Indirizzo postale: PIAZZA CASTELLO 1 Città: POGGIO RENATICO Codice postale: 44028

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indirizzo postale: PIAZZA CASTELLO 1 Città: POGGIO RENATICO Codice postale: 44028"

Transcript

1 SERVIZI SOCIOASSISTENZIALI, SANITARI E SERVIZIO PULIZIE PRESSO CASA PROTETTA COMUNALE E SERVIZO DI ASSISTENZA DOMICILIARE UNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Fax (352) Info e formulari on-line: BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: COMUNE DI POGGIO RENATICO Indirizzo postale: PIAZZA CASTELLO 1 Città: POGGIO RENATICO Codice postale: Paese: Italia Punti di contatto: Ufficio Servizi Sociali Telefono: All'attenzione di: Toselli Gino Posta elettronica: Fax: Indirizzo(i) internet (se del caso) Amministrazione aggiudicatrice (URL): Profilo di committente (URL): Ulteriori informazioni sono disponibili presso: I punti di contatto sopra indicati Altro: completare l'allegato A.I Il capitolato d'oneri e la documentazione complementare (inclusi i documenti per il dialogo competitivo e per il sistema dinamico di acquisizione) sono disponibili presso: I punti di contatto sopra indicati Altro: completare l'allegato A.II Le offerte o le domande di partecipazione vanno inviate a: I punti di contatto sopra indicati Altro: completare l'allegato A.III 1 / 15 SIMAP2_poggioren - ID:2009-XXXXXX Formulario standard 2 - IT

2 SERVIZI SOCIOASSISTENZIALI, SANITARI E SERVIZIO PULIZIE PRESSO CASA PROTETTA COMUNALE E SERVIZO DI ASSISTENZA DOMICILIARE I.2) TIPO DI AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE E PRINCIPALI SETTORI DI ATTIVITÀ Ministero o qualsiasi altra autorità nazionale o federale, inclusi gli uffici a livello locale o regionale Agenzia/ufficio nazionale o federale Autorità regionale o locale Agenzia/ufficio regionale o locale Organismo di diritto pubblico Istituzione/agenzia europea o organizzazione internazionale Altro (specificare): Servizi generali delle amministrazioni pubbliche Difesa Ordine pubblico e sicurezza Ambiente Affari economici e finanziari Salute Abitazioni e assetto territoriale Protezione sociale Ricreazione, cultura e religione Istruzione Altro (specificare): L'amministrazione aggiudicatrice acquista per conto di altre amministrazioni aggiudicatrici sì no 2 / 15 SIMAP2_poggioren - ID:2009-XXXXXX Formulario standard 2 - IT

3 SERVIZI SOCIOASSISTENZIALI, SANITARI E SERVIZIO PULIZIE PRESSO CASA PROTETTA COMUNALE E SERVIZO DI ASSISTENZA DOMICILIARE SEZIONE II: OGGETTO DELL'APPALTO II.1) DESCRIZIONE II.1.1) Denominazione conferita all'appalto dall'amministrazione aggiudicatrice SERVIZI SOCIOASSISTENZIALI, SANITARI E SERVIZIO PULIZIE PRESSO CASA PROTETTA COMUNALE E SERVIZO DI ASSISTENZA DOMICILIARE II.1.2) Tipo di appalto e luogo di esecuzione, luogo di consegna o di prestazione dei servizi (Scegliere una sola categoria lavori, forniture o servizi che corrisponde maggiormente all'oggetto specifico dell'appalto o degli acquisti) (a) Lavori (b) Forniture (c) Servizi Esecuzione Progettazione ed esecuzione Realizzazione, con qualsiasi mezzo di lavoro, conforme alle prescrizioni delle amministrazioni aggiudicatrici Acquisto Leasing Noleggio Acquisto a riscatto Misto Categoria di servizi: N.25 (Per le categorie di servizi 1-27, cfr. l'allegato II della direttiva 2004/18/CE) Sito o luogo principale dei lavori: Luogo principale di consegna: Luogo principale di esecuzione: II.1.3) L'avviso riguarda VIA XX SETTEMBRE 10 - POGGIO RENATICO - FERRARA Codice NUTS ITD56 un appalto pubblico l'istituzione di un accordo quadro l'istituzione di un sistema dinamico di acquisizione (SDA) II.1.4) Informazioni relative all'accordo quadro (se del caso) Accordo quadro con diversi operatori Numero, o, se del caso, numero massimo di partecipanti all'accordo quadro previsto Accordo quadro con un unico operatore Durata dell'accordo quadro: periodo in anni: o mesi: Giustificazione dell'accordo quadro con una durata superiore a quattro anni: Valore totale stimato degli acquisti per l'intera durata dell'accordo quadro (se del caso, indicare solo in cifre): Valore stimato, IVA esclusa: oppure valore tra e Moneta: Moneta: Frequenza e valore degli appalti da aggiudicare(se nota) : 3 / 15 SIMAP2_poggioren - ID:2009-XXXXXX Formulario standard 2 - IT

4 SERVIZI SOCIOASSISTENZIALI, SANITARI E SERVIZIO PULIZIE PRESSO CASA PROTETTA COMUNALE E SERVIZO DI ASSISTENZA DOMICILIARE II.1.5) Breve descrizione dell'appalto o degli acquisti SERVIZI SOCIOASSISTENZIALI E SANITARI E DI PULIZIA CASA PROTETTA E SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE 4 / 15 SIMAP2_poggioren - ID:2009-XXXXXX Formulario standard 2 - IT

5 SERVIZI SOCIOASSISTENZIALI, SANITARI E SERVIZIO PULIZIE PRESSO CASA PROTETTA COMUNALE E SERVIZO DI ASSISTENZA DOMICILIARE II.1.6) CPV (Vocabolario comune per gli appalti) Vocabolario principale Vocabolario supplementare(se del caso) Oggetto principale II.1.7) L'appalto rientra nel campo di applicazione dell'accordo sugli appalti pubblici (AAP) sì no II.1.8) Divisione in lotti (per ulteriori precisazioni sui lotti, utilizzare l'allegato B nel numero di copie necessario) sì no In caso affermativo,le offerte vanno presentate per (contrassegnare una sola casella): un solo lotto uno o più lotti tutti i lotti II.1.9) Ammissibilità di varianti sì no II.2) QUANTITATIVO O ENTITÀ DELL'APPALTO II.2.1) Quantitativo o entità totale (compresi tutti gli eventuali lotti e opzioni) ,00 Se noto, valore stimato, IVA esclusa (indicare solo in cifre): oppure valore tra e Moneta: EUR Moneta: II.2.2) Opzioni (se del caso) sì In caso affermativo, descrizione delle opzioni: Se noto, calendario provvisorio per il ricorso a tali opzioni: no in mesi: oppure giorni: (dall'aggiudicazione dell'appalto) Numero di rinnovi possibile (se del caso): oppure valore tra e Se noto, nel caso di appalti rinnovabili di forniture o servizi, calendario di massima degli appalti successivi: in mesi: oppure giorni: (dall'aggiudicazione dell'appalto) II.3) DURATA DELL'APPALTO O TERMINE DI ESECUZIONE Periodo in mesi: 72 oppure giorni: (dall'aggiudicazione dell'appalto) oppure dal al (gg/mm/aaaa) (gg/mm/aaaa) 5 / 15 SIMAP2_poggioren - ID:2009-XXXXXX Formulario standard 2 - IT

6 SERVIZI SOCIOASSISTENZIALI, SANITARI E SERVIZIO PULIZIE PRESSO CASA PROTETTA COMUNALE E SERVIZO DI ASSISTENZA DOMICILIARE SEZIONE III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIARIO E TECNICO III.1) CONDIZIONI RELATIVE ALL'APPALTO III.1.1) Cauzioni e garanzie richieste (se del caso) CAUZIONE PROVVISORIA ,00 - CAUZIONE DEFINITIVA 10% OFFERTA III.1.2) Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia RISORSE PROPRIE DELL'ENTE III.1.3) Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario dell'appalto (se del caso) VEDI CAPITOLATO III.1.4) Altre condizioni particolari cui è soggetta la realizzazione dell'appalto (se del caso) sì In caso affermativo, descrizione delle condizioni particolari: no III.2) CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE III.2.1) Situazione personale degli operatori, inclusi i requisiti relativi all'iscrizione nell'albo professionale o nel registro commerciale Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: VEDI CAPITOLATO III.2.2) Capacità economica e finanziaria Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: VEDI CAPITOLATO Livelli minimi di capacità eventualmente richiesti (se del caso): VEDI CAPITOLATO III.2.3) Capacità tecnica Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità ai requisiti: VEDI CAPITOLATO Livelli minimi di capacità eventualmente richiesti (se del caso): VEDI CAPITOLATO 6 / 15 SIMAP2_poggioren - ID:2009-XXXXXX Formulario standard 2 - IT

7 SERVIZI SOCIOASSISTENZIALI, SANITARI E SERVIZIO PULIZIE PRESSO CASA PROTETTA COMUNALE E SERVIZO DI ASSISTENZA DOMICILIARE III.2.4) Appalti riservati (se del caso) sì no L appalto è riservato ai laboratori protetti L'esecuzione dell appalto è riservata ai programmi di lavoro protetti III.3) CONDIZIONI RELATIVE ALL'APPALTO DI SERVIZI III.3.1) La prestazione del servizio è riservata ad una particolare professione? sì In caso affermativo,citare la corrispondente disposizione legislativa, regolamentare o amministrativa applicabile: VEDI CAPITOLATO III.3.2) Le persone giuridiche devono indicare il nome e le qualifiche professionali delle persone incaricate della prestazione del servizio sì no no 7 / 15 SIMAP2_poggioren - ID:2009-XXXXXX Formulario standard 2 - IT

8 SERVIZI SOCIOASSISTENZIALI, SANITARI E SERVIZIO PULIZIE PRESSO CASA PROTETTA COMUNALE E SERVIZO DI ASSISTENZA DOMICILIARE SEZIONE IV: PROCEDURA IV.1) TIPO DI PROCEDURA IV.1.1) Tipo di procedura Aperta Ristretta Ristretta accelerata Negoziata Negoziata accelerata Giustificazione della procedura accelerata: Sono già stati scelti candidati? sì In caso affermativo, indicare il nome e l'indirizzo degli operatori economici già selezionati nella sezione VI.3) Altre informazioni no Giustificazione della procedura accelerata: Dialogo competitivo IV.1.2) Limiti al numero di operatori che saranno invitati a presentare un offerta (procedure ristrette e negoziate, dialogo competitivo) Numero previsto di operatori oppure numero minimo previsto e se del caso, numero massimo Criteri obiettivi per la selezione di un numero limitato di candidati: IV.1.3) Riduzione del numero di operatori durante il negoziato o il dialogo(procedura negoziata, dialogo competitivo) Ricorso ad una procedura in più fasi al fine di ridurre il numero di soluzioni da discutere o di offerte da negoziare sì no 8 / 15 SIMAP2_poggioren - ID:2009-XXXXXX Formulario standard 2 - IT

9 SERVIZI SOCIOASSISTENZIALI, SANITARI E SERVIZIO PULIZIE PRESSO CASA PROTETTA COMUNALE E SERVIZO DI ASSISTENZA DOMICILIARE IV.2) CRITERI DI AGGIUDICAZIONE IV.2.1) Criteri di aggiudicazione (contrassegnare le caselle pertinenti) Prezzo più basso oppure Offerta economicamente più vantaggiosa in base ai criteri indicati di seguito(i criteri di aggiudicazione vanno indicati con la relativa ponderazione oppure in ordine discendente di importanza qualora non sia possibile la ponderazione per motivi dimostrabili) criteri indicati nel capitolato d'oneri, nell invito a presentare offerte o a negoziare oppure nelle specifiche Criteri Ponderazione Criteri Ponderazione IV.2.2) Ricorso ad un'asta elettronica sì no In caso affermativo, fornire ulteriori informazioni sull'asta elettronica (se del caso) IV.3) INFORMAZIONI DI CARATTERE AMMINISTRATIVO IV.3.1) Numero di riferimento attribuito al dossier dall amministrazione aggiudicatrice (se del caso) IV.3.2) Pubblicazioni precedenti relative allo stesso appalto sì In caso affermativo, Avviso di preinformazione no Avviso relativo al profilo di committente Numero dell'avviso nella GU: /S - del (gg/mm/aaaa) Altre pubblicazioni precedenti (se del caso) IV.3.3) Condizioni per ottenere il capitolato d'oneri e la documentazione complementare (ad eccezione del sistema dinamico di acquisizione) oppure il documento descrittivo (nel caso di dialogo competitivo) Termine per il ricevimento delle richieste di documenti o per l'accesso ai documenti Data: 31/07/2009 (gg/mm/aaaa) Ora: Documenti a pagamento sì no In caso affermativo, prezzo (indicare solo in cifre): Moneta: Condizioni e modalità di pagamento: 9 / 15 SIMAP2_poggioren - ID:2009-XXXXXX Formulario standard 2 - IT

10 SERVIZI SOCIOASSISTENZIALI, SANITARI E SERVIZIO PULIZIE PRESSO CASA PROTETTA COMUNALE E SERVIZO DI ASSISTENZA DOMICILIARE IV.3.4) Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione Data: 10/08/2009 (gg/mm/aaaa) Ora: 12:00 IV.3.5) Data di spedizione ai candidati prescelti degli inviti a presentare offerte o a partecipare (se nota) (nel caso delle procedure ristrette e negoziate e del dialogo competitivo) Data: (gg/mm/aaaa) IV.3.6) Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte/domande di partecipazione ES CS DA DE ET EL EN FR IT LV LT HU MT NL PL PT SK SL FI SV Altro: IV.3.7) Periodo minimo durante il quale l'offerente è vincolato alla propria offerta (procedura aperta) Fino al: (gg/mm/aaaa) oppure periodo in mesi: oppure giorni: 180 (dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte) IV.3.8) Modalità di apertura delle offerte Data: (gg/mm/aaaa) Ora: Luogo (se del caso): Persone ammesse ad assistere all'apertura delle offerte (se del caso) sì DELEGATI DELLE DITTE OFFERENTI PREVIA COMUNICAZIONE DEL GIORNO DI APERTURA DELLE BUSTE TRAMITE FAX no 10 / 15 SIMAP2_poggioren - ID:2009-XXXXXX Formulario standard 2 - IT

11 SERVIZI SOCIOASSISTENZIALI, SANITARI E SERVIZIO PULIZIE PRESSO CASA PROTETTA COMUNALE E SERVIZO DI ASSISTENZA DOMICILIARE SEZIONE VI: ALTRE INFORMAZIONI VI.1) TRATTASI DI UN APPALTO PERIODICO (se del caso) sì no In caso affermativo, indicare il calendario di massima per la pubblicazione dei prossimi avvisi: VI.2) APPALTO CONNESSO AD UN PROGETTO E/O PROGRAMMA FINANZIATO DAI FONDI COMUNITARI sì no In caso affermativo, indicare il progetto e/o programma: VI.3) INFORMAZIONI COMPLEMENTARI (se del caso) L'IMPORTO DELLA BASE D'ASTA E' COMPRENSIVO DELL' EVENTUALE RINNOVO ( 3 ANNI + 3 ANNI) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO : GINO TOSELLI - CAPO AREA SERVIZI SOCIOASSISTENZIALI VI.4) PROCEDURE DI RICORSO VI.4.1) Organismo responsabile delle procedure di ricorso Denominazione ufficiale: Indirizzo postale: TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Città: BOLOGNA Codice postale: Paese: Posta elettronica: Fax: Indirizzo Internet (URL): Italia Telefono: Organismo responsabile delle procedure di mediazione (se del caso) Denominazione ufficiale: Indirizzo postale: Città: Paese: Posta elettronica: Fax: Codice postale: Telefono: 11 / 15 SIMAP2_poggioren - ID:2009-XXXXXX Formulario standard 2 - IT

12 SERVIZI SOCIOASSISTENZIALI, SANITARI E SERVIZIO PULIZIE PRESSO CASA PROTETTA COMUNALE E SERVIZO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Indirizzo Internet (URL): VI.4.2) Presentazione del ricorso (compilare il punto VI.4.2 oppure, all'occorrenza, il punto VI.4.3) Informazioni precise sui termini di presentazione del ricorso: NORMATIVA VIGENTE PER I RICORSI ALL'ORGANO DI GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA COMPETENTE 12 / 15 SIMAP2_poggioren - ID:2009-XXXXXX Formulario standard 2 - IT

13 SERVIZI SOCIOASSISTENZIALI, SANITARI E SERVIZIO PULIZIE PRESSO CASA PROTETTA COMUNALE E SERVIZO DI ASSISTENZA DOMICILIARE VI.4.3) Servizio presso il quale sono disponibili informazioni sulla presentazione del ricorso Denominazione ufficiale: Indirizzo postale: TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Città: BOLOGNA Codice postale: Paese: Posta elettronica: Fax: Indirizzo Internet (URL): Telefono: VI.5) DATA DI SPEDIZIONE DEL PRESENTE AVVISO: La data d'invio sarà automaticamente aggiornata quando l'avviso verrà inviato per la pubblicazione 13 / 15 SIMAP2_poggioren - ID:2009-XXXXXX Formulario standard 2 - IT

14 SERVIZI SOCIOASSISTENZIALI, SANITARI E SERVIZIO PULIZIE PRESSO CASA PROTETTA COMUNALE E SERVIZO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ALLEGATO A ALTRI INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO I) INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO PRESSO I QUALI SONO DISPONIBILI ULTERIORI INFORMAZIONI Denominazione ufficiale: Indirizzo postale: Città: Paese: Punti di contatto: All'attenzione di: Posta elettronica: Codice postale: Telefono: Fax: Indirizzo Internet (URL): II) INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO PRESSO I QUALI SONO DISPONIBILI IL CAPITOLATO D'ONERI E LA DOCUMENTAZIONE COMPLEMENTARE (INCLUSI I DOCUMENTI PER IL DIALOGO COMPETITIVO E PER IL SISTEMA DINAMICO DI ACQUISIZIONE) Denominazione ufficiale: Indirizzo postale: Città: Paese: Punti di contatto: All'attenzione di: Posta elettronica: Codice postale: Telefono: Fax: Indirizzo Internet (URL): III) INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO AI QUALI INVIARE LE OFFERTE/DOMANDE DI PARTECIPAZIONE Denominazione ufficiale: Indirizzo postale: Città: Paese: Punti di contatto: All'attenzione di: Posta elettronica: Codice postale: Telefono: Fax: Indirizzo Internet (URL): 14 / 15 SIMAP2_poggioren - ID:2009-XXXXXX Formulario standard 2 - IT

15 SERVIZI SOCIOASSISTENZIALI, SANITARI E SERVIZIO PULIZIE PRESSO CASA PROTETTA COMUNALE E SERVIZO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ALLEGATO B (1) INFORMAZIONI SUI LOTTI LOTTO N. TITOLO 1) BREVE DESCRIZIONE 2) CPV (Vocabolario comune per gli appalti) 3) QUANTITATIVO O ENTITÀ Se noto, valore stimato, IVA esclusa(indicare solo in cifre) oppure valore tra e Moneta: Moneta: 4) INDICAZIONE DI UNA DURATA DIVERSA DELL'APPALTO O DI UNA DATA DIVERSA DI INIZIO/CONCLUSIONE (se del caso) Periodo in mesi: oppure giorni: (dall'aggiudicazione dell'appalto) oppure dal al (gg/mm/aaaa) (gg/mm/aaaa) 5) ULTERIORI INFORMAZIONI SUI LOTTI 15 / 15 SIMAP2_poggioren - ID:2009-XXXXXX Formulario standard 2 - IT

16 COMUNE DI POGGIO RENATICO Provincia di Ferrara APPALTO DI SERVIZI SOCIO ASSISTENZIALI, SANITARI E SERVIZIO PULIZIE PRESSO LA CASA PROTETTA COMUNALE E SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (CIG ) CAPITOLATO D ONERI Articolo 1 Oggetto dell Appalto Il presente appalto ha per oggetto le prestazioni di assistenza tutelare agli Ospiti della Casa Protetta Comunale, il servizio di fisioterapia della riabilitazione, il servizio infermieristico pomeridiano e festivo e la pulizia e sanificazione dei locali della struttura, nonché il servizio di assistenza domiciliare sull intero territorio comunale. La Ditta concorrente dovrà quindi presentare un unica domanda recante due distinti sottoprogetti, uno per la gestione della Casa Protetta e uno per la gestione dell Assistenza Domiciliare. La Casa Protetta Comunale è sita in Poggio Renatico (FE), via XX Settembre n. 10. Il Responsabile del procedimento è il Sig. Gino Toselli, Capo Area Servizi Socio-assistenziali dell ente. Articolo 2 Servizi Casa Protetta I servizi all interno della Casa Protetta, oggetto del presente appalto, consistono in: a) prestazioni di assistenza tutelare e di animazione. Le prestazioni dovranno essere svolte preferibilmente con personale a tempo pieno, in possesso dell'attestato di Addetto all assistenza di base o di Operatore Socio-Sanitario o equipollente, con una distribuzione programmata degli orari di lavoro nell arco delle 24 ore, con maggiore intensità assistenziale durante l alzata, la somministrazione dei pasti e secondo necessità, assicurando la presenza di personale secondo il rapporto medio derivante dal case-mix di struttura fissato dalla Direttiva approvata con Delibera della Giunta Regionale Emilia-Romagna n. 1378/99 s.m.i. e garantendo uno standard assistenziale pari ad almeno n. 74 (settantaquattro) ore complessive ed effettive giornaliere. Per l anno 2009 il parametro è quello risultante dalla media ponderata di cui alla menzionata delibera, considerando il case-mix individuato dalla Azienda U.S.L di Ferrara Distretto Ovest per l anno 2009 ed indicato al successivo art.4. Per assistenza tutelare si intende protezione ed aiuto all ospite in ogni momento per l assolvimento di tutte le funzioni quotidiane ed in particolare: - igiene personale; - vestizione; - alimentazione; - deambulazione; 1

17 - necessità fisiologiche; -organizzazione di momenti di animazione all interno della struttura ed allo svolgimento di attività tendenti a recuperare la situazione di emarginazione in collaborazione con il volontariato locale. In particolare con l assolvimento di tali necessità si debbono osservare i seguenti criteri: - l igiene personale deve comprendere cura ed attenzione anche all aspetto esteriore ed all estetica con bagno completo ogni 7 giorni o al bisogno; - l abbigliamento deve essere costituito da indumenti personali; - la consumazione del pasto deve avvenire preferibilmente in condizioni tali da favorire la socializzazione degli ospiti; - la mobilizzazione è intesa nel senso che gli ospiti vanno sempre alzati quotidianamente al mattino (con inizio alle ore 7,00 ) e al pomeriggio, salvo diversa prescrizione contingente; - le attività tutelari nei confronti degli ospiti (igiene personale, accompagnamento, cambio biancheria, ecc.) devono essere effettuate secondo necessità e concordate, quando possibile, con l ospite; - l intervento, in caso di bisogno, per la chiamata dei servizi sanitari e di pronto intervento, deve essere tempestivo ed immediato. I cambi turno degli operatori non devono mai coincidere con il momento del servizio mensa ospiti. Programmi La ditta appaltatrice è tenuta a predisporre e ad attuare, in accordo con il Coordinatore e/o la Responsabile delle Attività Assistenziali, programmi di attività finalizzati al recupero psico-fisico ed al mantenimento delle condizioni dell ospite, attraverso interventi individualizzati e/o collettivi, attività culturali, ricreative, socializzanti, occupazionali e di animazione, eventualmente integrate con il territorio e con il coinvolgimento, se possibile, dei famigliari degli ospiti e del volontariato locale. Per le attività ricreative, occupazionali, culturali e socializzanti la Ditta appaltatrice metterà a disposizione un Animatore in possesso di idoneo attestato di qualifica per almeno 9 ore settimanali. Ogni questione relativa all ammissione degli ospiti alla Casa Protetta è di competenza del Comune, il quale vi provvede conformemente alle direttive ed alle norme regolamentari vigenti. Le parti sono tenute a mantenere costanti rapporti per l attuazione e la verifica dei suddetti programmi di lavoro. Il personale della Ditta appaltatrice provvede alla distribuzione e somministrazione dei pasti agli ospiti, compresa l apparecchiatura, la sparecchiatura dei tavoli ed il lavaggio stoviglie. Il servizio lavanderia e guardaroba è gestito dal Comune. Il trasporto degli ospiti per visite specialistiche, gite etc. è garantito dal Comune. Il rapporto operatori/ospiti potrà subire modifiche in corso d appalto a seguito di variazioni del numero e tipologia degli ospiti. In tal caso l appalto sarà adeguato. b) servizio di pulizia e sanificazione dei locali Il servizio dovrà essere svolto dalla Ditta appaltatrice con proprio personale idoneo, attrezzi, materiali e macchine, mediante l organizzazione dell appaltatore e a suo rischio. 2

18 Sono a carico delle Ditta appaltatrice tutti i prodotti e i mezzi occorrenti per l esecuzione del servizio medesimo, quali detergenti, disinfettanti, carta igienica, sapone per toilette, sapone liquido, carta asciugamani; la fornitura dei sacchi a perdere ecc come pure varie attrezzature come macchine lavapavimenti, aspirapolvere, scale, ecc Tutti i prodotti utilizzati devono rispondere alle norme vigenti ed usati secondo le concentrazioni e prescrizioni della ditta produttrice. La Ditta appaltatrice provvederà a consegnare all'ente appaltante le schede tecniche e di sicurezza, nonché i relativi certificati di analisi in conformità alla vigente normativa. Il servizio comprende: 1. la pulizia giornaliera ed il lavaggio dei pavimenti di tutti i locali interessati, vani, scale e spazi inservienti; in tutti i locali si dovrà garantire una accurata pulizia quotidiana degli ambienti e degli arredi; 2. la raccolta e l allontanamento di tutte le materie di rifiuto e delle immondizie, ogni giorno; 3. il lavaggio e la sanificazione giornaliera dei bagni con idonei prodotti, nonché il lavaggio settimanale delle pareti piastrellate; 4. pulizia e riassetto della sala da pranzo e soggiorno comune, compresi gli arredi; 5. la pulizia mensile dei vetri delle finestre, delle porte, lucidatura delle maniglie, lavaggio quadrimestrale dei telai; 6. la pulizia semestrale delle pareti, dei soffitti, delle sporgenze e zoccolature mediante spolveratura. 7. Deragnatura degli ambienti quando necessaria. La pulizia dei locali deve essere effettuata nel rispetto delle attività di vita quotidiana degli ospiti e senza intralciare le attività degli altri operatori. Le pulizie di cui al punto 4 dovranno essere svolte al termine della somministrazione di ogni pasto. Sono esclusi i locali adibiti a cucina e dispensa. Settimanalmente dovranno essere puliti e sanificati i locali adibiti a camera mortuaria. La pulizia riguarda anche il vialetto di accesso alla struttura, compresa la scala esterna. c) il servizio fisioterapia della riabilitazione organizzato secondo i dettami della normativa vigente, dovrà essere svolto in relazione alle effettive necessità su indicazione del fisiatra o del medico di struttura, considerando il rapporto stabilito di 1 operatore terapista ogni 60 ospiti non autosufficienti. Tale servizio dovrà essere svolto da personale in possesso del diploma di terapista della riabilitazione, nel limite minimo di 18 ore settimanali, dal lunedì al venerdì. Il servizio sarà effettuato in modo tale da non interferire con le altre attività della struttura ed entro le seguenti fasce orarie da concordare preventivamente con il Coordinatore di struttura: mattino: dalle ore 8,30 alle ore 12,00 pomeriggio: dalle ore 14,00 alle ore 18,00 Secondo necessità il servizio potrà essere svolto anche nella giornata del sabato, mantenendo inalterato il limite massimo di ore settimanali.. Il servizio riguarda: 3

19 1. programmi individuali di riabilitazione, su indicazione del fisiatra e/o del medico di struttura, per il mantenimento e/o miglioramento dello stato di salute e di benessere degli ospiti; 2. attività integrate con gli altri interventi della struttura nell ambito dei programmi globali individuali e dei piani integrati di organizzazione per gruppi di ospiti; 3. attività di supporto e di consulenza al personale addetto all assistenza di base e al personale infermieristico per garantire continuità nelle azioni di riattivazione, di mantenimento e di rieducazione a favore degli ospiti; 4. attività di consulenza per quanto concerne ausili, attrezzature, strumenti e suggerimenti utili alla collettività degli ospiti. 5. Partecipazione alla stesura del Piano Assistenziale Individuale.. d) prestazioni accessorie di cura alla persona, con particolare riferimento ai servizi di barbiere, parrucchiera, pedicure e manicure, consistenti in: o pedicure/manicure n. 1 prestazione mensile; o parrucchiere per uomo n. 1 taglio capelli al mese; o parrucchiere per donna: n. 1 taglio capelli più n. 2 pieghe, al mese, con lavaggio con shampoo. e) Servizio Infermieristico Il servizio riguarda: La gestione del turno pomeridiano di tutti i giorni feriali, con il seguente orario: dalle ore 13,30 alle ore 19,30; La gestione del servizio per l intera giornata festiva, comprese le festività infrasettimanali e il Patrono (29 settembre), con il seguente orario: mattino dalle ore 08,00 alle ore 12,30; pomeriggio dalle ore 16,30 alle ore 19,00. In accordo con il Coordinatore della Struttura, i suddetti orari potranno subire variazioni in relazione a necessità o a diversa organizzazione di servizio. Il personale in turno dovrà, in ogni caso, fronteggiare le eventuali situazioni di emergenza anche oltre il termine del normale orario di servizio. Il servizio dovrà essere svolto dalla Ditta appaltatrice con i propri mezzi, con proprio personale, mediante l organizzazione della Ditta stessa e a suo rischio. Per la particolare natura delle prestazioni il servizio è da ritenersi pubblico ed essenziale ai sensi degli artt. 1 e 2 della Legge n. 146/1990, indipendentemente dalla natura giuridica del rapporto di lavoro instauratosi con conseguente necessità di garantire la continuità delle prestazioni. Il personale infermieristico dovrà essere in possesso dello specifico titolo professionale riconosciuto a livello nazionale e iscritto all Albo degli Infermieri Professionali. Il personale infermieristico deve garantire: Presa visione delle consegne infermieristiche ed assistenziali del turno precedente; Registrazione, su appositi diari e sul quaderno consegna, delle prestazioni ed indicazioni mediche, nonché delle prestazioni eseguite durante il servizio e delle eventuali osservazioni; Affiancamento del medico di struttura durante la visita agli ospiti; Aggiornamento terapia e pronta esecuzione in caso di necessità; Conservazione di tutta la documentazione clinica; 4

20 Corretta tenuta e aggiornamento del quaderno della terapia; Richiesta ordinaria ed urgente di interventi medici, in relazione alle esigenze sanitarie degli ospiti; Eventuale raccolta, conservazione, invio del materiale per ricerche diagnostiche presso il laboratorio analisi; Rilevazione delle condizioni generali dell ospite; Somministrazione della terapia come da prescrizione medica; Registrazione del carico e scarico degli stupefacenti, loro corretta conservazione, custodia e distribuzione; Riordino dei medicinali di uso quotidiano, rifornimento dei carrelli terapia e medicazione; corretta custodia dei medicinali, dei materiali e della documentazione sanitaria; controllo scadenze medicinali; Sterilizzazione ferri chirurgici; interventi d urgenza, seguiti, dopo accurata valutazione per quanto di competenza, da immediata richiesta di intervento medico; Aggiornamento movimento ospiti; Aggiornamento e monitoraggio prospetto evacuazioni; Predisposizione, nel pomeriggio, dell elenco degli ospiti cui sarà somministrato il lassativo; Esecuzione dei trattamenti prescritti dal medico, quali: prelievi ematici, clismi evacuanti e medicamentosi, lavande vaginali, cateterismi vescicali, medicazioni, bendaggi, prelevamenti di secrezioni per tamponi e raccolta di escrezioni, ecc..; Opera di educazione sanitaria dell ospite e dei suoi famigliari; Controllo calendario delle visite specialistiche in programma per il giorno successivo, presso strutture sanitarie, e preparazione documentazione accompagnatoria e annotazione informazione sul libro della consegna assistenziale; Partecipazione all elaborazione e verifica dei piani assistenziali individuali; Orientamento ed istruzione nei confronti del personale assistenziale, nonché indicazioni al personale di cucina circa la necessità di preparazione di particolari diete dettate da esigenze sanitarie dell ospite; Rapporti con i parenti; Ricevimento e smistamento telefonate; Vigilanza durante la somministrazione del vitto; Integrazione con le altre figure professionali; Partecipazione all elaborazione dei protocolli sanitari. Tutto quanto attiene alla specifica professione infermieristica. Articolo 3 Servizio di Assistenza Domiciliare Il Servizio di Assistenza Domiciliare da erogarsi a favore di persone anziane, disabili e di altri soggetti in difficoltà, comprensivo della consegna pasti a domicilio, si colloca nella rete dei servizi territoriali ed è rivolto alla generalità degli abitanti del Comune di Poggio Renatico, comprese le Frazioni. Consiste in un complesso di prestazioni socio-assistenziali fornite al domicilio dell utente, nel pieno rispetto della dignità ed autonomia personale, e persegue le seguenti finalità: Consentire all utente la permanenza nel proprio contesto sociale e familiare; Individuare e rimuovere, ove possibile, le cause che generano emarginazione; 5

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE)

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE) Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, 2985 Luxembourg, Lussemburgo Fax: +352 29 29 42 670 Posta elettronica: ojs@publications.europa.eu

Dettagli

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE)

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE) Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, 2985 Luxembourg, Lussemburgo Fax: +352 29 29 42 670 Posta elettronica: ojs@publications.europa.eu

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO - SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI E GESTIONI GENERALI - UFFICIO APPALTI. Città: TRENTO Codice postale: 38100

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO - SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI E GESTIONI GENERALI - UFFICIO APPALTI. Città: TRENTO Codice postale: 38100 Automa di TrentoUNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Fax (352) 29 29-42670 E-mail: ojs@publications.europa.eu Info

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Avviso di aggiudicazione di appalti Settori speciali. Sezione I: Ente aggiudicatore. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto

Avviso di aggiudicazione di appalti Settori speciali. Sezione I: Ente aggiudicatore. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto 1/ 14 ENOTICES_alessiamag 14/11/2011- ID:2011-157556 Formulario standard 6 - IT Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Luxembourg

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

Le domande di partecipazione o le candidature vanno inviate a. I.3) Concessione di un appalto a nome di altri enti aggiudicatori

Le domande di partecipazione o le candidature vanno inviate a. I.3) Concessione di un appalto a nome di altri enti aggiudicatori Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, 2985 Luxembourg, Lussemburgo Fax: +352 29 29 42 670 Posta elettronica: ojs@publications.europa.eu

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose.

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose. RESIDENZA LE ROSE DATI ANAGRAFICI STRUTTURA SCHEDA SERVIZIO Residenza LE ROSE DENOMINAZIONE Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD INDIRIZZO CAP CITTÀ PROVINCIA 0429 644544 TELEFONO info@residenzalerose.net

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Che cos è il Centro diurno regionale Ai Gelsi? Il nuovo Centro diurno socio-assistenziale con sede a Riva San Vitale si inserisce nel

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 244 IN DATA 28 OTTOBRE 1997. MODIFICATO CON DELIBERAZIONI

Dettagli

Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II

Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II 2015/S 082-144972 Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II Bando di gara relativo a un appalto di servizi Ubicazione tutti i paesi ACP 1.Riferimento della

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

! " # $" $ () # $ $ % % # % $ + $ & "!" $ $ $ # #

!  # $ $ () # $ $ % % # % $ + $ & ! $ $ $ # # !!"!%!!!& '! " " ()! **" % % % + & "!"!" " ' % ''(, ( ) ) *+ (, + ( +! ( - "&.& + & & ''-- + / 0( 0 1 2 ))3-01"( + ( +! % ( + + & ( + 4 + & ( 5 + + 4 ( 6 + 0 (+ ( + + ( 6 / 6 0 (! ' 7 3!. ( 89 :;:

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI Ufficio del Piano di Zona Sociale dell' Ambito Territoriale A 1 COMUNE DI ARIANO IRPINO Capofila REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI erogato nei Comuni dell ambito territoriale

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/19 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:218544-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva 2004/17/CE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

I-Roma: Servizi di pulizia di uffici 2010/S 139-214139 BANDO DI GARA. Servizi

I-Roma: Servizi di pulizia di uffici 2010/S 139-214139 BANDO DI GARA. Servizi GU/S S139 21/07/2010 214139-2010-IT Stati membri - Appalto di servizi - Avviso di gara - Procedura aperta 1/4 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:214139-2010:text:it:html I-Roma:

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006)

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Art.1 (Oggetto e finalità) 1. La Regione con la presente legge, in armonia

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture

Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Segretariato Generale Dipartimento per le Politiche di Gestione e di Sviluppo delle Risorse Umane DIPRU 2 Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA a cura del Nucleo Promozione e Sviluppo Responsabile: Cesare Hoffer Il presente documento non ha la pretesa di essere

Dettagli

Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale

Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale Da riportare su carta intestata Mod. 1 sez A Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ENTI DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO 14 PER

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo COMUNE DI PUTIGNANO BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E DI POSIZIONAMENTO, TENUTA IN EFFICIENZA E RIMOZIONE TRANSENNE E SEGNALETICA MOBILE. Allegato A alla determina dirigenziale

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CITTÀ DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI MARTINA FRANCA - Piazza Roma, 32-74015 Martina Franca (Ta) Tel. 0804836111

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

PRO MEMORIA PER LE PUBBLICAZIONI (SETTORI ORDINARI) Riepilogo pubblicità

PRO MEMORIA PER LE PUBBLICAZIONI (SETTORI ORDINARI) Riepilogo pubblicità PRO MEMORIA PER LE PUBBLICAZIONI (SETTORI ORDINARI) Riepilogo pubblicità LAVORI (articoli, e del decreto legislativo n. del 00) Importi in euro: fino a 00.000 da 00.000 a.000.000 da.000.000 di preinformazione

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 Dipartimento Provveditorato e Tecnico Servizio Progettazione e Manutenzioni Via Pindemonte, 88-90129 Palermo Telefono: 091 703.3334

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

COMUNE DI VILLACHIARA. Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART TIME, DELLE INCOMPATIBILITA E DEI SERVIZI ISPETTIVI

COMUNE DI VILLACHIARA. Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART TIME, DELLE INCOMPATIBILITA E DEI SERVIZI ISPETTIVI COMUNE DI VILLACHIARA Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART TIME, DELLE INCOMPATIBILITA E DEI SERVIZI ISPETTIVI (Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 174 del 22/10/1997,

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/10 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:228385-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

Pagina 1 di 6. Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica

Pagina 1 di 6. Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica Pagina 1 di 6 Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica OGTTO: Adesione al Lotto n. 5 della convenzione denominata AUSILI DISABILI 2, per la fornitura di Sollevatori

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli