Comune di Cinisello Balsamo Il Sindaco

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Cinisello Balsamo Il Sindaco"

Transcript

1 Atto N. 10 del 1 aprile 2016 PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA PARTECIPATE AI SENSI DELL ART. 1, COMMA 611 E SEGUENTI DELLA LEGGE 190/2014 Il SINDACO Premesso che il comma 611 della legge 190/2014 dispone che, allo scopo di assicurare il coordinamento della finanza pubblica, il contenimento della spesa, il buon andamento dell'azione amministrativa e la tutela della concorrenza e del mercato, gli enti locali devono avviare un processo di razionalizzazione delle società e delle partecipazioni, dirette e indirette, che permetta di conseguirne una riduzione entro il 31 dicembre il successivo comma 612 della legge 190/2014 prevede che i Sindaci e gli altri organi di vertice delle amministrazioni, in relazione ai rispettivi ambiti di competenza, definiscano e approvino, entro il 31 marzo 2015, un piano operativo di razionalizzazione delle società e delle partecipazioni, da pubblicarsi sul sito internet del Comune e da trasmettere successivamente alla Sezione Regionale Corte dei Conti; il medesimo comma prevede che la conclusione formale del procedimento di razionalizzazione delle partecipazioni avvenga mediante una relazione nella quale vengono esposti i risultati conseguiti in attuazione del Piano e che la stessa relazione sia trasmessa alla sezione regionale di controllo della Corte dei Conti e, quindi, pubblicata nel sito internet dell'amministrazione; questo Comune,in ottemperanza alla normativa su richiamata, ha adottato il Piano operativo di razionalizzazione delle Società con decreto del Sindaco n 1 del

2 Il Piano di Razionalizzazione è stato trasmesso alla Corte dei Conti Lombadia con protocolli n e del ed è stato pubblicato sul sito internet del Comune al link: Dato atto che: il Comune di Cinisello Balsamo, alla data del 31 dicembre 2014, è socio di: 1. Società Azienda Multiservizi Farmacie S.p.A con una quota dal 100%; 2 Società Nord Milano Ambiente S.p.A con una quota dal 100%; 3.Società CAP HOLDING S.p.A con una quota del 3,693 %; 4.Società Consorzio Trasporti Pubblici S.p.A. in liquidazione con una quota del 19,14%; le partecipazioni societarie di cui sopra sono state oggetto del Piano di razionalizzazione adottato il 31 marzo 2015 ad eccezione della quota in Consorzio Trasporti Pubblici S.p.A essendo la stessa società già posta in liquidazione volontaria. Visti : il vigente Statuto comunale; l art. 50 del D. Lgs. 267 del ; l art. 42 del D.lgs. 267 del Fatta propria la relazione tecnica sullo stato di attuazione al Piano di Razionalizzazione alla data del 31/12/2015. APPROVA /ADOTTA La relazione tecnica sullo stato di attuazione al Piano di Razionalizzazione delle Società Partecipate alla data del 31/12/2015, allegata quale parte integrante al presente atto, e che si sintetizza come segue: AZIENDA MULTISERVI FARMACIE S.P.A

3 Ragione Sociale Società Partecipata Tipo di partecipazione Quota di partecipazione detenuta dall amministrazione Settore di attività Azienda Multiservi Farmacie s.p.a via Verga 113 Cinisello Balsamo (Mi) Diretta 100% Farmaceutico. Obiettivi del piano Obbiettivo del piano è la riduzione dei costi di gestione. Intervento di razionalizzazione Apertura continuata di n. 2 Farmacie attraverso una rimodulazione degli orari con sostenibilità dell apertura nella pausa pranzo tramite risorse interne alla società; Rimodulazione orario lavoro: rimodulazione nelle turnazioni del sabato all interno dell orario di lavoro ; Diminuzione dei costi non legati agli acquisti indiretti; Applicazione della flessibilità sul contratto nazionale, programmazione efficiente delle ore lavoro per garantire una diminuzione del monte ore ferie accantonato e una diminuzione del costo per sostituzioni personale. Motivazione della scelta effettuata Miglioramento delle performance economico finanziarie. Tempistica Entro 1 anno. Stima dei risparmi da conseguire

4 Risultato atteso: riduzione dei costi di gestione e aumento del fatturato. Le limitazioni che potrebbero condizionare il raggiungimento dell obiettivo sono: contrazione del mercato relativo alla vendita del farmaco. Risultato raggiunto 1 Azioni poste in essere nel corso del 2015 in relazione agli obiettivi assegnati con il Piano di razionalizzazione : apertura continuata di n. 2 Farmacie L azione è stata realizzata. Le Farmacie AMF che svolgono orario continuato dalle 8.30 alle sono passate da uno a tre. A queste si aggiunge la Farmacia n. 05 aperta tutto l anno 24h/24h senza interruzioni. Rispetto a quanto previsto, tuttavia, non è stato possibile realizzare l azione attraverso l utilizzo di risorse interne alla società. L azione è stata posta in essere attraverso l utilizzo di risorse professionali esterne. Risultato preventivato: incremento di fatturato Risultato ottenuto: Fatturato 2014: ,07 Fatturato 2015: ,07 Incremento 2015 vs 2014: ,00 Rimodulazione orario lavoro: L azione è stata posta in essere per tutto il 2015 attraverso una rimodulazione dell orario di lavoro: è stato previsto un turno lavorativo di 8 ore ogni 4 settimane svolto nella giornata di sabato. Risultato preventivato: riduzione del costo del personale Risultato ottenuto: Costo del lavoro 2014: Costo del lavoro 2015: circa Risparmio 2015 vs 2014: circa Alla data della presente, il dato di bilancio 2015 non è ancora definitivo e il valore indicato è stato calcolato attraverso una stima prudenziale

5 Diminuzione dei costi non legati agli acquisti indiretti. L azione è stata posta in essere per tutto il 2015 attraverso una razionalizzazione degli acquisti rivolti a fornitori grossisti e tentando di spostare una quota importante di richiesta verso gli ordini diretti alle case farmaceutiche. Risultato preventivato: risparmio del costo del lavoro Risultato ottenuto: Costo acquisti diretti 2014: Costo acquisti indiretti 2014: Costo acquisti totale 2014: pari al % del totale Costo acquisti diretti 2015: Costo acquisti indiretti 2015: Costo acquisti totale 2015: pari al % del totale Risparmio 2015 vs 2014: circa 0.4 % Applicazione della flessibilità sul contratto nazionale, programmazione efficiente delle ore lavoro. L azione è stata posta in essere per tutto il 2015 attraverso una razionalizzazione dei turni di farmacia basata sull applicazione della flessibilità prevista dal contratto. Risultato preventivato: risparmio delle spese del personale Risultato ottenuto: Costo del lavoro 2014: Costo del lavoro 2015: circa Risparmio 2015 vs 2014: circa Costo Ferie non godute 2014: ,43 Costo Ferie non godute 2015: ,61 Risparmio 2015 vs 2014: ,82

