Un monologo di Filippo Armaioli Magi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Un monologo di Filippo Armaioli Magi"

Transcript

1 SIPARIO OLIMPO presenta MEZZ ORA CON MINOSSE Un monologo di Filippo Armaioli Magi Nota dell Autore In Mezz ora con Minosse riprendo il personaggio mitico della pièce Olimpo, e stavolta il teatro è un pretesto per un racconto narrativo in cui più generazioni possono confrontarsi, in cui gioventù e senilità, vivacità e malinconia, passato e modernità si confrontano nelle riflessioni del Re Minosse, che abbandona la sfera della comicità per momenti di poetico intimismo. Entra Minosse. Buonasera a tutti. Sono Minosse. Sono un Re greco. Che ci faccio qui? Sono stato chiamato, e voi pure con me, a stare un ora con Minosse. E una punizione per tutte le nostre colpe di essere riuniti questa sera a teatro. Non vi preoccupate se avete bambini vostra moglie li ha lasciati nella mia isola a giocare col pongo Tranquilli, sono a Creta. Allora, sono 60 minuti Staremo 60 minuti insieme. Che facciamo per mezz ora? Niente, io parlo, e voi pagate per starmi a sentire. Questo è il teatro, quel motivo per cui troverete una multa per divieto di sosta domani mattina, quando alzerete gli occhi sul cruscotto e davanti al parabrezza, sotto i tergicristalli, troverete il simpatico foglietto ad attendervi. Le Forze di Polizia non lo dicono, ma sono contente, perché ogni multa è per loro la garanzia di un pasto completo compreso di caffè e ammazzacaffè. I vigili si alzano la mattina, per vedere se ti comporterai ammodo, se sei ammodo, se fai ammodo, se pensi ammodo, tutto dev essere ammodo Scordatevi il vigile interpretato da Alberto Sordi. I tempi sono cambiati. Anche a Creta è così. Solo che a Creta ci sono gli Oracoli, che sono dei marcantoni alti così e grossi tanto che se si incazzano vi fanno dei vaticini e vi gettano addosso dei presagi che vi rovinano l esistenza con la sfiga. Queste profezie sono peggiori di Nostradamus, peggiori delle multe. C è un Oracolo un giorno mi ha detto, testuali parole: - I tuoi testicoli perderanno attrito, sarai presto sterile, e i tuoi zebedei si avvizziranno, e da sfere corpose saranno granelli di palle ormai inutili Al che mi toccai i cosiddetti, per scaramanzia. Neanche nei foglietti dei Baci Perugina ci sono questi messaggi subliminali tanto mortificanti. Gli ho risposto: - Oracolo, ascolta, ho sbagliato molte volte nella vita, ma non credo che castrarmi sia l ammenda che merito. Nome dell Autore: Filippo Armaioli Magi Titolo dell opera: Mezz ora con Minosse 1

2 E lui: - Così vuole il tuo destino inesorabile. - Ma io sono un Re. E lui dice: -Il responso dei numi è non ammette deroghe. -E nemmeno proroghe, immagino. - No, - risponde laconicamente. E io qui penso a una cosa: sono fottuto, perché forse non potrò più fottere. La fornicazione, è una delle gioie della vita, ed ecco che questo Destino mi condanna. Che ho fatto? E che mi succederà, mi chiedo, quando saranno elette le nuove veline di Striscia la Notizia, che mi accadrà, vedrò la bruna e la bionda, e non avrò alcuna reazione legittima nel mio basso ventre? Non sarò più così felice di fronte a una donna All Oracolo, non frega niente, perché esso è un sacro eunuco, e poi ambasciatore non porta pena. Ma a me ha portato pena. La pena del pene. E quest angoscia è un agonia furente. Mi vengono i brividi, vorrei pagargli una sanzione, come voi in Italia paghereste la multa per discolparvi del reato. Ma l Oracolo sta ritto. Lui si può permettersi ancora di stare ritto Io ho perso questo diritto Sudo, mi agito, ho dei brividi. E penso che sarà di me come uomo. Allora ricordo l uomo che ero, se non sarò più l uomo che sono. Ero un discolo, da piccino. Ammiravo il discobolo che si allenava in giardino, e gli frustavo le chiappe con un asciugamano, per vedere se il mio stimolo lo avesse aiutato o meno nel lancio del piatto. Spesso mi rincorreva, e se mi raggiungeva mi sculacciava, forte, con quegli stessi pezzi di stoffa con cui lo avevo tormentato. Me lo meritavo, e ora tramite l Oracolo, forse è lui che ha voluto trovare vendetta. Avrei preferito piuttosto la ghigliottina, volare ai tempi della condanna di Robespierre, vive la Rivolution, vive la France E invece perderò le palle. Amici, in quest ora tutta la mia virilità si domanda chi sono. Ma chi è un uomo? C è chi dice che si deriva da una scimmia, che all improvviso, si stufò delle scimmie, tutte pelose, e vide una donna. Questa scimmia senza peli era curiosa. Le si vedevano le guance, finalmente, non aveva queste grige borse sotto gli occhi da orango, i capelli non sembravano pelurie di noce di cocco, erano lisci e fluenti, i piedi non parevano spatole, erano piacevolmente lisci e delicati I seni, non erano grosse sacche avvizite, ma floridi frutti succulenti Le braccia e le gambe, prive di peli, si facevano attraenti Insomma, la scimmia fu conquistata. Si chiese se fosse il primo a vedere una cosa così. Allora, gli venne idea di depilarsi. Afferrò una scure di pietra pomice e si strappò tutti i villi. Nacque così il primo uomo. Nome dell Autore: Filippo Armaioli Magi Titolo dell opera: Mezz ora con Minosse 2

3 Cosa fece alla donna non ve lo dico, ma se oggi siamo qui, lo dobbiamo anche alla sua curiosità. Avevamo un uomo e una donna. Avete idea di quanti anni ci abbia messo questo individuo a fare sì che fossimo così tanti? Le sue figlie, erano bellissime. Le scimmie se ne accorsero, e le vollero, e le presero, senza depilarsi come aveva fatto lui. Ma i figli di queste sventurate nacquero glabri, senza peli, come noi. E quando le nuove figlie si rendevano conto che le si chiedeva loro di procreare, preferirono fare incesto coi propri fratelli, che non andare con quelle brutte creature. I loro figli, furono anche i loro nipoti, ma li crebbero e da queste unioni scellerate poi si ebbero dei clan, e dei matrimoni sani e legittimi. Gli uomini ebbero sempre la curiosità, e le donne sempre la disponibilità: così si è sviluppata numericamente l umanità. Avevamo un uomo e una donna. Poi nacquero le città, e quindi l Ufficio di Collocamento. Sì, perché mangiare dagli alberi i frutti e cogliere le bacche dai cespugli, era cosa lecita, ma ci si doveva impegnare a fare qualcosa. Si pensò al lavoro. Non c è una parola più detestata quando ci si alza al mattino: il lavoro. Fabbro, carpentiere, muratore, artigiano. Oppure commesso, operaio, o cuoco, aiuto cuoco, cameriere. C è il mestiere, oppure il tirocinio. Tanta scelta, ma spesso le offerte sono le stesse, e nessuno ti può dire se mentre ti stai iscrivendo quell uomo sta già facendo il suo nel tuo posto, che non è quindi tuo, ma suo. E tu che redigi la tua cartella per consegnarla all impiegato. Sogni di fare quel mestiere, ti immagini mentre lo fai, ti immagini la tua sudata busta paga, e intanto altrove si fa quel che ti si chiedeva a te. Pare una burla, ma è la realtà. Io non scelsi di fare il Re a Creta. Nacqui cretino nella mia isola, e così ancora lo sono. Passo le mie giornate presso le cariatidi del mio palazzo, sognando l Olimpo, e la quiete dei giardini del cielo. Spesso, vorrei avvicinare qualche ancella per sollazzarmi, ma ricordo il responso dell oracolo. - Non sarai più uomo. Una condanna pesante, ancora non ci credo, ma l Oracolo ha una fonte di informazione più precisa dell Ansa. Dicevamo, nacque la società dagli uomini e dalle donne, e si pensò al lavoro nelle sue forme consuete. Le monete e le banconote per i pasti spesso furbescamente cedute per comprarsi la rivista preferita, il pacco delle sigarette, un paio di calzini. Senza mai capire che si è guadagnato davvero, e cosa si è perso, tra uscire e rincasare. Questa è la vita umana. Ma io dico no, ci sarà anche altro! E allora penso alle meraviglie della natura. I fiori, le foglie, i frutti nella natura Le acque dei fiumi e dei laghi e dei mari!...i giardini, gli orti, le montagne! Le nuvole! Chi è che non alza gli occhi al cielo in cerca delle nuvole, per vedere se si muovono, se hanno delle forme! E le stelle, là dietro, a guardarci lontane! Ecco il mondo, e noi vogliamo l Universo. Si, perché non ci accontentiamo. Vogliamo tutto e subito. Nome dell Autore: Filippo Armaioli Magi Titolo dell opera: Mezz ora con Minosse 3

4 Ci alziamo al mattino, e tutto vediamo e tutto desideriamo. Ma davvero? Io credo sempre invece che l uomo voglia la donna, e la donna l uomo. O meglio, che la donna voglia tutto, e che l uomo voglia tutto per dare questo tutto alla donna che ha voglia di tutto, sperando che dandole tutto, lei gli dia qualcosa C è qualcosa nel mondo che ci chiama alla vita. Sì, perché tanti uomini hanno scritto tante cose di questo e di quello che non si può credere che queste persone amassero solo le parole, dovevano certo apprezzare anche l oggetto che nelle loro frasi, nelle loro pagine e pagine veniva indagato Gli scrittori hanno amato il mondo, e ci hanno invitato a leggere e a scrivere, ma perché? Chiunque legge, si chiede perché lo fa? Si chiede, se saprebbe scrivere allo stesso modo? Se potrebbe raggiungere quella stessa casa editrice che ha finanziato con l acquisto del volume, se lo chiede se in quella casa editrice come fosse la sua casa, un suo testo verrebbe accolto, visionato, apprezzato, stampato allo stesso modo? Ed ecco che il lettore scopre di essere stato turlupinato. E quindi schiavo della parola, e deve subire il libro. E si fa domande sulla cultura, e si chiede se finalmente un altra persona ha letto la stessa cosa, e che cosa ha pensato, cosa ha provato, e perché quella scelta, e finalmente questo lettore e questa lettrice, perché ancora una volta di un uomo e di una donna stiamo parlando, questi lettori abbandonano i personaggi dei romanzi con le loro vicende stucchevoli, abbandonano i logaritmi delle pagine di aritmetica, fanno cadere questi fardelli, e riscoprono che c è la vita! Sì, al di là del bene e del male, c è la vita dell uomo. Fra le righe di un testo, la lettrice si accorge che le lettere non formano più parole, che le frasi sono vermetti inutili, che i testi sono esseri amorfi, stille d inchiostro asciugate, pressate, e proposte senza chiederci se le volevamo. Chi scrive, ha paura adesso. Si chiede se stia perdendo davvero il suo tempo, se qualcuno gli darà retta Un parere, mai a chiederlo, perché fra chi scrive e chi legge è una discrezione, si ha timore a avvicinare questi due corpi Si reprime la libido, nel caso, se c è C è il testo, c è forse una lettura, una stima Ecco il guadagno di tanta pena per le sudate carte E il lettore continua a scrivere, e il lettore a sognare forse di essere pubblicato, ma poi la stanchezza psichica di aver posto gli occhi su quelle pagine gli impedisce una sua fantasia, che confessa di non avere, alla sera. E il lettore dorme, mentre lo scrittore confessa che lui non può, perché la cena lo ha rinfrancato, e adesso è una pila piena di energia deve creare, raffazzonare, proporre. Il dizionario, è tutto un luogo di oggetti che si apre alla mente. Lo si sfoglia, e si cede di fronte al peso della nostra fatale ignoranza. Ogni parola è un mistero, che una volta svelato, è come quando il bambino fa i suoi primi passi, e cammina, e avanza davanti a sé, e vedendo distinguersi le forme vede le cose, ed è sempre come una prima volta, e noi non gli diciamo che nell ufficio all angolo un giorno sarà lui a dover sgobbare, non gli parliamo di quei cantieri sempre aperti, e di tutte quelle attività umane che quegli altri padri stanno facendo per guadagnare il pane per i bimbi come lui. Lui, il bambino, va, senza pensieri, ancora è presto per leggere che già forse qualcuno scrive la sua vita come sarà. E questo bambino vede una scimmia, dietro ai cani, nel negozio di animali dove sua madre acquista il mangime per il parrocchetto. Nome dell Autore: Filippo Armaioli Magi Titolo dell opera: Mezz ora con Minosse 4

5 Mentre la madre paga il conto, il bimbo ammira l animale che era, e lui lo guarda a sua volta negli occhi, e sono due ebeti a confronto, ma la scimmia non evolverà, mentre il bambino sarà uomo. Ecco, il dizionario è come il mondo, e se io dovessi dirvi che cos è il teatro, vi direi, immaginate una scena, ma aprite il dizionario, e pensate che Stenterello, Pulcinella e Arlecchino siano nati dalla volontà che queste parole trovassero una voce. Non siamo forse tutti degli zuzzurelloni, quando ci prende curiosità di qualcosa, e dobbiamo sapere, e ci rifugiamo nella conoscenza credendo di trovare finalmente la nostra vera anima? Che illusi! Alla sera, il nostro stomaco borbotta, e si chiede se abbiamo guadagnato la cena, fra un invito, una passeggiata, un incontro inutile. Ci chiediamo se fra le parole e le persone ci sia un legame parentale. Se gli altri sono come noi, se fanno le stesse cose, se hanno trovato un che che noi non abbiamo più, se da loro si possa prendere qualcosa senza togliergli niente, in una serie di scambi che sono ancora una volta parole, parole, parole. E intanto passano i minuti e le ore, ma noi rivogliamo i secondi, chi ci ridà i secondi perduti di quei minuti per quelle ore che ormai non sono più? E che è cambiato in noi? Sta nascendo una ruga, sopra la borsa sotto gli occhi, a fianco delle nostre orecchie? Cosa si fa ogni giorno, che vediamo, che ascoltiamo, che tocchiamo, che diciamo, cosa taciamo, che sensi ancora non abbiamo scoperto? E la vita va, come un carrozzone che ci invita ad andare avanti, ma senza che capiamo verso dove è la nostra meta. Allora, abbiamo necessità degli altri, o di fuggire forse tutti, chissà E dove stanno le parole, mentre noi stiamo correndo? Cosa vogliono da noi, chi le ha volute, quante sono? E c è ancora chi ci ricorda che si può essere bravi con le parole, ma occorrono i fatti. Anche con le donne, c è sì una seduzione amorosa, l invito allettante della poesia, il sublime abbraccio del complimento, e i termini della natura e la sfera semantica di ciò che è l affetto nel profondo del cuore si incontra con la spinta passionale della nostra felice lussuria impudica. Il viso della persona amata è tutto un luogo, ma noi vogliamo entrare in un mosaico che sta fra il suo corpo e la sua anima, e cerchiamo un linguaggio per onorarla, come studiando le lingue straniere a volte si può giocare a dirsi ti amo in tutte le lingue del mondo, come se pronunciando Ailoviù, si viaggiasse a Londra lui e lei come Mary Poppins sotto il suo magico ombrello. La vita è tutta una ricerca d Amore senza fine, e i nostri doveri sono degli orpelli orgogliosi, degli ostacoli alla felicità, perché si perde l ebbrezza dell ozio, e nulla è più come prima, quando il nostro tempo è perduto definitivamente. Ogni anno di vita viene festeggiato nel compleanno, ma chi invecchia, dopo lo scherzo trova un attimo in cui si accorge che in quell anno ha tanto avuto, ma ha anche perso un poco di sé, vede gli anziani come dei mostri e si chiede se quella imperfezione un giorno colpirà anche lui, quelle rughe, quegli acciacchi, quei sospiri di chi ha tanto donato che continuamente si chiede se ancora ha da avere qualcosa. Vedo queste città, in cui giovani, anziani e bambini avanzano, e i giovani vengono assediati dagli anziani che li tormentano per vedere se faticheranno la loro stessa fatica, e i bambini a ricordare loro che sono chiamati a essere padri se vogliono stare perbene con le loro donne. Essere giovani è un identità, allora, un bene prezioso che distingue chi davanti ha ancora tutto, da chi deve pensare a cosa può ancora cogliere. Per il giovane, la sfida più grande è perdere la verginità. Affila le armi della persuasione, mentre la donna vede il suo corpo come uno strumento di potere. E di quello che è stato, di ogni incontro, nessuno dovrebbe saperne, ma chi impedisce a lui Nome dell Autore: Filippo Armaioli Magi Titolo dell opera: Mezz ora con Minosse 5

6 di vantarsi e a lei di scherzare, quando con gli amici si fa il conto e si ragguaglia chi ha vinto e chi ha perso, chi è dentro e chi è ancora fuori. A Creta, le cose sono diverse. Ci sono le ancelle. Io ne ho tante, perché sono il Re, ma mia moglie Pasifae, dopo avermi cornificato, mi beffa ancora, perché da alle ancelle tanto lavoro da fare che non c è una pausa perché possano deliziarmi. A questa le affida un ricamo, una fa commissioni, c è chi scrive delle lettere a un altra la fa modellare sul tornio dei vasi, mentre alcune, le favorite, le invita al canto e alla musica nel suo salotto. Ogni occupazione non serve tanto a lei né a loro, quanto ad allontanarle dal mio letto. E poi, c è la cucina. Pasifae vuole che le cuoche sappiano fare tutto, e io che fra una mazzancolla e un totano sogno di palpeggiare loro le natiche, di scoprirne i seni, di accarezzare le loro gambe meravigliose, rimango solo e inerte a rimirarmi allo specchio. E allora sì, che noto il tempo che scorre, ahimé, e il suono greco della mia solitudine mi chiama al pensiero. I fiori perdono il loro vivace colore, mentre piangono i miei occhi, le piante non mi accolgono più, gli alberi che amavo mi fanno paura mentre prima mi accudivano, perché vedo che fra la corteccia e la mia canizie c è uno stretto rapporto di similitudine. Ma il mio sangue ancora mi chiama, bolle come il vino, c è qualcosa ancora. Io ci sono ancora. Vedo il mare con la forza vivida della mia fantasia, e i colori del mondo, e la musica del cielo. E mi viene in mente che se devo ricordare le mie delusioni amorose, è la spiaggia quel luogo in cui sento di essere stato sconfitto, è l invito al mare che io non ho mai fatto a lei che ha decretato la vittoria di uno spasimante rivale, e se la rivedo che ride, so che lei ricorda la sabbia fra le dita, e i suoi baci, e l abbraccio nel corpo di lui. Mi viene in mente questa canzone, Non ti scordare mai di me, e dei miei gesti, in fondo siamo stati insieme, e penso a quanti uomini sono soli e a quante donne piangono, e ricordo che quando ascoltavo Questo Piccolo Grande Amore, avevo un brivido, da ragazzo vergine, per quella sua maglietta fina, che si immaginava tutto Per anni, quando amavo una giovinetta, pensavo a quella camicia, e mi faceva dolore sapere che qualcuno era stato più pronto di me, più veloce, che qualcuno c era stato prima, e allora i sorrisi delle mie amiche li capivo meglio, alla luce di quelle esperienze che ponevano una distanza tra i mie ingenui e timidi passi, e la forza della loro fisicità altezzosa. Ogni passo avanti era un amara spinta a fuggire, non ad avanzare, perché si temeva di essere scoperti, dai genitori, dai passanti, dagli altri, ed essere due doveva essere la cosa più semplice ma no, non era così facile, e ancora una volta erano le parole a fare da scudo fra il nulla che restava e ciò che avevo perso. La maggior parte del tempo di una storia d amore, all inizio, la si spende fra le lacrime. Pasifae non sa nulla dell uomo che fui, né della maschera che ho sempre indossato e dietro cui non le ho mai permesso di vedere. Ma ancora so che, qualsiasi cosa abbia detto l Oracolo, sono ancora e sarò l uomo che sono nato. Nome dell Autore: Filippo Armaioli Magi Titolo dell opera: Mezz ora con Minosse 6

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Nel ventre pigro della notte audio-ebook

Nel ventre pigro della notte audio-ebook Silvano Agosti Nel ventre pigro della notte audio-ebook Dedicato a quel po di amore che c è nel mondo Silvano Agosti Canti Nel ventre pigro della notte Edizioni l Immagine Nel ventre pigro della notte

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE LA STREGA ROVESCIAFAVOLE RITA SABATINI Cari bambini avete mai sentito parlare della strega Rovesciafavole? Vi posso assicurare che è una strega davvero terribile, la più brutta e malvagia di tutte le streghe

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Libro gratuito di filosofia

Libro gratuito di filosofia Libro gratuito di filosofia La non-mente Introduzione Il libro la non mente è una raccolta di aforismi, che invogliano il lettore a non soffermarsi sul significato superficiale delle frasi, ma a cercare

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi L'equilibrio tra libertà e regole nella formazione dei bambini Incontro Mario Lodi nella cascina ristrutturata a Drizzona, nella campagna tra Cremona

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

L ALFABETO DELLA LEGALITA

L ALFABETO DELLA LEGALITA L alfabeto, che sta alla base dell acquisizione di ogni lingua, diventa, in questo nostro giornalino, il punto di partenza per la conoscenza di quei valori fondamentali che è indispensabile interiorizzare

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007 Milano, giugno 2007 Tempi che corrono Ore 8.30 Maria si siede al tavolo con la sua colazione: cappuccio, brioche e una spremuta d'arancia. Comincia a sfogliare il giornale, ma è distratta... Non dalla

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli