Lavoratori Avviati CON DOMICILIO NELLA PROVINCIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lavoratori Avviati CON DOMICILIO NELLA PROVINCIA"

Transcript

1 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Sezione Attivita Numero Indiv. % Numero Avv. Freq. Avviam. Numero Indiv. % Numero Avv. Freq. Avviam. Totale Totale Totale Freq. F M Indiv. % Avviam. Avviam Agricoltura ,62 % , ,47 % , ,72 % ,80 Industria ,75 % , ,81 % , ,12 % ,19 Servizi ,42 % , ,41 % , ,90 % ,45 Dato mancante 122 0,22 % 160 1, ,31 % 180 1, ,26 % 340 1,21 Somma: ,00 % , ,00 % , ,00 % ,58 Percentuale: 51,72 % 48,28 %

2 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Sezione Attivita Numero Indiv. % F Numero Avv. Freq. Avviam. Numero Indiv. % Numero Avv. M Freq. Avviam. Totale Totale Totale Freq. Indiv. % Avviam. Avviam AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA ,62 % , ,47 % , ,72 % ,80 ALTRE ATTIVITÀ DI SERVIZI ,82 % , ,26 % 858 1, ,55 % ,21 AMMINISTRAZIONE PUBBLICA E DIFESA, ASSICURAZIONE SOCIALE OBBLIGATORIA ATTIVITÀ ARTISTICHE, SPORTIVE, DI INTRATTENIMENTO E DIVERTIMENTO ATTIVITÀ DEI SERVIZI DI ALLOGGIO ATTIVITÀ DI E FAMIGLIE DI RISTORAZIONE E CONVIVENZE COME DATORI DI LAVORO PER PERSONALE DOMESTICO, PRODUZIONE DI BENI E SERVIZI INDIFFERENZIATI PER USO PROPRIO DA PARTE DI FAMIGLIE ATTIVITÀ FINANZIARIE E CONVIVENZE E ASSICURATIVE 353 0,64 % 538 1, ,58 % 383 1, ,61 % 921 1, ,66 % , ,52 % , ,55 % , ,44 % , ,99 % , ,19 % , ,79 % , ,22 % 144 1, ,03 % , ,18 % 104 1, ,21 % 132 1, ,20 % 236 1,12 ATTIVITA' IMMOBILIARI 28 0,05 % 30 1, ,15 % 86 1, ,10 % 116 1,10 ATTIVITÀ MANIFATTURIERE ,75 % , ,81 % , ,12 % ,19

3 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav ATTIVITÀ PROFESSIONALI, SCIENTIFICHE E TECNICHE COMMERCIO ALL'INGROSSO E AL DETTAGLIO, RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI E MOTOCICLI ,06 % , ,63 % , ,85 % , ,37 % , ,98 % , ,73 % ,20 COSTRUZIONI 231 0,42 % 241 1, ,89 % , ,03 % ,13 ESTRAZIONE DI MINERALI DA CAVE E MINIERE FORNITURA DI ACQUA, RETI FOGNARIE, ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RIFIUTI E RISANAMENTO FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA, GAS, VAPORE E ARIA CONDIZIONATA 1 0,00 % 1 1, ,13 % 73 1, ,06 % 74 1, ,04 % 25 1, ,59 % 398 1, ,31 % 423 1,27 8 0,01 % 8 1, ,08 % 43 1, ,05 % 51 1,00 ISTRUZIONE ,26 % , ,24 % , ,39 % ,83 NOLEGGIO, AGENZIE DI VIAGGIO, SERVIZI DI SUPPORTO ALLE IMPRESE ORGANIZZAZIONI ED ORGANISMI EXTRATERRITORIALI ,89 % , ,45 % , ,65 % ,61 1 0,00 % 1 1,00 2 0,00 % 2 1,00 3 0,00 % 3 1,00 SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE ,57 % , ,93 % 609 1, ,78 % ,30 SERVIZI DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE 433 0,78 % 630 1, ,50 % , ,13 % ,91

4 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav TRASPORTO E MAGAZZINAGGIO 238 0,43 % 261 1, ,05 % , ,69 % ,19 z-dato mancante 122 0,22 % 160 1, ,31 % 180 1, ,26 % 340 1,21 Somma: ,00 % , ,00 % , ,00 % ,58 Percentuale: 51,72 % 48,28 %

5 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Settore Attivita Acquacoltura in acqua di mare, salmastra o lagunare e servizi connessi Numero Indiv. % Numero Avv. F Freq. Avviam. Numero Indiv. % Numero Avv. M Freq. Avviam. Totale Totale Totale Freq. Indiv. % Avviam. Avviam 3 0,01 % 4 1, ,03 % 16 1, ,02 % 20 1,05 Affari esteri 4 0,01 % 5 1,25 1 0,00 % 1 1,00 5 0,00 % 6 1,20 Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence 42 0,08 % 44 1, ,04 % 22 1, ,06 % 66 1,03 Affitto di aziende 1 0,00 % 1 1,00 4 0,01 % 5 1,25 5 0,00 % 6 1,20 Agenti di assicurazioni 19 0,03 % 19 1,00 7 0,01 % 7 1, ,02 % 26 1,00 Agenti e rappresentanti di altri prodotti alimentari (incluse le uova e gli alimenti per gli animali domestici), Agenti e rappresentanti tabacco di altri prodotti non alimentari nca (inclusi gli imballaggi e gli articoli antinfortunistici, antincendio e pubblicitari) Agenti e rappresentanti di articoli fotografici, ottici e prodotti simili, strumenti Agenti e rappresentanti scientifici e per dilaboratori di computer, analisi periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, materiale elettrico per uso domestico 3 0,01 % 3 1, ,02 % 12 1, ,01 % 15 1,00 7 0,01 % 7 1,00 7 0,01 % 7 1, ,05 % 34 1, ,03 % 13 1, ,04 % 47 1,09

6 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Agenti e rappresentanti di materiale da costruzione (inclusi gli infissi e gli articoli igienico-sanitari), vetro piano Agenti e rappresentanti di materie prime agricole 2 0,00 % 2 1,00 2 0,00 % 2 1,00 Agenti e rappresentanti di mobili in legno, metallo e materie plastiche Agenti e rappresentanti di prodotti farmaceutici, prodotti di erboristeria per uso medico Agenti e rappresentanti di prodotti ortofrutticoli freschi, congelati e surgelati Agenti e rappresentanti di vari prodotti senza prevalenza di alcuno 219 0,39 % 227 1, ,30 % 157 1, ,35 % 384 1,02 Agenti e rappresentanti di vestiario ed accessori di abbigliamento 4 0,01 % 5 1,25 4 0,00 % 5 1,25 Agenti, mediatori e procacciatori in prodotti finanziari 8 0,01 % 8 1,00 2 0,00 % 2 1, ,01 % 10 1,00 Agenzie di informazioni commerciali 8 0,01 % 8 1,00 2 0,00 % 2 1, ,01 % 10 1,00 Agenzie ed agenti o procuratori per lo spettacolo e lo sport 3 0,01 % 7 2, ,02 % 12 1, ,01 % 19 1,36

7 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Agenzie matrimoniali e d'incontro 73 0,13 % 90 1, ,08 % 62 1, ,11 % 152 1,35 Alberghi 578 1,04 % , ,39 % , ,21 % ,68 Allevamento di bovini e bufale da latte, produzione di latte crudo Allevamento di bovini e bufalini da carne 65 0,12 % 89 1, ,17 % 112 1, ,14 % 201 1,31 2 0,00 % 2 1,00 2 0,00 % 2 1,00 Allevamento di cavalli e altri equini 1 0,00 % 1 1,00 2 0,00 % 2 1,00 3 0,00 % 3 1,00 Allevamento di conigli 3 0,01 % 3 1, ,02 % 17 1, ,01 % 20 1,54 Allevamento di ovini e caprini 16 0,03 % 19 1, ,07 % 45 1, ,05 % 64 1,25 Allevamento di pollame 7 0,01 % 7 1,00 9 0,02 % 13 1, ,01 % 20 1,25 Allevamento di suini 6 0,01 % 7 1,17 2 0,00 % 2 1,00 8 0,01 % 9 1,13 Alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero 18 0,03 % 18 1, ,03 % 14 1, ,03 % 32 1,00

8 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Altra attività di consulenza in materia di sicurezza 1 0,00 % 1 1,00 7 0,01 % 7 1,00 8 0,01 % 8 1,00 Altra formazione culturale 108 0,19 % 316 2, ,05 % 26 1, ,12 % 342 2,59 Altra istruzione secondaria di secondo grado di formazione tecnica, professionale e artistica 555 1,00 % 665 1, ,64 % 417 1, ,82 % ,22 Altra stampa 5 0,01 % 5 1, ,05 % 27 1, ,03 % 32 1,03 Altre attività connesse ai trasporti terrestri nca Altre attività connesse alle telecomunicazioni nca Altre attività connesse con le lotterie e le scommesse 2 0,00 % 2 1, ,07 % 39 1, ,04 % 41 1,03 9 0,02 % 18 2,00 8 0,02 % 13 1, ,02 % 31 1, ,06 % 34 1, ,04 % 23 1, ,05 % 57 1,00 Altre attività creditizie nca 12 0,02 % 12 1,00 8 0,02 % 8 1, ,02 % 20 1,00 Altre attività dei disegnatori grafici 6 0,01 % 6 1,00 3 0,01 % 3 1,00 9 0,01 % 9 1,00 Altre attività dei servizi connessi alle tecnologie dell'informatica nca 39 0,07 % 41 1, ,18 % 97 1, ,12 % 138 1,05

9 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Altre attività dei servizi connessi al trasporto marittimo e per vie d'acqua Altre attività dei servizi di informazione nca Altre attività di assistenza sociale non residenziale nca Altre attività di consulenza imprenditoriale e altra consulenza amministrativo-gestionale e pianificazione aziendale Altre attività di consulenza tecnica nca Altre attività di costruzione di altre opere di ingegneria civile nca 5 0,01 % 5 1,00 7 0,01 % 11 1, ,01 % 16 1, ,03 % 14 1, ,03 % 18 1, ,03 % 32 1, ,27 % 181 1, ,13 % 79 1, ,21 % 260 1, ,65 % 456 1, ,50 % 286 1, ,57 % 742 1,20 2 0,00 % 2 1, ,09 % 49 1, ,04 % 51 1,06 2 0,00 % 2 1, ,09 % 53 1, ,04 % 55 1,15 Altre attività di design 1 0,00 % 1 1, ,02 % 10 1, ,01 % 11 1,00 Altre attività di intrattenimento e di divertimento nca Altre attività di lavori specializzati di costruzione nca Altre attività di manutenzione e di riparazione di autoveicoli 120 0,22 % 130 1, ,78 % 637 1, ,49 % 767 1,47 4 0,01 % 4 1, ,37 % 283 1, ,18 % 287 1,48 1 0,00 % 1 1,00 4 0,01 % 5 1,25 5 0,00 % 6 1,20

10 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Altre attività di pulizia nca 30 0,05 % 30 1, ,11 % 65 1, ,08 % 95 1,08 Altre attività di pulizia specializzata di edifici e di impianti e macchinari industriali 2 0,00 % 2 1, ,44 % 395 1, ,22 % 397 1,71 Altre attività di riprese fotografiche 4 0,01 % 4 1,00 2 0,00 % 2 1,00 6 0,01 % 6 1,00 Altre attività di risanamento e altri servizi di gestione dei rifiuti Altre attività di servizi per la persona nca Altre attività di supporto alla produzione animale (esclusi i servizi veterinari) Altre attività di supporto alle rappresentazioni artistiche Altre attività di supporto all'estrazione Altre attività di supporto all'istruzione Altre attività di trasporti terrestri di passeggeri nca 1 0,00 % 1 1,00 7 0,01 % 13 1,86 8 0,01 % 14 1, ,32 % 195 1, ,25 % 140 1, ,29 % 335 1,08 6 0,01 % 6 1, ,14 % 85 1, ,08 % 91 1, ,15 % 156 1, ,05 % 42 1, ,10 % 198 1, ,04 % 20 1, ,27 % 158 1, ,15 % 178 1,13

11 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Altre attività editoriali 7 0,01 % 7 1,00 7 0,01 % 7 1,00 Altre attività paramediche indipendenti nca Altre attività postali e di corriere senza obbligo di servizio universale 26 0,05 % 26 1,00 3 0,01 % 3 1, ,03 % 29 1, ,03 % 22 1, ,11 % 70 1, ,07 % 92 1,19 Altre attività professionali nca 6 0,01 % 6 1, ,04 % 25 1, ,02 % 31 1,19 Altre attività sportive nca 1 0,00 % 1 1,00 7 0,01 % 7 1,00 8 0,01 % 8 1,00 Altre creazioni artistiche e letterarie 6 0,01 % 6 1, ,02 % 15 1, ,01 % 21 1,31 Altre elaborazioni elettroniche di dati 31 0,06 % 32 1, ,06 % 32 1, ,06 % 64 1,02 Altre intermediazioni finanziarie nca 8 0,01 % 8 1,00 3 0,01 % 3 1, ,01 % 11 1,00 Altre lavanderie, tintorie 30 0,05 % 32 1, ,05 % 25 1, ,05 % 57 1,04 Altre lavorazioni delle sementi per la semina 4 0,01 % 12 3,00 4 0,00 % 12 3,00