6 NORD MILANO AMBIENTE S.P.A. Ragione Sociale Società Partecipata Tipo di partecipazione Quota di partecipazione detenuta dall amministrazione Settore di attività NORD MILANO AMBIENTE SPA Via Modigliani 5 Cinisello Balsamo Diretta 100% Rifiuti Obiettivi del piano Obiettivo del piano è la riduzione dei costi di gestione. Intervento di razionalizzazione Riorganizzazione delle risorse umane e strumentali. Verifica di possibili gestioni associate del servizio con altri interlocutori presenti sui territori dei Comuni limitrofi, in attesa della definizione degli ATO. Motivazione della scelta effettuata Miglioramento delle performance economico finanziarie. Tempistica Entro 1 anno. Stima dei risparmi da conseguire

7 Risultato atteso: riduzione dei costi di gestione. In attesa della definizione dei bacini ottimali, valutare la possibilità di gestioni associate del servizio con altri interlocutori presenti sui territori dei Comuni limitrofi ed in area metropolitana. Risultato raggiunto 1) Riduzione del costo del servizio: il Piano Finanziario 2015 aveva quale previsione una riduzione del 2,8% che è stata raggiunta; il Piano Finanziario 2016 aggiunge un ulteriore riduzione del 6,2%. L obbiettivo di riduzione del costo di gestione del 4% entro il 2016 rispetto al piano finanziario 2014 è pienamente raggiunto. La riduzione del costo di gestione anno 2016 rispetto all anno 2014 corrisponde 8,8%. 2) Efficientamento del servizio: sono state avviate campagne di comunicazione anche a mezzo stampa per sensibilizzare l utenza ad un maggior rispetto delle norme previste per la raccolta differenziata. Tale attività ha determinato un incremento di raccolta differenziata di circa il 6%. In relazione all obiettivo di valutare la possibilità di gestioni associate del servizio con altri interlocutori presenti su territori limitrofi ed in area metropolitana, l amministrazione ha proceduto alle seguenti verifiche : 1) analisi del contesto delle imprese pubbliche e a partecipazione pubblica che gestiscono il servizio e con le quali si può ipotizzare l'esercizio associato del servizio mediante operazioni di razionalizzazione e concentrazione; 2) verifica del patrimonio netto e delle prospettive industriali di Nord Milano Ambiente in vista delle suddette operazioni di razionalizzazione e concentrazione; 3) verifica del contesto normativo in osservanza al quale effettuare le citate operazioni.

8 CAP HOLDING S.P.A. Azioni da porre in essere nel corso del 2015 nelle società partecipate da CAP HOLDING SPA Partecipazioni societarie del Gruppo CAP interessate dalla norma in oggetto: TASM ROMANIA S.R.L. Ragione Sociale Società Partecipata Tipo di partecipazione Tasm Romania S.r.l. (S.r.l. di diritto rumeno) Bucarest, Bd. Lascar Catargiu, n. 11, et. 5, ap. 25 sett. 1 Indiretta, partecipata da CAP HOLDING SPA Quota di partecipazione detenuta dall amministrazione Settore di attività CAP Holding S.p.A. (a seguito fusione TASM SpA) 40%; Raccolta, depurazione e distribuzione acqua. Obiettivi del piano Chiusura di Tasm Romania s.r.l.( di diritto Rumeno). Intervento di razionalizzazione Liquidazione giudiziale promossa con delibera C.d.A. del 20/03/2014. Nominato Amministratore Giudiziario con sentenza Tribunale Bucarest n del 28/11/2014. Motivazione della scelta effettuata Delibera Assemblea soci del 17 dicembre 2013.

9 Tempistica Pluriennale. Stima dei risparmi da conseguire Risultato atteso: Chiusura della liquidazione. Risultato conseguito: E in corso la procedura di liquidazione da parte del liquidatore giudiziale, nominato dal Tribunale di Bucarest. La prossima udienza è fissata per il 22/04/2016. Nell ambito della suddetta procedura CAP Holding S.p.A. è creditore sociale e il proprio credito, nei confronti della sopra citata società, è stato ammesso interamente al passivo ROCCA BIVIO SFORZA S.R.L. Ragione Sociale Società Partecipata Tipo di partecipazione Rocca Brivio Sforza S.r.l. Via Rocca Brivio, n. 10 San Giuliano Milanese Indiretta, partecipata da CAP HOLDING SPA Quota di partecipazione detenuta dall amministrazione Settore di attività CAP Holding S.p.A. (a seguito fusione TASM SpA) 51,036% Salvaguardia e valorizzazione del complesso monumentale Rocca Brivio e, più in generale, salvaguardia e valorizzazione dei beni ambientali, storici, artistici, turistico culturali con riferimento al territorio del sud milanese e del Parco Agricolo Sud Milano

10 Obiettivi del piano Scioglimento volontario e liquidazione. Intervento di razionalizzazione Liquidazione volontaria. Motivazione della scelta effettuata.delibera del Comitato di Indirizzo Strategico 10 febbraio Tempistica Pluriennale. Stima dei risparmi da conseguire Chiusura della liquidazione Risultato conseguito: E in corso la procedura di liquidazione. La chiusura della liquidazione è prevista entro il 2016 Fondazione LIDA Ragione Sociale Società Partecipata Fondazione LIDA fondazione di partecipazione Via Di Vittorio, n. 6/a Assago Tipo di partecipazione Indiretta, partecipata da CAP HOLDING SPA Quota di partecipazione detenuta CAP Holding S.p.A. 100% a seguito dall amministrazione fusione TASM SpA - Socio fondatore Settore di attività Realizzazione di progetti, iniziative e manifestazioni nel settore ambientale e nello specifico nel settore idrico;

11 sviluppo dell educazione ambientale, i temi connessi all ambiente e alla sua sostenibilità, in particolare l Acqua, comprendendo ogni azione e attività collegate. Obiettivi del piano Completamento oggetto sociale entro 2015 e successivo scioglimento. Intervento di razionalizzazione Raggiungimento dell oggetto sociale. Motivazione della scelta effettuata Delibera Comitato Indirizzo Strategico del 10 febbraio Tempistica Pluriennale. Stima dei risparmi da conseguire Raggiungimento dell oggetto sociale e scioglimento con conseguente riduzione dei costi di gestione Risultato conseguito: La fondazione LIDA nel 2015 ha posto in essere attività finalizzate allo sviluppo dell educazione ambientale e, segnatamente dei temi connessi con la valorizzazione, la tutela e l utilizzo sostenibile della risorsa idrica; la promozione della cultura dell'acqua e dell'acqua pubblica di rete. E in corso il completamento dell oggetto sociale attraverso attività coerenti con le finalità proprie. E stato nominato un Amministratore Unico, senza alcun riconoscimento economico.

12 SOCIETÀ INTERCOMUNALE BRIANZA S.P.A, Ragione Sociale Società Partecipata Tipo di partecipazione Quota di partecipazione detenuta dall amministrazione Settore di attività Società Intercomunale Brianza S.p.A., in brevità S.I.B. S.p.A. in liquidazione Via Garibaldi, n. 20 Cesano Maderno partecipata da CAP HOLDING SPA tramite AMIACQUE SRL Amiacque S.r.l. 0,8%, Esercizio e gestione servizi pubblici locali, tra cui erogazione e distribuzione energia elettrica, gas, gestione ciclo dell acqua, ecc. Obiettivi del piano In data 20/10/2014, approvato bilancio finale di liquidazione al 30/09/2014 e piano di riparto. Già liquidato il dovuto ad Amiacque S.r.l. Intervento di razionalizzazione Ultimi adempimenti a cura del liquidatore, in esito ai quali si avrà l effettiva estinzione della società, già cancellata dal R.I. Motivazione della scelta effettuata Delibera del Comitato di Indirizzo Strategico 10 febbraio 2015 Delibera C.d.A. del 17 febbraio Tempistica Entro 1 anno Stima dei risparmi da conseguire Cancellazione della società dal registro delle imprese ed estinzione definitiva della società. Obiettivo raggiunto

13 La società è cessata con la cancellazione dal Registro delle Imprese( novembre 2014). A seguito degli ultimi adempimenti a cura del liquidatore, la società si è definitivamente estinta. DISPONE di trasmettere il presente atto alla Corte del Conti e al Consiglio Comunale per quanto di competenza, di pubblicare il presente atto, unitamente alla relazione tecnica, sul sito internet del Comune di Cinisello Balsamo. per Siria Trezzi il Vicesindaco Luca Ghezzi

Comune di Cinisello Balsamo Il Sindaco

Comune di Cinisello Balsamo Il Sindaco Atto n. 1 del 31.3.2015 IANO OERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA ARTECIATE AI SENSI DELL ART. 1, COMMA 611 E SEGUENTI DELLA LEGGE 190/2014 Il SINDACO remesso che il comma 611 della legge 190/2014

Dettagli

Rendiconto 31 dicembre 2015 al Piano di Razionalizzazione delle società partecipate ( art. 1 comma 611 e seguenti della Legge 190/2014) RELAZIONE

Rendiconto 31 dicembre 2015 al Piano di Razionalizzazione delle società partecipate ( art. 1 comma 611 e seguenti della Legge 190/2014) RELAZIONE Rendiconto 31 dicembre 2015 al Piano di Razionalizzazione delle società partecipate ( art. 1 comma 611 e seguenti della Legge 190/2014) RELAZIONE TECNICA 1 I - INTRODUZIONE 1. Premessa : Quadro normativo

Dettagli

Piano di razionalizzazione delle società partecipate

Piano di razionalizzazione delle società partecipate Piano di razionalizzazione delle società partecipate (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) I Introduzione generale 1. Premessa Dopo il Piano Cottarelli, il documento dell agosto 2014 con

Dettagli

Piano di razionalizzazione delle società partecipate. (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014)

Piano di razionalizzazione delle società partecipate. (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) Piano di razionalizzazione delle società partecipate (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) 1. Premessa Dopo il Piano Cottarelli, il documento dell agosto 2014 con il quale l allora commissario

Dettagli

COMUNE DI VILLAFRANCA D ASTI

COMUNE DI VILLAFRANCA D ASTI COMUNE DI VILLAFRANCA D ASTI PROVINCIA DI ASTI OGGETTO: Piano operativo di razionalizzazione delle società e delle partecipazioni societarie direttamente o indirettamente possedute dal comune ( articolo

Dettagli

Piano operativo di razionalizzazione delle società e delle partecipazioni societarie. (L. 190/2014 art. 1 commi 611-614)

Piano operativo di razionalizzazione delle società e delle partecipazioni societarie. (L. 190/2014 art. 1 commi 611-614) ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE C.C. NR. 03 DD. 22.03.2016. IL SINDACO f.to Andrea Varesco IL SEGRETARIO COMUNALE f.to dr. Alessandro Visintainer Piano operativo di razionalizzazione delle società e delle

Dettagli

Piano di razionalizzazione delle società partecipate (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014)

Piano di razionalizzazione delle società partecipate (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) SETTORE BILANCIO PROVVEDITORATO ECONOMATO Piano di razionalizzazione delle società partecipate (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) SOMMARIO I - INTRODUZIONE GENERALE...3 1. PREMESSA...3

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI BOLLENGO C.F. 84000650014 P.IVA 01821310016 CAP. 10012 PROVINCIA di TORINO Piazza Statuto, 1 tel. 0125/57114-57401 - Fax 0125/577812 E-mail: bollengo@eponet.it Copia Albo DELIBERAZIONE N 54 VERBALE

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA PROVINCIA REGIONALE DI ENNA denominata LIBERO CONSORZIO COMUNALE DI ENNA ai sensi della L.R. n. 8/2014 Piano Operativo di Razionalizzazione delle società delle partecipazioni societarie articolo 1, commi

Dettagli

COMUNE DI BLESSAGNO PROVINCIA DI COMO

COMUNE DI BLESSAGNO PROVINCIA DI COMO Originale COMUNE DI BLESSAGNO PROVINCIA DI COMO N. 12 /Reg. Delib. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Piano operativo di razionalizzazione delle società partecipate e delle partecipazioni societarie

Dettagli

ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA

ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA Comune di Piancastagnaio (Provincia di SIENA) ORIGINALE DI ZIONE DELLA GIUNTA Numero 23 del 27/03/2015 OGGETTO: PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA' PARTECIPATE E DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE

Dettagli

COMUNE DI FELONICA Relazione conclusiva del processo di razionalizzazione delle società partecipate 2015

COMUNE DI FELONICA Relazione conclusiva del processo di razionalizzazione delle società partecipate 2015 COMUNE DI FELONICA Relazione conclusiva del processo di razionalizzazione delle società partecipate 2015 (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) 1. Premessa Il comma 611 dell articolo unico

Dettagli

COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA PROVINCIA DI VARESE

COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA PROVINCIA DI VARESE CODICE ENTE 012022 COPIA ALBO ON LINE COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA PROVINCIA DI VARESE Via Bernardino Luini n. 6; C.A.P. 21030; TEL.: 0332 575103 -FAX: 0332576443 E-MAIL: combrissago@comune.brissago-valtravaglia.va.it

Dettagli

COMUNE DI VALSOLDA. Via Bellotti, VALSOLDA (Como) Tel fax C.F. / P.I.

