Le finestre e l efficienza energetica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le finestre e l efficienza energetica"

Transcript

1 Le finestre e l efficienza energetica

2

3 Leggerezza e trasparenza. Le finestre non sono più la ferita, ma l intelligenza dei muri. In relazione alle capacità isolanti, le finestre, anche se dotate delle migliori vetrate, non possono raggiungere i valori di una comune muratura. Di conseguenza la prima reazione dei progettisti potrebbe essere quella di ridurre al minimo le aperture finestrate, esasperando il pregiudizio di fondo sulle loro potenzialità. In realtà l evoluzione tecnologica ha saputo accompagnare l aspirazione architettonica opposta: leggerezza e trasparenza. Le finestre non sono più la ferita, ma la intelligenza dei muri. Le finestre di ultima generazione sono frutto di una vera e propria rivoluzione rispetto ai modelli di qualche decennio fa. 01

4 A cosa servono finestre più efficienti Comfort nella nostra cultura abitare significa rifugiarsi in un luogo protetto e confortevole. Sentiamo il bisogno di una casa ben isolata, dove sia possibile gestire la temperatura, l umidità, l aerazione, l illuminazione. Nella misura in cui controlliamo gli scambi tra ambiente interno ed esterno, possiamo migliorare la vivibilità contro le insidie di un clima che si fa ogni giorno più imprevedibile. Risparmio il nostro fabbisogno energetico dipende in massima parte da combustibili fossili in rapido esaurimento, di cui subiamo l estrema incertezza di mercato. Investire nelle case a basso consumo è la prima arma per difendersi dai rincari Ambiente Il mondo che cederemo alle nuove generazioni è peggiore di quello che abbiamo ricevuto. Alla parola inquinamento siamo abituati ad associare l immagine delle ciminiere o del traffico congestionato; in realtà il riscaldamento e raffrescamento degli ambienti abitativi incide moltissimo sulle emissioni, addirittura più che il settore industriale o i trasporti. E dalle nostre case che parte la minaccia più severa per lo strato di ozono, con le note conseguenze su effetto serra e riscaldamento del globo terrestre. 02

5 03

6 Le prestazioni che incidono sull efficienza energetica Quando pensiamo ad un serramento ben isolato è intuitivo immaginarlo prima di tutto esente da spifferi. Da un punto di vista normativo significa scegliere buone classi di permeabilità all aria, secondo la UNI EN 12207: le classi sono quattro, dalla peggiore 1, alla migliore 4. Un serramento in classe 4 di permeabilità è stato sottoposto ad un test di pressione e ha presentato perdite ritenute tollerabili in riferimento alla sua superficie (meno di 10 m 3 /hm2 per 600 Pa di pressione, pari a un vento di 110 Km/h - in condizioni estreme si ha comunque un ricambio inferiore ai 0,4 volumi/h). Ovviamente si tratta di una indicazione molto parziale: nulla viene detto sulla durabilità della prestazione, o, quel che peggio, sulla permeabilità del giunto con la parte muraria realizzato in opera. La classe di permeabilità è solo il primo elemento per confrontare prodotti diversi, mettendoli sullo stesso piano. Per ottenere un buon risultato finale è assolutamente necessario curare il sistema di posa. La posa in opera diventa a tutti gli effetti una fase di produzione, che risponde agli stessi requisiti di qualità, con la sola particolarità di essere esterna allo stabilimento. A questo proposito assume un importanza determinante la sigillatura da effettuarsi oltre che sul perimetro esterno del telaio fisso anche in battuta e sul traverso di fondo in appoggio a soglia e davanzale. Questo accorgimento consente di ottenere ottimi livelli di isolamento sia acustico che termico. Ai fini dell isolamento termico è opportuno provvedere al riempimento, con materiali isolanti degli spazi vuoti esistenti tra controtelaio e telaio fisso. sigillatura sigillatura isolante 04

7 Il ricambio d aria negli alloggi Se i serramenti sono impermeabili, come possiamo garantire sufficiente ricambio d aria? La ventilazione è un requisito fondamentale per avere ambienti confortevoli, non un aspetto marginale da trattare con superficialità. Cormo ha avviato una collaborazione con un azienda che opera nel campo della ventilazione meccanica controllata e l Università di Padova per monitorare l inquinamento domestico di un alloggio pilota in un anno di normale esercizio. La teoria già ci dice che i livelli di tossicità, condensa, proliferazione batterica possono diventare pericolosi se non si ha sufficiente ricambio di aria. Occorre affrontare il problema in fase di progetto, analizzando le condizioni esterne e di utilizzo dell alloggio, disponendo di soluzioni integrate tra serramenti e dispositivi di areazione. I più moderni sistemi di ventilazione controllata sono sensibili al grado di umidità degli ambienti, permettono il preriscaldamento dell aria immessa, sono efficaci per il raffrescamento estivo. Cosa significa isolare termicamente Il calore è una forma di energia. La temperatura è l indicatore del suo accumulo in un corpo o in un ambiente. Due corpi a diversa temperatura possono scambiare calore secondo tre diversi meccanismi: la conduzione, la convezione, l irraggiamento. I serramenti partecipano all isolamento termico contrastando tutti i meccanismi di scambio. Sono pertanto una macchina termica particolarmente complessa. controtelaio in lamiera o legno telaio fisso in legno guarnizioni anta mobile in legno vetro trattamento basso emissivo aria disidratata o gas argon guarnizioni 05

8 06

9 La trasmittanza termica delle finestre L involucro edilizio è tipicamente caratterizzato da pareti multistrato molto articolate. Anche le parti vetrate hanno una struttura complessa. Ai fini pratici si preferisce riassumere gli indicatori di scambio in un unico coefficiente, considerando che in regime stazionario vale sempre una proporzionalità diretta tra il flusso di calore, la superficie e il salto termico. Si introduce così l indicatore trasmittanza termica U [W/m2K], definito come il calore scambiato nell unità di tempo, per unità di superficie, quando l elemento è esposto al salto termico di 1. Q = U A ( T i Te) Come si calcola Uw = Ug Ag + Uf Af + Ψg lg Ag + Af La tramittanza di una finestra Uw (window) si calcola secondo la norma UNI EN ISO Prevede di mediare le trasmittanze di vetro Ug (glass) e telaio Uf (frame), pesando con le rispettive superfici nel prospetto finestra. Il valore del vetro, è dichiarato dai produttori. Il valore del telaio si ricava dalla stessa norma, in funzione dello spessore e della densità del legno. E previsto un contributo di dispersione imputabile al giunto perimetrale tra vetro e telaio per la presenza del distanziale metallico che congiunge le lastre del vetrocamera. Esempio di calcolo della trasmittanza termica secondo norma UNI EN ISO metodo semplificato Serramento S1 a 2 ante in pino di Svezia di misura cm. 130x150 con vetro Valore Ag = superficie vetrata = 1,510 mq. Valore Ug =trasmittanza termica del vetro = 2,90 W/mq.k Valore Af = superficie del telaio = 0,610 mq. Valore Uf = trasmittanza termica del telaio = 1,95 W/mq.k Valore Lg = lunghezza perimetrale del vetro = 7,644 ml. Valore Yg = trasmittanza termica lineare = 0,04 W/ml.K 1,510 x 2,90 + 0,610x1,95 + 7,644x0,04 Uw = 1, ,610 4, , ,306 Uw = 2, ,874 Uw = = 2,771 2,12 11

10 I valori di trasmittanza termica del vetro e della finestra completa Nel grafico rappresentiamo l andamento della trasmittanza complessiva della finestra al variare della trasmittanza Ug del vetrocamera. Abbiamo identificato il modello CORMO S3, caratterizzato da sezione anta mm 68x75, sezione telaio mm 55x65, doppia guarnizione. Il calcolo è riferito ad una finestra a 2 ante di dimensioni esterno telaio cm 139x158.5 in pino. Si evince un andamento lineare della relazione. Come ovvio al migliorare della prestazione del vetro corrisponde un miglioramento della prestazione complessiva. Osserviamo che, nelle condizioni fissate, per U>2,2 W/m2K la prestazione della finestra è migliore del solo vetro. Sotto quella soglia la relazione si inverte e il vetro risulta penalizzato nell installazione a finestra. Evidenziamo così che non è corretto ridurre la prestazione della finestra a quella del solo componente vetrato: possono esserci scostamenti importanti sia a vantaggio dell una che dell altro. Modello Cormo S3, caratterizzato da sezione anta mm 68x75, sezione telaio mm 55x65, doppia guarnizione. Il calcolo è riferito ad una finestra a 2 ante di dimensioni esterno telaio cm 139x158.5 in pino. 2,80 2,60 2,40 FONDINO ARANCIO CHIARO 2,20 2,00 1,80 1,60 Uw trasmittanza finestra 1,40 1,20 1,00 3 2,9 2,8 2,7 2,6 2,5 2,4 2,3 2,2 2,1 2 1,9 1,8 1,7 1,6 1,5 1,4 1,3 1,2 1,1 1 0,9 0,8 0,7 0,6 0,5 Ug trasmittanza vetro [W/m2K] 08

11 Il valore di trasmittanza termica in relazione alla superficie della finestra Per analizzare l incidenza della superficie sul legame tra Ug e Uw abbiamo costruito un grafico composto. Abbiamo scelto il modello Cormo S3, nella tipologia finestra a 2 ante, materiale pino di Svezia. La lettura prevede di entrare in ascissa con l area della luce architettonica, incrociare la curva corrispondente al vetro di nota trasmittanza Ug e ricavare in ordinata la trasmittanza Uw della finestra. Ad esempio per una luce di 2,0 mq, l adozione di un vetro con Ug 2,8 W/m2K comporta una trasmittanza della finestra nel suo complesso Uw di poco inferiore a 2,6 W/m2K. Con un vetro molto più performante (Ug 0,8 W/m2K) la finestra si porta ad un valore di poco superiore a 1,3 W/m2K. Notiamo che al crescere dell area le differenze tra i valori di vetro e finestra diminuiscono. Al crescere della superficie infatti acquista più peso il contributo del vetro sul telaio. Modello Cormo S3, nella tipologia finestra a 2 ante, materiale pino di Svezia. 2,80 2,60 2,40 2,20 3 2,8 2,6 2,4 2,2 Uw _ finestra [W/m2K] 2,00 1,80 1,60 1,40 2 1,8 1,6 1,4 1,2 1 Ug _ vetro [W/m2K] 1,20 0,8 1 0,6 0,4 0,8 0,50 1,00 1,50 2,00 2,50 3,00 3,50 luce archittetonica [m2] 09

12 Il ruolo del vetro Una rapida evoluzione tecnologica ai fini dell efficienza energetica ha mutato i valori di trasmittanza da una U di 5W/m2K (lastre semplici) agli attuali inferiori a 1 W/m2K. I componenti vetrati hanno conosciuto una strepitosa evoluzione tecnologica ai fini dell efficienza energetica Nel giro di qualche decennio si è passati da una U di 5W/m2K (lastre semplici) alle attuali trasmittanze inferiori a 1 W/m2K. Per primo si è sviluppato il sistema di assemblaggio a vetrocamera. Intrappolare aria secca e immobile tra due lastre permette di quasi dimezzare la trasmittanza (3W/m2K), senza interferire sulla trasparenza. Grandi sforzi si sono resi necessari per ottimizzare la tenuta dei giunti perimetrali e il meccanismo di disidratazione. Un successivo sviluppo si è avuto con lo studio dell intercapedine, sia in termini di spessore che gas di riempimento. i trattamenti bassoemissivi I vetri cosiddetti di terza generazione, appartengono alla famiglia dei trattamenti bassoemissivi. Alcune superfici metalliche risultano particolarmente efficienti nel contrastare lo scambio per irraggiamento. Il trasferimento della nanotecnologia, mutuata dall elettronica, all industria vetraria, ha permesso il deposito di sottilissimi strati di ossidi metallici sulle lastre, modificandone sostanzialmente il comportamento termico. Esistono due metodologie: la pirolitica ottiene un deposito hard da 2000 a A di spessore con un processo termico integrato alla produzione delle lastre; la tecnologia magnetronica è invece una polverizzazione in campo elettromagnetico che ottiene un deposito soft, di spessore inferiore ai 1000 A. Quest ultimo metodo è più performante. 10

13 vetri per tutte le stagioni Spessore lastre, spessore intercapedine, gas di riempimento, trattamenti bassoemissivi: la composizione di una vetrocamera è divenuta veramente complicata. Nei siti web dei maggiori produttori di vetro sono disponibili dei software per poter valutare ad ogni variazione della composizione le conseguenze in termini di trasmittanza termica, fattore solare, trasparenza, isolamento acustico. Occorre conoscere bene queste leve, per poter manovrare il progetto al miglior rapporto costi/benefici. Il fattore solare è la misura della frazione di energia solare incidente che viene trasmessa all interno. Nelle nostre regioni, dove è diffusa la tradizione degli elementi schermanti, è utile un alto fattore solare per massimizzare i guadagni solari in inverno. Viceversa, se dobbiamo affidare ai vetri anche il contenimento del sovrariscaldamento estivo, il fattore solare dovrà essere basso. La trasmissione luminosa è importante per garantire un buona illuminazione naturale degli ambienti e ridurre il ricorso a quella artificiale, nonché permettere la visione dell esterno. L isolamento acustico è normato in italia dal 1998, con limiti piuttosto severi per gli standard costruttivi. In pratica obbliga ad un massiccio impiego di lastre stratificate. valori di trasmittanza del vetro Tipo vetro dimensioni aria argon in mm. doppio vetro vetro normale , ,9 2, ,8 2, ,7 2, ,8 2,6 una lastra con ,0 1,6 trattamento basso ,7 1,3 emissivo magnetronico ,4 1, ,4 1, ,4 1,1 triplo vetro vetro normale ,3 2, ,0 1,9 2 lastre con trattamento ,6 1,2 basso emissivo magnetronico ,2 0,9 11

14 Una proposta per il residenziale Riteniamo che un ottima soluzione di vetrocamera possa essere la composizione 4/15/33.1 b.e. A questo proposito occorre ricordare che lo spessore di ogni singola lastra di vetro, monolitica o stratificata non incide sulla trasmittanza termica che invece è determinata dallo spessore della camera, dal tipo di gas presente in essa e dal trattamento basso emissivo della lastra. Come anticipato lo stratificato si rende necessario a fini acustici. Aumenta la massa da apporre al fronte sonoro, rompe la simmetria che può generare risonanza, introduce strati plastici che smorzano la coincidenza. Complessivamente consente di alzare il potere fonoisolante di almeno 4 db. Il trattamento basso emissivo è da intendere nella forma magnetronica. Abbiamo considerato il deposito in faccia 3, contando dall esterno, perché è questa la configurazione invernale che massimizza i guadagni solari. U termico_1,4 FS fattore solare_63 TL trasmittanza luminosa_78 Il controllo solare Applicazioni specifiche, come nel terziario, possono richiedere prestazioni più spinte. Aperture molto ampie, sprovviste di schermatura, devono trovare altri livelli di trasmittanza e, soprattutto, il controllo solare. L intervento consigliabile per la trasmittanza è senza dubbio quello dell applicazione del gas Argon. Ulteriori abbassamenti della U sono possibili solo intervenendo sulla frammentazione della camera (i cosidetti tripli vetri ). Per quanto riguarda il controllo del sovrariscaldamento estivo, se non si dispone di opportune schermature diventa fondamentale adottare vetri con caratteristiche selettive. Le lastre sono trattate ancora con depositi metallici che hanno la specificità di filtrare la parte di radiazione solare apportatrice di calore, interferendo minimamente sulla parte visibile cui è imputabile la luminosità. 12

15 13 Il decreto sull efficienza energetica Dal 2005 i legislatori stanno lavorando su un testo di recepimento delle direttive comunitarie. La materia molto complessa e dibattuta ha già visto diverse riscritture dell impianto generale e non è ancora completa nella parte attuativa. Possiamo tuttavia individuare i nuovi orientamenti per la politica energetica residenziale. Le norme si muovono su due piani: il primo punta al raggiungimento di un livello minimo di prestazione, prescrivendo soglie di accettabilità sui componenti dell involucro (ivi comprese le finestre) e sugli impianti. Il secondo livello punta invece a generare nel mercato un meccanismo competitivo che premi le soluzioni più efficaci e superi la prestazione minima. Occorre per questo un sistema di calcolo complessivo, eseguito da tecnici accreditati che rilascino una certificazione, come, ad esempio, già accade negli elettrodomestici. Le zone climatiche I requisiti minimi imposti dalla norma variano in funzione della forma dell edificio e della zona climatica. La forma dell edificio è descritta dal rapporto S/V, con S superficie disperdente e V volume da essa racchiuso. Con riferimento al DPR 412/93 il territorio nazionale è stato classificato in zone climatiche che sono indipendenti dalla localizzazione geografica, ma sono invece legate alla loro temperatura. L unità di misura utilizzata per identificare la zona climatica di appartenenza di ciascuno degli 8100 comuni italiani è il grado giorno, che equivale alla somma, estesa a tutti i giorni di un periodo annuale convenzionale di riscaldamento, delle sole differenze positive giornaliere tra la temperatura dell ambiente, convenzionalmente fissata a 20 C, e la temperatura media esterna giornaliera. Zona gradi giorno esempi A fino a 600 Lampedusa, Linosa, Porto Empedocle B da oltre 600 a 900 Agrigento, Catania, Crotone, Messina C da oltre 900 a 1400 Palermo, Reggio Calabria, Siracusa, Trapani, Bari, Benevento, Brindisi, Cagliari, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Imperia, Latina, Lecce, Napoli, Oristano, Ragusa, Salerno, Sassari, Taranto D da oltre 1400 a 2100 Ancona, Ascoli Piceno, Avellino, Caltanisetta, Chieti, Firenze, Foggia, Forlì'93, Genova, Grosseto, Isernia, La Spezia, Livorno, Lucca, Macerata, Massa Carrara, Matera, Nuoro, Pesaro, Pescara, Pisa, Pistoia, Prato, Roma, Savona, Siena, Teramo Terni, Verona, Vibo Valentia, Viterbo E da oltre 2100 a 3000 Alessandria, Aosta, Arezzo, Asti, Bergamo, Biella, Bologna, Bolzano, Brescia, Campobasso, Como, Cremona, Enna, Ferrara, Cesena, Frosinone, Gorizia, L Aquila, Lecco, Lodi, Mantova, Milano,Modena, Novara, Padova, Parma, Pavia, Perugia, Piacenza, Pordenone, Potenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rieti, Rimini, Rovigo, Sondrio, Torino, Trento, Treviso, Trieste, Udine, Varese, Venezia, Verbania, vercelli, Vicenza F oltre 3000 Belluno, Cuneo Le predette zone climatiche, sono individuate in base ai gradi giorno, fissati dal D.P.R n 412 che elenca tutti i comuni italiani e, per ciascuno, precisa qual è la zona climatica che gli è stata attribuita.

