COMUNE DI PALAGIANO Provincia di Taranto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI PALAGIANO Provincia di Taranto"

Transcript

1 COMUNE DI PALAGIANO Provincia di Taranto DELIBERAZIONE ORIGINALE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 21 Del reg. Data OGGETTO: RIAPPROVAZIONE PROGETTO DEFINITIVO CENTRO SOCIALE POLIFUNZIONALE PER ANZIANI DISABILI E MINORI, A SEGUITO DI MODIFICAZIONI PROGETTUALI FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DELLA FUNZIONALITA COMPLESSIVA DELL OPERA COME DA OFFERTA TECNICA MIGLIORATIVA PRESENTATA IN SEDE DI GARA. L'anno duemilatredici il giorno cinque del mese di febbraio alle ore 13,00 nella sala delle adunanze del Comune, regolarmente convocata, si è riunita la Giunta Municipale con la presenza del Sindaco Dr. Antonio Tarasco e con l'intervento dei sigg.ri: Presenti Assenti TARASCO Antonio CERVELLERA Vito PETROCELLI Salvatore AMATULLI Michele X X X X Partecipa con funzioni consultive, referenti, di assistenza e verbalizzazione (art. 97 comma 4 lett. a) del D. Lgs. n. 267 del 18/08/2000) il Segretario Comunale Dr. Pietro BALBINO. Il Sindaco, constatato che gli intervenuti sono in numero legale, dichiara aperta la riunione ed invita i convocati a deliberare sull'oggetto sopraindicato. LA GIUNTA MUNICIPALE Premesso che, ai sensi dell'art. 49 del D. Lgs n. 267 del 18/08/2000, sulla proposta della presente deliberazione sono stati espressi i seguenti pareri: - Il responsabile del servizio interessato, Ing. Giuseppe IANNUCCI, per quanto concerne la regolarità tecnica: Favorevole. - Il responsabile di Ragioneria, Dr.ssa Anna RIZZI, per quanto riguarda la regolarità contabile: Favorevole.

2 LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO: Che con deliberazione di Giunta Comunale n 4 del , veniva conferito mandato al Responsabile del Settore Tecnico Comunale, per la redazione del progetto preliminare e definitivo per la realizzazione di un Centro Sociale Polifunzionale per minori, anziani e disabili gravi al fine di accedere al finanziamento giusta delibera G.R. n del ; Che con la predetta delibera G.C. n. 04/2010, si dava, altresì, mandato al suddetto Responsabile Settore Tecnico, di individuare, stante la specificità dell opera da progettare ed i tempi ristrettissimi entro i quali produrre domanda di finanziamento secondo le modalità previste dal relativo bando; che, in merito, attraverso la consultazione dell elenco dei professionisti istituito da questo Ente, si individuava l Arch. Pierfrancesco Gaetani D Aragona il cui curriculum conteneva esperienze di progettazione attinenti l opera in questione; Che con determina Settore Tecnico n. 05 del veniva conferito incarico di consulenza al suddetto professionista; Che con deliberazione di G.C. n. 06 del veniva approvato il progetto preliminare redatto da questo Settore Tecnico, con supporto AL R.U.P. dell Arch. Pierfrancesco Gaetani d Aragona per la progettazione specialistica delle opere; Che con determina Settore Tecnico n. 20 del si provvedeva ad approvare il progetto definitivo per la realizzazione di un Centro Sociale Polifunzionale per minori, anziani e disabili gravi dell importo complessivo di ,00 di cui ,00 con accesso al finanziamento Regionale PO FESR PUGLIA Asse III di cui alla delibera G.R del ed ,00 come quota di cofinanziamento comunale a cui far fronte in sede di programmazione per l esercizio 2010 mediante contrazione di apposito mutuo; Che con nota prot. A00/146/05/01/2011/ del , la Regione Puglia comunicava l ammissibilità a finanziamento del progetto de quo, a condizione che venissero prodotte alcune integrazioni progettuali. Che in data con prot il comune di Palagiano trasmetteva alla Regione Puglia la predetta documentazione. Che in data con prot il Comune di Palagiano ritrasmetteva alla Regione Puglia il progetto definitivo de quo in un'unica soluzione completa di tutti gli elaborati progettuali, con l aggiunta di alcune modificazione finalizzate a migliorare la funzionalità complessiva dell opera. Che il predetto progetto è inserito nel Programma Triennale delle Opere Pubbliche Che con nota prot. A00_146/29/09/2011/ del la Regione Puglia comunicava che la documentazione presentata dal Comune di Palagiano risultava completa e corretta e che il finanziamento degli interventi d ambito era subordinato alla definizione da parte del Comune di Statte di valutazioni tecnico/procedurali riguardo al cofinanziamento dell opera di propria competenza. Che a tale nota non sono seguite ulteriori comunicazioni in merito né da parte del Comune di Statte nè da parte della Regione Puglia.

3 Che con deliberazione della G.R. n. 269 del la Regione ha provveduto alla riapertura dei termini per la presentazione dei Piani di Investimento da parte degli ambiti territoriali e alla integrazione dei criteri di selezione di cui alla precitata Delibera di G. R. N del Che tale deliberazione prescrive tra l altro che le istanze di finanziamento riferite a nuovi Piani di Investimento degli Ambiti territoriali pervenute entro il termine di scadenza fissato con Del. G.R. n. 2747/2010 e già istruite dal Servizio siano ammesse a finanziamento con la sottoscrizione dell apposito disciplinare solo a seguito del conseguimento di tutti i requisiti di ammissibilità di cui al presente provvedimento. Che peraltro la predetta delibera di G.R. prevede che per ciascun progetto dovrà essere prodotto il verbale di validazione del progetto esecutivo dell intervento, attestante l avvenuta acquisizione di tutti i pareri vincolanti per la approvazione del progetto medesimo, nonché l apposito atto di approvazione del progetto dell organo competente dell Amministrazione Comunale titolare. CHE con Delibera di Giunta Comunale in data n. 145 veniva riapprovato il progetto definitivo nonché formulato indirizzo per l affidamento di incarico per la progettazione esecutiva all esterno dell Amministrazione. CHE con Delibera di Giunta Comunale in data n. 150 veniva rettificato l importo del corrispettivo della progettazione esecutiva da porre a base di gara. Che con determina a contrarre n. 308 del ai sensi dell art. 11 del DLgs 163/2008, il Settore Tecnico ha provveduto: ad avviare il procedimento per il conferimento in appalto dell incarico professionale per la progettazione esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e in fase di esecuzione lavori, direzione lavori e le attività ad esse connesse per i lavori di Realizzazione Centro Polifunzionale minori, anziani e disabili gravi nel Comune di Palagiano; a stabilire il metodo di gara per l affidamento dell incarico; ad approvare tutti gli atti di gara; a provvedere alla pubblicazione del Bando di gara, nei modi e termini di cui all art. 124 del D.to Lgs n. 163/2006; Che con Determina n. 397 del la gara de quo è stata aggiudicata definitivamente alla società GITECNA s.r.l. con sede in Taranto alla Via C. Nitti n Che in data rep. 1/13 è stata stipulata con la predetta società regolare Convenzione per lo svolgimento dell incarico professionale per PROGETTAZIONE, ESECUTIVA E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE, DIREZIONE LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DEL CENTRO SOCIALE POLIFUNZIONALE PER MINORI, ANZIANI E DISABILI GRAVI NEL COMUNE DI PALAGIANO. Che la Gitecna s.r.l. nell ambito della proposta tecnica migliorativa presentata in sede di gara, ha suggerito un profonda rivisitazione della configurazione progettuale del Centro, finalizzata a migliorare la sostenibilità economica ed ambientale dell intervento nonché a recepire gli indirizzi del Bando in termini di conservazione delle funzioni attualmente espletate nel fabbricato preesistente nell area di insediamento del Centro. Che l implementazione delle predette modificazioni comporta la necessità di riproposizione della progettazione definitiva, nonché di formale approvazione della stessa da parte della Giunta Comunale.

4 Visto a tal proposito il nuovo progetto definitivo dell opera de quo presentato da Gitecna S.r.l. in data con prot Vista la verifica eseguita dall Ufficio Tecnico sulla predetta documentazione ai sensi dell art. 53 DPR 207/2010. Visto l elenco degli elaborati allegato alla presente deliberazione (Allegato A)per formarne parte integrante e sostanziale. Visto il quadro economico del precedente progetto definitivo, approvato con Delibera di Giunta Comunale in data n. 145, allegato alla presente deliberazione (Allegato B) per formarne parte integrante e sostanziale, recante importo complessivo dell intervento costruttivo di ,00. Visto il quadro economico del nuovo progetto allegato alla presente deliberazione (Allegato C) per formarne parte integrante e sostanziale, recante importo complessivo dell intervento costruttivo di ,00. Considerato che per la copertura economica della predetta cifra sarà inoltrata apposita istanza di finanziamento alla Regione Puglia per un importo di ,00, con accesso ai fondi di cui alla deliberazione di G.R. n. 269 del per la presentazione dei Piani di Investimento da parte degli ambiti territoriali, mentre per la quota di cofinanziamento a carico del Comune, pari ad ,00, è stato provveduto con delibera di G.M. del n. 145, attingendo all avanzo d amministrazione dell esercizio finanziario Ritenuto necessario procedere alla riapprovazione del progetto definitivo così come riformulato. VISTO il D.Lgs. 267/06; DELIBERA 1. di dare atto che la presente è assunta per quanto in narrativa che qui di seguito deve intendersi integralmente riportata; 2. di riapprovare il progetto definitivo del Centro Sociale Polifunzionale per minori, anziani e disabili gravi, costituito dagli elaborati contenuti nell elenco elaborati allegato alla presente deliberazione (Allegato A) a formarne parte integrante e sostanziale; 3. di approvare il quadro economico dell intervento allegato alla presente deliberazione (Allegato C), unitamente al quadro economico precedente (Allegato B) a formarne parte integrante e sostanziale; 4. Di dare atto che il Quadro economico del progetto presenta importo complessivo dell intervento costruttivo di ,00, e che per la copertura economica della predetta cifra sarà inoltrata apposita istanza di finanziamento alla Regione Puglia per un importo di ,00, con accesso ai fondi di cui alla deliberazione di G.R. n. 269 del , mentre per la quota di cofinanziamento a carico del Comune, pari ad ,00, è stato provveduto con delibera di G.M. del n. 145, attingendo all avanzo d amministrazione dell esercizio finanziario Successivamente, su proposta del Sindaco, LA GIUNTA COMUNALE Con voti unanimi resi in forma palese, DELIBERA Di rendere la presente deliberazione immediatamente esecutiva, ai sensi dell art.134 comma IV del D. Lgs. 267/00.

5 ALLEGATO A ELENCO ELABORATI ELABORATI GRAFICI Codice Scala Titolo Elaborato Elaborato Metrica RL 01 INQUADRAMENTO TERRITORIALE Varie RL 02 RILIEVO TOPOGRAFICO 1:200 RL 03 STATO DI FATTO PLANIMETRIA GENERALE E PROFILI 1:200 RL 04 STATO DI FATTO PIANTA PIANO TERRA, PROSPETTI E SEZIONI 1:100 AR 01 PROGETTO PLANIMETRIA GENERALE E PROFILI 1:200 AR 02 PROGETTO PIANTA DELLE DEMOLIZIONI E RICOSTRUZIONI 1:200 AR 03 PROGETTO PIANTA QUOTATA E ARREDATA PIANO TERRA 1:100 AR 04 PROGETTO PIANTA QUOTATA E ARREDATA PIANO PRIMO 1:100 AR 05 PROGETTO PIANTA QUOTATA E ARREDATA PIANO SECONDO 1:100 AR 06 PROGETTO PROSPETTI 1:100 AR 07 PROGETTO SEZIONI 1:100 ST 01 STRUTTURE FONDAZIONI E PRIMO IMPALCATO 1:100 ST 02 STRUTTURE SECONDO IMPALCATO E PIANTA TERZO IMPALCATO 1:100 IE 01 SCHEMI IMPIANTI ELETTRICI PIANO TERRA E PIANO PRIMO 1:200 IE 02 SCHEMI IMPIANTI ELETTRICI PIANO SECONDO E COPERTURA 1:200 IM 01 SCHEMI IMPIANTI MECCANICI PIANO TERRA E PIANO PRIMO 1:200 IM 02 SCHEMI IMPIANTI MECCANICI PIANO SECONDO E COPERTURA 1:200 Codice Elaborato RT 01 RT 02 RT 03 RT 04 RT 05 RT 06 RT 07 RT 08 PS Codice Elaborato Codice Elaborato EP CM QE DP Titolo Elaborato RELAZIONI RELAZIONE TECNICA GENERALE RELAZIONE ILLUSTRATIVA E DI CALCOLO IMPIANTI RELAZIONE ILLUSTRATIVA MISURE PREVENZIONE INCENDI E ANTINFORTUNISTICA VERIFICA IGIENICO SANITARIA RELAZIONE GEOLOGICA RELAZIONE STRUTTURE E CALCOLI RELAZIONE GEOTECNICA LIBRETTO DI CAMPAGNA Titolo Elaborato SICUREZZA PRIME INDICAZIONI E DISPOSIZIONI PER LA STESURA DEI PIANI DI SICUREZZA COSTI DELLA SICUREZZA Titolo Elaborato COMPUTI E CAPITOLATI ELENCO PREZZI UNITARI COMPUTO METRICO ESTIMATIVO QUADRO ECONOMICO DELL INTERVENTO DISCIPLINARE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE DEGLI ELEMENTI Scala Metrica Scala Metrica Scala Metrica

6 ALLEGATO B Quadro economico del precedente progetto definitivo, approvato con Delibera di Giunta Comunale in data n. 145 Titolo Progetto CENTRO SOCIALE POLIFUNZIONALE PER MINORI, ANZIANI E DISABILI GRAVI. (CENTRO DIURNO PER MINORI. COMUNITA EDUCATIVA PER MINORI. CENTRO DIURNO PER DISABILI GRAVI. GRUPPO APPARTAMENTI PER ANZIANI. CASA FAMIGLIA DOPO DI NOI ) - COMUNE DI PALAGIANO (TA) Ente Titolare COMUNE DI MASSAFRA (COMUNE CAPOFILA) AMBITO TERRITORIALE TA/2 DESCRIZIONE VOCE DI COSTO Importo al netto IVA Limiti IVA 1 a) Spese generali, di progettazione e collaudo. spese necessarie per attività preliminari spese di gara (commissioni aggiudicatrici) spese per verifiche tecniche previste dal capitolato speciale d appalto spese per progettazione indagini geologiche e geotecniche il cui onere è a carico del progettista per la definizione progettuale dell opera direzione lavori sicurezza assistenza giornaliera e contabilità collaudi tecnici collaudo tecnico-amministrativo consulenze o supporto tecnico-amministrativo b) Acquisto del suolo aziendale. Suolo c) Opere murarie e assimilate. Piazzali interni Recinzioni Tettoie Cabine metano, elettriche, ecc. Strutture Portanti in c.a. Opere Edili Sistemazione suolo Oneri Sicurezza d) Impiantistica generale. Riscaldamento Condizionamento Idrico Elettrico Fognario Metano Telefonico Altri impianti generali (elevatori e antin.) 400, , , , ,00 Oltre ,00 10% 500,00 Per importo a base di gara per lavori, servizi ,37 e forniture è da intendere la somma delle 8.451, ,33 seguenti macrovoci: (c+d+e+f+g+h+i) 2.166, ,67 833, , , ,67 333, , ,76 entro il limite del 10% dell importo a base di gara per lavori, servizi e forniture (Macrovoci: c+d+e+f+g+h+i) , , , , , , , , , ,23 Importo lavori/forniture/servizi posto a base di gara Percentuale massima ammissibile Fino a ,00 15% Da ,00 a ,00 14% Da ,00 a ,00 13% Da ,00 a ,00 12% 7.827, , , , , ,10 280, ,00 200, ,00 200, , , , ,74 1 Inserire gli importi di IVA richiesta a rimborso, solo ove la stessa risulti non recuperabile. L IVA può costituire una spesa ammissibile solo se essa è realmente e definitivamente sostenuta dal singolo destinatario. L IVA che può essere in qualche modo recuperata, non può essere considerata ammissibile anche se essa non è effettivamente recuperata dal beneficiario finale o dal singolo destinatario.

7 DESCRIZIONE VOCE DI COSTO Importo al netto IVA Limiti IVA 1 e) Infrastrutture specifiche atte a migliorare la funzionalità e fruibilità della struttura oggetto di intervento. Ausili domotici f) Acquisto di macchinari, impianti e attrezzature per il potenziamento della diagnostica strumentale (esclusi macchinari, impianti e attrezzature usati ovvero di pura sostituzione). g) Mobili e arredi. N. 5 Tavoli da pranzo 1.600,00 320,00 N. 40 Sedie da pranzo 1.400,00 280,00 N. 40 Letti , ,00 N. 20 Scrivanie da camera 2.000,00 400,00 N. 20 Sedie da camera 1.200,00 240,00 N. 20 Comodini 1.400,00 280,00 N. 2 Lampade comodini 90,00 18,00 N. 26 Armadi di camera 9.100, ,00 N. 2 Lampade scrivania 50,00 10,00 N. 2 Poltroncine 490,00 98,00 N. 2 Tavolini 70,00 14,00 N. 2 Armadi per attività nel limite del 20% dei costi ammissibili 75,55 N. 1 Tavoli da lavoro 580,00 116,00 N. 1 Sedie operative 25,00 5,00 N. 12 Armadi spogliatoi 2.160,00 432,00 N. 1 Cucina industriale completa , ,33 N. 3 Scrivanie da ufficio 540,00 108,00 N. 9 Poltrone uffici 810,00 162,00 N. 1 Lampade uffici 280,00 56,00 N. 2 Attaccapanni 40,00 8,00 N. 2 Postazioni per P.C. 700,00 140,00 N. 2 Sedie per postazioni P.C. 160,00 32,00 N. 12 Divani 5.400, , , ,89 h) Mezzi mobili targati ad uso collettivo, strettamente connesso alla organizzazione del servizio ovvero alla funzionalità e accessibilità della struttura oggetto di agevolazione. i) Acquisto di programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell impresa. IMPREVISTI 6.166,29 Nel limite del 10% degli importi a base di gara per lavori, servizi e forniture (Macrovoci: c+d+e+f+g+h+i) Tale somma, a seguito di gara, dovrà essere rimodulata nel limite del 10% dell importo per lavori, servizi e forniture, appaltati. SUB TOTALE ATTIVI MATERIALI

8 DESCRIZIONE VOCE DI COSTO Importo al netto IVA Limiti IVA 1 j) Spese per il conseguimento delle certificazioni di qualità delle strutture oggetto di intervento. Descrizione 2 Descrizione n k) Acquisto di brevetti, licenze, know - how e conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi, per la parte in cui sono utilizzati per l attività svolta nell unità produttiva interessata dal programma. Descrizione 2 Descrizione n l) Servizi di consulenza specialistica su specifiche problematiche direttamente afferenti il progetto di investimento presentato. Descrizione 2 Descrizione n SUB TOTALE ATTIVI IMMATERIALI TOTALE COSTI AMMISSIBILI DEL PROGETTO Limite 5% dell importo dell investimento in attivi materiali , ,77 DESCRIZIONE VOCE DI COSTO Importo Spese non ammissibili a cofinanziamento DIREZIONE E AMM ,00 PERSONALE ,00 MANUTENZIONE ,00 UTENZE ,00 SPESE GENERALI ,00 CUSTODIA E SORVEGLIANZA 6.000,00 PULIZIA 6.500,00 CONSULENZE SPECIALISTICHE ,00 COSTI DI AMMORTAMENTO PER FORNITURE - ATTREZZATURE ,00 ALTRO (SPECIFICARE) MENSA ,00 TOTALE COSTI NON AMMISSIBILI DEL PROGETTO , Quadro finanziario del progetto di intervento FF1 FF2 FF3 Fabbisogno finanziario Totale costi ammissibili del progetto (comprensive di IVA ove la stessa non sia recuperabile dal soggetto proponente) Totale costi non ammissibili del progetto I.V.A. su investimenti (Indicare solo se trattasi di IVA recuperabile) 2.000,000, ,00 FC1 FC2 FC3 Fonti di copertura Cofinanziamento a valere sul Bilancio dell Ente (risorse proprie) ,00 Contributi richiesti ,00 Ricorso al credito bancario /mutuo FF4 Altre necessità finanziarie (circolante, ecc.) FC4 Altre fonti (Fondi Ambito TA/2) FFT TOTALE FABBISOGNO FINANZIARIO ,00 FCT TOTALE FONTI DI COPERTURA Attenzione: il totale fonti di copertura deve essere maggiore o uguale al totale fabbisogno finanziario , ,00

