Curriculum dell attività scientifica e professionale, prof. Eugenio Caperchione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Curriculum dell attività scientifica e professionale, prof. Eugenio Caperchione"

Transcript

1 Curriculum dell attività scientifica e professionale, prof. Eugenio Caperchione Dati anagrafici Cognome e nome: Caperchione Eugenio Luogo e data di nascita: Albenga, 3/3/1960 Istruzione e titoli di studio conseguiti Titolo di dottore di ricerca in Economia aziendale conseguito nell anno 1991, Università Bocconi di Milano. Laurea in Economia aziendale conseguita presso l'università Commerciale Luigi Bocconi di Milano, con la votazione di 110/110 e lode. Profilo scientifico e professionale Autore o curatore di 5 volumi, ha prodotto oltre 30 articoli pubblicati in italiano, inglese e tedesco. I suoi temi di ricerca più rilevanti sono la genesi e la diffusione di innovazioni gestionali nelle amministrazioni pubbliche, la gestione delle aziende pubbliche e private operanti nel campo dei servizi agli anziani (le ex-ipab, ora trasformate in Fondazioni o in ASP, Aziende di servizi alla persona), la gestione delle imprese di servizi pubblici, con particolare riguardo al sistema di tariffe, la comparazione dei sistemi contabili per le amministrazioni pubbliche. Da maggio 2009 è Presidente del network internazionale CIGAR, Comparative International Governmental Accounting Research, che raggruppa gli accademici che svolgono ricerca sui bilanci delle amministrazioni pubbliche. Ha collaborato con importanti istituzioni europee per lavori nel campo della contabilità pubblica. Tra queste si segnalano la FEE, Fédération des Experts Comptables Européens (che ha commissionato il volume The New Public Management. A Perspective for Finance Practitioners, FEE, Brussels, 2006) e la Commissione Europea (presentazione di relazione alla 3 rd Joint European Commission /FEE Conference Modernising Accounting in the Public Sector: Where are We and Where to Go Next, Bruxelles 2008). Nel 2007 è stato referente per l Italia del premio EPSA, European Public Sector Award (http://www.eps-award.eu), nell ambito del quale è stato chiamato a coordinare e presiedere il gruppo di esperti responsabili della sezione Utilizzo efficiente delle risorse ; nel 2009 è stato confermato quale valutatore nella seconda edizione del concorso. Ha svolto una intensa attività professionale, di consulenza e di revisione per amministrazioni, imprese pubbliche, fondazioni, società di capitale. Da novembre 2008 è preside della Facoltà di Economia Marco Biagi dell Università di Modena e Reggio Emilia. 1

2 Attività professionale e incarichi di amministrazione Consigliere di amministrazione della Fondazione Universitaria Marco Biagi, Modena, da novembre Fondatore e Consigliere di amministrazione della Fondazione San Benedetto, Piacenza. Ha svolto incarichi di componente del Nucleo di valutazione dei dirigenti presso Comuni ed altre aziende pubbliche: Componente del Nucleo di valutazione dei dirigenti del Comune di Firenze nel periodo ottobre 1998-settembre 1999, Componente del Nucleo di valutazione dei dirigenti del Comune di Piacenza dal marzo 1999 al giugno 2002; Componente del Nucleo di valutazione della Azienda-USL di Reggio Emilia da luglio 2001; Componente del Nucleo di valutazione dei dirigenti della IPAB Istituto Costante Gris di Mogliano Veneto nel periodo novembre 1997-ottobre 1999; Componente del Nucleo di valutazione di Arestud, Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario di Modena e di Reggio Emilia, dall 1/1/2005 al 31/12/2006; Componente del Nucleo di valutazione di ARdsU, Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario di Ferrara, dall 1/1/2005 al 31/12/2006. Ha svolto incarichi di revisione contabile presso Comuni, Società pubbliche e private, Società cooperative, Ordini professionali, Istituzioni scolastiche: Componente del Collegio dei revisori del Comune di Castel San Giovanni per il periodo luglio 1997-giugno 2000; Revisore contabile di APES Servizi s.r.l., Società ad unico Socio ex art. 2250, c. 4, C.C., posseduta dal Comune di Pandino, dal 24/7/2004 al 25/9/2008; Revisore contabile di APES s.r.l., Società ad unico Socio ex art. 2250, c. 4, C.C., posseduta dal Comune di Pandino, dal 14/2/2005 al 25/9/2008; Revisore contabile di V-APES s.r.l., Società ad unico Socio ex art. 2250, c. 4, C.C., posseduta dal Comune di Pandino, dal 14/2/2005 al 7/4/2008; Componente del Collegio sindacale di Unicoop Cooperativa sociale a r.l., Piacenza dal 1999; Componente del Collegio dei Revisori dei conti per le Istituzioni scolastiche dell ambito territoriale 127/MI della Regione Lombardia per il periodo 1/9/2002-9/5/2005; Componente del Collegio dei Revisori dei conti per le Istituzioni scolastiche dell ambito territoriale 85/MI della Regione Lombardia per il periodo 1/9/ /12/2006; 2

3 Componente del Collegio dei Revisori dei conti per le Istituzioni scolastiche dell ambito territoriale 89/MI della Regione Lombardia per il periodo 1/9/ /8/2005; Componente del Collegio sindacale di Kapsch - Busi S.p.A. dal 25 giugno Dottore commercialista, iscritto nell elenco speciale dell Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili della Circoscrizione del Tribunale di Piacenza dal Revisore contabile iscritto al Registro istituito presso il Ministero di Grazia e Giustizia, ai sensi del Decreto direttoriale pubblicato nel Supplemento ordinario della Gazzetta Ufficiale, 4. Serie speciale, n. 45 dell 8 giugno Membro della Commissione di Studio sulla predisposizione di un progetto di legge regionale sul riordino delle IPAB, Istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza, Regione Lombardia, Organizzazione, direzione e coordinamento di progetti di ricerca e consulenza Coordinatore di numerosi progetti di ricerca e consulenza presso l Università di Modena e Reggio Emilia e la Scuola di direzione aziendale dell Università Bocconi, tra i quali: 2009: Comune di Reggio Emilia, Costruzione del bilancio consolidato, biennio : Trasformazione delle IPAB, Istituzioni pubbliche di Assistenza e Beneficenza, in ASP, Aziende di servizi alla persona, nei distretti socio-sanitari di Mirandola e di Correggio : Coordinatore locale (Unità di Modena e Reggio Emilia) nel Progetto di ricerca di interesse nazionale Sistemi di rilevazione nelle aziende regionali: teorie, metodi e principi contabili coordinato a livello nazionale dal prof. Pezzani, Università Bocconi. 2003: Principi e meccanismi per la comparazione interaziendale. Il caso dei risultati economico-finanziari dei Comuni delle province di Reggio Emilia e Modena, finanziato da Lapam- Federimpresa. 2002: L adeguamento dei sistemi gestionali delle IPAB alla legge 328/2000, commissionato dalla Commissione Tecnica per la Spesa Pubblica, Ministero dell Economia. 2000: La progettazione e l implementazione del sistema di contabilità economico-patrimoniale per il Comune di Genova. 1998: La progettazione e l implementazione del sistema di contabilità economico-patrimoniale per il Comune di Como. 1994: Il controllo di gestione negli asili-nido del Comune di Firenze: costruzione di un sistema di indicatori. 1993: Introduzione della contabilità analitica nell Unità sanitaria locale 1 di Cracovia, Polonia (progetto finanziato dalla Commissione delle comunità europee, conferito nell ambito dell azione COST, Cooperation in Science and Technology with Central and Eastern European Countries). 3

4 1989: Introduzione di un sistema di contabilità per centri di costo nell USL di Castelnovo ne Monti (progetto finanziato dalla Regione Emilia-Romagna). 1987: Analisi delle determinanti di costo nelle case di riposo del Comune di Milano. Attività accademica: posizioni ricoperte Dal 20/4/2008 professore ordinario di Economia aziendale nell Università di Modena e Reggio Emilia, Facoltà di Economia Marco Biagi. Dal 20/4/2005 professore straordinario di Economia aziendale nell Università di Modena e Reggio Emilia, Facoltà di Economia Marco Biagi. Dall 1/11/2002 professore associato di Economia aziendale nell Università di Modena e Reggio Emilia, Facoltà di Economia Marco Biagi. Dall 1/9/2000 al 31/10/2002 ricercatore di Economia Aziendale aziendale nell Università di Modena e Reggio Emilia, Facoltà di Economia. Dall 1/1/1994 al 31/12/1999 dipendente a tempo determinato dell Università Bocconi con la qualifica di professore a contratto (contratto triennale 1/1/ /12/1996 rinnovato per il triennio ). Dal 1997 al 2000 collaborazione con l Università di Modena (successivamente di Modena e Reggio Emilia) con la qualifica di professore a contratto (articolo 100, lettera d, DPR 382/1980). Dal gennaio 1986 fino al 2000 collaborazione con l Università Bocconi in varie posizioni: assistente, professore a contratto, contrattista responsabile di insegnamento. Dal gennaio 1986 collaborazione con la Scuola di Direzione aziendale dell Università Bocconi in varie posizioni: assistente, docente, docente senior. Attualmente collaboratore esterno. Servizi prestati negli Atenei e negli Enti di ricerca Preside della Facoltà di Economia Marco Biagi, Università di Modena e Reggio Emilia, dall 1 novembre Componente del Senato Accademico dell Università di Modena e Reggio Emilia, dall 1 novembre Direttore del Dipartimento di Economia aziendale, Università di Modena e Reggio Emilia, nel triennio 1 novembre ottobre In tale veste ha avuto la responsabilità amministrativa e contabile sul funzionamento del Dipartimento, e sui fondi ricerca. Ha inoltre curato la gestione strategica delle ricerche nel Dipartimento. 4