COMUNE DI VALSOLDA. Via Bellotti, VALSOLDA (Como) Tel fax C.F. / P.I. 1 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Registro deliberazioni OGGETTO: PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA PARTECIPATE E DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE L.190/2014. L'anno DUEMILAQUINDICI

Dettagli

Comune di Pettenasco

Comune di Pettenasco Copia Albo Comune di Pettenasco PROVINCIA DI NO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.18 OGGETTO: PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA' PARTECIPATE E DELLE PARTECIPAZIONE SOCIETARIE

Dettagli

COMUNE DI SANTO STEFANO LODIGIANO PROVINCIA DI LODI RELAZIONE CONCLUSIVA DEL PROCESSO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA PARTECIPATE 2015

COMUNE DI SANTO STEFANO LODIGIANO PROVINCIA DI LODI RELAZIONE CONCLUSIVA DEL PROCESSO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA PARTECIPATE 2015 COMUNE DI SANTO STEFANO LODIGIANO PROVINCIA DI LODI RELAZIONE CONCLUSIVA DEL PROCESSO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA PARTECIPATE 2015 (art. 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) Approvata con

Dettagli

DECRETO DEL SINDACO N. 2 DEL 01/04/2016

DECRETO DEL SINDACO N. 2 DEL 01/04/2016 DECRETO DEL SINDACO N. 2 DEL 01/04/2016 Oggetto: PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE DEL COMUNE DI GUBBIO AI SENSI DELL ART. 1, COMMI 611, 612 DELLA LEGGE N. 190 DEL 23

Dettagli

COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, Magnago (MI) Relazione e Piano di razionalizzazione delle società partecipate

COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, Magnago (MI) Relazione e Piano di razionalizzazione delle società partecipate COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, 1-20020 Magnago (MI) Relazione e Piano di razionalizzazione delle società partecipate (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) RELAZIONE I Introduzione generale

Dettagli

Relazione conclusiva

Relazione conclusiva Allegato A alla delibera C.C. N. 6 DEL 06/04/2016 F.TO IL SEGRETARIO COMUNALE ESPOSITO Dott. Vincenzo Relazione conclusiva del processo di razionalizzazione delle società partecipate 2015 (articolo 1 commi

Dettagli

Relazione conclusiva sul Piano operativo di razionalizzazione delle società partecipate anno 2015

Relazione conclusiva sul Piano operativo di razionalizzazione delle società partecipate anno 2015 Relazione conclusiva sul Piano operativo di razionalizzazione delle società partecipate anno 2015 (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) (Approvazione Deliberazione di C.C. n.16 del 9.5.2016)

Dettagli

REPORT ANNUALE 2015 SULLE SOCIETA PARTECIPATE

REPORT ANNUALE 2015 SULLE SOCIETA PARTECIPATE REPORT ANNUALE 2015 SULLE SOCIETA PARTECIPATE Ai sensi dell art. 22, comma 1 lett. b D.Lgs. n. 33 del 14/03/2013 Ente certificato: Iso 9001:2008 Palazzo Comunale via I Maggio 20090 - Segrate Telefono 02/26.902.1

Dettagli

COMUNE DI CORTAZZONE

COMUNE DI CORTAZZONE ORIGINALE UNIONE DI COMUNI ALTO ASTIGIANO COMUNE DI CORTAZZONE Provincia di Asti VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE N.16 Oggetto: approvazione piano di razionalizzazione società

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 25/9 DEL

DELIBERAZIONE N. 25/9 DEL Oggetto: Società in liquidazione partecipate dalla Regione. Indirizzi inerenti la gestione liquidatoria e l incarico di liquidatore. Il Presidente evidenzia che, nell ambito dell ampio processo da tempo

Dettagli

Relazione conclusiva

Relazione conclusiva Comune di Bastiglia Provincia di Modena Piazza Repubblica 57 41030 Bastiglia Mo Tel. 059/800911 - Fax 059/815132 Relazione conclusiva del processo di razionalizzazione delle società partecipate 2015 (articolo

Dettagli

COMUNE DI POMARO MONFERRATO

COMUNE DI POMARO MONFERRATO COMUNE DI POMARO MONFERRATO Provincia di Alessandria Piano operativo di razionalizzazione delle società partecipate e delle partecipazioni societarie anno 2016 (Articolo 1 commi 611 e seguenti della legge

Dettagli

COMUNE DI MARANO VICENTINO Provincia di Vicenza

COMUNE DI MARANO VICENTINO Provincia di Vicenza COMUNE DI MARANO VICENTINO Provincia di Vicenza VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 162 L'anno duemilasedici il giorno due del mese di dicembre, nella Residenza Comunale. La Giunta Comunale

Dettagli

Piano operativo di razionalizzazione delle società partecipate e delle partecipazioni societarie

Piano operativo di razionalizzazione delle società partecipate e delle partecipazioni societarie Piano operativo di razionalizzazione delle società partecipate e delle partecipazioni societarie (Articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) Cod. 850385.3 Grafiche E. Gaspari Pag. 1 di 6 INDICE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 6

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 6 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 6 OGGETTO: Piano operativo di razionalizzazione delle società partecipate e delle partecipazioni societarie (art. 1 c. 611 e 612 legge 190/2014). Approvazione.

Dettagli

Piano operativo di razionalizzazione delle società partecipate e delle partecipazioni societarie. (Articolo 1, commi 611 e ss., L.

Piano operativo di razionalizzazione delle società partecipate e delle partecipazioni societarie. (Articolo 1, commi 611 e ss., L. Piano operativo di razionalizzazione delle società partecipate e delle partecipazioni societarie (Articolo 1, commi 611 e ss., L. 190/2014) INDICE 1. Premessa 2. Piano operativo. Rendicontazione. Pubblicazione

Dettagli

COMUNE DI COLORNO P R O V I N C I A D I PA R M A D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E

COMUNE DI COLORNO P R O V I N C I A D I PA R M A D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E COMUNE DI COLORNO P R O V I N C I A D I PA R M A COPIA Deliberazione N. 43 del 26 marzo 2015 D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E OGGETTO : Relazione tecnica e piano operativo

Dettagli

COMUNE DI CALVIGNASCO PROVINCIA DI MILANO PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETÀ PARTECIPATE

COMUNE DI CALVIGNASCO PROVINCIA DI MILANO PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETÀ PARTECIPATE COMUNE DI CALVIGNASCO PROVINCIA DI MILANO PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETÀ PARTECIPATE (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) Piano di razionalizzazione delle società I Introduzione

Dettagli

COMUNE DI CASTAGNOLE MONFERRATO PROVINCIA DI ASTI COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI CASTAGNOLE MONFERRATO PROVINCIA DI ASTI COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI CASTAGNOLE MONFERRATO PROVINCIA DI ASTI COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 10 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO RAZIONALIZZAZIONE PARTECIPATE L anno DUEMILAQUINDICI addì VENTISETTE

Dettagli

PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE

PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE Il presente Piano è redatto in attuazione dell art. 1, commi 611 e 612 della L. 23 dicembre 2014, n. 190 Disposizioni per la formazione

Dettagli

Piano di razionalizzazione delle società partecipate del Comune di SORMANO (CO) (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014)

Piano di razionalizzazione delle società partecipate del Comune di SORMANO (CO) (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) Piano di razionalizzazione delle società partecipate del Comune di SORMANO (CO) (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) I Introduzione generale 1. Premessa Dopo il Piano Cottarelli, il documento

Dettagli

Regione Siciliana Assessorato dell'istruzione e della formazione professionale Dipartimento dell'istruzione e della formazione professionale

Regione Siciliana Assessorato dell'istruzione e della formazione professionale Dipartimento dell'istruzione e della formazione professionale Il Dirigente Generale Servizio I Programmazione per gli interventi in materia di formazione professionale Oggetto: impegno della somma di euro 3.217.009,61 per l erogazione del saldo, sul capitolo di spesa

Dettagli

Deliberazione di Consiglio Comunale

Deliberazione di Consiglio Comunale Comune di Campiglia dei Berici Consiglio Comunale Nr. 4 Data 29/03/2016 OGGETTO: RELAZIONE CONCLUSIVA SUL PROCESSO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETÀ PARTECIPATE E DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE (ART.

Dettagli

82 Supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 31 del DELIBERAZIONE 28 luglio 2014, n. 625

82 Supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 31 del DELIBERAZIONE 28 luglio 2014, n. 625 82 Supplemento al Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 31 del 6.8.2014 DELIBERAZIONE 28 luglio 2014, n. 625 Consorzio LaMMa - L.R. n. 39/2009 art. 14: approvazione Bilancio preventivo economico

Dettagli

Comune di Conflenti Provincia di Catanzaro

Comune di Conflenti Provincia di Catanzaro Allegato A) Comune di Conflenti Provincia di Catanzaro Legge n. 190 del 23 dicembre 2014, commi 611 e seguenti Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato Legge di stabilità

Dettagli

partecipazione capitale sociale

partecipazione capitale sociale COMUNE DI PESSINETTO CITTA METROPOLITANA DI TORINO RELAZIONE E PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA PARTECIPATE AI SENSI DELL ART. 1, COMMA 612, LEGGE 190/2014 (LEGGE DI STABILITA 2015) Il

Dettagli

DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE COPIA eduta in data : 31/03/2016 Atto n. 34 OGGETTO: Presa d'atto della relazione conclusiva del processo di razionalizzazione delle scoietà partecipate 2015 L'anno DUEMILAEDICI,

Dettagli

COMUNE DI SCANDOLARA RAVARA PROVINCIA DI CREMONA

COMUNE DI SCANDOLARA RAVARA PROVINCIA DI CREMONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI SCANDOLARA RAVARA PROVINCIA DI CREMONA C O P I A Trasmessa ai Capigruppo Consiliari il Affissa all'albo Pretorio il 24/03/2016 PIANO OPERATIVO

Dettagli

COMUNE DI GRADARA PROVINCIA DI PESARO E URBINO. Relazione conclusiva Processo di razionalizzazione delle società partecipate 2015

COMUNE DI GRADARA PROVINCIA DI PESARO E URBINO. Relazione conclusiva Processo di razionalizzazione delle società partecipate 2015 COMUNE DI GRADARA PROVINCIA DI PESARO E URBINO Relazione conclusiva Processo di razionalizzazione delle società partecipate 2015 (Articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) 1. Premessa Il comma

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI LECCO

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI LECCO CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI LECCO Deliberazione di Giunta n. 32 / 12.4.2016 32 C1) SOCIETÀ POLO LOGISTICO INTEGRATO BIONE LECCO-MAGGIANICO SPA: PROPOSTA DEL SOCIO DI MAGGIORANZA

Dettagli

Comune di Forgaria nel Friuli Provincia di Udine. Registro delibere di Giunta COPIA N. 16

Comune di Forgaria nel Friuli Provincia di Udine. Registro delibere di Giunta COPIA N. 16 Comune di Forgaria nel Friuli Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Registro delibere di Giunta COPIA N. 16 OGGETTO: RELAZIONE CONCLUSIVA SUL PROCESSO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 9

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 9 A voti unanimi 27.2.2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 9 DELIBERA di dare mandato all Autorità di Gestione del POR CRO FSE 2007-2013 di avviare le procedure per la rimodulazione del

Dettagli

Relazione conclusiva

Relazione conclusiva COMUNE di TORRE DE ROVERI (Provincia di Bergamo) Relazione conclusiva del processo di razionalizzazione delle società partecipate 2015 (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) 1. Premessa

Dettagli

Città Metropolitana di Torino COMUNE DI FOGLIZZO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 8

Città Metropolitana di Torino COMUNE DI FOGLIZZO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 8 ESTRATTO Città Metropolitana di Torino COMUNE DI FOGLIZZO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 8 OGGETTO : RELAZIONE CONCLUSIVA SUL PROCESSO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE PARTECIPATE E DELLE

Dettagli

COMUNE DI GAGGIANO. Piano di razionalizzazione delle società Partecipate. (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014)

COMUNE DI GAGGIANO. Piano di razionalizzazione delle società Partecipate. (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) Allegato alla Deliberazione della G.C. n. 46 del 31.03.2015 COMUNE DI GAGGIANO Piano di razionalizzazione delle società Partecipate (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) PIANO Il Comune

Dettagli

RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA

RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA In riferimento alle procedure di liquidazione societaria avviate dal socio Regione a fine 2014, si evidenzia quanto segue. ARES Srl - in liquidazione Il liquidatore, nominato

Dettagli

Città di Somma Vesuviana Provincia di Napoli

Città di Somma Vesuviana Provincia di Napoli Città di Somma Vesuviana Provincia di Napoli Piano di razionalizzazione delle società partecipate (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) 1 I Introduzione generale 1. Premessa Dopo il Piano

Dettagli

OGGETTO: PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA' PARTECIPATE RELAZIONE A CONSUNTIVO

OGGETTO: PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA' PARTECIPATE RELAZIONE A CONSUNTIVO CITTA DI TRECATE PROVINCIA DI NOVARA Piazza Cavour, 24 Tel: 0321 776311 Fax: 0321 777404 Codice fiscale: 80005270030 - Partita IVA: 00318800034 Prot. n. 11086 TP Lì, 29.03.2016 OGGETTO: PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA E DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE.

PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA E DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE. PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA E DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE. Come noto, i commi 611 e 612 dell'articolo unico della legge n. 190 del 23 dicembre 2014 (legge di stabilità per il

Dettagli

Operazioni straordinarie: LIQUIDAZIONE

Operazioni straordinarie: LIQUIDAZIONE a.a. 2012/2013 Operazioni straordinarie: LIQUIDAZIONE 1 CESSAZIONE SOCIETA : FASI Consiste di tre fasi: a) scioglimento b) liquidazione c) estinzione 2 a.a. 2012/2013 La liquidazione dell impresa è quel

Dettagli

COMUNE DI VILLAREGGIA Provincia di Torino

COMUNE DI VILLAREGGIA Provincia di Torino COMUNE DI VILLAREGGIA Provincia di Torino COPIA ALBO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 17 ==================================================================== OGGETTO : RELAZIONE CONCLUSIVA

Dettagli

Piano di razionalizzazione delle società partecipate e relativa relazione tecnica

Piano di razionalizzazione delle società partecipate e relativa relazione tecnica Comune di Montescudo Provincia di Rimini Piano di razionalizzazione delle società partecipate e relativa relazione tecnica (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) La Legge di stabilità n.

Dettagli

CITTÀ DI VENTIMIGLIA PROVINCIA DI IMPERIA

CITTÀ DI VENTIMIGLIA PROVINCIA DI IMPERIA CITTÀ DI VENTIMIGLIA PROVINCIA DI IMPERIA RIPARTIZIONE FINANZIARIA Prot. Gen.N. 11504 del 31/03/2016 Ventimiglia, 31/03/2016 Alla c.a. Corte dei Conti Sezione Regionale di Controllo Liguria Viale delle

Dettagli

Piano di razionalizzazione delle società partecipate (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014)

Piano di razionalizzazione delle società partecipate (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) Piano di razionalizzazione delle società partecipate (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) I - Introduzione generale 1. Premessa Dopo il Piano Cottarelli, il documento dell agosto 2014

Dettagli

SETTORE PATRIMONIO CULTURALE, SITI UNESCO, ARTE CONTEMPORANEA, MEMORIA PIANEA ELENA

SETTORE PATRIMONIO CULTURALE, SITI UNESCO, ARTE CONTEMPORANEA, MEMORIA PIANEA ELENA REGIONE TOSCANA DIREZIONE CULTURA E RICERCA SETTORE PATRIMONIO CULTURALE, SITI UNESCO, ARTE CONTEMPORANEA, MEMORIA Il Dirigente Responsabile: PIANEA ELENA Decreto soggetto a controllo di regolarità amministrativa

Dettagli

Atti Parlamentari 288 Camera dei Deputati. ART. 43. (Razionalizzazione delle società partecipate locali) Identico.

Atti Parlamentari 288 Camera dei Deputati. ART. 43. (Razionalizzazione delle società partecipate locali) Identico. Atti Parlamentari 288 Camera dei Deputati ART. 43. (Razionalizzazione delle società partecipate locali). 1. Al fine di promuovere processi di aggregazione e di rafforzare la gestione industriale dei servizi

Dettagli

CITTÀ DI GRUGLIASCO PROVINCIA DI TORINO

CITTÀ DI GRUGLIASCO PROVINCIA DI TORINO ORIGINALE CITTÀ DI GRUGLIASCO PROVINCIA DI TORINO ID. DOC 849607 CLASSIFICAZIONE N.RO PROGR. 13 - C del 07/04/2016 DETERMINAZIONE N. 148 DEL 11/04/2016 OGGETTO: DISMISSIONE PARTECIPAZIONE IN BIORISTORO

Dettagli

COMUNE DI VENTIMIGLIA

COMUNE DI VENTIMIGLIA PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA PARTECIPATE ART. 1 COMMA 612 LEGGE N. 190/2014 COMUNE DI VENTIMIGLIA PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA PARTECIPATE ART. 1 COMMA 612 LEGGE

Dettagli

COMUNE DI PALAU Provincia di Sassari

COMUNE DI PALAU Provincia di Sassari COMUNE DI PALAU Provincia di Sassari Art. 24, D.Lgs. 175/2016 Testo Unico in materia di società a partecipazione pubblica Revisione straordinaria delle partecipazioni del Comune di PALAU Aggiornamento

Dettagli

Relazione conclusiva sul processo di razionalizzazione delle società partecipate e delle partecipazioni societarie

Relazione conclusiva sul processo di razionalizzazione delle società partecipate e delle partecipazioni societarie COMUNE DI BIANZONE (Provincia di Sondrio) Relazione conclusiva sul processo di razionalizzazione delle società partecipate e delle partecipazioni societarie (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge

Dettagli

COMUNE DI COMEGLIANS Provincia di Udine

COMUNE DI COMEGLIANS Provincia di Udine N 7 del Reg. Del COMUNE DI COMEGLIANS Provincia di Udine Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale SEDUTA del 16/03/2016 OGGETTO: RELAZIONE CONCLUSIVA SUL PROCESSO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETÀ

Dettagli

PIANO OPERATIVO di razionalizzazione delle società e delle partecipazioni societarie direttamente o indirettamente possedute dal POLITECNICO DI MILANO

PIANO OPERATIVO di razionalizzazione delle società e delle partecipazioni societarie direttamente o indirettamente possedute dal POLITECNICO DI MILANO Milano, 31 marzo 2015 PIANO OPERATIVO di razionalizzazione delle società e delle partecipazioni societarie direttamente o indirettamente possedute dal 1. Premesse Il Politecnico di Milano (di seguito anche

Dettagli

COMUNE DI BORRIANA Piano di razionalizzazione delle società partecipate

COMUNE DI BORRIANA Piano di razionalizzazione delle società partecipate COMUNE DI BORRIANA Piano di razionalizzazione delle società partecipate (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) I Relazione illustrativa 1. Premessa Dopo il Piano Cottarelli, il documento

Dettagli

Accordo istituzionale Programma straordinario per l'incremento della raccolta differenziata ex art. 45 comma 1 lett. a) legge regionale 14/2016.

Accordo istituzionale Programma straordinario per l'incremento della raccolta differenziata ex art. 45 comma 1 lett. a) legge regionale 14/2016. Accordo istituzionale Programma straordinario per l'incremento della raccolta differenziata ex art. 45 comma 1 lett. a) legge regionale 14/2016 tra Regione Campania e Comune di Napoli Napoli, 04 luglio

Dettagli

Comune di Verdellino (Provincia di Bergamo) Piazza don Martinelli, 1 24040 Verdellino

Comune di Verdellino (Provincia di Bergamo) Piazza don Martinelli, 1 24040 Verdellino Comune di Verdellino (Provincia di Bergamo) Piazza don Martinelli, 1 24040 Verdellino cod.fisc./p.iva 00321950164 tel. 0354182811 fax. 0354182899 E Mail: info@comune.verdellino.bg.it PEC: info@pec.comuneverdellino.it

Dettagli

COMUNE DI VILLA SAN SECONDO ASTI Deliberazione n. 15/2015

COMUNE DI VILLA SAN SECONDO ASTI Deliberazione n. 15/2015 COMUNE DI VILLA SAN SECONDO ASTI Deliberazione n. 15/2015 OGGETTO RICOGNIZIONE MANTENIMENTO PARTECIPAZIONI COMUNALI AI SENSI ART. 3 C. 28 LEGGE 2007. P.O.R. LEGGE 190/2014. L anno duemilaquindici, il giorno

Dettagli

DELIBERAZIONE 22 dicembre 2014, n Consorzio LaMMA. Piano annuale delle attività LA GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE 22 dicembre 2014, n Consorzio LaMMA. Piano annuale delle attività LA GIUNTA REGIONALE dallo stesso Ministero con nota prot. n. 22805 del 27/11/2014, in cui si dà conto dei pareri pervenuti dalle Amministrazioni, delle osservazioni presentate da parte di privati e delle relative controdeduzioni

Dettagli

Iscrizione della dichiarazione degli amministratori di accertamento di una causa di scioglimento di spa, sapa, srl, cooperative (2484 c.c.

Iscrizione della dichiarazione degli amministratori di accertamento di una causa di scioglimento di spa, sapa, srl, cooperative (2484 c.c. Iscrizione della dichiarazione degli amministratori di accertamento di una causa di scioglimento di spa, sapa, srl, cooperative (2484 c.c.) gli amministratori non previsti espressamente dalla norma OGGETTO

Dettagli

CITTA DI OLGIATE COMASCO

CITTA DI OLGIATE COMASCO CITTA DI OLGIATE COMASCO Provincia di Como Area Affari Generali Processo di razionalizzazione delle società partecipate Relazione del Sindaco (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) PEC

Dettagli

DIREZIONE PARTECIPATE E PATRIMONIO IMMOBILIARE

DIREZIONE PARTECIPATE E PATRIMONIO IMMOBILIARE DIREZIONE PARTECIPATE E PATRIMONIO IMMOBILIARE DIREZIONE PARTECIPATE E PATRIMONIO IMMOBILIARE DIREZIONE PARTECIPATE E PATRIMONIO IMMOBILIARE STRUTTURE ORGANIZZATIVE AREA GOVERNANCE COMPETENZE Supporto

Dettagli

PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI RUBIANA

PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI RUBIANA PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI RUBIANA DETERMINAZIONE UFFICIO PERSONALE N. 117 DEL 19/05/2014 OGGETTO: TRATTAMENTO ACCESSORIO DEL PERSONALE - LIQUIDAZIONE ANNO 2013 DETERMINAZIONE N. 117 DEL 19/05/2014

Dettagli

Piano delle misure di razionalizzazione delle società partecipate Relazione tecnica

Piano delle misure di razionalizzazione delle società partecipate Relazione tecnica Legge n. 190 del 23 dicembre 2014, commi 611 e ss Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato Legge di stabilità 2015 Piano delle misure di razionalizzazione delle società

Dettagli

D E T E R M I N A Z I O N E

D E T E R M I N A Z I O N E POLIZIA LOCALE E PROTEZIONE CIVILE D E T E R M I N A Z I O N E DETERMINAZIONE CON IMPEGNO DI SPESA - OGGETTO: RIFUSIONE SPESE DI LITE RACCOLTA GENERALE PRESSO LA SEGRETERIA GENERALE N : 494 2016 del :

Dettagli

L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 13 dicembre 2004 Disposizioni in materia di perequazione dei ricavi derivanti dall'applicazione di opzioni tariffarie ulteriori domestiche biorarie. Avvio di procedimento per la formazione

Dettagli

COMUNE DI CARTURA Provincia di Padova

COMUNE DI CARTURA Provincia di Padova COMUNE DI CARTURA Provincia di Padova DECRETO DEL SINDACO N. 5 DEL 30.03.2016 OGGETTO: Approvazione relazione sui risultati conseguiti in base al Piano operativo di razionalizzazione delle società partecipate

Dettagli

Relazione conclusiva. del processo di razionalizzazione delle società partecipate (articolo 1, commi 611 e seguenti della legge 190/2014)

Relazione conclusiva. del processo di razionalizzazione delle società partecipate (articolo 1, commi 611 e seguenti della legge 190/2014) Relazione conclusiva del processo di razionalizzazione delle società partecipate 2015 (articolo 1, commi 611 e seguenti della legge 190/2014) 1. Premessa Il comma 611 dell articolo unico della Legge di

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO CEIP

REGOLAMENTO INTERNO CEIP REGOLAMENTO INTERNO CEIP società consortile per azioni approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 30 marzo 2005 Il presente regolamento interno si riferisce al CEIP società consortile per azioni

Dettagli

Piano operativo di razionalizzazione delle società partecipate e delle partecipazioni societarie

Piano operativo di razionalizzazione delle società partecipate e delle partecipazioni societarie COMUNE DI AGLIE Via Principe Tommaso 22 AGLIE Città Metropolitana di Torino Piano operativo di razionalizzazione delle società partecipate e delle partecipazioni societarie (Articolo 1 commi 611 e seguenti

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE DERIVANTI DAI PROGETTI FINANZIATI DA PROGRAMMI INTERNAZIONALI, COMUNITARI, NAZIONALI E REGIONALI. SENATO ACCADEMICO Delibera n. 35 del 22/02/2017 CONSIGLIO DI

Dettagli

CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI

CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI 18 18.2.2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 7 CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI REGIONE TOSCANA Direzione Generale Competitività del Sistema Regionale e Sviluppo delle Competenze Area di Coordinamento

Dettagli

DETERMINAZIONE. Estensore CIOFFI STEFANIA. Responsabile del procedimento DI GIAMMARCO GIADA. Responsabile dell' Area AD INTERIM A.

DETERMINAZIONE. Estensore CIOFFI STEFANIA. Responsabile del procedimento DI GIAMMARCO GIADA. Responsabile dell' Area AD INTERIM A. REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: SALUTE E POLITICHE SOCIALI INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA DETERMINAZIONE N. G00538 del 29/01/2016 Proposta n. 114 del 12/01/2016 Oggetto: Approvazione delle linee

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi.

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi. Registro generale n. 2999 del 26/10/2015 Determina senza Impegno di spesa DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Istruzione, Formazione, Lavoro, Sviluppo Economico e Servizi Servizio Cultura Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO DELL UFFICIO DI PIANO

REGOLAMENTO DELL UFFICIO DI PIANO REGOLAMENTO DELL UFFICIO DI PIANO Novembre 2003 Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina la composizione, le attribuzioni e le modalità di funzionamento dell Ufficio di Piano, costituito a norma

Dettagli

16/08/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 66. Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori

16/08/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 66. Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 7 agosto 2013, n. 266 Approvazione dello schema di "Atto modificativo ed integrativo del Contratto di Servizio per il Trasporto

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 25 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 25 del 11722 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 14 febbraio 2017, n. 181 DGR N. 2141/2016 AVENTE AD OGGETTO: PATTO PER LA PUGLIA FSC 2014-2020 INTERVENTI PER LA TUTELA E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E

Dettagli

Deposito per l iscrizione dell atto costitutivo di società cooperativa (2523 c.c.)

Deposito per l iscrizione dell atto costitutivo di società cooperativa (2523 c.c.) Deposito per l iscrizione dell atto costitutivo di società cooperativa (2523 c.c.) SOGGETTI OBBLIGATI: il notaio che ha ricevuto l atto costitutivo (atto pubblico) 20 giorni. Se il notaio o gli amministratori

Dettagli

Regione Siciliana Assessorato dell'istruzione e della formazione professionale Dipartimento dell'istruzione e della formazione professionale

Regione Siciliana Assessorato dell'istruzione e della formazione professionale Dipartimento dell'istruzione e della formazione professionale Il Dirigente Generale Servizio II Programmazione per gli interventi in materia di istruzione scolastica, universitaria e post universitaria Oggetto: impegno della somma complessiva di euro 1.371.705,73

Dettagli

COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI VERBALE N. 44/2016 In data 25 ottobre 2016, alle ore 18,30 circa, presso la sede del Consiglio Regionale della Campania, Direzione generale risorse umane, finanziarie e

Dettagli

CITTÀ METROPOLITANA DI GENOVA Proposta di deliberazione del Consiglio metropolitano Direzione Ambiente

CITTÀ METROPOLITANA DI GENOVA Proposta di deliberazione del Consiglio metropolitano Direzione Ambiente CITTÀ METROPOLITANA DI GENOVA Proposta di deliberazione del Consiglio metropolitano Direzione Ambiente Direzione Ambiente Proposta n. 1283 del 2017 Oggetto: APPROVAZIONE AI FINI DELLA VAS DELLA REVISIONE

Dettagli

OGGETTO: Delibera ex art. 5, 7 e 8 del D.Lgs. n. 175/2016 riguardante l'acquisto di partecipazioni in MTF s.r.l. da parte di Ambiente Servizi s.p.a.

OGGETTO: Delibera ex art. 5, 7 e 8 del D.Lgs. n. 175/2016 riguardante l'acquisto di partecipazioni in MTF s.r.l. da parte di Ambiente Servizi s.p.a. OGGETTO: Delibera ex art. 5, 7 e 8 del D.Lgs. n. 175/2016 riguardante l'acquisto di partecipazioni in MTF s.r.l. da parte di Ambiente Servizi s.p.a. IL CONSIGLIO COMUNALE PROPOSTA Posto: - che EXE s.p.a.

Dettagli

AREA GOVERNO DEL TERRITORIO. Determinazione n. 99 Del 27/01/2017

AREA GOVERNO DEL TERRITORIO. Determinazione n. 99 Del 27/01/2017 AREA GOVERNO DEL TERRITORIO Determinazione n. 99 Del 27/01/2017 OGGETTO: SERVIZIO DI MANUTENZIONE, CONTROLLO E REVISIONE DELLE ATTREZZATURE ANTINCENDIO PRESSO LE STRUTTURE COMUNALI. ASSUNZIONE IMPEGNI

Dettagli

Piano di razionalizzazione delle società partecipate

Piano di razionalizzazione delle società partecipate Piano di razionalizzazione delle società partecipate (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) Approvato con Deliberazione G.C. n. 35 del 20.03.2015 I Introduzione generale 1. Premessa Dopo

Dettagli

CITTA DI SALSOMAGGIORE TERME

CITTA DI SALSOMAGGIORE TERME CITTA DI SALSOMAGGIORE TERME PROVINCIA DI PARMA Oggetto: PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE (ART. 16 COMMA 4 E 5 D.L. N. 98/2011, CONVERTITI IN L. 111/2011) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA

Dettagli

COMUNE DI PERGOLA Medaglia d oro al Risorgimento Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI PERGOLA Medaglia d oro al Risorgimento Provincia di Pesaro e Urbino COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE in data 25-06-15 N. 24 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA' PARTECIPATE E DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE - ART. 1, C.

Dettagli

IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO ISTITUZIONALE E TERRITORIO

IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO ISTITUZIONALE E TERRITORIO Oggetto: Approvazione criteri applicativi degli allegati B e C alla deliberazione di Giunta regionale del 25 gennaio 2008 n. 27 Adempimenti ai sensi dell art. 6 della legge regionale 7 dicembre 2007 n.

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 23 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 23 del Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 23 del 8-3-2016 9953 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 23 febbraio 2016, n. 137 D.G.R. n. 1654 del 25/09/2015 Statuto dell Istituto Zooprofilattico Sperimentale

Dettagli

COMUNE DI SAN ZENONE AL PO

COMUNE DI SAN ZENONE AL PO COMUNE DI SAN ZENONE AL PO PROVINCIA DI PAVIA Via Marconi 9 27010 Tel. 0382.79015 79135 Fax 0382.729733 www.sanzenonealpo.org E-mail: comunedisanzenonealpo.co.@tin.it DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli