Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1 I. Buonasera signore, posso disturbarla un secondo? Come? È di fretta? Beh, la capisco: il lavoro, il traffico, la famiglia... chi non è di fretta al giorno d oggi? Comunque ci vorrà solo un s... sì, arrivederci. Mi scusi. Buonasera. Le è mai capitato di svegliarsi una mattina e di non trovare più il suo naso? No, aspetti... non se ne vada. Buonasera. Le interessa ques... ma come fa a dire che non le interessa niente se non le ho ancora detto cosa posso offrirle? Duemilacinquecentouno. Ehi, ciao. Come ti chiami? Che bel nome! E quanti anni hai? Sei? Allora sei proprio grande, vai già a scuola. E ti piace? Sì? Ma che bravo! Prendi, ti regalo una caramella. È buona, all arancio. Oh, buonasera signora, è lei la madre? Ma lo sa che ha proprio un figlio simp... no, ma che fa?! Non la butti via, l avevo regalata a suo figlio. Ma no che non è avvel... Eh no, non si permetta più di dirlo. Può anche darmi dello straccione ma pedofilo lo va a dire a qualcun altro. Ma tu guarda che gente! Ciao bello. Sì, signora, sto salutando il suo bambino. C è forse qualche legge che me lo proibisce? Guardi che la sento anche se non urla. Arrivederci e tante belle cose. Buonasera a lei. No, no, nessun problema con la signora; solo una... chiamiamola... incomprensione. Ma lasciamo perdere e guardi qui: c è forse qualcosa che le può interessare? Ho libri, musicassette, caramelle all arancio, al limone, alla menta... non trova proprio niente che le possa interessare? Non importa, se vuole passare un altro giorno, a quest ora io sono sempre qua. Arrivederla. Come dice, signore? Vuole delle caramelle alla menta per la gola? Ecco qua un bel pacchetto. Fanno trecento lire. No, le assicuro che non sono rubate. Come faccio a guadagnare vendendole a così poco? È questo il punto, io non ci guadagno niente, anzi, ci perdo. No, non è una trovata pubblicitaria, né sono appena uscito dal manicomio. I miei prezzi sono questi, forse anche inferiori ai prezzi di produzione. Esatto ogni giorno io perdo decine di migliaia di lire quando va bene, poche centinaia di lire quando va male. Riesco a vivere perché questo non è il mio vero lavoro: è più, diciamo, un passatempo. Io sono avvocato, ho uno studio proprio in fondo a questa via. Lo vede il palazzo giallo? Ecco, là, al terzo piano, il balcone con i gerani rossi. Quest anno sono sbocciati presto e ho temuto che sarebbero morti prima dell estate ma, come può notare lei stesso, hanno resistito proprio bene. L anno prossimo ho intenzione di mettere anche un po di edera sul muro. Ah, lei sostiene che starebbe meglio una buganvillea? Grazie del suggerimento, lo terrò presente. Comunque, tornando al nostro discorso, io non pratico questo passatempo per vendere, o meglio, per guadagnare. Lo faccio per tanti altri motivi; alcuni non sono in grado di spiegarli, altri, sempre che lei voglia dedicarmi qualche minuto, posso andare ad illustrarglieli, e mi fermi se l annoio. Bene, in tal caso comincio. Lei, guardandomi in faccia in questo momento, affermerebbe che sono un avvocato? Con i vestiti che indosso e con attorno tutte queste borse

2 piene di cianfrusaglie nessuno lo direbbe. Mi piace osservare come la gente per strada mi guardi in modo così diverso da quella che entra nel mio studio. Eppure in entrambi i casi spesso è la prima volta che mi vedono. Qui in strada gli occhi che mi puntano parlano di disprezzo, di compassione, di indifferenza. Nel mio studio c è aria di apprezzamento, di stima, di benevolenza. Lei ha perfettamente ragione: anch io mi lascio condizionare da come uno è vestito, dal lavoro che fa e così via. Ma, badi bene, non sto affatto sostenendo che sia un ingiustizia avere questa forma di pregiudizio. Non ho alcuna intenzione di fare il moralista. Quando vediamo una persona, subito abbiamo bisogno di farci una nostra idea su di lei; è istintivo. Quello che cerco di dire è che uno dei motivi per i quali riservo mezz ora al giorno... sì, tutti i giorni, finito di lavorare, mi cambio nello studio, prendo la mercanzia e scendo in strada per circa mezz ora. Cosa stavo dicendo...? Ah, sì... uno di questi motivi è che voglio essere guardato con occhi diversi, tutto qua. Semplicemente essere guardato con occhi diversi, senza fare poi commenti circa il modo in cui esso viene fatto. Io avvocato e venditore ambulante, la stessa persona, gli stessi pensieri, gli stessi atteggiamenti, le stesse convinzioni, ma visto da due punti così estremamente differenti. Lei mi chiede il perché di questo, ma chiederebbe ad un innamorato perché vuole bene alla sua ragazza? O a un pittore perché dipinge quadri? Io mi trovo nella medesima situazione: si possono dare diverse risposte, ma ognuna risulterebbe insoddisfacente per chi ha posto la domanda e non darebbe giustizia alla vera motivazione. Esse sono solamente parti di una risposta più grande che nessuno conosce. Le mie vere risposte? Una credo sia che con questo passatempo mi alieno da quello che penso di essere. Io nella vita sono un avvocato che ogni tanto si mette a fare l ambulante. Ma non potrei invece essere un ambulante che dedica la maggior parte del suo tempo a fare l avvocato? Queste sono le due ipotesi possibili, giusto? Ma ce n è una terza: io sono un uomo che a volte è avvocato, a volte ambulante. Prima le ho detto che le due cose sono la stessa persona, hanno gli stessi pensieri... ma questo è vero solo in parte. In realtà sono due ruoli di una stessa persona, due ruoli, così vicini ed allo stesso tempo così lontani, legati da un sottile filo. Quando sono in strada ho modi completamente differenti di rapportarmi con le persone rispetto a quando sono nello studio. In strada sono io che devo andare dal cliente, divento più loquace, cambio modo di propormi; viene fuori una parte di me che altrimenti si annoierebbe all ombra dell avvocato. Lei parla di schizofrenia, ma rifletta un istante: non siamo forse tutti schizofrenici, non in senso patologico, bensì come dall inizio di questo secolo Pirandello e molti altri hanno ben descritto? Ciò che mi si può imputare è che probabilmente io vivo questo fatto in maniera più consapevole di quanto lo facciano gli altri. So di essere un grande dado che dà un numero diverso a seconda della faccia che mostra. Il cielo è blu... e rosso, e azzurro, e bianco, e arancione... non possiamo certo dire che sia schizofrenico anche lui. E poi si ricordi bene di quello che le ho detto all inizio del nostro discorso: i motivi per i quali lei mi può trovare per la strada a vendere oggetti sono tanti, non solo

3 quello che le ho appena spiegato. Forse, senza essere a conoscenza degli altri, si può arrivare a deduzioni erronee. Per questo non mi sembra proprio che mi si possa dire di essere affetto da sdoppiamento di personalità. Ma lei sta guardando l orologio... forse l ho trattenuta troppo. Sicuro, io domani sono qui, sempre alla stessa ora. D altra parte sono sette anni che ho questo orario. Già, sono tanti. Mi sembra ieri quando timidamente, per la prima volta, mi piazzai su questa via e cominciai a vendere... ma, dato che ha un impegno, non voglio trattenerla più a lungo. Possiamo certamente continuare domani. Anche a me ha fatto piacere. Arrivederci. II. Oh, buonasera. Come sta? Eh, io mica tanto. No, no, degli affari non mi posso lamentare: ho venduto qualche caramella, un biglietto del tram e un libro di Hesse. È il lavoro che oggi mi ha un po stressato. A volte ho in mano delle cause che mi fanno rimpiangere di essere diventato avvocato... e anche di essere uomo. Comunque il mio passatempo mi è utile per scaricare la tensione accumulata durante la giornata. Già, questo è un altro dei tanti motivi. Immagino lei voglia che io continui il discorso di ieri sera. A che punto ero arrivato? Oh, sì, dunque... sono sette anni che faccio l ambulante in questa via e ho visto passare davanti a me non so quante migliaia di persone. Forse è questo il primo motivo che mi ha spinto verso la strada: osservare le persone. Probabilmente lei getterà lo sguardo soltanto su chi veste in modo eccentrico, io invece faccio un analisi accurata di chiunque calpesti questo marciapiede: i vestiti, i gesti, le espressioni dei volti, i tic, la camminata. Si ritorna così al discorso che le facevo ieri, al giudicare una persona per come si presenta. A me però non interessa giudicarle, a me interessa studiarle per prevedere quale reazione avranno quando mi avvicino a loro. Dopo quasi sette anni di esperienza posso dirle che indovino quasi sempre come si comporteranno. Per esempio: ieri ho capito subito che lei era una persona che poteva essere coinvolta, e a mano a mano che il discorso andava avanti la vedevo sempre più incuriosito. D altra parte se non fosse stato così non avrei iniziato a parlarle, o comunque lei se ne sarebbe andato via. Dicevo... osservo per prevedere le reazioni. Quando mi avvicino ad uno, quasi sempre so già se si fermerà ad ascoltare quello che ho da proporre, o se invece tirerà dritto senza voltarsi. Sì, anche se penso che non si fermerà, tento di coinvolgerlo ugualmente: da una parte perché posso sempre sbagliarmi, dall altra perché ho bisogno anche di sentirmi rifiutato. A questo punto entra in gioco un altro motivo. Mi piace far conoscere alla gente la magia che sprigiona l osservare quadri, il leggere libri, l ascoltare musica. Quando trovo un potenziale cliente, tento di incuriosirlo gettando qualche frase presa da un libro, nella speranza che, in senso buono, egli abbocchi. Non sempre accade e spesso riesco a vendere solo caramelle o cianfrusaglie. Ma se il cliente mostra di essere interessato, non me lo lascio sfuggire ed inizio a dare consigli sui libri, sulla musica... e con questi prezzi è facile che alla fine si comperi qualcosa. A quante persone ho fatto conoscere ed amare

4 Maupassant, Raffaello, Beethoven, Duchamp, Seneca, Hendrix... e molti, molti altri ancora! La maggior parte degli acquirenti non sono intellettuali o colti, ma semplici individui che avevano solo bisogno di una spinta per avvicinarsi a quei mondi. Io sono felice per essere riuscito nel mio intento, ma sono ancora più felice quando quelle persone si ripresentano a me di loro spontanea volontà. Arrivano qua, mi ringraziano, ed insieme discorriamo della piccola Rocque, della Pastorale, di Willy Loman, di Dean Moriarty, delle merde d autore. Le assicuro che dialogando con loro ho appreso, di più e meglio, concetti che magari mi sfuggivano e non ero in grado di trovare in alcuno scritto. Circa quattro anni fa ho messo in contatto fra di loro un piccolo gruppo di clienti, i quali poi hanno stabilito di riunirsi in una specie di club, per conversare ogni tanto. No, io non vado ai loro incontri. Preferisco fare da osservatore esterno: se incontro qualcuno del gruppo qua, nella via, do qualche idea sulla quale possono poi discutere, oppure espongo il mio punto di vista su argomenti controversi. E poi, come diceva Groucho Marx: Non vorrei mai far parte di un club che accettasse fra i suoi soci uno come me. No, non penso di poter essere definito un filantropo. È diverso... è... è... non so come definirlo, però secondo me è un concetto diverso. È... è diverso. Senta, per caso anche oggi ha degli impegni? No? Bene, allora permetta che le offra un aperitivo. No, no,,ho già qua tutto io. Sapendo che sarebbe tornato questa sera, ho portato qualcosa da bere e da mangiare. Ha presente Charlot? Ecco qua i bicchieri... i tovaglioli... qualche stuzzichino... ed infine... il vino. Ho il cavatappi in questa tasca, lo apre lei? Ora è tutto pronto. Com è? Sono contento. Vede, anche questo momento può essere preso come uno dei tanti motivi. Quando riesco a creare un rapporto umano con le persone, mi sento soddisfatto. Ho avuto clienti di tutti i tipi e con alcuni di essi ho ancora adesso legami particolari. C è uno studente che ogni venerdì mi compra dieci biglietti del tram perché qui risparmia. In genere non permetto queste cose perché non voglio che la gente approfitti di me per i prezzi che faccio, ma quel ragazzo è proprio simpatico e lavora per mantenersi all università, così gli vendo i biglietti a poco e mi fa compagnia per una decina di minuti. Di quelli che si riuniscono a conversare le ho già detto. Poi c è un signore che baratta i... oh, sta arrivando... mi scusi, dopo le spiego. Duemilacinquecentotre... duemilacinquecentocinque. Non si stupisca, le ho detto che con qualcuno ho rapporti particolari. Quello con cui ho appena parlato è il proprietario del negozio di scarpe che c è qua di fronte. Con lui tutte le sere continuo uno stupido gioco iniziato circa tre anni fa: a partire dall uno, ognuno dice un numero a testa per un totale di tre numeri al giorno. Io ho i numeri dispari; oggi mi è toccato dirne due e lui uno, quindi domani lui ne dirà due ed io uno. Non ricordo più quando abbiamo iniziato, né perché; non so neanche se e quando finiremo. Esatto, di solito le uniche parole che ci scambiamo sono i numeri, ma capita a volte che lui si fermi più a lungo, e allora chiacchieriamo piacevolmente. Prima che mi interrompessi, le stavo raccontando di quel signore che baratta i suoi libri con i miei. Abbiamo delle

5 interminabili discussioni perché il baratto avviene non in base al prezzo di copertina, bensì in base al valore letterario che noi gli attribuiamo. Naturalmente ognuno ha le proprie opinioni sugli scrittori ed è dura mettersi d accordo, anche perché entrambi vogliamo avere ragione, specie quando abbiamo torto. Ci divertiamo come matti a trovare argomenti a favore del proprio libro per tentare di convincere l altro che lo scambio è equo. Pensi che l altra settimana voleva scambiare alla pari un suo D annunzio con un mio Leopardi. Vuole un altro goccio di vino? C è gente che si presenta con i propri disegni, dipinti, sculture, e mi chiede di venderli. Io prendo in consegna le opere che giudico più belle, devono essere piccole per motivi di spazio, e tento di piazzarle. Gli autori sanno che non guadagneranno un granché, ma loro non cercano soldi. È capitato che uno di questi mi lasciasse il ricavato della vendita, ritenendosi già soddisfatto poiché qualcuno aveva apprezzato e comprato la sua opera. Alcuni sono davvero bravi, tanto che un mio amico gallerista ogni tanto mi passa a trovare e acquista qualche tela. Ancora un oliva? Certo, certo, queste persone, con le quali ho rapporti che vanno al di là del semplice vendere e comprare, sono soltanto una ristretta minoranza rispetto a tutti i clienti, e ancora più ristretta rispetto a tutti quelli che passano da questa via, però non mi lamento. Come si dice: pochi ma buoni. Fortunatamente sono più di quanti lei ne ha ipotizzati, ma se ce ne fossero anche solo venti, sarei lo stesso contento. Sì, anche se ce ne fossero cinque in meno: comunque quindici sono sempre un buon numero. Anche per dieci non smetterei di fare l ambulante. Sotto alle dieci persone? Perché no? Il poco è molto a chi non ha che il poco. Per una... certo. Per riguardo a quell unico individuo, mi presenterei puntuale tutti i giorni. Beh, se proprio non riuscissi a legare neanche con uno... ma proprio nessuno... continuerei a scendere in strada ugualmente, perché è l avvocato che ne ha bisogno. E sarebbe, inoltre, uno stimolo a migliorare: peggio di zero buoni clienti non si può fare. Indubbiamente questo passatempo ha anche degli aspetti negativi, e non sono pochi. A cominciare dal freddo pungente delle sere d inverno, o dal doversi riparare sotto a un balcone nelle giornate di pioggia. In quei giorni vendere diventa un problema perché per strada c è poca gente, e quella poca non si ferma volentieri. Ci sono poi certi atteggiamenti delle persone che mi avviliscono. Qualcuno tira fuori mille lire dalla tasca, me le mette in mano prima ancora che io riesca a parlare e se ne va contento, con la coscienza a posto per aver compiuto la sua buona azione quotidiana. Altri mi scambiano per un adepto di chissà quale religione che vuole coinvolgerli in chissà quali progetti. Altri controllano di avere ancora il portafoglio dopo che li ho avvicinati. Mangi pure l ultimo, ne ho altri nella sacca... suvvia, non faccia complimenti. Ritorniamo a noi... stare a stretto contatto con la diffidenza della gente, questa è la cosa che mi dà più fastidio. In tanti, troppi, pensano che non ci si possa fidare di uno che vende oggetti per la strada. Se poi i prezzi sono così bassi, deve per forza esserci la fregatura. I biglietti del tram sono falsi, le caramelle avvelenate, ai

6 libri mancano le pagine, le cassette sono pirata; ecco quello che pensano. Lo so che c è tanta gente che truffa e non si può far altro che dubitare di me. È questo il punto: mi dà fastidio che sia inevitabile non potersi fidare degli sconosciuti. Parlando più in generale... non si può fare l autostop, non si può lasciare la bicicletta in strada, non si possono accettare caramelle. A uno che passa per la strada, cosa gli si chiede? L ora e la sigaretta. Basta. Ci si continua a fidare dei negozi alimentari solo perché sarebbe più scomodo non farlo: ognuno a curare il proprio orto. Sì, questa è un esagerazione. Ma penso che lei abbia capito cosa voglio dire. Ci si può, ed in un certo senso ci si deve, fidare dei panettieri, dei tassisti, dei medici eccetera... perché effettuano servizi per la comunità e sono pagati. Se qualcuno, in buona fede, propone un servizio gratuito o a bassissimo prezzo per l individuo, attirerà su di sé il sospetto di tutti. Infatti non è concepibile che uno possa svolgere un attività che vada contro le normali regole del mercato. Lei dice che parlo, parlo, senza però dare soluzioni. Io invece penso che il mio stare qui in strada abbia aiutato e possa aiutare molti a superare la diffidenza verso gli sconosciuti. Non dico che uno debba diventare grande amico di chiunque incontri, dico soltanto che non dovrebbe pensare in continuazione Questo mi vuole fregare e contemporaneamente evitare egli stesso di imbrogliare gli altri. Penso, più che altro lo spero, che lei stesso da questa sera guarderà con occhi diversi le persone con le quali avrà contatti occasionali. Sì, è tutto utopistico, ma non posso fare a meno di sperarlo. Il mio sogno è che un estraneo per strada accetti la mia richiesta di un prestito di cinquantamila lire da restituire il giorno seguente alla stessa ora e nello stesso posto in cui ci siamo incontrati. A volte provo a realizzarlo, ma è inutile che le riferisca le risposte che ho ricevuto. Un anno fa è accaduto un episodio per il quale, ancora oggi, i miei amici mi prendono bonariamente in giro. Uno a cui avevo chiesto i soldi mi ha detto perché invece non glieli prestavo io. L ho fatto, gli ho prestato cinquantamila lire con l accordo che me le avrebbe restituite il giorno dopo. Non l ho più rivisto. Ma io continuo, vado avanti per la mia strada. Ho la fortuna di avere finanziariamente le spalle coperte e quindi non ho l assillo di dover vendere a tutti i costi più merce possibile. Vendo a chi voglio, quello che voglio, al prezzo che voglio, e questa è una gran bella soddisfazione. A proposito... non le ho ancora domandato se per caso lei è interessato a comperare un libro... una cassetta... un quadro... Sì, ora controllo subito quali libri ho portato oggi. Ha già in mente qualcosa o propongo io? Sì... dunque... vediamo cosa ho di breve... oh, ecco qua. Sono dei racconti di Böll. Il libro è grande, ma sono tanti brevi racconti di qualche pagina. Volendo può anche prendere cinque minuti di pausa al lavoro e leggerne uno. Duemila lire. Grazie... ecco a lei il resto. Come dice? Ah, ah, è vero. Oggi il cielo è schizofrenico. Speriamo non piova; ho letto stamani le previsioni del tempo e non dovrebbe, ma non si sa mai. Fra poco andrò anch io a casa. Ancora cinque minuti per tentare di vendere qualcosa... ma no, non è vero che mi ha fatto buttare la giornata. Le ho già detto che a me fa piacere trovare qualcuno con cui parlare e perciò, tirando le somme, questa per me è stata una giornata

7 positiva, mi creda. Piuttosto sono io che spero di non averla annoiata troppo. Allora le auguro buon appetito... e chissà mai che non ci si rincontri. Io sono sempre qua, penso che oramai lo sappia. Stia bene. Arrivederci. Buonasera. Mi scusi se la disturbo... lei ha mai desiderato possedere la luna?

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 12 AL NEGOZIO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 AL NEGOZIO DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Posso aiutarla? B- Ma,

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Un compleanno speciale

Un compleanno speciale Testo teatrale ideato dalla classe 5D Un compleanno speciale ATTO UNICO Sceneggiatura a cura di Monica Maglione. Coreografia: Elisa Cattaneo / Alessandro Riela. Musiche: Papi, Sexy Back. Narratore: Davide

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Autore: Fabio Bocci Insegnamento di Pedagogia Speciale, Università degli Studi Roma Tre 1. Quando l insegnante parla alla classe, di solito io :

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 questionario di gradimento PROGETTO ESSERE&BENESSERE: EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 classi prime e seconde - Scuola Secondaria di I grado di Lavagno CLASSI PRIME Mi sono piaciute perché erano

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de Nome: Telefono: Data: Kurs- und Zeitwunsch: 1. Ugo è a. italiano b. da Italia c. di Italia d. della Italia 3. Finiamo esercizio. a. il b. lo c. gli d. l 5. Ugo e Pia molto. a. non parlano b. non parlare

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

SENZA PAROLE. Illustrazione di Matteo Pericoli 2001

SENZA PAROLE. Illustrazione di Matteo Pericoli 2001 SENZA PAROLE Illustrazione di Matteo Pericoli 2001 Agente di viaggio. Vedo che ha deciso per la Transiberiana. Ottima scelta. Un viaggio difficile, ma che le darà enormi soddisfazioni. Cliente. Mi preoccupa

Dettagli

NONA LEZIONE L AUTOSTOP

NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE 96 L autostop Scendi pure tu dalla macchina? Devo spingere anch io? Sì, se vuoi. Ma scusa, quanto è distante il distributore di benzina? Non lo so qualche chilometro.

Dettagli

PAOLO VA A VIVERE AL MARE

PAOLO VA A VIVERE AL MARE PAOLO VA A VIVERE AL MARE Paolo è nato a Torino. Un giorno i genitori decisero di trasferirsi al mare: a Laigueglia dove andavano tutte le estati e ormai conoscevano tutti. Paolo disse porto tutti i miei

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Attraversando il deserto un cammino di speranza

Attraversando il deserto un cammino di speranza Attraversando il deserto un cammino di speranza Kusi Evans e Albert Kwabena mi colpiscono da subito in una burrascosa giornata di febbraio lungo le rive di un canale che stanno disboscando con la loro

Dettagli

ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI?

ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI? ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI? Lui. Tempo fa ho scritto un libro tutto parole niente immagini. Lei. Bravo. Ma non mi sembra una grande impresa. Lui. Adesso vedrai: ho appena finito un libro tutto immagini

Dettagli

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini:

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 1 1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 2 Adesso guarda il video della canzone e verifica le tue risposte. 2. Prova a rispondere alle domande adesso: Dove si sono incontrati? Perché

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N. 3 LA SCUOLA CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno, sono

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Come creare una CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE in solo 10 minuti e dal sicuro successo, attraverso un OGGETTO personalizzato!

Come creare una CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE in solo 10 minuti e dal sicuro successo, attraverso un OGGETTO personalizzato! Come creare una CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE in solo 10 minuti e dal sicuro successo, attraverso un OGGETTO personalizzato! Realizzato da Luca Giovannetti, responsabile marketing di Europromo La società Europromo

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Le fondamenta del successo

Le fondamenta del successo 13 October 2014 Le fondamenta del successo Articolo a cura di Nicola Doro - Responsabile Commerciale Ad Hoc Le fondamenta del successo? Responsabilità al 100%! Le persone di successo si assumono il 100%

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Classi 3-5 II Livello SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Motivazione: una buona capacità comunicativa interpersonale trova il suo punto di partenza nel semplice parlare e ascoltare

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CICLICO FS- BORSA ATTENZIONE: ATTENDI QUALCHE SECONDO PER IL CORRETTO CARICAMENTO DEL MANUALE APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CHE UTILIZZO PER LE MIE ANALISI - 1 - www.fsborsa.com NOTE SUL

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

Incredibile Romantica. Dimentichiamoci Questa Città

Incredibile Romantica. Dimentichiamoci Questa Città Siamo Solo Noi Siamo solo noi che andiamo a letto la mattina presto e ci svegliamo con il mal di testa che non abbiamo vita regolare che non ci sappiamo limitare che non abbiamo più rispetto per niente

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

UN REGALO INASPETTATO

UN REGALO INASPETTATO PIANO DI LETTURA dai 5 anni UN REGALO INASPETTATO FERDINANDO ALBERTAZZI Illustrazioni di Barbara Bongini Serie Bianca n 64 Pagine: 48 Codice: 566-0469-6 Anno di pubblicazione: 2012 L AUTORE Scrittore e

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

AL CENTRO COMMERCIALE

AL CENTRO COMMERCIALE AL CENTRO COMMERCIALE Ciao Michele, come va? Che cosa? Ciao Omar, anche tu sei qua? Sì, sono con Sara e Fatima: facciamo un giro per vedere e, forse, comprare qualcosa E dove sono? Voglio regalare un CD

Dettagli

- Siamo lontani - Andremo lontano. - Lontani - Nessuno ci avvicina

- Siamo lontani - Andremo lontano. - Lontani - Nessuno ci avvicina Voce fuori campo: Nell ora presente,noi siamo forse alla vigilia del giorno nel quale l Austri si butterà sulla Serbia e dall ora l Austria e la Germania gettandosi sui serbi e sui russi è l Europa in

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ ::

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ :: GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio Gruppo Animatori Salesiani www.gascornedo.it info@gascornedo.it Data: ven 17 gennaio 2014 Tema MGS: Verso la Conquista Titolo: La Mia Anima Rimane

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

Perché affrontare il tema dell inquinamento?

Perché affrontare il tema dell inquinamento? Perché affrontare il tema dell inquinamento? Il problema dell'inquinamento dell'aria a Piacenza è serio e grave. Naturalmente sappiamo che non è grave solo nella nostra città, ma in tutta l Emilia Romagna

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 4 GLI UFFICI COMUNALI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 GLI UFFICI COMUNALI DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Scusi

Dettagli

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP).

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP). In questa lezione abbiamo ricevuto Gabriella Stellutti che ci ha parlato delle difficoltà di uno studente brasiliano che studia l italiano in Brasile. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie

Dettagli

I criteri della scelta e della riforma

I criteri della scelta e della riforma I criteri della scelta e della riforma La preghiera ha il fine di vincere se stessi, vincere la propria ignoranza, la propria pigrizia mentale per conoscere il Signore. Ogni preghiera deve essere mirata

Dettagli

Io/tu/lei/lui noi voi loro

Io/tu/lei/lui noi voi loro CONGIUNTIVO PARTE 1 I verbi regolari. Completa la tabella: comprare finire mettere prendere mangiare aprire chiudere partire parlare cantare scrivere trovare vivere cercare dormire preferire abitare capire

Dettagli

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI EURO RUN: IL GIOCO www.nuove-banconote-euro.eu ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato e anche

Dettagli

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI EURO RUN: IL GIOCO www.nuove-banconote-euro.eu ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI - 2 - Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato e

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello B1

Università per Stranieri di Siena Livello B1 Unità 4 Fare la spesa al mercato CHIAVI In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni e consigli su come fare la spesa al mercato e risparmiare parole relative agli acquisti e ai consumi

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati).

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). HEY! SONO QUI! (Ovvero come cerco l attenzione). Farsi notare su internet può essere il tuo modo di esprimerti. Essere apprezzati dagli altri è così

Dettagli

TIMSS & PIRLS 2011. Questionario studenti. Field Test. Classe quarta primaria. Etichetta identificativa

TIMSS & PIRLS 2011. Questionario studenti. Field Test. Classe quarta primaria. Etichetta identificativa Etichetta identificativa TIMSS & PIRLS 2011 Field Test Questionario studenti Classe quarta primaria Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e formazione via Borromini,

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2 Scuola media di Giornico L affettività e la sessualità, tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio Progetto sostenuto dal GLES 2 Dai sensi all azione Sensi Sensazioni Emozioni Sentimenti

Dettagli

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo.

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo. Estate_ Era una giornata soleggiata e piacevole. Né troppo calda, né troppo fresca, di quelle che ti fanno venire voglia di giocare e correre e stare tra gli alberi e nei prati. Bonton, Ricciolo e Morbidoso,

Dettagli

DAVIDE COLONNELLO LE BASI DEL FOREX TRADING

DAVIDE COLONNELLO LE BASI DEL FOREX TRADING DAVIDE COLONNELLO LE BASI DEL FOREX TRADING Guida Pratica per Evitare gli Errori da Principianti e Imparare a Guadagnare con il Forex 2 Titolo LE BASI DEL FOREX TRADING Autore Davide Colonnello Editore

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

LA CASA DIALOGO PRINCIPALE

LA CASA DIALOGO PRINCIPALE LA CASA DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno! B- Buongiorno, signore cosa desidera? A- Cerco un appartamento. B- Da acquistare o in affitto? A- Ah, no, no in affitto. Comprare una casa è troppo impegnativo,

Dettagli

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Mi figura dla rujenedes Meine Sprachenfigur La mia figura delle lingue Silvia Goller Scuola dell infanzia Santa Cristina/Val Gardena Le bambine e i bambini

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

il tuo servizio di web marketing costa troppo

il tuo servizio di web marketing costa troppo il tuo servizio di web marketing costa troppo LE 20 TECNICHE PIù POTENTI per demolire QUESTA obiezione > Nota del Curatore della collana Prima di tutto voglio ringraziarti. So che ha inserito la tua mail

Dettagli

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Karin Wüthrich, pedagoga sociale, Esercito della salvezza Quando, nell autunno 2008, il signor K. è stato messo in malattia, il responsabile dell Esercito della

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi:

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: Sono certo che Carlo è in ufficio perché mi ha appena telefonato. So che Maria ha superato brillantemente l esame. L ho appena incontrata nel

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 6 SPEDIZIONI PACCHI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 SPEDIZIONE PACCHI DIALOGO PRINCIPALE A- Ehi, ciao Marta. B- Ohh, Adriano come stai?

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

TRAPIANTI DI PERSONA

TRAPIANTI DI PERSONA TRAPIANTI DI PERSONA Illustrazione di Matteo Pericoli 2003 Lui. [Si ferma davanti a un portone.] Che mal di testa. [Concitato, legge la targa.] Clinica Zoom. Trapianti Ogni Organo. Ogni organo? È quello

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

Introduzione dell autore

Introduzione dell autore Introduzione dell autore Scrivo questo libro nel gennaio del 1998, in pieno boom della Borsa italiana, sapendo che arriverà il tempo in cui i molti che si sono avvicinati a Piazza degli Affari, allettati

Dettagli

Alice in viaggio nel magico mondo del volontariato. Classe 3 E Scuola Secondaria di Primo Grado G. Galilei Casalecchio di Reno (BO)

Alice in viaggio nel magico mondo del volontariato. Classe 3 E Scuola Secondaria di Primo Grado G. Galilei Casalecchio di Reno (BO) Alice in viaggio nel magico mondo del volontariato Classe 3 E Scuola Secondaria di Primo Grado G. Galilei Casalecchio di Reno (BO) Il paese delle meraviglie 26 febbraio 2015 OFFICINE MINGANTI 1 fiera interattiva

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

HO PERSO IL COSO PER LAVARE I DENTI

HO PERSO IL COSO PER LAVARE I DENTI HO PERSO IL COSO PER LAVARE I DENTI Elisa Riedo conversa con Maria, 8 febbraio 2007. Il nome della paziente e ogni altro dato che possa permetterne l identificazione è stato alterato per rispettarne la

Dettagli