non Lo ringrazieremo mai abbastanza. Domenica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "non Lo ringrazieremo mai abbastanza. Domenica"

Transcript

1

2

3 IDDIO CI HA TANTO BENEDETTI non Lo ringrazieremo mai abbastanza. Domenica 1 a Edizione - agosto a Ristampa - novembre a Ristampa riveduta - Aprile

4 PREFAZIONE Verica, 31 agosto Ho recitato Lodi e Sesta: rispondeva il piccolo coro di tre Religiose, figlie dei coniugi Bernardini Sergio e Domenica. Penso: ecco una piccola comunità. Fare comunità è cosa molto semplice; vuol dire partire dalla stessa fede e dagli stessi ideali e condividere, mettere insieme gli stessi pensieri, le stesse gioie e pene, le esperienze come sono, e sentirsi fratelli in Gesù, invocando il Suo Nome, sposando la stessa causa. Queste tre suore sono sorelle; anche altre tre loro sorelle sono religiose: una nel Messico e due sono a Roma. Cinque di queste Religiose sono della Congregazione delle Figlie di San Paolo e una della Congregazione delle Suore Francescane Ancelle del Buon Pastore. Altri loro due fratelli sono religiosi Francescani Cappuccini: uno svolge il suo apostolato in un grosso centro industriale fra la gioventù; l'altro è missionario in Turchia. Ora il mio pensiero corre alla loro casa paterna nella località Barberino, nella mia bella Parrocchia di Verica, agli estremi confini. Tante volte ci vado in un anno; un tempo ancora più di adesso. Là ho notato una piccola comunità e tanta felicità, tanto fervore e tanta fede. In quella casa è morto Sergio Bernardini il 12 ottobre 1966, uomo robusto nel fisico e nel carattere, molto buono e mite, molto silenzioso. Vi dimorava insieme alla moglie Bedonni Domenica, morta a Modena il 27 febbraio 1971, più espansiva, più sorridente. Essa godeva intimamente ancor più di quella gioia che esprimeva esteriormente; era felice in mezzo a dieci figli, dei quali otto religiosi, perché erano del Signore ; davano occasione continuamente a lei di pensare al Signore; glielo facevano sentire vicino. Sono sue espressioni. La sua serenità e la sua felicità come quella del marito Sergio 2

5 non era dì tenere gelosamente per sé, ma di comunicare con altri, il più che poteva trovare, la sua gioia e la sua riconoscenza a Dio per i tanti figli ricevuti; essa li aveva restituiti a Dio. Al Parroco che scrive queste note, faceva vedere le stanze che occupavano i figli nella casa di Barberino, quando ritornavano alcuni da molto lontano: questa è quella dei Patriarchi, questa è dedicata a S. Francesco, quella alla S. Famiglia, quella a S. Paolo, quella all'immacolata. Indicava, non parlava; sorrideva soltanto, facendo capire che anche per Lei quelle camere erano tanti fili ideali che la univano spiritualmente ai figli. Una bella comunità, i cui soci dai confini della Parrocchia erano sparsi un po' in tutto il mondo. I due Coniugi Bernardini rimasti a Barberino condividevano con tutti la loro gioia; nella vita hanno amato, rinunciato; la loro felicità nasceva da una vita offerta e sofferta; erano felici, perchè avevano fatto felici tanti altri; avevano vissuto con tanta semplicità, senza alcuna pretesa, senza la superbia della ricchezza, dell'istruzione, senza riposo, senza odio, ma con tanta fede e carità. Nelle disgrazie umane, nelle tribolazioni, nelle pene, nelle difficoltà, nelle privazioni e nella separazione dai figli hanno trovato il segreto di essere cristianamente forti e felici. A loro è bastata quella speranza cristiana che promette e dona l'unione con Dio su questa terra e la felicità eterna alla fine della vita. Non vale la pena ricordare chi ha testimoniato tanto bene la fede, chi ha dato tanto alla Chiesa? Non vale la pena citare ad esempio chi ha collaborato così bene al piano di salvezza proposto da Dio? Non vale la pena lodare chi ha svolto egregiamente il compito della propria missione? Non vale la pena che l'ultimo loro Parroco dica: anche la professione tanto umile dei Coniugi Bernardini ha avuta il valore di una missione? Dire di sì a Dio in una vita intera e lunga, non è certo compiere miracoli, ma è un coinvolgere in bene tutte le azioni, ed essere 3

6 sempre disponibili alla grazia del Signore che compie miracoli di bontà. Ecco perchè il Parroco ha voluto non solo segnarne i nomi fra gli scomparsi come sempre, ma ha pensato di ricordare i suoi Parrocchiani di un tempo e ora cittadini del Cielo anche con queste note. Il Parroco D. EIvio Bonacorsi TESTIMONIANZE Queste memorie si aprono con le lettere che mamma Domenica rimasta sulla terra si scambia coi figli in tante direzioni e contengono le testimonianze di tanti che formano un coro di voci intorno alla memoria dei Genitori Bernardini. Le prime voci sono naturalmente quelle dei figli, compreso il Sacerdote Nigeriano, D. Felix Alaba Ade Job, ora Vescovo; sono voci traboccanti di gioia e riconoscenza. C'è il coro di tanti Sacerdoti, di Francescani, essendo Terziari e genitori di due Sacerdoti Francescani Cappuccini. Sono le lettere di Mamma Domenica che si tiene legata ai figli lontani e accenna sempre al suo sacrificio e alla Volontà di Dio. Da tutte le voci erompe verso il Cielo un inno pieno di fede, di speranza, di amore. Tutte le notizie di ordine cronologico sono sempre brevi, il loro cuore appare sempre con Dio e i figli; erano felici perché lavoravano per unire gli uomini a Dio; dove è il tuo tesoro, là è il tuo cuore L'ultima aspirazione di Mamma Domenica fu quella mal celata di avere un figlio santo da altare. Santa semplicità ai nostri occhi, ma bellezza di un'anima che, mentre si sentiva spegnere, desiderava rivivere con più intimità e freschezza nella fede dei figli per ravvivare la fede. 4

7 Papà Sergio si spense purificato soprattutto dalle pene dello spirito: gli faceva paura la sua indegnità, come diceva. Era giunto a questa ansia per tante considerazioni sulla santità di Dio, sulla consacrazione a Lui dei figli, alla vicinanza di Dio alla mia casa, come ripeteva e soggiungeva: Non sono degno che cosa ho fatto io?, Io dico delle parole, anche delle preghiere, ma i miei figli hanno compiuto dei fatti per il Signore Lei e loro m'incoraggiano, perchè sono buoni. Quante volte ha ripetuto questi discorsi nell'ultima malattia e scuoteva la testa pensieroso. Il Padre venerava i figli, questi lo amavano, lo ricordano e lo pregano; noi diciamo: Papà Sergio, Mamma Domenica, la semplicità, la spontaneità, la naturalezza, il silenzio e il sacrificio della vostra vita quotidiana si sono cambiati nel possesso di quel Dio che vi fu sempre presente. Sì, la vocazione dei figli ha senz'altro riscaldato il vostro cuore, il pensiero di Dio e dei figli che avete sempre avuto, ora è ripagato da lui e da loro col più cordiale ricordo. Essi e tutti vedono in voi un caro esempio. Voi siete cittadini del Cielo, noi ancora della terra; noi vi ricordiamo, voi assisteteci. CONGEDO In occasione delle nozze d'oro dei coniugi Bernardini, L'11 maggio 1963, Papà Sergio confessava ai suoi figli radunatisi attorno ai genitori: Voi non sapete, quante notti vostra madre abbia passato in pianto per la vostra lontananza!. Ogni volta che si ripeteva il distacco per la partenza dei figli missionari, il dolore era sempre uguale, come se fosse sempre la prima volta che si salutavano, come se fosse sempre l'ultima volta che si vedevano. Allora Mamma Domenica non trovava altro maggior conforto che alzare le mani al cielo e ripetere la frase diventatale abituale: Sia fatta la tua volontà, Signore. Nello sforzo di comprimere il pianto soggiungeva: Bisogna pur farla questa 5

8 volontà di Dio e guardava lungamente, immobile, la direzione dalla quale i figli s'erano allontanati. Quanto amore, quanto dolore, quanti desideri e quante preghiere! Di Dio aveva bisogno, per trovare forza, aiuto e conforto; aveva la soddisfazione di sapere che in Dio si riunivano tutti. Ormai i vecchi genitori vivevano di ricordi, erano nella terra come sentinelle: ora salutavano chi arrivava, ora salutavano chi partiva: un continuo congedo. Pensavano alle case abitate, costruite, al mulino, ai campi che furono la loro palestra di virtù. La loro professione li tenne in rapporto speciale coi poveri del mondo rurale, ai loro tempi molto numerosi, legati alla loro montagna; la loro povertà fu sempre difesa da un grande ottimismo evangelico; praticarono la benevolenza verso tutti, l'amore incondizionato alla Chiesa e ai Sacerdoti. Le difficoltà non hanno mai avvilito Papà Sergio: uomo dai mille mestieri, trovava sempre il modo di portare fiducia e tranquillità in famiglia, soccorso fuori. Parlando della scarsità di Sacerdoti, soleva dire: ne siamo responsabili anche noi, lui che ogni anno vedeva un figlio partire per il convento, per ben 8 anni! Poi concludeva: bisogna pregare e aiutarli. Tutti gli anni si prestava, a Natale, per il presepio, a Pasqua per le celebrazioni della Settimana Santa, alle Quarant'ore, alle quali stava presente ininterrottamente, pregando, facendo il sagrestano; lavorando nella casa canonica conversando coi Sacerdoti. Soleva dire che era proprio indegno delle grazie ricevute, troppo lontano dalla perfezione dei figli, che era meglio stesse zitto, perché quasi quasi si vergognava. Anche Mamma Domenica quante volte m'ha detto che pregava continuamente per tutti i Sacerdoti! Essa dimostrava una grande stima e una grande cordialità per loro, anche se non parlava tanto. Mamma Domenica, ricordati del vincolo contratto con me, il tuo Parroco: lavori pure per la Chiesa, spenda pure per la 6

9 Chiesa, sia pure buono non ci rimetterà io non posso aiutarla come vorrei pregherò, perché lei non ci perda. Papà Sergio e Mamma Domenica, ottenetemi che non perda nulla della bellezza del mio sacerdozio insieme ai vostri figli; nessuna delle anime che mi avvicinano. NOTA Tutti coloro che possono avere qualche interesse o desiderio, a scopo di bene, di interessarsi dei coniugi Bernardini o dei figli sparsi in tanti campi di lavoro e tanto lontani, sono pregati di rivolgersi al Parroco di Verica. Egli se ne occupa unicamente per una testimonianza di fede, di bontà, di vita cristiana vissuta nella semplicità e normalità di una famiglia benedetta da Dio. Faranno del bene le testimonianze raccolte? Saranno uno stimolo e una voce continui per i figli che lavorano in tanti lidi? Sarà l adempimento di un dovere del Parroco di Verica? E' quanto ci si augura e si spera. Responsabile: Don Elvio Bonacorsi Parroco di VERICA (Modena) Verica, 31 agosto

10 Sergio Bernardini e Domenica Bedonni - Terziari francescani - IDDIO CI HA TANTO BENEDETTI: non Lo ringrazieremo mai abbastanza! (mamma Domenica) 8

11 DAL RICORDINO DI SERGIO BERNARDINI Non mi è mai venuta meno la fiducia nella Provvidenza, anche quando i figli e le difficoltà aumentavano. Signore vi ringrazio dei doni che riceviamo tutti i giorni, ed anche delle tribolazioni e dell'aiuto per vincerle tutte con pazienza. In pace col prossimo e con la coscienza: mi sento il più signore della montagna -Non ho ricchezze, ma ho la fede. La croce è medicina per moderare la nostra superbia: guai se non ci fosse. Usate molta carità e fate del bene ai poveri, ai bisognosi di spirito, ai giovani, ai piccoli: questo è il ricordo del vostro papà. (da sue lettere ai figli neo sacerdoti). Per me la preghiera più bella è la carità. Non ricordo di aver nominato invano il nome di Dio e della Beata Vergine: questo per una ispirazione santa. Io non li spingo, ma se vogliono andare non lo impedisco perché è una via buona. A noi penserà il Signore. (dei figli che s'incamminavano per la vita religiosa). Se voi andate volentieri, noi diremo al Signore: Sia fatta la vostra volontà così come lo dicemmo quando vi demmo il consenso di consacrarvi a Lui. Se il Signore vorrà ci rivedremo ancora. Se poi Lui ci chiama a CASA ci incontreremo lassù. Sono contento che andiate a fare del bene. Se potessi verrei anch'io. Il Signore vi benedica sempre. (alle figlie partenti per le Missioni). 9

12 10 PAPA SERGIO Erano le ore tre del 12 ottobre Quell'insolito Magnificat, recitato così, d'impulso, con gioia nel lutto, dai figli con la mamma, accompagnò il grande Genitore nel suo incontro con Dio. Gloria a Dio nel più alto dei cieli: Sia fatta la tua volontà. Mia diletta e cara figlia, come sai già dal telegramma, il tuo caro e tanto buono papà è andato in Paradiso. Come sai pure che è stato ammalato due anni, ma ha sopportato con tanta pazienza e non si lamentava mai. Ha fatto una morte santa. Avevo tanto pregato che la Madonna venisse a prenderlo Lei e quando ha riaperto gli occhi, rivolti in alto, d'improvviso, con un gioioso Oh! di grande sorpresa poco prima di spirare, mi sono sentita esaudita. Così pure avevo desiderato che il funerale di Sergio fosse occasione di tanto bene in parrocchia, e così è stato, come disse 1'arciprete ch è è stato più che una Missione. Il Signore mi ha dato tanta forza. Con tutte queste belle grazie, facciamoci coraggio e preghiamo assieme, anche se pensiamo che davvero non ne abbia bisogno; che ci assista dal Cielo, come ha detto che ci aiuterà tanto (a Sr. Agata, in Australia). Basta ti manifesti la mia gioia, il mio orgoglio personale d'essere stato io, suo ultimo figlio a impartigli 1'ultima assoluzione generale, a recitare le preghiere per gli agonizzanti, a raccoglierne l'ultimo respiro, a chiudergli gli occhi e in fine, celebrare subito la prima Messa di suffragio qui nella nostra cappellina, durante la quale ho avuto la viva sensazione che il babbo, con quella, era entrato nella gloria.

13 Lo sentiamo tanto presente che nessuno di noi ha l'aspetto triste. Non ci sentiamo orfani del babbo, ma dei protetti dal suo spirito. Tornerò presto in Turchia, ma più sereno, perché il papà è in cielo. Dio sia proprio benedetto. (Padre Germano a Sr. Agata, in Australia) la glorificazione avuta in questi giorni e il suo passaggio presso Dio è un mistero arcano svelato ai nostri occhi, direi sensibilmente. Tutto è chiaro, visibile, sensibile, realmente e beatamente vissuto per noi in questi giorni: abbiamo il Cielo vicino, lo viviamo con papà nella gloria. non dico altro: guasterei l'incanto di queste ore sacre; Godiamo insieme il nostro Dio con papà che ci chiama nella gloria. Amen. A11eluia. (Sr. T.M. a Sr. Agata) Sì, anche a me, come a tutti, compresa la mamma, è successo di provare una profonda pace interiore, dopo la morte di papà tanto che suggerii di recitare il Magnificat appena spirato (Sr. Raffaella a Sr. Agata) Papà ci ha uniti particolarmente e già ci sorride compiaciuto e beato. Possiamo dubitare che sia in paradiso? La sua vita, la sua purificazione, la sua fine, sono un capolavoro che solo Dio può premiare. Fosse anche nostra la grazia di viaggiare e di partire così! I suoi funerali? Il trionfo e l'esaltazione dell'uomo umile e giusto; il passaggio di un santo. (P. Sebastiano a Sr. Agata) Il nostro cuore esulta di gioia e di santa predilezione per essere figli e membri della nostra benedetta famiglia non ti so esprimere la gratitudine che ognuno serba in cuore per tanti doni. Papà è un santo Chiediamo la grazia di essere degni di lui. (Sr. Augusta a Sr. M. Amalia) Ha lasciato in noi tanta serenità e pace, quasi gioia interiore con invidia di non essere noi al suo posto. Era bellissimo! 11

14 Siamo sereni. Abbiamo in Cielo papà che spesso ripeteva: Di lassù! Per tutti! Per tutti!. (Sr. Augusta a Sr. Agata) Il dolore è grande, ma ancora maggiore il conforto pensando alla sua santa vita. (Maria a Sr. Agata). Abbiamo pensato tanto a voi due lontane. Una vostra foto è rimasta sempre e anche nella tomba, sul cuore di papà. Un trionfo non un funerale. Siamo davvero orgogliosi di tanto papà. Tutti ci invidiano. C'è solo da non farlo sfigurare, ma imitarlo. (Paola a Sr. M. Amalia) E' passato sulla terra come un'ombra di Dio. Umile e ignorato, ha portato seco un tesoro nascosto di grazia e di bontà, facendo il bene senza strepito, quasi senza accorgersene, nonostante la sua marcata personalità. Per questo molti gli hanno voluto bene e lo ricordano in benedizione. (Sr. Igina a Sr. M. Amalia) (Di ritorno dal funerale, raccolti nella cappellina di famiglia, come nel Cenacolo, Mamma Domenica così ai figli): Sapete, noi dobbiamo proprio essere più buoni. Io per prima devo convertirmi perché sono quella che ne ha più bisogno. Temo che la gente ci stimi più di quel che meritiamo, e questo mi fa paura. Non dobbiamo offendere con la nostra condotta la santa memoria del babbo. Lui sì, dobbiamo dirlo, era veramente buono! Io lo conosco e l'ho conosciuto: era santo! Per essere come lui cercheremo di migliorare, e così in Paradiso sarà contento. Devo dirvi che me lo sento così vicino e mi viene da invocarlo con tale fiducia, da sembrarmi divenuto il mio santo protettore particolare. Gli affido tutto, e mai invano. Più che mai ringrazio il Signore d'avermi dato un babbo santo. Questo senso di pace profonda, non è forse perché siamo adesso più da vicino cittadini del cielo? Senza dubbio. E sapete? Non mi stupirei di saperlo incorrotto. (Sr. Agata da Sydney) 12

15 Da quel momento ho sentito e sento tanta pace, quasi gioia. Mi sento felice, sollevata; provo gli stessi sentimenti e quel benessere spirituale che si sente dopo un corso di esercizi ben fatti. Il solo pensarlo mi rende felice. E mamma? Che anima di Dio pure lei!. (Sr. M. Amalia da Messico) Accettate la mia profonda condoglianza per la scomparsa del nostro carissimo babbo; però sento di potermi piuttosto congratulare con voi. Non è una grazia essere figli di un padre così santo? E che privilegio per me! Sono certo che già intercede per noi, come ce ne ha già dato prove. Diceva stasera una signora che il funerale sembrava una festa. Di fatto doveva essere così. Perché l'unica ambizione dei santi non è quella di andare con il loro Signore? Voi ne siete la testimonianza vivente. Uniamoci dunque nella preghiera che Dio ci conceda di rivederlo in Cielo. (D. Felix Ade Job - Nigeria) E fu un accorrere di sacerdoti, molti Cappuccini, e tanto popolo. Andiamo al funerale di un santo!. Le lettere e i telegrammi - numerosissimi - giunti alla famiglia, scrive P. Gherardo, parlano tutti lo stesso linguaggio di lode e di ammirazione: incomparabile padre; esempio perfetto; cristiano esemplare; terziario autentico, veramente buono, un santo padre di famiglia : queste e altre le espressioni più frequenti. Molti parlano già di SERGIO BERNARDINI come di un'anima singolare e santa, da invocare quale intercessore presso Dio. Stralciamo qualche frase, fra le tante: Ne conservo il ricordo e gli esempi edificantissimi e mi viene spontaneo raccomandarmi alla sua intercessione. Pensando a un tanto padre viene più da glorificare Dio che da addolorarsi. Sinceramente sono tentata di recitare il Magnificat!. Permettetemi di inginocchiarmi vicino al vostro papà per pregarlo di intercedere grazie e favori dal Signore. Ora dal cielo vi guarda e voi con animo grato potete invocarlo con le belle parole: Padre nostro che sei nei cieli!. 13

16 Mi sono presto rallegrato sentendo, con certezza, che abbiamo un protettore in cielo. Queste ultime parole sono di un noto Cappuccino, che scrive da Roma; e così continua: Vita di cristiano e di terziario autentico e non comune era la sua. Giustamente di lui si dovrà parlare e scrivere molto da chi l'ha conosciuto e ammirato profondamente, perché è giusto che si tolga di sotto al moggio la lucerna che fu sì colma dell'olio della divina Grazia. Sergio Bernardini è certamente un'autentica testimonianza cristiana nel mondo dei lavoratori e degli umili, che non può ne deve rimanere nascosta, soprattutto nel clima postconciliare in cui viviamo, e che giustamente invita a mettere in luce la virtù esemplare dei laici. (P. Bonaventura Romani, da Pavullo) Noi della famiglia e provincia Francescana sia studenti che sacerdoti, abbiamo ognuno ricevuto dal sig. Sergio: gli siamo debitori. Ognuno accanto a lui, a casa sua, si sentiva da lui amato sollevato compreso, e ci sentivamo piccoli di fronte alla sua vitalità interiore ci sembrava che la superiorità della sua virtù e la integrità della sua vita cristiana gli desse un titolo di paternità universale, per il quale ci sentivamo tutti un po' figli quasi dei protetti dalla sua giustizia, quasi dei benedetti dalla sua integrità, quasi dei sicuri per la sua fedeltà a Dio (Dalla commemorazione del P. Guglielmo, Prov.) In un articolo intitolato: Un nuovo Martin si legge: Personalmente, la figura di Sergio Bernardini mi ricorda quella di Luigi Martin, il padre di S. Teresa del B.G.: una vita eroicamente cristiana; una numerosa famiglia, gran parte dei figli offerti a Dio L'ultimo viaggio di chi ha modellato tutta la sua vita su le evangeliche verità, non può non essere stato un trionfo. E noi, come tale, lo abbiamo vissuto. 14

17 Ricordo con venerazione Sergio Bernardini, terziario francescano, per la sua umiltà e amore a Dio e agli uomini tutti. Umile: nei colloqui avuti con lui non ho mai sentito una parola che ridondasse in sua lode. Tutto quello che faceva era niente; eppure, chi può elencare i sacrifici compiuti per la sua numerosa e degna famiglia? Sempre contento e fiducioso nella divina Provvidenza. Le sue parole erano sempre di lode e ringraziamento al buon Dio per quello che riceveva. Amore a Dio: amava Dio non solo nell'accettazione serena di quanto accadeva a lui e intorno a lui ma anche, e vorrei dire specialmente, nell'osservanza filiale della sua Legge. Ho detto filiale osservanza, perché in Bernardini Sergio non c'era tradizionalismo o formalismo nel compiere i suoi doveri cristiani, ma una profonda convinzione. Se non perdeva mai la S. Messa, se si accostava frequentemente alla Confessione e alla Comunione lo faceva perché era convinto che l'uomo deve vivere unito a Dio per essere all'altezza della sua vocazione di creatura intelligente e libera. Amore agli uomini: mi ha sempre colpito in Sergio la sua premura per chi aveva bisogno, e precisamente con l'aiuto materiale; era povero, aveva una famiglia numerosa, ma nessuno che si presentasse a lui era rimandato a mani vuote, che anzi quando conosceva casi bisognosi non aspettava di essere richiesto, ma subito mandava il suo aiuto; pane, indumenti, quello che aveva. Nel suo amore agli uomini praticava anche (in molti modi) le opere di misericordia spirituale ma era talmente umile che non vedeva negli altri che persone migliori e quindi li ascoltava volentieri, consigliava se richiesto e specialmente pregava per tutti. Quanto ci sarebbe da dire di Bernardini Sergio! Sarò felice di poter contribuire a illuminare sempre più la preziosa perla di papà Sergio. (P. Ugolino da Neviano) 15

18 Oh, il nostro grande Mosè esclamò l'arcivescovo mons. Amici, muovendogli incontro e abbracciandolo, (in occasione delle nozze d oro). A molti la sua personalità sia nel contegno esterno pieno di saggezza e di bontà, come il riflesso del suo spirito di fede, di preghiera, di culto alla volontà di Dio richiamava spontaneamente la figura tipica dei grandi Patriarchi. Per il buon Mosé - scrive di lui il parroco di S. Lazzaro (Modena) che tanto amò - Dio era sempre al primo posto. Tutto rimetteva nelle sue mani e la preghiera era un colloquio semplice col Padre celeste. Non ha invidiato la ricchezza ( io sono il più signore della montagna! diceva scherzosamente, alludendo appunto al suo pieno distacco su questo punto e alla libertà di spirito che godeva). Non si è considerato superiore a nessuno: la famiglia per lui era una risposta al volere santo di Dio. Amava i suoi monti; spaziava sereno con la sua bontà su tutto il globo dove erano i suoi figli e figlie missionari. Accettava un po' riluttante ma senza scomporsi gli attestati di stima e ammirazione dei conoscenti e dei figli che veramente l'hanno circondato di premura profondamente filiale e di venerazione riconoscente. lo l'ho avvicinato a Verica, a Modena, in mezzo agli uomini di A.C., in chiesa, nella celebrazione del 50 di matrimonio: l'ho sentito parlare della sua vita di sacrifici e di lavoro, dei ricordi di persone e avvenimenti, della vocazione dei figli ecc. e ho sempre concluso: Così è il vero uomo di Dio! Papà Mosè è stato per me ed anche per altri superiori a me un maestro. Sarà una gioia rivederlo in Cielo!. (D. Eligio Silvestri) Eccolo Sergio Bernardini come lo conservo inciso a caratteri indelebili nella mia memoria: l uomo giusto, plasmato da una ricca e vissuta esperienza di fede. L abbandono fiducioso e sicuro nelle mani misericordiose e nelle vie misteriose della Provvidenza ne segnavano di sicurezza e di serenità il bel volto dai lineamenti forti e scultorei. Una pietà semplice e profonda, una integrità di 16

19 vita sostenuta da coerenza adamantina alle esigenze di una coscienza cristallina; un atteggiamento ieratico che ne faceva un maestro inconsapevole, ma sentenzioso ed in possesso della vera sapienza cristiana. Dobbiamo davvero riconoscere che lo Spirito di Dio spira dove vuole, e soprattutto, dove trova disponibilità e prontezza d'animo: tutti i Cappuccini che ebbero la grazia di conoscere il signor Sergio, lo hanno sempre stimato e venerato come un esempio, come un Maestro, come un Padre. Qualcosa Dio gli aveva davvero donato della Sua soprannaturale paternità verso tutti! Ecco perché anche ai suoi funerali i Cappuccini dell'emilia, nonostante gli assillanti impegni del momento, parteciparono numerosi: ci sentivamo un po' tutti suoi figli, e ci pareva che con lui scomparisse la persona più cara e più sacra ai nostri affetti. (Padre Guglielmo da Corlo, Provinciale) Il suo funerale - attesta l'arciprete di Verica - fu efficace quanto una missione: la gente era commossa alla vista del trapassato, circondato dalla sua famiglia di religiosi; i numerosi sacerdoti non terminarono di udire tutte le confessioni; mancarono le ostie per le molte Comunioni Fu tutta una preghiera serena e devota, una liturgia palpitante di vita e di speranza. (D. Elvio Bonacorsi) In camposanto riposa accanto all'arciprete D. Michele Montanari che lo conobbe e stimò per trent'anni. Quello era il suo posto, commentava un noto padre Cappuccino, lì, pare ancora a servizio della Chiesa, da lui tanto amata e venerata. Per me è stato una vera luce di verità. Non so esprimere quanto abbia lasciato di ricordi buoni nella nostra famiglia; ricorderò sempre i suoi buoni esempi e io confido in Lui. Vado spesso al cimitero e mi sembra di parlare veramente con lui, gli chiedo forza e coraggio come aveva lui, e sono persuasa che egli si trova nella gloria dei santi del Cielo. (Mina Bedonni) 17

20 Papà Sergio, Non mi sento di dire le solite parole di condoglianze, perché è solo andato a casa. Ebbi la gioia e la grazia di essere accolta in quel meraviglioso CENACOLO; non lo dimenticherò mai. Il funerale fu un vero trionfo, una festa. Anche lacrime sì, ma di quelle che fanno bene che lavano piano piano l'anima e fanno vedere sotto sotto come siamo e danno desiderio di buoni propositi. (Ines Morsiani) Gli siamo obbligati; solo il vederlo in chiesa a pregare, dava serenità e pace all'anima. (Sig.ra Monticelli) F.C., noto personaggio verichese non credente e non praticante era presente al funerale. Come mai?... proprio lei... Risposta:...Quando muoiono i giusti non si può mancare. Era un uomo, che quando lo incontravo o solo lo vedevo, mi faceva pensare che forse ero io a sbagliare. Nessuno più di lui, che non predicava ma praticava, ha turbato le mie certezze. Moltissime altre testimonianze corredate da episodi dimostrano come la vita di Sergio Bernardini è cosparsa di una copiosa fioritura di autentici fioretti che ci auguriamo di poter leggere un giorno. 18

21 LA GRANDE PROVA Chi non lo conobbe da vicino, a questo punto potrà domandarsi: che ci fu dunque di speciale nella vita di quest'uomo? Perché tanta ammirazione generale e profonda? -Ciò che più convince riguardo le virtù di quest'anima umile ed eccezionale è la sua condotta profondamente cristiana in tutta la vita e specialmente nelle grandi prove. Una fede incrollabile che giunge a lodare Dio nella sventura, non ha dell'eroico? Il suo pieno abbandono in Dio, il suo raro spirito di distacco dalle cose terrene e da qualsiasi ombra di vanità, è una prova eloquente dell'alto grado di speranza cristiana che si rifletteva anche sul volto sereno, illuminato da un abituale tenue sorriso e rivelava la pace dell'uomo giusto. E come tradurre a parole quel suo schietto amor di Dio, pratico e contemplativo insieme, che si andò affinando nonostante tutto, sino all'unione abituale con Dio? Magnanimo nel perdono, di fronte a numerose ingiustizie e ingratitudini persistenti: Da molti anni non ho più pensieri contrari alla carità: mi viene spontaneo scusare: non sappiamo come la pensano dentro di loro gli altri. Per me la preghiera più bella è la carità!. Sì, questa espressione tutta sua, può darci un'idea della statura morale e spirituale di questo gigante nella virtù vissuta. Ma la prova culminante e suprema con cui Dio volle purificarlo come l'oro nel crogiolo, fu quella penosissima degli scrupoli. Due lunghi anni di autentica tortura dello spirito. Lui, l'uomo di Dio, fedelissimo, ora teme di essergli nemico; teme di aver sbagliato tutto; è convinto di essere lui a provocare i castighi di Dio; è convinto che Dio lo dovrà punire con l'inferno 19

22 e, in una suprema adesione alla misteriosa volontà divina, vi si sottomette con rassegnazione: Lui è il Padrone e sa quel che si fa,è giusto così!. Non si lamenta, e dice: servirà a voi. Sa che Dio è buono; sa che Dio lo ama ma lui, l'innamorato dell'eucarestia; lui, il fiducioso orante della Vergine; lui, l'uomo di fede, che ha creduto, che ha sperato sempre, nonostante tutto; lui, Sergio Bernardini, non spera, non ama, non vede, è nel buio e teme! -Papà, il Signore è buono; il Signore vi vuol bene: Voi non gli volete più bene? Lo so, lo so che Dio è buono! Ma io! Magari potessi volergli bene!. E' la notte dello spirito. Iddio lo prova con lungo, indicibile martirio. Moglie e figli con amore, cercano di tranquillizzarlo; ma, quella, per lui, è la voce del sangue; non lo convince. Soltanto la parola del sacerdote gli riesce ancora di conforto. Finche l'agonia dello spirito raggiunge l'estremo apice dell'olocausto. Ma sì, ma sì: mi dicono così perché loro sono buoni. Ma loro non sanno!. E resta solo, solo sul calvario; solo con il suo tormento; senza conforto! Il grande Mosè è annientato! Il novello Martin è offuscato. La quercia annosa che non teme la bufera, è sradicata. Egli è purificato! Pronto all'incontro con Dio! Mamma Domenica scriverà alle figlie io pregavo il Signore perché riacquistasse la tranquillità dello spirito e fosse pienamente cosciente, perché meritorio fosse il suo soffrire. E così è stato. Quanto è buono il Signore! Negli ultimi tempi gli erano passati quegli scrupoli e riceveva la S. Comunione. Pregavamo assieme e tanto volentieri ripeteva l'invocazione: Vergine Maria, Madre di Dio, fateci santi. E proprio con questa invocazione, in questo anelito, ha reso lo spirito. Ha fatto una buona morte, direi da santo. Alla fine ha 20

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

Consolatevi con me voi tutti che mi eravate tanto cari. Io lascio un mondo di dolori per un Regno di Pace. Nel Trigesimo

Consolatevi con me voi tutti che mi eravate tanto cari. Io lascio un mondo di dolori per un Regno di Pace. Nel Trigesimo Non piangete la mia assenza: sono beato in Dio e prego per voi. Io vi amerò dal Cielo come vi ho amati sulla terra. Consolatevi con me voi tutti che mi eravate tanto cari. Io lascio un mondo di dolori

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI Ricordami Sempre 7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI FORMATI 9 x 13 cm APERTO 9 x 13 cm CHIUSO FORMATI FORMATI 10 x 15 cm APERTO FORMATI 10 x 15 cm CHIUSO ARTE 001_AR 002_AR 003_AR ARTE 004_AR ARTE

Dettagli

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI INTRODUZIONE La preghiera non è solo elevazione dell anima a Dio ma è anche relazione

Dettagli

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa 28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa Nata a Firenze nel 1401, fu sposa in età giovanissima e madre di un figlio divenuto successivamente anch esso frate e santo: il beato Giovanni Battista.

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO 20 ANNIVERSARIO EVANGELIUM VITAE 25 MARZO 2015... 1) Oggi ricordiamo il Sì di Maria alla vita, quella vita che prodigiosamente sbocciò nel suo grembo immacolato. Mentre ricordiamo

Dettagli

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Anzitutto voglio dare il mio saluto cordiale ed affettuoso a questa cara comunità di Gorle che già mi accoglie da diversi anni, quindi esprimo la mia riconoscenza

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI 5 febbraio S. AGATA, VERGINE E MARTIRE Patrona principale della città di Capua PREGHIERE: dal comune delle Vergini Al Dio tre volte santo, rivolgiamo

Dettagli

VESPRI PARROCCHIA SAN GIUSEPPE DA COPERTINO. 18 settembre INTRODUZIONE

VESPRI PARROCCHIA SAN GIUSEPPE DA COPERTINO. 18 settembre INTRODUZIONE PARROCCHIA SAN GIUSEPPE DA COPERTINO 18 settembre INTRODUZIONE VESPRI V. O Dio, vieni a salvarmi. R. Signore, vieni presto in mio aiuto.. Alleluia INNO San Giuseppe onoriamo: la sua virtù sublime l'ordine

Dettagli

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore I. B 3 Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore 1 2 Preghiera per un bimbo appena nato Signore, ci hai dato la gioia di un figlio:

Dettagli

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA Solennità SALUTO La grazia e la pace nella santa Chiesa di Dio siano con tutti voi. E con il tuo spirito. L. Oggi la nostra comunità è in festa, ricordando

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>>

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>> Salmo 119:28 > Cari fratelli e care sorelle in Cristo, Il grido di sofferenza del Salmista giunge fino a noi! Il grido di sofferenza

Dettagli

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII CARTA di FONDAZIONE Testo approvato dal Pontificio Consiglio per i Laici il 25 marzo 2004 1) Il carisma della Comunità

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

PREGHIERA PER IL SINODO

PREGHIERA PER IL SINODO PREGHIERA PER IL SINODO Sac. Il Signore sia con voi Tutti: E con il tuo spirito Voce Guida: siamo qui radunati, come papa Francesco ha chiesto a tutti i fedeli, per accompagnare con la nostra preghiera

Dettagli

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina .. mettendoci da parte vostra ogni impegno, aggiungete alla vostra fede (2 Pietro 1:5) Natale Mondello 14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina Dio ha un piano per

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

SAN TOMMASO DEI BATIUTI

SAN TOMMASO DEI BATIUTI rr;;;:.-~ J/(::il. 10 ~m. "'~"'. TO O H "NT U. CAPPELLANIA OSPEDALE SAN TOMMASO DEI BATIUTI PORTOGRUARO 19 Settelnbre Benedizione Cappella 2014 San Giovanni Paolo II BENEDIZIONE DELL'ACQUA E ASPERSIONE

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

www.parrocchiamadonnaloreto.it

www.parrocchiamadonnaloreto.it www.parrocchiamadonnaloreto.it Prima di Natale, ci sono quattro settimane che sono molto speciali settimane che prendono il nome di Avvento, perche caratterizzate dall Attesa. Qualcuno potrebbe dire: attesa

Dettagli

Inserto Redazionale al n. 1 Gennaio 2012 della Rivista Sacro Cuore - Aut. del Tribunale di BO 15-06-1995 n. 6451 - Poste Italiane SPA - Spedizione in

Inserto Redazionale al n. 1 Gennaio 2012 della Rivista Sacro Cuore - Aut. del Tribunale di BO 15-06-1995 n. 6451 - Poste Italiane SPA - Spedizione in Inserto Redazionale al n. 1 Gennaio 2012 della Rivista Sacro Cuore - Aut. del Tribunale di BO 15-06-1995 n. 6451 - Poste Italiane SPA - Spedizione in A. P. - D. L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46)

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA ARCIDIOCESI DI MILANO Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA Milano, Basilica di Sant Eustorgio 25 settembre 2011 ARCIDIOCESI DI MILANO

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 1 Oleggio 08/02/2009 V Domenica del Tempo Ordinario Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 Il compito dell evangelizzazione. Giobbe fa esperienza di

Dettagli

Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare

Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare Statement-Incontro Mondiale delle Famiglie 1/5 Elisabeth & Bernhard Neiser / Nr. 20 Celebrare la festa in famiglia: riti e gesti nell esperienza famigliare 1. Riflessioni introduttive: Domenica e giorno

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni.

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Prima della conclusione della S. Messa, concelebrata da don Donato, don Giuseppe Pendinelli

Dettagli

Lo Spirito riempì tutta la casa

Lo Spirito riempì tutta la casa Veglia di preghiera per il Sinodo della famiglia Pentecoste 2015 Lo Spirito riempì tutta la casa Introduzione 1L. Dal Magistero del nostro Arcivescovo La famiglia è la via maestra e la prima, insostituibile

Dettagli

IN ATTESA DEL DONO DELLO SPIRITO SANTO

IN ATTESA DEL DONO DELLO SPIRITO SANTO Parrocchia della B.V. del Carmine Udine IN ATTESA DEL DONO DELLO SPIRITO SANTO Incontro di riflessione e preghiera VENERDÌ 23 MAGGIO 2014 PRESENTAZIONE DELL INCONTRO Ci troviamo insieme stasera per prepararci

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

Leggete le Beatitudini, vi farà bene.

Leggete le Beatitudini, vi farà bene. Il tema della XXXI Giornata Mondiale della gioventù Cracovia 2016 - è racchiuso nelle parole Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia (Mt 5:7). Il Santo Padre Francesco ha scelto la quinta

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

Che cos'è la preghiera? Quando pregava Gesù? Qual è la via della nostra preghiera? Quali momenti sono più indicati per la preghiera?

Che cos'è la preghiera? Quando pregava Gesù? Qual è la via della nostra preghiera? Quali momenti sono più indicati per la preghiera? Catechismo della Chiesa Cattolica Pregare oggi e perché Che cos'è la preghiera? Quando pregava Gesù? Qual è la via della nostra preghiera? Quali momenti sono più indicati per la preghiera? Quali sono le

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Omelia trigesimo mamma Carmela

Omelia trigesimo mamma Carmela Omelia trigesimo mamma Carmela Cattedrale, Cassano Ionio, 19 dicembre 2008 Carissimi confratelli nel sacerdozio, carissimi fedeli ed amici, è già passato un mese da quando mamma Carmela ci ha lasciati.

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

La domenica rivela il senso del tempo: giorno dei giorni

La domenica rivela il senso del tempo: giorno dei giorni La domenica rivela il senso del tempo: giorno dei giorni 74. «Il tempo nel cristianesimo ha un importanza fondamentale. Nel tempo viene creato il mondo, al suo interno si svolge la storia della salvezza,

Dettagli

Il Convegno Regionale dei Gruppi del

Il Convegno Regionale dei Gruppi del E D I T O D A L L A C O N F R A T E R N I T A D E L S A N T I S S I M O S A C R A M E N T O DI S A N T A M A R I A IN T R A S T E V E R E I miei Gruppi di Preghiera di Roma e del Lazio A N N O V I I I

Dettagli

Maggio ogni giorno con Maria

Maggio ogni giorno con Maria Maggio ogni giorno con Maria Maria, Maestra di contemplazione: i misteri della luce Il Rosario con San Giovanni Paolo II [BRUNA FREGNI] Proposta ispirata alla lettera apostolica sul Rosario di papa Giovanni

Dettagli

Liturgie matrimoniali

Liturgie matrimoniali Liturgie matrimoniali Le Chiese battiste (e i suoi pastori!) hanno sempre rivendicato libertà nelle forme di liturgia da utilizzare non solo nel culto domenicale, ma anche nei culti speciali. La diversità

Dettagli

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO INSEGNAMENTO IL MIO CUORE CANTA LE TUE LODI a cura di Carlo Arditi, Responsabile del Servizio Musica e Canto Nel preparare questa condivisione mi sono accorto che, pur non avendolo fatto apposta, anche

Dettagli

Parroco: Micotti don Adriano. Casa Parrocchiale di Trobaso e FAX 0323-57.16.68. 338-50.59.656 d.adri@infinito.it www.parrocchiainrete.

Parroco: Micotti don Adriano. Casa Parrocchiale di Trobaso e FAX 0323-57.16.68. 338-50.59.656 d.adri@infinito.it www.parrocchiainrete. PARROCCHIE DI S. BARTOLOMEO CAPREZZO S. BRIZIO COSSOGNO E S. PIETRO - TROBASO Parroco: Micotti don Adriano Casa Parrocchiale di Trobaso e FAX 0323-57.16.68 338-50.59.656 d.adri@infinito.it www.parrocchiainrete.it

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Il "messaggio" di Fatima

Il messaggio di Fatima Il "messaggio" di Fatima Ci siamo mai chiesti quale sia il messaggio delle apparizioni e delle rivelazioni di Fatima? L'annunzio della guerra, la conversione della Russia con la caduta del comunismo nel

Dettagli

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Pontificia Basilica Collegiata S. MARIA DELL ELEMOSINA Parrocchia Matrice Santuario Mariano Biancavilla SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Omelia del Prev. Agrippino Salerno 22-06-2014 Cari fratelli e sorelle!

Dettagli

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15)

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) SIATE SANTI COME IL PADRE VOSTRO è SANTO (Mt 5, 48) (Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) Ci siamo riuniti nel cuore della città di Roma per fare un pellegrinaggio,

Dettagli

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012 Newsletter Essena N 2 Gennaio-Marzo 2012 Carissimi amici Bellissima Primavera a voi! Siamo molto felici di ritrovarvi in occasione di questa nuova stagione che sta per fiorire fra qualche tempo e che abbiamo

Dettagli

CHI SARA AD ASPETTARCI OLTRE QUELLA PORTICINA?

CHI SARA AD ASPETTARCI OLTRE QUELLA PORTICINA? CHI SARA AD ASPETTARCI OLTRE QUELLA PORTICINA? Inserto N. 4 2007 Dall amore di mamma e papà è nata la mia vita. Sono stato accolto a braccia aperte, coccolato e teneramente abbracciato. Molto tempo prima

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Mercoledì 15 aprile 2009

Mercoledì 15 aprile 2009 Mercoledì 15 aprile 2009 EVANGELIZZAZIONE E CONSOLIDAMENTO - Uno dei problemi maggiori non è tanto evangelizzare, quanto fare in modo che le persone che hanno accettato Gesù come personale Salvatore rimangano

Dettagli

Parrocchia di RAMERA ADORAZIONE EUCARISTICA Per i ragazzi del catechismo con la presenza della Reliquia del Beato Papa Giovanni Paolo II

Parrocchia di RAMERA ADORAZIONE EUCARISTICA Per i ragazzi del catechismo con la presenza della Reliquia del Beato Papa Giovanni Paolo II Parrocchia di RAMERA ADORAZIONE EUCARISTICA Per i ragazzi del catechismo con la presenza della Reliquia del Beato Papa Giovanni Paolo II Canto Guida: Questo pomeriggio siamo qui, davanti a Gesù e davanti

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

COME PREGARE? Che cos'è lo preghiera cristiana?

COME PREGARE? Che cos'è lo preghiera cristiana? COME PREGARE? Che cos'è lo preghiera cristiana? La preghiera cristiana è: elevazione dell'anima a Dio; dono di Dio e azione dell'uomo; colloquio, relazione dei figli di Dio col loro Padre, per mezzo del

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

VEGLIA DI PREGHIERA A MARIA

VEGLIA DI PREGHIERA A MARIA VEGLIA DI PREGHIERA A MARIA CON MARIA IN ATTESA DELLA PENTECOSTE Canto; NOME DOLCISSIMO GUIDA: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Ti salutiamo o Maria, piena di grazia, il Signore

Dettagli

Oleggio 01/11/2005 Festa di Tutti i Santi Ap 7,2-4.9-14 Sal 23, 1-6 1 Gv 3, 1-3 Dal vangelo secondo Matteo 5, 1-12 a

Oleggio 01/11/2005 Festa di Tutti i Santi Ap 7,2-4.9-14 Sal 23, 1-6 1 Gv 3, 1-3 Dal vangelo secondo Matteo 5, 1-12 a Oleggio 01/11/2005 Festa di Tutti i Santi Ap 7,2-4.9-14 Sal 23, 1-6 1 Gv 3, 1-3 Dal vangelo secondo Matteo 5, 1-12 a Preghiera iniziale Ci mettiamo alla presenza del Signore e apriamo il nostro cuore alla

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

LA FAMIGLIA CHE EDUCA

LA FAMIGLIA CHE EDUCA LA FAMIGLIA CHE EDUCA Messaggio alle famiglie - Pasqua 2009 Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola L educazione delle virtù umane è alla base dell educazione cristiana Il senso dell autorità La famiglia

Dettagli

LA PREGHIERA. In realtà l argomento va ben oltre ad una semplice supplica o ringraziamento.

LA PREGHIERA. In realtà l argomento va ben oltre ad una semplice supplica o ringraziamento. LA PREGHIERA Alla domanda : CHE COSA E LA PREGHIERA? quasi sicuramente il cristiano abbozzerebbe in modo grossolano, una risposta, ricavata dagli anni di fede, dagli insegnamenti pastorali, dagli studi

Dettagli

CORPUS DOMINI 22 giugno 2014. Noi siamo quelli che vivono secondo la domenica (S. Ignazio)

CORPUS DOMINI 22 giugno 2014. Noi siamo quelli che vivono secondo la domenica (S. Ignazio) CORPUS DOMINI 22 giugno 2014 Noi siamo quelli che vivono secondo la domenica (S. Ignazio) Canto: Adoramus Te Domine (canone di Taizè) - Ti riconosciamo, Signore, presente a noi nell eucaristia - Ti adoriamo,

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

IL LUOGO DELLLA PRESENZA

IL LUOGO DELLLA PRESENZA Il Cammino sulla Spiritualità familiare si articola in due anni durante i quali lavoreremo alla costruzione della Chiesa domestica seguendo lo schema: la famiglia ad intra e la famiglia ad extra. IL LUOGO

Dettagli

UNA GRANDE EMOZIONE TANTE POESIE

UNA GRANDE EMOZIONE TANTE POESIE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE A.COSTA Scuola dell infanzia G.B.Guarini Scuole primarie A.Costa G.B.Guarini A.Manzoni Scuola secondaria di 1 grado M.M.Boiardo Sezione Ospedaliera Sede: Via Previati, 31 44121

Dettagli

ANNIVERSARIO IN ARRIVO?

ANNIVERSARIO IN ARRIVO? ANNIVERSARIO IN ARRIVO? Scopri chi può aiutarti a sorprenderla! 1 CON QUESTA GUIDA SCOPRIRAI: > Perché festeggiare un anniversario di nozze > Quali sono le coppie più felici > I momenti che ricorderai

Dettagli

C eraunavoltaunpaiodicalzini

C eraunavoltaunpaiodicalzini C eraunavoltaunpaiodicalzini C era una volta un paio di calzini. Marta e Paolo erano i nomi di questi due calzini. Si erano conosciuti, innamorati e litigati per anni. Ora abitavano in via Cassetto n.

Dettagli

12 maggio 2013 Liturgia delle ore della Terza Settimana. 47a Giornata mondiale per le comunicazioni sociali

12 maggio 2013 Liturgia delle ore della Terza Settimana. 47a Giornata mondiale per le comunicazioni sociali sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 12 maggio 2013 Liturgia delle ore della Terza Settimana Ascensione del Signore / c 47a Giornata mondiale per le comunicazioni

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Dimmi che è solo un sogno!

Dimmi che è solo un sogno! Mariuccia FADDA Istituto Tecnico Commerciale G. Dessì, classe 4 a E Dimmi che è solo un sogno! Tutto è iniziato con uno stupido intervento alla gamba, in quello stupido ospedale, con quello stupido errore

Dettagli

La chiamata alla speranza

La chiamata alla speranza La chiamata alla speranza Preghiera mensile Dicembre 2015 1.- Introduzione L'Avvento è un tempo per rispondere alla "chiamata alla speranza". La nostra è la speranza che abbiamo nella nascita di Cristo,

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

Il matrimonio cristiano. chi si sposa in chiesa sa quello che fa?

Il matrimonio cristiano. chi si sposa in chiesa sa quello che fa? Il matrimonio cristiano chi si sposa in chiesa sa quello che fa? Antonio Tavilla IL MATRIMONIO CRISTIANO chi si sposa in chiesa sa quello che fa? religione e spiritualità www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli