CONDIZIONI COMPLEMENTARI PER L ASSICURAZIONE SULLA VITA VINCOLATA A PARTECIPAZIONI PAX-DIAMONDLIFE FINANZIATA CON PREMI PERIODICI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONDIZIONI COMPLEMENTARI PER L ASSICURAZIONE SULLA VITA VINCOLATA A PARTECIPAZIONI PAX-DIAMONDLIFE FINANZIATA CON PREMI PERIODICI"

Transcript

1 Edizione 2014 CONDIZIONI COMPLEMENTARI PER L ASSICURAZIONE SULLA VITA VINCOLATA A PARTECIPAZIONI PAX-DIAMONDLIFE FINANZIATA CON PREMI PERIODICI INDICE 1. Definizioni Emittente Prodotto strutturato Valore di mercato di un prodotto strutturato Valore di riscatto di un prodotto strutturato Avere delle parti Valore, risp. valore di riscatto dell avere delle parti Valore di riscatto 2 2. Basi di calcolo per i premi di rischio in caso di decesso 2 3. Funzionamento dell assicura-zione vincolata a partecipazioni Prezzi dei prodotti strutturati Costi tecnici assicurativi e premi di rischio Acquisto di diritti ai prodotti strutturati Protezione del capitale Date determinanti per la definizione delle prestazioni assicurative Diritti derivanti dai prodotti strutturati nei confronti della Pax Cambiamento dell investimento 3 4. Motivazione della pretesa Prestazioni in caso di vita Prestazioni in caso di decesso 3 5. Versamento delle prestazioni assicurative Esigibilità 3 6. Assicurazione di bambini 3 7. Limitazione della copertura assicurativa Suicidio 4 8. Conseguenze in caso di mora e rimborso dei premi Conseguenze in caso di mora Riattivazione di contratti trasformati o estinti Rimborso dei premi 4 9. Partecipazione alle eccedenze Eccedenza attuariale sul rischio e sui costi Impiego delle eccedenze attribuite Trasformazione e riscatto Presupposti Responsabilità della Pax Data determinante per il calcolo Calcolo del valore di riscatto Calcolo del valore di trasformazione 5 Pax, Società svizzera di assicurazione sulla vita SA EAY004I Pagina 1/5

2 1. Definizioni 1.1 Emittente L istituto finanziario che emette il prodotto strutturato. 1.2 Prodotto strutturato Un prodotto strutturato è composto dalla combinazione di un obbligazione dell emittente (zero coupon bond) a un valore nominale e un investimento con effetto leva operato dall emittente in un valore di base (conto d investimento). I prodotti strutturati non sono quotati in borsa. 1.3 Valore di mercato di un prodotto strutturato Il valore di mercato di un prodotto strutturato è dato dal valore attuale delle seguenti componenti: il valore nominale dell obbligazione, un reddito da interessi garantito (secondo l emissione), un eventuale aumento supplementare del livello di protezione del capitale operato dall emittente il valore del conto d investimento. Il calcolo del valore attuale è effettuato con la curva degli interessi dell emittente valida al momento della valutazione. Può essere richiesto all emittente in qualsiasi momento. 1.4 Valore di riscatto di un prodotto strutturato Il valore di riscatto di un prodotto strutturato corrisponde al valore di mercato dedotto un percento del valore nominale. Alla scadenza di un prodotto strutturato questa deduzione decade. 1.5 Avere delle parti L insieme dei diritti a parti dei prodotti strutturati, acquisiti dai premi di risparmio netto per l assicurazione. 1.6 Valore, risp. valore di riscatto dell avere delle parti Il valore, risp. il valore di riscatto delle parti acquisite o di una parte di esse si calcola in qualsiasi momento moltiplicando i valori di mercato, risp. i valori di riscatto dei prodotti strutturati in esame per il numero delle parti. 1.7 Valore di riscatto L importo che viene rimborsato dalla Pax in caso di risoluzione anticipata dell assicurazione. 2. Basi di calcolo per i premi di rischio in caso di decesso 3. Funzionamento dell assicurazione vincolata a partecipazioni L assicurazione sulla vita vincolata a partecipazioni Pax- DiamondLife è un assicurazione di capitale, per la quale sono esigibili prestazioni della Pax sia in caso di decesso che in caso di vita dell assicurato. Le prestazioni sono legate all evoluzione del valore dei prodotti strutturati, ma la prestazione in caso di decesso non può essere inferiore all importo minimo indicato nella polizza. Se la persona assicurata è ancora in vita alla scadenza del contratto, viene pagato il valore dell avere delle parti. Il valore delle parti corrisponde alla prestazione dell emittente alla scadenza dei prodotti strutturati. I prodotti strutturati non sono investimenti collettivi ai sensi della legge svizzera sugli investimenti collettivi (LICol). Essi non sono soggetti né all obbligo di approvazione, né alla sorveglianza della FINMA e gli investitori non godono della protezione specifica assicurata dalla LICol. 3.1 Prezzi dei prodotti strutturati Per ogni giorno di contrattazione l emittente calcola i prezzi d emissione dei prodotti strutturati e Pax li acquista a questi prezzi. Per ogni giorno di contrattazione l emittente calcola i valori di riscatto dei prodotti strutturati. 3.2 Costi tecnici assicurativi e premi di rischio Dai premi sono dedotte annualmente le quote di premio per la copertura del rischio di decesso e per eventuali assicurazioni complementari nonché i supplementi di prezzo per la stipulazione e la gestione. L importo rimanente viene definito premio di risparmio netto. 3.3 Acquisto di diritti ai prodotti strutturati Con i premi di risparmio netto, risp. con le relative rate semestrali, trimestrali o mensili, si acquistano i diritti a un numero di parti dei prodotti strutturati. Il numero di diritti sulle parti acquistato per ciascun prodotto strutturato è determinato dividendo l importo a disposizione a tal scopo per il prezzo di emissione, arrotondando le frazioni a 5 decimali. Il premio di risparmio netto dell ultimo anno di assicurazione può essere investito per intero o parzialmente in un altro investimento per il mantenimento del valore. Le basi di calcolo sono il tasso d interesse tecnico dell 1.25% e le tavole di mortalità EKMF0110 R/NR_85 SVV/Pax. Pax, Società svizzera di assicurazione sulla vita SA EAY004I Pagina 2/5

3 3.4 Protezione del capitale L emittente accorda una protezione del capitale per gli importi investiti nei prodotti strutturati, cioè assicura il rimborso almeno di questi importi alla scadenza dei prodotti strutturati o dell assicurazione. Pax non assume nessuna garanzia per questo rimborso. Gli impegni derivanti dai prodotti strutturati rappresentano solamente impegni diretti, incondizionati e non assicurati dall emittente. Un eventuale insolvenza dell emittente può portare alla perdita totale del valore dei prodotti strutturati e quindi dell avere delle parti oppure a un pagamento solo parziale. 3.5 Date determinanti per la definizione delle prestazioni assicurative Come date determinanti per la definizione delle prestazioni assicurative in caso di vita vigono i termini indicati nella polizza. In caso di decesso la data determinante per la determinazione del valore delle parti acquisite è il quinto giorno lavorativo successivo alla ricezione di tutti i documenti necessari per la motivazione della pretesa. 3.6 Diritti derivanti dai prodotti strutturati nei confronti della Pax I diritti del contraente nei confronti della Pax risultati dai prodotti strutturati non si estendono in nessun caso oltre i relativi diritti della Pax nei confronti dell emittente. In particolare Pax può rinviare il versamento del valore delle parti acquisite, se l emittente, da parte sua, rinvia il versamento. 3.7 Cambiamento dell investimento L emittente ha la possibilità di disdire ciascun prodotto strutturato in essere quando sono decorsi 10 anni. Se si avvale di questo diritto, l emittente è tenuta a pagare almeno il valore nominale dei prodotti strutturati emessi. Se i prodotti strutturati non dovessero essere più disponibili, in seguito al diritto di disdetta dell emittente o per un altra ragione, Pax è autorizzata, in assenza di istruzioni diverse del contraente, a investire automaticamente il pagamento ricevuto dall emittente nonché i futuri pagamenti del premio in un fondo per il mantenimento del valore (fondo monetario in franchi svizzeri). 4. Motivazione della pretesa 4.1 Prestazioni in caso di vita Alla Pax devono essere inoltrati i seguenti documenti: un certificato di vita della persona assicurata un certificato attestante la data di nascita la polizza. 4.2 Prestazioni in caso di decesso Il decesso della persona assicurata deve essere comunicato immediatamente alla Pax indicandone le cause. Si devono inoltre allegare i seguenti documenti: un atto di morte ufficiale i certificati medici sulle cause e sulle circostanze particolari del decesso la polizza. Pax può richiedere ulteriori informazioni sullo stato di salute e sulle cause e circostanze del decesso della persona assicurata presso i medici e presso altre persone e istituzioni oppure raccoglierle personalmente. Le spese sono a carico dell avente diritto. 5. Versamento delle prestazioni assicurative 5.1 Esigibilità Le prestazioni contrattuali della Pax sono esigibili decorse quattro settimane dal momento in cui le sono pervenuti tutti i documenti necessari per la motivazione della pretesa. 6. Assicurazione di bambini Se un bambino assicurato muore prima d aver compiuto i 2 anni e sei mesi d età, la prestazione della Pax è limitata al valore dell avere delle parti, ma al massimo a CHF Se un bambino assicurato muore prima di avere compiuto il 12 anno d età, la prestazione della Pax è limitata al massimo a CHF dall insieme di tutte le assicurazioni esistenti presso Pax. Se la somma dei premi, più un interesse del 5.00%, versati per il bambino è superiore al capitale massimo in caso di decesso di cui ai paragrafi soprastanti, viene rimborsata la somma dei premi compresi gli interessi. Dopo il compimento del 12 anno di età sussiste una copertura assicurativa pari all importo del capitale concordato in caso di decesso. Pax, Società svizzera di assicurazione sulla vita SA EAY004I Pagina 3/5

4 7. Limitazione della copertura assicurativa 7.1 Suicidio In caso di suicidio Pax paga illimitatamente quelle prestazioni concordate in caso di decesso, che al momento del decesso erano assicurate ininterrottamente per 3 anni. Per le altre prestazioni in caso di decesso Pax paga il valore dell avere delle parti. 8. Conseguenze in caso di mora e rimborso dei premi 8.1 Conseguenze in caso di mora In caso di mora l assicurazione viene trasformata in un assicurazione esonerata dal pagamento dei premi, se esistono i presupposti. Altrimenti l assicurazione si estingue, mentre viene rimborsato un eventuale valore di riscatto. Pax mantiene in ogni caso il diritto ai premi interi del primo anno assicurativo. 8.2 Riattivazione di contratti trasformati o estinti Se un assicurazione è stata trasformata o si è estinta a causa di mora, può essere riattivata entro sei mesi dalla scadenza del primo premio non pagato, pagando tutti gli arretrati e rimborsando un eventuale valore di riscatto. Il calcolo delle parti acquisite avviene il primo del mese successivo al pagamento degli arretrati o del valore del riscatto. Con la vendita e il nuovo acquisto interinali di parti dei prodotti strutturati l entità della protezione del capitale può modificarsi. Alla scadenza di questo termine una riattivazione è possibile soltanto con il consenso della Pax e alle condizioni da essa stabilite. Pax non risponde o risponde solo nel quadro di prestazioni ridotte, per sinistri che si sono verificati nel periodo compreso tra la trasformazione rispettivamente l estinzione dell assicurazione e la riattivazione. 8.3 Rimborso dei premi Le quote di premio pagate oltre la data di estinzione per la copertura del rischio di decesso e dei costi vengono rimborsate. 9. Partecipazione alle eccedenze 9.1 Eccedenza attuariale sul rischio e sui costi Alle quote dei premi per i rischi e i costi sono attribuite eccedenze sul rischio e sui costi a seconda dell attuale ammontare di tali quote dei premi, ad eccezione del supplemento per costi fissi. La prima attribuzione avviene alla fine del primo anno d assicurazione. Le ulteriori attribuzioni hanno luogo alla fine di ogni successivo periodo d assicurazione. 9.2 Impiego delle eccedenze attribuite Le attribuzioni d eccedenze vengono utilizzate per l acquisto di diritti alle parti di un fondo stabilito dalla Pax (accredito di fondi). Il loro valore si calcola in qualsiasi momento moltiplicando il prezzo di riscatto interno per il corrispondente numero di parti. Viene pagato alla regolare cessazione del contratto d assicurazione (cioè in caso di decesso, disdetta o scadenza). 10. Trasformazione e riscatto 10.1 Presupposti Se i premi sono stati pagati per tre anni oppure per un decimo del periodo di pagamento dei premi, il contraente può richiedere che l assicurazione venga trasformata interamente o in parte in un assicurazione esonerata dal pagamento dei premi con prestazioni ridotte oppure che venga riscattata interamente o in parte dalla Pax. La richiesta deve essere fatta per iscritto. Se il valore di riscatto è inferiore a CHF , Pax riscatta l assicurazione. In questo caso essa effettua la trasformazione solo dietro esplicita richiesta del contraente Responsabilità della Pax In caso di trasformazione Pax risponde soltanto nella misura delle prestazioni assicurative ridotte a partire dal primo giorno del mese successivo all inoltro della richiesta presso Pax o alla scadenza del termine di pagamento dei premi. In caso di riscatto la responsabilità della Pax si estingue l ultimo giorno del mese in cui le perviene la richiesta Data determinante per il calcolo La data determinante per il calcolo del valore di trasformazione o di riscatto è il primo giorno di contrattazione del mese successivo alla ricezione della richiesta presso Pax o alla scadenza del termine di pagamento dei premi. Pax, Società svizzera di assicurazione sulla vita SA EAY004I Pagina 4/5

5 10.4 Calcolo del valore di riscatto Il valore di riscatto corrisponde al valore di riscatto dell avere delle parti, detratto il valore attuale delle spese di conclusione non ancora ammortizzate. Esso ammonta almeno a 2/3 del valore dell avere delle parti. L ammortamento delle spese di conclusione avviene per tutta la durata dell assicurazione e ammonta annualmente al 5.00% del premio annuo. Eventuali premi arretrati vengono dedotti dal valore di riscatto Calcolo del valore di trasformazione Il valore di riscatto viene utilizzato per il finanziamento di una nuova assicurazione con caratteristiche di prestazione paragonabili, ma con prestazioni ridotte. Sono addebitati una tantum e per l intera restante durata le quote di premio per la copertura del rischio di decesso nonché le spese per la gestione dell assicurazione. Pax Tel (0) Aeschenplatz 13 Fax +41. (0) CH-4002 Basel Pax, Società svizzera di assicurazione sulla vita SA EAY004I Pagina 5/5

CONDIZIONI COMPLEMENTARI PER LE ASSICURAZIONI SULLA VITA AGGANCIATE A PARTI DI FONDI

CONDIZIONI COMPLEMENTARI PER LE ASSICURAZIONI SULLA VITA AGGANCIATE A PARTI DI FONDI Editionen 2014 CONDIZIONI COMPLEMENTARI PER LE ASSICURAZIONI SULLA VITA AGGANCIATE A PARTI DI FONDI INDICE 1. Definizioni 2 1.1 Parti acquisite 2 1.2 Riserva matematica 2 1.3 Valore di riscatto 2 1.4 Valori

Dettagli

CONDIZIONI COMPLEMENTARI PER LE RENDITE VITALIZIE DIFFERITE

CONDIZIONI COMPLEMENTARI PER LE RENDITE VITALIZIE DIFFERITE Edizione 2014 CONDIZIONI COMPLEMENTARI PER LE RENDITE VITALIZIE DIFFERITE INDICE 1. Definizioni 2 1.1 Periodo di rendita 2 1.2 Riserva matematica di inventario 2 1.3 Riserva matematica sufficiente 2 1.4

Dettagli

Condizioni generali per l assicurazione individuale sulla vita

Condizioni generali per l assicurazione individuale sulla vita Condizioni generali per l assicurazione individuale sulla vita (Edizione 2007 - EEL005I5) Indice 1 Basi del contratto 2 Obbligo d avviso 2.1 Conseguenze dovute alla reticenza 3 Diritto di revoca 4 Inizio

Dettagli

Data ultimo aggiornamento: 07/2014

Data ultimo aggiornamento: 07/2014 TECNICA DESCRIZIONE POLIZZA CONTRATTUALE LIMITI ASSUNTIVI E PERIODI DI CDARENZA ESCLUSIONI Assicurazione a termine fisso a capitale rivalutabile a premio annuo costante. È un prodotto rivolto ad una clientela

Dettagli

Ordinanza sull assicurazione diretta sulla vita

Ordinanza sull assicurazione diretta sulla vita Ordinanza sull assicurazione diretta sulla vita (Ordinanza sull assicurazione vita, OAssV) Modifica del 26 novembre 2003 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza del 29 novembre 1993 1 sull

Dettagli

UD7 I prestiti garantiti

UD7 I prestiti garantiti UD7 UD7 I prestiti garantiti La cessione del quinto e la polizza obbligatoria La struttura: una polizza obbligatoria con caratteristiche fissate dalla legge; prestazioni: morte o perdita di impiego del

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO

SCHEDA INFORMATIVA CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO CHE COS È LA La Cessione del Quinto dello Stipendio è una particolare forma di prestito personale che viene rimborsata dal soggetto finanziato (Cliente) mediante la cessione pro solvendo alla Banca di

Dettagli

MODELLO STANDARD CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE

MODELLO STANDARD CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. Identità e contatti del finanziatore/ intermediario del credito Finanziatore Mandataria Telefono Email Fax Sito web Conafi Prestitò S.p.A. Via

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO

SCHEDA INFORMATIVA CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO CHE COS È LA La Cessione del Quinto dello Stipendio è una particolare forma di prestito personale che viene rimborsata dal soggetto finanziato (Cliente) mediante la cessione pro solvendo alla Banca di

Dettagli

FONDO PENSIONE QUADRI E CAPI FIAT DOCUMENTO SULL EROGAZIONE DELLE RENDITE

FONDO PENSIONE QUADRI E CAPI FIAT DOCUMENTO SULL EROGAZIONE DELLE RENDITE FONDO PENSIONE QUADRI E CAPI FIAT DOCUMENTO SULL EROGAZIONE DELLE RENDITE Premessa Il Fondo Pensione Quadri e Capi Fiat ha stipulato in data 15/11/2005 con la società GENERALI VITA S.p.A. (di seguito indicata

Dettagli

Condizioni generali di assicurazione (CGA) per le assicurazioni vita collettive al di fuori della previdenza professionale

Condizioni generali di assicurazione (CGA) per le assicurazioni vita collettive al di fuori della previdenza professionale Condizioni generali di assicurazione (CGA) per le assicurazioni vita collettive al di fuori della previdenza professionale (ramo assicurativo A3.4 secondo l allegato 1 dell Ordinanza sulla sorveglianza,

Dettagli

Ordinanza sull assicurazione diretta sulla vita

Ordinanza sull assicurazione diretta sulla vita Ordinanza sull assicurazione diretta sulla vita (Ordinanza sull assicurazione vita, OAssV) Modifica del 24 marzo 2004 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza sull assicurazione vita del 29

Dettagli

SCHEDA TECNICA SETTE MASSIMA CLIENT LUGLIO 2013

SCHEDA TECNICA SETTE MASSIMA CLIENT LUGLIO 2013 TARIFFA 7S09C - Assicurazione di capitale differito con controassicurazione a premio annuo rivalutabile con facoltà di versare premi unici aggiuntivi, con rivalutazione annua del capitale collegate alla

Dettagli

Condizioni generali d assicurazione applicabili alle assicurazioni di rischio per i destinatari della cassa pensioni FFS Edizione 09/2014

Condizioni generali d assicurazione applicabili alle assicurazioni di rischio per i destinatari della cassa pensioni FFS Edizione 09/2014 Condizioni generali d assicurazione applicabili alle assicurazioni di rischio per i destinatari della cassa pensioni FFS Edizione 09/2014 (Capitale di invalidità, capitale in caso di decesso) Sommario

Dettagli

Promozione della proprietà di abitazione e previdenza professionale. Edizione 2013 Consigli e suggerimenti

Promozione della proprietà di abitazione e previdenza professionale. Edizione 2013 Consigli e suggerimenti Promozione della proprietà di abitazione e previdenza professionale Edizione 2013 Consigli e suggerimenti 2 Promozione della proprietà di abitazione e previdenza professionale Informazioni generali Informazioni

Dettagli

CONDIZIONI CONTRATTUALI

CONDIZIONI CONTRATTUALI CONDIZIONI CONTRATTUALI Contratto di capitalizzazione a premio unico e premi integrativi, con rivalutazione annuale del capitale assicurato (tariffa n 357) PARTE I - OGGETTO DEL CONTRATTO Articolo 1 -

Dettagli

1.1 Generalità 1. 1.2 Basi dell assicurazione 1. 2.1 Cerchia di persone 1. 2.2 Anno assicurativo 1

1.1 Generalità 1. 1.2 Basi dell assicurazione 1. 2.1 Cerchia di persone 1. 2.2 Anno assicurativo 1 Condizioni generali d assicurazione applicabili all assicurazione complementare di rischio per i destinatari della Cassa pensioni Swatch Group (previdenza individuale libera 3b) Edizione 01/2015 Sommario

Dettagli

2 pilastro, LPP Previdenza professionale

2 pilastro, LPP Previdenza professionale 2 pilastro, LPP Previdenza professionale La previdenza professionale è parte integrante del secondo pilastro e serve a mantenere il tenore di vita abituale. 1. Contesto In Svizzera la previdenza per la

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO. Isin IT0004233943

CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO. Isin IT0004233943 BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO BANCA DI CESENA 01/06/07-01/06/10 - TF

Dettagli

SCHEDA TECNICA - AsSìpro 1 (Tariffa 6G07BG-6G0750)

SCHEDA TECNICA - AsSìpro 1 (Tariffa 6G07BG-6G0750) SCHEDA TECNICA - AsSìpro 1 (Tariffa 6G07BG-6G0750) TIPOLOGIA TARIFFARIA AsSìpro 1 è un assicurazione temporanea di gruppo per il caso di morte costituita dalle seguenti tariffe: a) La tariffa 6G07BG; b)

Dettagli

Questionario somme di assicurazione elevate Complemento alla proposta

Questionario somme di assicurazione elevate Complemento alla proposta Pax Aeschenplatz 13, 4002 Basilea Questionario somme di assicurazione elevate Complemento alla proposta 1. Proponente/contraente Nome Proposta del N proposta 2. Informazioni relative all attività professionale

Dettagli

CIRCOLARE N. 8/E. Roma, 01 aprile 2016

CIRCOLARE N. 8/E. Roma, 01 aprile 2016 CIRCOLARE N. 8/E Direzione Centrale Normativa Roma, 01 aprile 2016 OGGETTO: Problematiche relative alla tassazione di capitali percepiti in caso di morte in dipendenza di contratti di assicurazione vita

Dettagli

Scheda sintetica. Le caratteristiche del prodotto. euresa-life. L investimento finanziario. Scheda sintetica

Scheda sintetica. Le caratteristiche del prodotto. euresa-life. L investimento finanziario. Scheda sintetica Scheda sintetica Scheda sintetica Scheda sintetica relativa a Global Allocation, prodotto finanziario-assicurativo di tipo Unit-Linked offerto da Euresa-life appartenente al gruppo P&V. Data di deposito

Dettagli

Il presente documento pubblicizza le condizioni applicabili alla generalità dei Clienti Consumatori

Il presente documento pubblicizza le condizioni applicabili alla generalità dei Clienti Consumatori Il presente documento pubblicizza le condizioni applicabili alla generalità dei Clienti Consumatori INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono:

Dettagli

Il vostro attestato di previdenza spiegato in modo semplice. Previdenza professionale della Fondazione colle va Vita e della Zurich Assicurazioni

Il vostro attestato di previdenza spiegato in modo semplice. Previdenza professionale della Fondazione colle va Vita e della Zurich Assicurazioni Il vostro attestato di previdenza spiegato in modo semplice Previdenza professionale della Fondazione colle va Vita e della Zurich Assicurazioni Il vostro attestato di previdenza A prima vista, il vostro

Dettagli

partecipazione al rendimento trasparente

partecipazione al rendimento trasparente Realizzate il vostro obiettivo di risparmio a colpo sicuro. Assicurazione risparmio con partecipazione al rendimento trasparente Desiderate costituire un capitale di risparmio importante, per finanziare

Dettagli

Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità giornaliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sul contratto d assicurazione (CAA/LCA)

Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità giornaliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sul contratto d assicurazione (CAA/LCA) Condizioni aggiuntive per l assicurazione indennità giornaliera (B, BI, C, CI) ai sensi della legge sul contratto d assicurazione (CAA/LCA) Edizione 1.7.2005 www.egk.ch Condizioni aggiuntive per l assicurazione

Dettagli

Informazioni europee di base relative al credito ai consumatori

Informazioni europee di base relative al credito ai consumatori Informazioni europee di base relative al credito ai consumatori PRESTITO PERSONALE A TASSO FISSO 1. Identità e contatti del creditore / intermediario del credito Finanziatore Indirizzo Telefono 0761/248207

Dettagli

Comunicato Stampa ASSIMOCO VITA LANCIA ALTO VALORE LA NUOVA POLIZZA A PREMIO UNICO RICORRENTE

Comunicato Stampa ASSIMOCO VITA LANCIA ALTO VALORE LA NUOVA POLIZZA A PREMIO UNICO RICORRENTE Comunicato Stampa ASSIMOCO VITA LANCIA ALTO VALORE LA NUOVA POLIZZA A PREMIO UNICO RICORRENTE Segrate, 18 gennaio 2005 Alto Valore è la nuova polizza di Assimoco Vita che consente di realizzare un piano

Dettagli

Promemoria relativo alla polizza di previdenza vincolata (pilastro 3a), valido a partire dal 1 gennaio 2008

Promemoria relativo alla polizza di previdenza vincolata (pilastro 3a), valido a partire dal 1 gennaio 2008 Promemoria relativo alla polizza di previdenza vincolata (pilastro 3a), valido a partire dal 1 gennaio 2008 1. Ordinamento dei beneficiari I contratti del pilastro 3a devono comprendere obbligatoriamente

Dettagli

1. I Tassi di interesse. Stefano Di Colli

1. I Tassi di interesse. Stefano Di Colli 1. I Tassi di interesse Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Strumenti (in generale) Un titolo rappresenta un diritto sui redditi futuri dell emittente o sulle sue attività Un

Dettagli

Informazioni per i clienti e Condizioni generali d assicurazione (CGA) Assicurazione cauzione d affitto per abitazioni private

Informazioni per i clienti e Condizioni generali d assicurazione (CGA) Assicurazione cauzione d affitto per abitazioni private Informazioni per i clienti e (CGA) Assicurazione cauzione d affitto per abitazioni private Edizione 01.2011 Informazioni per i clienti Informazioni per i clienti Ciò che dovrebbe sapere sulla sua assicurazione

Dettagli

PRESTITO PERSONALE Il presente documento non è personalizzato ed ha la funzione di render note le condizioni dell offerta alla potenziale Clientela

PRESTITO PERSONALE Il presente documento non è personalizzato ed ha la funzione di render note le condizioni dell offerta alla potenziale Clientela PRESTITO PERSONALE Il presente documento non è personalizzato ed ha la funzione di render note le condizioni dell offerta alla potenziale Clientela 1. IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE/INTERMEDIARIO

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO Protezione Mutuo New

SCHEDA PRODOTTO Protezione Mutuo New SCHEDA PRODOTTO Protezione Mutuo New NOME PRODOTTO PROTEZIONE MUTUI - New Revisione prodotto come da Lettera Ivass-Banca d Italia del 26/08/2015: Polizze abbinate a finanziamenti (PPI Payment Protection

Dettagli

Cassa pensione della Società svizzera di Farmacia. Aggiunta 3 al Regolamento 2005. In vigore dal 1 luglio 2007

Cassa pensione della Società svizzera di Farmacia. Aggiunta 3 al Regolamento 2005. In vigore dal 1 luglio 2007 Cassa pensione della Società svizzera di Farmacia Aggiunta 3 al Regolamento 2005 In vigore dal 1 luglio 2007 1 Preambolo 1. A seguito della decisione del 3 maggio 2007, il Consiglio di fondazione della

Dettagli

Ordinanza sull assicurazione diretta diversa dall assicurazione sulla vita

Ordinanza sull assicurazione diretta diversa dall assicurazione sulla vita Ordinanza sull assicurazione diretta diversa dall assicurazione sulla vita (Ordinanza sull assicurazione contro i danni, OADa) Modifica del 26 novembre 2003 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza

Dettagli

ANNUNCIO PUBBLICITARIO PRESTITO PERSONALE PENSIONIAMO

ANNUNCIO PUBBLICITARIO PRESTITO PERSONALE PENSIONIAMO Il presente documento pubblicizza le condizioni applicabili alla generalità dei Clienti Consumatori INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono:

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Chirografario per il Credito al Consumo, finalizzato. VIA LIBERA acquisto beni per disabilità

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Chirografario per il Credito al Consumo, finalizzato. VIA LIBERA acquisto beni per disabilità 1. Identità e contatti della Banca Finanziatore Indirizzo BCC DI ROMA VIA SARDEGNA, 129 00187 - ROMA (RM) Telefono 06/5286 1 Email info@roma.bcc.it Fax 06/52863305 Sito web www.bccroma.it 2. Caratteristiche

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Chirografario per il Credito al Consumo finalizzato. VIA LIBERA abbattimento barriere

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Chirografario per il Credito al Consumo finalizzato. VIA LIBERA abbattimento barriere 1. Identità e contatti della Banca Finanziatore Indirizzo BCC DI ROMA VIA SARDEGNA, 129 00187 - ROMA (RM) Telefono 06/5286 1 Email info@roma.bcc.it Fax 06/52863305 Sito web www.bccroma.it 2. Caratteristiche

Dettagli

OGGETTO: Il contratto di assicurazione sulla vita connesso alle erogazioni di mutui immobiliari e al credito al consumo

OGGETTO: Il contratto di assicurazione sulla vita connesso alle erogazioni di mutui immobiliari e al credito al consumo Informativa per la clientela di studio N. 81 del 23.05.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Il contratto di assicurazione sulla vita connesso alle erogazioni di mutui immobiliari e al credito al

Dettagli

Soluzioni del Capitolo 5

Soluzioni del Capitolo 5 Soluzioni del Capitolo 5 5. Tizio contrae un prestito di 5.000 al cui rimborso provvede mediante il pagamento di cinque rate annue; le prime quattro rate sono ciascuna di importo.00. Determinare l importo

Dettagli

ANNUNCIO PUBBLICITARIO PRESTITO PERSONALE SOLE INCASA

ANNUNCIO PUBBLICITARIO PRESTITO PERSONALE SOLE INCASA Il presente documento pubblicizza le condizioni applicabili alla generalità dei Clienti Consumatori INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono:

Dettagli

I TITOLI DI STATO. Modalità di collocamento

I TITOLI DI STATO. Modalità di collocamento I TITOLI DI STATO I Titoli di Stato sono strumenti di debito utilizzati dallo Stato Italiano per finanziare le proprie esigenze finanziarie. Il Ministero dell Economia e delle Finanze ha previsto di effettuare

Dettagli

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Prestito Personale AVVERA

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Prestito Personale AVVERA IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE INFORMAZIONI PUBBLICITARIE Prestito Personale AVVERA Finanziatore Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi e/o registri Iscritta all Albo delle Banche (n.5350) e all

Dettagli

TUTTI I MUTUI DI CHEBANCA! Condizioni valide al 1 gennaio 2011

TUTTI I MUTUI DI CHEBANCA! Condizioni valide al 1 gennaio 2011 TUTTI I MUTUI DI CHEBANCA! valide al 1 gennaio 2011 Questo documento, predisposto ai sensi delle disposizioni di trasparenza di Banca d Italia, elenca tutti i prodotti di mutuo offerti da CheBanca! 1.

Dettagli

Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di. Economia. I flussi monetari generati dalle gestioni assicurative

Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di. Economia. I flussi monetari generati dalle gestioni assicurative Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi I flussi monetari generati dalle gestioni assicurative 1 Le passività della compagnia di assicurazione La

Dettagli

Leasing secondo lo IAS 17

Leasing secondo lo IAS 17 Leasing secondo lo IAS 17 Leasing: Ias 17 Lo Ias 17 prevede modalità diverse di rappresentazione contabile a seconda si tratti di leasing finanziario o di leasing operativo. Il leasing è un contratto per

Dettagli

Regolamento sulla liquidazione parziale delle casse di previdenza della Fondazione collettiva Trigona per la previdenza professionale

Regolamento sulla liquidazione parziale delle casse di previdenza della Fondazione collettiva Trigona per la previdenza professionale Regolamento sulla liquidazione parziale delle casse di previdenza della Fondazione collettiva Trigona per la previdenza professionale (Edizione dicembre 2009) La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Regolamento

Dettagli

Prestito Obbligazionario Banca di Imola SpA 185^ Emissione 02/04/2007-02/04/2010 TV% Media Mensile (Codice ISIN IT0004219223)

Prestito Obbligazionario Banca di Imola SpA 185^ Emissione 02/04/2007-02/04/2010 TV% Media Mensile (Codice ISIN IT0004219223) MODELLO DI CONDIZIONI DEFINITIVE relative alla Nota Informativa sul Programma di Offerta di Prestiti Obbligazionari denominati Obbligazioni Banca di Imola SPA a Tasso Variabile Media Mensile Il seguente

Dettagli

PIANO DI PREVIDENZA F10

PIANO DI PREVIDENZA F10 REGOLAMENTO 1 a PARTE PIANO DI PREVIDENZA F10 A partire dal 1 gennaio 2012, per tutte le persone assicurate nel piano di previdenza F10 entra in vigore l ordinamento per la previdenza professionale ai

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 7 II) SCRITTURE DI GESTIONE F) OTTENIMENTO CAPITALE DI TERZI 20 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 F. Scritture relative all

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore-contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

DOCUMENTO SULL EROGAZIONE DELLE RENDITE

DOCUMENTO SULL EROGAZIONE DELLE RENDITE DOCUMENTO SULL EROGAZIONE DELLE RENDITE Il presente documento integra il contenuto della Nota Informativa relativa al Fondo Pensione Fondo Pensione Gruppo Cariparma Crédit Agricole. Il Fondo Pensione Gruppo

Dettagli

LA TASSAZIONE SUGLI INVESTIMENTI

LA TASSAZIONE SUGLI INVESTIMENTI LA TASSAZIONE SUGLI INVESTIMENTI Un breve riepilogo su cosa è cambiato e su cosa sta per cambiare per i prodotti assicurativi Ante riforma Come noto, dal primo gennaio 2012 sono state introdotte nuove

Dettagli

2.08 Stato al 1 gennaio 2011

2.08 Stato al 1 gennaio 2011 2.08 Stato al 1 gennaio 2011 Contributi all assicurazione contro la disoccupazione L assicurazione contro la disoccupazione è obbligatoria 1 Come l assicurazione per la vecchiaia e i superstiti (AVS),

Dettagli

Assicurazione cauzione affitto

Assicurazione cauzione affitto Edizione 01/2015 Assicurazione cauzione affitto Informazioni per la clientela ai sensi della LCA e condizioni generali d assicurazione (CGA) Basta una telefonata! Siamo a vostra disposizione. Help Point

Dettagli

POPOLARE VITA RISPARMIO SERENO RAMO I - VITA INTERA A PREMI RICORRENTI

POPOLARE VITA RISPARMIO SERENO RAMO I - VITA INTERA A PREMI RICORRENTI POPOLARE VITA RISPARMIO SERENO RAMO I - VITA INTERA A PREMI RICORRENTI INFORMAZIONI GENERALI NOME PRODOTTO POPOLARE VITA RISPARMIO SERENO TIPOLOGIA PRODOTTO Assicurazione per il caso di morte a vita intera

Dettagli

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE Edmondo De Amicis Via C. Parenzo 16 ROVIGO Tel. 0425-21240 Fax 0425-422820 E-mail segreteria@itcrovigo.it Web www.itcrovigo.it C.F. 93028770290 C.M. ROIS008009

Dettagli

Informazioni precontrattuali

Informazioni precontrattuali Allianz Suisse Società di Assicurazioni sulla Vita SA Informazioni precontrattuali Gentile cliente, La ringraziamo per l interesse dimostrato per le nostre assicurazioni sulla vita. Prima di procedere

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO (ed. Dicembre 2008) PRESTITI A LAVORATORI DIPENDENTI CON RIMBORSO MEDIANTE TRATTENUTA SULLO STIPENDIO

SCHEDA PRODOTTO (ed. Dicembre 2008) PRESTITI A LAVORATORI DIPENDENTI CON RIMBORSO MEDIANTE TRATTENUTA SULLO STIPENDIO SCHEDA PRODOTTO (ed. Dicembre 2008) PRESTITI A LAVORATORI DIPENDENTI CON RIMBORSO MEDIANTE TRATTENUTA SULLO STIPENDIO Contraente: CONSEL S.p.A., quale Istituto mutuante. Assicuratore: l Impresa di Assicurazioni

Dettagli

Ordinanza dell Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari sulla sorveglianza delle imprese di assicurazione private

Ordinanza dell Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari sulla sorveglianza delle imprese di assicurazione private Ordinanza dell Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari sulla sorveglianza delle imprese di assicurazione private (Ordinanza FINMA sulla sorveglianza delle assicurazioni, OS-FINMA) Modifica

Dettagli

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS parte III

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS parte III Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS parte III Marika Arena - Economia e Organizzazione Aziendale - A.A. 2009/2010 1 Il passivo Marika Arena - Economia e Organizzazione Aziendale - A.A. 2009/2010

Dettagli

tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA

tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA Edizione giugno 2013 Promemoria Contratto quadro Assicurazione d indennità giornaliera Helsana Business Salary tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA HEL-00810-it-0613-0003-21972 Fondazioni

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Chirografario per il Credito al Consumo. Prestito Vacanze

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Chirografario per il Credito al Consumo. Prestito Vacanze 1. Identità e contatti della Banca Finanziatore Indirizzo BCC DI ROMA VIA SARDEGNA, 129 00187 - ROMA (RM) Telefono 06/5286 1 Email info@roma.bcc.it Fax 06/52863305 Sito web www.bccroma.it 2. Caratteristiche

Dettagli

Offerta economica BNL Finance: Pensionati Confidi 15/04/2014

Offerta economica BNL Finance: Pensionati Confidi 15/04/2014 Offerta economica BNL Finance: Pensionati Confidi 15/04/2014 BNL Finance: i vantaggi del prodotto CQS Durate sino a 10 anni Modalità di rimborso con trattenuta diretta sullo stipendio/pensione Importo

Dettagli

OPERAZIONI IN TITOLI - CONDIZIONI ECONOMICHE

OPERAZIONI IN TITOLI - CONDIZIONI ECONOMICHE Data 26/01/2015 Versione n. 06 OPERAZIONI IN TITOLI - CONDIZIONI ECONOMICHE RACCOLTA ORDINI / NEGOZIAZIONE o TITOLI OBBLIGAZIONARI: TITOLI DI STATO ITALIA / ESTERO COMMISSIONI di negoziazione... 0,55%

Dettagli

7. CONTABILITA GENERALE

7. CONTABILITA GENERALE 7. CONTABILITA GENERALE II) SCRITTURE DI GESTIONE OTTENIMENTO CAPITALE DI TERZI 1 Definizione Per poter acquisire i fattori produttivi da impiegare nel processo produttivo l impresa necessita del fattore

Dettagli

Guida alla lettura della comunicazione periodica LA SECONDA RIPORTA LE INFORMAZIONI GENERALI DEL FONDO

Guida alla lettura della comunicazione periodica LA SECONDA RIPORTA LE INFORMAZIONI GENERALI DEL FONDO Fondoposte News n 11 Fondo Nazionale di Pensione Complementare per il personale di Poste Italiane S.p.A. e delle Società controllate che ne applicano il CCNL Viale Europa, 190 00144 - Roma Tel. 06/59580108

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 7 II) SCRITTURE DI GESTIONE F) OTTENIMENTO CAPITALE DI TERZI G) OPERAZIONI STRAORDINARIE 6 dicembre 2007 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1

Dettagli

Prestito Obbligazionario (Codice ISIN )

Prestito Obbligazionario (Codice ISIN ) MODELLO DI CONDIZIONI DEFINITIVE relative alla Nota Informativa sul Programma di Offerta di Prestiti Obbligazionari denominati Obbligazioni Cassa di Risparmio di Ravenna SPA a Tasso Fisso Il seguente modello

Dettagli

SERVIZI VIGILANZA ASSICURATIVA I E II SEZIONI ATTUARIATO e AUTORIZZAZIONI E MERCATO Roma 23 Luglio 2008

SERVIZI VIGILANZA ASSICURATIVA I E II SEZIONI ATTUARIATO e AUTORIZZAZIONI E MERCATO Roma 23 Luglio 2008 SERVIZI VIGILANZA ASSICURATIVA I E II SEZIONI ATTUARIATO e AUTORIZZAZIONI E MERCATO Roma 23 Luglio 2008 Prot. n. 19-08-004183 All.ti n. vari Alle Imprese di assicurazione che esercitano i rami vita con

Dettagli

comunicazione dell avvenuto rilascio del provvedimento di approvazione con nota del 14 novembre 2012, protocollo n. 12089829 (il Prospetto ).

comunicazione dell avvenuto rilascio del provvedimento di approvazione con nota del 14 novembre 2012, protocollo n. 12089829 (il Prospetto ). AVVISO DI AVVENUTA PUBBLICAZIONE DEL PROSPETTO RELATIVO ALL OFFERTA PUBBLICA DI SOTTOSCRIZIONE E ALLA CONTESTUALE AMMISSIONE A QUOTAZIONE SUL MERCATO TELEMATICO DELLE OBBLIGAZIONI ( MOT ) DELLE OBBLIGAZIONI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO

FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO Foglio informativo analitico recante le condizioni contrattuali praticate per i rapporti di prestito sociale dalla Cooperativa G. di Vittorio Società

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO UBI PREVIDENZA

FONDO PENSIONE APERTO UBI PREVIDENZA FONDO PENSIONE APERTO UBI PREVIDENZA FONDO PENSIONE ISTITUITO IN FORMA DI PATRIMONIO SEPARATO DA AVIVA ASSICURAZIONI VITA S.P.A. (ART. 12 DEL DECRETO LEGISLATIVO 5 DICEMBRE 2005, N. 252) DOCUMENTO SUL

Dettagli

tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA

tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA Edizione 2014 Promemoria Contratto quadro Assicurazione d indennità giornaliera Helsana Business Salary tra la Fondazione SSO-Services e Helsana Assicurazioni SA HEL-00810-it-0913-0004-23529 Fondazioni

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE SUL CREDITO AI CONSUMATORI per aperture di credito in conto corrente

INFORMAZIONI EUROPEE SUL CREDITO AI CONSUMATORI per aperture di credito in conto corrente Cassa Lombarda S.p.A. Pagina 1 di 5 INFORMAZIONI EUROPEE SUL CREDITO AI CONSUMATORI per aperture di in conto corrente 1. Identità e contatti del finanziatore/intermediario del Finanziatore Indirizzo Telefono*

Dettagli

Temi d esame di Matematica Finanziarie e Attuariale. Matematica Finanziaria ed Attuariale Prova scritta dell 8 aprile 2005

Temi d esame di Matematica Finanziarie e Attuariale. Matematica Finanziaria ed Attuariale Prova scritta dell 8 aprile 2005 Temi d esame di Matematica Finanziarie e Attuariale Matematica Finanziaria ed Attuariale Prova scritta dell 8 aprile 2005 1. 7 pti Una somma di denaro raddoppia dopo 10 anni: qual è il tasso di rendimento?

Dettagli

Implicazioni con la previdenza complementare. Anna Ilaria Orlando 23/10/2009 1

Implicazioni con la previdenza complementare. Anna Ilaria Orlando 23/10/2009 1 Implicazioni con la previdenza complementare 1 Cos è la cessione del quinto dello stipendio? La cessione del quinto dello stipendio è una forma di prestito garantito a tasso fisso, svincolato da particolari

Dettagli

Condizioni generali d assicurazione. Polizze di libero passaggio. Edizione 2013. Tanto facile. Chiedete a noi. T 058 280 1000 (24 h), www.helvetia.

Condizioni generali d assicurazione. Polizze di libero passaggio. Edizione 2013. Tanto facile. Chiedete a noi. T 058 280 1000 (24 h), www.helvetia. Condizioni generali d assicurazione Polizze di libero passaggio Edizione 2013 Tanto facile. Chiedete a noi. T 058 280 1000 (24 h), www.helvetia.ch Indice 1 Stipulazione dell assicurazione 3 2 Prestazioni

Dettagli

Italo Degregori. Quaderni di Finanza ( 1 ) Le Obbligazioni. Edizioni R.E.I.

Italo Degregori. Quaderni di Finanza ( 1 ) Le Obbligazioni. Edizioni R.E.I. Italo Degregori Quaderni di Finanza ( 1 ) Le Obbligazioni Edizioni R.E.I. 2 Edizioni R.E.I. 3 Italo Degregori Quaderni di Finanza ( 1 ) Le Obbligazioni ISBN 978-88-97362-46-3 Copyright 2011 - Edizioni

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI PER L ASSICURAZIONE INDIVIDUALE SULLA VITA

CONDIZIONI GENERALI PER L ASSICURAZIONE INDIVIDUALE SULLA VITA Edizione 2014 CONDIZIONI GENERALI PER L ASSICURAZIONE INDIVIDUALE SULLA VITA INDICE 1. Basi del contratto 2 2. Obbligo d avviso 2 2.1 Conseguenze dovute alla reticenza 2 3. Diritto di revoca 2 4. Inizio

Dettagli

Una piccola guida da poter consultare nel momento in cui riceverete la nuova comunicazione periodica da parte di Fondapi

Una piccola guida da poter consultare nel momento in cui riceverete la nuova comunicazione periodica da parte di Fondapi Messaggio promozionale riguardante forme pensionistiche complementari. Prima dell adesione leggere la Nota informativa e lo Statuto Lente di ingrandimento sulla comunicazione annuale agli iscritti Una

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazione Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta a illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI Aggiornato al 19.06.2015

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI Aggiornato al 19.06.2015 ANNUNCIO PUBBLICITARIO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE PER CONSUMATORI FINO A 75.000 1. Identità e contatti della Banca Finanziatore Indirizzo Telefono Email Fax Sito web CREDITO COOPERATIVO MEDIOCRATI

Dettagli

Informazioni per i clienti e Condizioni generali d affari (CGA) Helvetia Piano di versamento. Previdenza libera (pilastro 3b) Edizione maggio 2014

Informazioni per i clienti e Condizioni generali d affari (CGA) Helvetia Piano di versamento. Previdenza libera (pilastro 3b) Edizione maggio 2014 Informazioni per i clienti e Condizioni generali d affari (CGA) Helvetia Piano di versamento Previdenza libera (pilastro 3b) Edizione maggio 2014 La Sua Assicurazione svizzera. Premessa Gentile cliente,

Dettagli

Regolamento di previdenza del 15 giugno 2007 per gli impiegati e i beneficiari di rendite della Cassa di previdenza della Confederazione

Regolamento di previdenza del 15 giugno 2007 per gli impiegati e i beneficiari di rendite della Cassa di previdenza della Confederazione Regolamento di previdenza del 15 giugno 2007 per gli impiegati e i beneficiari di rendite della Cassa di previdenza della Confederazione (RPIC) Modifica del 26 giugno 2012 Approvata dal Consiglio federale

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE DI INIZIATIVA DELLA GIUNTA

DISEGNO DI LEGGE DI INIZIATIVA DELLA GIUNTA REGIONE BASILICATA DISEGNO DI LEGGE DI INIZIATIVA DELLA GIUNTA Bilancio di Previsione pluriennale per il triennio 2015-2017. Potenza, Dicembre 2014 * * * * * * * * * * Articolo 1 Stato di Previsione dell

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. Identità e contatti della Banca Finanziatore BANCA DI PESCIA - CREDITO COOPERATIVO Indirizzo VIA ALBERGHI N. 26 51012 - PESCIA (PT) Telefono 0572-45941

Dettagli

1. Primo conto d esercizio della previdenza professionale. 2. Sintesi. 2.1 Volume delle attività nel settore della previdenza professionale

1. Primo conto d esercizio della previdenza professionale. 2. Sintesi. 2.1 Volume delle attività nel settore della previdenza professionale Rapporto dell UFAP sul rilevamento dei dati e sulla pubblicazione dei conti d esercizio 2005 della previdenza professionale delle imprese svizzere di assicurazione sulla vita 1. Primo conto d esercizio

Dettagli

DL liberalizzazioni: da luglio polizze collegate ai mutui con doppio preventivo

DL liberalizzazioni: da luglio polizze collegate ai mutui con doppio preventivo CIRCOLARE A.F. N. 73 del 17 Maggio 2012 Ai gentili clienti Loro sedi DL liberalizzazioni: da luglio polizze collegate ai mutui con doppio preventivo Premessa L articolo 28, comma 1, del decreto legge 24

Dettagli

L ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI PRIVATE E DI INTERESSE COLLETTIVO

L ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI PRIVATE E DI INTERESSE COLLETTIVO REGOLAMENTO N. 40 DEL 3 MAGGIO 2012 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DEFINIZIONE DEI CONTENUTI MINIMI DEL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA DI CUI ALL ARTICOLO 28, COMMA 1, DEL DECRETO LEGGE 24 GENNAIO 2012

Dettagli

IL PRESENTE MODELLO RIPORTA LE CONDIZIONI DEFINITIVE DELLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA DI EMISSIONE DENOMINATO CASSA PADANA TASSO FISSO

IL PRESENTE MODELLO RIPORTA LE CONDIZIONI DEFINITIVE DELLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA DI EMISSIONE DENOMINATO CASSA PADANA TASSO FISSO B.9 MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE CASSA PADANA Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa in qualità di Emittente IL PRESENTE MODELLO RIPORTA LE CONDIZIONI DEFINITIVE DELLA NOTA INFORMATIVA

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE INFORMAZIONI GENERALI SULL INVESTIMENTO FINANZIARIO

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE INFORMAZIONI GENERALI SULL INVESTIMENTO FINANZIARIO SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore-contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

ISTITUTO POSTELEGRAFONICI STATUTO DELLA NUOVA GESTIONE MUTUALITA (Nuovo Fondo di Mutualità)

ISTITUTO POSTELEGRAFONICI STATUTO DELLA NUOVA GESTIONE MUTUALITA (Nuovo Fondo di Mutualità) ISTITUTO POSTELEGRAFONICI STATUTO DELLA NUOVA GESTIONE MUTUALITA (Nuovo Fondo di Mutualità) Deliberazione del Commissario Straordinario dell Ipost n. 37 del 12 giugno 2009 Parte I Nuovo Fondo di Mutualità

Dettagli

01.2008 REGOLAMENTO RIGUARDANTE LA LIQUIDAZIONE PARZIALE O TOTALE DI ISTITUTI DI PRVIDENZA

01.2008 REGOLAMENTO RIGUARDANTE LA LIQUIDAZIONE PARZIALE O TOTALE DI ISTITUTI DI PRVIDENZA 01.2008 REGOLAMENTO RIGUARDANTE LA LIQUIDAZIONE PARZIALE O TOTALE DI ISTITUTI DI PRVIDENZA Pax, Fondazione per il promoviemento della previdenza in favore del personale Edizione 01.2008 Regolamento riguardante

Dettagli

Esercizi svolti in aula

Esercizi svolti in aula Esercizi svolti in aula 23 maggio 2012 Esercizio 1 (Esercizio 1 del compito di matematica finanziaria 1 (CdL EA) del 16-02-10) Un individuo vuole accumulare su un conto corrente la somma di 10.000 Euro

Dettagli

LA POLIZZA AL.FA. DOPO DI NOI proteggere il risparmio delle persone con disabilità

LA POLIZZA AL.FA. DOPO DI NOI proteggere il risparmio delle persone con disabilità LA POLIZZA AL.FA. DOPO DI NOI proteggere il risparmio delle persone con disabilità novembre 2010 Documento commerciale ad uso interno per tutte le filiali della BANCA DEI TERRITORI del GRUPPO INTESA SANPAOLO.

Dettagli

Cassa pensioni del gruppo assicurativo Zurich. Regolamento Piano di risparmio supplementare 1 valido dal 1 0 gennaio 2015

Cassa pensioni del gruppo assicurativo Zurich. Regolamento Piano di risparmio supplementare 1 valido dal 1 0 gennaio 2015 Cassa pensioni del gruppo assicurativo Zurich Regolamento Piano di risparmio supplementare valido dal 0 gennaio 05 Indice DISPOSIZIONI GENERALI... 3. Cerchia delle persone assicurate... 3. Scopo... 3.3

Dettagli

Traguardi Unici A.T.

Traguardi Unici A.T. Traguardi Unici A.T. Aprile 2009 Il prodotto 2 Il prodotto Piano Risparmio Altre garanzie Esonero Pagamento Premi Temporanea Caso Morte Long Term Care (LTC) 3 Caratteristiche tecniche Tariffa Capitale

Dettagli

Cassa pensioni del gruppo assicurativo Zurich. Regolamento Piano di capitale 1 valido dal 1 0 gennaio 2015

Cassa pensioni del gruppo assicurativo Zurich. Regolamento Piano di capitale 1 valido dal 1 0 gennaio 2015 Cassa pensioni del gruppo assicurativo Zurich Regolamento Piano di capitale valido dal 0 gennaio 05 Indice DISPOSIZIONI GENERALI 3 AVERI 3 3 LIVELLI PREVIDENZIALI 3 4 VERSAMENTI VOLONTARI 4 5 PRESTAZIONI

Dettagli