Riteniamo utile, per una completa consultazione della tematica, riportare in calce le due delibere.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Riteniamo utile, per una completa consultazione della tematica, riportare in calce le due delibere."

Transcript

1 La Commissione di Garanzia dell attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali è nuovamente intervenuta, con delibera che si riporta in calce, in tema di sciopero generale sul quale si era già pronunciata con la delibera n. 03/134 del 24 settembre 2003, che viene ora integrata in tema di comunicazione della proclamazione dello sciopero generale e di intervallo minimo tra più astensioni collettive. Riteniamo utile, per una completa consultazione della tematica, riportare in calce le due delibere. Integrazione della delibera n. 03/134 del 24 settembre 2003 in tema di comunicazione della proclamazione dello sciopero generale agli "Osservatori" previsti da accordi e regolamentazioni provvisorie e in tema di intervallo minimo tra più astensioni collettive. A seguito di quanto deliberato nelle sedute del 30 aprile 2004 e dell'8 marzo 2007, ad integrazione della delibera n. 03/134 del 24 settembre 2003, valgono i seguenti principi: a) la proclamazione dello sciopero generale deve essere inviata, da parte delle Confederazioni, anche agli Osservatori previsti da accordi e regolamentazioni provvisorie; b) nel rapporto tra sciopero generale e scioperi di ambito e livello diverso, proclamati sia prima che dopo la proclamazione dello sciopero generale, ai fini dell'applicazione della regola di rarefazione, si deve far riferimento all'intervallo minimo di dieci giorni tra le due astensioni e non tra effettuazione e proclamazione; c) nel rapporto tra sciopero generale e scioperi di ambito e livello diverso, ai fini del rispetto della regola di rarefazione, la valutazione del possibile impatto può essere effettuata con riferimento agli scioperi proclamati sia prima che dopo lo sciopero generale. Deliberazione: 03/134 del 24 settembre Adesione delle categorie che erogano servizi pubblici essenziali a scioperi generali (pos ) PREMESSO 1. che il tema delle modalità di partecipazione allo sciopero generale delle categorie che prestano servizi pubblici essenziali è da tempo all attenzione della Commissione di garanzia; 2. che detto tema ha acquisito peculiare rilevanza dopo l entrata in vigore della L., che ha introdotto gli obblighi dell intervallo minimo da rispettare tra diverse azioni di sciopero e del preventivo esperimento di procedure di raffreddamento e conciliazione; 45

2 3. che la Commissione di garanzia, in assenza di espliciti riferimenti legislativi, si è trovata nella necessità di valutare se, tenuto conto della peculiarità sul piano sociale e delle relazioni sindacali del fenomeno dello sciopero generale, la disciplina di legge trovi applicazione anche all azione collettiva proclamata da una o più confederazioni sindacali dei lavoratori, coinvolgente la generalità delle categorie del lavoro pubblico e privato; 4. che la Commissione di garanzia ha adottato primi indirizzi interpretativi in materia con delibera n. 01/152 del , i quali, anche a seguito di formali contatti con le confederazioni sindacali dei lavoratori maggiormente rappresentative, sono stati ulteriormente precisati con il proprio avviso del ; 5. che detti indirizzi, peraltro, hanno lasciato irrisolti alcuni problemi emersi anche in occasione degli scioperi generali proclamati negli ultimi dodici mesi; 6. che, nell affrontare detti problemi, questa Commissione ha preliminarmente ritenuto che, in via di principio, l adesione allo sciopero generale delle categorie che erogano servizi pubblici essenziali, come si evince anche dalla sentenza della Corte Costituzionale n. 276 del , non può considerarsi estranea alla disciplina di cui alla legge n. 146/1990 e successive modificazioni, tenuto conto che i diritti della persona costituzionalmente tutelati possono essere pregiudicati da qualsiasi sciopero a prescindere dal tipo di pretesa e dall ampiezza dell astensione; 7. che questa Commissione ha successivamente incontrato, su loro richiesta, i rappresentanti di alcune organizzazioni sindacali interessate agli scioperi sopra indicati; 8. che, atteso il carattere interlocutorio di detti incontri ed al fine di garantire certezza nei comportamenti da seguire da parte delle organizzazioni sindacali di categoria aderenti allo sciopero generale, nonché al fine di assicurare il miglior contemperamento tra l esercizio del diritto di sciopero e i diritti della persona costituzionalmente tutelati, la Commissione, nel luglio scorso, ha predisposto una bozza di indirizzi interpretativi inviata, per osservazioni, alle confederazioni presenti nel CNEL; 9. che, successivamente, la Commissione ha incontrato le confederazioni che ne hanno fatto richiesta; 10. che, all esito di detti incontri e tenuto conto delle osservazioni in quella sede formulate, nonché delle prassi seguite dalle organizzazioni sindacali, la Commissione ritiene di dover integrare gli indirizzi interpretativi di cui alle decisioni del e dell ; FORMULA all unanimità i seguenti indirizzi interpretativi: 1. le organizzazioni delle categorie che prestano servizi pubblici essenziali, nell atto di adesione a uno sciopero generale, proclamato da una o più confederazioni, devono rispettare le indicazioni previste nell art. 2, comma 1, della legge n. 146/1990 e successive modifiche e nei relativi accordi o regolamentazioni provvisorie, salva l ipotesi in cui 46

3 dette indicazioni siano già contenute in forma adeguata nella proclamazione a livello confederale; 2. sia la proclamazione della confederazione o delle confederazioni che l adesione delle organizzazioni di categoria devono rispettare il termine di preavviso; 3. la proclamazione e le adesioni, attesi i motivi dello sciopero, non devono essere precedute dal ricorso alle procedure di raffreddamento e conciliazione; 4. allo sciopero in oggetto, fermo restando l obbligo di assicurare le prestazioni indispensabili, non si applica il limite della durata massima della prima astensione previsto dagli accordi o dalle regolamentazioni provvisorie di categoria; 5. per quanto riguarda gli intervalli minimi tra azioni di sciopero: a) nel caso di rarefazione soggettiva (quando gli scioperi che non rispettano l intervallo minimo sono proclamati nell ambito della stessa o delle stesse confederazioni) la Commissione provvederà all indicazione immediata ai sensi dell art. 13 lett. d) della legge 146/90, al fine di consentire una nuova formulazione della proclamazione e delle adesioni tale da assicurare il rispetto di detto intervallo; b) nel caso, invece, di rarefazione oggettiva (quando cioè la questione dell intervallo minimo si pone in relazione a proclamazioni da parte di altre confederazioni o di organizzazioni non aderenti alla o alle confederazioni proclamanti), la Commissione si riserva di valutare, al fine della eventuale adozione dei provvedimenti di cui al citato art. 13, se il mancato rispetto dell intervallo minimo possa in concreto impedire l equo contemperamento tra diritto di sciopero e diritti della persona costituzionalmente garantiti, tenuto conto del possibile impatto delle astensioni collettive; c) in ogni caso, si farà riferimento all intervallo intercorrente tra l effettuazione degli scioperi, senza che assuma rilievo la eventuale previsione, nella regolamentazione di settore, della necessaria proclamazione dello sciopero soltanto dopo l effettuazione di quello precedente. La Commissione di Garanzia è intervenuta nel mese di febbraio nel settore del Trasporto Ferroviario con indicazione immediata ai sensi dell art. 13, lett. d) della legge n. 146/1990, a fronte di proclamazione di uno sciopero di 8 ore da parte delle segreterie regionali Friuli Venezia Giulia per mancata ripetizione delle procedure di raffreddamento e conciliazione e per violazione della durata dell'astensione. Si riporta di seguito la delibera della Commissione di Garanzia. 47