9 ALLEGATO C: Quadro economico del progetto definitivo di cui alla presente deliberazione Titolo Progetto CENTRO SOCIALE POLIFUNZIONALE PER MINORI, ANZIANI E DISABILI GRAVI. (CENTRO DIURNO PER MINORI. COMUNITA EDUCATIVA PER MINORI. CENTRO DIURNO PER DISABILI GRAVI. GRUPPO APPARTAMENTI PER ANZIANI. CASA FAMIGLIA DOPO DI NOI ) - COMUNE DI PALAGIANO (TA) Ente Titolare COMUNE DI MASSAFRA (COMUNE CAPOFILA) AMBITO TERRITORIALE TA/2 DESCRIZIONE VOCE DI COSTO Importo al netto IVA a) Spese generali, di progettazione e collaudo. spese necessarie per attività preliminari 400,00 spese di gara (commissioni aggiudicatrici) 4.000,00 Limiti IVA 2 spese per verifiche tecniche previste dal Importo lavori/forniture/servizi capitolato speciale d appalto spese per progettazione ,47 posto a base di gara Fino a ,00 15% 6.266, ,00 indagini geologiche e geotecniche il cui onere è Da ,00 a ,00 12% a carico del progettista per la definizione Oltre ,00 10% progettuale dell opera 525,00 direzione lavori , ,83 Per importo a base di gara per lavori, sicurezza 8.305, ,11 servizi e forniture è da intendere la assistenza giornaliera e contabilità 3.059,83 somma delle seguenti macrovoci: 642,56 collaudi tecnici 6.666,67 (c+d+e+f+g+h+i) 1.400,00 collaudo tecnico-amministrativo 1.666,67 350, ,21 consulenze o supporto tecnico-amministrativo , ,79 b) Acquisto del suolo aziendale. Suolo c) Opere murarie e assimilate. Piazzali interni Recinzioni Tettoie entro il limite del 10% dell importo a base di gara per lavori, servizi e forniture (Macrovoci: c+d+e+f+g+h+i) Cabine metano, elettriche, ecc. Strutture Portanti in c.a , ,22 Opere Edili , ,98 Sistemazione suolo Oneri Sicurezza , ,99 d) Impiantistica generale. Riscaldamento , ,19 Condizionamento , ,77 Idrico , ,80 Elettrico , ,82 Fognario , ,20 Metano Telefonico Percentuale massima ammissibile Da ,00 a ,00 14% Da ,00 a ,00 13% Altri impianti generali (elevatori e antin.) , , , ,39 2 Inserire gli importi di IVA richiesta a rimborso, solo ove la stessa risulti non recuperabile. L IVA può costituire una spesa ammissibile solo se essa è realmente e definitivamente sostenuta dal singolo destinatario. L IVA che può essere in qualche modo recuperata, non può essere considerata ammissibile anche se essa non è effettivamente recuperata dal beneficiario finale o dal singolo destinatario.

10 DESCRIZIONE VOCE DI COSTO Importo al netto IVA Limiti IVA 1 e) Infrastrutture specifiche atte a migliorare la funzionalità e fruibilità della struttura oggetto di intervento. Ausili domotici f) Acquisto di macchinari, impianti e attrezzature per il potenziamento della diagnostica strumentale (esclusi macchinari, impianti e attrezzature usati ovvero di pura sostituzione). g) Mobili e arredi. N. 5 Tavoli da pranzo 1.600,00 336,00 N. 40 Sedie da pranzo 1.400,00 294,00 N. 40 Letti , ,00 N. 20 Scrivanie da camera 2.000,00 420,00 N. 20 Sedie da camera 1.200,00 252,00 N. 20 Comodini 1.400,00 294,00 N. 2 Lampade comodini 90,00 18,90 N. 26 Armadi di camera 8.100, ,00 N. 2 Lampade scrivania 50,00 10,50 N. 2 Poltroncine 490,00 102,90 N. 2 Tavolini 70,00 14,70 N. 2 Armadi per attività nel limite del 20% dei costi ammissibili 79,33 N. 1 Tavoli da lavoro 580,00 121,80 N. 1 Sedie operative 25,00 5,25 N. 12 Armadi spogliatoi 2.160,00 453,60 N. 1 Cucina industriale completa , ,15 N. 3 Scrivanie da ufficio 540,00 113,40 N. 9 Poltrone uffici 810,00 170,10 N. 1 Lampade uffici 280,00 58,80 N. 2 Attaccapanni 40,00 8,40 N. 2 Postazioni per P.C. 700,00 147,00 N. 2 Sedie per postazioni P.C. 160,00 33,60 N. 12 Divani 5.400, , , ,43 h) Mezzi mobili targati ad uso collettivo, strettamente connesso alla organizzazione del servizio ovvero alla funzionalità e accessibilità della struttura oggetto di agevolazione. i) Acquisto di programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell impresa. IMPREVISTI 9.426,05 Nel limite del 10% degli importi a base di gara per lavori, servizi e forniture (Macrovoci: c+d+e+f+g+h+i) Tale somma, a seguito di gara, dovrà essere rimodulata nel limite del 10% dell importo per lavori, servizi e forniture, appaltati. SUB TOTALE ATTIVI MATERIALI