16 I limiti per le finestre Dal 1 gennaio 2006 è in vigore il decreto legislativo n 192 del 19 agosto 2005 riguardante il rendimento energetico in edilizia. Il decreto riguarda sia gli edifici di nuova costruzione che quelli che vengono ristrutturati. Per le finestre, il Decreto Legislativo fissa i limiti massimi di trasmittanza termica U sia per la finestra nel suo insieme che, indipendentemente, per i vetri utilizzabili. Entrambi questi valori prestazionali debbono essere rispettati. I valori limite prescritti sono riportati nella tabella seguente e cambiano in funzione delle zone climatiche in cui vengono installati i serramenti. Valori massimi di trasmittanza termica U applicabili nelle varie zone climatiche ZONA CLIMATICA U FINESTRA U VETRO (telaio+vetro) dal dal dal dal Zona A 5,5 5,0 5,0 5,0 Zona B 4,0 3,6 4,0 3,0 Zona C 3,3 3,0 3,0 2,3 Zona D 3,1 2,8 2,6 2,1 Zona E 2,8 2,5 2,4 1,9 Zona F 2,4 2,2 2,3 1,6 14

17 Le verifiche Le verifiche previste dalla legge variano a seconda della destinazione di uso (residenziale con occupazione più o meno continuativa, terziario, industriale) e del tipo di intervento (nuova costruzione, ristrutturazione, ampliamento) Se ci concentriamo sulla nuova costruzione di edifici residenziali ad occupazione continuativa, occorre: Verificare il limite per il fabbisogno di energia primaria [FEP], per il rendimento globale medio stagionale [ g], per le trasmittanze dell involucro (comprese le finestre) con un bonus del 30%. In alternativa si può omettere il calcolo del FEP e assumerne il valore limite di tabella se valgono alcune prescrizioni sull impianto e le trasmittanze dell involucro rientrano nei limiti senza bonus. La trasmittanza dei divisori tra unità immobiliari confinanti deve essere inferiore a 0,8W/m2K Non è ammessa condensa superficiale. La condensa interstiziale deve essere rievaporabile In tutti i locali a caratteristiche termiche uniformi devono essere installati dispositivi di termoregolazione automatica per usufruire degli apporti gratuiti Il rapporto tra superficie trasparente ed opaca dell involucro deve essere inferiore a 0,2 Le misure per la climatizzazione estiva Sempre riferendosi alla costruzione di nuovi edifici residenziali, è prescritto: Ad eccezione della zona F, ove si abbia un valore medio mensile di irradianza sul piano orizzontale nel mese di massima insolazione maggiore o uguale a 290 W/m2, la massa superficiale delle pareti opache deve essere superiore a 230 Kg/m2 Devono essere presenti efficaci sistemi di schermatura delle superfici vetrate (esterni o interni, fissi o mobili) Sia sfruttata al meglio la ventilazione naturale. In caso di inefficacia occorre intervenire con ventilazione meccanica. Se la portata totale di ricambio e il numero di funzionamento eccedono i limiti del DPR 412/93 occorre prevedere un recuperatore di calore. L incentivazione delle fonti rinnovabili Per gli edifici residenziali di nuova costruzione, è richiesto L installazione di impianti solari termici per coprire almeno il 50% del fabbisogno di energia termica per acqua calda sanitaria L installazione di impianti solari fotovoltaici per coprire almeno il 30% di fabbisogno elettrico delle parti comuni di edifici con più di 6 unità immobiliari Nel caso di progetti approvati per la realizzazione di tratte di rete di teleriscaldamento in un raggio di 1km, occorre eseguire le predisposizioni per l allacciamento 15

18 La certificazione energetica L attestato di certificazione energetica è parte integrante della documentazione da consegnare in comune contestualmente alla dichiarazione di fine lavori, e accompagna la vita dell immobile in tutti i suoi trasferimenti di proprietà o locazione. Ha una validità di 10 anni e deve essere comunque aggiornato per interventi di ristrutturazioni che modifichino la prestazione dell edificio. Riporta i dati relativi all efficienza energetica dell edificio nonché i valori di riferimento normati per consentire all utenza di valutare e confrontare agevolmente diverse proposte. Nelle province ove è già in vigore un sistema di certificazione (Bolzano, Milano) risultano premiati dal mercato gli edifici di classe migliore, anche se più costosi. Certificato energetico PRESTAZIONE ENERGETICA DELL EDIFICIO Classe di consumo Casa Passiva A B C D E F G <15kW/m 2 a <30kW/m 2 a <50kW/m 2 a <70kW/m 2 a <90kW/m 2 a <120kW/m 2 a <160kW/m 2 a >160kW/m 2 a La clausola di cedevolezza Il decreto prevede che le regioni e le province possano dotarsi di propri sistemi purchè restrittivi rispetto all articolato nazionale. Ovviamente questa deve essere interpretata come un opportunità di miglioramento per la tecnologia e la prestazione complessiva degli edifici. Tuttavia espone ad una moltiplicazione di riferimenti tra cui sarà difficile orientarsi. Per questo è indispensabile una serena cooperazione tra tutti gli attori, condividendo lo sforzo per il reciproco aggiornamento. CORMO ha intanto scelto di aderire al programma sviluppato dalla provincia di Milano. I nostri tecnici sono in grado di supportare i progettisti nelle valutazioni preliminari con la metodologia e il software BESTCLASS sviluppato da ANIT e il Politecnico di Milano. 16

