1, ,0 193, COPm Qpom Qavm ηc ηp Qm coefficiente di effetto utile medio mensile valutato in termini di energia primaria. Energia elettrica assorbita dalle pompe di circolazione nel mese. Energia elettrica assorbita da ausiliari nel mese. rendimento di regolazione mensile. rendimento di produzione medio mensile (compresa energia elettrica). Fabbisogno mensile di energia primaria.

3 Pag Energia primaria annuale richiesta: Q = MJ/a 9190 kwh t /a ηp = Qp / Q = Rendimento di produzione medio annuale : 122,5 % ηp,s = QH,gn,out / QH,gn,in = Rendimento di generazione medio per riscaldamento: 193,5 % ηg,s = Qhvs,s / Q = Rendimento globale medio annuale per il riscaldamento: 113,4 % Consumo annuo: 23,6 MJ/(m³a) 6,6 kwh t /(m³a) corrispondenti, (per il volume riscaldato di 1402,0 m³), a: 4136 kwh/a di energia elettrica.

4 Pag Zona 2 : LIVELLO TERZO UFFICIO EST Modalità di funzionamento dell' impianto : Funzionamento continuato Fattore di intermittenza : 100,0 % ηr = Rendimento di regolazione medio: 97,0 % Tipo di regolazione: Ambiente modulante banda p 1 C ηe = Rendimento di emissione : 96,0 % Tipo di terminale di erogazione: Ventilconvettori Tipologia di installazione: Parete esterna isolata e riflettente ηd = Rendimento di distribuzione : 99,4 % Tipo di impianto: A Impianto autonomo Numero di piani: 1 - Isolamento tubazioni: Legge 10/91 Delta T di progetto: 55/45 C Fattore di riduzione per contabilizzazione (riscaldamento) : 1,00 Energia utilizzata per il funzionamento: Elettrica COPE = 3,40 Temperatura esterna della sorgente: Costante Potenza nominale: Pn = 5000 W Potenza elettrica pompe di circolazione: Ppo = 0 W Rendimento pompe di circolazione: ηpo = 100 % Tempo di accensione al giorno pompe e ausiliari: Tp = 8 ore Rendimento del sistema elettrico nazionale: ηsen = 45 % Potenza media degli ausiliari: Pav = 0 W Qp Qp Mese giorni Ql Qg ηuti Qh fattore Qhvs ηced risc. totale (MJ) (MJ) % (MJ) interm. (MJ) % (MJ) (MJ) Gen 30, , , , Feb 30, , , , Mar 30, , , , Apr 30, , , , Mag 11, ,5 30 1, , Giu 0, , Lug 0, , Ago 0, , Set 0, , Ott 17, ,8 82 1, , Nov 30, , , , Dic 30, , , ,

5 Pag COPE Ql Qg ηuti Qh Qhvs interm. ηced Qp risc. Qp totale Coefficiente di effetto utile medio mensile per azionamento elettrico. perdite di energia. apporti gratuiti. fattore di utilizzazione degli apporti gratuiti. fabbisogno energetico utile mensile in funzionamento continuo per riscaldamento ambienti. fabbisogno energetico utile mensile in funzionamento non continuo per riscaldamento ambienti. fattore di intermittenza. prodotto dei rendimenti di regolazione, distribuzione ed emissione. energia termica mensile fornita dal sistema di produzione per riscaldamento. energia termica mensile fornita dal sistema di produzione, totale. Qp Mese COPm totale Qpom Qavm ηc ηp Qm (MJ) (MJ) (MJ) % % (MJ) Gennaio 1, ,0 153, Febbraio 1, ,0 153, Marzo 1, ,0 153,0 928 Aprile 1, ,0 153,0 632 Maggio 1, ,0 153,0 178 Giugno 0, ,0 0 Luglio 0, ,0 0 Agosto 0, ,0 0 Settembre 0, ,0 0 Ottobre 1, ,0 153,0 298 Novembre 1, ,0 153,0 805 Dicembre 1, ,0 153, COPm Qpom Qavm ηc ηp Qm coefficiente di effetto utile medio mensile valutato in termini di energia primaria. Energia elettrica assorbita dalle pompe di circolazione nel mese. Energia elettrica assorbita da ausiliari nel mese. rendimento di regolazione mensile. rendimento di produzione medio mensile (compresa energia elettrica). Fabbisogno mensile di energia primaria. Energia primaria annuale richiesta: Q = 6388 MJ/a 1775 kwh t /a ηp = Qp / Q = Rendimento di produzione medio annuale : 84,7 % ηp,s = QH,gn,out / QH,gn,in = Rendimento di generazione medio per riscaldamento: 153,0 % ηg,s = Qhvs,s / Q = Rendimento globale medio annuale per il riscaldamento: 78,4 % Consumo annuo: 45,6 MJ/(m³a) 12,7 kwh t /(m³a) corrispondenti, (per il volume riscaldato di 140,0 m³), a: 799 kwh/a di energia elettrica.

6 Pag Zona 3 : LIVELLO SECONDO UFFICIO Modalità di funzionamento dell' impianto : Funzionamento continuato Fattore di intermittenza : 100,0 % ηr = Rendimento di regolazione medio: 97,0 % Tipo di regolazione: Ambiente modulante banda p 1 C ηe = Rendimento di emissione : 96,0 % Tipo di terminale di erogazione: Ventilconvettori Tipologia di installazione: Parete esterna isolata e riflettente ηd = Rendimento di distribuzione : 99,4 % Tipo di impianto: A Impianto autonomo Numero di piani: 1 - Isolamento tubazioni: Legge 10/91 Delta T di progetto: 55/45 C Fattore di riduzione per contabilizzazione (riscaldamento) : 1,00 Energia utilizzata per il funzionamento: Elettrica COPE = 3,40 Temperatura esterna della sorgente: Costante Potenza nominale: Pn = 5000 W Potenza elettrica pompe di circolazione: Ppo = 0 W Rendimento pompe di circolazione: ηpo = 100 % Tempo di accensione al giorno pompe e ausiliari: Tp = 8 ore Rendimento del sistema elettrico nazionale: ηsen = 45 % Potenza media degli ausiliari: Pav = 0 W Qp Qp Mese giorni Ql Qg ηuti Qh fattore Qhvs ηced risc. totale (MJ) (MJ) % (MJ) interm. (MJ) % (MJ) (MJ) Mag 0, , Giu 0, , Lug 0, , Ago 0, , Set 0, , Ott 3, ,8 39 1, , Nov 30, , , , Dic 30, , , , Gen 30, , , , Feb 30, , , , Mar 30, , , , Apr 28, , , ,

7 Pag COPE Ql Qg ηuti Qh Qhvs interm. ηced Qp risc. Qp totale Coefficiente di effetto utile medio mensile per azionamento elettrico. perdite di energia. apporti gratuiti. fattore di utilizzazione degli apporti gratuiti. fabbisogno energetico utile mensile in funzionamento continuo per riscaldamento ambienti. fabbisogno energetico utile mensile in funzionamento non continuo per riscaldamento ambienti. fattore di intermittenza. prodotto dei rendimenti di regolazione, distribuzione ed emissione. energia termica mensile fornita dal sistema di produzione per riscaldamento. energia termica mensile fornita dal sistema di produzione, totale. Qp Mese COPm totale Qpom Qavm ηc ηp Qm (MJ) (MJ) (MJ) % % (MJ) Maggio 0, ,0 0 Giugno 0, ,0 0 Luglio 0, ,0 0 Agosto 0, ,0 0 Settembre 0, ,0 0 Ottobre 1, ,0 153,0 127 Novembre 1, ,0 153, Dicembre 1, ,0 153, Gennaio 1, ,0 153, Febbraio 1, ,0 153, Marzo 1, ,0 153, Aprile 1, ,0 153, COPm Qpom Qavm ηc ηp Qm coefficiente di effetto utile medio mensile valutato in termini di energia primaria. Energia elettrica assorbita dalle pompe di circolazione nel mese. Energia elettrica assorbita da ausiliari nel mese. rendimento di regolazione mensile. rendimento di produzione medio mensile (compresa energia elettrica). Fabbisogno mensile di energia primaria. Energia primaria annuale richiesta: Q = MJ/a 3502 kwh t /a ηp = Qp / Q = Rendimento di produzione medio annuale : 92,9 % ηp,s = QH,gn,out / QH,gn,in = Rendimento di generazione medio per riscaldamento: 153,0 % ηg,s = Qhvs,s / Q = Rendimento globale medio annuale per il riscaldamento: 86,0 % Consumo annuo: 58,4 MJ/(m³a) 16,2 kwh t /(m³a) corrispondenti, (per il volume riscaldato di 216,0 m³), a: 1576 kwh/a di energia elettrica.

8 Pag CALCOLO DEL FABBISOGNO DI ENERGIA PRIMARIA PER ACQUA CALDA SANITARIA secondo UNI/TS Edificio Committente Progettista : Uffici nuovo centro polifunzionale Arcola (SP) : Comune di Arcola Piazza Muccini n.1 - Arcola (SP) : Studio Tecnico Ing. Paolo Caruana via Crispi La Spezia Zona 1 : LIVELLO TERZO Modalità di funzionamento dell'impianto : funzionamento continuato ηw,er = Rendimento di erogazione : 95,0 % ηw,d = Rendimento di distribuzione : 87,0 % Sistema autonomo < 35 kw ηw,s = Rendimento di accumulo : 62,7 % Volume di accumulo: litri Fattore di riduzione per gestione autonoma (acqua sanitaria) : 1,0 Mese giorni V'w Qh,w Q'h,w Qp,w Qp,rinn Qp',w Qw (l/g) (MJ) (MJ) (MJ) (MJ) (MJ) (MJ) Gennaio 30, Febbraio 30, Marzo 30, Aprile 30, Maggio 30, Giugno 30, Luglio 30, Agosto 30, Settembre 30, Ottobre 30, Novembre 30, Dicembre 30, V'w fabbisogno giornaliero di acqua calda sanitaria del mese. Qh,w fabbisogno energetico utile mensile in funzionamento continuo per acqua calda sanitaria. Q'h,w fabbisogno energetico utile mensile per gestione autonoma per acqua calda sanitaria. Qp,w energia termica mensile fornita dal sistema di produzione per acqua calda sanitaria. Qp,rinn energia termica mensile da fonte rinnovabile fornita al sistema di produzione per acqua calda sanitaria. Qw energia primaria mensile richiesta dal generatore per la produzione di acqua calda sanitaria.

9 Pag Energia primaria annuale richiesta per acqua sanitaria: Qw = 5793 MJ/a 1609 kwh t /a ηw,p = Rendimento di produzione medio annuale per acqua sanitaria: 75,0 % Consumo annuo: 4,1 MJ/m³a 1,1 kwh t /(m³a) (per il volume riscaldato di 1402,0 m³) 724 kwh di Energia Elettrica

10 Pag Zona 2 : LIVELLO TERZO UFFICIO EST Modalità di funzionamento dell'impianto : funzionamento continuato ηw,er = Rendimento di erogazione : 95,0 % ηw,d = Rendimento di distribuzione : 92,6 % Sistema > 35 kw Sistema antecedente all'entrata in vigore della legge 373/76 NO Presenza della tubazione di ricircolo NO ηw,s = Rendimento di accumulo : accumulo assente Fattore di riduzione per gestione autonoma (acqua sanitaria) : 1,0 Mese giorni V'w Qh,w Q'h,w Qp,w Qp,rinn Qp',w Qw (l/g) (MJ) (MJ) (MJ) (MJ) (MJ) (MJ) Gennaio 30, Febbraio 30, Marzo 30, Aprile 30, Maggio 30, Giugno 30, Luglio 30, Agosto 30, Settembre 30, Ottobre 30, Novembre 30, Dicembre 30, V'w Qh,w Q'h,w Qp,w Qp,rinn Qw fabbisogno giornaliero di acqua calda sanitaria del mese. fabbisogno energetico utile mensile in funzionamento continuo per acqua calda sanitaria. fabbisogno energetico utile mensile per gestione autonoma per acqua calda sanitaria. energia termica mensile fornita dal sistema di produzione per acqua calda sanitaria. energia termica mensile da fonte rinnovabile fornita al sistema di produzione per acqua calda sanitaria. energia primaria mensile richiesta dal generatore per la produzione di acqua calda sanitaria. Energia primaria annuale richiesta per acqua sanitaria: Qw = 0 MJ/a 0 kwh t /a Consumo annuo: 0,0 MJ/m³a 0,0 kwh t /(m³a) (per il volume riscaldato di 140,0 m³)

11 Pag Zona 3 : LIVELLO SECONDO UFFICIO Modalità di funzionamento dell'impianto : funzionamento continuato ηw,er = Rendimento di erogazione : 95,0 % ηw,d = Rendimento di distribuzione : 92,6 % Sistema > 35 kw Sistema antecedente all'entrata in vigore della legge 373/76 NO Presenza della tubazione di ricircolo NO ηw,s = Rendimento di accumulo : accumulo assente Fattore di riduzione per gestione autonoma (acqua sanitaria) : 1,0 Mese giorni V'w Qh,w Q'h,w Qp,w Qp,rinn Qp',w Qw (l/g) (MJ) (MJ) (MJ) (MJ) (MJ) (MJ) Gennaio 30, Febbraio 30, Marzo 30, Aprile 30, Maggio 30, Giugno 30, Luglio 30, Agosto 30, Settembre 30, Ottobre 30, Novembre 30, Dicembre 30, V'w Qh,w Q'h,w Qp,w Qp,rinn Qw fabbisogno giornaliero di acqua calda sanitaria del mese. fabbisogno energetico utile mensile in funzionamento continuo per acqua calda sanitaria. fabbisogno energetico utile mensile per gestione autonoma per acqua calda sanitaria. energia termica mensile fornita dal sistema di produzione per acqua calda sanitaria. energia termica mensile da fonte rinnovabile fornita al sistema di produzione per acqua calda sanitaria. energia primaria mensile richiesta dal generatore per la produzione di acqua calda sanitaria. Energia primaria annuale richiesta per acqua sanitaria: Qw = 0 MJ/a 0 kwh t /a Consumo annuo: 0,0 MJ/m³a 0,0 kwh t /(m³a) (per il volume riscaldato di 216,0 m³)

CALCOLO DEL FABBISOGNO DI POTENZA TERMICA DELL' EDIFICIO PER RISCALDAMENTO INVERNALE. secondo UNI EN 12831

CALCOLO DEL FABBISOGNO DI POTENZA TERMICA DELL' EDIFICIO PER RISCALDAMENTO INVERNALE. secondo UNI EN 12831 Pag. 1. 1 CALCOLO DEL FABBISOGNO DI POTENZA TERMICA DELL' EDIFICIO PER RISCALDAMENTO INVERNALE secondo UNI EN 12831 Verifica di rispondenza alla Legge 10/91 e DPR 412/93 Edificio Committente Progettista

Dettagli

GABRIELE e BETTALE LUIGINA

GABRIELE e BETTALE LUIGINA TERMOTECNICA ELETTROTECNICA PREVENZIONE INCENDI ACUSTICA CERTIFICAZIONE ENERGETICA SICUREZZA Via G. Marconi n. 84 Mason Vicentino (VI) tel. 0424/411111-418245 fax 0424/411111 e.mail: dz@dzservizi.it COMUNE

Dettagli

ZONA RISCALDATA Caratteristiche della zona

ZONA RISCALDATA Caratteristiche della zona ZONA RISCALDATA Caratteristiche della zona T Temperatura 20,00 C Temperatura a generatore spento 15,00 C Umidità Relativa massima sulla superficie interna 80,00 % Superficie netta 86,21 m² Capacità termica

Dettagli

DATI GENERALI E CLIMATICI DELLA LOCALITA' SESTRI LEVANTE Provincia: GE

DATI GENERALI E CLIMATICI DELLA LOCALITA' SESTRI LEVANTE Provincia: GE Pag. 1. 1 19000 abitanti 4 m slm 44 16' latitudine Nord 9 23' longitudine Est Località di riferimento per la temperatura : GENOVA per la irradiazione I loc. : GENOVA II loc. LA SPEZIA per il vento : GENOVA

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO PRODUZIONE DI ACQUA CALDA PER USI IGIENICO-SANITARI

RELAZIONE DI CALCOLO PRODUZIONE DI ACQUA CALDA PER USI IGIENICO-SANITARI RELAZIONE DI CALCOLO PRODUZIONE DI ACQUA CALDA PER USI IGIENICO-SANITARI Comune PERGINE VALSUGANA Indirizzo Pergine Valsugana (TN) Committente Progettista NORME UTILIZZATE DESCRIZIONE DETERMINAZIONE DEL

Dettagli

REGIONE PUGLIA. COMUNE di MONTESANO SALENTINO Provincia di Lecce

REGIONE PUGLIA. COMUNE di MONTESANO SALENTINO Provincia di Lecce RELAZIONE IMPIANTO SOLARE TERMICO PROGETTO ESECUTIVO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA LUDOTECA (Ai sensi dell'art. 89 del Regolamento Regionale n.4 del 22.01.2007) REGIONE PUGLIA COMUNE di Provincia di Lecce

Dettagli

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Provincia di Udine COMUNE DI PREMARIACCO. Progetto CUP: E16J

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Provincia di Udine COMUNE DI PREMARIACCO. Progetto CUP: E16J Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Provincia di Udine COMUNE DI PREMARIACCO Progetto CUP: E16J16000690006 Lavori di ristrutturazione, ampliamento e adeguamento alle norme di sicurezza della scuola

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO

RELAZIONE DI CALCOLO RELAZIONE DI CALCOLO Comune: Descrizione: Reggio nell'emilia (RE) Manutenzione straordinaria incrementativa, riqualificazione energetica e adeguamento uffici Committente: ASP - Azienda Pubblica di Servizi

Dettagli

Dati dell'oggetto. volume netto riscaldato dell'edificio [m³] (opzionale) V N = numero di persone nell'edificio Pers = 199,00

Dati dell'oggetto. volume netto riscaldato dell'edificio [m³] (opzionale) V N = numero di persone nell'edificio Pers = 199,00 oggetto: PRU - residenziale Dati dell'oggetto Destinazione d'uso dell'edificio tipo di costruzione: 2 superficie utile lorda riscaldata [m²] BGF B = 7.996 superficie utile netta riscaldata [m²] (opzionale)

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Impianto: Comune: Descrizione: Committente: Progettista: Tettoia FV01 OLBIA (OT) Impianto su tettoia Sig. DeCa DeCa Progetti

RELAZIONE TECNICA. Impianto: Comune: Descrizione: Committente: Progettista: Tettoia FV01 OLBIA (OT) Impianto su tettoia Sig. DeCa DeCa Progetti RELAZIONE TECNICA Impianto: Comune: Descrizione: Committente: Progettista: Tettoia FV01 OLBIA (OT) Impianto su tettoia Sig. DeCa DeCa Progetti Il progettista Olbia (OT), --/--/---- DeCa Progetti pag. 1

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO LINEA DI INTERVENTO

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO LINEA DI INTERVENTO POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 AVVISO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO ALLA REALIZZAZIONE DI MODELLI PER LA DIMINUIZIONE DEI CONSUMI NEGLI USI

Dettagli

Fabio Peron. Bilancio di energia dell edificio: un involucro più efficiente. Il fabbisogno di energia dell edificio. Q s. Q i2. G i Q i1 Q T. Q v.

Fabio Peron. Bilancio di energia dell edificio: un involucro più efficiente. Il fabbisogno di energia dell edificio. Q s. Q i2. G i Q i1 Q T. Q v. Corso di Progettazione Ambientale prof. Fabio Peron Bilancio di energia dell edificio: un involucro più efficiente Fabio Peron Università IUAV - Venezia Il fabbisogno di energia dell edificio Il fabbisogno

Dettagli

COMUNE DI LIZZANELLO

COMUNE DI LIZZANELLO COMUNE DI LIZZANELLO REGIONE PUGLIA Area sviluppo, lavoro ed innovazione P.O. FESR 2007/2013 - Asse II - Linea di intervento 2.4 - Azione 2.4.1 INTERVENTO DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E MIGLIORAMENTO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico

RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Comune di EBOLI Provincia di SALERNO RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Decreto Legislativo 19 agosto 2005 n.192 Decreto Legislativo 29 dicembre

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA 1. PREMESSA L oggetto della presente relazione riguarda la descrizione del progetto relativo ai LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA IMPIANTO TERMICO CAMPO G. SCIREA ubicato

Dettagli

Relazione tecnica impianto solare termico secondo UNI/TS e UNI/TS

Relazione tecnica impianto solare termico secondo UNI/TS e UNI/TS Relazione tecnica impianto solare termico secondo UNI/TS 11300-2 e UNI/TS 11300-4 EDIFICIO INDIRIZZO COMMITTENTE INDIRIZZO COMUNE Palazzina 6 unità residenziali - Impianti autonomi Via Verdi 1, Milano

Dettagli

Pompa di calore elettrica kw

Pompa di calore elettrica kw 5 x FLATLINE BE Ultra Superficie lorda totale:1066 m² Azimut: 0 Incl:45 160 litro/giorno 50 C 60 C/40 C Pompa di calore elettrica -17 17 kw Serbatoio combinato - 800 530 l/270 l Risultati della simulazione

Dettagli

INDICE. PREMESSA... p. 1

INDICE. PREMESSA... p. 1 III INDICE PREMESSA... p. 1 1. INTRODUZIONE... 3 1.1. UNI/TS 11300-1... 3 1.2. UNI/TS 11300-2... 4 1.3. UNI/TS 11300-3... 5 1.4. UNI/TS 11300-4... 5 1.5. UNI/TS 11300-5... 5 1.6. UNI/TS 11300-6... 5 1.7.

Dettagli

COMUNE DI RIVARA PROVINCIA DI TORINO RELAZIONE TECNICA

COMUNE DI RIVARA PROVINCIA DI TORINO RELAZIONE TECNICA 1 COMUNE DI RIVARA PROVINCIA DI TORINO RELAZIONE TECNICA DI CUI AL COMMA 1 DELL ARTICOLO 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 19 AGOSTO 2005, N. 192, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Comune di MONOPOLI. Provincia di BARI. Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico

RELAZIONE TECNICA. Comune di MONOPOLI. Provincia di BARI. Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Comune di MONOPOLI Provincia di BARI RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Decreto Legislativo 19 agosto 2005 n.192 Decreto Legislativo 29 dicembre

Dettagli

Uffici: Riqualificazione

Uffici: Riqualificazione Uffici: Riqualificazione Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI il software Energy Planning Dati edificio Località Comune: Bari Zona climatica: C Latitudine:

Dettagli

Elaborazione realizzata con Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI PER LA CLIMATIZZAZIONE

Elaborazione realizzata con Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI PER LA CLIMATIZZAZIONE Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI SOLUZIONI IDROTERMOSANITARIE ANALISI ENERGETICHE 2017 3 novembre Pratica n 000/2017 Vs1 Riferimento Abitazione Mario Rossi Tel. 349 2370151 0438 2084 mariorossi@esempio.it

Dettagli

Allegato 4 Calcolo dei rendimenti dell'impianto di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria

Allegato 4 Calcolo dei rendimenti dell'impianto di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria Allegato 4 Calcolo dei rendimenti dell'impianto di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria EDIFICIO INDIRIZZO COMMITTENTE INDIRIZZO COMUNE Condominio Esempio Centralizzato Esistente Via dell

Dettagli

SVILUPPO DI MODELLI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA SUL PATRIMONIO IMMOBILIARE PUBBLICO Roma, 1 Luglio 2015

SVILUPPO DI MODELLI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA SUL PATRIMONIO IMMOBILIARE PUBBLICO Roma, 1 Luglio 2015 SVILUPPO DI MODELLI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA SUL PATRIMONIO IMMOBILIARE PUBBLICO Roma, 1 Luglio 2015 Sviluppo della metodologia comparativa cost-optimal per edifici residenziali

Dettagli

R.C.S. Srl Progettazioni Termotecniche

R.C.S. Srl Progettazioni Termotecniche R.C.S. Srl Progettazioni Termotecniche di BENEDETTI per. ind. FIDENZIO via S. Floriano 6/B - 36010 VIGARDOLO (VI) tel. 0444/596880-596896 - fax 0444/945784 www.rcsprog.it - info@rcsprog.it C. F. / P. IVA

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO. Committente Amministrazione Comunale di Rende Piazza San Carlo Borromeo Rende (CS)

PROGETTO ESECUTIVO. Committente Amministrazione Comunale di Rende Piazza San Carlo Borromeo Rende (CS) COMUNE DI RENDE (PROVINCIA DI COSENZA) Documento PROGETTO ESECUTIVO Lavori di "Riqualificazione energetica dell'edificio adibito a scuola primaria Sant'Agostino nel comune di Rende" Committente Amministrazione

Dettagli

Elaborazione realizzata con Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI PER LA CLIMATIZZAZIONE

Elaborazione realizzata con Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI PER LA CLIMATIZZAZIONE Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI Data, 30/05/2016 Spett.le il software Smart Planning ANALISI ENERGETICA con Soluzioni per la climatizzazione dalcin@idrosistemi.it Dati edificio Località

Dettagli

SCHEDA DESCRITTIVA DELL INTERVENTO

SCHEDA DESCRITTIVA DELL INTERVENTO SCHEDA DESCRITTIVA DELL INTERVENTO SCHEDA N. 3.06 COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO Con riferimento all intervento previsto nel Comune di (TN) localizzato nel sito a quota m s.l.m., contrassegnato dai seguenti

Dettagli

COMUNE DI ROMA PROVINCIA DI ROMA RELAZIONE TECNICA

COMUNE DI ROMA PROVINCIA DI ROMA RELAZIONE TECNICA COMUNE DI ROMA PROVINCIA DI ROMA RELAZIONE TECNICA DI CUI AL COMMA 1 DELL ARTICOLO 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 19 AGOSTO 2005, N. 192, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO

Dettagli

REGIONE PUGLIA. COMUNE di MONTESANO SALENTINO Provincia di Lecce

REGIONE PUGLIA. COMUNE di MONTESANO SALENTINO Provincia di Lecce REGIONE PUGLIA COMUNE di MONTESANO SALENTINO Provincia di Lecce OGGETTO PROGETTO ESECUTIVO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA LUDOTECA (ai sensi dell'art. 89 del Regolamento Regionale n.4 del 22.01.2007) ELABORATO

Dettagli

SCHEDA DESCRITTIVA DELL INTERVENTO

SCHEDA DESCRITTIVA DELL INTERVENTO SCHEDA DESCRITTIVA DELL INTERVENTO SCHEDA N. 3.12 COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO Con riferimento all intervento previsto nel Comune di (TN) localizzato nel sito a quota m s.l.m., contrassegnato dai seguenti

Dettagli

Comune di NAPOLI Provincia NAPOU. RELfiZIONE TECNICA. RisDondenza alle or scdtoni in materia di contsnlmento ene djco

Comune di NAPOLI Provincia NAPOU. RELfiZIONE TECNICA. RisDondenza alle or scdtoni in materia di contsnlmento ene djco Comune di NAPOLI Provincia NAPOU RELfiZIONE TECNICA RisDondenza alle or scdtoni in materia di contsnlmento del @rsuno ene djco D, Eú 19 46to 2!t0s n.rt2..m,l, D.t R. n.59/ltt - o.ir. 26.6,Oe o.l.lr. 3

Dettagli

Laurea in Archite:ura

Laurea in Archite:ura UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTÁ DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA Laurea in Archite:ura Laboratorio Integrato di Progettazione Tecnica e Strutturale (Impianti Tecnici) a.a. 2016-2017 4_1 (Numero

Dettagli

SCHEDA DESCRITTIVA DELL INTERVENTO

SCHEDA DESCRITTIVA DELL INTERVENTO SCHEDA DESCRITTIVA DELL INTERVENTO SCHEDA N. 3.03: CALDAIE A BIOMASSA Con riferimento all intervento eseguito nel Comune di (TN) sull immobile situato a quota m s.l.m., contrassegnato dai seguenti dati

Dettagli

Comune di GENONI. Provincia di ORISTANO

Comune di GENONI. Provincia di ORISTANO Comune di GENONI Provincia di ORISTANO RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico D. Lgs. 19 agosto 2005 n.192 e s.m.i. D.P.R. n.59/09 - D.M. 26.6.09

Dettagli

NORMA UNI/TS (maggio 2008)

NORMA UNI/TS (maggio 2008) ERRATA CORRIGE N 1 alla versione in lingua italiana DEL 25 novembre 2010 NORMA UNI/TS 11300-2 (maggio 2008) TITOLO Prestazioni energetiche degli edifici Parte 2: Determinazione del fabbisogno di energia

Dettagli

COMUNE DI CASTEL BOLOGNESE. Analisi Energetica di 7 edifici

COMUNE DI CASTEL BOLOGNESE. Analisi Energetica di 7 edifici COMUNE DI CASTEL BOLOGNESE Analisi Energetica di 7 edifici Energia Elettrica: 39. Teleriscaldamento: 94. TOTALE ANNUO: 133. Costi energetici dei 7 edifici Valori relativi a 5 edifici (escluso Nido e Tennis

Dettagli

OGGETTO: Riqualificazione energetica porzione di fabbricato comunale da destinare ad asilo nido TITOLO EDILIZIO: N. _ del / /

OGGETTO: Riqualificazione energetica porzione di fabbricato comunale da destinare ad asilo nido TITOLO EDILIZIO: N. _ del / / Comune di RIVARA Provincia di TORINO Regione PIEMONTE RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Legge Regionale 28 maggio 2007 n.13 Delibera GR 4

Dettagli

Progetto RESET Attività di formazione. LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Norma UNI TS Impianti termici MODULO 3. Ing.

Progetto RESET Attività di formazione. LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Norma UNI TS Impianti termici MODULO 3. Ing. Progetto RESET Attività di formazione LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Norma UNI TS 11300-2 Impianti termici MODULO 3 Ing. Antonio Mazzon Descrizione sintetica procedura di calcolo Calcolo del

Dettagli

Elaborazione realizzata con Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI PER LA CLIMATIZZAZIONE

Elaborazione realizzata con Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI PER LA CLIMATIZZAZIONE Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI PER LA CLIMATIZZAZIONE il software Energy Planning Data, 22/11/2015 Spett.le BARI SRL il software Smart Planning ANALISI ENERGETICA con Soluzioni per la

Dettagli

Di seguito un approfondimento sulla soluzione adottata e sui dati ricavati da tre anni di monitoraggio sul campo.

Di seguito un approfondimento sulla soluzione adottata e sui dati ricavati da tre anni di monitoraggio sul campo. Di seguito un approfondimento sulla soluzione adottata e sui dati ricavati da tre anni di monitoraggio sul campo. L edificio L edificio oggetto del monitoraggio di tre anni è un abitazione monofamiliare

Dettagli

01 Palazzina Ex Municipio

01 Palazzina Ex Municipio Servizio energia comprendente la fornitura, l esercizio, la manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti termici e di condizionamento del Comune di Merate Edificio: Oggetto: 01 Palazzina Ex Municipio

Dettagli

SOLARE, GEOTERMIA, FOTOVOLTAICO: ESPERIENZE DI INTEGRAZIONE

SOLARE, GEOTERMIA, FOTOVOLTAICO: ESPERIENZE DI INTEGRAZIONE Il generatore edile: come usare e integrare geotermia, solare e fotovoltaico SOLARE, GEOTERMIA, FOTOVOLTAICO: ESPERIENZE DI INTEGRAZIONE S. Piva Dipartimento di Ingegneria Università degli Studi di Ferrara

Dettagli

Città Metropolitana di Firenze

Città Metropolitana di Firenze Città Metropolitana di Firenze Palazzo Medici Ricciardi Via Cavour, 1 5129 Firenze Presentazione delle proposte per la riqualificazione energetica degli immobili (Ex Articolo 9 del decreto legge n. 91

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO. ELAB. A1a- RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico

PROGETTO ESECUTIVO. ELAB. A1a- RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI LECCE VIA TRINCHESE 61/D Galleria 73100 LECCE tel. 0832 446111 fax 0832 315034 PROGETTO ESECUTIVO LAVORI DI COMPLETAMENTO DI 22 ALLOGGI FABB.1 FABB.2

Dettagli

1. INFORMAZIONI GENERALI

1. INFORMAZIONI GENERALI 1. INFORMAZIONI GENERALI L intervento in oggetto è localizzato nel quartiere di Monterotondo scalo che si sviluppa lungo la via Salaria tra il km 21 e il km 26, con un andamento pressoché pianeggiante

Dettagli

1. DATI CLIMATICI DELLA LOCALITA 2 2. DISPERSIONI DEI LOCALI CALCOLO INVERNALE 4 3. RISULTATI DEI CALCOLI ESTIVI 6

1. DATI CLIMATICI DELLA LOCALITA 2 2. DISPERSIONI DEI LOCALI CALCOLO INVERNALE 4 3. RISULTATI DEI CALCOLI ESTIVI 6 INDICE DEL CONTENUTO 1. DATI CLIMATICI DELLA LOCALITA 2 2. DISPERSIONI DEI LOCALI CALCOLO INVERNALE 4 3. RISULTATI DEI CALCOLI ESTIVI 6 Pag. 1 1. DATI CLIMATICI DELLA LOCALITA Caratteristiche geografiche

Dettagli

L impianto di produzione dell acqua calda di consumo prevede essenzialmente:

L impianto di produzione dell acqua calda di consumo prevede essenzialmente: Relazione illustrativa L impianto di produzione dell acqua calda di consumo prevede essenzialmente: - Collettori a tubi sottovuoto Auron 20 DF - N 1 bollitore solare di preriscaldamento; - N 1 bollitore

Dettagli

12 Palazzina Ass. e Palestra

12 Palazzina Ass. e Palestra Servizio energia comprendente la fornitura, l esercizio, la manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti termici e di condizionamento del Comune di Merate Edificio: Oggetto: 12 Palazzina Ass.

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI IMPIANTI CON LA COGENERAZIONE

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI IMPIANTI CON LA COGENERAZIONE RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI IMPIANTI CON LA COGENERAZIONE RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI IMPIANTI TERMICI IN ASSETTO DI COGENERAZIONE PER L ISTITUTO SALESIANO IN MILANO. Mascherpa Tecnologie Gestionali

Dettagli

Uffici: Nuova Costruzione

Uffici: Nuova Costruzione Uffici: Nuova Costruzione Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI Dati edificio Località Comune: Milano Zona climatica: E Latitudine: 45,47 Gradi Giorno: 2404 Altitudine: 122 m Temperatura esterna

Dettagli

10 Asilo Nido Girotondo

10 Asilo Nido Girotondo Servizio energia comprendente la fornitura, l esercizio, la manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti termici e di condizionamento del Comune di Merate Edificio: Oggetto: 10 Asilo Nido Girotondo

Dettagli

COMUNE DI PRATO RELAZIONE DI DIAGNOSI ENERGETICA

COMUNE DI PRATO RELAZIONE DI DIAGNOSI ENERGETICA STUDIO TECNICO ING. GIOVANNI-LUCA GIANNUZZI COMUNE DI PRATO RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DELL ASILO NIDO ARCOBALENO VIA ARCOBALENO - PRATO (PO) Progetto Definitivo-Esecutivo RELAZIONE DI DIAGNOSI ENERGETICA

Dettagli

MP NEXT Ordine degli Ingegneri di Como Tenuta L Annunziata Impianto di Micro-Cogenerazione: risparmio energetico e risparmio economico

MP NEXT Ordine degli Ingegneri di Como Tenuta L Annunziata Impianto di Micro-Cogenerazione: risparmio energetico e risparmio economico MP NEXT Ordine degli Ingegneri di Como Tenuta L Annunziata Impianto di Micro-Cogenerazione: risparmio energetico e risparmio economico Uggiate Trevano, 24 novembre 2016 www.mpnext.it 1 MP NEXT Energy Service

Dettagli

MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME.

MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME. TURNI FARMACIE APRILE 2016 Sab. 2 apr. Dom. 3 apr. Sab. 9 apr. Dom. 10 apr. Sab. 16 apr. Dom. 17 apr. Sab. 23 apr. Dom. 24 apr. Lun. 25 apr. Sab. 30 apr. Dom. 1 mag. MATT. POME. MATT. POME. MATT. POME.

Dettagli

COMUNE DI TREQUANDA RELAZIONE DI DIAGNOSI ENERGETICA

COMUNE DI TREQUANDA RELAZIONE DI DIAGNOSI ENERGETICA STUDIO TECNICO ING. GIOVANNI-LUCA GIANNUZZI COMUNE DI TREQUANDA LAVORI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DI PETROIO, UBICATA IN LOC. PETROIO, VIA SALIMBENI- COMUNE DI TREQUANDA (SI)

Dettagli

Il tuo condominio green Incentivi provinciali per la riqualificazione energetica. Gli aspetti tecnici di una riqualificazione: un caso studio

Il tuo condominio green Incentivi provinciali per la riqualificazione energetica. Gli aspetti tecnici di una riqualificazione: un caso studio Il tuo condominio green Incentivi provinciali per la riqualificazione energetica Trento, 2 febbraio 218 L edificio oggetto del caso studio 7 unità abitative: 6 appartamenti, 1 attività commerciale Condominio

Dettagli

COMUNE DI ASTI PROVINCIA DI ASTI RELAZIONE TECNICA

COMUNE DI ASTI PROVINCIA DI ASTI RELAZIONE TECNICA COMUNE DI ASTI PROVINCIA DI ASTI RELAZIONE TECNICA ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO DEGLI EDIFICI (art. 28 della Legge 9 gennaio 1991, n. 10,

Dettagli

Studio di un sistema combinato di microgenerazione a ridotto impatto ambientale

Studio di un sistema combinato di microgenerazione a ridotto impatto ambientale UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA MECCANICA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE E MECCANICA Studio di un sistema combinato di microgenerazione a ridotto

Dettagli

BANDO SCHEDA DESCRITTIVA DELL INTERVENTO

BANDO SCHEDA DESCRITTIVA DELL INTERVENTO BANDO 2012 - SCHEDA DESCRITTIVA DELL INTERVENTO (SCHEDA N. 7: GENERATORI DI CALORE A BIOMASSA Caldaie a caricamento automatico a pellet o cippato) da compilare, per le rispettive attività e competenze,

Dettagli

RELAZIONE ECONOMICA. (D.M. 19 febbraio 2007) Tettoia FV01 OLBIA (OT) Impianto su tettoia Sig. DeCa DeCa Progetti

RELAZIONE ECONOMICA. (D.M. 19 febbraio 2007) Tettoia FV01 OLBIA (OT) Impianto su tettoia Sig. DeCa DeCa Progetti RELAZIONE ECONOMICA (D.M. 19 febbraio 2007) Impianto; Comune: Descrizione: Committente: Progettista: Tettoia FV01 OLBIA (OT) Impianto su tettoia Sig. DeCa DeCa Progetti Il progettista Olbia (OT), --/--/----

Dettagli

Diagnosi Energetica Condominio Lungo Po Antonelli, 205 Torino edificato nel 1965

Diagnosi Energetica Condominio Lungo Po Antonelli, 205 Torino edificato nel 1965 Diagnosi Energetica Condominio Lungo Po Antonelli, 205 Torino edificato nel 1965 Iniziativa Caterpillar Anno 2017 Mi illumino di meno Caso studio: Condominio Lungo Po Antonelli, 205 Torino (edificato nel

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE

REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Comune di OLBIA (SS) REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Potenza = 984.960 kw Relazione tecnica Impianto: PISTA CICLABILE - TRATTO 2 Committente: Consorzio

Dettagli

TOTEM ENERGY: storie di successo

TOTEM ENERGY: storie di successo TOTEM ENERGY: storie di successo Microcogenerazione, climatizzazione e teleriscaldamento smart Rimini, 8 novembre 2017 Gianluca Ragonesi g.ragonesi@totem.energy Responsabile Sviluppo Commerciale TOTEM

Dettagli

Comune di Campi Salentina. Provincia di Lecce

Comune di Campi Salentina. Provincia di Lecce Comune di Campi Salentina Provincia di Lecce RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Decreto Legislativo 19 agosto 2005 n.192 Decreto Legislativo

Dettagli

Hotel: Nuova Costruzione

Hotel: Nuova Costruzione Hotel: Nuova Costruzione Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI Dati edificio Località Comune: Roma Zona climatica: D Latitudine: 41,91 Gradi Giorno: 1415 Altitudine: 20 m Temperatura esterna

Dettagli

Realizzazione di un Sistema di Bike Sharing nel Comune d Isernia

Realizzazione di un Sistema di Bike Sharing nel Comune d Isernia REGIONE MOLISE COMUNE D ISERNIA Realizzazione di un Sistema di Bike Sharing nel Comune d Isernia PROGETTO DEFINITIVO Responsabile del Procedimento Progettisti Ing. Roberto Potena Ing. Marzia Valerio Geom.

Dettagli

Tavola 1 - Prezzi al consumo relativi alla benzina verde con servizio alla pompa. Firenze, Grosseto, Pisa, Pistoia. Da Agosto 2008 ad Aprile 2012

Tavola 1 - Prezzi al consumo relativi alla benzina verde con servizio alla pompa. Firenze, Grosseto, Pisa, Pistoia. Da Agosto 2008 ad Aprile 2012 Tavola 1 - Prezzi al consumo relativi alla benzina verde con servizio alla pompa. Firenze, Grosseto, Pisa, Pistoia. Benzina verde con servizio alla pompa Ago-08 Set-08 Ott-08 Nov-08 Dic-08 Firenze 1,465

Dettagli

I TERMINALI DI IMPIANTO AD ACQUA TERMOENERGETICA DELL EDIFICIO (A.A ) Prof. Walter Grassi - Ing. Paolo Conti

I TERMINALI DI IMPIANTO AD ACQUA TERMOENERGETICA DELL EDIFICIO (A.A ) Prof. Walter Grassi - Ing. Paolo Conti I TERMINALI DI IMPIANTO AD ACQUA TERMOENERGETICA DELL EDIFICIO (A.A. 2013-2014) Prof. Walter Grassi - Ing. Paolo Conti Introduzione 2 Schema-tipo di un impianto ad acqua 5 2 1 1 2 2 1 *Modellazione da

Dettagli

COMUNE di PINEROLO PROGETTO DEFINITIVO/ESECUTIVO RELAZIONE SPECIALISTICA IMPIANTO FOTOVOLTAICO

COMUNE di PINEROLO PROGETTO DEFINITIVO/ESECUTIVO RELAZIONE SPECIALISTICA IMPIANTO FOTOVOLTAICO COMUNE di PINEROLO Rielaborazione del progetto definitivo/esecutivo delle opere di efficientamento energetico della Scuola Secondaria di I Grado PUCCINI (Ex Brignone succursale) PROGETTO DEFINITIVO/ESECUTIVO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Comune di ROVIGO. Provincia di ROVIGO. Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico

RELAZIONE TECNICA. Comune di ROVIGO. Provincia di ROVIGO. Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Comune di ROVIGO Provincia di ROVIGO RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico D. Lgs. 19 agosto 2005 n.192 e s.m.i. D.P.R. n.59/09 - D.M. 26.6.09

Dettagli

PARCO NATURALE ADAMELLO-BRENTA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGETTO ESECUTIVO CENTRO DIDATTICO - FAUNISTICO

PARCO NATURALE ADAMELLO-BRENTA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGETTO ESECUTIVO CENTRO DIDATTICO - FAUNISTICO PARCO NATURALE ADAMELLO-BRENTA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGETTO ESECUTIVO CENTRO DIDATTICO - FAUNISTICO del Parco Naturale Adamello Brenta acqua terra aria in C.C. Spiazzo I Lotto Modulo Acqua Committente:

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Impianto: Comune: Descrizione: Committente: Progettista:

RELAZIONE TECNICA. Impianto: Comune: Descrizione: Committente: Progettista: RELAZIONE TECNICA Impianto: Comune: Descrizione: Committente: Progettista: Impianto Fotovoltaico Foggia Foggia (FG) Impianto Fotovoltaico sede Provinciale INPS Foggia Dr. Giovanni Di Monde Per. Ind. Vincenzo

Dettagli

COMUNE DI RAGALNA (PROVINCIA DI CATANIA)

COMUNE DI RAGALNA (PROVINCIA DI CATANIA) VIA PASUBIO,45-95127 CATANIA-Tel. 095-316767 Fax 095-325264 E-mail:studio@studiomineoscravaglieri.it COMUNE DI RAGALNA (PROVINCIA DI CATANIA) LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLO STADIO COMUNALE,

Dettagli

Comune di CASTELLUCCIO DEI SAURI. Provincia di FOGGIA

Comune di CASTELLUCCIO DEI SAURI. Provincia di FOGGIA Comune di CASTELLUCCIO DEI SAURI Provincia di FOGGIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico D. Lgs. 19 agosto 2005 n.192 e s.m.i. D.P.R. n.59/09

Dettagli

Unipol Assicurazioni SpA Cumulative Auto Bologna 12/01/2015 11:18

Unipol Assicurazioni SpA Cumulative Auto Bologna 12/01/2015 11:18 ESER. POL AGEN. POL RAMO POL NUM. POL. ESER. SIN AGEN. SIN. NUM. SIN RAMO SIN. ISPETTORATO DATA AVVENIM. DATA CHIUSURATIPO DEN. TIPO CHIUSTP RESP ASSICURATO PREVENTIVO PAGATO DA RECUPERARE 2007 1467 130

Dettagli

Efficienza Energetica - Cogenerazione CASE STUDY «COMAL SRL Novi di Modena» Incontro del 28 settembre 2018 Ospiti di CNA MODENA

Efficienza Energetica - Cogenerazione CASE STUDY «COMAL SRL Novi di Modena» Incontro del 28 settembre 2018 Ospiti di CNA MODENA Efficienza Energetica - Cogenerazione CASE STUDY «COMAL SRL Novi di Modena» Incontro del 28 settembre 2018 Ospiti di CNA MODENA Per TRAME SRL Arch. Tarsitano Giuseppe Per SOL LUCET TRADING SRL Ing. Picerno

Dettagli

ALLEGATO 2 "RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICI DI PROPRIETA' PUBBLICA IN DISPONIBILITA' DELLE AGENZIE TERRITORIALI PER LA CASA (A.T.C.

ALLEGATO 2 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICI DI PROPRIETA' PUBBLICA IN DISPONIBILITA' DELLE AGENZIE TERRITORIALI PER LA CASA (A.T.C. ALLEGATO 2 "RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICI DI PROPRIETA' PUBBLICA IN DISPONIBILITA' DELLE AGENZIE TERRITORIALI PER LA CASA (A.T.C.)" BANDO 2010 POR - FESR 2007/2013 - Asse II "SOSTENIBILITA'" CARATTERISTICHE

Dettagli

RELAZIONE ECONOMICA. Il progettista (Luigi Bianchi) Roma (RM), 08/06/2011. Termo Energia - Namirial

RELAZIONE ECONOMICA. Il progettista (Luigi Bianchi) Roma (RM), 08/06/2011. Termo Energia - Namirial RELAZIONE ECONOMICA Impianto: Impianto solare termico Microsoftware Comune: SENIGALLIA (AN) Descrizione: Progettazione di un impianto fotovoltaico grid-connected di potenza 12 Committente: Mario rossi

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Comune di BRUSCIANO. Provincia di NAPOLI. Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico

RELAZIONE TECNICA. Comune di BRUSCIANO. Provincia di NAPOLI. Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Comune di BRUSCIANO Provincia di NAPOLI RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Decreto Legislativo 19 agosto 2005 n.192 Decreto Legislativo 29

Dettagli

Volume lordo riscaldato 240 m³ Superficie lorda riscaldata 44m² Superficie media per alloggio 36,2 m² Edificio con muri in pietra o assimilabili

Volume lordo riscaldato 240 m³ Superficie lorda riscaldata 44m² Superficie media per alloggio 36,2 m² Edificio con muri in pietra o assimilabili Pagina 1 di 5 Dati generali Ubicazione Indirizzo: Via Garibaldi Comune: Lamezia Terme Prov. CZ CAP 88046 Anno di costruzione/ristrutturazione: 2011 Soggetto che presenta la domanda: Amministrazione Comunale

Dettagli

PREMESSA. Normativa e Leggi di riferimento

PREMESSA. Normativa e Leggi di riferimento PREMESSA L oggetto del presente documento riguarda la descrizione dell impianto solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria per il fabbisogno del blocco servizi e della cucina della scuola

Dettagli

Egregio Signor SINDACO del comune di Aosta, (AO) e p.c. all'ufficio tecnico del comune di Aosta, (AO)

