INFORMATIVA PRIVACY (ai sensi del "Codice in materia di protezione dei dati personali", D.lgs. n. 196/2003)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INFORMATIVA PRIVACY (ai sensi del "Codice in materia di protezione dei dati personali", D.lgs. n. 196/2003)"

Transcript

1 INFORMATIVA PRIVACY (ai sensi del "Codice in materia di protezione dei dati personali", D.lgs. n. 196/2003) 1. Premessa Ai sensi dell'articolo 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali, BANCA IFIS S.p.A. ("Banca"), in qualità di "Titolare" del trattamento, è tenuta a fornirle informazioni in merito all'utilizzo dei Suoi dati personali. 2. Fonte dei dati personali I dati personali oggetto di operazioni di trattamento da parte della Banca sono forniti, anche attraverso le tecniche di comunicazione a distanza di cui la stessa si avvale (quali il sito internet), direttamente dal soggetto cui i dati personali si riferiscono ("Interessato"). In certe specifiche ipotesi, nei limiti in cui sia consentito dalla normativa in materia di protezione dei dati personali, i dati personali possono inoltre essere acquisiti direttamente dalla Banca nell'esercizio della propria attività o presso soggetti terzi per fini di informazione commerciale, ricerche di mercato, offerte dirette di prodotti o servizi, a patto che i relativi interessati abbiano consentito all'utilizzo dei loro dati personali, per tali finalità, da parte di altri titolari del trattamento, come la Banca. In quest'ultimo caso, la Banca avrà cura di rendere agli Interessati le informazioni di cui in premessa all'atto della registrazione dei dati che li riguardino o, comunque, non oltre la prima eventuale comunicazione. 3. Finalità del trattamento I dati personali sono trattati nell'ambito della normale attività della Banca per le seguenti finalità: a) esecuzione di obblighi derivanti da contratti stipulati con la Banca e/o adempimento, prima della conclusione del contratto, di specifiche richieste dell'interessato; b) adempimento di obblighi previsti dalla legge, da regolamenti o dalla normativa comunitaria, ivi incluse a titolo esemplificativo: (i) le operazioni di trattamento connesse all'adempimento degli obblighi imposti dal D.lgs. 231/2007 in materia di contrasto del riciclaggio e consistenti, tra l'altro, nelle attività di adeguata verifica della clientela, anche tramite controllo costante nel corso della durata del rapporto mirato a verificare la compatibilità delle operazioni effettuate con la conoscenza che la Banca ha del cliente; di registrazione e conservazione della documentazione e delle informazioni acquisite per la durata di dieci anni dalla data di esecuzione di singole operazioni rilevanti o di chiusura del rapporto; di segnalazione all'unità di Informazione Finanziaria (UIF) di eventuali operazioni sospette effettuate dai propri clienti; (ii) le operazioni di trattamento connesse agli obblighi di comunicazione imposti per finalità di contrasto del terrorismo e di commercializzazione di materiale pedopornografico; (iii) le comunicazioni previste nei confronti dell'anagrafe tributaria, per finalità di contrasto dell'evasione fiscale. c) altre attività funzionali alla Banca, effettuate mediante lettera, telefono tecniche di comunicazione a distanza (quali sistemi automatizzati di chiamata, SMS, MMS, posta elettronica, fax etc, in relazione alle quali l'interessato ha facoltà di manifestare o meno il proprio consenso. In particolare la Banca, subordinatamente allo specifico consenso fornito per ciascuna di esse dall'interessato, potrà svolgere attività di: - ricerche di mercato volte a rilevare il grado di soddisfazione dell'interessato sulla qualità dei servizi resi e sull'attività svolta dalla Banca, eseguite direttamente oppure tramite società specializzate; - informazione commerciale, offerte di prodotti/servizi della Banca, invio di proprie newsletter di cultura economica e finanziaria, eseguite direttamente oppure tramite società specializzate; - informazione commerciale ed offerte di prodotti/servizi di società terze effettuate direttamente dalla Banca. In merito alle finalità sub a) e b), La informiamo che il trattamento dei Suoi dati personali da parte della Banca, anche per ciò che concerne la loro comunicazione ai soggetti di cui al successivo articolo 6, nei limiti in cui tale comunicazione risulti funzionale al perseguimento delle relative finalità, non necessita del Suo consenso in quanto trattamento necessario per l'esecuzione di obblighi derivanti dal contratto stesso e/o per l'esecuzione di prestazioni da Lei richieste, nonché per ottemperare ad obblighi di legge. Per quanto concerne invece la finalità sub c), ciascun Interessato ha diritto di non acconsentire, oltre che di opporsi, in qualsiasi momento, allo svolgimento delle relative Data Edizione:25/02/2013 pag. 1

2 operazioni di trattamento da parte della Banca. L'unica conseguenza derivante da tale rifiuto sarà l'impossibilità per l'interessato di beneficiare dei relativi servizi,, senza che questo comporti conseguenze pregiudizievoli nel rapporto contrattuale. 4. Modalità di trattamento dei dati In relazione alle finalità descritte nel precedente articolo, il trattamento dei dati personali avviene mediante strumenti manuali, informatici e telematici con logiche strettamente correlate alle finalità sopra evidenziate e, comunque, in modo da garantire la sicurezza, la protezione e la riservatezza dei dati stessi (con particolare riguardo al caso di utilizzo di tecniche di comunicazione a distanza). 5. Categorie di dati oggetto di trattamento Limitatamente a quanto necessario per l esecuzione di obblighi derivanti dal contratto stesso e/o per l esecuzione di prestazioni da Lei richieste, la Banca, per poter dar corso alle relative operazioni, può avere la necessità di trattare alcuni dati personali che la normativa in materia di protezione dei dati personali definisce come sensibili (es.: dati personali idonei a rivelare l origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, le opinioni politiche, i dati idonei a rilevare lo stato di salute, la vita sessuale etc.). Per tale tipologia di dati la normativa in materia di protezione dei dati personali richiede il consenso scritto dell Interessato. La Banca La informa che tale consenso risulta necessario ai fini dell instaurazione del rapporto con la stessa in quanto in assenza del Suo consenso, la Banca non potrebbe dar seguito alle operazioni da Lei richieste che comportassero la conoscenza di dati sensibili. I dati di natura sensibile, eventualmente acquisiti, saranno trattati, attenendosi interamente a quanto stabilito in proposito dalla normativa in materia di protezione dei dati personali, anche in ottemperanza alle autorizzazioni emesse, di volta in volta dal Garante per la protezione dei dati personali con riferimento alle operazioni di trattamento riguardanti dati sensibili. Le operazioni di trattamento riguarderanno, altresì, dati personali "comuni", relativi tanto a clienti che a potenziali clienti quali il nome, l'indirizzo, i dati di identificazione personale, il codice fiscale, gli estremi identificativi di altri rapporti bancari (ABI, CAB, numero di conto corrente), contatti telefonici e telematici etc. 6. Categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualit à di Responsabili o Incaricati Nei limiti in cui ciò risulti strettamente necessario per il perseguimento delle finalità descritte all articolo 3 la Banca necessita di comunicare, in Italia e all'estero, i Suoi dati personali a soggetti terzi, appartenenti alle seguenti categorie: a) soggetti che svolgono servizi bancari, finanziari ed assicurativi; b) autorità e organi di vigilanza e controllo con funzioni di rilievo pubblico (es.: UIF, Banca d'italia, Agenzia delle Entrate, Centrale di Allarme Interbancaria (CAI), Centrale Rischi della Banca d'italia, Autorità Giudiziaria, in ogni caso solo nei limiti in cui ricorrano i presupposti stabiliti dalla normativa applicabile); c) altre società del gruppo di cui è parte BANCA IFIS S.p.A., o comunque società controllanti, controllate o collegate, anche con riferimento alla segnalazione di operazioni sospette effettuate ai sensi della normativa in materia di contrasto al riciclaggio; d) soggetti che provvedano a confrontare i dati forniti dagli Interessati con quelli disponibili su pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili a chiunque, al fine di verificarne la veridicità, anche in ottemperanza agli obblighi di adeguata verifica imposti dal D.lgs. 231/2007, oltre che l'eventuale esistenza di protesti e iscrizioni pregiudizievoli; e) soggetti che effettuano servizi di acquisizione, lavorazione ed elaborazione dati necessari per l'esecuzione delle disposizioni ricevute dalla clientela; f) soggetti che forniscono servizi per la gestione del sistema informativo della Banca e delle reti di telecomunicazioni (ivi compresa la posta elettronica); g) soggetti che svolgono attività di trasmissione, imbustamento, trasporto e smistamento delle comunicazioni con l'interessato; h) soggetti che svolgono attività di archiviazione della documentazione e data entry; i) soggetti che svolgono attività di assistenza alla clientela (anche telefonicamente); j) società di gestione di sistemi nazionali e internazionali per il controllo delle frodi ai danni delle banche e degli intermediari finanziari; Data Edizione:25/02/2013 pag. 2

3 k) studi o società nell'ambito di rapporti di assistenza e consulenza; l) soggetti che effettuano ricerche di mercato volte a rilevare il grado di soddisfazione della clientela sulla qualità dei servizi e sull'attività svolta dalla Banca; m) soggetti che svolgono attività di promozione e vendita di prodotti/servizi della Banca e delle altre società del gruppo di cui è parte BANCA IFIS S.p.A.; n) soggetti che svolgono adempimenti di controllo, revisione e certificazione delle attività poste in essere dalla Banca anche nell'interesse della clientela; o) soggetti che effettuano il servizio di "Corporate Banking Interbancario". I soggetti appartenenti alle categorie sopra riportate operano in totale autonomia come distinti titolari del trattamento o in qualità di Responsabili del trattamento all'uopo nominati dalla Banca, il cui elenco costantemente aggiornato è disponibile presso la Banca stessa. I Suoi dati personali potranno inoltre essere conosciuti dai dipendenti della Banca, i quali sono stati appositamente nominati, a seconda dei compiti e delle responsabilità assegnate, Responsabili o Incaricati del trattamento. I dati trattati dalla Banca non sono, in ogni caso, oggetto di diffusione. 7. Diritti dell'interessato La informiamo, infine, che la normativa in materia di protezione dei dati personali conferisce agli Interessati la possibilità di esercitare specifici diritti. In particolare, l'interessato può ottenere: a) conferma dell'esistenza o meno di dati che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile; b) informazioni circa l'origine dei dati personali, le finalità e le modalità del trattamento nonché la logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; c) indicazione degli estremi identificativi del Titolare e dei responsabili, nonché dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati del trattamento; d) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge - compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati - nonché l'aggiornamento, la rettificazione o, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati. A questo proposito, l'interessato può ottenere l'attestazione che tali operazioni sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. L'Interessato può altresì opporsi, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta. Può inoltre opporsi al trattamento di dati personali ai fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. 8. Titolare e Responsabili del trattamento Il Titolare del trattamento dei dati personali di cui alla presente Informativa è BANCA IFIS S.p.A., con sede in Venezia- Mestre, via Terraglio 63, CAP 30174, iscritta all'albo delle banche al n La Banca ha nominato quale Responsabile preposto per il riscontro all'interessato, in caso di esercizio dei diritti di cui al articolo 7, il Direttore Generale, domiciliato per le proprie funzioni presso la sede di BANCA IFIS S.p.A. Le richieste di cui al precedente articolo 7 possono essere presentate a detto Responsabile per iscritto o mediante messaggio di posta elettronica inviata a Le richieste di cui al precedente articolo 7, lett. a), b) e c) possono essere formulate anche oralmente. L'elenco costantemente aggiornato dei Responsabili del trattamento è disponibile presso la sede della Banca nonché sul sito internet Data Edizione:25/02/2013 pag. 3

4 INFORMATIVA ALLA CLIENTELA (PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI NELL'AMBITO DELLE ATTIVITÀ SVOLTE DALLO SWIFT) Ai sensi dell'art. 13 del Codice sulla protezione dei dati personali, La informiamo che, per dare corso ad operazioni finanziarie internazionali (ad es., un bonifico transfrontaliero) ed alcune specifiche operazioni in ambito nazionale richieste dalla clientela, è necessario utilizzare un servizio di messaggistica internazionale. Il servizio è gestito dalla "Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication" (SWIFT) avente sede legale in Belgio (v. per l'informativa sulla protezione dati). La banca da cui l'operazione trae origine comunica a SWIFT (titolare del sistema SWIFTNet Fin) dati riferiti a chi effettua le transazioni (quali, ad es., i nomi dell'ordinante, del beneficiario, e delle rispettive banche, le coordinate bancarie e la somma) e necessari ad eseguirle. Allo stato, le banche non potrebbero effettuare dette operazioni richieste dalla clientela senza utilizzare questa rete interbancaria e senza comunicare ad essa i dati sopraindicati. A questo proposito, si precisa che i dati personali detenuti da SWIFT potrebbero essere comunicati al Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti d'america, secondo quanto stabilito dall'"accordo tra l'unione Europea e gli Stati Uniti d'america sul trattamento e il trasferimento di dati di messaggistica finanziaria dell'unione Europea e degli Stati Uniti ai fini del programma di controllo delle transazioni finanziarie dei terroristi" datato 28 giugno 2010 (l'accordo). In particolare, ai sensi dell'accordo, il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti d'america può presentare, nei confronti di SWIFT, ordinanze di produzione allo scopo di ottenere dati necessari per la prevenzione, l'indagine, l'accertamento o l'azione penale nei confronti del terrorismo o del suo finanziamento, che siano conservati nel territorio dell'unione Europea. Si precisa che l'accordo prevede, comunque, garanzie specifiche a tutela della privacy dei soggetti interessati, quali, tra le altre, la necessità di redigere l'ordine di produzione secondo criteri specifici indicati nell'accordo (in particolare per ciò che concerne la motivazione della richiesta) e la necessità di fornire copia dello stesso all'europol, per verifica della sua validità, prima di procedere al riscontro. Si precisa, altresì, che, ai sensi degli articoli 15 e 16 dell'accordo, l'esercizio dei diritti di accesso, rettifica, cancellazione o blocco rispetto ai dati trattati ai sensi dell'accordo, va effettuato tramite apposita richiesta alla competente autorità di protezione dei dati personali nell'unione Europea e, dunque, nel caso dell'italia al Garante per la protezione dei dati personali. Si rammenta, in ogni caso, che l'interessato conserva i diritti di cui all'articolo 7 del Codice in materia di protezione dei dati personali con riferimento ai dati personali che la Banca provvederà a comunicare a SWIFT. Data Edizione:25/02/2013 pag. 4

5 PRINCIPALI DIRITTI DEL CLIENTE PER I CONTRATTI CONCLUSI A DISTANZA per: conti correnti depositi altri servizi regolati dalle disposizioni della Banca d Italia, esclusi i servizi di pagamento e il credito ai consumatori Si consiglia una lettura attenta dei diritti prima di scegliere e concludere il contratto. Il consumatore che desidera aprire un conto corrente deve ricevere/poter scaricare gratuitamente dal sito di dell intermediario che offre il contratto la Guida che spiega in maniera semplice come scegliere questo servizio e aiuta a capire come funziona e quanto costa. Nei siti di Banca IFIS S.p.A. e è disponibile la Guida pratica al conto corrente: il conto corrente in parole semplici. DIRITTI PRIMA DI SCEGLIERE Ricevere/poter scaricare una copia di questo documento. Ricevere/poter scaricare il foglio informativo del prodotto, che ne illustra caratteristiche, rischi e tutti i costi. Ottenere gratuitamente una copia completa del contratto, anche prima della conclusione e senza impegno per le parti. Conoscere esempi di un ISC (Indicatore Sintetico di Costo) del conto corrente. Essere informato sull esistenza e le modalità del diritto di recesso, inclusa la lettera raccomandata A/R, se il cliente è un consumatore. AL MOMENTO DI FIRMARE IL CONTRATTO Prendere visione del Foglio Informativo con tutte le condizioni economiche, unito alla proposta o al contratto. Ricevere una copia del contratto. Non avere condizioni contrattuali sfavorevoli rispetto a quelle pubblicizzate nel foglio informativo. SUBITO DOPO LA CONCLUSIONE DEL CONTRATTO Se il cliente è un consumatore, recedere senza penali e senza dover indicare il motivo entro 14 giorni dalla conclusione del contratto. In ogni caso l intermediario deve restituire al cliente gli importi ricevuti entro 15 giorni. Principali diritti del cliente per i contratti conclusi a distanza, ed. Gennaio 2013

6 Banca IFIS Spa 2 DURANTE IL RAPPORTO CONTRATTUALE Ricevere comunicazioni sull andamento del rapporto almeno una volta l anno, mediante un rendiconto e il documento di sintesi. Ricevere la proposta di qualunque modifica unilaterale delle condizioni contrattuali da parte della Banca, se la facoltà di modifica è prevista nel contratto. La proposta deve pervenire con un preavviso di almeno due mesi e indicare il motivo che giustifica la modifica. La proposta può essere respinta entro la data prevista per la sua applicazione, chiudendo il contratto alle precedenti condizioni. Ottenere a proprie spese, entro 90 giorni dalla richiesta e anche dopo la chiusura, copia della documentazione sulle singole operazioni degli ultimi dieci anni. Nei contratti di conto corrente, avere la stessa periodicità nella capitalizzazione degli interessi debitori e creditori. ALLA CHIUSURA Recedere in ogni momento, senza penalità e senza spese di chiusura. Ottenere la chiusura del contratto nei tempi indicati nel foglio informativo. Ricevere il rendiconto che attesta la chiusura del contratto e riepiloga tutte le operazioni effettuate. IL CONSUMATORE DEVE SAPERE CHE: nessuno può contattarlo per offrire un servizio finanziario senza il suo consenso non deve nessuna risposta e nessuna spesa per le prestazioni non richieste è importante leggere con attenzione le condizioni contrattuali anche dopo aver concluso il contratto: si può infatti recedere entro 14 giorni. RECLAMI, RICORSI E CONCILIAZIONE Il cliente può presentare un reclamo a Banca IFIS S.p.A., anche per lettera raccomandata A/R o per via telematica ai seguenti recapiti: Banca IFIS S.p.A. - Ufficio Reclami Via Terraglio 63, Venezia Mestre Tel.: Fax: Indirizzo Banca IFIS S.p.A. deve rispondere entro 30 giorni. Se non è soddisfatto o non ha ricevuto risposta, prima di ricorrere al giudice il cliente può rivolgersi a: Arbitro Bancario Finanziario (ABF) Per sapere come rivolgersi all Arbitro si può consultare il sito chiedere presso le Filiali della Banca d'italia, oppure chiedere all intermediario; Conciliatore BancarioFinanziario. Se sorge una controversia con la Banca, il cliente può attivare una procedura di conciliazione che consiste nel tentativo di raggiungere un accordo con la Banca, grazie all assistenza di un conciliatore indipendente. Per questo servizio è possibile rivolgersi al Conciliatore BancarioFinanziario (Organismo iscritto nel Registro tenuto dal Ministero della Giustizia), con sede a Roma, via delle Botteghe Oscure 54, tel , sito internet Principali diritti del cliente per i contratti conclusi a distanza, ed. Gennaio 2013

7 BANCA IFIS S.P.A. Sede Legale: via Terraglio Venezia Mestre Direzione Generale: via Gatta Venezia Mestre Tel: Fax Call center contomax: (dall Estero ) Iscritta all Albo delle Banche tenuto da Banca d Italia al n cod. ABI Numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Venezia e Codice Fiscale Partita IVA , Capitale Sociale Euro Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS S.p.A., iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, all ABI, all Associazione Italiana per il Factoring, a Factors Chain International. Il conto corrente è un contratto con il quale la Banca svolge un servizio di cassa per il Cliente: custodisce i suoi risparmi e gestisce il denaro con una serie di servizi (versamenti, prelievi e pagamenti nei limiti del Saldo Disponibile). Al conto corrente sono di solito collegati altri servizi quali carta di debito, carta di credito, assegni, bonifici, domiciliazione delle bollette, fido. Il conto corrente è un prodotto sicuro. Il rischio principale è il rischio di controparte, cioè l eventualità che la banca non sia in grado di rimborsare al correntista, in tutto o in parte, i fondi depositati. Per questa ragione Banca IFIS aderisce al sistema Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, che assicura a ciascun correntista una copertura fino a euro. Altri rischi possono essere legati allo smarrimento o al furto della carta di debito, dati identificativi e parole chiave per l accesso al conto attraverso la rete Internet (Codice Cliente e Password, Codice monouso ed in generale Strumenti di Pagamento), rischi che possono essere ridotti se il correntista osserva le comuni regole di prudenza ed attenzione e le norme contrattuali. Per maggiori dettagli si rinvia a quanto più oltre indicato nella sezione Principali Rischi. Per saperne di più: La Guida Pratica al Conto Corrente, che orienta nella scelta del conto, è disponibile sul sito e sul sito e presso tutte le filiali di Banca IFIS. contomax è un conto corrente che consente, tramite l Area Riservata contomax accessibile dal sito https://secure.contomax.it, di effettuare operazioni, nei limiti dell importo specificato contrattualmente e comunque entro il Saldo Disponibile (contomax Free). Tramite l'area Riservata contomax il Cliente può anche ricevere informazioni sul rapporto. Per poter effettuare ogni Operazione dall Area Riservata contomax il Cliente dovrà utilizzare i Codici a lui assegnati. contomax è riservato ai consumatori, persone fisiche capaci di agire, maggiorenni e con residenza, anche fiscale, in Italia e può essere cointestato fino ad un massimo di due persone fisiche (titolari) che operano disgiuntamente. Utilizzando l Area Riservata contomax, il Cliente, in qualità di intestatario o cointestatario, può effettuare e ricevere bonifici e pagamenti interni, disporre la domiciliazione di utenze, effettuare la ricarica del telefonino o di TV digitale, eseguire il pagamento di bollettini postali, MAV, RAV nonché il pagamento di imposte con delega F24. Da contomax si possono effettuare operazioni solo in Euro e in Area SEPA, nei paesi indicati nella relativa voce della Legenda. contomax non prevede la possibilità di effettuare prelievi, versamenti, disposizioni o incasso di somme che implichino l utilizzo di assegni o altri titoli e, fatta eccezione per il servizio Carta di Debito, che comportino l utilizzo di denaro contante. contomax permette di utilizzare il servizio contomax One e beneficiare di un tasso di interesse più favorevole rispetto a quello applicato sul Saldo Disponibile. contomax One viene regolato in apposito sottoconto e può essere alimentato dal Cliente utilizzando esclusivamente le somme rinvenienti dal Saldo Disponibile. Le somme accantonate su contomax One potranno essere richieste in qualsiasi momento dal Cliente ma rientreranno nel Saldo Disponibile solo dopo che sono trascorsi 33 giorni dalla data della richiesta (preavviso), durante i quali tali somme continueranno a beneficiare del più favorevole tasso di interesse previsto per contomax One. Con il servizio contomax Vincolato il Cliente può costituire sul Saldo Disponibile uno o più Vincoli a scadenza predeterminata. Per costituire il Vincolo sulle somme il Cliente deve indicare, tramite l Area Riservata contomax, l importo da vincolare, la durata del Vincolo nonché la modalità di liquidazione e la misura degli interessi prescelta nell ambito delle opzioni previste nelle Condizioni Economiche di cui al Foglio Informativo in vigore alla data di disposizione di Attivazione del vincolo. Il Cliente deve scegliere la modalità di liquidazione ed accredito degli interessi REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Data Edizione: 30/06/2015 Pag.1

8 maturati sulle somme vincolate tra le seguenti opzioni: 1) contomax Now con liquidazione e l accredito degli interessi anticipata al momento della costituzione del Vincolo; 2) contomax Up con liquidazione e l accredito degli interessi posticipata periodica trimestrale per tutta la durata del Vincolo (ultima liquidazione alla data di scadenza del Vincolo). Le condizioni pattuite per il singolo Vincolo rimangono immutate per tutta la sua durata. Le somme vincolate sono indisponibili fino alla scadenza; conseguentemente il Cliente non può ottenere la disponibilità, neppure parziale, in via anticipata rispetto al termine pattuito, né modificare la durata del Vincolo. Alla scadenza del Vincolo le somme rientrano nel Saldo Disponibile. I Servizi di Pagamento consentono al Cliente di ricevere ed effettuare pagamenti utilizzando il Saldo Disponibile (contomax Free). Tra i Servizi di Pagamento rientrano, fra l altro, i bonifici, le ricariche, gli addebiti diretti, i pagamenti di tasse o tributi e i pagamenti mediante carte di debito. La Carta di Debito (Carta) è uno Strumento di Pagamento che permette al Cliente correntista di effettuare prelievi di denaro, entro i massimali di utilizzo stabiliti dal Contratto, presso sportelli automatici (ATM) contraddistinti dal marchio Bancomat, digitando un codice segreto (cd. P.I.N.: Personal Identification Number ) previamente attribuito al Cliente. La Carta permette, altresì, di effettuare, entro i limiti di importo contrattualmente previsti, pagamenti di beni e servizi presso gli esercizi convenzionati che espongono il marchio PagoBancomat. Insieme alle funzioni Bancomat e PagoBancomat vengono attivati i servizi che permettono al Cliente l utilizzo della Carta nei circuiti internazionali Cirrus e Maestro. L attivazione consente di effettuare, sia in Italia che all estero, entro limiti di importo contrattualmente previsti, il prelievo di denaro utilizzando il circuito Cirrus e il pagamento di beni e servizi utilizzando il circuito Maestro. La Carta consente inoltre di eseguire pagamenti via web, entro il massimale di utilizzo stabilito per il circuito Maestro, digitando il Codice di Sicurezza (3D SecureCode) scelto dal Cliente all atto di abilitazione della Carta alle transazioni via web. Gli importi dei prelievi e degli acquisti effettuati sono addebitati sul conto corrente contomax contestualmente all utilizzo; è necessario dunque effettuare tali operazioni in presenza di un Saldo Disponibile sufficiente. L esistenza di fondi disponibili è verificata in tempo reale all utilizzo della Carta. Per disporre della Carta il Cliente deve essere titolare di un rapporto di conto corrente contomax. Tra i principali rischi associati al conto corrente ed ai servizi di pagamento si segnalano: - l uso indebito e fraudolento del Codice Cliente e della Password, che può essere contenuto nel caso di accesso ai servizi di pagamento tramite internet con l utilizzo, previsto obbligatoriamente, del Codice Monouso generato dal dispositivo Token nonché dal puntuale rispetto delle Norme Contrattuali; pertanto il Cliente deve osservare la massima attenzione nella custodia e nel corretto utilizzo dei Codici; - l'utilizzo fraudolento da parte di terzi della Carta, del Codice P.I.N. e del Codice di Sicurezza (3D SecureCode), con conseguente possibilità di utilizzo da parte di soggetti non legittimati. Pertanto va osservata la massima attenzione nella custodia della Carta e nel mantenimento della segretezza dei Codici e nei casi di smarrimento e sottrazione il Cliente è tenuto a richiedere immediatamente il blocco della Carta, secondo le modalità contrattualmente previste; - l'interruzione o sospensione dei servizi, con conseguente ritardo o mancata esecuzione delle operazioni, per motivi tecnici o di forza maggiore (o comunque per cause non imputabili alla Banca) od, in generale, per malfunzionamenti del sistema dei pagamenti; - la mancata o inesatta esecuzione delle Operazioni di Pagamento imputabili a errori del Cliente o della Banca o delle altre banche coinvolte nell esecuzione dell operazione; - la comunicazione dei dati relativi alla Carta ed alle generalità del Cliente alla Centrale d Allarme Interbancaria, istituita presso la Banca d Italia, nei casi di irregolare utilizzo della Carta da parte del Cliente e di conseguente revoca dell autorizzazione ad utilizzarla; * Cassa Centrale Banca è il soggetto emittente la Carta responsabile nei confronti del Consorzio Bancomat e dei Circuiti internazionali; Banca IFIS è il soggetto emittente la Carta responsabile nei confronti della clientela REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Data Edizione: 30/06/2015 Pag.2

9 - il blocco della Carta da parte della Banca, in caso di assoluta necessità, per motivi di sicurezza, in qualsiasi momento, anche senza preventivo avviso al Cliente; - la variazione in senso sfavorevole delle condizioni contrattuali ove ricorrano le condizioni previste dalla normativa tempo per tempo vigente; - il rischio di cambio per le operazioni in divisa diversa dall Euro; - la mancata esecuzione o il ritardo nell'esecuzione delle Operazioni a causa di disposizioni impartite in modo inesatto o incompleto ovvero della possibilità di incorrere in divieti normativi internazionali o nazionali (in particolare, in caso di inesatta indicazione dell'identificativo Unico da parte dell'ordinante, quest'ultimo è responsabile delle eventuali conseguenze derivanti da tale errore); - l'applicazione di eventuali commissioni o spese da parte della banca destinataria/corrispondente, a seconda delle istruzioni contenute nell'ordine di Pagamento. Indicatore sintetico di costo (ISC) Giovani (164 operazioni annue) Non disponibile 0,00 Famiglie operatività bassa (201 operazioni annue) Non disponibile 0,00 Famiglie operatività media (228 operazioni annue) Non disponibile 0,00 Famiglie operatività media (253 operazioni annue) Non disponibile 0,00 Pensionati operatività bassa (124 operazioni annue) Non disponibile 0,00 Pensionati operatività media (189 operazioni annue) Non disponibile 0,00 Oltre a questi costi vanno considerati l imposta di bollo obbligatoria per legge, gli eventuali interessi attivi e/o passivi maturati sul conto e le spese per l apertura del conto. I costi indicati nella tabella sopra riportata sono orientativi e si riferiscono a profili di operatività, meramente indicativi stabiliti dalla Banca d'italia - di conti correnti privi di fido. Per saperne di più: Le voci di spesa indicate nella sotto riportata sezione voci di costo rappresentano, con buona approssimazione, la gran parte dei costi complessivi sostenuti da un consumatore medio titolare di un conto corrente. Questo vuol dire che detta sezione non include tutte le voci di costo. Alcune delle voci escluse potrebbero essere importanti in relazione sia al singolo conto sia all operatività del singolo Cliente. Prima di scegliere e firmare il contratto è quindi necessario leggere attentamente tutte le voci di costo che sono ricomprese anche all interno della sezione altre condizioni economiche. REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Data Edizione: 30/06/2015 Pag.3

10 Spese per l apertura del conto 0,00 Canone annuo 0,00 Numero di operazioni incluse nel canone annuo Illimitate Spese annue per il conteggio interessi e competenze 0,00 Canone annuo carta di debito nazionale (Circuiti abilitati: Bancomat, Pagobancomat) Canone annuo carta di debito internazionale (Circuiti abilitati: Cirrus, Maestro, Maestro e-commerce) 0,00 0,00 Canone annuo per internet banking 0,00 Registrazione operazioni non incluse nel canone 0,00 Istruzioni limitative addebitabilità conto 0,00 Invio estratto conto su Area Riservata con periodicità trimestrale 1 0,00 Invio estratto conto a domicilio con periodicità trimestrale (su richiesta 1,50 del cliente) 1 Prelievo sportello automatico 3 Bonifico nazionale o estero transfrontaliero in Euro in uscita Bonifico estero non transfrontaliero in Area Sepa in Euro in uscita 5,00 Domiciliazione utenze 4 0,00 Gratuiti i primi 5 del mese Dal successivo: 2,00 Gratuito il primo del mese Dal successivo: 1,00 1 L estratto conto è inviato con periodicità trimestrale oppure, a scelta del cliente, con periodicità mensile, semestrale o annuale. 2 Questa sezione riporta solo i principali servizi di pagamento e solo alcune delle relative voci di costo, per ulteriori informazioni si rinvia a quanto riportato nelle sezioni successive. 3 Il limite di cinque operazioni gratuite è da considerarsi cumulativo per il Servizio Bancomat ATM e Cirrus ATM per operazioni effettuate in Italia e/o all interno degli Stati della Zona Euro. 4 Servizio Addebito RID disponibile fino al 31/01/2016 nella forma di RID ad Importo Fisso e RID Finanziario. REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Data Edizione: 30/06/2015 Pag.4

11 Tasso creditore annuo nominale lordo 0,75% Tasso creditore annuo effettivo lordo 0,75% Base calcolo interessi Anno civile Ritenuta fiscale sugli interessi maturati Spese annue per conteggio interessi e competenze 0,00 Nella misura prevista per legge, a carico del cliente Tasso creditore annuo nominale lordo (30 giorni) 1,00% Tasso creditore annuo nominale lordo (60 giorni) 1,00% Tasso creditore annuo nominale lordo (90 giorni) 1,00% Tasso creditore annuo nominale lordo (180 giorni) 1,05% Tasso creditore annuo nominale lordo (270 giorni) 1,15% Tasso creditore annuo nominale lordo (365 giorni) 1,30% Tasso creditore annuo nominale lordo (540 giorni) 1,35% Tasso creditore annuo nominale lordo (730 giorni) 1,40% Base calcolo interessi Anno civile Ritenuta fiscale sugli interessi maturati Nella misura prevista per legge, a carico del cliente Periodo maturazione interessi Dalla data di Attivazione Vincolo (compresa) sino alla data di scadenza del Vincolo (esclusa) Tasso creditore annuo nominale lordo (90 giorni) 1,00% Tasso creditore annuo nominale lordo (180 giorni) 1,10% Tasso creditore annuo nominale lordo (270 giorni) 1,20% Tasso creditore annuo nominale lordo (365 giorni) 1,35% Tasso creditore annuo nominale lordo (540 giorni) 1,40% Tasso creditore annuo nominale lordo (730 giorni) 1,50% 5 Le modalità di liquidazione degli interessi sono alternative e dovranno essere indicate dal Cliente al momento dell attivazione di ogni singolo Vincolo. 6 I tassi indicati sono quelli attualmente in vigore; per conoscere le Condizioni Economiche al momento dell attivazione del Vincolo è necessario fare riferimento al Foglio Informativo vigente alla data di esecuzione dell Operazione di attivazione del Vincolo, reso disponibile nella sezione Trasparenza sul Portale Internet. REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Data Edizione: 30/06/2015 Pag.5

12 Base calcolo interessi Anno civile Ritenuta fiscale sugli interessi maturati Nella misura prevista per legge, a carico del cliente Periodo maturazione interessi Dalla data di Attivazione Vincolo (compresa) sino alla data di scadenza del Vincolo (esclusa) Tasso creditore annuo nominale lordo 1,05% Base calcolo interessi Anno civile Ritenuta fiscale sugli interessi maturati Spese annue per conteggio interessi e competenze 0,00 Nella misura prevista per legge, a carico del cliente Tasso debitore annuo nominale sulle somme utilizzate 9,00% Tasso debitore annuo effettivo lordo 9,31% Maggiorazione di mora tasso debitore Fino a 3,00% su base annua Commissioni di istruttoria veloce (in assenza di fido) 0,00 Base calcolo interessi Anno civile Altre spese 0,00 contomax Free contomax One contomax Up contomax Now Trimestrale posticipata (fine trimestre 31/03, 30/06, 30/09, 31/12) Trimestrale posticipata (fine trimestre 31/03, 30/06, 30/09, 31/12) Trimestrale posticipata (fine trimestre 31/03, 30/06, 30/09, 31/12) Ultima liquidazione alla data di scadenza del Vincolo Anticipata in un unica soluzione alla data di attivazione del Vincolo contomax Free Trimestrale posticipata (fine trimestre 31/03, 30/06, 30/09, 31/12) REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Data Edizione: 30/06/2015 Pag.6

13 Operazioni in accredito Giornata Operativa di disponibilità dei Fondi da parte della Banca, o se necessaria operazione di conversione valutaria, a completamento della stessa Imposta di bollo sul primo contomax 7 Imposta di bollo sui rapporti contomax successivi al primo 7 Periodicità liquidazione ed addebito bollo Nella misura prevista per legge A carico della Banca per l importo annuo fisso di 34,20 e proporzionale dello 0,20%, ove dovuto Nella misura prevista per legge A carico del Cliente Trimestrale Spese chiusura conto 0,00 Comunicazione variazione condizioni economiche e/o contrattuali 0,00 Consegna documentazione precontrattuale 0,00 Consegna Norme Contrattuali e Documento di Sintesi in corso di rapporto in Area Riservata Consegna Norme Contrattuali e Documento di Sintesi in corso di rapporto a domicilio del Cliente (su richiesta) 0,00 0,00 Consegna informativa mensile in Area Riservata 8 0,00 Consegna informativa mensile a domicilio del Cliente 8 (su richiesta) 2,00 Consegna contabile operazione in Area Riservata 0,00 Consegna contabile operazione a domicilio del Cliente (su richiesta) 2,00 Consegna comunicazioni periodiche di trasparenza in Area Riservata 0,00 Consegna comunicazioni periodiche di trasparenza a domicilio del Cliente (su richiesta) 1,50 Consegna informativa ulteriore a domicilio del Cliente (su richiesta) 2,00 Spese per copie di documentazione, ricerche e/o informazioni 5,00 Gestione pratiche di successione 20,00 per singola pratica 7 A parità di intestazione. 8 Ove la Banca abbia optato per tale soluzione. REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Data Edizione: 30/06/2015 Pag.7

14 Emissione Token 0,00 Consegna Token 0,00 Sostituzione Token 10,00 Mancata restituzione Token 5,00 Canone annuo Token 0,00 Blocco/sblocco Area Riservata con invio sms 0,00 Blocco/sblocco invio bonifici da Area Riservata con sms 0,00 Costi per accesso ad Internet Riconsegna codice cliente per accesso ad Area Riservata 0,00 Rigenerazione password per accesso ad Area Riservata 0,00 A carico del Cliente secondo le tariffe del proprio operatore Orario di disponibilità per accesso ad Area Riservata Dalle ore 0.00 alle ore Canone servizio informativo 0,00 Avviso con sms per prelevamento di contante con carta di debito 0,00 Avviso con sms per operazioni di pagamento con carta di debito 0,00 Conferma con sms di blocco/sblocco Area Riservata 0,00 Conferma con sms di blocco/sblocco invio bonifici da Area Riservata 0,00 Avviso con sms bonifici eseguiti da Area Riservata 0,00 Avviso con per indisponibilità fondi per pagamento delega F24 e bonifici prenotati Avviso con di mancata esecuzione per indisponibilità fondi per pagamento delega F24 e bonifici prenotati 0,00 0,00 Conferma blocco/sblocco servizi estero della carta di debito 0,00 Costi sms inviati dal Cliente Costo addebitato dal proprio operatore telefonico Consegna carta 9 0,00 Canone annuo carta 0,00 9 contomax consente l assegnazione di una carta di debito per ciascun titolare, non è prevista la possibilità di richiedere ulteriori carte di debito. REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Data Edizione: 30/06/2015 Pag.8

15 Rinnovo carta 0,00 Mancata restituzione carta 5,00 Sostituzione o nuova emissione carta 10,00 Giornaliero 5.000,00 Mensile 5.000,00 Prelievo sportello automatico in Italia 10 Valuta applicata Gratuiti i primi 5 del mese Dal successivo: 2,00 Giorno di esecuzione dell operazione Limite massimo al prelievo contante giornaliero 500,00 Limite massimo al prelievo contante mensile 2.000,00 Spese per pagamento 0,00 Valuta applicata Giorno di esecuzione dell operazione Limite massimo al pagamento giornaliero 5.000,00 Limite massimo al pagamento mensile 5.000,00 Spese per prelievo all interno di uno Stato della Zona Euro 10 Valuta applicata all interno di uno Stato della Zona Euro Gratuiti i primi 5 del mese Dal successivo: 2,00 Giorno di esecuzione dell operazione Spese per prelievo al di fuori di uno Stato della Zona Euro 2,00 Valuta applicata al di fuori di uno Stato della Zona Euro Giorno di esecuzione dell operazione Limite massimo al prelievo contante giornaliero 250,00 Limite massimo al prelievo contante mensile 2.000,00 10 Il limite di cinque operazioni gratuite è da considerarsi cumulativo per il Servizio Bancomat ATM e Cirrus ATM per operazioni effettuate in Italia e/o all interno degli Stati della Zona Euro. Data Edizione: 30/06/2015 Pag.9 REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi

16 Tasso di cambio Praticato dai Sistemi Internazionali MasterCard alle operazioni in valuta diversa da Euro Spese per pagamento all interno di uno Stato della Zona Euro 0,00 Valuta applicata all interno di uno Stato della Zona Euro Giorno di esecuzione dell operazione Spese per pagamento al di fuori di uno Stato della Zona Euro 0,00 Valuta applicata al di fuori di uno Stato della Zona Euro Giorno di esecuzione dell operazione Limite massimo al pagamento giornaliero ,00 Limite massimo al pagamento mensile ,00 Tasso di cambio Praticato dai Sistemi Internazionali MasterCard alle operazioni in valuta diversa da Euro Spese per pagamento eseguito on line 0,00 Valuta applicata Giorno di esecuzione dell operazione Limite massimo al pagamento giornaliero ,00 Limite massimo al pagamento mensile ,00 Tasso di cambio Praticato dai Sistemi Internazionali MasterCard alle operazioni in valuta diversa da Euro Blocco/sblocco servizi estero con invio sms 0,00 Blocco carta con invio sms 0,00 Blocco carta da Area Riservata 0,00 Pagamento interno 0,00 Bonifico nazionale o estero transfrontaliero in Euro in uscita 12 Bonifico estero non transfrontaliero in Area Sepa in Euro in uscita 5,00 Bonifico di importo rilevante (sopra ) in uscita 7,50 Gratuito il primo del mese Dal successivo: 1,00 11 Il Servizio Maestro POS Internazionale ed il Servizio Maestro e-commerce condividono il medesimo limite massimo al pagamento giornaliero e mensile. 12 Il primo bonifico del mese è comprensivo di bonifico nazionale, estero transfrontaliero e bonifico per agevolazioni fiscali. Data Edizione: 30/06/2015 Pag.10 REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi

17 Bonifico urgente in uscita 7,50 Bonifico nazionale o estero transfrontaliero in ingresso in Euro o in divisa diversa da Euro a cui è stata estesa l applicazione del Regolamento CE 924/09 0,00 Bonifico estero non transfrontaliero in Euro in ingresso 5,00 Bonifico estero non transfrontaliero in divisa diversa da Euro in ingresso Tasso di cambio 13 5,00 Cambio denaro al durante Limite massimo di spesa giornaliero da Area Riservata ,00 Pagamento F24 0,00 Domiciliazione utenze 15 0,00 Addebito SDD Core Sepa transfrontaliero 0,00 Addebito SDD Core Sepa non transfrontaliero 0,00 Pagamento bollettino bancario Freccia 1,50 Pagamento canone RAI 16 1,50 Esecuzione ricarica telefonica 16 0,00 Pagamento bollo ACI 16,17 1,87 Pagamento MAV 0,00 Pagamento RAV 0,00 Esecuzione ricarica TV Digitale 16 0,00 Pagamento bollettino postale in bianco 16 1,90 Pagamento bollettino postale premarcato 16 1,90 Pagamento bolletta Telecom 16 1,00 Acquisto carte servizio telefoniche 0,00 Alimentazione One 0,00 Prenotazione One 0,00 Annullo prenotazione One 0,00 13 Il cambio applicato alla negoziazione della divisa estera contro euro è eseguito alla quotazione denaro in durante in prossimità del cut off. Il cambio applicato può essere consultato presso i principali infoprovider finanziari (ad es. Bloomberg, Reuters). 14 Per limite massimo di spesa si intende il totale delle disposizioni di bonifico (nazionale ed estero) effettuate in un giorno. Può essere modificato dal Cliente contattando il Servizio Clienti contomax. 15 Servizio Addebito RID disponibile fino al 31/01/2016 nella forma di RID ad Importo fisso e RID Finanziario. 16 Il pagamento di tale disposizione può essere eseguito anche presso gli sportelli ATM abilitati. I costi a carico del Cliente variano in funzione delle condizioni economiche applicate dalle Banche proprietarie dello sportello. 17 Solo per le Regioni aderenti al Servizio. Data Edizione: 30/06/2015 Pag.11 REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi

18 Attivazione Vincoli 0,00 Revoca ordine di pagamento nei termini (ove consentita) 0,00 Revoca ordine di pagamento oltre i termini (ove consentita) 15,00 Revoca Addebito Diretto (ove consentita) 0,00 Richiesta rimborso Addebito Diretto (ove consentita) 0,00 Richiesta di rigetto Addebito Diretto (ove consentita) 0,00 Richiesta copia mandato SDD Core SEPA 0,00 Rifiuto obiettivamente giustificato dell operazione 5,00 Esecuzione in assenza di identificativo unico 18 Tentativo recupero fondi in caso di identificativo unico inesatto 5,00 + spese sostenute 30,00 + spese sostenute Pagamento interno 19 Medesima giornata di addebito dell Ordinante Bonifico nazionale o estero transfrontaliero in Euro Giornata Operativa di ricezione dei fondi Bonifico estero non transfrontaliero in Euro Bonifico estero non transfrontaliero in divisa diversa da Euro Rimborso vincolo a scadenza Giornata Operativa di ricezione dei fondi Due giorni dalla data di negoziazione della divisa (calendario Forex) Giornata di scadenza del Vincolo Accredito per prenotazione contomax One Giornata Operativa successiva alla scadenza del preavviso Operazioni in addebito Giornata Operativa di esecuzione dell'operazione Se Se il momento della ricezione dell Ordine di Pagamento ricorre in una Giornata non Operativa e/o è ricevuto oltre il limite temporale giornaliero (cut-off), l Ordine di Pagamento si intende ricevuto la Giornata Operativa successiva Solo a seguito di espresso e discrezionale consenso della Banca. 19 Nel pagamento interno la Banca dell Ordinante e del Beneficiario coincidono. La stessa accredita il beneficiario nella medesima Giornata Operativa in cui addebita l Ordinante. 20 Nelle giornate semifestive (24 Dicembre, 31 Dicembre, 14 Agosto) il limite temporale giornaliero è fissato alle ore Data Edizione: 30/06/2015 Pag.12 REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi

19 CUT OFF Pagamento Interno Ore 16,00 Bonifico nazionale o estero transfrontaliero in Euro Ore 16,00 Bonifico estero non transfrontaliero in Area Sepa in Euro Ore 16,00 Bonifico di importo rilevante Ore 16,00 Bonifico urgente Ore 13,00 Pagamento MAV e RAV Ore 16,00 Pagamento F24 Ore 16,00 Pagamento bollettino bancario Freccia Ore 16,00 Pagamento interno Bonifico nazionale o estero transfrontaliero in Euro Bonifico estero transfrontaliero in divisa diversa da Euro in ingresso Bonifico non soggetto al Titolo II del D.Lgs. 27/01/2010, n.11 in Area Sepa in Euro (SCT Sepa) Altri bonifici non soggetti al Titolo II del D.Lgs. 27/01/2010, n.11 in ingresso Medesima Giornata Operativa di ricezione dell ordine Massimo una Giornata Operativa successiva alla data di ricezione dell ordine Massimo quattro Giornate Operative successiva alla data di ricezione dell ordine Massimo una Giornata Operativa successiva alla data di ricezione dell ordine Massimo dieci Giornate Operative successiva alla data di ricezione dell ordine Pagamento Addebito Diretto Pagamento F24 Pagamento MAV e RAV Pagamento bollettini bancario Freccia Pagamento bollo ACI Esecuzione ricarica Telefonica Pagamento bollettini postali in bianco e premarcati Pagamento ricarica TV digitale Acquisto carte servizio telefoniche Data di scadenza Data di scadenza Massimo una Giornata Operativa successiva alla data di ricezione dell ordine Massimo una Giornata Operativa successiva alla data di ricezione dell ordine Massimo una Giornata Operativa successiva alla data di ricezione dell ordine Massimo una Giornata Operativa successiva alla data di ricezione dell ordine Massimo una Giornata Operativa successiva alla data di ricezione dell ordine Massimo una Giornata Operativa successiva alla data di ricezione dell ordine Massimo una Giornata Operativa successiva alla data di ricezione dell ordine REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Data Edizione: 30/06/2015 Pag.13

20 Pagamento canone RAI Pagamento bolletta Telecom Alimentazione One Prenotazione One Annullo prenotazione One Attivazione Vincoli Domiciliazione nuovo Mandato SEDA (ove consentito) Maggiorazione tempi di esecuzione per richieste di operazioni su supporto cartaceo (ove consentito) Massimo una Giornata Operativa successiva alla data di ricezione dell ordine Massimo una Giornata Operativa successiva alla data di ricezione dell ordine Stessa Giornata Operativa della data di ricezione dell ordine Stessa Giornata Operativa della data di ricezione dell ordine Stessa Giornata Operativa della data di ricezione dell ordine Stessa Giornata Operativa della data di ricezione dell ordine Entro il sesto giorno lavorativo successivo alla data di richiesta Una Giornata Operativa Pagamento interno Bonifico nazionale 21 Bonifico estero transfrontaliero in Euro 22 Bonifico estero non transfrontaliero in Area Sepa in Euro Bollettino bancario Freccia MAV RAV Canone RAI Bollo ACI Bollettini postali in bianco e premarcati Ricarica telefonica Ricarica TV digitale Codice IBAN Codice IBAN Codice IBAN + BIC Codice IBAN + BIC Codice identificativo pagamento bollettino Numero incasso Codice identificativo Num. Abbonamento + codice controllo Tipo veicolo + Targa automezzo Conto corrente di addebito + Altre informazioni necessarie alla compilazione Gestore telefonico + numero di telefono Emittente TV + Numero carta Delega F24 Codice tributo + Altre informazioni necessarie alla compilazione Carta servizio telefonica Gestore telefonico + numero di telefono Bolletta Telecom Addebito Diretto Numero telefono Riferimento univoco mandato, Ragione Sociale, Codice Identificativo ed Indirizzo 21 In caso di bonifico per agevolazioni fiscali è necessario inserire anche codice fiscale e/o partita IVA del beneficiario. 22 Identificativo Unico comprensivo dell indicazione del BIC fino a 31/01/2016. REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Data Edizione: 30/06/2015 Pag.14

21 del Beneficiario, Nome/Cognome, Codice Fiscale ed Indirizzo del Debitore, IBAN e BIC 23 di addebito, Tipologia di Pagamento Bonifico in uscita Bonifico in ingresso Spese Share (ripartite tra Ordinante e Beneficiario) Secondo quanto previsto nell Ordine di Pagamento, fermi i limiti di legge Revoca addebiti diretti (ove consentita) Rifiuto addebiti diretti Operazioni differite Entro la Giornata Operativa precedente alla data di addebito Entro la Giornata Operativa precedente alla data di addebito Entro la Giornata Operativa precedente alla data di avvio della richiesta di esecuzione Importo minimo attivazione Vincolo 1.000,00 Importo massimo attivazione Vincolo ,00 Numero massimo Vincoli contemporaneamente attivabili 20 Durata massima Vincolo Termine di preavviso contomax One per prelievi e riaccredito 730 giorni 33 giorni di calendario solare Importo minimo Alimentazione One 1.000,00 Giacenza massima complessiva Termine massimo restituzione fondi per mancata apertura conto corrente ,00 in linea capitale per ogni cliente, inclusi i rapporti cointestati 60 giorni dalla data di ricezione del bonifico qualificato contomax è un conto corrente a tempo indeterminato. 23 Codice BIC solo in presenza di Addebiti Diretti provenienti dall estero e, se transfrontalieri, obbligatoriamente fino al 31/01/2016. REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Data Edizione: 30/06/2015 Pag.15

22 Il Cliente può recedere dal Contratto, senza penali e senza dover indicare il motivo, nel termine di quattordici giorni (c.d. diritto di ripensamento) dalla ricezione da parte del Cliente della comunicazione di accettazione della Banca, mediante lettera raccomandata da inviare al seguente indirizzo: Servizio Clienti contomax Milano Recapito Isola, Casella Postale Milano (MI). Il Cliente che prima del recesso ha usufruito dei Servizi previsti dal Contratto è tenuto a pagare le spese relative ad essi secondo quanto indicato nelle Condizioni Economiche. Il Cliente può recedere in qualsiasi momento dal Contratto, senza penalità e senza spese di chiusura, inviando una lettera raccomandata all indirizzo sopra indicato; il recesso così intimato avrà efficacia decorse tre giornate operative dal ricevimento della lettera da parte della Banca. La Banca può recedere in qualsiasi momento dal Contratto con un preavviso di almeno due mesi e senza alcun onere per il Cliente, dandone Comunicazione su Supporto Durevole. Fatta salva la risoluzione del Contratto in caso di inadempimento, il Cliente e la Banca possono recedere senza necessità di preavviso in caso di giustificato motivo. Con riferimento al recesso da parte della Banca il giustificato motivo sussiste nei seguenti casi: a) Il Cliente non si attiene alle modalità tecnico-operative da seguire nella fruizione dei Servizi; b) Il Cliente ha fornito alla Banca informazioni non veritiere; c) In ogni altro caso previsto dalle Norme Contrattuali Il recesso dal Contratto implica il recesso dalla convenzione di conto corrente, nonché dai singoli Servizi. Qualora il Cliente dichiari di voler recedere solo dalla convenzione di conto corrente o solo da uno o più Servizi, il recesso è da intendersi esteso al Contratto. In ogni caso, il Conto potrà essere chiuso dalla Banca solo dopo l avvenuta contabilizzazione di tutte le scritture dipendenti da richieste pendenti al momento in cui il recesso è divenuto efficace. Dalla data di efficacia del recesso, la Banca non è più tenuta ad eseguire le richieste del Cliente e si intendono automaticamente revocate le richieste aventi carattere periodico, permanente o differito. In ogni caso di recesso dal Contratto per giustificato motivo, la Banca può sospendere l esecuzione delle richieste, procedere alla liquidazione anticipata delle pendenze e adottare tutte le misure opportune ai fini dell adempimento delle obbligazioni derivanti da attività poste in essere per conto del Cliente, senza pregiudizio di qualsiasi altro rimedio o del risarcimento degli eventuali danni. In caso di recesso, le spese fatturate periodicamente sono dovute dal Cliente solo in misura proporzionale per il periodo precedente al recesso; se pagate anticipatamente, le medesime vengono rimborsate in maniera proporzionale. In ogni caso di cessazione di contomax, anche per recesso, le somme in contomax One verranno accreditate solo decorsi 33 giorni ed i Vincoli rimangono in essere fino alla loro naturale scadenza (ad essi si applicheranno, in quanto compatibili, le regole che disciplinano contomax). Nel caso in cui il Cliente non renda le informazioni richieste in forza della normativa Anti-Riciclaggio, la Banca recede dal rapporto. In questo caso, la Banca può anche sospendere l esecuzione delle Operazioni. Decorso il termine di preavviso per il recesso, i Fondi, anche in deroga a quanto disposto nelle Sezioni relative ai Servizi One e Vincolato saranno trattenuti dalla Banca in un conto infruttifero fino a che il Cliente non indichi un conto corrente a sé intestato o cointestato su cui trasferire detti Fondi. Nel caso in cui il Conto sia cointestato, la Banca attenderà che i cointestatari indichino un unico conto corrente sul quale effettuare la restituzione ovvero individuino conti correnti distinti per ciascuno di essi, specificando, di comune accordo, le modalità secondo le quali dovranno essere ripartiti i Fondi di loro spettanza. In ogni caso di recesso, la Banca chiude il rapporto nei tempi massimi indicati nella seguente sottosezione. Il ogni caso di scioglimento del rapporto contrattuale il Cliente deve restituire alla Banca le Carte di debito, gli Strumenti di Pagamento ed ogni altra eventuale documentazione relativa ai servizi accessori. Dal momento di efficacia del recesso, i tempi massimi di chiusura del rapporto sono pari a 3 (tre) giornate operative incrementate: - Di cinque Giornate Operative in presenza di Addebiti Diretti o carte di debito; - Di trentatré (33) Giorni di calendario solare in presenza di fondi in contomax One; REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Data Edizione: 30/06/2015 Pag.16

23 - Delle Giornate Operative necessarie per la ricezione del rendiconto del servizio Telepass successivo alla chiusura del servizio; - In presenza di ulteriori servizi collegati al conto corrente (come ad esempio Vincoli), i tempi devono essere aumentati delle Giornate Operative necessarie per l estinzione degli stessi. Il Cliente deve inviare gli eventuali reclami all Ufficio Reclami della Banca, mediante posta ordinaria ovvero posta elettronica, all indirizzo Banca IFIS S.p.A.- Ufficio Reclami, Via Terraglio 63, Venezia Mestre ovvero all indirizzo oppure L Ufficio Reclami invia una Comunicazione di risposta ai reclami pervenuti entro trenta giorni dalla data di ricezione. Il Cliente che sia rimasto insoddisfatto dalla risposta fornita dalla Banca, o che non l'avesse ricevuta entro 30 giorni dalla data in cui risulti la ricezione del reclamo, potrà, prima di ricorrere all'autorità Giudiziaria, presentare un esposto alla Banca d'italia nonché un ricorso all'arbitro Bancario Finanziario (ABF) gestito dalla Banca d'italia; il ricorso all'abf può essere proposto purchè non siano trascorsi più di 12 mesi dalla presentazione del reclamo ed il ricorso abbia ad oggetto la medesima contestazione. Per avere maggiori informazioni su come rivolgersi all'abf si rimanda alla consultazione del sito o dell'apposita Guida pratica all'arbitro Bancario Finanziario disponibile sul Portale Internet; moduli ed istruzioni sono altresì disponibili presso gli uffici di Banca IFIS e della Banca d'italia. In alternativa, il Cliente insoddisfatto che non intenda presentare un reclamo, ma sia interessato a trovare un accordo stragiudiziale con la Banca potrà inoltre rivolgere una istanza di mediazione all Organismo di conciliazione bancaria, costituito dal Conciliatore Bancario Finanziario, iscritto nel registro del Ministero della Giustizia ai sensi del d.lgs. 4 marzo 2010, n.28, la cui competenza il Cliente dichiara di accettare con la sottoscrizione del presente Contratto. Per sapere come rivolgersi al Conciliatore Bancario Finanziario si può consultare il sito Il Cliente e la Banca possono comunque concordare, anche in una fase successiva alla sottoscrizione del Contratto, di rivolgersi ad un diverso organismo di mediazione anch esso iscritto nel richiamato registro tenuto dal Ministero della Giustizia. L'utilizzo delle procedure sopramenzionate non preclude al Cliente il diritto di investire della questione, in qualunque momento, l'autorità Giudiziaria. Per la grave inosservanza degli obblighi assunti dalla Banca in qualità di Prestatore di Servizi di Pagamento, la Banca d Italia, ai sensi dell art. 32 del Dlgs.n.11/2010, irroga sanzioni amministrative pecuniarie nei confronti dei soggetti che svolgono funzioni di amministrazione o di direzione e controllo nonché dei dipendenti del Prestatore di Servizi di Pagamento. In caso di reiterazione delle violazioni può essere anche disposta la sospensione dell attività di prestazione dei Servizi di Pagamento. Il Cliente che desideri trasferire, in tutto o in parte, i Servizi di Pagamento e/o i Fondi disponibili, con o senza chiusura del rapporto, deve inviare alla Banca, quale PSP Nuovo, una specifica richiesta di trasferimento, a mezzo lettera raccomandata A.R. all indirizzo Servizio Clienti contomax Milano Recapito Isola, Casella Postale Milano (MI), o a mezzo P.E.C. all indirizzo oppure recandosi direttamente nella filiale più vicina. Il modulo di richiesta di trasferimento, reperibile nel Portale Internet, deve essere debitamente compilato in ogni campo e sottoscritto in originale dal Cliente. I tempi massimi di trasferimento dei Servizi di Pagamento connessi al Conto e/o dei Fondi disponibili, con o senza chiusura del rapporto, sono pari a dodici (12) Giornate Operative, decorrenti dalla data di ricevimento, da parte del PSP REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Data Edizione: 30/06/2015 Pag.17

24 Nuovo, della richiesta del Cliente mediante apposito modulo, eventualmente incrementate delle Giornate Operative necessarie per la contabilizzazione degli ordini di Addebito Diretto che prevedono accordi di carattere funzionale e/o finanziario tra le parti (es. servizio Telepass, ecc.). Addebito Diretto: servizio di pagamento per l addebito del Conto di pagamento di un Pagatore in base al quale, a seconda del Servizio richiesto, un Operazione di pagamento è disposta dal Beneficiario in conformità al consenso dato dal Pagatore al Beneficiario, al Prestatore di Servizi di pagamento del Beneficiario o al Prestatore di Servizi di pagamento del Pagatore medesimo. Alimentazione: un trasferimento di denaro effettuato dal Cliente su contomax ONE utilizzando il Saldo Disponibile. Area Riservata: una particolare sezione del Portale Internet per l accesso alla quale il Cliente deve essere identificato con modalità sicure. Essa è raggiungibile all indirizzo https://secure.contomax.it. Area Unica dei Pagamenti in Euro SEPA (Single Euro Payments Area): l insieme dei Paesi aderenti al processo di integrazione dei Servizi di pagamento in Euro secondo le regole e gli standard definiti in appositi documenti, fra cui i c.d. Rulebook SEPA. L area SEPA attualmente include 31 paesi: i 15 paesi della UE che utilizzano l Euro (Italia, Germania, Francia, Spagna, Portogallo, Grecia, Austria, Finlandia, Irlanda, Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo, Slovenia, Cipro e Malta); i 12 paesi della UE che utilizzano una valuta diversa dall Euro sul territorio nazionale ma effettuano comunque pagamenti in Euro (Regno Unito, Svezia, Danimarca, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Bulgaria, Romania) e altri 4 paesi (Svizzera, Norvegia, Islanda, Liechtenstein). ATM: postazioni automatiche per l'utilizzo delle Carte. Bollettino Bancario Freccia: servizio che consente al Cliente Pagatore il pagamento di uno speciale bollettino precompilato dal Beneficiario o senza importo predeterminato. BIC Bank Identifier Code: Codice alfabetico o alfanumerico che individua in modo univoco le istituzioni finanziarie sulla rete SWIFT. Bonifico importo rilevante: bonifico di importo superiore ad Euro ,00. Bonifico urgente: se le somme devono essere accreditate al Beneficiario la stessa Giornata operativa in cui la banca ha ricevuto l Ordine di Pagamento. Canone annuo: spese fisse per la gestione del conto. Capitalizzazione degli interessi: una volta accreditati ed addebitati sul conto, gli interessi sono contati nel saldo e producono a loro volta interessi. Carta di Debito (o Carta): la carta di debito mediante la quale il Cliente può effettuare Operazioni di Pagamento in base ai termini delle Norme Contrattuali. Comunicazioni: tutta la corrispondenza tra Banca e Cliente, effettuata su supporto cartaceo o telematico, non avente direttamente ad oggetto l effettuazione di Operazioni o il conferimento di Incarichi. Consumatore: la persona fisica di cui all articolo 3, comma 1 lettera a), del d.lgs. 6 settembre 2005, n. 206, ovvero che accenda contomax per scopi estranei all attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta. Contratto: l insieme delle disposizioni contenute nelle Norme Contrattuali e delle ulteriori previsioni che potranno essere concordate in futuro tra le parti aventi ad oggetto contomax. Più precisamente, il Contratto è costituito dalle Norme contrattuali, dalle Condizioni Economiche e dal Modulo di Apertura. Cut-off: termine dopo il quale le richieste inviate dal Cliente si ritengono ricevute dalla Banca la Giornata operativa successiva. Data Valuta: la data di riferimento usata da un Prestatore di Servizi di pagamento per il calcolo degli interessi applicati ai fondi addebitati o accreditati su un conto di pagamento. Disponibilità Somme Versate: numero di giorni successivi alla data dell operazione dopo i quali il Cliente può utilizzare le somme versate. Giornata Operativa: il giorno in cui la Banca del Pagatore o del Beneficiario coinvolto nella esecuzione di un Operazione di pagamento sono operativi, in base a quanto è necessario per l esecuzione dell Operazione di REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Data Edizione: 30/06/2015 Pag.18

25 pagamento stessa. Giornata Non Operativa: non sono giornate operative i sabati e le domeniche, tutte le festività nazionali, il Venerdì santo, tutte le festività nazionali dei paesi dell Ue presso cui sono destinati i pagamenti SEPA, tutte le giornate non operative per festività delle strutture interne o esterne coinvolte nell esecuzione delle Operazioni. Identificativo unico: la combinazione di lettere, numeri o simboli che il Prestatore di Servizi di pagamento indica all Utilizzatore di Servizi di pagamento e che l Utilizzatore deve fornire al proprio Prestatore di Servizi di pagamento per identificare con chiarezza l altro Utilizzatore e/o il suo Conto di pagamento per l esecuzione di un Operazione di pagamento. Ove non vi sia un Conto di pagamento, l Identificativo unico identifica solo l Utilizzatore del Servizio di pagamento. MAV: servizio che consente al Cliente Pagatore il pagamento di un ordine di incasso di crediti in base al quale il Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario provvede all'invio di un avviso al Cliente Pagatore contenente i dati del pagamento richiesto. Operazione: ogni attività dispositiva effettuata dal Cliente, nei limiti di quanto stabilito nel Contratto, comprendente ad esempio le Operazioni di pagamento o la modifica di dati personali comunicati alla Banca. Operazione di Pagamento: l Operazione, posta in essere dal Pagatore o dal Beneficiario, di versare, trasferire o prelevare Fondi, indipendentemente da eventuali obblighi sottostanti tra Pagatore e Beneficiario. Ordine di Pagamento: qualsiasi istruzione data dal Cliente, in qualità di Pagatore e/o Beneficiario, alla Banca con la quale viene chiesta l esecuzione di un Operazione di Pagamento. Pagamento Transfrontaliero: un'operazione di Pagamento elaborata elettronicamente, disposta dal Pagatore oppure dal Beneficiario, o per il suo tramite, quando il Prestatore di Servizi di Pagamento del Pagatore e il Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario sono situati in Stati Membri dell'unione Europea diversi e la valuta in cui è denominato il pagamento sia l Euro o quella ufficiale di uno Stato Membro che ha deciso di estendere l'applicazione del Regolamento CE 924/2009 anche alla propria valuta nazionale. Pagatore: il Cliente o altro soggetto terzo, titolare di un Conto di pagamento a valere sul quale viene impartito un Ordine di Pagamento ovvero, in mancanza di un Conto di pagamento, il soggetto che impartisce un Ordine di Pagamento e/o che effettua un pagamento su un Conto di Pagamento di un Beneficiario. Portale Internet: l Area Riservata e/o il sito Internet della Banca dedicato al prodotto disciplinato dal presente Contratto. L indirizzo di tale ultimo sito è Per accedervi il Cliente necessità di un elaboratore connesso ad Internet POS: postazioni automatiche per l'utilizzo delle carte per il pagamento per l'acquisto di beni e servizi. Prenotazioni: le richieste di prelievo trasmesse dal Cliente alla Banca in relazione alle somme depositate su contomax One. Prestatore di Servizi di Pagamento: la Banca e/o uno dei seguenti organismi: istituti di moneta elettronica e istituti di pagamento nonché, quando prestano servizi di pagamento, banche, Poste Italiane s.p.a., la Banca Centrale Europea e le banche centrali nazionali se non agiscono in veste di autorità monetarie, altre autorità pubbliche, le pubbliche amministrazioni statali, regionali e locali se non agiscono in veste di autorità pubbliche. RID: Particolare tipologia di Operazione di Addebito Diretto. Questo servizio sarà disponibile fino al 01/02/2014 e per alcune funzionalità fino al 01/02/2016. Per maggiori informazioni consultare il Portale Internet. RAV Riscossione mediante avviso: servizio che consente al Cliente Pagatore il pagamento delle imposte iscritte a ruolo secondo un avviso cartaceo inviato dall'ente beneficiario al Cliente Pagatore. Saldo Disponibile: somma immediatamente disponibile sul conto, che il correntista può utilizzare (contomax Free). Sconfinamento in assenza di fido: somma che la Banca ha accettato di pagare quando il Cliente ha impartito una Operazione di Pagamento senza avere sul conto corrente la disponibilità. Seda Il Seda è una funzionalità aggiuntiva a quella di Addebito Diretto SDD, a cui può aderire il Beneficiario, che consente alla Banca di svolgere per conto del Beneficiario dell Operazione di Addebito Diretto alcune attività connesse alla gestione del Mandato. Nella versione Seda Avanzato, la funzionalità consente al Cliente Pagatore di trasmettere un Mandato alla Banca (cosa non possibile con il Servizio SDD), che lo riceve per conto del Beneficiario. Spese annue per conteggio interessi e competenze: spese per il conteggio periodico degli interessi, creditori e debitori, e per il calcolo delle competenze. Spese invio estratto conto: commissioni che la Banca applica ogni volta che invia un estratto conto, secondo la periodicità e il canale di comunicazione stabiliti nel Contratto. Supporto Durevole: qualsiasi strumento che permetta al Cliente di memorizzare le informazioni a lui personalmente REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Data Edizione: 30/06/2015 Pag.19

26 dirette in modo che possano essere agevolmente recuperate durante un periodo di tempo adeguato ai fini cui sono destinate le informazioni stesse e che consenta la riproduzione immutata delle informazioni memorizzate. Per le informazioni relative al Conto, verranno utilizzati file in formato *.pdf o nel formato successivamente indicato nel Portale Internet. All interno del Portale Internet sono indicate le istruzioni necessarie per accedere al Supporto Durevole. Tasso creditore annuo nominale: tasso annuo utilizzato per calcolare periodicamente gli interessi sulle somme depositate (interessi creditori) che sono poi accreditati sul conto, al netto delle ritenute fiscali. Tasso debitore annuo nominale: tasso annuo utilizzato per calcolare periodicamente gli interessi a carico del Cliente sulle somme utilizzate oltre le disponibilità di conto. Gli interessi sono poi addebitati sul conto. Tasso annuo effettivo lordo: tasso annuo lordo (debitore o creditore) comprensivo degli effetti della capitalizzazione infrannuale. Tasso di cambio: Il tasso di cambio che è utilizzato come base per calcolare un cambio valuta e che è reso disponibile dal fornitore di Servizi di pagamento o proviene da una fonte accessibile al pubblico. Valute sui prelievi/addebiti: numero dei giorni che intercorrono tra la data del prelievo e la data dalla quale iniziano ad essere addebitati gli interessi. Quest ultima non può precedere la giornata operativa in cui l importo oggetto dell operazione è addebitato sul conto corrente. Valute sui versamenti/accrediti: numero dei giorni che intercorrono tra la data del versamento e la data dalla quale iniziano ad essere accreditati gli interessi. La data valuta del versamento/accredito non può essere successiva alla giornata operativa in cui l importo è accreditato sul conto corrente. Al fine di consentire un ordinata migrazione ai Servizi di Pagamento SEPA, ed in particolare in vista della progressiva sostituzione del Servizio RID Ordinario con il Servizio SEPA SDD, è necessario sapere che: 1) Non è più possibile impartire alla Banca deleghe RID con clausole limitative (in particolare, è possibile impartire solo deleghe RID senza alcun limite o con importo fisso). 2) I Beneficiari di Operazioni di Addebito Diretto RID devono comunicare al Cliente Pagatore, entro il 31 dicembre 2012, l intenzione di trasferire gli Addebiti Diretti in essere al Servizio SEPA SDD. 3) I Beneficiari, dopo aver inviato tale comunicazione, potranno convertire le deleghe RID prive di limitazioni in Mandati SDD SEPA, utilizzando una procedura informatica. Una volta completata tale procedura automatizzata, le deleghe RID diventeranno Mandati SDD SEPA e saranno disciplinate dalle disposizioni che regolano tale Servizio, senza che sia necessario un ulteriore coinvolgimento del Cliente. 4) La Banca offre solo il Servizio SDD SEPA nel formato Core, stante la qualifica di Consumatore che il Cliente ha dichiarato di possedere. 5) A partire dal 1 febbraio 2014 il Servizio RID Ordinario rimarrà disponibile solo per i RID a Importo Fisso e Finanziario. 6) Il Servizio SEPA SDD è accessibile da tutta la SEPA e, a partire dal 1 febbraio 2014, offrirà al Cliente la possibilità di impartire alla Banca specifiche istruzioni sulle modalità di gestione degli Ordini di Pagamento (per maggiori informazioni, è necessario consultare le Norme Contrattuali). REA CCIAA Venezia n Iscritta all Albo delle Banche al n Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS Spa, iscritto all albo dei Gruppi bancari Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Data Edizione: 30/06/2015 Pag.20

27 Numero Pratica: MODULO APERTURA CONTO CORRENTE CONTOMAX E CARTA DI DEBITO IL CONTRATTO SI COMPONE DI QUESTO MODULO DI APERTURA, DELLE NORME CONTRATTUALI E DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE CONTENUTE NEL DOCUMENTO DI SINTESI, CHE E PARTE INTEGRANTE DEL CONTRATTO. SI RACCOMANDA DI LEGGERE ATTENTAMENTE LE NORME CONTRATTUALI E DI PRENDERE VISIONE DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE PRIMA DI PROCEDERE ALLA SOTTOSCRIZIONE DI QUESTO MODULO DI APERTURA. La raccolta dei dati personali richiesti nel presente modulo è necessaria anche per adempiere agli obblighi previsti in materia di contrasto al riciclaggio dal D.lgs. 21 novembre 2007, n. 231 (Decreto Anti-Riciclaggio). In particolare, ai sensi dell'articolo 21 del Decreto Anti-Riciclaggio, il Cliente è tenuto a fornire, sotto la propria responsabilità, tutte le informazioni necessarie ed aggiornate per consentire alla Banca di procedere all'adeguata verifica della propria clientela. L'eventuale rifiuto di fornire tali dati comporterà, pertanto, l'impossibilità di procedere all'instaurazione del rapporto, anche secondo quanto previsto all'articolo 18 delle Norme Contrattuali. Ulteriori verifiche potranno essere effettuate dalla Banca ove lo ritenga necessario sulla base della valutazione del rischio di attività di riciclaggio o di finanziamento del terrorismo connesso al presente rapporto, anche in conformità agli obblighi di controllo costante nel corso del rapporto continuativo previsti dal Decreto Anti-Riciclaggio. DATI DEL CLIENTE TITOLARE 1 TITOLARE 2 DATI PERSONALI: Nome Cognome Codice Fiscale Nato/a a Provincia Nazione Il Cittadinanza RESIDENZA: Comune Provincia Via/numero civico CAP DOCUMENTI: Tipo documento Numero Luogo di rilascio Data del rilascio Data di scadenza DOMICILIO E CONTATTI: Comune Provincia Via/numero civico CAP Telefono cellulare AREA RISERVATA ALLA BANCA Il sottoscritto incaricato dell identificazione ai sensi del Decreto Anti-Riciclaggio e successive modifiche ed integrazioni, dichiara sotto la propria responsabilità che la firma di cui al presente modulo è stata apposta personalmente ed alla sua presenza, dalla persona indicata, identificata mediante l esibizione in originale del documento di identificazione precedentemente indicato. DATA CODICE OPERATORE FIRMA OPERATORE Modulo apertura persone fisiche ed 30/06/ Banca IFIS Spa Tutti diritti riservati Sede Legale: Via Terraglio 63, Venezia Mestre, Italia C.F./Reg. Imprese Venezia: P.IVA: Capitale Sociale: Euro i.v. ABI Data creazione: pag. 1

28 Numero Pratica: ADEGUATA VERIFICA DEL CLIENTE TITOLARE EFFETTIVO DEL RAPPORTO 1 Avendo appreso che l'apertura di contomax è consentita esclusivamente a persone fisiche che agiscono quali consumatori, sono residenti in Italia e maggiori di età, dispongono capacità di agire e utilizzano contomax a proprio nome e per proprio conto ed avendo, altresì, preso atto della definizione di titolare effettivo come di seguito riportata, con la sottoscrizione del presente Modulo di Apertura dichiaro/dichiariamo, sotto la mia/nostra responsabilità, la non sussistenza di titolari effettivi in relazione al rapporto contomax di cui alla presente. NATURA E SCOPO PREVALENTE DEL RAPPORTO Natura del rapporto: Conto Corrente Scopo del rapporto: TITOLARE 1 TITOLARE 2 PROFILO PERSONALE Professione Settore Area attività prevalente Provincia attività Rapporto di lavoro Fascia reddito netto Origine reddito Origine Patrimonio Prodotti risp./inv. posseduti Abitazione Componenti nucleo familiare Persona politicamente esposta 2 : SI NO SI NO 1 DEFINIZIONE TITOLARE EFFETTIVO Art. 1, comma 2, lett. u titolare effettivo : la persona fisica per conto della quale è realizzata un operazione o un attività, ovvero, nel caso di entità giuridica, la persona o le persone fisiche che, in ultima istanza, possiedono o controllano tale entità, ovvero ne risultano beneficiari secondo i criteri di cui all Allegato tecnico del decreto. Art. 2 Titolare effettivo: 1. Per titolare effettivo s intende: a) in caso di società: 1) la persona fisica o le persone fisiche che, in ultima istanza, possiedano o controllino un entità giuridica, attraverso il possesso o il controllo diretto o indiretto di una percentuale sufficiente delle partecipazioni al capitale sociale o dei diritti di voto in seno a tale entità giuridica, anche tramite azioni al portatore, purché non si tratti di una società ammessa alla quotazione su un mercato regolamentato e sottoposta a obblighi di comunicazione conformi alla normativa comunitaria o a standard internazionali equivalenti; tale criterio si ritiene soddisfatto ove la percentuale corrisponda al 25 per cento più uno di partecipazione al capitale sociale; 2) la persona fisica o le persone fisiche che esercitano in altro modo il controllo sulla direzione di un entità giuridica; b) in caso di entità giuridiche quali le fondazioni e di istituti giuridici quali i trust, che amministrano e distribuiscono fondi: 1) se i futuri beneficiari sono già stati determinati, la persona fisica o le persone fisiche beneficiarie del 25 per cento o più del patrimonio di un entità giuridica; 2) se le persone che beneficiano dell entità giuridica non sono ancora state determinate, la categoria di persone nel cui interesse principale è istituita o agisce l entità giuridica; 3) la persona fisica o le persone fisiche che esercitano un controllo sul 25 per cento o più del patrimonio di un entità giuridica. 2 Art. 1, comma 2, lett. o - persone politicamente esposte : le persone fisiche residenti in altri Stati comunitari o in Stati extracomunitari che occupano o hanno occupato importanti cariche pubbliche come pure i loro familiari diretti o coloro con i quali tali persone intrattengono notoriamente stretti legami, individuate sulla base dei criteri di cui all allegato tecnico al presente decreto: Allegato Tecnico Art. 1 - Persone politicamente esposte: 1. Per persone fisiche che occupano o hanno occupato importanti cariche pubbliche s intendono: a) i capi di Stato, i capi di Governo, i Ministri e i Vice Ministri o Sottosegretari; b) i parlamentari; c) i membri delle corti supreme, delle corti costituzionali e di altri organi giudiziari di alto livello le cui decisioni non sono generalmente soggette a ulteriore appello, salvo in circostanze eccezionali; d) i membri delle Corti dei conti e dei consigli di amministrazione delle banche centrali; e) gli ambasciatori, gli incaricati d affari e gli ufficiali di alto livello delle forze armate; f) i membri degli organi di amministrazione, direzione o vigilanza delle imprese possedute dallo Stato. In nessuna delle categorie sopra specificate rientrano i funzionari di livello medio o inferiore. Le categorie di cui alle lettere da a) a e) comprendono, laddove applicabili, le posizioni a livello europeo e internazionale. 2. Per familiari diretti s intendono: a) il coniuge; b) i figli e i loro coniugi; c) coloro che nell ultimo quinquennio hanno convissuto con i soggetti di cui alle precedenti lettere; d) i genitori. 3. Ai fini dell individuazione dei soggetti con i quali le persone di cui al numero 1 intrattengono notoriamente stretti legami si fa riferimento a: a) qualsiasi persona fisica che ha notoriamente la titolarità effettiva congiunta di entità giuridiche o qualsiasi altra stretta relazione d affari con una persona di cui al comma 1; b) qualsiasi persona fisica che sia unica titolare effettiva di entità giuridiche o soggetti giuridici notoriamente creati di fatto a beneficio della persona di cui al comma 1. Modulo apertura persone fisiche ed 30/06/ Banca IFIS Spa Tutti diritti riservati Sede Legale: Via Terraglio 63, Venezia Mestre, Italia C.F./Reg. Imprese Venezia: P.IVA: Capitale Sociale: Euro i.v. ABI Data creazione: pag. 2

29 Numero Pratica: IDENTIFICAZIONE Ai sensi dell'articolo 30 del Decreto Anti-Riciclaggio, per consentire alla Banca di adempiere agli obblighi di adeguata verifica anche in caso di contratti conclusi a distanza, è necessario procedere all'esecuzione di un bonifico a valere su un conto corrente intestato al Cliente ed alla consegna da parte di un intermediario presso il quale il Cliente intrattiene rapporti continuativi di un idonea attestazione atta a confermare che il Cliente è stato identificato di persona. Ove il Cliente non disponga di un conto corrente o l intermediario terzo non renda idonea attestazione alla Banca ed i qualunque altra circostanza per cui la Banca ritenga che non siano state fornite adeguate garanzie circa la corretta identificazione del Cliente, il Cliente sarà tenuto ad identificarsi presso una delle filiali della Banca, restando inteso che, in pendenza di tali attività, contomax non sarà operativo. IBAN C/C IDENTIFICAZIONE INFORMATIVA PRECONTRATTUALE Dichiaro di aver ricevuto, in tempo utile prima della sottoscrizione del Modulo di Apertura, copia del presente Modulo di Apertura, delle Norme contrattuali (ed 30/06/2015), corrispondenti a quelle depositate presso lo studio del dott. Angelo Ausilio Notaio in Venezia Mestre, in data 25/06/2015 Racc. nr.11777, Rep nr , del documento di sintesi contenente le Condizioni Economiche (ed. 30/06/2015) corrispondente a quello depositato presso lo studio del dott. Angelo Ausilio Notaio in Venezia Mestre, in data 25/06/2015 Racc. nr.11777, Rep nr , nonché del foglio informativo (ed 30/06/2015), del documento Principali diritti del cliente per i contratti conclusi a distanza e della Guida pratica al conto corrente: il conto corrente in parole semplici. Sono consapevole che la consegna della suddetta documentazione da parte della Banca non impegna le parti alla conclusione del Contratto. DIRITTO DI RIPENSAMENTO Prendo atto che, senza penali e senza dover indicare il motivo, potrò recedere dal contratto nel termine di quattordici giorni, decorrenti dalla ricezione della comunicazione con cui Banca IFIS SpA dichiara di aver accettato la presente richiesta di apertura. Il recesso dovrà essere esercitato mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno da inviare a Servizio Clienti contomax Milano Recapito Isola Casella Postale Milano (MI). Fatto salvo il diritto di ripensamento (recesso), chiedo sia data immediata esecuzione al contratto. FIRMA DEL CLIENTE (firma per esteso) (firma per esteso) RICHIESTA DI APERTURA E SOTTOSCRIZIONE DELLE NORME CONTRATTUALI Con la sottoscrizione del presente Modulo di Apertura chiedo l apertura di contomax. Prendo atto che tale servizio è riservato ai Clienti consumatori 3, residenti in Italia, maggiori di età e che dispongono capacità di agire. A tal fine dichiaro di essere Consumatore e di essere residente, anche ai fini fiscali, in Italia. Dichiaro di essere consapevole e di accettare espressamente che le informazioni e le Comunicazioni della Banca relativamente a contomax, ivi comprese quelle relative ad eventuali modifiche unilaterali, vengono fornite tramite Tecniche di Comunicazioni a distanza, anche telematiche. Dichiaro di avere letto attentamente, di accettare e di approvare integralmente il contenuto del presente Modulo di Apertura (ed. 30/06/2015), delle Norme Contrattuali (ed. 30/06/2015) e delle Condizioni Economiche di cui al documento di sintesi (ed. 30/06/2015). Prendo atto inoltre che, ai sensi dell art. 18 delle Norme Contrattuali, il Contratto si intenderà concluso solo quando riceverò al mio indirizzo di posta elettronica sopraindicato la comunicazione con cui Banca IFIS SpA dichiara di aver accettato la presente richiesta. Prendo atto che le operazioni di cui al citato articolo dovranno essere interamente eseguite entro e non oltre 60 giorni dalla data creazione del presente Modulo di Apertura e che, in caso contrario, dovrò provvedere alla sottoscrizione di un nuovo Modulo di Apertura. SPECIMEN DI FIRMA FIRMA DEL CLIENTE (firma per esteso) (firma per esteso) Modulo apertura persone fisiche ed 30/06/ Banca IFIS Spa Tutti diritti riservati Sede Legale: Via Terraglio 63, Venezia Mestre, Italia C.F./Reg. Imprese Venezia: P.IVA: Capitale Sociale: Euro i.v. ABI Data creazione: pag. 3

30 Numero Pratica: RICHIESTA DI SERVIZI AGGIUNTIVI TITOLARE 1 TITOLARE 2 CARTA DI DEBITO 4 SI NO SI NO contomax consente l assegnazione di una Carta di Debito per ciascun titolare, non è prevista la possibilità di richiedere ulteriori carte di debito; la Carta di Debito potrà essere richiesta in qualsiasi momento, anche durante l esecuzione del rapporto, fermo restando che il servizio sarà in ogni caso regolato dalle disposizioni contenute nella Sezione III - lettera R delle Norme Contrattuali FIRMA DEL CLIENTE FIRMA DEL CLIENTE (firma per esteso) (firma per esteso) APPROVAZIONE SPECIFICA DI CLAUSOLE Ai sensi e per gli effetti degli art e 1342 cod. civ., e relative disposizioni attuative, nonché delle disposizioni di Vigilanza in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari e della delibera CICR , dichiaro/iamo di approvare specificatamente il contenuto delle seguenti clausole delle Norme Contrattuali: Sezione I Condizioni generali: Art. 2 (Intestazione del rapporto); Art. 3 commi 1, 2, 3, 4 e 8 (Obbligo di indicare i dati personali a fini antiriciclaggio), commi 6 e 7 (Modalità di identificazione), comma 9 (Identificazione tramite firma autografa) e comma 12 (Divieto di operare tramite rappresentanti, titolare effettivo dell operazione); Art. 4 commi 4, 7 e 8 (Modalità di consegna dei Codici e del Token, obbligo di restituzione), comma 5 (Obblighi di custodia); Art. 5 comma 3, 5, 6 e 8 (Discrezionalità nell uso dei Canali alternativi, obbligatorietà dell uso di moduli uniformi o canali dedicati e modalità di richiesta caso di indisponibilità Area riservata, termini di esecuzione) e comma 4 (Ricezione richieste); Art. 6 commi 1, 2, 5, 7, 8, 9 (Aggiornamento dati, registrazione comunicazioni e prova, obbligo di contestazione del contenuto delle comunicazioni, limite temporale disponibilità documentazione); Art. 7 commi da 1 a 4 (Obbligo dell uso di canali di comunicazione), comma 6 e 7 (Opponibilità del contenuto delle comunicazioni, uso del supporto durevole); Art. 8 commi 1 e 2 (Indisponibilità dei Servizi), commi 3 e 4 (Sostituzione e delega dei Servizi), comma 5 (Rifiuto di esecuzione in caso di giustificato motivo), commi 6, 7 e 8 (Limitazione di responsabilità); Art. 9 comma 4 e 6 (Capitalizzazione e interessi di mora), commi 7 e 9 (Sospensione in caso di saldo inferiore a limite indicato), commi 11 e 13 (Limitazioni dei Servizi di incasso e prelievo); Art. 10 (Fondi Limite del saldo disponibile, disciplina degli sconfinamenti); Art. 11 (Compensazione e pegno); Art. 12 (Limitazione Servizi per eredi e rappresentante legale); Art. 13 commi 3, 10, 11 e 12 (Recesso da parte della banca, sospensione dell esecuzione di Operazioni) e commi da 4 a 7 (Sospensione Servizi in caso di recesso); Art. 14 (Modifiche unilaterali); Art. 15 (Cedibilità dei diritti della Banca, incedibilità dei diritti del Cliente); Art. 16 (Legge applicabile, foro esclusivo, lingua utilizzata); Art. 17 commi 4 e 6 (Procedura di mediazione - Termine di segnalazione eventi dannosi); Art. 18 (Discrezionalità nella conclusione del contratto e nell attivazione dei Servizi). Sezione II Servizi di Pagamento in generale: Art. 2 comma 4 (Discrezionalità della Banca di informativa mensile); Art. 3 comma 4 (Limiti operativi); Art. 5 commi 3 e 4 (Rifiuto esecuzione per giustificato motivo ed addebito spese); Art. 6 commi 2 e 3 (Cut-off); Art. 7 (Irrevocabilità degli Ordini ricevuti); Art. 8 commi 2, 3, 5 e 6 (Obbligo di bloccare l operatività e modalità, facoltà della Banca di lasciare il blocco); Art. 9 commi 1 e 2 (Altri casi di blocco su iniziativa della Banca); Art. 11 (Obbligo di comunicazione entro 13 mesi); Art. 12 e Art. 13 commi 2, 3 e 4 (Limitazione di responsabilità nel caso di inadempimento o frode del Cliente, limiti al risarcimento); Art. 14 (Condizioni di rimborso); Art. 15 comma 1 (Condizioni di rimborso per operazioni disposte dal Beneficiario); Art. 16 (Distribuzione delle responsabilità in caso di mancata esecuzione o esecuzione inesatta); Art. 18 comma 5 (Conversione valutaria e disponibilità Fondi); Art. 19 commi 2, 3, 4 e 5 (Limitazione di responsabilità in caso di Identificativi Unici inesatti); Art. 20 (Modifiche unilaterali); Art. 21 (Esclusione di responsabilità); Art. 24 (Deroghe per Operazioni non soggette al Titolo II del d.lgs. 11/10 e limitazioni di responsabilità); Art. 26 (Regime delle Spese). Sezione III Servizi di Pagamento in particolare: lettera A) n. 2, 3 e 7 (Limitazioni del Servizio, limitazioni di responsabilità); lettera C) n. 2 (Disponibilità del Servizio); lettera D) n. 3 (Disponibilità del Servizio); lettera I) n. 1 (Disponibilità del Servizio); lettera L) n. 2 (Disponibilità del Servizio); lettera M) Art. 1 commi 2, 5, 7 e 8 (Limiti del Servizio, rifiuto operazione, tempi massimi di uso del Servizio); Art. 2 comma 2 (Limiti del Servizio); lettera N) n. 2, 4, e 5 (Limiti del Servizio, modifiche al mandato e tempo massimo di uso del Servizio); lettera O) n. 2 (Disponibilità del Servizio); lettera P) Art. 1 comma 3 (Modifica unilaterale); Art. 2 (Oggetto del Servizio); Art. 3 commi 2 e 4 (Preavviso e remunerazione); Art. 4 (Casi di recesso e remunerazione somme); lettera Q) Art. 1 (Limite massimo numero depositi ed importo, facoltà di modifica delle condizioni, facoltà di esclusione delle opzioni - durata massima deposito vincolato); Art. 2 commi 1 e 2 (Indisponibilità delle somme ed immodificabilità delle condizioni dei Vincoli attivati); Art. 3 commi 2 e 4 (Restituzione interessi anticipati e disciplina del recesso); lettera R) Paragrafo 1, Art. 1 comma 2, 4 e 5 (Limitazioni del Servizio); Art. 2 (Modalità identificazione e Autenticazione); Art. 3 comma 5 (Registrazione della Carta); Art. 4 (Obblighi del Cliente); Art. 5 commi 2 e 3 (Facoltà per la Banca di non rinnovare la Carta e di rinnovarla a condizioni analoghe); Art. 6 (Opponibilità segnalazione); Art. 7 (Modalità di prova e di calcolo del Tasso di cambio); Art. 9 (Limitazione di responsabilità); Art. 10 (limitazioni geografiche e temporali dei Servizi, ritiro della Carta); Paragrafo 4, Art. 1 comma 3 (Orari di Servizio); Art. 2 (Tasso di cambio); Paragrafo 5, Art. 1 comma 2 (Obbligo ottenimento Codice di sicurezza); Art. 2 (Attivazione POS virtuali, condizioni d uso e orari); Art. 3 (Tasso di cambio). FIRMA DEL CLIENTE (firma per esteso) (firma per esteso) 3 Cliente Consumatore: la persona fisica che agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta. 4 Carta di Debito: per i marchi di riferimento ed i circuiti di utilizzo della Carta di Debito si rinvia al foglio informativo contomax. Modulo apertura persone fisiche ed 30/06/ Banca IFIS Spa Tutti diritti riservati Sede Legale: Via Terraglio 63, Venezia Mestre, Italia C.F./Reg. Imprese Venezia: P.IVA: Capitale Sociale: Euro i.v. ABI Data creazione: pag. 4

31 Numero Pratica: CONSENSO TRATTAMENTO DATI PERSONALI Dichiaro di aver preso visione dell Informativa che, ai sensi dell art.13 del Codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. n. 196/2003), Banca IFIS S.p.A. mi ha fornito ed il cui contenuto costituisce parte integrante della presente manifestazione di consenso. TITOLARE 1 TITOLARE 2 Con riferimento alle operazioni di trattamento, da parte della Banca, riguardanti i miei dati sensibili e svolte per finalità strettamente connesse all'esecuzione di obblighi derivanti dal contratto e/o per l esecuzione, da parte della Banca, di prestazioni da me richieste, avendo appreso, sulla base dell'informativa, che l'eventuale rifiuto di acconsentire allo svolgimento di tali operazioni comporterà l'impossibilità di instaurare il rapporto: AUTORIZZO NON AUTORIZZO AUTORIZZO NON AUTORIZZO Per quanto concerne la possibilità per la Banca di trattare i miei dati personali per fini di informazione commerciale, offerte di prodotti/servizi della Banca, invio di proprie newsletter di cultura economica e finanziaria, eseguite direttamente oppure tramite società specializzate: AUTORIZZO NON AUTORIZZO AUTORIZZO NON AUTORIZZO Per quanto riguarda la possibilità per la Banca di trattare i miei dati personali per lo svolgimento di ricerche di mercato volte a rilevare il grado di soddisfazione dell Interessato sulla qualità dei servizi resi e sull attività svolta dalla Banca, eseguite direttamente oppure tramite società specializzate: AUTORIZZO NON AUTORIZZO AUTORIZZO NON AUTORIZZO Per quanto riguarda il trattamento, da parte della Banca, dei miei dati personali per fini di informazione commerciale ed offerte dirette di prodotti/servizi di società terze: AUTORIZZO NON AUTORIZZO AUTORIZZO NON AUTORIZZO FIRMA DEL CLIENTE (firma per esteso) (firma per esteso) ACCETTAZIONE BANCA Gentile Cliente, con la sottoscrizione del presente modulo Banca IFIS S.p.A. accetta la tua richiesta di apertura di contomax ed eventuale carta di debito, nel caso tu ne abbia fatto richiesta. Il tuo rapporto contomax è identificato dalle seguenti coordinate: INTESTAZIONE IBAN DATA E FIRMA DELLA BANCA Modulo apertura persone fisiche ed 30/06/ Banca IFIS Spa Tutti diritti riservati Sede Legale: Via Terraglio 63, Venezia Mestre, Italia C.F./Reg. Imprese Venezia: P.IVA: Capitale Sociale: Euro i.v. ABI Data creazione: pag. 5

32 NORME CONTRATTUALI CONTOMAX SEZIONE I CONDIZIONI GENERALI Art. 1 Ambito di applicazione del Contratto 1. Il presente Contratto, composto da queste Norme Contrattuali, dal Modulo di Apertura e dalle Condizioni Economiche, disciplina i rapporti tra la Banca e il Cliente relativi all'apertura del Conto, nonché la prestazione dei relativi Servizi d escritti nella Sezione III. 2. Salvo che specifiche previsioni del presente Contratto dispongano diversamente, le disposizioni contenute nella presente Sezione regolano in via generale i rapporti fra la Banca ed il Cliente instaurati con la stipula del presente Contratto o comunque inerenti alla prestazione dei Servizi da parte della Banca. 3. Per accordo espresso delle Parti, il documento di sintesi, in cui sono riportate le Condizioni Economiche, è parte integrante del presente Contratto e ne costituisce frontespizio. 4. Il Glossario contenente le definizioni dei termini tecnici e/o ricorrenti utilizzati nel Contratto in calce alle presenti disposizioni costituisce parte integrante del Contratto. I termini contenuti nel corpo del presente Contratto con l iniziale maiuscola assumono il significato definito nel Glossario. Art. 2 Intestazione del Conto 1. In nessun caso e con nessuna modalità è consentita la modifica dell intestazione del rapporto. 2. È ammesso un massimo di due cointestatari per ogni rapporto di Conto. Ogni intestatario è considerato Cliente ed è soggett o alle previsioni del presente Contratto. 3. Ciascun cointestatario ha la facoltà di compiere Operazioni separatamente, senza limitazioni, con piena liberazione della Banca anche nei confronti dell'altro cointestatario. La facoltà di compiere Operazioni disgiuntamente non può essere modificata o revocata. Non è concesso ad un solo cointestatario, senza il consenso dell'altro, di pattuire con la Banca modifiche alle disposizioni del presente Contratto. 4. I cointestatari ed i loro aventi causa rispondono solidalmente ed indivisibilmente fra loro nei confronti della Banca per tutte le obbligazioni che si venissero a creare, per qualsiasi ragione, anche per atto o fatto di uno solo di essi. 5. È possibile il recesso, in base alle norme del presente Contratto, da parte di uno solo dei cointestatari. A tal fine, il cointestatario recedente avrà l onere di comunicare previamente per iscritto all altro cointestatario l intento di recedere. L effetto del recesso si estende all intero rapporto facendolo venir meno anche per l altro cointestatario. 6. Un cointestatario non ha la facoltà di revocare le richieste di Operazioni inviate dall altro cointestatario. 7. Nel caso di morte o sopravvenuta incapacità di agire di uno dei cointestatari del rapporto, l'altro conserva il diritto di disporre separatamente sul Conto. Art. 3 Identificazione ed Autenticazione 1. Ai sensi del d.lgs. 21 novembre 2007, n. 231 ("Decreto Anti-Riciclaggio"), la Banca è tenuta ad adempiere a specifici obblighi riguardanti l'adeguata verifica della propria clientela. Il Cliente, pertanto, anche ai sensi dell'articolo 21 del Decreto Anti- Riciclaggio, deve fornire, sotto la propria responsabilità, tutte le informazioni necessarie ed aggiornate, all atto dell apertura e in corso di rapporto, riguardanti la propria persona e la relazione che si appresta ad avviare con la Banca, nonché svolgere tutte le attività richieste, per consentire alla Banca di adempiere a tali obblighi di identificazione e di adeguata verifica. Al riguardo, la Banca adotta le procedure più idonee tra quelle disposte dalla normativa di riferimento tempo per tempo vigente, come meglio specificate di volta in volta nel Modulo di Apertura e/o nel Portale Internet. 2.Inoltre, la Banca ha sempre il diritto di richiedere al Cliente una copia di un documento di identità, in corso di validità, contenente la sottoscrizione del Cliente apposta alla presenza di un pubblico ufficiale e che rientri nelle tipologie indicate nel Portale Internet. 3. Fra i dati necessari che la Banca richiede al Cliente, rientrano anche un numero di telefono cellulare ed un Data Edizione: 30/06/2015 Pag. 1

33 indirizzo di posta elettronica, che siano utilizzati esclusivamente dal Cliente. Ove il Cliente abbia ragione di ritenere che terzi non autorizzati abbiano avuto o possano avere accesso a tali canali di comunicazione, il Cliente è tenuto a comunicarlo immediatamente alla Banca e a fornire alla Banca medesima un indirizzo di posta elettronica e un numero di cellulare alternativi, in sostituzione dei precedenti. 4. L'adempimento, da parte del Cliente, all'obbligo di fornire le informazioni e svolgere le attività richieste ai sensi dei presente articolo 3 costituisce condizione di efficacia del presente Contratto, ai sensi del successivo articolo 18. In caso di rifiut o, da parte del Cliente, di fornire le informazioni necessarie e/o svolgere le attività richieste non sarà, pertanto, possibile procedere alla conclusione del Contratto. 5. Resta, in ogni caso, inteso che l'utilizzo, da parte della Banca, dei dati identificativi del Cliente al fine di adempiere agli obblighi previsti dal Decreto Anti-Riciclaggio o comunque per dare esecuzione al presente Contratto si svolgerà in conformità alle disposizioni previste dal d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196 (il "Codice Privacy"). A questo proposito, si rinvia all'informa tiva sul trattamento dei dati personali, costituente la Sezione IV delle presenti Norme Contrattuali. 6. Fatti salvi gli obblighi in materia di identificazione previsti ai precedenti commi, il Cliente dovrà, in ogni caso, atten ersi alle indicazioni che la Banca fornisce attraverso il Portale Internet, al fine di rendere possibile l erogazione dei Servizi. 7. Il Cliente dovrà tempestivamente rendere nota ogni variazione dei dati forniti alla Banca, seguendo le modalità indicate n el Portale Internet. 8. Nell Area Riservata contomax, il Cliente è identificato dal Codice Cliente ed esprime la sua volontà attraverso l interazione con i sistemi informatici della Banca. Oltre ad immettere il Codice Cliente, al fine di effettuare il processo di Autenticazione, il Cliente dovrà inserire la Password e il Codice Monouso ad esso associati univocamente. 9. In alternativa od in aggiunta all uso del Codice Cliente, la Banca può identificare il Cliente anche tramite l uso della sua firma autografa e per esteso, la quale dovrà essere corrispondente a quella apposta in sede di sottoscrizione del Modulo di Apertura (c.d. Specimen). 10. Nel caso in cui la Banca autorizzi il Cliente ad effettuare le Operazioni tramite Canali Alternativi, la stessa provvederà, in ogni caso, ad identificare il Cliente con modalità tali da non pregiudicare i livelli di sicurezza garantiti dall uso del sistema informatico. 11. Le richiese inviate dal Cliente non si considerano ricevute se il Cliente non è identificato o l Autenticazione non è avv enuta con successo. 12. Il Cliente, qualsiasi sia il canale utilizzato, non potrà operare tramite rappresentanti legali o volontari e, pertanto, ai fini del Decreto Anti-Riciclaggio, il Cliente ed eventuali cointestatari dovranno considerarsi gli unici beneficiari del rapporto, non essendo ammessa l'esistenza di alcun titolare effettivo del rapporto, come ivi definito. Nel corso del rapporto, tuttavia, resta salva la possibilità per il Cliente di eseguire un Operazione di Pagamento nell interesse di un soggetto diverso. In questo caso, il Cliente è tenuto ad indicare detto soggetto quale titolare effettivo seguendo le procedure indicate nel Portale Internet. In difetto dell indicazione del soggetto nel cui interesse è eseguita l Operazione di Pagamento, si presume che la medesima sia svolta dal Cliente nel proprio interesse. In ogni caso resta inteso che il Cliente sarà chiamato a rispondere di ogni conseguenza pregiudizievole che derivi dall'operato di procuratori nominati in violazione di quanto previsto al presente articolo. Art. 4 Uso dei Codici 1. Al momento dell apertura del Conto la Banca assegna al Cliente il Codice Cliente e la Password. Il Codice Cliente è individuale e non può essere modificato nel tempo. 2. La Password potrà essere modificata dal Cliente in qualsiasi momento. Inoltre, per ragioni di sicurezza, la Password scadrà periodicamente nei tempi indicati dalla Banca. In tal caso, la Password dovrà essere sostituita dal Cliente nei modi di volta in volta indicati dalla Banca. 3. Il Codice Monouso è generato, a scelta della Banca: 1) mediante un dispositivo hardware (di seguito denominato Token); o 2) mediante invio di SMS all utenza cellulare in uso esclusivo al Cliente. 4. In ogni caso in cui si renderà necessario comunicare o consegnare al Cliente il Codice Cliente, la Password od il Token, la Banca potrà utilizzare discrezionalmente l Area Riservata contomax od uno dei Canali Alternativi. 5. Il Cliente è responsabile della segretezza, della custodia e del corretto utilizzo dei Codici ed in particolare è tenuto a: 1) non comunicare a terzi il Codice Cliente e la Password; 2) non utilizzare alcun sistema di memorizzazione della Password, sia esso analogico o digitale; 3) non trasferire a terzi il Token; Data Edizione: 30/06/2015 Pag. 2

34 4) custodire il Token in un luogo separato rispetto all utenza cellulare in uso esclusivo e al Codice Cliente. 6. Il Token è concesso in comodato d uso dalla Banca al Cliente. 7. Il Cliente dovrà restituire il Token alla Banca, seguendo le istruzioni impartite dalla Banca tramite il Portale Internet, nelle seguenti circostanze: (i) qualora il Token non funzioni correttamente; (ii) nel caso in cui il presente Contratto cessi di avere effetto tra le Parti per qualsiasi motivo; e (iii) in caso di richiesta da parte della Banca. 8. La mancata restituzione del Token nei tempi e nei modi comunicati dalla Banca comporta l addebito dell importo indicato nelle Condizioni Economiche ed esenta la Banca dall'obbligo, se previsto dalle disposizioni del presente Contratto, di consegnare al Cliente un nuovo Token in sostituzione di quello non restituito dal Cliente. Art. 5 Affidamento di Incarichi; richiesta e revoca di Operazioni 1. Salvo che specifiche previsioni del presente Contratto dispongano diversamente, le disposizioni che regolano la richiesta di Operazioni sono applicabili anche al conferimento di Incarichi. 2. Salvo che sia diversamente stabilito dal presente Contratto, il Cliente richiede l effettuazione di Operazioni tra mite l Area Riservata contomax. 3. A propria discrezione, la Banca potrà accettare richieste di Operazioni inviate attraverso i Canali Alternativi. Inoltre, la Banca, a propria discrezione, potrà decidere che le richieste di Operazioni siano obbligatoriamente effettuate tramite l'impiego dei Canali Alternativi, anche in sostituzione delle modalità indicate nel comma 2. Qualora l'impiego obbligatorio dei Canali Alternativi non sia previsto nel presente Contratto, la Banca rende noto al Cliente, attraverso il Portale Internet, che le richieste di Operazioni devono essere obbligatoriamente effettuate tramite l'impiego dei Canali Alternativi. 4. Le richieste di Operazioni inviate dal Cliente tramite l Area Riservata contomax si considerano ricevute dalla Banca n el momento in cui tali richieste sono correttamente registrate dai servizi informatici della Banca. 5. In ogni caso, per la richiesta di esecuzione di Operazioni, potrà essere necessario che il Cliente utilizzi moduli uniformi inserendo i dati necessari ivi indicati e/o che invii le relative richieste a indirizzi di posta elettronica o numeri telefonici dedicati. 6. Qualora il Cliente abbia la necessità di disporre dei Fondi disponibili sul Conto e sussistano le seguenti condizioni: (i) non sia più possibile, per cause imputabili alla Banca, richiedere l effettuazione di Operazioni tramite l Area Riservata contomax; e (ii) la Banca non abbia indicato un Canale Alternativo per effettuare le richiesta di Operazioni ai sensi del precedente comma 3 entr o cinque Giornate Operative dal giorno in cui il Cliente ha comunicato alla Banca che l Area Riservata contomax è inaccessibile, il Cliente potrà inviare l Ordine di Pagamento tramite Supporto Cartaceo utilizzando i Canali Alternativi indicati ai punti 2,6 e Salvo che sia diversamente disposto nel presente Contratto, il Cliente può revocare le richieste di esecuzione di Operazioni, utilizzando le stesse modalità adottate per il loro invio, finché le Operazioni non abbiano avuto un principio di esecuzione e, in ogni caso, compatibilmente con le modalità dell esecuzione medesima. Alla richiesta di revoca di Operazioni si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni dei commi precedenti. 8. Fatto salvo quanto disposto nelle Sezioni II e III per specifici Servizi, la Banca esegue le richieste di Operazioni inoltrate dal Cliente nel termine massimo di dieci Giornate Operative dal momento di ricezione delle stesse. 9. Il Cliente, colui che gli succede a qualunque titolo e colui che subentra nell'amministrazione dei suoi beni hanno diritto di ottenere, a proprie spese, entro un congruo termine e comunque non oltre novanta giorni dalla richiesta, copia della documentazione inerente a singole Operazioni poste in essere negli ultimi dieci anni. Art. 6 Documentazione del rapporto e Comunicazioni periodiche 1. Il Cliente può consultare le informazioni relative al Conto tramite l Area Riservata contomax. Le informazioni visualizzat e dal Cliente nell'area Riservata contomax possono essere suscettibili di aggiornamento con riferimento alle Operazioni effettuate nella stessa Giornata Operativa e non ancora contabilizzate. Inoltre, se le informazioni sono visualizzate dal Cliente in un Giorno Festivo, tali informazioni potrebbero essere aggiornate alla Giornata Operativa precedente. 2. Le Comunicazioni e le richieste provenienti dal Cliente vengono registrate e conservate dalla Banca, per il tempo strettamente necessario a perseguire le finalità previste dal presente Contratto o a tutelare i propri diritti, senza che sia necessario per la Banca chiedere lo specifico consenso del Cliente. Nei limiti in cui la legge lo consente, le registrazioni, purché eseguite con modalità che ne assicurino l immodificabilità, fanno prova nei rapporti fra le Parti. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 3

35 3. Entro trenta giorni dalla scadenza dei periodi per la liquidazione degli interessi indicati nelle Condizioni Economiche, la Banca invia al Cliente con le modalità previste dall'articolo 7 della presente Sezione, l'estratto conto relativo al periodo di riferimento. 4. L'estratto conto indica le movimentazioni, le somme a qualsiasi titolo addebitate e/o accreditate sul Conto, il saldo debitore o creditore, le modalità di calcolo degli interessi e qualsiasi altra informazione relativa all'andamento del rapporto. L'estra tto conto relativo al periodo che si conclude il 31 dicembre riporta il riepilogo delle spese complessivamente sostenute per la tenuta del Conto e per i Servizi di gestione della liquidità e di pagamento, con separata evidenza dei costi relativi a event uali Sconfinamenti. 5. In ogni caso, la Banca invia al Cliente, almeno una volta all anno, una Comunicazione analitica sullo svolgimento del rapp orto, con riferimento a ciascuno dei Servizi in essere, e un quadro aggiornato delle condizioni economiche applicate (anche se n on sono variate), nonché ogni altra informazione il cui invio è previsto dalla legge. 6. I costi per l'invio delle Comunicazioni di cui ai commi precedenti sono indicati nelle Condizioni Economiche. In ogni caso, tali costi non sono superiori alle spese sostenute dalla Banca per l'invio. 7. Se il Cliente non fa pervenire alla Banca un reclamo scritto entro sessanta giorni dalla data di ricevimento delle Comunicazioni di cui ai commi precedenti, il contenuto delle Comunicazioni si intende senz'altro approvato. 8. Nel caso di errori di scritturazione o di calcolo, omissioni o duplicazioni di partite contenuti nelle Comunicazioni, il Cliente può esigere la rettifica di tali errori od omissioni nonché l'accreditamento con pari valuta degli importi erroneamente addebitati od omessi entro il termine di prescrizione ordinaria decorrente dal momento di ricezione dell estratto conto. La rettifica o accreditamento è fatta senza spese per il Cliente. Entro il medesimo termine di prescrizione e a decorrere dalla data di invio dell'estratto conto, la Banca può ripetere quanto dovuto per le stesse causali e per indebiti accreditamenti. Salvo quanto disposto nel precedente comma 7, gli eventuali reclami in merito alle Operazioni effettuate dalla Banca per conto del Cliente dovranno essere fatti da questi, entro dieci giorni, dal momento in cui sia in possesso della Comunicazione di esecuzione dell Operazione, secondo quanto indicato nell'art. 17 comma La documentazione messa a disposizione dalla Banca nell Area Riservata contomax resterà consultabile per un anno dalla data di caricamento; è pertanto onere del Cliente estrarne copia entro il suddetto periodo ai fini dell archiviazione persona le. 10. La Banca offre la facoltà di usufruire di un servizio informativo tramite SMS. Gli SMS verranno inviati al numero di utenza cellulare in uso esclusivo al Cliente. Il servizio è attivabile e disattivabile tramite l Area Riservata contomax, alle condizioni e nei limiti indicati nelle Condizioni Economiche. 11. Il Cliente ha il diritto di ottenere, in qualsiasi momento, una copia cartacea del Contratto. Art. 7 Modalità di invio delle Comunicazioni 1. Il Cliente e la Banca inviano le Comunicazioni previste dal presente Contratto tramite le Tecniche di Comunicazione a Distanza. 2. Inoltre, il Cliente può inviare le Comunicazioni alla Banca via posta indirizzandole all attenzione del Servizio Clienti c ontomax presso la Sede della Banca o via fax all utenza indicata sul Portale Internet. 3. La Banca può stabilire, a sua discrezione, anche solo per alcune categorie di Comunicazioni e/o anche in luogo delle modalità indicate nei commi 1 e 2, che le Parti dovranno obbligatoriamente inviare le Comunicazioni attraverso i Canali Alternativi. 4. Nel caso previsto dal comma 3, il carattere obbligatorio dei Canali Alternativi, ove non già previsto nel presente Contratto, è reso noto dalla Banca al Cliente attraverso il Portale Internet. 5. Il contenuto delle Comunicazioni sarà opponibile nei confronti dell'altra Parte per il solo fatto che e sse siano state ricevute all indirizzo (fisico o telematico) o al numero telefonico al quale sono state inviate. Per "ricezione della Comunicazione" s i intende la possibilità per il Cliente di accedere al contenuto della Comunicazione. 6. In ogni caso, il contenuto delle Comunicazioni indirizzate alla Banca, indipendentemente dalla modalità scelta, sarà a questa opponibile solo dopo che siano trascorsi cinque Giornate Operative dal ricevimento. 7. Il Cliente accetta espressamente che tutte le Comunicazioni ed in particolar modo quelle previste dagli artt. 6, 10, 11, 13, 14, 17 e 18 della presente Sezione e dagli artt. 2, 5, 9 e 20 della Sezione II gli possano essere fornite su Supporto Durevole tramite l Area Riservata contomax o tramite i Canali Alternativi. Art. 8 Oggetto dei Servizi e limiti d uso 1. Al fine di svolgere interventi manutentivi o per ragioni di sicurezza, la Banca può sospendere i Servizi e/o le Tecniche d i Comunicazione a Distanza in qualsiasi momento, dandone preavviso al Cliente, ove possibile. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 4

36 2. L erogazione dei Servizi dipende dal regolare funzionamento del Sistema dei pagamenti. Conseguentemente, la mancata o incompleta erogazione dei Servizi non è imputabile alla Banca e non comporta inadempimento ai termini del Contratto se dipende dal mancato funzionamento, anche temporaneo, del Sistema dei Pagamenti. 3. E facoltà della Banca rendere disponibili i Servizi attraverso altri soggetti muniti delle necessarie autorizzazioni. La Banca renderà noto al Cliente, attraverso il Portale Internet, tempo per tempo, l elenco dei soggetti convenzionati e dei Servizi che ad essi è consentito di erogare. 4. La Banca può incaricare dell esecuzione delle Operazioni richieste un altra Banca o un suo corrispondente, anche non bancario, sia ai sensi dell art c.c., che, in generale, ai sensi dell art c.c.. In ogni caso, le deleghe effettuate dalla Banca ai sensi del presente comma e del comma 3 non comportano una diminuzione dei diritti del Cliente. 5. Inoltre, nei limiti in cui la legge lo consente, se ricorre un giustificato motivo, la Banca può rifiutarsi di eseguire qualsiasi Operazione richiesta, dandone tempestiva Comunicazione al Cliente con le modalità previste dall'articolo 7 della presente Sezione. 6. La Banca indica nel Portale Internet le prescrizioni a cui il Cliente deve attenersi perché sia garantita la sicurezza nell uso dei Servizi e degli Strumenti di Pagamento. Il Cliente è tenuto a consultare periodicamente il Portale Internet ed attenersi alle prescrizioni ivi indicate. 7. A meno che il Cliente rivesta la qualifica di Consumatore, la Banca è responsabile per inadempimento solo nei casi di dolo o colpa grave. 8. In ogni caso la responsabilità è esclusa quando derivi da caso fortuito o forza maggiore, compresi i casi di interru zione delle linee telematiche o elettriche, di scioperi anche del proprio personale, di adozione di atti da parte della pubblica autorità che impediscano l esecuzione della prestazione ed in generale del verificarsi di eventi che non sono nella sfera di co ntrollo della Banca. 9. Al Cliente è concessa la facoltà di: (i) bloccare l'accesso all'area Riservata contomax tramite SMS; e/o (ii) bloccare l'utilizzo dei Servizi specificati nelle Condizioni Economiche, seguendo la procedura indicata nel Portale Internet. Art. 9 Convenzione di conto corrente bancario - valuta di denominazione e interessi 1. Le Parti si accordano affinché le Operazioni concluse nell ambito della prestazione dei Servizi, così come ogni rapporto d i debito o credito, anche relativo a interessi, commissioni, spese o trattenute fiscali di legge, siano regolati in Conto. 2. Il Conto è denominato in Euro. Salvo che sia espressamente previsto dal presente Contratto, non è consentito richiedere l effettuazione di Operazioni o l incasso di somme in divise diverse dall Euro. 3. Gli importi addebitati o accreditati sul Conto produrranno interessi dalla rispettiva Data Valuta di addebito o accredito, riportata nelle Condizioni Economiche. 4. Gli interessi maturati, indipendentemente dalla presenza di un saldo debitore o creditore, vengono liquidati con la stessa periodicità, indicata nelle Condizioni Economiche. Dal giorno successivo alla liquidazione, il saldo comprensivo degli interessi maturati produce a sua volta interessi. 5. La liquidazione degli interessi, nonché l addebito di spese, imposte e commissioni avviene con Data Valuta, nella misura e con le modalità previste dalle Condizioni Economiche. 6. L eventuale saldo dare risultante a seguito della chiusura definitiva del Conto produce interessi moratori nella misura pattuita ed indicata nelle Condizioni Economiche. 7. Nel caso in cui il Cliente non effettui Operazioni sul Conto per un periodo superiore a un anno solare e tale Conto presen ti un saldo creditore non superiore a Euro cento la Banca ha diritto di sospendere la corresponsione degli interessi, l'addebito delle spese di gestione del Conto e l'invio dell'estratto conto, previa Comunicazione al Cliente, almeno trenta giorni prima della data di decorso del termine di un anno di cui sopra. 8. Il Conto corrente non movimentato è destinato ad essere estinto decorsi i termini indicati nel d.p.r. 22 giugno 2007, n In tal caso, il Cliente avrà diritto alla restituzione delle somme presenti sul Conto, con le modalità indicate nel predetto decreto e salvo il decorso del termine di prescrizione previsto dalla legge. 9. Ai fini dei commi precedenti non si considerano movimenti, ancorché compiuti nel corso dell anno ivi previsto, le attività che la Banca effettua di propria iniziativa (quali, ad esempio, l accredito di interessi) ovvero in forza di prescrizioni di legge o amministrative, nonché i movimenti conseguenti al regolamento dei Servizi. 10. Le somme che la Banca incasserà a nome del Cliente durante lo svolgimento dei Servizi saranno accreditate sul Conto. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 5

37 11. Le sole modalità di incasso consentite sono quelle relative ai Servizi di Bonifico e Pagamento interno, disciplinati dalla Sezione III, in cui il Cliente è Beneficiario. In ogni caso, non è concesso il versamento di denaro contante. 12. Non sono ammesse modalità di prelievo, di disposizione o di incasso delle somme che implichino l emissione di assegni, denaro contante o di altri titoli o che comunque non siano espressamente previste nei Servizi descritti nel presente Contratt o o successivamente resi disponibili dalla Banca. 13. Salvo che la legge o il presente Contratto lo preveda espressamente, le imposte e i tributi relativi al presente Contratt o e conseguenti, sono ad esclusivo carico del Cliente. Art. 10 Limite del saldo disponibile e Sconfinamenti in assenza di apertura di credito 1. Qualsivoglia Operazione, nell ambito di ogni Servizio, potrà essere eseguita solo entro il saldo immediatamente disponibil e in Conto. Questa regola ha carattere generale e si applica in ogni caso, prevalendo su qualsiasi disposizione del presente Contratto. 2. La Banca, tuttavia, può decidere, a propria discrezione, di dare corso alle richieste del Cliente anche se i Fondi immediatamente disponibili sono insufficienti. L esercizio di tale facoltà non implica in alcun caso ed in alcun modo la concessione di un apertura di credito. 3. Se il saldo del Conto è negativo, la Banca può in qualsiasi momento esigere il pagamento delle somme dovute dal Cliente, nonché recedere dal Contratto per giustificato motivo. La Banca comunica al Cliente l'entità delle somme dovute, ai fini del pagamento delle stesse, con un preavviso non inferiore a una Giornata Operativa. 4. Se il Cliente è un Consumatore e si protrae per oltre un mese uno Sconfinamento per importo pari o superiore alla soglia di trecento Euro, la Banca invia una Comunicazione al Cliente contenente i seguenti dati: 1) lo Sconfinamento; 2) l importo dello Sconfinamento; 3) il tasso di interesse; 4) le penali, le spese o gli interessi di mora eventualmente applicabili. 5. La Comunicazione dello Sconfinamento è effettuata entro tre Giornate Operative successive al compimento del mese. Tale Comunicazione non è necessaria se è già stata effettuata in occasione del superamento, in un momento antecedente, della soglia indicata al comma precedente. 6. Fermo quanto disposto nell articolo precedente, il tasso di interesse debitore, le penali, le spese e gli interessi di mor a eventualmente applicabili sono indicati nelle Condizioni Economiche. Art. 11 Compensazione e pegno 1. La Banca acquista la proprietà dei Fondi depositati dal Cliente e ha diritto di ritenzione sugli stessi, nei limiti previs ti dalla legge, a garanzia di qualunque proprio credito anche se non liquido ed esigibile ed anche se assistito da altra garanzia reale o personale già in essere o che dovesse sorgere verso il Cliente. 2. Quando esistono tra la Banca ed il Cliente più rapporti di qualsiasi genere e natura, ha luogo la compensazione di legge a d ogni suo effetto ed essa è regolata in Conto. 3. Al verificarsi di una delle ipotesi previste dall art c.c., o, a meno che il Cliente non rivesta la qualifica di Consum atore, al prodursi di eventi che incidano negativamente sulla situazione patrimoniale, finanziaria o economica del Cliente la Banc a ha altresì il diritto di avvalersi della compensazione ancorché i crediti non siano liquidi ed esigibili e ciò in qualunque mome nto, senza obbligo di preavviso e/o formalità, fermo restando che dell intervenuta compensazione la Banca darà pronta Comunicazione al Cliente nell Area Riservata contomax. 4. Se il rapporto è intestato a più persone, la Banca ha facoltà di avvalersi dei diritti di cui ai commi precedenti, sino a concorrenza dell intero credito risultante, anche nei confronti di Conti e di rapporti di pertinenza di uno soltanto dei cointestatari. Art. 12 Morte o incapacità del Cliente 1. Nel caso di morte del Cliente, gli eredi non possono effettuare richieste di Operazioni. Gli eredi, fermo restando il risp etto del Decreto Anti-Riciclaggio e delle disposizioni tributarie, possono soltanto recedere dal Contratto, a mezzo di richiesta congiunta. 2. Il comma primo del presente articolo si applica anche nel caso in cui il Cliente perda, anche solo parzialmente, la capaci tà di agire. In questo caso, è concessa al rappresentante dell incapace la sola facoltà di recesso. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 6

38 3. Nei casi previsti dai commi precedenti, se il rapporto è cointestato, si applicano le previsioni di cui all'articolo 2 comma 7. Art. 13 Durata del rapporto, diritto di ripensamento e recesso 1. Il Contratto è a tempo indeterminato. 2. Il Cliente può recedere dal Contratto, senza penali e senza dover indicare il motivo, nel termine di quattordici giorni (c.d. diritto di ripensamento) dalla ricezione da parte del Cliente della Comunicazione di accettazione della Banca, mediante lettera raccomandata da inviare alla Banca all indirizzo della Casella Postale. Il Cliente che prima del recesso ha usufruito dei Servizi previsti dal Contratto è tenuto a pagare le spese relative ad essi secondo quanto indicato nelle Condizioni Economiche. 3. Il Cliente può recedere in qualsiasi momento dal Contratto, senza penalità e senza spese di chiusura, inviando alla Banca una lettera raccomandata all indirizzo della Casella Postale. Fermo quanto previsto al comma 5, il recesso così intimato avrà efficacia decorse tre Giornate Operative dal ricevimento della lettera da parte della Banca. La Banca può recedere in qualsia si momento dal Contratto con un preavviso di almeno due mesi e senza alcun onere per il Cliente, dandone Comunicazione su Supporto Durevole. In entrambi i casi, la Banca chiude il rapporto nel tempo massimo indicato nelle Condizioni Economiche. 4. A partire dalla data di efficacia del recesso, la Banca non è più tenuta ad eseguire le Operazioni r ichieste dal Cliente e si intendono automaticamente revocate le richieste aventi carattere periodico, permanente o differito, ferma l applicazione dell art. 7 della Sezione II. 5. In ogni caso, il Conto potrà essere chiuso dalla Banca solo dopo l avvenuta contabilizzazione di tutte le scritture dipendenti da richieste pendenti al momento in cui il recesso è divenuto efficace. 6. Il recesso dal Contratto implica il recesso dalla convenzione di conto corrente nonché dai singoli Servizi. Qualora il Cliente dichiari di voler recedere solo dalla convenzione di conto corrente o solo da uno o più Servizi, il recesso è da intendersi esteso al Contratto. 7. In caso di recesso di una delle Parti, le spese fatturate periodicamente sono dovute dal Cliente solo in misur a proporzionale per il periodo precedente al recesso; se pagate anticipatamente, le medesime vengono rimborsate in maniera proporzionale. 8. Il Cliente ha l onere di indicare alla Banca l Identificativo Unico del conto in cui saranno trasferiti i Fondi dep ositati in contomax quando il processo di chiusura sarà completato. 9. Le disposizioni dei commi precedenti si applicano, in quanto compatibili, ad ogni caso di recesso previsto dal presente Contratto o dalla legge. 10. Fatta salva la risoluzione del Contratto in caso di inadempimento, il Cliente e la Banca possono recedere senza necessità di preavviso in caso di giustificato motivo. Con riferimento al recesso da parte della Banca, il giustificato motivo sussiste, a titolo esemplificativo, nei seguenti casi: a) se il Cliente non rispetta le modalità tecnico-operative indicate nel Portale Internet o comunicate dalla Banca per la fruizione dei Servizi; b) se il Cliente ha fornito alla Banca informazioni non veritiere; c) in ogni altro caso previsto dal presente Contratto. 11. In caso di recesso dal Contratto per giustificato motivo, la Banca può sospendere l esecuzione delle richieste di Operazi oni nonché l'invio delle Comunicazioni, procedere alla liquidazione anticipata delle pendenze e adottare tutte le misure opportune ai fini dell adempimento delle obbligazioni derivanti da attività poste in essere per conto del Cliente, senza pregiudizio di qualsiasi altro rimedio o del risarcimento degli eventuali danni. 12. Nel caso in cui il Cliente non renda le informazioni richieste in forza dell art. 3 della presente Sezione, la Banca recede dal rapporto. In questo caso, la Banca può anche sospendere l esecuzione delle Operazioni. Decorso il termine di preavviso per il recesso, i Fondi, anche in deroga a quanto disposto nella Sezione terza (lettera P), articolo 4, comma 2 e lettera Q), articolo 3, comma 4, saranno trattenuti dalla Banca in un conto infruttifero fino a che il Cliente non indichi, ai sensi del precedente comma 8, un conto corrente a sé intestato o cointestato su cui trasferire detti Fondi. Nel caso in cui il Conto sia cointestato, la Banca attenderà che i cointestatari indichino un unico conto corrente sul quale effettuare la restituzione ovvero individuino conti correnti distinti per ciascuno di essi, specificando, di comune accordo, le modalità secondo le quali dovranno essere ripartiti i Fondi di loro spettanza. Art. 14 Modifiche unilaterali 1. Fermo quanto disposto dall art. 20 della Sezione seguente, in presenza di un giustificato motivo la Ban ca può modificare unilateralmente le Condizioni Economiche ed ogni altra disposizione del presente Contratto dandone Comunicazione espressa Data Edizione:30/06/2015 Pag. 7

39 al Cliente nell Area Riservata contomax secondo le modalità stabilite dalla legge, con un preavviso minimo di due mesi, ai sensi dell art. 118 del D.lgs. 1 settembre 1993, n Entro la data prevista per l applicazione delle nuove condizioni, il Cliente ha diritto di recedere dal Contratto senza sp ese, inviando una lettera raccomandata all indirizzo indicato nella Comunicazione. In tale caso, in sede di liquidazione del rapporto, il Cliente ha diritto all applicazione delle condizioni precedentemente praticate. 3. Le variazioni dei tassi di interesse adottate in previsione o in conseguenza di decisioni di politica monetaria riguardano contestualmente sia i tassi debitori che quelli creditori e si applicano con modalità tali da non recare pregiudizio al Cliente. 4. Le variazioni contrattuali per le quali non siano state osservate le prescrizioni del presente articolo sono inefficaci, se sfavorevoli per il Cliente. Art. 15 Cessione del Contratto ed incedibilità dei crediti 1. Il Cliente autorizza sin d ora la Banca a cedere ad altra Banca o intermediario il Contratto e/o i diritti e gli obblighi da esso scaturenti. La Banca darà al Cliente tempestiva notizia della cessione nel rispetto di quanto previsto dall art. 125septies del d.lgs. 1 settembre 1993, n Il Cliente non può cedere né il Contratto né disporre dei diritti a lui spettanti in base ad esso. Fermo ci ò, in ogni caso, tutte le obbligazioni del Cliente verso la Banca si intendono assunte da questo in via solidale ed indivisibile anche per gli eventual i aventi causa a qualsiasi titolo. Art. 16 Legge applicabile, foro esclusivo e lingua utilizzata 1. I rapporti fra Banca e Cliente sono regolati dalla legge italiana. 2. Nell'ipotesi in cui il Cliente sia un Consumatore, il foro competente è quello di residenza o di domicilio eletto d al Consumatore. In tutti gli altri casi, per qualsiasi controversia che dovesse sorgere tra il Cliente e la Banca, comunque derivante da, o connessa con, l interpretazione, l esecuzione e/o la risoluzione del presente Contratto, è esclusivamente competente il foro di Venezia. 3. Tutte le comunicazioni tra la Banca ed il Cliente avvengono esclusivamente in lingua italiana. Art. 17 Reclami e risoluzione delle controversie 1. Il Cliente deve inviare gli eventuali reclami all Ufficio Reclami della Banca, mediante posta ordinaria ovvero posta elett ronica, da indirizzare, rispettivamente, all indirizzo della Sede della Banca ovvero all indirizzo di posta elettronica indicato nel Portale Internet. 2. L Ufficio Reclami invia una Comunicazione di risposta ai reclami pervenuti entro trenta giorni dalla data di ricezione. 3. Il Cliente che sia rimasto insoddisfatto dalla risposta fornita dalla Banca, o che non l avesse ricevuta entro trenta giorni dalla data in cui risulta la ricezione del reclamo da parte della Banca potrà, prima di ricorrere all Autorità Giudiziaria, presentare un esposto alla Banca d Italia, nonché un ricorso all Arbitro Bancario Finanziario (ABF) gestito dalla Banca d Italia; il ricorso all ABF può essere proposto purché non siano trascorsi più di dodici mesi dalla presentazione del reclamo ed il ricorso abbia ad oggetto la medesima contestazione. Per avere maggiori informazioni su come rivolgersi all ABF si rimanda alla consultazione del sito o dell apposita Guida pratica all Arbitro Bancario Finanziario disponibile sul Portale Internet; moduli ed istruzioni sono altresì disponibili presso gli uffici della Banca e di Banca d Italia. 4. In alternativa, il Cliente insoddisfatto che non intenda presentare un reclamo, ma sia interessato a trovare un accordo stragiudiziale con la Banca potrà inoltre, rivolgere una istanza di mediazione all Organismo di conciliazione bancaria, costituito dal Conciliatore Bancario Finanziario, iscritto nel registro del Ministero della Giustizia ai sensi del d.lgs. 4 marzo 2010, n. 28, la cui competenza il Cliente dichiara di accettare con la sottoscrizione del presente Contratto. Per sapere come rivolgersi al Conciliatore Bancario Finanziario si può consultare il sito 5. Il Cliente e la Banca possono comunque concordare, anche in una fase successiva alla sottoscrizione del Contratto, di rivolgersi ad un diverso organismo di mediazione anch esso iscritto nel richiamato registro tenuto dal Ministero della Giustizia. 6. Fermo quanto previsto nel presente articolo e quanto disposto nella Sezione successiva in materia di richieste di rimborso, il Cliente è in ogni caso obbligato a comunicare alla Banca ogni situazione dalla quale ritenga gli derivi un danno, entro dieci giorni dalla sua scoperta. L aggravamento di eventuali danni subiti dal Cliente, che non adempia a quest obbligo, non sarà imputabil e alla Banca. 7. L utilizzo delle procedure sopra menzionate non preclude al Cliente il diritto di investire della questione, in qualunque momento, l Autorità Giudiziaria. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 8

40 Art. 18 Conclusione del Contratto 1. Il presente Contratto si intenderà concluso solo al momento della ricezione da parte del Cliente dell accettazione, da par te della Banca, della proposta effettuata dal Cliente tramite la sottoscrizione del Modulo di Apertura. La Banca è sempre libera di accettare o meno la proposta del Cliente. 2. L'accettazione da parte della Banca è in ogni caso subordinata: a) alla ricezione, da parte della Banca, di copia del Modulo di Apertura e dei relativi documenti allegati, debitamente sottoscritti dal Cliente con espressa accettazione delle clausole ivi indicate, ai sensi degli artt e 1342 c. c.; b) all'adempimento da parte del Cliente agli obblighi di fornire le informazioni e svolgere le attività richieste dalla Banca ai fini della sua identificazione ed adeguata verifica, anche secondo quanto previsto dal Decreto Anti-Riciclaggio. 3. La Banca può rifiutare la richiesta di attivazione di uno o più Servizi e accettare il Contratto unicamente con riferimento agli altri Servizi. 4. La Banca ha facoltà di comunicare al Cliente l accettazione su Supporto Durevole tramite l Area Riservata contomax. 5. Per attivare il Conto e i relativi Servizi, il Cliente necessita di essere in possesso di una stampante o, comunque, di supporti tecnologici adatti alla lettura ed alla conservazione sicura di documenti informatici. SEZIONE II SERVIZI DI PAGAMENTO IN GENERALE Art. 1 Ambito di applicazione 1. In caso di difformità rispetto alle disposizioni generali previste dalla Sezione I, le disposizioni della presente Sezione prevalgono per quanto riguarda la disciplina dei Servizi di Pagamento. 2. Le disposizioni della presente Sezione si applicano solo in quanto non derogate, anche implicitamente, dalle disposizioni della Sezione III e dalle Condizioni Economiche. 3. Le disposizioni di questa Sezione si applicano ai Servizi di Pagamento che riguardano la Pubblica Amministrazione solo se la disciplina di questi ultimi sia stata adeguata al contenuto del d.lgs. 27 gennaio 2010, n. 11 dalla normativa di legge o regolamentare. Art. 2 Informazioni per il Cliente rispetto a una singola Operazione di Pagamento 1. Prima dell esecuzione di un Operazione di Pagamento, il Cliente può richiedere alla Banca informazioni chiare e dettagliate sui tempi massimi di esecuzione e sulle spese che il Cliente medesimo deve corrispondere. In caso di pluralità di voci di cos to, la Banca dà evidenza separata delle singole voci. 2. Il Cliente può ottenere tali informazioni consultando il Portale Internet o contattando il Call center. 3. Per ogni Operazione di Pagamento eseguita, la Banca consegna tempestivamente al Cliente una ricevuta contenente un riferimento che gli consenta di individuare l'operazione di Pagamento e che indichi l importo, le spese e gli interessi da corrispondere, la Data Valuta e la data dell Operazione, nonché l'eventuale Tasso di Cambio applicato. 4. A sua discrezione, la Banca può decidere di fornire le informazioni di cui al comma precedente mediante Comunicazione informativa mensile. Art. 3 Consenso ad un Operazione di Pagamento limiti Operazioni 1. Il consenso alle Operazioni di Pagamento è prestato dal Cliente con le modalità indicate nella Sezione I. 2. Se il Cliente non presta il consenso nelle forme e secondo le procedure previste dal presente Contratto, la Banca consider a l Operazione di Pagamento come non autorizzata. 3. L autorizzazione deve essere concessa prima dell esecuzione di un Operazione di Pagamento. L autorizzazione può essere concessa dopo l esecuzione di un Operazione di Pagamento solo se concordato di volta in volta per iscritto tra le Parti. 4. Al fine di limitare le perdite in caso di frode o di utilizzo non autorizzato di uno Strumento di Pagamento, sono stabiliti i limiti di spesa, giornalieri e/o mensili, per tipologia, numero o importo, relativi ad Operazioni di Pagamento, indicati nelle Condi zioni Economiche. 5. Il Cliente e la Banca possono concordare modifiche ai suddetti limiti secondo le procedure indicate nel Portale Internet. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 9

41 Art. 4 Revoca del consenso ad un Operazione di Pagamento 1. Il Cliente può revocare il consenso in qualsiasi momento purché prima che l Ordine di Pagamento diventi irrevocabile. L'Ordine di Pagamento si considera irrevocabile nel momento in cui è ricevuto dalla Banca, ai sensi dell'articolo 6 della presente Sezione. 2. La revoca del consenso alle Operazioni di Pagamento è prestata dal Cliente con le modalità indicate nella Sezione precedente. 3. La Banca non considera autorizzate le Operazioni di Pagamento disposte dopo la revoca del consenso da parte del Cliente ad effettuare Operazioni di Pagamento. 4. E fatto salvo quanto previsto nelle Condizioni Economiche in merito ai tempi di revocabilità. Art. 5 Ordine di Pagamento e relativo rifiuto 1. Quando tutte le condizioni previste dal presente Contratto sono soddisfatte, la Banca non può rifiutare di eseguire l Ordi ne di Pagamento. 2. La Banca esegue l Ordine di Pagamento autorizzato nei tempi di esecuzione previsti dall'articolo 17 della presente Sezione. 3. La Banca può rifiutare di eseguire l Ordine di Pagamento in caso di giustificato motivo, dandone Comunicazione al Cliente, unitamente alle relative motivazioni, con le modalità previste dalla Sezione I, entro la Giornata Operativa prevista per l esecuzione dell Ordine, salvo che la Comunicazione sia contraria a disposizioni comunitarie o nazionali. Salvo che ciò sia contrario a disposizioni comunitarie o nazionali, nella Comunicazione la Banca indica altresì la procedura per correggere eventuali errori materiali imputabili al Cliente che hanno causato il rifiuto. 4. Ove il rifiuto di un Ordine di Pagamento sia obiettivamente giustificato in base al comma precedente, la Banca può addebitare le spese della Comunicazione di cui al comma precedente, secondo quanto indicato nelle Condizioni Economiche. 5. Un Ordine di Pagamento di cui sia stata rifiutata l esecuzione per motivi obiettivamente giustificati non è considerato ricevuto. Art. 6 Determinazione del momento di ricezione dell Ordine di Pagamento 1. Il momento della ricezione di un Ordine di Pagamento è quello in cui l Ordine, trasmesso direttamente dal Pagatore o indirettamente dal Beneficiario o per il suo tramite, è ricevuto dalla Banca secondo quanto indicato dagli articoli 3 comma 11 e 5 comma 4 della Sezione I. 2. Gli Ordini di Pagamento ricevuti dalla Banca oltre il limite di orario previsto nelle Condizioni Economiche (c.d. Cut-off) si considerano ricevuti la Giornata Operativa successiva. 3. Se il momento della ricezione non ricorre in una Giornata Operativa per la Banca, l Ordine di Pagamento è considerato ricevuto la Giornata Operativa successiva. 4. Ove specificamente concordato, l esecuzione di un singolo Ordine di Pagamento può essere avviata in un giorno determinato ovvero alla fine di un determinato periodo. In tal caso il momento della ricezione dell Ordine di Pagamento coincide con il giorno convenuto. Ove il giorno convenuto non sia una Giornata Operativa, l ordine si intende ricevut o la Giornata Operativa successiva. Art. 7 Irrevocabilità degli Ordini di Pagamento 1. Salvo quanto previsto nei successivi commi del presente articolo, una volta ricevuto dalla Banca ai sensi degli articoli 3 comma 11 e 5 comma 4 della Sezione I, l Ordine di Pagamento non può essere revocato dal Cliente. 2. Salvo quanto previsto dalla legge, per le Operazioni di Pagamento disposte su iniziativa del Beneficiario o per il suo tra mite, il Pagatore non può revocare l Ordine di Pagamento dopo averlo trasmesso al Beneficiario o dopo avergli dato il consenso ad eseguire l Operazione di Pagamento. 3. Nel caso di Addebito Diretto e fatti salvi i diritti di rimborso, il Cliente Pagatore può revocare l Ordine di Pagamento n on oltre la fine della Giornata Operativa precedente il giorno concordato per l addebito dei Fondi. La Banca del Cliente Pagatore dà Data Edizione:30/06/2015 Pag. 10

42 tempestiva comunicazione della revoca al Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario, ove le modalità ed i tempi di effettuazione della revoca lo consentano. 4. Nel caso in cui il Pagatore e il Prestatore di Servizi di Pagamento del Pagatore pattuiscano che l esecuzione dell Ordine di Pagamento sarà avviata in un giorno determinato, o alla fine di un determinato periodo, il Pagatore può revocare l Ordine di Pagamento non oltre la fine della Giornata Operativa precedente il giorno concordato. 5. Decorsi i termini di cui ai commi da 1 a 4, l Ordine di Pagamento può essere revocato solo con il mutuo consenso del Pagatore e del Prestatore di Servizi di Pagamento del Pagatore. Nei casi previsti dai commi 2 e 3 che precedono, per la revoc a dell Ordine di Pagamento è necessario anche il consenso del Beneficiario. 6. Resta fermo che la revoca dell Ordine di Pagamento ha effetto soltanto nel rapporto tra il Prestatore di Servizi di Pagame nto del Pagatore e il Pagatore, senza pregiudicare il carattere definitivo delle Operazioni di Pagamento nei Sistemi di Pagamento. 7. L irrevocabilità di un Ordine di Pagamento non pregiudica il rimborso a favore del Pagatore dell importo dell Operazione d i Pagamento eseguita in caso di controversia tra il Pagatore ed il Beneficiario. 8. La Banca può addebitare le spese connesse alla revoca dell Ordine di Pagamento, secondo quanto indicato nelle Condizioni Economiche. Art. 8 Obblighi del Cliente relativi alla sicurezza degli Strumenti di Pagamento 1. Il Cliente ha l'obbligo di utilizzare gli Strumenti di Pagamento in conformità ai ter mini del presente Contratto che ne regolano l'emissione e l'uso. 2. Se la sicurezza di uno Strumento di Pagamento è compromessa, il Cliente, ove sia tecnicamente possibile, deve provvedere autonomamente e senza indugio alla sostituzione dello Strumento di Pagamento, seguendo le procedure indicate nel Portale Internet. Ai sensi del presente articolo, la sicurezza di uno Strumento di Pagamento è compromessa quando il Cliente ha il fondato timore o viene a conoscenza del fatto che lo Strumento di Pagamento sia stato oggetto di smarrimento ovvero di furto, appropriazione indebita e/o uso non autorizzato da parte di soggetti terzi. 3. Ove non sia tecnicamente possibile per il Cliente provvedere direttamente alla sostituzione dello Strumento di Pagamento a i sensi del comma 2, il Cliente deve procedere autonomamente al blocco dello Strumento di Pagamento, secondo le modalità indicate nel Portale Internet, utilizzando se del caso il servizio di blocco di cui al comma 9 dell art. 8 della Sezione I. 4. Nei casi descritti ai precedenti commi 2 e 3, il Cliente deve inoltre: (i) entro quarantotto ore denunciare l accaduto all Autorità Giudiziaria o di Polizia; e (ii) comunicare senza indugio alla Banca, e comunque entro due Giornate Operative, tramite Call Center, lo smar rimento, il furto, l'appropriazione indebita o l'uso non autorizzato appena ne viene a conoscenza. 5. La Banca, ricevuta la Comunicazione del Cliente di cui al comma 4(ii), si riserva la facoltà di: (i) mantenere il blocco dello Strumento di Pagamento effettuato dal Cliente ai sensi del comma 3. In tal caso, la Banca informa il Cliente del mantenimento del blocco sullo Strumento di Pagamento, indicando la motivazione, salvo che tale informazione risulti contraria a ragioni di sicurezza o a disposizioni di legge o regolamento; e/o (ii) disporre il blocco dello Strumento di Pagamento con le modalità indicate al successivo articolo La Banca può mantenere le misure adottate ai sensi del comma 5 finché la sicurezza degli Strumenti di Pagamento non sia stata ripristinata. 7. In ogni caso, la Banca comunica al Cliente un codice che identifica l ora e la tipologia del blocco. 8. Non appena possibile il Cliente dovrà fornire alla Banca copia della denuncia presentata all Autorità Giudiziaria o di Pol izia, indicando il numero di blocco fornito dalla Banca ai sensi del comma Il sistema di blocco dell operatività nell ambito del Servizio Carta di Debito è regolato dalle disposizioni della Sezione III. Art. 9 Altri casi di blocco e procedura di sblocco 1. Fermo restando quanto previsto dal precedente articolo 8, la Banca si riserva in ogni caso il diritto di bloccare l utilizzo dei singoli Strumenti di Pagamento in presenza di giustificati motivi connessi con uno o più dei seguenti elementi: a) la sicurezza dello Strumento di Pagamento; b) il sospetto di un suo utilizzo fraudolento o non autorizzato. 2. Nei casi di cui al precedente comma, la Banca comunica al Cliente il blocco dello Strumento di Pagamento, motivando tale decisione. Ove possibile, tale Comunicazione viene resa in anticipo rispetto al blocco dello Strumento di Pagamento o immediatamente dopo, salvo che tale Comunicazione non risulti contraria a ragioni di sicurezza o a disposizioni normative. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 11

43 3. Nei casi previsti da questo articolo e dal precedente, al venir meno delle ragioni del blocco dello Strumento di Pagamento, la Banca, su richiesta del Cliente effettuata con le procedure indicate nel Portale Internet, acconsente alla riattivazione dello stesso e/o ad emetterne uno nuovo in sostituzione di quello bloccato. Art. 10 Informazioni in relazione agli Strumenti di Pagamento 1. Su richiesta del Cliente, la Banca gli fornisce i mezzi idonei a dimostrare di aver effettuato la Comunicazione di cui al precedente art. 8, per un periodo di diciotto mesi successivi alla Comunicazione medesima. Art. 11 Comunicazione di Operazioni di Pagamento non autorizzate o effettuate in modo inesatto obblighi a carico del Cliente 1. Il Cliente, venuto a conoscenza di un Operazione di Pagamento non autorizzata o eseguita in modo inesatto, ivi compresi i casi di cui al successivo art. 16, ne ottiene la rettifica solo se comunica tale circostanza alla Banca senza indugio. 2. In ogni caso, il Cliente deve inviare alla Banca la Comunicazione di cui al comma precedente entro tredici mesi dalla data di addebito, nel caso di Cliente Pagatore, o di accredito, nel caso di Cliente Beneficiario. 3. Ai fini del presente articolo, un Operazione di Pagamento è eseguita in modo inesatto quando l esecuzione non è conforme all Ordine di Pagamento o alle istruzioni impartite dall Utilizzatore al proprio Prestatore di Servizi di Pagamento. Art. 12 Responsabilità del Cliente Pagatore per l utilizzo non autorizzato di Strumenti o Servizi di Pagamento 1. Salvo il caso in cui abbia agito in modo fraudolento, il Cliente non sopporta alcuna perdita derivante dall utilizzo dello Strumento di Pagamento smarrito, sottratto o utilizzato indebitamente, a condizione che tale utilizzo sia intervenuto dopo ch e il Cliente abbia inviato alla Banca la Comunicazione di cui al precedente art Salvo il caso in cui il Cliente abbia agito con dolo o colpa grave ovvero non abbia adottato le misure idonee a garantire la sicurezza dei dispositivi personalizzati che consentono l utilizzo dello Strumento di Pagamento, il Cliente medesimo sopporta per un importo non superiore complessivamente a centocinquanta Euro la perdita derivante dall utilizzo indebito dello Strumento di Pagamento conseguente al suo furto o smarrimento se tale utilizzo è intervenuto prima della Comunicazione, alla Banca, eseguita ai sensi del precedente art Se il Cliente ha agito in modo fraudolento o non ha adempiuto ad uno o più obblighi a suo carico in forza dell'articolo 8 della presente Sezione con dolo o colpa grave, il Cliente stesso sopporta tutte le perdite derivanti da Operazioni di Pagamento non autorizzate. In tal caso non si applica il limite di centocinquanta Euro di cui al precedente comma. Art. 13 Responsabilità della Banca per Operazioni di Pagamento non autorizzate 1. Fatto salvo quanto previsto dai precedenti articoli, nel caso in cui un Operazione di Pagamento non sia stata autorizzata, la Banca rimborsa immediatamente al Cliente Pagatore l importo dell Operazione medesima. Se per l esecuzione dell Operazione di Pagamento è stato addebitato il Conto, la Banca lo riporta nello stato in cui si sarebbe trovato se l Operazione di Pagamento non avesse avuto luogo. 2. In caso di motivato sospetto di frode, la Banca può sospendere il rimborso dandone immediata Comunicazione al Cliente. 3. Il rimborso, tuttavia, non preclude la possibilità per la Banca di dimostrare anche in un momento successivo che l Operazi one di Pagamento era stata autorizzata. In tal caso, la Banca ha diritto ad eseguire l addebito dell Operazione di P agamento come autorizzata. 4. Le Parti espressamente escludono il risarcimento di danni ulteriori eventualmente subiti dal Cliente. Art. 14 Condizioni per il rimborso di Operazioni di Pagamento disposte dal Beneficiario o per suo tramite 1. Nel caso in cui un Operazione di Pagamento autorizzata disposta su iniziativa del Beneficiario o per il suo tramite sia già stata eseguita, il Cliente Pagatore ha diritto al rimborso dell importo trasferito qualora siano soddisfatte entrambe le seguenti condizioni: a) al momento del rilascio, l autorizzazione non specificava l importo dell Operazione di Pagamento; b) l importo dell Operazione di Pagamento supera quello che il Cliente Pagatore avrebbe potuto ragionevolmente aspettarsi, avendo presente il suo precedente modello di spesa, le condizioni previste dal presente Contratto e le pertinenti circostanze del caso. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 12

44 2. Su richiesta della Banca, il Cliente Pagatore è tenuto a fornire documenti e ogni altro elemento utile a sostenere l esist enza delle condizioni di cui al comma 1. Il rimborso corrisponde all intero importo dell Operazione di Pagamento eseguita. 3. Ai fini della lettera b) del precedente comma 1, il Cliente Pagatore non può far valere ragioni legate al cambio, se è sta to applicato il Tasso di Cambio concordato con la Banca. 4. Il Cliente non può chiedere il rimborso se ricorrono entrambi le seguenti condizioni: a) il Cliente ha direttamente autorizzato la Banca all esecuzione dell Operazione di Pagamento; e b) ove possibile in base alla concreta Operazione di Pagamento, l autorizzazione del Cliente è stata data prima dell esecuzione dell Operazione di Pagamento e le informazioni sulla futura Operazione di Pagamento gli siano state fornite o messe a disposizione, da parte della Banca o del Beneficiario, almeno quattro settimane prima della sua esecuzione. Art. 15 Richiesta di rimborso per Operazioni di Pagamento disposte dal Beneficiario o per il suo tramite 1. Il Cliente Pagatore può chiedere il rimborso di Operazioni di Pagamento disposte dal Beneficiario o per il suo tramite entro otto settimane dalla data in cui i Fondi sono stati addebitati. 2. La Banca rimborsa l intero importo dell Operazione di Pagamento ovvero fornisce una giustificazione per il rifiuto del rimborso medesimo entro dieci Giornate Operative dalla ricezione della richiesta. 3. Fermo quanto previsto al successivo comma 4, il Cliente, se non accetta la giustificazione fornita, può presentare reclamo all'ufficio Reclami. 4. Se il Cliente ha presentato reclamo ed è rimasto insoddisfatto dell esito del ricorso presentato all Ufficio Reclami (perché non ha avuto risposta, ovvero ha avuto risposta negativa ovvero perché la decisione, sebbene favorevole al Cliente, non è stata eseguita dalla Banca) o, laddove il Cliente non abbia presentato reclamo, nel caso in cui non sia soddisfatto della giustificazione fornita dalla Banca ai sensi del comma 2, il Cliente ha il diritto di presentare un esposto alla Banca d Italia ovvero di riv olgersi ai sistemi di risoluzione stragiudiziale delle controversie indicati nella Sezione precedente. Art. 16 Mancata esecuzione o esecuzione inesatta 1.Fatto salvo quanto previsto dagli artt. 11, 12, 14, 19 e 21 della presente Sezione, quando l Operazione di Pagamento è disposta dal Pagatore, il Prestatore di Servizi di Pagamento è responsabile nei confronti del Pagatore della corretta esecuzione dell Ordine di Pagamento ricevuto, salvo che non sia in grado di provare al Pagatore ed eventualmente al Prestatore di Serviz i di Pagamento del Beneficiario che quest ultimo ha ricevuto l importo dell Operazione di Pagamento conformemente ai tempi previsti dalla normativa vigente. In tal caso il Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario è responsabile nei confr onti del Beneficiario della corretta esecuzione dell Operazione di Pagamento. 2. Quando il Prestatore di Servizi di Pagamento del Pagatore è responsabile ai sensi del comma precedente, lo stesso rimborsa al Pagatore l importo dell Operazione di Pagamento non eseguita o eseguita in modo inesatto. Se l Operazione è st ata eseguita a valere sul Conto, il Prestatore di Servizi di Pagamento ne ripristina la situazione come se l Operazione di Pagamento esegu ita in modo inesatto non avesse avuto luogo. In tali casi, il Pagatore può scegliere di non ottenere il rimborso, mant enendo l esecuzione dell Operazione di Pagamento. 3. Se il Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario è responsabile ai sensi del comma 1 del presente articolo, lo st esso mette l importo dell Operazione di Pagamento a disposizione del Beneficiario o accredita immediatamente l importo corrispondente sul Conto di Pagamento del Beneficiario stesso. 4. Fatto salvo quanto previsto dagli artt. 11, 12, 14, 19 e 21 della presente Sezione, quando l Operazione di Pagamento è disposta su iniziativa del Beneficiario o per il suo tramite, il Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario: a) è responsabile nei confronti del Beneficiario della corretta trasmissione dell Ordine di Pagamento al Prestatore di Serviz i di Pagamento del Pagatore conformemente a quanto previsto dal successivo art. 17; b) trasmette senza indugio l Ordine di Pagamento in questione al Prestatore di Servizi di Pagamento del Pagatore; c) è responsabile nei confronti del Beneficiario del rispetto delle disposizioni di cui al successivo art. 18 della presente Sezione. 5. Nel caso in cui il Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario non sia responsabile della mancata o inesatta esecu zione di un Operazione di Pagamento ai sensi del comma 4 che precede, il Prestatore di Servizi di Pagamento del Pagatore è responsabile nei confronti del Pagatore ed è tenuto a rimborsare al Pagatore senza indugio l importo dell Operazione di Pagamento non eseguita o eseguita in modo inesatto. Ove per l esecuzione dell Operazione di Pagamento sia stato addebitato il Conto, il Prestatore di Servizi di Pagamento riporta quest ultimo allo stato in cui si sarebbe trovato se l Operazione di Pagamento non avesse avuto luogo. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 13

45 6. Indipendentemente dalla responsabilità della Banca per l'esecuzione dell'operazione di Pagamento, di cui ai commi precedenti, quando un'operazione di Pagamento non è eseguita o è eseguita in modo inesatto, su richiesta del Cliente la Banca si adopera senza indugio per rintracciare l'operazione di Pagamento e informa il Cliente del risultato. 7. La Banca rimborsa al Cliente le spese e gli interessi, che gli sono stati addebitati, a seguito della mancata o inesatta esecuzione di un Operazione di Pagamento. Art. 17 Tempi di esecuzione 1. La Banca assicura al Cliente che effettua un'operazione di Pagamento che, dal momento della ricezione dell Ordine di Pagamento, l importo dell Operazione di Pagamento viene accreditato sul conto del Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario, entro la fine della Giornata Operativa successiva, fatto salvo comunque quanto indicato in dettaglio nelle Condizioni Economiche. 2. Quando l Ordine di Pagamento è disposto su iniziativa del Beneficiario o per il suo tramite, il Prestatore di Servizi di Pagamento di cui si avvale il Beneficiario trasmette l ordine al Prestatore di Servizi di Pagamento del Pagatore entro i limiti di tempo convenuti tra il Beneficiario e il proprio Prestatore di Servizi di Pagamento. Nel caso degli Addebiti Diretti, l ordin e viene trasmesso entro i limiti di tempo che consentano il regolamento dell Operazione alla data di scadenza convenuta. 3. I commi 2 e 3 del presente articolo si applicano: a) alle Operazioni di Pagamento in Euro; b) alle Operazioni di Pagamento Transfrontaliere che comportano un unica conversione tra l Euro e la valuta ufficiale di uno Stato membro dell Unione Europea non appartenente all area dell Euro, a condizione che esse abbiano luogo in Euro e che la conversione valutaria abbia luogo nello Stato membro non appartenente all area dell Euro. 4. Quando le condizioni di cui al comma precedente non sono soddisfatte, il termine massimo di esecuzione dell Operazione è di quattro Giornate Operative successive alla ricezione dell Ordine. 5. Per le Operazioni di Pagamento disposte su Supporto Cartaceo i termini massimi di cui ai precedenti commi sono prorogati di una ulteriore Giornata Operativa. Art. 18 Data Valuta e disponibilità dei Fondi in caso di accredito, addebito e deposito 1. La Data Valuta dell accredito sul Conto del Beneficiario non può essere successiva alla Giornata Operativa in cui l importo dell Operazione di Pagamento viene accreditato sul conto del Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario. 2. Il Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario assicura che l importo dell Operazione di Pagamento è a disposizione del Beneficiario non appena tale importo è accreditato sul conto del Prestatore medesimo. 3. La Data Valuta dell addebito sul Conto del Pagatore non può precedere la Giornata Operativa in cui l importo dell Operazio ne di Pagamento è addebitato sul medesimo Conto, salvo che l Operazione di Pagamento, nei limiti in cui viene consentito dalla Banca, sia disposta in un Giorno Festivo. 4. Il presente articolo non si applica nel caso di rettifica di Operazioni di Pagamento non autorizzate o eseguite in modo inesatto o nel caso in cui siano intervenuti errori che ne abbiano impedito la corretta esecuzione. 5. Fermo restando quanto previsto dall art. 9, Sezione I, qualora l Operazione di Pagamento sia eseguita in una divisa divers a da quella in cui è denominato il Conto, la Banca avvia immediatamente l Operazione di conversione valutaria e riconosce la disponibilità dei Fondi al Cliente Beneficiario nella divisa in cui è denominato il Conto, non appena l Operazione di convers ione valutaria è stata completata. In questo caso, la Data valuta applicata è quella indicata nelle Condizioni Economiche. Art. 19 Identificativi Unici e dati necessari 1. Tenuto conto della natura dell'operazione di Pagamento disposta, su richiesta della Banca, il Cliente Pagatore deve comunicare alla Banca l Identificativo Unico necessario per eseguire l Operazione. Gli Identificativi Unici sono indicati nelle Condizioni Economiche. 2. Se un Ordine di Pagamento è eseguito conformemente all Identificativo Unico fornito dal Cliente, esso si ritiene eseguito correttamente per quanto concerne il Beneficiario e/o il Conto indicato dall Identificativo Unico. 3. Se l Identificativo Unico fornito dall Utilizzatore di Servizi di Pagamento è inesatto, il Prestatore di Servizi di Pagamento non è responsabile della mancata o inesatta esecuzione dell Operazione di Pagamento. La Banca che agisce per conto del Cliente Pagatore compie sforzi ragionevoli per recuperare i Fondi oggetto dell Operazione di Pagamento, addebitando al Cliente le spese sostenute per il recupero dei Fondi, secondo quanto indicato nelle Condizioni Economiche. Le Parti convengono Data Edizione:30/06/2015 Pag. 14

46 espressamente che l obbligazione della Banca di attivarsi per recuperare i Fondi è da ritenersi un obbligazione di mezzi e no n di risultato. 4. Il Prestatore di Servizi di Pagamento del Pagatore è responsabile solo dell esecuzione dell Operazione di Pagamento in conformità con l Identificativo Unico fornito dal Cliente anche qualora quest ultimo abbia fornito alla Banca informazioni ulteriori rispetto all Identificativo Unico stesso. 5. La Banca, ove richiesto o consentito dalla normativa e fermo quanto previsto nei commi precedenti, può chiedere al Cliente ulteriori informazioni inerenti all Operazione di Pagamento richiesta, quali, a titolo meramente esemplificativo, i dati anagrafici del Beneficiario o le ragioni dell Operazione. La Banca non è responsabile della verifica dei suddetti dati. 6. Fermo quanto disposto nel precedente comma 1, la Banca, qualora, su richiesta del Cliente, accet ti espressamente di eseguire Operazioni di Pagamento in assenza dell Identificativo Unico, applica al Cliente commissioni e spese supplementari adeguate e corrispondenti ai costi sostenuti. Tali commissioni e spese sono riportate nelle Condizioni Economiche. 7. La Banca comunica al Cliente il codice IBAN del Cliente e il codice BIC della Banca. Se del caso, la Banca comunica tali c odici negli estratti conto o in un allegato all'estratto conto. La Banca fornisce tali informazioni senza alcun addebito per il Cliente. Art. 20 Modifiche unilaterali 1. La Banca può proporre al Cliente la modifica delle disposizioni relative ai Servizi di Pagamento, nonché di altra ogni condizione o informazione ad essi relativa, dandone Comunicazione espressa al Cliente nell Area Riservata contomax, con un preavviso minimo di due mesi rispetto alla data di applicazione prevista e nel rispetto delle condizioni previste dall art. 126sexies del d.lgs. 1 settembre 1993, n La proposta di modifica si ritiene accettata dal Cliente salvo che questi non comunichi alla Banca, prima della data prevista per l applicazione della modifica, che non intende accettarla. Entro la data prevista per l applicazione delle nuove condizio ni, il Cliente ha diritto di recedere dal Contratto senza spese, inviando una lettera raccomandata all indirizzo indicato nella Comunicazione. In tale caso, in sede di liquidazione del rapporto il Cliente ha diritto all applicazione delle condizioni precedentemente praticate. 3. Le modifiche dei tassi di interesse o di cambio possono essere applicate dalla Banca con effetto immediato e senza preavviso. Tuttavia, se le modifiche ai tassi di interesse o di cambio sono sfavorevoli per il Cliente, tali modifiche possono essere ap plicate dalla Banca con effetto immediato e senza preavviso a condizione che siano dovute alla variazione dei tassi di interesse o di cambio di riferimento previsti nel presente Contratto. 4. Restano ferme, in quanto compatibili, le disposizioni di cui all art. 33, commi 3 e 4, del d.lgs. 6 settembre 2005, n Art. 21 Esclusione della responsabilità 1. Le responsabilità previste nella presente Sezione non si applicano nell ipotesi di caso fortuito o forza maggiore e nei ca si in cui la Banca abbia agito in conformità ai vincoli derivanti da altri obblighi di legge. Art. 22 Prova di Autenticazione ed esecuzione delle Operazioni di Pagamento 1. Se il Cliente nega di aver autorizzato un Operazione di Pagamento già eseguita, o sostiene che questa non è stata correttamente eseguita, è onere della Banca provare che l Operazione di Pagamento è stata autenticata, correttamente registrata e contabilizzata secondo le modalità concordate e che non ha subìto le conseguenze del malfunzionamento delle procedure necessarie per la sua esecuzione o di altri inconvenienti. 2. In tal caso, l'utilizzo di uno Strumento di Pagamento registrato dalla Banca non è di per sé necessariamente sufficiente a dimostrare che l'operazione sia stata autorizzata dal Cliente, né che questi abbia agito in modo fraudolento o non abbi a adempiuto, con dolo o colpa grave, agli obblighi di cui all'art. 8 del presente Contratto. Art. 23 Denominazione valutaria dei pagamenti 1. Salvo che altrove nel presente Contratto sia espressamente previsto altrimenti, nei rapporti tra la Banca e il Cli ente le Operazioni di Pagamento sono disposte e regolate in Euro. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 15

47 Art. 24 Operazioni non soggette alla disciplina del Titolo II del d.lgs. 27 gennaio 2010, n Qualora sia richiesto alla Banca di eseguire Operazioni non rientranti nel campo d applicaz ione del Titolo II del d.lgs. 27 gennaio 2010, n. 11, valgono le seguenti regole: 1) in luogo del comma 3 dell art. 5 della presente Sezione si applica il comma 5 dell art. 8 della Sezione I; 2) non si applica il limite di cui al secondo comma dell art. 12 della presente Sezione; 3) le disposizioni della Sezione I prevalgono sull art. 16 della presente Sezione; 4) non si applica l art. 22 della presente Sezione; 5) fermo, in quanto compatibile, il contenuto dell art. 19 della presente Sezione, la Banca eseg ue l Ordine di Pagamento conformemente ai dati messi a disposizione dal Cliente Pagatore o dal Pagatore, se il Cliente è Beneficiario, ed è pertanto sollevata da ogni responsabilità di verifica della correttezza dei suddetti dati; 6) in luogo delle disposizioni di cui all art. 17 della presente Sezione, si applica l art. 5 comma 8 della Sezione I. 2. Per tutto ciò che non è regolato dalla presente Sezione o dalla Sezione III, si applicano le disposizioni della Sezione I in quanto compatibili. Art. 25 Disposizioni specifiche per i Pagamenti Transfrontalieri 1. Le commissioni applicate dalla Banca al Cliente per Pagamenti Transfrontalieri sono uguali a quelle applicate dalla Banca per corrispondenti pagamenti nazionali della stessa tipologia, importo e nella stessa valuta, fermo quanto previsto al comma 6 dell art. 19 della presente Sezione. Questa disposizione non si applica alle commissioni dovute alla Ban ca per la conversione di valuta. 2. Nell'esecuzione delle Operazioni di Addebito Diretto il Cliente Pagatore ha il diritto di impartire istruzioni alla Banca affinché: a) la Banca limiti a un determinato importo o a una determinata periodicità gli incassi nei Servizi di Addebito Diretto; b) qualora un Mandato non preveda il diritto al rimborso, la Banca verifichi ciascuna operazione di Addebito Diretto e accerti, sulla base del Mandato e prima dell'esecuzione dell'addebito Diretto, che l'importo e la periodicità dell'operazione corrispondano a quelli concordati nel Mandato; c) la Banca blocchi ogni Addebito Diretto sul Conto di Pagamento del Cliente o blocchi ogni Addebito Diretto iniziato da uno o più Beneficiari determinati, o autorizzi unicamente gli Addebiti diretti disposti da uno o più Beneficiari determinati. 3. Per lo svolgimento delle attività indicate nel comma precedente, potranno essere addebitate le spese indicate nelle Condizioni Economiche. 4. Quando è destinatario di un Bonifico, il Cliente Beneficiario che lo accetta comunica al Pagatore l Identificativo Unico del proprio Conto. 5. Le disposizioni dei commi precedenti si applicano solo alle Operazioni di Bonifico e Addebito Diretto denominate in Euro che siano Pagamenti Transfrontalieri. Le disposizioni dei commi citati tuttavia non si applicano: a) alle Operazioni di Pagamento il cui trattamento e il cui regolamento avvengano tramite Sistemi di Pagamento di Importo Rilevante, ad esclusione delle Operazioni di Addebito Diretto per le quali il Cliente Pagatore non abbia richiesto esplicitam ente che siano effettuate mediante un Sistema di Pagamento di Importo Rilevante; b) alle Operazioni di Pagamento tramite la Carta, incluso il prelievo di contanti, salvo che la Carta sia utilizzata unicamen te per generare l'informazione necessaria a effettuare direttamente un Bonifico o un Addebito Diretto da e verso un Conto di Pagamento identificato da codice IBAN. 6. Qualora l Operazione di Pagamento preveda il coinvolgimento di un Prestatore di Servizi di Pagamento avente sede in uno Stato Membro che si è avvalso delle facoltà di deroga previste dall art. 16 del Regolamento UE 260/12 o che non ha l Euro come moneta nazionale od in generale che non applica in tutto od in parte il Regolamento citato, le disposizioni del presente arti colo ed il termine indicato nelle Condizioni Economiche per l abbandono del BIC quale Identificativo Unico si applicano all Operazione di Pagamento solo in quanto siano compatibili con le modalità di esecuzione dell Operazione di Pagamento. Art. 26 Regime delle spese - altre commissioni dovute 1. Per le Operazioni di Pagamento rientranti nel campo di applicazione del Titolo II del d.lgs. 27 gennaio 2010, n. 11 che non comportano conversione valutarie da parte del Prestatore di Servizi di Pagamento del Pagatore ed, in ogni caso, per tutti gli Ordini di Pagamento impartiti dal Cliente Pagatore, il Pagatore ed il Beneficiario sostengono ciascuno le spese applicate dal rispettivo Prestatore di Servizi di Pagamento. Negli altri casi il regime delle spese è indicato nell Ordine di Pagamento. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 16

48 2. Il Cliente Beneficiario e la Banca concordano che quest ultima trattenga le proprie spese e commissioni sull importo trasferito prima di accreditarlo al Cliente Beneficiario. In tale caso nell informazioni rese al Cliente Beneficiario la totalità dell i mporto trasferito e le spese sono indicate separatamente. 3. Qualora un Operazione di Pagamento non possa essere debitamente eseguita o dia luogo ad un trattamento di eccezione, tra l altro, a causa di una mancanza di Fondi immediatamente disponibili, di una disposizione di incasso richiamata, di un importo o di una data errati, di una mancanza di Mandato, o dell indicazione di un conto errato o chiuso, la Banca addebita al Cliente le spese e le commissioni indicate nelle Condizioni Economiche. SEZIONE III SERVIZI DI PAGAMENTO IN PARTICOLARE Art. 1 Disciplina dei Servizi 1. Il Cliente può richiedere l effettuazione di Operazioni di Pagamento in relazione a ciascuno dei Servizi descritti nella p resente Sezione, purché detti Servizi siano attivi al momento della richiesta di esecuzione dell Operazione. 2. Alla prestazione dei Servizi indicati di seguito si applicano le norme della Sezione II, a condizione che non siano deroga te dalle disposizioni specificamente previste nella presente Sezione. Ai Servizi si applicano, inoltre, le disposizioni della Sezione I, in quanto compatibili. 3. Per l erogazione dei Servizi di cui alla presente Sezione si applicano le spese, le commissioni ed in generale gli altri o neri previste nelle Condizioni Economiche. A) BONIFICO 1. Mediante il Servizio di Bonifico il Pagatore (detto ordinante) può trasferire Fondi dal proprio conto acceso presso un Prestatore di Servizi di Pagamento, al conto del Beneficiario, acceso presso un altro Prestatore di Servizi di Pagamento. 2. Il Cliente Pagatore può disporre Bonifici in uscita unicamente in Euro e in favore di Beneficiari i cui Prestatori di Servizi di Pagamento abbiano sede nella SEPA. 3. La disponibilità del Servizio può essere condizionata all'adesione dei Prestatori di Servizi di Pagamento alle regole dei Rulebook SEPA SCT e al loro relativo contenuto. 4. L esecuzione di un Bonifico può essere anche richiesta con le seguenti modalità opzionali: - di importo rilevante: se i Fondi trasferiti sono superiori all importo indicato nelle Condizioni Economiche; - urgente: se i Fondi devono essere accreditati al Beneficiario la stessa Giornata Operativa in cui la Banca ha ricevuto l Ordine di Pagamento. 5. In entrambi i casi previsti dal comma precedente, la Banca può applicare le spese e le commissioni indicate nelle Condizio ni Economiche. 6. Il Tasso di Cambio, le spese e le commissioni di conversione valutaria, per i Bonifici in entrata ricevuti dalla Banca in divisa diversa dell Euro, sono indicati nelle Condizioni Economiche. 7. Qualora desideri usufruire del Servizio Bonifico al fine di godere di agevolazioni fiscali sui pagamenti effettuati, il Cliente Pagatore ha l onere di utilizzare l apposita sezione dell Area Riservata, valorizzando la corretta causale del versamento e compilando ogni altro campo richiesto, secondo le istruzioni presenti nel Portale Internet. L utilizzo di una sezione non idonea, così come l incompleta o l errata compilazione dei dati necessari per l esecuzione dell Operazione di Pagamento, nonché l utilizzo di un Servizio diverso dal Bonifico per agevolazioni fiscali, può pregiudicare, in maniera definitiva, la possibilità che vengano riconosciute al Cliente Pagatore le agevolazioni fiscali richieste. La Banca non si assume alcuna responsabilità nel caso in cui il Cliente Pagatore non osservi le previsioni del presente comma. B) PAGAMENTO INTERNO 1. Il Pagamento interno è un Operazione di Pagamento che consente di trasferire Fondi fra conti accesi presso la Banca. C) BOLLETTINO POSTALE 1. Il Servizio Bollettino postale consente il pagamento di bollettini, compilati dal Cliente Pagatore o premarcati, per adempiere ad obbligazioni pecuniarie con un Beneficiario correntista postale. 2. La disponibilità del Servizio dipende dalle condizioni di raggiungibilità nel Sistema dei Pagamenti di Poste Italiane e dei soggetti di cui quella società si avvale per svolgere il servizio nei riguardi dei propri Clienti Beneficiari. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 17

49 D) RICARICHE TELEFONICHE E TV DIGITALI 1. Il Servizio di Ricariche telefoniche e TV digitali consente al Cliente Pagatore di corrispondere il p rezzo di ricariche e acquisti di carte servizi per l importo prescelto tra quelli indicati, nei limiti e alle condizioni concesse dai singoli operatori di telecomunicazione indicati nel Portale Internet. 2. Gli ordini di acquisto delle carte servizi e gli ordini di ricarica vengono impartiti agli operatori tramite i sistemi informatici della Banca, ma quest ultima non è in alcun modo parte degli accordi fra il Cliente Pagatore ed i suddetti operatori. 3. La disponibilità del Servizio dipende dalla raggiungibilità degli operatori e dei soggetti di cui essi si avvalgono per offrire i loro servizi. E) BOLLETTINO BANCARIO FRECCIA 1. Il Servizio Bollettino bancario Freccia consente al Cliente Pagatore il pagamento di uno speciale bollettino precompilato dal Beneficiario o senza importo predeterminato. F) MODELLO F24 1. Servizio Modello F24 consente al Cliente Pagatore il pagamento di tasse o tributi inviando alla Banca deleghe su compilazione del modello F24. G) MAV (PAGAMENTO MEDIANTE AVVISO) 1. Il Servizio MAV consente al Cliente Pagatore il pagamento di un ordine di incasso di crediti in base al quale il Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario provvede all invio di un avviso al Cliente Pagatore contenente i dati del pagamento richiesto. H) RAV (RISCOSSIONE MEDIANTE AVVISO) 1. Servizio RAV consente al Cliente Pagatore il pagamento delle imposte iscritte a ruolo secondo un avviso cartaceo inviato dall ente Beneficiario al Cliente Pagatore. I) BOLLO ACI 1. Servizio Bollo ACI, disponibile nelle regioni italiane indicate nel Portale Internet, consente al Cliente Pagatore il versamento del bollo dovuto. La disponibilità del Servizio dipende dalla raggiungibilità di ACI e dei soggetti di cui quella società si avvale per svolgere il servizio di incasso. L) CANONE RAI 1. Il Servizio Canone RAI consente al Cliente Pagatore di versare il Canone RAI dovuto. 2. La disponibilità del Servizio dipende dalla raggiungibilità di RAI e dei soggetti di cui quella società si avvale per svol gere il servizio di incasso. M) SDD SEPA Art. 1 Addebiti Diretti Core 1. Il Servizio Addebiti Diretti Core attiva sul Conto del Cliente Pagatore la possibilità che vengano eseguiti Addebiti Diretti, a patto che il Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario abbia sede nella SEPA ed abbia aderito alle regole dei Rulebook SEPA SDD CORE. 2. La Banca accetta Addebiti Diretti Core solo in base alle regole SDD CORE ed in ogni caso li rifiuta se incompatibili con la qualifica di Consumatore che il Cliente ha dichiarato di possedere. 3. Il Cliente Pagatore acconsente all esecuzione dell Operazione di Pagamento da parte del Beneficiario solo ed esclusivament e rilasciando a quest ultimo uno specifico Mandato. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 18

50 4. Le modifiche e la revoca del Mandato sono gestite tra il Cliente Pagatore e il Beneficiario. Tuttavia, fermo restando quan to pattuito nell art. 25 della Sezione precedente, il Cliente Pagatore, seguendo la procedura descritta nel Portale Internet e comunque non oltre il giorno precedente alla data di scadenza, può chiedere alla Banca di rifiutare una richiesta di Addebito Diretto Core proveniente dal Beneficiario. Le Parti si danno reciprocamente atto del fatto che la Banca non risponde d i alcuna conseguenza della richiesta di rifiuto formulata dal Cliente ed inoltrata al Beneficiario. 5. Con riguardo alle Operazioni di Pagamento effettuate nell ambito del presente Servizio, la Banca non ha alcun obbligo di verificare né l esistenza del Mandato, né l esattezza delle istruzioni di prelievo pervenute dal Beneficiario. In ogni caso, comunque, la Banca può rifiutare le istruzioni provenienti dal Beneficiario se quest ultimo, nell inviarle alla Banca, non ha seguito correttamente le regole tecniche che disciplinano il funzionamento del Servizio. 6. Previa richiesta del Cliente Pagatore, in ogni caso, la Banca può chiedere al Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario informazioni relative al Mandato od una copia dello stesso. L ottenimento di tali informazioni o della copia del Mandato dipende dall assenso del Beneficiario. 7. Qualora l Addebito Diretto Core non possa avvenire alla data della scadenza, per la necessità di effettuare i controlli in dicati nei commi 2 e seguenti dell art. 25 della Sezione II o per mancanza di Fondi immediatamente disponibili (ed in questo caso solo qualora a sua esclusiva discrezione la Banca decida di non rifiutare comunque l esecuzione dell Operazione di Pagamento), l Addebito Diretto può avvenire in un giorno successivo. In questo caso, in deroga a quanto disposto nel precedente art. 18 comma 2 della Sezione II, la Data Valuta di addebito sarà comunque pari alla data di scadenza dell Operazione di Addebito Diretto Core. 8. Decorsi trentasei mesi dall ultima richiesta di Addebito Diretto Core da parte del Beneficiario, anche se non eseguita o oggetto di successivo rimborso, il Mandato in forza del quale è stata inviata tale richiesta può essere considerato revocato dalla Banca e quest ultima, conseguentemente, può rifiutarsi di eseguire le successive richieste di Addebito Diretto ad esso relative. 9. Nel caso di Addebiti Diretti Core, il diritto del Cliente di ottenere il rimborso dell Addebito Diretto entro otto settimane dalla data di addebito, ai sensi degli artt. 14 e 15 della Sezione precedente, non è sottoposto a condizioni. 10. Fermo quanto previsto nel comma precedente, qualora il Cliente Pagatore richieda un rimborso ai sensi degli artt. 13, 14 o 15 della Sezione II, la Banca può richiedere al Cliente i documenti o le informazioni rilevanti per gestire la richiesta di rimborso. 11. Il Beneficiario può dare corso ad un rimborso dell Addebito Diretto Core di propria iniziativa. In tale circostanza, la B anca accredita il Conto del Cliente Pagatore, senza assumersi alcun obbligo di verificare se l originaria richiesta di Addebito Diretto era stata addebitata o rigettata e se i Fondi siano stati restituiti o rimborsati. Art. 2 Procedure Seda e Seda Avanzato 1. Ferma l applicazione delle disposizioni di cui all articolo precedente in quanto non espressamente derogate nei commi seguenti, qualora il Beneficiario abbia richiesto alla Banca di gestire il Mandato conformemente alla procedura Seda e finché tale incarico perdura, la Banca può ricevere, per conto del Beneficiario e da parte del Cliente Pagatore, le seguenti dichiarazioni: a) richiesta di modifica del Mandato per quel che attiene l Identificativo Unico del Conto del Pagatore; b) revoca del Mandato ai sensi dell art. 7 co. 3 della Sezione II. 2. Inoltre, qualora il Beneficiario a cui il Cliente Pagatore desideri rilasciare un Mandato aderisca alla procedura Seda Avanzato, la Banca può ricevere tale Mandato per conto del Beneficiario. Resta in ogni caso fermo quanto disposto nel comma 5 del precedente articolo. N) RID 1. Il Servizio RID attiva sul Conto del Cliente Pagatore la possibilità che vengano eseguiti Addebiti Diretti, a patto che il Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario abbia aderito alla relativa procedura. 2. La Banca accetta addebiti solo con riferimento alle procedure RID Finanziario e RID a Importo Fisso e solo se le condizioni di revoca e rimborso comunicate dal Beneficiario sono coerenti con la qualità di Consumatore che il Cliente Pagatore ha dichiara to di possedere. 3. Il consenso all esecuzione dell Operazione di Pagamento può essere rilasciato sia alla Banca che al Beneficiario. In ogni caso, il Cliente Pagatore è obbligato a comunicare alla Banca le modifiche e la revoca del Mandato, secondo la procedura indicata nel Portale Internet. 4. La Banca è responsabile della mancata o inesatta esecuzione dell Operazione solo qualora abbia ricevuto le comunicazioni previste dai commi precedenti. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 19

51 5. Decorsi ventiquattro mesi dall ultima richiesta di Addebito Diretto da parte del Beneficiario, anche se non eseguita o oggetto di successivo rimborso, il consenso in forza del quale è stata inviata tale richiesta sarà considerato revocato e la Banca pu ò rifiutarsi di eseguire le successive richieste di Addebito Diretto ad esso relative. 6. La Banca ed il Cliente si danno reciprocamente atto del fatto che la prima non è in alcun modo parte dei rapporti intercorrenti fra il secondo ed il Beneficiario degli Addebiti Diretti. 7. I commi da 2 a 5 dell art. 25 della Sezione II si applicano al presente Servizio solo a far data dal 1 febbraio O) PAGAMENTO UTENZE 1. Il Servizio Pagamento utenze consente al Cliente di pagare le bollette inviategli dagli operatori Beneficiari. 2. La disponibilità del Servizio dipende dalla avvenuta stipulazione da parte della Banca di una convenzione con gli operatori Beneficiari. La lista degli operatori convenzionati è resa nota tramite il Portale Internet. La disponibilità del Servizio di pende dalla raggiungibilità degli operatori e dei soggetti di cui essi si avvalgono per svolgere il servizio di incasso. P) CONTOMAX ONE Art. 1 Premesse 1. contomax ONE è un Servizio regolato sul Conto in base ai termini delle presenti disposizioni. 2. Le somme depositate sul Conto per la fruizione del Servizio contomax ONE vengono contabilizzate in un apposito sottoconto, che costituisce parte della convenzione di conto corrente bancario. contomax ONE è un Servizio a tempo indeterminato. 3. Le condizioni di contomax ONE possono essere oggetto di proposta di modifica unilaterale nei limiti e con le modalità previste nelle Sezioni precedenti. Art. 2 Oggetto 1. Sulle somme depositate dal Cliente in contomax ONE la Banca riconosce un interesse maggiore rispetto a quello offerto sui Fondi immediatamente disponibili, in quanto tali somme non sono immediatamente esigibili, come specificato al comma Nel caso in cui il Cliente disponga una Prenotazione e/o nel caso in cui il Servizio non sia più attivo, per qualsiasi ragione (incluso il recesso), le somme depositate su contomax ONE sono esigibili solo dopo che sono decorsi trentatré giorni. Art. 3 Alimentazione e Prenotazioni su contomax ONE 1. Il Cliente può alimentare contomax ONE trasferendovi le somme disponibili sul Conto. Il Cliente può effettuare le Alimentazioni su contomax ONE utilizzando l'intero importo disponibile sul Conto ovvero solo parte di esso. Il Cliente può effettuare più Alimentazioni in momenti diversi, purché ciascuno superiore all'importo minimo predeterminato indicato nelle Condizioni Economiche. 2. Le Prenotazioni devono essere trasmesse dal Cliente alla Banca con un preavviso di trentatré giorni. Decorso tale termine le somme saranno automaticamente riaccreditate sul Conto. 3. Alle Prenotazioni non si applicano limiti di numero o di importo. 4. Il tasso d'interesse creditore, le modalità di liquidazione degli interessi e l'importo minimo per le Alimentazioni su contomax ONE sono indicati nelle Condizioni Economiche. 5. Gli interessi maturati sulle somme depositate in contomax ONE verranno liquidati mediante accredito sul Conto. 6. Durante il periodo di preavviso, gli interessi sulle somme prenotate saranno comunque riconosciuti al tasso applicato su contomax ONE. Art. 4 Recesso Cessazione 1. Oltre alle ipotesi elencate dall'art. 13 della Sezione I, si considera giustificato motivo di recesso da parte della Banca l utilizzo improprio di contomax ONE da parte del Cliente che abusi delle modalità di utilizzo del Servizio e della remunerazione offert a dalla Banca sulle somme depositate su contomax ONE anche rispetto agli altri Servizi offerti dalla Banca. A titolo esemplificativo si considera giustificato motivo di recesso il comportamento reiterato del Cliente consistente nell Alimentazione delle somme su contomax ONE e nell'immediata Prenotazione delle stesse. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 20

52 2. Nel caso in cui contomax ONE non sia più attivo incluso il caso di recesso, le somme saranno riaccreditate sul Conto solo decorsi trentatré giorni. Durante tale periodo le somme depositate su contomax ONE saranno comunque remunerate al tasso contomax ONE. Q) CONTOMAX VINCOLATO Art. 1 Ambito e limiti di applicazione 1. Attraverso il Servizio contomax VINCOLATO, il Cliente potrà costituire sulle somme depositate sul Conto dei Vincoli a scadenza predeterminata. 2. Per costituire un Vincolo il Cliente deve previamente indicare l importo da assoggettare a Vincolo, la scadenza del Vincol o, nonché la modalità di liquidazione degli interessi e del tasso di interesse creditore, mediante l Operazione di Attivazione. Per costituire il Vincolo il Cliente può utilizzare esclusivamente le somme disponibili sul Conto. 3. Il Cliente può scegliere le condizioni per la costituzione del Vincolo, di cui al comma precedente, tra le opzioni indicate nelle condizioni economiche riportate nel foglio informativo vigente alla data dell Operazione di Attivazione del Vincolo e fatto s alvo quanto previsto negli articoli successivi. La durata massima di ciascun Vincolo non potrà in ogni caso essere superiore al numero di giorni indicato nelle condizioni economiche. 4. La Banca si riserva la facoltà di rendere disponibili opzioni diverse rispetto a quelle attualmente disponibili. 5. Il Cliente non può costituire contemporaneamente un numero di Vincoli superiore a quello indicato nelle condizioni economiche di cui al foglio informativo vigente alla data dell Operazione di Attivazione. La Banca si riserva inoltre la faco ltà di determinare l ammontare minimo e/o massimo dei Vincoli per singolo rapporto e/o Cliente. In tal caso, tali limitazioni sono indicate nelle condizioni economiche riportate nel foglio informativo vigente alla data dell Operazione di Attivazione. 6. Ogni Vincolo è contabilizzato in un apposito sottoconto, che costituisce parte della convenzione di conto corrente bancario. Art. 2 Caratteristiche del Vincolo 1. Le somme assoggettate a Vincolo restano vincolate per tutta la durata del periodo indicato dal Cliente nella relativa Operazione di Attivazione. Conseguentemente il Cliente non potrà ottenere la disponibilità, neppure parziale, in via anticipa ta di tali somme. 2. Fermo quanto previsto nelle disposizioni che disciplinano il presente Servizio, i Vincoli attivati sono regolati dalle disposizioni di cui alle Sezioni I e II delle presenti Norme Contrattuali. In particolare, resta ferma l applicabilità, ai Vincoli, nei li miti in cui la legge lo consente, del disposto degli artt 14 Sezione I e 20 Sezione II. Le Condizioni Economiche riguardanti il tasso di interesse creditore e la durata del Vincolo, in ogni caso, non sono modificabili. 3. Il termine di scadenza del Vincolo decorre dalla relativa data di Attivazione. 4. L Attivazione di Vincoli non determina l emissione di alcun titolo di credito da parte della Banca. 5. Gli interessi matureranno dalla data di Attivazione (compresa) sino alla data di scadenza (esclusa). La liquidazione degli interessi avverrà sul Conto. Art. 3 Rimborso del Vincolo 1. Alla scadenza del Vincolo la somma vincolata sarà riaccreditata sul Conto. 2. Qualora il Vincolo venga meno per qualsiasi causa prima della scadenza del termine indicato in sede di Operazione di Attivazione, le somme vincolate, al netto degli interessi eventualmente già corrisposti in via anticipata, saranno remunerate al tasso del Conto indicato nelle Condizioni Economiche. 3. Il Vincolo non è rinnovabile a scadenza. Per costituire un ulteriore Vincolo sulle somme il Cliente dovrà effettuare una n uova Operazione di Attivazione. 4. In ogni caso di cessazione del presente Contratto, incluso il recesso, i Vincoli rimarranno in essere alle condizioni patt uite fino alla loro naturale scadenza. Le disposizioni del presente Contratto che non siano incompatibili con gli effetti del r ecesso continuano ad essere applicabili ai Vincoli in essere. Si applica l art. 13 comma 8 della Sezione I. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 21

53 R) CARTA DI DEBITO PARAGRAFO 1: DISPOSIZIONI GENERALI SULLA CARTA Art. 1 Oggetto 1. La Carta di Debito e i Codici descritti nel presente Paragrafo costituiscono Strumenti di Pagamento. 2. Il Cliente accetta consapevolmente il fatto che le Funzionalità previste nei paragrafi che seguono sono offerte tramite Si stemi di Pagamento interbancari nazionali ed internazionali gestiti da enti terzi (c.d. Gestori), caratterizzati dai Marchi distintivi che sono rappresentati graficamente sulla Carta e sono stati indicati al Cliente in sede di richiesta. 3. La Carta di Debito permette l uso delle Funzionalità Prelievo ATM, POS e POS Virtuale di seguito descritte. Inoltre, su richiesta del Cliente, la Carta potrà permettere l'uso delle Funzionalità che saranno rese disponibili dalla Banca in futuro. In partic olare, comunque, è facoltà della Banca rendere disponibili, tramite l uso della Carta di Debito, tutti o parte dei Servizi indicati nella presente Sezione, prevedendo l utilizzo di procedure analoghe a quelle descritte per l'utilizzo delle Funzionalità che seguon o. 4. Fermo in ogni caso quanto previsto dall art. 10 della Sezione I, l'utilizzo della Carta di Debito per le Funzionalità Prelievo ATM, POS e POS Virtuale dipende dall esistenza di Fondi immediatamente disponibili sul Conto. Di conseguenza, potrebbe non essere possibile utilizzare la Carta per l'esecuzione di Operazioni di Pagamento nel caso in cui non sia possibile per la Banca verificare in tempo reale la sussistenza di Fondi disponibili sufficienti per l esecuzione dell'operazione di Pagamento richiesta. 5. L utilizzo della Carta per le Funzionalità di seguito elencate o in futuro messe a disposizione dalla Banca, deve avvenire con le modalità indicate negli articoli seguenti. La Carta può essere utilizzata esclusivamente presso apparecchiature ATM o POS ovvero su pagine Internet contraddistinte dai Marchi citati, entro i limiti d importo, con le modalit à e alle condizioni indicate nelle condizioni economiche riportate nel foglio informativo vigente alla data dell Operazione. 6. Il Cliente, nel corso del rapporto, può concordare con la Banca tramite il Portale Internet la modifica dei limiti di impo rto, fermi restando i limiti indicati nelle Condizioni Economiche. 7. La Carta è concessa in comodato d uso dalla Banca al Cliente. Art. 2 Identificazione ed Autenticazione del Cliente 1. La Banca identifica il Cliente e autentica le sue richieste di esecuzione di Operazioni di Pagamento tramite l uso combina to della Carta di Debito e del Codice PIN e/o del Codice di Sicurezza ad essa associato. 2. Nell ambito della procedura di identificazione e Autenticazione ai fini dell'esecuzione di Operazioni di Pagamento, in alternativa all uso della Carta, al Cliente può essere richiesto di fornire il Codice PAN, il Codice di Verifica e la Data di Scadenza. Art. 3 Rilascio della Carta e dei Codici 1. Ad ogni Carta è attribuito un Codice PIN che viene elaborato e comunicato al Cliente dal Gestore con modalità che ne rendono impossibile la conoscenza da parte della Banca e di terzi. Il PIN non può essere modificato o ricalcolato. Lo smarrimento del Codice PIN determina l inutilizzabilità della Carta e comporta a carico del Cliente gli obblighi di comunicazione previsti nel successivo art Il Codice PAN, il Codice di Verifica e la Data di Scadenza sono impressi sulla Carta. 3. Il Codice di Sicurezza è prescelto dal Cliente con le modalità previste dal Gestore, che sono rese note dalla Banca mediante il Portale Internet. 4. La Carta, il PIN ed il Codice di Sicurezza vengono forniti al Cliente con le modalità di cui all art. 4 della Sezione I. 5. Nel caso in cui il Cliente non abbia provveduto alla registrazione della Carta secondo la procedura indicata nel Portale Internet, la Banca non autorizzerà l'esecuzione di Operazioni di Pagamento. Art. 4 Obblighi a carico del Cliente 1. Appena riceve la Carta, il Cliente ha l'obbligo di adottare tutte le misure idonee a garantire la sicurezza dei Codici e degli altri dispositivi di sicurezza che consentono l'utilizzo della Carta. 2. In ogni caso, il Cliente ha l obbligo di: a) non comunicare il PIN ed il Codice di Sicurezza a terzi; Data Edizione:30/06/2015 Pag. 22

54 b) non comunicare il PAN, il Codice di Verifica e la Data di Scadenza a terzi se non all atto della richiesta dell esecuzione di un Operazione di Pagamento e solo se essa è effettuata secondo le disposizioni del presente Contratto; c) non utilizzare sistemi di memorizzazione del PIN e del Codice di Sicurezza, siano essi analogici o digitali; d) non utilizzare sistemi di memorizzazione del PAN e del Codice di Verifica ulteriori rispetto alla stampa sulla Carta, sian o essi analogici o digitali; e) non consegnare la Carta a terzi; f) apporre la propria firma nell apposito spazio sul retro della Carta, se presente, all'atto della ricezione della stessa; g) in caso di scioglimento del presente Contratto, di cessazione del Servizio Carta di Debito, di scadenza della validità della Carta o di suo danneggiamento o deterioramento, restituire la Carta alla Banca mediante inoltro postale a mezzo raccomandata, dopo averla debitamente invalidata, mediante taglio in due parti lungo la banda magnetica e il chip, astenendosi dall effettuare nuove Operazioni; h) restituire la Carta, qualora non intenda più utilizzare tale Strumento di Pagamento prima della Data di Scadenza. Il Cliente dovrà restituire la Carta mediante inoltro postale a mezzo raccomandata, e solo dopo averla debitamente invalidata, mediante taglio in due parti lungo la banda magnetica e il chip. La restituzione della Carta da parte del Cliente non comporta recesso dal presente Contratto. Art. 5 Sostituzione della Carta 1. La sostituzione della Carta (indipendentemente da quali siano le ragioni per cui viene sostituita) e il rilascio di una nuova Carta (nell ipotesi in cui il Cliente si sia avvalso della facoltà prevista dal comma 2, lettera h) dell articolo che precede) possono comportare l addebito delle spese indicate nelle Condizioni Economiche. 2. In caso di scadenza, è facoltà della Banca di non procedere al rinnovo della Carta, purché ne dia Comunicazione all Utilizzatore con un preavviso di sessanta giorni rispetto alla Data di Scadenza. La stessa facoltà è attribuita al Cliente, il quale deve, con lo stesso termine di preavviso, comunicare alla Banca l intenzione di non ricevere una Carta rinnovata. 3. La Banca ha in ogni caso la facoltà di consegnare una Carta rinnovata, in luogo di quella scaduta o riconsegnata, che: - operi su circuiti diversi rispetto alla precedente giunta a scadenza, purché i circuiti siano di analoga diffusione; - preveda un diverso termine di validità; - sia dotata di nuove Funzionalità connesse anche all evoluzione degli Strumenti di Pagamento. 4. Resta inteso che la sostituzione e/o il rinnovo della Carta non comportano novazione del presente Contratto. Art. 6 Blocco della Carta 1. In caso di smarrimento ovvero furto, rapina, appropriazione indebita o uso non autorizzato da parte di terzi della Carta o dei Codici, il Cliente è tenuto a: a) chiedere immediatamente il blocco della Carta, telefonando in qualunque momento al Numero Verde (attivo 24 ore su 24) comunicato dalla Banca e indicato nell apposita sezione del Portale Internet, comunicando le informazioni indispensabili per procedere al blocco della Carta stessa (nome, cognome, luogo e data di nascita del Cliente) e annotando il numero di blocco che gli viene comunicato dall operatore nel corso della telefonata, ovvero inviando un SMS in risposta alla ricezione di un SMS riepilogativo dell avvenuta operazione di prelievo o di pagamento tramite POS. In tale ultimo caso, il Cliente deve aver previamente attivato il servizio informativo via SMS, di cui all art. 6 co. 10 della Sezione I del prese nte contratto, come disciplinato nel Portale Internet; b) denunciare l accaduto all Autorità Giudiziaria o di Polizia entro quarantotto ore dal momento in cui effettua la telefonata di cui alla lettera a) sopra; e c) entro due Giornate Operative dalla data in cui il Cliente ha effettuato la telefonata al Numero Verde o inviato l SMS di blocco, di cui alla lettera a) sopra riportata, confermare l avvenuta segnalazione di blocco alla Banca mediante lettera raccomandata A.R., telegramma, fax o messaggio di posta elettronica, fornendo, non appena possibile, copia della denuncia presentata all Autorità Giudiziaria o di Polizia ed indicando il numero di blocco. 2. Nel caso di impossibilità di utilizzo del Numero Verde o del servizio di blocco della Carta via SMS, il Cliente è tenuto comunque a segnalare nel più breve tempo possibile l accaduto alla Banca mediante lettera raccomandata A.R., telegramma, fax o messaggio di posta elettronica, fornendo, non appena possibile, copia della denuncia presentata all Autorità Giudiziari a o di Polizia. 3. Appena ricevuta la segnalazione di cui sopra, la Banca provvederà al blocco della Carta senza che il Cliente debba sostenere alcuna spesa. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 23

55 Fermo quanto previsto dall'art. 12 della Sezione II, in caso di esecuzione di Operazioni con la Carta da parte di soggetti te rzi, la segnalazione di cui al presente articolo è opponibile alla Banca: a) dalla data e ora della Comunicazione del numero di blocco da parte dell operatore del Numero Verde o, in alternativa, dalla ricezione dell SMS di blocco; b) dalle ore 9.00 della prima Giornata Operativa successiva a quella della segnalazione alla Banca nel caso di impossibilità di utilizzo del Numero Verde o del servizio di blocco della Carta via SMS, salvi in ogni caso gli eventi di forza maggiore (ivi compreso lo sciopero) riguardanti la Banca ed i suoi corrispondenti anche non bancari. 4. La Banca rende noti al Cliente le modalità e i termini in cui è possibile inibire le Funzionalità della Carta attraverso i l Portale Internet. Art. 7 Addebito in conto e prova delle operazioni 1. La Banca addebita sul Conto le Operazioni compiute dal Cliente mediante l'utilizzo della Carta in base alle registrazioni effettuate automaticamente dall apparecchiatura presso la quale è stata eseguita l Operazione o, nel caso di Operazioni compiute per via telematica, in base al flusso di dati ricevuto dal Sistema di Pagamento. 2. Il momento in cui avviene la registrazione ai sensi del comma 1 è da intendersi quale momento di ricezione dell Ordine di Pagamento. 3. L Ordine di Pagamento impartito tramite la Carta è irrevocabile. 4. Nei limiti consentiti dalla legge, la ricevuta rilasciata dalle apparecchiature al momento dell'esecuzione dell Operazione costituisce prova dell addebito dell'operazione sul Conto, fatto salvo il caso in cui le apparecchiature o il Beneficiario in formino preventivamente il Cliente dell impossibilità del rilascio della ricevuta e il Cliente decida di eseguire comunque l Operazione. In tal caso, costituisce prova dell'addebito, nei limiti consentiti dalla legge, la documentazione dell emittente e ogni altro m ezzo di prova non documentale. 5. Nel caso in cui l'operazione di Pagamento eseguita con la Carta sia in valuta diversa dall'euro, il Tasso di Cambio per la determinazione del controvalore in Euro è determinato dal circuito internazionale di riferimento su cui è stata effettuat a l Operazione, come indicato nelle condizioni economiche riportate nel foglio informativo vigente al momento dell Operazione. Art. 8 Spese e commissioni 1. Le spese e le commissioni applicate al Cliente in relazione all uso del Servizio sono indicate nelle Condizioni Economiche. Art. 9 Responsabilità 1. La Banca non risponde né delle conseguenze derivanti al Cliente dal mancato o difettoso funzionamento delle apparecchiature elettroniche, né delle inadempienze degli operatori che intervengono nel circuito dei Servizi di Pagamento. 2. Salvo che la Banca abbia agito con dolo o colpa grave, la Banca non è responsabile delle conseguenze derivanti al Cliente da eventuali e temporanee interruzioni delle Funzionalità, qualunque sia la causa. Art. 10 Caratteristiche delle apparecchiature eroganti 1. Salvo quanto previsto nel successivo Paragrafo 5, le Funzionalità sono rese disponibili mediante ATM e POS fisici. 2. Le Operazioni da effettuarsi tramite le apparecchiature sono consentite: a) durante l orario di apertura al pubblico, qualora l apparecchio sia situato all interno di sportelli bancari o di altri locali aperti al pubblico, come nel caso di POS in esercizi commerciali; b) in ogni caso, negli orari di funzionamento in circolarità della Funzionalità, fatte salve eventuali interruzioni temporanee imputabili al centro applicativo e/o autorizzativo delegato. 3. L ubicazione degli ATM e dei POS è determinata dagli enti installatori e dagli esercenti convenzionati, i quali si riserva no la facoltà di modificare tale ubicazione, nonché di sospendere od abolire la Funzionalità. 4. In caso di utilizzo errato o comunque difforme dalle presenti disposizioni della Carta, ovvero per motivi di sicurezza, lo sportello automatico (ATM) può trattenere la Carta. In tal caso, il Cliente è tenuto a contattare la Banca. 5. In caso di difettoso funzionamento delle apparecchiature, il Cliente è tenuto a non effettuare ulteriori Operazioni. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 24

56 Art. 11 Controversie con gli esercizi commerciali (POS) 1. Il Cliente prende atto del fatto che la Banca è estranea ai rapporti fra il Cliente e gli esercizi convenzionati. Conseguentemente, il Cliente e la Banca convengono espressamente che quest'ultima non ha alcuna responsabilità per qualsivoglia controversia in ogni modo derivante da tali rapporti. 2. In particolare, l esistenza di eventuali controversie tra il Cliente e l esercente convenzionato non inficia la validità d egli addebiti effettuati dalla Banca sul Conto in relazione ad Operazioni autorizzate effettuate dal Cliente con la Carta. PARAGRAFO 2 FUNZIONALITÀ ATM ITALIA Art. 1 Funzionalità di prelevamento 1. La Funzionalità consente al Cliente di prelevare denaro contante in Italia presso sportelli automatici (ATM) contraddistin ti dal Marchio indicato dalla Banca in sede di richiesta di emissione della Carta. PARAGRAFO 3 FUNZIONALITÀ POS ITALIA Art. 1 Funzionalità POS 1. La Funzionalità consente al Cliente di disporre pagamenti in Italia a favore dei soggetti convenzionati, mediante qualunqu e apparecchiatura (POS) contrassegnata o comunque individuata dal Marchio indicato dalla Banca in sede di richiesta di emissione della Carta. PARAGRAFO 4 FUNZIONALITÀ ATM/POS ESTERI Art. 1 Prelevamento e pagamento 1. La Funzionalità consente di prelevare denaro contante in Italia e all estero, presso tutti gli sportelli automatici (ATM) attivi nei paesi aderenti al circuito contrassegnato con il Marchio indicato dalla Banca in sede di richiesta di emissione della Carta. 2. La Funzionalità consente, altresì, di effettuare, mediante ordine irrevocabile di giroconto, pagamenti in Italia e all estero presso gli esercizi che hanno installato terminali nei punti di vendita (POS) contrassegnati dal Marchio indicato dalla Banca in sede di richiesta di emissione della Carta. 3. La Funzionalità opera, di norma, negli orari vigenti nei singoli paesi e con i vincoli di orario del centro autorizzativo di riferimento. Art. 2 Moneta, Valuta addebito e Tasso di Cambio 1. Gli ATM ed i POS effettuano le Operazioni descritte nel precedente art. 1 nella moneta aven te corso legale nel Paese in cui sono installati. 2. Agli addebiti relativi alle Operazioni effettuate con la Carta vengono applicati la valuta del giorno in cui l Operazione viene eseguita ed il Tasso di Cambio calcolato secondo le modalità previste nelle condizioni economiche riportate nel foglio informativo vigente al momento dell Operazione. PARAGRAFO 5 FUNZIONALITÀ POS VIRTUALE Art. 1 Modalità delle Operazioni 1. Il Cliente può richiedere l effettuazione di Operazioni di Pagamento in modalità online accedendo ai siti Internet degli esercenti convenzionati contenenti POS virtuali contrassegnati dal Marchio indicato dalla Banca in sede di richiesta di emissione della Carta. 2. Non verranno autorizzate Operazioni online nel caso in cui il Cliente non abb ia provveduto alla relativa registrazione della Carta. 3. In caso di difettoso funzionamento dei siti Internet, il Cliente è tenuto a non effettuare ulteriori Operazioni. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 25

57 Art. 2 Attivazione e disponibilità POS virtuali 1. L esistenza di POS virtuali è determinata dai gestori dei siti Internet, i quali si riservano la facoltà di modificarne le caratteristiche, nonché di sospendere od abolire la Funzionalità. 2. L accesso ai POS virtuali può essere condizionato all utilizzo di particolari programmi per elaboratore elettronico o a particolari restrizioni di orario, di luogo o di modalità d accesso. Tali condizioni sono unilateralmente decise dai gestori dei siti Internet, senza che la Banca possa essere ritenuta responsabile delle suddette decisioni. 3. In ogni caso, la Funzionalità opera, di norma, negli orari vigenti nei singoli paesi e con i vincoli di orario del centro autorizzativo parte del Sistema dei pagamenti. Art. 3 Moneta, Valuta addebito e Tasso di Cambio 1. I POS virtuali effettuano le Operazioni nella moneta avente corso legale nel Paese ove avviene la transazione, subordinatamente a quanto disposto in merito dalle banche estere e dai circuiti internazionali. 2. Agli addebiti relativi alle Operazioni effettuate con la Carta vengono applicati la valuta del giorno in cui l Operazione viene eseguita ed il Tasso di Cambio calcolato secondo le modalità previste nelle condizioni economiche riportate nel foglio informativo vigente al momento dell Operazione. Art. 4 Controversie con gli esercizi commerci ali (POS virtuali) 1. Il Cliente prende atto del fatto che la Banca è estranea ai rapporti fra il Cliente e gli esercizi convenzionati. Conseguentemente, il Cliente e la Banca convengono espressamente che la Banca non ha alcuna responsabilità per qualsivoglia controversia in ogni modo derivante da tali rapporti. 2. In particolare, l esistenza di eventuali controversie tra il Cliente e l esercente convenzionato non inficia la validità d egli addebiti effettuati dalla Banca sul Conto in relazione ad Operazioni autorizzate effettuate dal Cliente con la Carta. S) ALTRI SERVIZI DI PAGAMENTO ELETTRONICI 1. Nei limiti in cui il loro funzionamento sia analogo a quello dei Servizi descritti nella presente Sezione, è facoltà della Banca rendere disponibili al Cliente ulteriori Servizi di Pagamento elettronici, attivandone le relative funzionalità nell Area Ri servata contomax. T) TRASFERIBILITA DEI SERVIZI DI PAGAMENTO E/O DEI FONDI DISPONIBILI 1. Il Cliente può disporre il trasferimento dei Servizi di Pagamento indicati nel Portale Internet, nonché dei Fondi disponibili, con o senza chiusura del rapporto in essere con la Banca. 2. A tal fine, è cura del Cliente che intenda trasferire, in tutto o in parte, i Servizi di Pagamento attivati e/o i Fondi disponibili, la compilazione, la sottoscrizione e la trasmissione di un apposito modulo di richiesta, disponibile nel Portale Internet. 3. Per quanto non disciplinato in questa sede, si rimanda espressamente a quanto prescritto e regolato all interno del Portale Internet. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 26

58 SEZIONE IV INFORMATIVA PRIVACY Art. 1 Premessa Ai sensi dell'articolo 13 del Codice Privacy in materia di protezione dei dati personali, la Banca, in qualità di "Titolare" del trattamento, è tenuta a fornire al Cliente ( Interessato ) informazioni in merito all'utilizzo dei Suoi dati personali. Art. 2 Fonte dei dati personali I dati personali oggetto di operazioni di trattamento da parte della Banca sono forniti, anche attraverso le Tecniche di Comunicazione a Distanza di cui la stessa si avvale (quali il sito internet), direttamente dal oggetto cui i dati personali si riferiscono ("Interessato"). In certe specifiche ipotesi, nei limiti in cui sia consentito dalla normativa in materia di protezione dei dati personali, i dati personali possono inoltre essere acquisiti direttamente dalla Banca nell'esercizio della propria attività o presso soggetti terzi per fini di informazione commerciale, ricerche di mercato, offerte dirette di prodotti o servizi, a pat to che i relativi interessati abbiano consentito all'utilizzo dei loro dati personali, per tali finalità, da parte di altri titolari del trattamento, come la Banca. In quest'ultimo caso, la Banca avrà cura di rendere agli Interessati le informazioni di cui in premessa all'at to della registrazione dei dati che li riguardino o, comunque, non oltre la prima eventuale comunicazione. Art. 3 Finalità del trattamento I dati personali sono trattati nell'ambito della normale attività della Banca per le seguenti finalità: a) esecuzione di obblighi derivanti da contratti stipulati con la Banca e/o adempimento, prima della conclusione del contratto, di specifiche richieste dell'interessato; b) adempimento di obblighi previsti dalla legge, da regolamenti o dalla normativa comunitaria, ivi incluse a titol o esemplificativo: i) le operazioni di trattamento connesse all'adempimento degli obblighi imposti dal Decreto Anti-Riciclaggio in materia di contrasto del riciclaggio e consistenti, tra l'altro, nelle attività di adeguata verifica della clientela, anche t ramite controllo costante nel corso della durata del rapporto mirato a verificare la compatibilità delle operazioni effettuate con la conoscenza che la Banca ha del Cliente; di registrazione e conservazione della documentazione e delle informazioni acquisite per la durata di dieci anni dalla data di esecuzione di singole operazioni rilevanti o di chiusura del rapporto; di segnalazione all'unità di Informazione Finanziaria (UIF) di eventuali operazioni sospette effettuate dai propri clienti; ii) le operazioni di trattamento connesse agli obblighi di comunicazione imposti per finalità di contrasto del terrorismo e di commercializzazione di materiale pedopornografico; iii) le comunicazioni previste nei confronti dell'anagrafe tributaria, per finalità di contrasto dell'evasione fiscale. c) altre attività funzionali alla Banca, effettuate mediante lettera, telefono Tecniche di Comunicazione a Distanza (quali sistemi automatizzati di chiamata, SMS, MMS, posta elettronica, fax etc, in relazione alle quali l'interessato ha facoltà di manifestare o meno il proprio consenso. In particolare la Banca, subordinatamente allo specifico consenso fornito per ciascuna di esse dall'interessato, potrà svolge re attività di: i) ricerche di mercato volte a rilevare il grado di soddisfazione dell'interessato sulla qualità dei servizi resi e sull'attività svolta dalla Banca, eseguite direttamente oppure tramite società specializzate; ii) informazione commerciale, offerte di prodotti/servizi della Banca, invio di proprie newsletter di cultura economica e finanziaria, eseguite direttamente oppure tramite società specializzate; iii) informazione commerciale ed offerte di prodotti/servizi di società terze effettuate direttamente dalla Banca. In merito alle finalità sub a) e b), la Banca informa il Cliente che il trattamento dei suoi dati personali da parte della Banca, anche per ciò che concerne la loro comunicazione ai soggetti di cui al successivo articolo 6, nei limiti in cui tale comunicazione risulti funzionale al perseguimento delle relative finalità, non necessita del suo consenso in quanto trattamento necessario p er l'esecuzione di obblighi derivanti dal contratto stesso e/o per l'esecuzione di prestazioni richieste dal Cliente, nonché per ottemperare ad obblighi di legge. Per quanto concerne invece la finalità sub c), ciascun Interessato ha diritto di non acconsentire, oltre che di opporsi, in qualsiasi momento, allo svolgimento delle relative operazioni di trattamento da parte della Banca. L'unica conseguenza derivante da tale rifiuto sarà l'impossibilità per l'interessato di beneficiare dei relativi servizi, senz a che questo comporti conseguenze pregiudizievoli nel rapporto contrattuale. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 27

59 Art. 4 Modalità di trattamento dei dati In relazione alle finalità descritte nel precedente articolo, il trattamento dei dati personali avviene mediante strumenti manuali, informatici e telematici con logiche strettamente correlate alle finalità sopra evidenziate e, comunque, in modo da garantire la sicurezza, la protezione e la riservatezza dei dati stessi (con particolare riguardo al caso di utilizzo di tecniche di comunicazione a distanza). Art. 5 Categorie di dati oggetto di trattamento Limitatamente a quanto necessario per l esecuzione di obblighi derivanti dal contratto stesso e/o per l esecuzione di prestazioni richieste dal Cliente, la Banca, per poter dar corso alle relative operazioni, può avere la necessità di trattare alcuni dati personali che la normativa in materia di protezione dei dati personali definisce come sensibili (es.: dati personali idonei a rivelare l origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, le opinioni politiche, i dati idonei a rilevare lo stato di salute, l a vita sessuale etc.). Per tale tipologia di dati la normativa in materia di protezione dei dati personali richiede il consenso scritto dell Interessato. La Banca informa il Cliente che tale consenso risulta necessario ai fini dell instaurazione del rapporto co n la stessa in quanto in assenza del suo consenso, la Banca non potrebbe dar seguito alle operazioni richieste dal Cliente che comportassero la conoscenza di dati sensibili. I dati di natura sensibile, eventualmente acquisiti, saranno trattati, atten endosi interamente a quanto stabilito in proposito dalla normativa in materia di protezione dei dati personali, anche in ottemperanza alle autorizzazioni emesse, di volta in volta dal Garante per la protezione dei dati personali con riferimento alle operazion i di trattamento riguardanti dati sensibili. Le operazioni di trattamento riguarderanno, altresì, dati personali "comuni", relativi tanto a clienti che a potenziali clienti quali il nome, l'indirizzo, i dati di identificazione personale, il codice fiscale, gli estremi identificativi di altri rapporti ba ncari (ABI, CAB, numero di conto corrente), contatti telefonici e telematici etc. Art. 6 Categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di Responsabili o Incaricati Nei limiti in cui ciò risulti strettamente necessario per il perseguimento delle finalità descritte all articolo 3 la Banca necessita di comunicare, in Italia e all'estero, i dati personali dell Interessato a soggetti terzi, appartenenti alle seguenti categorie: a) soggetti che svolgono servizi bancari, finanziari ed assicurativi; b) autorità e organi di vigilanza e controllo con funzioni di rilievo pubblico (es.: UIF, Banca d'italia, Agenzia delle Entrate, Centrale di Allarme Interbancaria, Centrale Rischi della Banca d'italia, Autorità Giudiziaria, in ogni caso solo nei limiti in cui ricorrano i presupposti stabiliti dalla normativa applicabile); c) altre società del gruppo di cui è parte la Banca, o comunque società controllanti, controllate o collegate, anche con riferimento alla segnalazione di operazioni sospette effettuate ai sensi della normativa in materia di contrasto al riciclaggio; d) soggetti che provvedano a confrontare i dati forniti dagli Interessati con quelli disponibili su pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili a chiunque, al fine di verificarne la veridicità, anche in ottemperanza agli obblighi di adeguata verifica imposti dal Decreto Anti-Riciclaggio, oltre che l'eventuale esistenza di protesti e iscrizioni pregiudizievoli; e) soggetti che effettuano servizi di acquisizione, lavorazione ed elaborazione dati necessari per l'esecuzione delle disposizioni ricevute dalla clientela; f) soggetti che forniscono servizi per la gestione del sistema informativo della Banca e delle reti di telecomunicazioni (ivi compresa la posta elettronica); g) soggetti che svolgono attività di trasmissione, imbustamento, trasporto e smistamento delle comunicazioni con l'interessato; h) soggetti che svolgono attività di archiviazione della documentazione e data entry; i) soggetti che svolgono attività di assistenza alla clientela (anche telefonicamente); j) società di gestione di sistemi nazionali e internazionali per il controllo delle frodi ai danni delle banche e degli intermediari finanziari; k) studi o società nell'ambito di rapporti di assistenza e consulenza; l) soggetti che effettuano ricerche di mercato volte a rilevare il grado di soddisfazione della clientela sulla qualità dei servizi e sull'attività svolta dalla Banca; Data Edizione:30/06/2015 Pag. 28

60 m) soggetti che svolgono attività di promozione e vendita di prodotti/servizi della Banca e delle altre società del gruppo di cui è parte la Banca; n) soggetti che svolgono adempimenti di controllo, revisione e certificazione delle attività poste in essere dalla Banca anche nell'interesse della clientela; o) soggetti che effettuano il servizio di "Corporate Banking Interbancario". I soggetti appartenenti alle categorie sopra riportate operano in totale autonomia come distinti titolari del trattamento o i n qualità di Responsabili del trattamento all'uopo nominati dalla Banca, il cui elenco costantem ente aggiornato è disponibile presso la Banca stessa. I dati personali del Cliente potranno inoltre essere conosciuti dai dipendenti della Banca, i quali sono stati appositamente nominati, a seconda dei compiti e delle responsabilità assegnate, Responsabili o Incaricati del trattamento. I dati trattati dalla Banca non sono, in ogni caso, oggetto di diffusione. Art. 7 Diritti dell'interessato La informiamo, infine, che la normativa in materia di protezione dei dati personali conferisce agli Interessati la po ssibilità di esercitare specifici diritti. In particolare, l'interessato può ottenere: a) conferma dell'esistenza o meno di dati che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile; b) informazioni circa l'origine dei dati personali, le finalità e le modalità del trattamento nonché la logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; c) indicazione degli estremi identificativi del Titolare e dei responsabili, nonché dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati del trattamento; d) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge - compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati - nonché l'aggiornamento, la rettificazione o, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati. A questo proposito, l'interessato può ottenere l'attestazione che tali operazioni sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. L'Interessato può altresì opporsi, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertin enti allo scopo della raccolta. Può inoltre opporsi al trattamento di dati personali ai fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. Art. 8 Titolare e Responsabili del trattamento Il Titolare del trattamento dei dati personali di cui alla presente Informativa è BANCA IFIS S.p.A., con sede in Venezia -Mestre, via Terraglio 63, CAP 30174, iscritta all'albo delle banche al n La Banca ha nominato quale Responsabile preposto per il riscontro all'interessato, in caso di esercizio dei diritti di cui all articolo 7, il Direttore Generale, domiciliato per le proprie funzioni presso la sede di BANCA IFIS S.p.A. Le richieste di cui al precedente articolo 7 possono essere presentate a detto Responsabile per iscritto o mediante messaggio di posta elettronica inviata a Le richieste di cui al precedente articolo 7, lett. a), b) e c) possono essere formulate anche oralmente. L'elenco costantemente aggiornato dei Responsabili del trattamento è disponibile presso la sede della Banca nonché sul sito internet INFORMATIVA ALLA CLIENTELA (PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI NEL L'AMBITO DELLE ATTIVITÀ SVOLTE DALLO SWIFT) Ai sensi dell'art. 13 del Codice sulla protezione dei dati personali, La informiamo che, per dare corso ad operazioni finanzi arie internazionali (ad es., un bonifico transfrontaliero) ed alcune specifiche operazioni in ambito nazionale richieste dalla clientela, è necessario utilizzare un servizio di messaggistica internazionale. Il servizio è gestito dalla "Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication" (SWIFT) avente sede legale in Belgio (v. per l'informativa sulla protezione dati). Data Edizione:30/06/2015 Pag. 29

61 La banca da cui l'operazione trae origine comunica a SWIFT (titolare del sistema SWIFTNet Fin) dati riferiti a chi effettua le transazioni (quali, ad es., i nomi dell'ordinante, del beneficiario, e delle rispettive banche, le coordinate bancarie e la somma) e necessari ad eseguirle. Allo stato, le banche non potrebbero effettuare dette operazioni richieste dalla clientela senza utilizzare questa rete interbancaria e senza comunicare ad essa i dati sopraindicati. A questo proposito, si precisa che i dati personali detenuti da SWIFT potrebbero essere comunicati al Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti d'america, secondo quanto stabilito dall'"accordo tra l'unione Europea e gli Stati Uniti d'america sul trattamento e il trasferimento di dati di messaggistica finanziaria dell'unione Europea e degli Stati Uniti ai fini del progr amma di controllo delle transazioni finanziarie dei terroristi" datato 28 giugno 2010 (l'accordo). In particolare, ai sensi dell'accordo, il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti d'america può presentare, nei confronti di SWIFT, ordinanze di produzione allo scop o di ottenere dati necessari per la prevenzione, l'indagine, l'accertamento o l'azione penale nei confronti del terro rismo o del suo finanziamento, che siano conservati nel territorio dell'unione Europea. Si precisa che l'accordo prevede, comunque, garanzie specifiche a tutela della privacy dei soggetti interessati, quali, tra le altre, la necessità di redigere l'ordine di produzione secondo criteri specifici indicati nell'accordo (in particolare per ciò che concerne la motivazione della richiesta) e la necessità d i fornire copia dello stesso all'europol, per verifica della sua validità, prima di procedere al riscontro. Si precisa, altresì, che, ai sensi degli articoli 15 e 16 dell'accordo, l'esercizio dei diritti di accesso, rettifica, cancellazione o blocco rispetto ai dati trattati ai sensi dell'accordo, va effettuato tramite apposita richiesta alla competente autorità di protezione dei dati personali nell'unione Europea e, dunque, nel caso dell'italia al Garante per la protezione dei dati personali. Si rammenta, in ogni caso, che l'interessato conserva i diritti di cui all'articolo 7 del Codice in materia di protezione dei dati personali con riferimento ai dati personali che la Banca provvederà a comunicare a SWIFT. GLOSSARIO Addebito Diretto Un Servizio di Pagamento per l addebito del Conto di Pagamento di un Pagatore in base al quale, a seconda del Servizio richiesto, un Operazione di Pagamento è disposta dal Beneficiario in base al consenso dato dal Pagatore al Beneficiario o al Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario o al Prestatore di Servizi di Pagamento del Pagatore medesimo. Alimentazione Un trasferimento di denaro effettuato dal Cliente su contomax ONE utilizzando i Fondi disponibili sul Conto. Area Riservata contomax Una particolare sezione del Portale Internet per l accesso alla quale il Cliente deve essere identificato con modalità sicure. Essa è raggiungibile all indirizzo https://secure.contomax.it. ATM Postazioni automatiche per l'utilizzo delle carte nelle Funzionalità previste. Attivazione L'attivazione di un Vincolo sul contomax VINCOLATO in base alle procedure determinate dalla Banca. Autenticazione Una procedura che consente alla Banca di verificare l identità del Cliente attraverso l utilizzo di uno specifico Strumento di Pagamento, inclusi i relativi dispositivi personalizzati di sicurezza. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 30

62 Banca Banca IFIS S.p.A. con sede legale in Venezia Mestre, Via Terraglio 63, Iscritta all Albo delle Banche tenuto dalla Banca d Italia al n. 5508, Numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Venezia e Codice Fiscale Partita IVA Capitale Sociale Euro Capogruppo del Gruppo bancario Banca IFIS S.p.A., iscritto all albo dei Gruppi bancari, aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, all ABI. Beneficiario Il Cliente o altro soggetto terzo, sia persona fisica che giuridica, titolare o meno di un Conto di Pagamento, che sia destinatario dei Fondi oggetto dell Operazione di Pagamento. BIC (Bank Identifier Code) Codice alfabetico o alfanumerico che individua in modo univoco le istituzioni finanziarie sulla rete SWIFT. Canali Alternativi Sono le Tecniche di Comunicazione a Distanza diverse dall uso dell Area Riservata contomax, ovvero: 1) l utenza cellulare in uso esclusivo al Cliente; 2) posta elettronica agli indirizzi di posta elettronica indicati dalla Banca nel Portale Internet e dal Cliente ne ll Area Riservata contomax; 3) posta all indirizzo di residenza o di domicilio del Cliente; 4) Call center; 5) Portale Internet; 6) Casella Postale; 7) l utenza fax indicata nel Portale Internet; 8) altri Canali telematici di volta in volta comunicati dalla Banca al Cliente secondo le modalità previste nella Sezione I. Carta di Debito (o Carta) La Carta di Debito mediante la quale il Cliente può effettuare Operazioni di Pagamento in base ai termini del presente Contratto. Casella Postale Il seguente indirizzo: Cliente SERVIZIO CLIENTI CONTOMAX MILANO RECAPITO ISOLA CASELLA POSTALE MILANO MI Il Consumatore residente, anche a fini fiscali, in Italia titolare del rapporto con la Banca in relazione all'apertura del Conto. Codice Cliente Il numero assegnato dalla Banca che identifica univocamente il Cliente nei sistemi informatici della Banca. Codice di Sicurezza Codice associato dal Gestore del circuito di pagamento della Carta di Debito al fine di autenticare l uso della Carta. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 31

63 Codice Monouso Codice generato dal Token o spedito via SMS al Cliente necessario per autenticare l uso del Codice Cliente Codice PAN Codice che identifica univocamente una Carta di Debito e quindi il Cliente detentore. Codice PIN Codice assegnato dal Gestore del circuito di pagamento della Carta di Debito al fine di autenticare l uso della Carta. Codice di Verifica Codice che, inserito assieme al PAN, permette di presumere che il soggetto che utilizza la Carta ne sia in possesso fisicamente. Comunicazioni Tutta la corrispondenza tra Banca e Cliente, effettuata su supporto cartaceo o telematico, non avente direttamente ad oggetto l effettuazione di Operazioni o il conferimento di Incarichi. Condizioni Economiche Salvo che nel presente Contratto sia indicato altrimenti, le condizioni economiche applicabili al Conto e ai Servizi, come riportate nel documento di sintesi, che è parte integrante del presente Contratto, ed eventualmente modificate dalla Banca in conformità ai termini del presente Contratto e alle norme di legge. Consumatore La persona fisica che apre il Conto per scopi estranei all attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta (ai sensi dell articolo 3, comma 1 lettera a), del d.lgs. 6 settembre 2005, n. 206). Conto Il conto corrente bancario on-line denominato "contomax" aperto dal Cliente con la Banca in base ai termini del presente Contratto. Conto di Pagamento Un conto intrattenuto presso un Prestatore di Servizi di Pagamento da uno o più Utilizzatori di Servizi di P agamento per l esecuzione di Operazioni di Pagamento; ai fini del presente Contratto verrà utilizzata la dicitura Conto, per riferirsi all a rappresentazione contabile dei rapporti fra Banca e Cliente originante dalla convenzione di conto corrente. Contratto L insieme delle disposizioni contenute nel presente documento e delle ulteriori previsioni che potranno essere concordate in futuro tra le Parti aventi ad oggetto il Conto. Più precisamente, il Contratto è costituito dalle presenti disposizioni, dette Norme contrattuali, dalle Condizioni Economiche e dal Modulo di Apertura. Cut-off Termine dopo il quale le richieste inviate dal Cliente si ritengono ricevute dalla Banca la Giornata Operativa successiva. Data di Scadenza La data di scadenza della Carta, decorsa la quale quest ultima diventa inutilizzabile. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 32

64 Data Valuta La data di riferimento usata da un Prestatore di Servizi di Pagamento per il calcolo degli interessi applicati ai Fondi addeb itati o accreditati su un Conto di Pagamento. Fondi A seconda dei Servizi messi a disposizione dalla Banca, le banconote e la moneta scritturale. Funzionalità Descrivono le singole Operazioni di Pagamento che il Cliente Pagatore può porre in essere utilizzando la Carta di Debito, com e specificate nella Sezione III. Gestore L ente gestore del Sistema di Pagamento utilizzato per effettuare Operazioni di Pagamento con la Carta di Debito. Giornata Operativa Il giorno in cui la Banca o altro Prestatore di Servizi di Pagamento del Pagatore o del Beneficiario coinvolto nella esecuzione di un Operazione di Pagamento sono operativi, tenendo anche conto del funzionamento del Sistema dei pagamenti, in base a quanto è necessario per l esecuzione dell Operazione di Pagamento stessa. Non sono giornate operative i sabati e le domeniche, tutte le festività nazionali, il Venerdì santo, tutte le festività nazionali dei paesi dell Ue presso cui sono destinati i pagamenti S EPA, tutte le giornate non operative per festività delle strutture interne o esterne coinvolte nell esecuzione delle Operazioni. Giorno Festivo Un giorno che non costituisce una Giornata Operativa. Identificativo Unico La combinazione di lettere, numeri o simboli che il Prestatore di Servizi di Pagamento indica all Utilizzatore di Servizi di Pagamento e che l Utilizzatore deve fornire al proprio Prestatore di Servizi di Pagamento per identificare con chiarezza l altro Utilizzatore e/o il suo Conto di Pagamento per l esecuzione di un Operazione di Pagamento. Ove il Pagatore non abbia un Conto di Pagamento, l Identificativo Unico identifica solo l Utilizzatore del Servizio di Pagamento. Incarico Ogni istruzione inviata dal Cliente alla Banca, nei limiti di quanto stabilito in questo Contratto, in cui il primo chiede al la seconda di compiere, nell interesse dello stesso, attività che non configurano un'operazione. Mandato L'espressione del consenso e dell'autorizzazione prestati dal Pagatore al Beneficiario e, a seconda dei Servizi richiesti, direttamente o indirettamente, tramite il Beneficiario, al Prestatore di Servizi di Pagamento del Pagatore, per consentire al Beneficiario di disporre l'incasso addebitando il Conto di Pagamento indicato dal Pagatore e per consentire al Prestatore di Servizi di Pagamento di quest'ultimo di attenersi alle istruzioni impartite. Modulo di Apertura Il documento sottoscritto dal Cliente, con il quale il Cliente ha manifestato la volontà di aprire il Conto, aderendo alle presenti Norme Contrattuali e alle Condizioni Economiche. Unitamente alle presenti Norme Contrattuali e alle Condizioni Economiche, il Modulo di Apertura costituisce il Contratto. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 33

65 Ordine di Pagamento Qualsiasi istruzione data dal Cliente, in qualità di Pagatore e/o Beneficiario, alla Banca con la quale viene chiesta l esecu zione di un Operazione di Pagamento. Operazione Ogni attività dispositiva effettuata dal Cliente relativa alla gestione del Conto, nei limiti di quanto stabilito in questo Cont ratto. Le Operazioni comprendono a titolo esemplificativo le Operazioni di Pagamento. Operazione di Pagamento L Operazione, posta in essere dal Pagatore o dal Beneficiario, di versare, trasferire o prelevare Fondi, indipendentemente da eventuali obblighi sottostanti tra Pagatore e Beneficiario. Pagamento Transfrontaliero Un'Operazione di Pagamento elaborata elettronicamente, disposta dal Pagatore oppure dal Beneficiario, o per il suo tramite, quando il Prestatore di Servizi di Pagamento del Pagatore e il Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario sono situa ti in Stati Membri diversi e la valuta in cui è denominato il pagamento sia l Euro o quella ufficiale di uno Stato Membro che ha deciso di estendere l'applicazione del Regolamento CE anche alla propria valuta nazionale. Nei limiti in cui la legge lo prevede, la disciplina dei Pagamenti Transfrontalieri si applica anche quando il Prestatore di Servizi di Pagamento del Pagatore e il Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario sono insediati nello Spazio Economico Europeo e la valuta in cui è denominato il pagamento sia quella ufficiale di uno Stato appartenente allo Spazio Unico Europeo. Pagatore Il Cliente o altro soggetto terzo, titolare di un Conto di Pagamento a valere sul quale viene impartito un Ordine di Pagament o ovvero, in mancanza di un Conto di Pagamento, il soggetto che impartisce un Ordine di Pagamento e/o che effettua un pagamento su un Conto di Pagamento di un Beneficiario. Parti Il Cliente e la Banca. Password Codice che permette di autenticare l uso del Codice Cliente. Portale Internet L Area Riservata e/o il sito Internet della Banca dedicato al prodotto disciplinato dal presente Contratto. L indirizzo di tale ultimo sito è Per accedervi il Cliente necessità di un elaboratore connesso ad Internet. POS Postazioni automatiche per l'utilizzo delle carte per il pagamento per l'acquisto di beni e servizi. Prenotazioni Le richieste di prelievo trasmesse dal Cliente alla Banca in relazione alle somme depositate su contomax ONE. Prestatore di Servizi di Pagamento (o Prestatore) La Banca e/o uno dei seguenti organismi: istituti di moneta elettronica e istituti di pagamento nonché, quando prestano Servizi di Pagamento, banche, Poste Italiane s.p.a., la Banca Centrale Europea e le banche centrali nazionali se non agiscono in veste di Data Edizione:30/06/2015 Pag. 34

66 autorità monetarie, altre autorità pubbliche, le pubbliche amministrazioni statali, regionali e locali se non agiscono in veste di autorità pubbliche. Regolamento CE Regolamento (CE) N. 924/2009 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 settembre 2009 relativo ai Pagamenti Transfrontalieri nella Comunità Europea. Sconfinamento in Assenza di Fido (o Sconfinamento) L utilizzo da parte del Cliente di Fondi concessi dalla Banca in eccedenza rispetto ai Fondi immediatamente disponibili sul Conto. Seda Il Seda è una funzionalità aggiuntiva a quella di Addebito Diretto SDD, a cui può aderire il Beneficiario, che consente alla Banca di svolgere per conto del Beneficiario dell Operazione di Addebito Diretto alcune attività connesse alla gestione del Mandato. Nella versione Seda Avanzato, la funzionalità consente al Cliente Pagatore di trasmettere un Mandato alla Banca, che lo riceve per conto del Beneficiario. Sede Uno specifico domicilio eletto da parte della Banca al fine di ricevere alcuni atti indicati nel Contratto: alla data di sott oscrizione del presente Contratto per Sede si intende la sede legale della Banca. La variazione di questa definizione può essere resa nota al Cliente con ogni mezzo. SEPA - Area Unica dei Pagamenti in Euro L insieme dei Paesi aderenti al processo di integrazione dei Servizi di Pagamento in Euro secondo le regole e gli standard definiti in appositi documenti, fra cui i c.d. Rulebook SEPA. Servizi di Pagamento (o Servizi) I servizi di pagamento oggetto del presente Contratto, nonché gli altri servizi di pagamento che la Banca, a sua discrezione, potrà mettere a disposizione del Cliente in futuro. In termini generali, fermo restando che gli unici Servizi messi a disposizione del Cliente sono quelli espressamente indicati nella Sezione III del presente Contratto, per Servizi di Pagamento la legge intende: 1) servizi che permettono di depositare il contante su un conto di pagamento nonché tutte le operazioni richieste per la gestione di un conto di pagamento; 2) servizi che permettono prelievi in contante da un conto di pagamento nonché tutte le operazioni richieste per la gestione di un conto di pagamento; 3) esecuzione di ordini di pagamento, incluso il trasferimento i fondi, su un conto di pagamento presso il prestatore di servizi di pagamento dell'utilizzatore o presso un altro prestatore di servizi di pagamento: 3.1.esecuzione di addebiti diretti, inclusi addebiti diretti una tantum; 3.2.esecuzione di operazioni di pagamento mediante carte di pagamento o dispositivi analoghi; 3.3. esecuzione di bonifici, inclusi ordini permanenti; 4) Esecuzione di operazioni di pagamento quando i fondi rientrano in una linea di credito accordata ad un utilizzatore di servizi di pagamento: 4.1. esecuzione di addebiti diretti, inclusi addebiti diretti una tantum; 4.2. esecuzione di operazioni di pagamento mediante carte di pagamento o dispositivi analoghi; 4.3. esecuzione di bonifici, inclusi ordini permanenti; 5) emissione e/o acquisizione di strumenti di pagamento; 6) rimessa di denaro; 7) esecuzione di operazioni di pagamento ove il consenso del pagatore ad eseguire l'operazione di pagamento sia dato mediante un dispositivo di telecomunicazione, digitale o informatico e il pagamento sia effettuato all'operatore del sistema o della rete di telecomunicazioni o digitale o informatica che agisce esclusivamente come intermediario tra l'utilizzatore di servizi di pagamento e il fornitore di beni e servizi. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 35

67 Sistema di Pagamento Un sistema di trasferimento di Fondi con regolato da meccanismi di funzionamento formali e standardizzati e regole comuni per il trattamento, la compensazione e/o il regolamento delle Operazioni di Pagamento in essi immesse dalla Banca per conto e nell interesse del Cliente. Sistema di Pagamento di Importo Rilevante Un Sistema di Pagamento il cui scopo principale è il trattamento, la compensazione e/o il regolamento di singole Operazioni d i Pagamento altamente prioritarie e urgenti e principalmente di ammontare elevato. Specimen Il prototipo di firma autografa del Cliente, con il quale la Banca confronta le firme apposte sui documenti provenienti dal Cliente, al fine di accertarne la paternità. Lo Specimen viene apposto sul Modulo di Apertura e deve essere con forme alla sottoscrizione che il Cliente ha apposto davanti ad un pubblico ufficiale in sede di rilascio di un documento di identità. Stato Membro Stato membro dell'unione Europea. Strumento di Pagamento Qualsiasi dispositivo personalizzato e/o insieme di procedure concordate tra il Cliente e la Banca e di cui il Cliente si avvale per impartire un Ordine di Pagamento. A titolo esemplificativo costituiscono Strumenti di Pagamento la Carta di Debito, la Password e gli strumenti che consentono la generazione del Codice Monouso. Supporto Cartaceo Documento redatto in forma scritta trasmesso attraverso i seguenti Canali Alternativi: n. 2, 3, 6 e 7. Supporto Durevole Qualsiasi strumento che permetta al Consumatore di memorizzare le informazioni a lui personalmente dirette in modo che possano essere agevolmente recuperate durante un periodo di tempo adeguato ai fini cui sono destinate le informazioni stesse e che consenta la riproduzione immutata delle informazioni memorizzate. Per le informazioni relative al Conto, verranno utilizzati file in formato *.pdf o nel formato successivamente indicato nel Portale Internet. All interno del Portale Internet sono indicate le istruzioni necessarie per accedere al Supporto Durevole. Tasso di Cambio Il tasso di cambio utilizzato come base per calcolare un cambio di valuta e che è reso disponibile dal fornitore di Servizi di Pagamento o proviene da una fonte accessibile al pubblico. Tecniche di Comunicazione a Distanza Tecniche di contatto con la clientela diverse dagli annunci pubblicitari che non comportano la presenza fisica e simultanea del Consumatore e della Banca o di un suo incaricato, che possono essere utilizzate anche per la conclusione del Contratto. Con riferimento al Conto, le Tecniche di Comunicazione a Distanza sono: l Area Riservata contomax e i Canali Alternativi. Utilizzatore di Servizi di Pagamento (o Utilizzatore) Il soggetto, incluso il Cliente, che utilizza un Servizio di Pagamento in veste di Pagatore o di Beneficiario o di entrambi. Vincolo Il singolo vincolo che il Cliente può costituire sulle somme depositate sul Conto mediante il Servizio contomax VINCOLATO. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 36

68 NORME TRANSITORIE Fino al 31/12/2013, i commi 1, 2 e 12 dell art. 3 della Sezione I saranno i seguenti: 1. Ai sensi del d.lgs. 21 novembre 2007, n. 231 ("Decreto Anti-Riciclaggio"), la Banca è tenuta ad adempiere a specifici obblighi riguardanti l'adeguata verifica della propria clientela. Il Cliente, pertanto, anche ai sensi dell'articolo 21 del Decreto Anti- Riciclaggio, deve fornire, sotto la propria responsabilità, tutte le informazioni necessarie ed aggiornate riguardanti la propria persona e svolgere tutte le attività richieste, per consentire alla Banca di adempiere a tali obblighi di adeguata verifica. 2. In particolare, la Banca ha sempre il diritto di richiedere al Cliente una copia di un documento di identità, in corso di validità, contenente la sottoscrizione del Cliente apposta alla presenza di un pubblico ufficiale e che rientri nelle tipologie indicat e nel Portale Internet. Inoltre, il Cliente è tenuto ad eseguire un bonifico tratto su un conto corrente bancario o postale allo stesso intestato ed acceso presso una banca o presso Poste Italiane, a condizione che la banca o le Poste abbiano già ottemperato ag li obblighi di adeguata verifica nei suoi confronti. La causale del bonifico deve contenere il numero che verrà assegnato e comunicato al Cliente dalla Banca. Nel caso in cui il Cliente non disponga di un conto corrente o il conto corrente sia stato acceso presso un soggetto che la Banca, a suo insindacabile giudizio, ritenga non fornire adeguate garanzie per la corretta identificazione del Cliente da parte della Banca, il Cliente sarà, comunque, tenuto ad identificarsi personalmente presso una delle filiali della Banca, entro e non oltre trenta giorni dall'invio della proposta. 12. Il Cliente, qualsiasi sia il canale utilizzato, non potrà operare tramite rappresentanti legali o volontari e, pertanto, ai fini del Decreto Anti-Riciclaggio, il Cliente ed eventuali cointestatari dovranno considerarsi gli unici beneficiari del rapporto, non essendo ammessa l'esistenza di alcun titolare effettivo, come ivi definito. In ogni caso resta inteso che il Cliente sarà chi amato a rispondere di ogni conseguenza pregiudizievole che derivi dall'operato di procuratori nominati in violazione di quanto previsto al presente articolo. Fino al 31/12/2013, il comma 12 dell art. 13 della Sezione I non sarà operante. Fino al 31/01/2014, il comma 7 della lettera A) della Sezione III, non sarà operante. Fino al 31/01/2014, i commi 1, 2, 7 e 8 della lettera N) della Sezione III saranno i seguenti: N) RID ORDINARIO 1. Il Servizio RID Ordinario attiva sul Conto del Cliente Pagatore la possibilità che vengano eseguiti Addebiti Diretti, a pa tto che il Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario abbia aderito alla relativa procedura. 2. La Banca accetta addebiti solo con riferimento alla procedura RID Ordinario e solo se le condizioni di revoca e rimborso comunicate dal Beneficiario sono coerenti con la qualità di Consumatore che il Cliente Pagatore ha dichiarato di possedere. 7. A partire dal 1 febbraio 2014, il Servizio RID Ordinario potrà essere utilizzato solo per l esecuzione di Addebiti Dirett i di importo prefissato; 8. I commi da 2 a 5 dell art. 25 della Sezione II si applicano al Servizio RID solo a far data dal 1 febbraio Fino al 31/01/2014, i commi di cui all articolo 1 della lettera M) della Sezione III saranno i seguenti: M) SDD SEPA 1. Il Servizio SDD SEPA attiva sul Conto del Cliente Pagatore la possibilità che vengano eseguiti Addebiti diretti, a patto che il Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario abbia sede nella SEPA ed abbia aderito alle regole dei Rulebook SEPA SDD. 2. La Banca accetta addebiti solo in base alle regole SDD CORE ed in ogni caso li rifiuta se incompatibili con la qualifica di Consumatore che il Cliente ha dichiarato di possedere. 3. Il Cliente Pagatore acconsente all esecuzione dell Operazione di Pagamento da parte del Beneficiario solo ed esclusivament e rilasciando a quest ultimo un apposito Mandato. 4. Il Cliente Pagatore ha facoltà in ogni momento di chiedere alla Banca che il proprio Conto di Pagamento non sia abilitato alla ricezione di Addebiti Diretti. 5. Previa richiesta del Cliente Pagatore, la Banca può chiedere al Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario informazioni relative al Mandato od una copia dello stesso. Il rilascio delle informazioni e della copia dipende dall assenso del Prestatore di Servizi di Pagamento del Beneficiario. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 37

69 6. Le modifiche e la revoca del Mandato avvengono con le modalità indicate nel comma 3. In ogni caso, il Cliente Pagatore è obbligato a comunicare alla Banca le modifiche e la revoca del Mandato, secondo la procedura indicata nel Portale Internet. 7. Decorsi trentasei mesi dall ultima richiesta di Addebito Diretto da parte del Beneficiario, anche se non eseguita o oggetto di successivo rimborso, il Mandato in forza del quale è stata inviata tale richiesta sarà considerato revocato e la Banca può rifiutarsi di eseguire le successive richieste di Addebito Diretto ad esso relative. 8. Nel caso di Addebiti diretti SDD SEPA, il diritto del Cliente di ottenere il rimborso entro otto settimane dall addebito, ai sensi degli artt. 14 e 15 della Sezione precedente, non è sottoposto a condizioni. 9. La Banca ed il Cliente si danno reciprocamente atto del fatto che la prima non è in alcun modo parte dei rapporti intercorrenti fra il secondo ed il Beneficiario degli Addebiti Diretti. Le disposizioni dei commi da 2 a 4 dell art. 25 della Sezione II si applicheranno solo a partire dal 01/02/2014. Data Edizione:30/06/2015 Pag. 38

70 LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z

Data Edizione: 02/11/2015 Pag.1

Data Edizione: 02/11/2015 Pag.1 BANCA IFIS S.P.A. Sede Legale: via Terraglio 63-30174 Venezia Mestre Direzione Generale: via Gatta 11-30174 Venezia Mestre www.bancaifis.it Tel: +39.041.5027511- Fax +39.041.5027557 www.contomax.it info@contomax.it

Dettagli

Conto Corrente offerto ai consumatori. Riservato ai ragazzi dagli 11 ai 17 anni

Conto Corrente offerto ai consumatori. Riservato ai ragazzi dagli 11 ai 17 anni Questo conto è adatto al profilo: Giovani. Conto Corrente offerto ai consumatori. Riservato ai ragazzi dagli 11 ai 17 anni INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA RURALE DI PERGINE Banca di Credito Cooperativo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO di RENDIMAX CHE COS È RENDIMAX

FOGLIO INFORMATIVO di RENDIMAX CHE COS È RENDIMAX FOGLIO INFORMATIVO di RENDIMAX INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca IFIS S.p.A. Sede Legale: via Terraglio, 63 30174 Venezia Mestre Direzione Generale: via Gatta, 11 30174 Venezia Mestre www.bancaifis.it Tel

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO di RENDIMAX CHE COS È RENDIMAX

FOGLIO INFORMATIVO di RENDIMAX CHE COS È RENDIMAX INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO di RENDIMAX Banca IFIS S.p.A. Sede Legale: via Terraglio, 63 30174 Venezia Mestre Direzione Generale: via Gatta, 11 30174 Venezia Mestre www.bancaifis.it - Tel

Dettagli

CONTO DI BASE B BPC Per Pensionati con Pensione fino a 1.500,00

CONTO DI BASE B BPC Per Pensionati con Pensione fino a 1.500,00 scheda prodotto CONTO DI BASE B BPC Per pensionati 1.500 rilascio del 30.08.2013 FOGLIO INFORMATIVO CONTO DI BASE B BPC Per Pensionati con Pensione fino a 1.500,00 Tipologia di prodotto: Clientela di destinazione:

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL CONTO CORRENTE. Indicatore Sintetico di Costo (ISC)

QUANTO PUÒ COSTARE IL CONTO CORRENTE. Indicatore Sintetico di Costo (ISC) Questo conto è adatto al profilo: Giovani. INFORMAZIONI SULLA BANCA CENTROMARCA BANCA CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa - Iscritta all albo delle Società Cooperative n. A166229 Sede legale: via D.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO PER CLIENTI CONSUMATORI

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO PER CLIENTI CONSUMATORI CONTO CORRENTE ORDINARIO PER FOGLIO INFORMATIVO Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può stabilire,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO ASSISTITO DA COOPERATIVE DI GARANZIA DELLA PROVINCIA DI TREVISO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO ASSISTITO DA COOPERATIVE DI GARANZIA DELLA PROVINCIA DI TREVISO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA CENTROMARCA BANCA CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa - Iscritta all albo delle Società Cooperative n. A166229 Sede legale: via D. Alighieri, 2-31022 Preganziol (TV) Tel: 0422/6316

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTI BUSINESS 01 INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE

FOGLIO INFORMATIVO CONTI BUSINESS 01 INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE INFORMAZIONI SULLA BANCA CENTROMARCA BANCA CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa - Iscritta all albo delle Società Cooperative n. A166229 Sede legale: via D. Alighieri, 2-31022 Preganziol (TV) Tel: 0422/6316

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CLERO - C.E.I. PER CLIENTE NON CONSUMATORE INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CLERO - C.E.I. PER CLIENTE NON CONSUMATORE INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE INFORMAZIONI SULLA BANCA CENTROMARCA BANCA CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa - Iscritta all albo delle Società Cooperative n. A166229 Sede legale: via D. Alighieri, 2-31022 Preganziol (TV) Tel: 0422/6316

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE OFFERTO AI CONSUMATORI

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE OFFERTO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA IFIS S.P.A. Sede Legale: via Terraglio 63-30174 Venezia Mestre Direzione Generale: via Gatta 11-30174 Venezia Mestre www.bancaifis.it Tel: +39.041.5027511- Fax +39.041.5027557

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE Qualora il titolare sia un consumatore, si avverte che questo conto è particolarmente adatto a chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo

Dettagli

CONTO CORRENTE ORDINARIO A CONSUMO OFFERTO AI CONSUMATORI

CONTO CORRENTE ORDINARIO A CONSUMO OFFERTO AI CONSUMATORI CONTO CORRENTE ORDINARIO A CONSUMO OFFERTO AI CONSUMATORI Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell'apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può

Dettagli

MOD:FICDE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO

MOD:FICDE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO CONTOSUIBL e CONTOSUIBL Vincolato NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO PER CLIENTI NON CONSUMATORI indicizzato

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO PER CLIENTI NON CONSUMATORI indicizzato CONTO CORRENTE ORDINARIO PER CLIENTI NON CONSUMATORI indicizzato FOGLIO INFORMATIVO Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE Qualora il titolare sia un consumatore, si avverte che questo conto è particolarmente adatto a chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo

Dettagli

NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO

NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO CONTOSUIBL e CONTOSUIBL Vincolato NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO

Dettagli

CASSA RURALE DI ALDENO E CADINE B.C.C. - SOCIETA' COOPERATIVA INDIRIZZO 38060 ALDENO TN - VIA ROMA, 1 TELEFONO E FAX 0461 842 517-0461 842 101

CASSA RURALE DI ALDENO E CADINE B.C.C. - SOCIETA' COOPERATIVA INDIRIZZO 38060 ALDENO TN - VIA ROMA, 1 TELEFONO E FAX 0461 842 517-0461 842 101 FOGLIO INFORMATIVO STRUMENTO DI PAGAMENTO Carta di Debito Globo AGGIORNATO AL 02/04/2015 K00001 DATI INFORMATIVI DELLA BANCA DENOMINAZIONE CASSA RURALE DI ALDENO E CADINE B.C.C. - SOCIETA' COOPERATIVA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO PROCEDURE FALLIMENTARI INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO PROCEDURE FALLIMENTARI INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO CENTROMARCA BANCA CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa - Iscritta all albo delle Società Cooperative n. A166229 Sede legale: via D. Alighieri, 2-31022 Preganziol

Dettagli

CONTO CORRENTE ORDINARIO

CONTO CORRENTE ORDINARIO CONTO CORRENTE ORDINARIO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Anagni Società Cooperativa Piazza G. Marconi n. 17-03012 ANAGNI (FR) Tel.: 0775 73391 - Fax: 0775 728276 Email: ba_info@bancanagni.it

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ORDINARIO. CONTO CORRENTE A CONSUMO Clientela di destinazione: CONSUMATORE Profili di utilizzo: INFORMAZIONI SULLA BANCA

FOGLIO INFORMATIVO ORDINARIO. CONTO CORRENTE A CONSUMO Clientela di destinazione: CONSUMATORE Profili di utilizzo: INFORMAZIONI SULLA BANCA scheda prodotto CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA ORDINARIO rilascio del 1.06.2011 FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA ORDINARIO Tipologia di prodotto: CONTO CORRENTE A CONSUMO Clientela

Dettagli

Con il contratto di Carta di debito il cliente intestatario di un conto corrente può chiedere alla banca l attivazione dei seguenti servizi.

Con il contratto di Carta di debito il cliente intestatario di un conto corrente può chiedere alla banca l attivazione dei seguenti servizi. FOGLIO INFORMATIVO CARTA DI DEBITO FREE STANDARD INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI CORTINA D AMPEZZO E DELLE DOLOMITI CREDITO COOPERATIVO SOCIETA COOPERATIVA Sede legale e amministrativa:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ZEROCONTO (consumatori) INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE

FOGLIO INFORMATIVO ZEROCONTO (consumatori) INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE Questo conto è adatto ai profili: Giovani, Famiglie con operatività bassa, Famiglie con operatività media, Famiglie con operatività elevata, Pensionati con operatività bassa, Pensionati con operatività

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL CONTO CORRENTE. Indicatore Sintetico di Costo (ISC)

QUANTO PUÒ COSTARE IL CONTO CORRENTE. Indicatore Sintetico di Costo (ISC) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA ALTO VICENTINO CREDITO COOPERATIVO SCPA - SCHIO Sede Legale, Amministrativa e Direzione Generale Via Pista dei Veneti, 14 36015 Schio (VI) Tel.: 0445/674000

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CARTE DI PAGAMENTO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO

FOGLIO INFORMATIVO CARTE DI PAGAMENTO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa Rurale ed Artigiana di Vestenanova Cred.Coop.S.c. Piazza Pieropan, 6 37030 VESTENANOVA (VR) Tel.: 045/6564011- Fax: 045/6564006 Email: cravestenanova@cravestenanova.it Sito

Dettagli

CARTA DI DEBITO BASE FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO

CARTA DI DEBITO BASE FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI CORTINA D AMPEZZO E DELLE DOLOMITI CREDITO COOPERATIVO SOCIETA COOPERATIVA Sede legale e amministrativa: Corso Italia, 80 32043 Cortina d Ampezzo BL

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO di RENDIMAX CHE COS È RENDIMAX

FOGLIO INFORMATIVO di RENDIMAX CHE COS È RENDIMAX INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO di RENDIMAX Banca IFIS S.p.A. Sede Legale: via Terraglio, 63 30174 Venezia Mestre Direzione Generale: via Gatta, 11 30174 Venezia Mestre www.bancaifis.it - Tel

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a:

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: FOGLIO INFORMATIVO relativo a: Servizio CARTA DI DEBITO (Prelevamento circuito domestico BANCOMAT Pagamento POS circuito domestico PagoBANCOMAT Servizio di prelevamento circuito internazionale Cirrus/pagamento

Dettagli

CONTO ZERO SPESE ALTRE CONDIZIONI ECONOMICHE FOGLIO INFORMATIVO OPERATIVITÀ CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITÀ SERVIZI DI PAGAMENTO

CONTO ZERO SPESE ALTRE CONDIZIONI ECONOMICHE FOGLIO INFORMATIVO OPERATIVITÀ CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITÀ SERVIZI DI PAGAMENTO INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA ALTO VICENTINO CREDITO COOPERATIVO SCPA - SCHIO Sede Legale, Amministrativa e Direzione Generale Via Pista dei Veneti, 14 36015 Schio (VI) Tel.: 0445/674000 - Fax: 0445/674500

Dettagli

Generalità del soggetto che effettua l offerta fuori sede (nome e cognome indirizzo/sede legale e-mail tel.)

Generalità del soggetto che effettua l offerta fuori sede (nome e cognome indirizzo/sede legale e-mail tel.) Foglio Informativo n. A.7 Aggiornamento del 01.10.2015 FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE BASE PER SOGGETTI AVENTI DIRITTO A TRATTAMENTI PENSIONISTICI FINO A 18.000,00 ANNUI OPERATIVITA LIMITATA PER TIPOLOGIA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE IN DIVISA ESTERA INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE IN DIVISA ESTERA

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE IN DIVISA ESTERA INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE IN DIVISA ESTERA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Flumeri soc. coop. FOGLIO INFORMATIVO Via Olivieri - 83040 Flumeri (AV) Tel.: 0825/443227- Fax: 0825/443480 Email: bcc@bccflumeri.it Sito internet:

Dettagli

TRADE ALL INCLUSIVE INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE FOGLIO INFORMATIVO VOCI DI COSTO

TRADE ALL INCLUSIVE INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE FOGLIO INFORMATIVO VOCI DI COSTO INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA ALTO VICENTINO CREDITO COOPERATIVO SCPA - SCHIO Sede Legale, Amministrativa e Direzione Generale Via Pista dei Veneti, 14 36015 Schio (VI) Tel.: 0445/674000 - Fax: 0445/674500

Dettagli

Prima di scegliere e firmare il contratto è quindi necessario leggere attentamente il foglio informativo. 10,33

Prima di scegliere e firmare il contratto è quindi necessario leggere attentamente il foglio informativo. 10,33 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI BRESCIA, società cooperativa Sede legale: BRESCIA, via Reverberi 1 Sede amministrativa: NAVE, via Brescia 118 Telefono:

Dettagli

CONTO CORRENTE PER LE IMPRESE E PER I PROFESSIONISTI

CONTO CORRENTE PER LE IMPRESE E PER I PROFESSIONISTI FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE PER LE IMPRESE E PER I PROFESSIONISTI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Sistema S.p.A. Sede legale e amministrativa Corso Monforte, 20-20122 Milano Telefono +39 02 802801

Dettagli

Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari

Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE PRIVATE BANKING CORPORATION Conto corrente destinato esclusivamente a soggetti (persone fisiche

Dettagli

Con il contratto di Carta di debito il cliente intestatario di un conto corrente può chiedere alla banca l attivazione dei seguenti servizi.

Con il contratto di Carta di debito il cliente intestatario di un conto corrente può chiedere alla banca l attivazione dei seguenti servizi. INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO Banca del Veneziano Banca di Credito Cooperativo del Veneziano Soc. Coop. Sede Legale: Via Villa, 147 30010 Bojon di Campolongo Maggiore (VE) Sede Amministrativa:

Dettagli

Con il contratto di Carta di debito il cliente intestatario di un conto corrente può chiedere alla banca l attivazione dei seguenti servizi.

Con il contratto di Carta di debito il cliente intestatario di un conto corrente può chiedere alla banca l attivazione dei seguenti servizi. FOGLIO INFORMATIVO CARTA DI DEBITO INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa Centrale Banca Credito Cooperativo del Nord Est S.p.A. Sede legale: Via Segantini, 5-38122 TRENTO (ITALIA) Tel.: +39 0461 313111 - Fax:

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO DI BASE CONSUMATORE

INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO DI BASE CONSUMATORE INFORMAZIONI SULLA BANCA B.C.C. Sangro Teatina scrl VIA BRIGATA ALPINA JULIA 66041 ATESSA (CH) Tel.: 0872/85931- Fax: 0872/850333 Email: info@bccsangro.it Sito internet: www.bccsangro.it Registro delle

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE BASE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE BASE 25.06.2015 FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE BASE Questo conto è adatto a chi, al momento dell apertura del conto, ha limitate esigenze di operatività; include, a fronte di un canone annuale onnicomprensivo,

Dettagli

CONTO AZIENDALE STANDARD INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE FOGLIO INFORMATIVO VOCI DI COSTO SPESE FISSE

CONTO AZIENDALE STANDARD INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE FOGLIO INFORMATIVO VOCI DI COSTO SPESE FISSE INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA ALTO VICENTINO CREDITO COOPERATIVO SCPA - SCHIO Sede Legale, Amministrativa e Direzione Generale Via Pista dei Veneti, 14 36015 Schio (VI) Tel.: 0445/674000 - Fax: 0445/674500

Dettagli

CONTO CORRENTE ORDINARIO

CONTO CORRENTE ORDINARIO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE ORDINARIO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI TARSIA (CS) SOC. COOP. Sede legale e amministrativa: Tarsia (CS) - Via Olivella, 25/27 Codice

Dettagli

Tale contratto è riservato ai soli consumatori che hanno diritto a trattamenti pensionistici fino all importo lordo annuo di Euro 18.000,00.

Tale contratto è riservato ai soli consumatori che hanno diritto a trattamenti pensionistici fino all importo lordo annuo di Euro 18.000,00. CONTO GRATUITO CONTO CORRENTE OFFERTO A SOGGETTI AVENTI DIRITTO A TRATTAMENTI PENSIONISTICI FINO ALL IMPORTO LORDO ANNUO DI EURO 18.000,00 ai sensi della Convenzione MEF, Banca d Italia, Poste Italiane

Dettagli

CONTO GRATUITO CONTO CORRENTE OFFERTO A SOGGETTI AVENTI DIRITTO A TRATTAMENTI PENSIONISTICI FINO A EURO 1.500,00

CONTO GRATUITO CONTO CORRENTE OFFERTO A SOGGETTI AVENTI DIRITTO A TRATTAMENTI PENSIONISTICI FINO A EURO 1.500,00 FOGLIO INFORMATIVO CONTO DI BASE PENSIONATI GRATUITO CONTO GRATUITO CONTO CORRENTE OFFERTO A SOGGETTI AVENTI DIRITTO A TRATTAMENTI PENSIONISTICI FINO A EURO 1.500,00 ai sensi della Convenzione MEF, Banca

Dettagli

CONTO CORRENTE PER I CONSUMATORI

CONTO CORRENTE PER I CONSUMATORI FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE PER I CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Sistema S.p.A. Sede legale e amministrativa Corso Monforte, 20-20122 Milano Telefono +39 02 802801 - Fax +39 02 72093979

Dettagli

Foglio informativo n. SCS1 Aggiornamento n. 32 Data ultimo aggiornamento: 03/01/2012 FOGLIO INFORMATIVO CONTO SANTANDER CONSUMER

Foglio informativo n. SCS1 Aggiornamento n. 32 Data ultimo aggiornamento: 03/01/2012 FOGLIO INFORMATIVO CONTO SANTANDER CONSUMER Foglio informativo n. SCS1 Aggiornamento n. 32 Data ultimo aggiornamento: 03/01/2012 FOGLIO INFORMATIVO CONTO SANTANDER CONSUMER INFORMAZIONI SULLA BANCA SANTANDER CONSUMER BANK S.p.A. Via Nizza n. 262-10126

Dettagli

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede Cassa Lombarda S.p.A. Pagina 1 di 16 FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE CONTO DI BASE Prodotto riservato ai consumatori per limitate esigenze di operatività, aperto a tutti, ma offerto gratuitamente per

Dettagli

CONTO GRATUITO. CONTO CORRENTE OFFERTO A SOGGETTI AVENTI DIRITTO A TRATTAMENTI PENSIONISTICI FINO A EURO 18.000,00 (lordo annuo)

CONTO GRATUITO. CONTO CORRENTE OFFERTO A SOGGETTI AVENTI DIRITTO A TRATTAMENTI PENSIONISTICI FINO A EURO 18.000,00 (lordo annuo) CONTO GRATUITO CONTO CORRENTE OFFERTO A SOGGETTI AVENTI DIRITTO A TRATTAMENTI PENSIONISTICI FINO A EURO 18.000,00 (lordo annuo) ai sensi della Convenzione MEF, Banca d Italia, Poste Italiane S.p.a. e AIIP

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO DI BASE PENSIONATI ALLEGATO B

INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO DI BASE PENSIONATI ALLEGATO B INFORMAZIONI SULLA BANCA B.C.C. Sangro Teatina scrl VIA BRIGATA ALPINA JULIA 66041 ATESSA (CH) Tel.: 0872/85931- Fax: 0872/850333 Email: info@bccsangro.it Sito internet: www.bccsangro.it Registro delle

Dettagli

143,05 Non previsto. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto

143,05 Non previsto. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può stabilire, nemmeno orientativamente, il tipo o il numero

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'E' IL CONTO CORRENTE

INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'E' IL CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO LOMBARDO VENETO Sede Legale e Direzione Generale: VIA ORZINUOVI, 75 25125 - BRESCIA Telefono: 030 6462900 - Fax: 030 6462999 E- mail: info@crelove.it - Sito Internet: www.crelove.it

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZI ACCESSORI AL CONTO CORRENTE OFFERTO AI CONSUMATORI

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZI ACCESSORI AL CONTO CORRENTE OFFERTO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA IFIS S.P.A. Sede Legale: via Terraglio 63-30174 Venezia Mestre Direzione Generale: via Gatta 11-30174 Venezia Mestre www.bancaifis.it Tel: +39.041.5027511- Fax +39.041.5027557

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a:

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: FOGLIO INFORMATIVO relativo a: Servizio CARTA DI DEBITO (Prelevamento circuito domestico BANCOMAT Pagamento POS circuito domestico PagoBANCOMAT Servizio di prelevamento circuito internazionale Cirrus/pagamento

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CARTA DI DEBITO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO

FOGLIO INFORMATIVO CARTA DI DEBITO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Conversano società cooperativa Via Mazzini, 52-70014 Conversano (BA) Tel.: 0804093111 - Fax: 0804952233 Email: direzione@bccconversanoweb.it Sito

Dettagli

CASSA RURALE DI ALDENO E CADINE B.C.C. - SOCIETA' COOPERATIVA INDIRIZZO 38060 ALDENO TN - VIA ROMA, 1 TELEFONO E FAX 0461 842 517-0461 842 101

CASSA RURALE DI ALDENO E CADINE B.C.C. - SOCIETA' COOPERATIVA INDIRIZZO 38060 ALDENO TN - VIA ROMA, 1 TELEFONO E FAX 0461 842 517-0461 842 101 FOGLIO INFORMATIVO STRUMENTO DI INVESTIMENTO Conto Deposito AGGIORNATO AL 01/06/2015 D00002 DATI INFORMATIVI DELLA BANCA DENOMINAZIONE CASSA RURALE DI ALDENO E CADINE B.C.C. - SOCIETA' COOPERATIVA INDIRIZZO

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO TITOLI INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO TITOLI INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può stabilire, nemmeno orientativamente, il tipo o il numero

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO CORRENTE. Cosa sono le carte di pagamento

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO CORRENTE. Cosa sono le carte di pagamento CONTO CORRENTE ORDINARIO FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA IFIGEST S.p.A. Piazza S. M. Soprarno 1, 50125 Firenze Tel.: 055 24631 Fax: 055 2463231 E-mail: info@bancaifigest.it Sito internet:

Dettagli

Tale contratto è riservato ai soli consumatori che hanno diritto a trattamenti pensionistici fino a Euro 18.000,00 lordi annui.

Tale contratto è riservato ai soli consumatori che hanno diritto a trattamenti pensionistici fino a Euro 18.000,00 lordi annui. CONTO GRATUITO CONTO CORRENTE OFFERTO A SOGGETTI AVENTI DIRITTO A TRATTAMENTI PENSIONISTICI FINO A EURO 18.000,00 (Lordi annui) ai sensi della Convenzione MEF, Banca d Italia, Poste Italiane S.p.a. e AIIP

Dettagli

CONTO AZIENDALE "AGILE" INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE FOGLIO INFORMATIVO VOCI DI COSTO

CONTO AZIENDALE AGILE INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE FOGLIO INFORMATIVO VOCI DI COSTO INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA ALTO VICENTINO CREDITO COOPERATIVO SCPA - SCHIO Sede Legale, Amministrativa e Direzione Generale Via Pista dei Veneti, 14 36015 Schio (VI) Tel.: 0445/674000 - Fax: 0445/674500

Dettagli

CONTO CORRENTE PER I CONSUMATORI SINO AI 18 ANNI

CONTO CORRENTE PER I CONSUMATORI SINO AI 18 ANNI FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE PER I CONSUMATORI SINO AI 18 ANNI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Sistema S.p.A. Sede legale e amministrativa Corso Monforte, 20-20122 Milano Telefono +39 02 802801 - Fax

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 01/003. Conto corrente INFORMAZIONI SULLA BANCA

FOGLIO INFORMATIVO N. 01/003. Conto corrente INFORMAZIONI SULLA BANCA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori. Dedicato a:tutti i profili della clientela

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori. Dedicato a:tutti i profili della clientela FOGLIO INFORMATIVO Conto Corrente offerto ai consumatori Conto Corrente a Pacchetto Non residenti Euro Dedicato a:tutti i profili della clientela INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE

Dettagli

CONTO CORRENTE CONTO&STUDIO Conto corrente riservato ai consumatori

CONTO CORRENTE CONTO&STUDIO Conto corrente riservato ai consumatori INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica BANCA POPOLARE DEL CASSINATE Società Cooperativa per Azioni Sede legale ed amministrativa Piazza Armando Diaz n.14 03043 Cassino (Fr) Recapito telefonico

Dettagli

Con il contratto di Carta di debito il cliente intestatario di un conto corrente può chiedere alla Banca l attivazione dei seguenti servizi.

Con il contratto di Carta di debito il cliente intestatario di un conto corrente può chiedere alla Banca l attivazione dei seguenti servizi. FOGLIO INFORMATIVO CARTA DI DEBITO INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI MARCON VENEZIA Società Cooperativa Piazza Municipio, 22-30020 MARCON (VE) Telefono 041.5986111 - Fax 041.5986524

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 50/007. relativo al CONTO CORRENTE DIPENDENTI E PENSIONATI INFORMAZIONI SULLA BANCA

FOGLIO INFORMATIVO N. 50/007. relativo al CONTO CORRENTE DIPENDENTI E PENSIONATI INFORMAZIONI SULLA BANCA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CARTA DI DEBITO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO

FOGLIO INFORMATIVO CARTA DI DEBITO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO FOGLIO INFORMATIVO CARTA DI DEBITO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Conversano società cooperativa Via Mazzini, 52-70014 Conversano (BA) Tel.: 0804093111 - Fax: 0804952233 Email:

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL CONTO CORRENTE. Indicatore Sintetico di Costo (ISC) E pari al canone annuo di base: 40,00

QUANTO PUÒ COSTARE IL CONTO CORRENTE. Indicatore Sintetico di Costo (ISC) E pari al canone annuo di base: 40,00 INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Flumeri soc. coop. Via Olivieri - 83040 Flumeri (AV) Tel.: 0825/443227- Fax: 0825/443480 Email: bcc@bccflumeri.it Sito internet: www.bccflumeri.it

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al. CONTO CORRENTE KM0 SOCI e KM0 IN PROMOZIONE

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al. CONTO CORRENTE KM0 SOCI e KM0 IN PROMOZIONE Pagina 1 di 8 FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE KM0 SOCI e KM0 IN PROMOZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Destinato a giovani Banca di Credito Cooperativo di Lesmo S.C. Piazza Dante n. 21/22 20050-

Dettagli

Conto corrente destinato al consumatore e al non consumatore

Conto corrente destinato al consumatore e al non consumatore Foglio Informativo Conto Corrente Divisa Aggiornamento al 30/12/2014 Conto corrente destinato al consumatore e al non consumatore Informazioni sulla Banca PRADER BANK AG SPA p.tta della Mostra, 2 39100

Dettagli

Foglio informativo relativo al conto corrente

Foglio informativo relativo al conto corrente Foglio informativo relativo al conto corrente Conto Soci - Imprese INFORMAZIONI SULLA BANCA Credito Salernitano Banca Popolare della Provincia di Salerno S.c.p.A. Iscritta all Albo delle Cooperative n.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO TRADING ON LINE INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO TRADING ON LINE INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può stabilire, nemmeno orientativamente, il tipo o il numero

Dettagli

CONTO CORRENTE ZEROSPESE

CONTO CORRENTE ZEROSPESE FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ZEROSPESE OFFERTO AI CONSUMATORI Il conto è destinato ai seguenti profili: - Giovani - Famiglie con operatività bassa - Famiglie con operatività media - Famiglie con operatività

Dettagli

APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GARANTITA DA PEGNO CHE COSA È L APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GARANTITA DA PEGNO

APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GARANTITA DA PEGNO CHE COSA È L APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GARANTITA DA PEGNO FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GARANTITA DA PEGNO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Sistema S.p.A. Sede legale e amministrativa Corso Monforte, 20-20122 Milano Telefono +39 02 802801

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO BASE CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO BASE CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE FOGLIO INFORMATIVO Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può stabilire, nemmeno orientativamente, il

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE IN DIVISA ESTERA INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE IN DIVISA ESTERA

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE IN DIVISA ESTERA INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE IN DIVISA ESTERA INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO Banca di Credito Cooperativo di Flumeri soc. coop. Via Olivieri - 83040 Flumeri (AV) Tel.: 0825/443227- Fax: 0825/443480 Email: bcc@bccflumeri.it Sito internet:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE CONVENZIONE DIPENDENTI COMUNE DI SAN RUFO COMUNE DI SALA CONSILINA

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE CONVENZIONE DIPENDENTI COMUNE DI SAN RUFO COMUNE DI SALA CONSILINA FOGLIO INFORMATIVO relativo al CONTO CORRENTE CONVENZIONE DIPENDENTI COMUNE DI SAN RUFO COMUNE DI SALA CONSILINA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Sassano SOCIETA COOPERATIVA Sede

Dettagli

Conto corrente Impresa Web Reale

Conto corrente Impresa Web Reale Conto corrente Impresa Web Reale INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Reale S.p.A. Sede: Corso Vittorio Emanuele II, 101 10128 Torino; Capitale sociale: Euro 30.000.000,00 interamente versato Numero Verde: 803.808;

Dettagli

CONTO CORRENTE CONTO PUNTO BANCA

CONTO CORRENTE CONTO PUNTO BANCA Foglio Informativo CONTO CORRENTE CONTO PUNTO BANCA Informazioni sulla banca Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci - Società Cooperativa per Azioni Sede legale: Via Vittorio Emanuele, 44

Dettagli

Nome e Cognome/ Ragione Sociale Sede (Indirizzo) Telefono e E-mail. Iscrizione ad Albi o Elenchi Numero Delibera Iscrizione all Albo/ Elenco Qualifica

Nome e Cognome/ Ragione Sociale Sede (Indirizzo) Telefono e E-mail. Iscrizione ad Albi o Elenchi Numero Delibera Iscrizione all Albo/ Elenco Qualifica Carta Green&Pin Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può stabilire, nemmeno orientativamente, il tipo

Dettagli

CONTO GRATUITO. CONTO CORRENTE OFFERTO A SOGGETTI AVENTI DIRITTO A TRATTAMENTI PENSIONISTICI FINO A EURO 18.000,00 (lordo annuo)

CONTO GRATUITO. CONTO CORRENTE OFFERTO A SOGGETTI AVENTI DIRITTO A TRATTAMENTI PENSIONISTICI FINO A EURO 18.000,00 (lordo annuo) FOGLIO INFORMATIVO CONTO PENSIONATI CONTO GRATUITO CONTO CORRENTE OFFERTO A SOGGETTI AVENTI DIRITTO A TRATTAMENTI PENSIONISTICI FINO A EURO 18.000,00 (lordo annuo) ai sensi della Convenzione MEF, Banca

Dettagli

Tale contratto è riservato ai soli consumatori che hanno diritto a trattamenti pensionistici fino a Euro 1.500,00 mensili.

Tale contratto è riservato ai soli consumatori che hanno diritto a trattamenti pensionistici fino a Euro 1.500,00 mensili. CONTO GRATUITO CONTO CORRENTE OFFERTO A SOGGETTI AVENTI DIRITTO A TRATTAMENTI PENSIONISTICI FINO A EURO 1.500,00 ai sensi della Convenzione MEF, Banca d Italia, Poste Italiane S.p.a. e AIIP (art. 12 D.

Dettagli

CARTA PREPAGATA RICARICA EVO

CARTA PREPAGATA RICARICA EVO FOGLIO INFORMATIVO CARTA PREPAGATA RICARICA EVO - Data aggiornamento: 21.10.2013} INFORMAZIONI SULL EMITTENTE Cassa Centrale Banca Credito Cooperativo del Nord Est S.p.A. Sede sociale e direzione generale

Dettagli

Nome e Cognome Indirizzo Telefono E-mail Qualifica

Nome e Cognome Indirizzo Telefono E-mail Qualifica INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cassano delle Murge e Tolve S.C. Via Bitetto n. 2, - 70020 Cassano delle Murge (Ba) Tel. 0803467511 - Fax. 080776369 info@bcccassanomurge.it - www.bcccassanomurge.it

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL CONTO CORRENTE. Indicatore Sintetico di Costo (ISC) 126,60 Non previsto

QUANTO PUÒ COSTARE IL CONTO CORRENTE. Indicatore Sintetico di Costo (ISC) 126,60 Non previsto Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può stabilire, nemmeno orientativamente, il tipo o il numero

Dettagli

Foglio informativo redatto ai sensi della disciplina in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari

Foglio informativo redatto ai sensi della disciplina in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari Foglio informativo redatto ai sensi della disciplina in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari IL PRESENTE FOGLIO INFORMATIVO NON EDIZIONE N. 17 COSTITUISCE OFFERTA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO CORRENTE. Cosa sono le carte di pagamento

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE ORDINARIO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO CORRENTE. Cosa sono le carte di pagamento CONTO CORRENTE ORDINARIO FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA IFIGEST S.p.A. Piazza S. M. Soprarno 1, 50125 Firenze Tel.: 055 24631 Fax: 055 2463231 E-mail: info@bancaifigest.it Sito internet:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CC SENZA CONVENZIONE DI ASSEGNI

FOGLIO INFORMATIVO CC SENZA CONVENZIONE DI ASSEGNI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI MASSAFRA SOCIETA COOPERATIVA Via Mazzini, 65, 74016 Massafra (TA) Tel.: 0998805055 Fax: 0998806251 Email: info@bccmassafra.it sito internet: www.bccmassafra.it

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE IMPRESA INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE VOCI DI COSTO SPESE FISSE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE IMPRESA INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE VOCI DI COSTO SPESE FISSE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Flumeri soc. coop. Via Olivieri - 83040 Flumeri (AV) Tel.: 0825/443227- Fax: 0825/443480 Email: bcc@bccflumeri.it Sito internet: www.bccflumeri.it

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA RURALE DI PERGINE Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Gavazzi 5-38057 PERGINE VALSUGANA (tn) Tel.: 0461/500111- Fax: 0461/531146 Email: info@cr-pergine.net

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE PENSIONATI INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE PENSIONATI INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È IL CONTO CORRENTE CONDIZIONI ECONOMICHE Questo conto è adatto al profilo: Pensionati operatività bassa, Pensionati operatività media. INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Flumeri soc. coop. Via Olivieri - 83040 Flumeri (AV)

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CARTA DI DEBITO CONTACTLESS CIRRUS MAESTRO INFORMAZIONI SULLA BANCA

FOGLIO INFORMATIVO CARTA DI DEBITO CONTACTLESS CIRRUS MAESTRO INFORMAZIONI SULLA BANCA INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: Banca di Bologna Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede legale e amministrativa: Piazza Galvani, 4 40124 Bologna Indirizzo telematico: www.bancadibologna.it

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO A/5 CONTO CORRENTE CONSUMATORI BAPR GIOVANI

FOGLIO INFORMATIVO A/5 CONTO CORRENTE CONSUMATORI BAPR GIOVANI FOGLIO INFORMATIVO A/5 CONTO CORRENTE CONSUMATORI BAPR GIOVANI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni a responsabilità limitata (di seguito la Banca )

Dettagli

Banca di Romano e S.Caterina Credito Cooperativo (VI) Società Cooperativa

Banca di Romano e S.Caterina Credito Cooperativo (VI) Società Cooperativa INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO Banca di Romano e S.Caterina Credito Cooperativo (VI) Società Cooperativa Sede legale : Romano d Ezzelino (VI) Via Gen. Giardino n. 3 Sede amministrativa : Via

Dettagli

CONTO CORRENTE ORDINARIO

CONTO CORRENTE ORDINARIO Foglio informativo redatto ai sensi della disciplina in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari IL PRESENTE FOGLIO INFORMATIVO NON EDIZIONE N. 28 COSTITUISCE OFFERTA

Dettagli

Foglio informativo CONTO CUSTODY

Foglio informativo CONTO CUSTODY Pagina 1/10 Foglio informativo CONTO CUSTODY Informazioni sulla Banca Credit Suisse (Italy) S.p.A. Capogruppo del Gruppo Credit Suisse (Italy) Sede Sociale e amministrativa Via Santa Margherita, 3 I 20121

Dettagli