sommario PENSIONI FINE RAPPORTO - INDENNITA DI BUONUSCITA - RISCATTO AI FINI DELL INDENNITA DI BUONUSCITA Tascabile Inpdap

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "sommario PENSIONI FINE RAPPORTO - INDENNITA DI BUONUSCITA - RISCATTO AI FINI DELL INDENNITA DI BUONUSCITA Tascabile Inpdap"

Transcript

1

2 sommario PENSIONI - PENSIONE DIRETTA ORDINARIA DI ANZIANITA - PENSIONE DIRETTA ORDINARIA DI VECCHIAIA - PENSIONE DIRETTA PER INABILITA ALLE MANSIONI - PENSIONE DIRETTA DI INABILITA ASSOLUTA E PERMANENTE A QUALSIASI PROFICUO LAVORO - PENSIONE DIRETTA PER INABILITA ASSOLUTA E PERMANENTE A QUALSIASI ATTIVITA LAVORATIVA - PENSIONIE DI INABILITA INDIRETTA - PENSIONE DI INABILITA REVERSIBILE - PENSIONE DIRETTA DI PRIVILEGIO - PENSIONE INDIRETTA ORDINARIA - PENSIONE DI REVERSIBILITA ORDINARIA - PENSIONE INDIRETTA DI PRIVILEGIO - PENSIONE DI REVERSIBILITA DI PRIVILEGIO - QUOTA AGGIUNTIVA DI PENSIONE - ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE - RATEI DI PENSIONE - RICONGIUNZIONE IN ENTRATA - RICONGIUNZIONE IN USCITA - RISCATTO AI FINI PENSIONISTICI - PROSECUZIONE VOLONTARIA CONTRIBUTI ASSICURATIVI FINE RAPPORTO - INDENNITA DI BUONUSCITA - RISCATTO AI FINI DELL INDENNITA DI BUONUSCITA

3 - INDENNITA PREMIO SERVIZIO - RICONGIUNZIONE AI FINI DELL INDENNITA PREMIO SERVIZIO - RISCATTO AI FINI DELL INDENNITA PREMIO SERVIZIO - TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO CREDITO - PICCOLI PRESTITI - PRESTITI PLURIENNALI DIRETTI - PRESTITI PLURIENNALI GARANTITI - MUTUI IPOTECARI ATTIVITA SOCIALI - BORSE DI STUDIO - CASE DI SOGGIORNO PER ANZIANI - CENTRI VACANZE - CONVITTI - ISTITUTO MAGISTRALE LICEO DELLA COMUNICAZIONE - MASTER - ASSICURAZIONE SOCIALE VITA PATRIMONIO - DISMISSIONI - LOCAZIONI - MANUTENZIONE

4

5

6 1 pensioni

7 2 PENSIONE DIRETTA ORDINARIA DI ANZIANITA E la pensione che spetta al compimento del 55 anno di età e di almeno 35 anni di lavoro o quando si raggiungono solo 37 anni di lavoro. I dipendenti iscritti alle casse: - CPDEL (Enti Locali) - CPS (Sanitari) - CPI (Insegnanti) - CPUG (Ufficiali Giudiziari) - CTPS (Statali) ANNO ETA + ANNI DI SERVIZIO O SOLO ANNI DI SERVIZIO ANNO ETA + ANNI DI SERVIZIO O SOLO ANNI DI SERVIZIO 2001/ O O / O / O in poi O 40q 2001/ O O / O / O in poi O 40 A domanda dell interessato. Il pagamento è effettuato con assegno postale o con accredito su conto corrente bancario o postale così come indicato sulla domanda. Termini di definizione del procedimento: 120 gg.

8 3 PENSIONE DIRETTA ORDINARIA DI VECCHIAIA E la pensione data a chi ha maturato i requisiti di età o di servizio. Tutti i dipendenti cessati dal servizio per limiti di età o di servizio iscritti alle casse: - CPDEL (Enti Locali) - CPS (Sanitari) - CPI (Insegnanti) - CPUG (Ufficiali Giudiziari) - CTPS (Statali) UOMINI DONNE SERVIZIO Età Età Anni Minimo 15 A domanda dell interessato. Per i dipendenti dello Stato non è necessario, invece, presentare la domanda. Il pagamento è effettuato con assegno postale o con accredito su conto corrente bancario o postale così come indicato dall interessato. Termini di definizione del procedimento: 120 gg.

9 4 PENSIONE DIRETTA PER INABILITA ALLE MANSIONI La pensione che spetta ai dipendenti degli Enti Locali e Sanità che hanno terminato il rapporto di lavoro per infermità non dipendente da causa di servizio con almeno 20 anni di anzianità contributiva. Tutti i dipendenti pubblici ad esclusione dei dipendenti statali. A domanda che deve essere presentata dal lavoratore prima del pensionamento. Il pagamento è effettuato con assegno postale o con accredito su c/c postale o bancario così come indicato dall interessato. Termini di definizione del procedimento: 120 gg.

10 5 PENSIONE DIRETTA PER INABILITÀ ASSOLUTA E PERMANENTE A QUALSIASI PROFICUO LAVORO E la pensione che spetta ai dipendenti con 15 anni di anzianità contributiva, che hanno terminato il rapporto di lavoro per infermità non dipendente da causa di servizio Tutti gli iscritti alle Casse pensioni: - CPDEL (Enti Locali) - CPS (Sanitari) - CPI (Insegnanti) - CPUG (Ufficiali Giudiziari) - CTPS (Statali) A domanda, che deve essere presentata dal lavoratore in attività di servizio. Il pagamento è effettuato con assegno postale o con accredito su c/c postale o bancario così come indicato dall interessato. Termini di definizione del procedimento: 120 gg.

11 6 PENSIONE DIRETTA PER INABILITA ASSOLUTA E PERMANENTE A QUALSIASI ATTIVITÀ LAVORATIVA E la pensione che spetta ai dipendenti che hanno terminato il rapporto di lavoro (a partire dal 1 gennaio 96) per infermità non dipendente da causa di servizio con 5 anni di contributi, di cui almeno 3 negli ultimi 5 anni. Tutti gli iscritti alle Casse pensioni: - CPDEL (Enti Locali) - CPS (Sanitari) - CPI (Insegnanti) - CPUG (Ufficiali Giudiziari) - CTPS (Statali) A domanda che deve essere presentata dal lavoratore prima del pensionamento o entro 2 anni dal termine del rapporto di lavoro. Il pagamento è effettuato con assegno postale o con accredito su c/c postale o bancario così come indicato dall interessato. Termini di definizione del procedimento: 120 gg.

12 7 PENSIONE INDIRETTA DI INABILITA E la somma di denaro mensile che spetta agli eredi del dipendente inabile deceduto. I parenti o i familiari del pensionato deceduto secondo il seguente ordine: - coniuge - figli minori - figli maggiorenni studenti (fino al 21 anno di età iscritti alla scuola media superiore e fino al 26 anno di età per gli iscritti all università) - figli maggiorenni inabili - padre, madre con almeno 65 anni, non titolari di pensione e a carico del lavoratore defunto - fratelli e/o sorelle celibi/nubili che sono inabili, non titolari di pensione e a carico del lavoratore defunto A domanda, nel caso in cui il dipendente abbia presentato domanda prima del decesso. Termini di definizione del procedimento: 120 gg.

13 8 PENSIONE REVERSIBILE DI INABILITÀ E la somma di denaro mensile che spetta agli eredi del pensionato deceduto, titolare di una pensione di inabilità. I parenti o i familiari secondo il seguente ordine: - coniuge - figli minori - figli maggiorenni studenti (fino al 21 anno di età iscritti alla scuola media superiore e fino al 26 anno di età per gli iscritti all università) - figli maggiorenni inabili - padre, madre con almeno 65 anni, non titolari di pensione e a carico del lavoratore defunto - fratelli e/o sorelle celibi/nubili che sono inabili, non titolari di pensione e a carico del pensionato defunto A domanda dell interessato. Il pagamento avviene presso l ufficio postale o con accredito su conto corrente bancario o postale così come indicato dall interessato. Termini di definizione del procedimento: 120 gg.

14 9 PENSIONE DIRETTA DI PRIVILEGIO E la pensione che spetta ai dipendenti collocati a riposo per infermità dipendente da causa di servizio. Tutti gli iscritti Inpdap con almeno un giorno di iscrizione ad una delle Casse: - CPDEL (Enti Locali) - CPS (Sanitari) - CPI (Insegnanti) - CPUG (Ufficiali Giudiziari) - CTPS (Statali) A domanda dell interessato entro 5 anni dalla cessazione dal servizio. Il pagamento è effettuato con accredito presso l ufficio postale o con accredito su c\c postale o bancario così come indicato dall interessato. Termini di definizione del procedimento: 120gg.

15 10 PENSIONE INDIRETTA ORDINARIA E la somma di denaro mensile che spetta agli eredi del dipendente deceduto in servizio con 5 anni di contributi, di cui almeno 3 negli ultimi 5 anni o con 15 anni di anzianità contributiva. I parenti o i familiari del pensionato deceduto secondo il seguente ordine: - coniuge - figli minori - figli maggiorenni studenti (fino al 21 anno di età iscritti alla scuola media superiore e fino al 26 anno di età per gli iscritti all università) - figli maggiorenni inabili - padre, madre con almeno 65 anni, non titolari di pensione e a carico del lavoratore defunto - fratelli e/o sorelle celibi/nubili che sono inabili, non titolari di pensione e a carico del lavoratore defunto A domanda dell interessato. Il pagamento avviene presso l ufficio postale o con accredito su conto corrente bancario o postale così come indicato dall interessato. Termini di definizione del procedimento: 120 gg.

16 11 PENSIONE DI REVERSIBILITÀ ORDINARIA E la somma di denaro mensile che spetta agli eredi di un pensionato deceduto. I parenti o i familiari del pensionato deceduto secondo il seguente ordine: - coniuge - figli minori - figli maggiorenni studenti (fino al 21 anno di età iscritti alla scuola media superiore e fino al 26 anno di età per gli iscritti all università) - figli maggiorenni inabili - padre, madre con almeno 65 anni, non titolari di pensione e a carico del lavoratore defunto - fratelli e/o sorelle celibi/nubili che sono inabili, non titolari di pensione e a carico del pensionato defunto A domanda dell interessato. Il pagamento avviene presso l ufficio postale o con accredito su conto corrente bancario o postale così come indicato dall interessato. Termini di definizione del procedimento: 120 gg.

17 12 PENSIONE INDIRETTA DI PRIVILEGIO E la somma di denaro che spetta agli eredi del lavoratore che, con almeno un giorno di iscrizione all Inpdap, è deceduto per malattia o infortunio derivati da causa di servizio. I parenti o i familiari dell iscritto secondo il seguente ordine: - coniuge - figli minori - figli maggiorenni studenti (fino al 21 anno di età iscritti alla scuola media superiore e fino al 26 anno di età per gli iscritti all università) - figli maggiorenni inabili - padre, madre con almeno 65 anni, non titolari di pensione e a carico del lavoratore defunto - fratelli e/o sorelle celibi/nubili che sono inabili, non titolari di pensione e a carico del lavoratore defunto A domanda degli eredi entro 5 anni dalla data di morte del lavoratore. Il pagamento avviene presso l ufficio postale o con accredito su conto corrente bancario o postale così come indicato dall interessato. Termini di definizione del procedimento: 210 gg.

18 13 PENSIONE DI REVERSIBILITÀ DI PRIVILEGIO E la somma di denaro mensile che spetta agli eredi del pensionato deceduto. La causa della morte deve essere la stessa che ha dato luogo al riconoscimento della pensione di privilegio. I parenti o i familiari del pensionato deceduto secondo il seguente ordine: - coniuge - figli minori - figli maggiorenni studenti (fino al 21 anno di età iscritti alla scuola media superiore e fino al 26 anno di età per gli iscritti all università) - figli maggiorenni inabili - padre, madre con almeno 65 anni, non titolari di pensione e a carico del lavoratore defunto - fratelli e/o sorelle celibi/nubili che sono inabili, non titolari di pensione e a carico del pensionato defunto A domanda dell interessato. Il pagamento avviene presso l ufficio postale o con accredito su conto corrente bancario o postale così come indicato dall interessato. Termini di definizione del procedimento: 210 gg.

19 14 QUOTA AGGIUNTIVA DI PENSIONE Una somma in denaro che aumenta la pensione precedentemente percepita. I pensionati iscritti a: - CPDEL (Enti Locali) - CPS (Sanitari) - CPI (Insegnanti) - CPUG (Ufficiali Giudiziari) che riprendono servizio e che siano nuovamente iscritti all Inpdap per almeno un anno. A domanda dell interessato. Il pagamento avviene presso l ufficio postale o con accredito su c/c bancario o postale così come indicato dall interessato. Termini di definizione del procedimento: 120 gg.

20 15 ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE Somma di denaro data per ogni familiare a carico. I titolari di pensione ordinaria. A domanda, sugli appositi modelli. L assegno verrà corrisposto a partire dalla decorrenza della pensione o dal 1 giorno del mese in cui sorge il diritto all assegno. Tale diritto si perde se non si chiede entro 5 anni Termini di definizione del procedimento: 120 gg.

21 16 RATEI DI PENSIONE La somma di denaro che deriva dalla tredicesima o da altri importi che spettavano al deceduto ancora non riscossi dallo stesso. I figli, gli eredi sia legittimi che testamentari, alla data di morte del titolare di pensione. A domanda dell interessato entro 5 anni dalla data di morte del titolare di pensione. Il pagamento del rateo avviene comunque, solo in presenza di assegnazione di pensione definitiva.

22 17 RICONGIUNZIONE IN ENTRATA (Trasferimento all Inpdap di tutti i contributi versati ad altri Enti previdenziali) E la possibilità per il lavoratore iscritto all Inpdap di unificare i contributi versati ad altri Enti previdenziali. Il lavoratore in attività di servizio iscritto all Inpdap o gli eredi, aventi diritto a pensione, del lavoratore morto in attività di servizio. Per i periodi svolti presso lo Stato non è richiesto nessun adempimento poiché la ricongiunzione verrà effettuata d ufficio e a titolo gratuito. In tutti gli altri casi qualora i contributi versati in precedenza siano inferiori ai contributi Inpdap la ricongiunzione sarà a pagamento. La domanda di ricongiunzione può essere presentata in qualunque momento fino al termine del rapporto di lavoro (gli eredi possono presentarla in qualunque momento dopo la morte dell iscritto). Per la ricongiunzione a pagamento si consiglia di presentare la domanda il più presto possibile. Nei casi di ricongiunzione a pagamento l interessato riceverà a casa la comunicazione della somma da pagare e le modalità di pagamento: unica soluzione o forma rateale. E possibile la rinuncia alla ricongiunzione Termini di definizione del procedimento: 180 gg.

23 18 RICONGIUNZIONE IN USCITA (Trasferimento ad altri Enti di tutti i contributi versati all Inpdap) E la possibilità per il lavoratore di unificare, presso l ente al quale è iscritto, i contributi versati all Inpdap. Possono essere unificati tutti i periodi lavorativi per i quali siano stati versati contributi all Inpdap. Tutti coloro che hanno contributi versati all Inpdap. La ricongiunzione va richiesta prima di andare in pensione. A domanda dell interessato o degli eredi.

24 19 RISCATTO AI FINI PENSIONISTICI E la possibilità per il lavoratore di pagarsi i contributi per periodi o servizi non altrimenti utili quali: - Corsi di laurea o di specializzazione, diplomi professionali o altri corsi di studio; - Periodi di lavoro non coperti da contribuzione; - Periodi con contributi versati ad altro ente o gestione previdenziale. Il dipendente in attività di servizio iscritto all Inpdap o gli eredi, aventi diritto a pensione, del lavoratore deceduto in servizio. A domanda dell interessato ancora in servizio o entro 90 giorni dal termine del rapporto di lavoro. Anche gli eredi possono presentare la domanda entro 90 giorni dalla morte del lavoratore. Poiché il riscatto è a pagamento e viene calcolato in relazione allo stipendio, si consiglia di presentare la domanda il più presto possibile. L interessato riceverà a casa la comunicazione della somma da pagare e le modalità di pagamento: unica soluzione o forma rateale E possibile la rinuncia al riscatto

25 20 PROSECUZIONE VOLONTARIA CONTRIBUTI ASSICURATIVI E la facoltà di versare somme di denaro per i periodi di lavoro che sono senza contributi. Si raggiunge così il diritto a pensione o si può aumentare la somma della pensione. - Gli iscritti all Inpdap che all atto del pensionamento hanno raggiunto il minimo contributivo, purché abbiano almeno 3 anni di versamenti, anche discontinui, negli ultimi 5 anni precedenti la domanda. - Gli iscritti all Inpdap che devono coprire periodi di interruzione del rapporto di lavoro dovuti a: aspettativa per motivi di studio o di famiglia, motivi disciplinari, lavori discontinui, stagionali, a part-time, purché abbiano almeno 12 mesi di iscrizione negli ultimi 5 anni. A domanda dell interessato. Si può presentare la domanda anche in caso di conclusione del rapporto di lavoro o di interruzione dal servizio. All iscritto viene comunicata a casa l autorizzazione alla prosecuzione volontaria i cui versamenti decorreranno dal primo sabato successivo a quello della richiesta. Termini di definizione del procedimento: 90 gg.

26 21 fine rapporto

27 22 INDENNITÀ DI BUONUSCITA La liquidazione ovvero la somma di denaro che spetta quando si termina il rapporto di lavoro. Tutti i dipendenti statali con almeno 1 anno di iscrizione anche se non continuativo, o i loro eredi. D ufficio entro 105 giorni se la cessazione dal servizio è dovuta a: - limiti di età - limiti di servizio - inabilità - morte del dipendente in attività di servizio Negli altri casi (dimissioni, licenziamento ecc.) si ottiene entro 270 giorni dalla data di conclusione del rapporto di lavoro. Il pagamento della prestazione avviene mediante assegno bancario non trasferibile o con accreditamento su c/c bancario o postale, così come richiesto dall interessato. Entro il termine di 5 anni la buonuscita, se non riscossa, va in prescrizione. Termini di definizione del procedimento: 90 gg.

28 23 RISCATTO AI FINI DELL INDENNITA DI BUONUSCITA E la possibilità per il lavoratore di pagarsi i contributi per periodi e/o servizi non altrimenti utili quali: - corsi di laurea o di specializzazione, diplomi professionali o altri corsi di studio; - periodi di lavoro non coperti da contribuzione; - periodi con contributi versati ad altro Ente o gestione previdenziale. I dipendenti dello Stato ed altri iscritti alla gestione ex Enpas A domanda dell interessato. Poiché il riscatto è a pagamento e viene calcolato in relazione allo stipendio, si consiglia di presentare la domanda il più presto possibile. L interessato riceverà a casa la comunicazione della somma da pagare e le modalità di pagamento: unica soluzione o forma rateale. E possibile la rinuncia al riscatto. Il lavoratore, dopo aver accettato, può anche chiedere l esonero dal pagamento delle rate non ancora scadute, in tal caso il periodo riscattato è proporzionalmente ridotto. Termini di definizione del procedimento: 60 gg.

29 24 INDENNITA PREMIO SERVIZIO La liquidazione ovvero la somma di denaro che spetta al termine del rapporto di lavoro. I dipendenti iscritti alle Casse (o i loro eredi in caso di morte del dipendente): - CPDEL (Enti Locali) - CPS (Sanitari) - CPI (Insegnanti) - CPUG (Ufficiali Giudiziari) - Altri enti iscritti alla ex gestione Inadel con un anno continuativo di iscrizione (o i loro eredi in caso di morte del dipendente). D ufficio entro 105 giorni se la cessazione dal servizio è dovuta per: - limiti di età - limiti di servizio - inabilità - morte del dipendente in attività di servizio. Negli altri casi (dimissioni, licenziamento ecc.) si ottiene entro 270 giorni dalla data di conclusione del rapporto di lavoro. Il pagamento della prestazione avviene mediante assegno bancario non trasferibile o con accreditamento su c/c bancario o postale, così come richiesto dall interessato.

30 25 Entro il termine di 5 anni l indennità di fine servizio, se non riscossa, va in prescrizione. Termini di definizione del procedimento: 90 gg.

31 26 RICONGIUNZIONE AI FINI DELL INDENNITA PREMIO SERVIZIO La possibilità per l iscritto di unificare tutti i contributi versati anche presso altri Enti, per il trattamento di fine servizio, per avere un unica somma a fine carriera. - I dipendenti delle Ferrovie o degli Enti locali o delle poste passati allo Stato e viceversa - il personale degli enti mutualistici passato al servizio sanitario nazionale - il personale docente e ricercatori delle università libere passati in università statali - il personale delle università statalizzate - il personale passato ad altre Amministrazioni pubbliche per mobilità o proveniente da enti soppressi o disciolti. La ricongiunzione avviene d ufficio ed è gratuita. Termini di definizione del procedimento: 60 gg.

32 27 RISCATTO AI FINI DELL INDENNITA PREMIO SERVIZIO E la possibilità per il lavoratore di pagarsi i contributi per i periodi e/o servizi non altrimenti utili quali: - corsi di laurea o di specializzazione, diplomi professionali o altri corsi di studio - periodi di lavoro non coperti da contribuzione - periodi con contributi versati ad altro ente o gestione previdenziale I dipendenti degli Enti Locali, Sanità e degli Enti iscritti alla ex gestione Inadel. A domanda dell interessato. Poiché il riscatto è a pagamento e viene calcolato in relazione allo stipendio si consiglia di presentare la domanda il più presto possibile. L interessato riceverà a casa la comunicazione della somma da pagare e le modalità di pagamento: unica soluzione o forma rateale. E possibile la rinuncia al riscatto. Termini di definizione del procedimento: 60 gg.

33 28 TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO Una somma di denaro che spetta al termine del rapporto di lavoro. - i dipendenti pubblici assunti a tempo indeterminato dopo il 31 dicembre i dipendenti pubblici assunti con contratto a tempo determinato in essere al 30 maggio 2000 o stipulato successivamente. I dipendenti assunti prima del 31 dicembre 2000 possono scegliere il trattamento di fine rapporto aderendo anche ad un fondo di previdenza complementare. A domanda dell interessato.

34 29 credito

35 30 PICCOLI PRESTITI Somma in denaro che si ottiene senza il bisogno di motivare la richiesta. La durata del prestito può essere di 1, 2 o 3 anni, l importo dato può variare da 1 a 6 stipendi. Tutti gli iscritti all Inpdap in attività di servizio con almeno: - 1 anno di servizio continuativo per il piccolo prestito annuale - 2 anni di servizio continuativo per il piccolo prestito biennale. - 3 anni di servizio continuativo per il piccolo prestito triennale A domanda dell interessato. Il pagamento è effettuato con accredito su conto corrente bancario o con assegno circolare non trasferibile, come indicato dall interessato. Termini di definizione del procedimento: 15 gg. PRESTITI PLURIENNALI DIRETTI E una somma di denaro che si ottiene dall Inpdap per spese sostenute o da sostenere per necessità personali o familiari da documentare. La durata del prestito può

36 31 essere di 10 o 5 anni a seconda della motivazione, o di durata inferiore se l interessato nel frattempo raggiunge l età per andare in pensione. Tutti gli iscritti Inpdap in attività di servizio che abbiano: - 4 anni di servizio effettivo - 2 anni per gli invalidi di servizio A domanda dell interessato. Il pagamento avviene mediante assegno bancario circolare non trasferibile, ed avviene entro 90 giorni dalla presentazione della domanda. Termini di definizione del procedimento: 90 gg. PRESTITI PLURIENNALI GARANTITI E la possibilità per l iscritto di ottenere un prestito da un Istituto Finanziario autorizzato garantito contro i seguenti rischi: - morte dell iscritto - fine del rapporto di lavoro senza aver raggiunto il diritto a pensione - riduzione dello stipendio Tutti gli iscritti all Inpdap.

37 32 A domanda dell interessato. Il pagamento avviene ad opera della Società Finanziaria. Termini di definizione del procedimento: 30 gg. MUTUI IPOTECARI E una somma di denaro per l acquisto della prima casa che si restituisce: - in 15 anni scegliendo un tasso fisso al 4,20% o misto al 3,90% - in 20 o 25 anni ad un tasso misto del 3,90% Tutti gli iscritti all Inpdap in attività di servizio a tempo indeterminato. L interessato dovrà presentare una domanda entro i termini previsti da un bando di concorso reso pubblico dall Inpdap. Il bando viene pubblicato sulla G.U. ed è disponibile anche presso le sedi provinciali e il sito internet. Entro 20 giorni dalla data di scadenza del bando verranno effettuate le graduatorie e l istituto comunicherà l assegnazione del mutuo all interessato tramite lettera raccomandata.

38 33 attività sociali

39 34 BORSE DI STUDIO E una somma di denaro che l Inpdap dà annualmente agli studenti per la frequenza di: - scuole di ogni ordine e grado, escluso le elementari; - corsi di specializzazione o perfezionamento post universitari. La somma data varia a seconda del corso di studi. - I figli di iscritti e pensionati all Inpdap; - orfani di iscritti e pensionati all Inpdap. I requisiti necessari sono: - la promozione con distinto (per le medie) - la promozione con 8/10 (per le superiori) - la promozione con 80/100 (per la maturità) - non essere ripetente per lo stesso anno scolastico - aver superato tutti gli esami previsti dal piano di studi universitario con una votazione di almeno 24/30. A domanda dell interessato presentata a seguito del bando pubblicato annualmente dall Inpdap. La somma è data mediante assegno bancario non trasferibile. L interessato saprà di essere stato incluso nella graduatoria finale mediante comunicazione a domicilio. Termini di definizione del procedimento: 180 gg.

40 35 CASE DI SOGGIORNO PER ANZIANI E una struttura di tipo alberghiero per pensionati autosufficienti. Offre vitto, alloggio (sia in stanze singole sia in stanze doppie), assistenza medica, attività creativo-culturali. Le sedi si trovano in Monteporzio Catone (RM) e Pescara. I pensionati Inpdap e i loro coniugi in condizioni di autonomia fisica e mentale. A domanda dell interessato. Termini di definizione del procedimento: 60 gg.

41 36 CENTRI VACANZE - Un soggiorno estivo, di 15 giorni, al mare o ai monti con attività sportive, ricreative e culturali in Italia - Un soggiorno studio, di 15 giorni, all estero. - Gli orfani e i figli di iscritti e pensionati Inpdap in regola con il corso di studio con età tra i 7 e i 12 anni per l Italia. - Gli orfani e i figli di iscritti e pensionati Inpdap in regola con il corso di studi tra i 12 e i 15 anni per l estero. E prevista un quota di partecipazione a carico delle famiglie. A domanda presentata a seguito del bando pubblicato annualmente dall Inpdap. L Ente comunicherà con lettera raccomandata, inviata al domicilio dell interessato, il periodo e la località dove è stato assegnato. Termini di definizione del procedimento: 90 gg.

42 37 CONVITTI Centri di ospitalità per ragazzi ad: - Anagni (FR) - Arezzo - Caltagirone (CT) - Sansepolcro (AR) - Spoleto (PG) I figli e gli orfani di iscritti e pensionati Inpdap con una età scolare che va dalle elementari all università. A domanda sulla base di una graduatoria che tiene conto: - della situazione scolastica - del reddito - della situazione familiare Termini di definizione del procedimento 90 giorni.

43 38 ISTITUTO MAGISTRALE - LICEO DELLA COMUNICAZIONE Una scuola superiore con sede in Sansepolcro (AR) con due diversi corsi di studio: - Istituto magistrale - Liceo della comunicazione. I figli e gli orfani di iscritti all Inpdap in servizio o in pensione. A domanda. Si paga una retta annua. Termini di definizione del procedimento: 90 gg.

44 39 MASTER Una somma di denaro che corrisponde alla somma richiesta per l iscrizione al master. - Gli iscritti all Inpdap - I figli e gli orfani degli iscritti/pensionati all Inpdap - I dipendenti dell Inpdap, che abbiano un diploma di laurea con una votazione non inferiore a quella stabilita dal bando di partecipazione. A domanda dell interessato, presentata nei termini e con le modalità previsti dal bando.

45 40 ASSICURAZIONE SOCIALE VITA Somma di denaro determinata, mediamente, in base allo stipendio percepito negli ultimi 12 mesi. Spetta agli eredi in caso di morte dell iscritto o all iscritto in caso di morte di un suo familiare a carico, secondo percentuali previste dalla legge. - I dipendenti da Enti di diritto pubblico iscritti alla gestione ex Enpdep (ENI, ENIT, ex IACP, INA, INAIL, ENEA, ENASARCO ed altri). - I dipendenti in attività di servizio devono essere iscritti da almeno 6 mesi. - I pensionati, che abbiano fatto domanda di prosecuzione volontaria entro 1 mese dalla data del pensionamento, debbono avere 5 anni di iscrizione. A domanda dell interessato, entro un mese dalla morte del familiare. Il pagamento è effettuato con accredito sul conto corrente bancario o con assegno circolare non trasferibile, su indicazione dell interessato, e avviene entro 30 giorni dalla domanda. Termini di definizione del procedimento: 30 gg.

46 41 patrimonio

47 42 DISMISSIONI E la possibilità di comprare un immobile di proprietà dell Inpdap. Tutti coloro che sono locatari degli immobili messi in vendita. L Inpdap invierà a tutti i locatari interessati una comunicazione con le condizioni dell acquisto alla quale verrà allegata una lettera di impegno all acquisto che il locatario dovrà compilare e restituire entro 60 giorni.

48 43 LOCAZIONE La possibilità di prendere in affitto un appartamento o un ufficio/negozio di proprietà dell Inpdap. Tutti, sulla base di specifici requisiti indicati sul bando pubblicato periodicamente dall Inpdap. L interessato dovrà presentare una domanda entro i termini previsti da un bando di concorso reso pubblico dall Inpdap. Il bando viene esposto nella sede provinciale e presso il Comune. Solo in caso di assegnazione del locale l Istituto comunicherà, tramite lettera raccomandata, all indirizzo indicato dall interessato al momento della domanda.

49 44 MANUTENZIONE La possibilità di chiedere che siano effettuati a carico dell Istituto i lavori nell immobile del quale si è locatari (tinteggiatura, rifacimento bagno ed altro). Tutti i locatari degli immobili di proprietà dell Inpdap che siano in regola con i pagamenti. A domanda dell interessato presentata alla Società di gestione competente e a all Inpdap.

50 sedi provinciali

51 SEDI PROVINCIALI E TERRITORIALI Citta giorni ed orario di ricevimento telefono fax AGRIGENTO Lunedì mercoledì venerdì P.le Fratelli Rosselli Martedì e giovedì ALESSANDRIA Dal lunedì a venerdì Via Testore, 19 Martedì Giovedì 9 16 (orario continuato) ANCONA Lunedì mercoledì venerdì Via Ruggeri, 5/c Martedì AOSTA Lunedì mercoledì venerdì Via Festaz, 55 Martedì e giovedì AREZZO Dal lunedì al venerdì Via Guadagnoli, 24 Martedì e giovedì 16 17, ASCOLI PICENO Lunedì mercoledì venerdì Via dei Malaspina, 15/17 Martedì e giovedì Gestione pagamento pensioni Lunedì mercoledì venerdì Via dei Malaspina, 15/17 Martedì e giovedì ASTI Dal lunedì al venerdì Via Goito, 20 Martedì AVELLINO Lunedì mercoledì venerdì 8, Via Tuoro Cappuccini, 28 Martedì e giovedì BARI Lunedì mercoledì venerdì Via Oberdan, 40/u Martedì e giovedì 15,30 17, BELLUNO Martedì e giovedì Via Feltre, 60 Martedì e giovedì Venerdì 10 12

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI ABRUZZO - MOLISE UFFICIO ISPETTIVO DI PESCARA Pescara, Chieti, L'Aquila, Teramo, Campobasso, Isernia Via Latina n.7 -. 65121 Pescara Telefono 06 5793.3110

Dettagli

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute ABRUZZO Case di cura / Ospedali / Day-Surgery CHIETI e provincia L'AQUILA e provincia PESCARA e provincia Centri diagnostici /Poliambulatori/Studi

Dettagli

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso Chieti L'Aquila Pescara Teramo Matera Potenza Catanzaro Cosenza Crotone 3 7 3 5 6 4 5 7 6 A03 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE A06 COSTRUZIONI E TECNICO A07 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI 3 A09 DISCIPLINE

Dettagli

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata Mobilità professionale personale ATA profilo professionale DSGA Destinatari dei corsi di di cui all'art. 7 CCNI 3.12.29 - art. 1, comma 2, sequenza contrattuale 25.7.28 - (ex art. 48 CCNL/27) DSGA Personale

Dettagli

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO -

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO Previnet è in grado di mettere a disposizione dei propri clienti un network

Dettagli

AGRIGENTO Ass. Amministrativo 584 561 23 2 ALESSANDRIA Ass. Amministrativo 332 307 25 2 ANCONA Ass. Amministrativo 451 380 71 5 AREZZO Ass. Amministrativo 337 270 67 5 ASCOLI PICENO Ass. Amministrativo

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO

SINTESI DELLO STUDIO SINTESI DELLO STUDIO CARO AFFITTI E COSTO PER LA CASA: DIFFICOLTA DA RISOLVERE Maggio 2009 Nel II semestre 2008 le famiglie italiane per pagare l affitto della casa in cui vivono hanno impiegato il 26,4%

Dettagli

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria.

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria. Risorse Umane ed Organizzazione Relazioni Industriali Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL-POST FAILP-CISAL CONFSAL. COM.NI UGL-COM.NI Roma, 2 dicembre 2009 OGGETTO: Verbale di

Dettagli

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo ABRUZZO ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo Tel.: 338 7339896 mail: fabrizio.andriano@gmail.com BASILICATA DANIELE RAFFAELE & FIGLI sas Provincia: Potenza Tel.: 335 6226928 mail:

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I contratti di rete Il monitoraggio sui Contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, mette in

Dettagli

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza 2 Rapporto Famiglia-reddito-casa A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Novembre 2008 1 INDICE Nota introduttiva pag. 3 Dati demografici pag. 4 Tabella

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane;

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane; Prot. n. 29228 IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle

Dettagli

Competenza territoriale per le province di Ancona, Ascoli Piceno, Pesaro e Urbino, Macerata,

Competenza territoriale per le province di Ancona, Ascoli Piceno, Pesaro e Urbino, Macerata, ALESSANDRIA Competenza territoriale per le province di Alessandria, Asti Via A. Gramsci, 2 15121 Alessandria Tel. 0131/316265 e-mail: alessandria.r.dipartimento@inail.it-posta certificata: alessandriaricerca@postacert.inail.it

Dettagli

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco http://www.agimeg.it/?p=2768 AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco Giochi 2012, Milano la provincia dove si è giocato di più. In sole 4 province finisce il 25% delle giocate Sul podio anche

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ITALIA POPOLAZIONE Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 11 A. Le idee importanti l L Italia è uno Stato con 20 regioni e 103 province l In Italia ci sono molte città. Le

Dettagli

3) Contributi integrativi volontari di cui all art.4 del D.P.R. N.1432/1971. a) Operai agricoli a tempo determinato;

3) Contributi integrativi volontari di cui all art.4 del D.P.R. N.1432/1971. a) Operai agricoli a tempo determinato; Versamenti volontari del settore agricolo - Anno 2005 (Inps, Circolare 29 luglio 2005 n. 98) Si illustrano di seguito le modalità di calcolo, per l anno in corso, dei contributi volontari relative alle

Dettagli

Fermo Potenza Firenze Prato Fonte: UIL Servizio Politiche Territoriali

Fermo Potenza Firenze Prato Fonte: UIL Servizio Politiche Territoriali LA MAPPA DELLE CITTA DOVE IL 16 OTTOBRE SI PAGHERA L ACCONTO TASI CITTA CITTA CITTA Agrigento Foggia Ragusa Alessandria Gorizia Ravenna Ascoli Piceno Grosseto Reggio Calabria Asti Imperia Rieti Avellino

Dettagli

Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 2011

Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 2011 GRAFICI STATISTICI Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 211 RAMI VITA - Premi lordi contabilizzati per ramo di attività e per tipologia di premio: 73.869 milioni di euro Malattia,

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quarta annualità un indagine

Dettagli

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO ABRUZZO DR ABRUZZO AREA DI STAFF AL DIRETTORE REGIONALE ABRUZZO DR ABRUZZO CENTRO DI ASSISTENZA MULTICANALE DI PESCARA ABRUZZO DR ABRUZZO DIRETTORE REGIONALE AGGIUNTO 1 ABRUZZO DR ABRUZZO UFFICIO ACCERTAMENTO

Dettagli

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Dopo un ulteriore incremento dell 1% il prezzo medio in Italia si attesta a 8,5 euro al mese Forti oscillazioni nei centri minori, pressoché

Dettagli

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44 LA CLASSIFICA REGIONALE Il confronto tra reddito disponibile e i sette indicatori di consumo nel 2008 Posizione REGIONI Reddito disponibile (euro procapite) Consumi alimentari (euro) Consumo energia elettrica

Dettagli

Codice Iban Descrizione Conto Sede o Ufficio di Riferimento

Codice Iban Descrizione Conto Sede o Ufficio di Riferimento 000013255112 IT-48-J-07601-10400-000013255112 INPDAP CONTRIBUTI VARI ALESSANDRIA 000012080636 IT-47-Q-07601-02600-000012080636 INPDAP CONTRIBUTI VARI ANCONA 000011499654 IT-90-Y-07601-03600-000011499654

Dettagli

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano A cura dell Area Professionale Statistica L Automobile Club d Italia produce ormai da molti anni la pubblicazione Localizzazione degli Incidenti

Dettagli

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale EDIZIONE SETTEMBRE 2010 INDICE 1 CARATTERISTICHE DELLA SPERIMENTAZIONE... 3 2 CONDIZIONI DI ACCESSO ALLA

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 il prezzo medio ora è di 8,4 euro al metro quadro cali generalizzati nei principali centri: bene padova (1,6), tengono meglio roma (0,1%)

Dettagli

La produzione di rifiuti urbani in Italia

La produzione di rifiuti urbani in Italia La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER 1 RIFIUTI OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE APRILE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la terza annualità un indagine

Dettagli

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese 17 giugno 2013 Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese I dati desk sul credito alle imprese Dall avvento della crisi (dal 2008 in poi) l andamento dei prestiti alle imprese italiane

Dettagli

IMU: PENALIZZATI I PENSIONATI E I LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI, SALVAGUARDATI I SOLITI IGNOTI

IMU: PENALIZZATI I PENSIONATI E I LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI, SALVAGUARDATI I SOLITI IGNOTI : PENALIZZATI I PENSIONATI E I LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI, SALVAGUARDATI I SOLITI IGNOTI. ABITAZIONE PRINCIPALE DA 33 A 133 MEDI EURO L ANNO. SECONDE CASE SCONTI IN 59 CITTA PER I REDDITI MEDIO

Dettagli

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado PIEMONTE ALESSANDRIA A028 EDUCAZIONE ARTISTICA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A032 EDUCAZIONE MUSICALE NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A033 EDUCAZIONE TECNICA NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA

Dettagli

TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI

TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI Analisi della UIL sui siti internet dei Comuni Capoluogo di Provincia e delle Regioni Roma Agosto 2008 UIL- Servizio Politiche Territoriali TRASPARENZA

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO

MINISTERO DELL INTERNO MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica PRESSO LE SOCIO-RIABILITATIVE ALLE DATE DEL 31 MARZO E 30 GIUGNO 2002

Dettagli

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena SMART CITY INDEX La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena Lo Smart City Index Al fine di misurare il livello di smartness di una città, Between ha creato lo Smart City Index, un ranking delle

Dettagli

INPS - Circolare 22 novembre 2007, n. 128

INPS - Circolare 22 novembre 2007, n. 128 INPS - Circolare 22 novembre 2007, n. 128 Oggetto: Versamenti volontari del settore agricolo - anno 2007. Sommario: 1) Lavoratori agricoli dipendenti 2) Coltivatori diretti, mezzadri e coloni e imprenditori

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

1,5% Infrastrutture di base Indice di infrastrutture economiche

1,5% Infrastrutture di base Indice di infrastrutture economiche PRATO Valori medi 21-25 della media 1999-23 e 2-24. (Italia = 1) Umano e le politiche per migliorare il (Siemens-Ambrosetti, 23) Lucca, Siena, PratoArezzo, Livorno Massa Carrara, Pistoia Pisa Grosseto

Dettagli

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno NOTA PER LA STAMPA Roma, 17 aprile 2009 CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno Le imprese italiane pagano un prezzo sempre più alto per la crisi del credito:

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quinta annualità un indagine

Dettagli

Breve sintesi - 2012

Breve sintesi - 2012 Breve sintesi - 2012 L Italia e l Europa nel 2012 Nel 2010 l Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato un nuovo decennio di iniziative per la Sicurezza Stradale 2011-2020 al fine di ridurre

Dettagli

IN ARRIVO LO SPAURACCHIO TASI: CON LA PRIMA RATA DI GIUGNO I COMUNI INCASSERANNO 2,3 MILIARDI DI EURO

IN ARRIVO LO SPAURACCHIO TASI: CON LA PRIMA RATA DI GIUGNO I COMUNI INCASSERANNO 2,3 MILIARDI DI EURO IN ARRIVO LO SPAURACCHIO TASI: CON LA PRIMA RATA DI GIUGNO I COMUNI INCASSERANNO 2,3 MILIARDI DI EURO Con la scadenza della prima rata della Tasi prevista per il prossimo 16 giugno, i Comuni incasseranno

Dettagli

L INDICE DEL RISCHIO DI POVERTA LOCALE. Rapporto concluso sulla base delle informazioni statistiche disponibili al 29-05-2009

L INDICE DEL RISCHIO DI POVERTA LOCALE. Rapporto concluso sulla base delle informazioni statistiche disponibili al 29-05-2009 L INDICE DEL RISCHIO DI POVERTA LOCALE Luglio 2009 Una analisi per i comuni capoluogo di provincia PUBBLICAZIONI Monografia A cura di Rapporto concluso sulla base delle informazioni statistiche disponibili

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Prospetto Informativo on line Ricevuta del prospetto Soggetto che effettua la comunicazione 011 - Consorzi e Gruppi di imprese (art. 31, d.lgs. 276/2003)

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA FEBBRAIO 2012 A.G. ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

Ufficio Città Totali Distretto

Ufficio Città Totali Distretto Ufficio Città Totali Distretto Procura della Repubblica Termini Imerese 296 Palermo Procura della Repubblica Sciacca 254 Palermo Ufficio di Sorveglianza Trapani 108 Palermo P.G. della Rep. presso Corte

Dettagli

107/2015 e al D.D.G. 767/2015 Diffida ad adempiere.

107/2015 e al D.D.G. 767/2015 Diffida ad adempiere. RACCOMANDATA A/R Spett. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA in persona del ministro pro tempore Viale Trastevere 76/A 00153 - ROMA OGGETTO: Domanda di ammissione alle Fasi del piano

Dettagli

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI Roma 27 giugno 2012 Prot. n. All.ti n. 07-12-000181 12 Alle Imprese di assicurazione autorizzate all esercizio del ramo R.C. auto con sede legale in Italia LORO

Dettagli

SCHEDA DI ADESIONE AL PROGETTO LINGUE 2000 ANNO SCOLASTICO 2000/2001 (da inviare al Provveditorato entro il 30/09/2000)

SCHEDA DI ADESIONE AL PROGETTO LINGUE 2000 ANNO SCOLASTICO 2000/2001 (da inviare al Provveditorato entro il 30/09/2000) Lettera circolare n 195/2000 Allegato 1/1 SCHEDA DI ADESIONE AL PROGETTO LINGUE 2000 ANNO SCOLASTICO 2000/2001 (da inviare al Provveditorato entro il 30/09/2000) 1. DATI GENERALI DELLA SCUOLA DATI ANAGRAFICI

Dettagli

A CURA DELL OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DI. c è un nido? RILEVAZIONE ANNUALE SUi costi e numero degli ASILI NIDO in italia

A CURA DELL OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DI. c è un nido? RILEVAZIONE ANNUALE SUi costi e numero degli ASILI NIDO in italia A CURA DELL OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DI c è un nido? RILEVAZIONE ANNUALE SUi costi e numero degli ASILI NIDO in italia Settembre 2015 Asili nido comunali Dossier a cura dell Osservatorio prezzi &

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE ----------- IL DIRETTORE GENERALE Decreto n.5 VISTO il Contratto collettivo nazionale del Comparto scuola, sottoscritto il 26/05/99, ed in particolare l art.34, che ha delineato il profilo di Direttore

Dettagli

Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi

Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi Calabria e Crotone maglia nera per il lavoro irregolare Primato positivo per Emilia Romagna e Bolzano L economia sommersa arruola un

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

Appendici al Conto generale del patrimonio

Appendici al Conto generale del patrimonio Appendici al Conto generale del patrimonio Appendice 1 Beni mobili ATTIVITA' (Mobili) - Consistenze e variazioni di beni mobili divisi per > e > Tabella MINISTERI CATEGORIA

Dettagli

I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza

I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza 8 giugno 2015 I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza Premessa: quadro dei dati desk e andamento del credit crunch Dall avvento della crisi economica

Dettagli

Elenco telefonico Uffici periferici della Polizia Postale e delle Comunicazioni

Elenco telefonico Uffici periferici della Polizia Postale e delle Comunicazioni Elenco telefonico Uffici periferici della Polizia Postale e delle Comunicazioni COMPARTIMENTO POLIZIA POSTALE MARCHE ANCONA Strada Cameranense 335/c Ancona Centralino: 071/4190330-260-261 Fax: 071/4190327

Dettagli

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006 DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel A cura della Camera di commercio di Milano Imprese attive nel settore

Dettagli

Il Consiglio Nazionale Andi ha approvato importanti delibere sul futuro della professione

Il Consiglio Nazionale Andi ha approvato importanti delibere sul futuro della professione http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.0_.a.a.a.a 1 di 2 27/12/2011 17.14 Feb 07 2011 Il Consiglio Nazionale Andi ha approvato importanti delibere sul futuro della professione Sondaggio ANDI Delibera

Dettagli

Indagine sulle tariffe applicate

Indagine sulle tariffe applicate Indagine sulle tariffe applicate 1 Indagine realizzata a cura dell Osservatorio prezzi&tariffe di Cittadinanzattiva 2 Indice Premessa... 5 Nota metodologica... 7 I risultati dell indagine... 8 Dati territoriali...

