Per agevolare l operatività, si prevede che, per ogni azione che ammette il voto maggiorato, vi siano 4 codici identificativi:

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Per agevolare l operatività, si prevede che, per ogni azione che ammette il voto maggiorato, vi siano 4 codici identificativi:"

Transcript

1 PROCEDURA VOTO MAGGIORATO La procedura ha come scopo quello di fornire le modalità operative nei confronti delle società emittenti e degli intermediari, per poter consentire alle società quotate l esercizio del voto maggiorato introdotto dal TUF (art. 127-quinquies comma 2) a favore degli azionisti che detengano senza interruzione le azioni per 24 mesi e che abbiano preventivamente manifestato questa volontà iscrivendosi in un apposito elenco tenuto dalla società emittente. Tale diritto si estingue in caso di cessione a terzi delle azioni prima dei 24 mesi. L elenco citato sarà suddiviso in due sezioni: la prima per gli azionisti che hanno dichiarato di volere il voto maggiorato ma non lo hanno ancora maturato, la seconda per gli azionisti che hanno maturato il diritto al voto maggiorato. Il sistema ha necessità di mantenere evidenza dei voti totali disponibili per i quorum assembleari; inoltre il numero di voti assegnati è necessario per verificare gli obblighi di OPA totalitaria e la comunicazione del superamento delle soglie di partecipazione. Premessa. Per agevolare l operatività, si prevede che, per ogni azione che ammette il voto maggiorato, vi siano 4 codici identificativi: uno per l azione oggetto di normali transazioni titolo regolare EX VOTOM con ISIN regolare uno per l azione i cui detentori abbiano manifestato la volontà di chiedere il voto maggiorato ma non sono ancora iscritti all elenco (poiché l elenco si aggiorna periodicamente) codifica interna 1 uno per l azione i cui detentori sono iscritti all elenco ma sono in attesa di maturare la maggiorazione codifica interna 2 uno per l azione i cui detentori hanno diritto al voto maggiorato Titolo CUM VOTOM con ISIN regolare La società di gestione accentrata consente, in qualunque momento, la trasformazione delle azioni EX VOTOM in azioni CUM VOTOM, e viceversa, fornendo evidenza contabile tramite rendicontazione contabile on-line ed estratto conto giornaliero. Saranno impostate operazioni di trasformazioni per tracciare anche i passaggi intermedi come segue: 1. Da EX VOTOM a Codifica Interna 1 (si viceversa) 2. Da Codifica interna 1 a Codifica interna 2 (non viceversa) 3. Da Codifica interna 2 ad azioni EX VOTOM 4. Da Codifica interna 2 ad azioni CUM VOTO (non viceversa) 5. Da azioni CUM VOTOM ad azioni EX VOTOM Le codifiche interne, su specifica richiesta dell emittente, sono attribuite da Monte Titoli.

2 L Ufficializzazione delle codifiche interne è pubblicizzata mediante apposite liste e riportata sulle disposizioni di servizio delle relative operazioni di tramutamento. La codifica CUM VOTOM è assegnata da Banca d Italia, su specifica richiesta dell emittente. Operatività. La società emittente richiede a Monte Titoli l ammissione del codice ISIN riferito al titolo CUM VOTOM. L invio è effettuato con i previsti modelli MT265/MT265bis su MTX. Al mod. MT265 oltre alla scheda anagrafica del titolo dovrà essere allegata copia dello statuto aggiornato. A seguito della richiesta d ammissione la società emittente invierà tramite Incarico Generale su MTX apposito incarico contenente i dettagli operativi relativi alla richiesta di emissione di azioni a voto maggiorato. Al ricevimento di quanto riportato al paragrafo precedente, Monte Titoli informa il sistema inviando specifica DDS (msg 097) che riporti i termini operativi per poter concambiare i titoli interessati da : Codice EX VOTOM a codice interno 1 Codice interno 1 a codice interno 2 Codice interno 2 a codice CUM VOTOM l intermediario, su istruzioni della propria clientela, invia: - all emittente tramite PEC una comunicazione con le informazioni di cui all art.21 del Provvedimento Unico, comma 1, con la clausola fino a revoca. - a Monte Titoli tramite msg 715 le istruzioni di concambio da codice EX VOTOM a codice interno 1 (potranno essere inviate istruzioni contrarie nel caso di perdita della maggiorazione del voto) Monte Titoli elaborerà le istruzioni pervenute con modalità on line inviando i previsti msg 71N di conferma e il msg 706 estratto conto giornaliero riportante la prevista movimentazione contabile effettuata sui conti degli emittenti/intermediari interessati a conferma del buon esito dell operazione. La società emittente, alla data prevista, conferma all intermediario interessato l avvenuta iscrizione dell azionista richiedente sull elenco previsto dall art. 127 quinquies del TUF tramite PEC. L intermediario al ricevimento della conferma dell avvenuta iscrizione dell azionista nell apposito elenco, invia a Monte Titoli, tramite msg 715, le istruzioni di concambio da codice interno 1 a codice interno 2. Monte Titoli elaborerà le istruzioni pervenute con modalità on line inviando i previsti msg 71N di conferma e il msg 706 estratto conto giornaliero riportante la prevista movimentazione contabile effettuata sui conti degli emittenti/intermediari interessati a conferma del buon esito dell operazione. Al termine del periodo previsto di iscrizione nell apposito elenco (24 mesi) la società emittente darà conferma all intermediario interessato, tramite PEC, dell avvenuta maturazione del diritto al voto maggiorato. L intermediario al ricevimento della conferma della maturazione del diritto al voto maggiorato dell azionista invia a Monte Titoli, tramite msg 715, le istruzioni di concambio da codice interno 2 a codice ISIN CUM VOTOM.

3 Monte Titoli elaborerà le istruzioni pervenute con modalità on line inviando i previsti msg 71N di conferma e il msg 706 estratto conto giornaliero riportante la prevista movimentazione contabile effettuata sui conti degli emittenti/intermediari interessati a conferma del buon esito dell operazione. Sarà cura degli intermediari effettuare alle società emittenti le previste segnalazioni in caso di cessione a terzi delle azioni i cui saldi sono presenti sui codici interni o sull ISIN CUM VOTOM e di inviare a Monte Titoli, tramite msg 715, le istruzioni di concambio in codice EX VOTOM.

Istruzioni al Servizio di Gestione Accentrata per Intermediari ed Emittenti

Istruzioni al Servizio di Gestione Accentrata per Intermediari ed Emittenti Monte Titoli Istruzioni al Servizio di Gestione Accentrata per Intermediari ed Emittenti 9 giugno 2014 Controllo Sommario 1. DISPOSIZIONI GENERALI... 8 1.1 Definizioni... 8 2 CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO...

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

1 di 8. Poste Italiane S.p.A. - Società con socio unico Patrimonio BancoPosta. Mifid Condizioni Generali Ed. Giugno 2015

1 di 8. Poste Italiane S.p.A. - Società con socio unico Patrimonio BancoPosta. Mifid Condizioni Generali Ed. Giugno 2015 CONDIZIONI GENERALI CHE REGOLANO IL CONTRATTO PER LA PRESTAZIONE DEI SERVIZI E DELLE ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO E DEL SERVIZIO DI CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI PER CONTO DEI CLIENTI

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

Guida al portale produttori

Guida al portale produttori GUIDA AL PORTALE PRODUTTORI 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. DEFINIZIONI... 3 3. GENERALITA... 4 3.1 CREAZIONE E STAMPA DOCUMENTI ALLEGATI... 5 3.2 INOLTRO AL DISTRIBUTORE... 7 4. REGISTRAZIONE AL PORTALE...

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA Mid Industry Capital S.p.A Sede Legale Galleria Sala dei Longobardi 2, 20121 Milano Cod. Fisc. e P.IVA R.I. Milano 05244910963, R.E.A. Mi 1806317, Capitale Sociale Euro 5.000.225 i.v. CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI Dipartimento per l impresa e l internazionalizzazione Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione Ufficio Italiano Brevetti e Marchi BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Emittente: Exprivia S.p.A Sito Web: www.exprivia.it AL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. E S.M.I.

Emittente: Exprivia S.p.A Sito Web: www.exprivia.it AL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. E S.M.I. Statuto sociale con evidenza delle modifiche approvate (AI SENSI DELL ART. IA.2.3.1, CO. 2 DELLE ISTRUZIONI AL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. E S.M.I.) Emittente:

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento

Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento Dati dell'azienda intestataria della SIM Card PosteMobile Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento Ragione Sociale P.IVA Codice Fiscale Sede Legale: Indirizzo N civico Provincia Cap

Dettagli

PROCEDURA DI COORDINAMENTO TRA GESTORI DI RETE AI SENSI DEGLI ARTICOLI 34 E 35 DELL ALLEGATO A ALLA DELIBERA ARG/ELT 99/08 (TICA)

PROCEDURA DI COORDINAMENTO TRA GESTORI DI RETE AI SENSI DEGLI ARTICOLI 34 E 35 DELL ALLEGATO A ALLA DELIBERA ARG/ELT 99/08 (TICA) PROCEDURA DI COORDINAMENTO TRA GESTORI DI RETE AI SENSI DEGLI ARTICOLI 34 E 35 DELL ALLEGATO A ALLA DELIBERA ARG/ELT 99/08 (TICA) Il presente documento descrive le modalità di coordinamento tra gestori

Dettagli

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari V Edizione (gennaio 2015) Premessa alla quinta edizione (gennaio 2015) Questa nuova edizione del format per la redazione della relazione

Dettagli

Allianz S.p.A. Divisione Allianz Subalpina Società appartenente al gruppo Allianz SE A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI GLOBAL FUTURO PIU

Allianz S.p.A. Divisione Allianz Subalpina Società appartenente al gruppo Allianz SE A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI GLOBAL FUTURO PIU Allianz S.p.A. Divisione Allianz Subalpina Società appartenente al gruppo Allianz SE CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI GLOBAL FUTURO PIU IL PRESENTE FASCICOLO

Dettagli

MANUALE DOMANDA WEB DI CONTRIBUTO A PENSIONATI NON AUTOSUFFICIENTI GESTIONE MAGISTRALE

MANUALE DOMANDA WEB DI CONTRIBUTO A PENSIONATI NON AUTOSUFFICIENTI GESTIONE MAGISTRALE Pag. 1 di 14 MANUALE DOMANDA WEB DI CONTRIBUTO A PENSIONATI NON AUTOSUFFICIENTI GESTIONE MAGISTRALE INTRODUZIONE Pag. 2 di 14 INDICE pag. 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 PREMESSA... 3 2.... 4 2.1 - HOME PAGE...

Dettagli

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE UNICA

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE UNICA Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura Asti CAMERE DI COMMERCIO DI ALESSANDRIA, ASTI, BIELLA, NOVARA,VERCELLI UFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE GUIDA ALLA COMUNICAZIONE UNICA Marzo 2010

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

Samsung People Regolamento di Accesso al Club

Samsung People Regolamento di Accesso al Club Samsung People Regolamento di Accesso al Club Cos è Samsung People Samsung People è il Club gratuito promosso da Samsung Electronics Italia S.p.A (di seguito "Samsung") a supporto dei possessori di prodotti

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Premessa I Confidi - Consorzi e Cooperative di garanzia collettiva fidi - sono i soggetti che, ai sensi della legge 326/2003, svolgono esclusivamente

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA

NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI * * * * NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA E SCUOLE NUOTO FEDERALI * * * * STAGIONE 2014 2015 APPROVATA CON DELIBERA C.F. 7/7/2014 AGGIORNATA AL 07/10/2014 INDICE

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM)

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Certezza Più Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Divisione XXI Registro delle Imprese Roma, 29 agosto 2014, prot.

Dettagli

Manuale operativo per il DEPOSITO BILANCI al registro delle imprese. Campagna bilanci 2014. Sommario Sommario. Premessa... 4

Manuale operativo per il DEPOSITO BILANCI al registro delle imprese. Campagna bilanci 2014. Sommario Sommario. Premessa... 4 Manuale operativo per il DEPOSITO BILANCI al registro delle imprese Campagna bilanci 2014 Versione 1.0 del 10/04/2014 Sommario Sommario Premessa... 4 Unioncamere Pagina 1 di 60 1 Bilancio in formato XBRL...

Dettagli