Il lavoro interinale nel terzo e quarto trimestre 2009 attraverso i Dati INAIL e FORMA. TEMP.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il lavoro interinale nel terzo e quarto trimestre 2009 attraverso i Dati INAIL e FORMA. TEMP."

Transcript

1 [Febbraio 2010] Il lavoro interinale nel terzo e quarto trimestre attraverso i Dati INAIL e FORMA. TEMP. SINTESI Nel quarto trimestre del il numero di lavoratori impiegati come interinali è stato pari a 220 mila unità in media mensile, il 25% in meno rispetto allo stesso periodo del, ma in crescita del 5% rispetto al trimestre precedente. Dal giugno scorso l andamento dell occupazione interinale mostra una ripresa e dal livello minimo, raggiunto a metà del (204 mila occupati interinali), il dato di dicembre mostra un recupero dell 8% circa. Il recupero dell occupazione interinale è avvenuto in presenza della flessione dell occupazione complessiva iniziata a metà del. Di conseguenza la sua incidenza sul totale mostra una lenta ma ininterrotta crescita proseguita per tutto il secondo semestre. Osservatorio nazionale EBITEMP - FORMATEMP

2 Gli andamenti recenti del mercato del lavoro Nel mese di dicembre l occupazione ha subito una riduzione dell 1,3% rispetto allo stesso mese del. In numeri assoluti la perdita occupazionale è stata pari a oltre 300 mila unità su base annua. Rispetto al livello massimo di occupazione, conseguito nel periodo precedente la recessione economica nella prima metà del, la perdita di posti di lavoro ammonta a oltre 600 mila unità. Il numero di occupati, pari a poco meno di 23 milioni si è collocato, nel dicembre scorso, sugli stessi livelli della prima metà del Rispetto a quell epoca, tuttavia, il rapporto fra numero di occupati e numero di persone in cerca di un occupazione, si è ridotto del 22%, passando da circa 14 occupati ogni disoccupato a metà 2006 all attuale 10,7. Il rapporto aveva raggiunto il livello di circa 16 occupati per ogni persona in cerca di occupazione nel Rispetto ad allora il numero di occupati per disoccupato indicatore si è ridotto di circa un terzo. Il numero di persone in cerca di occupazione ha superato i 2,1 milioni, portando il tasso di disoccupazione all 8,5% a fronte del 7% di dicembre. Il tasso di disoccupazione giovanile, riguardante i giovani con età compresa fra i 15 e i 24 anni, ha raggiunto nello scorso dicembre, il 26,2%, con un incremento di 3 punti rispetto a dicembre del ,0 8,5 8,0 7, Numero di occupati Numero di disoccupati. Dati mensili in migliaia Tassi di disoccupazione mensili Dati in percentuale 7,0 6,5 6,0 5,

3 Nel mese di dicembre si assiste a una stabilizzazione del tasso di attività della popolazione (rapporto fra le forze di lavoro e la popolazione in età lavorativa) con il 62,4% come nel mese precedente. Rispetto ai livelli precedenti l inizio della fase recessiva, il tasso di attività si è ridotto di oltre un punto percentuale. Sono cresciuti, quindi, gli inattivi a causa dell effetto di scoraggiamento, con l aumento della popolazione che, in presenza della crisi, si è ritirata dal mercato del lavoro. La popolazione in età lavorativa e inattiva, compresa fra i 15 e i 64 anni, conta 14,8 milioni di persone nella media del contro i 14,5 circa del. Il tasso di inattività della popolazione in età lavorativa è passato così dal 37% del al 37,6% del. Il tasso di occupazione è diminuito nello stesso periodo al 57,6% della media rispetto al 58,7% della media. Osservatorio Nazionale 17,0 16,0 15,0 14,0 13,0 12,0 11,0 10,0 63,6 63,4 63,2 63,0 62,8 62,6 62,4 62,2 Rapporto occupati / disoccupati (Numero di occupati per ciascuna persona in cerca di occupazione) Tassodi attività Dati mensili in percentuale. 62, ,5 Tasso di occupazione Dati mensili in percentuale. 59,0 58,5 58,0 57,5 57,

4 L occupazione a carattere temporaneo (tempo determinato, stagionali, interinali, apprendisti) è diminuita di circa 220 mila unità nel terzo trimestre rispetto allo stesso periodo del (-9,4%). L incidenza dell occupazione a tempo determinato si è stabilizzata su una percentuale compresa fra il 12 e il 13% nel secondo e terzo trimestre del, percentuale questa lievemente inferiore a quella conseguita nella media del (13,1%). Osservatorio Nazionale 15,0% 10,0% 5,0% 0,0% -5,0% -10,0% -15,0% I Trimestre II Trimestre Numero di occupati dipendenti a carattere temporaneo e variazioni tendenziali III Trimestre IV Trimestre tendenziali I Trimestre II Trimestre III Trimestre IV Trimestre I Trimestre II Trimestre Occupati dipendenti a tempo (migliaia, scala destra) III Trimestre IV Trimestre I Trimestre II Trimestre III Trimestre IV Trimestre I Trimestre II Trimestre III Trimestre IV Trimestre I Trimestre II Trimestre III Trimestre ,0% Quota dell'occupazione dipendente a carattere temporaneo sul totale dei dipendenti ,0% 13,0% 12,0% 11,0% 10,0% 9,0% I Trimestre II Trimestre III Trimestre IV Trimestre I Trimestre II Trimestre III Trimestre IV Trimestre I Trimestre II Trimestre III Trimestre IV Trimestre I Trimestre II Trimestre III Trimestre IV Trimestre I Trimestre II Trimestre III Trimestre IV Trimestre I Trimestre II Trimestre III Trimestre

5 Il lavoro interinale nel terzo e quarto trimestre : gli andamenti tendenziali Nel quarto trimestre del il numero di lavoratori impiegati come interinali è stato pari a 220 mila unità in media mensile, il 25% in meno rispetto allo stesso periodo del, ma in crescita del 5% rispetto al trimestre precedente. Dal giugno scorso l andamento dell occupazione interinale mostra una ripresa e dal livello minimo, raggiunto a metà del (204 mila occupati interinali), il dato di dicembre mostra un recupero dell 8% circa. In media, nel le giornate retribuite sono state 38,4 milioni con una riduzione del 33,1% rispetto al e ritornando, in pratica, ai livelli del Il recupero dell occupazione interinale è avvenuto in presenza della flessione dell occupazione complessiva iniziata a metà del. Di conseguenza la sua incidenza sul totale mostra una lenta ma ininterrotta crescita proseguita per tutto il secondo semestre. Giornate retribuite di lavoro interinale (dati in migliaia) Attraverso i dati INAIL si possono mettere a confronto diversi indicatori del lavoro interinale fra il terzo trimestre del e lo stesso periodo del (tab.1). I lavoratori che nel terzo trimestre del hanno svolto almeno una missione come interinale, pari a oltre 205 mila, mostrano una riduzione del 36% rispetto allo stesso trimestre del. La componente straniera ha subito un decremento sensibilmente giore e pari al -45%. nel confronto su base annua l incidenza degli immigrati sul totale dela lavoro interinale è passata dal 25,4% del terzo trimestre del al 21,7% dello stesso periodo del Rispetto al trimestre precedente, tuttavia la variazione è positiva e pari al 7,4%. Le missioni avviate, oltre 213 mila, subiscono una riduzione del 27% su base annua nel terzo trimestre ma mostrano un incremento del 6% circa rispetto al trimestre precedente. Analoga variazione si osserva per gli equivalenti a tempo pieno, calcolati ipotizzando che ciascun lavoratore abbia lavorato per 21 giornate mensili, che passano dai 224 mila del terzo trimestre del ai 138 mila dello stesso periodo del (-38%). Rispetto al trimestre precedente la variazione è positiva e pari al +5,7%. I nuovi ingressi, si tratta di lavoratori che entrano a far parte degli assicurati INAIL per la prima volta come interinali, pari a poco più di 8 mila lavoratori, si sono più che dimezzati rispetto al terzo trimestre del ma mostrano una variazione positiva del 14% circa rispetto al trimestre precedente. Nel terzo trimestre del si assiste, inoltre, a una riduzione 5

6 della durata media della missione di lavoro interinale, a 41 giornate retribuite rispetto alle 48 dello stesso periodo del. La contrazione dell occupazione interinale sembra aver interessato soprattutto la componente maschile con una contrazione del 41% degli occupati a fronte del -30% per la componente femminile (tab.2) Occupazione totale (scala sinistra) e occupazione interinale (scala destra) -. Dati in migliaia (Fonte ISTAT e Osservatorio EBITEMP) Totale occupati Interinali feb apr giu ago ott dic feb apr giu ago ott dic 1,4% Quota dell'occupazione interinale sul totale - 1,3% 1,2% 1,1% 1,0% 0,9% 0,8% 0,7% 0,6% feb apr giu ago ott dic feb apr giu ago ott dic 6

7 Tabella 1 - Indicatori del lavoro interinale. Dati trimestrali e II trim. Var. rispetto al Var. rispetto al II trim. Assicurati netti INAIL ,3% 5,1% Interinali occupati (media mensile) ,6% 7,4% Missioni Avviate ,2% 5,9% Cessazioni ,3% 7,4% Equivalenti a tempo Pieno ,3% 5,7% Nuovi ingressi ,8% 13,6% Durata missione (giornate retribuite) 48,2 40,9 40,8-15,3% -0,2% Tasso di ingresso (nuovi ingressi su assic. netti) 5,5% 3,6% 3,9% -29,0% 8,1% Saldo Avviamenti-Cessazioni ,2% -82,1% In % delle missioni avviate -8,9% 1,6% 0,3% 9,2% -1,3% Tabella 2 - Missioni avviate e interinali equivalenti a tempo pieno e occupati (media mensile). rispetto al trimestre precedente. Missioni avviate Equivalenti a tempo pieno Occupati (media mensile) II trim -10,0% 5,1% 6,4% III trim -22,5% -12,9% -1,3% IV Trim -9,8% -6,5% -15,8% I trim -8,8% -27,6% -20,9% II trim 0,5% -3,6% 1,3% III trim 5,9% 5,7% 7,4% IV trim nd 10,6% -0,3% 17,5 Numero di giornate retribuite mensilmente per lavoratore interinale dicembre 17,0 16,5 16,0 15,5 15,0 14,5 14,0 feb apr giu ago ott dic feb apr giu ago ott dic feb apr giu ago ott dic

8 Missioni di lavoro interinale avviate per trimestre I trimestre II Trimestre III Trimestre IV Trim I trimestre II Trimestre III Trimestre Lavoratori interinali (assicurati netti INAIL) per ere. Dati trimestrali e variazioni in % III trim II trim III trim Var. III trim - Var. II trim -III trim. UOMINI ,0% 5,1% DONNE ,8% 0,5% Totale ,3% 2,9% 8

9 Numero di giornate retribuite per missione di lavoro interinale. Dati trimestrali - 46,1 48,2 50,0 39,5 42,6 40,9 40,8 Itrim II trim III trim IV trim Itrim II trim III trim 9

10 L analisi toriale (tab. 3) mostra una sensibile contrazione della domanda di lavoro interinale, espressa in termini di unità lavorative a tempo pieno, nell industria manifatturiera, che si riduce del 53% su base annua rispetto al terzo trimestre del. Il calo appare eralizzato a tutti i tori sebbene con variazioni più contenute. Soltanto il tore della Pubblica Amministrazione mostra una domanda stabile rispetto ai livelli dello stesso periodo del. La contrazione dell occupazione interinale appare relativamente contenuta nei servizi, soprattutto nel tore del Commercio (-11% di equivalenti a tempo pieno), se si effettua il confronto con il terzo trimestre del. Il confronto fra il terzo trimestre e quello mostra un cambiamento della composizione toriale della domanda di lavoro interinale. La quota di interinali equivalenti a tempo pieno occupati nell industria, che passa dal 55% nel terzo al 42% nello stesso periodo del. La pubblica amministrazione, insieme alla sanità e all istruzione, mostrano un sensibile aumento della propria quota, dall 8,7 al 14%. Cresce di circa 4 punti anche la domanda espressa dai servizi alle imprese e del credito (da 14,5% al 19%). variazioni ginali si osservano per l incidenza del Commercio, dei Trasporti e dell Edilizia. Distribuzione dei lavoratori interinali per tore produttivo (equivalente a tempo pieno) - III trim Pubblica amministrazione, sanità, istruzione 8,7% Trasporti 4,5% Industria manifatturiera 55,3% Agricoltura, pesca, altri 0,3% Agricoltura, pesca, altri 0,6% Commercio 11,0% Alberghi, ristoranti 2,6% Costruzioni 2,4% Credito, servizi alle imprese, informatica 14,5% Commercio 12,7% Alberghi, ristoranti 3,7% Elettricità, gas acqua 0,7% Distribuzione dei lavoratori interinali per tore produttivo (equivalenti a tempo pieno) - III trim Pubblica amministrazione, sanità, istruzione 14,0% Trasporti 3,9% Industria manifatturiera 41,8% Credito, servizi alle imprese, informatica 18,8% Costruzioni 3,4% Elettricità, gas acqua 0,9% 10

11 Tabella 3 - Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore produttivo III II trim III trim III trim - II trim - III trim Agricoltura, pesca, altri ,7% -2,6% Alberghi, ristoranti ,1% 1,5% Commercio ,5% 10,5% Costruzioni ,2% 5,8% Credito, servizi alle imprese, informatica ,7% 1,1% Elettricità, gas acqua ,9% 4,6% Industria manifatturiera ,3% 6,4% Pubblica amm., sanità, istruzione ,9% 7,3% Trasporti ,0% 5,5% TOTALE ,3% 5,7% Gli andamenti tendenziali regionali appaiono molto differenziati fra di loro. Le variazioni osservate nel terzo trimestre rispetto allo stesso periodo del, sono comprese fra il -51% del Friuli e le variazioni positive di Basilicata e Valle d Aosta. Decrementi giori della media nazionale si riscontrano in regioni che esprimono quote importanti della domanda di lavoro interinale, espressa dagli assicurati netti INAIL, come l Emilia Rona, il Piemonte e il Veneto, con variazioni negative superiori al 40%. Decrementi più contenuti rispetto alla media si osservano per diverse regioni meridionali (Sicilia, Campania, Calabria, Sardegna), ma anche per regioni del Centro come il Lazio e la Toscana. Tutte le Regioni, con la sola eccezione del Friuli, mostrano una ripresa rispetto al secondo trimestre del. Fra tutte spicca la Calabria, con un aumento del 30%, seguita da Marche e Puglia, con incrementi compresi fra il 15 e il 20%. Fra le regioni con le variazioni trimestre su trimestre più contenute vi sono la Lombardia, il Lazio, l Umbria e l Emilia Rona. -60,0% -50,0% -40,0% -30,0% -20,0% -10,0% 0,0% 10,0% 20,0% BASILICATA VALLE D'AOSTA PIEMONTE CAMPANIA LIGURIA TOSCANA TRENTINO ALTO ADIGE Media nazionale VENETO EMILIA ROMAGNA UMBRIA SARDEGNA LOMBARDIA MOLISE FRIULI V. G. Occupati interinali (assicurati netti INAIL). terzo trimestre - per Regione LAZIO VALLE D'AOSTA BASILICATA SICILIA LAZIO CAMPANIA CALABRIA SARDEGNA LIGURIA TRENTINO ALTO ADIGE TOSCANA PUGLIA Media nazionale MARCHE LOMBARDIA ABRUZZO MOLISE VENETO PIEMONTE EMILIA ROMAGNA UMBRIA FRIULI V. G. Occupati interinali per Regione nel terzo trimestre : variazioni rispetto al trimestre precedente CALABRIA MARCHE PUGLIA ABRUZZO SICILIA -5,0% 0,0% 5,0% 10,0% 15,0% 20,0% 25,0% 30,0% 35,0% 11

12 Lavoratori interinali stranieri per regione (assicurati netti INAIL). Incidenza sul totale dell'occupazione interinale e variazioni in % Numero di lavoratori Incidenza sul Numero di totale lavoratori Incidenza sul totale III trim - ABRUZZO ,4% ,0% -43,1% BASILICATA 85 5,5% 81 5,1% -4,7% CALABRIA 105 4,6% 96 5,6% -8,6% CAMPANIA 596 5,3% 430 5,0% -27,9% EMILIA ROMAGNA ,5% ,1% -52,9% FRIULI V. G ,7% ,1% -59,9% LAZIO ,6% ,6% -19,1% LIGURIA ,1% ,3% -21,2% LOMBARDIA ,0% ,2% -42,7% MARCHE ,5% ,2% -49,6% MOLISE ,0% ,4% -11,9% PIEMONTE ,1% ,8% -53,1% PUGLIA 575 6,7% 438 7,4% -23,8% SARDEGNA 374 9,4% ,5% -7,5% SICILIA 270 6,2% 212 5,9% -21,5% TOSCANA ,5% ,7% -38,6% TRENTINO A.A ,8% ,0% -36,7% UMBRIA ,0% ,1% -48,5% VALLE D'AOSTA ,8% ,1% -20,3% VENETO ,2% ,3% -50,3% Totale ,4% ,7% -45,6% Missioni di lavoro interinale avviate per Regione II trim. II trim. ABRUZZO ,2% 21,0% BASILICATA ,5% 2,9% CALABRIA ,4% 36,2% CAMPANIA ,4% 8,1% EMILIA ROMAGNA ,4% 5,9% FRIULI V. G ,2% 20,2% LAZIO ,9% 7,9% LIGURIA ,9% 15,0% LOMBARDIA ,7% 0,7% MARCHE ,5% 6,2% MOLISE ,3% 31,1% PIEMONTE ,5% 16,6% PUGLIA ,8% -1,7% SARDEGNA ,1% -18,0% SICILIA ,1% 2,4% TOSCANA ,5% 7,7% TRENTINO ALTO AD ,7% 9,4% UMBRIA ,6% -24,8% VALLE D'AOSTA ,0% 17,2% VENETO ,1% 7,1% Totale ,2% 5,9% 12

13 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e Settore Economico e Codice ATECO 2002 Variazio ni A AGRICOLTURA ,4% B PESCA ,0% C ESTRAZIONE DI MINERALI ,2% DA INDUSTRIA ALIMENTARE ,5% DB INDUSTRIA TESSILE ,7% DC INDUSTRIA CONCIARIA ,1% DD INDUSTRIA DEL LEGNO ,6% DE INDUSTRIA DELLA CARTA ,2% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO ,7% DG INDUSTRIA CHIMICA ,5% DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,6% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,4% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,8% DK INDUSTRIA MECCANICA ,5% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,2% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO ,9% DN ALTRE INDUSTRIE ,0% E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,9% F COSTRUZIONI ,2% G50 COMMERCIO E RIPARAZIONI AUTO ,6% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,0% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,6% H ALBERGHI E RISTORANTI ,1% I TRASPORTI ,0% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA ,1% K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,0% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,0% M ISTRUZIONE ,4% N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,0% O SERVIZI PUBBLICI ,3% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE ,3% Totale ,5% X ATTIVITA' NON DETERMINATE ,6% 13

14 Tabelle regionali Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e 14

15 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e ABRUZZO Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA ,0% B PESCA C ESTRAZIONE DI MINERALI ,7% DA INDUSTRIA ALIMENTARE ,3% DB INDUSTRIA TESSILE ,7% DC INDUSTRIA CONCIARIA ,3% DD INDUSTRIA DEL LEGNO ,1% DE INDUSTRIA DELLA CARTA ,7% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO ,0% DG INDUSTRIA CHIMICA ,3% DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,9% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,7% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,3% DK INDUSTRIA MECCANICA ,9% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,2% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO ,6% DN ALTRE INDUSTRIE ,7% E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,1% F COSTRUZIONI ,5% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO ,8% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,4% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,2% H ALBERGHI E RISTORANTI ,2% I TRASPORTI ,7% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA ,3% K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,9% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,0% M ISTRUZIONE ,0% N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,1% O SERVIZI PUBBLICI ,4% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE Totale ,4% X ATTIVITA' NON DETERMINATE ,0% 15

16 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e BASILICATA Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA B PESCA C ESTRAZIONE DI MINERALI ,0% DA INDUSTRIA ALIMENTARE ,0% DB INDUSTRIA TESSILE ,0% DC INDUSTRIA CONCIARIA DD INDUSTRIA DEL LEGNO DE INDUSTRIA DELLA CARTA ,8% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO DG INDUSTRIA CHIMICA DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,6% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,6% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,7% DK INDUSTRIA MECCANICA ,3% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,0% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO ,6% DN ALTRE INDUSTRIE ,8% E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,5% F COSTRUZIONI ,5% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO ,8% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,4% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,0% H ALBERGHI E RISTORANTI ,5% I TRASPORTI ,6% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA 0 2 -! K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,0% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,1% M ISTRUZIONE ,5% N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,0% O SERVIZI PUBBLICI ,0% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE Totale ,0% X ATTIVITA' NON DETERMINATE ,7% 16

17 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e CALABRIA Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA ,7% B PESCA C ESTRAZIONE DI MINERALI DA INDUSTRIA ALIMENTARE ,9% DB INDUSTRIA TESSILE DC INDUSTRIA CONCIARIA ,0% DD INDUSTRIA DEL LEGNO 1 1 0,0% DE INDUSTRIA DELLA CARTA 5 5 0,0% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO DG INDUSTRIA CHIMICA DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,7% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,3% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,7% DK INDUSTRIA MECCANICA ,7% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,9% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO ,6% DN ALTRE INDUSTRIE E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,5% F COSTRUZIONI ,1% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO ,2% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,0% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,1% H ALBERGHI E RISTORANTI ,7% I TRASPORTI ,2% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA ,3% K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,0% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,7% M ISTRUZIONE ,0% N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,3% O SERVIZI PUBBLICI ,8% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE Totale ,0% X ATTIVITA' NON DETERMINATE ! 17

18 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e CAMPANIA Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA ,9% B PESCA ,5% C ESTRAZIONE DI MINERALI DA INDUSTRIA ALIMENTARE ,4% DB INDUSTRIA TESSILE ,5% DC INDUSTRIA CONCIARIA ,4% DD INDUSTRIA DEL LEGNO ,6% DE INDUSTRIA DELLA CARTA ,0% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO DG INDUSTRIA CHIMICA ,2% DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,5% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,0% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,3% DK INDUSTRIA MECCANICA ,4% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,8% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO ,6% DN ALTRE INDUSTRIE ,7% E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,0% F COSTRUZIONI ,2% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO ,8% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,3% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,7% H ALBERGHI E RISTORANTI ,2% I TRASPORTI ,0% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA ,8% K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,8% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,8% M ISTRUZIONE ,5% N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,1% O SERVIZI PUBBLICI ,6% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE Totale ,7% X ATTIVITA' NON DETERMINATE ,4% 18

19 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e EMILIA ROMAGNA Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA ,1% B PESCA C ESTRAZIONE DI MINERALI ,5% DA INDUSTRIA ALIMENTARE ,4% DB INDUSTRIA TESSILE ,0% DC INDUSTRIA CONCIARIA ,4% DD INDUSTRIA DEL LEGNO ,9% DE INDUSTRIA DELLA CARTA ,4% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO ,0% DG INDUSTRIA CHIMICA ,2% DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,3% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,1% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,9% DK INDUSTRIA MECCANICA ,6% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,2% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO ,0% DN ALTRE INDUSTRIE ,6% E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,1% F COSTRUZIONI ,7% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO ,0% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,2% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,1% H ALBERGHI E RISTORANTI ,7% I TRASPORTI ,4% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA ,8% K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,9% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,3% M ISTRUZIONE ,0% N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,7% O SERVIZI PUBBLICI ,9% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE ,0% Totale ,8% X ATTIVITA' NON DETERMINATE ,1% 19

20 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e FRIULI VENEZIA GIULIA Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA ,7% B PESCA ,0% C ESTRAZIONE DI MINERALI ,5% DA INDUSTRIA ALIMENTARE ,7% DB INDUSTRIA TESSILE ,0% DC INDUSTRIA CONCIARIA ,4% DD INDUSTRIA DEL LEGNO ,9% DE INDUSTRIA DELLA CARTA ,2% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO DG INDUSTRIA CHIMICA ,9% DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,5% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,5% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,3% DK INDUSTRIA MECCANICA ,2% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,0% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO ,4% DN ALTRE INDUSTRIE ,7% E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,7% F COSTRUZIONI ,7% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO ,0% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,4% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,8% H ALBERGHI E RISTORANTI ,0% I TRASPORTI ,0% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA ,5% K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,1% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,1% M ISTRUZIONE ,4% N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,6% O SERVIZI PUBBLICI ,2% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE Totale ,7% X ATTIVITA' NON DETERMINATE ,0% 20

21 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e LAZIO Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA ,9% B PESCA 0 0 #DIV/0! C ESTRAZIONE DI MINERALI ,8% DA INDUSTRIA ALIMENTARE ,9% DB INDUSTRIA TESSILE ,6% DC INDUSTRIA CONCIARIA ,4% DD INDUSTRIA DEL LEGNO ,8% DE INDUSTRIA DELLA CARTA ,0% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO ,3% DG INDUSTRIA CHIMICA ,2% DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,8% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,7% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,9% DK INDUSTRIA MECCANICA ,3% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,8% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO ,6% DN ALTRE INDUSTRIE ,9% E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,5% F COSTRUZIONI ,8% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO ,4% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,9% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,8% H ALBERGHI E RISTORANTI ,4% I TRASPORTI ,9% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA ,2% K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,6% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,2% M ISTRUZIONE ,1% N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,2% O SERVIZI PUBBLICI ,9% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE Totale ,9% X ATTIVITA' NON DETERMINATE ,0% 21

22 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e LIGURIA Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA ,0% B PESCA C ESTRAZIONE DI MINERALI ,0% DA INDUSTRIA ALIMENTARE ,4% DB INDUSTRIA TESSILE ,4% DC INDUSTRIA CONCIARIA DD INDUSTRIA DEL LEGNO ,3% DE INDUSTRIA DELLA CARTA ,1% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO ,7% DG INDUSTRIA CHIMICA ,8% DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,4% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,0% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,9% DK INDUSTRIA MECCANICA ,3% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,5% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO ,8% DN ALTRE INDUSTRIE ,3% E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,0% F COSTRUZIONI ,4% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO ,2% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,2% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,8% H ALBERGHI E RISTORANTI ,6% I TRASPORTI ,6% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA ,4% K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,3% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,8% M ISTRUZIONE ,8% N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,4% O SERVIZI PUBBLICI ,8% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE Totale ,0% X ATTIVITA' NON DETERMINATE

23 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e LOMBARDIA Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA ,1% B PESCA C ESTRAZIONE DI MINERALI ,8% DA INDUSTRIA ALIMENTARE ,7% DB INDUSTRIA TESSILE ,0% DC INDUSTRIA CONCIARIA ,2% DD INDUSTRIA DEL LEGNO ,0% DE INDUSTRIA DELLA CARTA ,8% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO ,9% DG INDUSTRIA CHIMICA ,9% DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,0% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,7% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,6% DK INDUSTRIA MECCANICA ,3% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,6% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO ,7% DN ALTRE INDUSTRIE ,5% E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,4% F COSTRUZIONI ,4% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO ,0% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,7% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,1% H ALBERGHI E RISTORANTI ,7% I TRASPORTI ,1% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA ,7% K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,2% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,0% M ISTRUZIONE ,2% N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,1% O SERVIZI PUBBLICI ,1% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE ,0% Totale ,6% X ATTIVITA' NON DETERMINATE ,1% 23

24 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e MARCHE Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA ,0% B PESCA C ESTRAZIONE DI MINERALI DA INDUSTRIA ALIMENTARE ,0% DB INDUSTRIA TESSILE ,4% DC INDUSTRIA CONCIARIA ,9% DD INDUSTRIA DEL LEGNO ,4% DE INDUSTRIA DELLA CARTA ,6% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO 2 2 0,0% DG INDUSTRIA CHIMICA ,7% DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,5% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,0% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,4% DK INDUSTRIA MECCANICA ,5% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,3% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO ,0% DN ALTRE INDUSTRIE ,3% E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,5% F COSTRUZIONI ,3% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO ,0% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,1% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,4% H ALBERGHI E RISTORANTI ,1% I TRASPORTI ,1% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA ,0% K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,8% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,0% M ISTRUZIONE ,3% N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,4% O SERVIZI PUBBLICI ,9% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE Totale ,0% X ATTIVITA' NON DETERMINATE

25 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e MOLISE Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA B PESCA C ESTRAZIONE DI MINERALI 1 1 0,0% DA INDUSTRIA ALIMENTARE 1 1 0,0% DB INDUSTRIA TESSILE DC INDUSTRIA CONCIARIA DD INDUSTRIA DEL LEGNO ,0% DE INDUSTRIA DELLA CARTA ,0% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO ,0% DG INDUSTRIA CHIMICA ,8% DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,0% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,0% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,0% DK INDUSTRIA MECCANICA ,0% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,3% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO ,3% DN ALTRE INDUSTRIE ,7% E ELETTRICITA' GAS ACQUA 8 8 0,0% F COSTRUZIONI ,7% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO ,0% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,3% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,1% H ALBERGHI E RISTORANTI ,0% I TRASPORTI ,7% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA ,0% K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,9% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,0% M ISTRUZIONE ,0% N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,0% O SERVIZI PUBBLICI ,7% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE Totale ,3% X ATTIVITA' NON DETERMINATE

26 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e PIEMONTE Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA ,0% B PESCA C ESTRAZIONE DI MINERALI ,5% DA INDUSTRIA ALIMENTARE ,2% DB INDUSTRIA TESSILE ,1% DC INDUSTRIA CONCIARIA ,2% DD INDUSTRIA DEL LEGNO ,8% DE INDUSTRIA DELLA CARTA ,6% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO ,0% DG INDUSTRIA CHIMICA ,8% DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,6% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,5% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,4% DK INDUSTRIA MECCANICA ,9% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,0% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO ,8% DN ALTRE INDUSTRIE ,0% E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,1% F COSTRUZIONI ,0% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO ,3% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,1% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,5% H ALBERGHI E RISTORANTI ,6% I TRASPORTI ,2% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA ,0% K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,8% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,7% M ISTRUZIONE ,0% N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,4% O SERVIZI PUBBLICI ,7% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE Totale ,9% X ATTIVITA' NON DETERMINATE ,9% 26

27 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e PUGLIA Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA ,1% B PESCA C ESTRAZIONE DI MINERALI DA INDUSTRIA ALIMENTARE ,2% DB INDUSTRIA TESSILE ,3% DC INDUSTRIA CONCIARIA DD INDUSTRIA DEL LEGNO ,0% DE INDUSTRIA DELLA CARTA ,0% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO ,0% DG INDUSTRIA CHIMICA ,3% DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,6% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,3% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,2% DK INDUSTRIA MECCANICA ,2% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,3% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO ,8% DN ALTRE INDUSTRIE ,0% E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,6% F COSTRUZIONI ,7% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO ,2% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,7% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,7% H ALBERGHI E RISTORANTI ,6% I TRASPORTI ,4% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA ,8% K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,7% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,9% M ISTRUZIONE ,8% N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,9% O SERVIZI PUBBLICI ,1% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE Totale ,1% X ATTIVITA' NON DETERMINATE ,3% 27

28 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e SARDEGNA Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA ,0% B PESCA C ESTRAZIONE DI MINERALI ,3% DA INDUSTRIA ALIMENTARE ,5% DB INDUSTRIA TESSILE ,3% DC INDUSTRIA CONCIARIA 1 1 0,0% DD INDUSTRIA DEL LEGNO ,0% DE INDUSTRIA DELLA CARTA ,9% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO DG INDUSTRIA CHIMICA ,5% DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,7% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,6% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,8% DK INDUSTRIA MECCANICA ,0% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,0% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO DN ALTRE INDUSTRIE ,8% E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,9% F COSTRUZIONI ,6% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO ,7% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,2% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,4% H ALBERGHI E RISTORANTI ,6% I TRASPORTI ,3% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA ,8% K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,6% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,1% M ISTRUZIONE ,7% N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,3% O SERVIZI PUBBLICI ,3% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE Totale ,1% X ATTIVITA' NON DETERMINATE

29 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e SICILIA Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA ,3% B PESCA ,0% C ESTRAZIONE DI MINERALI ,0% DA INDUSTRIA ALIMENTARE ,7% DB INDUSTRIA TESSILE ,5% DC INDUSTRIA CONCIARIA ,0% DD INDUSTRIA DEL LEGNO ,1% DE INDUSTRIA DELLA CARTA ,7% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO ,1% DG INDUSTRIA CHIMICA ,0% DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,7% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,9% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,0% DK INDUSTRIA MECCANICA ,4% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,8% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO ,5% DN ALTRE INDUSTRIE ,0% E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,1% F COSTRUZIONI ,5% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO ,3% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,5% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,2% H ALBERGHI E RISTORANTI ,3% I TRASPORTI ,7% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA ,7% K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,4% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,8% M ISTRUZIONE ,3% N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,6% O SERVIZI PUBBLICI ,6% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE Totale ,3% X ATTIVITA' NON DETERMINATE ,0% 29

30 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e TOSCANA Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA ,3% B PESCA C ESTRAZIONE DI MINERALI ,5% DA INDUSTRIA ALIMENTARE ,1% DB INDUSTRIA TESSILE ,5% DC INDUSTRIA CONCIARIA ,4% DD INDUSTRIA DEL LEGNO ,8% DE INDUSTRIA DELLA CARTA ,6% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO ,7% DG INDUSTRIA CHIMICA ,2% DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,6% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,0% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,1% DK INDUSTRIA MECCANICA ,1% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,8% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO ,2% DN ALTRE INDUSTRIE ,7% E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,4% F COSTRUZIONI ,5% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO ,3% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,0% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,7% H ALBERGHI E RISTORANTI ,0% I TRASPORTI ,3% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA ,7% K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,8% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,1% M ISTRUZIONE ,4% N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,7% O SERVIZI PUBBLICI ,2% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE Totale ,3% X ATTIVITA' NON DETERMINATE ,0% 30

31 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e TRENTINO ALTO ADIGE Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA ,5% B PESCA C ESTRAZIONE DI MINERALI ,0% DA INDUSTRIA ALIMENTARE ,1% DB INDUSTRIA TESSILE ,7% DC INDUSTRIA CONCIARIA ,0% DD INDUSTRIA DEL LEGNO ,1% DE INDUSTRIA DELLA CARTA ,3% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO DG INDUSTRIA CHIMICA ,4% DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,6% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,9% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,3% DK INDUSTRIA MECCANICA ,9% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,5% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO ,5% DN ALTRE INDUSTRIE ,2% E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,9% F COSTRUZIONI ,4% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO ,5% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,1% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,2% H ALBERGHI E RISTORANTI ,3% I TRASPORTI ,6% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA ,2% K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,9% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,0% M ISTRUZIONE N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,0% O SERVIZI PUBBLICI ,9% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE Totale ,8% X ATTIVITA' NON DETERMINATE ,7% 31

32 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e UMBRIA Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA ,2% B PESCA C ESTRAZIONE DI MINERALI DA INDUSTRIA ALIMENTARE ,4% DB INDUSTRIA TESSILE ,7% DC INDUSTRIA CONCIARIA DD INDUSTRIA DEL LEGNO ,6% DE INDUSTRIA DELLA CARTA ,6% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO DG INDUSTRIA CHIMICA ,0% DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,9% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,0% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,5% DK INDUSTRIA MECCANICA ,9% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,0% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO ,7% DN ALTRE INDUSTRIE ,8% E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,0% F COSTRUZIONI ,2% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO ,0% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,6% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,8% H ALBERGHI E RISTORANTI ,9% I TRASPORTI ,1% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA ,0% K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,0% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,6% M ISTRUZIONE 3 3 0,0% N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,3% O SERVIZI PUBBLICI ,6% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE Totale ,9% X ATTIVITA' NON DETERMINATE

33 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e VAL D'AOSTA Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA ,0% B PESCA C ESTRAZIONE DI MINERALI DA INDUSTRIA ALIMENTARE DB INDUSTRIA TESSILE DC INDUSTRIA CONCIARIA DD INDUSTRIA DEL LEGNO ,0% DE INDUSTRIA DELLA CARTA DF INDUSTRIA DEL PETROLIO ,0% DG INDUSTRIA CHIMICA DH INDUSTRIA DELLA GOMMA 1 1 0,0% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,0% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,9% DK INDUSTRIA MECCANICA ,7% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,3% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO DN ALTRE INDUSTRIE E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,3% F COSTRUZIONI ,1% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO 1 1 0,0% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,5% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,7% H ALBERGHI E RISTORANTI ,0% I TRASPORTI ,0% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,7% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,4% M ISTRUZIONE N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,3% O SERVIZI PUBBLICI ,5% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE Totale ,8% X ATTIVITA' NON DETERMINATE

34 Lavoratori interinali equivalenti a tempo pieno per tore economico. Confronto terzo trimestre e VENETO Settore Economico e Codice ATECO 2002 A AGRICOLTURA ,3% B PESCA 2 2 0,0% C ESTRAZIONE DI MINERALI ,9% DA INDUSTRIA ALIMENTARE ,4% DB INDUSTRIA TESSILE ,7% DC INDUSTRIA CONCIARIA ,3% DD INDUSTRIA DEL LEGNO ,0% DE INDUSTRIA DELLA CARTA ,8% DF INDUSTRIA DEL PETROLIO ,3% DG INDUSTRIA CHIMICA ,1% DH INDUSTRIA DELLA GOMMA ,4% DI INDUSTRIA DI TRASFORMAZIONE ,0% DJ INDUSTRIA DEI METALLI ,3% DK INDUSTRIA MECCANICA ,0% DL INDUSTRIA ELETTRICA ,3% DM INDUSTRIA MEZZI DI TRASPORTO ,5% DN ALTRE INDUSTRIE ,5% E ELETTRICITA' GAS ACQUA ,7% F COSTRUZIONI ,2% G50 COMMERCIO E RIPAR. AUTO ,4% G51 COMMERCIO ALL'INGROSSO ,3% G52 COMMERCIO AL DETTAGLIO ,0% H ALBERGHI E RISTORANTI ,8% I TRASPORTI ,0% J INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA ,9% K INFORMATICA E SERVIZI A IMPRESE ,0% L PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ,1% M ISTRUZIONE ,1% N SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,3% O SERVIZI PUBBLICI ,9% P ATTIVITA' SVOLTE DA FAMIGLIE Totale ,5% X ATTIVITA' NON DETERMINATE ,0% 34

Il lavoro interinale nel primo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL

Il lavoro interinale nel primo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL [ 2010] Il lavoro interinale nel primo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL SINTESI Nel primo trimestre del 2010 il numero di lavoratori che hanno svolto almeno una missione di lavoro interinale (assicurati

Dettagli

Osservatorio Nazionale Nota trimestrale novembre 2008

Osservatorio Nazionale Nota trimestrale novembre 2008 Nota trimestrale novembre 2008 Il lavoro in somministrazione nel terzo trimestre 2008: analisi dei dati degli archivi INAIL e INPS. Occupati, giornate retribuite e missioni avviate nel terzo trimestre

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE E.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro interinale

OSSERVATORIO NAZIONALE E.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro interinale 2007 OSSERVATORIO NAZIONALE E.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro interinale Su dati amministrativi INAIL e INPS [Digitare il nome della società] Aprile 2007 Avvertenza Il dettaglio regionale dei

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE EBITEMP Il lavoro interinale nel 2008 E nel primo trimestre 2009

OSSERVATORIO NAZIONALE EBITEMP Il lavoro interinale nel 2008 E nel primo trimestre 2009 2008 Osservatorio Nazionale OSSERVATORIO NAZIONALE EBITEMP Il lavoro interinale nel 2008 E nel primo trimestre 2009 Attraverso i dati INAIL e INPS OSSERVATORIOE.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro

Dettagli

Il lavoro interinale nel secondo e terzo trimestre 2009 attraverso i Dati INAIL e FORMA. TEMP.

Il lavoro interinale nel secondo e terzo trimestre 2009 attraverso i Dati INAIL e FORMA. TEMP. [Dicembre 2009] Il lavoro interinale nel secondo e terzo trimestre 2009 attraverso i Dati INAIL e FORMA. TEMP. SINTESI Nel terzo trimestre del 2009 si assiste a una attenuazione della caduta dell occupazione

Dettagli

Maggio OSSERVATORIO NAZIONALE EBITEMP Il lavoro interinale nel Attraverso i dati amministrativi INAIL e INPS

Maggio OSSERVATORIO NAZIONALE EBITEMP Il lavoro interinale nel Attraverso i dati amministrativi INAIL e INPS 2008 OSSERVATORIO NAZIONALE EBITEMP Il lavoro interinale nel 2007 Attraverso i dati amministrativi INAIL e INPS OSSERVATORIOE.BI.TEMP. Compendio statistico del lavoro interinale 2007 [Digitare qui il sunto

Dettagli

Secondo Rapporto Annuale 2000

Secondo Rapporto Annuale 2000 Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Secondo Rapporto Annuale 2000 Statistiche Indice Pag. Premessa e glossario VII PARTE PRIMA INFORTUNI SUL LAVORO DENUNCIATI ALL INAIL

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio giugno 2008 17 settembre 2008 Nel periodo gennaio-giugno 2008 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un incremento del 5,9 per cento rispetto

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio dicembre 2007 13 marzo 2008 Nel 2007 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento dell 8 per cento rispetto al 2006 (più 6,1 per cento verso

Dettagli

OCCUPAZIONE ITALIANA E STRANIERA A CONFRONTO

OCCUPAZIONE ITALIANA E STRANIERA A CONFRONTO OCCUPAZIONE ITALIANA E STRANIERA A CONFRONTO QUALI LE DINAMICHE DAL 2008 AL 2009 STUDIO DELLE DIFFERENZE ASSOLUTE DEGLI OCCUPATI Distinzioni per Posizione nella professione Classi di età Genere Macroarea

Dettagli

Osservatorio Nazionale. Fondo Per la Formazione dei lavoratori temporanei

Osservatorio Nazionale. Fondo Per la Formazione dei lavoratori temporanei Osservatorio Nazionale Fondo Per la Formazione dei lavoratori temporanei Rapporto sintetico FORMA. TEMP. 2008 L attività di FORMATEMP nel 2008: I progetti, gli allievi coinvolti, le risorse impiegate Nel

Dettagli

FOCUS Luglio Dinamica del mercato del lavoro dipendente e parasubordinato, sulla base delle comunicazioni obbligatorie.

FOCUS Luglio Dinamica del mercato del lavoro dipendente e parasubordinato, sulla base delle comunicazioni obbligatorie. trimestre, pertanto il dato a livello nazionale può non corrispondere alla somma dei lavoratori di ciascuna regione. Fonte dei dati. Ministero del Lavoro. SISCO (Sistema Informativo Statistico Comunicazioni

Dettagli

OCCUPATI EQUIVALENTI CESSAZIONI TOTALI. Anno9 /Trimestre. Descrizione ASSUNZIONI TOTALI OCCUPATI NETTI. Descrizione Informazione ANNO

OCCUPATI EQUIVALENTI CESSAZIONI TOTALI. Anno9 /Trimestre. Descrizione ASSUNZIONI TOTALI OCCUPATI NETTI. Descrizione Informazione ANNO ASSICURATI - INTERINALI - OCCUPATI NETTI, OCCUPATI EQUIVALENTI, ASSUNZIONI TOTALI, ASSUNZIONI NETTE, NUOVI ASSUNTI, CESSAZIONI TOTALI, CESSAZIONI NETTE Distribuzione per Anno,Trimestre - Italia, Macroregione,

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio settembre 2008 12 dicembre 2008 Nel periodo gennaio-settembre 2008 il valore delle esportazioni italiane ha registrato, rispetto al corrispondente periodo

Dettagli

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente)

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente) Le esportazioni delle regioni italiane estre 3 13/6/3 CONGIUNTURA TERRITORIALE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE I Trimestre 3 Giugno 3 La dinamica delle esportazioni in valore nel estre 3 registra un

Dettagli

Occupazione e disoccupazione in Emilia Romagna nel primo trimestre 2017

Occupazione e disoccupazione in Emilia Romagna nel primo trimestre 2017 REPORT FLASH Occupazione e disoccupazione in Emilia Romagna nel primo trimestre 2017 9 giugno 2017 In breve In Emilia-Romagna si ha un ulteriore, rilevante incremento dell occupazione complessiva I dati

Dettagli

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato Tab. IS.9.1a - Incidenti per tipo di e - Anni 2001-2013 a) Valori assoluti Anno 2001 o a altri Piemonte 16.953 23.818 19 77 167 146 80 67 1.942 123 254 153 50 59 824 1.920 1.037 653 50 4 23 0 112 31.578

Dettagli

Tasso di occupazione

Tasso di occupazione MERCATO DEL LAVORO 2016: Liguria in controtendenza rispetto alla media italiana in calo gli occupati, cresce il tasso di disoccupazione La Liguria è sempre stata una regione atipica e meno dinamica, rispetto

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio dicembre 2006 14 marzo 2007 Nel periodo gennaio-dicembre 2006 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento del 9 per cento rispetto allo

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio settembre 2007 12 dicembre 2007 Nel periodo gennaio-settembre 2007 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento dell 11,5 per cento rispetto

Dettagli

I dati Namea regionali

I dati Namea regionali Workshop Conti Namea regionali delle emissioni atmosferiche Istat, Conti economici nazionali integrati con conti ambientali vetrella@istat.it Roma, 13 ottobre 2009, Istat Finalità principale della Namea

Dettagli

La prevenzione degli infortuni da incidente stradale in orario di lavoro

La prevenzione degli infortuni da incidente stradale in orario di lavoro Modena, 7 ottobre 2010 Workshop La prevenzione degli infortuni da incidente stradale in orario di lavoro Gravità e dimensione del fenomeno a cura di Claudio Calabresi (Inail) 1953 1977 1979 1981 1983 1985

Dettagli

Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011

Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011 IL PART-TIME IN ITALIA Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011 PANEL DATA P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it info@datagiovani.it

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio dicembre 2008 12 marzo 2009 Nel 2008 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un leggero incremento (più 0,3 per cento) rispetto all anno precedente,

Dettagli

Lavoro e retribuzioni nelle grandi imprese

Lavoro e retribuzioni nelle grandi imprese 30 Gennaio 2009 Lavoro e retribuzioni nelle grandi imprese Novembre 2008 L Istituto nazionale di statistica comunica i risultati della rilevazione sull occupazione, gli orari di lavoro e le retribuzioni

Dettagli

Persone che hanno subito incidenti in. Regioni

Persone che hanno subito incidenti in. Regioni Tabella 1 - Persone (valori assoluti in migliaia e Intervalli di Confidenza al 95%) che nei tre mesi precedenti l intervista hanno subito incidenti in ambiente domestico e tassi di incidenti domestici

Dettagli

Occupazione e disoccupazione in Emilia-Romagna nel secondo trimestre Documento di sintesi

Occupazione e disoccupazione in Emilia-Romagna nel secondo trimestre Documento di sintesi Occupazione e disoccupazione in Emilia-Romagna nel secondo trimestre Documento di sintesi 12 settembre In breve Nel II trimestre prosegue in Emilia-Romagna l aumento dell occupazione complessiva Nel II

Dettagli

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE ( * ) IN LIGURIA NEL 2016

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE ( * ) IN LIGURIA NEL 2016 LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE ( * ) IN LIGURIA NEL 216 Saldi positivi per giovani e stranieri, in calo le donne Nel 216 il saldo tra iscrizioni e cessazioni di imprese giovanili

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Sicilia 1 7 Campania 1 7 Emilia Romagna 1 5 Veneto 8, 4 Basilicata 3 Calabria 3 Liguria 3 Piemonte 3 Valle d'aosta 2 Trentino Alto Adige 2 Puglia 2 Abruzzo 1 Sardegna 1 Lazio 1 Friuli Venezia Giulia 0

Dettagli

I primati di Bologna nel mercato del lavoro nel 2007

I primati di Bologna nel mercato del lavoro nel 2007 I primati di nel mercato del lavoro nel 2007 Maggio 2008 Direttore: Gianluigi Bovini Coordinamento tecnico: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Mappe tematiche: Fabrizio Dell Atti Le elaborazioni

Dettagli

Rilevazione sulle forze di lavoro 3 trimestre 2016

Rilevazione sulle forze di lavoro 3 trimestre 2016 Trento, 7 dicembre 06 Rilevazione sulle forze di lavoro trimestre 06 L Istat ha diffuso oggi i dati sull occupazione e sulla disoccupazione relativi al terzo trimestre 06 (da luglio a settembre 06). La

Dettagli

I PUBBLICI ESERCIZI IN ITALIA Distribuzione dei p.e. (valori assoluti - giugno 2006)

I PUBBLICI ESERCIZI IN ITALIA Distribuzione dei p.e. (valori assoluti - giugno 2006) I PUBBLICI ESERCIZI IN ITALIA Distribuzione dei p.e. (valori assoluti - giugno 2006) Regioni Ristoranti (U.L.) Bar (U.L.) Piemonte 7.544 12.708 Valle d'aosta 589 646 Lombardia 13.165 27.552 Trentino 2.635

Dettagli

IL MERCATO DEL LAVORO IN ABRUZZO

IL MERCATO DEL LAVORO IN ABRUZZO Servizio Politiche del Lavoro e della Formazione IL MERCATO DEL LAVORO IN ABRUZZO DAL 1993 AL 213 19 giugno 213 ABRUZZO: I PRINCIPALI INDICATORI DEL MERCATO DEL LAVORO ANDAMENTO DAL 1993 AL 212 2 ABRUZZO:

Dettagli

Ricerca d analisi sulla zona orientale di Napoli A p p e n d i c e s t a t i s t i c a

Ricerca d analisi sulla zona orientale di Napoli A p p e n d i c e s t a t i s t i c a Ricerca d analisi sulla zona orientale di Napoli A p p e n d i c e s t a t i s t i c a Tabella 1 Popolazione residente nei quartieri di Napoli Est Popolazione residente - TOTALE 25.256 54.097 38.182 25.361

Dettagli

Programmazione interventi prevenzione: esempi di utilizzo del data base INAIL ISPESL Regioni

Programmazione interventi prevenzione: esempi di utilizzo del data base INAIL ISPESL Regioni Programmazione interventi prevenzione: esempi di utilizzo del data base INAIL ISPESL Regioni Indicatore sintetico: frequenza e gravità degli infortuni Analisi delle variabili ESAW negli infortuni Utilizzo

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Trentino Alto Adige 2 Campania

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Trentino Alto Adige 2 Molise

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione in Italia Regione Graduatoria in base all'indice di incidenza Indice di incidenza sugli occupati* n casi % sul totale Occupati annuali** Abruzzo Liguria Marche 8 7,0

Dettagli

Parte seconda AVVERTENZE

Parte seconda AVVERTENZE Parte seconda Infortuni sul lavoro e malattie professionali definiti e indennizzati dall INAIL AVVERTENZE In questa sezione sono riportate le statistiche relative ai casi di infortunio avvenuti e le malattie

Dettagli

GLI INFORTUNI SUL LAVORO QUADRO REGIONALE MARCHE

GLI INFORTUNI SUL LAVORO QUADRO REGIONALE MARCHE GLI INFORTUNI SUL LAVORO QUADRO REGIONALE MARCHE INDICE Quadro generale PAG. Graf. 1 - Andamento degli infortuni nelle Marche e in Italia - Anni 1999-2003 1 Tab.1 - Infortuni sul lavoro denunciati all'

Dettagli

Rilevazione sulle forze di lavoro

Rilevazione sulle forze di lavoro 28 aprile 2010 Rilevazione sulle forze di lavoro Media 2009 Sul sito www.istat.it sono da oggi disponibili i dati della media 2009 della rilevazione sulle forze di lavoro. In questa statistica in breve

Dettagli

I NUOVI RAPPORTI DI LAVORO DIPENDENTE IN FVG NEL 2015 (gennaiodicembre)

I NUOVI RAPPORTI DI LAVORO DIPENDENTE IN FVG NEL 2015 (gennaiodicembre) 18 febbraio #lavoro Rassegna stampa TG3 RAI FVG 16feb2016 Messaggero Veneto 17feb2016 Il Piccolo 17feb2016 Il Gazzettino 17feb2016 I NUOVI RAPPORTI DI LAVORO DIPENDENTE IN FVG NEL 2015 (gennaiodicembre)

Dettagli

L ATTUALE QUADRO ECONOMICO 1

L ATTUALE QUADRO ECONOMICO 1 + 0,3% PIL (Fonte Istat) L ATTUALE QUADRO ECONOMICO 1 L Istat non ha ancora diffuso i dati regionali sul PIL 2015. L incremento dello 0,3% del PIL abruzzese nel 2015 è un dato Prometeia diffuso dal Cresa.

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane 14 marzo 2003 Le esportazioni delle regioni italiane Anno 2002 Nel 2002 le esportazioni italiane hanno registrato una diminuzione in valore del 2,8 per cento rispetto al 2001. La contrazione, pur interessando

Dettagli

2 TRIMESTRE 2015: saldi positivi per imprese giovanili, femminili e straniere

2 TRIMESTRE 2015: saldi positivi per imprese giovanili, femminili e straniere 2 TRIMESTRE 215: saldi positivi per imprese giovanili, femminili e straniere Nel secondo trimestre 215 i saldi tra iscrizioni e cessazioni di imprese liguri giovanili, femminili e straniere ( * ) risultano

Dettagli

Quasi 10mila imprese femminili in più nel 2016

Quasi 10mila imprese femminili in più nel 2016 Quasi 10mila in più nel 2016 Commercio, agricoltura, turismo, servizi, manifattura: ecco lo zoccolo duro del fare impresa delle donne Roma, 7 marzo 2017 Quasi 10mila in più nel 2016, con una variazione

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane Le esportazioni delle regioni italiane Gennaio - giugno 2004 17 settembre 2004 Nel primo semestre 2004 il valore delle esportazioni italiane ha registrato un aumento del 5,7 per cento rispetto allo stesso

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale n casi Emilia Romagna 4,5% 2 Lombardia 4,5% 2 Sicilia 2,0% 0 Campania 8 Piemonte 7,2% 6 Veneto 6,0% 5 Basilicata 4,8% 4 Calabria 4,8% 4 Trentino

Dettagli

Rilevazione sulle forze di lavoro 4 trimestre 2014 e anno 2014

Rilevazione sulle forze di lavoro 4 trimestre 2014 e anno 2014 Trento, 2 marzo 2015 Rilevazione sulle forze di lavoro 4 trimestre 2014 e anno 2014 L Istat ha diffuso oggi i dati sull occupazione e sulla disoccupazione relativi al 4 trimestre 2014 (da ottobre a dicembre

Dettagli

Note di sintesi sull andamento del mercato del lavoro in Liguria(*) (I trimestre I trimestre 2015)

Note di sintesi sull andamento del mercato del lavoro in Liguria(*) (I trimestre I trimestre 2015) Note di sintesi sull andamento del mercato del lavoro in Liguria(*) (I trimestre 2014- I trimestre 2015) OSSERVATORIO MERCATO DEL LAVORO Giugno 2015 (*) I dati e le informazioni contenute nelle Note di

Dettagli

Occupati - Disoccupati 2010 Confronto su Forza Lavoro Tra 2 Trimestre 2010 e Trimestri anni precedenti. Incidenza della CIG sugli occupati

Occupati - Disoccupati 2010 Confronto su Forza Lavoro Tra 2 Trimestre 2010 e Trimestri anni precedenti. Incidenza della CIG sugli occupati Occupati - Disoccupati 2010 Confronto su Forza Lavoro Tra 2 Trimestre 2010 e Trimestri anni precedenti. Incidenza della CIG sugli occupati A Cura dell Dipartimento Settori Produttivi, Industria -Agricoltura

Dettagli

Gli occupati stranieri pag. 2. I disoccupati stranieri pag. 4. La tipologia di impiego pag. 6

Gli occupati stranieri pag. 2. I disoccupati stranieri pag. 4. La tipologia di impiego pag. 6 Studi e ricerche sull economia dell immigrazione Il mercato del lavoro straniero in Italia Anno 2011 Gli occupati stranieri pag. 2 I disoccupati stranieri pag. 4 La tipologia di impiego pag. 6 1 Gli occupati

Dettagli

FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI TEMPORANEI

FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI TEMPORANEI FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI TEMPORANEI RAPPORTO O SINTETICO FORMA.TEMP 2007 RAPPORTO SINTETICO FORMA.TEMP 2007 A cura di Antonio Ruda Per Forma.Temp hanno collaborato alla redazione del Rapporto:

Dettagli

Cassa integrazione guadagni

Cassa integrazione guadagni Cassa integrazione guadagni 2007 Servizio statistica giugno 2008 Servizio statistica REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Piazza Unità d Italia, 1 34100 Trieste telefono: 040 3773593 fax: 040 3773578

Dettagli

2 RAPPORTO 2014 UIL (Febbìraio 2014) LA CASSA INTEGRAZIONE PER REGIONI E PROVINCE AUTONOME

2 RAPPORTO 2014 UIL (Febbìraio 2014) LA CASSA INTEGRAZIONE PER REGIONI E PROVINCE AUTONOME Servizio Politiche del Lavoro e della Formazione 2 RAPPORTO UIL (Febbìraio ) LA CASSA INTEGRAZIONE PER REGIONI E PROVINCE AUTONOME Elaborazione UIL su fonte INPS ORE AUTORIZZATE FEBBRAIO dati per regioni

Dettagli

Contiene un Focus sulle Comunicazioni Obbligatorie 2015 e 1 T (fonte: MLPS)

Contiene un Focus sulle Comunicazioni Obbligatorie 2015 e 1 T (fonte: MLPS) Contiene un Focus sulle Comunicazioni Obbligatorie 2015 e 1 T. 2016 (fonte: MLPS) Commercio estero e prezzi all import Maggio: export -0,2% import -1,2%, prezzi all import prodotti industriali +1,0% su

Dettagli

2009: L ANNO DELLA CRISI. Il lavoro tra contrazione della domanda e interventi di sostegno. Anticipazioni del Rapporto 2010

2009: L ANNO DELLA CRISI. Il lavoro tra contrazione della domanda e interventi di sostegno. Anticipazioni del Rapporto 2010 2009: L ANNO DELLA CRISI Il lavoro tra contrazione della domanda e interventi di sostegno Anticipazioni del Rapporto 2010 L ECONOMIA Dinamica del pil VENETO: 1991-2009 (variazioni sull'anno precedente)

Dettagli

Osservatorio Nazionale. Indicatori del lavoro interinale in. Italia. Un aggiornamento al 2010

Osservatorio Nazionale. Indicatori del lavoro interinale in. Italia. Un aggiornamento al 2010 Indicatori del lavoro interinale in Italia. Un aggiornamento al 2010 L occupazione interinale totale e quella media mensile: il numero di interinali che hanno svolto almeno un giorno di missione è circa

Dettagli

CASSA INTEGRAZIONE METALMECCANICI GENNAIO 2010 E CONFRONTO TRA VOLUMI TOTALI 2009 E 2008

CASSA INTEGRAZIONE METALMECCANICI GENNAIO 2010 E CONFRONTO TRA VOLUMI TOTALI 2009 E 2008 Federazione Impiegati Operai Metallurgici nazionale corso Trieste, 36-00198 Roma - tel. +39 06 852621 - fax +39 06 85303079 www.fiom.cgil.it - e-mail: protocollo@fiom.cgil.it UFFICIO SINDACALE CASSA INTEGRAZIONE

Dettagli

GLI INDICATORI DI CRISI IN FRIULI VENEZIA GIULIA CIG: DATI INPS E ERGONET MARZO 2010

GLI INDICATORI DI CRISI IN FRIULI VENEZIA GIULIA CIG: DATI INPS E ERGONET MARZO 2010 GLI INDICATORI DI CRISI IN FRIULI VENEZIA GIULIA CIG: DATI INPS E ERGONET MARZO 2010 maggio 2010 La presente scheda è stata curata da Roberta Molaro, esperta dell Agenzia regionale del lavoro della Regione

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2015 Osservatorio sui lavoratori dipendenti 1 privato del settore 1. NUMERO LAVORATORI, RETRIBUZIONI E GIORNATE RETRIBUITE

Dettagli

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 PIEMONTE 603 1.127 87.148.771 13,0 144.525 VALLE D'AOSTA 80 88 1.490.121 0,2 18.627 LOMBARDIA 1.503 2.985 280.666.835 41,8 186.738 PROV. AUT. BOLZANO 1 1 31.970

Dettagli

BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI: NEGATIVI I PRIMI UNDICI MESI DEL 2016

BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI: NEGATIVI I PRIMI UNDICI MESI DEL 2016 Direzione Affari Economici e Centro Studi BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI: NEGATIVI I PRIMI UNDICI MESI DEL 2016 Il mercato dei lavori pubblici in Italia, nel corso del 2016, è stato caratterizzato da

Dettagli

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE OTTOBRE 2013

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE OTTOBRE 2013 Coordinamento Generale Statistico attuariale CIG - Cassa Integrazione Guadagni Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale REPORT MENSILE OTTOBRE 2013 APPENDICE: Aggiornamento del tasso di

Dettagli

Newsletter ARIFL - IO LAVORO

Newsletter ARIFL - IO LAVORO Newsletter ARIFL - IO LAVORO Numero 6 Settimana 11 Dicembre - 17 Dicembre 2009 I dati Istat sull occupazione: occupati a -1,5% (-65mila) cresce il numero di persone in cerca di occupazione +4% (+9mila)

Dettagli

Infortuni sul lavoro Anni

Infortuni sul lavoro Anni Statistica e Osservatori NOTIZIESTATISTICHE STATISTICA E OSSERVATORI N. 2 - Luglio 2008 L INAIL produce annualmente un rapporto sulle denunce di infortuni sul lavoro. I dati sono derivati da archivi gestionali

Dettagli

I LAVORATORI DIPENDENTI NEGLI ULTIMI 5 ANNI

I LAVORATORI DIPENDENTI NEGLI ULTIMI 5 ANNI I LAVORATORI DIPENDENTI NEGLI ULTIMI 5 ANNI Evoluzione dal 2006 al 2010 del lavoro dipendente in Italia P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it info@datagiovani.it

Dettagli

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE AGOSTO 2013

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE AGOSTO 2013 Coordinamento Generale Statistico attuariale CIG - Cassa Integrazione Guadagni Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale REPORT MENSILE AGOSTO 2013 APPENDICE: Aggiornamento del tasso di

Dettagli

Occupazione in Toscana e in Italia nel periodo luglio-settembre 2016

Occupazione in Toscana e in Italia nel periodo luglio-settembre 2016 Statistiche flash Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica Occupazione in Toscana e in Italia nel periodo luglio-settembre 2016 7 Dicembre 2016 Gli ultimi

Dettagli

La popolazione toscana al 1 gennaio marzo 2014

La popolazione toscana al 1 gennaio marzo 2014 La popolazione toscana al 1 gennaio 2013 marzo 2014 Il contesto nazionale La popolazione residente in Italia nell ultimo decennio è cresciuta sensibilmente. Complessivamente la variazione è stata pari

Dettagli

I servizi di ricerca, selezione e fornitura di personale nell 8 Censimento 2001 dell industria e dei servizi.

I servizi di ricerca, selezione e fornitura di personale nell 8 Censimento 2001 dell industria e dei servizi. I servizi di ricerca, selezione e fornitura di personale nell 8 Censimento 2001 dell industria e dei servizi. L ISTAT ha pubblicato in queste settimane il volume Italia relativo all 8 Censimento dell industria

Dettagli

Forze di lavoro in provincia di Brescia

Forze di lavoro in provincia di Brescia Forze di lavoro in provincia di Brescia 2005-2015 Rapporto elaborato a cura dell Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio di Brescia su dati Istat. Brescia, aprile 2016 INDICE 1. Forze lavoro

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE GIUGNO 2013

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE GIUGNO 2013 Coordinamento Generale Statistico attuariale CIG - Cassa Integrazione Guadagni Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale REPORT MENSILE GIUGNO 2013 APPENDICE: Aggiornamento del tasso di

Dettagli

Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012

Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012 Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012 Roberto Strocco Coordinatore Area Studi e Sviluppo del Territorio Unioncamere Piemonte Lo scenario internazionale

Dettagli

Provincia di Savona Settore Politiche Attive del Lavoro Osservatorio Mercato del Lavoro

Provincia di Savona Settore Politiche Attive del Lavoro Osservatorio Mercato del Lavoro Provincia di Savona Settore Politiche Attive del Lavoro Osservatorio Mercato del Lavoro SICUREZZA SUL LAVORO: L analisi dei dati a supporto delle azioni di prevenzione e di tutela Per la sicurezza nei

Dettagli

Confederazione Generale Italiana del Lavoro

Confederazione Generale Italiana del Lavoro Dipartimento Politiche Attive del Lavoro Prot.n.2003/1490 Cod. IV/340/6 Roma, 26 giugno 2003 Ai Responsabili MdL: Regionali Cgil Camere comprensoriali del lavoro Federazioni nazionali di categoria All

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 204: aggiornamento al 30/04/204 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering su base dati Inail DATI INAIL NAZIONALI

Dettagli

Mezzogiorno e del Centro-Nord nella fase recente e previsioni 2012 ALLEGATO STATISTICO

Mezzogiorno e del Centro-Nord nella fase recente e previsioni 2012 ALLEGATO STATISTICO Andamento dell economia e del mercato del lavoro del Mezzogiorno e del Centro-Nord nella fase recente e previsioni 2012 ALLEGATO STATISTICO Audizione SVIMEZ presso la V Commissione Bilancio della Camera

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31//2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 201: aggiornamento al 30//201 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/7/2017 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa

Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa Settembre 212 Osservatorio trimestrale sulla crisi di impresa Secondo Trimestre 212 Nei primi sei mesi del 212 il numero di fallimenti si attesta sui livelli elevati dell anno precedente Secondo gli archivi

Dettagli

Rilevazione sulle forze di lavoro 3 trimestre 2015

Rilevazione sulle forze di lavoro 3 trimestre 2015 Trento, 11 dicembre 2015 Rilevazione sulle forze di lavoro 3 trimestre 2015 L Istat ha diffuso oggi i dati sull occupazione e sulla disoccupazione relativi al 3 trimestre 2015 (da luglio a settembre 2015).

Dettagli

GLI EFFETTI DELLA CRISI SULLE IMPRESE DI COSTRUZIONI

GLI EFFETTI DELLA CRISI SULLE IMPRESE DI COSTRUZIONI GLI EFFETTI DELLA CRISI SULLE IMPRESE DI COSTRUZIONI Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Luglio 2016 a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi ESTRATTO

Dettagli

Rilevazione sulle forze di lavoro 4 trimestre 2015 e Anno 2015

Rilevazione sulle forze di lavoro 4 trimestre 2015 e Anno 2015 Trento, 10 marzo 2016 Rilevazione sulle forze di lavoro 4 trimestre 2015 e Anno 2015 L Istat ha diffuso oggi i dati sull occupazione e sulla disoccupazione relativi al 4 trimestre 2015 (da ottobre a dicembre

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/8/2017 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/8/2017 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/8/2017 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO. Report statistico al 1 giugno 2010

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO. Report statistico al 1 giugno 2010 LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO Report statistico al 1 giugno 21 Dati forniti dall INPS Dati relativi al mese di maggio 21 Voucher venduti nel mese di maggio 21 per provincia e settore Provincia

Dettagli

AGRICOLTURA. Dossier statistico per l Ufficio Istituzioni e Parti Sociali. Prima raccolta dati su

AGRICOLTURA. Dossier statistico per l Ufficio Istituzioni e Parti Sociali. Prima raccolta dati su AREA STUDI STATISTICI Dott. Luca Campanelli Monica Aresti Prima raccolta dati su AGRICOLTURA Dossier statistico per l Ufficio Istituzioni e Parti Sociali Agricoltura in Italia Lo sviluppo dei paesi maggiormente

Dettagli

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO SECO STATISTICHE E COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO Le dinamiche trimestrali Aggiornamento al 3 trimestre 2014 a cura del NETWORK SECO Novembre 2014 Il Network SeCO è costituito

Dettagli

Il ricorso alla Cassa Integrazione Ordinaria, Straordinaria ed in Deroga Anno 2013

Il ricorso alla Cassa Integrazione Ordinaria, Straordinaria ed in Deroga Anno 2013 Il ricorso alla Cassa Integrazione Ordinaria, Straordinaria ed in Deroga Anno CIGO e CIGS e CIG in Deroga CIGO CIGS Il numero di ore di cassa integrazione ordinaria, straordinaria ed in deroga complessivamente

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Anno - Dati aggiornati al Giugno Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale n casi Lombardia,% 7 Emilia Romagna,6% Piemonte,% Veneto,% Sicilia 7,% Toscana 7,% 9 Abruzzo 6,% 6 Campania 6,%

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI

OCCUPATI E DISOCCUPATI 28 febbraio 2014 OCCUPATI E DISOCCUPATI Nella media del 2013 l occupazione diminuisce di 478.000 unità (-2,1%). La riduzione rimane più forte nelle regioni meridionali (-4,6%, pari a -282.000 unità). Prosegue

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Anno 00 - Dati aggiornati al Dicembre Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale n casi Lombardia 4,% 74 Veneto 0,5% 55 Campania 8,4% 44 Puglia 8,% 4 Lazio 7,% 8 Sicilia 6,7% 5 Emilia Romagna

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO FEBBRAIO 2016

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO FEBBRAIO 2016 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO FEBBRAIO 2016 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo febbraio 2016 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

In base alle ultime stime del sistema informativo CRESME sul mercato delle costruzioni, nel il valore della produzione del settore delle costruzioni

In base alle ultime stime del sistema informativo CRESME sul mercato delle costruzioni, nel il valore della produzione del settore delle costruzioni In base alle ultime stime del sistema informativo CRESME sul mercato delle costruzioni, nel il valore della produzione del settore delle costruzioni in Campania ammonta a miliardi di e ro, di cui relativ

Dettagli

BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI IN LIEVE AUMENTO A SETTEMBRE 2016 MA I PRIMI NOVE MESI RESTANO NEGATIVI

BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI IN LIEVE AUMENTO A SETTEMBRE 2016 MA I PRIMI NOVE MESI RESTANO NEGATIVI Direzione Affari Economici e Centro Studi BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI IN LIEVE AUMENTO A SETTEMBRE 216 MA I PRIMI NOVE MESI RESTANO NEGATIVI Nel mese di settembre 216, secondo il monitoraggio Ance-Infoplus

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI

OCCUPATI E DISOCCUPATI 2 marzo 2015 OCCUPATI E DISOCCUPATI Nella media del 2014, dopo due anni di calo, l occupazione cresce (+0,4%, pari a 88.000 unità in confronto all anno precedente), a sintesi di un aumento nel Nord (+0,4%)

Dettagli

NOTE DEL SERVIZIO ANALISI E FINANZA. La cassa integrazione nel Lazio nel mese di aprile 2011

NOTE DEL SERVIZIO ANALISI E FINANZA. La cassa integrazione nel Lazio nel mese di aprile 2011 NOTE DEL SERVIZIO ANALISI E FINANZA La cassa integrazione nel Lazio nel mese di aprile 2011 A cura di Giaime Gabrielli Giugno 2011 o Analisi e Finanza di Sviluppo Lazio 2 Si riduce nel periodo gennaio-aprile

Dettagli

Occupati e disoccupati in FVG nel 2015

Occupati e disoccupati in FVG nel 2015 15 marzo #lavoro Rassegna stampa TG3 RAI FVG 10mar2016 Messaggero Veneto 11mar2016 Il Piccolo 11mar2016 Il Gazzettino 11mar2016 Occupati e disoccupati in FVG nel 2015 In Friuli Venezia Giulia nell ultimo

Dettagli