4 Delibera pos. n dell 8 marzo Indicazione immediata ai sensi dell'art. 13, lett. d), della legge n. 146/1990, come modificata dalla legge n.. Con riferimento alla proclamazione di sciopero del 2 marzo 2007, delle OO.SS. Filt- Cgil, Fit-Cisl, Uilt, Orsa Ferrovie, Fast Ferrovie, Ugl segreterie regionali Friuli Venezia Giulia dalle ore del giorno 13 marzo 2007 alle ore del giorno 14 marzo 2007 (seconda azione), per il personale della divisione Cargo del Friuli Venezia Giulia, ai sensi dell'art. 13, lett. d), della legge 12 giugno 1990, n. 146, come modificata dalla legge 11 aprile 2000, n. 83, ai soggetti proclamanti in indirizzo che, allo stato, dal documento di proclamazione emergono le seguenti violazioni relativa a mancata ripetizione delle procedure di raffreddamento e conciliazione come previsto nella delibera di indirizzo interpretativo della Commissione n. 03/35 del Secondo tale delibera, in caso di silenzio della disciplina di settore (caso del trasporto ferroviario), il termine di efficacia delle procedure effettuate senza che siano riattivate - ai fini di una nuova azione di sciopero - nell'ambito della stessa vertenza, si intende fissato in 90 giorni e secondo la successiva delibera di indirizzo interpretativo n. 06/357 del 21 giugno 2006, il "dies ad quem" rilevante ai fini del computo del termine di efficacia delle procedure di raffreddamento e conciliazione va individuato nel giorno di proclamazione dello sciopero. Nel caso di specie dalla documentazione in possesso della Commissione si evince che la prima proclamazione di sciopero risale al 4 agosto La proclamazione in oggetto, pertanto, viola le suddette deliberazioni; violazione della durata dell'astensione ai sensi dell'art dell'accordo nazionale del settore ferroviario dei 23 novembre 1999 (modificato e integrato in data 18 aprile 2001 e in data 29 ottobre 2001, pubblicato in G.U. del 12 aprile 2002, n. 86). Essendo decorso il termine di efficacia delle procedure, come specificato nel punto precedente, l'azione di sciopero proclamata non può essere considerata seconda azione, bensì prima, pertanto la durata risulta eccessiva e non conforme alle disposizioni dell'articolo citato, secondo cui la prima azione di sciopero non può superare le otto ore secondo le modalità in esso specificate. accerterà ogni altra violazione che dovesse emergere. Si invitano i soggetti proclamanti in indirizzo a comunicare tempestivamente la eventuale revoca dello sciopero in oggetto. Si dispone la trasmissione del presente provvedimento alle Segreterie regionali Friuli Venezia Giulia Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl, Orsa Ferrovie, Fast Ferrovie e per opportuna conoscenza, alle Ferrovie dello Stato S.p.A., al Ministro dei Trasporti, al Prefetto di Trieste, ai Presidenti delle Camere, nonché al Presidente del Consiglio dei 48

5 Ministri, ai sensi dell'art. 13, lett. n), L. n. 146/1990 e successive modificazioni. La Commissione di Garanzia è intervenuta numerose volte nel mese di febbraio nel settore del Trasporto Aereo assistenza al volo con indicazione immediata ai sensi dell art. 13, lett. d) della legge n. 146/1990, a fronte di diversi scioperi proclamati in violazione della regola della rarefazione oggettiva, ai sensi dell'art. 17 della Regolamentazione provvisoria del trasporto aereo, n. 01/92 del 19 luglio A titolo esemplificativo si ritiene utile riportare alcune delle numerose delibere della Commissione di Garanzia. Delibera pos. n del 9 marzo Indicazione immediata ai sensi dell'art. 13, lett. d) della legge n. 146/1990, come modificata dalla legge n. con riferimento allo sciopero riguardante il personale ENAV ACC Milano, indetto dalle OO.SS. in indirizzo in data 19 febbraio 2007 (atto pervenuto in Commissione in pari data), per il 13 aprile 2007 dalle, ore alle ore 18.00, la cui proclamazione è stata inviata all'osservatorio sui conflitti sindacali alle ore del 19 febbraio 2007; che in data 18 febbraio 2007 è stato indetto, dalle OO.SS. FILT CGIL, FIT CISL, UGL TA, CISAL AV, uno sciopero per il personale dell'acc di Brindisi per il 4 aprile 2007 dalle ore alle ore per il personale turnista e le ultime quattro ore della giornata lavorativa per il restante personale, la cui proclamazione è stata inviata all'osservatorio sui conflitti sindacali alle ore del 18 febbraio 2007 (atto pervenuto in Commissione in data 19 febbraio 2007); aprile 2000, n. 83, ai soggetti proclamanti in indirizzo che, allo stato, dal documento di proclamazione emerge la seguente violazione relativa alla: provvisoria del trasporto aereo, n. 01/92 del 19 luglio 2001 (pubblicata in G.U. del 10 agosto 2001, n. 185), ove è previsto che le azioni di sciopero nell'ambito del servizio di assistenza al volo, anche se proclamate da diversi soggetti sindacali nell'ambito dello stesso bacino di utenza, devono essere distanziate tra di loro da un intervallo minimo di 20 giorni liberi. 49

6 Si invitano i soggetti proclamanti in indirizzo a comunicare entro 5 giorni dalla ricezione in mancanza, la revoca o la riproclamazione successivamente intervenuta non potrà essere considerata operata su richiesta della Commissione di garanzia ai fini previsti dall'art. 2, comma 6, 1. n. 146/90 e successive modifiche, giusta delibera di questa Commissione del 12 marzo 2003 n. 03/45. Presidenti delle Camere e al Presidente del Consiglio dei Ministri ai sensi dell'art. 13 lett. n) della L. n. 146/1990 e succ. modd., al Prefetto di Milano. Delibera pos. n del 9 marzo Indicazione immediata ai sensi dell'art. 13, lett. d) della legge n. 146/1990, come modificata dalla legge n. con riferimento allo sciopero riguardante tutto il personale ENAV, indetto dalla O.S. in indirizzo in data 18 febbraio 2007 (atto pervenuto in Commissione il 19 febbraio 2007), per i13 aprile 2007 dalle ore alle ore 16.00, la cui proclamazione è stata inviata all'osservatorio sui conflitti sindacali alle ore del 18 febbraio 2007; che in data 18 febbraio 2007 è stato indetto, dalle OO.SS. FILT CGIL, FIT CISL, UGL TA, CISAL AV, uno sciopero per il personale dell'acc di Brindisi per i14 aprile 2007 dalle ore alle ore per il personale turnista e le ultime quattro ore della giornata lavorativa per il restante personale, la cui proclamazione è stata inviata all'osservatorio sui conflitti sindacali alle ore del 18 febbraio 2007 (atto pervenuto in Commissione in data 19 febbraio 2007); aprile 2000, n. 83, al soggetto proclamante in indirizzo che, allo stato, dal documento di proclamazione emerge la seguente violazione relativa alla: provvisoria del trasporto aereo, n. 01/92 del 19 luglio 2001 (pubblicata in G.U. del 10 agosto 2001, n. 185), ove è previsto che le azioni di sciopero nell'ambito del servizio di assistenza al volo, anche se proclamate da diversi soggetti sindacali nell'ambito dello stesso bacino di utenza, devono essere distanziate tra di loro da un intervallo minimo di 20 giorni liberi. 50

7 Si invita il soggetto proclamante in indirizzo a comunicare entro 5 giorni dalla ricezione in mancanza, la revoca o la riproclamazione successivamente intervenuta non potrà essere considerata operata su richiesta della Commissione di garanzia ai fini previsti dall'art. 2, comma 6, 1. n. 146/90 e successive modifiche, giusta delibera di questa Commissione del 12 marzo 2003 n. 03/4S. Presidenti delle Camere e al Presidente del Consiglio dei Ministri ai sensi dell'art. 13 lett. n) della L. n. 146/1990 e succ. modd.. Delibera pos. n del 9 marzo Indicazione immediata ai sensi dell art. 13, lett. d) della legge n. 146/1990, come modificata dalla legge n. con riferimento allo sciopero riguardante il personale ENAV ACC Padova, indetto dalle OO.SS. in indirizzo in data 18 febbraio 2007 (atto pervenuto in Commissione il 19 febbraio 2007), per il 4 aprile 2007 dalle ore alle ore per il personale turnista e le ultime quattro ore della giornata lavorativa per il restante personale, la cui proclamazione è stata inviata all Osservatorio sui conflitti sindacali alle ore del 18 febbraio 2007; che in data 18 febbraio 2007 è stato indetto, dalle OO.SS. FILT CGIL, FIT CISL, UGL TA, CISAL AV, uno sciopero per il personale dell'acc di Brindisi per i14 aprile 2007 dalle ore alle ore per il personale turnista e le ultime quattro ore della giornata lavorativa per il restante personale, la cui proclamazione è stata inviata all'osservatorio sui conflitti sindacali alle ore del 18 febbraio 2007 (atto pervenuto in Commissione in data 19 febbraio 2007); aprile 2000, n. 83, ai soggetti proclamanti in indirizzo che, allo stato, dal documento di proclamazione emerge la seguente violazione relativa alla: provvisoria del trasporto aereo, n. 01/92 del 19 luglio 2001 (pubblicata in G.U. del 10 agosto 2001, n. 185), ove è previsto che le azioni di sciopero nell'ambito del servizio di assistenza al volo, anche se proclamate da diversi soggetti sindacali nell'ambito dello stesso bacino di utenza, devono essere distanziate tra di loro da un intervallo minimo di 20 giorni liberi. 51

8 Si invitano i soggetti proclamanti in indirizzo a comunicare entro 5 giorni dalla ricezione in mancanza, la revoca o la riproclamazione successivamente intervenuta non potrà essere considerata operata su richiesta della Commissione di garanzia ai fini previsti dall'art. 2, comma 6, 1. n. 146/90 e successive modifiche, giusta delibera di questa Commissione dei 12 marzo 2003 n. 03/45. Presidenti delle Camere e al Presidente del Consiglio dei Ministri ai sensi dell'art. 13 lett. n) della L. n. 146/1990 e succ. modd., al Prefetto di Padova. Delibera pos. n del 9 marzo Indicazione immediata ai sensi dell'art. 13, lett. d) della legge n. 146/1990, come modificata dalla legge n. con riferimento allo sciopero riguardante il personale ENAV ACC Milano, indetto dalla O.S. in indirizzo in data 21 febbraio 2007 (atto pervenuto in Commissione in pari data), per il 14 aprile 2007 dalle ore alle ore 16.00; che in data 18 febbraio 2007 è stato indetto, dalle OO.SS. FILT CGIL, FIT CISL, UGL TA, CISAL AV, uno sciopero per il personale dell'acc di Brindisi per i14 aprile 2007 dalle ore alle ore per il personale turnista e le ultime quattro ore della giornata lavorativa per il restante personale, la cui proclamazione è stata inviata all'osservatorio sui conflitti sindacali alle ore del 18 febbraio 2007 (atto pervenuto in Commissione in data 19 febbraio 2007); aprile 2000, n. 83, al soggetto proclamante in indirizzo che, allo stato, dal documento di proclamazione emerge la seguente violazione relativa alla: provvisoria del trasporto aereo, n. 01/92 del 19 luglio 2001 (pubblicata in G.U. del 10 agosto 2001, n. 185), ove è previsto che le azioni di sciopero nell'ambito del servizio di assistenza al volo, anche se proclamate da diversi soggetti sindacali nell'ambito dello stesso bacino di utenza, devono essere distanziate tra di loro da un intervallo minimo di 20 giorni liberi. 52

9 Si invita il soggetto proclamante in indirizzo a comunicare entro 5 giorni dalla ricezione in mancanza, la revoca o la riproclamazione successivamente intervenuta non potrà essere considerata operata su richiesta della Commissione di garanzia ai fini previsti dall'art. 2, comma 6, 1. n. 146/90 e successive modifiche, giusta delibera di questa Commissione del 12 marzo 2003 n. 03/45. Presidenti delle Camere e al Presidente del Consiglio dei Ministri ai sensi dell'art. 13 lett. n) della L. n. 146/1990 e succ. modd., al Prefetto di Milano. Delibera pos. n del 23 marzo Indicazione immediata ai sensi dell art. 13, lett. d) della legge n. 146/1990, come modificata dalla legge n. con riferimento allo sciopero riguardante il personale ENAV ACC Milano, indetto dalla O.S. in indirizzo in data 9 marzo 2007 (atto pervenuto in Commissione in pari data), per il 13 aprile 2007 dalle ore alle ore 16.00; che in data 18 febbraio 2007 (atto pervenuto in Commissione in data 19 febbraio 2007) è stato proclamato, dalle OO.SS. FILT CGIL, FIT CISL, UGL TA, CISAL AV, uno sciopero per il personale dell'acc di Brindisi per il 4 aprile 2007 dalle ore alle ore per il personale turnista e le ultime quattro ore della giornata lavorativa per il restante personale, aprile 2000, n. 83, al soggetto proclamante in indirizzo che, allo stato, dal documento di proclamazione emerge la seguente violazione relativa alla: provvisoria del trasporto aereo, n del 19 luglio 2001 (pubblicata in G.U. del 10 agosto 2001, n. 185), ove è previsto che le azioni di sciopero nell'ambito del servizio di assistenza al volo, anche se proclamate da diversi soggetti sindacali nell'ambito dello stesso bacino di utenza, devono essere distanziate tra di loro da un intervallo minimo di 20 giorni liberi. Si invita il soggetto proclamante in indirizzo a comunicare entro 5 giorni dalla ricezione 53

10 in mancanza, la revoca o la riproclamazione successivamente intervenuta non potrà essere considerata operata su richiesta della Commissione di garanzia ai fini previsti dall'art. 2, comma 6, 1. n. 146/90 e successive modifiche, giusta delibera di questa Commissione del 12 marzo 2003 n. 03/45. Presidenti delle Camere e al Presidente del Consiglio dei Ministri ai sensi dell'art.l3 lett. n) della L. n. 146/1990 e succ. modd., al Prefetto di Milano. Delibera pos. n del 23 marzo Indicazione immediata ai sensi dell'art. 13, lett. d) della legge n. 146/1990, come modificata dalla legge n. con riferimento allo sciopero riguardante il personale ENAV ACC Milano, indetto dalle OO.SS. in indirizzo in. data 19 marzo 2007 (atto pervenuto in Commissione 1120 marzo 2007), per il 4 aprile 2007 dalle ore alle ore 16.00; che in data 18 febbraio 2007 è stato indetto, dalle OO.SS. FILT CGIL, FIT CISL, UGL TA, CISAL AV, uno sciopero per il personale dell'acc di Brindisi per il 4 aprile 2007 dalle ore alle ore per il personale turnista e le ultime quattro ore della giornata lavorativa per il restante personale (atto pervenuto in Commissione in data 19 febbraio 2007); aprile 2000, n. 83, ai soggetti proclamanti in indirizzo che, allo stato, dal documento di proclamazione emerge la seguente violazione relativa alla: provvisoria dei trasporto aereo, n del 19 luglio 2001 (pubblicata in G.U. del 10 agosto 2001, n. 185), ove è previsto che le azioni di sciopero nell'ambito del servizio di assistenza al volo, anche se proclamate da diversi soggetti sindacali nell'ambito dello stesso bacino di utenza, devono essere distanziate tra di loro da un intervallo minimo di 20 giorni liberi. Si invitano i soggetti proclamanti in indirizzo a comunicare entro 5 giorni dalla ricezione in mancanza, la revoca o la riproclamazione successivamente intervenuta non potrà essere considerata operata su richiesta della Commissione di garanzia ai fini previsti 54

11 dall'art. 2, comma 6, 1. n. 146/90 e successive modifiche, giusta delibera di questa Commissione del 12 marzo 2003 n. 03/45. Presidenti delle Camere e al Presidente del Consiglio dei Ministri ai sensi dell'art. 13 lett. n) della L. n. 14b/1990 e succ. modd., al Prefetto di Milano. 55

COMMISSIONE DI GARANZIA

COMMISSIONE DI GARANZIA COMMISSIONE DI GARANZIA DELL ATTUAZIONE DELLA LEGGE SULLO SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI Deliberazione n. 12/59: Poste Italiane S.p.A./Slp Cisl, Uilposte, Confsal Com, Ugl Com e le Rsu del Cmp

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE SERVIZIO TAXI

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE SERVIZIO TAXI Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE SERVIZIO TAXI Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici

Dettagli

Delibera 10/183: Delibera di indirizzo in materia di concentrazione delle azioni di sciopero nel settore del Trasporto Aereo.

Delibera 10/183: Delibera di indirizzo in materia di concentrazione delle azioni di sciopero nel settore del Trasporto Aereo. La Commissione di Garanzia, con delibera n. 10/183 del 15 marzo in materia di concentrazione di azioni di sciopero nel settore del Trasporto Aereo, ha espresso l avviso che, se la ratio della legge n.

Dettagli

(2) Inserisce un periodo, dopo il primo, all'art. 2, comma 6, L. 12 giugno 1990, n. 146.

(2) Inserisce un periodo, dopo il primo, all'art. 2, comma 6, L. 12 giugno 1990, n. 146. L. 11-4-2000 n. 83 Modifiche ed integrazioni della L. 12 giugno 1990, n. 146, in materia di esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali e di salvaguardia dei diritti della persona

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Accordo aziendale del 18 ottobre 2002 stipulato tra l azienda SITA Spa di Firenze e la R.S.U. Filt-Cgil,

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornato al 19 gennaio 2012 Sommario INDICE... 3 FREQUENTLY ASKED QUESTIONS... 4 Pagina 2 di 7 Indice 1. D. Che cosa si propone la legge n. 146 del 12 giugno 1990, riguardante le norme sull esercizio

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Accordo aziendale del 5 novembre 2002 stipulato tra azienda Arfea Spa di Alessandria e Silt Pavia. valutato

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE AVVOCATI Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici

Dettagli

COMMISSIONE DI GARANZIA PER L'ATTUAZIONE DELLA LEGGE SULLO SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI

COMMISSIONE DI GARANZIA PER L'ATTUAZIONE DELLA LEGGE SULLO SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI COMMISSIONE DI GARANZIA PER L'ATTUAZIONE DELLA LEGGE SULLO SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI DELIBERA 14 marzo 2016 Comparto Ministeri - Valutazione di idoneita' dell'accordo nazionale del 23 febbraio

Dettagli

CGIL-F.P./Enti Locali dirigenti firmato CGIL firmato. CISL/FPS firmato CISL firmato. UIL/FPL firmato UIL firmato

CGIL-F.P./Enti Locali dirigenti firmato CGIL firmato. CISL/FPS firmato CISL firmato. UIL/FPL firmato UIL firmato Accordo collettivo nazionale in materia di norme di garanzia del funzionamento dei servizi pubblici essenziali nell ambito dell Area dirigenziale II) di cui all art. 2, comma 1, dell Accordo quadro per

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali COMMISSIONE DI GARANZIA DELL ATTUAZIONE DELLA LEGGE SULLO SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI Regolamentazione

Dettagli

COMMISSIONE DI GARANZIA. Impresa & Lavoro gennaio-febbraio n. 1

COMMISSIONE DI GARANZIA. Impresa & Lavoro gennaio-febbraio n. 1 La Commissione di Garanzia, con delibera n. 199/RU del 1 febbraio, ha rilevato in merito alla proclamazione di uno sciopero generale nazionale di 4 ore per il 12 marzo da parte della Segreteria confederale

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali In data 03 aprile 2006 VERBALE DI ACCORDO tra la SOCIETA' GRANATA, rappresentata dal Sig. Granata le Organizzazioni

Dettagli

COMMISSIONE DI GARANZIA

COMMISSIONE DI GARANZIA COMMISSIONE DI GARANZIA DELL ATTUAZIONE DELLA LEGGE SULLO SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI Deliberazione n.11/615: Massimo Milone Sp.A./Filcams Cgil, Fisascat Cisl (Segreterie provinciali di La

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Accordo aziendale del 26 novembre 2004 stipulato tra azienda Ferrovie del Gargano di Foggia e Filt-Cgil,

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Codice di autoregolamentazione delle astensioni dalle attività giudiziarie dei magistrati onorari di tribunale

Dettagli

COMMISSIONE DI GARANZIA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE SULLO SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI

COMMISSIONE DI GARANZIA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE SULLO SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI COMMISSIONE DI GARANZIA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE SULLO SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI Accordo nazionale del 23 gennaio 2001, per la regolamentazione dell esercizio delle astensioni nel settore

Dettagli

LAVORO/CONTRATTO/RELAZIONI SINDACALI

LAVORO/CONTRATTO/RELAZIONI SINDACALI SCIOPERO Commissione Nazionale per l esperimento del tentativo di conciliazione A seguito della deliberazione resa dalla Commissione di Garanzia il 15 marzo 2001, con la quale è stato valutato idoneo l

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE MINISTERO ATTIVITA PRODUTTIVE

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE MINISTERO ATTIVITA PRODUTTIVE Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE MINISTERO ATTIVITA PRODUTTIVE 361 Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero

Dettagli

Associazione Nazionale Commercialisti 19/03/2015

Associazione Nazionale Commercialisti 19/03/2015 19/03/2015 CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE DELLE ASTENSIONI COLLETTIVE DALLE ATTIVITA SVOLTE DAGLI ISCRITTI ALL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Adottato in data 02 luglio 2014

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE TRASPORTO MARITTIMO

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE TRASPORTO MARITTIMO Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE TRASPORTO MARITTIMO 729 Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Codice di autoregolamentazione dell esercizio dello sciopero e delle astensioni dalle attività giudiziarie

Dettagli

DECRETO N. 39 DEL

DECRETO N. 39 DEL DECRETO N. 39 Prot. n. 12309 Oggetto: Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Oristano. Determinazione delle rappresentanze nel Consiglio camerale. Legge 29 dicembre 1993, n. 580 e

Dettagli

IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO 11 novembre 2011. Concessione del trattamento straordinario di integrazione salariale per i dipendenti della società «Alitalia Express S.p.a.». (Decreto n. 62684). IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE

Dettagli

COMMISSIONE DI GARANZIA. Impresa & Lavoro novembre-dicembre n. 4

COMMISSIONE DI GARANZIA. Impresa & Lavoro novembre-dicembre n. 4 Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con ordinanza n. 166T del 10 dicembre, ha disposto il differimento ad altra data dello sciopero del personale di macchina e viaggiante dipendente dalla

Dettagli

Oggetto: Sciopero Nazionale Generale CGIL per il giorno 5 dicembre 2014

Oggetto: Sciopero Nazionale Generale CGIL per il giorno 5 dicembre 2014 ADERENTE ITF/ETF AFFILIATA CES Roma, 14 novembre 2014 Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Segretariato Generale Servizio di Attività e Indirizzo Interventi Speciali Alla Commissione di Garanzia

Dettagli

COMMISSIONE DI GARANZIA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE SULLO SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI LA COMMISSIONE

COMMISSIONE DI GARANZIA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE SULLO SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI LA COMMISSIONE COMMISSIONE DI GARANZIA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE SULLO SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI Deliberazione: 02/13 Regolamentazione provvisoria delle prestazioni indispensabili e delle altre misure

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali VERBALE Dl RIUNIONE Il giorno 23 giugno 2005 alle ore 10,00 presso la sede dell'anav Sicilia sita in Palermo,

Dettagli

RISOLUZIONE N. 110/E

RISOLUZIONE N. 110/E RISOLUZIONE N. 110/E Direzione Centrale Normativa Roma, 12 dicembre 2012 OGGETTO: Chiarimenti in merito all applicabilità dell istituto della remissione in bonis Sono pervenute alla scrivente, da parte

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE SERVIZIO FUNERARIO 255 Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei

Dettagli

Commissione di garanzia per l attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali Deliberazione n. 99/ del

Commissione di garanzia per l attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali Deliberazione n. 99/ del Commissione di garanzia per l attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali Deliberazione n. 99/284-8.1 del 22.4.1999. COMMISSIONE DI GARANZIA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE SULLO

Dettagli

Allegati due Lc/lc. CONFETRA La riproduzione totale o parziale è consentita esclusivamente alle organizzazioni aderenti alla Confetra.

Allegati due Lc/lc. CONFETRA La riproduzione totale o parziale è consentita esclusivamente alle organizzazioni aderenti alla Confetra. Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica 00198 Roma - via Panama 62 tel.068559151-3337909556 - fax 068415576 e-mail: confetra@confetra.com - http://www.confetra.com Roma, 14 gennaio

Dettagli

Disegno di legge per la regolamentazione e prevezione dei conflitti collettivi di lavoro con riferimento alla libera circolazione delle persone.

Disegno di legge per la regolamentazione e prevezione dei conflitti collettivi di lavoro con riferimento alla libera circolazione delle persone. Disegno di legge per la regolamentazione e prevezione dei conflitti collettivi di lavoro con riferimento alla libera circolazione delle persone. Le nuove regole sul diritto di sciopero per i lavoratori

Dettagli

Segreteria della Giunta Il Direttore Generale Antonio Davide Barretta

Segreteria della Giunta Il Direttore Generale Antonio Davide Barretta 40 20.4.2011 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 16 che, qualora non possano essere perfezionati gli accordi commerciali tra la Soc. Belvedere ed i gestori degli impianti di trattamento della

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE ACQUA-GAS

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE ACQUA-GAS Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE ACQUA-GAS Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici

Dettagli

Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali DIREZIONE GENERALE DELLA TUTELA DELLE CONDIZIONI DI LAVORO DIVISIONE VII VERBALE DI ACCORDO Il giorno 24 novembre 2008 presso il Ministero del

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI DEL MONDO PRODUTTIVO

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI DEL MONDO PRODUTTIVO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI DEL MONDO PRODUTTIVO Articolo 1 Oggetto del regolamento 1. Il presente regolamento disciplina l attività della Consulta delle

Dettagli

D.L n. 210

D.L n. 210 D.L. 25-9-2002 n. 210 Disposizioni urgenti in materia di emersione del lavoro sommerso e di rapporti di lavoro a tempo parziale. Pubblicato nella Gazzetta Uff. 25 settembre 2002, n. 225 e convertito in

Dettagli

DECRETI E DELIBERE DI ALTRE AUTORITÀ

DECRETI E DELIBERE DI ALTRE AUTORITÀ DECRETI E DELIBERE DI ALTRE AUTORITÀ DELIBERAZIONE 20 aprile 2010. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA ModiÞ che al Regolamento recante l individuazione dei tipi di dati sensibili e giudiziari

Dettagli

L A G I U N T A R E G I O N A L E

L A G I U N T A R E G I O N A L E OGGETTO: Attuazione dell Accordo adottato dalla Conferenza permanente per i rapporti fra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 24 gennaio 2013, in applicazione dell art. 1,

Dettagli

Decreto n 0113 / Pres.

Decreto n 0113 / Pres. Decreto n 0113 / Pres. Trieste, 21 giugno 2013 Copia dell'originale firmato digitalmente. oggetto: LEGGE 580/1993 DM 156/2011. INDIVIDUAZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI IMPRENDITORIALI E SINDACALI E DELLE ASSOCIAZIONI

Dettagli

OGGETTO: MODIFICA ASPETTATIVA SINDACALE NON RETRIBUITA IN DISTACCO SINDACALE LA GIUNTA COMUNALE

OGGETTO: MODIFICA ASPETTATIVA SINDACALE NON RETRIBUITA IN DISTACCO SINDACALE LA GIUNTA COMUNALE UFFICIO SEGRETERIA certificata@pec.vigliano.info ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 58 del 08/06/2016. OGGETTO: MODIFICA ASPETTATIVA SINDACALE NON RETRIBUITA IN DISTACCO SINDACALE

Dettagli

CCNL IGIENE AMBIENTALE AZIENDE MUNICIPALIZZATE: UNA TANTUM E ANTICIPAZIONE FORFETTARIA MENSILE (AFM)

CCNL IGIENE AMBIENTALE AZIENDE MUNICIPALIZZATE: UNA TANTUM E ANTICIPAZIONE FORFETTARIA MENSILE (AFM) INFORMATIVA N. 215 05 GIUGNO 2015 Contrattuale CCNL IGIENE AMBIENTALE AZIENDE MUNICIPALIZZATE: UNA TANTUM E ANTICIPAZIONE FORFETTARIA MENSILE (AFM) Verbale di intesa del 21 maggio 2015 Protocollo del 21

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Delibera n. 32/2011, Verbale CdA n. 05/11 Oggetto: approvazione disciplinare elettorale IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE VISTO VISTO il Decreto Legislativo 4 giugno 2003, n. 138 di riordino dell INAF, pubblicato

Dettagli

Accordo sulla regolamentazione degli scioperi nel settore del trasporto marittimo (2)

Accordo sulla regolamentazione degli scioperi nel settore del trasporto marittimo (2) 1 di 9 10/09/2013 09:58 Acc. 14 dicembre 2001 (1) Accordo sulla regolamentazione degli scioperi nel settore del trasporto marittimo (2) Allegato al protocollo delle relazioni industriali nel gruppo Tirrenia

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE ISTITUTI DI VIGILANZA

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE ISTITUTI DI VIGILANZA Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE ISTITUTI DI VIGILANZA Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi

Dettagli

COMUNE DI MOTTA VISCONTI Provincia di Milano

COMUNE DI MOTTA VISCONTI Provincia di Milano COMUNE DI MOTTA VISCONTI Provincia di Milano DETERMINAZIONE SETTORE: SEGRETERIA /AA.GG. Registro di Settore n.33 del 07/03/2014 Registro Generale n. 64 del 3/04/2014 OGGETTO: RIPARTIZIONE DEI PERMESSI

Dettagli

D.L. 23 ottobre 1996, n. 543 (1).

D.L. 23 ottobre 1996, n. 543 (1). Pagina 1 di 5 D.L. 23 ottobre 1996, n. 543 (1). Disposizioni urgenti in materia di ordinamento della Corte dei conti (1/circ). IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;

Dettagli

Roma, 6 luglio 2012 ALLE ASSOCIAZIONI ALBERGATORI ALLE UNIONI REGIONALI AI SINDACATI NAZIONALI AL CONSIGLIO DIRETTIVO AI REVISORI DEI CONTI LORO SEDI

Roma, 6 luglio 2012 ALLE ASSOCIAZIONI ALBERGATORI ALLE UNIONI REGIONALI AI SINDACATI NAZIONALI AL CONSIGLIO DIRETTIVO AI REVISORI DEI CONTI LORO SEDI Roma, 6 luglio 2012 Circ. n. 167 / 2012 Prot. n. 554 / AGC Arch. n. 4 / ALLE ASSOCIAZIONI ALBERGATORI ALLE UNIONI REGIONALI AI SINDACATI NAZIONALI AL CONSIGLIO DIRETTIVO AI REVISORI DEI CONTI LORO SEDI

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL VENETO. Nell Adunanza del 4 giugno 2004

REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL VENETO. Nell Adunanza del 4 giugno 2004 REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL VENETO Nell Adunanza del 4 giugno 2004 Visto il decreto n. 96 del 9 aprile 2003 del Prefetto della Provincia di Padova concernente

Dettagli

LE NOVITA IN MATERIA DI SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI

LE NOVITA IN MATERIA DI SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI LE NOVITA IN MATERIA DI SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI SOMMARIO: 1. Premessa. 2. Lo sciopero nei settori che incidono sul diritto alla mobilità ed alla libera circolazione delle persone. 3. Revisione

Dettagli

Tit del 18/03/2015. La Responsabile del Servizio Corecom

Tit del 18/03/2015. La Responsabile del Servizio Corecom DETERMINAZIONE Determinazione n. 3/2015 DEFC.2015.3 Tit. 2012.1.10.21.666 del 18/03/2015 OGGETTO: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA TRA X E NGI X La Responsabile del Servizio Corecom Vista la legge 14 novembre

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali DISCIPLINA DELLE PRESTAZIONI INDISPENSABILI E DELLE PROCEDURE DI RAFFREDDAMENTO E CONCILIAZIONE NEL SETTORE

Dettagli

COMUNE DI VILLANTERIO Provincia di Pavia DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15

COMUNE DI VILLANTERIO Provincia di Pavia DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 COMUNE DI VILLANTERIO Provincia di Pavia DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 OGGETTO: Adozione Piano triennale di prevenzione della corruzione 2014-2016 L anno 2014 addì 1 del mese di febbraio alle

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE TRASPORTO AEREO

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE TRASPORTO AEREO Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE TRASPORTO AEREO Regolamentazione provvisoria delle prestazioni indispensabili e delle altre misure

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA D.P.R. 1 marzo 2004, n. 89 (1). Regolamento recante rideterminazione delle dotazioni organiche del personale del Ministero degli affari esteri, con esclusione di quello della carriera diplomatica (2).

Dettagli

Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale delle Prestazioni

Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale delle Prestazioni Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale delle Prestazioni Roma, 9 Agosto 2006 Circolare n. 93 Allegati n.1 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

Direzione centrale lavoro, formazione, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili e ricerca

Direzione centrale lavoro, formazione, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili e ricerca Direzione centrale lavoro, formazione, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili e ricerca Regolamento per la concessione e l erogazione di contributi per il sostegno alle imprese che stipulano

Dettagli

Città di Tortona Provincia di Alessandria

Città di Tortona Provincia di Alessandria Città di Tortona Provincia di Alessandria DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 11 Oggetto: AGGIORNAMENTO CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DEL COMUNE DI TORTONA. Allegati: 1 L'anno 2016 addì 28

Dettagli

PROTOCOLLO PER LA DEFINIZIONE DEL CALENDARIO DELLE VOTAZIONI PER IL RINNOVO DELLE RAPPRESENTANZE UNITARIE DEL PERSONALE DEI COMPARTI

PROTOCOLLO PER LA DEFINIZIONE DEL CALENDARIO DELLE VOTAZIONI PER IL RINNOVO DELLE RAPPRESENTANZE UNITARIE DEL PERSONALE DEI COMPARTI PROTOCOLLO PER LA DEFINIZIONE DEL CALENDARIO DELLE VOTAZIONI PER IL RINNOVO DELLE RAPPRESENTANZE UNITARIE DEL PERSONALE DEI COMPARTI TEMPISTICA DELLE PROCEDURE ELETTORALI In data 14 dicembre 2011, alle

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Prot. n. 01/ALBO/CN 22 APRILE 2015 Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI Delibera 22 aprile 2015. Regolamento per lo svolgimento dei controlli

Dettagli

Certificati di malattia telematici

Certificati di malattia telematici Certificati di malattia telematici L art. 55-septies del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, introdotto dall art. 69 del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150, prevede che il certificato medico

Dettagli

Disposizione di tenore analogo è contenuta nell art. 3 ter del d. lgs. n. 502/1992 e s.m.i..

Disposizione di tenore analogo è contenuta nell art. 3 ter del d. lgs. n. 502/1992 e s.m.i.. REGIONE PIEMONTE BU6 11/02/2016 Deliberazione della Giunta Regionale 18 gennaio 2016, n. 19-2815 Art. 19, comma 2, d.lgs. n. 123/2011. Nomina in via straordinaria del Collegio sindacale dell'azienda ospedaliero

Dettagli

Coordinamento Nazionale FLP Giustizia

Coordinamento Nazionale FLP Giustizia Ministeri e Coordinamento Nazionale FLP Giustizia Polizia Penitenziaria Reperibilità 3928836510 Coordinamento Nazionale: c/o Ministero della Giustizia Via Arenula, 70 00186 ROMA tel. 06/64760274 telefax

Dettagli

INPS Direzione Centrale Pensioni a cura dell Area Normativa e Contenzioso Amministrativo Pensioni in Regime Generale

INPS Direzione Centrale Pensioni a cura dell Area Normativa e Contenzioso Amministrativo Pensioni in Regime Generale INPS Direzione Centrale Pensioni a cura dell Area Normativa e Contenzioso Amministrativo Pensioni in Regime Generale 1/19 1) categorie di lavoratori c.d. salvaguardati rientranti nel limite numerico di

Dettagli

REGOLAMENTO Per l applicazione dell addizionale comunale all IRPEF (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche)

REGOLAMENTO Per l applicazione dell addizionale comunale all IRPEF (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche) CITTÀ DI ABBIATEGRASSO Provincia di Milano SETTORE ECONOMICO - FINANZIARIO Servizio Tributi REGOLAMENTO Per l applicazione dell addizionale comunale all IRPEF (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche)

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE TRASPORTO MARITTIMO 770 ACCORDO SUI SERVIZI MINIMI NEL SETTORE NAVI TRAGHETTO FS, stipulato in

Dettagli

AGENS Viale Pasteur, Roma. CONFETRA Via Panama 62, Roma

AGENS Viale Pasteur, Roma. CONFETRA Via Panama 62, Roma Roma, 07/11/2014 Prot. n 185/S.G./Or.S.A. Ferrovie Alle associazioni datoriali AGENS Viale Pasteur, 10 00144 Roma ASSTRA Piazza Cola di Rienzo, 80 00192 Roma CONFETRA Via Panama 62, 00198 Roma FERCARGO

Dettagli

REGOLAMENTO DI SERVIZIO PER IL FUNZIONAMENTO DEI SERVIZI MINIMI ESSENZIALI IN CASO DI SCIOPERO

REGOLAMENTO DI SERVIZIO PER IL FUNZIONAMENTO DEI SERVIZI MINIMI ESSENZIALI IN CASO DI SCIOPERO I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 69 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO DI SERVIZIO PER IL FUNZIONAMENTO DEI SERVIZI MINIMI ESSENZIALI IN CASO DI SCIOPERO Approvato con D.G.P. in data 8.0..2004 n. 52 reg. ART.

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE SERVIZIO TAXI

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE SERVIZIO TAXI Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE SERVIZIO TAXI Settore Taxi Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero

Dettagli

COMUNE DI VALDISOTTO (Provincia di Sondrio)

COMUNE DI VALDISOTTO (Provincia di Sondrio) Oggetto: ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF. DETERMINAZIONE ALIQUOTA 2008 E APPROVAZIONE REGOLAMENTO. IL CONSIGLIO COMUNALE Visto il D. Lgs. 28 settembre 1998, n. 360 istitutivo dell'addizionale comunale ll'imposta

Dettagli

Relazione ex art. 26, comma 4 L. 488/99 Anno 2012

Relazione ex art. 26, comma 4 L. 488/99 Anno 2012 Relazione ex art. 26, comma 4 L. 488/99 Anno 2012 Il Responsabile Ufficio Controllo di Gestione Il Segretario Generale Pag. 1 di 5 Quadro normativo di riferimento L art. 26 della L. 488/1999 (Legge Finanziaria

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali 95440 Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze VISTO l articolo 26 del decreto legislativo n. 148 del 2015, il quale prevede che le organizzazioni

Dettagli

Deliberazione n. 1/AUT/2011/INPR

Deliberazione n. 1/AUT/2011/INPR Deliberazione n. 1/AUT/2011/INPR LA CORTE DEI CONTI in SEZIONE DELLE AUTONOMIE nell'adunanza del 29 aprile 2011 Visto il testo unico delle leggi sulla Corte dei conti approvato con R.D. 12 luglio 1934,

Dettagli

OGGETTO: Articolo 1, comma 1, decreto-legge 29 dicembre 2010, n Proroga dei termini di presentazione del modello EAS

OGGETTO: Articolo 1, comma 1, decreto-legge 29 dicembre 2010, n Proroga dei termini di presentazione del modello EAS CIRCOLARE N.6/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 24 febbraio 2011 Prot. OGGETTO: Articolo 1, comma 1, decreto-legge 29 dicembre 2010, n. 225. Proroga dei termini di presentazione del modello

Dettagli

Disposizioni organizzative relative ai procedimenti disciplinari a carico del personale regionale.

Disposizioni organizzative relative ai procedimenti disciplinari a carico del personale regionale. Disposizioni organizzative relative ai procedimenti disciplinari a carico del personale regionale. Articolo 1 (Ambito di applicazione) 1. Le presenti disposizioni si applicano al personale dipendente,

Dettagli

Articolo 1 Campo di applicazione, decorrenza, durata e principi generali

Articolo 1 Campo di applicazione, decorrenza, durata e principi generali CONTRATTO INTEGRATIVO REGIONALE SULLE PROCEDURE DI RAFFREDDAMENTO RELATIVE ALLA CONFLITTUALITA A LIVELLO DI ISTITUZIONE SCOLASTICA Articolo 1 Campo di applicazione, decorrenza, durata e principi generali

Dettagli

Viale Regina Margherita n C.A.P Tel. n Codice Fiscale n DIREZIONE GENERALE LORO SEDI. e, p.c.

Viale Regina Margherita n C.A.P Tel. n Codice Fiscale n DIREZIONE GENERALE LORO SEDI. e, p.c. Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE Area Contributi e Vigilanza Direzione Contributi CIRCOLARE N. 3 DEL 25/01/2010 A tutte le

Dettagli

Commissione di garanzia dell attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali

Commissione di garanzia dell attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali Commissione di garanzia dell attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali FP CGIL Segreteria nazionale Via Leopoldo Serra, 31 00153 - Roma CISL FP Segreteria nazionale Via Lancisi,

Dettagli

Tit del 29/04/2016

Tit del 29/04/2016 Determinazione n. 6/2016 DEFC.2016.6 Tit. 2014.1.10.21.120 del 29/04/2016 OGGETTO: Definizione controversia XXX / Fastweb X, società a socio unico e soggetta all attività di direzione e coordinamento di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA TENUTA DELL ALBO COMUNALE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE

REGOLAMENTO PER LA TENUTA DELL ALBO COMUNALE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE REGOLAMENTO PER LA TENUTA DELL ALBO COMUNALE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 79 del 24/09/2013 e modificato con Delibera di Consiglio Comunale n. 82 del 17/11/2015

Dettagli

Comune della Città di Arco PROVINCIA DI TRENTO. UFFICIO PERSONALE Area Segreteria Generale. DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE n. 97 di data 17 agosto 2016

Comune della Città di Arco PROVINCIA DI TRENTO. UFFICIO PERSONALE Area Segreteria Generale. DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE n. 97 di data 17 agosto 2016 ORIGINALE Comune della Città di Arco PROVINCIA DI TRENTO UFFICIO PERSONALE Area Segreteria Generale DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE n. 97 di data 17 agosto 2016 OGGETTO: DIPENDENTE MATRICOLA N. 465, EDUCATRICE

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. IL MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI, di seguito Ministero, rappresentato dal Ministro On.

PROTOCOLLO D INTESA. tra. IL MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI, di seguito Ministero, rappresentato dal Ministro On. PROTOCOLLO D INTESA tra IL MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI, di seguito Ministero, rappresentato dal Ministro On. Gianni Alemanno L ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI PRIVATE E

Dettagli

REGOLAMENTO EMITTENTI MODALITA E TERMINI DEL CONTROLLO SULL INFORMAZIONE FINANZIARIA DIFFUSA DA EMITTENTI AZIONI (ART.

REGOLAMENTO EMITTENTI MODALITA E TERMINI DEL CONTROLLO SULL INFORMAZIONE FINANZIARIA DIFFUSA DA EMITTENTI AZIONI (ART. REGOLAMENTO EMITTENTI MODALITA E TERMINI DEL CONTROLLO SULL INFORMAZIONE FINANZIARIA DIFFUSA DA EMITTENTI AZIONI (ART. 118-BIS DEL TUF) DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE 2 marzo 2007 Le osservazioni al presente

Dettagli

REGISTRO ORIGINALE DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO

REGISTRO ORIGINALE DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 24 CONSIGLIO COMUNALE Registro Deliberazioni REGISTRO ORIGINALE DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO OGGETTO: Legge Regione Puglia n. 30 del 22 ottobre 2015, pubblicata nel Bollettino Ufficiale

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 febbraio 2003, n. 033/Pres.

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 febbraio 2003, n. 033/Pres. L.R. 12/1995, art. 6 B.U.R. 12/3/2003, n. 11 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 febbraio 2003, n. 033/Pres. Regolamento per la tenuta e la revisione del Registro generale delle organizzazioni di volontariato.

Dettagli

$%&'%%()*+,&(-*$$(.*&/'+*)*++'$*)0%')*+

$%&'%%()*+,&(-*$$(.*&/'+*)*++'$*)0%')*+ $%&'%%()*+,&(-*$$(.*&/'+*)*++'$*)0%')*+!"# "! " # *1&*%'&2(1*3*&'+* 3&24*&25 *3%('++6(11*%%(+' 203%'*12(3'+*7')2$-0$$(*)*+2/*&'%(80'3%($*10*9 Vista la legge regionale 12 dicembre 2014, n. 26 Riordino del

Dettagli

LA NUOVA CONFERENZA DI SERVIZI FAQ DOMANDE E RISPOSTE

LA NUOVA CONFERENZA DI SERVIZI FAQ DOMANDE E RISPOSTE D LA NUOVA CONFERENZA DI SERVIZI FAQ DOMANDE E RISPOSTE COSA DEVE FARE IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO? LA CONFERENZA DI SERVIZI DECISORIA 1. Chi convoca la conferenza di servizi decisoria? L amministrazione

Dettagli

COMUNE DI AVIO Provincia di Trento

COMUNE DI AVIO Provincia di Trento COMUNE DI AVIO Provincia di Trento Verbale di Deliberazione N. 27 della Giunta Comunale OGGETTO: INTERVENTO 19/2016 PROGETTI DI ACCOMPAGNAMENTO ALL OCCUPABILITA ATTRAVERSO LAVORI SOCIALMENTE UTILI. APPROVAZIONE

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE DEGLI APPALTI E DELLE ATTIVITA DI SUPPORTO AL TRASPORTO FERROVIARIO 9 Regolamentazione provvisoria

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. la Corte dei conti. Sezione centrale di controllo. sulla gestione delle amministrazioni dello Stato.

REPUBBLICA ITALIANA. la Corte dei conti. Sezione centrale di controllo. sulla gestione delle amministrazioni dello Stato. Deliberazione n. 15/2009/G REPUBBLICA ITALIANA la Corte dei conti Sezione centrale di controllo sulla gestione delle amministrazioni dello Stato I Collegio nell adunanza del 15 settembre 2009 vista la

Dettagli

COMUNE DI ROMAGNESE PROVINCIA DI PAVIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI ROMAGNESE PROVINCIA DI PAVIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI ROMAGNESE PROVINCIA DI PAVIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE NR. 66 DATA:05.06.2013 OGGETTO:REGOLAMENTO COMUNALE SUL RICORSO A FORME FLESSIBILI DI LAVORO. LA GIUNTA COMUNALE L'anno duemilatredici

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE NOLEGGIO CON CONDUCENTE

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE NOLEGGIO CON CONDUCENTE Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE NOLEGGIO CON CONDUCENTE 389 Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 8 gennaio 2013, n. 16 Regolamento concernente la gestione della "Sezione dei revisori inattivi", in attuazione dell'articolo 8, comma 2, del decreto legislativo

Dettagli

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE CREDITO

Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE CREDITO Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici Essenziali SETTORE CREDITO 81 Commissione di Garanzia dell Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici

Dettagli

Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare D.M. 24 dicembre 2015

Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare D.M. 24 dicembre 2015 Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare D.M. 24 dicembre 2015 Adozione dei criteri ambientali minimi per l'affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione,

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N. 3 del Festività 17 marzo 2011.

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N. 3 del Festività 17 marzo 2011. Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N. 3 del 10.03.2011 Festività 17 marzo 2011. Quadro normativo L art. 7-bis, comma 1 del decreto legge n. 64 del 30 aprile 2010 contenente disposizioni

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA

PROVINCIA DI VICENZA DETERMINAZIONE N 158 DEL 21/02/2017 CONTRARRE INTEGRAZIONE. CIG: ZF31D45772 IL DIRIGENTE Premesso che con Determinazione n. 118 del 02/02/2017 è stato approvato il bando relativo alla gara unitaria per

Dettagli

COMUNE DI VALDISOTTO Provincia di Sondrio

COMUNE DI VALDISOTTO Provincia di Sondrio COMUNE DI VALDISOTTO Provincia di Sondrio DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE COPIA N. 26 del 27/03/2014 OGGETTO : APPROVAZIONE E PUBBLICAZIONE SUL SITO WEB ISTITUZIONALE DEGLI OBIETTIVI DI ACCESSIBILITA'

Dettagli

UNIONE DI SORBOLO E MEZZANI (Provincia di Parma)

UNIONE DI SORBOLO E MEZZANI (Provincia di Parma) Proposta n. 402/2009 DETERMINAZIONE N 382 IN DATA 15.09.2009 OGGETTO: INCARICO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA IN AMBITO FISCALE E TRIBUTARIO. AFFIDAMENTO DIRETTO. IMPEGNO DI SPESA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Dettagli