4.1!Il!gioco!d azzardo!tra!gli!studenti!italiani!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "4.1!Il!gioco!d azzardo!tra!gli!studenti!italiani!"

Transcript

1 Autori:SabrinaMolinaro,LucaBastiani,ClaudiaLuppi,ValeriaSiciliano,MarcoScalese,RobertaPotente Raccolta e analisi dati: Loredana Fortunato, Cristina Doveri, Gabriele Trivellini, Marco Scalese, Valeria Siciliano Grafica:LucaSerasini Partecipanoinoltreallaconduzionedellostudio:StefanellaPardini,RitaTaccini,ChiaraSbrana,ElenaSimi, LuciaFortunato,SilviaGazzetti,AntonellaPardini,FrancescaDenoth,AriannaCutilli 4.1Ilgiocod azzardotraglistudentiitaliani Dal2008nellostudioESPAD Italia,oltreallepartirelativealconsumodellesostanzepsicoattive,èstata introdotta una sezione specificatamente dedicata alla pratica del gioco d azzardo e alla sua diffusione, includendoviiltestdiscreeningsogsnransouthoaksgamblingscreen,revisedforadolescents(winters etal.,1993;poulin,2002),validatoalivellonazionale(colasanteetal.,2014),chepermettediclassificareil comportamentodigiocosullabasedelgradopotenzialediproblematicità Giocoecontesti InItaliapocomenodellametà(46,7%)deglistudentidi15N19annihagiocatod azzardoalmenounavolta nellavitaesonoil39,3%quellichel hannofattonell annoantecedentelarilevazione(giocatorirecenti), evidenziando, per questi ultimi, un decremento delle prevalenze che dal 47% del triennio 2009N2011 passanoal45%del2012eal44%del2013. Stimediprevalenzadeglistudentiitalianichehannogiocatod azzardonell ESPAD Italia Ilgiocod azzardofaregistrareprevalenzeannualisuperioriallamedianazionalenelleregionimeridionalie nel Lazio (con valori compresi tra 44,8% e 49,3%), mentre in quelle settentrionali, ad eccezione della Lombardia,glistudentirisultanoinquotainferiore(conunrangedivaloricompresitra29,5%e32,8%). Purregistrandovaloriprogressivamenteindiminuzione,nelcorsodeglianniilquadrononsubiscerilevanti modificazioni:leprevalenzeregionaliaumentanogradualmentepassandodalleareesettentrionaliaquelle meridionali,fattaeccezioneperlaregionelaziocheriportavalorisempresuperioriallamedianazionale annua.

2 Stimediprevalenzadeglistudentiitalianichehannogiocatod azzardonell ultimoanno.anno2014 ESPAD Italia2014 Il53%deimaggiorenniedil42%deiminorennihagiàprovatoagiocared azzardoalmenounavoltanella vitaesonoil45%e35%quellichel hannopraticatonell annoantecedentelostudio.sonoimaschi,piùche lecoetanee,dientrambeleclassidietàadessernemaggiormenteattratti. Stimediprevalenzadeglistudentiitalianichehannogiocatod a) Maschi Femmine Maschi Femmine LT=LifeTime(almenounavoltanellavita);LY=LastYear(almenounavoltanegliultimidodicimesi) ESPAD Italia2014 Selamaggiorparte(44%)deglistudentihagiocatod azzardopochevoltedurantel anno(33%deimaschie 63%dellefemmine),sonoil15%quellichelohannopraticatopiùassiduamente,20opiùvoltenell anno,in particolareimaschi(22%controil3%dellefemmine)edimaggiorenni(17%controil13%deiminorenni). Distribuzione percentuale della frequenza di gioco annua tra gli studenti italiani che hanno giocato d azzardo nell anno.anno2014 b) Maschi Femmine Maschi Femmine ESPAD Italia2014

3 SonoiGratta&Vinciadinteressarelamaggiorpartedeigiovanigiocatori:tratuttiigiocatoriil71%ciha giocatodurantel anno.sonoil49%colorochehannopuntatosoldisueventisportivi,unterzohagiocatoa Bingo/Tombolaedil28%aTotocalcio/Totogol.Glistudentichehannoscommessogiocandoacartesono statiquasi1ogni4giocatori(24%),il21%alotto/superenalotto,il14%allenewslot/vltedil19%apoker Texano. Se le studentesse preferiscono i giochi non strategici, come Gratta & Vinci e Bingo/Tombola, i ragazzi,oltreaquesti,scommettonosoldisueventisportivi,giocanoatotocalcio/totogol,apokertexanoe adaltrigiochiconlecarte,nonevidenziandodifferenzerilevantialivellodietà. Distribuzionepercentualedeigiochipraticatitraglistudentiitalianichehannogiocatod azzardonell anno.anno 2014 a) Maschi Femmine Maschi Femmine ESPAD Italia2014 In linea con le tipologie di gioco praticate, i luoghi maggiormente frequentati dagli studenti che hanno giocatod azzardodurantel annosonostatibar/tabaccherie(44%),salescommesse(29%);il35%hagiocato acasapropriaodiamiciedil17%l hafattocollegandosionnline.inentrambeleclassidietà,seleragazze giocanoquasiesclusivamentepressobar/tabacchionelleabitazioniprivate(acasapropriaodiamici),peri coetaneiicontestidigiocopreferitirisultanolesalescommesse,quelledagioco,leabitazioniprivateedil collegamentointernet. Distribuzione percentuale dei contesti di gioco frequentati dagli studenti italiani che hanno giocato d azzardo nell anno.anno2014 b) Maschi Femmine Maschi Femmine

4 ESPAD Italia2014 Igiochid azzardoonnlinemaggiormentepraticatisonoquellideltotocalcioelescommessesportive(56%), inparticolaredaimaschi(62%controil26%dellefemmine),seguitidagratta&vincielottoistantaneo (22%)epokertexano(32%).SeleragazzepreferisconogiocareonNlineaiGratta&VincieLottoistantaneo (34%contro19%deimaschi),ilpokertexanoèpraticatosoprattuttodaimaschi(34%controil24%delle femmine),cosìcomedaimaggiorenni(37%contro27%deiminorenni). Ilcomputer,dicasaoquelloportatileèilmezzopiùutilizzatoperaccedereadinternetegiocared azzardo, in particolare dai maschi (57% contro il 40% delle coetanee) e dai maggiorenni (59% contro il 49% dei minorenni);seguonosmartphoneetablet(rispettivamente33%e16%deglistudentichehannogiocatoonn line),senzadifferenzedigenereedietà. Circatrequartideglistudentichehannogiocatod azzardodurantel annononhaspesopiùdi10euronel meseantecedentelosvolgimentodellostudio,mentreperil18%laspesaèstatatragli11ei50euroeper l 8%dioltre50euro.Senelcomplessoladistribuzionedellaspesasostenutadaglistudentiminorennieda quellimaggiorennirisultadeltuttosimile,èalivellodigenerechesirilevanoledifferenze:lespesepiù elevatesonostatesostenutedaimaschi,traiqualiquasiil10%haspesooltre50 eil21%tragli11ei50 (controrispettivamenteil4%e10%delleragazze). Spesasostenutanell ultimomesedaglistudentiitalianichehannogiocatod azzardonell anno.anno2014 a) Maschi Femmine Maschi Femmine ESPAD Italia Ilgiocod azzardoproblematico L autocompilazionedeltestdiscreeningsogsnra(sivedabox)harilevatochetrachihagiocatod azzardo nell ultimoannol 11%hauncomportamentodefinibilearischioel 8%circaproblematico. Nel corso degli anni di rilevazione si osserva un progressivo decremento delle percentuali di giocatori a rischio(dal17%del2008sipassaal15%nel2011aquasi12%nel2013),mentrequelleriferiteaigiocatori problematici, pur diminuendo fino al 2012 (nel 2008 la percentuale era del 10%), nell ultimo biennio si mantengonostabili.

5 Distribuzione percentuale dei profili di gioco a rischio e problematico tra gli studenti italiani che hanno giocato d azzardonell ESPAD Italia Comeevidenziatoperglistudentichehannogiocatodurantel anno,perquantoriguardaladistribuzione deigiovanigiocatoriconunprofilodigiocodefinibilearischioènellamaggiorpartedelleregionicentralie meridionali che si osservano i valori superiori alla media nazionale (11,5N13,2% contro 11% del valore nazionale).unquadroleggermentediversosipresentaquandosiconsideraladistribuzionepercentualedei giocatoridefinibiliproblematici:ivalorisuperioriallamedianazionalesirilevanonelleregionimeridionali Abruzzo, Molise, Campania, Calabria e Isole maggiori (8,1N10,1% contro 7,6% del valore nazionale). Nelle regionisettentrionaliladistribuzionepercentualedientrambiiprofilidigiocorisultanoinferiorioinlinea allamedianazionale. Distribuzione percentuale tra gli studenti italiani che hanno giocato d azzardo nell ultimo anno e che hanno un profilodigiocodefinitoarischioeproblematico.anno2014 a) Profilodigiocoarischio b)profilodigiocoproblematico ESPAD Italia2014 Igiocatoriproblematici,fattaeccezioneperiGratta&Vinci,oltreapraticarepiùtipologiedigioco,lofanno piùfrequentementeespendonocifrepiùconsistenti.

6 Distribuzionepercentualedeigiochipraticatitraglistudentiitalianichehannogiocatod azzardonell ultimoannoe chehannounprofilodigiocodefinitoarischioeproblematico.anno2014 a)profilodigiocoarischio b)profilodigiocoproblematico ESPAD Italia2014 Tra gli studenti con un profilo di gioco problematico, il 33% fa scommesse sportive tre o più volte alla settimanaeil20%e16%,conlastessafrequenzasettimanale,scommettesoldisualtrieventie/ogioca allenewslotmachine/vlt,cosìcomeunaltrettanto15%giocaapokertexano. Distribuzionepercentualedeigiochipraticati3opiùvolteasettimanatraglistudentiitalianichehannogiocato d azzardonell ultimoannoechehannounprofilodigiocodefinitoarischioeproblematico.anno2014 a) Profilodigiocoarischio b)profilodigiocoproblematico ESPAD Italia2014 Sebaretabacchisonoicontestidigiocofrequentatiinmisuradeltuttosimiledaidiversiprofilidigiocatori, sono le sale scommesse, quelle Bingo e gioco a distinguere in particolar modo i giovani giocatori problematici,oltrealgiocoonnline.

7 Distribuzione percentuale dei contesti di gioco frequentati dagli studenti italiani che hanno giocato d azzardo nell ultimoannoechehannounprofilodigiocodefinitoarischioeproblematico.anno2014 a) Profilodigiocoarischio b)profilodigiocoproblematico ESPAD Italia2014 Anche rispetto al gioco onnline i giocatori problematici evidenziano una tendenza maggiore a praticarlo, così come a giocare ai videogiochi presso bar o altri locali pubblici per 3 o più ore in un giorno infrasettimanale(rispettivamente53%e17%contro31%e3%deigiocatoridefinibiliarischio). La spesa sostenuta per giocare d azzardo è un altro importante aspetto che contraddistingue i giocatori problematici:nelmeseprecedentelosvolgimentodellostudio,quasiunostudenteogni3conunprofilodi giocodefinitoproblematicohaspesooltre50euro,cifraspesadal9%deigiocatoriarischio. Spesasostenutanell ultimomesedaglistudentiitalianichehannogiocatod azzardonell ultimoannoechehanno unprofilodigiocodefinitoarischioeproblematico.anno2014 a) Profilodigiocoarischio b)profilodigiocoproblematico ESPAD Italia Caratteristichedeglistudentigiocatoriarischioeproblematici Al fine di individuare le caratteristiche associate ai giocatori sia a rischio sia problematici, sono stati utilizzatideimodellistatisticidiregressionelogisticachestimanolemisurediassociazioneoddsrationor (o RapportotraOdds )conalcunevariabilipresentinelquestionario.lemisurediassociazionesonostate aggiustatepergenereedetàeriportateintabellacomeoradj(ic=intervallodiconfidenza95%).sel OR assumeunvaloresuperioread1èpossibileaffermarechelavariabileinesamerisultaassociatainmaniera positiva con il comportamento di riferimento; se l OR risulta negativo la variabile in esame è associata negativamente al fenomeno in studio. Sono stati applicati due modelli per approfondire il profilo dei giocatoriproblematiciearischio,inentrambiicasiilcomportamentoconsideratocomeriferimentoèil giocononproblematico.lasignificativitàstatisticaèstatastabilitaperunvaloredip.05.

8 GlistudentichealtestdiscreeningSOGSNRahannoottenutounpunteggiotaledadefinire arischio e problematico il comportamento di gioco adottato, rispetto ai giocatori non problematici, evidenziano associazionipositiveconaverfatto,nelmeseantecedentelosvolgimentodellostudio,binge&drinking(bere 5opiùunitàalcolicheinuntemporistretto),conessereunfumatorequotidianodisigarette,averassunto almenounavoltasostanzepsicoattive sconosciute,cosìcomeaverconsumatonell ultimoannoalmeno unasostanzaillegalee/oessereun frequentuser dicannabis(20opiùvoltenell ultimomese). Nel complesso per gli studenti con un profilo di gioco problematico l associazione con questi comportamentiarischiorisultadecisamentepiùintensa,cosìcomeleassociazioniconaltricomportamenti come aver rubato oggetti di valore superiore a 10 euro, aver speso oltre 50 euro a settimana senza il controllodeigenitorio,ancora,frequentareamicichegiocanod azzardo,uscirespessolaseraoaverperso 3opiùgiornidiscuolasenzamotivazionenell ultimomese. Dall altrapartel associazioneconalcunecaratteristicherelativeallafamigliad origine,alcontestoamicale, allagestionedeltempoliberoeall andamentoscolasticoevidenzianounaminoreprobabilitàdiessereun giocatorearischiooproblematico.avere,infatti,genitorichecontrollanocomeifigligestisconoildenaro e/ochecontrollanoleattivitàsvoltedaifigliduranteilsabatosera,esseresoddisfattidelrapportoconi proprigenitorie/oconipropriamici,cosìcomeavereunbuonrendimentoscolasticoedessereimpegnatia livellosportivosonoaspettiinversamenteassociatiall essereungiocatorearischioeproblematico(siveda Gorietal.,2014). Caratteristichedeglistudenticonprofilodigiocoarischioeproblematico Giocatorearischio& Giocatoreproblematico& ORadj&(IC&95%) ORadj&(IC&95%) Comportamentiarischio & & Bingedrinking 1,37(1,20N1,57)* 2,48(2,11N2,93)* Fumaresigarettequotidianamente 1,34(1,16N1,55)* 2,30(1,95N2,7)* Averusatodroghesconosciute 1,91(1,30N2,80)* 9,89(7,46N13,11)* AverusatoalmenounasostanzaillegaleLY (esclusacannabis) 1,81(1,40N2,35)* 6,26(5,04N7,78)* Averassuntocannabis20opiùvolteLM 1,54(1,16N2,03)* 2,83(2,17N3,69)* Averrubatoqualcosadelvaloredi>10euro 2,19(1,80N2,65)* 6,11(5,09N7,35)* Famiglia Spenderepiùdi50euroasettimanasenza ilcontrollodeigenitori 1,61(1,29N2,00)* 3,33(2,66N4,16)* Esserecontrollatidaigenitorinelleuscitedel sabatosera 0,56(0,47N0,67)* 0,21(0,18N0,25)* Soddisfattidelrapportocoiproprigenitori 0,79(0,66N0,94)* 0,55(0,45N0,66)* Amicietempolibero Soddisfattidelrapportocoipropriamici 0,76(0,63N0,92)* 0,57(0,46N0,71)* Avereamicichegiocanod azzardo 1,95(1,67N2,27)* 2,22(1,83N2,69)* Uscirespessolasera 1,37(1,17N1,61)* 1,37(1,13N1,66)* Andarespessoingirocongliamici 1,29(1,03N1,62)* n.s Parteciparespessoadattivitàsportive n.s 0,77(0,64N0,92)* Scuola Avereunrendimentoscolasticomedio/alto 0,71(0,54N0,92)* 0,45(0,35N0,59)* Averperso3opiùgiornidiscuolasenzamotivo 1,70(1,42N2,03)* 2,45(2,02N2,97)* LY=LastYearNGioconell ultimoanno;lm=lastmonthngioconell ultimomese *=p<.05;n.s=nonsignificativo

9 & Il test di screening South Oaks Gambling Screen: Revised for AdolescentsNSOGSNRA indaga la problematicitàdelgiocod azzardonellapopolazioneadolescente.laversioneoriginaledel1993(winters etal.)èstataadattataallapopolazionegiovaniledapoulin(2002)equest ultimaèstatavalidataalivello italiano (Colasante et al., 2014). La validazione nazionale ha previsto una prima fase di traduzione e adattamentotransnculturaledeltestdiscreeningmedianteilmetodo translationandbacktranslation (Beatonetal.;2000).Questaproceduraèconsistitanellatraduzionedellascaladallalinguaoriginalea quellaitaliana(inglesevsitaliano),conloscopodimantenereilsignificatooriginaleapportandoidonei adattamenti culturali e clinici. L analisi statistica per la verifica delle caratteristiche psicometriche della scalasogsnraèconsistitain: a)validazioneinternaperlaverificadell omogeneitàedellaconsistenzadellostrumento; b) validazione esterna per la verifica della correlazione con il gold7standard identificato con gli items riguardantilafrequenzadigioco. LostudioItalianohaconfermatoloscoringdelpunteggiosuggeritonellaversioneoriginale. IltestdiscreeningSOGSNRAècompostodaiseguenti12itemsarispostadicotomica(No=0;Si=1). 1. Quantospessoseiritornatoagiocarepercercaredirivincereisoldicheavevipersoalgioco? 2. Quandostavigiocando,haimaidettoaglialtridiavervintosoldiquandononeravero? 3. Ilgiocotihamaicausatodiscussioniinfamigliaecongliamici,oppureproblemiascuola? 4. Haimaigiocatopiùsoldidiquantotieripropostodifare? 5. Ci sono persone che ti hanno criticato perché giochi o ti hannodetto che hai un problema con il gioco,indipendentementedalfattochetupensisiaveroomeno? 6. Tiseimaisentitoincolpaperisoldichespendinelgiocooperleconseguenzedeltuogiocare? 7. Haimaiavutovogliadismetteredigiocare,pensandoperòchenoncel avrestifatta? 8. Haimainascostoallafamigliaoagliamiciscontrinidiscommesse,bigliettidellalotteria,soldivintial gioco,oaltreprovedeltuogiocare? 9. Haimaiavutolitigiconlafamigliaocongliamici,parlandodisoldispesinelgioco? 10. Haimaipresoinprestitosoldipergiocare,senzarestituirli? 11. Haimaifattoassenzeascuolaperandareagiocare? 12. Hai mai preso in prestito denaro oppure rubato qualcosa per avere soldi per giocare o per nascondereattivitàdigioco? Ilpunteggioottenuto,compresotra0e12,definisce3gradidiproblematicità: N loscoreda0o1caratterizzauncomportamentodigiocoditiposociale, nonproblematico ; N da2a3uncomportamentodefinibilearischio atrisk ; N uguale o superiore a 4 indica una condizione problematica rispetto al comportamento di gioco problemgambling (Wintersetal.,1993).

10 4.2Ilgiocod azzardonellapopolazionegenerale NellostudioIPSAD,apartiredall indagine2007n2008,èstataintrodottaunasezionespecificasulgioco d azzardo,includendolostrumentodiscreeningcpgincanadianproblemgamblingindex(ferris&wynne, 2001a;b),adattataevalidatoalivellonazionale(Colasanteetal.,2013),conlafinalitàdirilevarela diffusionedelgiocod azzardoarischioeproblematico Giochiecontestidigioco Dall ultimaindagineipsad 2013N2014risultacheil42,9%dellapopolazionedi15N64anni,checorrisponde a quasi 17 milioni di persone, ha giocato almeno una volta somme di denaro; di questi oltre 5milioni e mezzosonogiovaniadultidi15n34anni,conunaprevalenzaequivalenteal42,7%. Rispetto allo studio 2011 i tassi standardizzati (utilizzati per il confronto negli anni) riferiti sia alla popolazionedi15n64annisiaaquelladeigiovaniadulti,risultanodiminuiti,allineandosialvalorerilevato nellostudio2008. Andamentotemporaledelgiocod 1 ) IPSAD Ilgeneremaschilemostraunamaggioreattrazioneperilgiocod azzardo:il55,7%degliuominidientrambe le classi di età ha giocato somme di denaro, contro il 30,3% delle donne 15N64enni e il 29,3% delle 15N 34enni. IGratta&VincieLottoistantaneosonoigiochimaggiormentepraticatinell anno,siasesiconsideranotutti i giocatori 15N64enni (58%) sia i giovani adulti (59%); seguono, anche se con percentuali e ordine di preferenzadiversinelledueclassidietà,ilgiocodellotto/superenalotto(15n64enni:44%;15n34enni:31%) elescommessesportive(15n64enni:22%;15n34enni:39%).traigiovaniadultichehannogiocatod azzardo nell anno,circa1ogni5hapuntatosoldigiocandoapokertexanoe/oabingo/tombolaoancorafacendo altrigiochiacarte,rapportochetratuttiigiocatori15n64ennirisultainferiore(rispettivamente9%,11%e 12%). Tra i giocatori, gli uomini che, nell ultimo anno, hanno scommesso soldi su eventi sportivi e/o giocandoapokertexanooppureatotocalcio/totogolrisultanoinquotasuperioreaquelladelledonne; queste ultime, invece, risultano in quota maggiore per i giochi non strategici quali Gratta & Vinci e/o Bingo/Tombola. 1 Ivaloririportatineigraficisiriferisconoatassostandardizzatiequindirisultanodifferentidalleprevalenzeriportate.

11 Distribuzionepercentualedeigiochipraticatidacolorochehannogiocatod azzardonell a) MASCHI FEMMINE MASCHI FEMMINE IPSAD 2013N2014 Ingenerale,traigiocatori,ibar/tabacchisonoiluoghipresceltipergiocare(15N34enni:44%;15N64enni: 49%),seguitidall abitazionepropriaodiamici(15n34enni:30%;15n64enni:19%)edallesalescommesse (rispettivamente21%e11%),questeultimefrequentateinparticolarmododaimaschi.igiocatoridi15n34 annipreferiscono,inoltre,giocareonnline(18%vs11%dei15n64enni).segiocared azzardocollegandosiin internetèparticolarmentepresenteneigiocatoridigeneremaschile,lesalebingosonoinvecepreferite dalledonne. Distribuzionepercentualedeicontestidigiocofrequentatidacolorochehannogiocatod azzardonell anno.anno b) MASCHI FEMMINE MASCHI FEMMINE IPSAD 2013N2014 Lamaggiorpartedichihagiocatod azzardononhaspesopiùdi10euroneitrentagiorniantecedentilo svolgimentodellostudio,permenodiunterzolaspesaèstatatra11e50euroemenodiundecimoha spesooltre50euro.

12 Distribuzionepercentualedeisoldispesinell ultimomesetracolorochehannogiocatod azzardonell anno.anno a) IPSAD 2013N Ilgiocod azzardoproblematico L autocompilazionedeltestdiscreeningcpgi(sivedabox)nell ultimarilevazionehaevidenziatochepoco menodel15%deigiocatorihauncomportamentodefinibile abassorischio,il4% arischiomoderato e perl 1,6%è problematico.nell ultimaindaginesonogliuominiadavereunapercentualemaggioredi giocoarischiomoderato/problematico(6%contro4%delledonne). Ilconfrontonegliannidellapercentualedigiocatorifaregistrarenell ultimostudiounlieveincrementodei soggetticonprofilodigiocoproblematico(bastianietal.,2013;bastianietal.,2015). Distribuzionepercentualedeiprofilidigiocoarischiomoderatoeproblematicotraigiocatoridi15.64anni IPSAD Il60%deigiocatoriarischiomoderato/problematicohagiocatoaiGratta&vincieLottoistantaneoesono il46%quellichehannoscommessosoldisuglieventisportivieunterzocircahagiocatoapokertexano. I giocatori definiti a rischio moderato/problematico si distinguono anche rispetto ai contesti e luoghi frequentatipergiocared azzardo:traquesti,colorochegiocanoonnline,senzaalcunlimiteditempoedi spazio e in solitudine, sono stati quasi la metà, così come elevata è la quota di chi gioca presso le sale scommesse,bingoe/ogiochi.

13 Distribuzionepercentualedeigiochipraticatiedeicontestidigiochifrequentatidaisoggetticonprofilodigiocoa a) Giochipraticati b)contestidigioco IPSAD 2013N2014 Tra i giocatori con profilo di giocatore problematico che hanno riferito di aver scommesso denaro negli ultimitrentagiorni,quasiil40%haimpegnatooltre50euro,il38%haspesotra11e50euroemenodiun quartononhasuperatoi10euro. Lo scala CPGI rileva il grado di problematicità legato al comportamento di gioco d azzardo nella popolazionegenerale.sviluppatanel2001daferris&wynneestatavalidatanellasuaversioneitalianada Colasante et al. (2013) prevedendo, oltre alla traduzione e all adattamento transnculturale mediante il metodo translation and back translation (Beaton et al., 2000), l analisi statistica per la verifica delle caratteristichepsicometriche,svoltainduefasi: a)lavalidazioneinternaperlaverificadell omogeneitàedellaconsistenzadellostrumento; b) la validazione esterna per la verifica della correlazione rispetto al gold7standard identificato dal test Lie/Bet (Johnson; 1998). Lo studio Italiano conferma lo scoring del punteggio utilizzato nella versione originale. IlCPGIèunascaladiscreeningcompostada9domanderiferitealcomportamentodigioco: 1. Ripensandoagliultimi12mesi,haigiocatopiùdenarodiquantotupotessieffettivamentepermetterti diperdere? 2. Riflettendo ancora sugli ultimi 12 mesi, hai sentito il bisogno di giocare quantitativi sempre più grandididenaropersentirelastessasensazionedieccitamento? 3. Quandohaigiocato,seitornatodinuovounaltrogiornoperrifartideldenaroperso? 4. Haimaipresoinprestitodenaroovendutoqualcosaperrealizzaredenarodestinatoalgioco? 5. Haimaiavutolasensazionechepotrestiavereunproblemaconilgioco? 6. Ilgiocotihacausatoproblemidisalutediqualsiasitipo,inclusolostressel ansia? 7. Cisonopersonechetihannocriticatoperchégiochiochetihannodettochehaiunproblemaconil gioco,indipendentementedalfattochetupensassicheciòfosseveroomeno? 8. Ilfattochetugiocassihamaicausatoproblemifinanziariateoallatuafamiglia? 9. Tiseimaisentitoincolpaperiltuomododigiocareodelleconseguenzedeltuogioco?

14 Lascalaècompostadadomandearispostamultipla(Mai=0,Avolte=1,Spesso=2,Quasisempre=3),conun rangedipunteggiocompresotra0e27: Npunteggioinferiorea1caratterizzailgiocatoresociale"noNriskgambler Nda1a2puntivieneclassificatounbassolivellodirischio lownriskgambling Nda3a7illivellodirischiodiventamoderato moderatenriskgambling, Nugualeosuperiorea8indicaunacondizioneproblematica(Ferris&Wynne,2001a;2001b). Riferimentibibliografici Bastiani,L.,Gori,M.,Colasante,E.,Siciliano,V.,Capitanucci,D.,Jarre,P.,&Molinaro,S.(2013).Complexfactorsand behaviorsinthegamblingpopulationofitaly.journalofgamblingstudies,29(1):1n13.doi: /s10899n011n9283n 8. Bastiani,L.,Fea,M.,Potente,R.,Luppi,C.,Lucchini,F.,&Molinaro,S.(2015).NationalHelplineforProblemGambling: AProfileofItsUsers Characteristics.JournalofAddiction,ArticleID659731,9pages.doi: /2015/ Beaton,D.E.,Bombardier,C.,Guillemin,F.,etal.(2000).GuidelinesfortheprocessofcrossNculturaladaptationof selfnreportmeasures.spine,25, Colasante,E.,Gori,M.,Bastiani,L.,Siciliano,V.,Giordani.P.,Grassi,M.,&Molinaro,S.(2013).AnAssessmentofthe PsychometricPropertiesofItalianVersionofCPGI.JournalofGamblingStudies,29(4):765N74.doi: /s10899N 012N9331Nz. Colasante, E., Gori, M., Bastiani, L., Scalese, M., Siciliano, V., & Molinaro, S. (2014). Italian Adolescent Gambling Behaviour:PsychometricEvaluationoftheSouthOaksGamblingScreen:RevisedforAdolescents(SOGSNRA)Amonga SampleofItalianStudents.JournalofGamblingStudies,30(4):789N801.doi: /s10899N013N9385N6. Ferris,J.,&Wynne,H,(2001a).TheCanadianproblemgamblingindex:Usermanual.Ottawa:TheCanadianCentreon substanceabuse.ottawa,on:canadiancentreonsubstanceabuse. Ferris,J.,&Wynne,H.(2001b).TheCanadianproblemgamblingindex:Finalreport.Ottawa:TheCanadianCentreon substanceabuse.ottawa,on:canadiancentreonsubstanceabuse. Gori, M., Potente, R., Pitino, A., Scalese, M., Bastiani, L., & Molinaro, S. (2014). Relationship between gambling Severityandattitudesinadolescents:findingsfromapopulationNbasedStudy.JournalofGamblingStudies,Jul26.doi: /s10899N014N9481N2 Johnson,E.E.,Hamer,R.,&Nora,R.M.(1998).Thelie/betquestionnaireforscreeningpathologicalgamblers:AfollowN upstudy,psychologicalreports,83(3pt2):1219n24. Winters,K.C.,Stinchfield,R.D.,&Fulkerson,J.(1993).Towardthedevelopmentofanadolescentgamblingproblem severityscale.journalofgamblingstudies,9: Poulin,C.(2002).AnassessmentofthevalidityandreliabilityoftheSOGSNRA.JournalofGamblingStudies,18(1):67 93.

I consumi di alcol nella popolazione studentesca italiana. Studio ESPAD Italia. (European School Survey Project on Alcohol and Other Drugs)

I consumi di alcol nella popolazione studentesca italiana. Studio ESPAD Italia. (European School Survey Project on Alcohol and Other Drugs) I consumi di alcol nella popolazione studentesca italiana. Studio ESPAD Italia (European School Survey Project on Alcohol and Other Drugs) Sezione di Epidemiologia e Ricerca sui Servizi Sanitari, Istituto

Dettagli

CONSUMI DI SOSTANZE PSICOATTIVE E ALTRI COMPORTAMENTI A RISCHIO NELLA POPOLAZIONE STUDENTESCA

CONSUMI DI SOSTANZE PSICOATTIVE E ALTRI COMPORTAMENTI A RISCHIO NELLA POPOLAZIONE STUDENTESCA CONSUMI DI SOSTANZE PSICOATTIVE E ALTRI COMPORTAMENTI A RISCHIO NELLA POPOLAZIONE STUDENTESCA I dati relativi alle prevalenze dei consumi di sostanze psicoattive, legali ed illegali, nella popolazione

Dettagli

I giovani e il gioco d azzardo in Ticino

I giovani e il gioco d azzardo in Ticino 1 I giovani e il gioco d azzardo in Ticino Analisi delle abitudini di gioco dei giovani tra 14 e 25 anni a livello cantonale Emiliano Soldini 2 Obiettivi dell indagine (1) I risultati emersi dallo studio

Dettagli

Adolescenti, Gambling, & Gaming

Adolescenti, Gambling, & Gaming Adolescenti, Gambling, & Gaming Laboratorio di Psicometria Dipartimento NEUROFARBA Sezione di Psicologia Responsabile scientifico: Prof.ssa Caterina Primi Dr.ssa Maria Anna Donati Gambling negli adolescenti

Dettagli

I processi decisionali all interno delle coppie

I processi decisionali all interno delle coppie 9 aprile 2003 I processi decisionali all interno delle coppie Nel 2001 l indagine Panel europeo sulle famiglie ha dedicato una particolare attenzione agli aspetti legati ai processi decisionali all interno

Dettagli

Gaetano Manna - Responsabile Ufficio Patologie della Dipendenza/AIDS Settore Assistenza Sanitaria Territoriale Torino, 21 maggio 2009

Gaetano Manna - Responsabile Ufficio Patologie della Dipendenza/AIDS Settore Assistenza Sanitaria Territoriale Torino, 21 maggio 2009 Gaetano Manna - Responsabile Ufficio Patologie della Dipendenza/AIDS Settore Assistenza Sanitaria Territoriale Torino, 21 maggio 2009 contrastare il fenomeno del GAP è veramente faticoso.. Sembra essere

Dettagli

IL GIOCO D AZZARDO IN LOMBARDIA

IL GIOCO D AZZARDO IN LOMBARDIA IL GIOCO D AZZARDO IN LOMBARDIA ATTIVITÀ DELL OSSERVATORIO REGIONALE SULLE DIPENDENZE (ORED) - 15 Guido Gay Milano, 15 ottobre 15 Struttura della presentazione Opinioni sul gioco d azzardo nei social media

Dettagli

APPROFONDIMENTO: gli altri consumi psicoattivi

APPROFONDIMENTO: gli altri consumi psicoattivi PARTE 11 APPROFONDIMENTO: gli altri consumi psicoattivi 11.1 Opinione pubblica sull uso di sostanze psicoattive legali e sul gioco d azzardo 11.1.1 Disapprovazione dell uso di altre sostanze psicoattive

Dettagli

Uso di droga nella popolazione

Uso di droga nella popolazione USO DI DROGA NELLA POPOLAZIONE Uso di droga nella popolazione generale L obiettivo dell indagine campionaria IPSAD Italia2003 (Italian Population Survey on Alcool and Drugs), è quello di rilevare l utilizzo

Dettagli

I loro clienti si dedicano maggiormente alle slot e ai gratta&vinci, come mostrato nel grafico sottostante:

I loro clienti si dedicano maggiormente alle slot e ai gratta&vinci, come mostrato nel grafico sottostante: REPORT GIOCO D AZZARDO Come MOVIMENTO NO SLOT in questi mesi abbiamo somministrato ai gestori dei locali, bar, tabacchi e sale slot un questionario per cercare di capire il fenomeno dell azzardo nella

Dettagli

L età dei vincitori La presenza femminile. L età dei vincitori La presenza femminile. Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato

L età dei vincitori La presenza femminile. L età dei vincitori La presenza femminile. Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato Premessa Corso-concorso ordinario L età dei vincitori La presenza femminile Corso-concorso riservato L età dei vincitori La presenza femminile Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato

Dettagli

E ancora un gioco? Report della ricerca

E ancora un gioco? Report della ricerca CONCORSO PER LE SCUOLE MEDIE SUPERIORI a.s. 2010/2011 E ancora un gioco? Report della ricerca Dott.ssa Elisa Casini Psicologa Ricercatrice Centro Documentazione Ser.T. Arezzo Ce.Do.S.T.Ar. Dipartimento

Dettagli

Il gioco d azzardo in provincia di Trento: sperimentazione di un modulo aggiuntivo PASSI. Anno 2014.

Il gioco d azzardo in provincia di Trento: sperimentazione di un modulo aggiuntivo PASSI. Anno 2014. Il gioco d azzardo in provincia di Trento: sperimentazione di un modulo aggiuntivo PASSI. Anno 2014. Laura Battisti, Pirous Fateh-Moghadam Orvieto, 22 ottobre 2014 Il gioco d azzardo generalità 1/2 E un

Dettagli

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro 4 agosto 2014 L Istat diffonde i dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni relativi agli spostamenti pendolari

Dettagli

Uso di sostanze e comportamenti a rischio tra gli studenti 15-19enni

Uso di sostanze e comportamenti a rischio tra gli studenti 15-19enni Dipartimento Dipendenze Uso di sostanze e comportamenti a rischio tra gli studenti 15-19enni I dati dello Studio Espad Italia 212 con sovracampionamento per la Provincia di Lecco A cura dell Osservatorio

Dettagli

E ancora un gioco? Dipartimento Dipendenze Az. USL8 AREZZO

E ancora un gioco? Dipartimento Dipendenze Az. USL8 AREZZO E ancora un gioco? Dipartimento Dipendenze Az. USL8 AREZZO Elisa Casini 1, Fiorenzo Ranieri 2 Campione e metodi Il campione di ricerca è costituito da 384 soggetti di età compresa tra i 16 e i 20 anni

Dettagli

LA LETTURA DI LIBRI IN ITALIA

LA LETTURA DI LIBRI IN ITALIA 11 maggio 2011 Anno 2010 LA LETTURA DI LIBRI IN ITALIA Nel 2010 il 46,8% della popolazione di 6 anni e più (26 milioni e 448 mila persone) dichiara di aver letto, per motivi non strettamente scolastici

Dettagli

Ricerca «Ragazzi in gioco» 2014. Paolo Molinari, IRES FVG

Ricerca «Ragazzi in gioco» 2014. Paolo Molinari, IRES FVG Ricerca «Ragazzi in gioco» 2014 Paolo Molinari, IRES FVG Un intervento di ricerca azione partecipata Un percorso di ascolto costruito assieme a gruppo di adolescenti e ragazzi (piano di lavoro, strumenti,

Dettagli

Non seguo la dieta perché... Una ricerca dell Osservatorio di AIC Responsabile scientifico Cleto Corposanto. Beba Molinari 31 marzo 2012

Non seguo la dieta perché... Una ricerca dell Osservatorio di AIC Responsabile scientifico Cleto Corposanto. Beba Molinari 31 marzo 2012 Non seguo la dieta perché... Una ricerca dell Osservatorio di AIC Responsabile scientifico Cleto Corposanto Beba Molinari 31 marzo 2012 Obiettivo della ricerca Obiettivo: approfondire il fenomeno della

Dettagli

Un approfondimento sull Italia

Un approfondimento sull Italia Un approfondimento sull Italia Carlo Di Chiacchio - Sabrina Greco - Angela Romagnoli I GIOVANI E L EDUCAZIONE FINANZIARIA IL RAPPORTO OCSE PISA 2012 SULL ALFABETIZZAZIONE FINANZIARIA Mercoledì 9 luglio

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE VK20U ATTIVITÀ 86.90.30 ATTIVITÀ SVOLTA DA PSICOLOGI Febbraio 2011 Documento non definitivo PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore UK20U Attività professionale svolta da psicologi,

Dettagli

Note e commenti. n 35 Dicembre 2015 Ufficio Studi AGCI - Area Studi Confcooperative - Centro Studi Legacoop

Note e commenti. n 35 Dicembre 2015 Ufficio Studi AGCI - Area Studi Confcooperative - Centro Studi Legacoop Note e commenti n 35 Dicembre 2015 Ufficio Studi AGCI - Area Studi Confcooperative - Centro Studi Legacoop 1 L analisi sullo stock fa riferimento al totale delle imprese (coopera ve e non) a ve al 31 Dicembre

Dettagli

Incidenza, mortalità e prevalenza per tumore del polmone in Italia

Incidenza, mortalità e prevalenza per tumore del polmone in Italia Incidenza, mortalità e prevalenza per tumore del polmone in Sintesi L incidenza e la mortalità per il tumore del polmone stimate in nel periodo 197-215 mostrano andamenti differenti tra uomini e donne:

Dettagli

Tutte le pensioni in Lombardia e nelle altre regioni:

Tutte le pensioni in Lombardia e nelle altre regioni: 1 Tutte le pensioni in Lombardia e nelle altre regioni: quante sono, a chi vanno, quanto rendono Rilevazioni sui trattamenti pensionistici condotta dall Istituto nazionale di statistica in collaborazione

Dettagli

COME STA LA SCUOLA ITALIANA? ECCO I DATI DEL RAPPORTO INVALSI 2014

COME STA LA SCUOLA ITALIANA? ECCO I DATI DEL RAPPORTO INVALSI 2014 Pagina 1 di 5 COME STA LA SCUOLA ITALIANA? ECCO I DATI DEL RAPPORTO INVALSI 2014 No Comments E stato presentato questa mattina al Ministero dell Istruzione il rapporto INVALSI 2014. Complessivamente sono

Dettagli

La diffusione del Gioco in Italia. Roma 23 Luglio 2015

La diffusione del Gioco in Italia. Roma 23 Luglio 2015 La diffusione del Gioco in Italia Roma 23 Luglio 2015 Sabrina Molinaro, Ph.D Responsabile della Sez. Epidemiologia Istituto di Fisiologia Clinica Consiglio Nazionale delle Ricerche www epid.cnr.it Quanto

Dettagli

I GRUPPI DI TERAPIA PER I FAMIGLIE : (UD)

I GRUPPI DI TERAPIA PER I FAMIGLIE : (UD) I GRUPPI DI TERAPIA PER I GIOCATORI D AZZARDO E LE LORO FAMIGLIE : L ESPERIENZA DI CAMPOFORMIDO (UD) ROLANDO DR. DE LUCA PSICOLOGO PSICOTERAPEUTA RESPONSABILE DEL CENTRO DI TERAPIA DI CAMPOFORMIDO E-mail

Dettagli

C.Ri.d.e.e. Università Cattolica di Milano Luca Milani, Serena Grumi, Paola Di Blasio. Report di Ricerca

C.Ri.d.e.e. Università Cattolica di Milano Luca Milani, Serena Grumi, Paola Di Blasio. Report di Ricerca C.Ri.d.e.e. Università Cattolica di Milano Luca Milani, Serena Grumi, Paola Di Blasio Report di Ricerca *Calcolare la prevalenza dell uso problematico di Internet e Videogame tra gli adolescenti frequentanti

Dettagli

EPIDEMIOLOGIA DEL GIOCO D AZZARDO

EPIDEMIOLOGIA DEL GIOCO D AZZARDO EPIDEMIOLOGIA DEL GIOCO D AZZARDO Fabio Voller Alice Berti Settore Sociale Osservatorio di Epidemiologia Presentazione del volume GAP - Il gioco d azzardo patologico Orientamenti per la prevenzione e la

Dettagli

ANALISI DELLE GRADUATORIE DEI

ANALISI DELLE GRADUATORIE DEI ANALISI DELLE GRADUATORIE DEI CONCORSI REGIONALI PER L ACCESSO AL CORSO DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE ANNO 2013 a cura di FIMMG Formazione puglia Il 17 Settembre di quest anno si è svolto,

Dettagli

8. Dati finanziari e bancari

8. Dati finanziari e bancari 8. Dati finanziari e bancari Roma rappresenta dopo Milano il principale Centro finanziario del Paese con 46 Istituti creditizi, 1.988 sportelli bancari, 91 miliardi di euro depositati in banca (pari al

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

Diagnosi precoce delle neoplasie del collo dell utero

Diagnosi precoce delle neoplasie del collo dell utero Diagnosi precoce delle neoplasie del collo dell utero La neoplasia del collo dell utero a livello mondiale rappresenta ancora il secondo tumore maligno della donna, con circa 500.000 nuovi casi stimati

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

A gennaio si consolida la domanda di prestiti da parte delle famiglie: +6,4%. A incidere maggiormente sono le richieste di prestiti finalizzati

A gennaio si consolida la domanda di prestiti da parte delle famiglie: +6,4%. A incidere maggiormente sono le richieste di prestiti finalizzati BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI CREDITO DA PARTE DELLE FAMIGLIE A si consolida la domanda di prestiti da parte delle famiglie: +6,4%. A incidere maggiormente sono le richieste di prestiti finalizzati Le

Dettagli

Telefono fisso e cellulare: comportamenti emergenti

Telefono fisso e cellulare: comportamenti emergenti 4 agosto 2003 Telefono e cellulare: comportamenti emergenti La crescente diffusione del telefono cellulare nella vita quotidiana della popolazione ha determinato cambiamenti profondi sia nel numero sia

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. 1 Nel 2009 si era registrato un forte calo dei contribuenti che dichiaravano un reddito da lavoro dipendente (-273 mila).

COMUNICATO STAMPA. 1 Nel 2009 si era registrato un forte calo dei contribuenti che dichiaravano un reddito da lavoro dipendente (-273 mila). COMUNICATO STAMPA Il Dipartimento delle Finanze pubblica le statistiche sulle dichiarazioni delle persone fisiche (IRPEF) relative all'anno d'imposta 2010, a sei mesi dal termine di presentazione (settembre

Dettagli

Corse e scommesse iippiiche nell mese dii Luglliio 201111

Corse e scommesse iippiiche nell mese dii Luglliio 201111 Corse e scommesse iippiiche nell mese dii Luglliio 21111 Il mese di Luglio ha visto in attività 3 ippodromi: 1 hanno ospitato corse al e 2 corse al. Le giornate disputate sono state in totale 18, rispettivamente

Dettagli

Diagnosi precoce delle neoplasie della mammella in provincia di Ravenna I dati del sistema di sorveglianza PASSI Anni 2007-2010

Diagnosi precoce delle neoplasie della mammella in provincia di Ravenna I dati del sistema di sorveglianza PASSI Anni 2007-2010 Dipartimento di Sanità Pubblica Direttore: Dr. Paolo Ghinassi Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia Diagnosi precoce delle neoplasie della mammella in provincia di Ravenna I dati del

Dettagli

Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico Ludopatia Per ludopatia (o gioco d azzardo patologico)

Dettagli

VITTIME DEL GIOCO D AZZARDO

VITTIME DEL GIOCO D AZZARDO RASSEGNA STAMPA VITTIME DEL GIOCO D AZZARDO A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA GIOCO D'AZZARDO: CEIS DON PICCHI, "A ROMA L'80% DEI GIOCATORI VITTIME DI SLOT E SCOMMESSE SPORTIVE" ROMA - Maschio,

Dettagli

RISULTATI DELLA RICERCA

RISULTATI DELLA RICERCA RISULTATI DELLA RICERCA 2011 Ricerca nazionale sul gioco d'azzardo 2011- Ricerca nazionale sulle abitudini di gioco degli italiani - curata dall Associazione Centro Sociale Papa Giovanni XXIII, e coordinata

Dettagli

L Università di Trento tutti gli studenti che si impegnano. PREMI DI MERITO...quando studiare ti conviene

L Università di Trento tutti gli studenti che si impegnano. PREMI DI MERITO...quando studiare ti conviene L Università di Trento tutti gli studenti che si impegnano PREMI DI MERITO...quando studiare ti conviene PREMI DI MERITO...quando studiare ti conviene Cos è il premio di merito Unitn è il primo ateneo

Dettagli

Alcuni aspetti della vita dei bambini nel corso di 10 anni di ricerche dell Istituto DOXA

Alcuni aspetti della vita dei bambini nel corso di 10 anni di ricerche dell Istituto DOXA D O X A ISTITUTO PER LE RICERCHE STATISTICHE E L ANALISI DELL OPINIONE PUBBLICA Alcuni aspetti della vita dei bambini nel corso di 10 di ricerche dell Istituto DOXA 1. Premessa In Italia vivono attualmente

Dettagli

Le competenze degli adulti nell ambito delle iniziative PON 2007/2013: modelli di rilevazione e strumenti diagnostici

Le competenze degli adulti nell ambito delle iniziative PON 2007/2013: modelli di rilevazione e strumenti diagnostici Le competenze degli adulti nell ambito delle iniziative PON 2007/2013: modelli di rilevazione e strumenti diagnostici Bagheria 16 settembre 2008 Monitoraggio Nazionale EdA a.s. 2006/07 GestioneProgetti

Dettagli

Progetto GiocaResponsabile

Progetto GiocaResponsabile Progetto GiocaResponsabile Alfio Lucchini Presidente nazionale Roma 18 Luglio 2013 1 Principale società scientifica italiana delle dipendenze. Con 1.300 iscritti, professionisti dei Dipartimenti e Servizi

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Criteri di selezione del collettivo e definizioni

Criteri di selezione del collettivo e definizioni Appendice A Criteri di selezione del collettivo e definizioni Introduzione L indagine sull integrazione sociale delle persone con disabilità è stata realizzata nell ambito del progetto Sistema di Informazione

Dettagli

Statistica. Esercitazione 3 5 maggio 2010 Serie storiche. Connessione e indipendenza statistica

Statistica. Esercitazione 3 5 maggio 2010 Serie storiche. Connessione e indipendenza statistica Corso di Laurea in Scienze dell Organizzazione Facoltà di Sociologia, Università degli Studi di Milano-Bicocca a.a. 2008/2009 Statistica Esercitazione 3 5 maggio 2010 Serie storiche. Connessione e indipendenza

Dettagli

L azzardo non èun gioco

L azzardo non èun gioco L azzardo non èun gioco Gioco d azzardo legale e rischio dipendenza tra le persone over 65 incontrate da Auser Torino, Fabbrica delle e 3 marzo 2014 1 Gioco d azzardo -il giocatore punta qualcosa, -la

Dettagli

L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e

L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e 1 L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e secondo livello di tutti i 64 atenei aderenti al Consorzio, che rappresentano circa l 80% del complesso dei laureati

Dettagli

Tavola 1 Istituti per ripartizione geografica Anno 2005. Nord Est. Tipologia Istituto. 1 1 Accademia Nazionale di Danza

Tavola 1 Istituti per ripartizione geografica Anno 2005. Nord Est. Tipologia Istituto. 1 1 Accademia Nazionale di Danza Numero 1 Si riporta di seguito una sintesi dei dati sul sistema dell Alta Formazione Artistica e Musicale in riferimento all anno accademico 2005/2006. Essa è il risultato dell ultima delle rilevazioni

Dettagli

L ITALIA CHE GIOCA: uno studio su chi gioca per gioco e chi viene giocato dal gioco

L ITALIA CHE GIOCA: uno studio su chi gioca per gioco e chi viene giocato dal gioco L ITALIA CHE GIOCA: uno studio su chi gioca per gioco e chi viene giocato dal gioco Progetto "Dipendenze Comportamentali: progetto sperimentale nazionale di sorveglianza e coordinamento/monitoraggio degli

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 24 aprile 2013 OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 L Istat ha ricostruito le serie storiche trimestrali e di media annua dal 1977 ad oggi, dei principali aggregati del mercato del lavoro,

Dettagli

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI Aggiornamento del 29 maggio 2015 I CONTENUTI IL SISTEMA ECONOMICO LA FINANZA PUBBLICA LA SANITA IL SISTEMA ECONOMICO LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI IL PIL PIL: DINAMICA E PREVISIONI NEI PRINCIPALI PAESI UE

Dettagli

Stock del credito al consumo sui consumi delle famiglie

Stock del credito al consumo sui consumi delle famiglie CREDITO AL CONSUMO: GLI EFFETTI DELLA CRISI Da uno studio della Banca d Italia 1, che valuta gli effetti della crisi sul mercato del credito al consumo in Italia, emerge una situazione attuale diversa

Dettagli

iche nel mese di Marzo 2010

iche nel mese di Marzo 2010 Andamento dellle e scommesse e ippiche iche nel mese di Marzo 21 321 Approfondimenti statistici Il mese di marzo chiude il primo trimestre del 21 raccogliendo 16.66.23 euro (Tavola 1). Il dato, confrontato

Dettagli

Tasso di interesse e capitalizzazione

Tasso di interesse e capitalizzazione Tasso di interesse e capitalizzazione Tasso di interesse = i = somma che devo restituire dopo un anno per aver preso a prestito un euro, in aggiunta alla restituzione dell euro iniziale Quindi: prendo

Dettagli

L ESPERIENZA DEL PROGRAMMA MINISTERO LIBERO DAL FUMO

L ESPERIENZA DEL PROGRAMMA MINISTERO LIBERO DAL FUMO L ESPERIENZA DEL PROGRAMMA MINISTERO LIBERO DAL FUMO Lorenzo Spizzichino Roma, 5 Novembre 2009 OBIETTIVI: 1.FOTOGRAFARE LA SITUAZIONE NEL LUOGO DI LAVORO Quanti sono i dipendenti fumatori? quanti i non

Dettagli

3. Epidemiologia. 60.418.711 Popolazione totale. 54% Giocatori d azzardo 18-74 anni (almeno una volta ultimi 12 mesi) N. 23.894.

3. Epidemiologia. 60.418.711 Popolazione totale. 54% Giocatori d azzardo 18-74 anni (almeno una volta ultimi 12 mesi) N. 23.894. 3. Epidemiologia La dimensione del fenomeno in Italia è difficilmente stimabile in quanto, ad oggi, non esistono studi accreditati, esaustivi e validamente rappresentativi del fenomeno. La popolazione

Dettagli

COMUNE DI UDINE. Dipartimento Programmazione Risorse finanziarie e patrimoniali - Politiche di acquisto U. Org. Studi e Statistica U.S.

COMUNE DI UDINE. Dipartimento Programmazione Risorse finanziarie e patrimoniali - Politiche di acquisto U. Org. Studi e Statistica U.S. COMUNE DI UDINE Dipartimento Programmazione Risorse finanziarie e patrimoniali - Politiche di acquisto U. Org. Studi e Statistica U.S. Studi ISTRUZIONE 1951-1991 COMUNE DI UDINE U.O. Studi e Statistica

Dettagli

Comunicato stampa del 6 agosto 2015

Comunicato stampa del 6 agosto 2015 Comunicato stampa del 6 agosto 2015 Crisi dell edilizia in Sardegna: crollo degli investimenti pubblici e privati e rubinetti a secco per il credito le cause prevalenti La Sardegna è infatti una delle

Dettagli

HUMAN HIGHWAY E DOXA PER AAMS G@ME IN ITALY INDAGINE SUL GIOCO ONLINE IN ITALIA QUINTA WAVE. Milano, Luglio 2011

HUMAN HIGHWAY E DOXA PER AAMS G@ME IN ITALY INDAGINE SUL GIOCO ONLINE IN ITALIA QUINTA WAVE. Milano, Luglio 2011 HUMAN HIGHWAY E DOXA PER AAMS G@ME IN ITALY INDAGINE SUL GIOCO ONLINE IN ITALIA QUINTA WAVE Milano, Luglio 2011 1 G@ME IN ITALY NATURA E OBIETTIVI DELLA RICERCA G@me in Italy è una ricerca annuale prodotta

Dettagli

Metodi statistici per le ricerche di mercato

Metodi statistici per le ricerche di mercato Metodi statistici per le ricerche di mercato Prof.ssa Isabella Mingo A.A. 2014-2015 Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione Corso di laurea Magistrale in «Organizzazione e marketing per

Dettagli

Il mercato del credito

Il mercato del credito Il mercato del credito 1 Gli sportelli bancari In riferimento alla distribuzione del numero di istituti bancari per sede amministrativa e del numero di sportelli per localizzazione geografica, i dati statistici

Dettagli

LA PUBBLICITA IN SICILIA

LA PUBBLICITA IN SICILIA LA PUBBLICITA IN SICILIA Quadro produttivo, articolazione della spesa e strategie di sviluppo Paolo Cortese Responsabile Osservatori Economici Istituto G. Tagliacarne Settembr e 2014 Gli obiettivi del

Dettagli

Rapporto 2014 sulle dipendenze nell area metropolitana di Bologna

Rapporto 2014 sulle dipendenze nell area metropolitana di Bologna Rapporto 2014 sulle dipendenze nell area metropolitana di Bologna Quadro epidemiologico Caratteristiche tossicodipendenti, alcolisti e giocatori d azzardo patologici Attività dei servizi A cura di Raimondo

Dettagli

CAMPAGNA INTEGRAZIONE

CAMPAGNA INTEGRAZIONE CAMPAGNA INTEGRAZIONE III parte a cura di Censis Servizi S.p.A. www.censisservizi.com Distribuzione territoriale L indagine è stata svolta mediante l elaborazione di 2.482 questionari distribuiti a soggetti

Dettagli

OSSERVATORIO TERRITORIALE DEL DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE RELAZIONE SULL USO/ABUSO DI SOSTANZE PSICOTROPE ANNO 2013 - 1 -

OSSERVATORIO TERRITORIALE DEL DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE RELAZIONE SULL USO/ABUSO DI SOSTANZE PSICOTROPE ANNO 2013 - 1 - OSSERVATORIO TERRITORIALE DEL DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE RELAZIONE SULL USO/ABUSO DI SOSTANZE PSICOTROPE ANNO 213-1 - Dipendenza da sostanze illegali: monitoraggio epidemiologico 23-213 pag. 3 Dipendenza

Dettagli

Dati e informazioni su ricchezza e povertà delle famiglie straniere in Italia nel 2008. Agosto 2011

Dati e informazioni su ricchezza e povertà delle famiglie straniere in Italia nel 2008. Agosto 2011 STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Redditi, consumi e risparmi delle a confronto con le Dati e informazioni su ricchezza e povertà delle in Italia nel 2008 Agosto 2011 1 CONSIDERAZIONI E

Dettagli

% Logica matematica e ragionamento numerico

% Logica matematica e ragionamento numerico % Logica matematica e ragionamento numerico 1 % Ragionamento critico numerico Test n. 2 Facendo riferimento al grafico proposto, rispondere alle tre domande seguenti. (Tempo: 19 minuti) 1 Che cosa esprime

Dettagli

Il gioco online in Italia. Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia

Il gioco online in Italia. Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia Il gioco online in Italia Carlo Gualandri Presidente e Amministratore Delegato Gioco Digitale e bwin Italia Titolo, Le nuove Capri frontiere 8-9 ottobre del mercato consumer, Capri 8 ottobre 2009 Il gioco

Dettagli

Consumo di alcol. Gli indicatori Passi

Consumo di alcol. Gli indicatori Passi Consumo di alcol Nell ambito della promozione di stili di vita sani, il consumo di alcol ha assunto un importanza sempre maggiore, perché l alcol è associato a numerose malattie: cirrosi del fegato, malattie

Dettagli

Il gioco d azzardo. Aspetti generali e situazione in Trentino

Il gioco d azzardo. Aspetti generali e situazione in Trentino Il gioco d azzardo Aspetti generali e situazione in Trentino A cura dell Osservatorio per la salute Dipartimento politiche sanitarie Provincia autonoma di Trento Trento, 29 dicembre 2012 Il gioco d azzardo

Dettagli

superiore verso gli esercizi complementari, le cui quote di mercato risultano comunque largamente inferiori a quelle degli alberghi, che raccolgono

superiore verso gli esercizi complementari, le cui quote di mercato risultano comunque largamente inferiori a quelle degli alberghi, che raccolgono 13. Turismo Il turismo nel comune di Roma si conferma uno dei principali assi di sviluppo del territorio, costituendo, all interno del sistema economico e sociale, un elemento centrale di crescita, che

Dettagli

OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO TERRITORIALE AREA DIPENDENZA DA ALCOL. - Monitoraggio epidemiologico 2004-2012 -

OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO TERRITORIALE AREA DIPENDENZA DA ALCOL. - Monitoraggio epidemiologico 2004-2012 - OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO TERRITORIALE AREA DIPENDENZA DA ALCOL - Monitoraggio epidemiologico 2004-2012 - A cura dell Osservatorio Epidemiologico Territoriale delle Dipendenze, ASL di Brescia OSSERVATORIO

Dettagli

Il decision making nel Triage infermieristico in pronto soccorso: studio descrittivo multicentrico

Il decision making nel Triage infermieristico in pronto soccorso: studio descrittivo multicentrico relatore: Chiara Giurgevich Rsa Igea Il decision making nel Triage infermieristico in pronto soccorso: studio descrittivo multicentrico Disegno dello studio Studio descrittivo multicentrico Obiettivi:

Dettagli

La percezione dello stato di salute e la depressione nella ASL di Terni

La percezione dello stato di salute e la depressione nella ASL di Terni La percezione dello stato di salute e la depressione nella ASL di Terni Come si misura la qualità della vita in relazione alla salute La definizione di salute dell Oms indica uno stato ideale, con un concetto

Dettagli

PRINCIPALI ASPETTI ECONOMICO-FINANZIARI DEI BILANCI CONSUNTIVI RELATIVI ALL ANNO 2003

PRINCIPALI ASPETTI ECONOMICO-FINANZIARI DEI BILANCI CONSUNTIVI RELATIVI ALL ANNO 2003 NOTA METODOLOGICA I dati elaborati per la presente pubblicazione sono quelli riportati nell allegato D ed F al rendiconto finanziario, rilevati dall Istat non più con un suo proprio modello ma a partire

Dettagli

L università piemontese nel 2014/15

L università piemontese nel 2014/15 5/6 6/7 7/8 8/9 9/1 1/11 11/12 12/13 13/14 14/15 L università piemontese nel 214/15 SISFORM Osservatorio sul sistema formativo piemontese ARTICOLO 2/ 215 (AGOSTO) QUANTI UNIVERSITARI STUDIANO IN PIEMONTE?

Dettagli

Gambling. Brevi riflessioni. D.ssa Albina Prestipino Responsabile Area Altre Dipendenze Dipartimento delle Dipendenze ASL di Bergamo

Gambling. Brevi riflessioni. D.ssa Albina Prestipino Responsabile Area Altre Dipendenze Dipartimento delle Dipendenze ASL di Bergamo Brevi riflessioni D.ssa Albina Prestipino Responsabile Area Altre Dipendenze Dipartimento delle Dipendenze ASL di Bergamo Il gioco è un attività piacevole un modo divertente per trascorrere il tempo libero

Dettagli

Indagine DOXA effe1uata per conto dell IsGtuto Superiore di Sanità, in collaborazione con: L IsGtuto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri

Indagine DOXA effe1uata per conto dell IsGtuto Superiore di Sanità, in collaborazione con: L IsGtuto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri Indagine DOXA effe1uata per conto dell IsGtuto Superiore di Sanità, in collaborazione con: L IsGtuto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri Distribuzione percentuale del campione in base all abitudine

Dettagli

Ing.%Giovanni%Carboni% %3%ottobre%2013%% 1%

Ing.%Giovanni%Carboni% %3%ottobre%2013%% 1% STORIA%E%ATTUALITÀ%DEL%GIOCO%A%DISTANZA%ITALIANO% Abstract( La presente scheda fornisce una sintesi della storia del gioco a distanza con vincita in denaro in Italia,interminidinormativaedidimensionietrenddelmercato.

Dettagli

Consiglio regionale del Veneto Unità Complessa Studi Documentazione e Biblioteca IL VENETO IN GIOCO

Consiglio regionale del Veneto Unità Complessa Studi Documentazione e Biblioteca IL VENETO IN GIOCO Consiglio regionale del Veneto Unità Complessa Studi Documentazione e Biblioteca IL VENETO IN GIOCO Attualità statistiche e implicazioni sociali su gioco e giocatori d azzardo Venezia, giugno 2012 Veneto

Dettagli

Il ricorso alle cure odontoiatriche e la salute dei denti in Italia Anno 2005

Il ricorso alle cure odontoiatriche e la salute dei denti in Italia Anno 2005 9 dicembre 2008 Il ricorso alle cure odontoiatriche e la salute dei denti in Italia Anno 2005 Con l indagine multiscopo Condizioni di salute e ricorso ai servizi sanitari l Istat raccoglie informazioni

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione MACCHINE E APPARECCHIATURE ELETTRICHE Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell industria dell elettronica;

Dettagli

Stili di vita e salute degli adolescenti in Liguria. I risultati della sorveglianza: Salute e Benessere. Genova, 1 Dicembre 2015

Stili di vita e salute degli adolescenti in Liguria. I risultati della sorveglianza: Salute e Benessere. Genova, 1 Dicembre 2015 Genova, 1 Dicembre 2015 Stili di vita e salute degli adolescenti in Liguria I risultati della sorveglianza: Salute e Benessere Rosamaria Cecconi Federica Pascali Percezione della propria salute Come definita

Dettagli

III A turismo (M=4 F=22 >tot. 26)

III A turismo (M=4 F=22 >tot. 26) Depressione, dipendenze patologiche e condotte a rischio in adolescenza Progetto di prevenzione Relazione degli incontri svolti nell Istituto Tecnico Statale G. Marconi, Penne (Pe) II Edizione: Settembre

Dettagli

Le evidenze dell analisi del patrimonio informativo di EURISC Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF

Le evidenze dell analisi del patrimonio informativo di EURISC Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF Barometro CRIF della domanda di credito da parte delle famiglie: a ottobre ancora vivace la domanda di mutui (+42,5%) e prestiti finalizzati (+17,8%). In controtendenza, si consolida la flessione dei prestiti

Dettagli

STATISTICHE. A CURA di Nunzio Cuozzo e Luigi Praitano

STATISTICHE. A CURA di Nunzio Cuozzo e Luigi Praitano GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA AREA GENERALE DI COORDINAMENTO RICERCA SCIENTIFICA, STATISTICA, SISTEMI INFORMATIVI ED INFORMATICA SETTORE ANALISI, PROGETTAZIONE E GESTIONE SISTEMI INFORMATIVI SERVIZIO

Dettagli

La vita quotidiana di separati e divorziati in Italia

La vita quotidiana di separati e divorziati in Italia 10 maggio 2004 La vita quotidiana di separati e in Italia Media 2001-2002 Ogni anno le indagini Multiscopo condotte dall Istat rilevano i comportamenti e gli aspetti più importanti della vita quotidiana

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

L ABITUDINE AL FUMO E L OBESITA : DUE MINACCE PER LA SALUTE NEL COMUNE DI FERRARA Anno 2003

L ABITUDINE AL FUMO E L OBESITA : DUE MINACCE PER LA SALUTE NEL COMUNE DI FERRARA Anno 2003 Questo numero e' stato realizzato da: Servizio Statistica del Comune di Ferrara - Dirigente Lauretta Angelini Collaboratori: Stefania Agostini, Caterina Malucelli, Micaela Pora, Claudia Roversi, Michele

Dettagli

1) Tabacco. Trend fumo attuale di tabacco a 15-16 aa

1) Tabacco. Trend fumo attuale di tabacco a 15-16 aa Comportamenti rispetto a fumo, alcol, droghe e gioco d azzardo fra gli adolescenti dell Alto Friuli Risultati di un indagine svolta nel 2011 dal Dipartimento delle Dipendenze Gianni Canzian, psichiatra,

Dettagli

L epidemiologia delle dipendenze in Italia

L epidemiologia delle dipendenze in Italia L epidemiologia delle dipendenze in Italia LE DIMENSIONI DEL FENOMENO Generazione In- Dipendente L epidemiologia delle dipendenze in Italia Tutti i dati statistico-epidemiologici sullo stato delle tossicodipendenze

Dettagli

Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio

Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio Tassi di cambio e mercati valutari: un approccio di portafoglio Tassi di cambio e transazioni internazionali La domanda di attività denominate in valuta estera L equilibrio nel mercato valutario Tassi

Dettagli

4.1 Il gioco d azzardo tra gli studenti italiani

4.1 Il gioco d azzardo tra gli studenti italiani Autori: Sabrina Molinaro, Luca Bastiani, Claudia Luppi, Valeria Siciliano, Marco Scalese, Roberta Potente Raccolta e analisi dati: Loredana Fortunato, Cristina Doveri, Gabriele Trivellini, Marco Scalese,

Dettagli

La quantificazione dei benefici di BIOCASA sui consumi energetici ed emissioni di CO 2

La quantificazione dei benefici di BIOCASA sui consumi energetici ed emissioni di CO 2 La quantificazione dei benefici di BIOCASA sui energetici ed emissioni di CO 2 Rapporto di Sostenibilità 2011 I benefici di BIOCASA su energetici e emissioni di CO 2 Il Progetto BIOCASA è la risposta di

Dettagli

INDAGINE ANNUALE OCCUPAZIONALE

INDAGINE ANNUALE OCCUPAZIONALE INDAGINE ANNUALE OCCUPAZIONALE Anno 2014 Parma, giugno 2015 A cura di OSSERVATORIO ECONOMICO UFFICIO STUDI Introduzione La prima edizione dell indagine sull occupazione condotta dell Unione Parmense degli

Dettagli

Lo studio ESPAD. (European school project on alcohol and other drugs): Confronto tra Italia e Finlandia. Valeria Siciliano*, Sabrina Molinaro*

Lo studio ESPAD. (European school project on alcohol and other drugs): Confronto tra Italia e Finlandia. Valeria Siciliano*, Sabrina Molinaro* Lo studio ESPAD (European school project on alcohol and other drugs): Confronto tra Italia e Finlandia Valeria Siciliano*, Sabrina Molinaro* Alcol e generazioni: continuità e cambiamenti Confronto tra

Dettagli