12 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Altre rappresentazioni artistiche 20 0,04 % 25 1, ,11 % 78 1, ,07 % 103 1,30 Altre strutture di assistenza sociale residenziale Altri lavori di completamento e di finitura degli edifici nca Altri lavori di costruzione e installazione nca 97 0,17 % 105 1, ,04 % 24 1, ,11 % 129 1, ,02 % 14 1, ,38 % 210 1, ,20 % 224 1, ,02 % 12 1, ,28 % 151 1, ,14 % 163 1,05 Altri servizi di istruzione nca 192 0,35 % 282 1, ,07 % 42 1, ,21 % 324 1,42 Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio nca Altri servizi di supporto alle imprese nca Altri studi medici specialistici e poliambulatori Ambulatori e poliambulatori del Servizio Sanitario Nazionale Amministrazione di condomini e gestione di beni immobili per conto terzi 6 0,01 % 6 1,00 4 0,01 % 4 1, ,01 % 10 1, ,59 % 585 1, ,95 % 659 1, ,76 % , ,05 % 30 1,03 5 0,01 % 5 1, ,03 % 35 1,03 8 0,01 % 8 1,00 1 0,00 % 1 1,00 9 0,01 % 9 1,00 9 0,02 % 11 1, ,06 % 39 1, ,04 % 50 1,19

13 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Amministrazione di mercati finanziari 1 0,00 % 2 2,00 1 0,00 % 2 2,00 Apicoltura 5 0,01 % 6 1, ,03 % 18 1, ,02 % 24 1,04 Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte 1 0,00 % 1 1, ,04 % 24 1, ,02 % 25 1,04 Assicurazione sociale obbligatoria 3 0,01 % 3 1,00 3 0,00 % 3 1,00 Assicurazioni diverse da quelle sulla vita 5 0,01 % 5 1,00 5 0,00 % 5 1,00 Assicurazioni sulla vita 3 0,01 % 3 1,00 3 0,01 % 3 1,00 6 0,01 % 6 1,00 Assistenza sociale non residenziale per anziani e disabili 161 0,29 % 181 1, ,08 % 45 1, ,19 % 226 1,13 Attività che seguono la raccolta 279 0,50 % 324 1, ,33 % 251 1, ,42 % 575 1,27 Attività degli organi legislativi ed esecutivi, centrali e locali, amministrazione finanziaria, amministrazioni regionali, provinciali Attività degli e comunali orti botanici, dei giardini zoologici e delle riserve naturali 151 0,27 % 314 2, ,28 % 216 1, ,28 % 530 1,78 6 0,01 % 6 1,00 6 0,01 % 6 1,00

14 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Attività degli studi di architettura 3 0,01 % 4 1,33 8 0,02 % 9 1, ,01 % 13 1,18 Attività degli studi di ingegneria 18 0,03 % 19 1, ,04 % 22 1, ,04 % 41 1,05 Attività degli studi legali 37 0,07 % 41 1,11 6 0,01 % 6 1, ,04 % 47 1,09 Attività degli studi notarili 11 0,02 % 11 1,00 4 0,01 % 4 1, ,01 % 15 1,00 Attività degli studi odontoiatrici 66 0,12 % 67 1,02 7 0,01 % 7 1, ,07 % 74 1,01 Attività dei call center ,44 % , ,57 % , ,02 % ,09 Attività dei centri di dialisi 5 0,01 % 5 1,00 3 0,01 % 3 1,00 8 0,01 % 8 1,00 Attività dei centri di radioterapia 6 0,01 % 8 1,33 3 0,01 % 3 1,00 9 0,01 % 11 1,22 Attività dei consulenti del lavoro 37 0,07 % 37 1, ,03 % 15 1, ,05 % 52 1,00 Attività dei disegnatori grafici di pagine web 3 0,01 % 3 1,00 1 0,00 % 1 1,00 4 0,00 % 4 1,00

15 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Attività dei disegnatori tecnici 2 0,00 % 2 1,00 6 0,01 % 6 1,00 8 0,01 % 8 1,00 Attività dei giornalisti indipendenti Attività dei partiti e delle associazioni politiche Attività dei periti e liquidatori indipendenti delle assicurazioni Attività dei servizi connessi al trasporto aereo Attività dei sindacati di lavoratori dipendenti 2 0,00 % 2 1, ,02 % 11 1, ,01 % 13 1,00 2 0,00 % 2 1,00 3 0,01 % 3 1,00 5 0,00 % 5 1, ,05 % 29 1, ,08 % 43 1, ,07 % 72 1,01 Attività dei tour operator 9 0,02 % 18 2,00 3 0,01 % 3 1, ,01 % 21 1,75 Attività delle agenzie di fornitura di lavoro temporaneo (interinale) 7 0,01 % 7 1, ,02 % 11 1, ,02 % 18 1,00 Attività delle agenzie di stampa 1 0,00 % 1 1,00 3 0,01 % 3 1,00 4 0,00 % 4 1,00 Attività delle agenzie di viaggio 37 0,07 % 37 1, ,07 % 36 1, ,07 % 73 1,03

16 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Attività delle concessionarie pubblicitarie Attività delle guide e degli accompagnatori turistici Attività delle holding impegnate nelle attività gestionali (holding operative) 35 0,06 % 36 1,03 6 0,01 % 6 1, ,04 % 42 1,02 5 0,01 % 6 1, ,02 % 10 1, ,01 % 16 1,07 Attività delle lavanderie industriali 1 0,00 % 1 1,00 3 0,01 % 3 1,00 4 0,00 % 4 1,00 Attività delle organizzazioni religiose nell'esercizio del culto Attività delle società di partecipazione (holding) Attività delle società di revisione e certificazione di bilanci Attività di agenzie di recupero crediti Attività di alloggio connesse alle aziende agricole Attività di altre organizzazioni associative nca 45 0,08 % 48 1, ,04 % 23 1, ,06 % 71 1,06 5 0,01 % 5 1,00 5 0,01 % 5 1, ,01 % 10 1,00 3 0,01 % 3 1,00 3 0,00 % 3 1, ,02 % 14 1,08 6 0,01 % 10 1, ,02 % 24 1, ,06 % 84 2, ,06 % 54 1, ,06 % 138 2, ,17 % 119 1, ,26 % 277 2, ,21 % 396 1,73

17 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Attività di associazioni professionali 2 0,00 % 2 1,00 2 0,00 % 2 1,00 4 0,00 % 4 1,00 Attività di biblioteche ed archivi 3 0,01 % 4 1,33 4 0,01 % 4 1,00 7 0,01 % 8 1,14 Attività di cartografia e aerofotogrammetria 2 0,00 % 2 1,00 6 0,01 % 8 1,33 8 0,01 % 10 1,25 Attività di club sportivi 4 0,01 % 4 1, ,07 % 37 1, ,04 % 41 1,05 Attività di conservazione e restauro di opere d'arte 3 0,01 % 3 1,00 6 0,01 % 6 1,00 9 0,01 % 9 1,00 Attività di consulenza per la gestione della logistica aziendale 4 0,01 % 5 1,25 8 0,02 % 8 1, ,01 % 13 1,08 Attività di design di moda e design industriale Attività di distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi Attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico Attività di federazioni e consigli di ordini e collegi professionali 6 0,01 % 6 1,00 5 0,01 % 5 1, ,01 % 11 1,00 2 0,00 % 2 1,00 2 0,00 % 2 1, ,79 % , ,21 % 139 1, ,03 % ,11 6 0,01 % 6 1,00 3 0,01 % 3 1,00 9 0,01 % 9 1,00

18 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Attività di intermediazione mobiliare Attività di mediazione immobiliare 10 0,02 % 10 1, ,03 % 14 1, ,02 % 24 1,04 Attività di musei 12 0,02 % 12 1,00 8 0,02 % 9 1, ,02 % 21 1,05 Attività di organizzazione di datori di lavoro, federazioni di industria, commercio, artigianato e servizi, 61 0,11 % 63 1, ,06 % 34 1, ,08 % 97 1,07 associazioni, unioni, federazioni fra istituzioni Attività di organizzazioni che perseguono fini culturali, ricreativi 59 0,11 % 111 1, ,09 % 54 1, ,10 % 165 1,54 e la coltivazione di hobby Attività di organizzazioni per la cooperazione e la solidarietà internazionale 29 0,05 % 32 1, ,05 % 29 1, ,05 % 61 1,11 Attività di organizzazioni per la filantropia Attività di organizzazioni per la promozione e la difesa degli animali e dell'ambiente Attività di organizzazioni per la tutela degli interessi e dei diritti dei cittadini Attività di pianificazione generale e servizi statistici generali 3 0,01 % 3 1,00 3 0,00 % 3 1,00 8 0,01 % 14 1,75 7 0,01 % 12 1, ,01 % 26 1, ,03 % 17 1,00 9 0,02 % 13 1, ,02 % 30 1,15

19 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Attività di post-produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi Attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi Attività di proiezione cinematografica Attività di rimozione di strutture ed elementi in amianto specializzata per l'edilizia Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole Attività di sterilizzazione di attrezzature medico sanitarie Attività di studio geologico e di prospezione geognostica e mineraria Attività di supporto alla produzione vegetale Attività di supporto all'estrazione di petrolio e di gas naturale 1 0,00 % 18 18,00 9 0,02 % , ,01 % , ,32 % 327 1, ,63 % 996 3, ,47 % ,63 3 0,01 % 3 1,00 7 0,01 % 9 1, ,01 % 12 1, ,04 % 33 1, ,02 % 33 1,65 4 0,01 % 6 1,50 8 0,02 % 13 1, ,01 % 19 1,58 2 0,00 % 4 2,00 2 0,00 % 4 2,00 5 0,01 % 5 1,00 8 0,02 % 8 1, ,01 % 13 1, ,16 % , ,15 % , ,67 % ,28 2 0,00 % 2 1,00 2 0,00 % 2 1,00 Attività di tatuaggio e piercing 1 0,00 % 1 1,00 4 0,01 % 4 1,00 5 0,00 % 5 1,00

20 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Attività nel campo della recitazione 19 0,03 % 25 1, ,06 % 62 2, ,05 % 87 1,78 Attività nel campo della regia 4 0,01 % 5 1,25 4 0,00 % 5 1,25 Attività non specializzate di lavori edili (muratori) Attività per la tutela di beni di produzione controllata Attività postali con obbligo di servizio universale Attività svolta dai Centri di assistenza fiscale (Caf) 11 0,02 % 13 1, ,39 % 215 1, ,20 % 228 1,08 1 0,00 % 1 1,00 2 0,00 % 4 2,00 3 0,00 % 5 1, ,05 % 28 1, ,08 % 40 1, ,06 % 68 1,00 2 0,00 % 2 1,00 4 0,01 % 4 1,00 6 0,01 % 6 1,00 Attività svolta da psicologi Attività tecniche svolte da geometri 2 0,00 % 2 1,00 3 0,01 % 3 1,00 5 0,00 % 5 1,00 Attività tecniche svolte da periti industriali Autoscuole, scuole di pilotaggio e nautiche 1 0,00 % 1 1,00 3 0,01 % 3 1,00 4 0,00 % 4 1, ,02 % 10 1, ,04 % 21 1, ,03 % 31 1,07

21 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Bar e altri esercizi simili senza cucina ,42 % , ,15 % , ,29 % ,14 Broker di assicurazioni 6 0,01 % 6 1, ,02 % 11 1, ,02 % 17 1,00 Caccia, cattura di animali e servizi connessi Cantieri navali per costruzioni metalliche e non metalliche (esclusi i sedili per navi) 4 0,01 % 4 1,00 4 0,01 % 7 1,75 8 0,01 % 11 1,38 2 0,00 % 2 1, ,03 % 15 1, ,01 % 17 1,13 Cassa Depositi e Prestiti 2 0,00 % 2 1,00 Catering continuativo su base contrattuale 5 0,01 % 5 1,00 3 0,01 % 3 1,00 8 0,01 % 8 1,00 Catering per eventi, banqueting 17 0,03 % 31 1, ,08 % 41 1, ,05 % 72 1,24 Centri di medicina estetica 17 0,03 % 20 1,18 2 0,00 % 3 1, ,02 % 23 1,21 Collaudi e analisi tecniche di prodotti 3 0,01 % 3 1, ,07 % 145 3, ,04 % 148 3,61 Colonie marine e montane 3 0,01 % 3 1,00 1 0,00 % 1 1,00 4 0,00 % 4 1,00

22 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Coltivazione di agrumi ,31 % , ,50 % , ,40 % ,54 Coltivazione di altre colture permanenti (inclusi alberi di Natale) Coltivazione di altri alberi da frutta, frutti di bosco e frutta in guscio Coltivazione di barbabietola da zucchero Coltivazione di cereali (escluso il riso) Coltivazione di fiori in colture protette 17 0,03 % 22 1, ,04 % 36 1, ,04 % 58 1, ,66 % 439 1, ,64 % 401 1, ,65 % 840 1, ,16 % 163 1, ,35 % 295 1, ,25 % 458 1, ,03 % 19 1, ,06 % 47 1, ,04 % 66 1,43 Coltivazione di fiori in piena aria 78 0,14 % 119 1, ,36 % 330 1, ,24 % 449 1,71 Coltivazione di frutta di origine tropicale e subtropicale 1 0,00 % 3 3,00 3 0,01 % 7 2,33 4 0,00 % 10 2,50 Coltivazione di frutti oleosi ,90 % , ,36 % , ,12 % ,66 Coltivazione di ortaggi (inclusi i meloni) in foglia, a fusto, a frutto, in radici, bulbi e tuberi in colture protette (escluse barbabietola da zucchero e patate) 333 0,60 % 441 1, ,43 % 288 1, ,52 % 729 1,31

23 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Coltivazione di ortaggi (inclusi i meloni) in foglia, a fusto, a frutto, in radici, bulbi e tuberi in piena aria ,86 % , ,54 % , ,22 % ,29 (escluse barbabietola da zucchero e patate) Coltivazione di patate 2 0,00 % 3 1,50 2 0,00 % 3 1,50 Coltivazione di piante da foraggio e di altre colture non permanenti 23 0,04 % 30 1, ,07 % 52 1, ,05 % 82 1,41 Coltivazione di piante per la preparazione di fibre tessili 1 0,00 % 1 1,00 2 0,00 % 3 1,50 3 0,00 % 4 1,33 Coltivazione di piante per la produzione di bevande 56 0,10 % 73 1, ,09 % 60 1, ,10 % 133 1,29 Coltivazione di pomacee e frutta a nocciolo 283 0,51 % 354 1, ,41 % 294 1, ,46 % 648 1,31 Coltivazione di semi oleosi 247 0,44 % 396 1, ,40 % 328 1, ,42 % 724 1,59 Coltivazione di spezie, piante aromatiche e farmaceutiche Coltivazione di uva ,77 % , ,70 % , ,39 % ,96 Coltivazioni agricole associate all'allevamento di animali: attività mista 535 0,96 % 750 1, ,18 % 849 1, ,07 % ,40

24 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Coltivazioni miste di cereali, legumi da granella e semi oleosi Commercio al dettaglio ambulante a posteggio fisso di calzature e pelletterie Commercio al dettaglio ambulante di altri prodotti alimentari e bevande nca Commercio al dettaglio ambulante di altri prodotti nca Commercio al dettaglio ambulante di arredamenti per giardino, mobili, tappeti e stuoie, articoli casalinghi, elettrodomestici, materiale elettrico Commercio al dettaglio ambulante di carne Commercio al dettaglio ambulante di chincaglieria e bigiotteria Commercio al dettaglio ambulante di fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti Commercio al dettaglio ambulante di macchine, attrezzature e prodotti per l'agricoltura, attrezzature per il giardinaggio Commercio al dettaglio ambulante di prodotti ittici 85 0,15 % 119 1, ,21 % 155 1, ,18 % 274 1,43 7 0,01 % 7 1,00 7 0,01 % 7 1, ,01 % 14 1,00 5 0,01 % 5 1,00 8 0,02 % 8 1, ,01 % 13 1,00 3 0,01 % 3 1,00 2 0,00 % 2 1,00 5 0,00 % 5 1,00 1 0,00 % 1 1,00 3 0,01 % 3 1,00 4 0,00 % 4 1,00 5 0,01 % 5 1,00 5 0,00 % 5 1, ,04 % 32 1, ,14 % 97 1, ,09 % 129 1,32 2 0,00 % 2 1,00

25 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Commercio al dettaglio ambulante di prodotti ortofrutticoli Commercio al dettaglio ambulante di profumi e cosmetici, saponi, detersivi ed altri detergenti per qualsiasi uso Commercio al dettaglio ambulante di tessuti, articoli tessili per la casa, articoli di abbigliamento Commercio al dettaglio di altri articoli per uso domestico nca Commercio al dettaglio di altri prodotti alimentari in esercizi specializzati nca Commercio al dettaglio di altri prodotti non alimentari nca Commercio al dettaglio di apparecchiature per le telecomunicazioni e la telefonia in esercizi specializzati Commercio al dettaglio di apparecchi audio e video in esercizi specializzati Commercio al dettaglio di armi e munizioni, articoli militari Commercio al dettaglio di articoli da regalo e per fumatori 10 0,02 % 10 1, ,03 % 17 1, ,02 % 27 1,04 2 0,00 % 2 1, ,02 % 11 1,00 6 0,01 % 6 1, ,02 % 17 1, ,04 % 24 1, ,02 % 10 1, ,03 % 34 1, ,10 % 57 1, ,07 % 44 1, ,09 % 101 1, ,12 % 75 1, ,14 % 190 2, ,13 % 265 1, ,13 % 74 1, ,07 % 34 1, ,10 % 108 1, ,04 % 24 1, ,04 % 22 1, ,04 % 46 1,00 9 0,02 % 12 1,33 3 0,01 % 3 1, ,01 % 15 1,25

26 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio 23 0,04 % 23 1, ,03 % 13 1, ,03 % 36 1,00 Commercio al dettaglio di articoli di pelletteria e da viaggio Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l'igiene personale Commercio al dettaglio di articoli funerari e cimiteriali 21 0,04 % 21 1,00 4 0,01 % 4 1, ,02 % 25 1, ,12 % 87 1, ,04 % 21 1, ,08 % 108 1,27 2 0,00 % 2 1,00 3 0,01 % 3 1,00 5 0,00 % 5 1,00 Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari Commercio al dettaglio di articoli in legno, sughero, vimini e articoli in plastica per uso domestico Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati Commercio al dettaglio di articoli per l'illuminazione Commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero 4 0,01 % 4 1,00 8 0,02 % 9 1, ,01 % 13 1,08 5 0,01 % 5 1,00 5 0,00 % 5 1,00 9 0,02 % 9 1, ,02 % 10 1, ,02 % 19 1,00 5 0,01 % 5 1, ,03 % 15 1, ,02 % 20 1, ,08 % 46 1, ,04 % 22 1, ,06 % 68 1,03 Commercio al dettaglio di bevande 24 0,04 % 28 1, ,05 % 29 1, ,05 % 57 1,14

27 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Commercio al dettaglio di biancheria personale, maglieria, camicie Commercio al dettaglio di caffè torrefatto Commercio al dettaglio di calzature e accessori Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione Commercio al dettaglio di carni e di prodotti a base di carne Commercio al dettaglio di carta da parati e rivestimenti per pavimenti (moquette e linoleum) Commercio al dettaglio di chincaglieria e bigiotteria (inclusi gli oggetti ricordo e gli articoli di promozione pubblicitaria) Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento Commercio al dettaglio di computer, unità periferiche, software e attrezzature per ufficio in esercizi specializzati Commercio al dettaglio di confezioni per adulti 80 0,14 % 88 1, ,03 % 21 1, ,09 % 109 1,11 2 0,00 % 2 1, ,30 % 189 1, ,09 % 49 1, ,20 % 238 1, ,09 % 52 1, ,22 % 130 1, ,16 % 182 1, ,20 % 139 1, ,34 % 240 1, ,26 % 379 1,33 6 0,01 % 6 1,00 6 0,01 % 6 1,00 2 0,00 % 2 1,00 2 0,00 % 2 1,00 7 0,01 % 7 1,00 7 0,01 % 7 1, ,01 % 14 1, ,62 % 408 1, ,23 % 130 1, ,43 % 538 1,16

28 Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Statisticav Commercio al dettaglio di confezioni per bambini e neonati Commercio al dettaglio di elettrodomestici in esercizi specializzati Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico Commercio al dettaglio di filati per maglieria e merceria 85 0,15 % 90 1,06 5 0,01 % 5 1, ,08 % 95 1, ,03 % 15 1, ,03 % 17 1, ,03 % 32 1, ,04 % 22 1, ,08 % 41 1, ,06 % 63 1,02 5 0,01 % 5 1,00 1 0,00 % 1 1,00 6 0,01 % 6 1,00 Commercio al dettaglio di fiori e piante 7 0,01 % 8 1, ,04 % 19 1, ,02 % 27 1,04 Commercio al dettaglio di frutta e verdura fresca 62 0,11 % 72 1, ,16 % 88 1, ,13 % 160 1,12 Commercio al dettaglio di frutta e verdura preparata e conservata 2 0,00 % 2 1,00 2 0,00 % 2 1,00 Commercio al dettaglio di generi di monopolio (tabaccherie) 66 0,12 % 67 1, ,07 % 38 1, ,10 % 105 1,02 Commercio al dettaglio di giochi e giocattoli (inclusi quelli elettronici) 24 0,04 % 25 1,04 9 0,02 % 9 1, ,03 % 34 1,03 Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici 11 0,02 % 12 1,09 9 0,02 % 9 1, ,02 % 21 1,05

Elenco aggiornato con decorrenza dal 18/09/13 (rif. nota integrativa del 13/09/2013)

Elenco aggiornato con decorrenza dal 18/09/13 (rif. nota integrativa del 13/09/2013) TABELLA 1 CODICI E DESCRIZIONI ATECO 2007 Elenco aggiornato con decorrenza dal 18/09/13 (rif. nota integrativa del 13/09/2013) Codice ATECO A 01.11.10 A 01.11.20 A 01.11.30 A 01.11.40 A 01.12.00 A 01.13.10

Dettagli

TABELLA DI RACCORDO TRA ATECOFIN 2004 E ATECO 2007 a sei cifre, decorrenza 1 gennaio 2009

TABELLA DI RACCORDO TRA ATECOFIN 2004 E ATECO 2007 a sei cifre, decorrenza 1 gennaio 2009 01.11.1p 01.11.10 Coltivazione di cereali (escluso il riso) 01.11.1p 01.12.00 Coltivazione di riso 01.11.2 01.11.20 Coltivazione di semi oleosi 01.11.3 01.13.30 Coltivazione di barbabietola da zucchero

Dettagli

Nuova scadenza presentazione domande di contributo: martedì 30 giugno 2015, ore 12.00

Nuova scadenza presentazione domande di contributo: martedì 30 giugno 2015, ore 12.00 Bando per la concessione di contributi a fondo perduto alle imprese del commercio e del turismo del Distretto ValleLambro - Distretto dell attrattività territoriale integrata turistica e commerciale per

Dettagli

ISTRUZIONI PER INDIVIDUAZIONE DEL CORSO A CUI ISCRIVERE I LAVORATORI

ISTRUZIONI PER INDIVIDUAZIONE DEL CORSO A CUI ISCRIVERE I LAVORATORI ISTRUZIONI PER INDIVIDUAZIONE DEL CORSO A CUI ISCRIVERE I LAVORATORI Per individuare correttamente il tipo di corso a cui iscrivere i propri lavoratori occorre applicare quanto stabilito dall Accordo Stato

Dettagli

Manuale di classificazione dei datori di lavoro ai fini previdenziali ed assistenziali in base all'articolo 49 della legge 88/1989

Manuale di classificazione dei datori di lavoro ai fini previdenziali ed assistenziali in base all'articolo 49 della legge 88/1989 Giugno 2014 ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE DIREZIONE CENTRALE ENTRATE Manuale di classificazione dei datori di lavoro ai fini previdenziali ed assistenziali in base all'articolo 49 della legge 88/1989

Dettagli

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classe 1 - Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni con fini assistenziali

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 25/06/2014

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 25/06/2014 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 25/06/2014 Circolare n. 80 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Gian Angelo Bellati Segretario Generale Unioncamere Veneto Inaugurazione Consolato Onorario della Repubblica del Kazakhstan 29 gennaio 2013 Venezia www.unioncamereveneto.it

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO ALLE IMPRESE DEL COMMERCIO E DEL TURISMO DEL DAT DEL LEMINE - VALLE IMAGNA

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO ALLE IMPRESE DEL COMMERCIO E DEL TURISMO DEL DAT DEL LEMINE - VALLE IMAGNA BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO ALLE IMPRESE DEL COMMERCIO E DEL TURISMO DEL DAT DEL LEMINE - VALLE IMAGNA 1. PREMESSA Il presente bando esplicita i criteri e le modalità con cui,

Dettagli

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MOD. COM 3 SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO: MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Al SUAP Ai sensi del D. L.vo 114/98, D. L.vo 59/10 e L. 122/10 Il sottoscritto

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE MOD.COM. 6 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE Al Comune di *... Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO ALLE IMPRESE DEL COMMERCIO E DEL TURISMO DEL DISTRETTO VALLELAMBRO

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO ALLE IMPRESE DEL COMMERCIO E DEL TURISMO DEL DISTRETTO VALLELAMBRO BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO ALLE IMPRESE DEL COMMERCIO E DEL TURISMO DEL DISTRETTO VALLELAMBRO Distretto dell attrattività territoriale integrata turistica e commerciale PER

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA copia per il Comune COMUNICAZIONE Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt.10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

Dettagli

COMUNICAZIONE. Al Comune di *

COMUNICAZIONE. Al Comune di * 7864 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 82 del 30-6-2004 MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE Ai sensi della l.r. 11/03

Dettagli

Dotazione massima disponibile in euro Gallarate 30.000,00 Cassano Magnago 10.000,00 Castelli Viscontei 10.000,00 Totale 50.000,00

Dotazione massima disponibile in euro Gallarate 30.000,00 Cassano Magnago 10.000,00 Castelli Viscontei 10.000,00 Totale 50.000,00 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO ALLE IMPRESE DEL COMMERCIO E DEL TURISMO DEL DAT GALLARATE, CASSANO, CASTELLI VISCONTEI 1. PREMESSA Il presente bando esplicita i criteri e le modalità

Dettagli

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE MOD.COM 2 BOLLO copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt. 8,9,10, comma 5),

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto MOD.COM 1, copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto Cognome Nome C.F.

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso tabella A 1/A Aerotecnica e costruzioni aeronautiche 2/A Anatomia, fisiopatologia oculare e laboratorio di misure oftalmiche 3/A Arte del

Dettagli

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI ALLEGATO N. 1 (aggiornato G.U.R.I. N. 96 26/04/2014) ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI (Barrare la categoria di specializzazione SOA) Categorie opere generali (ex D.P.R.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE DITTE DA UTILIZZARE PER L'AFFIDAMENTO DI LAVORI, FORNITURE O SERVIZI A TRATTATIVA PRIVATA O IN ECONOMIA

AVVISO PUBBLICO ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE DITTE DA UTILIZZARE PER L'AFFIDAMENTO DI LAVORI, FORNITURE O SERVIZI A TRATTATIVA PRIVATA O IN ECONOMIA AVVISO PUBBLICO ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE DITTE DA UTILIZZARE PER L'AFFIDAMENTO DI LAVORI, FORNITURE O SERVIZI A TRATTATIVA PRIVATA O IN ECONOMIA L Istituto dell Addolorata di Foggia ha istituito un albo

Dettagli

3. PROFESSIONI TECNICHE Classificazione ISTAT

3. PROFESSIONI TECNICHE Classificazione ISTAT 31 Professioni tecniche in campo scientifico, ingegneristico e della produzione 311 Tecnici delle scienze quantitative, fisiche e chimiche 3111. Tecnici fisici e geologici Rilevatore geologico Tecnico

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE. Ai sensi della L.R. 11/03 e Regolamento Regionale n.3/2011 il sottoscritto

VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE. Ai sensi della L.R. 11/03 e Regolamento Regionale n.3/2011 il sottoscritto mod. Com 8 REGIONE PUGLIA Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA' COMPILARE A STAMPATELLO

Dettagli

(OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori)

(OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori) Ordinanza 2 concernente la legge sul lavoro (OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori) 822.112 del 10 maggio 2000 (Stato 1 aprile 2015) Il Consiglio federale svizzero,

Dettagli

RAPPORTI ECONOMICI E COMMERCIALI

RAPPORTI ECONOMICI E COMMERCIALI RAPPORTI ECONOMICI E COMMERCIALI TRA L ITALIA E I PAESI DEL NORD AFRICA MAROCCO TUNISIA ALGERIA LIBIA EGITTO L Italia, grazie anche alla prossimità geografica ed a storici rapporti politici e culturali,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

Allegato IV alla parte V del D.lgs. 152/06. (testo integrato con le modifiche apportata dal D.lgs. 29 giugno 2010, n. 128)

Allegato IV alla parte V del D.lgs. 152/06. (testo integrato con le modifiche apportata dal D.lgs. 29 giugno 2010, n. 128) Allegato IV alla parte V del D.lgs. 152/06 (testo integrato con le modifiche apportata dal D.lgs. 29 giugno 2010, n. 128) Impianti e attività in deroga. Parte I Impianti ed attività di cui all'articolo

Dettagli

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 47 del 31-03-2011

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 47 del 31-03-2011 9234 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 47 del 31-03-2011 mod. Com 6 REGIONE PUGLIA Forme speciali di vendita al dettaglio - SPACCI INTERNI SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA' COMPILARE

Dettagli

Bando pubblico a favore delle imprese dei settori commercio e turismo del territorio del DAT Let s Move

Bando pubblico a favore delle imprese dei settori commercio e turismo del territorio del DAT Let s Move Iniziative di area vasta per l attrattività territoriale integrata turistica e commerciale della Lombardia Bando Pubblico a favore delle Imprese dei settori commercio e turismo del Distretto dell Attrattività

Dettagli

I G17H03000130011 Sistema Monitoraggio Investimenti Pubblici

I G17H03000130011 Sistema Monitoraggio Investimenti Pubblici Dipartimento per la Programmazione e il Coordinamento della Politica Economica Il sistema di classificazione dei progetti nel CUP Classificazione CPV a parte M I P G17H03000130011 Sistema Monitoraggio

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio - COMMERCIO ELETTRONICO. Ai sensi della L.R. 11/03 e Regolamento Regionale n.3/2011

Forme speciali di vendita al dettaglio - COMMERCIO ELETTRONICO. Ai sensi della L.R. 11/03 e Regolamento Regionale n.3/2011 mod. Com 9 REGIONE PUGLIA Forme speciali di vendita al dettaglio - COMMERCIO ELETTRONICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA' COMPILARE A STAMPATELLO Al Comune di Ai sensi della L.R. 11/03 e Regolamento

Dettagli

12/06/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 47. Regione Lazio DIREZIONE SALUTE E INTEGRAZIONE SOCIOSANITARIA

12/06/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 47. Regione Lazio DIREZIONE SALUTE E INTEGRAZIONE SOCIOSANITARIA Regione Lazio DIREZIONE SALUTE E INTEGRAZIONE SOCIOSANITARIA Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 12 maggio 2014, n. G06917 "Deliberazione della Giunta Regionale del 14 gennaio 2011 n. 3". Procedura

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO ESERCIZIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' Al Comune di *

COMMERCIO AL DETTAGLIO ESERCIZIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' Al Comune di * Regione Campania Modello 1A copia per il Comune COMMERCIO AL DETTAGLIO ESERCIZIO DI VICINATO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' Al Comune di * Ai sensi della legge regionale della Campania 1/2014,

Dettagli

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo BARRARE CATEGORIA DI INTERESSE CATEGORIA ISCRIZIONE DESCRIZIONE NOTE VEICOLI F10101 Autovetture F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) F10301 Veicoli Commerciali Leggeri (autotelaio) F10501 Macchine

Dettagli

MODULO COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

MODULO COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE Protocollo n. MODULO COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE AL COMUNE DI SALA CONSILINA Servizio Commercio e Attività Produttive Dati del richiedente: Il/La sottoscritto/a cittadinanza SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI

Dettagli

ALLEGATO 10. Materie tessili e loro manufatti della sezione XI

ALLEGATO 10. Materie tessili e loro manufatti della sezione XI ALLEGATO 10 ELENCO DELLE LAVORAZIONI O TRASFORMAZIONI ALLE QUALI DEVONO ESSERE SOTTO- POSTI I MATERIALI NON ORIGINARI AFFINCHÉ IL PRODOTTO FINITO POSSA AVERE IL CARATTERE DI PRODOTTO ORIGINARIO Materie

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

le prestazioni di servizi di: In appalto subappalto

le prestazioni di servizi di: In appalto subappalto INFO Dal 01-01-2015 servizi di -pulizia -installazione d'impianti -lavori di completamento applicano il reverse charge.doc 1 / 5 IL REVERSE CHARGE: LE NOVITA DAL 2015 I nuovi settori di attività interessati

Dettagli

DISTRETTO DELL ATTRATTIVITA DELLE PREALPI COMASCHE

DISTRETTO DELL ATTRATTIVITA DELLE PREALPI COMASCHE DISTRETTO DELL ATTRATTIVITA DELLE PREALPI COMASCHE ITINERARI TEMATICI PER LO SLOW LIVING BANDO PUBBLICO A FAVORE DELLE IMPRESE DEI SETTORI COMMERCIO E TURISMO DEL DISTRETTO OPERANTI NEI TERRITORI DEI COMUNI

Dettagli

CLASSI MERCEOLOGICHE

CLASSI MERCEOLOGICHE ALLEGATO A CLASSI MERCEOLOGICHE 01 - FORNITURE 02 - SERVIZI Versione aggiornata il 25/07/2014 1 S O M M A R I O 01 FORNITURA BENI 01.01 - RICAMBI PER AUTOBUS 3 01.02 - RICAMBI PER MEZZI DI SERVIZIO 4 01.03

Dettagli

AVVISO DEL 31 OTTOBRE 2013

AVVISO DEL 31 OTTOBRE 2013 AVVISO DEL 31 OTTOBRE 2013 FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI ECONOMICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA (ART.125 D. LGS. 163/2006) Ai sensi dell art.125 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i, la Fondazione

Dettagli

Leimportazioni italianedimaterieprime

Leimportazioni italianedimaterieprime Leimportazioni italianedimaterieprime Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Francesco Livi

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA'

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA' MOD. COM 1 REGIONE PUGLIA Esercizi di Commercio al dettaglio di vicinato SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA' COMPILARE IN STAMPATELLO Al Comune di Ai sensi della L.R. 11/03 e Regolamento Regionale

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio ALTO BELICE AMBIENTE S.p.A. Cos'è l'imballaggio L uomo ha sempre fatto uso di contenitori e già 3500 anni fa le popolazioni egizie immagazzinavano e trasportavano unguenti, oli e vino in contenitori di

Dettagli

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE 2012

BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE 2012 DIPARTIMENTO PER L'ENERGIA Direzione generale per la sicurezza dell'approvvigionamento e le infrastrutture energetiche DIV. VII - Statistiche ed analisi energetiche e minerarie BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

Premessa. Riferimenti normativi

Premessa. Riferimenti normativi Circolare esplicativa relativa alle attività con emissioni in atmosfera scarsamente rilevanti art. 272 c. 1 del d.lgs 152/06 come modificato dal d.lgs 128/2010. Premessa L entrata in vigore del d.lgs 128/2010

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE 8 luglio 2015 LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE Anno 2014 Dopo due anni di calo, nel 2014 la spesa media mensile per famiglia in valori correnti risulta sostanzialmente stabile e pari a 2.488,50 euro

Dettagli

ICB Struttura e Definizioni

ICB Struttura e Definizioni ICB Struttura e Definizioni Industria Macrosettore Settore Sottosettore Definizione 0001 Petrolio e Gas Naturale 0500 Petrolio e Gas Naturale 0530 Produzione di Petrolio e Gas Naturale 0533 Esplorazione

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 24 febbraio 2014 GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione, con cadenza mensile, delle nuove serie degli indici dei prezzi

Dettagli

NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * )

NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * ) REGIONE: Ministero per le Politiche Agricole e Forestali ( MiPAF) A cura dell'ufficio ricevente Prot. del NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * ) INFORMAZIONI RELATIVE ALLA POSIZIONE NEL SISTEMA

Dettagli

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee.

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Sono definite temporanee tutte quelle manifestazioni quali Sagre, Feste Campestri ecc. aperte al pubblico, in cui,

Dettagli

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Modello per la richiesta telematica del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC)

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Modello per la richiesta telematica del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Modello per la richiesta telematica del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) MODELLO UNIFICATO: 1) APPALTI DI LAVORI PUBBLICI Quadri da compilare : "A" + "B"

Dettagli

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Comune di Padova Assessorato all Ambiente AcegasAps Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Le 3 Zone di raccolta nel Quartiere 1 Centro Tipo di Rifiuto Cosa conferire Cosa non conferire

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

CODICI CER NON PERICOLOSI

CODICI CER NON PERICOLOSI CODICI CER NON PERICOLOSI 01 RIFIUTI DERIVANTI DA PROSPEZIONE, ESTRAZIONE DA MINIERA O CAVA, NONCHÉ DAL TRATTAMENTO FISICO O CHIMICO DI MINERALI 01 01 rifiuti prodotti dall'estrazione di minerali 01 01

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU49 06/12/2012

REGIONE PIEMONTE BU49 06/12/2012 REGIONE PIEMONTE BU49 06/12/2012 Codice DB2017 D.D. 15 novembre 2012, n. 799 Applicazione art. 6 Regolamento (CE) n. 852/2004 e D.G.R. n. 16-4910 del 14.11.2012. Definizione della modulistica per la notifica

Dettagli

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014 Indice 1 2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 214 RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI EDIZIONE 214 ISBN 978-88-458-1784-7 214 Istituto nazionale di statistica

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO ISTAT/PDC/NRE

Dettagli

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare CHE COS'È L'HACCP? Hazard Analysis and Critical Control Points è il sistema di analisi dei rischi e di controllo dei punti critici di contaminazione per le aziende alimentari. Al fine di garantire la completa

Dettagli

Avviso di aggiudicazione di appalti Settori speciali. Sezione I: Ente aggiudicatore. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto

Avviso di aggiudicazione di appalti Settori speciali. Sezione I: Ente aggiudicatore. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto 1/ 14 ENOTICES_alessiamag 14/11/2011- ID:2011-157556 Formulario standard 6 - IT Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Luxembourg

Dettagli

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE PROF.. GIIANCARLO ROSSII PARTE SECONDA 1 INTRODUZIONE TIPOLOGIE

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TM43U ATTIVITÀ 52.46.4 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO

STUDIO DI SETTORE TM43U ATTIVITÀ 52.46.4 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO STUDIO DI SETTORE TM43U ATTIVITÀ 52.46.4 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO Ottobre 2006 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore SM43U

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Schema di regolamento recante Disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento,

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

Partner unico, vantaggi infiniti.

Partner unico, vantaggi infiniti. Partner unico, vantaggi infiniti. Affidabilità, la nostra missione. Un unico interlocutore per molteplici servizi: è questa la forza di Tre Sinergie, azienda che opera nel settore del global service e

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 1 agosto 2011, n. 151. Regolamento recante semplificazione della disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione degli incendi,

Dettagli

Mario Fargnoli. www.politicheagricole.it

Mario Fargnoli. www.politicheagricole.it La revisione delle macchine agricole immatricolate Mario Fargnoli Giornata di Studio www.politicheagricole.it Sicurezza del lavoro in agricoltura e nella circolazione stradale tra obblighi di legge ed

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

La movimentazione dei materiali (material handling)

La movimentazione dei materiali (material handling) La movimentazione dei materiali (material handling) Movimentazione e stoccaggio 1 Obiettivo generale La movimentazione e stoccaggio dei materiali (material handling MH) ha lo scopo di rendere disponibile,

Dettagli

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi: nei bandi che fanno riferimento all ordinamento previgente

Dettagli

C.C.I.A.A. di Reggio Emilia Registro Imprese. cvf. Pagina 1 di 32

C.C.I.A.A. di Reggio Emilia Registro Imprese. cvf. Pagina 1 di 32 cvf Pagina 1 di 32 INDICE LETTERA A... 4 ACETO... 4 (PRODUZIONE E IMBOTTIGLIAMENTO)... 4 ACETO BALSAMICO TRADIZIONALE DI REGGIO EMILIA... 4 (PRODUZIONE E IMBOTTIGLIAMENTO)... 4 AFFITTACAMERE... 4 AGENTE

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010. L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile

Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010. L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010 L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile A cura di ASSOCASA Assocasa Associazione Nazionale Detergenti e Specialità

Dettagli

Informatica e ufficio. Personal computer, sportelli automatici. Mainframe, sito internet. Stampanti, plotter. Fotocopiatrici, fax, calcolatrici

Informatica e ufficio. Personal computer, sportelli automatici. Mainframe, sito internet. Stampanti, plotter. Fotocopiatrici, fax, calcolatrici FOA00 Informatica e ufficio FOA01 Personal computer, sportelli automatici FOA02 Mainframe, sito internet FOA03 Stampanti, plotter FOA04 Fotocopiatrici, fax, calcolatrici FOA05 Altre attrezzature informatiche,

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli