Gruppo di lavoro: Saverio Bombelli*, Bruno Anastasia,** Stefania Maschio**

Save this PDF as:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gruppo di lavoro: Saverio Bombelli*, Bruno Anastasia,** Stefania Maschio**"

Transcript

1 IL LAVORO ACCESSORIO Profili delle aziende e dei DOSSIER STATISTICO Gruppo di lavoro: Saverio Bombelli*, Bruno Anastasia,** Stefania Maschio** * Inps, Coordinamento generale statistico attuariale ** Veneto Lavoro, Osservatorio & Ricerca 16 maggio 2016

2 2

3 PRINCIPALI EVIDENZE 1. OBIETTIVO DELLA RICERCA Si propone l analisi del boom dei osservato negli ultimi anni, documentandone la dinamica e la diffusione a livello settoriale e territoriale. In modo particolare l attenzione è stata rivolta a descrivere/comprendere: la domanda di lavoro accessorio: tipologie di datori di lavoro (sia aziende che persone fisiche), intensità e persistenza del loro ricorso ai ; l offerta: coinvolti secondo le loro principali caratteristiche anagrafiche e di percorsi nel mercato del lavoro. 2. L ESPLOSIONE. DATI GENERALI E TASSI DI CRESCITA Nel 2015 sono stati venduti 115 milioni di : ancora nel 2010 erano meno di 10 milioni. Una volta riscossi daranno luogo a circa 860 milioni di compensi ai (pari a circa stipendi netti anni/uomo) e a circa 150 milioni di contributi a fini previdenziali. Il numero di riscossi da che hanno prestato attività di lavoro accessorio concluso nel 2015 è pari a quasi 88 milioni. Occorre aver chiaro che questo importo non rappresenta il riscosso dei venduti nel 2015: infatti quest ultimi sono utilizzati per attività svolte in parte nello stesso anno, in parte successivamente. Simmetricamente, l importo degli 88 milioni di riscossi per attività concluse nel 2015 è relativo a venduti in parte nello stesso anno in parte in precedenza. I committenti dei prestatori di lavoro accessorio che hanno svolto attività nel 2015 risultano ; i prestatori coinvolti risultano 1,380 ml. e le posizioni lavorative 1,730 ml. (ciò dipende dal fatto che un lavoratore può aver prestato lavoro occasionale per più di un committente). Qualsiasi variabile si consideri prestatori di lavoro occasionale, committenti, venduti, riscossi, posizioni di lavoro la crescita risulta continua in tutti gli anni e particolarmente intensa, in termini assoluti, nel periodo più recente. 3

4 3. PROFILO DEI LAVORATORI 3.1 Dati anagrafici Nel 2015 l età media risulta pari a 36 anni; le donne sono in maggioranza; l incidenza di non comunitari è allineata ai parametri osservati in genere per il lavoro dipendente. 3.2 Valore economico del lavoro accessorio Parametrato al costo totale del lavoro dipendente privato non agricolo nel 2015, il costo totale del lavoro accessorio ha rappresentato lo 0,2%, variando tra 0,5% (Sardegna) e 0,1% (Lazio, Campania). Se confrontati con i dipendenti privati, i prestatori occasionali sono il 9%, oscillando tra il 15% della Sardegna e i valori minimi di Lazio (4%) e Campania (5%). 3.3 Tassi di ripetizione La probabilità che un prestatore di lavoro occasionale ripeta tale condizione anche nell anno successivo è pari, negli ultimi anni, al 50%. La crescita dei prestatori è stata quindi trainata dagli esordienti : nel 2015 la quota di prestatori al primo anno di lavoro accessorio è stata il 60%. 3.4 Intensità Per la maggior parte dei prestatori di lavoro accessorio, il volume di percepiti è modesto: in media nel 2015 si è trattato di 60 pro capite (valore analogo a quello degli anni precedenti); la mediana è decisamente inferiore: 29. I che hanno percepito più di euro netti con (soglia pari a 133 ) risultano mentre coloro che hanno percepito meno di 500 euro (soglia pari a di 66 ) risultano quasi un milione (tra questi hanno percepito da 1 a 5 nell anno). 3.5 La collocazione nel mercato del lavoro dei prestatori di lavoro accessorio I prestatori di lavoro accessorio nel 2015 sono stati classificati in base alla loro condizione previdenziale nello stesso anno. Sono stati identificati i seguenti gruppi rilevanti: Pensionati: la loro quota risulta pari all 8%. Tre su quattro sono pensionati di vecchiaia. Tra loro la quota di chi è impiegato in attività agricole è maggiore che negli altri gruppi. Soggetti mai occupati: sono pari al 14% (meno di ). Si tratta essenzialmente di giovani (la mediana è vent anni). La presenza di donne sfiora il 60%. Di essi il 30% ha già percepito negli anni precedenti. Silenti (ex occupati): sono attorno al 23%. L età media è pari a 37 anni; anche in tal caso la quota di donne è rilevante (57%). Di essi circa il 40% è risultato attivo (occupato o indennizzato) nel 2014; un altro 20% nel Indennizzati (essenzialmente percettori nel 2015 di Aspi, MiniAspi o Naspi): sono il 18% (circa ). In questo gruppo prevalgono i maschi; l età media è 37 anni. Occupati presso aziende private: sono il 29% (quasi ). Tra questi si individuano: i. una quota attorno al 26% di occupati con contratto di lavoro a tempo indeterminato e full time; ii. una quota di poco superiore (28%) di occupati a tempo indeterminato e part time; iii. un gruppo relativamente più numeroso (46%) formato da occupati, soprattutto giovani, con contratti a termine. Altri occupati: infine una quota pari all 8% è costituita da altri occupati ( domestici, parasubordinati, operai agricoli, autonomi, casse professionali, dipendenti pubblici). La loro età media è pari a quasi 40anni. 4

5 4. PROFILO DEI COMMITTENTI 4.1 Tipologia, settore, dinamica Tra il 2013 e il 2015 i committenti sono raddoppiati (+100%) mentre i prestatori e i sono più che raddoppiati (rispettivamente +137% e +142%). Nel 2015 i committenti risultano così distribuiti: a) aziende dell industria e del terziario con dipendenti: circa aziende, per oltre la metà alberghi e turismo (75.000) e commercio (53.000). Le aziende industriali che hanno utilizzato lavoro accessorio sono state (il gruppo relativamente più numeroso è quello delle aziende alimentari). Quanto alle aziende del settore delle costruzioni, quasi hanno utilizzato lavoro accessorio. Importante anche il comparto dei servizi alle imprese e informatica (oltre ). Da notare infine che questo primo insieme di committenti (aziende dell industria e del terziario con dipendenti) pesa il 52% in termini di numerosità ma il 76% in termini di pagati, sul complesso dei committenti; b) agricoltura: aggregando sia le aziende agricole con dipendenti sia gli agricoli autonomi, i committenti di lavoro accessorio risultano ; c) artigiani e commercianti senza dipendenti: quasi ; d) infine un gruppo di committenti, per i quali l attività di classificazione è ancora in corso, formato da circa soggetti, equamente divisi tra persone giuridiche e persone fisiche. Essi rappresentano il 31% dei committenti ma impiegano solo il 19% dei totali. 4.2 Tassi di ripetizione Di committenti del 2015 il 49% era al primo anno di utilizzo del lavoro accessorio. La quota di committenti che, sul totale dei committenti di un singolo anno, utilizza il lavoro accessorio per un anno solo è pari a circa il 40%. 4.3 Intensità nell utilizzo dei Nel 2015 mediamente i committenti utilizzano 3,7 prestatori di lavoro occasionale; nel settore alberghi-ristoranti la quota è più elevata, pari a 7,7. Mediamente ogni committente ha speso per poco meno di euro. Il 64% dei committenti evidenzia un utilizzo dei prestatori di lavoro accessorio marginale: fino a 5 prestatori e in media fino a 70 all anno. Sono circa 700 i grandi committenti >5.000 e >50 prestatori: ognuno di essi ha speso in media euro. Essi rappresentano lo 0,15% dei committenti ma concentrano il 9% dei. 5

6 INDICE DELLE TABELLE Tab. 1 Numero di prestatori di lavoro accessorio, età media, numero medio di riscossi, per anno di attività e sesso Tab. 2 Tab. 3 Tab. 4 Tab. 5 Tab. 6 Lavoratori per regione di riscossione, sesso, anno di attività Lavoratori per regione di riscossione, classi di età, anno di attività Lavoratori per regione di riscossione, cittadinanza, anno di attività Lavoratori per regione di riscossione, turn-over, anno di attività Prestatori di lavoro accessorio nel 2015 per regione di riscossione e condizione previdenziale nello stesso anno Tab. 7 Committenti per regione di vendita dei e anno di attività. Numero committenti, numero, numero di Tab. 8 Tab. 9 Committenti per regione. Variazioni % committenti, numero, numero di Committenti per regione. Indicatori per anno Tab. 10 Committenti per regione. Tipologie per regione. Anno 2015 Tab. 11 Committenti per regione. Distribuzione % secondo il tipo di utilizzo. Anno 2015 Tab. 12 Committenti per regione. Indicatori secondo il tipo di utilizzo. Anno 2015 Tab. 13 Tab. 14 Committenti, e per settore. Anno Valori assoluti e indicatori, anno Distribuzione per regione e settore 6

7 Tab. 1 - Numero di prestatori di lavoro accessorio, età media, numero medio di riscossi, per anno di attività e sesso Anno di attività Maschi Femmine Totale Età media Età media Età media % maschi ,7 20, ,6 17, ,8 78,5% 19, ,2 38, ,4 39, ,1 67,7% 38, ,8 62, ,6 60, ,2 61,1% 61, ,6 71, ,2 65, ,0 57,5% 68, ,2 65, ,5 58, ,2 54,4% 61, ,4 60, ,7 57, ,0 50,2% 58, ,7 63, ,5 62, ,1 48,7% 62, ,3 62, ,7 64, ,9 48,5% 63,8 7

8 Tab. 2 - Lavoratori per regione di riscossione, sesso, anno di attività Femmine Maschi Totale ANNO 2015 Abruzzo , , ,4 Basilicata , , ,3 Calabria , , ,2 Campania , , ,6 Emilia-Romagna , , ,9 Friuli-Venezia Giulia , , ,6 Lazio , , ,8 Liguria , , ,1 Lombardia , , ,3 Marche , , ,9 Molise , , ,3 Piemonte , , ,5 Puglia , , ,2 Sardegna , , ,3 Sicilia , , ,0 Toscana , , ,3 Trentino Alto Adige , , ,5 Umbria , , ,7 Valle d'aosta , , ,7 Veneto , , ,1 Totale , , ,8 ANNO 2014 Abruzzo , , ,4 Basilicata , , ,7 Calabria , , ,2 Campania , , ,4 Emilia-Romagna , , ,5 Friuli-Venezia Giulia , , ,6 Lazio , , ,7 Liguria , , ,0 Lombardia , , ,3 Marche , , ,3 Molise , , ,0 Piemonte , , ,8 Puglia , , ,1 Sardegna , , ,8 Sicilia , , ,7 Toscana , , ,6 Trentino Alto Adige , , ,7 Umbria , , ,6 Valle d'aosta , , ,3 Veneto , , ,4 Totale , , ,8 ANNO 2013 Abruzzo , , ,6 Basilicata , , ,3 Calabria , , ,9 Campania , , ,4 Emilia-Romagna , , ,4 Friuli-Venezia Giulia , , ,4 Lazio , , ,5 Liguria , , ,2 Lombardia , , ,7 Marche , , ,9 Molise , , ,5 Piemonte , , ,1 Puglia , , ,2 Sardegna , , ,1 Sicilia , , ,9 Toscana , , ,3 Trentino Alto Adige , , ,2 Umbria , , ,2 Valle d'aosta , , ,1 Veneto , , ,8 Totale , , ,8 8

9 Tab. 3 - Lavoratori per regione di riscossione, classi di età, anno di attività Fino a e oltre Totale ANNO 2015 Abruzzo , , , , , ,4 Basilicata , , , , , ,3 Calabria , , , , , ,2 Campania , , , , , ,6 Emilia-Romagna , , , , , ,9 Friuli-Venezia Giulia , , , , , ,6 Lazio , , , , , ,8 Liguria , , , , , ,1 Lombardia , , , , , ,3 Marche , , , , , ,9 Molise , , , , , ,3 Piemonte , , , , , ,5 Puglia , , , , , ,2 Sardegna , , , , , ,3 Sicilia , , , , , ,0 Toscana , , , , , ,3 Trentino Alto Adige , , , , , ,5 Umbria , , , , , ,7 Valle d'aosta , , , , , ,7 Veneto , , , , , ,1 Totale , , , , , ,8 ANNO 2014 Abruzzo , , , , , ,4 Basilicata , , , , , ,7 Calabria , , , , , ,2 Campania , , , , , ,4 Emilia-Romagna , , , , , ,5 Friuli-Venezia Giulia , , , , , ,6 Lazio , , , , , ,7 Liguria , , , , , ,0 Lombardia , , , , , ,3 Marche , , , , , ,3 Molise , , , , , ,0 Piemonte , , , , , ,8 Puglia , , , , , ,1 Sardegna , , , , , ,8 Sicilia , , , , , ,7 Toscana , , , , , ,6 Trentino Alto Adige , , , , , ,7 Umbria , , , , , ,6 Valle d'aosta , , , , , ,3 Veneto , , , , , ,4 Totale , , , , , ,8 ANNO 2013 Abruzzo , , , , , ,6 Basilicata , , , , , ,3 Calabria , , , , , ,9 Campania , , , , , ,4 Emilia-Romagna , , , , , ,4 Friuli-Venezia Giulia , , , , , ,4 Lazio , , , , , ,5 Liguria , , , , , ,2 Lombardia , , , , , ,7 Marche , , , , , ,9 Molise , , , , , ,5 Piemonte , , , , , ,1 Puglia , , , , , ,2 Sardegna , , , , , ,1 Sicilia , , , , , ,9 Toscana , , , , , ,3 Trentino Alto Adige , , , , , ,2 Umbria , , , , , ,2 Valle d'aosta , , , , , ,1 Veneto , , , , , ,8 Totale , , , , , ,8 9

10 Tab. 4 - Lavoratori per regione di riscossione, cittadinanza, anno di attività Paesi comunitari Paesi extracomunitari Totale ANNO 2015 Abruzzo , , ,4 Basilicata , , ,3 Calabria , , ,2 Campania , , ,6 Emilia-Romagna , , ,9 Friuli-Venezia Giulia , , ,6 Lazio , , ,8 Liguria , , ,1 Lombardia , , ,3 Marche , , ,9 Molise , , ,3 Piemonte , , ,5 Puglia , , ,2 Sardegna , , ,3 Sicilia , , ,0 Toscana , , ,3 Trentino Alto Adige , , ,5 Umbria , , ,7 Valle d'aosta , , ,7 Veneto , , ,1 Totale , , ,8 ANNO 2014 Abruzzo , , ,4 Basilicata , , ,7 Calabria , , ,2 Campania , , ,4 Emilia-Romagna , , ,5 Friuli-Venezia Giulia , , ,6 Lazio , , ,7 Liguria , , ,0 Lombardia , , ,3 Marche , , ,3 Molise , , ,0 Piemonte , , ,8 Puglia , , ,1 Sardegna , , ,8 Sicilia , , ,7 Toscana , , ,6 Trentino Alto Adige , , ,7 Umbria , , ,6 Valle d'aosta , , ,3 Veneto , , ,4 Totale , , ,8 ANNO 2013 Abruzzo , , ,6 Basilicata , , ,3 Calabria , , ,9 Campania , , ,4 Emilia-Romagna , , ,4 Friuli-Venezia Giulia , , ,4 Lazio , , ,5 Liguria , , ,2 Lombardia , , ,7 Marche , , ,9 Molise , , ,5 Piemonte , , ,1 Puglia , , ,2 Sardegna , , ,1 Sicilia , , ,9 Toscana , , ,3 Trentino Alto Adige , , ,2 Umbria , , ,2 Valle d'aosta , , ,1 Veneto , , ,8 Totale , , ,8 10

11 Anno 2015 Tab. 5 - Lavoratori per regione di riscossione, turn-over, anno di attività Totale 2015 Di cui primo anno di lavoro accessorio = 2015 % su tot. Di cui primo anno di lavoro accessorio =2014 % su tot. Abruzzo , % 40, % 70,2 Basilicata , % 36, % 56,9 Calabria , % 33, % 58,7 Campania , % 33, % 57,0 Emilia-Romagna , % 61, % 89,1 Friuli-Venezia Giulia , % 67, % 93,1 Lazio , % 49, % 79,3 Liguria , % 54, % 81,0 Lombardia , % 67, % 99,5 Marche , % 53, % 78,9 Molise , % 35, % 57,3 Piemonte , % 57, % 85,5 Puglia , % 33, % 59,8 Sardegna , % 51, % 81,3 Sicilia , % 36, % 64,6 Toscana , % 52, % 78,3 Trentino Alto Adige , % 60, % 76,9 Umbria , % 50, % 77,3 Valle d'aosta , % 49, % 70,8 Veneto , % 60, % 87,8 Totale , % 53, % 81,7 Anno 2014 Totale 2014 Di cui primo anno di lavoro accessorio = 2014 % su tot. Di cui primo anno di lavoro accessorio =2013 % su tot. Abruzzo , % 43, % 68,4 Basilicata , % 32, % 58,5 Calabria , % 38, % 67,0 Campania , % 34, % 60,2 Emilia-Romagna , % 59, % 86,2 Friuli-Venezia Giulia , % 65, % 92,3 Lazio , % 53, % 91,6 Liguria , % 52, % 81,0 Lombardia , % 65, % 97,1 Marche , % 51, % 76,8 Molise , % 34, % 51,1 Piemonte , % 58, % 84,6 Puglia , % 34, % 58,4 Sardegna , % 50, % 73,6 Sicilia , % 37, % 65,6 Toscana , % 50, % 76,6 Trentino Alto Adige , % 68, % 101,2 Umbria , % 52, % 77,8 Valle d'aosta , % 53, % 75,9 Veneto , % 59, % 84,3 Totale , % 53, % 82,0 Anno 2013 Totale 2013 Di cui primo anno di lavoro accessorio = 2013 % su tot. Di cui primo anno di lavoro accessorio =2012 % su tot. Abruzzo , % 40, % 60,9 Basilicata , % 31, % 55,0 Calabria , % 39, % 56,7 Campania , % 31, % 49,0 Emilia-Romagna , % 56, % 77,5 Friuli-Venezia Giulia , % 66, % 90,9 Lazio , % 52, % 80,4 Liguria , % 47, % 77,7 Lombardia , % 60, % 90,8 Marche , % 45, % 71,5 Molise , % 27, % 46,3 Piemonte , % 54, % 80,0 Puglia , % 29, % 45,4 Sardegna , % 45, % 69,0 Sicilia , % 38, % 52,6 Toscana , % 46, % 68,6 Trentino Alto Adige , % 70, % 108,0 Umbria , % 49, % 77,8 Valle d'aosta , % 51, % 75,8 Veneto , % 54, % 75,8 Totale , % 50, % 75,8 11

12 Tab. 6 - Prestatori di lavoro accessorio nel 2015 per regione di riscossione e condizione previdenziale nello stesso anno Totale di cui: Pensionati Silenti Mai stati attivi Abruzzo , , , ,1 Basilicata , , , ,5 Calabria , , , ,4 Campania , , , ,0 Emilia-Romagna , , , ,9 Friuli-Venezia Giulia , , , ,5 Lazio , , , ,3 Liguria , , , ,5 Lombardia , , , ,1 Marche , , , ,9 Molise , , , ,7 Piemonte , , , ,1 Puglia , , , ,5 Sardegna , , , ,0 Sicilia , , , ,7 Toscana , , , ,2 Trentino Alto Adige , , , ,7 Umbria , , , ,7 Valle d'aosta , , , ,5 Veneto , , , ,4 Totale , , , ,2 *Il prospetto è determinato sulla base delle informazioni presenti nel casellario dei pensionati, negli archivi gestionali dei e dei percettori di prestazioni a sostegno del reddito. I dati sono suscettibili di rettifiche nelle successive edizioni. 12

13 Tab. 7 - Committenti per regione di vendita dei e anno di attività. Numero committenti, numero, numero di Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d'aosta Veneto Totale * Il numero di è determinato contando ogni lavoratore per ogni committente distintamente. Tab. 8 - Committenti per regione. Variazioni % committenti, numero, numero di Committenti Lavoratoritenttoritenti Commit- Lavora- Commit- Lavoratori* Variazione 2014/2013 Variazione 2015/2014 Variazione 2015/2013 Committenttoritenttoritenti Lavora- Commit- Lavora- Commit- Lavoratori* Abruzzo 51% 54% 57% 55% 67% 58% 134% 157% 148% Basilicata 56% 68% 91% 25% 33% 45% 95% 124% 177% Calabria 81% 80% 87% 39% 33% 24% 151% 138% 132% Campania 61% 70% 91% 37% 41% 30% 121% 141% 148% Emilia-Romagna 55% 81% 86% 23% 41% 46% 91% 154% 171% Friuli-Venezia Giulia 28% 49% 44% 7% 10% 11% 38% 65% 60% Lazio 54% 57% 54% 33% 36% 34% 105% 114% 106% Liguria 86% 110% 111% 43% 57% 62% 165% 228% 241% Lombardia 64% 74% 83% 37% 45% 47% 124% 153% 169% Marche 57% 78% 95% 24% 36% 42% 94% 142% 176% Molise 63% 58% 98% 28% 32% 38% 108% 109% 172% Piemonte 52% 61% 66% 28% 34% 34% 95% 116% 122% Puglia 80% 115% 148% 42% 52% 60% 157% 226% 297% Sardegna 65% 78% 97% 34% 51% 58% 121% 170% 212% Sicilia 61% 80% 88% 41% 55% 58% 127% 180% 196% Toscana 57% 75% 82% 34% 46% 44% 110% 155% 162% Trentino Alto Adige 20% 27% 25% -10% -10% -28% 8% 15% -11% Umbria 49% 70% 81% 21% 37% 34% 81% 132% 143% Valle d'aosta 65% 94% 99% 12% 29% 23% 85% 151% 146% Veneto 53% 67% 75% 25% 32% 34% 92% 120% 134% Totale 55% 71% 76% 29% 39% 38% 100% 137% 142% * Il numero di è determinato contando ogni lavoratore per ogni committente distintamente. 13

14 Tab. 9 Committenti per regione. Indicatori per anno Lav./ Comm / / Lav./ / / Lav./ / Lav. Comm. Comm. Lav. Comm. Comm. Lav. / Comm. Abruzzo 3, , , Basilicata 3, , , Calabria 4, , , Campania 4, , , Emilia-Romagna 2, , , Friuli-Venezia Giulia 2, , , Lazio 3, , , Liguria 2, , , Lombardia 3, , , Marche 2, , , Molise 3, , , Piemonte 2, , , Puglia 3, , , Sardegna 3, , , Sicilia 4, , , Toscana 2, , , Trentino Alto Adige 2, , , Umbria 2, , , Valle d'aosta 2, , , Veneto 3, , , Totale 3, , , * Il numero di è determinato contando ogni lavoratore per ogni committente distintamente. 14

15 Tab. 10 Committenti per regione. Tipologie per regione. Anno 2015 Totale Fino a 5 lav., fino a 70 Fino a 5 lav, oltre 70 Oltre 5 lav., fino a 70 Oltre 5 lav., oltre 70 medi per lav. medi per lav. medi per lav. medi per lav. Utilizzo marginale Utilizzo intensivo Utilizzo estensivo Utilizzo rilevante Committenti Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d'aosta Veneto Totale distrib. % 64% 21% 11% 3% Lavoratori* Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d'aosta Veneto Totale distrib. % 32% 10% 44% 14% Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d'aosta Veneto Totale distrib. % 15% 29% 24% 33% * Il numero di è determinato contando ogni lavoratore per ogni committente distintamente. 15

16 Tab Committenti per regione. Distribuzione % secondo il tipo di utilizzo. Anno 2015 Totale Distribuzione % dei committenti Utilizzo marginale Utilizzo intensivo Utilizzo estensivo Utilizzo rilevante Abruzzo 100% 73% 12% 13% 3% Basilicata 100% 73% 10% 15% 2% Calabria 100% 76% 8% 14% 2% Campania 100% 69% 10% 19% 2% Emilia-Romagna 100% 61% 25% 10% 4% Friuli-Venezia Giulia 100% 57% 29% 10% 4% Lazio 100% 68% 19% 10% 3% Liguria 100% 65% 21% 11% 3% Lombardia 100% 58% 28% 9% 4% Marche 100% 67% 19% 11% 3% Molise 100% 76% 9% 14% 2% Piemonte 100% 65% 23% 9% 3% Puglia 100% 73% 8% 17% 2% Sardegna 100% 69% 16% 12% 3% Sicilia 100% 69% 10% 18% 3% Toscana 100% 67% 20% 10% 3% Trentino Alto Adige 100% 66% 24% 8% 3% Umbria 100% 70% 18% 9% 3% Valle d'aosta 100% 66% 19% 13% 2% Veneto 100% 60% 25% 12% 4% Totale 100% 64% 21% 11% 3% Tab Committenti per regione. Indicatori secondo il tipo di utilizzo. Anno 2015 utilizzo marginale Lav./comm. /lav. /comm. utilizzo utilizzo utilizzo utilizzo utilizzo utilizzo utilizzo utilizzo estensivo rilevante marginale intensivo estensivo rilevante marginale intensivo utilizzo intensivo utilizzo estensivo utilizzo rilevante Abruzzo 1,9 1,9 13,5 16, Basilicata 1,9 2,0 13,9 15, Calabria 1,9 1,9 13,8 20, Campania 2,0 1,8 16,7 19, Emilia-Romagna 1,8 1,8 14,8 14, Friuli-Venezia Giulia 1,8 1,8 13,2 13, Lazio 1,8 1,7 15,7 17, Liguria 1,8 1,8 12,3 13, Lombardia 1,8 1,7 15,2 15, Marche 1,8 1,8 13,6 15, Molise 1,8 1,8 13,9 15, Piemonte 1,8 1,7 13,4 15, Puglia 1,9 2,0 15,7 20, Sardegna 1,8 1,8 14,2 18, Sicilia 2,0 1,8 16,1 21, Toscana 1,8 1,8 13,0 13, Trentino Alto Adige 1,8 1,7 12,6 14, Umbria 1,7 1,8 14,5 15, Valle d'aosta 1,9 1,7 11,6 13, Veneto 1,9 1,8 13,1 14, Totale 1,8 1,8 14,3 15,

17 Tab Committenti, e per settore. Anno Valori assoluti e indicatori Valori assoluti Committenti Lavoratori * Lav./ Comm. Indicatori per lav. per comm. 1. Primario , Industria e terziario. Aziende private con dipendenti ESTRAZIONE DI MINERALI , ATTIVITÀ MANIFATTURIERE , Metalmeccanico (27-35) , Alimentari-tabacco (15-16) , Tessile-abbigliamento-calzature (17-19) , Legno-mobilio (20, 36) , Altre industrie manifatturiere (21-26, 37) , ENERGIA, GAS, ACQUA , COSTRUZIONI , COMMERCIO , ALBERGHI E RISTORANTI , TRASPORTI, COMUNICAZIONI , ATTIVITA' FINANZIARIE , SERVIZI ALLE IMPRESE, INFORMATICA , ISTRUZIONE , SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE , ALTRI SERVIZI SOCIALI E PERSONALI , SERVIZI ALLE FAMIGLIE , Industria e terziario. Artigiani e commercianti senza dipendenti , Altri soggetti non ulteriormente identificati: - Persone giuridiche , Persone fisiche , Totale , * Il numero di è determinato contando ogni lavoratore per ogni committente distintamente. 17

18 Tab. 14a, anno Distribuzione per regione e settore Primario Alimentari e tabacco Tessili, abb., calz. Legno e mobilio Metalmeccanico Altre industrie Costruzioni Committenti Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d'aosta Veneto Totale Lavoratori* Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d'aosta Veneto Totale Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d'aosta Veneto Totale continua - 18

19 Tab. 14b, anno Distribuzione per regione e settore Commercio Alberghi e ristoranti Trasporti Servizi alle imprese e finanza Servizi alle persone Artigiani, commercianti Altri non ulter. identificati Totale Committenti Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d'aosta Veneto Totale Lavoratori* Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d'aosta Veneto Totale Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d'aosta Veneto Totale * Il numero di è determinato contando ogni lavoratore per ogni committente distintamente. 19

IL LAVORO ACCESSORIO Profili dei lavoratori e dei committenti Gruppo di lavoro: B. Anastasia**, S. Bombelli*, S.

IL LAVORO ACCESSORIO Profili dei lavoratori e dei committenti Gruppo di lavoro: B. Anastasia**, S. Bombelli*, S. IL LAVORO ACCESSORIO 2008-2015 Profili dei lavoratori e dei committenti Gruppo di lavoro: B. Anastasia**, S. Bombelli*, S. Maschio** * INPS, Coordinamento Generale Statistico Attuariale ** Veneto Lavoro,

Dettagli

La crescita del ricorso al lavoro accessorio,

La crescita del ricorso al lavoro accessorio, 27 febbraio #lavoro Rassegna stampa Messaggero Veneto 24feb2017 La crescita del ricorso al lavoro accessorio, 2008-2016 Dopo una fase di sperimentazione iniziata ad agosto 2008 in occasione delle vendemmie,

Dettagli

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato Tab. IS.9.1a - Incidenti per tipo di e - Anni 2001-2013 a) Valori assoluti Anno 2001 o a altri Piemonte 16.953 23.818 19 77 167 146 80 67 1.942 123 254 153 50 59 824 1.920 1.037 653 50 4 23 0 112 31.578

Dettagli

NO ALLA DEMONIZZAZIONE DEI VOUCHER. RAPPRESENTANO SOLO LO 0,3% DEL MONTE ORE COMPLESSIVO LAVORATO IN ITALIA

NO ALLA DEMONIZZAZIONE DEI VOUCHER. RAPPRESENTANO SOLO LO 0,3% DEL MONTE ORE COMPLESSIVO LAVORATO IN ITALIA Ufficio Studi CGIa 6 gennaio 2017 NO ALLA DEMONIZZAZIONE DEI VOUCHER. RAPPRESENTANO SOLO LO 0,3% DEL MONTE ORE COMPLESSIVO LAVORATO IN ITALIA Nel 2015, ultimo dato disponibile, l incidenza delle ore lavorate

Dettagli

Tab. 1 Prestatori di lavoro accessorio, voucher venduti e riscossi, FVG

Tab. 1 Prestatori di lavoro accessorio, voucher venduti e riscossi, FVG 27 aprile #lavoro Rassegna stampa Messaggero Veneto 27apr2017 Il Gazzettino 27apr2017 I PRESTATORI DI LAVORO ACCESSORIO NEL 2016 Nel 2016 il lavoro accessorio ha riguardato 63.000 persone in Friuli Venezia

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2015 Certificazione di malattia dei lavoratori dipendenti privati e pubblici 1 Nel 2014 sono stati trasmessi 11.494.805

Dettagli

Gennaio-Febbraio 2018

Gennaio-Febbraio 2018 1 - TOT Gennaio-Febbraio 2018 EXTR 536 3729 4265 28756 60882 89638 14522 20990 35512 15147 20853 36000 1401982 2554245 3956227 Lazio 912 23.184 41.077 8.978 22.483 32.162 63.560 Umbria 910 6.099 15.401

Dettagli

Anno TOT CAPACITA' RICETTIVA FLUSSI TURISTICI 05/02/2019 TOTALE ITALIANI

Anno TOT CAPACITA' RICETTIVA FLUSSI TURISTICI 05/02/2019 TOTALE ITALIANI 1 - TOT Anno 2018 EXTR 527 4439 4966 28582 65265 93847 14436 22139 36575 15068 22474 37542 9557727 19675376 29233103 Lazio 912 219.840 411.696 140.452 331.490 360.292 743.186 Lombardia 903 145.687 275.986

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2017 Anno 2016 Cittadini Extracomunitari Nell anno 2016 il numero di cittadini extracomunitari 1 conosciuti all INPS,

Dettagli

Anno Regione Euro AL BE BG BM EL GA IB IG ND Totale 2017 PIEMONTE EURO

Anno Regione Euro AL BE BG BM EL GA IB IG ND Totale 2017 PIEMONTE EURO Automobile Club d'italia - Distribuzione Parco Veicoli (esclusi rimorchi) per Anno, Regione, Norma Euro e Alimentazione Categorie: AV elaborazione del 16-11-2018 2017 PIEMONTE EURO 0 47 183.851 12.184

Dettagli

OCCUPAZIONE ITALIANA E STRANIERA A CONFRONTO

OCCUPAZIONE ITALIANA E STRANIERA A CONFRONTO OCCUPAZIONE ITALIANA E STRANIERA A CONFRONTO QUALI LE DINAMICHE DAL 2008 AL 2009 STUDIO DELLE DIFFERENZE ASSOLUTE DEGLI OCCUPATI Distinzioni per Posizione nella professione Classi di età Genere Macroarea

Dettagli

Persone che hanno subito incidenti in. Regioni

Persone che hanno subito incidenti in. Regioni Tabella 1 - Persone (valori assoluti in migliaia e Intervalli di Confidenza al 95%) che nei tre mesi precedenti l intervista hanno subito incidenti in ambiente domestico e tassi di incidenti domestici

Dettagli

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 PIEMONTE 603 1.127 87.148.771 13,0 144.525 VALLE D'AOSTA 80 88 1.490.121 0,2 18.627 LOMBARDIA 1.503 2.985 280.666.835 41,8 186.738 PROV. AUT. BOLZANO 1 1 31.970

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Ottobre 2016 Aggiornamento I semestre 2016 Lavoro accessorio Complessivamente 1, da agosto 2008 (inizio della sperimentazione

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Aprile 2016 Anno 2015 Lavoro accessorio Complessivamente 1, da agosto 2008 (inizio della sperimentazione sull utilizzo dei voucher

Dettagli

Coordinamento Generale Statistico Attuariale IL LAVORO PARASUBORDINATO. Aggiornamento all'anno 2014

Coordinamento Generale Statistico Attuariale IL LAVORO PARASUBORDINATO. Aggiornamento all'anno 2014 Coordinamento Generale Statistico Attuariale IL LAVORO PARASUBORDINATO Aggiornamento all'anno 2014 INDICE NOTA INTRODUTTIVA Tavola 1 - numero di contribuenti per tipologia e sesso Tavola 2 - media annua

Dettagli

Coordinamento Generale Statistico Attuariale IL LAVORO PARASUBORDINATO. Aggiornamento all'anno 2015

Coordinamento Generale Statistico Attuariale IL LAVORO PARASUBORDINATO. Aggiornamento all'anno 2015 Coordinamento Generale Statistico Attuariale IL LAVORO PARASUBORDINATO Aggiornamento all'anno 2015 INDICE NOTA INTRODUTTIVA Tavola 1 - numero di contribuenti per tipologia e sesso Tavola 2 - media annua

Dettagli

Coordinamento Generale Statistico Attuariale IL LAVORO PARASUBORDINATO. Aggiornamento all'anno 2016

Coordinamento Generale Statistico Attuariale IL LAVORO PARASUBORDINATO. Aggiornamento all'anno 2016 Coordinamento Generale Statistico Attuariale IL LAVORO PARASUBORDINATO Aggiornamento all'anno 2016 INDICE NOTA INTRODUTTIVA SERIE STORICHE COLLABORATORI E PROFESSIONISTI NELL'ANNO - PERIODO 2012-2016 Tavola

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2015 Osservatorio sui lavoratori dipendenti 1 privato del settore 1. NUMERO LAVORATORI, RETRIBUZIONI E GIORNATE RETRIBUITE

Dettagli

Pensioni ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE. DIREZIONE Regionale PENSIONI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE. Presentazione...

Pensioni ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE. DIREZIONE Regionale PENSIONI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE. Presentazione... ISTITUTO DELLA PREVIDENZA SOCIALE DIREZIONE Regionale PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Pensioni PENSIONI Presentazione...2 Totale categorie...3 Vecchiaia...4 Invalidità...5 Superstiti...6 Presentazione

Dettagli

Osservatorio Nazionale Nota trimestrale novembre 2008

Osservatorio Nazionale Nota trimestrale novembre 2008 Nota trimestrale novembre 2008 Il lavoro in somministrazione nel terzo trimestre 2008: analisi dei dati degli archivi INAIL e INPS. Occupati, giornate retribuite e missioni avviate nel terzo trimestre

Dettagli

Nota trimestrale marzo Il lavoro in somministrazione nel

Nota trimestrale marzo Il lavoro in somministrazione nel Nota trimestrale marzo 2009 - Il lavoro in somministrazione nel quarto trimestre 2008: analisi dei dati degli archivi INAIL e FORMATEMP Nel quarto trimestre 2008 gli indicatori del lavoro interinale (in

Dettagli

A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale. Dicembre Aggiornamento Anno 2015

A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale. Dicembre Aggiornamento Anno 2015 Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Dicembre 2016 Aggiornamento Certificazione di malattia dei lavoratori dipendenti privati e pubblici 1 Nel 2015 sono stati trasmessi

Dettagli

Gennaio-Novembre 2018

Gennaio-Novembre 2018 1 - TOT CONSISTENZA RICETTIVA E RILEVATI NEGLI ESERCIZI RICETTIVI Gennaio-Novembre 2018 EXTR 528 4398 4926 28617 65025 93642 14456 22060 36516 15090 22403 37493 8785278 18138949 26924227 Lazio 912 196.079

Dettagli

IL LAVORO ACCESSORIO

IL LAVORO ACCESSORIO IL LAVORO ACCESSORIO I DATI ESSENZIALI Sintesi e adattamento da Osservatori Inps (Osservatorio Precariato e Osservatorio Lavoro Accessorio) e WorkInps Papers (B. Anastasia**, S. Bombelli*, S. Maschio**,

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2016 Anno 2015 Cittadini Extracomunitari Nell anno 2015 il numero di cittadini extracomunitari 1 conosciuti all INPS,

Dettagli

ireport IL LAVORO ACCESSORIO NEL 2015

ireport IL LAVORO ACCESSORIO NEL 2015 02/16 ireport IL LAVORO ACCESSORIO NEL 2015 FORMAZIONE / RICERCA / CONSULENZA ireport IL LAVORO ACCESSORIO NEL 2015 02/16 Sede legale e amministrazione: Sedi operative: Udine Via Manzini, 35-41 tel. 0432

Dettagli

NOTA Le assunzioni a tempo indeterminato. Le tendenze nazionali 2014-2015

NOTA Le assunzioni a tempo indeterminato. Le tendenze nazionali 2014-2015 Fvg prima regione per crescita di assunzioni a (+110%). Voucher boom: ne sono stati venduti 5 milioni nel 2015 Elaborazione Ires Fvg Nel 2015 il Friuli Venezia Giulia è la regione in cui si è registrata

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2014 Anno 2013 Certificazione di malattia dei lavoratori dipendenti privati e pubblici Nell anno 1 2013 sono stati

Dettagli

Il lavoro interinale negli archivi INAIL un aggiornamento del quadro statistico al 2006

Il lavoro interinale negli archivi INAIL un aggiornamento del quadro statistico al 2006 Il lavoro interinale negli archivi INAIL un aggiornamento del quadro statistico al 2006 Ottobre 2007 Il numero di lavoratori interinali e la componente straniera La distribuzione per settore economico

Dettagli

A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale. Dicembre Aggiornamento all anno 2016

A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale. Dicembre Aggiornamento all anno 2016 Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Dicembre 2017 Aggiornamento all anno 2016 Certificazione di malattia dei lavoratori dipendenti privati e pubblici Nel 2016 sono

Dettagli

Ciclo economico e produttività nelle regioni italiane di Cristina Brasili

Ciclo economico e produttività nelle regioni italiane di Cristina Brasili di Cristina Brasili Presidente dell Associazione RegiosS e docente dell Università di Bologna 1 Sommario 1. Crescita economica e produttività del lavoro 2. La produttività del lavoro nelle regioni italiane

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Ottobre 2015 Primo semestre anno 2015 Lavoro accessorio Al 30 giugno 1 2015 risultano venduti 212,1 milioni di importo nominale

Dettagli

GLI STRANIERI A LISSONE: DA STUDENTI A IMPRENDITORI?

GLI STRANIERI A LISSONE: DA STUDENTI A IMPRENDITORI? Città di Lissone Provincia di Monza e della Brianza GLI STRANIERI A LISSONE: DA STUDENTI A IMPRENDITORI? Indagine statistica su un fenomeno emergente IMMIGRAZIONE IN ITALIA Al 1 gennaio 2010 sono presenti

Dettagli

Il lavoro interinale nel terzo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL

Il lavoro interinale nel terzo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL [Febbraio 2011] Il lavoro interinale nel terzo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL SINTESI Nel terzo trimestre del 2010 il numero di lavoratori che hanno svolto almeno una missione di lavoro interinale

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione H02 102 3.244 4.234 prestazioni 106.541,38 39.721,59 Basilicata H03 102 6.820 9.139 183.359,67 103.341,43 Basilicata H04 102 2.243 2.243 150.815,00

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H02 102 4.663 6.145 159.302,40 51.697,76 Basilicata H03 102 9.222 12.473 252.025,98 136.892,31 Basilicata H04 102 3.373 3.373 230.650,00

Dettagli

L Identikit dell immigrato cinese

L Identikit dell immigrato cinese Studi e ricerche sull economia dell immigrazione L Identikit dell immigrato cinese Profilo Demografico Occupazione Imprenditoria Aspetti economici Dicembre 2013 La popolazione cinese in Italia e le sue

Dettagli

Figura 1 - Pensionati e importo complessivo della spesa pensionistica, per sesso (composizioni percentuali)

Figura 1 - Pensionati e importo complessivo della spesa pensionistica, per sesso (composizioni percentuali) Allegato statistico Audizione dell Istituto nazionale di statistica: Dott.ssa Linda Laura Sabbadini Direttore del Dipartimento per le statistiche sociali e ambientali XI Commissione "Lavoro pubblico e

Dettagli

Giornata Nazionale della PREVIDENZA

Giornata Nazionale della PREVIDENZA Giornata Nazionale della PREVIDENZA Lavoro Accessorio e Buono Lavoro: il corretto utilizzo dello strumento MILANO 16 maggio 2014 - ITALIA LAVORO Progetto LOA - Paola Rampini LAVORO ACCESSORIO e BUONO LAVORO

Dettagli

I NUOVI RAPPORTI DI LAVORO DIPENDENTE IN FVG NEL 2015 (gennaiodicembre)

I NUOVI RAPPORTI DI LAVORO DIPENDENTE IN FVG NEL 2015 (gennaiodicembre) 18 febbraio #lavoro Rassegna stampa TG3 RAI FVG 16feb2016 Messaggero Veneto 17feb2016 Il Piccolo 17feb2016 Il Gazzettino 17feb2016 I NUOVI RAPPORTI DI LAVORO DIPENDENTE IN FVG NEL 2015 (gennaiodicembre)

Dettagli

Percentuale delle scuole che hanno avviato la rilevazione

Percentuale delle scuole che hanno avviato la rilevazione Rilevazione permessi Legge 104 Approfondimento sulle SCUOLE 21/10/2011 Dati generali sulle scuole Numero di scuole censite 11.264 Scuole che hanno avviato la rilevazione 9.756 Percentuale delle scuole

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO. Report statistico al 1 giugno 2010

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO. Report statistico al 1 giugno 2010 LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO Report statistico al 1 giugno 21 Dati forniti dall INPS Dati relativi al mese di maggio 21 Voucher venduti nel mese di maggio 21 per provincia e settore Provincia

Dettagli

Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004

Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004 Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004 NORD-ORIENTALE NORD-OCCIDENTALE ITALIA MEZZOGIORNO ITALIA CENTRALE -0,5 0,0 0,5 1,0 1,5

Dettagli

Il lavoro interinale nel quarto trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL

Il lavoro interinale nel quarto trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL [marzo 2011] Il lavoro interinale nel quarto trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL SINTESI Il 2010 si è chiuso con un incremento del occupazione interinale del 12,7%. Il risultato positivo fa seguito

Dettagli

SISTEMA DELLE COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE

SISTEMA DELLE COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE Dicembre 2017 - n 23 Direzione Generale dei Sistemi Informativi, Innovazione Tecnologica, Monitoraggio dati e Comunicazione SISTEMA DELLE COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE ATTIVAZIONI Nel terzo trimestre 2017

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Sicilia 1 7 Campania 1 7 Emilia Romagna 1 5 Veneto 8, 4 Basilicata 3 Calabria 3 Liguria 3 Piemonte 3 Valle d'aosta 2 Trentino Alto Adige 2 Puglia 2 Abruzzo 1 Sardegna 1 Lazio 1 Friuli Venezia Giulia 0

Dettagli

Trofeo delle Regioni Cesare Rubini" - Maschile. Calendario Incontri

Trofeo delle Regioni Cesare Rubini - Maschile. Calendario Incontri Girone A 51 18/04/2019 09.00 Lombardia vs Umbria 52 18/04/2019 11.00 Piemonte vs Marche 61 19/04/2019 14.30 Vincente 51 vs Perdente 52 62 19/04/2019 16.30 Vincente 52 vs Perdente 51 71 20/04/2019 17.00

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Osservatorio sul Precariato

Osservatorio sul Precariato Coordinamento Generale Statistico attuariale DC Entrate DC Sistemi informativi e tecnologici Osservatorio sul Precariato Dati sui nuovi rapporti di lavoro REPORT MENSILE GENNAIO - GIUGNO 2015 A partire

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 204: aggiornamento al 30/04/204 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering su base dati Inail DATI INAIL NAZIONALI

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31//2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 201: aggiornamento al 30//201 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 30/4/2017 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 30/4/2017 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 07: aggiornamento al 30//07 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 30/6/2017 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 30/6/2017 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 30/6/2017 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/7/2017 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2018: aggiornamento al 30/4/2018 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2018: aggiornamento al 30/4/2018 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 01: aggiornamento al 30/4/01 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Gli occupati stranieri pag. 2. I disoccupati stranieri pag. 4. La tipologia di impiego pag. 6

Gli occupati stranieri pag. 2. I disoccupati stranieri pag. 4. La tipologia di impiego pag. 6 Studi e ricerche sull economia dell immigrazione Il mercato del lavoro straniero in Italia Anno 2011 Gli occupati stranieri pag. 2 I disoccupati stranieri pag. 4 La tipologia di impiego pag. 6 1 Gli occupati

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 30/4/2017 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 30/4/2017 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 07: aggiornamento al 30//07 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 208: aggiornamento al //208 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 209: aggiornamento al /0/209 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

9. I consumi delle famiglie

9. I consumi delle famiglie 9. I consumi delle famiglie Nelle principali province italiane, la percentuale del reddito disponibile destinata ai consumi, e quindi all acquisto di beni e servizi necessari a soddisfare i propri bisogni,

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Toscana Basilicata 2 Molise 3 9,2 Abruzzo

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/8/2017 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/8/2017 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/8/2017 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Trentino Alto Adige 2 Campania

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Trentino Alto Adige 2 Molise

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione in Italia Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Liguria Marche 8 7,0

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione in Italia Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Calabria Sicilia 6

Dettagli

REGIME QUOTE LATTE AFFITTI DI QUOTA

REGIME QUOTE LATTE AFFITTI DI QUOTA AZIENDE RILEVATARIE PER CLASSIFICAZIONE C-Montana Aziende 6.000 B-Svantaggiata A-Non svantaggiata 5.000 4.000 3.000 524 450 499 336 597 305 803 394 629 358 532 413 572 454 609 441 697 592 818 609 627 481

Dettagli

Quasi 10mila imprese femminili in più nel 2016

Quasi 10mila imprese femminili in più nel 2016 Quasi 10mila in più nel 2016 Commercio, agricoltura, turismo, servizi, manifattura: ecco lo zoccolo duro del fare impresa delle donne Roma, 7 marzo 2017 Quasi 10mila in più nel 2016, con una variazione

Dettagli

Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011

Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011 IL PART-TIME IN ITALIA Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011 PANEL DATA P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it info@datagiovani.it

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2018 Focus sui dipendenti intermittenti 1 1. NUMERO LAVORATORI INTERMITTENTI, RETRIBUZIONI E GIORNATE RETRIBUITE NELL

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione in Italia ordinati per indice di incidenza Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali**

Dettagli

Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica

Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica 1 Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica ripartizione geografica votanti partec. voti validi CGIL CISL UIL ALTRE LISTE AGENZIE FISCALI Nord Ovest 85 12.904 11.248 87,17 10.922

Dettagli

I numeri sulla sicurezza nell economia TAC

I numeri sulla sicurezza nell economia TAC I numeri sulla sicurezza nell economia TAC 1 U n a f o t o g r a f i a s t a t i s t i c a d e l f e n o m e n o d e g l i i n f o r t u n i e d e l l e m a l a t t i e p r o f e s s i o n a l i n e l

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE E.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro interinale

OSSERVATORIO NAZIONALE E.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro interinale 2007 OSSERVATORIO NAZIONALE E.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro interinale Su dati amministrativi INAIL e INPS [Digitare il nome della società] Aprile 2007 Avvertenza Il dettaglio regionale dei

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016

DATI INAIL NAZIONALI Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016 CE.S.I.L. RE Centro Studi Infortuni sul lavoro Reggio Emilia, 2//2016 Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro a cura del Centro Studi Infortuni sul Lavoro di Conflavoro Pmi Reggio Emilia

Dettagli

Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012

Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012 Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012 Roberto Strocco Coordinatore Area Studi e Sviluppo del Territorio Unioncamere Piemonte Lo scenario internazionale

Dettagli

Il panorama delle startup innovative nella provincia di Genova. Sergio Mercati (Camera di Commercio di Genova)

Il panorama delle startup innovative nella provincia di Genova. Sergio Mercati (Camera di Commercio di Genova) Il panorama delle startup innovative nella provincia di Genova. Sergio Mercati (Camera di Commercio di Genova) Distribuzione delle 8.236 start up al 4 dicembre 2017 (Fonte: InfoCamere http://startup.registroimprese.it/

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Giugno 2018 Anno 2017 Lavoratori autonomi Artigiani e commercianti Artigiani Nell anno 2017 risultano iscritti alla gestione

Dettagli

Per ulteriori informazioni:

Per ulteriori informazioni: Tab. 1 - Persone nate in paesi non-ue per tipologia di carica Dati al 31 marzo 2016 Carica Persone Amministratore 141.748 Socio* 54.934 Titolare 357.152 Altre cariche 14.915 568.749 * La carica di socio

Dettagli

I servizi di ricerca, selezione e fornitura di personale nell 8 Censimento 2001 dell industria e dei servizi.

I servizi di ricerca, selezione e fornitura di personale nell 8 Censimento 2001 dell industria e dei servizi. I servizi di ricerca, selezione e fornitura di personale nell 8 Censimento 2001 dell industria e dei servizi. L ISTAT ha pubblicato in queste settimane il volume Italia relativo all 8 Censimento dell industria

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Aprile 2017 Aggiornamento all anno 2016 Lavoro accessorio Complessivamente 1, da agosto 2008 (inizio della sperimentazione sull

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale n casi Emilia Romagna 4,5% 2 Lombardia 4,5% 2 Sicilia 2,0% 0 Campania 8 Piemonte 7,2% 6 Veneto 6,0% 5 Basilicata 4,8% 4 Calabria 4,8% 4 Trentino

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Lombardia 4,% 6 Emilia Romagna 3,2% 5 Sicilia 9,6% Campania 7,9% 9 Veneto 6,% 7 Basilicata 4 Trentino Alto Adige 4 Abruzzo 4 Calabria 4 Liguria 4 Puglia 4 Lazio 4 Umbria 3 Marche 3 Toscana 3 Valle d'aosta

Dettagli

Stampato: TIMBRIFICIO CENTOCELLE S.r.l. Via delle Acacie, 13 c/d Roma

Stampato: TIMBRIFICIO CENTOCELLE S.r.l. Via delle Acacie, 13 c/d Roma LE ATTIVITÀ DI FONDIMPRESA novembre 2013 Stampato: TIMBRIFICIO CENTOCELLE S.r.l. Via delle Acacie, 13 c/d - 00171 Roma Piani e finanziamenti del Conto Formazione 2006 2007 2009 2010 2011 2012 2013

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Giugno 2017 Anno 2016 Lavoratori autonomi Artigiani e commercianti Artigiani Nell anno 2016 risultano iscritti alla gestione

Dettagli

Demografia, redditi e trend degli psicologi italiani Settembre 2017

Demografia, redditi e trend degli psicologi italiani Settembre 2017 Demografia, redditi e trend degli psicologi italiani Settembre 2017 Numerosità, redditi e tendenze degli psicologi liberi professionisti italiani a partire dai dati ENPAP. Federico Zanon Vicepresidente

Dettagli

DONNE E UOMINI NEL MERCATO DEL LAVORO DEL LAZIO

DONNE E UOMINI NEL MERCATO DEL LAVORO DEL LAZIO DONNE E UOMINI NEL MERCATO DEL LAVORO DEL LAZIO OCCUPAZIONE FEMMINILE LA GRANDE SFIDA IRRISOLTA Criticità strutturali Congiuntura economica 1993 1995 1997 1999 2001 2003 2005 2007 2009 2011 2013 2015 2017

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione in Italia Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Valle d'aosta Sicilia Lazio

Dettagli

CODICE CCI 2014IT05SFOP008

CODICE CCI 2014IT05SFOP008 REGIONE MARCHE POR FSE 2014/20 Obiettivo Investimenti in favore della crescita e dell occupazione CODICE CCI 2014IT05SFOP008 Allegato 1 Novembre 2014 1 Sommario Tab. a Tassi di occupazione 2007-2013 Regione

Dettagli

Grafico 1 - Enti locali Contributi erariali per ente - Anni (valori nominali in migliaia di lire)

Grafico 1 - Enti locali Contributi erariali per ente - Anni (valori nominali in migliaia di lire) Grafico 1 - Enti locali Contributi erariali per ente - Anni -1999 - (valori nominali in migliaia di lire) 35... 3... 25... 2... 15... à montane 1... 5... 1998 1999 Grafico 2 - Enti locali Contributi erariali

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Giugno 2017 Anno 2016 Lavoratori Domestici Nell anno 2016 i lavoratori domestici 1 contribuenti all Inps sono stati 866.747,

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Giugno 2018 Anno 2017 Lavoratori Domestici Nell anno 2017 i lavoratori domestici 1 contribuenti all Inps sono stati 864.526,

Dettagli

RAPPORTO SVIMEZ 2017 DOCUMENTAZIONE STATISTICA SULL ECONOMIA DEL MEZZOGIORNO. Roma, 7 novembre Camera dei Deputati

RAPPORTO SVIMEZ 2017 DOCUMENTAZIONE STATISTICA SULL ECONOMIA DEL MEZZOGIORNO. Roma, 7 novembre Camera dei Deputati RAPPORTO SVIMEZ 2017 SULL ECONOMIA DEL MEZZOGIORNO DOCUMENTAZIONE STATISTICA Roma, 7 novembre 2017 Camera dei Deputati 1. CONTI ECONOMICI TERRITORIALI Tab. A1. Conto economico delle risorse e degli impieghi

Dettagli

Fondazione CENSIS Dialogo sociale e politiche attive del lavoro nella programmazione FSE Fenomeni e tendenze del mercato del lavoro

Fondazione CENSIS Dialogo sociale e politiche attive del lavoro nella programmazione FSE Fenomeni e tendenze del mercato del lavoro Fondazione CENSIS Dialogo sociale e politiche attive del lavoro nella programmazione FSE 2014-2020. Fenomeni e tendenze del mercato del lavoro Maurizio Sorcioni Italia Lavoro Argomenti 1. Occupati e disoccupati:

Dettagli

Fig. 1 Numero di occupati dipendenti nel settore privato, FVG

Fig. 1 Numero di occupati dipendenti nel settore privato, FVG Fig. 1 occupati dipendenti nel settore privato, FVG 2008-2016 300.000 295.000 290.000 285.000 280.000 275.000 270.000 265.000 260.000 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014. Medie annuali calcolate su dati

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 7: aggiornamento al 8//7 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering

Dettagli

Premessa. Fase 1. Fase 2

Premessa. Fase 1. Fase 2 Giugno 2017 Premessa Il Centro Studi Legacoop ha svolto per conto dell Associazione Nazionale Legacoop Abitanti una ricerca finalizzata a descrivere la consistenza delle cooperative di abitazione aderenti,

Dettagli