19 L analisi del ciclo di vita L efficienza energetica dei serramenti non si risolve semplicemente con una bassa trasmittanza. E giusto chiedersi quante risorse si sono rese necessarie, e quante emissioni hanno accompagnato la sua produzione, la distribuzione, la vita utile, la gestione del fine vita. Al di là dei facili proclami sulla sostenibilità, l unico sistema per avere una valutazione complessiva è riferirsi scientificamente alla tecnica del LCA. In collaborazione con ENEA di Bologna, CORMO ha assegnato ad ogni componente e fase dei propri prodotti una valutazione di impatto, confrontandosi con 4 diversi sistemi internazionali. Si è quindi attrezzata, prima fra tutti i serramentisti, del software SIMAPRO per lo studio LCA di tutte le prossime innovazioni di prodotto. Abbiamo fatto passi concreti: la progettazione dei nuovi prodotti sarà guidata dal requisito della massima sostenibilità, nello spirito di continuo miglioramento chiestoci dal sistema di gestione ambientale certificato ISO LEGNO pino massiccio svedese 0,0719 mc segheria su misura LISTONE 0,0719 mc TAVOLAME 0,0298 mc TAVOLAME 0,0298 mc essicazione segheria multilame segheria su misura linea ante 0,0371 mc SFRIDO 0,0050 mc SFRIDO 0,0036 mc linea telaio 0,262 mc profilatura ante SFRIDO totale 0,0086 mc profilatura telaio ANTE 0,0172 mc SCARTO 0,0199 mc SCARTO 0,0145 mc TELAIO 0,00117 mc ANTE 0,0138 mc altre fasi SCARTO totale 0,0344 mc RICICLO 0,0430 mc altre fasi TELAIO 0,0493 mc fine vita dopo 30 anni INCENERIMENTO 0,0289 mc 17

20 Prestazioni certificate Le norme tecniche non sono una novità. Da diversi anni un serramento di qualità non può dirsi tale se non parla il linguaggio comune dei laboratori e delle classi. Tutti i buoni prodotti hanno prestazioni certificate. La novità, introdotta dalle direttive comunitarie a tutela del mercato europeo, è che non sarà più possibile proporre prodotti mediocri glissando sulle loro prestazioni. La qualità si intenderà inoltre estesa dal singolo campione a tutta la produzione, in virtù di un sistema di controllo che coinvolge tutta la filiera. La norma viene prima della qualità: sulla targhetta di marcatura CE (obbligatoria dal 2009) troveremo sempre la dichiarazione delle prestazioni, sia che siano buone, sia che siano migliorabili. Il mercato avrà gli elementi per scegliere e per premiare i produttori più virtuosi. 06 EN 13659:2004 RESISTENZA AL VENTO CLASSE 6 Marchio CE relativo agli schermi oscuranti obbligatorio dal Permeabilità all aria A norma EN 1026-UNI EN Resistenza al vento A norma EN UNI EN Tenuta all acqua A norma EN 1027-UNI EN A1 S1 S2 S3 A1 S1 S2 S3 A1 S1 S2 S3 CLASSE 3 CLASSE 4 CLASSE 4 CLASSE 4 CLASSE C 5 CLASSE C 5 CLASSE C 5 CLASSE C 5 CLASSE 8A CLASSE E 1050 CLASSE E 900 CLASSE E 900 La norma alla base della marcatura CE delle finestre è la UNI EN Identifica le performance che possono essere richieste ai serramenti, come misurarle e come classificarle. Sono complessivamente 23, dalle classiche (resistenza al carico del vento, all acqua, all aria) fino alle più recenti (comportamento tra climi differenti, ventilazione, controllo delle emissioni pericolose, durabilità). In sostanza si è cercato di articolare la rispondenza ai principi generali di stabilità, sicurezza nell uso, igiene, salute, protezione dell ambiente, acustica e risparmio energetico. 18

21 19

22 20 I nostri serramenti e le certificazioni A1_legno/alluminio anta di sezione mm 70 x 75 numero 2 guarnizioni di tenuta Verniciatura a 3 mani base acqua S1 anta di sezione mm 55 x 65 numero 1 guarnizione di tenuta Verniciatura a 3 mani base acqua S2 anta di sezione mm 55 x 75 numero 2 guarnizioni di tenuta Verniciatura a 3 mani base acqua S3 anta di sezione mm 68 x 75 numero 2 guarnizioni di tenuta Verniciatura a 3 mani base acqua

23 21 SERRAMENTI Trasmittanza Termica Ug Uw Uw vetro camera vetro finestra 120x150 portafinestra 120x230 Calcolo della trasmittanza termica secondo norma UNI EN ISO Coefficiente di trasmittanza termica del solo vetro (Ug) e degli infissi (Uw) in pino di Svezia delle misure indicate completi di vetro. A1 4/12/4 4/12/4 basso emissivo magnetronico 4/12/4 basso emissivo magnetronico + gas argon S1 4/12/4 4/12/4 basso emissivo magnetronico 4/12/4 basso emissivo magnetronico + gas argon S2 4/12/4 4/12/4 basso emissivo magnetronico 4/12/4 basso emissivo magnetronico + gas argon 2,9 1,6 1,3 2,9 1,6 1,3 2,9 1,6 1,3 2,763 1,857 1,648 2,763 1,857 1,648 2,726 1,867 1,668 2,745 1,872 1,671 2,745 1,872 1,671 2,704 1,882 1,692 S3 4/15/4 4/15/4 basso emissivo magnetronico 4/15/6 basso emissivo magnetronico + gas argon 2,8 1,4 1,1 2,572 1,682 1,481 2,591 1,699 1,508 S3 4/16/4 4/16/4 basso emissivo magnetronico 4/16/4 basso emissivo magnetronico + gas argon 2,7 1,4 1,1 2,549 1,682 1,481 2,528 1,699 1,508 S3 4/9/4/9/4 basso emissivo magnetronico 4/9/4/9/4 basso emissivo magnetronico + gas argon 1,2 0,9 1,562 1,372 1,571 1,380 BLINDATI Trasmittanza Termica Up Uw Calcolo della trasmittanza termica a Norma Europea Th-U, versione 2001 modello Z3 standard (rivestimento 6 mm+isolante 10 mm) Z3 pantografato (rivestimento compensato marino 15 mm) solo pannello portoncino 0,43 1,8 0,43 1,8

24 mare nostrum - RE CORMO SAN MARTINO IN RIO (RE). VIA MAGNANINI, 40 TEL FAX

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Roma, aprile 2015 c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Bolzano, Pesaro, Ferrara e Treviso capitali della bici, almeno un quarto degli abitanti in bici tutti

Dettagli

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA 1. La trasmittanza termica U COS'E? La trasmittanza termica U è il flusso di calore medio che passa, per metro quadrato di superficie, attraverso

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014)

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014) GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014 (Ottobre 2014) I dati presenti in questa pubblicazione fanno riferimento agli studenti con cittadinanza non italiana dell anno scolastico

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13

OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13 OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13 ANALISI COMPARATIVA DATI 2011-2012-2013 ANALISI DATI AGGREGATI 2011-2012- 2013 ANDAMENTO INFORTUNI NEL QUADRIENNIO

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio ALLEGATO E (Allegato I, comma 15) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

Regioni, province e grandi comuni

Regioni, province e grandi comuni SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA 2 0 0 4 Settore Popolazione Tavole di mortalità della popolazione italiana Regioni, province e grandi comuni Anno 2000 Informazioni n. 28-2004

Dettagli

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne 3 Sintesi perfetta fra isolamento termico, tecnica e design Le finestre e le porte di oggi non solo devono

Dettagli

2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri

2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri 2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri 2.1 La concentrazione degli alunni con cittadinanza non italiana in specifiche scuole e nei differenti ordini e gradi scolastici Dall analisi

Dettagli

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura.

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura. FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72 Benessere da vivere. Su misura. 2 Qualità e varietà per la vostra casa Maggior comfort abitativo costi energetici ridotti cura e manutenzione minime FINSTRAL produce

Dettagli

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro 2013 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Direzione V, Ufficio VI (UCAMP) Ufficio Centrale

Dettagli

L ITALIA NELL ERA CREATIVA

L ITALIA NELL ERA CREATIVA CREATIVITYGROUPEUROPE presenta L ITALIA NELL ERA CREATIVA Irene Tinagli Richard Florida Luglio 00 Copyright 00 Creativity Group Europe L Italia nell Era Creativa fa parte del Progetto CITTÀ CREATIVE Promosso

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico ERETO 11 marzo 2008 coordinato con ecreto 26 gennaio 2010 (modifiche in rosso, in vigore dal 14 marzo 2010; attenzione: le modifiche sono riportate al solo scopo di facilitare la lettura del decreto; in

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

> MANGIARE E BERE IN ITALIA

> MANGIARE E BERE IN ITALIA Percorso 3 > MANGIARE E BERE IN ITALIA Guarda questi piatti della cucina italiana. Secondo te, di quali parti d Italia sono tipici? Ogni regione d Italia ha i suoi piatti tipici. Spesso quando pensiamo

Dettagli

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997)

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) Progetto per la realizzazione di: Edificio residenziale Località: Ancona Indirizzo: via Menicucci, 3 Il tecnico competente Ancona, 20/09/2011

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico DECRETO 11 marzo 2008. Attuazione dell articolo 1, comma 24, lettera a) della legge 24 dicembre 2007, n. 244, per la definizione dei valori limite di fabbisogno di energia primaria annuo e di trasmittanza

Dettagli

Indice. Introduzione... 2. Definizioni... 3. Tecnologia degli Impianti fotovoltaici... 4. L irraggiamento solare in Italia nel 2012...

Indice. Introduzione... 2. Definizioni... 3. Tecnologia degli Impianti fotovoltaici... 4. L irraggiamento solare in Italia nel 2012... Indice Introduzione... 2 Definizioni... 3 Tecnologia degli Impianti fotovoltaici... 4 La fonte solare L irraggiamento solare in Italia nel 2012... 6 Mappa della radiazione solare nel 2011 e nel 2012...

Dettagli

Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. DM 13/12/93 APPROVAZIONE DEI MODELLI TIPO PER LA COMPILAZIONE DELLA RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ART. 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991 N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va

POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va di Alberto Pagliarino e Nadia Lambiase Una produzione di Pop Economy Da dove allegramente vien la crisi e dove va Produzione Banca Popolare

Dettagli

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo del Trasporto Ferroviario e dell Alta Velocità in Italia Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo della mobilità in treno: i grandi corridoi europei La rete TEN (Trans European Network) gioca un ruolo

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini:

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Tabaccai Convenzionati con Banca ITB; Bennet S.p.A; Esselunga S.p.A; Carrefour; Conad Adriatico Soc. Coop; Tigros S.p.A;

Dettagli

LE FONTI ENERGETICHE.

LE FONTI ENERGETICHE. LE FONTI ENERGETICHE. Il problema La maggior parte dell'energia delle fonti non rinnovabili è costituita dai combustibili fossili quali carbone, petrolio e gas naturale che ricoprono l'80% del fabbisogno

Dettagli

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere.

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere. La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere Obiettivi

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con Il Ministro dell Economia e delle Finanze di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante legge finanziaria per il 2007 (di seguito:

Dettagli

I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1

I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1 I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1 di Andrea Cammelli, Serena Cesetti e Davide Cristofori 1. Aspetti introduttivi Dal 1998 AlmaLaurea, attraverso

Dettagli

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte prestazioni Ricche dotazioni tecnologiche e funzionali Eccezionale isolamento termico Massima espressione

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso QUANDO ISOLARE DALL INTERNO L isolamento dall interno delle pareti perimetrali e dei soffitti rappresenta, in alcuni contesti edilizi e soprattutto nel caso di ristrutturazioni, l unica soluzione perseguibile

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

Isolamento termico dall interno senza barriera al vapore

Isolamento termico dall interno senza barriera al vapore Versione 1 settembre 2013 Isolamento termico dall interno senza barriera al vapore via Savona 1/B, 20144 Milano - tel 02 89415126 - fax 02 58104378 - info@anit.it Tutti i diritti sono riservati. Nessuna

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

INDICAZIONI PER LA PROGETTAZIONE ED ELEMENTI PER IL CAPITOLATO dei prodotti vetrari per l edilizia

INDICAZIONI PER LA PROGETTAZIONE ED ELEMENTI PER IL CAPITOLATO dei prodotti vetrari per l edilizia INDICAZIONI PER LA PROGETTAZIONE ED ELEMENTI PER IL CAPITOLATO dei prodotti vetrari per l edilizia EDIZIONE SETTEMBRE 2014 PREFAZIONE La collaborazione avviata da alcuni anni tra Assovetro ed Anci ha

Dettagli

I NUOVI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI: LINEE GUIDA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI COMO PROVINCIA DI COMO. Assessorato Ecologia e Ambiente

I NUOVI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI: LINEE GUIDA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI COMO PROVINCIA DI COMO. Assessorato Ecologia e Ambiente punt energia I NUOVI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI: LINEE GUIDA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI COMO PROVINCIA DI COMO Assessorato Ecologia e Ambiente I nuovi regolamenti edilizi comunali Progetto a cura

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Gli aggiornamenti più recenti proroga detrazione del 65% estensione dell agevolazione ad altri interventi aumento della ritenuta d acconto sui bonifici

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

Impianti di climatizzazione

Impianti di climatizzazione Corso di IPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl Impianti di climatizzazione Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it IPIANTI DI CLIATIZZAZIONE Impianti di climatizzazione

Dettagli

I VETRI ISOLANTI DI FINSTRAL. Una vasta gamma di soluzioni per le vostre esigenze!

I VETRI ISOLANTI DI FINSTRAL. Una vasta gamma di soluzioni per le vostre esigenze! I VETRI ISOLANTI DI FINSTRAL Una vasta gamma di soluzioni per le vostre esigenze! LA GAMMA VETRI DI FINSTRAL Plus-Valor La qualità è di serie Il vetro basso-emissivo Plus-Valor da noi è di serie. Questo

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

Trasmissione del suono attraverso una parete. Prof. Ing. Cesare Boffa

Trasmissione del suono attraverso una parete. Prof. Ing. Cesare Boffa Trasmissione del suono attraverso una parete Prof. ng. Cesare offa W t W i scoltatore W r orgente W a La frazione di energia trasmessa dalla parete è data dal fattore di trasmissione t=w t /W i. Più spesso

Dettagli

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E LA TERMOGRAFIA TERMOGRAFIA IN AMBITO EDILE E ARCHITETTONICO LA TERMOGRAFIA IN ABITO EDILE ED ARCHITETTONICO INDICE: LA TEORIA DELL INFRAROSSO LA TERMOGRAFIA PASSIVA LA TERMOGRAFIA ATTIVA ESEMPI DI INDAGINI

Dettagli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli www.metrawindows.it PERSIANA SCORREVOLE Sistemi oscuranti METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA

Dettagli

FIN-Project. La nuova gamma in alluminio. Finestre, porte, pareti vetrate e portoncini

FIN-Project. La nuova gamma in alluminio. Finestre, porte, pareti vetrate e portoncini FIN-Project La nuova gamma in alluminio Finestre, porte, pareti vetrate e portoncini 2 Indice 3 Sistema di finestre FIN-Project FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte prestazioni 4 FIN-Project Nova-line

Dettagli

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO.

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. L efficacia dell ecopitture e guaine a base di latte e aceto si basa su l intelligente impiego dell elettroidrogenesi generata

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico La riparazione dell asfalto ha fatto strada. Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA Unita' di climatizzazione autonoma con recupero calore passivo efficienza di recupero > 50% e recupero di calore attivo riscaldamento, raffrescamento e ricambio aria

Dettagli

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI PIEMONTE - VALLE D'AOSTA LIGURIA UNIONE COMMERCIO E TURISMO PROVINCIA DI 1 PF1335_PR418_av214_1 SAVONA ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI DELLA 2 PF1085_PR313_av214_1 PROVINCIA DI ALESSANDRIA ASCOM-BRA ASSOCIAZIONE

Dettagli

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché?

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Klaus Pfitscher Relazione 09/11/2013 Marchio CE UNI EN 14351-1 Per finestre e porte pedonali Marchio CE UNI EN 14351-1

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri SPECIALE TECNICO Soluzioni per una casa a basso consumo energetico A cura di Roberto Salustri NOVEMBRE 2014 QUALENERGIA.IT SPECIALE TECNICO / NOV 2014 ABSTRACT Soluzioni per una casa a basso consumo energetico

Dettagli

Componenti per le strutture opache e trasparenti degli edifici

Componenti per le strutture opache e trasparenti degli edifici Componenti per le strutture opache e trasparenti degli edifici prof. ing. Piercarlo Romagnoni Università IUAV di Venezia Dipartimento di Pianificazione e Progettazioni di Ambienti Complessi Dorsoduro,

Dettagli

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata Cosa può fare l Istituto per le Energie Rinnovabili dell EURAC? E quando? Il team di EURAC è in grado di: gestire

Dettagli

4 - Dati generali e climatici

4 - Dati generali e climatici 4 - Dati generali e climatici 88 Sommario 4.1 Dati catasto energetico... 91 4.1.1 Edificio... 91 4.1.2 Proprietario e responsabile dell impianto... 92 4.2 Dati generali... 96 4.2.1 Richiesta... 96 4.2.2

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Protezione dal Fuoco Vetri Resistenti al Fuoco Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Chicago Art Istitute, Chicago (USA). Chi siamo Produciamo e trasformiamo vetro dal 1826. Questa

Dettagli

Isolamento termico ad alta efficienza energetica Un investimento per il futuro che rende da subito. Costruire con coscienza.

Isolamento termico ad alta efficienza energetica Un investimento per il futuro che rende da subito. Costruire con coscienza. Tema Isolamento termico ad alta efficienza energetica Isolamento termico ad alta efficienza energetica Un investimento per il futuro che rende da subito. Costruire con coscienza. Le informazioni, le immagini,

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

L EFFICIENZA ENERGETICA NELLE NUOVE COSTRUZIONI

L EFFICIENZA ENERGETICA NELLE NUOVE COSTRUZIONI LA GUIDA DEL CONSUMATORE L EFFICIENZA ENERGETICA NELLE NUOVE COSTRUZIONI Testi: Pieraldo Isolani Hanno collaborato i componenti del Gruppo di Lavoro Internazionale Riccardo Comini - ADICONSUM Italia Dario

Dettagli

L esperienza del Green Energy Audit

L esperienza del Green Energy Audit L esperienza del Green Energy Audit Arch. Ph.D. Annalisa Galante Adjunct Professor Research Associate - Dipartimento ABC - Politecnico di Milano Coordinamento corsi di formazione - Comunicazione e Marketing

Dettagli

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio. Finestre, porte scorrevoli, pareti vetrate e portoncini

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio. Finestre, porte scorrevoli, pareti vetrate e portoncini FIN-Project L innovativa gamma di serramenti in alluminio Finestre, porte scorrevoli, pareti vetrate e portoncini 2 Indice 3 Sistema di finestre FIN-Project FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata

Università di Roma Tor Vergata Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Industriale Corso di: TERMOTECNICA 1 IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE Ing. G. Bovesecchi gianluigi.bovesecchi@gmail.com 06-7259-7127

Dettagli

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive.

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. Un testo della redazione di Electro Online, il tuo esperto online. Data: 19/03/2013 Nuove regole per i condizionatori

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA Comune della Spezia MARIO NIRO 5S a.s. 2013/2014 RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA RELATIVA AL PROGETTO DI ABITAZIONE UNIFAMILIARE DA EDIFICARE PRESSO IL COMUNE DELLA SPEZIA, VIA MONTALBANO CT FOGLIO 60, MAPPALE

Dettagli

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA.

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTEM nasce nel 1984 come azienda sotto casa, occupandosi principalmente della realizzazione di impianti elettrici e di installazione e motorizzazione di

Dettagli

TEST INGEGNERIA 2014

TEST INGEGNERIA 2014 scienze www.cisiaonline.it TEST INGEGNERIA 2014 Ing. Giuseppe Forte Direttore Tecnico CISIA Roma, 1 ottobre 2014, Assemblea CopI DATI CISIA - MARZO, SETTEMBRE 2014 test erogati al 15 settmebre CARTACEI

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

LEGGE 10 E CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

LEGGE 10 E CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Q U A D E R N I P E R L A P R O G E T T A Z I O N E LEGGE 10 E CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Aggiornamento alle UNI TS 11300 parte 4 Contiene la versione del software Termo versione Lite, sviluppato

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO I CONSUMI ED IL RENDIMENTO E buona prassi che chiunque sia interessato a realizzare un impianto di riscaldamento, serio, efficiente ed efficace, si rivolga presso uno Studio di ingegneria termotecnica

Dettagli

L ITALIA DA BERE (E DA MANGIARE) FIPE RACCONTA I CONSUMI ALIMENTARI FUORI CASA DELLO STIVALE

L ITALIA DA BERE (E DA MANGIARE) FIPE RACCONTA I CONSUMI ALIMENTARI FUORI CASA DELLO STIVALE Approfondimenti Milano, 15 ottobre 2013 L ITALIA DA BERE (E DA MANGIARE) FIPE RACCONTA I CONSUMI ALIMENTARI FUORI CASA DELLO STIVALE Abstract della ricerca P.E. 24h/La Cas@fuoricasa a cura dell Ufficio

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

GSE Gestore Servizi Energetici. Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico

GSE Gestore Servizi Energetici. Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico GSE Gestore Servizi Energetici Guida all utilizzo dell applicazione web Portaltermico D.M. 28 dicembre 2012 Indice dei contenuti 1. Generalità... 4 Finalità del documento... 4 Requisiti minimi per l utilizzo

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

Le pompe di calore II

Le pompe di calore II Le pompe di calore II G.L. Morini Laboratorio di Termotecnica Dipartimento di Ingegneria Energetica, Nucleare e del Controllo Ambientale Viale Risorgimento 2, 40136 Bologna COP medio effettivo: SCOP COP

Dettagli

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO 1 Impianti di Climatizzazione e Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Premessa Gli impianti sono realizzati con lo scopo di mantenere all interno degli ambienti confinati condizioni

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Sistema a soffitto. Leonardo. Il rivoluzionario sistema a soffitto. Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA

Sistema a soffitto. Leonardo. Il rivoluzionario sistema a soffitto. Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA IT Sistema a soffitto Il rivoluzionario sistema a soffitto Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA Il rivoluzionario sistema a soffitto Resa certificata Adduzione inserita nella

Dettagli

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove La pompa di calore Definizioni La pompa di calore è una macchina in grado di trasferire energia da una sorgente a temperatura più bassa ad un utilizzatore a temperatura più alta, tramite la fornitura di

Dettagli

Ditec Valor H Porte pedonali automatiche per ambienti in atmosfera controllata

Ditec Valor H Porte pedonali automatiche per ambienti in atmosfera controllata Ditec Valor H Porte pedonali automatiche per ambienti in atmosfera controllata IT www.ditecentrematic.com Automazioni progettate per ambienti specialistici. Ditec Valor H, nella sua ampia gamma, offre

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri Mercoledì 22 gennaio 2014 Sala Rosa del palazzo della Regione Piazza Dante - Trento EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO Maurizio Fauri Efficienza energetica e Certificati Bianchi Introduzione Anomalie

Dettagli