BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC"

Transcript

1 BMSO1001 Virtual Configurator Istruzioni d uso 02/10-01 PC

2 2

3 Virtual Configurator Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software Requisiti Hardware Requisiti Software 4 2. Concetti fondamentali Area di lavoro I comandi generali 7 3. Configurare un dispositivo Funzione Automazione Configurare un dispositivo quando non si conosce l indirizzo Configurare un dispositivo quando si conosce l indirizzo Configurare un dispositivo quando si conosce l ID Quando il dispositivo da configurare è un sensore Funzione Termoregolazione Configurare un dispositivo quando non si conosce l indirizzo Configurare un dispositivo quando si conosce l indirizzo Diagnostica impianto Funzione Automazione Quando non si conosce l indirizzo del dispositivo Quando si conosce l indirizzo del dispositivo Quando si conosce l ID del dispositivo Funzione Termoregolazione Quando non si conosce l indirizzo del dispositivo Quando si conosce l indirizzo del dispositivo Scansione impianto Funzione Automazione Funzione Automazione Testare un dispositivo Riepilogo progetto Riepilogo configurazione Esporta file CSV 33 3

4 1. Requisiti Hardware e Software 1.1 Requisiti Hardware Personal Computer con processore di classe Pentium III Memoria RAM minima richiesta 1GB, consigliata 2GB Risoluzione 1024 x 768 Colori 32 bit Lettore CD-ROM Mouse 1.2 Requisiti Software Windows XP Service Pack 2 o superiore Microsoft.NET Framework 3.5 Service Pack 1 2. Concetti fondamentali NOTA: nel caso del Lighting Management l unica funzione gestita è quella di Automazione. Le funzioni principali di Virtual Configurator sono quelle di: effettuare il download del progetto sull impianto se utilizzato in modalità local, fare uno scan dell impianto una volta che questo è stato configurato per la successiva maintenance dell impianto. Il software permette di gestire la funzione Automazione e la funzione Termoregolazione. 4

5 Virtual Configurator Istruzioni d uso 2.1 Area di lavoro Virtual Configurator presenta un interfaccia semplice ed intuitiva organizzata in tre aree: la barra dei comandi dedicata ai pulsanti per i comandi generali del programma e l indicatore dello stato della connessione la parte sinistra dove compaiono i comandi di navigazione la zona centrale dove appaiono i comandi e le informazioni in base alla funzione selezionata All avvio si presenta la schermata con il menù Impostazioni attivo, in questa condizione la connessione con la rete non è attiva (icona Stato connessione di colore rosso ) e risultano cliccabili i soli pulsanti di navigazione Riepilogo Progetto ed Esporta file CSV. Cliccando sul pulsante Modifica descrizione si apre la maschera Modifica nome bus in cui è possibile assegnare un nuovo nome al bus. 5

6 Cliccando sul pulsante Aggiungi bus si apre la maschera Crea nuovo bus in cui è possibile modificare la descrizione del bus, l indirizzo IP e la password. NOTA: per utilizzare questa funzione è necessario attivare i servizi UPnP che possono essere installati dal pannello di controllo di Windows Cliccando sul pulsante Ricerca sull impianto si apre la maschera Risultato ricerca in cui è possibile visualizzare i dispositivi presenti sull impianto. Infine cliccando sul pulsante Salva dati software oltre a memorizzare le impostazioni relative all indirizzo IP, password e lingua si attiverà la connessione con l impianto e si otterrà l accesso a tutte le funzioni del software. 6

7 Virtual Configurator Istruzioni d uso 2.2 I comandi generali Nella barra dei comandi sono presenti le seguenti funzioni: Nuovo crea un nuovo progetto Apri apre un file di progetto esistente Salva salva il progetto corrente Salva come salva il progetto richiedendo un nome per il file Salva il progetto corrente Questo menù permette di personalizzare le impostazioni di base del software; per rendere permanenti le modifiche premere il tasto Salva dati software prima di uscire dal menù. Il menù impostazioni rimane accessibile anche se la connessione con il Web Server non è attiva, questo per permettere di modificare l indirizzo IP e la password di connessione Attiva la connessione all impianto Cambia lingua Il menù a tendina Cambia lingua permette di scegliere la lingua da utilizzare per interfacciarsi con il software Indirizzo IP Il programma è già stato impostato con l indirizzo IP di base del Web Server Bticino ; qualora l indirizzo IP del Web Server Bticino sia stato cambiato è indispensabile conoscerlo ed inserirlo in questo campo al fine di poter attivare la connessione Password Il programma è già impostato con la password di base dei Web Server Bticino 12345; qualora la password d accesso sia stata cambiata è indispensabile conoscerla ed inserirla in questo campo al fine di poter attivare la connessione 7

8 3. Configurare un dispositivo La configurazione è possibile su impianti dove sono installati dispositivi che accettano la configurazione avanzata. Il software permette di configurare sia dispositivi già configurati virtualmente che dispositivi di cui non si conosce l indirizzo. Inserire indirizzo IP e password se diversi da quelli presenti di default; premere poi il pulsante Salva dati software. Cliccare quindi sul pulsante Configurazione dispositivo, apparirà la seguente finestra in cui è possibile: scegliere la funzione che si vuole gestire (Automazione o Termoregolazione) scegliere tra le opzioni: - conosco l indirizzo - non conosco l indirizzo - conosco l ID ( è possibile selezionare tale opzione solo nel caso in cui la funzione gestita è Automazione) inserire l indirizzo nel caso in cui lo si conosca inserire l ID nel caso in cui lo si conosca 8

9 Virtual Configurator Istruzioni d uso 3.1 Funzione Automazione In questa finestra occorre come prima cosa scegliere tra le opzioni: no, non lo conosco (l indirizzo) sì, lo conosco (l indirizzo) conosco l ID Configurare un dispositivo quando non si conosce l indirizzo Per configurare un dispositivo di cui non si conosce l indirizzo scegliere l opzione No, non lo conosco. Cliccando sul pulsante Continua compare la seguente finestra in cui viene chiesto di premere un tasto del dispositivo da configurare entro 10 minuti, in caso contrario, al termine dei 10 minuti apparirà un messaggio d errore. 9

10 3.1.2 Configurare un dispositivo quando si conosce l indirizzo Per riconfigurare un dispositivo di cui si conosce la configurazione attuale scegliere l opzione Si, lo conosco. Così facendo si attivano i pulsanti di configurazione. Utilizzando i menù dei configuratori inserire la configurazione attuale del dispositivo da riconfigurare. Il configuratore I è riferito all interfaccia in espansione logica. Va configurato solo nel caso in cui il dispositivo si trovi oltre l interfaccia in espansione logica. 10

11 Virtual Configurator Istruzioni d uso Configurare un dispositivo quando si conosce l ID Per configurare un dispositivo di cui si conosce l ID scegliere l opzione Conosco l ID. In questo modo si attiva il campo Scrivi l ID in cui inserire l ID del dispositivo. A questo punto, per avviare l identificazione del dispositivo, sia nel caso in cui si conosca l ID, sia nel caso in cui si conosca l indirizzo cliccare sul pulsante Continua. Si apre la seguente finestra in cui viene riportata la descrizione completa e la relativa configurazione del dispositivo così identificato. Descrizione dispositivo Configurazione dispositivo 11

12 NOTA: se il dispositivo non fosse presente apparirà un messaggio d avviso Nel caso in cui accanto al nome del dispositivo appaia un icona di colore verde cliccarla con il tasto destro del mouse per modificare/cancellare la configurazione del dispositivo In questo caso i valori presenti sono quelli relativi alla configurazione effettiva del dispositivo. Per concludere l attività di modifica dei parametri cliccare sui seguenti pulsanti: IMPORTANTE: per rendere effettive le modifiche apportate alla configurazione non è sufficiente utilizzare le funzioni Invia e Cancella; è necessario tornare nella pagina precedente e cliccare sul pulsante Configura. Torna alla finestra precedente senza salvare le modifiche apportate alla configurazione Invia i dati al dispositivo e torna alla finestra precedente Cancella la configurazione corrente Nel caso in cui accanto al nome del dispositivo appaia un icona di colore giallo cliccarla con il tasto destro del mouse, si apre la seguente finestra in cui è possibile modificare la configurazione del dispositivo 12

13 Virtual Configurator Istruzioni d uso In questo caso i valori presenti sono quelli di default. Per concludere l attività di modifica dei parametri cliccare sui seguenti pulsanti: IMPORTANTE: per rendere effettive le modifiche apportate alla configurazione non è sufficiente utilizzare le funzioni Invia e Cancella; è necessario tornare nella pagina precedente e cliccare sul pulsante Configura. Torna alla finestra precedente senza salvare le modifiche apportate alla configurazione Invia i dati al dispositivo e torna alla finestra precedente Cancella la configurazione corrente A questo punto comparirà la seguente finestra attraverso la quale, cliccando sul pulsante Configura nuovo dispositivo, è possibile configurare un ulteriore dispositivo. 13

14 3.1.4 Quando il dispositivo da configurare è un sensore Nel caso in cui il dispositivo da configurare sia un sensore si procede come già visto nei paragrafi precedenti per gli attuatori. L unica differenza consiste nel fatto che, cliccando sul pulsante Configura, si apre la seguente finestra nella quale è necessario indicare nella parte dedicata alla taratura del sensore, il livello di lux misurato. Per configurare il sensore cliccare sul pulsante Configura sensore, apparirà un messaggio che confermerà la corretta taratura dello stesso. Per continuare cliccare sul pulsante Chiudi. 14

15 Virtual Configurator Istruzioni d uso 3.2 Funzione Termoregolazione In questa finestra occorre come prima cosa scegliere tra le opzioni: no, non lo conosco (l indirizzo) sì, lo conosco (l indirizzo) Configurare un dispositivo quando non si conosce l indirizzo Per configurare un dispositivo di cui non si conosce l indirizzo scegliere l opzione No, non lo conosco. Cliccando sul pulsante Continua compare la seguente finestra in cui viene chiesto di premere un tasto del dispositivo da configurare entro 10 minuti, in caso contrario, al termine dei 10 minuti apparirà un messaggio d errore. 15

16 3.2.2 Configurare un dispositivo quando si conosce l indirizzo Per riconfigurare un dispositivo di cui si conosce la configurazione attuale scegliere l opzione Si,lo conosco. Così facendo si attivano i pulsanti di configurazione. Utilizzando i menù dei configuratori inserire la configurazione attuale del dispositivo da riconfigurare. NOTA: il menù del configuratore SLA si attiva solo nel caso in cui il dispositivo di cui si conosce l indirizzo è una SONDA, mentre il menù del configuratore N si attiva solo nel caso in cui il dispositivo di cui conosce l indirizzo è un GATEWAY o un ATTUATORE. A questo punto, per avviare l identificazione del dispositivo sull impianto cliccare sul pulsante Continua. Si apre la seguente finestra in cui viene riportata la descrizione completa e la relativa configurazione del dispositivo così identificato. 16

17 Virtual Configurator Istruzioni d uso Descrizione dispositivo Configurazione dispositivo NOTA: se il dispositivo non fosse presente apparirà un messaggio d avviso Per configurare il dispositivo cliccare sul pulsante Configura. Si aprirà la seguente finestra attraverso la quale, cliccando sul pulsante Configura nuovo dispositivo, è possibile configurare un ulteriore dispositivo. 17

18 4. Diagnostica impianto Con Virtual Configurator è possibile verificare il corretto funzionamento dei dispositivi presenti sull impianto. Per accedere alla sezione dedicata alla diagnostica dell impianto cliccare sul pulsante Diagnostica Impianto. Si apre la seguente finestra nella quale è possibile: scegliere quale funzione gestire (Automazione o Termoregolazione) scegliere tra le opzioni: - conosco l indirizzo - non conosco l indirizzo - conosco l ID (è possibile scegliere questa opzione solo nel caso in cui la funzione da gestire sia Automazione) inserire l indirizzo nel caso in cui lo si conosca inserire l ID nel caso in cui lo si conosca 18

19 Virtual Configurator Istruzioni d uso 4.1 Funzione Automazione In questa finestra occorre come prima cosa scegliere tra le opzioni: no, non lo conosco (l indirizzo) sì, lo conosco (l indirizzo) conosco l ID Quando non si conosce l indirizzo del dispositivo Per eseguire la diagnostica di un dispositivo di cui non si conosce l indirizzo scegliere l opzione No, non lo conosco. Cliccando sul pulsante Continua compare la seguente finestra in cui viene chiesto di premere un tasto del dispositivo entro 10 minuti, in caso contrario, al termine dei 10 minuti apparirà un messaggio d errore. 19

20 4.1.2 Quando si conosce l indirizzo del dispositivo Per eseguire la diagnostica di un dispositivo di cui si conosce l indirizzo scegliere l opzione Si, lo conosco. Così facendo si attivano i pulsanti di configurazione. Utilizzando i menù dei configuratori inserire la configurazione attuale del dispositivo. Il configuratore I è riferito all interfaccia in espansione logica. Va configurato solo nel caso in cui il dispositivo si trovi oltre l interfaccia in espansione logica. 20

21 Virtual Configurator Istruzioni d uso Quando si conosce l ID del dispositivo Per eseguire la diagnostica di un dispositivo di cui si conosce l ID scegliere l opzione Conosco l ID. In questo modo si attiva il campo Scrivi l ID in cui inserire l ID del dispositivo. A questo punto, per avviare l identificazione del dispositivo, sia nel caso in cui si conosca l ID, sia nel caso in cui si conosca l indirizzo cliccare sul pulsante Continua. Si apre la seguente finestra in cui viene riportata la descrizione completa e la relativa configurazione del dispositivo così identificato. Inoltre nella finestra è presente una sezione dedicata alla lista degli errori che riporta lo stato di funzionamento del dispositivo. 21

22 Nel caso in cui accanto al nome del dispositivo appaia un icona di colore verde cliccarla con il tasto destro del mouse; vengono mostrati i parametri di configurazione che in questa sezione non possono essere modificati. Torna alla finestra precedente Inoltra una nuova richiesta 22

23 Virtual Configurator Istruzioni d uso 4.2 Funzione Termoregolazione In questa finestra occorre come prima cosa scegliere tra le opzioni: no, non lo conosco (l indirizzo) si, lo conosco (l indirizzo) Quando non si conosce l indirizzo del dispositivo Per eseguire la diagnostica di un dispositivo di cui non si conosce l indirizzo scegliere l opzione No, non lo conosco. Cliccando sul pulsante Continua compare la seguente finestra in cui viene chiesto di premere un tasto del dispositivo entro 10 minuti, in caso contrario, al termine dei 10 minuti apparirà un messaggio d errore. 23

24 4.2.2 Quando si conosce l indirizzo del dispositivo Per eseguire la diagnostica di un dispositivo di cui si conosce l indirizzo scegliere l opzione Si, lo conosco. Così facendo si attivano i pulsanti di configurazione. Utilizzando i menù dei configuratori inserire la configurazione attuale del dispositivo. NOTA: il menù del configuratore SLA si attiva solo nel caso in cui il dispositivo di cui si conosce l indirizzo è una SONDA, mentre il menù del configuratore N si attiva solo nel caso in cui il dispositivo di cui conosce l indirizzo è un GATEWAY o un ATTUATORE. 24

25 Virtual Configurator Istruzioni d uso A questo punto, per avviare l identificazione del dispositivo sull impianto cliccare sul pulsante Continua. Si apre la seguente finestra in cui viene riportata la descrizione completa e la relativa configurazione del dispositivo così identificato. Inoltre, nella finestra è presente una sezione dedicata alla lista degli errori che riporta lo stato di funzionamento del dispositivo. Descrizione e configurazione del dispositivo Lista errori Inoltra una nuova richiesta 25

26 5. Scansione impianto Con Virtual Configurator è possibile verificare tutti i dispositivi installati sull impianto utilizzando la funzione di scansione. Per accedere alla sezione dedicata alla scansione cliccare sul pulsante Scansione impianto. Si apre la seguente finestra nella quale è possibile: scegliere la funzione da gestire (Automazione o Termoregolazione) visualizzare l ultima interrogazione cliccando sul pulsante Visualizza ultima interrogazione eseguire l interrogazione 26

27 Virtual Configurator Istruzioni d uso 5.1 Funzione Automazione In questa finestra è possibile: eseguire l interrogazione per ambienti e interfacce eseguire l interrogazione su tutto l impianto. ( Questo tipo di interrogazione può essere utilizzato solo nel caso in cui siano presenti dispositivi con ID). In questo caso è possibile scegliere se ricercare: - tutti i dispositivi - i dispositivi configurati - i dispositivi non configurati Per avviare l interrogazione cliccare sul pulsante Interroga. Ad interrogazione conclusa si apre la seguente finestra in cui viene mostrato l elenco di tutti i dispositivi del sistema. 27

28 NOTA: solo quando i dispositivi hanno l ID: - il software è in grado di rilevare i dispostivi presenti sull impianto ma non sul progetto - il software è in grado di rilevare i dispositivi presenti sul progetto ma non sull impianto - il software è in grado di rilevare i dispositivi che hanno una configurazione diversa Rimanda alla finestra precedente La differente colorazione dei dispositivi indica l esito del test: Permette di aggiungere al progetto i dispositivi rilevati oppure di sostituire l attuale progetto con i risultati della scansione Permette di confrontare il progetto aperto con la scansione (solo ID) Verde dispositivo funzionante Rosso dispositivo guasto Selezionando il singolo dispositivo è possibile conoscerne le caratteristiche ed eventualmente le cause del guasto. 28

29 Virtual Configurator Istruzioni d uso 5.1 Funzione Automazione Per poter eseguire la scansione sull impianto inserire, utilizzando i menù dei configuratori, l indirizzo della zona sulla quale eseguire la scansione. Cliccare poi sul pulsante Interroga. Si apre la seguente finestra nella quale viene riportato l elenco di tutti i dispositivi del sistema. 29

30 NOTA: solo quando i dispositivi hanno l ID: - il software è in grado di rilevare i dispostivi presenti sull impianto ma non sul progetto - il software è in grado di rilevare i dispositivi presenti sul progetto ma non sull impianto - il software è in grado di rilevare i dispositivi che hanno una configurazione diversa Rimanda alla finestra precedente La differente colorazione dei dispositivi indica l esito del test: Permette di aggiungere al progetto i dispositivi rilevati oppure di sostituire l attuale progetto con i risultati della scansione Permette di confrontare il progetto aperto con la scansione (solo ID) Verde dispositivo funzionante Rosso dispositivo guasto Selezionando il singolo dispositivo è possibile conoscerne le caratteristiche ed eventualmente le cause del guasto. 30

31 Virtual Configurator Istruzioni d uso 6. Testare un dispositivo Con Virtual Configurator è possibile testare il funzionamento dei singoli attuatori dell impianto. Per accedere a questa sezione cliccare sul pulsante Testa dispositivo. Si apre la seguente finestra: Utilizzando i menù dei configuratori inserire l indirizzo del dispositivo da testare. In base al tipo di dispositivo, utilizzando l apposito menù a tendina, scegliere l azione che il dispositivo deve eseguire. Cliccare quindi sul pulsante Invia comando. Se l operazione è riuscita appare un messaggio di conferma. Cliccando sul pulsante Chiudi si torna alla finestra precedente nella quale è possibile testare un ulteriore dispositivo. Se il dispositivo non è del tipo corretto oppure non è presente sull impianto appare un messaggio d avviso. Cliccando sul pulsante Chiudi si torna alla finestra precedente nella quale è possibile ritentare l operazione. 31

32 7. Riepilogo progetto Con Virtual Configurator è possibile visualizzare l elenco dei dispositivi che compongono l impianto e conoscerne singolarmente le caratteristiche e la configurazione. Per accedere a questa funzione cliccare sul pulsante Riepilogo progetto. Si apre la seguente finestra nella quale viene riportato l elenco di tutti i dispostivi presenti sull impianto. Permette di esportare l elenco come file per la stampa con estensione.txt Permette di configurare tutti i dispositivi con ID. NOTA: quando si clicca su questo pulsante si attiva automaticamente la configurazione. 32

33 Virtual Configurator Istruzioni d uso 8. Riepilogo configurazione Una volta conclusa la configurazione dei dispositivi con ID si apre la finestra relativa alla funzione Riepilogo configurazione in cui viene riportato l elenco dei dispositivi con ID. Torna alla finestra riepilogo progetto La differente colorazione dei dispositivi indica l esito del test: Verde configurazione riuscita Rosso configurazione fallita Grigio il dispositivo non è presente oppure non ha risposto 9. Esporta file CSV Questa funzione permette di esportare il progetto come file con estensione.cvs importabile in Microsoft Excel. 33

34 BTicino SpA Via Messina, Milano - Italy Servizio clienti BTicino SpA si riserva il diritto di variare in qualsiasi momento i contenuti illustrati nel presente stampato e di comunicare, in qualsiasi forma e modalità, i cambiamenti apportati.

BMSO1001. Orchestrator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Orchestrator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Orchestrator Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Orchestrator Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti fondamentali 4

Dettagli

BMSO1001. Virtual Switch. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Switch. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Switch Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Switch Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti fondamentali

Dettagli

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC 3456 IRSplit Istruzioni d uso 07/10-01 PC 2 IRSplit Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

BMSO1001. Management Utilities. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Management Utilities. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Management Utilities Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Management Utilities Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

TiAxoluteNighterAndWhiceStation

TiAxoluteNighterAndWhiceStation 09/09-01 PC Manuale d uso TiAxoluteNighterAndWhiceStation Software di configurazione Video Station 349320-349321 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

Versione 2.0. Manuale d uso. Software per la gestione. degli applicativi Bticino. TiManager 03/07-01 PC

Versione 2.0. Manuale d uso. Software per la gestione. degli applicativi Bticino. TiManager 03/07-01 PC Versione 2.0 03/07-01 PC Manuale d uso TiManager Software per la gestione degli applicativi Bticino TiManager INDICE 2 1. Requisiti Hardware e Software Pag. 4 2. Installazione Pag. 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

GENIUSPRO. Installazione del software Installazione del driver Configurazione del software Registrazione Attivazione

GENIUSPRO. Installazione del software Installazione del driver Configurazione del software Registrazione Attivazione 1 GENIUSPRO REQUISITI DI SISTEMA PC con Processore Pentium Dual-Core inside 2 Gb di memoria RAM Porta USB 2 Gb di spazio disponibile su HD Scheda video e monitor da 1280x1024 Sistema operativo: Windows

Dettagli

Capitolo 1 Installazione del programma

Capitolo 1 Installazione del programma Capitolo 1 Installazione del programma Requisiti Hardware e Software Per effettuare l installazione del software Linea Qualità ISO, il computer deve presentare una configurazione minima così composta:

Dettagli

Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo

Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo Sistema inoltro telematico domande di nulla osta, ricongiungimento e conversioni Manuale utente Versione 2 Data creazione 02/11/2007 12.14.00

Dettagli

Programma per l elaborazione delle buste paga. dei collaboratori domestici VERSIONE 4.0.0 01/07/2010

Programma per l elaborazione delle buste paga. dei collaboratori domestici VERSIONE 4.0.0 01/07/2010 BADANTI & COLF 4 Programma per l elaborazione delle buste paga dei collaboratori domestici MANUALE D INSTALLAZIONE VERSIONE 4.0.0 01/07/2010 LCL srl via G. Bruni, 12-14 25121 Brescia Tel. 030 2807229 Fax

Dettagli

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Crotone, maggio 2005 Windows Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Sistema Operativo Le funzioni software di base che permettono al computer di funzionare formano il sistema operativo. Esso consente

Dettagli

Gateway KNX/DALI 64/16 GW 90872. Manuale utente del Dali Control Service and Comissioning Wizard 1.2.1

Gateway KNX/DALI 64/16 GW 90872. Manuale utente del Dali Control Service and Comissioning Wizard 1.2.1 Gateway KNX/DALI 64/16 GW 90872 Manuale utente del Dali Control Service and Comissioning Wizard 1.2.1 1 Copyright and Notes Il Dali Control Service and Comissioning Wizard 1.2.1 e la relativa documentazione

Dettagli

CTVClient. Dopo aver inserito correttamente i dati, verrà visualizzata la schermata del tabellone con i giorni e le ore.

CTVClient. Dopo aver inserito correttamente i dati, verrà visualizzata la schermata del tabellone con i giorni e le ore. CTVClient Il CTVClient è un programma per sistemi operativi Windows che permette la consultazione e la prenotazione delle ore dal tabellone elettronico del Circolo Tennis Valbisenzio. Per utilizzarlo è

Dettagli

FASI PER UNA CORRETTA INSTALLAZIONE DI ULTRA VNC E SKYPE

FASI PER UNA CORRETTA INSTALLAZIONE DI ULTRA VNC E SKYPE FASI PER UNA CORRETTA INSTALLAZIONE DI ULTRA VNC E SKYPE Gentile utente Al fine di effettuare una demo, che ci consenta di operare in modo interattivo con Lei, è necessario verificare la presenza del software

Dettagli

Utilizzo del Terminalino

Utilizzo del Terminalino Utilizzo del Terminalino Tasti: - ENT: funzionano come INVIO - SCAN: per attivare il lettore di barcode - ESC: per uscire dal Menù in cui si è entrati - BKSP: per cancellare l ultimo carattere digitato

Dettagli

Come installare. Indice. Contenuto della confezione. Manuali: dove trovarli

Come installare. Indice. Contenuto della confezione. Manuali: dove trovarli Indice Contenuto della confezione 2 Manuali: dove trovarli 2 Come installare 3 1. Installazione.Net Framework 3.5 4 2. Installazione SQL Express 7 3. Installazione Client 9 Attivazione licenza 14 Assistenza

Dettagli

Installazione o aggiornamento di 3CAD Azzurra Arredobagno

Installazione o aggiornamento di 3CAD Azzurra Arredobagno Azzurra S.r.l. Via Codopé, 62-33087 Cecchini di Pasiano (PN) Telefono 0434 611056 - Fax 0434 611066 info@azzurrabagni.com - www.azzurrabagni.com Installazione o aggiornamento di 3CAD Azzurra Arredobagno

Dettagli

ACCESSO AL SISTEMA HELIOS...

ACCESSO AL SISTEMA HELIOS... Manuale Utente (Gestione Formazione) Versione 2.0.2 SOMMARIO 1. PREMESSA... 3 2. ACCESSO AL SISTEMA HELIOS... 4 2.1. Pagina Iniziale... 6 3. CARICAMENTO ORE FORMAZIONE GENERALE... 9 3.1. RECUPERO MODELLO

Dettagli

MANUALE UTENTE. Computer Palmare WORKABOUT PRO

MANUALE UTENTE. Computer Palmare WORKABOUT PRO MANUALE UTENTE Computer Palmare WORKABOUT PRO INDICE PROCEDURA DI INSTALLAZIONE:...3 GUIDA ALL UTILIZZO:...12 PROCEDURA DI AGGIORNAMENTO:...21 2 PROCEDURA DI INSTALLAZIONE: Per il corretto funzionamento

Dettagli

MANUALE SOFTWARE F24 ISTRUZIONI PER L UTENTE

MANUALE SOFTWARE F24 ISTRUZIONI PER L UTENTE MANUALE SOFTWARE F24 ISTRUZIONI PER L UTENTE PAGINA 2 MODELLO F24 Indice Capitolo 1: Come muoversi all interno del programma 3 1.1 Importazione dati da anno precedente 3 1.2 Inserimento di una nuova anagrafica

Dettagli

GUIDA UTENTE WEB PROFILES

GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES... 1 Installazione... 2 Primo avvio e registrazione... 5 Utilizzo di web profiles... 6 Gestione dei profili... 8 Fasce orarie... 13 Log siti... 14 Pag.

Dettagli

ACINT01. INTERFACCIA LAN PER CENTRALI ANTINCENDIO AC501 e AC502 ACINT01 REV.00-30/04/15 1

ACINT01. INTERFACCIA LAN PER CENTRALI ANTINCENDIO AC501 e AC502 ACINT01 REV.00-30/04/15 1 ACINT01 INTERFACCIA LAN PER CENTRALI ANTINCENDIO AC501 e AC502 ACINT01 REV.00-30/04/15 1 Sommario 1 Introduzione... 3 2 Collegamento della scheda sulle centrali AC502 e/o AC502... 3 3 Modifica dei parametri

Dettagli

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad

Dettagli

PARAMETRI. Guida all installazione

PARAMETRI. Guida all installazione PARAMETRI Guida all installazione Maggio 2007 1 INTRODUZIONE Il prodotto Parametri 2007 consente di determinare i ricavi o compensi realizzabili da parte dei contribuenti esercenti attività d impresa o

Dettagli

Interfaccia ottica Iskraemeco Sonda 5 / Sonda 6 Guida all installazione del driver per i sistemi operativi Windows 7 e Windows XP

Interfaccia ottica Iskraemeco Sonda 5 / Sonda 6 Guida all installazione del driver per i sistemi operativi Windows 7 e Windows XP Interfaccia ottica Iskraemeco Sonda 5 / Sonda 6 Guida all installazione del driver per i sistemi operativi Windows 7 e Windows XP Telematica Sistemi s.r.l. Via Vigentina, 71-27010 Zeccone (PV) Tel. 0382.955051

Dettagli

AXWIN6 QUICK INSTALL v.3.0

AXWIN6 QUICK INSTALL v.3.0 AXWIN6 QUICK INSTALL v.3.0 Procedura per l installazione di AxWin6 AxWin6 è un software basato su database Microsoft SQL Server 2008 R2. Il software è composto da AxCom: motore di comunicazione AxWin6

Dettagli

GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0)

GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0) ------------------------------------------------- GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0) GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0)... 1 Installazione Billiards Counter... 2 Primo avvio e configurazione

Dettagli

Agritherm50. Software per la visualizzazione e controllo delle temperature SPECIFICHE

Agritherm50. Software per la visualizzazione e controllo delle temperature SPECIFICHE Agritherm50 documentazione tecnica 825A143A Software per la visualizzazione e controllo delle temperature Sistema di monitoraggio e supervisione Rilevamento in continuo di tutti i punti di lettura di sonde

Dettagli

Servizio on-line di Analisi e Refertazione Elettrocardiografica

Servizio on-line di Analisi e Refertazione Elettrocardiografica Servizio on-line di Analisi e Refertazione Elettrocardiografica Guida utente Scopo del servizio... 2 Prerequisiti hardware e software... 3 Accesso all applicazione... 4 Modifica della password... 7 Struttura

Dettagli

SCARICO DATI ONETOUCH Verio per EuroTouch Home GUIDA ALL USO

SCARICO DATI ONETOUCH Verio per EuroTouch Home GUIDA ALL USO SCARICO DATI ONETOUCH Verio per EuroTouch Home GUIDA ALL USO Sommario Installazione dell applicazione... 3 L applicazione... 4 Requisiti... 4 Avvio dell applicazione... 4 Connessione al Database di EuroTouch

Dettagli

Via della Repubblica 9 - Trezzano S/Naviglio (MI) 02.48405033-02.48405035 Partita IVA nr. 11680670152

Via della Repubblica 9 - Trezzano S/Naviglio (MI) 02.48405033-02.48405035 Partita IVA nr. 11680670152 Via della Repubblica 9 - Trezzano S/Naviglio (MI) 02.48405033-02.48405035 Partita IVA nr. 11680670152 1 Avvio del software e schermata principale Aprire una pagina Web e digitare l indirizzo nell apposita

Dettagli

Manuale Installazione e Configurazione

Manuale Installazione e Configurazione Manuale Installazione e Configurazione INFORMAZIONI UTILI Numeri Telefonici SERVIZIO TECNICO HOYALOG.......02 99071281......02 99071282......02 99071283........02 99071284.....02 99071280 Fax 02 9952981

Dettagli

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad internet

Dettagli

Crea questionari on-line, test e quiz in pochi minuti!

Crea questionari on-line, test e quiz in pochi minuti! Crea questionari on-line, test e quiz in pochi minuti! 1. ACCEDI Utilizzando Microsoft Internet Explorer (è necessario questo browser) vai all indirizzo http://demo.ewebtest.com e inserisci il tuo nome

Dettagli

Your Detecting Connection. Manuale utente. support@xchange2.net

Your Detecting Connection. Manuale utente. support@xchange2.net Your Detecting Connection Manuale utente support@xchange2.net 4901-0133-4 ii Sommario Sommario Installazione... 4 Termini e condizioni dell applicazione XChange 2...4 Configurazione delle Preferenze utente...

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

VISO - OPERE PARAMASSI (Versione Access)

VISO - OPERE PARAMASSI (Versione Access) VISO - OPERE PARAMASSI (Versione Access) Installazione e avvio del programma VISO Per ogni contratto stipulato per il censimento delle opere di protezione, viene esportato un DB Viso dalla banca dati centrale

Dettagli

HORIZON SQL MENU' FILE

HORIZON SQL MENU' FILE 1-1/9 HORIZON SQL MENU' FILE 1 MENU' FILE... 1-2 Considerazioni generali... 1-2 Funzioni sui file... 1-2 Apri... 1-3 Nuovo... 1-3 Chiudi... 1-4 Password sul file... 1-5 Impostazioni... 1-5 Configurazione

Dettagli

Manuale per l utente. Outlook Connector for MDaemon

Manuale per l utente. Outlook Connector for MDaemon Outlook Connector for MDaemon Manuale per l utente Introduzione... 2 Requisiti... 2 Installazione... 3 Scaricare il plug-in Outlook Connector... 3 Installare il plug-in Outlook Connector... 4 Configurare

Dettagli

Guida all installazione e utilizzo del software Airbag Crash Cleaner

Guida all installazione e utilizzo del software Airbag Crash Cleaner Guida all installazione e utilizzo del software Airbag Crash Cleaner 2 ECUmania.it Learn, think and improve Sommario 1 Operazioni Preliminari... 4 1.1 Verifica dei requisiti di sistema... 4 1.2 Rimozione

Dettagli

PARAMETRI. Guida all installazione

PARAMETRI. Guida all installazione PARAMETRI Guida all installazione 1 INTRODUZIONE Il prodotto Parametri 2009 consente di determinare i ricavi o compensi realizzabili da parte dei contribuenti esercenti attività d impresa o arti e professioni

Dettagli

Procedura Gestione Pratiche Sicurezza Cantiere

Procedura Gestione Pratiche Sicurezza Cantiere Procedura Gestione Pratiche Sicurezza Cantiere Importazione Imprese Cassa Edile Gestione Anagrafica Imprese Gestione Anagrafica Tecnici Gestione Pratiche Statistiche Tabelle Varie Gestione Agenda Appuntamenti

Dettagli

N.B.: DISPONIBILITA INVERNO 2014 FAQ ACS700 versione 9

N.B.: DISPONIBILITA INVERNO 2014 FAQ ACS700 versione 9 N.B.: DISPONIBILITA INVERNO 2014 FAQ ACS700 versione 9 1) Quali sono le principali differenze fra ACS790 e la ACS700 versione 9? La nuove release di ACS offre le seguenti nuove funzionalià: Possibilità

Dettagli

Vademecum al download, all installazione e all uso del software Easynota Acquisizione della NIR tramite codici a barre bidimensionali

Vademecum al download, all installazione e all uso del software Easynota Acquisizione della NIR tramite codici a barre bidimensionali Vademecum al download, all installazione e all uso del software Easynota Acquisizione della NIR tramite codici a barre bidimensionali Prerequisiti Configurazione consigliata : Windows 2000 / Windows XP

Dettagli

CERTIFICATI DIGITALI. Manuale Utente

CERTIFICATI DIGITALI. Manuale Utente CERTIFICATI DIGITALI Procedure di installazione, rimozione, archiviazione Manuale Utente versione 1.0 pag. 1 pag. 2 di30 Sommario CERTIFICATI DIGITALI...1 Manuale Utente...1 Sommario...2 Introduzione...3

Dettagli

1 SOMMARIO... 2 2 FIRMA DI DOCUMENTI... 2

1 SOMMARIO... 2 2 FIRMA DI DOCUMENTI... 2 1 Sommario Università di Pisa 1 SOMMARIO... 2 2 FIRMA DI DOCUMENTI... 2 2.1 ACCESSO AL PORTALE DI FIRMA... 2 2.2 CARICAMENTO DEI FILE DA FIRMARE... 3 2.2.1 Caricamento on click... 4 2.2.2 Caricamento drag

Dettagli

Manuale Operativo Adesione Attività. Promozionali FIPAV

Manuale Operativo Adesione Attività. Promozionali FIPAV Manuale Operativo Adesione Attività Promozionali FIPAV Indice Introduzione... 3 2. Modalità di accesso... 6 3. Modalità operative... 11 4. Modifica Dati Scuola... 16 5. Adesione Alunni... 17 6. Interrogazione...

Dettagli

Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo

Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo SUI Sportello Unico Immigrazione Sistema inoltro telematico domande di nulla osta al lavoro, al ricongiungimento familiare e conversioni

Dettagli

345020-345021. TiIrydeTouchPhone. Istruzioni d uso 10/11-01 PC

345020-345021. TiIrydeTouchPhone. Istruzioni d uso 10/11-01 PC 345020-345021 TiIrydeTouchPhone Istruzioni d uso 10/11-01 PC 2 TiIrydeTouchPhone Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti minimi Hardware 4 1.2 Requisiti minimi Software

Dettagli

Interfaccia KNX/IP Wireless GW 90839. Manuale Tecnico

Interfaccia KNX/IP Wireless GW 90839. Manuale Tecnico Interfaccia KNX/IP Wireless GW 90839 Manuale Tecnico Sommario 1 Introduzione... 3 2 Applicazione... 4 3 Menù Impostazioni generali... 5 3.1 Parametri... 5 4 Menù Protezione WLAN... 6 4.1 Parametri... 6

Dettagli

Istruzioni per creare un file PDF/A tramite software PDFCreator

Istruzioni per creare un file PDF/A tramite software PDFCreator Istruzioni per creare un file PDF/A tramite software PDFCreator Il formato PDF/A rappresenta lo standard dei documenti delle Pubbliche Amministrazioni adottato per consentire la conservazione digitale

Dettagli

FidelJob gestione Card di fidelizzazione

FidelJob gestione Card di fidelizzazione FidelJob gestione Card di fidelizzazione Software di gestione card con credito in Punti o in Euro ad incremento o a decremento, con funzioni di ricarica Card o scala credito da Card. Versione archivio

Dettagli

SIEMENS GIGASET S685 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP

SIEMENS GIGASET S685 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP SIEMENS GIGASET S685 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP Gigaset S685 IP Guida alla configurazione EUTELIAVOIP Rev2-0 pag.2 INDICE SCOPO... 3 TELEFONARE CON EUTELIAVOIP... 3 CONNESSIONE DEL TELEFONO

Dettagli

Medici Convenzionati

Medici Convenzionati Medici Convenzionati Manuale d'installazione aggiornamento Software Versione 9.8 Manuale d installazione aggiornamento Pagina 1 di 10 INSTALLAZIONE AGGIORNAMENTO Dalla pagina del sito http://www.dlservice.it/convenzionati/homeup.htm

Dettagli

Sharpdesk V3.3. Guida all installazione Versione 3.3.07

Sharpdesk V3.3. Guida all installazione Versione 3.3.07 Sharpdesk V3.3 Guida all installazione Versione 3.3.07 Copyright 2000-2009 di SHARP CORPORATION. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione, l adattamento o la traduzione senza previa autorizzazione

Dettagli

Tutor System v 3.0 Guida all installazione ed all uso. Tutor System SVG. Guida all'installazione ed all uso

Tutor System v 3.0 Guida all installazione ed all uso. Tutor System SVG. Guida all'installazione ed all uso Tutor System SVG Guida all'installazione ed all uso Il contenuto di questa guida è copyright 2010 di SCM GROUP SPA. La guida può essere utilizzata solo al fine di supporto all'uso del software Tutor System

Dettagli

VADEMECUM TECNICO. Per PC con sistema operativo Windows XP Windows Vista - Windows 7

VADEMECUM TECNICO. Per PC con sistema operativo Windows XP Windows Vista - Windows 7 VADEMECUM TECNICO Per PC con sistema operativo Windows XP Windows Vista - Windows 7 1) per poter operare in Server Farm bisogna installare dal cd predisposizione ambiente server farm i due file: setup.exe

Dettagli

filrbox Guida all uso dell applicazione DESKTOP Pag. 1 di 27

filrbox Guida all uso dell applicazione DESKTOP Pag. 1 di 27 filrbox Guida all uso dell applicazione DESKTOP Pag. 1 di 27 Sommario Introduzione... 3 Download dell applicazione Desktop... 4 Scelta della versione da installare... 5 Installazione... 6 Installazione

Dettagli

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO 2 Uso del Computer e Gestione dei file ( Windows XP ) A cura di Mimmo Corrado MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 2 FINALITÁ Il Modulo 2, Uso del computer

Dettagli

Procedura Operativa - Configurazione Rete Wireless

Procedura Operativa - Configurazione Rete Wireless Gestione rete Informatica Della Università Cattolica del Sacro Cuore (Sede di Roma) Rif. rm-037/0412 Pagina 1 di 36 Informazioni relative al documento Data Elaborazione: 27/01/2012 Stato: esercizio Versione:

Dettagli

MANUALE PORTALE UTENTE IMPRENDITORE

MANUALE PORTALE UTENTE IMPRENDITORE MANUALE PORTALE UTENTE IMPRENDITORE Indice 1. REQUISITI MINIMI DI SISTEMA E CONTATTI PROGETTO RIGENER@... 3 2. IL PORTALE RIGENER@... 4 2.1 ACCESSO ALLE AREE PRIVATE... 7 2.1.1 Accesso al sito con Windows

Dettagli

Gestione delle informazioni necessarie all attività di validazione degli studi di settore. Trasmissione degli esempi da valutare.

Gestione delle informazioni necessarie all attività di validazione degli studi di settore. Trasmissione degli esempi da valutare. Gestione delle informazioni necessarie all attività di validazione degli studi di settore. Trasmissione degli esempi da valutare. E stato previsto l utilizzo di uno specifico prodotto informatico (denominato

Dettagli

Ubiquity getting started

Ubiquity getting started Introduzione Il documento descrive I passi fondamentali per il setup completo di una installazione Ubiquity Installazione dei componenti Creazione del dominio Associazione dei dispositivi al dominio Versione

Dettagli

Guida per l accesso alla rete dati Wireless Windows Vista

Guida per l accesso alla rete dati Wireless Windows Vista UNIVERSITÀ DI CATANIA Centro di Calcolo Facoltà di Ingegneria Viale Andrea Doria 6, 95125 Catania Tel. +39-95-738-2103 - Fax +39-95-738-2142 email: aromano@cdc.unict.it Guida per l accesso alla rete dati

Dettagli

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti.

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti. SH.MedicalStudio Presentazione SH.MedicalStudio è un software per la gestione degli studi medici. Consente di gestire un archivio Pazienti, con tutti i documenti necessari ad avere un quadro clinico completo

Dettagli

Figura 1 Figura 2. Figura 3

Figura 1 Figura 2. Figura 3 1 ATTENZIONE!!! per eseguire l aggiornamento alla nuova versione del software, e necessario leggere attentamente le istruzioni qui di seguito elencate: PREPARAZIONE ALL INSTALLAZIONE: Per poter iniziare

Dettagli

Guida all installazione e all utilizzo di VeriFile Data Reports

Guida all installazione e all utilizzo di VeriFile Data Reports Guida all installazione e all utilizzo di VeriFile Data Reports Lo strumento VeriFile Data Reports è disponibile sul sito di Kroll Ontrack all indirizzo: www.ontrackdatarecovery.it/supporto/ontrack-verifile/

Dettagli

progecad NLM Guida all uso Rel. 10.2

progecad NLM Guida all uso Rel. 10.2 progecad NLM Guida all uso Rel. 10.2 Indice Indice... 2 Introduzione... 3 Come Iniziare... 3 Installare progecad NLM Server... 3 Registrare progecad NLM Server... 3 Aggiungere e attivare le licenze...

Dettagli

Manuale di configurazione CONNECT GW

Manuale di configurazione CONNECT GW Modulo gateway FA00386-IT B A 2 10 Manuale di configurazione CONNECT GW INFORMAZIONI GENERALI Per connettere una o più automazioni al portale CAME Cloud o ad una rete locale dedicata e rendere possibile

Dettagli

WINDOWS XP. Aprire la finestra che contiene tutte le connessioni di rete in uno dei seguenti modi:

WINDOWS XP. Aprire la finestra che contiene tutte le connessioni di rete in uno dei seguenti modi: Introduzione: VPN (virtual Private Network) è una tecnologia informatica che permette, agli utenti autorizzati, di collegare i PC personali alla rete del nostro Ateneo, tramite la connessione modem o ADSL

Dettagli

FPf per Windows 3.1. Guida all uso

FPf per Windows 3.1. Guida all uso FPf per Windows 3.1 Guida all uso 3 Configurazione di una rete locale Versione 1.0 del 18/05/2004 Guida 03 ver 02.doc Pagina 1 Scenario di riferimento In figura è mostrata una possibile soluzione di rete

Dettagli

Printer Driver. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP.

Printer Driver. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. 4-153-310-42(1) Printer Driver Guida all installazione Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. Prima di usare questo software Prima di usare il driver

Dettagli

Guida alla procedura di inserimento materiale didattico sui minisiti degli insegnamenti

Guida alla procedura di inserimento materiale didattico sui minisiti degli insegnamenti Guida alla procedura di inserimento materiale didattico sui minisiti degli insegnamenti Inserimento materiale Rendere il materiale accessibile tramite inserimento di user e password (autenticazione) Impostazioni

Dettagli

Manuale di installazione e/o aggiornamento del client Citrix per la Rete Vendita

Manuale di installazione e/o aggiornamento del client Citrix per la Rete Vendita Manuale di installazione e/o aggiornamento del client Citrix per la Rete Vendita su Sistema Operativo Microsoft Windows 7 12 Marzo 2015 Versione 1.2 Il presente documento e' stato redatto in coerenza con

Dettagli

Corso BusinessObjects SUPERVISOR

Corso BusinessObjects SUPERVISOR Corso BusinessObjects SUPERVISOR Il modulo SUPERVISOR permette di: impostare e gestire un ambiente protetto per prodotti Business Objects distribuire le informazioni che tutti gli utenti dovranno condividere

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

1 SOMMARIO... 2 2 OPERAZIONE DI FIRMA DIGITALE... 2

1 SOMMARIO... 2 2 OPERAZIONE DI FIRMA DIGITALE... 2 1 Sommario Università di Pisa 1 SOMMARIO... 2 2 OPERAZIONE DI FIRMA DIGITALE... 2 2.1 POSSIBILI ERRORI IN FASE DI FIRMA... 6 2.1.1 Errore di inserimento della OTP... 6 2.1.2 Scadenza della OTP... 7 3 IMPOSTAZIONI

Dettagli

A4 Monocromatiche B/N AQUARIUS. FS-1041 (20ppm) FS-1061DN (25ppm) FS-1220MFP (20ppm) FS-1320MFP (20ppm) FS-1325 (25ppm)

A4 Monocromatiche B/N AQUARIUS. FS-1041 (20ppm) FS-1061DN (25ppm) FS-1220MFP (20ppm) FS-1320MFP (20ppm) FS-1325 (25ppm) A4 Monocromatiche B/N AQUARIUS FS-1041 (20ppm) FS-1061DN (25ppm) FS-1220MFP (20ppm) FS-1320MFP (20ppm) FS-1325 (25ppm) Installazione del software in Windows in ambito DHCP Per collegare la periferica a

Dettagli

Presentazione della pratica online

Presentazione della pratica online Presentazione della pratica online Dalla prima pagina del sito del comune http://www.comune.ficulle.tr.it/, selezionate Sportello Unico Attività Produttive ed Edilizia Selezionate ora ACCEDI nella schermata

Dettagli

EyesCloud. Il mini gestionale Cloud

EyesCloud. Il mini gestionale Cloud EyesCloud Il mini gestionale Cloud EyesCloud è rivolto al mercato dell ottica per fidelizzare, attraverso l uso della smart card, il proprio cliente, che può raccogliere punti, visualizzare i propri dati

Dettagli

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DEL SERVIZIO INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA V2.2

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DEL SERVIZIO INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA V2.2 GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DEL SERVIZIO INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA V2.2 PROCEDURA DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO INTERNET Sono di seguito riportate le istruzioni necessarie per l attivazione del servizio.

Dettagli

Guida all installazione di WinG 6

Guida all installazione di WinG 6 Guida all installazione di WinG 6 ATTENZIONE: Prima di inserire il CD nel lettore, assicurarsi d aver chiuso tutti i programmi WinG di versioni precedenti eventualmente aperti, compresa l AGENDA DEL PARROCO

Dettagli

5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO

5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO Capittol lo 5 File 5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO In Word è possibile creare documenti completamente nuovi oppure risparmiare tempo utilizzando autocomposizioni o modelli, che consentono di creare

Dettagli

Versione 2014. Installazione GSL. Copyright 2014 All Rights Reserved

Versione 2014. Installazione GSL. Copyright 2014 All Rights Reserved Versione 2014 Installazione GSL Copyright 2014 All Rights Reserved Indice Indice... 2 Installazione del programma... 3 Licenza d'uso del software... 3 Requisiti minimi postazione lavoro... 3 Requisiti

Dettagli

Medici Convenzionati

Medici Convenzionati Medici Convenzionati Manuale d'installazione completa del Software Versione 9.8 Manuale d installazione completa Pagina 1 di 22 INSTALLAZIONE SOFTWARE Dalla pagina del sito http://www.dlservice.it/convenzionati/homein.htm

Dettagli

Guida Utente Cos è aworkbook Cataloghi e sessioni Prodotti Assortimenti Risorse Presentazioni 11 Procedura d ordine

Guida Utente Cos è aworkbook Cataloghi e sessioni Prodotti Assortimenti Risorse Presentazioni 11 Procedura d ordine Guida Utente V.0 Cos è aworkbook Cataloghi e sessioni Prodotti Assortimenti 7 Risorse 0 Presentazioni Procedura d ordine Cos è aworkbook Prodotti Risorse Presentazione Assortimento aworkbook presenta al

Dettagli

PARAMETRI 2012 P.I. 2011. Guida all installazione

PARAMETRI 2012 P.I. 2011. Guida all installazione PARAMETRI 2012 P.I. 2011 Guida all installazione 1 INTRODUZIONE Il prodotto PARAMETRI 2012 consente di stimare i ricavi o compensi realizzabili da parte dei contribuenti esercenti attività d impresa o

Dettagli

GUIDA PER LA CONNESSIONE ALLA RETE WIRELESS E ALL USO DEL SERVIZIO BERGAMO Wi-Fi

GUIDA PER LA CONNESSIONE ALLA RETE WIRELESS E ALL USO DEL SERVIZIO BERGAMO Wi-Fi GUIDA PER LA CONNESSIONE ALLA RETE WIRELESS E ALL USO DEL SERVIZIO BERGAMO Wi-Fi Requisiti necessari per l utilizzo di Bergamo Wifi: - Computer/Tablet/Smartphone dotato di interfaccia wireless - Disporre

Dettagli

IL DATA BASE GESTIONALE Affiliazioni, Tesseramento ed Attività

IL DATA BASE GESTIONALE Affiliazioni, Tesseramento ed Attività IL DATA BASE GESTIONALE Affiliazioni, Tesseramento ed Attività 7 Presentazione Il Corpo Sociale è elemento fondante di un Associazione, al pari - se non maggiormente - dell atto costitutivo e dello statuto,

Dettagli

Impostazione manuale

Impostazione manuale Impostazione manuale Preparazione della rete WLAN > Occorre assicurarsi innanzitutto che la scheda WLAN o lo stick USB siano inseriti e che sul computer sia installato il driver attuale relativo. > Colleghi

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-88NE8321850 Data ultima modifica 22/04/2011 Prodotto Tutti Modulo Tutti Oggetto Installazione di una nuova istanza di Sql Server Express 2008 R2 Prerequisiti

Dettagli

Installazione di Xubuntu

Installazione di Xubuntu Installazione di Xubuntu Il Sistema Operativo contenuto nel DVD è una distribuzione personalizzata di Xubuntu: tutti i parametri principali sono già configurati, così come sono personalizzati la scrivania,

Dettagli

Installazione e caratteristiche generali 1

Installazione e caratteristiche generali 1 Installazione e caratteristiche generali 1 Introduzione SIGLA Ultimate e SIGLA Start Edition possono essere utilizzati solo se sono soddisfatti i seguenti prerequisiti: Microsoft.Net Framework 3.5 (consigliato

Dettagli

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi Capitolo Terzo Primi passi con Microsoft Access Sommario: 1. Aprire e chiudere Microsoft Access. - 2. Aprire un database esistente. - 3. La barra multifunzione di Microsoft Access 2007. - 4. Creare e salvare

Dettagli

Sharpdesk V3.3. Guida all installazione Versione 3.3.04

Sharpdesk V3.3. Guida all installazione Versione 3.3.04 Sharpdesk V3.3 Guida all installazione Versione 3.3.04 Copyright 2000-2009 di SHARP CORPORATION. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione, l adattamento o la traduzione senza previa autorizzazione

Dettagli

Non sono supportate reti peer to peer, è necessario avere un server dedicato.

Non sono supportate reti peer to peer, è necessario avere un server dedicato. Il software gestionale per le Piccole e Medie Imprese Requisisti hardware e software Sistema operativo Server: NT Server Windows 2000/2003 Server e superiori Novell 3.12 o superiori con supporto nomi lunghi

Dettagli

Istruzioni per il cambio della password della casella di posta

Istruzioni per il cambio della password della casella di posta Istruzioni per il cambio della password della casella di posta La password generata e fornita al cliente in fase di creazione della casella di posta è una password temporanea, il cliente è tenuto a modificarla.

Dettagli

ACO Archiviazione Elettronica e Conservazione sostitutiva

ACO Archiviazione Elettronica e Conservazione sostitutiva ACO Archiviazione Elettronica e Conservazione sostitutiva Dicembre 2010 INDICE A) PRODOTTI OGGETTO DELL AGGIORNAMENTO... 1 B) DISTINTA DI COMPOSIZIONE... 1 C) NOTE DI INSTALLAZIONE... 1 INSTALLAZIONE DELL

Dettagli

SIEMENS GIGASET S450 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP

SIEMENS GIGASET S450 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP SIEMENS GIGASET S450 IP GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP Gigaset S450 IP Guida alla configurazione EUTELIAVOIP Rev2-0 pag.2 INDICE SCOPO...3 TELEFONARE CON EUTELIAVOIP...3 CONNESSIONE DEL TELEFONO

Dettagli