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a Immigrati: 335mila imprese nel 2014, in testa cinesi e marocchini, più spazio a bengalesi e indiani Cresciute di 23mila unità in un anno Roma, 7 aprile 2015 L Italia delle

Dettagli

La Crisi della Ristorazione

La Crisi della Ristorazione La Crisi della Ristorazione Ufficio studi 1 L IMPATTO DELLA CRISI SULLA RISTORAZIONE IN ITALIA I sumi delle famiglie nella ristorazione La spesa delle famiglie in servizi di ristorazione è stata nel 2011

Dettagli

Elenco dei numeri dei conti correnti "Poste italiane Proventi di Filiale..." da utilizzare per l'acquisto di Stampati con recapito a domicilio

Elenco dei numeri dei conti correnti Poste italiane Proventi di Filiale... da utilizzare per l'acquisto di Stampati con recapito a domicilio AGRIGENTO 306928 POSTE ITALIANE SPA FILIALE AGRIGENTO - PROVENTI DI FILIALE IT75P0760116600000000306928 ALBA 15674286 POSTE ITALIANE SPA FILIALE ALBA PROVENTI FILIALE IT89P0760110200000015674286 ALESSANDRIA

Dettagli

MODULO LOCALE. Quotidiani e periodici con diffusione locale

MODULO LOCALE. Quotidiani e periodici con diffusione locale MODULO LOCALE Quotidiani e periodici con diffusione locale ABRUZZO Chieti Centro (il) - ed. Chieti Lanciano-Vasto L Aquila Centro (il) - ed. l'aquila Avezzano Sulmona Pescara Centro (il) Pescara Centro

Dettagli

Per i residenti di Torino: Potete portare l'oggetto Toshiba da riparare presso il nostro laborat orio, enza l'appuntamento nei orari di apertura.

Per i residenti di Torino: Potete portare l'oggetto Toshiba da riparare presso il nostro laborat orio, enza l'appuntamento nei orari di apertura. Riparazioni in garanzia: Per poter usufruire dell'assistenza tecnica in garanzia, il cliente deve contattare la sede Toshiba Italy Srl tramite il numero a pagamento messo a disposizione. 199... Gestione

Dettagli

Asili nido comunali in Italia: tra caro rette e liste di attesa

Asili nido comunali in Italia: tra caro rette e liste di attesa Asili nido comunali in Italia: tra caro rette e liste di attesa Indagine a cura dell Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva Novembre 2012 Asili nido comunali Dossier a cura dell Osservatorio

Dettagli

PAGINE GIALLE. Roma, marzo 2006

PAGINE GIALLE. Roma, marzo 2006 PAGINE GIALLE Roma, marzo 2006 0 Per il 2006 è in corso il rinnovo dell accordo con SEAT. A tal riguardo Poste Italiane provvederà ad assicurare l intera distribuzione e raccolta dei set. Tale processo

Dettagli

Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati LORO SEDI

Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati LORO SEDI CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Roma, 28 febbraio 2014 prot. n. 1479 Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati

Dettagli

LE IMPOSTE COMUNALI SULL IMMOBILE ALBERGHIERO

LE IMPOSTE COMUNALI SULL IMMOBILE ALBERGHIERO LE IMPOSTE COMUNALI SULL IMMOBILE ALBERGHIERO Federica Bonafaccia Antonio Griesi Sergio Vento in collaborazione con LE IMPOSTE COMUNALI SULL IMMOBILE ALBERGHIERO la componente patrimoniale della nuova

Dettagli

Gli asili nido comunali in Italia, tra caro retta e liste di attesa

Gli asili nido comunali in Italia, tra caro retta e liste di attesa Gli asili nido comunali in Italia, tra caro retta e liste di attesa Dossier a cura dell Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva1 1. Premessa Roma, febbraio 2007 Gli asili nido comunali rientrano

Dettagli

PAOLA 577 UDINE 700 PARMA 999 URBINO 173 PATTI 427 VALLO DELLA LUCANIA 520 PAVIA 533 VARESE 670 PERUGIA 1684 VASTO 301 PESARO 648 VELLETRI 826

PAOLA 577 UDINE 700 PARMA 999 URBINO 173 PATTI 427 VALLO DELLA LUCANIA 520 PAVIA 533 VARESE 670 PERUGIA 1684 VASTO 301 PESARO 648 VELLETRI 826 NUMERO DI AVVOCATI RACCOLTI PERSONALMENTE DALL'AUTORE DI QUESTE RIGHE DA CIASCUN CONSIGLIO DELL'ORDINE DEL NOSTRO PAESE, SECONDO UN CRITERIO ALFABETICO ALLA DATA DEL 31 DICEMBRE 2006 DOC. N. 1 ACQUI TERME

Dettagli

FEDERALISMO MUNICIPALE

FEDERALISMO MUNICIPALE FEDERALISMO MUNICIPALE DECRETO LEGISLATIVO 292 (STIME E PROIEZIONI SULLA BASE DEL TESTO DEPOSITATO IN COMMISSIONE BICAMERALE PER IL FEDERALISMO) Proiezione degli effetti sui singoli Comuni Capoluoghi di

Dettagli

La Rubrica Silenziosa

La Rubrica Silenziosa La Rubrica Silenziosa 2007 Immigrati residenti Anno: 2006 Fonte: Istat Percentuale di stranieri sul totale della popolazione Veneto 13,7 Lombardia 7,0 Emilia Romagna 6,9 Umbria 6,8 Toscana 6,0 Marche 6,0

Dettagli

Uffici Giudiziari: bando di mobilità volontaria per 1.031 posti vacanti di personale amministrativo

Uffici Giudiziari: bando di mobilità volontaria per 1.031 posti vacanti di personale amministrativo Uffici Giudiziari: bando di mobilità volontaria per 1.031 posti vacanti di personale amministrativo È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (4a Serie Speciale Concorsi ed Esami n. 5 del 20 gennaio

Dettagli

RISTORANTI ETNICI. Quanti sono e dove sono?

RISTORANTI ETNICI. Quanti sono e dove sono? L INFLUSSO DELLA CUCINA ETNICA SULLE ABITUDINI ALIMENTARI DEGLI ITALIANI L integrazione alimentare coinvolge di più i giovani e i residenti al Nord e al Centro A Milano, Prato e Trieste la maggiore presenza

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Prospetto Informativo on line Ricevuta del prospetto Tipo comunicazione Codice comunicazione 01 - Prospetto informativo 1001514C00394126 Data invio 13/02/2014

Dettagli

ProdottiTipici.it. il portale più gustoso che c è. Viaggio nel mondo dei prodotti tipici news, eventi e curiosità a portata di click.

ProdottiTipici.it. il portale più gustoso che c è. Viaggio nel mondo dei prodotti tipici news, eventi e curiosità a portata di click. ProdottiTipici.it il portale più gustoso che c è Chi Siamo Più di 200 clienti e oltre 500 siti realizzati, la BBC da 10 anni consente alle aziende di essere visibili tramite internet, dalla nostra esperienza

Dettagli

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA Area di Agrigento (Sicilia) AG CDL CATANIA Alessandria (Piemonte) AL CDL MILANO Ancona (Marche) AN CDL PADOVA Aosta (Valle d'aosta) AO CDL MILANO Arezzo (Toscana) AR CDL ROMA

Dettagli

Studi e ricerche sull economia dell immigrazione. Ingresso degli stranieri in Italia Anno 2010. Estratto dal

Studi e ricerche sull economia dell immigrazione. Ingresso degli stranieri in Italia Anno 2010. Estratto dal Studi e ricerche sull economia dell immigrazione Ingresso degli stranieri in Italia Anno 2010 Estratto dal Rapporto annuale sull economia dell immigrazione, edizione 2011 edito da Il Mulino Introduzione

Dettagli

Transizione alla televisione digitale nella Provincia autonoma di Trento. Fondazione Ugo Bordoni

Transizione alla televisione digitale nella Provincia autonoma di Trento. Fondazione Ugo Bordoni Transizione alla televisione digitale nella Provincia autonoma di Trento Fondazione Ugo Bordoni Un esempio di transizione: dalla fotografia analogica alla fotografia digitale Alcuni esempi di transizione

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA DEFINIZIONE DELLE SEDI DI RINNOVO DELLE RSU

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA DEFINIZIONE DELLE SEDI DI RINNOVO DELLE RSU PROTOCOLLO DI INTESA PER LA DEFINIZIONE DELLE SEDI DI RINNOVO DELLE RSU sottoscritto il 16 gennaio 2012 in Roma Le delegazioni sottoscrivono il seguente protocollo di intesa: Per l INPS Il Presidente della

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato 02/09/2011

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato 02/09/2011 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato 02/09/2011 A giugno 2011 in Italia 37.787 gelaterie artigiane, che danno lavoro a 87.992 addetti. Nell'artigianato 6 assunzioni di gelatai su 10 sono di

Dettagli

8.333 294 Posti di sostegno 6.216 0

8.333 294 Posti di sostegno 6.216 0 trasferimenti - Maggio 2015 / Riepilogo generale Situazione posti scuola secondaria di I grado dopo i trasferimenti per il 2015/2016 (al 28/5/2015) (potrebbe esserci qualche variazione in aumento nel caso

Dettagli

OSSERVATORIO SULLA QUALITÀ DELLA VITA DELLE IMPRESE

OSSERVATORIO SULLA QUALITÀ DELLA VITA DELLE IMPRESE OSSERVATORIO SULLA QUALITÀ DELLA VITA DELLE IMPRESE La struttura imprenditoriale Report 2 / 2012 1862-2012 150 anni per lo sviluppo Camera di Commercio Forlì-Cesena UFFICIO STATISTICA E STUDI OSSERVATORIO

Dettagli

Indagine sulle tariffe r.c.auto

Indagine sulle tariffe r.c.auto Indagine sulle tariffe r.c.auto anno 2014 Indagine realizzata a cura dell Osservatorio prezzi&tariffe di Cittadinanzattiva INDICE 1. Il punto di vista dei cittadini 2 2. Nota metodologica 4 3. I risultati

Dettagli

AMBITI del 1 RAGGRUPPAMENTO dell'all. 1 DM 226/2011

AMBITI del 1 RAGGRUPPAMENTO dell'all. 1 DM 226/2011 Tabella riportante per ciascun ambito le date aggiornate per l intervento sostitutivo della Regione di cui all'articolo 3 del, in caso di mancato avvio della gara da parte dei Comuni, in seguito a DL n.69/2013

Dettagli

Dati ambientali nelle città Gestione dei rifiuti urbani Anno 2007

Dati ambientali nelle città Gestione dei rifiuti urbani Anno 2007 8 maggio 2009 Dati ambientali nelle città Gestione dei rifiuti urbani Anno 2007 L'Istat presenta i dati sulla gestione dei rifiuti urbani derivanti dall indagine Dati ambientali nelle città che ha coinvolto

Dettagli

Le principali attività creditizie erogate agli iscritti

Le principali attività creditizie erogate agli iscritti ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA Le principali attività creditizie erogate agli iscritti Analisi statistico finanziaria Anno 2010 a cura di Carlo Tedeschi

Dettagli

Quasi 55 miliardi sono però tornati nelle tasche degli italiani sotto forma di vincite. Nelle casse dell'erario oltre 9 miliardi

Quasi 55 miliardi sono però tornati nelle tasche degli italiani sotto forma di vincite. Nelle casse dell'erario oltre 9 miliardi Fonte 15-12-2011 ore 12:31 - sb GIOCHI: 2011 RECORD, RACCOLTA A 76 MLD Quasi 55 miliardi sono però tornati nelle tasche degli italiani sotto forma di vincite. Nelle casse dell'erario oltre 9 miliardi Ancora

Dettagli

Capitolo 10. Elezioni

Capitolo 10. Elezioni Capitolo 10 Elezioni 10. Elezioni A partire dal referendum istituzionale e dall elezione per l Assemblea costituente del 2 giugno 1946, l Istat, in collaborazione con il Ministero dell interno, ha curato

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca D.M. N. 73 DEL 4 AGOSTO 2009 VISTO il Testo Unico delle leggi in materia di istruzione approvato con il Decreto Legislativo 16 aprile 1994,

Dettagli

Federimprese Emilia-Romagna

Federimprese Emilia-Romagna Federimprese Emilia-Romagna COMUNICATO STAMPA ALLARME OCCUPAZIONE: IN EMILIA ROMAGNA MANCANO 7MILA ARTIGIANI A Ravenna e Ferrara le situazioni più critiche, seguono Modena e Rimini Mancano falegnami, parrucchieri,

Dettagli

Conferenza dei Direttori dei Conservatori di Musica

Conferenza dei Direttori dei Conservatori di Musica Conferenza dei Direttori dei Conservatori di Musica PROBLEMATICHE CONNESSE CON L ATTIVAZIONE DEI LICEI MUSICALI ) OFFERTA FORMATIVA a) OFFERTA FORMATIVA ATTUALE Grazie alla particolare organizzazione della

Dettagli

CIRCOLARE N. 7. Direzione dell Agenzia

CIRCOLARE N. 7. Direzione dell Agenzia PROT. n 63125 ENTE EMITTENTE: OGGETTO: DESTINATARI: CIRCOLARE N. 7 Direzione dell Agenzia DATA DECORRENZA: 1 ottobre 2004 Roma, 12 agosto 2004 Attribuzione di nuovi codici ufficio ai fini del pagamento

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering 3,0% 60 Emilia Romagna 9,% 42 Campania 7,0% 32 Lazio 6,3% 29 Abruzzo 4,8% 22 Trentino Alto Adige 3,9% 8 Marche 3,3% 5 Liguria 3,0% 4 Calabria 2,8% Sardegna 2,8% 3 Umbria 2,2% 0 Friuli Venezia Giulia,7%

Dettagli

MIUR.AOODGEFID.REGISTRO DEI DECRETI DIRETTORIALI.0000050.25-11-2015

MIUR.AOODGEFID.REGISTRO DEI DECRETI DIRETTORIALI.0000050.25-11-2015 MIUR.AOODGEFID.REGISTRO DEI DECRETI DIRETTORIALI.0000050.25-11-2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca IL DIRETTORE GENERALE VISTA la legge 18 dicembre 1997, n. 440, recante istituzione

Dettagli

L USURA: QUANDO IL CREDITO È NERO EURISPES: L IRU (INDICE DI RISCHIO USURA) TRACCIA

L USURA: QUANDO IL CREDITO È NERO EURISPES: L IRU (INDICE DI RISCHIO USURA) TRACCIA COMUNICATO STAMPA L USURA: QUANDO IL CREDITO È NERO EURISPES: L IRU (INDICE DI RISCHIO USURA) TRACCIA UNA MAPPA DELL ITALIA In un contesto socio-economico di difficoltà, come è quello attuale, i fenomeni

Dettagli

Calcolo del risparmio energetico

Calcolo del risparmio energetico Calcolo del risparmio energetico Calcolo semplificato del risparmio annuo di energia in fonte primaria previsto con un intervento di efficienza energetica In un involucro edilizio ogni intervento di qualificazione

Dettagli

Bollettino Statistico

Bollettino Statistico I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino Statistico IPER: L'andamento dei prezzi effettivi per la garanzia r.c.auto nel primo e secondo trimestre 2015 Anno II - n. 3, 29

Dettagli

Integrazione Intesa Sanpaolo. Cosa cambia per i clienti di Banca Intesa online.

Integrazione Intesa Sanpaolo. Cosa cambia per i clienti di Banca Intesa online. Integrazione Intesa Sanpaolo. Cosa cambia per i clienti di Banca Intesa online. Intesa Sanpaolo ha avviato il processo di integrazione dei sistemi organizzativi e informatici di tutti gli oltre 6.000 sportelli

Dettagli

3 mag 10 mag 17 mag 24 mag 31 mag. La ricerca ha inviato 2.904 totale visite su 1.966 parole chiave

3 mag 10 mag 17 mag 24 mag 31 mag. La ricerca ha inviato 2.904 totale visite su 1.966 parole chiave www.ecotras.com Parole chiave 01/mag/2010-31/mag/2010 Rispetto a: Sito Visite 200 200 100 100 0 0 3 mag 10 mag 17 mag 24 mag 31 mag La ricerca ha inviato 2.904 totale visite su 1.966 parole chiave Uso

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a Nuove di cittadini stranieri Immigrati: concluso il progetto Start it up del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Unioncamere A quota 364mila le di immigrati

Dettagli