Manuale Operativo. Gestione Beni Usati UR

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale Operativo. Gestione Beni Usati UR1405144000"

Transcript

1 Manuale Operativo Gestione Beni Usati UR

2 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo, elettronico, meccanico o altri, senza la preventiva autorizzazione di Wolters Kluwer Italia s.r.l. I manuali/schede programma sono costantemente aggiornate, tuttavia i tempi tecnici di redazione possono comportare che le esemplificazioni riportate e le funzionalità descritte non corrispondano esattamente a quanto disponibile all utente. L utente potrebbe avere attive tutte o solamente alcune delle funzioni descritte nel presente documento, per le diverse condizioni commerciali a cui ha aderito.

3 INDICE INTRODUZIONE... 4 GESTIONE BENI USATI... 5 Anagrafica azienda... 5 Registri aziendali... 5 Gestione acquisti... 5 Metodo Analitico... 7 Metodo Globale... 7 Metodo Forfetario... 7 Gestione costi aggiuntivi... 9 Gestione costi aggiuntivi per metodo globale Gestione note di variazione sugli acquisti Gestione note di variazione su acquisti per metodo globale Gestione vendite Opzione "ATTIVA/DISATTIVA regime ordinario dell'imposta" Gestione vendita forfetaria Gestione note di variazione sulle vendite Calcolo del margine Margine Metodo Analitico Margine Metodo Forfetario Margine Metodo Globale Aggiornamento tabella Progressivi Beni Usati Metodo Analitico Metodo Forfetario Metodo Globale Simulazione Chiusura IVA STAMPA REGISTRO BENI USATI SEZIONE 3 DEL QUADRO VF Metodo Analitico Metodo Forfetario Metodo Globale ALTRE GESTIONI BENI USATI Manutenzione Beni Usati Stampa magazzino Beni Usati Scheda bene Duplicazione archivio beni usati Opendoor beni usati Export beni usati Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 3/62

4 INTRODUZIONE Il presente manuale si pone l obiettivo di sintetizzare dal punto di vista operativo la gestione dei Beni Usati. Il commercio dell usato è stato disciplinato dalla Legge 85 del 22/03/1995 che ha introdotto il metodo del margine per il quale viene assoggettato ad IVA il solo utile lordo realizzato, cioè la differenza tra il prezzo di vendita e quello di acquisto, quest ultimo eventualmente maggiorato delle spese di riparazione e accessorie (al lordo dell IVA). La gestione viene resa disponibile a partire dai movimenti caricati dal 1 gennaio I movimenti datati ante 01/01/2004 non potranno pertanto essere direttamente collegati alla Prima Nota ma dovranno essere caricati manualmente utilizzando la procedura esterna Manutenzione movimenti. Inizio documento Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 4/62

5 Anagrafica azienda GESTIONE BENI USATI Per poter gestire i beni usati occorre per prima cosa valorizzare correttamente il campo <Gestione beni usati>, inserito in anagrafica azienda come sotto riportato. Il campo può assumere i seguenti valori: (A)nalitico se viene gestito il metodo analitico del margine (G)lobale se viene gestito il metodo globale del margine (F)orfetario se viene gestito il metodo forfetario del margine (N)essuna gestione se non vengono gestiti i beni usati Il valore assunto dal campo verrà preso in considerazione come dato proposto e modificabile in fase di caricamento dell acquisto, in quanto la procedura è comunque in grado di gestire tutti e tre i regimi contemporaneamente. Registri aziendali Nella procedura sono stati inseriti i seguenti tipi di registro: 25 Registro unico per metodo analitico 26 Registro di carico per metodo globale 27 Registro di scarico per metodo globale Coloro che utilizzano il metodo analitico del margine hanno l obbligo di tenere il registro 25 Registro unico per metodo analitico dove vengono riportati gli acquisti, i costi aggiuntivi e le vendite relative ai beni usati. Coloro che invece utilizzano il metodo globale del margine devono tenere il registro 26 Registro di carico per metodo globale per registrare gli acquisti e i costi aggiuntivi ed il registro 27 Registro di scarico per metodo globale per registrare le operazioni di vendita. Coloro invece che utilizzano il metodo forfetario del margine non devono invece tenere alcun registro separato. Gestione acquisti Per registrare l acquisto di un bene usato deve essere utilizzata la Prima Nota IVA con una delle normali causali di acquisto (esempio 100, 104,...). A livello di rigo deve essere utilizzato il Codice IVA BU1 Acq.Be.Us. come illustrato di seguito: Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 5/62

6 Tale movimento viene registrato come una normale operazione IVA nel registro IVA degli acquisti. Al termine della registrazione viene collegata la gestione dei beni usati se esistono i seguenti presupposti : è stato utilizzato nell operazione di acquisto il codice IVA BU1; la Gestione beni usati è stata attivata in anagrafica con A o G o F. Vengono presentate le videate sotto riportate con i campi : <Tipo operazione> valorizzato ad (A)cquisto oppure (C)osti aggiuntivi. Sul campo è attivo il tasto funzione <Fx> "Inserimento Operaz. preesistenti che, se premuto, permette di caricare delle operazioni relative ad anni precedenti oppure delle operazioni rapide senza dover necessariamente passare dalla gestione esterna. In entrambi i casi i dati propri del documento di acquisto sono campi di input non obbligatori eccezion fatta per il campo <Data operazione>, dato obbligatorio in quanto necessario per effettuare la stampa corretta del registro acquisti ed altresì per far rientrare correttamente il movimento nel calcolo del margine in caso di regime globale. Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 6/62

7 <Metodo> valorizzato ad (A)nalitico, (G)lobale oppure (F)orfetario (viene proposto il valore inserito in Anagrafica Azienda) <Tipo registro> valorizzato a 25 (Registro unico per metodo analitico), 26 (Registro di carico per metodo globale) o 27 (Registro di scarico per metodo globale); il campo risulta automaticamente compilato. <Codice Registro> valorizzato con un numero da 1 a 99 in presenza di più registri dello stesso tipo; se il registro è unico viene proposto il valore 1. I campi successivi sono automaticamente reperiti dal movimento contabile di acquisto appena registrato. Metodo Analitico Metodo Globale Metodo Forfetario Per il metodo forfetario non rilevano gli Acquisti. Se, quindi, in anagrafica azienda il campo <Gestione beni usati> è valorizzato a (F)orfetario oppure tale valore viene impostato dall utente, la procedura segnala l impossibilità di gestire l acquisto con il messaggio di seguito evidenziato; in questo caso la procedura viene terminata. Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 7/62

8 Se, invece, il valore del campo <Metodo> è (A)nalitico oppure (G)lobale devono essere compilati i campi presenti nella parte bassa delle videate già riportate sopra ossia le informazioni sui beni usati acquistati necessarie per la corretta compilazione del registro beni usati. I campi sono: <Numero> calcolato automaticamente dal programma, come numero progressivo da 1 a 999, non modificabile dall utente. <Partita> assegnata automaticamente dal programma con un numero progressivo che, ad ogni nuovo acquisto, viene incrementato di 1. Il cursore non si posiziona su tale campo ma sul campo successivo <Identificativo>; premendo freccia indietro però l utente può eventualmente forzare il numero proposto. Sul campo infatti è attivo il tasto funzione <Fx> ELENCO partite caricate che, se premuto, permette di visualizzare le partite già inserite per eventualmente coprire buchi creati precedentemente (vedi figura sotto riportata). Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 8/62

9 Il programma inoltre effettua un controllo avvertendo l'utente nel caso in cui il numero forzato dall utente risulta già caricato. La partita assegnata nell acquisto diventa fondamentale in fase di ricerca durante la registrazione di costi aggiuntivi e vendite. <Identificativo> campo libero di 10 caratteri utile per alcune tipologie di beni (es. targa per gli autoveicoli). <Descrizione> campo libero di 30 caratteri. <Quantità> campo numerico di 3. <Importo> campo in input con abilitato il tasto funzione <Fx> Rilevazione Annotazioni per poter caricare delle annotazioni libere (da poter stampare sul registro). Nel caso in cui l utente non imposti alcun valore in un determinato rigo, alla conferma del rigo stesso viene visualizzato il messaggio: ATTENZIONE I CAMPI NON SONO VALORIZZATI! VUOI CONTINUARE (S/N)?. Inoltre il programma segnala il caso in cui l importo del bene usato sia maggiore oppure minore dell importo della fattura di acquisto registrata in Prima Nota IVA, con la possibilità di forzare anche importi diversi. A fronte di un unica fattura posso aver acquistato più di un bene usato; per questo motivo nella sezione Acquisto beni usati presente nella videata di gestione posso caricare più righi ad ognuno dei quali il programma assegnerà una differente partita. Controllo in variazione di un acquisto se bene venduto o chiuso In manutenzione di un acquisto viene eseguito il seguente controllo: se vengono registrate delle note di variazione meno sull acquisto tali da portare la quantità a magazzino a 0 deve essere visualizzato il seguente messaggio bloccante: Se sul bene acquistato sono già state registrate una o più vendite parziali o totali deve essere visualizzato il seguente messaggio bloccante: In questi casi non è possibile variare il movimento di acquisto del bene. Gestione costi aggiuntivi Il costo relativo ad una riparazione/manutenzione sostenuto per un bene usato viene gestito come l acquisto (causale 100, 104, con codice IVA BU1) descritto nel paragrafo precedente. Nella videata Gestione beni usati, automaticamente aperta alla conferma del movimento contabile, il campo <Tipo operazione> deve essere valorizzato a (C)osti aggiuntivi come illustrato di seguito. La differenza sostanziale rispetto all acquisto è che in questa fase non viene assegnata al bene una partita ma va richiamata la partita del bene usato assegnata in fase di acquisto, per collegare tra loro tutte le operazioni effettuate (acquisto, costi aggiuntivi e vendita). Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 9/62

10 Per fare ciò, dopo la conferma del campo <Metodo>, viene proposta la videata Ricerca partite acquisto sotto riportata, attraverso la quale è possibile ricercare il bene (o i beni usati) sul quale si sta effettuando la riparazione/manutenzione in oggetto. Il movimento di acquisto, se non presente in archivio, può essere caricato in questa fase utilizzando il tasto funzione <Fx> Inserimento Operaz. preesistenti, già analizzato nel paragrafo relativo alla gestione dell acquisto. Sui campi <Esercizio>, <Tipo Registro>, <Numero partita> e <Data operazione> è possibile visualizzare l help di campo proposto. Se invece non viene ricercato l acquisto tramite il tasto di help può essere effettuata la scansione record per record eventualmente imputando un valore preciso su uno dei campi proposti a video; in questo caso sul 24 rigo compare la dicitura (C)onferma/(P)rosegui/(E)sci che permette di confermare l acquisto visualizzato. Dopo aver selezionato il movimento di acquisto desiderato viene visualizzata la seguente videata: Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 10/62

11 L utente può decidere di confermare la selezione effettuata premendo (C)onferma; effettuando tale seconda scelta viene aperta la seguente videata : Nella seconda parte della videata sopra riportata vengono visualizzati i campi <Metodo>, <Nr. Partita>, <Tipo Registro> e <Cod. Registro>, tutti di sola visualizzazione reperiti dal movimento di acquisto. Nella videata RIPARAZIONI BENI USATI compaiono invece i seguenti dati : <Progres.>, campo calcolato automaticamente dal programma, come numero progressivo da 1 a 999, non modificabile dall utente <Tipo>, campo alfanumerico di 1 carattere valorizzato a (R)iparazione oppure (S)pese accessorie. <Importo>, campo in input con abilitato il tasto funzione <Fx> Rilevazione Annotazioni per poter caricare delle annotazioni libere (da poter stampare sul registro). <Genere Riparazione/Spesa>, campo numerico da 1 a 99. Sul campo sono abilitati i tasti funzione <Fx> HELP Tipo Spesa / <Fx> MANUTENZIONE Tabella Tipo Spesa. Il primo permettere di aprire l help di campo sulla tabella Tipo Spesa e selezionare una tipologia di spesa già caricata; il secondo invece permette di effettuare la manutenzione della tabella (inserimento/variazione e cancellazione dei tipi spesa). La tabella Tipo spesa è così composta: <Codice>, campo numerico 2 caratteri <Descrizione>, campo alfanumerico di 30 caratteri. Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 11/62

12 Le operazioni relative ai costi aggiuntivi non gestiscono le quantità (la quantità è sempre pari a zero). Il programma, prima del salvataggio, avvisa con dei messaggi non bloccanti nel caso in cui l importo complessivo sia maggiore oppure minore dell importo della fattura registrata in Prima Nota IVA. A fronte di un unica fattura si possono effettuare più operazioni di riparazione sul bene usato; per questo motivo nella sezione Riparazioni beni usati presente nella videata di gestione si possono caricare più righi contenenti differenti tipologie di costi aggiuntivi relativi alla stessa partita di acquisto. Infine è possibile caricare più righi di costi aggiuntivi relativi a partite diverse rientrando più volte nella videata Ricerca partite di acquisto. Registrazione di costi aggiuntivi dopo aver già venduto il bene (metodo globale) La registrazione di un costo aggiuntivo dopo aver già venduto il bene può essere fatta solo per il metodo globale. Per il metodo analitico, infatti, viene visualizzato il seguente messaggio bloccante: Gestione costi aggiuntivi per metodo globale Registrando un costo aggiuntivo, nella videata di ricerca del bene acquistato attivata con il tasto <F2>, vengono visualizzati solo i movimenti di acquisto relativi ai beni usati per i quali non è ancora stata effettuata la vendita. E' possibile però altresì registrare dei costi aggiuntivi dopo aver già venduto il bene. Caso bene ancora aperto Nel caso di bene parzialmente venduto ma ancora aperto verrà visualizzato il seguente messaggio: Caso bene chiuso Nel caso di bene chiuso (totalmente venduto) è possibile utilizzare il tasto funzione <F7> "Ricerca anche partite chiuse" che, se premuto, apre il seguente help di campo contenente tutte le partite di acquisto. Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 12/62

13 Tramite l'ultima colonna "Venduto" è possibile capire se: il bene non è ancora stato venduto (N); il bene è stato venduto parzialmente (P); il bene è stato totalmente venduto (S). Nel caso in cui venga selezionata una partita già totalmente venduta verrà visualizzato il seguente messaggio: Nel caso in cui venga selezionata una partita parzialmente venduta verrà visualizzato lo stesso messaggio ma con "bene già parzialmente venduto" già riportato prima, nel caso bene ancora aperto. Gestione note di variazione sugli acquisti Le note di variazione sugli acquisti possono essere gestite utilizzando le seguenti tipologie di operazione: (N)ota variazione meno, per 01100, e 05100; la quantità inserita è < o = a zero, l'importo viene inserito con segno - ; N(O)ta variazione più, per e 04100; la quantità inserita è > o = a zero, l'importo viene inserito con segno "+". Per le operazioni gestite in contabilità il tipo operazione viene proposto in automatico in base alla causale utilizzata in Prima Nota. Se viene proposto N sul 24 rigo comparirà la dicitura (A)cquisto / (C)osti aggiuntivi / (N)ota variazione meno, se viene proposto O sul 24 rigo comparirà la dicitura (A)cquisto / (C)osti aggiuntivi / N(O)ta variazione più. In questi due casi il tasto funzione <F7> Inserimento operazione preesistente non viene visualizzato sul 24 rigo ma potrà comunque essere utilizzato premendo il tasto nella barra degli strumenti in alto. La videata si presenta come segue: Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 13/62

14 Dopo aver confermato la prima videata viene richiesto di selezionare l'acquisto al quale la nota di variazione si riferisce. Di seguito viene proposta la videata per il caricamento dei dati della nota di variazione: Nel caso di Tipo operazione N oppure O : viene proposta l attuale videata del Costo aggiuntivo senza la valorizzazione dei campi <Tipo spesa> e <Genere spesa>; vengono gestite le quantità (a differenza del tipo (C)osti aggiuntivi nel quale la quantità non è gestita); nel movimento può essere inserita una quantità > di 0 (prefisso 02 e 04), < di 0 (01, 03 e 05) oppure = a 0 (nota di variazione solo valore); sul campo <Quantità> deve essere digitata la quantità in positivo. Sarà cura del programma, in base al tipo di operazione effettuata, sommare o sottrarre tale quantità ai fini della gestione del magazzino (esempio: fa meno, fa più). Sulle note di variazione sugli acquisti la quantità inserita può essere anche pari a zero, nel caso di nota di variazione di solo valore; inserito il seguente messaggio: Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 14/62

15 Sul campo <Importo> sarà comunque cura dell utente digitare un importo con il segno - nel caso di registrazione di una nota d accredito. Per questo motivo è stato inserito il seguente messaggio nel caso di Nota di variazione meno : Dopo aver dato Invio sul campo <Importo> è stato inserito il seguente controllo: se l importo digitato viene inserito erroneamente con il segno + viene visualizzato il messaggio: Dopo aver confermato con il pulsante OK il cursore di riposiziona nuovamente sul campo Importo. Esempi solo con valore Esempio 1 prefisso 01 Nota d accredito : Causale No Q.tà Euro > Costo (meno) Esempio 2 prefisso 02 Nota d addebito : Causale No Q.tà Euro > Costo (più) Esempio 3 prefisso 03 Storno : Causale No Q.tà Euro > Costo (meno) Esempio 4 prefisso 04 Rettifica più : Causale No Q.tà Euro > Costo (più) Esempio 5 prefisso 05 Rettifica meno : Causale No Q.tà Euro > Costo (meno) Esempi anche con quantità CAUSALE TIPO OPERAZIONE QUANTITA VALORE (costo) A N O C 450+ Inserire una nota di variazione meno sugli acquisti vuol dire gestire la restituzione di un bene acquistato. La quantità inserita nella nota di variazione dovrà aggiornare la giacenza a magazzino. In pratica una quantità negativa va a stornare la giacenza presente a magazzino (che può diventare al massimo pari a zero), una quantità positiva va a incrementare la giacenza presente a magazzino. Controlli sul campo <Quantità> in fase di caricamento/variazione di una nota di variazione (globale e analitico) Per eseguire il controllo vengono sommate algebricamente a livello di quantità le operazioni di acquisto già effettuate su quel bene. Esempio acquisto qtà nota var più qtà nota var meno qtà 7= qtà 14 Nell'esempio sopra indicato la nota di variazione meno (01100) che si sta caricando può essere registrata per al massimo 14 pezzi. Sul campo <Quantità> in caricamento di una nota di variazione non viene proposto alcun valore (lasciare il dato a 0). Se viene digitata una quantità maggiore di quella calcolata (nell esempio > di 14) viene visualizzato il seguente messaggio non bloccante: Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 15/62

16 I valori ammessi sono S/N (default N ). Con NO il cursore ritorna sull input della quantità. Con SI la procedura continua accettando la quantità digitata dall utente. Registrazione di una nota di variazione sugli acquisti dopo aver già venduto il bene (metodo globale) La registrazione di una nota di variazione sugli acquisti dopo aver già venduto il bene può essere fatta solo per il metodo globale. Per il metodo analitico, infatti, viene visualizzato il seguente messaggio bloccante: Gestione note di variazione su acquisti per metodo globale Registrando una nota di variazione, nella videata di ricerca del bene acquistato attivata con il tasto <F2>, vengono visualizzati solo i movimenti di acquisto relativi ai beni usati per i quali non è ancora stata effettuata la vendita. E' possibile però altresì registrare delle note di variazione dopo aver già venduto il bene. Caso bene ancora aperto Nel caso di bene parzialmente venduto ma ancora aperto verrà visualizzato il seguente messaggio: Caso bene chiuso Nel caso di bene chiuso (totalmente venduto) è possibile utilizzare il tasto funzione <F7> "Ricerca anche partite chiuse" che, se premuto, apre il seguente help contenente tutte le partite di acquisto. Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 16/62

17 Tramite l'ultima colonna "Venduto" è possibile capire se: il bene non è ancora stato venduto (N); il bene è stato venduto parzialmente (P); il bene è stato totalmente venduto (S). Nel caso in cui venga selezionata una partita già totalmente venduta verrà visualizzato il seguente messaggio: Nel caso in cui venga selezionata una partita parzialmente venduta verrà visualizzato lo stesso messaggio ma con "bene già parzialmente venduto" già riportato prima, nel caso bene ancora aperto. Gestione vendite Per registrare la cessione di un bene usato deve essere utilizzata la Prima Nota IVA con una delle normali causali di vendita (esempio 200, 204,..). A livello di rigo deve essere utilizzato il Codice IVA BU2 Ven.Be.Us. come illustrato di seguito: Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 17/62

18 Tale movimento viene registrato come una normale operazione IVA nel registro IVA delle vendite. Al termine della registrazione viene attivata la gestione dei beni usati se esistono i seguenti presupposti: è stato utilizzato nell operazione di acquisto il codice IVA BU2 la Gestione beni usati è stata attivata in anagrafica con A o G o F. La prima videata proposta relativa alle vendite contiene il campo <Tipo operazione> valorizzato (V)endita oppure vendita (F)orfetaria, oltre ai campi automaticamente reperiti dal movimento contabile di vendita appena registrato. Sul primo campo è attivo il tasto funzione <Fx> "Inserimento Operaz. preesistenti, già analizzato nel paragrafo relativo alla gestione dell acquisto. In questa fase (così come per i costi aggiuntivi) è possibile richiamare la partita del bene associata in fase di acquisto, per permettere la tracciabilità del bene e collegare tra loro tutte le operazioni effettuate (acquisto, costi aggiuntivi e vendita). Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 18/62

19 Dopo aver valorizzato con (V)endita il campo <Tipo operazione>, viene proposta all utente la videata Ricerca partite acquisto, attraverso la quale è possibile ricercare il bene usato per il quale si sta effettuando la vendita. Sui campi <Esercizio>, <Tipo Registro>, <Numero partita> e <Data operazione> è possibile visualizzare l apposito help di campo. Se invece non viene ricercato l acquisto tramite il tasto di help può essere effettuata la scansione record per record eventualmente imputando un valore preciso su uno dei campi proposti a video; in questo caso sul 24 rigo compare la dicitura (C)onferma / (P)rosegui / (E)sci che permette di confermare l acquisto visualizzato, proseguire nella scansione oppure uscire dalla scansione stessa. Naturalmente nella videata di ricerca vengono visualizzati solo i movimenti di acquisto relativi ai beni usati per i quali non è ancora stata effettuata la vendita o per i quali è stata effettuata una o più vendite parziali (in pratica gli acquisti ancora aperti). Dopo aver selezionato il movimento di acquisto desiderato viene visualizzata la seguente videata: Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 19/62

20 Digitando C (conferma) viene aperta la videata dove vengono visualizzati tutti i movimenti collegati a quel determinato acquisto, e quindi a quel numero partita (vedi videata sotto riportata). I campi visualizzati sono i seguenti : Nella prima parte della videata sopra riportata vengono visualizzati i campi <Metodo>, <Tipo Registro> e <Cod. Registro>, tutti di sola visualizzazione reperiti dal movimento contabile. Inoltre, solo nel caso di vendita "Globale", è abilitato all input il campo Tipo Vendita, valorizzato a (I)mponibile oppure (E)sportazione adottando il metodo analitico con relativo "help di campo" sotto riportato. Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 20/62

21 Se il campo <Tipo vendita> viene valorizzato a (I)mponibile il programma collega la videata della vendita in regime globale (vedi sotto) dove l unico controllo inserito è quello di accettare nel campo <Codice IVA> solo codici IVA Imponibili cioè con % Aliquota IVA diversa da 0,00. Sul 24 rigo, in caso contrario, compare il messaggio "Il codice IVA non deve essere di tipo Non/Imponibile". Se il campo <Tipo vendita> viene valorizzato a (E)sportazione il programma collega la videata della vendita disabilitando il campo <Codice IVA> (vedi sotto). Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 21/62

22 In successione viene collegata la videata del margine Analitico (vedi sotto). L unico controllo inserito è quello di accettare nel campo <Codice IVA> solo codici IVA Imponibili cioè con % Aliquota IVA diversa da 0,00. Sul 24 rigo, in caso contrario, compare il messaggio "Il codice IVA deve essere di tipo Non/Imponibile". Codici IVA relativi alle esportazioni sono: 72, 721, 722, 81A, 81B, 8AT, 8AV, 8B1, 8BV, 8AS, 8BS Nella parte centrale della videata viene riportata la scheda del bene (tutte le operazioni effettuate con quel numero di partita); i campi <Nr. Partita>, <Identificativo>, <Descrizione>, <Data operazione>, <Q.tà> ed <Importo> sono di sola visualizzazione. Nella parte in basso della videata vengono richieste le seguenti informazioni: <Opz.>, campo di 1 carattere (*) abilitato solo nel caso di vendita METODO ANALITICO; l asterisco viene attivato/disattivato tramite il tasto funzione Fx <ATTIVA/DISATTIVA opz. regime ordinar> e in questo modo l utente può optare per il regime ordinario dell imposta, ossia uscire dalla gestione beni usati. Nel caso in cui sia stata attivata tale opzione per il regime ordinario, la vendita viene registrata: nei Registri IVA normali (causale 200 con codice IVA BU2 nel Registro Vendite); nel Registro Beni Usati con la dicitura Vendita in regime ordinario (viene in pratica precompilato il campo <Annotazioni>). Per le vendite con l opzione attiva non viene collegato il calcolo del margine. Nel caso di vendita METODO GLOBALE l'opzione non può essere attivata; viene visualizzato il seguente messaggio: Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 22/62

23 <Annotazioni>, campo libero di input <Data operazione>, campo di sola visualizzazione (data del movimento di vendita registrato in contabilità) <Q.tà>, campo di input; viene proposta la quantità residua del movimento di acquisto che, se non è stata effettuata nessuna cessione parziale, coinciderà con la quantità originaria dell acquisto stesso. Sulle vendite la quantità inserita può essere anche pari a zero, nel caso di fattura di acconto o senza gestione delle quantità. Sul campo viene visualizzato il seguente messaggio esplicativo: <Importo>, campo di input di tipo numerico. Sul campo viene proposto l importo totale del documento di vendita. NOTA BENE: nel caso in cui siano già state effettuate per quella partita una o più cessioni parziali, nella maschera sopra riportata viene proposto un rigo Vendite al (data ultima cessione parziale) nel quale vengono sommate le quantità ed i valori di tali cessioni. Il programma, prima del salvataggio, avvisa con un messaggio non bloccante nel caso in cui l importo del bene usato sia maggiore oppure minore dell importo della fattura registrata in Prima Nota IVA. Si ricorda che è possibile caricare la vendita relativa a più di un bene usato; in questo caso occorre rientrare più volte nella videata Ricerca partite di acquisto. Nel momento in cui la vendita viene associata alla partita di acquisto, questa partita viene considerata chiusa (campo <Bene ceduto> valorizzato ad S ); in questo modo tale partita non viene più proposta in fase di ricerca. Controllo sugli importi In fase di registrazione della vendita del bene usato è presente il seguente controllo che si basa sul confronto tra l'importo registrato nella fattura caricata in contabilità e l'importo/gli importi digitati nei record di vendita del bene usato. Sul primo rigo di vendita caricato viene proposto il totale della fattura registrata in contabilità. Se l utente cambia l importo si possono verificare i seguenti due casi: l importo digitato è maggiore del totale fattura; in questo caso viene visualizzato il seguente messaggio: Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 23/62

24 l importo digitato è minore del totale fattura; in questo caso viene visualizzato il seguente messaggio: Dal secondo rigo in poi viene automaticamente proposto il valore residuo della fattura. Se l utente cambia l importo si possono verificare i seguenti due casi: l importo digitato è maggiore del residuo fattura; in questo caso viene visualizzato il seguente messaggio: l importo digitato è minore del residuo fattura; in questo caso viene visualizzato il seguente messaggio: Opzione "ATTIVA/DISATTIVA regime ordinario dell'imposta" Nel caso di gestione dei Beni Usati dalla contabilità e applicazione del regime ordinario dell'imposta (IVA da IVA) è possibile attivare tale opzione sulla vendita in regime analitico. In questa casistica il flusso operativo da seguire è il seguente: registrazione in Prima Nota IVA dell'acquisto con codice IVA "BU1" (infatti in tale momento non si sa ancora, di regola, con che regime verrà effettuata la cessione) aggancio automatico della gestione Beni Usati per il caricamento del bene usato acquistato Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 24/62

25 registrazione in Prima Nota IVA della vendita con attivazione dell'opzione del regime ordinario dell'imposta, nel seguente modo: In pratica in fase di registrazione della fattura di vendita occorre inserire un primo rigo con l'aliquota ordinaria indicata nella fattura (emessa nei modi ordinari) ed un secondo rigo con il codice IVA "BU2" ed importi a zero, per avere l'aggancio con la gestione dei beni usati nella quale vanno registrati i dati della cessione. aggancio automatico della gestione Beni Usati per il caricamento della vendita: durante l'operazione va attivata l'opzione "Regime ordinario dell'imposta", in questo modo non verrà generata la registrazione del margine registrazione, in Prima Nota IVA, di una nota di credito (o storno) del precedente acquisto registrato con il codice IVA "BU1", nel seguente modo: In pratica nella nota di credito (01100) occorre inserire un rigo con codice IVA "BU1" ed imponibile pari all'imponibile dell'acquisto o alla parte di imponibile dell'acquisto per il quale si è scelto di effettuare la vendita applicando il regime ordinario dell'imposta. In questo modo anche l'acquisto registrato con codice IVA "BU1" viene parzialmente o totalmente stornato e viene altresì correttamente compilato - al netto della nota di accredito - anche il rigo "Altri acquisti non imponibili, non soggetti ad imposta e relativi ad alcuni regimi speciali" del quadro VF della Dichiarazione IVA Annuale (VF14 per IVA 2014). In questa specifica casistica infatti nella Dichiarazione IVA Annuale dovranno essere esposti i seguenti dati: Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 25/62

26 la cessione registrata con un codice IVA ordinario nel quadro VE l'acquisto registrato con il codice IVA "BU1" al netto della nota di accredito registrata con codice IVA "BU1" nel rigo "Altri acquisti non imponibili, non soggetti ad imposta e relativi ad alcuni regimi speciali" nel quadro VF della Dichiarazione IVA Annuale (VF14 per IVA 2014). Il riporto in tale rigo sarà pari a zero nel caso in cui la nota di credito vada a stornare completamente l'acquisto. nessun dato nei prospetti dei Beni Usati nel quadro VF. Gestione vendita forfetaria Nel caso in cui nella prima videata della gestione appena illustrata il campo <Tipo operazione> venga valorizzato a Vendita (F)orfetaria, il programma propone direttamente la videata per effettuare il calcolo del margine (paragrafo successivo); in questo caso infatti l acquisto ed i costi aggiuntivi non sono rilevanti. Allo stesso modo anche la vendita non viene registrata ma utilizzata solo per memorizzare il movimento contabile del margine in Prima Nota IVA. Gestione note di variazione sulle vendite Le note di variazione sulle vendite possono essere gestite utilizzando le seguenti tipologie di operazione: No(T)a variazione meno, per 01200, e 05200; la quantità inserita è < o = a zero, l'importo viene inserito con segno - ; Le note di variazione più sulle vendite (02200 e 04200) non sono state gestite con un'apposita tipologia ma, ai fini della gestione dei beni usati, vengono ricondotte alla tipologia "vendita". Per le operazioni gestite in contabilità il tipo operazione viene proposto in automatico in base alla causale utilizzata in Prima Nota. Se viene proposto T sul 24 rigo comparirà la dicitura (V)endita / vendita (F)orfetaria / (E)stinzione / No(T)a variazione meno". In questo caso il tasto funzione <F7> Inserimento operazione preesistente non viene visualizzato sul 24 rigo ma potrà comunque essere utilizzato premendo il tasto nella barra degli strumenti in alto. La videata si presenta come segue: Dopo aver confermato la prima videata viene richiesto di selezionare l'acquisto al quale la nota di variazione si riferisce. Di seguito viene proposta la videata per il caricamento dei dati della nota di variazione: Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 26/62

27 Nel caso di Tipo operazione = T : viene proposta l attuale videata della Vendita ; vengono gestite le quantità come per la vendita; nel movimento può essere inserita una quantità > di 0 (tale quantità verrà riportata in negativo in quanto trattasi di nota di variazione meno) oppure = a 0 (nel caso di nota di variazione di solo valore). sul campo Quantità deve essere digitata la quantità in positivo. Sarà cura del programma sottrarre tale quantità ai fini della gestione del magazzino (esempio: 01200). Sulle note di variazione la quantità inserita può essere anche pari a zero, nel caso di nota di variazione di solo valore; inserito il seguente messaggio: sul campo <Importo> sarà comunque cura dell utente digitare un importo con il segno - nel caso di registrazione di una nota variazione meno sulle vendite. Per questo motivo è stato inserito il seguente messaggio nel caso di Nota di variazione meno : Dopo aver dato Invio sul campo <Importo> è stato inserito il seguente controllo: se l importo digitato viene inserito erroneamente con il segno + viene visualizzato il messaggio: Dopo aver confermato con il pulsante OK il cursore di riposiziona nuovamente sul campo <Importo>. Esempi solo con valore Esempio 1 prefisso 01 Nota d accredito : Causale No Q.tà Euro > Ricavo (meno) Esempio 2 prefisso 03 Storno : Causale No Q.tà Euro > Ricavo (meno) Esempio 5 prefisso 05 Rettifica meno : Causale No Q.tà Euro > Ricavo (meno) Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 27/62

28 Esempi anche con quantità CAUSALE TIPO OPERAZIONE QUANTITA VALORE (ricavo) V T Sulle vendite gestire la quantità sulla nota di variazione vuol dire gestire la restituzione di un bene ceduto. La quantità inserita nella nota di variazione dovrà aggiornare la giacenza a magazzino. In pratica una quantità negativa va a stornare la quantità venduta (incrementa il magazzino). Sarebbe utile bloccare il caricamento di una quantità negativa più alta della quantità venduta. Inserire una nota di variazione meno sulle vendite vuol dire gestire la restituzione a magazzino di un bene ceduto. La quantità inserita nella nota di variazione dovrà aggiornare la giacenza a magazzino. In pratica una quantità negativa va a stornare la quantità venduta (incrementa il magazzino). Controllo su caricamento No(T)a di variazione meno sulle vendite (solo metodo globale) Per eseguire il controllo vengono sommate algebricamente a livello di quantità le operazioni di vendita già effettuate su quel bene e per quel cliente (che è il cliente utilizzato in Prima Nota sulla che è appena stata registrata). Esempio vendita qtà nota var meno qtà 2= qtà 18 Nell'esempio sopra riportato la nota di variazione meno (01200) che si sta caricando può essere registrata per al massimo 18 pezzi. Sul campo <Quantità> in caricamento di una nota di variazione non viene proposto alcun valore (lasciare il dato a 0). Se viene digitata una quantità maggiore di quella calcolata (nell esempio > di 18) viene visualizzato il seguente messaggio non bloccante: I valori ammessi sono S/N (default N ). Con NO il cursore ritorna sull input della quantità. Con SI la procedura continua accettando la quantità digitata dall utente. Controlli in variazione di una nota di variazione (dalla manutenzione beni usati) Accedendo alla manutenzione dei beni usati occorre eseguire il controllo appena analizzato sulle quantità senza considerare la quantità del documento che si sta andando a variare (controllo al netto di tale documento). Calcolo del margine Il calcolo del margine viene automaticamente attivato: alla conferma della vendita per il metodo analitico alla conferma della vendita/nota variazione per il metodo forfait in fase di stampa del registro del registro beni usati ed altresì in fase di simulazione/liquidazione IVA per il metodo globale. Margine Metodo Analitico La determinazione dell IVA viene effettuata per ogni singolo bene al momento della rivendita (o caricamento di una nota di variazione meno sulle vendite). Le operazioni di vendita/le note di variazione possono essere gestite con la quantità diversa da zero o altresì con la quantità pari a zero, nel caso ad esempio, di fattura di acconto, di vendita parziale di un Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 28/62

29 bene per il quale non vengono gestite le quantità (ad esempio oro venduto a peso) oppure di nota di variazione di solo valore. Il calcolo del margine analitico pertanto lavora sui progressivi ricavi, costi, quantità e sul progressivo margine già maturato, garantendo il risultato sia nel caso di vendita con quantità diversa da zero, sia nel caso di vendita con quantità pari a zero. Nella videata del margine sotto riportata vengono inseriti i seguenti dati: "Metodo" "Ricavi"; il dato include le vendite e le note di variazione sulle vendite, come dato progressivo delle operazioni registrate. "Costi"; il dato include gli acquisti, le note di variazione sugli acquisti e i costi aggiuntivi, come dato progressivo delle operazioni registrate. Nel caso di vendita con quantità diversa da zero deve essere inserito il seguente dato: Progressivo costi * ( Progr. Qtà vendite / Progr. Qtà acquisto ). "Margine già maturato"; nel campo viene inserito il progressivo margine già maturato operazioni precedenti registrate per il bene stesso. "Margine operazione"; l operazione inserita è la seguente: Ricavi Costi Margine già maturato = Margine operazione. Se il margine è positivo (vedi esempio 1) si determina l IVA da versare nel seguente modo: Esempio 1 Margine positivo Nel campo <Codice IVA> viene proposto il codice IVA al 21%. Nel campo <Causale> viene proposto : causale 260 se la vendita è stata effettuata con una causale 200 causale 264 se la vendita è stata effettuata con una causale 204 causale 360 se la vendita è stata effettuata con una causale 300 Nell esempio di cui sopra sul margine positivo di 4.220,00 viene scorporata l Imposta (4.220,00 / 121 x 100) ottenendo la base imponibile di 3.487,60 sulla quale viene calcolata l IVA del 21% con un Imposta di 732,40. La registrazione contabile del margine viene effettuata con causale 260 Margine fattura beni usati (o 264, o 360). Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 29/62

30 Tale movimento contiene le seguenti informazioni: il primo rigo di Imponibile di 3.487,60 (margine positivo dal quale è stata scorporata l IVA) + IVA al 21% pari a 732,40. il secondo rigo, con causale 200, di Imponibile 4.220,00 (storno il margine al lordo di IVA) con codice IVA BU2. Nella videata sotto riportata devono essere precompilati i seguenti campi: <Causale>; sul campo è attivo il tasto funzione <Fx> CAMBIO tipo registro che, se premuto, permette di cambiare il tipo di registro sul quale memorizzare la registrazione del margine visualizzando il seguente messaggio: INDIRIZZAMENTO FATTURE DI VENDITA - Registro (V)endite / (C)orrispettivi: <Data operazione> e <Data Documento> come Ultima Data Operazione dei Registri Aziendali <Nr.Protocollo> e <Num. Documento> come Nr. Progressivo + 1 dei Registri Aziendali <Cod. CliFor> uguale al Codice Azienda <Annotazioni> con la dicitura Margine Beni Usati <Codice IVA> uguale a quello richiesto in input al momento della registrazione del margine <Conto mastro cliente> uguale a quello richiesto in input al momento della registrazione del margine (proposto dagli automatismi) <Conto merci vendite> uguale a quello richiesto in input al momento della registrazione del margine (proposto dagli automatismi) <Conto IVA Vendite> uguale a quello richiesto in input al momento della registrazione del margine (proposto dagli automatismi). L imposta calcolata sul margine confluisce nella liquidazione IVA del periodo (mensile o trimestrale) influenzando con le altre operazioni l IVA da versare. Alla fine del mese/trimestre il margine positivo viene annotato, separatamente e distinto per aliquote, nel registro dei corrispettivi o delle fatture emesse, entro il termine per le liquidazioni periodiche. In caso di margine negativo, non deve essere effettuata alcuna annotazione. Riassumendo il movimento relativo al calcolo del margine viene registrato sul registro normale delle fatture o corrispettivi mentre l Imposta del movimento stesso compare in liquidazione come IVA da versare. Se il margine è negativo (vedi esempio 2) l operazione è ininfluente nella liquidazione. Esempio 2 Margine negativo Nel caso in cui il Margine operazione dà risultato negativo (< di zero), nel formato verrà esposto il margine a 0 e verrà visualizzato il seguente messaggio: Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 30/62

31 Il margine negativo, ad esempio relativo ad una nota di variazione meno, non viene quindi preso in considerazione ed il margine positivo della vendita precedente rimane invariato. Tale margine negativo però verrà scomputato dal margine positivo della vendita successiva dello stesso bene. Dopo aver presentato la videata di cui sopra, il programma termina senza produrre alcuna registrazione contabile. Riassumendo: per il regime analitico del margine, in caso di nota di variazione sulle vendite, la procedura non effettua lo scomputo del margine negativo connaturato in tale operazione, ma ne tiene poi conto nella successiva vendita. In sintesi, in caso di nota di variazione su una vendita, anche se immediatamente successiva alla vendita stessa, la procedura calcola comunque il margine positivo (come se la nota di variazione non ci fosse), ma scomputa poi tale margine dalla successiva vendita definitiva dello stesso bene. Si tratta di una scelta precisa e prudenziale dovuta al fatto che a livello normativo non è espressamente prevista, per il regime analitico del margine, la possibilità di scomputare il margine negativo (come invece avviene per il margine globale), neppure all interno della medesima liquidazione. Margine Metodo Forfetario In questo caso la base imponibile si determina forfetariamente, cioè applicando una percentuale predeterminata al prezzo di cessione del bene. Nell esempio sopra riportato sull importo della vendita viene calcolata la % per calcolo margine (nell esempio 60%, valore imputato dall utente) per ottenere il margine lordo di 7.260,00; da tale Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 31/62

32 importo viene scorporata l Imposta (7.260,00 / 121 x 100) e si ottiene la base imponibile di 6.000,00 sulla quale viene calcolata l IVA del 21% con una Imposta di 1.260,00. Come per il metodo analitico, ogni qualvolta viene registrata la vendita di un bene usato (causale 200 con codice IVA BU2), alla conferma della stessa viene effettuato il calcolo di cui sopra e, se il margine risulta positivo, viene registrato un movimento con causale 260 Margine fattura beni usati (o 264, o 360), in questo modo : il primo rigo di Imponibile di 6.000,00 (margine positivo dal quale è stata scorporata l IVA) + IVA al 21% pari a 1.260,00. il secondo rigo, con causale 200, di Imponibile 7.260,00 (storno il margine al lordo di IVA) con codice IVA BU2. L imposta calcolata sul margine confluisce nella liquidazione IVA del periodo (mensile o trimestrale) influenzando con le altre operazioni l IVA da versare. Alla fine del mese/trimestre il margine positivo viene annotato, separatamente e distinto per aliquote, nel registro dei corrispettivi o delle fatture emesse, entro il termine per le liquidazioni periodiche. In caso di margine negativo, non deve essere effettuata alcuna annotazione. Riassumendo il movimento relativo al calcolo del margine viene registrato sul registro normale delle fatture o corrispettivi mentre l Imposta del movimento stesso compare in liquidazione come IVA da versare. Nel caso di registrazione di una nota di variazione sulle vendite (causale 01200) al posto della fattura, nella prima videata proposta viene richiesto di utilizzare comunque la tipologia "vendita (F)orfait" per avere il calcolo del margine corretto, che provveda a stornare il margine positivo della vendita precedente. Le videate si presentano come segue: Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 32/62

33 La procedura a questo genera l'operazione del margine con i segni al contrario rispetto a quella generata dalla vendita, perché trattasi di una nota di variazione meno. In questo caso, infatti, il margine risulta negativo, ossia è uno storno del margine positivo della vendita precedente. Margine Metodo Globale In questo caso durante la registrazione della vendita non viene eseguito il calcolo del margine. Tale calcolo viene effettuato: Durante la stampa del registro vendite beni usati (in questo modo come ultima pagina in coda ai movimenti si stampa anche il prospetto del calcolo margine). In fase di simulazione della chiusura IVA. Rispetto al metodo Analitico e Forfetario si sottolineano queste differenze: La Causale risulta forzata in base all azienda ossia 260 se in azienda il test Registro per chiusura è valorizzato a 3 Fatture 360 se in azienda il test Registro per chiusure è valorizzato a 4 Corrispettivi Il Codice IVA risulta valorizzato in base a quanto memorizzato in fase di registrazione della vendita (richiesto in input). I codici IVA memorizzati possono essere più di uno (esempio 4%, 10% e 21%) ed il programma effettua quindi una riproporzione del [Totale Vendite Totale Acquisti Margine Negativo periodo precedente ] per singola aliquota. La Data operazione uguale alla data di fine periodo (mese o trimestre a seconda della periodicità dell azienda). L Annotazione fissa Calcolo margine metodo globale + il periodo (da 1 a 4 per i trimestrali e da 1 a 12 per i mensili). Margine positivo Se [Totale Vendite Totale Acquisti Margine Negativo periodo precedente] è maggiore di 0 : 1 Calcolo % di ripartizione margine in base ai Codici IVA di vendita 2 Calcolo scorporo per codice IVA 3 Registrazione movimento 260 Cessioni al 10% = Cessioni al 21% = Totale cessioni = Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 33/62

34 Esempio: / * 100 = 2,00% / * 100 = 98,00% Margine negativo Se [Totale Vendite Totale Acquisti Margine Negativo periodo precedente] è minore di 0: non viene calcolato il margine non viene registrato il movimento 260 o 360. Il prospetto del margine si presenta come segue : In questo caso il margine viene riportato come Margine negativo periodo precedente nel calcolo margine del periodo successivo. Esempio: Gennaio -> Margine negativo: Febbraio -> Margine negativo periodo precedente: Il margine negativo eventualmente calcolato nell ultimo periodo viene ribaltato nel primo periodo dell anno successivo. Prima di eseguire il calcolo del margine per il metodo globale sopra analizzato viene visualizzata la seguente videata dove è possibile visualizzare l importo del margine e gestire tutti i dati necessari per eseguire correttamente la registrazione del margine. Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 34/62

35 La memorizzazione dell eventuale margine negativo deve essere riportata nella colonna Cred. Costo della tabella Progressivi Beni Usati di seguito analizzata. Aggiornamento tabella Progressivi Beni Usati La tabella dei progressivi beni usati ha subito le seguenti modifiche: Inserimento del campo <Metodo> = (A)nalitico, (F)orfetario o (G)lobale. Viene proposto il valore assunto dal campo in anagrafica azienda. Inserimento del campo <Tipo>; al passaggio sul campo viene automaticamente visualizzata: Tale campo viene abilitato all input solo se il metodo è stato impostato a G lobale. Il successivo campo Cd.IVA viene abilitato all input solo nel caso in cui il campo Tipo sia stato impostato ad A. La videata cambia in base al tipo di metodo scelto. Se il campo <Esercizio> è minore < di 04 la videata proposta è quella attuale (vedi videata sotto riportata). Tale videata permette all utente di mantenere i dati relativi alla vecchia gestione dei beni usati. Se invece il campo <Esercizio> è uguale = o maggiore > di 04 le videate subiscono le modifiche sotto riportate. Passando col cursore sul campo <Metodo> deve essere aperta la seguente videata: Metodo Analitico L aggiornamento della tabella viene effettuato lanciando il Calcolo Modello a partire dalla Dichiarazione IVA 2005, valorizzando i campi <Totale cessione> e <Margine positivo> per la corretta compilazione della sezione beni usati (Quadro VF sezione 3). Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 35/62

36 Il margine viene aggiornato con l apposita causale solo se la vendita è maggiore dell acquisto (il margine negativo quindi si perde). Metodo Forfetario L aggiornamento della tabella viene effettuato lanciando il Calcolo Modello a partire dalla Dichiarazione IVA 2006, valorizzando in automatico i campi <Totale cessione> e <Margine positivo> per la corretta compilazione della sezione beni usati (Quadro G sezione 2). Se l utente imposta G (Globale) nel campo Metodo il cursore si posiziona sul campo <Tipo>, che può essere valorizzato a C (complessivo) oppure A (per aliquota). Se tale campo viene valorizzato a C viene saltato il campo Cd. IVA mentre se viene valorizzato ad A il cursore si posiziona sul campo Cd. IVA per l input dell aliquota desiderata. Metodo Globale La tabella sotto riportata viene aggiornata quando si esegue il calcolo del margine Globale, ossia a fine di ogni periodo (mese o trimestre). Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 36/62

37 Nel caso di Tipo = Complessivo tutti i campi della tabella (ossia margine negativo p/p, totale cessioni, totale costi e margine del periodo) vengono aggiornati. La colonna Totale cessione viene altresì memorizzata per ogni singola aliquota (4%, 10% e 21%) per avere la valorizzazione corretta delle vendite/corrispettivi che, in IVA annuale, devono essere tenuti separati. Concludendo il calcolo del margine globale memorizza : con Tipo = Complessivo tutte le colonne relativamente al periodo in oggetto con Tipo = Aliquota solo la colonna Totale cessione (con Codice IVA 4%, 10% e 21%). L eventuale margine negativo risultante a Dicembre 2003 deve essere caricato dall utente manualmente a Gennaio 2004 per ottenere il calcolo del margine del 1 periodo 2004 (Gennaio o primo trimestre) corretto. L eventuale margine negativo risultante a Gennaio 2004 viene memorizzato dal programma (post calcolo margine) nell apposita colonna del periodo successivo (Febbraio o secondo trimestre) e così via. A partire dal 2004 l eventuale margine negativo risultante a Dicembre verrà invece automaticamente ribaltato nel primo periodo dell anno successivo. Simulazione Chiusura IVA In fase di simulazione IVA l IVA determinata sul margine diventa IVA da versare assieme al resto delle operazioni. Per il metodo analitico e forfetario il margine è stato determinato a priori in fase di vendita del bene; in simulazione/liquidazione IVA il programma somma tutti i movimenti effettuati con l apposita causale di determinazione del margine all interno del periodo interessato ed inserire in stampa l Imponibile e l IVA nell apposita sezione e l IVA sulle cessioni beni usati nella voce del riepilogo (vedi stampa riportata di seguito). Per quanto riguarda invece il metodo globale il programma, prima di effettuare la stampa della simulazione IVA, collega il calcolo del margine per i globali effettuando il controllo già analizzato nella stampa del registro. Il calcolo del margine viene collegato per permettere all utente di effettuare una simulazione della chiusura IVA corretta (comprensiva dell IVA sul margine) senza necessariamente aver prima effettuato la stampa del registro beni usati. Tale calcolo viene effettuato senza alcun test o conferma da parte dell utente al quale l operazione risulta trasparente. Prima di eseguire il calcolo del margine il programma verifica, per ogni azienda, se per lo stesso periodo è già stato eseguito il calcolo margine. La procedura legge se, nel periodo indicato, esiste già un movimento (o più) : per l azienda selezionata (codice anagrafica cliente = a codice azienda) Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 37/62

38 datato fine periodo con causale 260, 360 o 264 con l annotazione fissa Calcolo margine metodo globale + il periodo (da data-a data oppure mese/trimestre con anno). Se non esistono movimenti con i presupposti sopra elencati viene agganciato il calcolo del margine, prodotta la registrazione contabile ed effettuata la stampa della liquidazione. Se invece esistono una o più operazioni con tali presupposti viene visualizzato il messaggio: Esempio di LIQUIDAZIONE IVA Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 38/62

39 Durante l'esecuzione della liquidazione IVA è stato inserito il seguente controllo bloccante con esposizione del messaggio sotto riportato, nel caso in cui sia già stata eseguita l elaborazione dell IVA Annuale: In questo caso non viene collegata la gestione del margine ed il margine stesso non viene generato. Durante l'esecuzione della liquidazione Iva è stato inserito il seguente controllo bloccante con esposizione del messaggio sotto riportato, nel caso in cui vengano trovati dei dati nella tabella Progressivi Beni Usati in periodi successivi a quello in elaborazione: Nel caso in cui il periodo elaborato porti alla variazione dei dati nella tabella occorrerà (a cura dell utente) provvedere alla rielaborazione dei periodi successivi. Nel caso di elaborazione sequenziale della liquidazione IVA entrambi i messaggi compariranno per ciascuna azienda con la problematica. Inizio documento Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 39/62

40 STAMPA REGISTRO BENI USATI La stampa dei registri beni usati viene gestita tramite l apposita scelta di menu 11/12/ Altri Registri IVA. Eseguendo la scelta viene visualizzata la seguente tendina: Selezionando la scelta Registri beni usati viene aperta la seguente videata : I campi sono i seguenti : <Tipo stampa> valorizzato a Effettiva o Simulata <Ristampa> valorizzato a S oppure N ; rispondendo S il programma stampa solo quei movimenti già stampati in effettivo. Tramite la scelta esterna DISABILITA REGISTRI l utente può togliere il flag di stampato ai movimenti selezionati ed effettuare nuovamente la stampa del registro con il parametro Tipo stampa ad E ffettivo e Ristampa a N. Per fare ciò nella scelta Disabilita registri è stato inserito il campo <Flag reg. beni usati(s/n):> come illustrato qui si seguito. Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 40/62

41 <Tipo registro> con "help di campo" aperto automaticamente al passaggio sul campo : Se il campo <Tipo registro> viene valorizzato a 25 o 26 nel successivo campo <Stampa margine> viene forzato il valore 3. Solo se viene selezionato il tipo registro 25 Unico per regime analitico viene abilitato il campo successivo. <Vendita formato scheda> valorizzato a S oppure N, con "help di campo" aperto automaticamente al passaggio sul campo <Stampa annotazioni> valorizzato a S oppure N per stampare o meno le annotazioni associate al movimento di acquisto/costo aggiuntivo/vendita del bene usato. Solo se viene selezionato il tipo registro 27 Scarico per regime globale viene abilitato il campo successivo. <Stampa margine> valorizzato a 1, 2 o 3, con help di campo aperto automaticamente al passaggio sul campo Se il campo <Stampa margine> è impostato a 3 vengono abilitati all input i campi <Data inizio> e <Data fine> e disabilitato il campo <Mese/Trim.>. Se il campo <Stampa margine> è impostato a 1 o 2 (valori permessi solo se il tipo registro è uguale a 27) viene abilitato all input il campo <Mese/Trim.> e disabilitati i campi <Data inizio> e <Data fine>. <Stampa numero pagina> valorizzato a S oppure N e con il seguente messaggio sul 24 rigo (S)i = Stampa numero pagina progressivo / (N)o Stampa numero pagina a "S": nella stampa in effettivo verrà letto il nr + 1 presente nella funzione Manutenzione Registri e, al termine della stampa, tale numero verrà automaticamente aggiornato. Nella stampa simulata verrà richiesto l'input della pagina per ogni azienda. Nel campo verrà proposto il nr + 1 nella Manutenzione Registri, dato modificabile dall'utente; al termine della stampa il numero non verrà aggiornato nella Manutenzione Registri. <Anno> valorizzato a S oppure N e con il seguente messaggio sul 24 rigo (S)i = Stampa anno prima del numero pagina / (N)o. <Tipo chiusura azienda> valorizzato a M oppure T e con il seguente messaggio sul 24 rigo (M)ensili - (T)rimestrali <Esercizio IVA> nel formato xx <Data inizio> nel formato xx/xx/xx Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 41/62

42 <Data fine> nel formato xx/xx/xx <Mese/Trim.> valorizzato da 1 a 12 se il campo <Tipo chiusura azienda> è uguale a M, oppure da 1 a 4 se il campo <Tipo chiusura azienda> è uguale a T. Il calcolo del margine per il metodo globale viene eseguito solo se esistono i seguenti presupposti: 1) il tipo registro selezionato è il 27 Scarico per regime globale 2) il campo Calcolo margine è impostato a 1 oppure 2 3) viene selezionato l intero periodo (il mese o trimestre nei campi Data inizio e Data fine ) 4) l azienda o le aziende selezionate adottano il metodo Globale. Relativamente al punto 4., se esistono i presupposti da 1. a 3., va a leggere all interno dell archivio beni usati se esiste, per quell azienda ed all interno del periodo selezionato, almeno un movimento con il metodo Globale. Solo in questo caso può essere effettuato il calcolo del margine e la stampa del prospetto analizzato successivamente. Prima di eseguire il calcolo del margine per il metodo globale il programma verifica, per ogni azienda, se per lo stesso periodo è già stato eseguito il calcolo margine. Per fare ciò viene verificato se nel periodo indicato esiste già almeno un movimento: per l azienda selezionata ( Codice clifor uguale a Codice azienda ) con Data operazione uguale alla data di fine periodo con causale 260 o 360 andando a leggere il valore del campo Registro per chiusure presente in anagrafica (3 per fatture, 4 per corrispettivi) con l annotazione fissa Calcolo margine globale + il periodo (da 01 a 12 da 1 a 4 per trimestrali, da 1 a 12 per mensili) non stampati in effettivo (vengono visualizzati nella videata sotto riportata solo in questo caso, altrimenti non è possibile effettuare la cancellazione e quindi non vengono proposti). Se non esistono movimenti con i presupposti sopra elencati viene agganciato il calcolo del margine e prodotta la registrazione contabile. Se invece esistono una o più operazioni con tali presupposti viene visualizzato il messaggio: Se l utente preme Esci viene eseguito il calcolo del margine e prodotto il movimento contabile. Se invece l utente preme Ok il cursore si posiziona sul primo movimento trovato; è possibile effettuare la selezione, con il tasto tag/untag, dei movimenti che si vogliono cancellare. Il programma provvede così a cancellare il o i movimenti selezionati e ad eseguire il calcolo del margine. Nel caso in cui nel periodo selezionato il registro IVA delle vendite sia già stato stampato in effettivo (Data stampa reg. IVA Vendite > Data stampa reg. Beni Usati) prima di eseguire la stampa viene visualizzato il seguente messaggio (solo in caso di scelta selettiva, se sequenziale Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 42/62

43 tale messaggio non compare e non viene semplicemente effettuato il calcolo del margine): Esempio di stampa - REGISTRO ANALITICO (25) Se il test Vendita formato scheda è stato impostato ad S viene stampata la scheda del bene, altrimenti la vendita nel formato normale. Le annotazioni vengono stampate sul 3 rigo solo se il campo Annotazioni viene impostato ad S. REGISTRO ANALITICO (25) - Caso opzione regime ordinario dell'imposta Nel caso di vendita in regime ORDINARIO effettuata attivando l'opzione "Regime ordinario dell'imposta", sul registro Beni Usati viene azzerato l'importo del margine e l'aliquota IVA, come evidenziato nell'immagine sopra riportata. Questo avviene perché in questa casistica la registrazione del margine non viene eseguita. REGISTRO GLOBALE ACQUISTI (26) Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 43/62

44 Le annotazioni vengono stampate sul 3 rigo solo se il campo <Annotazioni> viene impostato ad S. REGISTRO GLOBALE VENDITE (27) Il prospetto del calcolo margine viene stampato solo se il campo <Stampa margine> è stato valorizzato a 1 oppure 2. Inizio documento Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 44/62

45 Metodo Analitico SEZIONE 3 DEL QUADRO VF Per quanto riguarda il regime analitico la registrazione del margine sul registro avviene con il codice IVA impostato nella videata sotto riportata, codice IVA imponibile oppure non imponibile (es. 81A Art. 8/1A). In questo modo il programma può compilare correttamente la sezione 3 del quadro VF Metodo Analitico del margine; il margine relativo ad operazioni imponibili viene memorizzato nel rigo 2 mentre il margine relativo ad operazioni non imponibili viene memorizzato nel rigo 3. Metodo Forfetario Per quanto riguarda il regime forfetario nella fase di calcolo del margine vengono memorizzate nell archivio dei beni usati tutte le informazioni al fine di compilare correttamente la sezione 3 del quadro VF Metodo Forfetario del margine. Nel caso di margine relativo ad operazioni non imponibili quest ultimo viene memorizzato nel rigo 21, come sotto riportato. Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 45/62

46 Nel caso di margine relativo ad operazioni imponibili quest ultimo viene memorizzato nel rigo 22 e la vendita nel rigo 20, come sotto riportato. Metodo Globale Per quanto riguarda il regime globale, nel caso di cessioni all esportazione o assimilate (operazioni non imponibili), il costo di acquisto del bene esportato non deve confluire nel margine e quindi va sottratto al valore degli acquisti del periodo per pari ammontare Esempio A GENNAIO Acquisto Bene 1 per Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 46/62

47 Bene 2 per Bene 3 per Vendita Bene 1 per con codice IVA 81A Art. 8/1a (in modo analitico) margine 500 Bene 2 per con codice IVA 21 (normale). (1) = Le operazioni sopra analizzate permettono di compilare correttamente la Parte 2 della sezione 3 del quadro VF (vedi sotto). Esempio B GENNAIO Acquisto Bene 1 per Bene 2 per Bene 3 per Bene 4 per 500 Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 47/62

48 Vendita Bene 1 per con codice IVA 81A Art. 8/1a (in modo analitico) (il costo è di 1.000) margine 500 Bene 2 per con codice IVA 21 (normale). Videata Progressivi beni usati con Tipo = Complessivo. Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 48/62

49 Videata Progressivi beni usati con Tipo = Aliquota. Videata Progressivi beni usati con Tipo = Esportazione. se il campo <Tipo> è uguale a Esportazione vengono abilitate all input le colonne TOT.CESSIONI e MARG.PERIODO (dove occorre indicare solo importi maggiori di 0, ossia margini positivi). FEBBRAIO Acquisto nulla Vendita Bene 3 per con codice IVA 81A Art. 8/1a (in modo analitico) (il costo era di 3.000) margine 500 Bene 4 per con codice IVA 21 (normale) Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 49/62

50 Videata Progressivi beni usati con Tipo = Complessivo. Videata Progressivi beni usati con Tipo = Aliquota. Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 50/62

51 Videata Progressivi beni usati con Tipo = Esportazione. Le operazioni sopra analizzate permettono di compilare correttamente la Parte 2 della sezione 3 del quadro VF (vedi sotto). Dove: [a] = [b] = [c] = [d] = Inizio documento Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 51/62

52 ALTRE GESTIONI BENI USATI Le altre gestioni relative ai beni usati possono essere eseguite dalla scelta di menu 11/12/ "Beni Usati". Eseguendo tale scelta viene visualizzata la seguente videata: Manutenzione Beni Usati La manutenzione dei movimenti effettuati sui beni usati viene gestita utilizzando la scelta esterna Manutenzione beni usati, prima voce della videata abilitata dalla scelta Beni Usati presente tra le elaborazioni giornaliere. La procedura permette di effettuare la manutenzione dei movimenti relativi ai beni usati collegati alla Prima Nota IVA ed altresì effettuare il caricamento di movimenti non collegati alla contabilità (esempio quelli ante 01/01/2004). La prima videata proposta entrando in gestione è la seguente. Nella videata occorre selezionare l azienda dal campo Codice Azienda e richiedere il tipo di elaborazione. Sul campo è presente l help evidenziato in figura : Selezionare 1 per effettuare la manutenzione dei movimenti beni usati collegati alla Prima Nota, ossia per i quali è stato caricato il movimento contabile di acquisto/costo aggiuntivo/vendita. Selezionare 2 per caricare i movimenti esterni, ossia quei movimenti non collegati ad una registrazione contabile (registrazioni ante 01/01/2004 o nuove registrazioni esterne). Se Tipo elaborazione = 1 Dopo aver digitato il tipo elaborazione viene richiesto il tipo operazione ossia A, C o V con il messaggio Valori Ammessi: (A)cquisti / (C)osti Aggiuntivi e Note variazione / (V)endite e Note variazione sul 24 rigo. Successivamente il cursore si posiziona sul campo <Esercizio> proponendo l esercizio IVA attivo per la ditta e modificabile. Sul seguente campo <Nr. Partita bene> è attivo il seguente "help di campo", filtrato per Tipo documento ed Esercizio. In tale campo occorre sempre imputare, se conosciuto, il numero partita del bene usato e non la partita contabile assegnata al movimento di Prima Nota. Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 52/62

53 Sul campo <Nr. Partita bene> è stato inserito il tasto funzione <Fx> Ricerca bene per partita contabile che, se premuto, visualizza l "help di campo" per partita contabile come sotto riportato. Dopo aver selezionato il record desiderato, il campo <Nr. Partita bene> verrà compilato con il numero di partita del bene usato. Se Tipo elaborazione = 2 In questo caso il campo <Nr. Partita bene> può essere valorizzato a zero, per caricare nuovi beni usati (ante 1/1/2004 oppure 2004 o successivi). Sul 24 rigo compare il messaggio: Inserire zero per caricare nuovi beni usati. Manutenzione Acquisti/Costi Aggiuntivi Dopo aver selezionato il movimento da variare compare la seguente videata dove è possibile effettuare la cancellazione con (C)ancella oppure la variazione con (V)aria. Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 53/62

54 Selezionando Cancella viene cancellato il movimento selezionato, selezionando Varia il cursore si posiziona sul campo <Codice fornitore> e l utente, da quel campo in poi, può provvedere alla modifica dei dati. Manutenzione Vendita Dopo aver selezionato il movimento da variare compare la seguente videata, dove è possibile effettuare la cancellazione con (C)ancella oppure la variazione con (V)aria. Selezionando Cancella viene cancellato il movimento selezionato, selezionando Varia il cursore si posiziona sul campo <Codice Cliente> e l utente, da quel campo in poi, può provvedere alla modifica dei dati. Dopo aver proposto tutti i dati di testata del documento di vendita il programma presenta la seguente videata dove è possibile modificare i dati proposti al fondo, nella finestra Vendita beni usati, e confermare la variazione del movimento. Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 54/62

55 Nel caso di manutenzione di una vendita METODO ANALITICO registrata senza attivare l opzione "Regime ordinario dell'imposta", attivando l'opzione viene visualizzato il seguente messaggio: Nel caso di manutenzione di una vendita METODO ANALITICO registrata attivando l opzione "Regime ordinario dell'imposta", cercando di disattivare l'opzione viene visualizzato il seguente messaggio: Dopo aver confermato la variazione del movimento di vendita METODO ANALITICO (e solo se non si è optato per il regime ordinario) viene visualizzato il seguente messaggio: Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 55/62

56 Dopo aver confermato la cancellazione del movimento di vendita METODO ANALITICO (e solo se non si è optato per il regime ordinario) viene visualizzato il seguente messaggio : se viene richiesto di cancellare un acquisto (ed il bene non è ancora stato venduto) vengono cancellati tutti i movimento connessi, ossia anche eventuali costi aggiuntivi; se viene richiesto di cancellare un costo viene cancellato solo lo specifico movimento; se si cancella la vendita viene cancellato il movimento e riaperta la partita del bene, in modo da renderlo nuovamente disponibile alla vendita; se si varia o cancella un acquisto o costo aggiuntivo di un bene già venduto viene visualizzato il messaggio Operazione impossibile! Bene già venduto sul 24 rigo e bloccata l operazione; l utente potrà effettuare la variazione solo dopo aver eventualmente cancellato la vendita; la manutenzione dei movimenti non può essere effettuata per le vendite di tipo forfetario in quanto tali operazioni non vengono memorizzate nell archivio dei beni usati, ma la gestione è utilizzata solamente per effettuare la corretta registrazione del margine. Nel caso di manutenzione di una vendita METODO GLOBALE il campo <Tipo Vendita> non può essere variato; viene visualizzato il seguente messaggio: Caricamento nuovi beni usati Dalla scelta esterna Manutenzione beni usati è possibile anche caricare nuovi beni usati slegati dalla Prima Nota (ad esempio per acquisti effettuati prima del 2004). Per fare ciò occorre imputare 2 nel campo Tipo elaborazione e lasciare il campo <Nr. Partita bene> a 0 (valore di default); sul 24 rigo compare infatti la dicitura Inserire zero per caricare nuovi beni usati. A questo punto, nella videata sotto riportata, è possibile caricare manualmente tutti i dati di testata relativi all operazione in oggetto e i dati relativi al bene usato (ultimo riquadro). Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 56/62

57 In questa gestione esterna è possibile caricare movimenti analitici o globali di acquisto/costi aggiuntivi/vendita; nel caso di movimenti analitici alla vendita non sarà agganciato automaticamente il calcolo del margine che verrà gestito manualmente dall utente. Controllo effettuato dalla Manutenzione di Prima Nota Dalla manutenzione di Prima Nota non è possibile effettuare la manutenzione dei movimenti dei beni usati. Nel momento in cui però l utente seleziona un movimento al quale è collegata un operazione sui beni usati (causale 100 con BU1 oppure 200 con BU2) viene visualizzato un messaggio dove vengono evidenziati i dati necessari per poter facilmente effettuare la manutenzione esterna ( Esercizio, Nr. Partita bene ed operazioni effettuate sui beni usati). A questo scopo, dopo aver premuto C per cancellare oppure V per variare il movimento, viene visualizzata la seguente videata (sul 24 rigo compare il messaggio PER I DATI RELATIVI AI BENI USATI ESEGUIRE LA PROCED. MANUTENZIONE BENI USATI ). Stampa magazzino Beni Usati La stampa delle giacenze di magazzino dei beni usati viene gestita utilizzando la scelta esterna Stampa magazzino beni usati, seconda voce della tendina presente nella scelta Beni Usati presente tra le elaborazioni giornaliere. La procedura permette di: vedere l'elenco delle operazioni avvenute nel periodo richiesto, comprese di saldo iniziale alla data inizio e saldo finale alla data fine (opzione 1) - rilascio rel ; vedere i beni acquistati nel periodo ed esistenti alla "Data fine" (opzione 2); vedere i beni acquistati nel periodo e ancora presenti in magazzino ad oggi (opzione 3). La videata di selezione parametri si presenta come segue: Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 57/62

58 I campi richiesti sono : <Tipo stampa>; il test può valere "1", "2" oppure "3" e sul campo appare il seguente "help di campo": <Stampa costi aggiuntivi>; il test può essere valorizzato a N oppure S per includere o meno nella stampa i movimenti relativi ai costi aggiuntivi. <Costi esposti dopo acquisti>; il test può essere valorizzato a N oppure S per esporre i costi aggiuntivi dopo gli acquisti. <Ordine stampa>; permette di impostare l ordinamento dei dati in stampa. Sul 24 rigo compare il messaggio: (C)rescente / (D)ecrescente per data operazione. <Esercizio>; viene richiesto solo per le stampe di tipo 2 e 3 (nel tipo stampa 1 il campo viene saltato); passando sul campo viene visualizzato il seguente messaggio: <Data inizio/data Fine>; permette di impostare una data inizio/fine dei movimenti da includere in stampa. Esempio stampa opzione 1 Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 58/62

59 Esempio stampa opzione 2 / 3 (senza filtri di date) Scheda bene La procedura permette di visualizzare la scheda di un singolo bene. I dati richiesti sono: <Codice azienda>; <Esercizio>; <Data inizio>; <Data fine>; <Numero partita bene>; sul campo è presente il tasto <F2> che, se premuto, visualizza l'elenco delle partite registrate e permette la selezione del record desiderato: Per passare alla ricerca per identificativo l'utente non deve valorizzare il campo <Numero partita bene>. <Identificativo bene>; sul campo è presente il tasto <F2> che, se premuto, visualizza l'elenco delle partite registrate, ordinate per identificativo e permette la selezione del record desiderato: Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 59/62

60 La schermata proposta si presenta come segue: Duplicazione archivio beni usati La procedura permette di duplicare l'archivio dei beni usati da un'azienda ad un'altra, nel caso ad esempio di trasformazione con cambio di codice azienda. I campi richiesti sono: <Cd.Azienda origine>; <Cd.Azienda destinazione>. La schermata proposta si presenta come segue: Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 60/62

61 La procedura richiede la conferma della duplicazione, visualizzando il seguente messaggio: Prima di procedere con l'elaborazione viene inoltre richiesto se si desiderano portare sull'azienda di destinazione tutti i beni (quelli ancora esistenti a magazzino + quelli ceduti) oppure sono I beni ancora esistenti (non ceduti); la domanda proposta è la seguente: La duplicazione dell'archivio dei beni usati può essere eseguita anche utilizzando la scelta "Somma progressivi per trasformazione". In questo caso la procedura, dopo aver provveduto alla somma dei progressivi sull'azienda risultante, si accorge se nell'azienda estinta esistono dei dati relativi ai beni usati. Se "SI" allora viene proposto il seguente messaggio per la copia dei dati e successivamente se si desidera copiare tutti i beni o solo quelli ancora esistenti a magazzino: Opendoor beni usati La procedura permette di eseguire l'import da file opendoor dei dati relativi ai beni usati. Export beni usati La procedura permette di eseguire l'export completo di tutti i dati relativi ai beni usati in un file di Excel che può essere automaticamente aperto rispondendo "SI" al messaggio sotto riportato. La schermata proposta si presenta come segue: Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 61/62

62 Inizio documento Wolters Kluwer Italia Gestione Beni Usati Pag. 62/62

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Le aziende che gestiscono questo particolare regime hanno la necessità di determinare l IVA derivante dalla vendita dei beni usati in modo particolare, in linea generale si può

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Di seguito vengono elencate le modalità per gestire l acquisto e la cessione dei beni usati OPERAZIONI PRELIMINARI Per gestire l acquisto e la cessione di beni usati è necessario:

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

Regimi IVA Speciali MULTI. Gestione Beni Usati

Regimi IVA Speciali MULTI. Gestione Beni Usati Gestione Beni Usati Introduzione e Impostazioni Il regime speciale per i rivenditori di Beni Usati, di oggetti d arte, di antiquariato e da collezione, introdotto dalla legislazione italiana con il D.L.

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ. FAQ n.ro MAN-8BPDK267678 Data ultima modifica 02/05/2011. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità, Beni usati

Supporto On Line Allegato FAQ. FAQ n.ro MAN-8BPDK267678 Data ultima modifica 02/05/2011. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità, Beni usati Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-8BPDK267678 Data ultima modifica 02/05/2011 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità, Beni usati Oggetto Modalità operative - Regime del margine globale * in giallo

Dettagli

Manuale Operativo UR09040930. IVA Editoria. Manuale Operativo

Manuale Operativo UR09040930. IVA Editoria. Manuale Operativo Manuale Operativo UR09040930 IVA Editoria Manuale Operativo Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma

Dettagli

Manuale Operativo. IVA Editoria UR0904093000

Manuale Operativo. IVA Editoria UR0904093000 Manuale Operativo IVA Editoria UR0904093000 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo, elettronico,

Dettagli

GESTIONE BENI USATI. Codice causale Descrizione Tipo Iva Causale Iva Causale margine. SISTEMA FORFETARIO ART. 36/5 220 Corr.Art.

GESTIONE BENI USATI. Codice causale Descrizione Tipo Iva Causale Iva Causale margine. SISTEMA FORFETARIO ART. 36/5 220 Corr.Art. GESTIONE BENI USATI SINTESI DELLE OPERAZIONI DA ESEGUIRE 1) GESARC: Gestione archivio tabelle Tabella 2 Personalizzazione Dati e Conti scelta 1 campi Causale ricavi beni usati e Causale costi beni usati

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

Corrispettivi Ventilazione Grafici

Corrispettivi Ventilazione Grafici HELP DESK Nota Salvatempo 0044 MODULO FISCALE Corrispettivi Ventilazione Grafici Quando serve La normativa Registrazione dei corrispettivi in ventilazione a partire dall'esercizio IVA 2015 Decreto Ministeriale

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Agenzia Viaggio Il modulo Agenzie Viaggio consente di gestire la contabilità specifica per le agenzie di viaggio: in questo manuale verranno descritte

Dettagli

Mandati di pagamento Reversali di incasso

Mandati di pagamento Reversali di incasso Manuale Operativo Mandati di pagamento Reversali di incasso UR0901091000 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in

Dettagli

Manuale Operativo. Gestione FARMACIE UR1504152020

Manuale Operativo. Gestione FARMACIE UR1504152020 Manuale Operativo Gestione FARMACIE UR1504152020 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo,

Dettagli

Documentazione tecnica Beni Usati. Software Gestionale ebridge Professionisti REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI

Documentazione tecnica Beni Usati. Software Gestionale ebridge Professionisti REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI Il Regime in esame che viene definito Regime del Margine ha come scopo quello di evitare fenomeni di doppia o plurima imposizione Iva sui Beni usati. Infatti, prima

Dettagli

Documentazione tecnica Beni Usati. Software Gestionale ebridge Professionisti REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI

Documentazione tecnica Beni Usati. Software Gestionale ebridge Professionisti REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI Il Regime in esame che viene definito Regime del Margine ha come scopo quello di evitare fenomeni di doppia o plurima imposizione Iva sui Beni usati. Infatti, prima

Dettagli

Appendice Manuale REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI

Appendice Manuale REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI Il Regime in esame che viene definito Regime del Margine ha come scopo quello di evitare fenomeni di doppia o plurima imposizione Iva sui Beni usati. Infatti, prima

Dettagli

AGENZIE DI VIAGGIO. Pagina 13 di 46

AGENZIE DI VIAGGIO. Pagina 13 di 46 AGENZIE DI VIAGGIO Con il presente rilascio è stata completata la gestione dei registri IVA con l implementazione della gestione delle fatture emesse art. 74-ter; sarà possibile utilizzare le nuove causali

Dettagli

REGISTRAZIONE IN REGIME IVA MARGINE GLOBALE, art. 36/6

REGISTRAZIONE IN REGIME IVA MARGINE GLOBALE, art. 36/6 REGISTRAZIONE IN REGIME IVA MARGINE GLOBALE, art. 36/6 Note: Il presente manuale vuole essere solo una guida sommaria per agevolare l operatore nell utilizzo della procedura e pertanto non essendo esaustivo

Dettagli

L art. 1 commi 96-117 Legge 24/12 n. 244 introduce con decorrenza 1 gennaio 2008 il nuovo regime agevolato per i contribuenti minimi.

L art. 1 commi 96-117 Legge 24/12 n. 244 introduce con decorrenza 1 gennaio 2008 il nuovo regime agevolato per i contribuenti minimi. Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-7BHDGU9929 Data ultima modifica 08/09/2009 Prodotto Sistema Professionista - Picomwin Modulo Contabilità Oggetto Nuovo regime Contribuenti Minimi * in giallo

Dettagli

Le operazioni Intracomunitarie

Le operazioni Intracomunitarie UR1001101000 Le operazioni Intracomunitarie Manuale Operativo Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi

Dettagli

Tabella PARAMETRI. Supporto On Line Allegato FAQ. Fig. 1. FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009. Prodotto Sistema Professionista

Tabella PARAMETRI. Supporto On Line Allegato FAQ. Fig. 1. FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009. Prodotto Sistema Professionista Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009 Prodotto Sistema Professionista Modulo Contabilità Oggetto Giroconto IVA * in giallo le modifiche apportate rispetto

Dettagli

Travaso Paghe - Contabilità

Travaso Paghe - Contabilità Manuale Operativo UR09070960 Travaso Paghe - Contabilità Manuale Operativo Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa

Dettagli

OPERAZIONI DI INIZIO ANNO (2016)

OPERAZIONI DI INIZIO ANNO (2016) OPERAZIONI DI INIZIO ANNO (2016) 1. Introduzione Il presente documento riassume le operazioni da eseguire per gestire correttamente con e/satto il passaggio dall esercizio 2015 a quello 2016. Verranno

Dettagli

Gestione Clienti / Associati

Gestione Clienti / Associati Manuale Operativo Gestione Clienti / Associati UR1307136000 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma

Dettagli

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo Release 5.00 Manuale Operativo CODICI IVA Adeguamento aliquote d'imposta Per rendere funzionale e veloce l adeguamento dei codici Iva utilizzati nel sistema gestionale, e rispondere così rapidamente alle

Dettagli

CONTABILITA ANALITICA

CONTABILITA ANALITICA CONTABILITA ANALITICA Operazioni da svolgere per gestire Movimentazioni di Contabilità Analitica. Il documento che segue ha lo scopo di illustrare le operazioni che devono essere eseguite per: Predisporre

Dettagli

UR1003102000. Modello IVA TR. Manuale Operativo

UR1003102000. Modello IVA TR. Manuale Operativo UR1003102000 Modello IVA TR Manuale Operativo Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo, elettronico,

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 Comunicazione Operazioni rilevanti IVA per

Dettagli

Apertura Contabile 2013. Contabilità Libens

Apertura Contabile 2013. Contabilità Libens Apertura Contabile 2013 Contabilità Libens Apertura contabile 17 dicembre 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE... 1 2 AZZERAMENTO NUMERAZIONE AUTOMATICA DEI DOCUMENTI... 2 3 APERTURA NUOVO ESERCIZIO CONTABILE 2013...

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-6LMC5F89155 Data ultima modifica 16/01/2014 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità Oggetto Modalità di esportazione dalla Contabilità alla Comunicazione Annuale

Dettagli

Utenti esolver ed Enologia. 1 - Creazione nuovo esercizio contabile

Utenti esolver ed Enologia. 1 - Creazione nuovo esercizio contabile Utenti esolver ed Enologia INIZIARE LE REGISTRAZIONI DELLESERCIZIO 2015 Di seguito vengono descritte le attivit da eseguire in occasione del cambio di esercizio. 1 - Creazione nuovo esercizio contabile

Dettagli

Manuale Operativo. Rimborso IVA Auto UR0707076000

Manuale Operativo. Rimborso IVA Auto UR0707076000 Manuale Operativo Rimborso IVA Auto UR0707076000 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo,

Dettagli

Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale

Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale Nota Salvatempo Contabilità 13.03 1 APRILE 2015 Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale *in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 31/03/2014

Dettagli

Gestione Partite Aperte

Gestione Partite Aperte UR1007106000 Gestione Partite Aperte Manuale Operativo Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o

Dettagli

e/ - Iva per cassa casi particolari

e/ - Iva per cassa casi particolari INDICE 1. PREMESSA... 1 2. Omaggi... 2 2.1 Omaggio senza rivalsa Iva (Omaggio Totale).... 2 2.2 Omaggio con rivalsa Iva (Omaggio Imponibile)... 4 2.3 Omaggio esente... 6 3. Anticipi... 8 4. Acconto/Abbuono...

Dettagli

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Release 5.20 Manuale Operativo CLIENTI PLUS Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Il modulo Clienti Plus è stato studiato per ottimizzare la gestione amministrativa dei clienti, abilitando la gestione

Dettagli

ebridge Agenzie di viaggio

ebridge Agenzie di viaggio RIFERIMENTI ALLA NORMATIVA DELLE A.D.V. L'attività di organizzazione di viaggi e soggiorni in genere è svolta da operatori specifici (cosiddetti Tour operator) che organizzano i viaggi in nome proprio,

Dettagli

NOVITA FEBBRAIO 2008

NOVITA FEBBRAIO 2008 NOVITA FEBBRAIO 2008 SOMMARIO 1.1 CONTROLLO ANTICIPO TFR... 2 1.2 GESTIONE PRESTITI / CESSIONE 5^... 3 1.2.1 ANAGRAFICA DITTA... 3 1.2.2 ANAGRAFICA DIPENDENTE... 4 1.2.3 CHIUSURE MENSILI...11 1.3 GESTIONE

Dettagli

Aziende Editrici BREVE GUIDA

Aziende Editrici BREVE GUIDA Gestione Aziende Editrici BREVE GUIDA ( Logiche di funzionamento e modalità d uso ) 1 sommario Introduzione... 3 Regime IVA Speciale Liquidazione e Registro Editori...3 Valorizzazione e Chiusura Magazzini

Dettagli

RIMBORSO IVA INFRANNUALE

RIMBORSO IVA INFRANNUALE RIMBORSO IVA INFRANNUALE Manuale Operativo Rel. 4.70.10 Indice GUIDA DI RIFERIMENTO... 3 INTRODUZIONE... 3 GESTIONE MODELLO... 4 Scelta di menu... 4 Gestione modello... 4 Menu Modello... 4 Menu Dati...

Dettagli

2.2 Calcolo dell acconto Questi sono i passi da seguire per effettuare il calcolo dell acconto IVA con e/:

2.2 Calcolo dell acconto Questi sono i passi da seguire per effettuare il calcolo dell acconto IVA con e/: il mondo di e/ Il presente documento è da ritenersi valido per i seguenti prodotti: - e/2 ready - e/2 - e/3 - e/ready - e/impresa - e/sigip OPERAZIONI DI INIZIO ANNO (2016) 1. Introduzione Il presente

Dettagli

Acconto IVA. Versamento entro il 28/12/2015 (il 27/12 cade di domenica)

Acconto IVA. Versamento entro il 28/12/2015 (il 27/12 cade di domenica) HELP DESK Nota Salvatempo 0019 MODULO Acconto IVA Quando serve La normativa Casi di esonero Altri casi di esonero Per gestire il versamento dell'acconto IVA per l'anno 2015 ed abilitare la Delega Unica

Dettagli

Mon Ami 3000 Conto Lavoro Gestione del C/Lavoro attivo e passivo

Mon Ami 3000 Conto Lavoro Gestione del C/Lavoro attivo e passivo Prerequisiti Mon Ami 3000 Conto Lavoro Gestione del C/Lavoro attivo e passivo L opzione Conto lavoro è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione L opzione Conto lavoro permette

Dettagli

Casi particolari. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Casi particolari. Contabilità semplificate. Registrazione costi e ricavi non iva

Casi particolari. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Casi particolari. Contabilità semplificate. Registrazione costi e ricavi non iva Contabilità semplificate 68 Casi particolari Il capitolo espone alcune caratteristiche della procedura e modalità operative in casi particolari di gestione come ad esempio le contabilità semplificate,

Dettagli

CONTABILITÀ ANALITICA

CONTABILITÀ ANALITICA Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ ANALITICA Gestione dei Centri di Costo e delle Commesse Il modulo Contabilità Analitica abilita la gestione dei Centri di Costo e delle Commesse su tre procedure

Dettagli

CHIUSURE di MAGAZZINO di FINE ANNO

CHIUSURE di MAGAZZINO di FINE ANNO CHIUSURE di MAGAZZINO di FINE ANNO Operazioni da svolgere per il riporto delle giacenze di fine esercizio Il documento che segue ha lo scopo di illustrare le operazioni che devono essere eseguite per:

Dettagli

Fatturazione sequenziale Parcelle e Fatture / Fatturazione a flussi

Fatturazione sequenziale Parcelle e Fatture / Fatturazione a flussi Manuale Operativo Fatturazione sequenziale Parcelle e Fatture / Fatturazione a flussi UR1501151000 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere

Dettagli

HOTEL MANAGER NOTE DI FINE ANNO 2012-2013

HOTEL MANAGER NOTE DI FINE ANNO 2012-2013 HOTEL MANAGER NOTE DI FINE ANNO 2012-2013 SOMMARIO 1. Introduzione... 3 2. Procedura automatica... 4 3. Procedura manuale... 7 3.1 Front Office... 7 3.2 Ristorante... 9 3.3 Economato... 10 4. Creazione

Dettagli

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti:

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: GESTIONE INVENTARI La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: 1. CHIUSURA DI MAGAZZINO: il classico inventario di fine anno o cambio gestione.

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO...2 AVVERTENZE...2 TUTTE LE CONTABILITA...2 ADEGUAMENTO ARCHIVI (00056z)...2 NUOVA ALIQUOTA IVA AL 22%...3 Riferimenti normativi...3 Tabella codici

Dettagli

GESTIONE RATEI/RISCONTI

GESTIONE RATEI/RISCONTI GESTIONE RATEI/RISCONTI Di seguito le operazioni preliminari e alcuni esempi di operatività per la gestione dei ratei e risconti OPERAZIONI PRELIMINARI Per attivare la gestione automatica dei ratei, risconti

Dettagli

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo BARCODE Gestione Codici a Barre La gestione Barcode permette di importare i codici degli articoli letti da dispositivi d inserimento (penne ottiche e lettori Barcode) integrandosi

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-6LMCN779568 Data ultima modifica 02/02/2011 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità Oggetto Modalità di esportazione dalla Contabilità alla Dichiarazione IVA

Dettagli

Comunicazione ex art. 21 Note operative

Comunicazione ex art. 21 Note operative Comunicazione ex art. 21 Note operative Sommario 1. Compilazione PERSON11 3 2. Modifica del flag art. 21 sulle anagrafiche da escludere 7 3. Modifica delle registrazioni degli anni precedenti 8 4. Stampa

Dettagli

Utenti Spring SQL. 1) Creazione nuovo esercizio contabile

Utenti Spring SQL. 1) Creazione nuovo esercizio contabile Utenti Spring SQL INIZIARE LE REGISTRAZIONI DELLESERCIZIO 2015 Di seguito sono indicate le operazioni che consentono di iniziare le registrazioni IVA, prima nota, magazzino nel nuovo esercizio. 1) Creazione

Dettagli

Prima nota Fiscale Guida Utente

Prima nota Fiscale Guida Utente Manuale Operativo Prima nota Fiscale Guida Utente UR1201121000 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi

Dettagli

Prima nota Fiscale Guida Utente

Prima nota Fiscale Guida Utente Manuale Operativo Prima nota Fiscale Guida Utente UR1310137000 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi

Dettagli

UTENTI SPRING INIZIARE LE REGISTRAZIONI DELL ESERCIZIO 2013

UTENTI SPRING INIZIARE LE REGISTRAZIONI DELL ESERCIZIO 2013 UTENTI SPRING INIZIARE LE REGISTRAZIONI DELL ESERCIZIO 2013 (le presenti note sono state redatte con riferimento alle voci di menu ed ai pulsanti di Spring 6.16B) DITTE CON ESERCIZIO CONTABILE COINCIDENTE

Dettagli

Elenchi Intrastat. Indice degli argomenti. Premessa. Operazioni preliminari. Inserimento manuale dei movimenti e presentazione

Elenchi Intrastat. Indice degli argomenti. Premessa. Operazioni preliminari. Inserimento manuale dei movimenti e presentazione Elenchi Intrastat Indice degli argomenti Premessa Operazioni preliminari Inserimento manuale dei movimenti e presentazione Collegamento con la Contabilità Collegamento con il ciclo attivo e passivo Generazione

Dettagli

- Gestione cambi - Debiti e Crediti in valuta estera

- Gestione cambi - Debiti e Crediti in valuta estera Manuale Operativo - Gestione cambi - Debiti e Crediti in valuta estera UR1111120000 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa

Dettagli

* in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 09/03/2011

* in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 09/03/2011 Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-86GKJM79678 Data ultima modifica 09/03/2011 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità - Intrastat Oggetto Genera dichiarazione Intrastat * in giallo le modifiche

Dettagli

AUTOMAZIONE DELLE PROCEDURE DI GESTIONE MAGAZZINO E GESTIONE LAVORAZIONI, CON INTRODUZIONE DI LETTORI PORTATILI DI CODICI A BARRE WI-FI

AUTOMAZIONE DELLE PROCEDURE DI GESTIONE MAGAZZINO E GESTIONE LAVORAZIONI, CON INTRODUZIONE DI LETTORI PORTATILI DI CODICI A BARRE WI-FI AUTOMAZIONE DELLE PROCEDURE DI GESTIONE MAGAZZINO E GESTIONE LAVORAZIONI, CON INTRODUZIONE DI LETTORI PORTATILI DI CODICI A BARRE WI-FI INTRODUZIONE Il progetto nasce dall esigenza dei clienti di sviluppare

Dettagli

Gestione Ratei e Risconti

Gestione Ratei e Risconti HELP DESK Nota Salvatempo 0024 MODULO FISCALE Gestione Ratei e Risconti Quando serve Questa procedura, presente nei moduli delle Contabilità Ordinaria e Semplificata, consente la gestione, la stampa ed

Dettagli

Split Payment. Premessa normativa

Split Payment. Premessa normativa Nota Salvatempo Contabilità 13.04 09 APRILE 2015 * in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 10/02/2015 Split Payment Premessa normativa Lo split payment è stato introdotto

Dettagli

Dichiarazioni Fiscali 2014

Dichiarazioni Fiscali 2014 Nota Operativa Dichiarazioni Fiscali 2014 18 aprile 2014 PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE Il prospetto di liquidazione è costituito da un wizard che permette di gestire l esposizione dei debiti/crediti risultanti

Dettagli

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Indice degli argomenti Premessa 1. Scenari di utilizzo 2. Parametri 3. Archivi Collegamento 4. Import Dati 5. Export Dati 6. Saldi di bilancio

Dettagli

Gestione Credito IVA Annuale

Gestione Credito IVA Annuale HELP DESK Nota Salvatempo 0004 MODULO Gestione Credito IVA Annuale Quando serve La normativa Novità 2012 La funzione consente di gestire in modo automatico i vincoli sull utilizzo del credito introdotti

Dettagli

PAGAMENTI DI SOMME SOGGETTE A RITENUTA FISCALE: parte pratica SCUOLE

PAGAMENTI DI SOMME SOGGETTE A RITENUTA FISCALE: parte pratica SCUOLE PAGAMENTI DI SOMME SOGGETTE A RITENUTA FISCALE: parte pratica SCUOLE 2012 INDICE RITENUTE... 1 CREAZIONE ACCERTAMENTI CUMULATIVI PER LE RITENUTE FISCALI.1 MENU GESTIONE RITENUTE...1 INSERIMENTO ALIQUOTA

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-7C6LPA62329 Data ultima modifica 08/09/2009 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità Oggetto Gestione contabilità degli Autotrasportatori * in giallo le modifiche

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza Avvertenza Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 In questo documento sono contenute informazioni tecniche riservate ai distributori ZUCCHETTI. Tali informazioni sono ad uso esclusivo del destinatario della

Dettagli

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 D.L. 138/2011: Aumento aliquota IVA al 21%... 3 1.1 Tabella Codici Iva... 3 1.1.1

Dettagli

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE GESTIONE INTRA CEE In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE OPERAZIONI PRELIMINARI Per attivare la gestione dell Intrastat,

Dettagli

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso SOFTWARE GESTIONALE Manuale d uso Le informazioni riportate su questo documento potrebbero risultare, al momento della lettura, obsolete o poco attinenti alla versione in uso. Consigliamo la consultazione

Dettagli

Nuovo regime Iva cassa Pagina 1

Nuovo regime Iva cassa Pagina 1 Nuovo regime Iva per cassa Normativa L art. 32-bis del Decreto Sviluppo (D.L. n. 83/2012 convertito in L. n. 134 dell 11/08/2012) ha introdotto un nuovo regime di liquidazione dell IVA secondo la contabilità

Dettagli

Gestione e allineamento delle Giacenze

Gestione e allineamento delle Giacenze Release 5.20 Manuale Operativo INVENTARIO Gestione e allineamento delle Giacenze Il modulo permette la contemporanea gestione di più inventari, associando liberamente ad ognuno un nome differente; può

Dettagli

Contabilità INFOSCHOOL: SPLIT PAYMENT (SCISSIONE DELL'IVA)

Contabilità INFOSCHOOL: SPLIT PAYMENT (SCISSIONE DELL'IVA) Contabilità INFOSCHOOL: SPLIT PAYMENT (SCISSIONE DELL'IVA) Versione del 22/04/2015 1. Riferimenti normativi...1 2. Ambito applicativo...1 3. FLUSSO OPERATIVO...2 1. Definizione dell'impegno di spesa...2

Dettagli

Modulo contabile Agenzie di viaggio

Modulo contabile Agenzie di viaggio RIFERIMENTI ALLA NORMATIVA DELLE. L'attività di organizzazione di viaggi e soggiorni in genere è svolta da operatori specifici (cosiddetti Tour operator) che organizzano i viaggi in nome proprio, ma per

Dettagli

Versione 2015I PROTOCOLLO: CRS/SG-PAC/151021

Versione 2015I PROTOCOLLO: CRS/SG-PAC/151021 MyDB - Anagrafiche estensioni dei Documenti di Magazzino e delle Parcelle Nella definizione delle anagrafiche MyDB è ora possibile estendere direttamente anche le TESTATE e le RIGHE delle varie tipologie

Dettagli

Manuale utente Split Payment (Esatto rel 08.05.00)

Manuale utente Split Payment (Esatto rel 08.05.00) Manuale utente Split Payment (Esatto rel 08.05.00) Sommario Split Payment scissione del pagamento... 3 Logica generale dell implementazione... 3 Ambiti di applicazione e casi di esclusione... 4 Controlli

Dettagli

EASYGEST: GESTIONE MOVIMENTI DI MAGAZZINO

EASYGEST: GESTIONE MOVIMENTI DI MAGAZZINO EASYGEST - GESTIONE MOVIMENTI DI MAGAZZINO EASYGEST: GESTIONE MOVIMENTI DI MAGAZZINO Cliccando su Movimenti -> Inserimento si apre la maschera per inserire i carichi e gli scarichi di magazzino. Per in

Dettagli

Regime dei beni usati

Regime dei beni usati Regime dei beni usati Breve illustrazione della materia Il particolare regime Iva per la cessione dei beni mobili usati e per la cessione di oggetti d'arte, antiquariato e di collezione si prefigge di

Dettagli

Come gestire l omaggio in caso di fattura IVA per cassa.

Come gestire l omaggio in caso di fattura IVA per cassa. Si distinguono tre tipologie di omaggio che devono essere gestite su e/satto in modo diverso seguendo le istruzioni date per ogni casistica. - Omaggio senza rivalsa Iva (Omaggio Totale) - Omaggio con rivalsa

Dettagli

Gestione della vendita al banco

Gestione della vendita al banco Indice degli argomenti Introduzione Operazioni preliminari Inserimento operazioni di vendita al banco Riepiloghi generali Contabilizzazione scontrini Assistenza tecnica Gestionale 1 0371 / 594.2705 loges1@zucchetti.it

Dettagli

Chiusure CONTABILI. Per generare le Chiusure/Aperture contabili nei diversi moduli

Chiusure CONTABILI. Per generare le Chiusure/Aperture contabili nei diversi moduli HELP DESK Nota Salvatempo 0026 MODULO FISCALE Chiusure CONTABILI Quando serve Per generare le Chiusure/Aperture contabili nei diversi moduli In questo documento: 1. Premessa 2. Operazioni Preliminari 3.

Dettagli

Regime IVA Moss. Premessa normativa

Regime IVA Moss. Premessa normativa Nota Salvatempo Contabilità 13.0 15 GENNAIO 2014 Regime IVA Moss Premessa normativa La Direttiva 12 febbraio 2008, n. 2008/8/CE, art. 5 prevede che dal 1 gennaio 2015 i servizi elettronici, di telecomunicazione

Dettagli

Relazioni tra modello IVA e Conto Fiscale

Relazioni tra modello IVA e Conto Fiscale DESCRIZIONE DELL APPLICATIVO Il programma crea i modelli prelevando i dati dai totali Iva individuati dagli Indici di collegamento. E anche possibile caricare, ex novo, una dichiarazione per le ditte di

Dettagli

ASSISTENZA. Indice degli argomenti. Gestione Contratti e Interventi

ASSISTENZA. Indice degli argomenti. Gestione Contratti e Interventi 2 Manuale Operativo Release 4.60 Manuale Operativo ASSISTENZA Gestione Contratti e Interventi GESTIONE ASSISTENZA è il modulo applicativo pensato e realizzato per soddisfare le esigenze delle diverse tipologie

Dettagli

HELP DESK. Questa finestra serve per impostare le classi tariffarie, che dovranno essere associate ai clienti ed hai contratti ad essi applicati.

HELP DESK. Questa finestra serve per impostare le classi tariffarie, che dovranno essere associate ai clienti ed hai contratti ad essi applicati. HELP DESK Il modulo della gestione Help Desk di Target Cross ha lo scopo di fornire agli utenti uno strumento integrato per la gestione dei servizi di assistenza post vendita quali, ad esempio, chiamate

Dettagli

GESTIONE ORDINI CLIENTI (Conferme d ordine Preventivi clienti) Consente l inserimento, la modifica o l eliminazione di un ordine cliente.

GESTIONE ORDINI CLIENTI (Conferme d ordine Preventivi clienti) Consente l inserimento, la modifica o l eliminazione di un ordine cliente. GESTIONE ORDINI CLIENTI (Conferme d ordine Preventivi clienti) Consente l inserimento, la modifica o l eliminazione di un ordine cliente. Per l inserimento di un nuovo ordine: - Tipo Ordine: viene proposto

Dettagli

VisualGest. Gestione Scadenziario e Partite Aperte. Manuale d installazione configurazione e Operatività

VisualGest. Gestione Scadenziario e Partite Aperte. Manuale d installazione configurazione e Operatività Gestione Scadenziario e Partite Aperte Manuale d installazione configurazione e Operatività COS E UNO SCADENZIARIO Lo scadenziario è una procedura particolare per la gestione delle scadenze relative a

Dettagli

Manuale Operativo. Trasferimenti di Azioni e Quote

Manuale Operativo. Trasferimenti di Azioni e Quote Manuale Operativo Trasferimenti di Azioni e Quote UR1003102000 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi

Dettagli

Studi di Settore 2010. Manuale Operativo. FAQ n.ro MAN-854HWG53646 Data ultima modifica 04/06/2010. Prodotto Dichiarazioni Fiscali

Studi di Settore 2010. Manuale Operativo. FAQ n.ro MAN-854HWG53646 Data ultima modifica 04/06/2010. Prodotto Dichiarazioni Fiscali Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-854HWG53646 Data ultima modifica 04/06/2010 Prodotto Dichiarazioni Fiscali Modulo Studi di Settore Oggetto: Studi di Settore - Manuale operativo Studi di Settore

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-6B9HYB73758 Data ultima modifica 30/05/2009 Prodotto Sistema Professionista Modulo Contabilità Oggetto Gestione compensazioni Intromissione - Estromissione *

Dettagli

1 - Spesometro guida indicativa

1 - Spesometro guida indicativa 1 - Spesometro guida indicativa Il cosiddetto spesometro non è altro che un elenco contenente i dati dei clienti e fornitori con cui si sono intrattenuti dei rapporti commerciali rilevanti ai fini iva.

Dettagli

Gestione Ordini. Manuale operativo. Rel. 6.00

Gestione Ordini. Manuale operativo. Rel. 6.00 Gestione Ordini Manuale operativo Rel. 6.00 INDICE GUIDA RIFERIMENTO... 5 ORDINI... 5 Gestione Dati... 5 Emissione Ordini Clienti... 5 Variazione Ordini Clienti... 8 Annullamento Ordini Clienti... 8 Bollettazione

Dettagli

Gestione Beni Strumentali

Gestione Beni Strumentali Gestione Beni Strumentali La procedura di Gestione Beni Strumentali presente nell omonima voce del menù Contabilità consente di immettere tutti i dati relativi ai Cespiti per ottenerne la stampa del registro

Dettagli

FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità - Intrastat. Oggetto Modulo Intrastat

FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità - Intrastat. Oggetto Modulo Intrastat Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità - Intrastat Oggetto Modulo Intrastat * in giallo le modifiche apportate rispetto

Dettagli

1. Archivi. 1.1. Codici I.V.A. 1.2. Codici Lingue Estere. 1.3. Progressivi Ditta

1. Archivi. 1.1. Codici I.V.A. 1.2. Codici Lingue Estere. 1.3. Progressivi Ditta PRODUZIONE E MAGAZZINO 1. Archivi Per gestire il magazzino e la produzione occorre creare i seguenti archivi. 1.1. Codici I.V.A. Occorre creare, obbligatoriamente, tutti i codici I.V.A. (soggetti, esenti,

Dettagli

AZZERAMENTO PROGRESSIVI (solo per installazioni di oltre 10 anni)

AZZERAMENTO PROGRESSIVI (solo per installazioni di oltre 10 anni) Servizio Supporto Ad Hoc Windows Il presente documento contiene informazioni inerenti le problematiche di inizio anno da affrontare con il gestionale Ad Hoc Windows. Per ulteriori informazioni Vi invitiamo

Dettagli