11 DESCRIZIONE VOCE DI COSTO Importo al netto IVA Limiti IVA 1 j) Spese per il conseguimento delle certificazioni di qualità delle strutture oggetto di intervento. Descrizione 2 Descrizione n k) Acquisto di brevetti, licenze, know - how e conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi, per la parte in cui sono utilizzati per l attività svolta nell unità produttiva interessata dal programma. Descrizione 2 Descrizione n l) Servizi di consulenza specialistica su specifiche problematiche direttamente afferenti il progetto di investimento presentato. Descrizione 2 Descrizione n SUB TOTALE ATTIVI IMMATERIALI TOTALE COSTI AMMISSIBILI DEL PROGETTO Limite 5% dell importo dell investimento in attivi materiali , ,80 DESCRIZIONE VOCE DI COSTO Importo Spese non ammissibili a cofinanziamento DIREZIONE E AMM ,00 PERSONALE ,00 MANUTENZIONE ,00 UTENZE ,00 SPESE GENERALI ,00 CUSTODIA E SORVEGLIANZA 6.000,00 PULIZIA 6.500,00 CONSULENZE SPECIALISTICHE ,00 COSTI DI AMMORTAMENTO PER FORNITURE - ATTREZZATURE ,00 ALTRO (SPECIFICARE) MENSA ,00 TOTALE COSTI NON AMMISSIBILI DEL PROGETTO , Quadro finanziario del progetto di intervento FF1 FF2 FF3 Fabbisogno finanziario Totale costi ammissibili del progetto (comprensive di IVA ove la stessa non sia recuperabile dal soggetto proponente) Totale costi non ammissibili del progetto I.V.A. su investimenti (Indicare solo se trattasi di IVA recuperabile) 2.000,000, ,00 FC1 FC2 FC3 Fonti di copertura Cofinanziamento a valere sul Bilancio dell Ente (risorse proprie) ,00 Contributi richiesti ,00 Ricorso al credito bancario /mutuo FF4 Altre necessità finanziarie (circolante, ecc.) FC4 Altre fonti (Fondi Ambito TA/2) FFT TOTALE FABBISOGNO FINANZIARIO ,00 FCT TOTALE FONTI DI COPERTURA Attenzione: il totale fonti di copertura deve essere maggiore o uguale al totale fabbisogno finanziario , ,00

12 Approvato e sottoscritto IL SINDACO Dr. Antonio TARASCO IL SEGRETARIO COMUNALE Dr. Pietro BALBINO Il sottoscritto Segretario Comunale, visti gli atti di ufficio ATTESTA - Che la presente deliberazione: E' stata affissa all'albo pretorio on line il giorno 07/02/2013 per rimanervi per quindici giorni consecutivi (art. 124, comma 1 D. Lgs.267 del 18/08/2000) E' stata compresa nell'elenco n in data 07/02/2013 delle deliberazioni comunicate ai capigruppo consiliari (art. 125, D. Lgs.267 del 18/08/2000) Dalla residenza municipale li 07/02/2013 IL SEGRETARIO COMUNALE Dr. Pietro BALBINO Il sottoscritto Segretario Comunale, visti gli atti di ufficio ATTESTA - Che la presente deliberazione è divenuta esecutiva il giorno Decorsi 10 giorni dalla pubblicazione (art. 134 comma 3 D. Lgs.267/00); E' stata dichiarata immediatamente esecutiva (art. 134 comma 4 D. Lgs.267/00); Dalla residenza municipale 07/02/2013 IL SEGRETARIO COMUNALE Dr. Pietro BALBINO

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

N. 68/11 del 19 ottobre 2011

N. 68/11 del 19 ottobre 2011 COPIA EDUCATORIO DELLA PROVVIDENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE OGGETTO: N. 68/11 del 19 ottobre 2011 ADEGU DEGUAMENTO ALLA NORMATIVA A DI PREVENZIONE INCENDI ENDI: : IMPIANTO

Dettagli

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MARUGGIO (Provincia di Taranto) N. 231 del Reg. delib. REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE Oggetto: Riqualificazione dell area comunale in Campomarino denominata Parco Comunale Via

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg.

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg. COMUNE DI PALMANOVA Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Copia N. 120 Reg. OGGETTO: Integrazione del G.C. 34 dd. 11.04.2012 "Servizi pubblici a domanda individuale 2012 - determinazione

Dettagli

REGIONE PUGLIA. Bari, LORO SEDI

REGIONE PUGLIA. Bari, LORO SEDI Prot. n. Area Politiche per la promozione della salute, delle persone e delle pari opportunità Servizio Politiche Benessere sociale e pari opportunità Bari, Ai Soggetti beneficiari dei finanziamenti di

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

Deliberazione di Giunta Comunale

Deliberazione di Giunta Comunale Comune di Selargius Numero Data Prot. 155 25/05/99 Deliberazione di Giunta Comunale Oggetto: LAVORI DI ADEGUAMENTO E MESSA A NORMA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DEGLI EDIFICI SCOLASTICI. APPROVAZIONE PROGETTO

Dettagli

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1.

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1. *** *,. * *** La tua Campania cresce in Europa Via De Turris n.16 "Palazzo S. Anna" Te/. 081 3900565 fax 081 3900592 e-mail: urbanistica@comune.castellanunare-di-stabia.napoli.it pec: urbanistica.stabia@asmepec.it

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 ================================================================= OGGETTO: CORREZIONE ERRORE MATERIALE

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.77 del 17.04.2015 OGGETTO: DELIBERA G.M. 68 DEL 10.04.2015 - APPROVAZIONE PROPOSTA RENDICONTO 2014 E RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Nr. 263 di Mercoledi 7 Dicembre 2011 Oggetto: Determinazione dei valori minimi delle aree edificabili ai fini dell'imposta

Dettagli

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 26 DEL 27.10.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 26 DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione 2.2. Il modello di denuncia e la documentazione Per tutte le opere e gli interventi sottoposti a denuncia e sull intero territorio regionale, la denuncia è redatta ai sensi dell art. 93 del D.P.R. 380/2001

Dettagli

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA Codice ente Protocollo n. 10388 DELIBERAZIONE N. 33 in data: 28.10.2014 Soggetta invio capigruppo Trasmessa al C.R.C. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 Dipartimento Provveditorato e Tecnico Servizio Progettazione e Manutenzioni Via Pindemonte, 88-90129 Palermo Telefono: 091 703.3334

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 OGGETTO: Recepimento verbale commissione trattante aziendale del 15.10.2013. L anno Duemilatredici, il giorno ventiquatto del mese di

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO P.G. 58467/2012 Data firma: 13/07/2012 Data esecutività: 20/07/2012

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR)

COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR) COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR) Tel. 0564 861111 Fax 0564 860648 C.F. 82001470531 P.I. 00105110530 DETERMINAZIONE N 722 DEL 27/10/2011 U.O. Politiche

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

ART. 1 Ente appaltante

ART. 1 Ente appaltante La Scuola è sede di progetti Istituto Omnicomprensivo Statale San Demetrio Corone (CS) Dirigenza ed Uffici Amministrativi Via Dante Alighieri, n. 146 87069 San Demetrio Corone (CS) Tel. +39 0984 956086

Dettagli

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i.

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i. 28501 di dare atto che il presente provvedimento non comporta alcun mutamento qualitativo e quantitativo di entrata o di spesa né a carico del bilancio regionale né a carico degli enti per i cui debiti

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

VERBALE DI DETERMINA

VERBALE DI DETERMINA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA SARDEGNA "G. Pegreffi" SASSARI VERBALE DI DETERMINA N. 116 del 20/02/2013 OGGETTO: Autorizzazione preventivo per il trasloco dell'oevr - CIG Z49089DEFB L'anno

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO COMUNALE per la disciplina della concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione di vantaggi economici 1 CAPO

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Partecipa il SEGRETARIO GENERALE Dr.ssa Adriana Morittu PAG. 1

Partecipa il SEGRETARIO GENERALE Dr.ssa Adriana Morittu PAG. 1 LA PRESENTE COPIA NON SOSTITUISCE L ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N 133 DEL 08/10/2009 OGGETTO: ATTO D'INDIRIZZO PER PERFEZIONAMENTO AZIONI CONCLUSIVE PROGETTO ''LAVOR@BILE''. INSERIMENTO

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 96

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 96 COMUNE DI TREPPO GRANDE Medaglia d Oro al Merito Civile PROVINCIA DI UDINE COMUN DI TREP GRANT Medae d Aur al Merit Civil PROVINCIE DI UDIN Verbale di deliberazione della Giunta Municipale Registro delibere

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E CONSORZIO DI BONIFICA 11 MESSINA DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 OGGETTO Progetto per la razionalizzazione della canalizzazione irrigua Fascia Etnea -Valle Alcantara-, I stralcio esecutivo funzionale.

Dettagli

COMUNE DI MENDATICA Provincia di Imperia

COMUNE DI MENDATICA Provincia di Imperia COMUNE DI MENDATICA Provincia di Imperia COPIA DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO N. 66 DEL 02/08/2014 L anno DUEMILAQUATTORDICI addì DUE del mese di AGOSTO Oggetto: Aggiudicazione provvisoria del 1 Lotto per

Dettagli

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi.

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 1 2 OGGETTO: Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. L anno 2012 (Duemiladodici) addì 27 (Ventisette) del mese

Dettagli

Città di Ginosa C.A.P. 74013 - Provincia di Taranto - cod. ISTAT 073007 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Città di Ginosa C.A.P. 74013 - Provincia di Taranto - cod. ISTAT 073007 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Città di Ginosa C.A.P. 74013 - Provincia di Taranto - cod. ISTAT 073007 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 95 Del reg. Data 28.4.2015 COPIA OGGETTO: Elezioni regionali del 31 maggio 2015

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

COAWYE PERC,1. (Provincia di Siracusa) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE LA GIUNTA MUNICIPALE

COAWYE PERC,1. (Provincia di Siracusa) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE LA GIUNTA MUNICIPALE COAWYE PERC,1 (Provincia di Siracusa) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. i Registro Delibere OGGETTO: Prosecuzione fino al 31/12/2014 n. 12 contratti di lavoro di diritto privato a tempo determinato

Dettagli

Tabella di sintesi elaborata dagli uffici senza alcun valore normativo. COOPERATIVE SOCIALI iscritte alla sezione A dell Albo.

Tabella di sintesi elaborata dagli uffici senza alcun valore normativo. COOPERATIVE SOCIALI iscritte alla sezione A dell Albo. CAPO II INVESTIMENTI Acquisto, costruzione, ristrutturazione, ammodernamento ed ampliamento di immobili aziendali Art. 9 comma 1 200.000,00) 200.000,00) Fino al 50% 200.000,00) se LEASING: fino al 40%

Dettagli

Decreto del Commissario Straordinario

Decreto del Commissario Straordinario Decreto del Commissario Straordinario N. 8 del Reg. Data 30/07/2014 OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO PER INTERVENTI DI PREVENZIONE ANTICENDIO NELLA FORESTA DEMANIALE REGIONALE DEL MONTE CARPEGNA - PSR MARCHE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

CITTA DI CASARSA DELLA DELIZIA Provincia di Pordenone AVVISO PUBBLICO PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI PERIODO 01/10/2008 30/09/2009

CITTA DI CASARSA DELLA DELIZIA Provincia di Pordenone AVVISO PUBBLICO PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI PERIODO 01/10/2008 30/09/2009 CITTA DI CASARSA DELLA DELIZIA Provincia di Pordenone Prot. n. AVVISO PUBBLICO PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI PERIODO 01/10/2008 30/09/2009 E intendimento dell Amministrazione Comunale,

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per le Erogazioni in Agricoltura Regolamento per l istituzione di un elenco di operatori economici di fiducia ai sensi dell art. 125, comma 12 del D.lgs. n. 163

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli

COMUNE DI ABBIATEGRASSO

COMUNE DI ABBIATEGRASSO Delibera N. 35 del 14/02/2013 COMUNE DI ABBIATEGRASSO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: PROMOZIONE APPROFONDIMENTI SULL'EDILIZIA SOCIALE AI FINI DELL' AGGIORNAMENTO DEL P.G.T.. L'anno

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia/169/2015/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott.ssa Simonetta Rosa dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE II Commissario delegato per la ricostruzione - Presidente della Regione Abruzzo STRUTTURA TECNICA DI MISSIONE Azioni di supporto ai Comuni colpiti dal sisma del 6 aprile 2009 INCENTIVI PER ATTIVITA DI

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO. N 336 del 12 GIUGNO 2015

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO. N 336 del 12 GIUGNO 2015 DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N 336 del 12 GIUGNO 2015 Struttura proponente: Servizio Provveditorato ed Economato Oggetto: Fornitura, articolata in lotti, di dispositivi dedicati ai Reni

Dettagli

Verbale consegna lavori in via d urgenza

Verbale consegna lavori in via d urgenza Mod. ATE.03.03 Pag.1 di pag 5 AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Finanziamento: Lavori: per la realizzazione di....in Comune di Importo lavori di appalto: Affidamento

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/60 del 12 novembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Servizio Idrico Integrato - Approvazione della revisione tariffaria

Dettagli

B.U. 13 novembre 1998, n. 45, III Suppl. Straord. d.g.r. 2 novembre 1998, n. VI/39305. Adeguamento della V.I.A. Regionale alle Direttive Comunitarie

B.U. 13 novembre 1998, n. 45, III Suppl. Straord. d.g.r. 2 novembre 1998, n. VI/39305. Adeguamento della V.I.A. Regionale alle Direttive Comunitarie B.U. 13 novembre 1998, n. 45, III Suppl. Straord. d.g.r. 2 novembre 1998, n. VI/39305 Adeguamento della V.I.A. Regionale alle Direttive Comunitarie LA GIUNTA REGIONALE Premesso: che con D.P.R. 12 aprile

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 217 del 14/11/2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO CESSIONE IN PROPRIETÀ DI AREA GIÀ CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE NELL AMBITO DEL

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 26 del 30/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) - ANNO 2014 L'anno 2014, addì trenta

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017.

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017. Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli