Scale a pioli. Più possibilità. Il Sistema di Ponteggio. Scale a pioli Layher Istruzioni di montaggio e d uso

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scale a pioli. Più possibilità. Il Sistema di Ponteggio. Scale a pioli Layher Istruzioni di montaggio e d uso"

Transcript

1 Scale a pioli Layher Istruzioni di montaggio e d uso Sistema di qualità aziendale certificato in accordo alla norma UNI EN ISO 9001:2000 dal TÜV-CERT Scale a pioli Più possibilità. Il Sistema di Ponteggio.

2 INDICE 1. INTRODUZIONE INFORMAZIONI GENERALI Prima dell utilizzo della scala Posizionamento e apertura della scala Utilizzo della scala Riparazione, manutenzione e magazzinaggio Controllo delle scala SCALE SINGOLE Descrizione dei pittogrammi Pioli / gradini accessibili Posizionamento ed elevazione della scala estensibile Posizionamento ed elevazione della scala con fune 7 AVVERTENZA I prodotti e le differenti possibilità di montaggio descritti nelle presenti Istruzioni di montaggio e d uso possono essere soggetti a regolamenti specifici in vigore nel Paese di destinazione. L utilizzatore dei prodotti è responsabile dell osservanza di detti regolamenti. Sulla base dei differenti regolamenti locali ci riserviamo il diritto di non fornire tutti i prodotti che vengono qui illustrati. Il vostro Partner Layher operante in loco sarà lieto di offrirvi la sua consulenza per tutte le domande relative ai prodotti ammessi, al loro utilizzo e alle normative specifiche che ne regolano l elevazione e il montaggio. 4. SCALE DOPPIE Descrizione dei pittogrammi Pioli / gradini accessibili Apertura delle scale doppie con rotelle SCALE MULTIFUNZIONE Scale multiuso Descrizione dei pittogrammi Pioli accessibili y Apertura in posizione a Scale telescopiche Descrizione dei pittogrammi Pioli accessibili Snodi Dispositivi di bloccaggio Scale trasformabile Descrizione dei pittogrammi Pioli accessibili Scala frasformabile come pedana di lavoro Snodi

3 1. INTRODUZIONE Le presenti Istruzioni di montaggio e d uso regolano il posizionamento, il montaggio, la trasformazione e lo smontaggio delle scale della ditta Wilhelm Layher GmbH & Co. KG con sede a Güglingen-Eibensbach, Germania. Nelle presenti istruzioni non possono essere descritte tutte le possibili applicazioni. Per domande attinenti a specifiche applicazioni è possibile contattare il Partner Layher operante in loco. Per il posizionamento, l apertura e l elevazione delle scale devono essere utilizzati solo componenti Layher originali. Prima del posizionamento, dell apertura o dell elevazione è necessario eseguire un controllo visivo di tutti i componenti, al fine di verificarne le perfette condizioni. I componenti danneggiati non possono essere utilizzati. Durante la salita, la discesa e l utilizzo di qualunque scala esiste il pericolo di caduta. Tutti i lavori con e sulla scala devono essere eseguiti in modo tale da limitare nella misura massima possibile il pericolo di caduta. Durante il posizionamento, l elevazione, lo smontaggio e l utilizzo di qualunque scala esiste il pericolo di rovesciamento. Il rovesciamento di una scala può causare il ferimento di persone e il danneggiamento di altri oggetti. Tutti i lavori con e sulla scala devono essere eseguiti in modo tale da limitare nella misura massima possibile il pericolo di rovesciamento della scala. 3

4 2. INFORMAZIONI GENERALI 2.1 Prima dell utilizzo della scala (Estratto da EN 131) L utilizzatore della scala è nelle condizioni fisiche idonee all impiego della medesima? In caso di impiego di una scala, determinate condizioni di salute, l assunzione di farmaci, l uso o l abuso di alcool o stupefacenti possono rappresentare un pericolo per la sicurezza. Se le scale vengono trasportate su sistemi di trasporto montati sul tetto di un veicolo o su un autocarro, per evitare danni è necessario assicurarsi che le scale siano fissate o alloggiate in modo adeguato. Controllare le scale dopo la consegna e prima del primo impiego, al fine di verificare le condizioni e il corretto funzionamento di tutte le loro parti. All inizio di ogni giorno di lavoro nel corso del quale si prevede l utilizzo della scala, eseguire un controllo visivo della medesima per verificare che non presenti danni e che possa essere utilizzata in sicurezza. Per l utilizzatore professionale è necessario un controllo periodico. Assicurarsi che la scala sia idonea all impiego previsto. Non utilizzare scale danneggiate. Rimuovere dalla scala qualunque genere di impurità, ad es. vernice fresca, sporcizia, olio o neve. Prima dell utilizzo di una scala, è opportuno eseguire una valutazione dei rischi del lavoro, la quale prenda in considerazione anche le normative di legge in vigore nel Paese di impiego. 2.2 Posizionamento o apertura della scala (Estratto da EN 131) La scala deve essere aperta e collocata nella posizione corretta, ad es. con l angolo d appoggio corretto per le scale singole (angolo d inclinazione pari a circa 1:3), con i pioli o i gradini in posizione orizzontale e, nel caso di una scala doppia, questa deve essere completamente aperta. Gli elementi di bloccaggio, ove presenti, devono essere completamente chiusi prima dell utilizzo della scala. La scala deve poggiare su un fondo privo di irregolarità, in piano e immobile. Le scale singole devono essere appoggiate a una superficie regolare e stabile e devono essere assicurate prima dell utilizzo, ad es. mediante un fissaggio o l utilizzo di un dispositivo idoneo ad assicurare la stabilità della scala. La scala non deve mai essere portata in una nuova posizione mentre l utilizzatore si trova sopra di essa. Effettuando il posizionamento della scala, è necessario prestare la massima attenzione al rischio che questa venga urtata, ad es. da passanti, autoveicoli o porte. Bloccare, ove possibile, le porte (ad eccezione della uscite di emergenza) e le finestre presenti nella zona di lavoro. Rilevare tutti i pericoli esistenti nella zona di lavoro per la presenza di materiali elettrici, ad es. linee ad alta tensione non sottotraccia o altri apparecchi o dispositivi elettrici disposti all aperto. La scala deve poggiare sui propri piedi, non sui pioli o sui gradini. Le scale non devono mai poggiare su superfici sdrucciolevoli (ad es. ghiaccio, superfici grezze prive di pavimentazione o superfici solide fortemente imbrattate), salvo che non vengano adottate adeguate contromisure tali da impedire lo scivolamento della scala o tali da rendere la superficie di appoggio sufficientemente pulita. 4

5 2.3 Utilizzo della scala (Estratto da EN 131) Non superare il massimo carico consentito per il relativo modello di scala. Non sporgersi eccessivamente. L utilizzatore deve mantenere la fibbia della cintura (l ombelico) tra i montati e deve poggiare entrambi i piedi sullo stesso piolo. Non portarsi alla massima altezza di una scala singola senza aver adottato misure di sicurezza supplementari, ad es. un fissaggio della scala o l utilizzo di un dispositivo idoneo ad assicurare la stabilità della scala. Non utilizzare le scale doppie per salire ad un livello superiore. Non utilizzare come superficie di appoggio dei propri piedi gli ultimi tre pioli superiori di una scala doppia. Non utilizzare come superficie di appoggio dei propri piedi gli ultimi due pioli superiori di una scala doppia priva di piattaforma e dispositivo di ritegno per le mani/le ginocchia. Non utilizzare come superficie di appoggio dei propri piedi gli ultimi quattro pioli superiori di una scala doppia con elemento scorrevole estratto. Le scale devono essere utilizzate solo per lavori leggeri e di breve durata. Se è inevitabile lavorare in presenza di tensione elettrica, utilizzare scale che non conducono elettricità. Non utilizzare le scale all aperto in presenza di condizioni atmosferiche sfavorevoli, ad es. forte vento. Adottare le misure precauzionali opportune affinché i bambini non possano giocare sulle scale. Bloccare, ove possibile, le porte (ad eccezione delle uscite di emergenza) e le finestre presenti nella zona di lavoro. Salire e scendere dalla scala sempre con il viso rivolto verso la medesima. Salendo e scendendo dalla scala, tenersi saldamente alla medesima. Non utilizzare la scala come ponte. Salendo sulle scale, indossare scarpe idonee. Evitare eccessivi carichi laterali, come ad es. l effettuazione di forature in laterizi e calcestruzzo. Non rimanere sulla scala senza interruzione per periodi di tempo eccessivi (la stanchezza è un pericolo). Le scale singole utilizzate per l accesso ad un livello superiore devono superare di almeno 1 m il punto d appoggio superiore. Gli oggetti che vengono trasportati salendo su una scala non devono essere pesanti e devono essere maneggevoli. Evitare di eseguire lavori nel corso dei quali una scala doppia è sottoposta a carichi laterali, ad es. la foratura laterale di materiali duri (come ad es. i laterizi o il calcestruzzo). Eseguendo lavori su una scala, tenersi sempre saldi afferrando la scala con una mano. Ove ciò non sia possibile, adottare le opportune misure di sicurezza. 2.4 Riparazione, manutenzione e magazzinaggio Gli interventi di riparazione e manutenzione delle scale devono essere eseguiti da personale qualificato. In caso di dubbi, la scala dovrebbe essere riparata nell officina che l ha prodotta. La scala deve essere conservata in un luogo asciutto e al riparo dalla luce ultravioletta. 2.5 Controllo della scala In Germania l associazione professionale del settore prescrive, oltre al controllo visivo prima dell inizio di ogni giornata lavorativa, un controllo periodico e documentato delle scale. Questo controllo deve essere eseguito da personale qualificato e abilitato. Nel nostro sito internet e nel nostro Catalogo è possibile trovare un Manuale di controllo per le scale, che agevola la manutenzione e consente di documentarne la corretta esecuzione. 5

6 3. SCALE SINGOLE 3.1 Descrizione dei pittogrammi Leggere le istruzioni Non è ammesso abbandonare la scala in direzione laterale Carico massimo Utilizzare la scala nella direzione di salita corretta [solo ove ciò sia richiesto dalle caratteristiche tecniche della scala] Angolo d appoggio corretto Controllo visivo Appoggiare su una superficie piana Solo una persona su ciascun lato percorribile della scala Evitare di sporgersi lateralmente Escludere la presenza di impurità sulla superficie di appoggio Posizionare la scala su una superficie compatta Sbalzo della scala oltre il punto di appoggio 6

7 3.2 Pioli / gradini accessibili 3.3 Posizionamento ed elevazione della scala estensibile Prima dell utilizzo assicurarsi che gli elementi di aggancio siano scattati in sede in modo corretto. La scala inferiore deve essere posizionata verso la parete. 3.4 Posizionamento ed elevazione della scala con fune La scala superiore deve essere posizionata verso la parete. Eseguendo l abbassamento della scala superiore esiste il pericolo di lesioni. La scala deve essere tenuta solo dai pioli, perché l elemento di guida della scala superiore scorre lungo il montate della scala inferiore. Per estrarre la scala occorre tirare la corda (fig. 1). Per abbassare la scala occorre tirare leggermente verso l alto la scala superiore affinché si apra il dispositivo d arresto. Quindi tirare la corda in modo che si allontani dalla scala e farla scivolare lentamente attraverso la mano (fig. 2). Se la corda viene rilasciata completamente, non esiste alcun pericolo. In tal caso, infatti, il dispositivo di arresto scatta bloccando la scala in corrispondenza del piolo successivo. Figura 1 Figura 2 7

8 4. SCALE DOPPIE 4.1 Descrizione dei pittogrammi Leggere le istruzioni Controllo visivo Carico massimo Solo una persona su ciascun lato percorribile della scala Appoggiare su una superficie piana Aprire completamente la scala prima dell uso Evitare di sporgersi lateralmente Posizionare la scala su una superficie compatta Non è ammesso abbandonare la scala in direzione laterale Verificare con attenzione che i dispositivi che impediscono l apertura della scala e/o i dispositivi di bloccaggio [ove presenti] siano correttamente scattati 8

9 4.2 Pioli / gradini accessibili 4.3 Apertura della scala doppia con rotelle I dispositivi di irrigidimento devono essere scattati prima dell utilizzo. È necessario controllare il funzionamento della rotelle prima dell utilizzo della scala. Le rotelle devono sollevarsi quando la scala è sotto carico. 9

10 5. SCALE MULTIFUNZIONE 5.1 Scale multiuso Descrizione dei pittogrammi Leggere le istruzioni Aprire completamente la scala prima dell uso Carico massimo Utilizzare la scala nella direzione di salita corretta [solo ove ciò sia richiesto dalle caratteristiche tecniche della scala] Angolo d appoggio corretto Non è ammesso abbandonare la scala in direzione laterale Appoggiare su una superficie piana Verificare con attenzione che i dispositivi che impediscono l apertura della scala e/o i dispositivi di bloccaggio [ove presenti] siano correttamente scattati Controllo visivo Escludere la presenza di impurità sulla superficie di appoggio Solo una persona su ciascun lato percorribile della scala Posizionare la scala su una superficie compatta Sbalzo della scala oltre il punto di appoggio Evitare di sporgersi lateralmente 10

11 5.1.2 Pioli accessibili Apertura in posizione a I dispositivi di irrigidimento devono essere scattati prima dell utilizzo. Prima dell utilizzo assicurarsi che i dispositivi di aggancio siano scattati in sede in modo corretto. La scala inferiore deve essere posizionata verso la parete. 11

12 5.2 Scale telescopiche Descrizione dei pittogrammi Leggere le istruzioni Appoggiare su una superficie compatta Carico massimo Sbalzo della scala oltre il punto di appoggio Angolo d appoggio corretto Utilizzare la scala nella direzione di salita corretta [solo ove ciò sia richiesto dalle caratteristiche tecniche della scala] Non è ammesso abbandonare la scala in direzione laterale Appoggiare su una superficie piana Verificare con attenzione che i dispositivi che impediscono l apertura della scala e/o i dispositivi di bloccaggio [ove presenti] siano correttamente scattati Evitare di sporgersi lateralmente Controllo visivo Aprire completamente la scala prima dell uso Solo una persona su ciascun lato percorribile della scala Escludere la presenza di impuritá sulla superficie di appoggio 12

13 5.2.2 Pioli accessibili Snodi Attenzione: Utilizzare le scale solo se i due snodi sono scattati. Lo snodo viene sbloccato tirando verso l esterno il grande pulsante momoblocco. Lo snodo si blocca automaticamente se ruotato di 180. Se ruotato di 40, lo snodo blocca l apertura della scala, ma ne consente la chiusura. Per aumentare l angolo di apertura sbloccare lo snodo. Giunto bloccato Giunto sbloccato Dispositivi di bloccaggio Attenzione: Utilizzare le scale solo se tutti i dispositivi di bloccaggio sono scattati. 13

14 5.3 Scale transformabili Descrizione dei pittogrammi Leggere le istruzioni Posizionare la scala su una superficie compatta Carico massimo Sbalzo della scala oltre il punto di appoggio Angolo d appoggio corretto Utilizzare la scala nella direzione di salita corretta [solo ove ciò sia richiesto dalle caratteristiche tecniche della scala] Non è ammesso abbandonare la scala in direzione laterale Appoggiare su una superficie piana Verificare con attenzione che i dispositivi che impediscono l apertura delle scala e/o i dispositivi di bloccaggio [ove presenti] siano correttamente scattati Evitare di sporgersi lateralmente Controllo visivo Aprire completamente la scala prima dell uso Solo una persona su ciascun lato percorribile della scala Escludere la presenza di impuritá sulla superficie di appoggio 14

15 5.3.2 Pioli accessibili Snodi Snodo centrale: Attenzione: Utilizzare le scale solo se gli snodi sono scattati. Snodo centrale scattato in sede Snodo centrale sbloccato Scala trasformabile come pedana di lavoro Può essere utilizzata come pedana di lavoro solo la scala da bagagliaio poiché non è consentito elevarsi ad un altezza superiore ad 1 m. In caso di utilizzo come pedana di lavoro, è necessario impiegare la piattaforma Snodo per apertura a cavalletto scattato in sede Snodo per apertura a cavalletto sbloccato 15

16 Wilhelm Layher GmbH & Co. KG Ponteggi Tribune Scale Casella postale Gueglingen-Eibensbach Germania Phone Fax Layher S.p.A. Ponteggi Tribune Scale Via della Tecnica, Sommacampagna (VR) Tel Fax Édizione N. art

Manuale d Uso e Manutenzione Scala Telescopica 4+4 COD. ABUNIALURED

Manuale d Uso e Manutenzione Scala Telescopica 4+4 COD. ABUNIALURED Manuale d Uso e Manutenzione Scala Telescopica 4+4 COD. ABUNIALURED O ABUNIALURED TELESCOPICA 4+4 CONFORME A: D.LGS. 81/08 ART. 113 EDIZIONE SETTEMBRE 2014 R1 1 MANUALE D USO E MANUTENZIONE Il presente

Dettagli

Lavori in quota. Lavori in quota. frareg.com 1/22

Lavori in quota. Lavori in quota. frareg.com 1/22 Lavori in quota 1/22 D.Lgs 81/08 e s.m.i., art. 111 1. Il datore di lavoro, nei casi in cui i lavori temporanei in quota non possono essere eseguiti in condizioni di sicurezza e in condizioni ergonomiche

Dettagli

Il programma. I lavori in quota

Il programma. I lavori in quota Il programma I lavori in quota Definizioni Obblighi del datore di lavoro Scale a pioli Scale fisse a gradini Scale fisse a pioli Scale semplici portatili Definizione D.Lgs. 9 Aprile 2008 n.81 Titolo IV,

Dettagli

Focus tecnico. EN 131-3 Scale Istruzioni per l Utilizzatore. Testo Unico Sicurezza D.Lgs. 81/2008 - All. XX EN 131-3 Scale Parte 3

Focus tecnico. EN 131-3 Scale Istruzioni per l Utilizzatore. Testo Unico Sicurezza D.Lgs. 81/2008 - All. XX EN 131-3 Scale Parte 3 Focus tecnico Rev. 01 2012 EN 131-3 Scale Istruzioni per l Utilizzatore EN 131-3 Scale Istruzioni per l Utilizzatore Testo Unico Sicurezza D.Lgs. 81/2008 - All. XX EN 131-3 Scale Parte 3 Istruzioni per

Dettagli

SCALE. SCALE (Allegato XX del D.Lgs 81/08)

SCALE. SCALE (Allegato XX del D.Lgs 81/08) SCALE SCALE (Allegato XX del D.Lgs 81/08) E riconosciuta la conformità delle scale portatili, alle seguenti condizioni: a) le scale portatili siano costruite conformemente alla norma tecnica UNI EN 131

Dettagli

SOLLEVATORE IDRAULICO

SOLLEVATORE IDRAULICO SOLLEVATORE IDRAULICO MANUALE UTENTE www.motogalaxy.it Pagina 1 www.motogalaxy.it Pagina 1 ISTRUZIONI Lista componenti LISTA COMPONENTI Assemblaggio Inserire i piedi nel sollevatore a assicurarli con un

Dettagli

OPUSCOLO PER I LAVORATORI

OPUSCOLO PER I LAVORATORI 1 OPUSCOLO PER I LAVORATORI A cura: del Dott. Davide Antonelli 2 SCALE A MANO Tale attrezzatura È prevista per superare dislivelli e per effettuare lavorazioni straordinarie a carattere eccezionale e temporaneo.

Dettagli

Pannelli Fotovoltaici Serie ASP 60 MONTAGGIO Pannelli Fotovoltaici ASP GUIDA DI MONTAGGIO. Pannelli Fotovoltaici X 60

Pannelli Fotovoltaici Serie ASP 60 MONTAGGIO Pannelli Fotovoltaici ASP GUIDA DI MONTAGGIO. Pannelli Fotovoltaici X 60 Pannelli Fotovoltaici Serie ASP 60 MONTAGGIO Pannelli Fotovoltaici ASP GUIDA DI MONTAGGIO Questa guida contiene una serie di suggerimenti per installare i prodotti Abba Solar della serie ASP60 ed è rivolta

Dettagli

È assolutamente vietato utilizzare apparecchiature elettriche non a norma. Evitare l uso di prese multiple. Non utilizzare apparecchiature

È assolutamente vietato utilizzare apparecchiature elettriche non a norma. Evitare l uso di prese multiple. Non utilizzare apparecchiature LAVORO ELETTRICO In Italia la norma CEI 11-48 del 1998 stabilisce le prescrizioni generali per l esercizio sicuro degli impianti elettrici e per l esecuzione dei lavori su od in prossimità di tali impianti.

Dettagli

TKA 61 KS LA NUOVA DIMENSIONE

TKA 61 KS LA NUOVA DIMENSIONE TKA 61 KS LA NUOVA DIMENSIONE MASSIMA ALTEZZA DI LAVORO Con un altezza di lavoro di 61 metri, uno sbraccio laterale di 39 metri e una portata del cestello di 120 kg la TKA 61 KS apre all utilizzatore dimensioni

Dettagli

Mezzo utilizzato: autogrù

Mezzo utilizzato: autogrù Procedure per la movimentazione delle billette nelle fasi di scarico dai mezzi di trasporto e per l alimentazione delle linee di forgiatura/stampaggio. La lavorazione riferita alla movimentazione dei fasci

Dettagli

Prima di ogni impiego è necessario accertare lo stato di conservazione della scala, in particolare:

Prima di ogni impiego è necessario accertare lo stato di conservazione della scala, in particolare: Le scale Opuscolo in materia di Salute e Sicurezza L'impiego di scale portatili, di diverso forma o tipologia, è consuetudine in ogni luogo di lavoro. L'accesso ai ripiani superiori di una scaffalatura,

Dettagli

ALZALASTRE ECOLIFT. MANUALE PER L UTILIZZATORE Importante. Leggere integralmente prima del montaggio e dell utilizzo.

ALZALASTRE ECOLIFT. MANUALE PER L UTILIZZATORE Importante. Leggere integralmente prima del montaggio e dell utilizzo. ALZALASTRE ECOLIFT ITW Construction Products Italy Srl Sede Legale: Viale Regione Veneto, 5 35127 Padova Italy Sede commerciale: Via Lombardia, 10 Z.I. Cazzago 30030 Pianiga (VE) Italy Tel. +39 041 5135

Dettagli

POLISTUDIO. Anno 2010 Gru a ponte e a bandiera v.03 1

POLISTUDIO. Anno 2010 Gru a ponte e a bandiera v.03 1 Anno 2010 Gru a ponte e a bandiera v.03 1 Gru a ponte e gru a bandiera: indice Riferimenti normativi Elementi dell apparecchio Dispositivi di sicurezza Installazione Segnaletica Utilizzo dell apparecchio

Dettagli

Lista di controllo Piattaforme di lavoro elevabili

Lista di controllo Piattaforme di lavoro elevabili Sicurezza realizzabile Lista di controllo Piattaforme di lavoro elevabili Nella vostra azienda le piattaforme di lavoro elevabili vengono usate in condizioni di sicurezza? Le piattaforme di lavoro elevabili

Dettagli

Riferimenti NORMATIVI

Riferimenti NORMATIVI REALIZZAZIONE DI SCALE FISSE CON PROTEZIONE NORMA UNI EN ISO 14122-4 : 2010 DISTANZA TRA LA SCALA E OSTRUZIONI PERMANENTI: La distanza tra la scala e le ostruzioni permanenti deve essere: - Di fronte alla

Dettagli

Lista di controllo Gru a ponte e a portale

Lista di controllo Gru a ponte e a portale Sicurezza realizzabile Lista di controllo Gru a ponte e a portale Potete affermare di lavorare in condizioni di sicurezza con le gru a ponte e a portale? Nell industria e nell artigianato le gru sono il

Dettagli

LAVORI SPECIALI. (Articolo 148 D.Lgs 81/08)

LAVORI SPECIALI. (Articolo 148 D.Lgs 81/08) 146 LAVORI SPECIALI (Articolo 148 D.Lgs 81/08) Prima di procedere alla esecuzione di lavori su lucernari, tetti, coperture e simili, fermo restando l obbligo di predisporre misure di protezione collettiva,

Dettagli

Posizione inversa rispetto al senso di marcia. Manuale dell utente. Gruppo Peso Età. 0+ 0-13 kg 0-12 m

Posizione inversa rispetto al senso di marcia. Manuale dell utente. Gruppo Peso Età. 0+ 0-13 kg 0-12 m Posizione inversa rispetto al senso di marcia Manuale dell utente ECE R44 04 Gruppo Peso Età 0+ 0-13 kg 0-12 m 1 Grazie per aver scelto izi Sleep ISOfix di BeSafe BeSafe ha sviluppato questo seggiolino

Dettagli

VarioSole SE. Manuale di installazione

VarioSole SE. Manuale di installazione Manuale di installazione VarioSole SE Integrazione parziale Moduli con telaio Disposizione verticale Disposizione orizzontale Carico di neve zona I-IV Copertura in cemento Tegole Tegole piane Tegole in

Dettagli

L USO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO IN QUOTA OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO

L USO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO IN QUOTA OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO L USO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO IN QUOTA OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO COSA PREVEDE LA NORMATIVA SUI D.P.R. 164/1956 Art. 16 Ponteggi e opere provvisionali Nei lavori che sono eseguiti ad un altezza

Dettagli

REP 050 MISURATORE DI ECCENTRICITA PER RUOTE VEICOLI INDUSTRIALI.

REP 050 MISURATORE DI ECCENTRICITA PER RUOTE VEICOLI INDUSTRIALI. Cod. 024.042 REP 050 MISURATORE DI ECCENTRICITA PER RUOTE VEICOLI INDUSTRIALI. REP 050 è un nuovo strumento per la misurazione dell eccentricità radiale e laterale dei pneumatici di ruote per veicoli industriali.

Dettagli

PROGRAMMA LINEE VITA

PROGRAMMA LINEE VITA PROGRAMMA LINEE VITA Cosa sono le linee vita Pighi I DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO CHE SALVANO LA VITA Cosa sono i dispositivi di sicurezza Un dispositivo di ancoraggio permette a qualunque operatore di operare

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

Operaio edile travolto da un elemento di calcestruzzo. Pubblicazione 13044.i

Operaio edile travolto da un elemento di calcestruzzo. Pubblicazione 13044.i Operaio edile travolto da un elemento di calcestruzzo Pubblicazione 13044.i Operaio edile travolto da un elemento di calcestruzzo Choc sul cantiere di una casa plurifamiliare: Cédric P. (23)* perde la

Dettagli

"Frequenze e modalità di esecuzione dei controlli e della manutenzione. L'importanza del registro di controllo."

Frequenze e modalità di esecuzione dei controlli e della manutenzione. L'importanza del registro di controllo. Venerdì 02 ottobre 2015 - ore 14,00 GIS PIACENZA CONVEGNO La manutenzione e l aggiornamento dei requisiti di sicurezza: Indicazioni normative e obblighi giuridici. "Frequenze e modalità di esecuzione dei

Dettagli

S70 - Scale con pianerottolo

S70 - Scale con pianerottolo S70 - Scale con pianerottolo Le scale a pianerottolo sono costruite con due materiali: acciaio zincato a caldo (o a richiesta acciaio INOX) per le parti portanti, alluminio per il parapetto del pianerottolo

Dettagli

IDENTIFICAZIONE E SCOPO PRODOTTO

IDENTIFICAZIONE E SCOPO PRODOTTO CFTF 250 E un cala feretri manuale per tombe di famiglia pensato per operatori professionali ed addetti alla tumulazione. Consente la tumulazione di feretri fino a 250 Kg di peso nelle tombe di famiglia

Dettagli

SEDIE DA COMODO. Istruzioni d uso SEDIE DA COMODO

SEDIE DA COMODO. Istruzioni d uso SEDIE DA COMODO SEDIE DA COMODO Istruzioni d uso SEDIE DA COMODO Comunicazione per i clienti Vi ringraziamo per la fiducia che ci avete dato avendo scelto uno dei nostri prodotti. Le sedie da comodo Vermeiren sono il

Dettagli

Parapetti. come protezione di accessi fissi ad impianti e macchinari

Parapetti. come protezione di accessi fissi ad impianti e macchinari Parapetti come protezione di accessi fissi ad impianti e macchinari Questo opuscolo descrive le regole tecniche da osservare nella costruzione di parapetti posti a protezione di macchinari e impianti.

Dettagli

Movimentazione in sicurezza delle GRU. Collana PREVENZIONE E PROTEZIONE

Movimentazione in sicurezza delle GRU. Collana PREVENZIONE E PROTEZIONE kiker Movimentazione in sicurezza delle GRU Collana PREVENZIONE E PROTEZIONE Collana PREVENZIONE E PROTEZIONE LE REGOLE DEL BUON GRUISTA La gestione dell operatività dell apparecchio di sollevamento è

Dettagli

MOVIMENTAZIONE PAZIENTE

MOVIMENTAZIONE PAZIENTE MOVIMENTAZIONE PAZIENTE TELO PORTAFERITI SEDIA PORTANTINA Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI Strumento fondamentale per il TRASPORTO DEI PAZIENTI. Le OPERAZIONI normalmente eseguite con la barella

Dettagli

Elementi di giudizio. Cadute dall alto. Lavoratori esposti al rischio di caduta da una altezza superiore a circa tre. Estesa carenza di protezioni

Elementi di giudizio. Cadute dall alto. Lavoratori esposti al rischio di caduta da una altezza superiore a circa tre. Estesa carenza di protezioni SPISAL Asl 20 Asl 21 Asl 22 Direzione Provinciale del Lavoro Comitato Paritetico Territoriale Polizia Municipale Campagna Cantieri Sicuri 2007 Elementi di giudizio Cantieri sotto il Minimo Etico Cadute

Dettagli

Cap. 3 METODI E MEZZI DI CARICAMENTO

Cap. 3 METODI E MEZZI DI CARICAMENTO Cap. 3 METODI E MEZZI DI CARICAMENTO Rev. 1.02 22/07/2014 Numerosi sono i metodi ed i mezzi con cui si possono trasportare pazienti ed infortunati. Quelli maggiormente usati sono: 1. La sedia portantina

Dettagli

MACO MULTI. Istruzioni per la regolazione e la manutenzione della ferramenta per finestre ad anta, anta ribalta, ribalta anta e a ribalta

MACO MULTI. Istruzioni per la regolazione e la manutenzione della ferramenta per finestre ad anta, anta ribalta, ribalta anta e a ribalta VALORIZZIAMO IL SERRAMENTO MACO MECCANISMI ANTA-BATTENTI E ANTA-RIBALTA Istruzioni per la regolazione e la manutenzione della ferramenta per finestre ad anta, anta ribalta, ribalta anta e a ribalta AZIENDA

Dettagli

SINTESI DELLA NORMATIVA EUROPEA EN 1263-1 RELATIVA AL MONTAGGIO DELLA RETE ANTICADUTA PER APPLICAZIONI ORIZZONTALI E PER APPLICAZIONI VERTICALI.

SINTESI DELLA NORMATIVA EUROPEA EN 1263-1 RELATIVA AL MONTAGGIO DELLA RETE ANTICADUTA PER APPLICAZIONI ORIZZONTALI E PER APPLICAZIONI VERTICALI. SINTESI DELLA NORMATIVA EUROPEA EN 1263-1 RELATIVA AL MONTAGGIO DELLA RETE ANTICADUTA PER APPLICAZIONI ORIZZONTALI E PER APPLICAZIONI VERTICALI. 1. RETE ANTICADUTA CERTIFICATA EN 1263-1, PER APPLICAZIONI

Dettagli

GUIDA UNAC N. 5 PER L INSTALLAZIONE DI PORTE A LIBRO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME EN 12453 - EN 12445

GUIDA UNAC N. 5 PER L INSTALLAZIONE DI PORTE A LIBRO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME EN 12453 - EN 12445 Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 5 PER L INSTALLAZIONE DI PORTE A LIBRO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME EN 12453 - EN 12445 Con la presente pubblicazione

Dettagli

PROGETTISTI ASSOCIATI P.B. 11.03.2013 ARCH. A. EUGENIO BACCHILEGA ARCH. PAOLO GIAROLA

PROGETTISTI ASSOCIATI P.B. 11.03.2013 ARCH. A. EUGENIO BACCHILEGA ARCH. PAOLO GIAROLA LA COMMITTENZA IL TECNICO PROGETTISTI ASSOCIATI ARCH. A. EUGENIO BACCHILEGA ARCH. PAOLO GIAROLA PROGETTO Corso della Vittoria 36-37045 - Legnago (VR) Tel. +39.0442.600726 - Fax +39.0442.626682 proass@progettistiassociati1.191.it

Dettagli

SCHEDA TECNICA TRABATTELLO MILLENIUM E MILLENIUM S

SCHEDA TECNICA TRABATTELLO MILLENIUM E MILLENIUM S TRABATTELLI E SCALE DI QUALITA' BAGNATICA (BG) - via delle Groane, 13 - tel. 035/681104 - fax 035/681034 SCHEDA TECNICA TRABATTELLO MILLENIUM E MILLENIUM S Trabattello professionale MILLENIUM è costituito

Dettagli

Dispositivi iti NON rmanenti PROVVISORI

Dispositivi iti NON rmanenti PROVVISORI Dispositivi NON permanenti PROVVISORI PIATTAFORME AEREE: dispositivo per il lavoro in quota efficace e di immediato impiego, non richiede attività preparatoria a terra o sulla facciata (a parte la delimitazione

Dettagli

MANUTENZIONE INVERTER LEONARDO

MANUTENZIONE INVERTER LEONARDO MANUTENZIONE INVERTER LEONARDO Indice 1 REGOLE E AVVERTENZE DI SICUREZZA... 3 2 DATI NOMINALI LEONARDO... 4 3 MANUTENZIONE... 5 3.1 PROGRAMMA DI MANUTENZIONE... 6 3.1.1 Pulizia delle griglie di aerazione

Dettagli

Sistema WS Istruzione di montaggio. Profilo portante dei moduli. SolTub. Supporto. Ulteriori documenti necessari

Sistema WS Istruzione di montaggio. Profilo portante dei moduli. SolTub. Supporto. Ulteriori documenti necessari Sistema WS Istruzione di montaggio Morsetto per moduli Windsafe Profilo portante dei moduli SolTub Supporto Utensili necessari Ulteriori documenti necessari Coppie di serraggio Avvitatore a batteria con

Dettagli

7.2 Controlli e prove

7.2 Controlli e prove 7.2 Controlli e prove Lo scopo dei controlli e delle verifiche è quello di: assicurare che l ascensore sia stato installato in modo corretto e che il suo utilizzo avvenga in modo sicuro; tenere sotto controllo

Dettagli

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli)

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SCHEDA TECNICA N 25 PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE V I A M A S S A R E N T I, 9-4 0 1 3 8 B O L O G N A 0 5 1. 6 3. 6 1 4. 5 8 5 - FA X 0 5 1. 6 3. 6 4. 5 8 7 E-mail:

Dettagli

Istruzioni per l'installazione del rack

Istruzioni per l'installazione del rack Istruzioni per l'installazione del rack Riesaminare la documentazione fornita con il cabinet rack per informazioni sulla sicurezza e il cablaggio. Prima di installare il server in un cabinet rack, riesaminare

Dettagli

innovations for life Versione 01 Sistemi di stoccaggio per il pellet Geotop 1

innovations for life Versione 01 Sistemi di stoccaggio per il pellet Geotop 1 innovations for life Versione 01 Sistemi di stoccaggio per il pellet Geotop 1 GEOtop 1 Grazie per aver scelto il nostro prodotto. Vi preghiamo di leggere attentamente questo manuale prima di installare

Dettagli

D.Lgs. 81/08 TITOLO III CAPO I USO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO E RISCHIO ELETTRICO

D.Lgs. 81/08 TITOLO III CAPO I USO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO E RISCHIO ELETTRICO Dipartimento Sanità Pubblica SERVIZI PREVENZIONE SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO DALLA SCUOLA UN LAVORO SICURO Corso L ABC della Sicurezza e Igiene sul Lavoro STOP DALLA SCUOLA UN LAVORO SICURO Corso L ABC

Dettagli

IL RISCHIO CADUTA DALL ALTO NELLE AZIENDE MANIFATTURIERE

IL RISCHIO CADUTA DALL ALTO NELLE AZIENDE MANIFATTURIERE IL RISCHIO CADUTA DALL ALTO NELLE AZIENDE MANIFATTURIERE ATTREZZATURE PER IL LAVORO IN QUOTA GIOVANNI SPEDO - ASL MANTOVA DIP. PREVENZIONE MEDICA Principali attività con rischio caduta dall alto nelle

Dettagli

Linee Vita. Progettazione ed Posa in Opera D.Lgs.81/08 e s.m.i. L.R.5/2010. M.EN.S. Engineering. Dott. Ing. Corrado Giromini

Linee Vita. Progettazione ed Posa in Opera D.Lgs.81/08 e s.m.i. L.R.5/2010. M.EN.S. Engineering. Dott. Ing. Corrado Giromini M.EN.S. Engineering Dott. Ing. Corrado Giromini Sistemi Anticaduta dall Alto Linee Vita Progettazione ed Posa in Opera D.Lgs.81/08 e s.m.i. L.R.5/2010 M.EN.S. Engineering Sommario Normativa D.Lgs.81/08

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO II DI SELVAZZANO

ISTITUTO COMPRENSIVO II DI SELVAZZANO PROCEDURA 06 ISTRUZIONE OPERATIVA PER L UTILIZZO DI SCALE Le scale sono utilizzate nella scuola per poter prelevare oggetti da ripiani non altrimenti raggiungibili (nei limiti di salita sotto indicati)

Dettagli

Manuale Utente User s Guide

Manuale Utente User s Guide EASY FOLD Schermi portatili con struttura ripiegabile Portable screens with foldable structure Manuale Utente User s Guide Fare sempre riferimento al presente manuale per il montaggio e l uso del prodotto.

Dettagli

Manuale d'istruzioni Pinza da demolizione BZ

Manuale d'istruzioni Pinza da demolizione BZ Manuale d'istruzioni Indice 004 10990317 it / 17.05.2010 Congratulazioni! Con TYROLIT Hydrostress avete scelto un apparecchio di sperimentata efficacia costruito secondo standard tecnologici di avanguardia.

Dettagli

La sicurezza nella realizzazione di costruzioni in legno. Arch. Ferdinando Izzo

La sicurezza nella realizzazione di costruzioni in legno. Arch. Ferdinando Izzo La sicurezza nella realizzazione di costruzioni in legno La sicurezza nella realizzazione di costruzioni in legno Arch. Ferdinando Izzo Caratteristiche delle costruzioni prefabbricate in legno In merito

Dettagli

Lista di controllo Lavori di manutenzione su veicoli ferroviari

Lista di controllo Lavori di manutenzione su veicoli ferroviari Sicurezza realizzabile Lista di controllo Lavori di manutenzione su veicoli ferroviari Gli interventi di manutenzione sui veicoli ferroviari vengono svolti in condizioni di sicurezza? La manutenzione dei

Dettagli

SCS Eurotetti. Di Sara Lanzoni. Azienda specializzata nei sistemi anticaduta

SCS Eurotetti. Di Sara Lanzoni. Azienda specializzata nei sistemi anticaduta SCS Eurotetti Di Sara Lanzoni Azienda specializzata nei sistemi anticaduta Linee vita, parapetti, binari, passerelle, scale di sicurezza e dispositivi di protezione individuale Per una completa sicurezza.

Dettagli

5.1 DATI TECNICI 5.1.1 INGOMBRI STANDARD IMPORTANTE. MISURE DI INGOMBRO CON BENNA STANDARD L 1260 E PNEUMATICI (27x8.50-15) DATI TECNICI

5.1 DATI TECNICI 5.1.1 INGOMBRI STANDARD IMPORTANTE. MISURE DI INGOMBRO CON BENNA STANDARD L 1260 E PNEUMATICI (27x8.50-15) DATI TECNICI DATI TECNICI 5.1 DATI TECNICI 5.1.1 INGOMBRI STANDARD IMPORTANTE q Il peso della macchina aumenta di 200 kg quando è allestita con ruote non pneumatiche. q Se la benna è munita di denti la lunghezza della

Dettagli

In senso di marcia. Manuale dell utente. Gruppo Peso Età 2-3 15-36 kg 4-12 a

In senso di marcia. Manuale dell utente. Gruppo Peso Età 2-3 15-36 kg 4-12 a In senso di marcia Manuale dell utente ECE R44 04 Gruppo Peso Età 2-3 15-36 kg 4-12 a 1 ! Grazie per aver scelto izi Up FIX di BeSafe BeSafe ha sviluppato questo seggiolino con cura e attenzione particolari,

Dettagli

Stairiser BC. piattaforma automatica

Stairiser BC. piattaforma automatica Stairiser BC piattaforma automatica Stairiser BC. L esperienza e l innovazione del numero 1 nel mondo. Stairiser BC è una piattaforma montascale per rampe diritte completamente automatica. E innovativa

Dettagli

LIBRETTO INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE BOX DOCCIA IDROMASSAGGIO

LIBRETTO INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE BOX DOCCIA IDROMASSAGGIO LIBRETTO INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE BOX DOCCIA IDROMASSAGGIO Note importanti: L installazione deve eseguita da personale qualificato, la ditta importatrice declina ogni responsabilità in merito

Dettagli

STIGA PARK 121 M 8211-3011-10

STIGA PARK 121 M 8211-3011-10 STIGA PARK 121 M 8211-3011-10 D 5b. 1. Park -1993 5a. 2. Park -1993 6a. Park -1999 F G H 3. Park -1993 7. I I 4. Park -1993 8. 6b. Park 2000- J 9. 13. 10. 14. X Z Y W 11. V 15. Denna produkt, eller delar

Dettagli

Manuale Uso e Manutenzione

Manuale Uso e Manutenzione Manuale Uso e Manutenzione GRADINO ESI.1150 RIENTRANTE A FUNZIONAMENTO ELETTRONICO Brevettato Ed. 24.02.2014 1 MARIANI Srl Via Aldo Moro 25, 46020 PEGOGNAGA (MN) Copyright: MARIANI Srl Pubblicato in data:

Dettagli

Linea vita temporanea orizzontale SOIT402/HLLW1 Manuale d Utilizzo e Manutenzione rev.00

Linea vita temporanea orizzontale SOIT402/HLLW1 Manuale d Utilizzo e Manutenzione rev.00 (immagine puramente indicativa per identificare il prodotto) Introduzione Linea vita orizzontale temporanea SOIT402/HLLW1 La linea vita orizzontale temporanea SOIT402/HLLW1 è un sistema di protezione provvisorio

Dettagli

SCHEDA di RILEVAZIONE per il RISCHIO di CADUTA DALL ALTO

SCHEDA di RILEVAZIONE per il RISCHIO di CADUTA DALL ALTO SCHEDA di RILEVAZIONE per il RISCHIO di CADUTA DALL ALTO La scheda di rilevazione dei rischi di caduta dall alto è stata pensata come strumento di analisi sia per gli addetti del settore che per i funzionari

Dettagli

PIATTAFORMA DI LAVORO MOBILE ELEVABILE (piattaforma elevabile) e PONTE MOBILE SVILUPPABILE SU CARRO AD AZIONAMENTO MOTORIZZATO (cestello)

PIATTAFORMA DI LAVORO MOBILE ELEVABILE (piattaforma elevabile) e PONTE MOBILE SVILUPPABILE SU CARRO AD AZIONAMENTO MOTORIZZATO (cestello) PERCORSI VERTICALI Scheda: P005 Rev: 06/06/2009 10.48.00 Pagina 1/5 PIATTAFORMA DI LAVORO MOBILE ELEVABILE (piattaforma elevabile) e PONTE MOBILE SVILUPPABILE SU CARRO AD AZIONAMENTO MOTORIZZATO (cestello)

Dettagli

Possibilità di imballaggio e trasporto di vetro da costruzione presso il gruppo Flachglas Svizzera

Possibilità di imballaggio e trasporto di vetro da costruzione presso il gruppo Flachglas Svizzera Scheda informativa 021 Possibilità di imballaggio e trasporto di vetro da costruzione presso il gruppo Flachglas Svizzera Con la presente scheda tecnica intendiamo fornire una panoramica delle possibilità

Dettagli

D.P.R. 547 27 27 aprile1955. D.P.R. 164 7 gennaio1956. D.M. 466 22 22 maggio1992. D.lgs. 81/08 9 aprile 2008. Attrezzature Art. 113 Art.

D.P.R. 547 27 27 aprile1955. D.P.R. 164 7 gennaio1956. D.M. 466 22 22 maggio1992. D.lgs. 81/08 9 aprile 2008. Attrezzature Art. 113 Art. normativa D.P.R. 547 27 27 aprile1955 D.P.R. 164 7 gennaio1956 D.M. 466 22 22 maggio1992 D.lgs. 81/08 9 aprile 2008 Linea guida Linea guida TitoloII: scale, ponti e parapetti CapoII II-- CapoIII CapoIV

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 9 PER L INSTALLAZIONE DEI CANCELLI MOTORIZZATI A SCORRIMENTO VERTICALE DAL BASSO VERSO L ALTO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE

Dettagli

Ricevimento, movimentazione e stoccaggio

Ricevimento, movimentazione e stoccaggio Istruzioni Centro controllo motori CENTERLINE 2500 - Ricevimento, movimentazione e stoccaggio Ricevimento IMPORTANTE Quando Rockwell Automation consegna al corriere l'apparecchiatura, questa viene considerata

Dettagli

Opera 42. manuale di istruzioni

Opera 42. manuale di istruzioni Opera 42 manuale di istruzioni INDICE COMPONENTI OPERA 42... 4 RILEGATURA A DORSI PLASTICI... 5 1 - FORATURA FOGLI... 5 2 - RILEGATURA FOGLI... 6 RILEGATURA CON PETTINI IN CARTA (PAPERCOMB)... 7 1 - FORATURA

Dettagli

Supporto di carica e asciugatura MANUALE UTENTE

Supporto di carica e asciugatura MANUALE UTENTE Supporto di carica e asciugatura MANUALE UTENTE 1 Importanti informazioni di sicurezza Questo apparecchio non deve essere usato dai bambini e da persone con ridotte capacità fisiche, sensoriali o mentali

Dettagli

CRITERIO DA RISPETTARE

CRITERIO DA RISPETTARE SCHEDA DI RILEVAZIONE STRUTTURE PUBBLICI ESERCIZI E RISTORANTI LIVELLO ARGENTO Esercizio: Indirizzo: Telefono: Fax: Email: Web site: Referente: STRUTTURA ESTERNA BAR E RISTORANTE CRITERIO DA RISPETTARE

Dettagli

LA MANUTENZIONE DELL IMPIANTO ELETTRICO SECONDO IL DLgs 81/08

LA MANUTENZIONE DELL IMPIANTO ELETTRICO SECONDO IL DLgs 81/08 LA MANUTENZIONE DELL IMPIANTO ELETTRICO SECONDO IL DLgs 81/08 DEFINIZIONE Per manutenzione di un impianto elettrico si intende l insieme delle attività tecnico-gestionali e dei lavori necessari per conservare

Dettagli

DISPOSITIVI ANTICADUTA

DISPOSITIVI ANTICADUTA DISPOSITIVI 3 Normative EN Anticaduta La base di un sistema individuale di protezione anticaduta Punto di ancoraggio e connettore Punto di ancoraggio: punto in cui il sistema di protezione anticaduta è

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MARIA GRAZIA CUTULI VIA Boccioni, 1 Tel/Fax. 0962/961635 88900 CROTONE

ISTITUTO COMPRENSIVO MARIA GRAZIA CUTULI VIA Boccioni, 1 Tel/Fax. 0962/961635 88900 CROTONE ISTITUTO COMPRENSIVO MARIA GRAZIA CUTULI VIA Boccioni, 1 Tel/Fax. 0962/961635 88900 CROTONE PROCEDURA - 06 ISTRUZIONE OPERATIVA PER L UTILIZZO DI SCALE Emessa il Per presa visione R.L.S. RSPP Dirigenza

Dettagli

Manuale scale telescopiche/scale pieghevoli...34. www.altrex.com 752939-A-0810. Relax. It s an Altrex.

Manuale scale telescopiche/scale pieghevoli...34. www.altrex.com 752939-A-0810. Relax. It s an Altrex. IT Manuale scale telescopiche/scale pieghevoli...34 752939-A-0810 www.altrex.com 1 2 3 1 m 4 5 6 8 7 Open Locked 9 Open Locked 10 1 A B 11 C 1 Come usare in modo sicuro una scala telescopica / scala pieghevole

Dettagli

SEDIE COMODE ManualE DI IStruzIOnI Moretti S.p.A.

SEDIE COMODE ManualE DI IStruzIOnI Moretti S.p.A. Pantone 72C Pantone 431C MA SEDIE COMODE 01-A Moretti S.p.A. Via Bruxelles 3 - Meleto 52022 Cavriglia ( Arezzo ) Tel. +93 055 96 21 11 Fax. +39 055 96 21 200 www.morettispa.com info@morettispa.com SEDIE

Dettagli

modulog Combinazioni di moduli per la tecnica della manipolazione

modulog Combinazioni di moduli per la tecnica della manipolazione modulog Combinazioni di moduli per la tecnica della manipolazione Facile gestione di carichi pesanti - un valore aggiunto per la produttività La manipolazione ed il montaggio manuale di carichi pesanti

Dettagli

Avviamento inatteso di macchine e impianti Lista di controllo

Avviamento inatteso di macchine e impianti Lista di controllo Avviamento inatteso di macchine e impianti Lista di controllo La vostra azienda ha adottato misure adeguate per evitare l avviamento inatteso di macchine e impianti? Ecco i pericoli principali: rimessa

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO La presente guida mette in risalto solo alcuni punti salienti estrapolati dalla specifica norma UNI 9795 con l

Dettagli

Esercitazione 5 Dinamica del punto materiale

Esercitazione 5 Dinamica del punto materiale Problema 1 Un corpo puntiforme di massa m = 1.0 kg viene lanciato lungo la superficie di un cuneo avente un inclinazione θ = 40 rispetto all orizzontale e altezza h = 80 cm. Il corpo viene lanciato dal

Dettagli

Lista di controllo Carico e scarico di container e cassoni

Lista di controllo Carico e scarico di container e cassoni Sicurezza realizzabile Lista di controllo Carico e scarico di container e cassoni Conoscete i pericoli collegati alle attività di carico e scarico di cassoni, container per rifiuti e press container? Questa

Dettagli

MANUALE D USO E MANUTENZIONE

MANUALE D USO E MANUTENZIONE MANUALE D USO E MANUTENZIONE Istruzioni di uso, montaggio, smontaggio e manutenzione Altezza max mt. 8,80 (ultimo piano mt. 7,23) DPR 164/56 D. Lgs 626/94 Questo documento deve sempre accompagnare il trabattello

Dettagli

1) QUALI BENI MOBILI SONO INTERESSATI DALLA MESSA A NORMA? 2) QUALI SONO LE NORMATIVE DI RIFERIMENTO TECNICO CHE

1) QUALI BENI MOBILI SONO INTERESSATI DALLA MESSA A NORMA? 2) QUALI SONO LE NORMATIVE DI RIFERIMENTO TECNICO CHE 1) QUALI BENI MOBILI SONO INTERESSATI DALLA MESSA A NORMA? 2) QUALI SONO LE NORMATIVE DI RIFERIMENTO TECNICO CHE RIGUARDANO LA VENDITA DEI MACCHINARI? Pagina 1 di 18 Convegno fallimentare - 9 novembre

Dettagli

Manuale d uso del Nokia Video Call Stand PT-8 (per il Nokia 6630) 9234166 Edizione 1

Manuale d uso del Nokia Video Call Stand PT-8 (per il Nokia 6630) 9234166 Edizione 1 Manuale d uso del Nokia Video Call Stand PT-8 (per il Nokia 6630) 9234166 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto

Dettagli

Electronic Solar Switch

Electronic Solar Switch Electronic Solar Switch Sezionatore CC per inverter SMA Istruzioni per l uso IT ESS-BIT074812 TBI-ESS SMA Technologie AG Indice Indice 1 Informazioni relative a queste istruzioni....... 5 1.1 Compatibilità.............................

Dettagli

safeladder scale Scala SAFELADDER con binario integrato a norma EN 353/1 SAL004 RHF014 SAL009

safeladder scale Scala SAFELADDER con binario integrato a norma EN 353/1 SAL004 RHF014 SAL009 safeladder scale Scala SAFELADDER con binario integrato a norma EN 353/1 La scala Safeladder è un sistema di protezione contro le cadute che integra ai montanti verticali della scala un binario e garantisce

Dettagli

S S. Motore per tapparelle RolSmart

S S. Motore per tapparelle RolSmart IT Motore per tapparelle RolSmart Conservare le presenti istruzioni! Dopo aver montato il motore, fissare le presenti istruzioni al cavo per il tecnico elettricista. Funzioni del dispositivo: Protezione

Dettagli

Lista di controllo Elementi prefabbricati in legno

Lista di controllo Elementi prefabbricati in legno Sicurezza realizzabile Lista di controllo Elementi prefabbricati in legno Imbracatura, stoccaggio e trasporto Nella vostra azienda si lavora in condizioni di sicurezza con gli elementi prefabbricati in

Dettagli

Nove regole vitali per chi lavora su tetti e facciate

Nove regole vitali per chi lavora su tetti e facciate Nove regole vitali per chi lavora su tetti e facciate La vita e la salute delle persone hanno la massima priorità. Per noi lavoratori e superiori questo significa che: Rispettiamo sempre le regole di sicurezza.

Dettagli

Servizio Antincendi e Protezione Civile. Via Secondo da Trento, 2-38100 Trento Tel. 0461/492310 - Fax 492315 OSSERVATORIO SUGLI INFORTUNI DEI VV.F.

Servizio Antincendi e Protezione Civile. Via Secondo da Trento, 2-38100 Trento Tel. 0461/492310 - Fax 492315 OSSERVATORIO SUGLI INFORTUNI DEI VV.F. Servizio Antincendi e Protezione Civile Via Secondo da Trento, 2-38100 Trento Tel. 0461/492310 - Fax 492315 OSSERVATORIO SUGLI INFORTUNI DEI VV.F. SCALE PORTATILI Riferimenti normativi: Il D. Lgs. 626/94

Dettagli

PINNER Elettrodi di carica

PINNER Elettrodi di carica SIMCO (Nederland) B.V. Postbus 71 NL-7240 AB Lochem Telefoon + 31-(0)573-288333 Telefax + 31-(0)573-257319 E-mail general@simco-ion.nl Internet http://www.simco-ion.nl Traderegister Apeldoorn No. 08046136

Dettagli

Le problematiche di sicurezza per l allestimento del cantiere per l installazione degli impianti fotovoltaici

Le problematiche di sicurezza per l allestimento del cantiere per l installazione degli impianti fotovoltaici Seminario Tecnico GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Aggiornamenti legislativi, Problematiche tecniche, Problematiche di installazione, Rapporti con gli enti Le problematiche di sicurezza per l allestimento del

Dettagli

Verifica ed analisi dei rischi per cancelli scorrevoli

Verifica ed analisi dei rischi per cancelli scorrevoli Verifica ed analisi dei rischi per cancelli scorrevoli Rev 3.00 In conformità alla Direttiva Macchine 98/37/CE e alle parti applicabili delle norme EN 13241-1; EN 12453; EN 12445; EN 12635. 01/09/2007

Dettagli

Packard Bell Easy Repair

Packard Bell Easy Repair Packard Bell Easy Repair Memoria (RAM) Istruzioni importanti controllo sicurezza Leggere attentamente tutte le istruzioni prima di iniziare il lavoro e rispettare le procedure esposte di seguito. Il mancato

Dettagli

ECONET S CONFORME ALLE NORMATIVE EUROPEE EN 1263-1 E EN

ECONET S CONFORME ALLE NORMATIVE EUROPEE EN 1263-1 E EN Scheda tecnica e manuale di montaggio RETE DI SICUREZZA ECONET S CONFORME ALLE NORMATIVE EUROPEE EN 1263-1 E EN 1263-2 1 CARATTERISTICHE TECNICHE MATERIALE: POLIPROPILENE, stabilizzato ai raggi UV. COLORE:

Dettagli

6.3 Organizzare l ambiente

6.3 Organizzare l ambiente 6.3 Organizzare l ambiente 6.3.1. Introduzione Il normale ambiente domestico può creare alla persona di cui ci si prende cura problemi di accesso, come le scale, e può anche essere pericoloso, come varie

Dettagli

IDENTIFICAZIONE PRODOTTO

IDENTIFICAZIONE PRODOTTO FS 08 1S E un sollevatore manuale uso gancio per operatori professionali del settore ferroviario. Consente il sollevamento di attrezzature ferroviarie dopo essere stato assemblato nei 3 moduli che lo compongono

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI: IL PONTEGGIO

OPERE PROVVISIONALI: IL PONTEGGIO OPERE PROVVISIONALI: IL PONTEGGIO PONTEGGI NON A NORMA Ponteggio su tettoia 2 Totale assenza di parapetti e impalcati incompleti Ponteggio su tettoia 3 Basi di appoggio instabili Rischio di crollo dell

Dettagli

Più sicuri. www.allegraimpianti.it. Decreto 23 luglio 2009. In ascensore. con la nuova normativa nazionale per la sicurezza

Più sicuri. www.allegraimpianti.it. Decreto 23 luglio 2009. In ascensore. con la nuova normativa nazionale per la sicurezza Più sicuri Via C. Perazzi, 54-28100 Novara Tel. 0321 467313 Fax 0321 491434 Mail: info@allegraimpianti.it www.allegraimpianti.it In ascensore con la nuova normativa nazionale per la sicurezza Decreto 23

Dettagli

Sistemi Anticaduta UNI EN 795. Linea Vita per Tetti Aggraffati

Sistemi Anticaduta UNI EN 795. Linea Vita per Tetti Aggraffati Sistemi Anticaduta UNI EN 795 Linea Vita per Tetti Aggraffati KIT SA-SIANK FALZ LINE C Distanza tra gli ancoraggi terminali massimo 60 metri Distanza tra ancoraggi terminali o intermedie (campata) massimo

Dettagli