Osservatorio OCPS. Divisione Ricerche Claudio Dematté. I consumi sanitari privati Dinamiche, composizione, mercati

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Osservatorio OCPS. Divisione Ricerche Claudio Dematté. I consumi sanitari privati Dinamiche, composizione, mercati"

Transcript

1 Divisione Ricerche Claudio Dematté Osservatorio OCPS I consumi sanitari privati Dinamiche, composizione, mercati A cura di: Lorenzo Fenech Ricercatore OCPS SDA Bocconi

2 Dinamiche e composizione

3 Andamenti della spesa sanitaria privata Spesa sanitaria totale, spesa sanitaria pubblica, spesa sanitaria privata ( ). Spesa sanitaria totale corrente Miliardi di euro 124,8 128,8 133,4 138,3 140,8 142,3 146,1 146,7 145,6 147,8 149,1 In % del PIL 8,4 8,3 8,3 8,5 8,9 8,9 8,9 9,1 9,1 9,2 9,1 Spesa sanitaria pubblica corrente Miliardi di euro 96,8 99,6 103,8 107,1 110,2 111,3 112,8 114,0 112,9 114,3 114,6 In % della spesa sanitaria totale % della spesa tot. corrente della PA 77,5 77,4 77,8 77,4 78,3 78,2 77,2 77,7 77,5 77,3 76,9 14,5 14,5 14,3 14,7 14,6 14,9 14,5 14,2 14,1 14,0 n.a. % del PIL 6,5 6,4 6,4 6,6 7,0 6,9 6,9 7,1 7,0 7,1 7,0 Spesa sanitaria delle famiglie Miliardi di euro 28,0 29,1 29,6 31,2 30,6 31,0 33,3 32, ,5 34,5 In % della spesa sanitaria totale In % della spesa delle famiglie 22,5 22,6 22,2 22,6 21,7 21,8 22,8 22,3 22,5 22,7 23,1 3,1 3,1 3,1 3,2 3,2 3,1 3,3 3,3 3,3 3,4 3,4 In % del PIL 1,9 1,9 1,8 1,9 1,9 1,9 2,0 2,0 2,0 2,1 2,1 Fonte: Elaborazioni OCPS-SDA Bocconi su dati Cergas-Bocconi (Spesa Sanitaria Pubblica), EUROSTAT (Spesa Pubblica Totale), ISTAT- Nuovi Conti Nazionali (Spesa Sanitaria delle Famiglie, Spesa Generale delle Famiglie, PIL). 3

4 La spesa san privata nel paniere familiare Alimentari e bevande non alcoliche 14,6 14,5 14,8 14,5 14,3 14,3 14,4 14,2 14,3 Bevande alcoliche, tabacco, narcotici 4,3 4,1 4,1 4,0 4,0 4,2 4,2 4,2 4,2 Vestiario e calzature 6,7 6,7 6,5 6,6 6,6 6,3 6,2 6,2 6,2 Abitazione e utenze* 20,8 21,5 22,6 22,6 22,6 23,7 24,4 24,2 23,9 Mobili e manutenzione casa** 7,0 6,8 6,7 6,9 6,8 6,4 6,3 6,2 6,2 Sanità 3,1 3,2 3,2 3,1 3,3 3,3 3,3 3,4 3,4 Trasporti 13,0 12,8 12,3 12,2 12,3 12,2 11,9 11,9 12,0 Comunicazioni 2,9 2,7 2,8 2,8 2,7 2,7 2,5 2,3 2,3 Ricreazione e cultura 7,0 6,8 7,0 7,2 7,1 6,8 6,5 6,6 6,7 Istruzione 0,9 0,9 1,0 1,0 1,0 1,0 1,0 1,0 1,1 Alberghi e ristoranti 9,1 9,1 9,4 9,4 9,4 9,6 9,7 9,7 9,8 Beni e servizi vari 10,7 10,8 9,6 9,7 10,0 9,6 9,7 10,0 9,8 Totale consumi delle famiglie 100,0 100,0 100,0 100,0 100,0 100,0 100,0 100,0 100,0 *abitazione, acqua, elettricità, gas ed altri combustibili **mobili, elettrodomestici e manutenzione della casa Fonte: ISTAT (Nuovi Conti Nazionali, Edizione Marzo 2016). 4

5 Dinamiche spesa san privata, pubblica e Pil Tassi di crescita % annuali della spesa sanitaria pubblica corrente, spesa privata e pil, % 9% 7% La spesa sanitaria privata si conferma fortemente sensibile al reddito; quella pubblica risente del ciclo economico e non si può definire anticiclica 5% 3% 1% -1% % -5% Spesa sanitaria pubblica corrente Spesa sanitaria delle famiglie PIL Fonte: Elaborazione OCPS-SDA Bocconi su dati Cergas Bocconi (Spesa Sanitaria Pubblica), ISTAT-Nuovi Conti Nazionali (Spesa sanitaria delle famiglie, PIL). 5

6 La spesa per ticket in Italia: beni e servizi Spesa totale per compartecipazioni Miliardi di euro In % della spesa sanitaria privata totale 7,2 8,0 9,0 9,1 8,6 8,3 Ticket servizi sanitari (Sp. amb., PS, altro) Miliardi di euro 1,22 1,34 1,55 1,52 1,45 1,40 In % della spesa sanitaria privata per servizi ambulatoriali 8,7 8,9 10,3 10,3 9,3 na Compartecipazione farmaci Miliardi di euro 1,00 1,34 1,41 1,44 1,44 1,45 In % della spesa sanitaria privata per beni 8,0 10,2 11,0 11,1 11,2 na Fonte: elaborazione OCPS-SDA Bocconi su dati ISTAT (Nuovi Conti Nazionali) e Corte dei Conti 6

7 Spesa sanitaria privata: composizione (2014) Contabilità Nazionale Euro (mln) % del totale Servizi ospedalieri ,0 Servizi Ambulatoriali ,7 Stime OCPS-SDA Bocconi Ricoveri per acuti in cliniche e ospedali pubblici e privati accreditati (solvenza, differenza alberghiera, scelta del professionista) Ricoveri ospedalieri (include anche ricoveri in strutture diverse dall ospedale con prevalente assistenza sanitaria, ad esempio ricoveri in RSA) Servizi ambulatoriali in senso stretto (visite, diagnostica, riabilitazione, ecc) % del totale di categoria 8,2 91,8 48,9 Spese da dentista 51,1 Prodotti medicinali, articoli sanitari e materiale terapeutico ,3 Farmaci in senso stretto 62,8 Altri medicinali (parafarmaci, integratori, ecc), articoli sanitari e materiale terapeutico 37,2 Totale Sanità ,0 Spesa sanitaria totale delle famiglie 100,0 7

8 REGIONI Source: OCPS-SDA Bocconi on data from STAT (Indagine sulla Spesa delle Famiglie, 2016) 8

9 Le fonti di finanziamento OECD

10 Migliaia di assistiti Milioni di euro Fondi e assicurazioni (altre fonti) Assistiti FSI (migliaia) Spesa FSI (milioni di ) Fonte: OCPS SDA Bocconi sui dati di operatori del settore 10

11 Modalità di pagamento delle prestazioni RIABILITAZIONE VISITE SPECIALISTICHE ACCERTAMENTI SPECIALISTICI 5% Intermediata 3% Intermediata 2% Intermediata Interamente OOP 49% 30% 16% Gratuita Ticket Interamente OOP 40% 35% Gratuita 22% Ticket Interamente OOP Ticket 23% 32% 43% Gratuita Interamente OOP Intermediata Ticket Gratuita ANALISI DEL SANGUE RICOVERI DH RICOVERI ORDINARI Interamente OOP 13% 1% Intermediata 1% Intermediata 1% Intermediata Interamente Interamente 4% 2% OOP OOP Ticket 33% 53% Gratuita 95% Gratuita 97% Gratuita Fonte: Elaborazione OCPS-SDA Bocconi su ISTAT («Condizioni di Salute e Ricorso ai Servizi Sanitari», 2014) 11

12 Modalità di pagamento delle prestazioni Focus su over65 RIABILITAZIONE VISITE SPECIALISTICHE ACCERTAMENTI SPECIALISTICI 5% 3% 2% 49% 41% 3% 30% Over 65 13% 43% 16% 40% 30% 12% 2% Over 65 22% 56% 35% 23% 16% 1% 43% Over 18% 65 65% 32% Interamente OOP Intermediata Ticket Gratuita ANALISI DEL SANGUE RICOVERI DH RICOVERI ORDINARI 33% 13% 1% 7% 0% 16% Over 65 77% 53% 2% 1% 1% 1% Over 65 98% 4% 1% 2% 1% Over 65 97% 97% 95% Fonte: Elaborazione OCPS-SDA Bocconi su ISTAT («Condizioni di Salute e Ricorso ai Servizi Sanitari», 2014) 12

13 Contatti con la sanità a (totale o parziale) pagamento Prestazioni Sanità in generale Quota di consumo oneroso Sanità a (totale o parziale) pagamento Estensione * Intensità ** Indice di consumo *** % episodi di consumo oneroso Estensione Intensità Indice di consumo oneroso Visite Sp (escluse generiche) 51% 4,6 2,3 63% 32% 2,9 1,4 Analisi del sangue 49% 3,0 1,5 47% 23% 1,4 0,7 Dentista-Ortodontista 37% 1,4 0,5 82% 30% 1,2 0,4 Accertamenti specialistici 36% 2,7 0,99 57% 21% 1,6 0,6 Ricoveri 9% 1,3 0,12 3% 0,3% 0,04 0,0001 Riabilitazione 7% 19,3 1,3 70% 5% 13,5 0,9 Ricoveri DH 4% n.a. n.a. 5% 0,2% n.a. n.a. * Persone che hanno usufruito almeno una volta del servizio nel 2013 ** Consumo di prestazioni pro utente (consumo totale/utenti della prestazione) *** Consumo di prestazioni pro capite (consumo totale/popolazione italiana) Fonte: Elaborazione OCPS-SDA Bocconi su ISTAT («Condizioni di Salute e Ricorso ai Servizi Sanitari», 2014) 13

14 Focus sui mercati (visite e riab)

15 Modalità di pagamento Visite Specialistiche Modalità di spesa ultima visita specialistica, per regione, 2013 Gratuita Ticket Out of Con pocket assicurazione Piemonte 0,39 0,22 0,36 0,04 Valle D'Aosta 0,35 0,23 0,40 0,02 Lombardia 0,39 0,22 0,35 0,04 Veneto 0,35 0,25 0,38 0,03 FVG 0,38 0,20 0,39 0,02 Liguria 0,36 0,18 0,44 0,02 Emilia Romagna 0,37 0,23 0,37 0,03 Toscana 0,37 0,20 0,41 0,02 Umbria 0,40 0,21 0,38 0,02 Marche 0,34 0,19 0,44 0,02 Lazio 0,35 0,23 0,36 0,06 Abruzzo 0,36 0,20 0,44 0,01 Molise 0,38 0,17 0,43 0,02 Campania 0,34 0,23 0,43 0,01 Puglia 0,37 0,16 0,46 0,01 Basilicata 0,40 0,17 0,41 0,02 Calabria 0,43 0,17 0,39 0,01 Sicilia 0,42 0,18 0,39 0,01 Sardegna 0,48 0,21 0,30 0,01 Total 0,37 0,21 0,38 0,03 Fonte: Elaborazione OCPS-SDA Bocconi su ISTAT («Condizioni di Salute e Ricorso ai Servizi Sanitari», 2014) 15

16 Visite Specialistiche, motivo della rinuncia Persone che nei dodici mesi precedenti l'intervista hanno rinunciato a visite specialistiche per motivo di rinuncia e regione. Anno 2013 (per 100 persone della stessa zona) REGIONI Almeno una rinuncia Non potevo pagarla costava troppo Lista di attesa lunga Popolazione Motivo della rinuncia Scomodità (struttura lontana, Non poteva mancanza assentarsi di trasporti, dal lavoro orari scomodi) Doveva accudire i figli o altre persone Piemonte 6,0 55,8 29,3 7,2 13,3 5,5 5,8 Valle d'aosta 3,6 56,6 28,4 8,2 10,3 3,3 14,5 Liguria 4,5 55,7 29,8 6,9 7,6 5,0 8,0 Lombardia 4,9 44,8 28,5 6,7 18,7 7,2 9,1 Veneto 7,1 46,5 30,0 6,0 16,1 7,8 13,1 Friuli-Venezia Giulia 5,2 49,2 23,5 7,9 18,0 6,6 11,4 Emilia-Romagna 6,4 46,0 26,4 7,3 17,8 6,1 12,4 Toscana 5,2 55,9 26,1 7,3 10,9 7,0 6,5 Umbria 5,7 47,7 33,2 7,5 7,6 6,5 10,6 Marche 7,6 55,9 38,5 7,7 10,8 6,5 3,9 Lazio 10,4 52,7 46,3 7,9 9,9 6,5 6,2 Abruzzo 9,7 66,2 26,3 9,5 8,4 3,5 4,9 Molise 7,1 63,8 36,2 7,9 7,4 4,9 3,2 Campania 8,0 70,1 17,9 9,4 9,0 5,8 5,4 Puglia 11,0 63,9 30,4 8,0 8,8 5,4 5,3 Basilicata 9,4 54,3 26,8 10,3 15,2 7,1 4,5 Calabria 10,6 74,1 25,3 11,6 3,8 4,6 2,3 Sicilia 9,2 71,5 29,4 10,6 6,6 3,1 3,2 Sardegna 14,0 52,8 27,3 9,5 13,1 5,9 10,1 Italia 7,5 57,4 30,0 8,3 11,5 5,9 7,0 Altro Fonte: ISTAT

17 Visite Specialistiche, motivo della rinuncia Over65 Persone over65 che nei dodici mesi precedenti l'intervista hanno rinunciato a visite specialistiche per motivo di rinuncia e regione. Anno 2013 (per 100 persone della stessa zona) REGIONI Almeno una rinuncia Non potevo pagarla costava troppo Persone di 65 anni e più Motivo della rinuncia Scomodità (struttura Non Lista di lontana, poteva attesa mancanza assentarsi lunga di trasporti, dal lavoro orari scomodi) Doveva accudire i figli o altre persone Piemonte 5,4 34,8 42,6 15,9 3,1 7,1 8,9 Valle d'aosta 3,4 12,5 23,9 25,6-5,6 38,0 Liguria 3,7 37,6 44,1 16,0-1,5 6,4 Lombardia 4,2 28,1 39,9 13,6-8,0 17,5 Veneto 6,3 28,1 41,7 13,6 2,0 9,9 20,0 Friuli-Venezia Giulia 4,6 36,0 22,4 23,8-6,2 24,2 Emilia-Romagna 5,7 23,3 39,7 10,4 1,1 9,1 25,5 Toscana 5,2 37,7 33,9 15,3-4,7 13,7 Umbria 6,9 29,4 46,6 18,3 3,7 3,6 14,9 Marche 7,5 49,4 46,2 14,2-1,9 5,2 Lazio 12,6 46,0 57,0 10,8 1,9 5,1 8,0 Abruzzo 11,4 57,9 32,9 18,7 1,8 2,1 7,8 Molise 7,2 35,0 53,1 32,4-5,1 5,9 Campania 12,1 63,9 22,2 17,9 1,5 3,2 8,6 Puglia 14,7 48,2 42,7 15,9 1,1 5,4 6,6 Basilicata 10,8 43,0 36,4 21,6 1,4 6,4 8,5 Calabria 13,0 57,2 32,3 26,7-8,2 3,1 Sicilia 11,8 51,5 35,4 23,9-3,7 6,2 Sardegna 16,3 37,3 34,1 18,4 1,2 8,8 18,0 Italia 8,2 43,8 39,3 16,7 1,1 5,8 11,0 Altro Fonte: ISTAT

18 Riabilitazione, motivo della rinuncia Persone che nei dodici mesi precedenti l'intervista hanno rinunciato a trattamenti riabilitativi per motivo di rinuncia e regione. Anno 2013 (per 100 persone della stessa zona) MOTIVO DELLA RINUNCIA Regioni Almeno una rinuncia Non potevo pagarla costava troppo Lista di attesa lunga Scomodità (struttura lontana, mancanza di trasporti, orari scomodi) Non poteva assentarsi dal lavoro Doveva accudire i figli o altre persone Altro Piemonte 1,9 50,7 19,6 14,3 19,2 6,1 6,1 Valle d'aosta 1,2 46,7 19,9 12,3 5,7-25,3 Liguria 2,0 50,1 29,3 17,6 8,0 7,5 9,0 Lombardia 1,8 59,6 15,2 7,9 14,3 7,8 11,3 Veneto 2,7 58,6 15,5 10,1 16,1 11,5 10,0 Friuli-Venezia Giulia 2,1 46,8 26,3 14,4 16,4 10,0 11,5 Emilia-Romagna 2,8 63,0 9,9 12,7 15,3 9,1 9,1 Toscana 1,6 63,1 12,2 14,8 15,7 9,2 9,3 Umbria 2,4 69,5 8,9 15,3 10,8 5,5 6,3 Marche 3,1 72,7 13,7 7,6 10,2 4,5 6,6 Lazio 3,1 67,1 22,0 16,0 10,6 7,5 7,9 Abruzzo 3,0 73,6 13,6 10,6 9,3 3,5 10,4 Molise 2,5 70,2 24,2 16,7 5,4 5,4 1,8 Campania 1,9 75,8 9,9 15,0 6,4 4,5 4,4 Puglia 3,1 71,0 17,1 10,1 10,3 8,7 3,7 Basilicata 2,3 50,0 13,4 30,8 11,4 5,6 8,4 Calabria 2,9 74,0 8,6 27,6 2,9 5,3 5,9 Sicilia 2,6 71,8 11,6 12,8 6,5 4,8 8,3 Sardegna 4,7 56,3 15,8 20,6 12,6 7,9 10,6 Italia 2,4 64,4 15,4 13,5 11,8 7,4 8,1 Fonte: ISTAT

19 Riabilitazione, motivo della rinuncia Over65 Persone over65 che nei dodici mesi precedenti l'intervista hanno rinunciato a trattamenti riabilitativi per motivo di rinuncia e regione. Anno 2013 (per 100 persone della stessa zona) TERRITORIO Almeno una rinuncia Non potevo pagarla costava troppo Lista di attesa lunga MOTIVO DELLA RINUNCIA Scomodità (struttura lontana, mancanza di trasporti, orari scomodi) Non poteva assentarsi dal lavoro Doveva accudire i figli o altre persone Piemonte 1,8 40,2 11,4 43,0-8,6 12,9 Valle d'aosta 1, , ,1 Liguria 2,8 36,9 25,5 32,0-6,8 22,9 Lombardia 2,5 51,1 21,7 14,3-7,7 20,4 Veneto 3,4 39,9 20,8 18,1 1,5 6,5 20,5 Friuli-Venezia Giulia 3,5 52,4 19,7 15,5-16,4 18,4 Emilia-Romagna 3,5 57,8 16,6 23,0 1,7 9,1 10,8 Toscana 1,8 37,4 17,9 37,6-10,4 18,3 Umbria 4,4 70,9 12,3 23,2 2,9-9,8 Marche 4,5 58,3 23,0 15,9-8,6 11,5 Lazio 5,8 65,8 28,2 24,9-5,3 11,6 Abruzzo 4,1 71,7 19,9 25, ,9 Molise 4,6 70,9 33,1 15,7-4,1 - Campania 4,5 67,3 7,1 24,9 2,6 6,2 6,9 Puglia 5,3 63,5 15,7 26,7-6,3 5,8 Basilicata 4,2 36,4 17,6 60,2-3,6 10,4 Calabria 5,8 52,2 5,5 44,7-9,7 13,7 Sicilia 3,3 43,8 21,6 32,8-7,6 11,9 Sardegna 7,6 39,6 19,3 30,4 2,4 8,8 19,7 Italia 3,6 54,3 18,6 26,1 0,7 7,2 13,7 Altro Fonte: ISTAT

Persone che hanno subito incidenti in. Regioni

Persone che hanno subito incidenti in. Regioni Tabella 1 - Persone (valori assoluti in migliaia e Intervalli di Confidenza al 95%) che nei tre mesi precedenti l intervista hanno subito incidenti in ambiente domestico e tassi di incidenti domestici

Dettagli

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 PIEMONTE 603 1.127 87.148.771 13,0 144.525 VALLE D'AOSTA 80 88 1.490.121 0,2 18.627 LOMBARDIA 1.503 2.985 280.666.835 41,8 186.738 PROV. AUT. BOLZANO 1 1 31.970

Dettagli

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato Tab. IS.9.1a - Incidenti per tipo di e - Anni 2001-2013 a) Valori assoluti Anno 2001 o a altri Piemonte 16.953 23.818 19 77 167 146 80 67 1.942 123 254 153 50 59 824 1.920 1.037 653 50 4 23 0 112 31.578

Dettagli

Ticket Regionali Specialistica e Diagnostica Studenti Universitari

Ticket Regionali Specialistica e Diagnostica Studenti Universitari NB. Nelle tabelle che seguono sono riportati i costi (in Euro) delle principali prestazioni ambulatoriali e specialistiche previste dal nostro Sistema Sanitario Nazionale a favore degli Studenti Universitari,

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione H02 102 3.244 4.234 prestazioni 106.541,38 39.721,59 Basilicata H03 102 6.820 9.139 183.359,67 103.341,43 Basilicata H04 102 2.243 2.243 150.815,00

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H02 102 4.663 6.145 159.302,40 51.697,76 Basilicata H03 102 9.222 12.473 252.025,98 136.892,31 Basilicata H04 102 3.373 3.373 230.650,00

Dettagli

Grafico 1 - Enti locali Contributi erariali per ente - Anni (valori nominali in migliaia di lire)

Grafico 1 - Enti locali Contributi erariali per ente - Anni (valori nominali in migliaia di lire) Grafico 1 - Enti locali Contributi erariali per ente - Anni -1999 - (valori nominali in migliaia di lire) 35... 3... 25... 2... 15... à montane 1... 5... 1998 1999 Grafico 2 - Enti locali Contributi erariali

Dettagli

LA SPESA SANITARIA IN VENETO

LA SPESA SANITARIA IN VENETO LA SPESA SANITARIA IN LUCA ROMANO Centro Culturale Altinate - San Gaetano 14 maggio 2016 IL QUADRO DEMOGRAFICO Struttura della popolazione residente 2015* Com. % Var. % '02 / '15 * Dati al 1 gennaio **

Dettagli

Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004

Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004 Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004 NORD-ORIENTALE NORD-OCCIDENTALE ITALIA MEZZOGIORNO ITALIA CENTRALE -0,5 0,0 0,5 1,0 1,5

Dettagli

Spesa farmaceutica e compartecipazione in Italia e in Veneto

Spesa farmaceutica e compartecipazione in Italia e in Veneto Dipartimento Contrattazione Sociale 5 ottobre 2016 SPI Cgil Veneto Spesa farmaceutica e compartecipazione in Italia e in Veneto Camilla Costa ires.costa@veneto.cgil.it COMPARTECIPAZIONE DEL CITTADINO ALLA

Dettagli

REGIME QUOTE LATTE AFFITTI DI QUOTA

REGIME QUOTE LATTE AFFITTI DI QUOTA AZIENDE RILEVATARIE PER CLASSIFICAZIONE C-Montana Aziende 6.000 B-Svantaggiata A-Non svantaggiata 5.000 4.000 3.000 524 450 499 336 597 305 803 394 629 358 532 413 572 454 609 441 697 592 818 609 627 481

Dettagli

Osservatorio sull assistenza sanitaria privata in Italia

Osservatorio sull assistenza sanitaria privata in Italia CERGAS Centro di Ricerche sulla Gestione dell Assistenza Sanitaria e Sociale Osservatorio sull assistenza sanitaria privata in Italia Rapporto di ricerca 2013 SC 15 Aprile 2013 0 Osservatorio Sanità Privata

Dettagli

9. I consumi delle famiglie

9. I consumi delle famiglie 9. I consumi delle famiglie Nelle principali province italiane, la percentuale del reddito disponibile destinata ai consumi, e quindi all acquisto di beni e servizi necessari a soddisfare i propri bisogni,

Dettagli

Ruolo economico del settore farmaceutico e della spesa farmaceutica

Ruolo economico del settore farmaceutico e della spesa farmaceutica centro stam Ruolo economico del settore farmaceutico e della spesa farmaceutica REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Assessore regionale alle finanze, patrimonio e programmazione Direzione centrale finanze,

Dettagli

I PUBBLICI ESERCIZI IN ITALIA Distribuzione dei p.e. (valori assoluti - giugno 2006)

I PUBBLICI ESERCIZI IN ITALIA Distribuzione dei p.e. (valori assoluti - giugno 2006) I PUBBLICI ESERCIZI IN ITALIA Distribuzione dei p.e. (valori assoluti - giugno 2006) Regioni Ristoranti (U.L.) Bar (U.L.) Piemonte 7.544 12.708 Valle d'aosta 589 646 Lombardia 13.165 27.552 Trentino 2.635

Dettagli

LA VERITÀ SUL RESIDUO FISCALE

LA VERITÀ SUL RESIDUO FISCALE LA VERITÀ SUL RESIDUO FISCALE Estratto dal dossier «Il residuo fiscale delle regioni italiane» A cura di Luciano Greco Professore Associato di Scienze delle Finanze presso l Università degli studi di Padova

Dettagli

In Lombardia sono esenti dal ticket su visite ed esami le seguenti categorie:

In Lombardia sono esenti dal ticket su visite ed esami le seguenti categorie: La Lombardia è l unica regione, con la Basilicata, tra le dieci che non hanno i vincoli del piano di rientro per la spesa sanitaria, ad applicare da subito il ticket da 10 euro. La Lombardia è anche l

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

Interventi di Upgrading di Impianti di Depurazione Esistenti

Interventi di Upgrading di Impianti di Depurazione Esistenti Prof. G. d Antonio Comuni e popolazione residente secondo il grado di depurazione delle acque reflue convogliate nella rete fognaria per regione - Anno 2005 (valori assoluti) REGIONI Depurazione completa

Dettagli

Contiene un Focus sulle Comunicazioni Obbligatorie 2015 e 1 T (fonte: MLPS)

Contiene un Focus sulle Comunicazioni Obbligatorie 2015 e 1 T (fonte: MLPS) Contiene un Focus sulle Comunicazioni Obbligatorie 2015 e 1 T. 2016 (fonte: MLPS) Commercio estero e prezzi all import Maggio: export -0,2% import -1,2%, prezzi all import prodotti industriali +1,0% su

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

RISORSE FINANZIARIE PER LA COSTITUZIONE DEI FONDI REGIONALI (Art. 42 C.C.N.L.) ANNO 2001

RISORSE FINANZIARIE PER LA COSTITUZIONE DEI FONDI REGIONALI (Art. 42 C.C.N.L.) ANNO 2001 TABELLA A RISORSE FINANZIARIE PER LA COSTITUZIONE DEI FONDI REGIONALI ANNO 2001 EURO LIRE Indennità di fissa -. 4.728.000 x 9959 unità (1) 24.317.968,05 47.086.152.000 Indennità di direzione - parte variabile

Dettagli

Il divario Nord-Sud. di Gianfranco Viesti (Università di Bari) FSP, Bologna 29 marzo 2009

Il divario Nord-Sud. di Gianfranco Viesti (Università di Bari) FSP, Bologna 29 marzo 2009 Il divario Nord-Sud di Gianfranco Viesti (Università di Bari) FSP, Bologna 29 marzo 2009 IL DIVARIO DI REDDITO Fonte: Daniele V, Malanima,P. 2007 Fonte: Daniele V, Malanima,P. 2007 PIL pro capite nelle

Dettagli

Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica

Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica 1 Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica ripartizione geografica votanti partec. voti validi CGIL CISL UIL ALTRE LISTE AGENZIE FISCALI Nord Ovest 85 12.904 11.248 87,17 10.922

Dettagli

Bologna, 8 settembre Francesco Giardina BIO IN CIFRE

Bologna, 8 settembre Francesco Giardina BIO IN CIFRE Bologna, 8 settembre 2017 Francesco Giardina BIO IN CIFRE 2017 Numero di operatori Ettari, in migliaia ANDAMENTO DI OPERATORI E SUPERFICI IN ITALIA DAL 1990 AL 2016 80.000 2.000 70.000 Numero di operatori

Dettagli

IL SETTORE TERMALE. Caratteristiche strutturali e performance. Federterme. Rimini, 12 maggio 2011 * * *

IL SETTORE TERMALE. Caratteristiche strutturali e performance. Federterme. Rimini, 12 maggio 2011 * * * IL SETTORE TERMALE Caratteristiche strutturali e performance * * * Federterme Rimini, 12 maggio 2011 Numero delle imprese termali per aree geografiche al 31/12/2010 378 Imprese 259 Società di capitali

Dettagli

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA. Agosto 2017

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA. Agosto 2017 OSSERVATORIO FER ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA Agosto 2017 NOTA: I dati presenti nell elaborazione potrebbero subire lievi variazioni per aggiornamenti apportati da Terna nel corso

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico TABELLA "A" Dotazioni organiche regionali anno scolastico 2012-2013 Abruzzo 5.195 5.124-71 Basilicata 2.898 2.815-83 Calabria 9.859 9.612-247 Campania 23.944 23.430-514 Emilia Romagna 12.801 12.826 25

Dettagli

Bologna, Quartiere fieristico, Maggio 2014: manifestazione dedicata alla sanità e all assistenza.

