MUNICIPIO CITTA' DI NASO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MUNICIPIO CITTA' DI NASO"

Transcript

1 . MUNICIPIO CITTA' DI NASO Provincia di Messina Delibera N. 10 del COPIA DELIBERAZIOI\E DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Approvazione Piano Finanziario della Tassa Rifiuti " TARI". ANNO L'anno DUEMILAQUINDICI, addì DICIASSETTE del mese di MARZO ( ) alle ore 18:30 e seguenti, nella sala del Cine Auditorium Comunale ubicata in via Cuffari, giusta ordinanza sindacale n. 08 del 16 giugno 2010, a seguito determinazione del Presidente del Consiglio Comunale, il Cons.iglio Comunale, convocato ai sensi dell'art. 19,30 comma, della L.R e dell'art. 22 del vigente Statuto Comunale, si è riunito in sessione ordinaria ed in seduta di inizio disciplinata dal l' comma, dell'art. 30 della L.R , n. 9, risultano all'appello nominale: Numero Consiglieri Presenti Assenti I BEVACQUA IVAN NANI'GAETANO J CALANNA MASSIMO A PENSABENE BUEMI LUCIANO ) RIFICI FILIPPO MASSIMILIANO o LO PRESTI DECIMO 7 BONTEMPO CLAUDIO 8 SCORDINO CONO o TzuSCAzu FRANCESCO TzuSCAzu ANTONINO 2 LETIZIA ANTONINO J PARASILITI MAzuA 0 PORTINARI ALFREDO A GORGONE ROSALIA ) CATANIA FRANCESCO Assegnati n. 15 Presenti n. 1t In carica n. 15 Assenti n. 04 Assume Ia Presidenza il consigliere, dr. Ivan Bevacqua, nella qualità di Presidente del Consiglio Comunale. Partecipa il Segretario Comunale. dott.ssa Carmela Catiò. Sono presenti: Itassessore Giuseppe Randazzo Mignaccal loassessore Giovanni Rubino; Itassessore Massimo Costantino e il responsabile dell'area contabile, dott.ssa Giuseppina Mangano. II Presidente, riconosciuto legale il numero degli intervenuti, apre!a seduta. La seduta è oubblica.

2 - -: - - ll Presidente legge la proposta didelibera' fassessore Randazzo Mignacca chiede di intervenire. Dice di essere riusciti a ridurre di altri 30'000,00 euro il costo del servizio, incentivando l'uso delle compostiere, attivando anche altri sistemi per la differenziata e per ilsuo incremento si potrebbero raggiungere standard maggiori', capogruppo Nanì intende sotto*neare che da quando ir servizio è stato trasferito dagli ATo ai comuni' i costi sono stati ridotti un po, per tutti i comuni con una riduzione da ,00 euro circa a 520'000'00 euro. continua dicendo che c'è stata una riduzione del 5% dei costi sull'anno precedente ed un ampliàmento deila base der bacino di utenza, considerato che morti utenti non risultavano neanche iscritti' It capogruppo calanna, per dichiarazione divoto, asserisce divotare CoNTRARIO perché: <<"" si aspetta di più dall'amministrazione>>' ll presidente mette ai voti, per alzata e seduta, la proposta che viene approvata con n' I VOTI FAVOREVOTI e n. 03 CONTRARI ( Bevacqua' Calanna ; Bontempo); Sentita la lettura della proposta dideliberazione; Sentiti gli interventi in aula; IL CONSIGLIO COMUNALE Vista la proposta agli atti, con voti: n.08 FAVOREVOLI e n' 03 CoNTRARI ( Bevacqua; calanna', Bontempo)' DELIBERA di approvare la proposta agliatti'

3 . - -]ú w Municipio della Città di Naso Provincia di Messina proposra Dr DnLTRERAZT.*' *JJ on" 0 3 ' 0J. )l n"oil consiglio.'munalb PIìOPOIIENTE: ASSESSORE AI-LE AT'TI\/ITA' PIìODUTTIVE OGGtrT'TO: Approvazione Piano Finanzial'io dclla Tassa Rifiuti "TAIìI" - anno L'ASSESSOTìE ALLE, ATTIVITA' PRODUTTIVE \/IST,^I la legge 27 dicembre 2013 n. 147 (lcgge di stabilità 2014) che ha stabilito, tra l'ahro, I'istituzior-re dell'ln-rposta Unica Cc-ununale "ILIC" dal 1 gennaio 2014 e delle sue componenti TASI c TARI, oltre ad una modifica normativa della componente IMU; VISTO che I'art. 1, comrni da 639 a 703 deila legge soprainclicata, ha introdotto a partire dal ,la nuova tassa sui rifiuti (TARI), sostitutiva dei precedenti prelievi applicati sino al 2013 a copertura dei costi del sen'izio di gestione dei rifiuti; Ri CI-IIAMAT'O in particolare : o il comma 654, il qr"rale prevede che la tassa sui rifiuti (TARI) deve assicurare la copertura iltegralc dei costi di investimento e di csercizio relativi al servizio, ricomprendendo anche i costi dello smaltimento dei rifìuti nelle discariche;. il comma 683, in base al quale il Consiglio Comunale deve approvare le tariffe della tassa sr.ri rifiuti (TARI) in conformità al piano finanziario del sen,izio di gestione dei rifiuti urbani: o il comua 651 il quale disponc che il Conrune nella cotnmisurazione della tariffa tiene conto dr:i critcri detenninati con il rcgolaniento c'li cui al Decreto del Presidente della Repubblica 27 aprrle 1999, no 158; \/trsto I'art. 8 dcl predetto D.P.R. 158/1999, il quale dispone che ai fini della determinazione della tariffa. i coinuni appro\/ano il Piano Finanziatio degli interventi relativi al servizio di gestione dei 'ifi,'ii ',,-h,,nin,lir.'idslndo tlllltlr ut \,(tllt, lllul v i1 particolare i costi del Sef izio e gli elenenti necessari alla relatita lrtrihrrzionc della oarte fissa e di quella variabile della tariffa. per le utenze domestich e non domestiche: i/is'[à. la relazione, allegata al prcsente atto, che accompagna il piano finanziario predisposto dal Responsabile delllalea Economico Finanziaria di concefto con il Responsabile dell'area Tecnica I suiia previsione di spesa relativa al servizio di raccolta, trasporto, smaltimento dei rifiuti, di spazzamento e pulizia strade, nonché delle spese di gestione diretta del tributo in tutte le sue fasi;

4 = = VISTA la cjeiiberazione del Consiglio Comunale no 38 del 9 setternbre 2A14 con la cluale e stato approvato il Rcgolamento della Tassa RifiLrti- TA.RI'; V1STO 1'art. 53. conlrììa 16, della Legge , no 388, cotne modificato dall'art.27, cornma 8, dcila legge no 448; VISTO il Decreto del Ministero dell'lnterno che differisce al 3I matzo 2015 il termine per la clcliberazione del biiancio di previsione per I'anno 2015 da parte degli Enti Locali. VIS'IO il D.Lgs 18/08/2000 ^ n" )67. VISTO 1'Ordinamento Ar.nntinistrativo Enti l-ocali vigente in Sicilia. VISTO 1o Statr-rto Comttnalc. SI PROPONE CIIE IL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERI Di approl'are il Piano Finanziario lelatii,o al servizio di gestione dei rifìuti urbaui per I'atrno 2015' reclr.ttr; ui sensi,jcl1'art. 8 ciei i).p.iì-.27 aprilc 1999 u aliegaro al prescnte provvcclirncnto qlraic paile ir-rlegliìtttc e sostatrziaie. iii stabilile c5c e conrponenti ciei costo cli gestione clei sen,izi di Igiene Urbana, deternlinati dal.í''iano Irinanziario per l'auno 2015, amnontano a complessivi ,00' Di darc atto cire l'approvazione del sr.rindicato Piano Finanziario è propedeutico e funzionale alla deielnriuilzione clelle taliîfe TA. R I. il lì.esponsabilc dcl Servizio ì,' I struttore Antltr-.\,o Ourntela Sirna tbl^^.ao,htt ^r., - ' u \ Il Proponente

5 E = -- piàruotrtqaruzfàntal - :tn R I - nmrva-ists Premcssa ll presente Piano Finanziario, redatto in conformità a quanto previsto nel D.P.R. n' 158/1999, ha lo scopo cli fornirc iclati utili all'applicazìone, ncl Contutre dinaso, del TribLrto Comunalc Servizio Rifiuti (TARI) ai sensidella l,eggc no 147 del ll Piano lìinanziario c'levet,iclenziare icosti complessivi, direttie indiretti, del servizio, e dividerli fra costi f issi e costi variabili, sulla scorta dei criteri indicatinel richiamato D.P.R. n' 158/1999. La TARI, infatti, ha tuua struttura bil.ror.nia, che riparlisce irr maniera differente i costi fissi, relativi alle componenti essenziali clel costo clc-l servizio, e cluclli variabili, dipendcnti dalla quantità dei rifilrti conferiti. Ne deriva, qttirrdi, una corrclazione tra paganlcrtto c'lei scn'izio c prodttziotlcici riíìtrri. Il [)iano iìinirnzialio. olrrc ail'ciencazione clei costi, si conrpone di trrra pane ciescrittiva che illlrstra le caralrcristiche principali dcl sclvizio di gcstione dci rifiutie le sue prospettive. ì! presente clocurtrento è stato predisposto sulla base delle "Línee guida per I.a redazione clel Piano Fitttlnziorio c iter!'eltl'tcrct:tione de!lc /crriffe", fornito agli F,nti I-ocali clal Diparlinlento delle Firtarrze del fl i n istero. la le1r11c rli stabilitiì 20i,i nn i,i7 tl,,rl ha istitlrito cot.t decorretrza 0ll0ll20l4 I'imposta unica r:giriuuale- It.jC clre si basa su clue preslrpposti impositivi, uno costiluito dal possesso di immobili e r:olicg2to alla loro naturit e valore, l'altro collegato alla erogazioned alla fruizione di servizi; la IUC si (,'(lr.ìpone delf inrposta urlrnicip:rlr: pr,-'lpria "'[N4LI", di natltra patrirrtoniale, dovuta dal possessore di irrrnrobiii. esclusc lc al,.itr:rioni plin,--i1-.ali, e cli una corl-rpollcnt,,'ril-crita ai set'r'izi. chc si arli':roia Irtr! tributo piìr iiì(-rr\,ìzi in,jivisittili"-fa:ì1". u carico sia del l)osse:js();11 clte clcll'utilizzatore clell'irnrllolrile. e nella tassa r,lri rifir.rli "'i',\ìì1",,-[-stil;a,.1 e l;nllnz.ii,l'c icosti dcl servizio di r-accolta e slnaltinlento dei rifilrti, a carico dt: I í' rrt i I izzaiore,. t-,a TARI riprencle la normativa della TARES (abolita dal 01/ ) anchc nella commisrtrazione della laiilln occofretenei-e conto dr:i clit,-'r-i cletelrrinaii con il regolatletrto di ctri al D.P.R ll l).p.ll. 158/99 errrirrrattl altr-raziorrt: del quinto collllra dell'at1. zl9. D.Lg.s.22l 1991 (c.d. dec etcr "lì.t,rrclii"), recii l:i discrpliua clcila tariflà pcr Ia gestione dei rifitrti urbani (la c.d. TIA), ed elabora un rneto,jo lorrlalizzato pef definire le cornpottenti dei costi e determinare la tariffa di riferimento, grrcvcclerrclo disposizioni transilorie ltcr gara.ntire la graduale applicazione del metodo normalizzato e della taril-la cil il 11r'i.,.JLnl,: r'a[t!,,ìtrn!,,irrrcrr1rr dcll'irttesrali: coltertrtra dei costi del sen'izio di gestione dei rifiuti i,r'birrti dlt nltt,' dci uc'rttirrti. ll ìi.p.tì. l5fì ar,'r'ebbc già cloytrto essr-re soppiantato da un ttltoro atto regolanlentare, noll ancora,:1ì.ìarato e l,eiialt() fiuo ella s1e entiìnazione contittuano ad a;tplicarsi le discipline regolamentari vigenti, costituilc in par-ticola e clal citatc D.P.R., che perlanto ha transitato dalla TIA alla TARES ed infine alla 'l'aiit.

6 = = Il richiarro tlcl D.P.R. 158/1999 all'interno dclla discil;lina della TARI pr-esuppone che il nuovo tributo lisulli crrntralibìla, almeno irr linea di nrassima, con la metodologia colltenltta in tale decreto. Si pr"ro, inl'atti, ritrarcare che trella'fari: a) [.a tariffa è cornrnisuratalle qlrantità e qualità mcdie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superlìcie. in rclazione agli usi c alla tipologia di attività svolte, in evidente conformità al criterio "prcsrrnlivtt" ltrcrislo clal D P.lì. l58i 1999 per gli enti locali c:ltc non abbianorganiz-zato sisterlri di rtrisrrlazionc dclle cllranlitli i riljuti conl'criti clallc singolc Lltcuze. donrestiche o norr doltrestiche (ar1. 5, corììrìur 2. c art.6, conr.na 2 D.P.R. l5b/1999); tr) La tarifla è composta da una quota determinata relazione alle componenti essenziali del costo del servizio di gestionc dei rilìlrti. rifcrite in particolare agli investimenti per le opere ed ai relativi rrnruroltaurcnti, c cla trna rilrota lapportata alle qrrantità cli riliirti cotrferiti, al serviziit 1'ornito e all'entità dei costi di g,estiori,,'. in modo che sia assicrlrala la copcttura integrale dei costi di invcslinrt:rrlo c di esercizio, conrpresi i costi di suraltinteltto. c) S(lnLr assicllratc li,ltrzioni per lu nrccolta difl'erenziata riferibile alle utenze domestiche. La tariff:r cli riferinrento faitpresentlr. corre 1;oi specifica I'art.2, D.P.R. 158/1999. "1'insieme clei criteri c dcllc corrrjizi,:ni circ {Llr,,r)rìrl cssclr lisp'.'t1e1i pcl Iar cletcrnli!raziùrìc tlella tarif'fa da parte clcgli ertii lclcali". itl llgdo cl:r',cc,.1_.r-ir.e ilrtticr_.st.i ai'lì_.repti 1l scr-r'izio cl i ucstione'dei rilìuti rrrbani". il ntctorlo. r;r;r"lailto, r l:ostiltrito cllr rrrr,ror.rrpli:sso di lcllole. nrc'todologie e presclizioni pcr determinat'c, da Lrn Iutc'. i,:csti clel scrr izio di geslicrre e, dall'altro, I'intera struttura tariflaria applicabile alle varie cutcsorie cli rrtcnza in rnaniera talc clrc il gettito clte ne dcliva copre tlrtti costi del serr izio. Ltr tarillìl i; corrrllosla d:l rrrrr parlc lìssa^ clclcrrrrinalrt irr rclaziottc alle cotnpr:ltcrtti essenziali dr:l costo r.lel sr:n'izio, rifèritr: in plrrticclare agli irrvcslimenti per le opere e ai relatir.'i an-lnlortarrenti. e da ttttl 1;at-te.,iilirlriit. r'lrilll{lrtsta alle qurrntità cli riliu.ti conferiti. al selvizio fornito e all'entità dei costi di gestiorte ed c articolala nclle fr-sce cli utcuza Come stica e non domestica. La nretodclogia di cleternrirrazione delle taril'fà si articola nelle segtuenti 1'asi fondamentali: a) InrJir''idurziorte c clas:rifì'.:aziorrc dci ccsti clel seivi:til: tr) Sirrdrli','isionc dcì costi lra fìssi c r':rliiibiii: cì 1ìl il,rrliì;riirnc cici co:;tiìs;ir: i'eriaoili in cr,ioii: irripritabili aller uii:nzi: dorttcstiche, íl) Crrlcolo ilclii: r'o'-:i ilirií-iai'ic. fissc c variabili. da altribuire alle singole categorie di utcnza. in base allc tbrmrrl e ai cocftìcienti indicati ncl metodo. l.': fusi a) i: b) {ìttailgollo ril i-.inli,t fìiranziaiio. tt rrcr_tlio iil prosd,:lir-r eclrtortticti - finanziali,t. Lrr 1a:;i i:) e d) aiicilrolr.i. in,,'ct',e. rillc Ci:iibt;'':: tai'i1îirie. iliribtrir,'i,\lìì r') rlir'":ilcr qundia collr'!r'u ilcr.sto de I si:r'r'izio di gestiont I'ifiLrti. i.rr lrr'llfìr vir:ire r.lr,te,rrrriirirla srrlla bilsi: del Piano Finanziario del sclvizio di gestione dei rifiuti urbani lc.leltc rlrrl Iìesponsabile dell'arca llcononrico Finanziaria di concefio con il Responsabile dell'area 'ft-cricn l ec. irf*qll1o con i crr:;ti inte'rni drl Colrrune nr:r'la gestione diretta del tributo in tirtte le slre fasi. l,r oîrìii'-'i"isiii:itr: r:i'iitciiraliclel sistr)1ì.ìzì l:lril'lirlio Srlìr-r lar :l{.i1tu:'nii:

7 . -. creare una conelazione tra pagamento del servizio ecl effettiva produzione dei rifiuti;.darecopentlraatuttiicostiinerentiilserviziotramitel,impiarrtotariffario;, provocare, in virtùr dei punti precedenti, un circuito virtuoso che consegua una riduzione delle Produzioni di rifiuti' Il comune di Naso garantisce 'effettuazione der servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti solidi urbani e ra differenziata tramite ra ditta Multiecoplast s.r.l. in forza di affidamento diretto' giusta ordirranza Sindacale no e successive, ne'e rnore delra costituenda ARo' Il servizio di spazzamento e pulizia delle strade e piazze'in ultimo' viene espletato attraverso un progetto di attività civicautilizzandosoggetticlreversatroincondizionididisagioeconomicoesociale. pertanto, il prese'te piano Fi'anziario è redatto, in conformità al dettato del D'P'R' ' no 158' su'a scorta dei costi sostenr_rti dal'amministrazione comunale per la gestione delratariffa e per il servizio diraccolta,tfaspol-toesmaltinretrtodeirifiutisolidiurbaniediffererrziati. L'art. B del D.p.R. 15g/gg prevede crre ir pia'o finanziario cra redigere ai fini delra determinazione della tariffa comprenda: t Il programma degli interventi necessari;. ll piano finanziario degli investimerrti o La specitica dei beni, struttr-rre, servizi crisponibiri, ir ricorso a*'eventuare utilizzo di beni e strutture di terzi; n Lc risorse fittanziaric necessaric' poicrré, ar mome'ro, il servizio di raccorta dei rifiuti è stato afficlato alla ditta Multiecoplast' dotata peftanto di propriaar_rtonomia furrzionale di u, proprio bilaucio, ir piano creglin'estirnenti e ra specifica dei beri' strrtture, ecc. souo conte'uti negri atti foncla*entari clì progra'r.razioue economica della ditta medesima' Il servizio c1igiene urbana è svolto, su quasi tr.rtto il territorio cornnnale, con il sisterna di raccolta "porta a poúa,,, in sostituziorre del sistema di raccolta passiva con cassonetti stradali' in rnodo da garantire un migliore decoro urbano, una maggiore tutera dell,igiene e clella sarute pr-rbblica, un minor conferimento in discarica di Lifiuti indiffere'ziati, nonché u'a maggiore confo''ità con gli stanclarcls e gli obiettivi previsti dalla normativa nazionale e regionale. Gli ute'ti hanno la possibilità di conferire i rifiuti differenziati in giornate e/o orari anche diversi a qr,re'i previsti dar calendario di raccorta presso il centro di raccolta/isola ecologica, all,uopo aftrezzatoe sorvegliato, individuato con disposizione sindacale prot. no del 7 novembre 20i4. r'ortre, al fine di i.centivare ra raccolta differenziata dei materiali riciclabili e di ridurre la quantità di rifiuti da smartire s.rà i.stallato su spazio comu'ale Ll'eco-colnpattatore clesti'ato alla raccolta di imballaggi in plastica ed alllrminio' La tipologia di ser.vizio attualmeute svolto, nou risurta in grado di garantire erevate perce'tuali di raccolta differenziataacausadiunamolteplicitàdifattori: 1. Mancato conf-erimento in impianti di compostaggio dellafrazione organica raccolta' stante l'assenza' a distanze contenute' di impiantiserventi lo scopo' 2.Mancanzacli uu centro comunale di raccolta dei rifiuti differenztatt'

8 Le criticità evide'ziate nel precedente paragrafo necessitano di una r\organizzazione complessiva del servizio ed nna programma zione a lungo termine. Alcune de'e problematiche presenti, potranno essere affrontate a scala sovra comunale nell'ambito del nuovo moclello otgan\zzalivo degli ARo (Ambito Ristrettottimare), i' fase dicostituzione, giusta deribera consiriare diadesione n'23 dell'8 agosto 2013' Ir progetto unitario per i servizi di igiene urbana dovrà prevedere investimenti strutturali in terrnini di servizi alra raccolta (ecocentri) e potrà creare economie di scala per ottimizzare ir trasporto della frazione provincia. Temporaneamente continueranno ad essere applicati gli incentivi per i compoúamenti crre favoriscono la riduzione e il recupero dei rifiuti organici attraverso la pratica del organica anche fuori corlpostaggio dornestico' Attuarmente, il comune di Naso, sta affrontando la fase transitoria di gestione deila raccolta rifiuti tramite ARo che prevede un mantenimento degri attuari servizi mediante gli str*menti de'e ordinanze si'dacali o delleproroghetecnicheperlagestionesingoladeiservizisulterritorioamnrinistrato. per l,anno 2015, in r.ur,ottica di qualificazione di ottimizzazio'e crei servizi di gestione deirifiuti' si cerca di garantire standard rninimi per I'igiene e il decoro ltrbano' per l,anrualità 2015, al comu'e di Naso compcte soro il riconoscimento degli oneri al gestore dei servizi ed il pagarnento degli oneri di srlaltimento con i conseguenti tributi' Irr parlicolare nelra Tabelra 1 si sintetizz aiorganizzazio'e dei Servizi di Igiene urbana attivi relativamente q ' l. l'area ttrbana di Naso; 2. le lt'ee rtttali' rl ser'izio cii raccolta dorniciriare di ingombranti a'viene a chiamata per la prenotazione del ritiro dei nl ltltl. sen,izio distinte Per tipologia Ncllatabelladisegr-ritoripoúatasorroitrdicatelefrequctrzeclipassaggiodel diutenza(utenzcc]onresticheenotlc]otrrestichcsutlrttoilterritorio). T:rbe'a 1: sintesi dei ser-vizi offerti data rritta clei ser'izi di Igiene urbana ne''area u'bana cli Naso e nelle aree rurali del Comune' SBRVIZIO Raccolta attiva umido e organlco FREQUEI{ZA UTENZA UD UnD UD Raccolta secco non riciclabile Raccolta Plastica e ingombrantt v1 'ti i l UnD UD uno L I Raccolta cafta e cartone

9 . - Raccolta vetro e UD UnD del territorio comunale con diffcrenti frequenze di spazzarnento da giomaliera a settimanale quindicinale' Il servizio di lgie'e urbana sur territorio co'unale di Naso è affidato aila ditta Multiecoplast, la quale' 'ell,ambito delle prestazioni pre'iste da contratto, mette a disposizione strutture e beni serventi lo scopo' / trasporlo dei rifiuti per l'anno 2015 si sono Ai fini della determinazione dei costi di smaltimento considerati i dati storici a consuntivo dell'anno 2014.Iprincipali rifiuti e le loro quantità sono: l)escrizione ttpologta rtrtu ru Rifi uti indifferenziati Cafta e caflotre Orsattico = hrballaggi di caftone lngornbranti Plastica Vetro TOTALE Il prospetto riassur]tivo, di seguito riporlato, analizza secondo le modalità indicate nelle linee guida del N4inistero clelle Finanze, le varie voci di costo che compongono i servizi di lgiene Urbana' Esse risultano coerenti co' icriteri introdotti dal DpR r5g/1999, prcsentando u'a s'ddivisione in costi fissie'ariabili' Strazz-arnento stracle" piazze pubbl iche Raccolta e traspotlo Trattatnento e stlralti mento TOTALE Raccolta differenziata Trattamento e riciclo TOTALE Amrrrinistrazione accefiamento e rlscos Gestione , ,00 10E , , , i 1,00 geuerale del servizio TOTALE ,00 TOTAI,E GENBRALE ,00 RIPARTIZIONE COSTI FISSI E VARIABILI Quantità in KG Ke Ke Ks 143.8l0 Ke 2l.300 Ks Ks Ks Ks L ,740 COSTI VARIABILI ,00 CR'f-Raccoltaetra ,00 CTS - Trattallento e smaltitnento ,00 CRD - Raccolta differenziata c CTR -'lrattamento e riciclo COSTI FISSI CSf- - Spazzamento strade, piazze pubbliche CARC - Amministr CCC - Gestione generale del sen'izi-q 82,459, i,00

10 - I costi sono ripartiti tra utenze domestiche e non domestiche secondoil seguente schema di riferimento: QUOTA FISSA 31,7ln ,00 úténzs-nomesrlche 80% UTEME NON DOMESTICHE TOTALE DOMESTICHE ,20 TOTALE COSTI QUOTA VATìIABILB 68,29u/o ,00 úîsxze nomestiche 80% UîENZE NoN nomesrlche 20"/ ,80 TOTALE NON DOMESTICHE ,80 E piii nel dettaglìo il piano finanziario si suddivide in: QUOTA FISSA CGINDCosticligestionedelciclodciscr-viziRSUlndiffercnziati-comprendc: cs,- _ costi sostenuti per il servizio cli raccolta relativa a'o spazzarnento e lavaggio strade cornprettsivo delle quota relatival costo del pcrsortrlc: CC - Costi comuni - comprende: carc _ costi generali a carico der comune per 1a gestione der servizio tributi, in parlicolare spese postali' informatiche e cancelleria; CGG - costi del personale' calcolato nonclté i costi dcl personale cotlutrale attribtrito al setvizio' uella misura del 60% dei catronidi raccolta rifiuti e trasporto RSU CGINDCosticligestionedelciclotlcisetr,iziRsUlndiffcrenziati_conrprende: crt _ costi sostenuti per ir serr'izio di raccorta e trasporto der rifiuto indifferenziato al netto della qttota *."clicostidipersonaleirrseritanellar,occcggconlesopraspecificato; e'_ costi di trattamento e snrartimento der rifrlrto indiffere'ziato, stimati sulla base dei quantitativi 2014; CGD-Costidigcstionedelciclotliraccoltadiffererrziata_conprcnde: CRD-costidelserviziodiraccoltaetraspottodelrifiutodifferenziato; CTR - costi cli trattamento e riciclo del rifiuto differcnziato' ll Responsabile A dott.ssa Gj nico - Fiuanziaria angallo ^f.u r""ni"n, Il Responsabile arch. Mario SidótiMieliore I

11 É Parere del responsabile del servizio in ordine alla regolarità tecnica. Ai sensi dell'art.49, comma 1" del D. Lgs per come modificato dall'art. 3, comma l,lett.b) L. n e successivamente modificato dal D.Lgs. n , a sua volta contenente disposizionintegrative e correttive del D.Lgs. n. 118/11 ed ai sensi dell'art. 12, L.R. n. 30/00, per quanto concefiìe la regolarità tecnica della proposta di deliberazione relativa all'oggetto esprime parere: Favorevole. Naso.e a/c\p/zcts t l Parere del responsabilc dell'ufficio di ragioneria in ordine alla regolarità contabile. Ai sensi dell'art.49, comma 1'del D. Lgs per come modificato dall'art.3, comma l,lett.b) L. n e succcssivamente modificato dal D.Lgs. n. 126/14, a sua volta contenente disposizioni integrative correttive del D.Lgs. n. 118/11 ed ai sensi dell'art. 12, L.R. n.30/00, per quanto concerne la regolarità contabile della proposta di deliberazione relativa all'oggetto esprime parere: Favorevolc. Naso, Il Responsabile dott.ssa Gi

12 -. Registro Revisore dei Conti Contrtne di Nctso pag.29 Verbale n.21 del 0Z/03/Z0ts PARERE SU: COMUNE DI NASO PROVINCIA DI MESSINA "? í,iaii :i /u\ Proposte dall,assessore Giuseppe Randazzo. Il sottoscritto -Mileti Antonio nato a S. Marco t'esidente d'alunzio in via (ME) Gebbia il n' 16, 0g nominatjrevisore ed tvl dei C.Cl. contili n. questo 40 in data Ente con deliberazione dcl esecutiva: ESAI\{INATE Le proposte di deliberazioni presentate clali'assessorc Giuseppe Randazzo sopraclescritte. DATO ATTO - Relativarnente al P'F' 'l'ari, esso evidcnzia le modalità di gestione del ciclo clei rifìuti, gli obiettivi e ne cvidenzia i costi relativi: - Relativamente alle tariffè esse prevedono la copertura integrale cii tutti i costi. TENUTO COÌYTO Del parerc favore'ole cli regolarità tecnico cortabile espresso fl'anziario' dal dott'ssa Responsabile clel servizio Mangano 9t::tnPlia e dei por.r. dcll'area favorevore Tecnica Arcrr. reso dar Ma,'io Respo'sabire Sidoti M'igriur".iur.r,io i.rì" propri. comperenz, Il contenuto delle proposte fonnulate VìSTO ESPRIME PARERB FAVOREVOLU proposte di deliberazioni presentatc dall'assessore ogg.rrolullu Giuseppe Rancrazzo aventi acr Naso /2015 IL REVI

13 .. MUI{ICIPIO DELLA CITTA'DI NASO PROVINCIA DI MtrSSINA RIUNIONEDELLAIII^COMMISSIONE,CONSILIARE,PERMANENTE BILANCIO E FINANZE, - PE,RSONALE VERBALE N I /15 rì 16l03l20rs l,,arutocluemilaquintlici,addìl6clelmcscrlimarzo.alleorel0'30strconvocazion presiclente, è riunita nei iocali M,nicipali. ra III" Con-rmissione consiriare Permanente, sono presenti ', ) N Ai NSignori: I ' G A E T A N O V I C E ' - P R E S I D E N D E ' zj noxrempo claudio componente' E, altresì presente l,assessore RANDAZZO MIGNACCA Giuseppe AsserrtiiSigg.IVANBEVACQUA-RIFICIFilippo-]-RISCARIFrancesco-Catan Francesco ( sostituito clal consigriere Gorgonie Rosalia. giusta delega del vice-presiderrte Nani' Gaetano). SvolgelernansiotlidiSegretarioladipendenteCAI.CERANoArrrraRita,distacc suddetta Commissione. r-^ :r.^..'--^..^,.r.' Assume la Presiclenza il vice-presidet-rte NANI' Gaetano il quale constatato che il numero det prese'ti non.uggi.,'ng" quelro regale. e che ì'aula è impegnaia dalla r^ commissione. rin'ia la stessa di 1 ora ( I 1,30) - (vig"nt. regolamento delle commissioni). LETTO, APPROVATO e SOTTOSCRITTO' tl \/ICE-PRE,SI}E,NTIi f.to Nanì Gactantt IL SEGRETARIO f.to Anna Rita Calcerano Alle ore I 1,-10 risultatto prcscnti: l) NANI' GAL'I'ANO VICÌ1 -PRESlDtlNl'il 2) GORGONII lìosalia COÌ\4PONI]I.TE Asser.rti i Sigg. lvlr.n IIHVACQLJA- RIlriCl Filippo - TRISCARI Francesco- CA]'ANIA irrancesco ( sostitr-rito dal ConsigiicrcColgone Iìosalia, giusta cielega del Vice-Presidentc Nani' Gaetano). Il Vice -Presidente, constatato cìre alle ore 11,30 uon si riscontra il nr-tmero legale' dichiara ìa seduta odierna cieserta, rinvianclo ogni decisiotre al Corisiglio Comutlale' LEl'l'O. APPROVATO e SOTTOSCRITTO TL \/ TCE..I'II OSIDIiNTII f.to Nanì Gactano IL CON,{PONENTE f.to Gorgone Rosalia IL SEGRET,.\IìIO f.to Calccrano Anna Rita

14 ' - l,etto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE IL 5EGRETARI9 C9MUNALE IL CONSIGLIERE ANZIANO F.to dr.ivan Bevacqua F.to dott.ssa Carmela Caliò F.to rag. Gaetano Nanì CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE E' copia da servire per uso amministrativo.- Naso, lì IL SEGREI Il sottoscritto Segretario Comunale, su conforme relazione dell'addetto alle pubblicazioni, visti gli atti di ufficio; CERTIFICA Che la presentedeliberazione è stata pubblicata all'albo on line di questo Comune per 15 giorni consecutivi dal ( Reg. Pub. N. ) L'addetto alle pubblicazioni F.to IL SEGRETARTO COMUNALE F.to dott.ssa. Carmela Caliò SI ATTESTA CHE LA PRESENTE DELIBERAZIONE E' rimasta pubblicata all'albo Pretorio on line di questo Comune per 15 giorni consecutivi e che contro di essa non sono stati presentati opposizioni o reclami. E' stata trasmess ai capigruppo consiliari con nota n. del Naso, lì IL SEGRETARIO COMUNALE F.to dott.ssa Cqrmela Caliò CERTIFICATO DI ESECUTIVITA' Si certifica che la presente deliberazione è divenuta esecutiva il Naso, lì decorsi I 0 giorni dalla pubblicazione IL SEGRETARIO COMUNALE F.to dott.ssa Carmela Caliò CERTIFICATO DI RIPUBBLICAZIONE Si certifica che la presente deliberazione è stata ripubblicata all'albo Pretorio on line per l5 giorni consecutivi, dal al, e che contro di essa non sono stati presentati opposizioni o reclami. Naso, li TL SEGRETARIO COMUNALE F.to dott.ssa Carmela Caliò La presente deliberazione è immediatament esecutiva ai sensi dell'art. _ comma della Legge Region ale n. 44l1ggl - Naso, lì E' copia daservire per uso amministrativo Naso, lì Visto: IL SEGRETARIO COMUNALE F.to dott.ssa Carmela Caliò ALE

Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE. COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 30 del 29/09/2014

Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE. COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 30 del 29/09/2014 Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 30 del 29/09/2014 OGGETTO: Piano economico - finanziario degli interventi relativi al servizio di gestione

Dettagli

ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 14 Data 27/08/2014 Ogg : Approvazione del piano finanziario per la determinazione dei costi del servizio di gestione dei rifiuti urbani e per la determinazione

Dettagli

COMUNE DI TORRECUSO. Provincia di Benevento VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI TORRECUSO. Provincia di Benevento VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI TORRECUSO Provincia di Benevento COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONGLIO COMUNALE DELIBERA N. 35 ADUNANZA DEL 30/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO FINANZIARIO TARI. Adunanza straordinaria

Dettagli

Deliberazione del Consiglio Comunale n. 23 del 20-05-2014. Oggetto : APPROVAZIONE PIANO FINANZIARIO E TARIFFE TARI 2014

Deliberazione del Consiglio Comunale n. 23 del 20-05-2014. Oggetto : APPROVAZIONE PIANO FINANZIARIO E TARIFFE TARI 2014 COPIA Deliberazione del Consiglio Comunale n. 23 del 20-05-2014 in seduta di Prima convocazione Oggetto : APPROVAZIONE PIANO FINANZIARIO E TARIFFE TARI 2014 Dato atto: che l anno duemilaquattordici il

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUE DI ERETO PROVICIA DI TERAMO COPIA DI DELIBERAZIOE DEL COIGLIO COMUALE eduta in data : 16/05/2014 Atto n. 5 Oggetto: APPROVAZIOE PIAO ECOOMICO FIAZIARIO DEGLI ITERVETI RELATIVI AL ERVIIO DI GETIOE

Dettagli

COMUNE DI SALUGGIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.10

COMUNE DI SALUGGIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.10 Copia COMUNE DI SALUGGIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.10 OGGETTO: TASSA SUI RIFIUTI (TARI) - APPROVAZIONE PIANO FINANZIARIO E TARIFFE - ANNO 2015 L anno duemilaquindici addì trentuno

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA N. 8 DEL 01/09/2015 CON POTERI DI CONSIGLIO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA N. 8 DEL 01/09/2015 CON POTERI DI CONSIGLIO ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA N. 8 DEL 01/09/2015 CON POTERI DI CONSIGLIO Oggetto: APPROVAZIONE DEL PIANO FINANZIARIO PER LA DETERMINAZIONE DEI COSTI DEL SERVIZIO DI

Dettagli

Verbale di Deliberazione N. 58/2011 della Giunta comunale

Verbale di Deliberazione N. 58/2011 della Giunta comunale COMUNE DI CAMPODENNO PROVINCIA DI TRENTO Verbale di Deliberazione N. 58/2011 della Giunta comunale OGGETTO: Approvazione schema tipo di delega alla Comunità della Val di Non per la sottoscrizione della

Dettagli

COMUNE DI CORTE BRUGNATELLA

COMUNE DI CORTE BRUGNATELLA COMUNE DI CORTE BRUGNATELLA PROVINCIA DI PIACENZA Piazza S. Balletti 2 29020 Marsaglia (PC) Tel 0523/969011 Fax 0523/969012 - Ragioneria.cortebrugnatella@sintranet.it C.F. 80004220333 P.I. 00777240334

Dettagli

COMUNE DI MOGORO. Provincia di Oristano. Piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani anno 2015

COMUNE DI MOGORO. Provincia di Oristano. Piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani anno 2015 COMUNE DI MOGORO Provincia di Oristano Piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani anno 2015 Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 del 26.02.2015 1 Il piano finanziario

Dettagli

COMUNE DI GRANA Provincia di Asti

COMUNE DI GRANA Provincia di Asti COMUNE DI GRANA Provincia di Asti DELIBERAZIONE N.32 COPIA ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE SEDUTA ORDINARIA OGGETTO : DETERMINAZIONE DELLA TARIFFE PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO

Dettagli

COMUNE DI CASTELNUOVO MAGRA Provincia della Spezia

COMUNE DI CASTELNUOVO MAGRA Provincia della Spezia COMUNE DI CASTELNUOVO MAGRA Provincia della Spezia C O P I A Deliberazione del Consiglio Comunale n. 24 del 28 luglio 2014 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO ECONOMICO FINANZIARIO DELLA TASSA SUI RIFIUTI

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 15 del 25-06-2014

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 15 del 25-06-2014 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 15 del 25-06-2014 COPIA Oggetto: Approvazione tariffe del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi per l'anno 2014 e termini per il pagamento. L'anno duemilaquattordici,

Dettagli

COMUNE DI GARAGUSO PROVINCIA DI MATERA PIANO FINANZIARIO E RELAZIONE RELATIVA AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI TARI ANNO 2014

COMUNE DI GARAGUSO PROVINCIA DI MATERA PIANO FINANZIARIO E RELAZIONE RELATIVA AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI TARI ANNO 2014 COMUNE DI GARAGUSO PROVINCIA DI MATERA PIANO FINANZIARIO E RELAZIONE RELATIVA AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI TARI ANNO 2014 Ex art. 8 D.P.R. 27 Aprile 1999 n. 158 1 INDICE PREMESSA 1

Dettagli

COMUNE DI CARTOCETO (Provincia di Pesaro e Urbino)

COMUNE DI CARTOCETO (Provincia di Pesaro e Urbino) COMUNE DI CARTOCETO (Provincia di Pesaro e Urbino) COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NUM. 38 DEL 09-09-2014 Oggetto: APPROVAZIONE REGOLAMENTO IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) / TRIBUTO SERVIZI

Dettagli

COMUNE DI PIRAINO cosra seracer{a

COMUNE DI PIRAINO cosra seracer{a \REP{JBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA COMUNE DI PIRAINO cosra seracer{a Copia Deliberazione Della Giunta Municipale N. 178 Del 221712010 OGGETTO: Lavori di somma urgenza per fornitura e collocazione

Dettagli

PIANO FINANZIARIO TARI Art. 1, commi da 641 a 667, della L. 27 dicembre 2013, n. 147 D.P.R. 27 aprile 1999, n. 158 R E L A Z I O N E

PIANO FINANZIARIO TARI Art. 1, commi da 641 a 667, della L. 27 dicembre 2013, n. 147 D.P.R. 27 aprile 1999, n. 158 R E L A Z I O N E PIANO FINANZIARIO TARI ANNO 2014: ALLEGATO A1) ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 22 dd. 20.05.2014 COMUNE DI ALA PROVINCIA DI TRENTO PIANO FINANZIARIO TARI Art. 1, commi da 641 a 667, della L.

Dettagli

C O M U N E D I M O N G U Z Z O

C O M U N E D I M O N G U Z Z O C O M U N E D I M O N G U Z Z O Provincia di Como DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Cod. Ente 10609 Numero 33 del 24-07-2014 COPIA Oggetto: IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) - COMPONENTE TRIBUTO SUI SERVIZI

Dettagli

Comune di Cattolica Provincia di Rimini

Comune di Cattolica Provincia di Rimini VERBALE APPROVATO E SOTTOSCRITTO IL PRESIDENTE IL SEGRETARIO GENERALE dott. Paolo Russomanno dott.ssa Mara Minardi Comune di Cattolica Provincia di Rimini VERBALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.

Dettagli

COMUNE DI MODENA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. OGGETTO n.

COMUNE DI MODENA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. OGGETTO n. COMUNE DI MODENA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE L anno in Modena il giorno del mese di ( ) alle ore regolarmente convocato, si è riunito il Consiglio Comunale in seduta pubblica per la trattazione

Dettagli

C O M U N E DI L I M B A D I (Provincia di Vibo Valentia) *************

C O M U N E DI L I M B A D I (Provincia di Vibo Valentia) ************* C O M U N E DI L I M B A D I (Provincia di Vibo Valentia) ************* COPIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO nell esercizio delle competenze e dei poteri del Consiglio comunale N. 4 del Reg.

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE

VERBALE DI DELIBERAZIONE Comune di Bellinzago Lombardo Provincia di Milano Codice Ente 10904 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 21 Del 14-04-2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE, DETRAZIONI E SCADENZE RELATIVE ALLA TASI COMPONENTE

Dettagli

COMUNE DI MONTAGNAREALE Provincia di Messina

COMUNE DI MONTAGNAREALE Provincia di Messina ORIGINALE COPIA x COMUNE DI MONTAGNAREALE Provincia di Messina DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 22 del Reg. OGGETTO: Approvazione Conto Consuntivo anno 2013. Data 09.09.2014 L anno duemilaquattordici,

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 39

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 39 -------------------- Provincia di Torino ---------- Estratto VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 39 OGGETTO: EMISSIONE ACCONTO DEL TRIBUTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI. DETERMINAZIONE

Dettagli

PIANO FINANZIARIO TARI 2014

PIANO FINANZIARIO TARI 2014 PIANO FINANZIARIO TARI 2014 1. RIFERIMENTI NORMATIVI 1.1 Tarsu in vigore sino al 2012 Visto il quadro particolarmente complesso, si ritiene opportuno riepilogare, almeno negli aspetti salienti, l evoluzione

Dettagli

COMUNE DI RACCUJA ( PROVINCIA DI MESSINA ) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI RACCUJA ( PROVINCIA DI MESSINA ) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Originale COMUNE DI RACCUJA ( PROVINCIA DI MESSINA ) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Reg. Data 25/08/2015 OGGETTO: RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI CON SISTEMA PORTA A PORTA, TRASPORTO IN DISCARICA

Dettagli

COMUNE DI MONTAGNAREALE Prouincia di Messina

COMUNE DI MONTAGNAREALE Prouincia di Messina COMUNE DI MONTAGNAREALE Prouincia di Messina orrcrnale q copla fl DELIBERAZIONE DELI.A GIUNTA MUNICIPALE l)elibera n. 98 del 16/10/2015 OGGETTO: APPROVAZIONE PREVENTIVO OFFERTA TELECOM ITALIA NAVIGAZIONE

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI VALLE DEL SOSIO

UNIONE DEI COMUNI VALLE DEL SOSIO UNIONE DEI COMUNI VALLE DEL SOSIO Provincia di Palermo ********** VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO N. 11 DEL 09/03/2011 O G G E T T O : ATTO DI INDIRIZZO AL RESPONSABILE DEL SETTORE AMMINISTRATIVO.

Dettagli

COMUNE DI CASATISMA PROVINCIA DI PAVIA

COMUNE DI CASATISMA PROVINCIA DI PAVIA COMUNE DI CASATISMA PROVINCIA DI PAVIA DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE N. 6 OGGETTO DETERMINAZIONE TARIFFE PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO TARI ANNO 2015. L'anno duemilaquindici addi trenta del mese di

Dettagli

COMUNE DI TORRE DE BUSI PROVINCIA DI LECCO

COMUNE DI TORRE DE BUSI PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI TORRE DE BUSI PROVINCIA DI LECCO Codice ente 10219 DELIBERAZIONE N.7 DATA 27-04-2015 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO FINANZIARIO T.A.R.I. 2015

Dettagli

COMUNE DI RACCUJA -PROVINCIA DI MESSINA-

COMUNE DI RACCUJA -PROVINCIA DI MESSINA- ORIGINALE COMUNE DI RACCUJA -PROVINCIA DI MESSINA- DELIBERAZ1ONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.

Dettagli

COMUNE DI SAN FILIPPO DEL MELA

COMUNE DI SAN FILIPPO DEL MELA COMUNE DI SAN FILIPPO DEL MELA PROVINCIA DI MESSINA COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 11 del Reg. Data 03-02-2015 Oggetto: Approvazione Piano Triennale di prevenzione della corruzione e dell'illegalit

Dettagli

COMUNE DI CARRARA Decorato di Medaglia d oro al Merito Civile

COMUNE DI CARRARA Decorato di Medaglia d oro al Merito Civile ORIGINALE COMUNE DI CARRARA Decorato di Medaglia d oro al Merito Civile DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 36 del Registro Deliberazioni OGGETTO: TARES 2013. DEFINIZIONE DELLA SCADENZA E DEL NUMERO

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO FINANZIARIO DEL SERVIZIO GESTIONE DEI RIFIUTI E TARIFFE TARI ( TRIBUTO SERVIZI RIFIUTI) anno 014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza

Dettagli

Documento scaricato dal sito internet del Comune di Santa Maria di Licodia (CT)

Documento scaricato dal sito internet del Comune di Santa Maria di Licodia (CT) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 55 DEL 19-09-2012 OGGETTO: Approvazione progetto esecutivo relativo a lavori di: Realizzazione loculi comunali nel nuovo civico cimitero.- L anno duemiladodici

Dettagli

Repubblica Italiana Provincia Di Modena C O M U N E di M E D O L L A

Repubblica Italiana Provincia Di Modena C O M U N E di M E D O L L A Repubblica Italiana Provincia Di Modena C O M U N E di M E D O L L A ESTRATTO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Del. Nr. 16 del 30/04/2013 Oggetto: MODIFICHE REGOLAMENTO TARES Per convocazione del Sindaco,

Dettagli

COMUNE DI FLORESTA. OGGETTO: Carta di qualificazione del conducente per conduzione scuolabus - Determinazioni.

COMUNE DI FLORESTA. OGGETTO: Carta di qualificazione del conducente per conduzione scuolabus - Determinazioni. COPIA COMUNE DI FLORESTA Provincia Messina DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 73 del Reg. Data 17.09.2015 OGGETTO: Carta di qualificazione del conducente per conduzione scuolabus - Determinazioni.

Dettagli

COMUNE DI SETTIME. Provincia di Asti VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Adunanza ordinaria di prima convocazione-seduta pubblica

COMUNE DI SETTIME. Provincia di Asti VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Adunanza ordinaria di prima convocazione-seduta pubblica Delib. C.C. N. 16 COMUNE DI SETTIME Provincia di Asti VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza ordinaria di prima convocazione-seduta pubblica OGGETTO: Determinazione aliquote TASI (Tributo

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 58 del 30 luglio 2015 OGGETTO: REGOLAMENTO COMUNALE PER L'APPLICAZIONE DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TARI) - MODIFICHE - APPROVAZIONE L anno 2015 il giorno giovedì

Dettagli

COMUNE DI CAPOLIVERI

COMUNE DI CAPOLIVERI COMUNE DI CAPOLIVERI PROVINCIA DI LIVORNO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A Comunicata ai Capigruppo Consiliari il 30/07/2015Nr. Prot. 11869 SERVIZIO POSTALIZZAZIONE TARI 2015 - IMBUSTAMENTO,

Dettagli

COMUNE DI DUNO PROVINCIA DI VARESE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI DUNO PROVINCIA DI VARESE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI DUNO PROVINCIA DI VARESE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10 Reg. Delib. COPIA OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI DA APPLICARE AL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI

Dettagli

COMUNE di FIVIZZANO. Provincia di Massa e Carrara DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 19

COMUNE di FIVIZZANO. Provincia di Massa e Carrara DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 19 COMUNE di FIVIZZANO Provincia di Massa e Carrara DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 19 OGGETTO: ARTICOLO 10, COMMA 2, DEL D.L. 8 APRILE 2013 N. 35 - TARES ANNO 2013. DETERMINAZIONE RATEIZZAZIONE E

Dettagli

Comune di Pavullo nel Frignano

Comune di Pavullo nel Frignano COPIA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 82 del 29/09/2015 OGGETTO: APPROVAZIONE DEI CRITERI DI RIPARTIZIONE DELL'IMPORTO STANZIATO DAL COMUNE PER IL FINANZIAMENTO DI UNA RIDUZIONE TARIFFARIA "TARI",

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Comune di ZANICA C.C. Nr. 16 DATA 08/04/2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza ordinaria di prima convocazione - seduta pubblica OGGETTO: ESAME ED APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO PER

Dettagli

%b Reg. del QX\o^{JbQlì

%b Reg. del QX\o^{JbQlì COMUNE DI SANTA LUCIA DEL MELA PROVINCIA di MESSINA Ai sensi dell'art. 53 della legge 08.06.1990, n. 142,come recepita con l'art. 1 comma 1 lettera i) della L.R. 11.12.1991, n. 48, come sostituito dall'art.

Dettagli

PIANO FINANZIARIO ANNO 2014 TARI. COMUNE DI BRUSAPORTO Provincia di Bergamo

PIANO FINANZIARIO ANNO 2014 TARI. COMUNE DI BRUSAPORTO Provincia di Bergamo PIANO FINANZIARIO ANNO 2014 TARI COMUNE DI BRUSAPORTO Provincia di Bergamo 1 1. Premessa Il presente documento riporta gli elementi caratteristici del Piano Finanziario relativo alle attività inerenti

Dettagli

PIANO FINANZIARIO RELATIVO AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI

PIANO FINANZIARIO RELATIVO AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI COMUNE DI VERDELLO Provincia di Bergamo PIANO FINANZIARIO RELATIVO AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI Il presente documento riporta gli elementi caratteristici del Piano Finanziario della componente

Dettagli

COMUNE DI OLIVA GESSI PROVINCIA DI PAVIA

COMUNE DI OLIVA GESSI PROVINCIA DI PAVIA COMUNE DI OLIVA GESSI PROVINCIA DI PAVIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 9 Reg. Delib. Del 09-02-2009 COPIA Numero 36 Reg. Pubbl. Oggetto: DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia Conforme COMUNE DI SAN FERDINANDO DI PUGLIA PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA - TRANI VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONGLIO COMUNALE N. Registrazione 30 Seduta del 24/05/2013 N.Protocollo: 10706 Data pubblicaz:

Dettagli

PIANO FINANZIARIO TARI 2015

PIANO FINANZIARIO TARI 2015 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO PIANO FINANZIARIO TARI 2015 Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n 38 del 30-07-20152015 COMUNU DE GUSPINI PROVINTZIA DE SU CAMPIDANU DE MESU SOMMARIO: Art.

Dettagli

COMUNE DI SCILLATO Provincia di Palermo

COMUNE DI SCILLATO Provincia di Palermo COMUNE DI SCILLATO Provincia di Palermo Originale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 37 DEL 29.05.2013 OGGETTO: Atto di indirizzo affidamento ditta Halley Consulting S.P.A servizio assistenza software

Dettagli

C O M U N E D I M O N G U Z Z O

C O M U N E D I M O N G U Z Z O C O M U N E D I M O N G U Z Z O Provincia di Como DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Cod. Ente 10609 Numero 23 del 30-07-2015 ORIGINALE Oggetto: DETERMINAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI PER L'APPLICAZIONE

Dettagli

COMUNE DI RACCUJA ( PROVINCIA DI MESSINA ) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI RACCUJA ( PROVINCIA DI MESSINA ) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE COMUNE DI RACCUJA ( PROVINCIA DI MESSINA ) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 57 delreg. Data 08/04/2015 OGGETTO: "Assegnazione risorse finanziarie all'area Tecnica per lavori di installazione

Dettagli

COMUNE DI MONTE PORZIO CATONE Provincia di Roma

COMUNE DI MONTE PORZIO CATONE Provincia di Roma COMUNE DI MONTE PORZIO CATONE Provincia di Roma ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Delibera N. 23 del 9 settembre 2014 OGGETTO: REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI PERTENGO. Via A. Burocco, 28 13030 PERTENGO. Deliberazione n.13 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI PERTENGO. Via A. Burocco, 28 13030 PERTENGO. Deliberazione n.13 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Regione Piemonte Copia Provincia di Vercelli COMUNE DI PERTENGO Via A. Burocco, 28 13030 PERTENGO Deliberazione n.13 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Imposta Municipale Propria

Dettagli

AREA CONTABILE SETTORE TRIBUTI E SERVIZI Spettabile CONSIGLIO COMUNALE. S e d e

AREA CONTABILE SETTORE TRIBUTI E SERVIZI Spettabile CONSIGLIO COMUNALE. S e d e AREA CONTABILE SETTORE TRIBUTI E SERVIZI Spettabile CONSIGLIO COMUNALE S e d e OGGETTO : APPROVAZIONE PIANO FINANZIARIO PER LA DETERMINAZIONE DEI COSTI DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E PER

Dettagli

COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro e Urbino SETT. 3 - SERVIZI FINANZIARI Servizio Tributi

COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro e Urbino SETT. 3 - SERVIZI FINANZIARI Servizio Tributi COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro e Urbino SETT. 3 - SERVIZI FINANZIARI Servizio Tributi DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Nr. 95 Del 14/07/2014 OGGETTO: DEFINIZIONE DEL TERMINE DI RISCOSSIONE DELL'

Dettagli

n.12 del06l06l20l3 "'*""'"bitnî:jjr15l*:t:iì3;"r*. prescritte daua legge e con appositi awisi spediti a domicilio, ASSENTI N. 02 IN CARICA N.

n.12 del06l06l20l3 '*'bitnî:jjr15l*:t:iì3;r*. prescritte daua legge e con appositi awisi spediti a domicilio, ASSENTI N. 02 IN CARICA N. COMUNE DI FALCONARA ALBANESE Deliberazione... del Consiglio Comunale n.12 del06l06l20l3 OGGETTO: determ tnazione delle rate e delle scadenze di versamento del tributo comunale sur rifiuti e sui servizi

Dettagli

COMUNE DI SILIGO. Provincia di Sassari DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Numero 24 del 13 maggio 2014

COMUNE DI SILIGO. Provincia di Sassari DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Numero 24 del 13 maggio 2014 COMUNE DI SILIGO Provincia di Sassari DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 24 del 13 maggio 2014 COPIA Oggetto: SERVIZIO ASSOCIATO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI. REVISIONE

Dettagli

COMUNE DI LONGARONE Provincia di Belluno

COMUNE DI LONGARONE Provincia di Belluno N. 70 del registro delibere COPIA COMUNE DI LONGARONE Provincia di Belluno VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza ORDINARIA di prima convocazione OGGETTO: Approvazione del piano finanziario

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10 OGGETTO: TASSA SUI RIFIUTI (TARI) DOVUTA PER L`ANNO 2015 - REGIME TRANSITORIO - PROVVEDIMENTI.

COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10 OGGETTO: TASSA SUI RIFIUTI (TARI) DOVUTA PER L`ANNO 2015 - REGIME TRANSITORIO - PROVVEDIMENTI. COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10 OGGETTO: TASSA SUI RIFIUTI (TARI) DOVUTA PER L`ANNO 2015 - REGIME TRANSITORIO - PROVVEDIMENTI. L anno duemilaquindici, addì venti del mese di maggio,

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO Provincia di Lucca

COMUNE DI CAMPORGIANO Provincia di Lucca COMUNE DI CAMPORGIANO Provincia di Lucca PIANO FINANZIARIO RELATIVO AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI ANNO 2014 1 IL PIANO FINANZIARIO L insieme dei costi afferenti al servizio di gestione dei

Dettagli

COMUNE DI MALNATE Provincia di Varese

COMUNE DI MALNATE Provincia di Varese COMUNE DI MALNATE Provincia di Varese DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 Reg. Deliberazioni OGGETTO: CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEI SERVIZI DI IGIENE URBANA INDIVIDUAZIONE CRITERI PER VALUTAZIONE

Dettagli

CITTA DI MORBEGNO Provincia di Sondrio

CITTA DI MORBEGNO Provincia di Sondrio CITTA DI MORBEGNO Provincia di Sondrio Deliberazione numero: 168 In data: 06/11/2014 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: COSTITUZIONE DELEGAZIONE TRATTANTE DI PARTE PUBBLICA AI SENSI DELL'ART.10

Dettagli

RELAZIONE AL PIANO FINANZIARIO PER L'APPLICAZIONE DEL TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI. Comune di PONTEBBA ANNO 2015

RELAZIONE AL PIANO FINANZIARIO PER L'APPLICAZIONE DEL TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI. Comune di PONTEBBA ANNO 2015 RELAZIONE AL PIANO FINANZIARIO PER L'APPLICAZIONE DEL TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI Comune di PONTEBBA ANNO 2015 Redatto ai sensi dell art. 8 del DPR 27/04/99 n. 158 in applicazione dell art.

Dettagli

COMUNE DI PALO DEL COLLE PROVINCIA DI BARI

COMUNE DI PALO DEL COLLE PROVINCIA DI BARI n.18 - Reg. Delib. Data 25-08-2014 COMUNE DI PALO DEL COLLE PROVINCIA DI BARI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA OGGETTO APPROVAZIONE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC)

Dettagli

Comune di Marsicovetere

Comune di Marsicovetere Comune di Marsicovetere PROVINCIA DI POTENZA - DELIBERAZIONE COPIA DEL CONGLIO COMUNALE N. 13 DEL 31/03/2015 OGGETTO: DETERMINAZIONE ALIQUOTE TA (TRIBUTO SERVIZI INDIVIBILI) - ANNO 2015 L anno duemilaquindici,

Dettagli

COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI

COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI PROVINCIA DI PALERMO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N del \?o/io ^ ^ --^^^ OGGETTO* Approvazione Protocollo d'intesa tra i Comuni di Chiusa Sclafani e Giuliana

Dettagli

COMUNE DI SAN GILLIO

COMUNE DI SAN GILLIO COMUNE DI SAN GILLIO Provincia di TORINO Copia Albo VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 31/2015 OGGETTO: APPROVAZIONE VALORI MINIMI DI RIFERIMENTO DELLE AREE FABBRICABILI AI FINI DELL IMPOSTA

Dettagli

VÉÅâÇx w _xààéåtçéññxääé ;cüéäa w cxávtüt< COPIA DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE

VÉÅâÇx w _xààéåtçéññxääé ;cüéäa w cxávtüt< COPIA DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE VÉÅâÇx w _xààéåtçéññxääé ;cüéäa w cxávtüt< COPIA DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE N 12 Data 22/04/201 0 OGGETTO: REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI.

Dettagli

COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti

COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E NUMERO 54 DATA 19/08/2015 OGGETTO Richiesta assegnazione n. 1 loculo cimiteriale

Dettagli

COMUNE DI SAN MARCO D ALUNZIO

COMUNE DI SAN MARCO D ALUNZIO COMUNE DI SAN MARCO D ALUNZIO PROVINCIA DI MESSINA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA N. 93 del 29.05.2014 OGGETTO VII^ GIORNATA MEDIEVALE. APPROVAZIONE PROGRAMMA ED ASSEGNAZIONE SOMME L anno duemilaquattordici

Dettagli

originale COMUNE DI SUNI Provincia di Oristano DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n 17 del 02.09.2013

originale COMUNE DI SUNI Provincia di Oristano DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n 17 del 02.09.2013 originale COMUNE DI SUNI Provincia di Oristano DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n 17 del 02.09.2013 Oggetto: Approvazione tariffe. Tributo comunale sui rifiuti e servizi. TARES 2013. L'anno duemilatredici,

Dettagli

Oggetto: APPROVAZIONE CONTRATTO DI SERVIZIO TRA LA SOCIETA' CANAVESANA SERVIZI ED IL COMUNE DI STRAMBINELLO PER I SERVIZI DI IGIENE AMBIENTALE

Oggetto: APPROVAZIONE CONTRATTO DI SERVIZIO TRA LA SOCIETA' CANAVESANA SERVIZI ED IL COMUNE DI STRAMBINELLO PER I SERVIZI DI IGIENE AMBIENTALE COPIA COMUNE DI STRAMBINELLO Provincia di Torino Regione Piemonte VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 14 DEL 27/03/2015 Oggetto: APPROVAZIONE CONTRATTO DI SERVIZIO TRA LA SOCIETA' CANAVESANA

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI VIGOLO Provincia di Bergamo Via ROMA n. 2, 25040 Vigolo (BG); Tel. 035/931054 - Fax 035/932784 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 24 DEL 09.09.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO

Dettagli

COMUNE DI CANTALUPA Provincia di Torino

COMUNE DI CANTALUPA Provincia di Torino COMUNE DI CANTALUPA Provincia di Torino VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ------------------------------------------------------------------------------------------- N. 13 DATA 14/06/2013

Dettagli

COMUNE DI SAN MARCO D ALUNZIO

COMUNE DI SAN MARCO D ALUNZIO COMUNE DI SAN MARCO D ALUNZIO PROVINCIA DI MESSINA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA N. 23 del 04.02.2014 OGGETTO APPROVAZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE CON RISCOSSIONE SICILIA S.P.A. PER L'UTILIZZO

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 23 COMUNE DI VILLACIDRO PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO VERBALE ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE ADUNANZA ORDINARIA - SEDUTA PUBBLICA OGGETTO: Imposta Unica Comunale IUC - componenti TARI

Dettagli

COMUNE DI RACCUJ -PROVINCIA DI MESSINA- DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI RACCUJ -PROVINCIA DI MESSINA- DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI RACCUJ -PROVINCIA DI MESSINA- ********* DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: ACQUISTO CARTA PER FOTOCOPIATRICE. RISME DA 500 FOGLI FORMATO A3 E A4 DA GR. 80. DETERMINAZIONI. L'anno Duemiiaquattordici,

Dettagli

PIANO FINANZIARIO T.A.R.I.

PIANO FINANZIARIO T.A.R.I. COMUNE DI MARANO DI VALPOLICELLA (Provincia di Verona) PIANO FINANZIARIO T.A.R.I. Allegato "B" alla CC. n. 13 del 27.07.2015 f.to Il Segretario Comunale ANNO 2015 1 1. PREMESSA Il presente documento riporta

Dettagli

COMUNE DI PESCOROCCHIANO PROVINCIA DI RIETI

COMUNE DI PESCOROCCHIANO PROVINCIA DI RIETI COMUNE DI PESCOROCCHIANO PROVINCIA DI RIETI deliberazione della Giunta Comunale su proposta del Delibera n.10 del 23/02/2015 Sindaco elaborata dall Area Affari Generali OGGETTO: Integrazione deliberazione

Dettagli

COMUNE DI FUMANE PROVINCIA DI VERONA

COMUNE DI FUMANE PROVINCIA DI VERONA COPIA Deliberazione n 70 in data 30/06/2010 COMUNE DI FUMANE PROVINCIA DI VERONA Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: L anno duemiladieci, addì trenta del mese di giugno nella Residenza

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

COMUNE DI POMARANCE PROVINCIA DI PISA

COMUNE DI POMARANCE PROVINCIA DI PISA COPIA COMUNE DI POMARANCE PROVINCIA DI PISA DELIBERAZIONE N. 37 In data: 27.06.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI (TARES) - APPROVAZIONE

Dettagli

Documento scaricato dal sito internet del Comune di Santa Maria di Licodia (CT)

Documento scaricato dal sito internet del Comune di Santa Maria di Licodia (CT) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 90 DEL 14-12-2012 L anno duemiladodici, addì quattordici del mese di dicembre alle ore 13,15, in Santa Maria di Licodia, presso il Municipio, convocata a norma

Dettagli

COMUNE DI PIETRACATELLA Provincia di Campobasso

COMUNE DI PIETRACATELLA Provincia di Campobasso COMUNE DI Provincia di Campobasso COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO PREFETTIZIO Numero 12 del 11-08-2014 OGGETTO: Approvazione del regolamento comunale per la disciplina dell'imposta unica

Dettagli

PROVINCIA DI ALESSANDRIA

PROVINCIA DI ALESSANDRIA Comune di Gabiano Copia Albo PROVINCIA DI ALESSANDRIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 9 OGGETTO: DETERMINAZIONI IN MATERIA DI TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI AI SENSI DELL'ART.

Dettagli

DELIBERAZIONE G.C. N. 57

DELIBERAZIONE G.C. N. 57 DELIBERAZIONE G.C. N. 57 COMUNE DI CAMUGNANO (Provincia di Bologna) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A Oggetto: SOSPENSIONE ASSEGNAZIONE BONUS BEBE' ANNO 2015 - ATTO DI INDIRIZZO

Dettagli

COMUNE DI CINTANO Provincia di Torino

COMUNE DI CINTANO Provincia di Torino COMUNE DI CINTANO Provincia di Torino ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza ORDINARIA di PRIMA CONVOCAZIONE Seduta PUBBLICA N. 24 Del 31/07/2014 OGGETTO : Tributo servizio rifiuti

Dettagli

COMUNE DI TORRE DI SANTA MARIA

COMUNE DI TORRE DI SANTA MARIA COMUNE DI TORRE DI SANTA MARIA Provincia di Sondrio COPIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Prot. N. 1926 Numero 15 del 06-07-2015 Oggetto: L'anno duemilaquindici il giorno sei del mese di luglio alle

Dettagli

COMUNE DI STORNARA (Provincia di FOGGIA)

COMUNE DI STORNARA (Provincia di FOGGIA) COMUNE DI STORNARA (Provincia di FOGGIA) COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 47 del 17/04/2013 ======================================================================= Oggetto: DETERMINAZIONE

Dettagli

OGGETTO: D. Legge 24 giugno 2014 n. 90 convertito in Legge 114/2014. Presa d'atto modalità di ripartizione dei diritti di rogito

OGGETTO: D. Legge 24 giugno 2014 n. 90 convertito in Legge 114/2014. Presa d'atto modalità di ripartizione dei diritti di rogito COMUNE DI ALEZIO Provincia di LECCE COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 129 Del 22/12/2014 OGGETTO: D. Legge 24 giugno 2014 n. 90 convertito in Legge 114/2014. Presa d'atto modalità di ripartizione

Dettagli

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO C O P I A DELIBERAZIONE N. 31 DEL 30/04/2015 Deliberazione del Consiglio Comunale OGGETTO: TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) - APPROVAZIONE ALIQUOTE 2015 E MODIFICHE AL REGOLAMENTO. L anno 2015 addì

Dettagli

OGGETTO: PIANO FINANZIARIO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI PER L ANNO 2013- APPROVAZIONE IL CONSIGLIO COMUNALE

OGGETTO: PIANO FINANZIARIO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI PER L ANNO 2013- APPROVAZIONE IL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: PIANO FINANZIARIO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI PER L ANNO 2013- APPROVAZIONE VISTI: IL CONSIGLIO COMUNALE - l art. 14 del D.L. 6 dicembre 2011, convertito con modificazioni dalla

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. di Prot PROVINCIA DI MESSINA N. 23 res. delibere COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE OGGETTO:RCA per automezzo comunale IVECO targato "CT 224 GT". Assegnazione risorsa al Responsabile dell'area

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

COMUNE DI LETTERE (Provincia di NAPOLI)

COMUNE DI LETTERE (Provincia di NAPOLI) COMUNE DI LETTERE (Provincia di NAPOLI) Corso Vittorio Emanuele III, 58 C.A.P.: 80050 - P.I.: 01548711215 C.F.: 82009070630-081/8022711 fax 081/8021681 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE COPIA N. 59

Dettagli

COMUNE DI TRINITA P R O V I N C I A D I C U N E O

COMUNE DI TRINITA P R O V I N C I A D I C U N E O COMUNE DI TRINITA P R O V I N C I A D I C U N E O V E R B A LE DI DELIBERAZI ONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO N. 4 del 29/04/2015 «REGOLAMENTO COMUNALE PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE

Dettagli