G iochi con le carte 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "G iochi con le carte 1"

Transcript

1 Giochi con le carte 1

2 PREPARAZIONE E DESCRIZIONE DELLE CARTE L insegnante prepara su fogli A3 e distribuisce agli allievi le fotocopie dei tre diversi tipi di carte. Invita poi ciascun allievo a piegare su se stesso e a incollare ogni foglio A3 ricevuto, facendo combaciare fronte e retro di ciascun tipo di carte. Gli allievi avranno così a disposizione tre mazzi di carte pronte per essere ritagliate e usate per i giochi suggeriti. CARTE-DOMINO: i giochi da fare con queste carte si abbinano alle filastrocche Prima e dopo e Fino a venti per rinforzare l abilità di riconoscere ed usare numero precedente e numero successivo. Le dieci carte presentano ciascuna una coppia di numeri su ogni lato, rispondenti alla caratteristica precedente-successivo. Sulla parte anteriore si trovano le coppie di numeri da 1 a 10; sul retro le coppie di numeri corrispondenti da 11 a 20. Accostate correttamente, le carte formano un disegno complessivo che richiama il tema delle due filastrocche, e la numerazione da 1a10sullaparteanteriore e da 11 a 20 sul retro. CARTE-PUZZLE A SOMMA 10: i giochi da fare con queste carte si abbinano alle filastrocche Per fare 10 e Con il meno, per rafforzare la capacità di riconoscere le coppie di numeri la cui somma è 10, e di usarle in situazioni diverse, sia con l addizione sia con la sottrazione (1+9=10; 9+1=10; 10 1=9; 10 9=1). Le 10 carte-puzzle presentano da un lato i due numeri che sommati formano il numero 10. Il primo numero è più scuro ed il secondo è più chiaro, sia per facilitare i giochi di abbinamento sia per evidenziare l osservazione delle simmetrie matematiche (se i numeri scuri procedono da minore a maggiore, quelli chiari procedono da maggiore a minore). Dall altro lato tutte le carte presentano il numero 10, per consolidare il concetto del cambio (10 unità = 1 decina). CARTE DELLE NUMERAZIONI: i giochi da fare con queste carte si abbinano alle dieci filastrocche delle numerazioni corrispondenti, per aiutare la memorizzazione e per comfermare la comprensione e l utilizzo delle tabelline. Sono proposti come modello due mazzi di carte per la numerazione del 10. I mazzi, formati da 10 carte ciascuno, presentano da un lato il prodotto della tabellina considerata (10x1), dall altro il risultato (10). I disegni raffigurano alcuni particolari della filastrocca corrispondente, per richiamarle alla memoria. 2

3 GIOCHI CON LE CARTE DOMINO 1. Carte disposte sul tavolo in ordine sparso, dal lato illustrato. Far disporre dai bambini le carte in ordine crescente. Terminata l operazione far cantare la canzone Prima e dopo, indicando (o facendo indicare da un bambino) di volta in volta i numeri delle carte. 2. Carte disposte come al termine del gioco precedente. Far sovrapporre i numeri uguali: si viene a formare la numerazione da 1 a 10. Far cantare la filastrocca Uno, indicando (o facendo indicare da un bambino) i numeri citati via via. 3. Gioco per rinforzare la capacità di riconoscere numeri precedenti e successivi nell ambito Carte disposte come al termine del gioco 2. Far voltare le carte: si viene a formare la numerazione da 11 a 20. Far cantare la parte centrale della canzone Fino a 20, indicando man mano i numeri elencati dalla filastrocca. 4. Gioco per rafforzare l abilità di riconoscere numeri precedenti e successivi nell ambito Carte disposte come al termine del gioco 3. Far separare le carte e sparpagliarle sul tavolo, lasciando in vista il retro. Farle nuovamente sistemare in ordine crescente dai bambini. Far cantare tutta la canzone Fino a Gioco a piccoli gruppi, per migliorare la destrezza nel riconoscere numeri precedenti e successivi nell ambito 1-10 e Carte distribuite ai bambini. Inizia il bambino che ha la carta 5/6, mettendola sul banco. A turno, e una carta per volta, gli altri affiancano le loro carte con i criteri del domino, accostando il numero uguale, a destra o a sinistra. Vince chi rimane per primo senza carte. Si può ripetere lo stesso gioco usando le carte dal retro: in questo caso inizia il bambino che ha in mano la carta 15/16. 3

4 FRONTE CARTE-DOMINO

5 RETRO CARTE-DOMINO

6 GIOCHI CON LE CARTE-PUZZLE A SOMMA Carte intere, disposte sul tavolo in ordine sparso, dal lato delle coppie di numeri a somma 10. Far disporre dai bambini le carte una accanto all altra, in modo che i numeri scuri siano in ordine crescente. Cantare la canzone Per fare 10 indicando via via le coppie di numeri interessate, e voltando la carte dall altra parte in modo da far apparire il numero 10 alle parole corrispondenti. 2. Gioco in piccoli gruppi (2-5 bambini). Carte intere distribuite ai bambini. Inizia il gioco il bambino che ha la carta con il numero 1 scuro, posandola sul banco dal lato dei numeri 1-9. Gli altri bambini, a turno, sistemano le loro carte facendo in modo che i numeri scuri siano in ordine crescente. Posando la carta ogni bambino deve dire ad alta voce la somma e il risultato (1 + 9 = 10), oppure cantare la frase corrispondente della filastrocca (1 + 9, 9 + 1, fa 10 a Bari e fa 10 a Belluno). Il gioco termina quando le dieci carte sono tutte disposte sul tavolo, in ordine. Vince il primo che rimane senza carte, ed eventualmente può assegnare una piccola penitenza all ultimo (o viceversa). 3. Carte disposte sul tavolo dalla parte della somma, con i numeri scuri in ordine crescente. Tutti i bambini cantano la filastrocca Per fare 10. Un bambino fa da guida, e indica man mano le coppie di numeri citate nella canzone, voltando la carta per far vedere la somma Gioco in piccoli gruppi (massimo 10 bambini). Carte disposte come al termine del gioco precedente. Cantando la filastrocca Con il meno ogni bambino, a turno, divide una carta (a partire dalla prima a sinistra, quella formata dalla coppia di numeri 1-9) tenendo in mano il numero chiaro e lasciando sul tavolo il numero scuro. 6

7 Terminata la canzone le carte sono state tutte divise, i numeri chiari sono distribuiti tra i bambini e sul tavolo sono rimasti i numeri scuri. Far sparpagliare i numeri scuri, ma senza rovesciarli. A turno ogni bambino deve trovare il numero scuro che fa coppia con quello chiaro in suo possesso. Se ricostruisce la carta intera se la tiene, se non riesce posa sul tavolo anche il suo numero chiaro. Esaurite le carte in mano, i bambini (a turno) possono comporre le coppie utilizzando le carte eventualmente rimaste sul tavolo, e tenersi il «10» ottenuto. Vince chi ha il numero maggiore di «carte-10». 5. Gioco in piccoli gruppi. Carte puzzle separate. Sul banco sono disposti in ordine sparso i numeri scuri. L insegnante (oppure un bambino che guida il gioco) ha i numeri chiari. Ne mostra uno per volta, chiedendo: «Che numero fa 10 insieme a?». Il bambino che trova per primo il numero scuro che fa coppia con quello indicato prende le due parti, ricompone la carta «10» e se la tiene. Vince chi alla fine del gioco ha il maggior numero di carte intere. 6. Gioco in piccoli gruppi. Carte puzzle separate. Distribuire i numeri chiari ai bambini. L insegnante (oppure un bambino che guida il gioco) ha in mano i numeri scuri, ne posa uno sul banco e conta fino a 3. Il bambino che ha la carta chiara complementare la posa accanto e ricompone l intero, lasciando sul tavolo la carta «10», dicendo la somma e il risultato ad alta voce, o cantando la frase corrispondente della filastrocca Per fare 10. Se sbaglia o se tarda, l insegnante ritira la carta scura e ne propone un altra. Vince il gioco chi rimane senza numeri chiari per primo, e può eventualmente assegnare una piccola penitenza a chi termina per ultimo. 7

8 FRONTE CARTE-PUZZLE

9 RETRO CARTE-PUZZLE

10 GIOCHI CON LE CARTE DELLE NUMERAZIONI I giochi descritti possono essere effettuati con ciascuno dei mazzi di carte delle numerazioni. 1. Gioco individuale. Scegliere la numerazione adatta e dare le carte al bambino, in ordine sparso; farle disporre dalla parte del risultato in ordine crescente, in modo che alla fine il bambino abbia davanti a sé tutta la numerazione. Far cantare la filastrocca corrispondente, seguendo con il dito i numeri (per stimolare la memoria visiva). 2. Carte disposte come al termine del gioco precedente. Chiedere ad un bambino di nascondere un numero, girando la carta dalla parte del prodotto. Far cantare nuovamente la canzone. Proseguire nel girare le carte dei prodotti fino a quando tutti i risultati sono nascosti. Se i bambini sono già abbastanza sicuri sulla numerazione, si possono capovolgere più carte contemporaneamente per evitare la monotonia delle troppe ripetizioni. Sempre allo scopo di variare il gioco, si può alternare il canto alla semplice numerazione parlata, o anche alternare il canto di gruppo al canto individuale. 3. Carte disposte in modo da mostrare i prodotti in ordine crescente. Far cantare la filastrocca seguendo con il dito il prodotto corrispondente ai numeri che vengono via via nominati. 10

11 4. Gioco individuale. Carte disposte in modo da vedere i prodotti, in ordine sparso. L insegnante indica un prodotto, il bambino deve prima dire il risultato e poi controllarlo sul retro: se la risposta è giusta si prende la carta, se sbaglia la lascia sul banco (oppure la tiene l insegnante). Il gioco può anche essere effettuato in piccoli gruppi: in questo caso vince chi è riuscito a prendere più carte. Si possono ovviamente inventare altre regole in modo che anche i bambini che hanno maggiori difficoltà di apprendimento possono vincere: altrimenti il gioco non diventa più uno stimolo all apprendimento, ma finisce per creare ulteriori rifiuti. 11

12 FRONTE CARTE DELLE NUMERAZIONI

13 RETRO CARTE DELLE NUMERAZIONI

PROPOSTA DIDATTICA INTERDISCIPLINARE DI MATEMATICA E MUSICA

PROPOSTA DIDATTICA INTERDISCIPLINARE DI MATEMATICA E MUSICA 1 MATEMATICA in MUSICA PROPOSTA DIDATTICA INTERDISCIPLINARE DI MATEMATICA E MUSICA INTRODUZIONE PERCHÉ MATEMATICA E MUSICA? La maggior parte degli adulti ha rimosso da lungo tempo i ricordi relativi al

Dettagli

LE BOTTEGHE DELL INSEGNARE MATEMATICA

LE BOTTEGHE DELL INSEGNARE MATEMATICA LE BOTTEGHE DELL INSEGNARE Report dei lavori svolti durante la Convention Protagonisti nella scuola per la crescita della società Bologna 13-14 ottobre 2012 MATEMATICA Matematici, mettiamoci in gioco Responsabile

Dettagli

Indicazioni: Questa è la mia cartella. Ho tantissime cose nella mia cartella: ci sono delle matite, dei pennarelli, una gomma, la colla, ecc.

Indicazioni: Questa è la mia cartella. Ho tantissime cose nella mia cartella: ci sono delle matite, dei pennarelli, una gomma, la colla, ecc. Unità II La scuola Contenuti - Oggetti scolastici - Utilizzo degli oggetti scolastici - Classe - Numeri Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. L Orsoroberto va a scuola L Orsoroberto ha sei anni e va a scuola.

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

Matematica e giochi di gruppo

Matematica e giochi di gruppo Matematica e giochi di gruppo Possiamo riempire di contenuti matematici situazioni di piccola sfida personale, situazioni di giochi di società. Di seguito proponiamo attività che affrontano i seguenti

Dettagli

Guida all uso del software e delle schede operative

Guida all uso del software e delle schede operative 4 Guida all uso del software e delle schede operative Avvio e struttura del software Dopo aver installato il software sul pc, viene visualizzata la videata del menu principale con le icone di accesso alle

Dettagli

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali.

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali. Unità uno I numeri da 0 a 10 Che tempo fa? 1 I colori Le parti del corpo I numeri da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali Gli animali (2) I giorni, i mesi, le stagioni barche e vento Da dove

Dettagli

La guerra delle posizioni

La guerra delle posizioni www.maestrantonella.it La guerra delle posizioni Gioco di carte per il consolidamento del valore posizionale delle cifre e per il confronto di numeri con l uso dei simboli convenzionali > e < Da 2 a 4

Dettagli

Guida alla somministrazione delle prove e alla valutazione dei punteggi

Guida alla somministrazione delle prove e alla valutazione dei punteggi Guida alla somministrazione delle prove e alla valutazione dei punteggi Il test di valutazione delle abilità di calcolo e di soluzione di problemi aritmetici (AC-MT nuova edizione) è composto da tre diverse

Dettagli

Scoprire la DESTRA e la SINISTRA

Scoprire la DESTRA e la SINISTRA Rif. 20537 CONTENUTO Scoprire la DESTRA e la SINISTRA - 32 schede con cornice blu, con fotografie di un personaggio (16 di fronte e 16 di spalle) con un oggetto alla sua destra o alla sua sinistra. - 1

Dettagli

di Kai Haferkamp per 2-5 giocatori dagli 8 anni in su

di Kai Haferkamp per 2-5 giocatori dagli 8 anni in su di Kai Haferkamp per 2-5 giocatori dagli 8 anni in su Traduzione e adattamento a cura di Gylas per Giochi Rari Versione 1.0 Novembre 2001 http://www.giochirari.it e-mail: giochirari@giochirari.it NOTA.

Dettagli

La tavola pitagorica: metodo e attività

La tavola pitagorica: metodo e attività 2 La tavola pitagorica: metodo e attività Nel presente capitolo vengono descritte nel dettaglio le 8 attività proposte nel software, a cui fanno riferimento le schede operative presentate nella seconda

Dettagli

INDUSTRIAL WASTE Rifiuti industriali

INDUSTRIAL WASTE Rifiuti industriali INDUSTRIAL WASTE Rifiuti industriali Nel passato, il profitto era l unico parametro per misurare il successo di un azienda. Sebbene il profitto sia ancora il metro principale per misurare il successo di

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO DI PARMA

GRUPPO DI LAVORO DI PARMA ATTIVITÀ DI ANALISI QUESITI INVALSI GRUPPO DI LAVORO DI PARMA Coordinamento prof. P. VIGHI ANALISI QUESITI RELATIVI A: FASCICOLO somministrato nella 2^ classe PRIMARIA a.s. 2013-2014 FASCICOLO somministrato

Dettagli

IDEE PER LO STUDIO DELLA MATEMATICA

IDEE PER LO STUDIO DELLA MATEMATICA IDEE PER LO STUDIO DELLA MATEMATICA A cura del 1 LA MATEMATICA: perché studiarla??? La matematica non è una disciplina fine a se stessa poichè fornisce strumenti importanti e utili in molti settori della

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

LA LINEA DEL 20, del 100 e del 1000. strumenti per il metodo analogico-intuitivo

LA LINEA DEL 20, del 100 e del 1000. strumenti per il metodo analogico-intuitivo LA LINEA DEL 20, del 100 e del 1000 strumenti per il metodo analogico-intuitivo Anno Scolastico 2009/2010 LA LINEA DEL 20 Partire con i tasti abbassati Sollevare i tasti uno alla volta (da destra verso

Dettagli

OSSERVAZIONI SISTEMATICHE DI RILEVAZIONE PRECOCE AREA DELL INTELLIGENZA NUMERICA

OSSERVAZIONI SISTEMATICHE DI RILEVAZIONE PRECOCE AREA DELL INTELLIGENZA NUMERICA OSSERVAZIONI SISTEMATICHE DI RILEVAZIONE PRECOCE AREA DELL INTELLIGENZA NUMERICA Potenziamento dell area dell intelligenza numerica Processi lessicali Denomina su richiesta i numeri fino a 10 (come si

Dettagli

PROGETTO CLASSI PRIME. Scuola Primaria Plessi: CARNOVALI-MATTEI-S.UGUZZONE A SCUOLA IMPARIAMO GIOCANDO.

PROGETTO CLASSI PRIME. Scuola Primaria Plessi: CARNOVALI-MATTEI-S.UGUZZONE A SCUOLA IMPARIAMO GIOCANDO. PROGETTO CLASSI PRIME Scuola Primaria Plessi: CARNOVALI-MATTEI-S.UGUZZONE A SCUOLA IMPARIAMO GIOCANDO. PREMESSA Per agevolare l inserimento nella scuola Primaria dei bambini provenienti da diverse scuole

Dettagli

Jungle Speed è un gioco per 2-10 giocatori (ed anche di più) dai 7 anni in su.

Jungle Speed è un gioco per 2-10 giocatori (ed anche di più) dai 7 anni in su. Jungle Speed è un gioco per 2-10 giocatori (ed anche di più) dai 7 anni in su. Storia Jungle Speed fu inventato circa 3000 anni fa nella Spidopotamia subtropicale dalla tribù degli Abouloubou. Gli Abouloubou

Dettagli

Arrivederci! 1 Unità 5 L albergo ideale!

Arrivederci! 1 Unità 5 L albergo ideale! Domino in vacanza Indicazioni per l insegnante Obiettivi didattici l'accordo dell aggettivo Svolgimento L attività-gioco proposta è finalizzata alla memorizzazione del lessico relativo al tema delle vacanze

Dettagli

GIOCHI SENZA SQUADRE

GIOCHI SENZA SQUADRE GIOCHI SENZA SQUADRE Età: 5-8 anni Questi giochi (50) sono proposti nel seguente modo: si ritaglia la descrizione del gioco, si piega il pezzo di carta e s inseriscono tutti i 50 foglietti in un sacchetto.

Dettagli

MUSICA NELL INSEGNAMENTO DELLA LINGUA 2

MUSICA NELL INSEGNAMENTO DELLA LINGUA 2 MUSICA NELL INSEGNAMENTO DELLA LINGUA 2 AUTORI: Rossella Bettoni Anna Rita Agretti Nicoletta Cavicchia Adriana Pasquali Susanna Ravani OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO: - Apprendere contenuti linguistici attraverso

Dettagli

220 carte per un totale di 440 parole; un blocchetto segnapunti; una clessidra da 40 secondi; un sacchetto; questo regolamento.

220 carte per un totale di 440 parole; un blocchetto segnapunti; una clessidra da 40 secondi; un sacchetto; questo regolamento. SCOPO DEL GIOCO Time s Up! Family è un gioco per famiglie (sorprendente, vero?) che offrirà divertimento a giocatori di qualsiasi età. Si gioca nell arco di tre round, con 2 o più squadre. Lo scopo del

Dettagli

Scuola dell Infanzia Umberto I Robecco sul Naviglio Anno Scolastico 2014-2015 PROGETTO LETTO-SCRITTURA

Scuola dell Infanzia Umberto I Robecco sul Naviglio Anno Scolastico 2014-2015 PROGETTO LETTO-SCRITTURA Scuola dell Infanzia Umberto I Robecco sul Naviglio Anno Scolastico 2014-2015 PROGETTO LETTO-SCRITTURA Il progetto nasce dal desiderio di accompagnare il bambino/a dell ultimo anno della Scuola dell Infanzia

Dettagli

Unità IX Il corpo. Contenuti - Parti del corpo - Sentimenti - Sensi. Attività AREA ANTROPOLOGICA

Unità IX Il corpo. Contenuti - Parti del corpo - Sentimenti - Sensi. Attività AREA ANTROPOLOGICA Unità IX Contenuti Il corpo - Parti del corpo - Sentimenti - Sensi Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. L Orsoroberto introduce L Orsoroberto si tocca il naso e chiede ai bambini di fare lo stesso. Poi si tocca

Dettagli

TICHU NANJING (per 4 giocatori)

TICHU NANJING (per 4 giocatori) TICHU NANJING (per 4 giocatori) Le carte Sono di quattro tipi (Jade/Sword/Pagoda/Star) (Giada-verde/Spada-nero/Pagoda-blu/Stella-rosso) di 13 valori ognuna che corrispondono alle carte del Poker. L Asso

Dettagli

Raccontimmagini - Guida didattica

Raccontimmagini - Guida didattica Raccontimmagini. Che cosa sono? Sono 10 racconti brevi indirizzati a bambini stranieri o italiani. Ogni libro presenta due storie accomunate da un affinità tematica, seguite da una sezione di esercizi

Dettagli

STIMA PIU CHE PUOI Un gioco per diventare abili stimatori

STIMA PIU CHE PUOI Un gioco per diventare abili stimatori ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTALE ISTITUTO COMPRENSIVO B. da Montemagno DI QUARRATA a.s. 2012-2013 GRUPPO DI RICERCA-AZIONE DI MATEMATICA STIMA PIU CHE PUOI Un gioco per diventare abili stimatori Classi

Dettagli

MATEMATICA IN ITALIANO software multimediale per bambini stranieri

MATEMATICA IN ITALIANO software multimediale per bambini stranieri MATEMATICA IN ITALIANO software multimediale per bambini stranieri Descrizione Questo programma è stato pensato per aiutare i ragazzi stranieri di affrontare i primi passi nella scuola italiana; è destinato

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Primaria. Classe Quarta. Codici. Scuola:... Classe:..

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Primaria. Classe Quarta. Codici. Scuola:... Classe:.. Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quarta Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:. Spazio per l etichetta

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI SIANO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI SIANO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI SIANO VIA SPINELLI-84088 SIANO (SA) 081/5181021,081/5181355 C.F. 95140330655 e mail SAIC89800D@ISTRUZIONE.IT SAIC89800D@PEC.ISTRUZIONE.IT www.istitutocomprensivosiano.gov.it

Dettagli

Dove metti il divano?

Dove metti il divano? Dove metti il divano? Indicazioni per l insegnante Obiettivi didattici le preposizioni a, da e di + articolo le espressioni di luogo Svolgimento Obiettivo dell attività-gioco proposta è quello di far utilizzare

Dettagli

Indovina il numero pensato

Indovina il numero pensato Indovina il numero pensato Le operazioni inverse Ivana Sacchi - ivana@ivana.it Giocare con i bambini. Chiedere loro di pensare un numero e spiegare che è possibile indovinare quale numero hanno pensato

Dettagli

Dividendo si impara anche il pensiero dei bambini può tracciare un percorso matematico

Dividendo si impara anche il pensiero dei bambini può tracciare un percorso matematico Dividendo si impara anche il pensiero dei bambini può tracciare un percorso matematico Monica Falleri, Sandra Taccetti 2013 Argomenti da trattare la discussione come elemento centrale nell apprendimento

Dettagli

CASTELFRANCO EMILIA (MO) ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI SCUOLA DELL INFANZIA: PICASSO

CASTELFRANCO EMILIA (MO) ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI SCUOLA DELL INFANZIA: PICASSO CASTELFRANCO EMILIA (MO) ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI SCUOLA DELL INFANZIA: PICASSO PROGETTO ALFABETIZZAZIONE ALUNNI STRANIERI : GIOCHIAMO CON L ITALIANO Anno scolastico 2009 2010. Premessa. Data la

Dettagli

ATTIVITÀ PRATICHE PER DISCALCULICI

ATTIVITÀ PRATICHE PER DISCALCULICI ATTIVITÀ PRATICHE PER DISCALCULICI (Indicazioni di Cristiana Zucca, insegnante referente per la dislessia nella scuola primaria di Argentera Canavese. Spunti tratti da "La discalculia evolutiva" Biancardi-

Dettagli

Traduzione e adattamento a cura di Gylas per Giochi Rari

Traduzione e adattamento a cura di Gylas per Giochi Rari Traduzione e adattamento a cura di Gylas per Giochi Rari Versione 1.0 Luglio 2001 NOTA. La presente traduzione non sostituisce in alcun modo il regolamento originale del gioco; il presente documento è

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO GIOCO DELLA BELOTTA BAR VECCHI RICORDI TRIORA Tutti i diritti sono riservati bar Vecchi Ricordi P.

REGOLAMENTO INTERNO GIOCO DELLA BELOTTA BAR VECCHI RICORDI TRIORA Tutti i diritti sono riservati bar Vecchi Ricordi P. REGOLAMENTO INTERNO GIOCO DELLA BELOTTA BAR VECCHI RICORDI TRIORA Tutti i diritti sono riservati bar Vecchi Ricordi P.IVA 01468030083 1) La distribuzione delle carte 2) Le regole del gioco 3) Dichiarazioni

Dettagli

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Anno 1413 Il nuovo re d'inghilterra, Enrico V di Lancaster persegue gli ambiziosi progetti di unificare l'inghilterra e di conquistare la corona

Dettagli

MATEMATICA COMPETENZE CHIAVE:

MATEMATICA COMPETENZE CHIAVE: MATEMATICA COMPETENZE CHIAVE: Competenza matematica, Comunicazione nella madrelingua, Imparare ad imparare, Competenze sociali e civiche, Spirito d iniziativa e imprenditorialità. Traguardi per lo sviluppo

Dettagli

LABORATORIO DI INGLESE

LABORATORIO DI INGLESE Scuola dell Infanzia SAN MATTEO Via S. Matteo 5 10042 Nichelino (TO) LABORATORIO DI INGLESE 1 ANNO SCOLASTICO 2015/2016 DESCRIZIONE DEL PROGETTO Questo progetto è rivolto ai bambini di 5 anni con lo scopo

Dettagli

CURRICOLO DI MATEMATICA ABILITA. (Come saprà operare e quali conoscenze procedurali)

CURRICOLO DI MATEMATICA ABILITA. (Come saprà operare e quali conoscenze procedurali) TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE (obiettivi d apprendimento per lo sviluppo delle competenze cosa sarà in grado di fare l alunno) cfr. Indicazioni per il curricolo Riferimento alle competenze europee.

Dettagli

Before the Wind By Torsten Landsvogt For 2-4 players, age 10+ Phalanx Games, 2007

Before the Wind By Torsten Landsvogt For 2-4 players, age 10+ Phalanx Games, 2007 Before the Wind By Torsten Landsvogt For 2-4 players, age 10+ Phalanx Games, 2007 IMPAGINAZIONE DELLE REGOLE 1.0 Introduzione 2.0 Contenuto del gioco 3.0 Preparazione 4.0 Come si gioca 5.0 Fine del gioco

Dettagli

NOVEMBRE - FEBBRAIO UNITA DI LAVORO LE CONSONANTI M-R-S-L F-P-N-V Z-D-B-T

NOVEMBRE - FEBBRAIO UNITA DI LAVORO LE CONSONANTI M-R-S-L F-P-N-V Z-D-B-T TITOLO: AREA DI APPRENDIMENTO: CLASSE: PERIODO: LE CONSONANTI AREA LINGUISTICA PRIMA NOVEMBRE - FEBBRAIO ANNO SCOLASTICO: 2010/2011 UNITA DI LAVORO LE CONSONANTI M-R-S-L F-P-N-V Z-D-B-T ASCOLTO, COMPRENSIONE

Dettagli

Insegnare le abilità sociali con la carta a T. ins. Fabrizia Monfrino

Insegnare le abilità sociali con la carta a T. ins. Fabrizia Monfrino Insegnare le abilità sociali con la carta a T ins. Fabrizia Monfrino Scuola: I circolo di Giaveno (To) Classe: trasversale Anno scolastico: 2003/2004 Insegnare le abilità sociali con l uso della carta

Dettagli

UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA

UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA Tutti gli anni, affrontando l argomento della divisibilità, trovavo utile far lavorare gli alunni sul Crivello di Eratostene. Presentavo ai ragazzi una

Dettagli

LINGUA INGLESE AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA. ASCOLTO (comprensione orale)

LINGUA INGLESE AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA. ASCOLTO (comprensione orale) TRIENNIO: classe prima TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L alunno : comprende brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari descrive oralmente e

Dettagli

Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno. Collana diretta da Dario Ianes.

Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno. Collana diretta da Dario Ianes. Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Ronit Bird Laboratorio discalculia Giochi e attività per alunni con DSA Erickson I

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 CURRICOLO DI MATEMATICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 CURRICOLO DI MATEMATICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

Laboratorio disciplinare di: Matematica Titolo: l ippodromo Elena Grossi, Marina Imposimato sc. pr. Baracca

Laboratorio disciplinare di: Matematica Titolo: l ippodromo Elena Grossi, Marina Imposimato sc. pr. Baracca Laboratorio disciplinare di: Matematica Titolo: l ippodromo Elena Grossi, Marina Imposimato sc. pr. Baracca Contatti: grossielena@yahoo.it; marina.imposimato@gmail.com Classe: II (e III) Obiettivi della

Dettagli

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO I primi Giochi Easy : Il Palleggio ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO Insalata Mista. (stimolare l abitudine all utilizzo del palleggio) Dal palleggio in libertà tuttocampo dei bambini, dividere il campo in

Dettagli

Matematica in pratica per bambini con autismo

Matematica in pratica per bambini con autismo Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Jo Adkins e Sue Larkey Matematica in pratica per bambini con autismo Attività su forme,

Dettagli

Reiner Knizia TADSCH MAHAL UN GIOCO DI INFLUENZA E DI POTERE IN INDIA

Reiner Knizia TADSCH MAHAL UN GIOCO DI INFLUENZA E DI POTERE IN INDIA Reiner Knizia TADSCH MAHAL UN GIOCO DI INFLUENZA E DI POTERE IN INDIA E in gioco il controllo dell India all inizio del 18 secolo. Il regime dei Gran Mogol, che durava da 200 anni, sta crollando, anche

Dettagli

GLI ELFI DI BABBO NATALE

GLI ELFI DI BABBO NATALE Gruppo Animatori Salesiani www.gascornedo.it info@gascornedo.it GLI ELFI DI BABBO NATALE Gioco in Oratorio Genere: a stand Ambienti: sia in interno che in esterno Età: bambini delle elementari/medie AMBIENTAZIONE

Dettagli

IL METODO CA. PA. LE. S.: CApire, PArlare, LEggere, Scrivere

IL METODO CA. PA. LE. S.: CApire, PArlare, LEggere, Scrivere IL METODO CA. PA. LE. S.: CApire, PArlare, LEggere, Scrivere Paola Casi paola.casi@italianoperme.it Il percorso naturale di acquisizione di una lingua madre per un bambino piccolo segue le tappe indicate

Dettagli

Per gli alunni delle classi prime.

Per gli alunni delle classi prime. 6. Gli opposti PERCHÉ: PER CHI: QUANDO: DOVE: MATERIALI OCCORRENTI: Per conseguire i seguenti obiettivi: acquisire consapevolezza delle proprie conoscenze; sperimentare categorie e classificazioni; ampliare

Dettagli

Con un gioco si possono lavorare diversi aspetti: Come proporre un gioco:

Con un gioco si possono lavorare diversi aspetti: Come proporre un gioco: Il gioco se usato e svolto in una maniera consona, farà si che l' allievo si diverta e nello stesso tempo raggiunga degli scopi precisi che voi vi siete proposti. Con un gioco si possono lavorare diversi

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO: LA STORIA OLTRE LA STORIA

RELAZIONE FINALE PROGETTO: LA STORIA OLTRE LA STORIA 1 INS. BORTOLATO GIUSEPPINA CLASSE E7 RELAZIONE FINALE PROGETTO: LA STORIA OLTRE LA STORIA Il progetto LA STORIA OLTRE LA STORIA è stato realizzato per far comprendere al bambino, che quando, ci sono modifiche

Dettagli

DESCRIZIONE DEL GIOCO

DESCRIZIONE DEL GIOCO di Wolfgang Kramer Non e un gioco per asini! Giocatori: 2-10 Eta : da 10 anni Contenuto: 104 carte, un foglio di istruzioni del gioco DESCRIZIONE DEL GIOCO Lo scopo del gioco é cercare di prendere meno

Dettagli

Scuola Infanzia Piantedo A.S. 2012/2013. Percorso metafonologico e fonologico: GIOCO CON LE PAROLE

Scuola Infanzia Piantedo A.S. 2012/2013. Percorso metafonologico e fonologico: GIOCO CON LE PAROLE Scuola Infanzia Piantedo A.S. 2012/2013 Percorso metafonologico e fonologico: GIOCO CON LE PAROLE GRUPPO: intersezione bambini 5 anni UNITÀ DI APPRENDIMENTO TITOLO/OF OO FF Titolo: GIOCO CON LE PAROLE

Dettagli

Obiettivo di gioco. Componenti di gioco. Spielablauf

Obiettivo di gioco. Componenti di gioco. Spielablauf Un gioco di Donald X. Vaccarino Da 2-4 giocatori dagli 8 anni in su. Traduzione: Francesco Tamagnone Componenti di gioco Obiettivo di gioco Tramite la costruzione di nuovi insediamenti, i giocatori creano

Dettagli

Gita alla fattoria. Gli animali (cavallo, cane, mucca ) Elementi naturali (fiore, albero, prato...)

Gita alla fattoria. Gli animali (cavallo, cane, mucca ) Elementi naturali (fiore, albero, prato...) Funzioni comunicative Lessico Morfosintassi Esprimere e motivare preferenze riguardo agli animali (Il mio animale preferito è... perché ) Raccontare un evento accaduto nel passato Comprendere un testo

Dettagli

I giochi tradizionali adatti alla pallavolo. Gli esercizi sul palleggio, bagher e battuta nel Minivolley

I giochi tradizionali adatti alla pallavolo. Gli esercizi sul palleggio, bagher e battuta nel Minivolley I giochi tradizionali adatti alla pallavolo e Gli esercizi sul palleggio, bagher e battuta nel Minivolley ricerca e composizione di: Rosario Ravalli docente regionale allenatori FIPAV Foggia Questo piccolo

Dettagli

PROGETTO DI LINGUA INGLESE Panda Sezione 1A

PROGETTO DI LINGUA INGLESE Panda Sezione 1A PROGETTO DI LINGUA INGLESE Panda Sezione 1A Finalità generale: primo approccio alla lingua inglese Obiettivi: *ascoltare e ripetere vocaboli, brevi dialoghi e canzoni *avviare una prima conoscenza della

Dettagli

PERCORSI DIDATTICI. La superficie. scuola: Matematica. scheda n : 6 ATTIVITA

PERCORSI DIDATTICI. La superficie. scuola: Matematica. scheda n : 6 ATTIVITA di: Anna Galli PERCORSI DIDATTICI La superficie scuola: F. Conti (I. C. Jesi Centro) area tematica: Matematica pensato per: 8-9 anni scheda n : 6 OBIETTIVI - Introduzione al concetto di superficie - Scoperta

Dettagli

L idea. Scopo del gioco. Un gioco di Marco Ruskowski e Marcel Süßelbeck per 2-4 persone a partire da 10 anni

L idea. Scopo del gioco. Un gioco di Marco Ruskowski e Marcel Süßelbeck per 2-4 persone a partire da 10 anni Un gioco di Marco Ruskowski e Marcel Süßelbeck per 2-4 persone a partire da 10 anni Il Vescovo è in attesa di ospiti importanti, ma il grande affresco il dipinto che decora il soffitto del Duomo deve essere

Dettagli

Laboratorio in classe: tra forme e numeri Corso organizzato dall USR Lombardia. GRUPPO FRAZIONI SCUOLA PRIMARIA-CLASSE I a.s.

Laboratorio in classe: tra forme e numeri Corso organizzato dall USR Lombardia. GRUPPO FRAZIONI SCUOLA PRIMARIA-CLASSE I a.s. Laboratorio in classe: tra forme e numeri Corso organizzato dall USR Lombardia GRUPPO FRAZIONI SCUOLA PRIMARIA-CLASSE I a.s.2009/2010 Componenti del gruppo Mimma Dinoi è insegnante di scuola primaria e

Dettagli

FAIRShip (La Navetta Spaziale)

FAIRShip (La Navetta Spaziale) FAIRShip (La Navetta Spaziale) Il Gioco di FairStart Questo gioco è progettato per permettere ai giocatori di sperimentare e imparare il principio fondamentale del approccio di base sicura nella gestione

Dettagli

CARTE. Regolamento Belote. Regole del gioco: Determinazione del seme di briscola (Belote classico):

CARTE. Regolamento Belote. Regole del gioco: Determinazione del seme di briscola (Belote classico): CARTE aggiornato al 25/06/2014 Entrambe le gare di carte si svolgeranno presso il salone Polivalente di Pinasca. Entrambe le gare saranno giocate da giocatori in coppia, la coppia può essere diversa nelle

Dettagli

Obiettivi di apprendimento Contenuti Tempi. formule di saluto

Obiettivi di apprendimento Contenuti Tempi. formule di saluto ISTITUTO COMPRENSIVO Da Vinci VILLAMASSARGIA PIANO DI STUDIO ANNUALE per le discipline Scuola Primaria - Scuola Secondaria di 1 grado - A.S. 2013-2014 Docente: Sais Marina Vincenza Scuola: Classe/i: 1

Dettagli

Elementi di analisi e osservazione

Elementi di analisi e osservazione Elementi di analisi e osservazione Le schede proposte cercano di essere uno strumento di analisi offerto ai docenti per monitorare il lavoro dell alunno all atto del suo inserimento in classe. Qesto lavoro

Dettagli

Il progetto Scuola Leggendo

Il progetto Scuola Leggendo Il progetto Scuola Leggendo è uno dei progetti formativi della Fondazione Edoardo Garrone rivolto alle classi prime della Scuola Primaria ed è offerto agli istituti a titolo gratuito, da quest anno nella

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE LINGUA INGLESE

CURRICOLO VERTICALE LINGUA INGLESE ISTITUTO COMPRENSIVO di CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA ASCOLTO: Comprensione orale Utilizzare una lingua straniera per i principali scopi comunicativi ed operativi.

Dettagli

INGLESE CLASSE PRIMA

INGLESE CLASSE PRIMA INGLESE CLASSE PRIMA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA L ALUNNO: Comprende e utilizza formule di saluto; Sa presentarsi e chiedere il nome; Comprende ed esegue semplici

Dettagli

Traduzione e adattamento a cura di Gylas per Giochi Rari Versione 1.0 Luglio 2001. http://giochirari.it e-mail: giochirari@giochirari.

Traduzione e adattamento a cura di Gylas per Giochi Rari Versione 1.0 Luglio 2001. http://giochirari.it e-mail: giochirari@giochirari. Traduzione e adattamento a cura di Gylas per Giochi Rari Versione 1.0 Luglio 2001 http://giochirari.it e-mail: giochirari@giochirari.it NOTA. La presente traduzione non sostituisce in alcun modo il regolamento

Dettagli

Come si costruisce il Totem Io non rischio!

Come si costruisce il Totem Io non rischio! Come si costruisce il Totem Io non rischio! La struttura 5 scatoloni circa 50x50x50, anche usati, purché in buone condizioni e possibilmente con poche scritte Scotch di carta da carrozzieri Vernice nera,

Dettagli

EFFETTO DOMINO. GIOCHI DI ARITMETICA

EFFETTO DOMINO. GIOCHI DI ARITMETICA FASCICOLO INTRODUTTIVO al kit di laboratorio EFFETTO DOMINO. GIOCHI DI ARITMETICA per le classi quinta della scuola primaria e prima della scuola secondaria di I grado di Ombretta Locatelli Collana Quaderni

Dettagli

Gruppo di lavoro per i B.E.S. D.D. 3 Circolo Sanremo. Autore: Pulvirenti Antonella P roposta di lavoro per le attività nei laboratori di recupero

Gruppo di lavoro per i B.E.S. D.D. 3 Circolo Sanremo. Autore: Pulvirenti Antonella P roposta di lavoro per le attività nei laboratori di recupero GRAMMATICA AL CONTRARIO Competenza/e da Saper mettere in relazione ed associare; Sapersi concentrare, saper usare sviluppare l attenzione selettiva; Saper procedere in modo logico e coerente; Saper comunicare

Dettagli

Giochi per le feste all interno dell appartamento o della classe per bambini dai 7 a 11 anni:

Giochi per le feste all interno dell appartamento o della classe per bambini dai 7 a 11 anni: Giochi per le feste all interno dell appartamento o della classe per bambini dai 7 a 11 anni: Giochi individuali: * I giochi di Kim sviluppano le capacità dei cinque sensi 1. La fattoria accecata (gioco

Dettagli

UN GIOCO STRATEGICO DI ATTACCO E DI CONQUISTA (DA 3 A 6 GIOCATORI ETA : PER GIOVANI E ADULTI)

UN GIOCO STRATEGICO DI ATTACCO E DI CONQUISTA (DA 3 A 6 GIOCATORI ETA : PER GIOVANI E ADULTI) UN GIOCO STRATEGICO DI ATTACCO E DI CONQUISTA (DA 3 A 6 GIOCATORI ETA : PER GIOVANI E ADULTI) CONTENUTO Ogni scatola comprende: 1 tabellone rappresentante l Europa suddivisa in 6 Imperi e 44 Territori,

Dettagli

1 tabellone di gioco 4 set di carte (4 colori diversi, numerati da 1 a 20) 8 cani (2 di ogni colore) 1 blocco di fogli di scommessa Soldi Regolamento

1 tabellone di gioco 4 set di carte (4 colori diversi, numerati da 1 a 20) 8 cani (2 di ogni colore) 1 blocco di fogli di scommessa Soldi Regolamento GREYHOUNDS (Levrieri) Componenti 1 tabellone di gioco 4 set di carte (4 colori diversi, numerati da 1 a 20) 8 cani (2 di ogni colore) 1 blocco di fogli di scommessa Soldi Regolamento L'obiettivo del gioco

Dettagli

In 80 Karten um die Welt [Giro intorno al Mondo in 80 Carte] Gioco di Carte per 3 o 4 giocatori di Ralf Sandfuchs

In 80 Karten um die Welt [Giro intorno al Mondo in 80 Carte] Gioco di Carte per 3 o 4 giocatori di Ralf Sandfuchs In 80 Karten um die Welt [Giro intorno al Mondo in 80 Carte] Gioco di Carte per 3 o 4 giocatori di Ralf Sandfuchs Traduzione: Sargon Componenti 110 Carte 4 Carte WaLaMob 4 Carte Partenza 4 Carte Boiler

Dettagli

Laboratorio in classe: tra forme e numeri Corso organizzato dall USR Lombardia. LABORATORIO IN CLASSE TRA FORME E NUMERI - a.s.

Laboratorio in classe: tra forme e numeri Corso organizzato dall USR Lombardia. LABORATORIO IN CLASSE TRA FORME E NUMERI - a.s. Laboratorio in classe: tra forme e numeri Corso organizzato dall USR Lombardia W GRUPPO FRAZIONI SCUOLA PRIMARIA-CLASSE III a.s.2009/2010 Componenti del gruppo Mara Sartori coordinatore; Sabrina Alessandro;

Dettagli

Attività con la fune

Attività con la fune lo sport a scuola Attività con la fune percorso n. 1 Attrezzatura: - uno spazio adatto (palestra, cortile) - una fune Scansione delle attività: 1. Fase motoria 2. Fase espressivo-analogica 3. Fase ludica

Dettagli

Unità di apprendimento ad alta comprensibilità Matematica Elementare. La Simmetria. Canovi Giuliana Uldini Renata

Unità di apprendimento ad alta comprensibilità Matematica Elementare. La Simmetria. Canovi Giuliana Uldini Renata Unità di apprendimento ad alta comprensibilità Matematica Elementare La Simmetria Canovi Giuliana Uldini Renata Indicazioni per l insegnante L unità didattica prevede l osservazione diretta della realtà

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CLASSE SECONDA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE

PROGRAMMAZIONE CLASSE SECONDA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE PROGRAMMAZIONE CLASSE SECONDA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ASCOLTARE E PARLARE Ascoltare e comprendere un messaggio e un testo Conoscere le regole comportamentali della

Dettagli

origami art artisti di carta laboratorio per puntoedu

origami art artisti di carta laboratorio per puntoedu origami art artisti di carta laboratorio per puntoedu Indice attività scuola dell infanzia Livello 1 a - snakes & ladders b - kim game a - cartellone dei comandi b - indovina i comandi a - piegare in parallelo

Dettagli

Il tempo e le stagioni

Il tempo e le stagioni Unità IV Il tempo e le stagioni Contenuti - Tempo atmosferico - Stagioni - Mesi - Giorni Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Roberto osserva L Orsoroberto guarda fuori dalla finestra e commenta il tempo atmosferico.

Dettagli

Curricolo di matematica problemi con equazioni figurali

Curricolo di matematica problemi con equazioni figurali Curricolo di matematica problemi con equazioni figurali Presentazione dell attività svolta nelle classi delle Scuole Primarie e Secondarie di Primo Grado degli Istituti Comprensivi di Reggio Emilia: Pertini

Dettagli

Unità didattica sul tema. I materiali scolastici. Das Schulmaterial. L material de scola. per la 1 a classe

Unità didattica sul tema. I materiali scolastici. Das Schulmaterial. L material de scola. per la 1 a classe Unità didattica sul tema I materiali scolastici Das Schulmaterial L material de scola per la 1 a classe Elaborato da: Nocker Perathoner Karin, Senoner Runggaldier Romana e Mussner Tanja Indice 1. Premessa

Dettagli

GIOCHI CON I FIAMMIFERI

GIOCHI CON I FIAMMIFERI Anita Marietta GIOCHI CON I FIAMMIFERI I numeri romani con i fiammiferi 1 20 2 30 3 40 4 50 5 60 Materiali 45 carte colorate per il gioco; 45 carte risposta. Regolamento gioco Scatola fiammiferi 6 70 7

Dettagli

I DISCORSI E LE PAROLE

I DISCORSI E LE PAROLE I DISCORSI E LE PAROLE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE 1. Il bambino usa la lingua italiana, arricchisce e precisa il proprio lessico, comprende parole e discorsi, fa ipotesi sui significati

Dettagli

LE FORME GEOMETRICHE...TANTE SCATOLE...

LE FORME GEOMETRICHE...TANTE SCATOLE... LE FORME GEOMETRICHE...TANTE SCATOLE... INSEGNANTI: SIMONA MINNUCCI MICHELA BASTIANI ANNO SCOLASTICO 2011-2012 CLASSE: SECONDA TEMPI: GENNAIO-GIUGNO OBIETTIVO FORMATIVO ESPLORARE LA REALTÀ ATTRAVERSO ESPERIENZE

Dettagli

Traduzione di e adattamento di Guido Aprea

Traduzione di e adattamento di Guido Aprea Traduzione di e adattamento di Guido Aprea Versione 1.0 gennaioo 2004 http://www.gamesbusters.com e-mail: info@gamesbusters.com NOTA. La presente traduzione non sostituisce in alcun modo il regolamento

Dettagli

RESPONSABILI DI PROGETTO: Ins. Imbriano Ida Ins. Paolino Ileana Ins. Traficante Maddalena SEZIONE I DATI DESCRITTIVI GENERALI

RESPONSABILI DI PROGETTO: Ins. Imbriano Ida Ins. Paolino Ileana Ins. Traficante Maddalena SEZIONE I DATI DESCRITTIVI GENERALI SCHEDA DI PROGETTO TITOLO PROGETTO: LINGUA 2 (Inglese) NELLA SCUOLA SDELL INFANZIA RESPONSABILI DI PROGETTO: Ins. Imbriano Ida Ins. Paolino Ileana Ins. Traficante Maddalena SEZIONE I DATI DESCRITTIVI GENERALI

Dettagli

revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta

revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta Nel corso del primo anno : - riconosce il nome proprio; - dice due-tre parole oltre a dire mamma e papà ; - imita

Dettagli

PROGETTI PER BAMBINI SPECIALI

PROGETTI PER BAMBINI SPECIALI Tecla Spelgatti PROGETTI PER BAMBINI SPECIALI Raccolta di progetti, realizzabili in casa, per bambini con Disturbo Specifico di Apprendimento INTRODUZIONE Questo testo è rivolto ai genitori e agli insegnanti

Dettagli

NELLA SCUOLA PRIMARIA PADOVA 17 APRILE 2008. Maria Rita Cortese Psicopedagogista Insegnante Formatore AID ELEMENTI PREDITTIVI SCUOLA DELL INFANZIA

NELLA SCUOLA PRIMARIA PADOVA 17 APRILE 2008. Maria Rita Cortese Psicopedagogista Insegnante Formatore AID ELEMENTI PREDITTIVI SCUOLA DELL INFANZIA LE DIFFICOLTA NELLA SCUOLA PRIMARIA PADOVA 17 APRILE 2008 Maria Rita Cortese Psicopedagogista Insegnante Formatore AID ELEMENTI PREDITTIVI SCUOLA DELL INFANZIA Difficoltà di linguaggio Inadeguatezza nei

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO LOGICO-MATEMATICO: SOTTO A CHI.CONTA!!!

UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO LOGICO-MATEMATICO: SOTTO A CHI.CONTA!!! UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO LOGICO-MATEMATICO: SOTTO A CHI.CONTA!!! di GIUSTI ROBERTA Anno scolastico 2013-2014 (bambini di 5 anni) Da: Gennaio a Maggio 1. LA TIPOLOGIA DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO

Dettagli