Bologna, Quartiere fieristico, Maggio 2014: manifestazione dedicata alla sanità e all assistenza. Bologna, Quartiere fieristico, 21-24 Maggio 2014: manifestazione dedicata alla sanità e all assistenza. > 1) Documentazione (sito esterno) >>> Exposanità, 29 aprile 2014, > Comunicati stampa 1 / 33 In

Dettagli

Studio AGENAS COSTRUZIONE DI UN UNDICE PER IL FABBISOGNO DI POSTI LETTO RESIDENZIALI IN ITALIA

Studio AGENAS COSTRUZIONE DI UN UNDICE PER IL FABBISOGNO DI POSTI LETTO RESIDENZIALI IN ITALIA LONG TERM CARE TWO ROMA, 11-12 LUGLIO 2017 Studio AGENAS COSTRUZIONE DI UN UNDICE PER IL FABBISOGNO DI POSTI LETTO RESIDENZIALI IN ITALIA Enrico Brizioli, Aministratotre Delegato KOS Care Annii Azzurri

Dettagli

Prof. Roberto Bernabei Presidente Italia Longeva

Prof. Roberto Bernabei Presidente Italia Longeva Prof. Roberto Bernabei Presidente Italia Longeva 1 Aspettativa di vita in Italia (2014) 87 85 83 81 79 Women Men 77 75 % con disabilità nelle attività del vivere quotidiano Copertura e intensità dei servizi

Dettagli

MERCATO ITALIANO DEI FARMACI GENERICI MARZO 2017

MERCATO ITALIANO DEI FARMACI GENERICI MARZO 2017 MERCATO ITALIANO DEI FARMACI GENERICI MARZO 2017 CANALE FARMACIA STORICO CANALE FARMACIA 2009-2017 ANDAMENTO MERCATO GENERICI (VOLUMI- VALORI) SU TOTALE MERCATO FARMACEUTICO (CANALE RETAIL - FARMACIE APERTE

Dettagli

A CONFRONTO. La Valle d Aosta. Valutazione della crescita in Valle d Aosta nel periodo con la cartografia socioeconomica NMK SER IST PRIV

A CONFRONTO. La Valle d Aosta. Valutazione della crescita in Valle d Aosta nel periodo con la cartografia socioeconomica NMK SER IST PRIV La Valle d Aosta A FRONTO AGR IND COSTR MK NMK FAM PUB VA IST PRIV PA K RDE AGR 39,0 67,8 0,3 4,3 0,2 31,5 4,9 3,7 0,2 151,8 IND 13,9 787,4 82,3 100,1 7,4 180,3 46,9 21,4 788,6 2.028,3 COSTR 0,0 3,9 0,2

Dettagli

LE ENTRATE PUBBLICHE NELLA REGIONE UMBRIA

LE ENTRATE PUBBLICHE NELLA REGIONE UMBRIA LE ENTRATE PUBBLICHE NELLA REGIONE UMBRIA SIMONA AZZARELLI Nucleo CPT Regione Umbria 3 ottobre 2008 - Relais Borgo Brufa - Brufa di Torgiano (PG) LE ENTRATE TOTALI DEL SETTORE PUBBLICO ALLARGATO Basilicata

Dettagli

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA. Ottobre 2017

OSSERVATORIO FER. ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA. Ottobre 2017 OSSERVATORIO FER ELABORAZIONE ANIE RINNOVABILI DATI GAUDì - FONTE TERNA Ottobre 2017 NOTA: I dati presenti nell elaborazione potrebbero subire lievi variazioni per aggiornamenti apportati da Terna nel

Dettagli

ENTRATE E SPESE NEI BILANCI DELLE REGIONI A STATUTO ORDINARIO. Maria Flavia Ambrosanio

ENTRATE E SPESE NEI BILANCI DELLE REGIONI A STATUTO ORDINARIO. Maria Flavia Ambrosanio LA STRUTTURA E IL CONTROLLO DEI BILANCI NELLE REGIONI A STATUTO ORDINARIO ENTRATE E SPESE NEI BILANCI DELLE REGIONI A STATUTO ORDINARIO Maria Flavia Ambrosanio Università Cattolica del Sacro Cuore - Milano,

Dettagli

Il mercato e la concorrenza in sanità: caratteristiche e competitori. Mario Del Vecchio

Il mercato e la concorrenza in sanità: caratteristiche e competitori. Mario Del Vecchio Il mercato e la concorrenza in sanità: caratteristiche e competitori Mario Del Vecchio Il settore sanitario + Regolazione - Stato command and control (cittadini pazienti) CANALE DI FINANZIAMENTO Privato

Dettagli

EMBARGO ORE 9.30 DEL 28 MAGGIO

EMBARGO ORE 9.30 DEL 28 MAGGIO EMBARGO ORE 9.30 DEL 28 MAGGIO Turismo e commercio, Osservatorio Confesercenti. Continua la crisi: nei primi 4 mesi dell anno persi 1,8 miliardi di vendite e chiuse 45mila imprese. Crescono solo gli ambulanti

Dettagli

Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012

Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012 Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012 Roberto Strocco Coordinatore Area Studi e Sviluppo del Territorio Unioncamere Piemonte Lo scenario internazionale

Dettagli

Osservatorio economico, coesione sociale, legalità 5 RAPPORTO SULLA COESIONE SOCIALE IN PROVINCIA DI REGGIO EMILIA ANNO 2016

Osservatorio economico, coesione sociale, legalità 5 RAPPORTO SULLA COESIONE SOCIALE IN PROVINCIA DI REGGIO EMILIA ANNO 2016 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità 5 RAPPORTO SULLA COESIONE SOCIALE IN PROVINCIA DI REGGIO EMILIA ANNO 2016 3. REDDITI E CONSUMI 2 IL PIL Valori in euro Province e regioni 34.000,00 32.000,00

Dettagli

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DELLA POPOLAZIONE

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DELLA POPOLAZIONE CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DELLA POPOLAZIONE Luca Romano Direttore di Local Area Network Martedi 8 Aprile 2014 Auditorium del Lavoro ROMA L INVECCHIAMENTO DEMOGRAFICO 1/6 65 ANNI E PIU' TOTALE ANDAMENTO

Dettagli

Il Sud (e il Nord) di Gianfranco Viesti (Università di Bari) Scuola per la democrazia Aosta, 9 ottobre 2010

Il Sud (e il Nord) di Gianfranco Viesti (Università di Bari) Scuola per la democrazia Aosta, 9 ottobre 2010 Il Sud (e il Nord) di Gianfranco Viesti (Università di Bari) Scuola per la democrazia Aosta, 9 ottobre 2010 1. Il divario di reddito 2. Produttività e occupazione 3. Le determinanti 4. Le politiche 1.

Dettagli

䤀倀匀 㘀 䄀䰀䰀䔀䜀䄀吀伀䴀䔀吀伀䐀伀䰀伀䜀䤀䌀伀

䤀倀匀 㘀 䄀䰀䰀䔀䜀䄀吀伀䴀䔀吀伀䐀伀䰀伀䜀䤀䌀伀 䤀倀匀 㘀 䤀一䐀䤀䌀䔀䐀䤀倀䔀刀䘀伀䴀䄀一䌀䔀匀䄀一䤀吀䄀刀䤀䄀 䄀䰀䰀䔀䜀䄀吀伀䴀䔀吀伀䐀伀䰀伀䜀䤀䌀伀 Notizie per la Stampa www.demoskopika.eu Obiettivo L IPS, l indice di perfomance del sistema sanitario ha l obiettivo di delineare il livello di efficienza

Dettagli

Consumo di farmaci di classe A-SSN in regime di assistenza convenzionata

Consumo di farmaci di classe A-SSN in regime di assistenza convenzionata ANALISI REGIONALE DELLA SPESA E DEL CONSUMO DEI FARMACI E la Sicilia la Regione in cui si registra la quantità massima di consumi (1.110 dosi giornaliere ogni mille abitanti) e il picco massimo di spesa

Dettagli

Consumi e povertà in Emilia-Romagna. Anno 2014

Consumi e povertà in Emilia-Romagna. Anno 2014 Direzione generale centrale Organizzazione, Personale, Sistemi Informativi e Telematica Servizio statistica e informazione geografica Consumi e povertà in Emilia-Romagna. Anno 2014 Bologna, 11 maggio 2015

Dettagli

DATI SPESA FARMACEUTICA CONVENZIONATA GENNAIO-SETTEMBRE 2011

DATI SPESA FARMACEUTICA CONVENZIONATA GENNAIO-SETTEMBRE 2011 DATI SPESA FARMACEUTICA CONVENZIONATA GENNAIO-SETTEMBRE 2011 Vengono pubblicati on line sul sito www. agenas.it, i dati riferiti al periodo gennaio-settembre 2011 relativi alla spesa farmaceutica convenzionata

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE GEOLOGI Centro Studi NOTA STAMPA

CONSIGLIO NAZIONALE GEOLOGI Centro Studi NOTA STAMPA CONSIGLIO NAZIONALE GEOLOGI Centro Studi NOTA STAMPA FRANE E ALLUVIONI: SEI MILIONI DI PERSONE A RISCHIO Emilia Romagna, Campania e Lombardia tra le regioni più esposte ausa del consapevolezza nella società

Dettagli

La spesa turistica nelle regioni italiane 2000-2014

La spesa turistica nelle regioni italiane 2000-2014 La spesa turistica nelle regioni italiane 2000- Andrea Alivernini XVI Conferenza CISET L Italia e il turismo internazionale Risultati e tendenze per incoming e outgoing nel 2015 dai dati Banca d Italia

Dettagli

Processi associativi nei Comuni: stato dell arte e prospettive

Processi associativi nei Comuni: stato dell arte e prospettive Processi associativi nei Comuni: stato dell arte e prospettive Unioni di Comuni: i numeri principali 11/09/2017 Giorgia Marinuzzi Gestioni associate: da facoltative a obbligatorie Dal 1990 (L. 142/1990)

Dettagli

Riabilitazione post-acuzie insufficiente nel Paese. F.Spandonaro L. Piasini

Riabilitazione post-acuzie insufficiente nel Paese. F.Spandonaro L. Piasini F. Spandonaro CREA Sanità - Univ. di Roma Tor Vergata Riabilitazione post-acuzie insufficiente nel Paese F.Spandonaro L. Piasini Consorzio per la Ricerca Economica Applicata in Sanità Conferenza Stampa

Dettagli

Regione FVG - arrivi e presenze - italiani e stranieri dettaglio trimestrale anno 2011 (conf. 2010)

Regione FVG - arrivi e presenze - italiani e stranieri dettaglio trimestrale anno 2011 (conf. 2010) Regione FVG - arrivi e presenze - italiani e stranieri dettaglio trimestrale anno 2011 (conf. 2010) TAV. 1 ARRIVI PRESENZE I T rim e stre II T rim e stre III T rim e stre IV T rim e stre TOTALE 2011 2010

Dettagli

Il peso del turismo nell economia umbra

Il peso del turismo nell economia umbra Il peso del turismo nell economia umbra Eleonora D Urzo AUR Stefano Rosignoli IRPET Misurazione del peso del turismo Crisi Economica Nuovi sentieri di sviluppo economico Turismo come risorsa per lo sviluppo

Dettagli

CON L EURO I PREZZI SONO AUMENTATI DEL 25%. AL SUD GLI INCREMENTI MAGGIORI.

CON L EURO I PREZZI SONO AUMENTATI DEL 25%. AL SUD GLI INCREMENTI MAGGIORI. CON L EURO I PREZZI SONO AUMENTATI DEL 25%. AL SUD GLI INCREMENTI MAGGIORI. BOOM PER BEVANDE ALCOLICHE/TABACCHI (+63,7%), BOLLETTE, AFFITTI E MANUTENZIONE CASA (+45,8%), TRASPORTI (+40,9%) A dieci anni

Dettagli

INDICATORI DI DISAGIO ECONOMICO SOCIALE

INDICATORI DI DISAGIO ECONOMICO SOCIALE INDICATORI DI DISAGIO ECONOMICO SOCIALE DISAGIO ECONOMICO: LE REGIONI PIU COLPITE Chi ha il punteggio più alto è stato meno colpito. Dato medio ITALIA = 100 DISAGIO ECONOMICO POSIZIONE REGIONI (punteggio

Dettagli

STRUTTURA E INCIDENZA DEL SETTORE ARTIGIANO NELL ECONOMIA REGIONALE DELL EMILIA-ROMAGNA

STRUTTURA E INCIDENZA DEL SETTORE ARTIGIANO NELL ECONOMIA REGIONALE DELL EMILIA-ROMAGNA STRUTTURA E INCIDENZA DEL SETTORE ARTIGIANO NELL ECONOMIA REGIONALE DELL EMILIA-ROMAGNA Con 128.994 unità l Emilia-Romagna è la terza regione italiana per numero di artigiane insediate nel proprio territorio.

Dettagli

USCIRE DALLA CRISI: CHIAREZZA SUI NUMERI DELLA SANITÀ. Conferenza stampa del Ministro della Salute Prof. Renato Balduzzi 19 dicembre 2012

USCIRE DALLA CRISI: CHIAREZZA SUI NUMERI DELLA SANITÀ. Conferenza stampa del Ministro della Salute Prof. Renato Balduzzi 19 dicembre 2012 USCIRE DALLA CRISI: CHIAREZZA SUI NUMERI DELLA SANITÀ Conferenza stampa del Ministro della Salute Prof. Renato Balduzzi 19 dicembre 2012 IL FINANZIAMENTO DEL SSN 110,0 Trend finanziamento corrente a carico

Dettagli

Prof. Alberto Brambilla. Dott. Paolo Novati. 27 giugno 2017, Milano

Prof. Alberto Brambilla. Dott. Paolo Novati. 27 giugno 2017, Milano APPROFONDIMENTI 2017 DICHIARAZIONE DEI REDDITI AI FINI IRPEF anno 2015 per IMPORTI, TIPOLOGIA DI CONTRIBUENTI E TERRITORI e ANALISI IRAP (4 edizione) Prof. Alberto Brambilla Presidente Centro Studi e Ricerche

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Le regioni a confronto

Le regioni a confronto Il racconto, il confronto 2003 Il all apertura del nuovo millennio: struttura dinamica struttura e dinamica 2003 Il all apertura del nuovo millennio: benchmarking europeo struttura benchmarking e dinamica

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31//2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 201: aggiornamento al 30//201 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 30/4/2017 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 30/4/2017 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 07: aggiornamento al 30//07 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 204: aggiornamento al 30/04/204 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering su base dati Inail DATI INAIL NAZIONALI

Dettagli

Dossier I dati regionali. Dossier Casa I dati regionali. A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi

Dossier I dati regionali. Dossier Casa I dati regionali. A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Dossier I dati regionali A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Dossier Casa I dati regionali A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Sommario... 3 Mercato immobiliare residenziale...

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/7/2017 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Popolazione, reddito e consumi energetici in Italia

Popolazione, reddito e consumi energetici in Italia DATI GENERALI Popolazione, reddito e consumi energetici in Italia Grafico 1 500 450 400 350 300 250 200 150 Numeri indice (base 1963=100) Consumo interno lordo di energia elettrica Consumo interno lordo

Dettagli

Indice dei prezzi al consumo in Toscana e in Italia nel I confronti su scala nazionale

Indice dei prezzi al consumo in Toscana e in Italia nel I confronti su scala nazionale Statistiche flash Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica 17 Gennaio 2017 Indice dei prezzi al consumo in Toscana e in Italia nel 2016. I confronti su scala

Dettagli

2.L assistenza pediatrica ospedaliera

2.L assistenza pediatrica ospedaliera 2.L assistenza pediatrica ospedaliera Prof.ssa Maria Pia Fantini Dott.ssa Lorenza Luciano Dipartimento di Medicina e Sanità Pubblica Alma Mater Studiorum Università di Bologna Percorso di aggiornamento

Dettagli

Stato dell arte dei Servizi Pubblici per l Impiego

Stato dell arte dei Servizi Pubblici per l Impiego Le politiche attive del lavoro e il Fondo Sociale Europeo Roma, 29 maggio 2014 - FORUM PA Stato dell arte dei Servizi Pubblici per l Impiego Maurizio Sorcioni Staff di Statistica Studi e Ricerche sul Mercato

Dettagli

A Cura del Servizio Politiche Territoriali della Uil

A Cura del Servizio Politiche Territoriali della Uil A Cura del Servizio Politiche Territoriali della Uil MANOVRA ECONOMICA: SE TUTTE LE REGIONI ALLE PRESE CON L EXTRADEFICIT SANITARIO AUMENTASSERO L IRPEF REGIONALE POSSIBILI AUMENTI MEDI DEL 47,4% (221

Dettagli

DIPARTIMENTO AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA UFFICIO STAMPA E RELAZIONI ESTERNE

DIPARTIMENTO AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA UFFICIO STAMPA E RELAZIONI ESTERNE 1 Condannati definitivi Per di e per Durata della Pena Residua Situazione al 13/05/2010 Fino a 1 anno Da 1 a 2 Durata della pena residua Da 2 a 3 Da 3 a 5 Da 5 a 10 Da 10 a 20 Da 20 in poi Ergastolo Totale

Dettagli

Il SINAB è un progetto di: L AGRICOLTURA BIOLOGICA AL 31/12/2009 Tabella 1 Numero operatori per tipologia e regione TOTALE. Var.

Il SINAB è un progetto di: L AGRICOLTURA BIOLOGICA AL 31/12/2009 Tabella 1 Numero operatori per tipologia e regione TOTALE. Var. Il SINAB è un progetto di: Tabella 1 Numero operatori per tipologia e regione produttori esclusivi preparatori esclusivi importatori esclusivi produttori / preparatori produttori / preparatori / importatori

Dettagli

Nota di commento ai dati sulla spesa nella Ricerca e Sviluppo e sull innovazione nelle imprese

Nota di commento ai dati sulla spesa nella Ricerca e Sviluppo e sull innovazione nelle imprese Nota di commento ai dati sulla spesa nella Ricerca e Sviluppo e sull innovazione nelle imprese Fonte: Istat Ricerca e Sviluppo in Italia (anno 2014) Le rilevazioni sulla Ricerca e lo sviluppo sperimentale,

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/8/2017 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/8/2017 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/8/2017 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Nel Mez zo g i o r n o

Nel Mez zo g i o r n o OCCUPAZIONE: LE CIFRE DEL DISAGIO Nel Mez zo g i o r n o le pro s p e t t i ve occupazionali - secondo lo Sv i m ez - restano scarse soprattutto per i giovani che re g i s t r a vano a gennaio un tasso

Dettagli

Redditi Irpef e Toscana nel 2014 (anno d imposta 2013)

Redditi Irpef e Toscana nel 2014 (anno d imposta 2013) Settore Sistema Informativo di Supporto alle Decisioni. Ufficio Regionale di Statistica Redditi Irpef e nel 2014 (anno d imposta 2013) SINTESI Redditi Irpef e nel 2014 La seguente presentazione offre una

Dettagli

Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso

Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso BOOK 2014 DELLA MEDIAZIONE E DEL CONTENZIOSO (IMPOSTE SUI REDDITI, IVA, IRAP, IMPOSTA DI REGISTRO ED ALTRI TRIBUTI INDIRETTI) FLUSSO ISTANZE DI MEDIAZIONE - Settore entrate Periodo di riferimento: 2013-2014

Dettagli

FIGISC ANISA NEWSLETTER PREZZI N

FIGISC ANISA NEWSLETTER PREZZI N FIGISC ANISA NEWSLETTER PREZZI N. 161/NP 2 NOVEMBRE 2017 PREZZI BENZINA E GASOLIO PRATICATI NELLE REGIONI E NELLE PROVINCE AUTONOME BOLZANO E TRENTO MEDIA MESE OTTOBRE 2017 a cura della Segreteria Nazionale

Dettagli

Uso dei farmaci per il diabete Roberto Da Cas

Uso dei farmaci per il diabete Roberto Da Cas Uso dei farmaci per il diabete Roberto Da Cas Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Prevenzione della Salute Istituto Superiore di Sanità, Roma Dati e indicatori utilizzati Fonti informative:

Dettagli

In base alle ultime stime del sistema informativo CRESME sul mercato delle costruzioni, nel il valore della produzione del settore delle costruzioni

In base alle ultime stime del sistema informativo CRESME sul mercato delle costruzioni, nel il valore della produzione del settore delle costruzioni In base alle ultime stime del sistema informativo CRESME sul mercato delle costruzioni, nel il valore della produzione del settore delle costruzioni in Campania ammonta a miliardi di e ro, di cui relativ

Dettagli

Iniziativa di sospensione delle rate dei mutui alle famiglie. Roma, 8 giugno 2011

Iniziativa di sospensione delle rate dei mutui alle famiglie. Roma, 8 giugno 2011 Iniziativa di sospensione delle rate dei mutui alle famiglie Roma, 8 giugno 2011 Agenda 1. Campione esaminato 2. Classificazione delle domande 3. Analisi territoriale 2 Classificazione delle banche Enti

Dettagli

IL BILANCIO DEL SISTEMA PREVIDENZIALE ITALIANO

IL BILANCIO DEL SISTEMA PREVIDENZIALE ITALIANO PRESENTAZIONE DEL RAPPORTO N.4 ANNO 2017 IL BILANCIO DEL SISTEMA PREVIDENZIALE ITALIANO Andamenti finanziari e demografici delle pensioni e dell assistenza per l anno 2015 Mercoledì 15 febbraio 2017 Sala

Dettagli

FINANZIAMENTO, DECENTRAMENTO E MISSION DEL SSN Evidenze dal Rapporto OASI 2014

FINANZIAMENTO, DECENTRAMENTO E MISSION DEL SSN Evidenze dal Rapporto OASI 2014 LA SANITA CHE VOGLIAMO FINANZIAMENTO, DECENTRAMENTO E MISSION DEL SSN Evidenze dal Rapporto OASI 2014 Elena Cantù Milano, 24.11.2014 Sostenibilità SSN: Spesa, finanziamento, disavanzo (mln euro, 1990-2013)

Dettagli

Nidi e servizi integrativi in Italia: l indagine sulla spesa sociale dei Comuni

Nidi e servizi integrativi in Italia: l indagine sulla spesa sociale dei Comuni NIDI E SERVIZI PER L INFANZIA Conoscere per governare Nidi e servizi : l indagine sulla spesa sociale dei Comuni Giulia Milan - Istat Servizio Sanità e assistenza Unità Operativa Interventi e servizi sociali

Dettagli

I dati generali sulla sicurezza stradale. Marco Giustini

I dati generali sulla sicurezza stradale. Marco Giustini I dati generali sulla sicurezza stradale Marco Giustini MORTI 7.500 INVALIDI 20.000 RICOVERI 150.000 ACCESSI AL PRONTO SOCCORSO 1.500.000 MORTI PER INCIDENTI STRADALI IN ITALIA PERIODO 1969-2000, PER SESSO

Dettagli

Le cure palliative in Italia: un quadro della situazione attuale

Le cure palliative in Italia: un quadro della situazione attuale Le cure palliative in Italia: un quadro della situazione attuale 11 novembre 2015, ore 13 Sala Caduti di Nassirya Senato della Repubblica Italo Penco Direttore sanitario Fondazione Roma Sanità OMS: i bisogni

Dettagli

ABRUZZO ITALIA

ABRUZZO ITALIA DATI STATISTICI 1 POPOLAZIONE RESIDENTE (dati ISTAT 2015) Popolazione 0-14 anni 15-29 anni 30-64 anni > 65 anni ABRUZZO: 1.331.574 ab. 170.929 203.652 655.902 301.091 L Aquila: 304.884 ab. 37.056 46.694

Dettagli

CAPITOLO 14 - TURISMO. Autori: Patrizia BOMBACI (2), Stefania CAPODICI (2), Silvia IACCARINO (1). 1) APAT, 2) Consulente APAT.

CAPITOLO 14 - TURISMO. Autori: Patrizia BOMBACI (2), Stefania CAPODICI (2), Silvia IACCARINO (1). 1) APAT, 2) Consulente APAT. Turismo CAPITOLO 14 - TURISMO Autori: Patrizia BOMBACI (2), Stefania CAPODICI (2), Silvia IACCARINO (1). 1) APAT, 2) Consulente APAT. TURISMO 14. Turismo Q14: Quadro sinottico indicatori per il turismo

Dettagli

Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione

Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione Roma, 15 febbraio 2006 Fondi strutturali 2000-2006 per l Italia: evitato per il quarto anno consecutivo il disimpegno automatico Il Dipartimento

Dettagli

Scuola dell'infanzia Regione

Scuola dell'infanzia Regione Scuola dell'infanzia Abruzzo 30 Basilicata 37 Calabria 144 Campania 278 Emilia Romagna 54 Lazio 118 Liguria 16 Lombardia 88 Marche 35 Molise 11 Piemonte 47 Puglia 136 Sardegna 48 Sicilia 246 Toscana 82

Dettagli

TASSE E TARIFFE LOCALI: 58,7 MILIARDI DI EURO (PIU 6% DAL 2012 AL 2014)

TASSE E TARIFFE LOCALI: 58,7 MILIARDI DI EURO (PIU 6% DAL 2012 AL 2014) TASSE E TARIFFE LOCALI: 58,7 MILIARDI DI EURO (PIU 6% DAL 2012 AL 2014) TRA ADDIZIONALI IRPEF, IMU, TASI, TARIFFE RIFIUTI, BOLLO AUTO IMPOSTA RC AUTO NEL 2014 UN ESBORSO DI 966 EURO MEDI PRO CAPITE TRA

Dettagli

Boschi alti Impianti di arboricoltura da legno Aree temporanemente prive di soprassuolo. Totale Impianti di arboricoltura da legno

Boschi alti Impianti di arboricoltura da legno Aree temporanemente prive di soprassuolo. Totale Impianti di arboricoltura da legno Tabella 5.39 - Estensione delle categorie inventariali del Bosco, ripartite per appartenenza a parchi naturali Boschi alti Impianti di arboricoltura da legno Aree temporanemente prive di soprassuolo Totale

Dettagli

LA SPESA SANITARIA PUBBLICA IN ITALIA: LA SCATOLA NERA DELLE DIFFERENZE REGIONALI

LA SPESA SANITARIA PUBBLICA IN ITALIA: LA SCATOLA NERA DELLE DIFFERENZE REGIONALI LA SPESA SANITARIA PUBBLICA IN ITALIA: LA SCATOLA NERA DELLE DIFFERENZE REGIONALI Roma 4 novembre 2009 Fabio Pammolli OBIETTIVI E METODOLOGIA < LA SPESA PRO-CAPITE LE VARIABILI ESPLICATIVE GLI SCOSTAMENTI

Dettagli

Il divario nord-sud. Marco Fortis, Fondazione Edison

Il divario nord-sud. Marco Fortis, Fondazione Edison Il divario nord-sud di Marco Fortis, Fondazione Edison Documento realizzato in occasione della tavola rotonda I punti di forza e di debolezza dell Italia Progetto Interesse Nazionale Con il contributo

Dettagli

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente)

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente) Le esportazioni delle regioni italiane estre 3 13/6/3 CONGIUNTURA TERRITORIALE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE I Trimestre 3 Giugno 3 La dinamica delle esportazioni in valore nel estre 3 registra un

Dettagli

LE COSTRUZIONI IN BREVE: LOMBARDIA

LE COSTRUZIONI IN BREVE: LOMBARDIA LE COSTRUZIONI IN BREVE: LOMBARDIA Novembre A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Sommario SCHEDA LOMBARDIA... 3 TAVOLE REGIONALI E PROVINCIALI... 7 PIL... 9 Imprese... 14 Permessi di

Dettagli

Tendenze dell ultimo anno e previsioni al Francesco Pallavicino Responsabile Scenari di Mercato e Posizionamento

Tendenze dell ultimo anno e previsioni al Francesco Pallavicino Responsabile Scenari di Mercato e Posizionamento Tendenze dell ultimo anno e previsioni al 2014 Francesco Pallavicino Responsabile Scenari di Mercato e Posizionamento I trend nel mercato delle carte 2 Speso con carta di credito: composizione del mercato

Dettagli

Statistiche flash. 13 ottobre Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica

Statistiche flash. 13 ottobre Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica Statistiche flash Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica 13 ottobre 2017 Indice dei prezzi al consumo in Italia e in Toscana a settembre 2017. I confronti

Dettagli

Giovanni Fattore con Claudio Jommi e Patrizio Armeni Rapporto OASI (www.ceras.info)

Giovanni Fattore con Claudio Jommi e Patrizio Armeni Rapporto OASI (www.ceras.info) Università di Brescia, 20 Aprile 2012 MENO SPESA E PIU QUALITA Giovanni Fattore con Claudio Jommi e Patrizio Armeni Rapporto OASI (www.ceras.info) CERGAS Bocconi / SDA Bocconi Agenda Spesa sanitaria Livello

Dettagli

FEDERAZIONE REGIONALE PENSIONATI TOSCANA GLI INTERVENTI E I SERVIZI SOCIALI DEI COMUNI A SOSTEGNO DELLA POPOLAZIONE ANZIANA IN TOSCANA

FEDERAZIONE REGIONALE PENSIONATI TOSCANA GLI INTERVENTI E I SERVIZI SOCIALI DEI COMUNI A SOSTEGNO DELLA POPOLAZIONE ANZIANA IN TOSCANA FEDERAZIONE REGIONALE PENSIONATI TOSCANA GLI INTERVENTI E I SERVIZI SOCIALI DEI COMUNI A SOSTEGNO DELLA POPOLAZIONE ANZIANA IN TOSCANA SETTEMBRE 2009 Il lavoro si inserisce nell ambito delle attività dell

Dettagli