Rapporto Statistico 2014

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rapporto Statistico 2014"

Transcript

1 Rapporto Statistico 2014 Casellario Centrale Infortuni

2 Il Casellario Centrale Infortuni È una banca dati pubblica che raccoglie tutti gli infortuni che hanno prodotto invalidità permanente o morte e sono stati accertati da un Istituto Assicuratore. (Decreto legislativo n. 38 del 23 febbraio Capo IV). Componenti Comitato di Gestione del Casellario Centrale Infortuni Maria Teresa PALATUCCI Claudio MERCURI Stefano TOMASINI Agatino CARIOLA Rossella SEBASTIANI Amedeo BOGLIACCINO Valerio Maria PUNZI Stefano RICCI Marco Maria Carlo COVIELLO Presidente Dirigente responsabile del Casellario In rappresentanza dell INAIL In rappresentanza dell INAIL (settore navigazione ex Ipsema) In rappresentanza dell ANIA In rappresentanza dell INPS In rappresentanza dell ENPAIA Esperti in materia di assicurazione e di discipline statistiche INAIL - Casellario Centrale Infortuni Roma - Via Roberto Ferruzzi, 38 Rapporto Statistico 2014 Si ringraziano per la collaborazione: Andrea BUCCIARELLI, Adelina BRUSCO e Marco FERRETTI della Consulenza Statistico Attuariale INAIL Finito di stampare nel mese di dicembre 2014 dalla Tipografia INAIL di Milano

3 Indice Pag. Premessa 9 Struttura 11 Nota Metodologica 13 PARTE PRIMA INFORTUNI COMPLESSIVI E MALATTIE PROFESSIONALI Tav. 1.0 Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il per anno e per tipologia di copertura assicurativa - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 1.1 Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 1.2 Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 1.3 Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il per anno e classe di grado d'invalidità - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 1.4 Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il per anno e mese di accadimento/manifestazione - Valori Assoluti e Valori Percentuali PARTE SECONDA INFORTUNI DA RESPONSABILITA' CIVILE AUTO Tav. 2.1 Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 2.2 Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 2.3 Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e classe di grado d'invalidità - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 2.4 Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e mese di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 2.5 Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e giorno della settimana di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali

4 Tav. 2.6 Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e regione di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 2.7 Sinistri con Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e regione di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 2.8 Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e regione di accadimento - Media Infortunati per Sinistro Tav. 2.9 Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e regione di accadimento - Frequenza Relativa di Infortunio per Residenti e Frequenza Relativa di Infortunio per Parco Veicolare Tav Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno (di accadimento) e nazionalità di nascita (top 10 escluso Italia) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e sede della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per natura della lesione e sede della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel definiti e comunicati al CCI a tutto il per natura della lesione, regione di accadimento e sede della lesione TESTA Grado Medio d'invalidità Tav Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel definiti e comunicati al CCI a tutto il per natura della lesione, regione di accadimento e sede della lesione COLLO Grado Medio d'invalidità Tav Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel definiti e comunicati al CCI a tutto il per natura della lesione, regione di accadimento e sede della lesione ARTI SUPERIORI Grado Medio d'invalidità Tav Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel definiti e comunicati al CCI a tutto il per natura della lesione, regione di accadimento e sede della lesione BUSTO Grado Medio d'invalidità Tav Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel definiti e comunicati al CCI a tutto il per natura della lesione, regione di accadimento e sede della lesione ARTI INFERIORI Grado Medio d'invalidità Tav Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel definiti e comunicati al CCI a tutto il per sesso, classe di età e regione di accadimento Grado Medio d'invalidità

5 Tav Infortuni da RC Auto NON MORTALI avvenuti nel definiti e comunicati al CCI a tutto il per natura della lesione COLPO DI FRUSTA e regione di accadimento - Valori Assoluti PARTE TERZA INFORTUNI DA ASSICURAZIONE FACOLTATIVA Tav. 3.1 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 3.2 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 3.3 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e classe di grado d'invalidità - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 3.4 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e mese di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 3.5 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e giorno della settimana di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 3.6 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e regione di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 3.7 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e regione di accadimento - Frequenza Relativa di Infortunio per Residenti Tav. 3.8 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e sede della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 3.9 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e natura della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e qualifica professionale - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno e tipo di causa - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno ed agente materiale - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno (di accadimento) e nazionalità di nascita (top 10 escluso Italia) - Valori Assoluti e Valori Percentuali

6 Tav Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per natura della lesione e sede della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per natura della lesione e tipo di causa - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per sede della lesione e tipo di causa - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per classe di grado d'invalidità e tipo di causa - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per agente materiale e tipo di causa - Valori Assoluti e Valori Percentuali PARTE QUARTA INFORTUNI LAVORATIVI Tav. 4.1 Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 4.2 Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 4.3 Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e classe di grado d'invalidità - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 4.4 Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e mese di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 4.5 Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e giorno della settimana di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 4.6 Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e regione di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 4.7 Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e regione di accadimento - Frequenza Relativa di Infortunio per Residenti Tav. 4.8 Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e sede della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 4.9 Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e natura della lesione - Valori Assoluti e Valori Percentuali

7 Tav Infortuni Lavorativi IN ITINERE avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e giorno della settimana di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni Lavorativi STRADALI avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e giorno della settimana di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e qualifica professionale - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno e gestione - Valori Assoluti e Valori Percentuali PARTE QUINTA MALATTIE PROFESSIONALI Tav. 5.1 Malattie Professionali manifestatesi nel periodo definite a tutto il e comunicate al CCI per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 5.2 Malattie Professionali manifestatesi nel periodo definite a tutto il e comunicate al CCI per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 5.3 Malattie Professionali manifestatesi nel periodo definite a tutto il e comunicate al CCI per anno e classe di grado d'invalidità - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 5.4 Malattie Professionali manifestatesi nel periodo definite a tutto il e comunicate al CCI per anno e mese di manifestazione - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 5.5 Malattie Professionali manifestatesi nel periodo definite a tutto il e comunicate al CCI per anno e tipo di malattia - Valori Assoluti e Valori Percentuali Tav. 5.6 Malattie Professionali manifestatesi nel periodo definite a tutto il e comunicate al CCI per anno e gestione - Valori Assoluti e Valori Percentuali PARTE SESTA TEMPI DI DEFINIZIONE Tav. 6.1 Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il per anno di accadimento/manifestazione ed anno di definizione - Valori Assoluti Incrementali, Valori Assoluti Cumulati, Valori Percentuali Incrementali e Valori Percentuali Cumulati Tav. 6.2 Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno di accadimento ed anno di definizione - Valori Assoluti Incrementali, Valori Assoluti Cumulati, Valori Percentuali Incrementali e Valori Percentuali Cumulati

8 Tav. 6.3 Infortuni da Assicurazione Facoltativa avvenuti nel periodo definiti e comunicati al CCI a tutto il per anno di accadimento ed anno di definizione - Valori Assoluti Incrementali, Valori Assoluti Cumulati, Valori Percentuali Incrementali e Valori Percentuali Cumulati Tav. 6.4 Infortuni Lavorativi avvenuti nel periodo definiti a tutto il e comunicati al CCI per anno di accadimento ed anno di definizione - Valori Assoluti Incrementali, Valori Assoluti Cumulati, Valori Percentuali Incrementali e Valori Percentuali Cumulati Tav. 6.5 Malattie Professionali manifestatesi nel periodo definite a tutto il e comunicate al CCI per anno di manifestazione ed anno di definizione - Valori Assoluti Incrementali, Valori Assoluti Cumulati, Valori Percentuali Incrementali e Valori Percentuali Cumulati

9 PREMESSA Il Casellario Centrale Infortuni è una banca dati pubblica che raccoglie gli infortuni professionali e non professionali, le malattie professionali e i sinistri afferenti al ramo RC Auto, che hanno prodotto invalidità permanente o morte e che sono stati accertati da un Istituto Assicuratore pubblico o privato (Decreto legislativo n. 38 del 23 febbraio Capo IV). Queste informazioni sono necessarie agli Istituti Assicuratori pubblici e privati per verificare le preesistenze infortunistiche e patologiche dei singoli infortunati e svolgono quindi un utile finalità antifrode. Inoltre le stesse informazioni, aggregate con criteri statistici, consentono di proporre una lettura che guarda al fenomeno infortunistico nel suo complesso e nelle sue diverse articolazioni. È comunque opportuno sottolineare che la Banca Dati non restituisce una rilevazione della casistica degli infortuni avvenuti - non pervengono infatti le singole denunce di infortunio - ma degli eventi che hanno causato postumi di invalidità permanente e che sono effettivamente riconosciuti e/o indennizzati dagli enti assicuratori pubblici e privati. Dall applicazione di questi criteri, previsti dalla norma, può discendere un divario con le risultanze statistiche di altre Banche Dati che rispondono a diversi principi normativi, fonti di alimentazione e finalità. Il Rapporto statistico del Casellario, giunto alla sua sesta edizione, riferisce in merito a tutti gli infortuni / malattie professionali definiti, sia in ambito professionale che extraprofessionale, nel quinquennio 2009/2013. L analisi proposta può essere letta non solo per contrastare i comportamenti fraudolenti in campo assicurativo, ma anche per le politiche pubbliche in materia di prevenzione degli eventi dannosi che si verificano soprattutto sulla strada. In questa direzione vanno ricercate tutte le sinergie possibili con Istituzioni di studio e ricerca, con Organizzazioni interessate alla materia e con altre Banche dati pubbliche e private, al fine di contribuire attivamente alla diminuzione degli eventi che causano invalidità permanenti, oltre che per offrire un efficace e indispensabile strumento di controllo a fini antifrode. Il mio ringraziamento va alla struttura organizzativa del Casellario e a tutti coloro che hanno fornito la propria competente collaborazione per la preparazione del Rapporto. Maria Teresa PALATUCCI

10

11 STRUTTURA Il presente Rapporto Statistico è articolato in 6 parti, in ciascuna delle quali sono riportati i dati relativi agli Infortuni avvenuti e alle Malattie Professionali manifestatesi nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il Causa i tempi tecnici di definizione necessariamente prolungati, alla data di rilevazione sussistono (in particolare per quanto riguarda l'anno 2013) quote consistenti di casi in corso di definizione, non presenti, quindi, in questo elaborato. Le tabelle sono espresse sia in Valori Assoluti che in Valori Percentuali (N.B.: eventuali incongruenze nelle totalizzazioni dei valori percentuali sono da attribuire alla procedura automatica di arrotondamento). Nella prima parte, dove sono riportati i dati relativi agli Infortuni Complessivi (Infortuni da RC Auto, Infortuni da Assicurazione Facoltativa ed Infortuni Lavorativi) ed alle Malattie Professionali, si è voluto fornire un quadro generale dell ambito infortunistico. È stata prodotta una prima tabella di sintesi ove vengono illustrati, per tipologia di copertura assicurativa, l insieme dei dati oggetto del Rapporto Statistico; le successive tabelle sono state generate: per sesso e classe di età, per classe di grado d invalidità e per mese di accadimento/manifestazione. Nella seconda parte vengono presi in considerazione i dati relativi agli Infortuni da Responsabilità Civile Auto, per i quali sono state generate le tabelle: per sesso e classe di età, per classe di grado d invalidità, per mese di accadimento, per giorno della settimana di accadimento, per regione di accadimento, per sede della lesione e per nazionalità di nascita. Si è provveduto a realizzare due tabelle, entrambe per regione di accadimento, una con il numero dei sinistri (con infortuni), l altra con la media degli infortunati per sinistro. È stato effettuato uno studio della frequenza relativa di infortunio, su base regionale, sia con riferimento alla Popolazione Residente (di fonte ISTAT) che al Parco Veicolare (di fonte ACI). Per gli anni 2012 e 2013, si è provveduto ad effettuare uno studio per natura della lesione e sede della lesione. Per quanto riguarda, invece, il solo 2013, sono state sviluppate tabelle con il grado medio di invalidità: per sede della lesione, natura della lesione e regione di accadimento e per sesso, classe di età e regione di accadimento. Infine, si è analizzata l incidenza del colpo di frusta sul totale degli infortuni su base regionale. La terza parte contiene i dati relativi agli Infortuni da Assicurazione Facoltativa, per i quali sono state generate le tabelle: per sesso e classe di età, per classe di grado d invalidità, per mese di accadimento, per giorno della settimana di accadimento, per regione di accadimento, per sede della lesione, per natura della lesione, per qualifica professionale, per il tipo di causa dell evento, per agente materiale e per nazionalità di nascita. Per gli anni 2012 e 2013, si è provveduto ad effettuare ulteriori studi: per natura della lesione e sede della lesione, per natura della lesione e tipo di causa, per sede della lesione e tipo di causa, per classe di grado d invalidità e tipo di causa, per agente materiale e tipo di causa. La quarta parte prende in esame i casi di Infortuni Lavorativi, per i quali si è provveduto a generare le tabelle: per sesso e classe di età, per classe di grado d invalidità, per mese di accadimento, per giorno della settimana di accadimento, per regione di accadimento, per sede della lesione, per natura della lesione, per qualifica professionale e per settore di attività. Inoltre, è stato effettuato uno studio sugli Infortuni in Itinere (ovvero quegli infortuni avvenuti nel tragitto casa-lavoro-casa) e sugli Infortuni Stradali, per giorno della settimana di accadimento. I dati di provenienza Inail sono aggiornati alla data di definizione del La quinta parte si occupa di statisticare le Malattie Professionali, essa si compone delle tabelle: per sesso e classe di età, per classe di grado d invalidità, per mese di manifestazione, per tipo di malattia e per settore di attività. I dati di provenienza Inail sono aggiornati alla data di definizione del Nella sesta ed ultima parte sono studiati i Tempi di Definizione degli Infortuni e/o delle Malattie Professionali producendo delle tabelle ove vengono rappresentati i dati per anno di accadimento/manifestazione e per anno di definizione. Tali tabelle sono espresse in: Valori Assoluti Incrementali, Valori Assoluti Cumulati, Valori Percentuali Incrementali e Valori Percentuali Cumulati.

12

13 NOTA METODOLOGICA Si riportano di seguito le note esplicative redatte dagli esperti statistici del Comitato di Gestione del Casellario Centrale Infortuni (CCI), ovvero dalla Consulenza Statistico Attuariale dell Inail e dall Associazione Nazionale fra le imprese assicuratrici (Ania). INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI Nella presente pubblicazione statistica, i dati relativi agli infortuni sul lavoro e alle malattie professionali si riferiscono agli eventi avvenuti/manifestatesi nel periodo e definiti con un grado di menomazione uguale o superiore all 1%. Per quanto riguarda i dati sugli infortuni sul lavoro occorre precisare che ogni generazione di eventi necessita di un periodo di consolidamento; infatti, oltre il 99% dei casi si definisce dopo un triennio di osservazione rispetto all anno di accadimento. Premesso ciò, il triennio è da ritenersi sufficientemente consolidato, mentre i dati relativi agli eventi occorsi nel biennio , a causa dei tempi tecnici di definizione, necessitano di un ulteriore periodo di osservazione. Per le malattie professionali i tempi di completa definizione sono mediamente maggiori. I dati sono elaborati considerando le gestioni assicurative dell Industria e servizi, dell Agricoltura e dei Dipendenti del Conto Stato e del Settore Navigazione (si segnala che a partire dal 31 maggio 2010 con d.l. n. 78 l Ipsema, Istituto assicuratore per il settore marittimo, è stato incorporato in Inail). Le statistiche sono aggiornate alla data di rilevazione del 30 aprile 2014, in coincidenza con la data del primo aggiornamento semestrale della Banca Dati Statistica Inail. Infortunio sul lavoro Secondo il d.p.r del 30/06/1965 Testo unico delle disposizioni per l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali : all art. 2 L assicurazione comprende tutti i casi di infortunio avvenuti per causa violenta in occasione di lavoro, da cui sia derivata la morte o un inabilità permanente al lavoro, assoluta o parziale, ovvero un inabilità temporanea assoluta che comporti l astensione dal lavoro per più di tre giorni. Nella pubblicazione sono presi in esame gli infortuni e le malattie professionali definiti per i quali si è concluso positivamente l iter sanitario e amministrativo e che hanno prodotto la morte o un inabilità di grado superiore o pari all 1%; tra quest ultimi - limitatamente agli eventi che hanno prodotto un grado dall 1% al 5% - sono compresi anche i casi che hanno dato luogo a un indennizzo per inabilità temporanea ed i cosiddetti regolari senza indennizzo (casi riconosciuti dall Istituto per i quali non è prevista una prestazione economica). Infortunio sul lavoro in itinere Si tratta di infortunio avvenuto nel tragitto tra sede del lavoro e abitazione (casa-lavoro-casa) salvo il caso di interruzione o deviazione del tutto indipendente dal lavoro o, comunque, non necessitata. Se non c è un servizio mensa aziendale comprende anche lo spostamento dal luogo di lavoro a quello del pasto. L interruzione o la deviazione è necessitata quando è dovuta a causa di forza maggiore, ad esigenze essenziali ed improrogabili o all adempimento di obblighi penalmente rilevanti. Comprende anche l uso del mezzo di trasporto privato purché necessitato; in questo caso sono esclusi gli infortuni cagionati direttamente dall abuso di alcolici, psicofarmaci e stupefacenti. Con l attuazione del d.lgs. 38/2000 art.12 l infortunio in itinere rientra tra gli infortuni indennizzabili quando si presentano le condizioni su esposte. Infortunio sul lavoro in occasione di lavoro Si tratta di infortunio strettamente collegato all attività lavorativa. Sono, pertanto, tutti gli infortuni al netto di quelli in itinere. Infortunio sul lavoro stradale A partire dal 2004 per i casi di infortunio denunciati all Inail è stata introdotta una specifica codifica per gli incidenti che prevedono il coinvolgimento di un mezzo di trasporto, chiamati d ora in poi, per brevità,

14 stradali 1, intesi come infortuni avvenuti nella pubblica via e causati da circolazione stradale, indipendentemente dal fatto che l infortunio sia occorso nell esercizio di un attività lavorativa o in itinere. La valorizzazione dell informazione all atto dell acquisizione della denuncia di infortunio da parte dell operatore delle unità territoriali dell Inail è necessaria al proseguimento dell iter amministrativo che porta all eventuale azione di surroga. A titolo di esempio, rientrano in questa definizione sia l incidente capitato all autotrasportatore nell esercizio della sua attività che l investimento del pedone da parte di un autoveicolo se riguarda un lavoratore che si sta recando al lavoro (in itinere). Non deve, invece, essere considerato come incidente stradale, l incidente fra autoveicoli o causato da autoveicoli all interno di un cantiere di lavoro in quanto lo stesso non può considerarsi incidente stradale in senso stretto, né legato a particolare rischio da circolazione di autoveicoli. Malattia professionale Secondo il d.p.r del 30/06/1965 Testo unico delle disposizioni per l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali : all art. 3 L assicurazione è altresì obbligatoria per le malattie professionali indicate nella tabella allegato n. 4, le quali siano contratte nell esercizio e a causa delle lavorazioni specificate nella tabella stessa ed in quanto tali lavorazioni rientrino tra quelle previste nell art. 1. Per la presente pubblicazione sono state elaborate le malattie professionali manifestatesi nel quinquennio che hanno comportato un riconoscimento di un grado di inabilità pari o superiore all 1%. Per epoca di manifestazione della malattia professionale non si intende il momento dell insorgenza della malattia; se questa ha determinato assenza dal lavoro, coincide con il primo giorno di assenza, in caso contrario con la data di attestazione di probabile malattia professionale da parte del medico curante. Natura della lesione Tipo di pregiudizio psicofisico conseguente ad un azione lesiva. Sede della lesione Parte del corpo interessata dalla lesione. Ripartizioni geografiche Nord-ovest: Piemonte, Valle d Aosta, Lombardia, Liguria Nord-est: Trento, Bolzano-Bozen, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna Centro: Toscana, Umbria, Marche, Lazio Sud: Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria Isole: Sardegna e Sicilia 1 Sono per la massima parte incidenti da circolazione stradale e dell eventuale quota, trascurabile, relativa a quelli ferroviari o aerei (n.b. esclusi comunque quelli del personale di volo, non assicurato) non si darà evidenza per motivi di significatività statistica.

15 INFORTUNI DA RC AUTO E ASSICURAZIONE FACOLTATIVA I dati presentati in questo rapporto e relativi al settore assicurativo privato riguardano: gli infortuni subiti da individui non responsabili a seguito di incidenti stradali (ossia conducenti non responsabili, terzi trasportati e passanti), che vengono coperti dall assicurazione obbligatoria della responsabilità civile auto verso terzi. gli infortuni professionali ed extra-professionali che a seguito di copertura volontaria e facoltativa vengono risarciti dal settore assicurativo privato. La copertura volontaria per gli infortuni copre cioè l assicurato sia per i danni derivanti dallo svolgimento dell attività professionale sia per i danni subiti durante ogni altra attività che non abbia carattere professionale (es. tempo libero, attività sportiva dilettantistica, ecc ). Fra questi rientrano anche gli infortuni dei conducenti di veicoli che, pur essendo responsabili dell incidente, vengono risarciti sulla base di una copertura facoltativa aggiuntiva alla RC Auto. Va precisato che, in caso di infortunio sul lavoro per il quale oltre alla copertura dell Inail vi sia anche una copertura su base volontaria, l assicurato verrà risarcito da entrambi gli enti assicurativi (pubblico e privato). in entrambi i casi (assicurazione RC Auto obbligatoria e assicurazione infortuni facoltativa) la normativa vigente stabilisce che le imprese forniscano al Casellario Centrale Infortuni (CCI) i soli casi di danni con invalidità permanente o con esito mortale. Sono quindi esclusi tutti i casi di individui che pur avendo subito una lesione, risolvono l evento con una inabilità temporanea. Inoltre la comunicazione del dato da parte delle imprese al CCI avviene solo dopo che la lesione è stata completamente definita. Questo significa che il numero degli infortuni riportato nei vari anni non è espressione del numero degli infortuni accaduti, ma di quelli che alla data di osservazione sono stati definiti. Si ricorda, peraltro, che nel caso di danni fisici i tempi necessari per la completa definizione del danno sono generalmente molto lunghi (anche oltre 10 anni). Occorrerà pertanto un ampio numero di anni di osservazione per avere la corretta quantificazione degli infortuni accaduti nei vari anni. oltre a questo aspetto, occorre tenere presente che l alimentazione della banca dati da parte delle imprese, soprattutto per quanto concerne gli infortuni da RC Auto è migliorata progressivamente nel tempo e, quindi, un numero via via crescente di casi è stato inviato al CCI. Quanto precede implica che eventuali valutazioni di trend fra anni diversi debbono essere attentamente valutate, in quanto potrebbero risultare largamente influenzate da questo aspetto. i confronti temporali sul numero di infortuni risarciti dal settore assicurativo vanno inoltre interpretati in relazione al momento di osservazione degli stessi. Infatti, il numero di infortuni accaduti nei vari anni (dal 2009 al 2013), definiti e comunicati al 30 aprile 2014, possono risentire della diversa estensione del periodo di osservazione rispetto all anno di accadimento: ciò è particolarmente vero per gli anni più recenti (ossia il 2012 e il 2013).

16

17 Parte Prima Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo definiti/e (*) e comunicati/e al C.C.I. a tutto il dati di provenienza Imprese Assicuratrici Inail (**) Enpaia Inpgi (*) Infortuni e Malattie che hanno prodotto invalidità permanente o morte e sono stati/e accertati/e da un Istituto Assicuratore (**) Fonte: archivi della Banca Dati Statistica e del Settore Navigazione

18 Tavola Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo , definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il , per anno e tipologia di copertura assicurativa - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI ASSOLUTI TIPOLOGIA DI COPERTURA ASSICURATIVA INFORTUNI DA RC AUTO INFORTUNI DA ASSICURAZIONE FACOLTATIVA INFORTUNI LAVORATIVI INFORTUNI COMPLESSIVI (1) MALATTIE PROFESSIONALI TOTALE (2) VALORI PERCENTUALI TIPOLOGIA DI COPERTURA ASSICURATIVA INFORTUNI DA RC AUTO 68,5% 67,5% 64,8% 50,1% 40,7% INFORTUNI DA ASSICURAZIONE FACOLTATIVA 17,4% 17,9% 19,2% 24,9% 23,1% INFORTUNI LAVORATIVI 12,2% 12,3% 13,2% 20,4% 28,1% INFORTUNI COMPLESSIVI 98,1% 97,7% 97,2% 95,4% 91,9% MALATTIE PROFESSIONALI 1,9% 2,3% 2,8% 4,6% 8,1% (1) E' la somma degli "Infortuni da RC Auto", "Infortuni da Assicurazione Facoltativa" e "Infortuni Lavorativi" (2) E' la somma tra gli "Infortuni Complessivi" e le "Malattie Professionali" INFORTUNI DA RC AUTO INFORTUNI DA ASSICURAZIONE FACOLTATIVA INFORTUNI LAVORATIVI MALATTIE PROFESSIONALI

19 Tavola Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo , definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI ASSOLUTI CLASSE DI ETA' Maschi Fino a Da 15 a Da 25 a Oltre TOTALE Femmine Fino a Da 15 a Da 25 a Oltre TOTALE Maschi + Femmine Fino a Da 15 a Da 25 a Oltre TOTALE

20 Segue Tavola Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo , definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI PERCENTUALI CLASSE DI ETA' Maschi Fino a 14 1,7% 1,8% 1,7% 1,7% 1,5% Da 15 a 24 17,2% 16,3% 15,3% 12,0% 9,8% Da 25 a 54 63,7% 63,6% 63,0% 62,6% 62,1% Oltre 54 17,4% 18,3% 20,0% 23,7% 26,6% Incidenza % Maschi 61,5% 60,7% 60,8% 62,9% 64,3% Femmine Fino a 14 2,1% 2,1% 2,0% 1,9% 1,7% Da 15 a 24 16,3% 15,8% 14,9% 11,5% 9,6% Da 25 a 54 61,6% 61,4% 60,4% 58,0% 57,6% Oltre 54 20,0% 20,7% 22,6% 28,6% 31,1% Incidenza % Femmine 38,5% 39,3% 39,2% 37,1% 35,7% Maschi + Femmine Fino a 14 1,9% 1,9% 1,8% 1,8% 1,6% Da 15 a 24 16,8% 16,1% 15,1% 11,8% 9,7% Da 25 a 54 62,9% 62,8% 62,0% 60,9% 60,5% Oltre 54 18,4% 19,3% 21,1% 25,5% 28,2%

21 Tavola Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo , definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI ASSOLUTI CLASSE DI ETA' Maschi Fino a Da 18 a Da 30 a Da 42 a Da 54 a Da 66 a Oltre TOTALE Femmine Fino a Da 18 a Da 30 a Da 42 a Da 54 a Da 66 a Oltre TOTALE Maschi + Femmine Fino a Da 18 a Da 30 a Da 42 a Da 54 a Da 66 a Oltre TOTALE

22 Segue Tavola Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo , definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI PERCENTUALI CLASSE DI ETA' Maschi Fino a 17 4,4% 4,2% 4,0% 3,7% 3,1% Da 18 a 29 25,7% 24,6% 23,1% 18,3% 15,5% Da 30 a 41 28,3% 27,7% 26,7% 25,0% 23,5% Da 42 a 53 22,7% 23,6% 24,5% 27,3% 29,1% Da 54 a 65 12,8% 13,5% 14,7% 17,5% 20,1% Da 66 a 77 4,9% 5,1% 5,5% 6,4% 6,9% Oltre 77 1,1% 1,3% 1,5% 1,8% 1,8% Incidenza % Maschi 61,5% 60,7% 60,8% 62,9% 64,3% Femmine Fino a 17 4,5% 4,4% 4,2% 3,8% 3,2% Da 18 a 29 24,8% 24,1% 22,7% 17,6% 15,3% Da 30 a 41 26,3% 25,7% 24,6% 21,7% 20,1% Da 42 a 53 22,7% 23,3% 24,0% 26,0% 27,8% Da 54 a 65 14,0% 14,5% 15,6% 19,5% 22,4% Da 66 a 77 6,1% 6,2% 6,8% 8,6% 8,7% Oltre 77 1,7% 1,8% 2,0% 2,7% 2,5% Incidenza % Femmine 38,5% 39,3% 39,2% 37,1% 35,7% Maschi + Femmine Fino a 17 4,4% 4,3% 4,1% 3,7% 3,1% Da 18 a 29 25,3% 24,4% 23,0% 18,0% 15,4% Da 30 a 41 27,6% 26,9% 25,9% 23,8% 22,2% Da 42 a 53 22,7% 23,5% 24,3% 26,9% 28,6% Da 54 a 65 13,3% 13,9% 15,1% 18,2% 20,9% Da 66 a 77 5,4% 5,5% 6,0% 7,2% 7,6% Oltre 77 1,3% 1,5% 1,7% 2,1% 2,1%

23 Tavola Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo , definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il , per anno e classe di grado d'invalidità - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI ASSOLUTI GRADO/ESITO MORTALE Da 11 a Da 16 a Da 26 a Da 36 a Da 51 a Da 76 a ESITO MORTALE TOTALE VALORI PERCENTUALI GRADO/ESITO MORTALE ,8% 36,9% 38,2% 32,3% 29,9% 2 27,3% 25,9% 23,9% 19,2% 19,3% 3 11,8% 11,4% 11,0% 11,7% 12,6% 4 6,7% 6,6% 6,7% 8,5% 9,3% 5 3,4% 3,2% 3,2% 4,0% 3,7% 6 3,9% 3,9% 4,2% 6,0% 7,3% 7 2,1% 2,1% 2,2% 3,1% 3,2% 8 1,8% 1,9% 2,0% 2,9% 3,0% 9 1,2% 1,2% 1,3% 1,8% 1,7% 10 1,1% 1,2% 1,2% 1,8% 1,8% Da 11 a 15 2,4% 2,4% 2,5% 3,6% 3,3% Da 16 a 25 1,9% 1,9% 2,0% 2,9% 3,0% Da 26 a 35 0,5% 0,4% 0,5% 0,6% 0,5% Da 36 a 50 0,2% 0,2% 0,2% 0,3% 0,2% Da 51 a 75 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% 0,2% Da 76 a 100 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% 0,2% ESITO MORTALE 0,7% 0,6% 0,6% 0,8% 0,8%

24 Tavola Infortuni Complessivi e Malattie Professionali avvenuti/manifestatesi nel periodo , definiti/e e comunicati/e al CCI a tutto il , per anno e mese di accadimento/manifestazione - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI ASSOLUTI MESE DI ACCADIMENTO/ MANIFESTAZIONE GENNAIO FEBBRAIO MARZO APRILE MAGGIO GIUGNO LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE TOTALE VALORI PERCENTUALI MESE DI ACCADIMENTO/ MANIFESTAZIONE GENNAIO 8,1% 8,4% 8,5% 10,3% 11,8% FEBBRAIO 7,7% 8,1% 8,3% 9,7% 10,7% MARZO 8,8% 8,8% 9,2% 9,3% 10,9% APRILE 8,3% 8,6% 9,1% 7,7% 10,4% MAGGIO 9,0% 8,8% 9,6% 9,0% 10,9% GIUGNO 8,5% 8,3% 8,9% 8,8% 10,0% LUGLIO 8,9% 8,6% 8,7% 8,6% 9,3% AGOSTO 6,6% 6,6% 7,1% 7,0% 6,4% SETTEMBRE 8,4% 8,3% 8,3% 7,5% 6,7% OTTOBRE 8,9% 8,7% 8,2% 8,1% 5,9% NOVEMBRE 8,2% 8,5% 7,4% 7,2% 4,3% DICEMBRE 8,5% 8,2% 6,7% 6,8% 2,9%

25 Parte Seconda Infortuni da Responsabilità Civile Auto avvenuti nel periodo definiti (*) e comunicati al C.C.I. a tutto il dati di provenienza Imprese Assicuratrici (*) Infortuni che hanno prodotto invalidità permanente o morte e sono stati accertati da un Istituto Assicuratore

26 Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI ASSOLUTI CLASSE DI ETA' Maschi Fino a Da 15 a Da 25 a Oltre TOTALE Femmine Fino a Da 15 a Da 25 a Oltre TOTALE Maschi + Femmine Fino a Da 15 a Da 25 a Oltre TOTALE Maschi + Femmine Fino a 14 Da 15 a 24 Da 25 a 54 Oltre

27 Segue Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (grandi fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI PERCENTUALI CLASSE DI ETA' Maschi Fino a 14 2,0% 2,0% 1,9% 2,1% 2,0% Da 15 a 24 22,4% 21,5% 20,7% 19,0% 17,8% Da 25 a 54 61,3% 61,4% 60,9% 59,8% 59,2% Oltre 54 14,3% 15,0% 16,5% 19,1% 21,0% Incidenza % Maschi 57,5% 56,6% 56,1% 56,6% 57,0% Femmine Fino a 14 2,2% 2,1% 2,1% 2,1% 1,9% Da 15 a 24 19,3% 18,9% 18,2% 16,0% 15,2% Da 25 a 54 61,1% 61,1% 60,6% 58,5% 58,4% Oltre 54 17,4% 17,8% 19,2% 23,4% 24,6% Incidenza % Femmine 42,5% 43,4% 43,9% 43,4% 43,0% Maschi + Femmine Fino a 14 2,1% 2,1% 2,0% 2,1% 1,9% Da 15 a 24 21,1% 20,4% 19,6% 17,7% 16,7% Da 25 a 54 61,3% 61,3% 60,8% 59,2% 58,8% Oltre 54 15,6% 16,3% 17,7% 21,0% 22,5%

28 Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI ASSOLUTI CLASSE DI ETA' Maschi Fino a Da 18 a Da 30 a Da 42 a Da 54 a Da 66 a Oltre TOTALE Femmine Fino a Da 18 a Da 30 a Da 42 a Da 54 a Da 66 a Oltre TOTALE Maschi + Femmine Fino a Da 18 a Da 30 a Da 42 a Da 54 a Da 66 a Oltre TOTALE

29 Segue Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno, sesso e classe di età (piccole fasce) - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI PERCENTUALI CLASSE DI ETA' Maschi Fino a 17 5,4% 5,2% 4,9% 5,2% 4,8% Da 18 a 29 32,3% 31,3% 30,1% 27,1% 25,9% Da 30 a 41 28,9% 28,7% 27,9% 26,8% 25,8% Da 42 a 53 18,1% 18,7% 19,5% 20,6% 21,1% Da 54 a 65 9,4% 9,9% 10,6% 11,5% 12,6% Da 66 a 77 4,5% 4,7% 5,1% 6,2% 6,8% Oltre 77 1,4% 1,5% 1,9% 2,6% 2,9% Incidenza % Maschi 57,5% 56,6% 56,1% 56,6% 57,0% Femmine Fino a 17 5,0% 4,9% 4,7% 4,6% 4,1% Da 18 a 29 28,8% 28,4% 27,2% 23,9% 23,3% Da 30 a 41 27,5% 27,1% 26,3% 24,7% 24,0% Da 42 a 53 20,1% 20,5% 21,2% 21,9% 22,4% Da 54 a 65 11,1% 11,4% 12,0% 13,2% 13,8% Da 66 a 77 5,6% 5,7% 6,2% 8,1% 8,6% Oltre 77 1,9% 2,0% 2,3% 3,6% 3,7% Incidenza % Femmine 42,5% 43,4% 43,9% 43,4% 43,0% Maschi + Femmine Fino a 17 5,2% 5,1% 4,8% 5,0% 4,5% Da 18 a 29 30,8% 30,0% 28,8% 25,7% 24,8% Da 30 a 41 28,3% 28,0% 27,2% 25,9% 25,0% Da 42 a 53 19,0% 19,5% 20,3% 21,2% 21,7% Da 54 a 65 10,1% 10,5% 11,2% 12,2% 13,1% Da 66 a 77 5,0% 5,1% 5,6% 7,0% 7,6% Oltre 77 1,6% 1,8% 2,1% 3,1% 3,2%

30 Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e classe di grado d'invalidità - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI ASSOLUTI GRADO/ESITO MORTALE Da 11 a Da 16 a Da 26 a Da 36 a Da 51 a Da 76 a ESITO MORTALE TOTALE VALORI PERCENTUALI GRADO/ESITO MORTALE ,7% 46,0% 49,2% 48,7% 51,3% 2 30,9% 29,2% 26,9% 21,3% 20,7% 3 11,3% 10,7% 10,0% 10,5% 11,0% 4 4,9% 4,7% 4,5% 5,7% 5,8% 5 2,8% 2,5% 2,5% 3,4% 3,4% 6 1,5% 1,5% 1,5% 2,3% 2,0% 7 1,0% 1,0% 1,0% 1,6% 1,3% 8 0,8% 0,8% 0,8% 1,3% 1,0% 9 0,6% 0,6% 0,6% 0,9% 0,7% 10 0,4% 0,4% 0,4% 0,7% 0,5% Da 11 a 15 1,3% 1,2% 1,1% 1,6% 1,0% Da 16 a 25 0,8% 0,7% 0,7% 1,0% 0,6% Da 26 a 35 0,2% 0,2% 0,2% 0,3% 0,1% Da 36 a 50 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% Da 51 a 75 0,1% 0,1% 0,1% 0,1% 0,0% Da 76 a 100 0,1% 0,1% 0,0% 0,1% 0,0% ESITO MORTALE 0,4% 0,3% 0,3% 0,5% 0,4%

31 Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e mese di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI ASSOLUTI MESE DI ACCADIMENTO GENNAIO FEBBRAIO MARZO APRILE MAGGIO GIUGNO LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE TOTALE VALORI PERCENTUALI MESE DI ACCADIMENTO GENNAIO 7,8% 8,5% 8,5% 11,6% 12,5% FEBBRAIO 7,7% 8,1% 8,3% 9,4% 11,0% MARZO 8,8% 8,7% 9,3% 9,3% 11,4% APRILE 8,4% 8,8% 9,4% 8,1% 11,2% MAGGIO 9,1% 8,9% 9,7% 9,2% 11,8% GIUGNO 8,6% 8,4% 9,0% 8,9% 10,5% LUGLIO 8,9% 8,5% 8,9% 8,7% 9,4% AGOSTO 6,6% 6,5% 7,0% 6,8% 6,7% SETTEMBRE 8,4% 8,3% 8,2% 7,3% 6,3% OTTOBRE 9,0% 8,7% 8,2% 7,7% 4,7% NOVEMBRE 8,3% 8,5% 7,1% 6,8% 2,9% DICEMBRE 8,5% 8,1% 6,4% 6,3% 1,5%

32 Tavola Infortuni da RC Auto avvenuti nel periodo , definiti e comunicati al CCI a tutto il , per anno e giorno della settimana di accadimento - Valori Assoluti e Valori Percentuali VALORI ASSOLUTI GIORNO DI ACCADIMENTO LUNEDI' MARTEDI' MERCOLEDI' GIOVEDI' VENERDI' SABATO DOMENICA TOTALE VALORI PERCENTUALI GIORNO DI ACCADIMENTO LUNEDI' 15,4% 15,3% 15,1% 15,1% 14,9% MARTEDI' 14,7% 15,1% 15,2% 15,2% 15,3% MERCOLEDI' 15,2% 14,9% 15,4% 15,3% 15,4% GIOVEDI' 15,3% 14,9% 14,8% 15,0% 15,4% VENERDI' 15,1% 15,8% 15,3% 15,4% 15,3% SABATO 13,3% 13,3% 13,4% 13,4% 13,1% DOMENICA 10,9% 10,7% 10,7% 10,7% 10,5% Anno di Accadimento LUNEDI' MARTEDI' MERCOLEDI' GIOVEDI' VENERDI' SABATO DOMENICA

Rapporto Statistico 2015

Rapporto Statistico 2015 Rapporto Statistico 2015 Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2015 Casellario Centrale Infortuni Il Casellario Centrale Infortuni È una banca dati pubblica che raccoglie tutti gli infortuni

Dettagli

Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2011

Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2011 Casellario Centrale Infortuni Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2011 Casellario Centrale Infortuni 00143 Roma - Via Roberto Ferruzzi, 38 e-mail: segreteria-casellario@inail.it http://casellario.inail.it

Dettagli

LE BANCHE DATI DELL INAIL e un focus sugli infortuni sul lavoro con mezzo di trasporto

LE BANCHE DATI DELL INAIL e un focus sugli infortuni sul lavoro con mezzo di trasporto LE BANCHE DATI DELL INAIL e un focus sugli infortuni sul lavoro con mezzo di trasporto Andrea Bucciarelli Mantova, 16 novembre 2015 Indice: - Alcuni dei canali informativi on-line sui dati Inail - Open

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/8/2017 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/8/2017 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/8/2017 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31//2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 201: aggiornamento al 30//201 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/7/2017 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 204: aggiornamento al 30/04/204 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering su base dati Inail DATI INAIL NAZIONALI

Dettagli

INFORTUNI SUL LAVORO. Un focus sui casi IN ITINERE

INFORTUNI SUL LAVORO. Un focus sui casi IN ITINERE INFORTUNI SUL LAVORO Un focus sui casi IN ITINERE Andrea Bucciarelli Inail - Consulenza Statistico Attuariale Le 2 modalità di accadimento degli infortuni sul lav.: 1 ) in occasione di lavoro : l infortunio

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016

DATI INAIL NAZIONALI Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016 CE.S.I.L. RE Centro Studi Infortuni sul lavoro Reggio Emilia, 2//2016 Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro a cura del Centro Studi Infortuni sul Lavoro di Conflavoro Pmi Reggio Emilia

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 7: aggiornamento al 8//7 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

In occasione. di lavoro Senza mezzo. di trasporto 32 In itinere. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. di trasporto 144. Con mezzo di.

In occasione. di lavoro Senza mezzo. di trasporto 32 In itinere. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. di trasporto 144. Con mezzo di. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/08/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

SUL LAVORO DI. Gennaio. Febbraio In occasione. In itinere Senza. Senza mezzo di. di trasporto 5. In itinere. Con mezzo di.

SUL LAVORO DI. Gennaio. Febbraio In occasione. In itinere Senza. Senza mezzo di. di trasporto 5. In itinere. Con mezzo di. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 26: aggiornamento al 29/2/26 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/1/2017 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/1/2017 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 7: aggiornamento al 3//7 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering

Dettagli

Gennaio. Marzo Totale SUL LAVORO DI. In occasione. mezzo di trasporto 28. Senzaa mezzo di. In itinere Senza. In itinere.

Gennaio. Marzo Totale SUL LAVORO DI. In occasione. mezzo di trasporto 28. Senzaa mezzo di. In itinere Senza. In itinere. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 216: aggiornamento al 1//216 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

PREVENZIONE INFORTUNI STRADALI SUL LAVORO E IN ITINERE. INAIL Direzione Territoriale Udine Processo Prevenzione

PREVENZIONE INFORTUNI STRADALI SUL LAVORO E IN ITINERE. INAIL Direzione Territoriale Udine Processo Prevenzione PREVENZIONE INFORTUNI STRADALI SUL LAVORO E IN ITINERE INAIL Direzione Territoriale Udine Processo Prevenzione DEFINIZIONI INFORTUNIO SUL LAVORO (art. 2 D.P.R. 1124/1965) E infortunio sul lavoro quello

Dettagli

Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2013

Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2013 Rapporto Statistico 2013 Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2013 Casellario Centrale Infortuni 00143 Roma - Via Roberto Ferruzzi, 38 casellario@inail.it http://casellario.inail.it INAIL

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 30/9/2016 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 30/9/2016 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 30/9/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31/10/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 30/11/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di

Dettagli

Secondo Rapporto Annuale 2000

Secondo Rapporto Annuale 2000 Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Secondo Rapporto Annuale 2000 Statistiche Indice Pag. Premessa e glossario VII PARTE PRIMA INFORTUNI SUL LAVORO DENUNCIATI ALL INAIL

Dettagli

Quadro sociale - Campania e Italia 2011

Quadro sociale - Campania e Italia 2011 Quadro sociale - Campania e Italia 2011 Quadro generale TERRITORIO POPOLAZIONE * OCCUPATI * PORTAFOGLIO AZIENDE** Campania 5.819.299 1.567.239 239.245 Italia 60.328.235 22.967.244 3.343.815 *Fonte: ISTAT

Dettagli

Tabelle nazionali con cadenza semestrale. Analisi della numerosità delle malattie professionali - blocco 1

Tabelle nazionali con cadenza semestrale. Analisi della numerosità delle malattie professionali - blocco 1 Tabelle nazionali con cadenza semestrale Analisi della numerosità delle malattie professionali - blocco 1 Dati rilevati al 31 ottobre 2016 Nota metodologica Sono considerate le malattie professionali denunciate

Dettagli

Gennaio. Aprile 2015 223 187 36 82 34 48 305. In occasione. di lavoro. di trasporto 48. di lavoro Senza mezzo In itinere. mezzo di trasporto 34

Gennaio. Aprile 2015 223 187 36 82 34 48 305. In occasione. di lavoro. di trasporto 48. di lavoro Senza mezzo In itinere. mezzo di trasporto 34 OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 30/0/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

BOLLETTINO TRIMESTRALE DENUNCE DI INFORTUNIO E MALATTIE PROFESSIONALI

BOLLETTINO TRIMESTRALE DENUNCE DI INFORTUNIO E MALATTIE PROFESSIONALI BOLLETTINO TRIMESTRALE DENUNCE DI INFORTUNIO E MALATTIE PROFESSIONALI (Periodo: gennaio-giugno 217) 217 Il Bollettino trimestrale dell Inail contiene informazioni riferite al numero delle denunce di infortunio

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Trentino Alto Adige 2 Campania

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Trentino Alto Adige 2 Molise

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione in Italia Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Liguria Marche 8 7,0

Dettagli

Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004

Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004 Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004 NORD-ORIENTALE NORD-OCCIDENTALE ITALIA MEZZOGIORNO ITALIA CENTRALE -0,5 0,0 0,5 1,0 1,5

Dettagli

Fonti: INAIL- Banca dati statistica. Istat - Le Forze di Lavoro

Fonti: INAIL- Banca dati statistica. Istat - Le Forze di Lavoro Fonti: INAIL- Banca dati statistica. Istat - Le Forze di Lavoro Gli infortuni sul lavoro denunciati FOCUS novembre 2016 Gli infortuni sul lavoro: analisi regionale e temporale delle denunce INAIL Premessa:

Dettagli

Infortuni sul lavoro Anni

Infortuni sul lavoro Anni Statistica e Osservatori NOTIZIESTATISTICHE STATISTICA E OSSERVATORI N. 2 - Luglio 2008 L INAIL produce annualmente un rapporto sulle denunce di infortuni sul lavoro. I dati sono derivati da archivi gestionali

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale n casi Emilia Romagna 4,5% 2 Lombardia 4,5% 2 Sicilia 2,0% 0 Campania 8 Piemonte 7,2% 6 Veneto 6,0% 5 Basilicata 4,8% 4 Calabria 4,8% 4 Trentino

Dettagli

INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI Cod. Ateco Istat 2007: "F" Costruzioni

INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI Cod. Ateco Istat 2007: F Costruzioni INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI Cod. Ateco Istat 2007: "F" Costruzioni Fonte: Open data/banca dati Statistica dati rilevati al 30.04.2016 Gina Romualdi Inail - Consulenza Statistico Attuariale

Dettagli

I dati generali sulla sicurezza stradale. Marco Giustini

I dati generali sulla sicurezza stradale. Marco Giustini I dati generali sulla sicurezza stradale Marco Giustini MORTI 7.500 INVALIDI 20.000 RICOVERI 150.000 ACCESSI AL PRONTO SOCCORSO 1.500.000 MORTI PER INCIDENTI STRADALI IN ITALIA PERIODO 1969-2000, PER SESSO

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Sicilia 1 7 Campania 1 7 Emilia Romagna 1 5 Veneto 8, 4 Basilicata 3 Calabria 3 Liguria 3 Piemonte 3 Valle d'aosta 2 Trentino Alto Adige 2 Puglia 2 Abruzzo 1 Sardegna 1 Lazio 1 Friuli Venezia Giulia 0

Dettagli

Persone che hanno subito incidenti in. Regioni

Persone che hanno subito incidenti in. Regioni Tabella 1 - Persone (valori assoluti in migliaia e Intervalli di Confidenza al 95%) che nei tre mesi precedenti l intervista hanno subito incidenti in ambiente domestico e tassi di incidenti domestici

Dettagli

Interventi di Upgrading di Impianti di Depurazione Esistenti

Interventi di Upgrading di Impianti di Depurazione Esistenti Prof. G. d Antonio Comuni e popolazione residente secondo il grado di depurazione delle acque reflue convogliate nella rete fognaria per regione - Anno 2005 (valori assoluti) REGIONI Depurazione completa

Dettagli

A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale. Dicembre Aggiornamento Anno 2015

A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale. Dicembre Aggiornamento Anno 2015 Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Dicembre 2016 Aggiornamento Certificazione di malattia dei lavoratori dipendenti privati e pubblici 1 Nel 2015 sono stati trasmessi

Dettagli

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 PIEMONTE 603 1.127 87.148.771 13,0 144.525 VALLE D'AOSTA 80 88 1.490.121 0,2 18.627 LOMBARDIA 1.503 2.985 280.666.835 41,8 186.738 PROV. AUT. BOLZANO 1 1 31.970

Dettagli

ELABORAZIONE STATISTICA DEGLI INFORTUNI MORTALI SUL LAVORO ANNO 2016

ELABORAZIONE STATISTICA DEGLI INFORTUNI MORTALI SUL LAVORO ANNO 2016 OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING ELABORAZIONE STATISTICA DEGLI INFORTUNI MORTALI SUL LAVORO ANNO 2016 Fonte dati INAIL aggiornati al 31/12/2016 P.IVA e Cod.Fisc. 02456590278 - Tel.

Dettagli

Tabelle nazionali con cadenza mensile. Analisi della numerosità delle malattie professionali

Tabelle nazionali con cadenza mensile. Analisi della numerosità delle malattie professionali Tabelle nazionali con cadenza mensile Analisi della numerosità delle malattie professionali Dati rilevati al 31 ottobre 2015 Nota metodologica Nelle tabelle mensili le totalizzazioni delle denunce di malattia

Dettagli

Tabelle nazionali con cadenza mensile. Analisi della numerosità delle malattie professionali

Tabelle nazionali con cadenza mensile. Analisi della numerosità delle malattie professionali Tabelle nazionali con cadenza mensile Analisi della numerosità delle malattie professionali Dati rilevati al 31 agosto 2017 Nota metodologica Nelle tabelle mensili le totalizzazioni delle denunce di malattia

Dettagli

Casellario Centrale Infortuni

Casellario Centrale Infortuni Casellario Centrale Infortuni Rapporto Statistico 2012 Il Casellario Centrale Infortuni È una banca dati pubblica che raccoglie tutti gli infortuni che hanno prodotto invalidità permanente o morte e sono

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Anno - Dati aggiornati al Giugno Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale n casi Lombardia,% 7 Emilia Romagna,6% Piemonte,% Veneto,% Sicilia 7,% Toscana 7,% 9 Abruzzo 6,% 6 Campania 6,%

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Giugno 2017 Anno 2016 Lavoratori Domestici Nell anno 2016 i lavoratori domestici 1 contribuenti all Inps sono stati 866.747,

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Giugno 2016 Anno 2015 Lavoratori Domestici Nell anno 2015 i lavoratori domestici 1 contribuenti all Inps sono stati 886.125,

Dettagli

Occupazione in Toscana e in Italia nel periodo luglio-settembre 2016

Occupazione in Toscana e in Italia nel periodo luglio-settembre 2016 Statistiche flash Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica Occupazione in Toscana e in Italia nel periodo luglio-settembre 2016 7 Dicembre 2016 Gli ultimi

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Anno - Dati aggiornati al Settembre,9% 6 Veneto,9% 6 Campania 6,% Lazio 6,% 6 Abruzzo,% Trentino Alto Adige,% Marche,% Calabria,% Liguria,% Umbria Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale

Dettagli

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 STATISTICHE RELATIVE AL 1 SEMESTRE 2013 DATI DA RILEVAZIONE AGGIORNATA AL 6 NOVEMBRE 2013 Ministero della Giustizia Dipartimento della organizzazione giudiziaria, del

Dettagli

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 STATISTICHE RELATIVE AL PERIODO 1 GENNAIO 30 GIUGNO 2014 Ministero della Giustizia Dipartimento della organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione

Dettagli

L andamento nel tempo dei risultati PISA in Provincia di Bolzano

L andamento nel tempo dei risultati PISA in Provincia di Bolzano L andamento nel tempo dei risultati PISA in Provincia di Bolzano Stefania Pozio, Roberto Ricci Dalla seconda edizione della ricerca PISA, ossia dal 2003, la Provincia Autonoma di Bolzano partecipa con

Dettagli

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato Tab. IS.9.1a - Incidenti per tipo di e - Anni 2001-2013 a) Valori assoluti Anno 2001 o a altri Piemonte 16.953 23.818 19 77 167 146 80 67 1.942 123 254 153 50 59 824 1.920 1.037 653 50 4 23 0 112 31.578

Dettagli

Osservatorio sul Precariato

Osservatorio sul Precariato Coordinamento Generale Statistico attuariale DC Entrate DC Sistemi informativi e tecnologici Osservatorio sul Precariato Dati sui nuovi rapporti di lavoro REPORT MENSILE GENNAIO - NOVEMBRE 2016 INDICE

Dettagli

LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA

LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA Maggio 2017 A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Sommario SCHEDA CAMPANIA... 3 TAVOLE REGIONALI E PROVINCIALI... 7 Occupazione... 9 Imprese... 13 Permessi

Dettagli

Raffronto tra infortuni stradali e infortuni in ambiente di lavoro

Raffronto tra infortuni stradali e infortuni in ambiente di lavoro Sezione 5 Raffronto tra infortuni stradali e infortuni in ambiente di lavoro Il raffronto del n degli infortuni avvenuti negli anni 2007 e 2008 in ambiente di lavoro ordinario 1 e di quelli causati da

Dettagli

Pensioni ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE. DIREZIONE Regionale PENSIONI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE. Presentazione...

Pensioni ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE. DIREZIONE Regionale PENSIONI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE. Presentazione... ISTITUTO DELLA PREVIDENZA SOCIALE DIREZIONE Regionale PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Pensioni PENSIONI Presentazione...2 Totale categorie...3 Vecchiaia...4 Invalidità...5 Superstiti...6 Presentazione

Dettagli

Statistiche per la prevenzione Danni da lavoro nell agricoltura nell industria e nell artigianato

Statistiche per la prevenzione Danni da lavoro nell agricoltura nell industria e nell artigianato CONSULENZA STATISTICO ATTUARIALE Statistiche per la prevenzione Danni da lavoro nell agricoltura nell industria e nell artigianato SUPPLEMENTO AL NOTIZIARIO STATISTICO N. 1-2/21 Quaderni del Notiziario

Dettagli

Coordinamento Generale Statistico Attuariale IL LAVORO PARASUBORDINATO. Aggiornamento all'anno 2014

Coordinamento Generale Statistico Attuariale IL LAVORO PARASUBORDINATO. Aggiornamento all'anno 2014 Coordinamento Generale Statistico Attuariale IL LAVORO PARASUBORDINATO Aggiornamento all'anno 2014 INDICE NOTA INTRODUTTIVA Tavola 1 - numero di contribuenti per tipologia e sesso Tavola 2 - media annua

Dettagli

Coordinamento Generale Statistico Attuariale IL LAVORO PARASUBORDINATO. Aggiornamento all'anno 2015

Coordinamento Generale Statistico Attuariale IL LAVORO PARASUBORDINATO. Aggiornamento all'anno 2015 Coordinamento Generale Statistico Attuariale IL LAVORO PARASUBORDINATO Aggiornamento all'anno 2015 INDICE NOTA INTRODUTTIVA Tavola 1 - numero di contribuenti per tipologia e sesso Tavola 2 - media annua

Dettagli

Osservatorio sul Precariato

Osservatorio sul Precariato Coordinamento Generale Statistico attuariale DC Entrate DC Sistemi informativi e tecnologici Osservatorio sul Precariato Dati sui nuovi rapporti di lavoro REPORT MENSILE GENNAIO - GIUGNO 2015 A partire

Dettagli

CODICE DELLE ASSICURAZIONI: decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209;

CODICE DELLE ASSICURAZIONI: decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209; Istruzioni per la compilazione dei registri assicurativi, dei moduli di vigilanza allegati al bilancio di esercizio e dei prospetti di vigilanza da allegare alla relazione semestrale nonchè per la trasmissione

Dettagli

TABELLE DATI INFORTUNISTICI ANNO 2014

TABELLE DATI INFORTUNISTICI ANNO 2014 TABELLE DATI INFORTUNISTICI ANNO 2014 SUNTO DALL APPENDICE STATISTICA Relazione Annuale INAIL 2014 A cura del Dipartimento Salute e Sicurezza 1 DENUNCE DI INFORTUNIO PER LUOGO E ANNO DI ACCADIMENTO (Alcune

Dettagli

Il fenomeno infortunistico nelle aziende associate a Federambiente

Il fenomeno infortunistico nelle aziende associate a Federambiente Il fenomeno infortunistico nelle aziende associate a Federambiente CONSULENZA STATISTICO ATTUARIALE Cipolloni Federica - Mochi Silvia La base dati Le PAT delle aziende associate a Federambiente a luglio

Dettagli

Bologna, Quartiere fieristico, Maggio 2014: manifestazione dedicata alla sanità e all assistenza.

Bologna, Quartiere fieristico, Maggio 2014: manifestazione dedicata alla sanità e all assistenza. Bologna, Quartiere fieristico, 21-24 Maggio 2014: manifestazione dedicata alla sanità e all assistenza. > 1) Documentazione (sito esterno) >>> Exposanità, 29 aprile 2014, > Comunicati stampa 1 / 33 In

Dettagli

REGIME QUOTE LATTE AFFITTI DI QUOTA

REGIME QUOTE LATTE AFFITTI DI QUOTA AZIENDE RILEVATARIE PER CLASSIFICAZIONE C-Montana Aziende 6.000 B-Svantaggiata A-Non svantaggiata 5.000 4.000 3.000 524 450 499 336 597 305 803 394 629 358 532 413 572 454 609 441 697 592 818 609 627 481

Dettagli

L economia del Lazio nel 2009

L economia del Lazio nel 2009 L economia del Lazio nel 2009 Evidenza dai conti regionali Istat pubblicati il 28 settembre 2010 Servizio Analisi e Finanza Sviluppo Lazio L economia del Lazio nel 2009 1. Premessa Il 28 settembre, l Istat

Dettagli

Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica

Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica 1 Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica ripartizione geografica votanti partec. voti validi CGIL CISL UIL ALTRE LISTE AGENZIE FISCALI Nord Ovest 85 12.904 11.248 87,17 10.922

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H02 102 4.663 6.145 159.302,40 51.697,76 Basilicata H03 102 9.222 12.473 252.025,98 136.892,31 Basilicata H04 102 3.373 3.373 230.650,00

Dettagli

REPORT ANNUALE SUGLI INFORTUNI MORTALI E CON FERITI GRAVI VERIFICATISI NEL 2013 NEL SETTORE AGRICOLO E FORESTALE

REPORT ANNUALE SUGLI INFORTUNI MORTALI E CON FERITI GRAVI VERIFICATISI NEL 2013 NEL SETTORE AGRICOLO E FORESTALE Osservatorio INAIL sugli infortuni nel settore agricolo e forestale REPORT ANNUALE SUGLI INFORTUNI MORTALI E CON FERITI GRAVI VERIFICATISI NEL 2013 NEL SETTORE AGRICOLO E FORESTALE A cura del Dipartimento

Dettagli

I servizi di ricerca, selezione e fornitura di personale nell 8 Censimento 2001 dell industria e dei servizi.

I servizi di ricerca, selezione e fornitura di personale nell 8 Censimento 2001 dell industria e dei servizi. I servizi di ricerca, selezione e fornitura di personale nell 8 Censimento 2001 dell industria e dei servizi. L ISTAT ha pubblicato in queste settimane il volume Italia relativo all 8 Censimento dell industria

Dettagli

LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA

LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA Ottobre A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Sommario SCHEDA CAMPANIA... 3 TAVOLE REGIONALI E PROVINCIALI... 9 Occupazione... 11 Imprese... 15 Permessi

Dettagli

REPORT ANNUALE SUGLI INFORTUNI MORTALI E CON FERITI GRAVI VERIFICATISI NEL 2014 NEL SETTORE AGRICOLO E FORESTALE

REPORT ANNUALE SUGLI INFORTUNI MORTALI E CON FERITI GRAVI VERIFICATISI NEL 2014 NEL SETTORE AGRICOLO E FORESTALE Osservatorio INAIL sugli infortuni nel settore agricolo e forestale REPORT ANNUALE SUGLI INFORTUNI MORTALI E CON FERITI GRAVI VERIFICATISI NEL 2014 NEL SETTORE AGRICOLO E FORESTALE A cura del Dipartimento

Dettagli

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DELLA POPOLAZIONE

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DELLA POPOLAZIONE CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DELLA POPOLAZIONE Luca Romano Direttore di Local Area Network Martedi 8 Aprile 2014 Auditorium del Lavoro ROMA L INVECCHIAMENTO DEMOGRAFICO 1/6 65 ANNI E PIU' TOTALE ANDAMENTO

Dettagli

Relazione Annuale 2015

Relazione Annuale 2015 Relazione Annuale 2015 del Presidente Appendice statistica Roma, 22 giugno 2016 Relazione Annuale 2015 del Presidente Appendice statistica Roma, 22 giugno 2016 ANALISI DELLA NUMEROSITÀ DEGLI INFORTUNI

Dettagli

Malattie professionali in Emilia-Romagna

Malattie professionali in Emilia-Romagna 18 Maggio 2017 Associazione UNINDUSTRIA, Reggio Emilia Malattie professionali in Emilia-Romagna Pamela Mancuso Servizio Interaziendale di Epidemiologia, Azienda Unità Sanitaria Locale, Reggio Emilia Arcispedale

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Anno 00 - Dati aggiornati al Dicembre Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale n casi Lombardia 4,% 74 Veneto 0,5% 55 Campania 8,4% 44 Puglia 8,% 4 Lazio 7,% 8 Sicilia 6,7% 5 Emilia Romagna

Dettagli

INCIDENTALITA STRADALE IN LOMBARDIA. Quadro conoscitivo GIORNATA REGIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE 14 novembre 2011

INCIDENTALITA STRADALE IN LOMBARDIA. Quadro conoscitivo GIORNATA REGIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE 14 novembre 2011 INCIDENTALITA STRADALE IN LOMBARDIA Quadro conoscitivo 20012010 1 GIORNATA REGIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE 14 novembre 2011 1 Confronti nazionali 2 INCIDENTALITA STRADALE. Informazioni disponibili:

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI PRIMO RAPPORTO SULLA COMPOSIZIONE DEI COLLEGI SINDACALI 2015.

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI PRIMO RAPPORTO SULLA COMPOSIZIONE DEI COLLEGI SINDACALI 2015. CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI PRIMO RAPPORTO SULLA COMPOSIZIONE DEI COLLEGI SINDACALI 2015 a cura della Roma 5 maggio 2015 INDICE PRIMO RAPPORTO SULLA COMPOSIZIONE

Dettagli

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2013 e 2014

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2013 e 2014 Statistica associativa ramo infortuni Anni 2013 e 2014 Ed. maggio 2017 Agenda Obiettivo della statistica Oggetto della statistica Grado di partecipazione Alcuni confronti con la statistica precedente Analisi

Dettagli

Parte prima - L andamento degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali

Parte prima - L andamento degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali Parte prima - L andamento degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali Parte seconda - L informazione statistica INAIL INAIL - Consulenza Statistico Attuariale 21 giugno 2007 PARTE PRIMA L

Dettagli

Gli infortuni sul lavoro in Umbria Anni Regione Umbria

Gli infortuni sul lavoro in Umbria Anni Regione Umbria Gli infortuni sul lavoro in Anni 21-214 Regione 1 Gli infortuni sul lavoro in Anni 21-214 A cura di: Gabriella Madeo Osservatorio Infortuni e Malattie Professionali Servizio Prevenzione, Sanità Veterinaria

Dettagli

Nota di commento ai dati sulla spesa nella Ricerca e Sviluppo e sull innovazione nelle imprese

Nota di commento ai dati sulla spesa nella Ricerca e Sviluppo e sull innovazione nelle imprese Nota di commento ai dati sulla spesa nella Ricerca e Sviluppo e sull innovazione nelle imprese Fonte: Istat Ricerca e Sviluppo in Italia (anno 2014) Le rilevazioni sulla Ricerca e lo sviluppo sperimentale,

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE 2011

RAPPORTO ANNUALE 2011 Nel 2011 sono stati denunciati 51mila infortuni in meno rispetto al 2010, con una flessione del 6,6% (da 776mila a 725mila) pari alla media del calo degli infortuni sia in occasione di lavoro (-6,5%),

Dettagli

Siae Società Italiana degli Autori ed Editori Ufficio Statistica

Siae Società Italiana degli Autori ed Editori Ufficio Statistica Tavola 1 I dati elaborati dalla Siae hanno carattere censuario e non campionario: ossia i valori esposti sono la sintesi di tutte le informazioni raccolte sul territorio dai 650 uffici della SIAE. la rilevazione

Dettagli

DISOCCUPAZIONE, ASPI, MINIASPI E MOBILITÀ SINTESI FOCUS GENNAIO 2014

DISOCCUPAZIONE, ASPI, MINIASPI E MOBILITÀ SINTESI FOCUS GENNAIO 2014 SINTESI FOCUS GENNAIO 2014 CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI Nel mese di gennaio il numero di ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate è stato pari a 81,4 milioni, in diminuzione del -10,4% rispetto

Dettagli

Allegato 1. 2) conoscere l incidenza del fenomeno degli infortuni sul lavoro indennizzati dall INAIL;

Allegato 1. 2) conoscere l incidenza del fenomeno degli infortuni sul lavoro indennizzati dall INAIL; 1 Allegato 1 L andamento infortunistico nel comparto: Produzione di fuochi artificiali, allestimento e conduzione di spettacoli pirotecnici. Dati INAIL - Consulenza statistico-attuariale L interrogazione

Dettagli

Nota di commento ai dati sulla soddisfazione dei cittadini. per le condizioni di vita Anno 2016

Nota di commento ai dati sulla soddisfazione dei cittadini. per le condizioni di vita Anno 2016 Nota di commento ai dati sulla soddisfazione dei cittadini per le condizioni di vita Anno 2016 Fonte: Istat L indagine campionaria sulle famiglie Aspetti della vita quotidiana fa parte di un sistema integrato

Dettagli

LE COSTRUZIONI IN BREVE: EMILIA-ROMAGNA

LE COSTRUZIONI IN BREVE: EMILIA-ROMAGNA LE COSTRUZIONI IN BREVE: EMILIA-ROMAGNA n. 1/2014 A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Sommario SCHEDA EMILIA-ROMAGNA... 3 TAVOLE REGIONALI... 7 Pil... 9 Valore aggiunto... 10 Occupazione...

Dettagli

Infortuni e Malattie Professionali: la situazione nella Regione Marche

Infortuni e Malattie Professionali: la situazione nella Regione Marche Infortuni e Malattie Professionali: la situazione nella Regione Marche REGIONE MARCHE: INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI, LA SITUAZIONE NEI PRIMI 10 MESI DEL 15 DICEMBRE INIZIATIVA CGIL CISL UIL ASCOLI

Dettagli

LE COPERTURE ASSICURATIVE DEGLI INFORTUNI SU LAVORO

LE COPERTURE ASSICURATIVE DEGLI INFORTUNI SU LAVORO Le coperture assicurative degli infortuni sul lavoro Durata: 09 14 DATORE DI LAVORO: RESPONSABILITÀ CIVILE E TUTELA ASSICURATIVA DEI LAVORATORI LE COPERTURE ASSICURATIVE DEGLI INFORTUNI SU LAVORO Le coperture

Dettagli

Rapporto mensile sul Sistema Elettrico

Rapporto mensile sul Sistema Elettrico Rapporto mensile sul Sistema Elettrico Giugno 2016 Indice 1 Considerazioni di sintesi 2 Congiuntura elettrica 3 Bilancio energetico 4 Fabbisogno 5 Fonti Energetiche Rinnovabili 6 Scambi Interni e con l

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2015 Osservatorio sui lavoratori dipendenti 1 privato del settore 1. NUMERO LAVORATORI, RETRIBUZIONI E GIORNATE RETRIBUITE

Dettagli

I DATI DELL INAIL SU INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI

I DATI DELL INAIL SU INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI Relazione annuale 2016 del Presidente I DATI DELL INAIL SU INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI Roma, 5 luglio 2017 Infortuni sul lavoro Sono state poco meno di 642mila le denunce di infortunio registrate

Dettagli

7 Danno morte nel sistema D.lgs. n. 38/2000

7 Danno morte nel sistema D.lgs. n. 38/2000 Quaderni di ricerca n. 3 - novembre, 2014 63 7 Danno morte nel sistema D.lgs. n. 38/2000 Il sistema innovato dal decreto in questione non ha modificato la natura ed i criteri di erogazione delle prestazioni

Dettagli

Capitolo 10 La mortalità per suicidi

Capitolo 10 La mortalità per suicidi Capitolo 1 La mortalità per suicidi Introduzione Ogni anno tra i residenti in Veneto si verificano oltre 3 decessi per suicidio; di questi il 75% avviene nei maschi. el 27 il tasso di mortalità per suicidio

Dettagli

Piano di Prevenzione in Agricoltura e Selvicoltura 2010 / 2012: Regione Lazio.

Piano di Prevenzione in Agricoltura e Selvicoltura 2010 / 2012: Regione Lazio. Piano di Prevenzione in Agricoltura e Selvicoltura 2010 / 2012: Regione Lazio. Le fonti dei dati utilizzati sono: 1. Sito agri.istat.it: dati ISTAT relativi agli anni 2006 e 2007. 2. Sito infocamere.it:

Dettagli

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente)

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente) Le esportazioni delle regioni italiane estre 3 13/6/3 CONGIUNTURA TERRITORIALE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE I Trimestre 3 Giugno 3 La dinamica delle esportazioni in valore nel estre 3 registra un

Dettagli

Rapporto mensile sul Sistema Elettrico

Rapporto mensile sul Sistema Elettrico Rapporto mensile sul Sistema Elettrico Ottobre 2016 Indice 1 Considerazioni di sintesi 2 Congiuntura elettrica 3 Bilancio energetico 4 Fabbisogno 5 Fonti Energetiche Rinnovabili 6 Scambi Interni e con

Dettagli

Abuso di alcol e binge drinking in Italia dalle indagini ISTAT

Abuso di alcol e binge drinking in Italia dalle indagini ISTAT Abuso di alcol e binge drinking in Italia dalle indagini ISTAT Linda Laura Sabbadini Direttore Centrale ISTAT ALCOHOL PREVENTION DAY 20 aprile 2006, Istituto Superiore di Sanità Fonte dei dati: Indagine

Dettagli