Egregio Signor SINDACO del comune di Aosta, (AO) e p.c. all'ufficio tecnico del comune di Aosta, (AO) Egregio Signor SINDACO del comune di Aosta, (AO) e p.c. all'ufficio tecnico del comune di Aosta, (AO) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA

Dettagli

CALCOLO DEL FABBISOGNO DI POTENZA TERMICA DEI SINGOLI LOCALI PER RISCALDAMENTO INVERNALE. Calcolo con vicini assenti. secondo UNI EN 12831

CALCOLO DEL FABBISOGNO DI POTENZA TERMICA DEI SINGOLI LOCALI PER RISCALDAMENTO INVERNALE. Calcolo con vicini assenti. secondo UNI EN 12831 Pag. 1. 1 CALCOLO DEL FABBISOGNO DI POTENZA TERMICA DEI SINGOLI LOCALI PER RISCALDAMENTO INVERNALE Calcolo con vicini assenti secondo UNI EN 12831 Verifica di rispondenza alla Legge 10/91 e DPR 412/93

Dettagli

Comune di EBOLI. Provincia di SALERNO. P.d.C. : /////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////

Comune di EBOLI. Provincia di SALERNO. P.d.C. : ///////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////// Comune di EBOLI Provincia di SALERNO RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Decreto Legislativo 19 agosto 25 n.192 Decreto Legislativo 29 dicembre

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Il progettista (Luigi Bianchi) Roma (RM), 08/06/2011. Termo Energia - Namirial

RELAZIONE TECNICA. Il progettista (Luigi Bianchi) Roma (RM), 08/06/2011. Termo Energia - Namirial RELAZIONE TECNICA Impianto: Impianto solare termico Microsoftware Comune: SENIGALLIA (AN) Descrizione: Progettazione di un impianto fotovoltaico grid-connected di potenza 12 Committente: Mario rossi Progettista:

Dettagli

Abitazione in muratura: Riqualificazione

Abitazione in muratura: Riqualificazione Abitazione in muratura: Riqualificazione Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI Dati edificio Località Comune: Ferrara Zona climatica: E Latitudine: 44,84 Gradi Giorno: 2326 Altitudine: 9 m

Dettagli

Lo sviluppo della generazione diffusa attraverso la cogenerazione e il recupero di calore

Lo sviluppo della generazione diffusa attraverso la cogenerazione e il recupero di calore Lo sviluppo della generazione diffusa attraverso la cogenerazione e il recupero di calore Opportunità di efficienza energetica per l industria e il territorio Egidio Adamo eni spa - direzione retail market

Dettagli

Impianto idroelettrico ad acqua fluente

Impianto idroelettrico ad acqua fluente Università degli Studi di Cagliari Corso di Studio in Ingegneria Meccanica CORSO DI TECNOLOGIE DELLE ENERGIE RINNOVABILI A.A. 7/8 - Esercitazione N. 3 - Giorgio Demurtas Impianto idroelettrico ad acqua

Dettagli

a) ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA

a) ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA a) ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA (NON costituisce ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA ai sensi del D.lgs n. 192/2005) b) DATI IDENTIFICATIVI IDENTIFICAZIONE CATASTALE: Comune di Castel San

Dettagli

Tutorial dell involucro

Tutorial dell involucro Tutorial dell involucro Edifici senza impianto In questo tutorial approfondiamo la creazione degli impianti simulati per il servizio di Riscaldamento e/o ACS in edifici residenziali e non residenziali.

Dettagli

Pompa di Calore della Centrale Termica " Pompa di calore a gas metano ": produzione termica assimilabile a rinnovabile

Pompa di Calore della Centrale Termica  Pompa di calore a gas metano : produzione termica assimilabile a rinnovabile La seguente relazione riporta il Fabbisogno Utile di Energia Termica per il Riscaldamento per i mesi invernali, il fabbisogno di Energia Termica per ACS, le Emissioni Co2 e altri parametri di stima dei

Dettagli

PROGETTO RELATIVO AL RIFACIMENTO DELL IMPIANTO TERMICO E ADEGUAMENTO NORMATIVA PREVENZIONE INCENDI ASILO NIDO GUIDO ROSSA STARANZANO.

PROGETTO RELATIVO AL RIFACIMENTO DELL IMPIANTO TERMICO E ADEGUAMENTO NORMATIVA PREVENZIONE INCENDI ASILO NIDO GUIDO ROSSA STARANZANO. REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA COMUNE DI STARANZANO Provincia di Gorizia PROGETTO RELATIVO AL RIFACIMENTO DELL IMPIANTO TERMICO E ADEGUAMENTO NORMATIVA PREVENZIONE INCENDI ASILO NIDO GUIDO ROSSA

Dettagli

DIAGNOSI ENERGETICA. Diagnosi energetica scuola elementare Ferrucci - Via Giuseppe Verdi, 247 Larciano (PT) Comune di Larciano

DIAGNOSI ENERGETICA. Diagnosi energetica scuola elementare Ferrucci - Via Giuseppe Verdi, 247 Larciano (PT) Comune di Larciano ALL.H) DIAGNOSI ENERGETICA Diagnosi energetica scuola elementare Ferrucci - Via Giuseppe Verdi, 247 Larciano (PT) Comune: Committente: Progettista: Larciano PT Comune di Larciano Panichi Alessandro Luogo

Dettagli

I TUOI CERTIFICATI ENERGETICI SONO CORRETTI? Corso di aggiornamento professionale

I TUOI CERTIFICATI ENERGETICI SONO CORRETTI? Corso di aggiornamento professionale I TUOI CERTIFICATI ENERGETICI SONO CORRETTI? Corso di aggiornamento professionale Consigli e suggerimenti per una corretta compilazione di un certificato energetico in accordo alla normativa regionale

Dettagli

DATI SULLA PRODUZIONE ED OFFERTA DI ENERGIA ELETTRICA

DATI SULLA PRODUZIONE ED OFFERTA DI ENERGIA ELETTRICA REGIONE SICILIANA - ASSESSORATO INDUSTRIA UFFICIO SPECIALE PER IL COORDINAMENTO DELLE INIZIATIVE ENERGETICHE U.O. 2 DATI SULLA PRODUZIONE ED OFFERTA DI ENERGIA ELETTRICA AGGIORNATI AL MESE DI AGOSTO 2007

Dettagli

Calcolo dei carichi termici estivi secondo il metodo Carrier - Pizzetti

Calcolo dei carichi termici estivi secondo il metodo Carrier - Pizzetti Calcolo dei carichi termici estivi secondo il metodo Carrier - Pizzetti EDIFICIO INDIRIZZO COMMITTENTE INDIRIZZO COMUNE Palazzina 6 unità residenziali - Impianto centralizzato Via Verdi 1, Milano Mario

Dettagli

Comune di VILLA DI BRIANO. Provincia di CASERTA

Comune di VILLA DI BRIANO. Provincia di CASERTA Comune di VILLA DI BRIANO Provincia di CASERTA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Decreto Legislativo 19 agosto 2005 n.192 Decreto Legislativo

Dettagli