5 Pubblicazioni 1. Un confronto internazionale: come altri Paesi europei hanno declinato il Patto di Stabilità interno, con Anna Francesca Pattaro e Alessandro Sancino, in F. Amatucci, F. Pezzani, V. Vecchi (a cura di), Le scelte di finanziamento degli enti locali, EGEA, Milano, Tendenze in atto nel rinnovamento del sistema informativo-contabile delle Regioni, in F. Pezzani (a cura di), Ripensare il ruolo e la governance delle Regioni. Quali sistemi di programmazione, controllo e rendicontazione, EGEA, Milano, 2008, pp Politiche familiari: il ruolo delle Associazioni nella formazione dei bilanci comunali, in F. Belletti (a cura di), Politiche familiari e interventi di sostegno alle famiglie in disagio socio-economico: un analisi a livello locale, Città Nuova, 2008, pp The New Public Management. A Perspective for Finance Practitioners, FEE, Brussels, Report on the International Public Management Network Research Conference in Rio de Janeiro, Brasil, con Bruce J. Perlman e Turo Virtanen, International Public Management Review, vol. 6, Issue 1, Sistema contabile e prospettive di riforma in Germania, in G. Farneti S. Pozzoli (a cura di), Principi e sistemi contabili negli enti locali. Il panorama internazionale, le prospettive in Italia, Franco Angeli, Milano, 2005, ISBN , pp Il governo e la gestione delle aziende pubbliche e private di servizio alla persona. Il processo di riforma delle IPAB, Giappichelli, Torino, I processi di riforma dei sistemi contabili pubblici in Germania, in Azienditalia, n. 10, Ipsoa, Milano, 2003, pagg Local government accounting system reform in Italy: a critical analysis, Journal of Public Budgeting, Accounting & Financial Management, Volume 15, Number 1, Spring 2003, PrAcademics Press, pagg Government Budgeting And Accounting Reform In Italy, con Riccardo Mussari, in AA.VV., Government, Budgeting and Accounting Reform, Citic Publishing House, Pechino, 2002 (in lingua cinese), pagg [ISBN /F] 11. Italy, con Riccardo Mussari, in J.L. Chan-C. Xiaoyue (eds.), Models of Public Budgeting and Accounting Reform, OECD Journal on Budgeting, volume 2, Supplement 1, Paris, 2002, pagg [ISBN ]. 12. Sistemi informativo-contabili nella Pubblica amministrazione: profili comparati, evoluzione e criteri per la progettazione, EGEA, Milano, Responsabilità e trasparenza nella gestione dell ente locale (a cura di E. Caperchione e F. Pezzani), EGEA, Milano, Comparative Issues in Local Government Accounting (a cura di E. Caperchione e R. Mussari), Kluwer Academic Publishers, Boston,

6 15. Caratteri di uniformità nelle riforme dei sistemi di contabilità pubblica di alcuni Paesi europei ed extra-europei, in Azienda pubblica, Maggioli, Rimini, n. 5/ Il PEG come strumento di responsabilizzazione: aspetti organizzativo-contabili e soluzioni operative, in Azienda pubblica, Maggioli, Rimini, n. 2/ Il regolamento di contabilità nell'ente locale (a cura di E. Caperchione), Maggioli, Rimini, Autonomia economica e responsabilità sui risultati: evoluzione dei sistemi di rilevazione negli enti locali, in G. Valotti- A. Zangrandi (a cura di), Dall'autonomia istituzionale all'autonomia realizzativa: nuovi modelli di riferimento negli enti locali, Maggioli, Rimini, 1996, pagg Le informazioni di carattere contabile a supporto delle decisioni in tema di organico, in R. Ruffini (a cura di), La determinazione dell'organico negli enti locali, Maggioli, Rimini, 1996, pagg Freie Wohlfahrtsorganisationen in Italien, con Marcus Gudera, in ZögU, Zeitschrift für öffentliche und gemeinwirtschaftliche Unternehmen, Band 18, Heft 4, Nomos Verlagsgesellschaft mbh, Baden-Baden, 1995, pagg Governmental accounting changes and Italian public administration renewal in the Nineties, in V. Montesinos - J.M. Vela (eds.), International research in Public sector accounting, reporting and auditing, Instituto Valenciano de Investigaciones Económicas, Valencia, 1995, pagg La finalizzazione al controllo della spesa nei diversi sistemi di contabilità pubblica, in E. Borgonovi (a cura di), Il controllo della spesa pubblica: aspetti istituzionali di politica economica e di sistemi contabili, EGEA, Milano, 1995, pagg Trends in the evolution of accounting systems in Italian Local Governments, con Andrea Garlatti, in E.Buschor - K. Schedler (eds.), Performance measurement and public sector accounting, Paul Haupt, Bern, 1994, pagg Different Levels of Decision-Making in Social Policies and Managerial Implications, in J. Pacolet- C. Wilderom (eds.), The Economics of Care for the Elderly, Avebury, London, 1991, pagg Caratteristiche del sistema di contabilità direzionale nelle USL di piccole dimensioni, in E. Borgonovi (a cura di), Il controllo economico nelle aziende sanitarie, EGEA, Milano, 1990, pagg Le procedure di rilevazione di altre classi di costo nelle Unità Sanitarie Locali della Regione Emilia-Romagna, in AA.VV., La contabilità analitica nelle USL: sistemi di rilevazione, CLUEB, Bologna, 1990, pagg Organizzazione e controlli sul sistema tariffario dei servizi telefonici, con Paolo Rondo Brovetto, in AA.VV., Investimenti e finanziamenti nel settore della telefonia, Il governo 6

7 dei sistemi tariffari nei principali Paesi europei, EGEA, Milano, 1990 (pagg : autore delle pagine e ). 28. Reti telefoniche europee: verso una gestione più sofisticata, con Paolo Rondo Brovetto, in Economia & Management, Mondadori Business Information, volume 14, maggio Partecipazione a convegni Ha presentato proprie relazioni di ricerca in convegni nazionali ed internazionali: 1. Bologna, 9 novembre 2009, relatore alla conferenza Innovazione nella PA; processi di riforma e sistemi di valutazione. Punti di vista a confronto in una prospettiva internazionale, organizzata da Fondazione Alma Mater; 2. Bruxelles, 23 ottobre 2008, Relatore alla 3 rd Joint European Commission / FEE Conference Modernising Accounting in the Public Sector: Where are We and Where to Go Next 3. Hamburg, Settembre 2006, presentazione del paper The New Public Management. A Perspective for Finance Practitioners, al workshop CIGAR presso l Università di Amburgo; 4. Speyer (Germania), agosto 2006, relatore al 1st European Summit on Modernizing Government, tenuto presso la Scuola superiore di Scienze amministrative, con il paper Public Sector Reforms in Italy 5. Roma, maggio 2006, intervento al Forum della Pubblica Amministrazione, workshop Rendere conto ai cittadini, organizzato da Fondazione Civicum. 6. Napoli, luglio 2003, partecipazione al Convegno I principi contabili per gli enti locali: stato dell arte e prospettive, organizzato dall Università degli Studi di Napoli Parthenope, dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e dall Osservatorio sulla Finanza e la Contabilità degli Enti Locali, con una relazione dal titolo I processi di riforma dei sistemi contabili pubblici in Germania. 7. Berlino, gennaio 2003, ospite della Humboldt-Universität al ciclo di incontri Verwaltungspolitisches Kolloquium Berlin-Brandenburg, con un seminario dal titolo Staatsund Verwaltungsmodernisierung in Italien - unter besonderer Berücksichtigung der aktuellen kommunalen Management- und Finanzreformen. 8. Potsdam, settembre 2002, partecipazione alla EGPA Annual conference The European Administrative Space: Governance in Diversity con il paper The inter-related roles of the regional and local government in developing local partnerships in Italy, realizzato con Elena Zuffada e Luciano Vandelli. 9. Milano, marzo 2002, partecipazione al convegno Le IPAB: quali, come e perché si aziendalizzano. Riflessioni sul decreto legislativo 207/2001, organizzato da Deloitte Touche Tohmatsu, con un intervento sul tema I caratteri distintivi e gli aspetti gestionali delle aziende pubbliche di servizi. 7

8 10. L Aquila, ottobre 2001, partecipazione alla Tavola rotonda La programmazione finanziaria nell ambito del XXXIII Convegno Ardel, Associazione Nazionale Ragionieri degli Enti Locali, Il sistema di finanziamento dei bilanci degli enti locali. 11. Bologna, ottobre 2001, intervento al convegno Bilanci degli enti locali. Proposte per la semplificazione e il rinnovamento della contabilità, organizzato da ANCI Emilia- Romagna, UPI Emilia-Romagna e Contare. 12. Milano, settembre 2001, intervento al convegno della European Foundation for Management Development Managing for Good Governance Perils, Challenges, Benefits con una relazione sul tema Information for Accountability. A Comparative Approach. 13. Roma, maggio 2001, intervento al Forum della Pubblica Amministrazione, workshop Controllare la gestione per governare il cambiamento, con una relazione sul tema Apprendere dalle esperienze internazionali. 14. Pechino, aprile 2001, presentazione del paper The Experiences of Developed Nations: Italy al simposio Government Budgeting and Accounting Reform: China and International Comparative Perspectives, organizzato da National Institute of Accounting, Pechino. 15. Milano, aprile 2001, intervento al convegno La nuova legge quadro del sistema integrato di interventi e servizi sociali: quali opportunità per il non-profit?, organizzato dall Università Bocconi, con un intervento sul tema Il nuovo ruolo delle IPAB nel disegno della riforma. 16. Modena, novembre 2000, intervento al convegno annuale Analisi di bilancio e dei servizi. Un progetto per comuni e provincie in Emilia-Romagna, con una relazione sul tema Il sistema informativo regionale sulla finanza locale. 17. Speyer, ottobre 2000, intervento al workshop Accounting for Capital Assets and Financial Reporting under the Accrual Basis of Accounting, con una relazione sul tema Financial Reporting: Structure and Contents of Government Financial Statements 18. Modena, giugno 2000, intervento al convegno Bilancio sociale: uno strumento di gestione sociale dell ente pubblico e dell impresa di servizi alla persona, con una relazione sul tema Misurazione e valutazione dei risultati non economici nelle aziende pubbliche. 19. Sansepolcro, maggio 2000, intervento al convegno decennale di Contare Autonomia finanziaria e contabile degli enti locali per un federalismo europeo, con una relazione sul tema Le riforme della contabilità pubblica in prospettiva comparata: tendenze comuni e problemi aperti. 20. Fort Lauderdale, gennaio 2000, intervento alla 23rd Annual Conference on Teaching Public Administration, organizzato dalla Florida Atlantic University, Fort Lauderdale, con il paper The reform of the Italian local government accounting system. A critical analysis. 8

9 21. Udine, dicembre 1999, relazione al convegno 1999 Anno internazionale dell anziano. Obiettivi ed esperienze a confronto con una relazione sul tema Aspetti gestionali ed economici di una struttura residenziale per anziani. 22. Modena, novembre 1999, relazione al convegno Analisi di bilancio e dei servizi. Un progetto per comuni e provincie in Emilia-Romagna. 23. Bologna, settembre 1999, partecipazione al Com.P.A., Salone della comunicazione pubblica e dei servizi al cittadino, con un intervento sul tema Comunicare l Europa: valori, comportamenti, protagonisti. 24. Roccapalumba, aprile 1999, relazione sul tema Sistemi contabili a confronto: la realtà degli altri Paesi dell Unione Europea al V Convegno annuale in materia di contabilità e organizzazione degli enti locali I Comuni verso l Europa. 25. Iglesias, dicembre 1998, intervento al convegno Le residenze sanitarie assistenziali: una risposta alle esigenze dell anziano non autosufficiente con una relazione sul tema Modelli di gestione delle residenze sanitarie. 26. Figline Valdarno, ottobre 1998, relazione sul tema Informazione o rumore? Alcune riflessioni sullo stato dell arte della comunicazione economica negli enti locali al convegno nazionale di Contare. 27. Milano, giugno 1997, intervento al convegno CIGAR (Comparative International Governmental Accounting Research) con il paper Expected and unexpected effects of the 1995 reform of local government accounting in Italy: the information provided from the statement of operations. 28. Ragusa, giugno 1997, relazione sul tema Il Peg come strumento di responsabilizzazione : collegamento con la valutazione dei dirigenti al convegno La gestione degli enti locali - dalla programmazione ai risultati, organizzato dal Comune di Scicli. 29. Bari, maggio 1997, intervento al convegno Il PEG: esperienze a confronto, organizzato da Spegea, Scuola di perfezionamento in gestione aziendale. 30. Bologna, aprile 1997, relazione sul tema I principi contabili pubblici a livello internazionale al convegno nazionale di Contare L'innovazione nella gestione dell'ente locale: contabilità, organizzazione, responsabilità, controllo. 31. Milano, febbraio 1997, organizzazione scientifica del convegno Il PEG come strumento di responsabilizzazione: aspetti organizzativo-contabili e soluzioni operative, promosso dalla SDA Bocconi. 32. Stoccolma, novembre 1996, intervento al Workshop EIASM (European Institute for Advanced Studies in Management) con il paper Does local government accounting reform help public managers? Some issues from the Italian experience. 33. Montecchio Maggiore, settembre 1996, relatore al convegno L'accesso ai servizi sociali: guidare il futuro con nuovi strumenti, organizzato dall'ulss 5 - Ovest Vicentino della Regione Veneto. 9

10 34. Pavia, giugno 1996, relatore al convegno La legalità come garanzia di imparzialità e di efficienza delle amministrazioni locali promosso dall'unione nazionale segretari provinciali e comunali. 35. Firenze, febbraio 1996, relazione sul tema La riforma al guado: l'andamento del dibattito tra rinvii e applicazioni al convegno nazionale di Contare La riforma della contabilità un anno dopo. 36. Milano, novembre 1995, organizzazione scientifica del convegno L'ente locale e il regolamento di contabilità, promosso dalla SDA Bocconi. 37. Rimini, novembre 1995, intervento ufficiale sul tema Il profilo del nuovo Segretario- Direttore nei servizi socio-sanitari alla Convention Ansdipp (Associazione Nazionale Segretari e Direttori degli Istituti Pubblici e Privati). 38. Mogliano Veneto, marzo 1995, intervento al convegno Pubblico e Privato. Sinergia o competizione? I servizi appaltati negli enti pubblici, organizzato da Ansdipp (Associazione Nazionale Segretari e Direttori degli Istituti Pubblici e Privati). 39. Novara, febbraio 1995, intervento ufficiale sul tema Le esperienze straniere di riforma della contabilità pubblica al convegno promosso dal Comune di Novara sul tema La riforma dell'ordinamento finanziario e contabile per un ente locale più moderno. 40. Borgonovo val Tidone, dicembre 1994, intervento Il controllo di gestione: un sistema unificante della cultura organizzativa dell azienda di servizi al convegno Azienda pubblica di servizi: l organizzazione a garanzia della qualità, promosso dall Istituto Andreoli. 41. Valencia, giugno 1994, relazione al workshop CIGAR (Comparative international governmental accounting research), Governmental accounting changes and Italian public administration renewal in the Nineties. 42. Venezia, aprile 1994, intervento al XVII convegno EAA, European Accounting Association, con il paper The role of Governmental accounting changes in Italian public administration renewal. 43. Varsavia, luglio 1993, intervento ufficiale sul tema Examples of Western European Support for Central & Eastern European Countries alla conferenza dell EHMA (European Healthcare Management Association) Management Development in Central & Eastern Europe. 44. San Gallo, marzo 1993, intervento al convegno biennale del network CIGAR, con il paper Evolution tendencies in the accounting system of Italian local government. 45. Bassano del Grappa, novembre 1992, intervento al convegno URIPA, Unione Regionale Istituzioni Pubbliche e Private di Assistenza agli Anziani. 46. Bruxelles, 1990, convegno organizzato dall'università Cattolica di Lovanio e dalla Libera Università di Amsterdam, in collaborazione con la Commissione delle Comunità Europee e il Governo fiammingo, dal titolo The Economics of the Care for the Elderly: 10

11 relazione su Different Levels of Decision-making in Social Policies for Elderly and Managerial Implications. 47. Rennes, 1990, convegno dell'ecole Nationale de Santé Publique Où se décide l'europe de la santé?: relazione dal titolo Différents niveaux décisionnels des politiques pour les personnes âgées et conséquences pour les managers. 48. Castelnovo ne' Monti, 19/5/1989, USL 13 Regione Emilia-Romagna, Conferenza "Avvio del sistema di contabilità direzionale per centri di costo". Relazione dal titolo: "Il sistema di reporting". 49. Rennes, marzo 1988, convegno dell'ecole Nationale de Santé Publique su Les institutions sanitaires et sociales face au vieillissement: relazione scritta dal titolo Les coûts des services pour les personnes âgées: une étude sur la ville de Milan. Attività didattica svolta in Italia Il sottoscritto ha avuto affidamenti di insegnamenti a partire dall anno accademico 1990/91, ed in particolare: Metodologie e determinazioni contabili Modulo 2 (Bilancio degli enti pubblici) per il Corso di laurea in Economia Aziendale, Università di Modena e Reggio Emilia, anni accademici 2001/02 e 2002/03; per il Corso di laurea specialistica in Consulenza e gestione d impresa, dall anno accademico 2003/2004. Metodologie e determinazioni quantitative d'azienda (Bilancio ed altre determinazioni di sintesi nelle amministrazioni pubbliche), Università Commerciale L. Bocconi di Milano, dall anno accademico 1994/95 all anno accademico 2000/01. Controllo strategico nelle amministrazioni pubbliche per il Corso di laurea specialistica in Valutazione delle politiche pubbliche e del territorio, Università di Modena e Reggio Emilia, dall anno accademico 2004/05. Programmazione e controllo delle aziende pubbliche per il Corso di laurea specialistica in Consulenza e gestione d impresa, Università di Modena e Reggio Emilia, anno accademico 2003/04. Economia Aziendale, Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università di Modena e Reggio Emilia, anno accademico 2005/06. Economia Aziendale, Corso di Laurea in Tecniche di Radiologia Medica per Immagine e Radioterapia, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università di Modena e Reggio Emilia, anno accademico 2005/06. Economia aziendale per il Corso di laurea in Economia Aziendale, Università di Modena e Reggio Emilia, anni accademici 2000/01 e 2001/02. Economia aziendale per il Corso di laurea in Scienze dell amministrazione dei servizi sociali e sanitari, Università di Modena e Reggio Emilia, Facoltà di Giurisprudenza, sede di Reggio Emilia, anno accademico 2001/02. 11

12 Economia aziendale per il Corso di laurea in Biotecnologie, Università di Modena e Reggio Emilia, anni accademici 2000/01 e 2001/02. Economia aziendale, Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, Diploma universitario in Commercio Estero, anni accademici 1997/98, 1998/99 e 1999/00. Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche (Gestione dei servizi pubblici) per il Corso di laurea in Economia Aziendale, Università di Modena e Reggio Emilia, anno accademico 2002/03; per il Corso di laurea specialistica in Valutazione delle politiche pubbliche e del territorio, dall anno accademico 2003/04. Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche, (modulo 2) per il Corso di laurea in Economia e gestione dei servizi, Università di Modena e Reggio Emilia, sede di Reggio Emilia, anno accademico 2002/03. Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche, Università L. Bocconi, negli anni 1993/94 e 1994/95. Economia delle amministrazioni pubbliche, Università L. Bocconi, dall'anno accademico 1990/91 al 1992/93. Economia delle imprese pubbliche (Economia e gestione dei servizi pubblici), Università Commerciale L. Bocconi di Milano, dall'anno accademico 1995/96 all anno accademico 1999/2000. Organizzazione e gestione delle amministrazioni pubbliche, Accademia della Guardia di Finanza, Bergamo, dall'anno accademico 1993/94 al 1995/96. Attività didattica svolta all estero Il 30 marzo 2009, a Vienna, lezione sul tema delle riforme del management pubblico in Europa al seminario Public Management & Governance organizzato dalla Cancelleria Federale Austriaca per gli alti dirigenti della pubblica amministrazione. Nel 2007 visiting professor all Università di Poitiers, Institut d Administration des Entreprises, ha tenuto un corso di 20 ore su IPSASs, Normes comptables internationales. Nel primo trimestre 2003 visiting professor alla Potsdam Universität, Germania, Istituto per lo studio del governo locale (KWI, Kommunalwissenschaftliches Institut), ha insegnato al Master in Public Management. Titolare di un contratto per l insegnamento Einführung in das öffentliche Rechnungswesen (Introduzione alla contabilità pubblica), Università di Klagenfurt (Austria), per l anno accademico 1999/2000. Visiting professor di Public finance and Governmental Accounting alla Akademia Ekonomiczne w Krakowie, Cracovia, Polonia, nell'anno accademico 1992/93. 12

13 Partecipazione a associazioni, commissioni, comitati scientifici E socio ordinario di AIDEA, Accademia Italiana di Economia Aziendale e di SIDREA, Società Italiana dei Docenti di Ragioneria e di Economia Aziendale. Chairman of the Board del network CIGAR (Comparative International Governmental Accounting Research), al quale aderiscono i docenti e ricercatori che a livello internazionale si occupano di contabilità pubblica, dal Ha organizzato il V Congresso biennale del network CIGAR, Comparative International Governmental Accounting Research, Milano 1997, ed il XII Congresso biennale, Modena Membro ospite della Commissione scientifica Economia delle aziende pubbliche tra i docenti tedeschi di Economia aziendale (Wissenschaftliche Kommission Öffentliche Betriebswirtschaftslehre des Verbands der Hochschullehrer für Betriebswirtschaft e.v. vedi ). Componente di IPMN, International Public Management Network. Nel 2007 è stato referente per l Italia del premio EPSA, European Public Sector Award (http://www.eps-award.eu), nell ambito del quale è stato chiamato, su incarico della Fondazione Bertelsmann, a coordinare e presiedere il gruppo di esperti responsabili della sezione Utilizzo efficiente delle risorse. Nel 2009 è stato valutatore della seconda edizione di EPSA, organizzata da EIPA, European Institute of Public Administration, Maastricht. Membro del Comitato scientifico e referee della rivista Azienda pubblica (direttore Elio Borgonovi). Referee del journal FAM, Financial Accountability & Management in Governments, Public Services and Charities (editor Irvine Lapsley). Reviewer di IJPSM, International Journal of Public Sector Management, vol. 21 (2), 2008, Special issue. Reviewer di PMM, Public Money & Management, e di PAR, Public Administration Review. Coordinamento di iniziative in campo didattico svolte in ambito nazionale ed internazionale Ha assunto rilevanti responsabilità in attività di progettazione e coordinamento di iniziative formative anche di taglio internazionale presso la Scuola di Direzione Aziendale dell Università Bocconi e l Università Cattolica. Visiting professor presso la Bethlehem University nell ambito del progetto Assistenza alla municipalità palestinese, e coordinatore del Professional Diploma in Public Administration (320 ore), organizzato a Betlemme, Cisgiordania da Università Cattolica e Bethlehem University da ottobre 2006 a luglio

14 Docenza nel PGMF, Executive Programme in Public Governance, Management and Finance, Università Bocconi, Coordinatore del programma formativo 7 giorni per l Europa, SDA Bocconi, che prevedeva visite guidate a enti locali di Paesi europei, nei quali si erano sperimentate innovazioni in campo contabile, Direttore del corso Organizzazione e gestione dei servizi sociali per la formazione di manager sociali, co-finanziato da Fondo Sociale Europeo, Regione Lombardia e Ministero del Lavoro, anni accademici , Direttore del Corso di specializzazione in contabilità pubblica per la formazione di esperte del Settore economico-finanziario di Regioni, Enti locali, ASL ed IPAB, co-finanziato da Fondo Sociale Europeo, Regione Lombardia e Ministero del Lavoro, anno accademico Altre informazioni rilevanti Affidatario di un incarico da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Funzione pubblica, nell ambito del Progetto finalizzato Il controllo di gestione: analisi, comparazione e diffusione delle best practices, anno 2000; tale progetto ha condotto alla selezione di Esperienze internazionali di controllo di gestione realizzate da amministrazioni pubbliche, raccolte nel CD-ROM Galleria delle esperienze Materiali per il controllo di gestione, curato da Riccardo Mussari e Claudia Frollà, e pubblicato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Funzione pubblica, Ufficio per l innovazione delle pubbliche amministrazioni, Roma, Lingue straniere conosciute: inglese, francese, tedesco. 14

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo residenza Via Senatore di Giovanni 5 961 00 Siracusa Indirizzo studio VIALE SANTA PANAGIA, 141/C

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE CONVEGNO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Dipartimento di Economia e Management ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI FERRARA IPSOA LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze.

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. CURRICULUM VITAE Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. Titolo di Studio: Laurea Economia e Commercio conseguita il 17.04.1973 presso l Università

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome E-mail PEC rdallanese@liuc.it raffaella.dallanese@odcecmilano.it Nazionalità Italiana Data di nascita 07,

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome CAPPELLI CRISTINA Telefono Uff. 050 509750 Fax 050 509471 E-mail c.cappelli@sns.it Nazionalità ITALIANA ESPERIENZA LAVORATIVA Nome e

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Sergio dal Maso Viale C.Colombo, 165 Foggia Telefono 328/2775122 Fax 0881/720007 E-mail Nazionalità

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

Mario Fabio Polidoro. Curriculum vitae analitico

Mario Fabio Polidoro. Curriculum vitae analitico Mario Fabio Polidoro Curriculum vitae analitico Roma, Aprile 2013 1 DATI ANAGRAFICI: Mario Fabio Polidoro Nato a Roma il 30/05/1959 Email: f.polidoro@unimercatorum.it TITOLI ACCADEMICI e FORMAZIONE: Laurea

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Art. 3 Procedura di selezione

Art. 3 Procedura di selezione Regolamento per l'attribuzione a professori e ricercatori dell'incentivo di cui all'articolo 29, comma 19 della legge 240/10 (Emanato con Decreto del Rettore n.110 del 4 aprile 2014) Art. 1 Oggetto 1.

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

CURRICULUM VITAE MARIA CRISTINA ARCURI

CURRICULUM VITAE MARIA CRISTINA ARCURI CURRICULUM VITAE MARIA CRISTINA ARCURI DATI PERSONALI Luogo e data di nascita: Catanzaro 29/03/1984 Residenza/Domicilio: Viale G. Rustici, 52 43123 Parma (PR) Stato civile: Nubile POSIZIONE ATTUALE Assegnista

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Indice 1. Le basi normative e aspetti generali 2. Parte I: obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO Emanato con Decreto Rettorale n. 623/AG del 23 febbraio 2012 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 52 del 2 marzo 2012 STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI E PRINCIPI Art.

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno.

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno. C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MARILENA MORANO Data di nascita 04-07-1956 Qualifica Direzione Sanitaria Amministrazione ASP COSENZA Incarico attuale DIRETTORE SANITARIO OSPEDALE

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Parthenope

Università degli Studi di Napoli Parthenope Università degli Studi di Napoli Parthenope Pos. A.G Decreto n.211 IL RETTORE Visto il D.M. 270/04; Visto Visto Vista Preso atto Vista Attesa Visto il Regolamento dei corsi di perfezionamento, di aggiornamento

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI REGOLAMENTO DEL PREMIO DI LAUREA EUGENIO ZUCCHETTI 1 OGGETTO DEL PREMIO l Amministrazione Comunale di Pregnana Milanese Assessorato alla Cultura istituisce un premio annuale di laurea intitolato alla memoria

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014 CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE Anno accademico 2013-2014 Como - Varese, 15 febbraio 2014 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI

Dettagli

Software di gestione delle partecipate per l ente l

Software di gestione delle partecipate per l ente l Software di gestione delle partecipate per l ente l locale Obiettivo Governance Le necessità di governo del sistema delle partecipate comportano l esigenza di dotarsi di un software adeguato, che permetta

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE Associazione delle Università Europee Copyright 2008 della European University Association Tutti i diritti riservati. I testi possono essere

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO P.G. 58467/2012 Data firma: 13/07/2012 Data esecutività: 20/07/2012

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli