Istruzioni al Servizio di Gestione Accentrata per Intermediari ed Emittenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Istruzioni al Servizio di Gestione Accentrata per Intermediari ed Emittenti"

Transcript

1 Monte Titoli Istruzioni al Servizio di Gestione Accentrata per Intermediari ed Emittenti 9 giugno 2014 Controllo

2 Sommario 1. DISPOSIZIONI GENERALI Definizioni CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO Disponibilità del Servizio Comunicazioni inviate dai Partecipanti a Monte Titoli Comunicazioni operative in caso di contingency Rendicontazione ai Partecipanti OPERAZIONI DEL SERVIZIO Ammissione degli strumenti finanziari Richiesta di ammissione Procedura di ammissione Informativa al Sistema Modifiche statutarie Esclusione Accentramento in regime di dematerializzazione Generalità Accentramento effettuato dall Emittente Accentramento effettuato dall Intermediario tramite l Emittente Limiti temporali Riduzione del valore nominale o della quantità Blocco (sblocco) saldo conto titoli Incarichi e Istruzioni generali Condizioni di ricezione delle Disposizioni di servizio strutturate (msg. 720, 721, 722, 724) Assemblee e Identificazione dei titolari di strumenti finanziari Partecipazione all assemblea Sollecitazione di deleghe Identificazione dei titolari di strumenti finanziari Pagamento dividendi Conferimento dell'incarico e Annunci di evento Comunicazione Banca Pagatrice Cessazione dell incarico su iniziativa della Banca Pagatrice Informativa al Sistema Elaborazioni del pagamento Istruzioni di incasso, rinuncia o rinvio del dividendo da parte degli Intermediari Istruzioni di rifiuto, revoca e cancellazione del regolamento da parte delle Banche Pagatrici Elaborazione dati previsionali e alla Record date Informativa al Sistema ed elaborazione dati previsionali e definitivi nel caso di cessazione su iniziativa della Banca Pagatrice Regolamento Regolamento delle operazioni riattivate Cancellazione delle operazioni Richiesta di rettifica istruzioni da parte degli Intermediari Storno pagamenti errati (reversal) Data di entrata in vigore: 9 giugno

3 Prescrizione del dividendo Dividendo Misto Pagamento proventi e rimborso quote di fondi chiusi Conferimento dell'incarico Comunicazione Banca Pagatrice Cessazione dell incarico su iniziativa della Banca Pagatrice Informativa al Sistema Elaborazione del pagamento Istruzioni di rifiuto, revoca e cancellazione del regolamento da parte delle Banche Pagatrici Elaborazione dati previsionali Informativa al Sistema ed elaborazione dati previsionali e definitivi nel caso di cessazione su iniziativa della Banca Pagatrice Regolamento Regolamento delle operazioni riattivate Cancellazione delle operazioni Storno Pagamenti errati (reversal) Rimborso totale di quote Pagamento interessi e rimborso del capitale Conferimento dell'incarico Comunicazione dati variabili Comunicazione Banca Pagatrice Cessazione dell incarico da parte della Banca Pagatrice Informativa al Sistema Elaborazione del pagamento Istruzioni di rifiuto, revoca e cancellazione del regolamento da parte delle Banche Pagatrici Elaborazione dati previsionali Informativa al Sistema ed elaborazione dati previsionali e definitivi nel caso di cessazione su iniziativa della Banca Pagatrice Regolamento Pagamento su titoli gestiti direttamente da Monte Titoli tramite Banca Pagatrice estera Pagamento su titoli gestiti direttamente da Monte Titoli che prevedono la convenzione Modified Following Business Day Regolamento delle operazioni riattivate Cancellazione delle operazioni Storno pagamenti errati (reversal) Pagamento su titoli gestiti direttamente da Monte Titoli emessi in valuta estera diversa dall Euro Titoli di Stato e strumenti finanziari del debito pubblico Ammissione di strumenti finanziari Informativa al Sistema Accentramento operazioni di collocamento Operazioni di riacquisto mediante asta (operazioni di buy-back) Operazioni di riacquisto e concambio attraverso Intermediari Quadratura dei conti Servizio finanziario e rendicontazione di Tesoreria Servizio finanziario relativo a certificati irregolari Coupon stripping/unstripping Aumento di capitale a pagamento o misto Conferimento dell'incarico Accettazione incarico da parte della Banca Collettrice Informativa al Sistema Stacco e accredito dei diritti Gestione istruzioni di esercizio Rendicontazione previsionale Data di entrata in vigore: 9 giugno

4 3.9.7 Blocco dei diritti Rendicontazione di costituzione fondi Regolamento del contante Procedura di regolamento standard Procedura di regolamento (5) per le sottoscrizioni effettuate dalla Banca Collettrice Procedura di regolamento per le sottoscrizioni effettuate sui conti di intermediazione dell Emittente Esecuzione dell operazione Rendicontazione definitiva Disponibilità titoli rivenienti Revoca dell acquisto o della sottoscrizione ex art. 95-bis T.u.f Sottoscrizione in opzione ex art c.c Diritti residui Esercizio diritti inoptati Aumento di Capitale Gratuito Conferimento dell'incarico Informativa al Sistema Stacco e accredito dei diritti Esecuzione Aaumento di Capitale gratuito con diritto negoziabile nei mercati regolamentati Esecuzione aumento di capitale gratuito con diritto non negoziabile Esecuzione aumento o riduzione di capitale gratuito con variazione del valore nominale Esercizio warrant Conferimento Incarico Informativa al Sistema Istruzioni d esercizio ed esecuzione dell operazione Conversionei facoltativa Conferimento dell'incarico Informativa al Sistema Istruzioni di conversione Esecuzione dell operazione Disponibilità strumenti finanziari rivenienti Sospensione / riattivazione operazione Conversione di azioni dalla forma nominativa al portatore e viceversa Raggruppamento, frazionamento, conversione obbligatoria, fusione e scissione Conferimento dell'incarico Informativa al Sistema Esecuzione dell operazione Disponibilità strumenti finanziari rivenienti Offerta Pubblica di Acquisto (OPA) o Scambio (OPS) Offerta Pubblica di Acquisto o Scambio con adesioni raccolte in Borsa (c.d. telematiche) Offerta Pubblica di Acquisto o Scambio non telematiche Esercizio obbligo/diritto di acquisto Conferimento dell'incarico Informativa al Sistema Esecuzione dell operazione Trasferimento contabile Generalità Limiti all operatività Sospensione ordine Data di entrata in vigore: 9 giugno

5 Revoca ordine in sospeso Storno ordine contabilizzato Annullamento ordine Trasferimento massivo/selettivo Covered warrant e certificates Richiesta di ammissione Ammissione al Sistema Accentramento Informativa al Sistema Gestione del Servizio Strumenti finanziari soggetti ad estrazione Generalità Accentramento Strumenti finanziari soggetti ad estrazione Trasferimento contabile Estrazione Pagamento interessi e rimborso capitale Liquidazione Blocco/sblocco numeriche di certificati Riconciliazione numeriche Strumenti finanziari non dematerializzati Ammissione di strumenti finanziari non dematerializzati Accentramento strumenti finanziari non dematerializzati Accentramento effettuato dall'emittente Accentramento effettuato dall Intermediario tramite l Emittente Limiti temporali del servizio Ritiro Riduzione del valore nominale/quantità Operazioni strumentali alla gestione degli strumenti finanziari non dematerializzati Operazioni societarie Comunicazioni tra Monte Titoli ed Emittenti Scioglimento della convenzione per l accentramento di strumenti finanziari OPERAZIONI DEL SERVIZIO Ammissione strumenti finanziari a Monte Titoli Strumenti finanziari ammessi Codifica Richiesta di ammissione Informativa al Sistema Esclusione Restrizioni all operatività degli Intermediari Accentramento in regime di demateralizzazione Blocco/Sblocco saldo conto titoli Assemblee e Identificazione dei titolari di strumenti finanziari Assemblee Identificazione dei titolari di strumenti finanziari Pagamento interessi e rimborso del capitale Annunci di evento Informativa al Sistema Esecuzione operazione Sospensione del pagamento Cancellazione del pagamento Data di entrata in vigore: 9 giugno

6 4.5.6 Valuta pagamento Pagamento di dividendi (ad eccezione dei dividendi su azioni USA) Annunci di evento Informativa al Sistema Trasferimenti contabili e registrazione saldi Istruzioni Elaborazione dati previsionali Esecuzione pagamento dividendo Sospensione del pagamento Cancellazione del pagamento Valuta pagamento Market claim Pagamento di dividendi su azioni USA Annunci di evento Informativa al Sistema Trasferimenti contabili e registrazione saldi Documentazione Istruzioni Elaborazione dati previsionali Esecuzione pagamento dividendo Valuta pagamento Dichiarazioni fiscali Stock dividend Trasferimenti contabili e registrazione saldi Accredito diritti Istruzioni opzione stock Esecuzione operazione Sospensione del pagamento Cancellazione del pagamento Valuta pagamento Dividend market claim Aumento di Capitale Gratuito Informativa al Sistema Trasferimenti contabili e registrazione saldi Accredito diritti Istruzioni di esercizio Esecuzione dell operazione Diritti residui Aumento di capitale a pagamento Informativa al Sistema Trasferimenti contabili e registrazione saldi Accredito diritti Istruzioni e pagamento controvalore Esecuzione dell operazione Diritti residui Altre operazioni sul capitale Informativa al Sistema Trasferimenti contabili e registrazione saldi Istruzioni di esercizio Esecuzione dell operazione Assistenza fiscale su strumenti finanziari di diritto estero Orari attualmente vigenti per operazioni Cross Border Data di entrata in vigore: 9 giugno

7 5.2 Messaggi telematici Data di entrata in vigore: 9 giugno

8 1. DISPOSIZIONI GENERALI 1.1 Definizioni Le definizioni di cui all articolo 1 del Regolamento si intendono integralmente recepite nelle presenti Istruzioni con il medesimo significato. Nel presente documento si intendono per: - Banca d Appoggio: in relazione alle operazioni di pagamento dividendi, pagamento proventi e rimborsi di quote di fondi chiusi e pagamento interessi e rimborsi di strumenti obbligazionari, è il soggetto incaricato dall'intermediario di svolgere, per suo conto, la contabilizzazione dei fondi tra la Banca Pagatrice dell Emittente e lo stesso Intermediario. In relazione alle operazioni sul capitale a pagamento è il soggetto incaricato dall Intermediario sottoscrittore di effettuare i pagamenti a favore della Banca Collettrice dell Emittente; - Banca Tramite: è il soggetto incaricato di effettuare o ricevere, per conto dell Emittente o dell Intermediario, il pagamento degli importi rinvenienti da operazioni societarie qualora la rispettiva Banca d Appoggio o Banca Pagatrice o Banca Collettrice non aderisca ai sistemi di regolamento indicati nelle presenti Istruzioni; - Data Termine Evidenza: data di termine validità del regolamento che coincide con il nono giorno lavorativo successivo alla data di pagamento originaria; - Data Termine Regolamento: coincide con il secondo giorno lavorativo successivo alla data di pagamento orginaria; - Giornata contabile: giornata operativa secondo il calendario TARGET; - Investor CSD: il Soggetto Estero collegato all Issuer CSD sulla base di un apposito contratto o Monte Titoli; - Issuer CSD: èil Soggetto Estero che intrattiene rapporti di partecipazione diretta con gli emittenti degli strumenti finanziari accentrati o Monte Titoli; - Convenzione Modified Following Business Day: con riferimento alle sole date di pagamento di capitale o interessi, indica la prassi convenzionalmente riconosciuta secondo la quale nel caso in cui una scadenza dovesse cadere in un giorno festivo il pagamento sarà dovuto nel giorno lavorativo immediatamente successivo o, nel caso in cui quest ultimo cada nel mese successivo, nel giorno immediatamente precedente la scadenza originaria; - MT-X: la piattaforma di comunicazione, WEB based, gestita da Monte Titoli per l invio e la ricezione di istruzioni e flussi documentali tra Monte Titoli e i Partecipanti al Sistema; - Operazioni di Cash Distribution: operazioni riferite al pagamento dividendi, pagamento proventi e rimborsi di quote di fondi chiusi e pagamento interessi e rimborsi di strumenti obbligazionari. - Information Period: finestra temporale prevista dalla procedura 5 di regolamento ( Simultaneous multilateral settlement ) del Sistema TARGET2, nell ambito della quale è possibile revocare una o più istruzioni di regolamento nel Sistema TARGET2; - Interim security: strumento operativo temporaneo e trasferibile, creato esclusivamente per finalità di processo della corporate action e che non è rappresentativo del capitale dell emittente; Data di entrata in vigore: 9 giugno

9 - Pool Factor: per le Asset Backed Securities, il valore in forma decimale della quota del valore nominale dell emissione iniziale non ancora rimborsato; - RNI: Rete Nazionale Interbancaria; - Servizio X-TRM: il servizio che consente l acquisizione, il riscontro, la rettifica e l inoltro delle operazioni ai servizi di liquidazione italiani ed esteri; - Servizio: il Servizio di Gestione Accentrata rivolto agli Emittenti e agli Intermediari che consente, attraverso conti aperti a nome degli stessi, la gestione accentrata di strumenti finanziari; - Servizio di Liquidazione Express II: il servizio di liquidazione netta che consente il regolamento dei saldi derivanti dalla compensazione su base multilaterale delle operazioni su strumenti finanziari non derivati e il servizio di liquidazione lorda, che consente il regolamento delle operazioni su strumenti finanziari non derivati singolarmente considerate; - Servizio ATIE: il servizio accessorio al Servizio di Gestione Accentrata che consente lo scambio delle segnalazioni relative a strumenti finanziari smarriti, sottratti, denunciati o colpiti da ordine di sequestro nonché di quelle segnalazioni relative a estrazioni per premi e rimborsi effettuate dagli Emittenti su titoli di Stato e obbligazioni; - SWIFT: Society for Worldwide Interbank Financial Telecomunication. Data di entrata in vigore: 9 giugno

10 2 CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO 2.1 Disponibilità del Servizio Il Servizio segue il calendario TARGET. Gli orari di disponibilità del Servizio sono i seguenti: - apertura ore 07:00 - chiusura ore 18: Comunicazioni inviate dai Partecipanti a Monte Titoli I Partecipanti al Sistema possono inviare a Monte Titoli le comunicazioni per l operatività su strumenti finanziari accentrati esclusivamente tramite messaggi telematici, come previsto all art. 27 del Provvedimento Banca d Italia - Consob. Sono previste specifiche modalità per l invio delle comunicazioni sopra citate, in base alla piattaforma tecnologica utilizzata dal Partecipante, per le quali si rimanda ai relativi Documenti operativi Comunicazioni operative in caso di contingency I Partecipanti, in caso di necessità, possono inviare a Monte Titoli le comunicazioni operative, tramite posta elettronica (formato PDF) esclusivamente quale modalità di contingency alternativa all uso delle reti telematiche. L utilizzo di tale modalità operativa deve essere concordato preventivamente con Monte Titoli. Le istruzioni cartacee devono essere debitamente sottoscritte dai soggetti autorizzati e riportare, qualora previsto, la cifra di controllo CIRIB. Monte Titoli esegue le istruzioni cartacee: entro la Giornata contabile, se pervenute a Monte Titoli entro le ore 16:00 e fatte salve le eventuali esigenze operative di Monte Titoli; nella Giornata contabile successiva, se pervenute a Monte Titoli oltre le ore 16:00. Data di entrata in vigore: 9 giugno

11 2.3 Rendicontazione ai Partecipanti Monte Titoli, al termine di ogni Giornata contabile, invia ai Partecipanti al Sistema l Estratto conto giornaliero per documentare la registrazione dei movimenti contabili eseguiti sugli strumenti finanziari, del saldo contabile, del saldo disponibile e delle eventuali quantità bloccate. In occasione delle operazioni societarie di aumento di capitale, esercizio warrant, offerta pubblica di acquisto o scambio telematiche e conversione facoltativa su strumenti finanziari accentrati direttamente presso Monte Titoli o gestiti tramite collegamenti con altri CSD, l estratto conto giornaliero contiene separata evidenza degli strumenti finanziari in relazione ai quali sono state correttamente inviate le istruzioni che consentono l esercizio dell opzione prevista per ciascuna tipologia di operazione e di quelli per i quali non è pervenuta alcuna istruzione. Gli Intermediari possono richiedere a Monte Titoli, durante l orario di disponibilità del Servizio, il saldo contabile dei conti titoli di pertinenza, tramite il messaggio telematico Richiesta saldo. Monte Titoli comunica all Intermediario richiedente il saldo aggiornato al momento della richiesta tramite il messaggio Risposta richiesta saldi. Monte Titoli a fronte delle comunicazioni ricevute dai Partecipanti, inerenti ad operazioni su strumenti finanziari accentrati e a fronte di ciascuna movimentazione dei conti titoli di pertinenza, invia, se previsto, ai Partecipanti un messaggio 71N notifica per notificare l esito della comunicazione ricevuta o la situazione contabile aggiornata. Monte Titoli, inoltre, invia ai Partecipanti l Estratto conto mensile contenente la registrazione dei saldi disponibili e degli ammontari eventualmente bloccati relativi ai saldi registrati sui conti dei Partecipanti. Data di entrata in vigore: 9 giugno

12 STRUMENTI FINANZIARI GESTITI DA MONTE TITOLI DIRETTAMENTE (Monte Titoli nel ruolo di Issuer CSD) 3 OPERAZIONI DEL SERVIZIO 3.1 Ammissione degli strumenti finanziari Ai fini dell ammissione al Sistema degli strumenti finanziari, Monte Titoli utilizza i codici ISIN assegnati da Banca d Italia. Per esigenze operative connesse all'efficiente svolgimento delle operazioni societarie come pure per la gestione accentrata degli strumenti finanziari che non presentino le caratteristiche previste dagli artt. 14 e 15 del Provvedimento Banca d Italia Consob, Monte Titoli, oltre al codice ISIN, utilizza anche specifici codici e/o suffissi identificativi di particolari caratteristiche degli strumenti finanziari. Il codice ISIN e gli eventuali suffissi sono utilizzati nelle comunicazioni intercorrenti tra Monte Titoli e i Partecipanti al Sistema e costituiscono il riferimento essenziale in tutte le comunicazioni con Monte Titoli Richiesta di ammissione Per gli strumenti finanziari direttamente accentrati presso Monte Titoli (nel ruolo di Issuer CSD), la richiesta di ammissione deve essere inoltrata dall Emittente dello strumento finanziario. L Emittente richiede l ammissione degli strumenti finanziari al Sistema con il messaggio Ammissione al Monte di Strumenti Finanziari inviando in allegato la prevista documentazione. L Emittente è tenuto a specificare nella richiesta di ammissione, tra l altro, - se lo strumento finanziario presenta vincoli di trasferibilità ai sensi dell art. 14 del Provvedimento Banca d Italia Consob; - la legislazione di riferimento dello strumento finanziario e dell emittente; - la normativa fiscale di riferimento dello strumento finanziario e dell emittente. La richiesta di ammissione deve essere fatta pervenire a Monte Titoli entro il terzo giorno lavorativo antecedente alla data di validità del titolo (closing date/godimento/inizio trattazione/collocamento). In casi eccezionali, l invio della richiesta di ammissione da parte dell Emittente oltre il limite indicato deve essere concordato anticipatamente con Monte Titoli. Monte Titoli non garantisce l ammissione di strumenti finanziari entro la data di validità del titolo per le richieste pervenute oltre il limite più sopra indicato e per le quali non sono stati presi specifici accordi con l Emittente. All atto della richiesta di ammissione di un nuovo strumento finanziario effettuata sulla piattaforma MT-X, tramite la funzione MT 265 bis, il valore deliberato deve essere impostato a zero. Prima di procedere alla richiesta di accredito degli strumenti finanziari ammessi (di norma effettuata con modalità telematica), l Emittente deve inviare tramite piattaforma MT-X la Data di entrata in vigore: 9 giugno

13 prevista istruzione MT 265 bis di variazione del deliberato cui associare specifica dichiarazione sottoscritta con la quale si attesta che il collocamento o la sottoscrizione sono avvenuti. In mancanza della variazione del deliberato e dell invio della dichiarazione, Monte Titoli non processa l istruzione di accredito che rimane pertanto in sospeso fino a completa formalizzazione degli adempimenti. In particolare, tale dichiarazione deve indicare: - i termini e le caratteristiche del collocamento/sottoscrizione e, in particolare, la data di accredito - se l immissione in gestione accentrata riguarda strumenti finanziari di nuova emissione o oggetto di un precedente collocamento. Per adempiere a tale requisito, in sostituzione dell autocertificazione di cui sopra, l emittente può inviare a Monte Titoli l eventuale comunicazione al pubblico sui risultati dell offerta prevista dalla normativa in tema di offerta al pubblico. La comunicazione di cui sopra deve pervenire a Monte Titoli entro le ore 16:00 della Giornata contabile in cui è previsto l accentramento degli strumenti finanziari. Alla richiesta di ammissione relativa a titoli di debito emessi da società o enti nazionali o esteri assoggettati a una normativa diversa da quella a cui è sottoposto l emittente e/o collocati in due o più Stati, l Emittente deve allegare apposita dichiarazione con la quale attesta che non sussistono impedimenti di alcun genere all applicazione della disciplina della gestione accentrata prevista dal T.u.f. e dai relativi provvedimenti attuativi. La richiesta di ammissione di strumenti obbligazionari per i quali è prossima una data di pagamento deve essere fatta pervenire a Monte Titoli necessariamente entro il terzo giorno lavorativo antecedente alla data di pagamento. Le richieste pervenute oltre tale limite temporale verranno respinte e dovranno essere riproposte successivamente alla data di pagamento prevista. L Emittente di strumenti finanziari soggetti ad estrazione può richiedere l ammissione al Sistema degli stessi, esclusivamente se partecipante al Servizio A.T.I.E. (anagrafe titoli impediti ed estratti) 1. L Emittente di cambiali finanziarie di cui all articolo 32 della legge 7 agosto 2012, n. 134 è tenuto a specificare nella richiesta di ammissione: la promessa incondizionata di pagare alla scadenza le somme dovute ai titolari delle cambiali finanziarie che risultano dalle scritture contabili degli intermediari depositari; ammontare totale dell'emissione; importo di ciascuna cambiale; numero delle cambiali; importo dei proventi, totale e suddiviso per singola cambiale; indicazione della scadenza; l'indicazione del luogo di pagamento; il nome di colui al quale o all'ordine del quale deve farsi il pagamento; l'indicazione della data e del luogo di emissione; la sottoscrizione dell emittente; eventuali garanzie a supporto dell'emissione, con indicazione dell'identità del garante e l'ammontare della garanzia; ammontare del capitale sociale versato ed esistente alla data dell'emissione; la denominazione, l'oggetto e la sede dell'emittente; l'ufficio del registro delle imprese al quale l'emittente è iscritto. Se l emittente è un soggetto non avente titoli rappresentativi del capitale negoziati in mercati regolamentati/non regolamentati, esso deve altresì specificare nella richiesta di ammissione: 1 Per ulteriori dettagli cfr. Istruzioni al servizio A.T.I.E. Data di entrata in vigore: 9 giugno

14 il nome dello sponsor incaricato, salvo che l emittente vi abbia rinunciato nei casi consentiti; dichiarazione che l emissione e la girata sono destinate esclusivamente a investitori professionali che non siano direttamente o indirettamente soci dell emittente. A tal fine si ricorda che possono emettere cambiali finanziarie solo società di capitali, società cooperative e mutue assicuratrici. Nell ambito delle società di capitali, le cambiali possono essere emesse da società per azioni e società a responsabilità limitata che non rientrino nella definizione di micro-imprese 2. Infine, si evidenzia che le società diverse dalle medie e dalle piccole imprese come definite dalla raccomandazione 2003/361/CE del 6 maggio 2003 possono rinunciare alla nomina dello sponsor a norma dell articolo 32, comma 18 della legge 7 agosto 2012, n Qualora in via eccezionale e previo accordi con Monte Titoli - non fosse possibile inviare la richiesta di ammissione di cui sopra tramite MT-X l Emittente può inviare la richiesta tramite il modulo cartaceo MT265 allegando la prevista documentazione. In questo caso i documenti, predisposti in formato Microsoft Word o PDF, vanno inviati alla casella di posta elettronica Ai fini del corretto invio si richiede l osservanza delle seguenti indicazioni: - ogni richiesta di ammissione (MT265) deve essere munita di firme autorizzate (secondo specimen di firma depositato - MT512) e deve essere completa di tutte le informazioni anagrafiche richieste all Emittente per la gestione dei servizi Monte Titoli (pre-settlement e settlement oltreché gestione accentrata); - è necessario predisporre un file per ogni richiesta di ammissione inoltrata; tali file vanno denominati con il prefisso MT265, seguito dal trattino e dal codice ISIN (es: MT265_IT ), per un totale di 18 caratteri. In particolare per le obbligazioni e gli altri titoli di debito negoziabili sul mercato dei capitali: - è necessario predisporre tanti file Word/PDF quanti sono i prospetti o le condizioni o i regolamenti degli strumenti finanziari inoltrati; - i file vanno denominati con il codice ISIN completo dello strumento finanziario cui si riferiscono, per un totale di 12 caratteri (es.: IT ); - sui file deve essere sempre indicato il codice ISIN dello strumento finanziario cui il documento si riferisce Procedura di ammissione Monte Titoli, verificata la presenza dei requisiti di cui all art. 14 del Provvedimento Banca d Italia - Consob e sulla base delle informazioni ricevute dall Emittente, inserisce lo strumento finanziario nelle proprie anagrafi. L ammissione dello strumento finanziario al Sistema è comunicata da Monte Titoli all'emittente, mediante apposita evidenza riportata sull Estratto conto giornaliero Informativa al Sistema Monte Titoli comunica giornalmente ai Partecipanti tramite apposita Disposizione di servizio gli strumenti finanziari ammessi al Sistema. 2 La raccomandazione 2003/361/CE della Commissione, del 6 maggio 2003 specifica (art. 2 dell Allegato): 1. La categoria delle microimprese delle piccole imprese e delle medie imprese (PMI) è costituita da imprese che occupano meno di 250 persone, il cui fatturato annuo non supera i 50 milioni di EUR oppure il cui totale di bilancio annuo non supera i 43 milioni di EUR. 2. Nella categoria delle PMI si definisce piccola impresa un'impresa che occupa meno di 50 persone e realizza un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiori a 10 milioni di EUR. 3. Nella categoria delle PMI si definisce micro-impresa un'impresa che occupa meno di 10 persone e realizza un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiori a 2 milioni di EUR. Data di entrata in vigore: 9 giugno

15 L elenco degli strumenti finanziari ammessi al Sistema è pubblicato giornalmente da Monte Titoli sulla piattaforma MT-X. Tale elenco è inviato ai Partecipanti ogni bimestre, tramite file transfer e/o tramite la RNI. Nella Disposizione di servizio e negli elenchi più sopra indicati viene fatta apposita menzione dei titoli ammessi al Sistema con vincolo di trasferibilità ai sensi dell art. 14 di cui al Provvedimento Banca d Italia - Consob Modifiche statutarie In caso di modifica dello statuto l Emittente ne trasmette copia a Monte Titoli, successivamente all avvenuta iscrizione al registro delle imprese. Il documento e la relativa lettera di accompagnamento, predisposti in formato Word o PDF, vanno inviati alla casella di posta elettronica Al fine del corretto invio si richiede l osservanza delle seguenti indicazioni: - la lettera di accompagnamento deve essere munita di firme autorizzate (secondo specimen di firma depositato - MT512); - è necessario allegare, in formato PDF, l atto di registrazione dello statuto al Registro delle Imprese e denominare il file con la dicitura attoreg, seguita dal codice Emittente del soggetto interessato, per un totale di 12 caratteri (es.: attoreg81999.pdf, attoreg01025.pdf, ecc.); - i file degli statuti, in formato Word o PDF, debbono essere denominati con la dicitura statuto, seguita dal codice Emittente del soggetto interessato, per un totale di 12 caratteri (es.: statuto81999.pdf, statuto01025.pdf, ecc.) Esclusione Gli strumenti finanziari possono essere esclusi dal Sistema al verificarsi delle condizioni previste all articolo 10 del Regolamento. Nell ipotesi di esclusione Monte Titoli informa i Partecipanti tramite Disposizione di servizio. L'esclusione comporta la restituzione degli strumenti finanziari ai Partecipanti; a tal fine Monte Titoli contabilizza l operazione: - addebitando il conto titoli degli Intermediari sui quali gli strumenti finanziari sono registrati; - accreditando il conto titoli dell Emittente per i medesimi importi. Data di entrata in vigore: 9 giugno

16 3.2 Accentramento in regime di dematerializzazione Generalità L accentramento è effettuato per: - valore nominale, pari o multiplo del taglio minimo previsto dal prospetto o dalle condizioni o dal regolamento d'emissione, per obbligazioni e altri titoli di debito 3 ; - quantità, per le azioni e gli altri strumenti finanziari di cui all articolo 7 del Regolamento. L accentramento di strumenti finanziari in regime di dematerializzazione può essere effettuato: - dall Emittente, per strumenti finanziari di nuova emissione o in precedenza tenuti in gestione presso l Emittente stesso; - dall Intermediario tramite l Emittente, per l immissione in regime di dematerializzazione di strumenti finanziari non accentrati. L operazione di accentramento può essere effettuata con data valuta a vista o a scadenza differita. Gli strumenti finanziari accreditati nel conto titoli dell Intermediario beneficiario sono immediatamente disponibili per il regolamento, tramite il Servizio di Liquidazione Express II, delle operazioni di pari valuta Accentramento effettuato dall Emittente Ai fini dell operazione è necessario che l Emittente comunichi a Monte Titoli tramite messaggio Ordine di accentramento strumenti finanziari : - il codice ISIN dello strumento finanziario da accentrare e il relativo suffisso; - la data valuta (vista o a scadenza differita) alla quale Monte Titoli deve effettuare l operazione di accentramento; - il proprio conto titoli sul quale deve essere addebitato l ammontare degli strumenti finanziari; - il conto titoli dell Intermediario beneficiario; - l importo, indicato per quantità o valore nominale, degli strumenti finanziari da accreditare. Qualora l Emittente, per uno strumento finanziario già ammesso al Sistema, debba effettuare ulteriori accentramenti a fronte di nuove emissioni lo stesso è tenuto ad inviare a Monte Titoli un apposita comunicazione, tramite messaggio Incarico generale, con l indicazione del valore oggetto di accentramento, del nuovo valore complessivamente emesso e del valore residuo da emettere. La comunicazione deve essere inviata anche nel caso di accentramento di nuovi strumenti finanziari emessi a fronte di operazioni sul capitale in via continuativa (e.g. esercizio di warrant). In caso di accentramento di titoli azionari, l Emittente è tenuto a specificare nella comunicazione per ciascuna operazione che determina la variazione del capitale sociale l organo sociale che ha deliberato l operazione e la data della relativa delibera ovvero del deposito presso il registro delle imprese ai sensi della normativa vigente. Per ciascuna operazione deve essere indicato il dettaglio dell ammontare deliberato, emesso e residuo. La comunicazione deve essere inoltrata a Monte Titoli con congruo anticipo rispetto all invio del messaggio Ordine di accentramento strumenti finanziari, al fine di consentire allo stesso di effettuare le opportune variazioni anagrafiche, propedeutiche alla contabilizzazione della richiesta di accentramento stessa. 3 Per gli strumenti finanziari di diritto italiano precedentemente emessi in Lire e ridenominati in Euro il taglio minimo è fissato in un centesimo di Euro, ai sensi dell'art. 7 del dlgs. 213/1998. Data di entrata in vigore: 9 giugno

17 La comunicazione di cui sopra deve pervenire a Monte Titoli entro le ore 16:00 della Giornata contabile in cui è previsto l accentramento degli strumenti finanziari. In assenza di tale comunicazione Monte Titoli non darà corso all operazione di accentramento e porrà la stessa in stato di sospeso. L operazione verrà eseguita il primo giorno lavorativo successivo e comunque previa ricezione della citata comunicazione. Monte Titoli contabilizza l operazione di accentramento accreditando i relativi importi nei conti degli Intermediari beneficiari in contropartita al conto titoli dell Emittente, come di seguito specificato: - entro un ora, di norma, dal ricevimento dell Ordine di accentramento con data valuta a vista; - alla data prevista per le richieste di accentramento pervenute con con data valuta a scadenza differita Accentramento effettuato dall Intermediario tramite l Emittente L accentramento in regime di dematerializzazione di strumenti finanziari in circolazione è effettuato dall Intermediario tramite l Emittente secondo le previsioni dell art. 17 del Provvedimento Banca d Italia - Consob. L'Intermediario al fine di effettuare l'accentramento tramite l'emittente: - compila un modello MT40 Invio strumenti finanziari all Emittente per accentramento, inviando all Emittente i primi 3 fogli unitamente ai certificati elencati nella distinta numerica di accompagnamento; - invia a Monte Titoli il foglio n. 4 del mod. MT40 come segue: a) con messaggio Ordine di accentramento strumenti finanziari attraverso l Emittente oppure b) in allegato al messaggio Istruzione generale. La comunicazione dell Intermediario non comporta alcuna movimentazione sul conto dello stesso, ma solamente l inserimento di un evidenza, quale preavviso, in attesa della successiva contabilizzazione. Monte Titoli comunica all Intermediario in tempo reale, tramite messaggio telematico, la ricezione della comunicazione sopra indicata esclusivamente se la stessa è stata inviata a Monte Titoli con la medesima modalità. L'Emittente, ricevuti dall'intermediario i primi 3 fogli del mod. MT40 con i relativi certificati elencati nella distinta numerica di accompagnamento: - verifica l'autenticità dei certificati ricevuti ed effettua gli adempimenti ai sensi dell art. 17 del Provvedimento Banca d Italia - Consob; - comunica a Monte Titoli gli strumenti finanziari da contabilizzare a credito del conto titoli dell'intermediario come segue: a) con il messaggio Deposito strumenti finanziari da Emittente oppure b) allegando il messaggio Incarico generale al foglio n. 2 del mod. MT40. Monte Titoli al ricevimento del messaggio telematico o del foglio n. 2 del mod. MT40, munito delle firme autorizzate, effettua la contabilizzazione dell operazione. Monte Titoli comunica la contabilizzazione dell operazione all Emittente e all Intermediario in tempo reale, tramite messaggio telematico esclusivamente se la richiesta di accentramento è stata inviata a Monte Titoli con la medesima modalità. Monte Titoli, inoltre, comunica mensilmente le partite in sospeso agli Intermediari e agli Emittenti, rispettivamente, tramite il mod. MT95 e il mod. MT96 contenenti il dettaglio degli accentramenti effettuati per il tramite dell'emittente con il mod. MT40 per i quali risulta pervenuta a Monte Titoli la copia di preavviso da parte dell'intermediario. Data di entrata in vigore: 9 giugno

18 3.2.4 Limiti temporali Monte Titoli, al fine di assicurare il buon funzionamento del Sistema, può stabilire limiti temporali all operazione di accentramento, in particolareper gli strumenti finanziari interessati dalle operazioni societarie, devono essere osservati i limiti temporali indicati di volta in volta tramite Disposizione di servizio. Le operazioni di accentramento pervenute nei termini previsti, effettuate dall Emittente tramite il messaggio Ordine di accentramento strumenti finanziari, sono contabilizzate da Monte Titoli il giorno lavorativo successivo alla data di pagamento o rimborso Riduzione del valore nominale o della quantità Il Sistema consente agli Emittenti di ridurre il valore nominale o la quantità degli strumenti finanziari accentrati di propria emissione. L operazione può essere eseguita dall Emittente, avvalendosi della giacenza depositata: a) sul conto titoli di proprietà dello stesso, in qualità di Intermediario; b) sul conto titoli di un qualsiasi Intermediario aderente al Sistema. L operazione di riduzione del valore nominale o della quantità può essere effettuata con data valuta a vista o a scadenza differita. L operazione di riduzione di cui al precedente punto a) può essere eseguita direttamente dall Emittente mediante inoltro a Monte Titoli del messaggio 710 Richiesta di riduzione del valore nominale riportante: - il codice ISIN dello strumento finanziario oggetto di riduzione del valore nominale o della quantità e il relativo suffisso; - l importo degli strumenti finanziari, indicato per quantità o valore nominale; - la data valuta (a vista o a scadenza differita) dell operazione; - i conti titoli interessati dall operazione (conto Emittente e conto titoli dell Emittente, in qualità di Intermediario). Nel caso di operazione di riduzione di cui al precedente punto b) l Emittente è tenuto ad inviare a Monte Titoli apposita comunicazione, tramite messaggio Incarico generale, con l indicazione dell ammontare oggetto di riduzione e l importo del valore nominale (quantità) aggiornato e l indicazione del conto titoli dell Intermediario. In tal caso, l operazione potrà essere eseguita da Monte Titoli esclusivamente previo ricevimento di apposita comunicazione di autorizzazione all operazione da parte dell Intermediario coinvolto. La comunicazione dovrà essere inviata tramite il messaggio Istruzione generale. Monte Titoli contabilizza l operazione di riduzione del valore nominale/quantità accentrato, addebitando di pari importo il conto titoli dell Intermediario, o dell Emittente in qualità d Intermediario, in contropartita al conto titoli dell Emittente, come di seguito specificato: - entro un ora di norma, dal ricevimento della Richiesta di riduzione valore nominale accentrato con data valuta a vista; - alla data prevista per le richieste di riduzione con data valuta a scadenza differita Blocco (sblocco) saldo conto titoli L operazione consente all Intermediario di bloccare (sbloccare) il saldo totale o parziale di uno specifico ISIN registrato in uno dei propri conti titoli. Al fine di effettuare l operazione di blocco/sblocco del saldo conto titoli l Intermediario è tenuto ad inviare apposita richiesta a Monte Titoli tramite il messaggio Istruzione generale con l indicazione del conto titoli, dell ISIN e della relativa quantità oggetto di blocco (sblocco). Data di entrata in vigore: 9 giugno

19 Monte Titoli al ricevimento della richiesta provvede ad eseguire l operazione secondo le istruzioni ricevute, dandone conferma all ordinante: - in tempo reale, mediante invio del messaggio di notifica 71N riportante il numero di formulario, attribuito in automatico, che identifica in modo univoco l operazione; - a fine giornata, mediante invio dell Estratto conto giornaliero. Si precisa che il blocco del saldo conto titoli richiesto dall Intermediario non sostituisce in alcun modo il blocco contabile che l Intermediario è tenuto ad apporre sui conti interni dei propri clienti secondo le previsioni della normativa vigente. Il blocco del saldo conto titoli rende indisponibili le quantità dei titoli oggetto di blocco per le operazioni di trasferimento, regolamento, politica monetaria. Data di entrata in vigore: 9 giugno

20 3.3 Incarichi e Istruzioni generali I Partecipanti sono tenuti ad inviare a Monte Titoli le istruzioni operative per le quali non è previsto uno specifico messaggio telematico mediante i seguenti messaggi: - Incarichi generali, per soggetti che partecipano in qualità di Emittente; - Istruzioni generali, per i soggetti che partecipano in qualità di Intermediario. Entrambi sono disponibili sulla piattaforma MT-X. Tali messaggi dovranno essere utilizzati ove previsto nelle presenti Istruzioni o nelle Disposizioni di servizio emanate da Monte Titoli. Tali messaggi consentono di inviare un testo in formato libero e di allegare documenti in formato PDF. L incarico o le istruzioni operative ricevuti da Monte Titoli tramite i citati messaggi saranno eseguite alla data indicata. Qualora l incarico o l istruzione preveda l esecuzione a vista, Monte Titoli darà corso allo stesso, come segue: - entro la Giornata contabile, se pervenute a Monte Titoli entro le ore 16:00 e fatte salve eventuali esigenze operative di Monte Titoli; - nella Giornata contabile successiva, se pervenute a Monte Titoli oltre le ore 16: Condizioni di ricezione delle Disposizioni di servizio strutturate (msg. 720, 721, 722, 724) Gli Intermediari possono dare istruzioni a Monte Titoli riguardo le modalità di ricezione delle Disposizioni di servizio strutturate, utilizzando l apposito modulo disponibile sul sito (area down load - modulistica operativa). In particolare è possibile scegliere: - il conto presso il quale ricevere le Disposizioni di servizio; - la possibilità di ricevere gli Annunci di evento; - la lingua (italiano /inglese se fornito dall Emittente) relativa ai testi; - la possibilità di ricevere gli Annunci di evento esclusivamente per gli strumenti finanziari gestititi direttamente da Monte Titoli, per gli strumenti finanziari esteri o per entrambe le categorie; - la possibilità di ricevere tutte le Disposizioni di servizio/annunci di evento oppure solo quelli relative agli strumenti finanziari presenti sui propri conti. I moduli, opportunamente compilati, dovranno essere inviati tramite MT-X a Monte Titoli in allegato alle Istruzioni generali con intestazione CONDIZIONI DI RICEZIONE DEI MSG 720, 721, 722, 724. L intermediario dovrà specificare in quale ambiente (produzione/test) richiede l intervento. Data di entrata in vigore: 9 giugno

1 di 8. Poste Italiane S.p.A. - Società con socio unico Patrimonio BancoPosta. Mifid Condizioni Generali Ed. Giugno 2015

1 di 8. Poste Italiane S.p.A. - Società con socio unico Patrimonio BancoPosta. Mifid Condizioni Generali Ed. Giugno 2015 CONDIZIONI GENERALI CHE REGOLANO IL CONTRATTO PER LA PRESTAZIONE DEI SERVIZI E DELLE ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO E DEL SERVIZIO DI CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI PER CONTO DEI CLIENTI

Dettagli

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO INFORMATIVA PRECONTRATTUALE PER LA CLIENTELA SU SERVIZI E ATTIVITA DI INVESTIMENTO Aggiornamento n. 13 di Aprile 2015 MMM00589 04/2015 Pag. 1 di 34 INDICE: PREMESSA... 3 INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA...

Dettagli

Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi -

Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi - Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi - di Mario Gabbrielli, Davide D Affronto, Rossana Bellina, Paolo Chiappa

Dettagli

Modulo di sottoscrizione

Modulo di sottoscrizione Modulo di sottoscrizione Il presente Modulo è l unico valido ai fini della sottoscrizione in Italia di azioni di JPMORGAN INVESTMENT FUNDS, SICAV di diritto lussemburghese a struttura multicomparto e multiclasse.

Dettagli

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n.

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. CIG 60528780F1 Pag.1 di 34 INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. 43 GE 08-14 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DEL D.LGS.

Dettagli

1 Soggetti obbligati alla presentazione del Modello UNICO Enti non commerciali ed equiparati 7 2 Compilazione del frontespizio 10

1 Soggetti obbligati alla presentazione del Modello UNICO Enti non commerciali ed equiparati 7 2 Compilazione del frontespizio 10 genzia ntrate UNICO Enti non commerciali ed equiparati 2014 Dichiarazione degli enti non commerciali residenti e delle società ed enti non residenti equiparati soggetti all Ires - Periodo d imposta 2013

Dettagli

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori Documentazione Informativa e Contrattuale Sommario INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA, SUI SERVIZI D INVESTIMENTO E SULLA SALVAGUARDIA

Dettagli

Emittente: Exprivia S.p.A Sito Web: www.exprivia.it AL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. E S.M.I.

Emittente: Exprivia S.p.A Sito Web: www.exprivia.it AL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. E S.M.I. Statuto sociale con evidenza delle modifiche approvate (AI SENSI DELL ART. IA.2.3.1, CO. 2 DELLE ISTRUZIONI AL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. E S.M.I.) Emittente:

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento

Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento Dati dell'azienda intestataria della SIM Card PosteMobile Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento Ragione Sociale P.IVA Codice Fiscale Sede Legale: Indirizzo N civico Provincia Cap

Dettagli

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari V Edizione (gennaio 2015) Premessa alla quinta edizione (gennaio 2015) Questa nuova edizione del format per la redazione della relazione

Dettagli

Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro

Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro Provincia Autonoma di Trento Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro Testo adottato dalla Giunta Provinciale con deliberazione n. xxxx del xx/xx/xxxx ART. 1. ELENCO ANAGRAFICO DEI LAVORATORI

Dettagli

ALLEGATO A BANDO PER LA CONCESSIONE DI PICCOLI PRESTITI DI EMERGENZA ALLE MICROIMPRESE

ALLEGATO A BANDO PER LA CONCESSIONE DI PICCOLI PRESTITI DI EMERGENZA ALLE MICROIMPRESE ALLEGATO A BANDO PER LA CONCESSIONE DI PICCOLI PRESTITI DI EMERGENZA ALLE MICROIMPRESE 1. FINALITÀ E RISORSE 1.1 Finalità e obiettivi La Regione Toscana, al fine di sostenere le microimprese toscane e

Dettagli

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM)

Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Certezza Più Contratto di assicurazione mista a premio unico con rivalutazione del capitale e cedola annua (Tariffa 21CM) Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

PROVVEDIMENTO RECANTE GLI INDICATORI DI ANOMALIA PER GLI INTERMEDIARI LA BANCA D ITALIA

PROVVEDIMENTO RECANTE GLI INDICATORI DI ANOMALIA PER GLI INTERMEDIARI LA BANCA D ITALIA PROVVEDIMENTO RECANTE GLI INDICATORI DI ANOMALIA PER GLI INTERMEDIARI LA BANCA D ITALIA Vista la legge 25 gennaio 2006, n. 29, recante disposizioni per l adempimento di obblighi derivanti dall appartenenza

Dettagli

LINEE GUIDA PER L'EFFETTUAZIONE DEI PAGAMENTI ELETTRONICI A FAVORE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E DEI GESTORI DI PUBBLICI SERVIZI

LINEE GUIDA PER L'EFFETTUAZIONE DEI PAGAMENTI ELETTRONICI A FAVORE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E DEI GESTORI DI PUBBLICI SERVIZI LINEE GUIDA PER L'EFFETTUAZIONE DEI PAGAMENTI ELETTRONICI A FAVORE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E DEI GESTORI DI PUBBLICI SERVIZI ex articolo 5, comma 4 del decreto legislativo 7 marzo 2005. n. 82 e

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ABBONAMENTO AI SERVIZI MOBILI DI POSTEMOBILE S.p.A. (PosteMobile)

CONDIZIONI GENERALI DI ABBONAMENTO AI SERVIZI MOBILI DI POSTEMOBILE S.p.A. (PosteMobile) CONDIZIONI GENERALI DI ABBONAMENTO AI SERVIZI MOBILI DI POSTEMOBILE S.p.A. (PosteMobile) SERVIZIO DI PORTABILITA DEL NUMERO (MNP) DA ALTRO OPERATORE MOBILE A POSTEMOBILE S.p.A. INFORMATIVA PRIVACY CONDIZIONI

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA AA9/11 DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA (IMPRESE INDIVIDUALI E LAVORATORI AUTONOMI) ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE (ove non diversamente specificato,

Dettagli

Manuale d uso del Sistema di. e-procurement per le imprese

Manuale d uso del Sistema di. e-procurement per le imprese Manuale d uso del Sistema di e-procurement per le imprese Guida all utilizzo del servizio di Fatturazione Elettronica Data ultimo aggiornamento:16/07/2014 Pagina 1 di 39 Indice 1. INTRODUZIONE E PRINCIPI

Dettagli

CIRCOLARE N. 6/E. Roma, Roma 19 febbraio 2015 Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 6/E. Roma, Roma 19 febbraio 2015 Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 6/E Roma, Roma 19 febbraio 2015 Direzione Centrale Normativa 1.1 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Chiarimenti interpretativi relativi a quesiti posti in occasione degli eventi Videoforum

Dettagli

Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture

Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Dipartimento per le Politiche di Gestione e di Sviluppo delle Risorse Umane DIPRU 3 Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture Vol. 3 - Il contratto

Dettagli

TITOLO V - Capitolo 5 ATTIVITÀ DI RISCHIO E CONFLITTI DI INTERESSE NEI CONFRONTI DI SOGGETTI COLLEGATI DISPOSIZIONI DI CARATTERE GENERALE

TITOLO V - Capitolo 5 ATTIVITÀ DI RISCHIO E CONFLITTI DI INTERESSE NEI CONFRONTI DI SOGGETTI COLLEGATI DISPOSIZIONI DI CARATTERE GENERALE TITOLO V - Capitolo 5 ATTIVITÀ DI RISCHIO E CONFLITTI DI INTERESSE NEI CONFRONTI DI SOGGETTI COLLEGATI SEZIONE I DISPOSIZIONI DI CARATTERE GENERALE 1. Premessa La disciplina delle operazioni con parti

Dettagli

STATUTO della "Cooperativa Edilizia POLIZIA Società Cooperativa a r.l. TITOLO I COSTITUZIONE, SEDE E DURATA DELLA COOPERATIVA ARTICOLO 1

STATUTO della Cooperativa Edilizia POLIZIA Società Cooperativa a r.l. TITOLO I COSTITUZIONE, SEDE E DURATA DELLA COOPERATIVA ARTICOLO 1 STATUTO della "Cooperativa Edilizia POLIZIA Società Cooperativa a r.l. TITOLO I COSTITUZIONE, SEDE E DURATA DELLA COOPERATIVA ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E SEDE E' costituita con sede nel Comune di BOLOGNA

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF )

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) (modello di amministrazione e controllo tradizionale) Emittente: SALINI

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

P.A.R. F.A.S. REGIONE TOSCANA Linea di Azione 1.1.a.3 SOSTEGNO A PROGETTI DI RICERCA IN MATERIA DI SCIENZE SOCIO ECONOMICHE E UMANE

P.A.R. F.A.S. REGIONE TOSCANA Linea di Azione 1.1.a.3 SOSTEGNO A PROGETTI DI RICERCA IN MATERIA DI SCIENZE SOCIO ECONOMICHE E UMANE P.A.R. F.A.S. REGIONE TOSCANA Linea di Azione 1.1.a.3 SOSTEGNO A PROGETTI DI RICERCA IN MATERIA DI SCIENZE SOCIO ECONOMICHE E UMANE LINEE GUIDA PER LA RENDICONTAZIONE versione 3-24.01.2011 1 PREMESSA...

Dettagli

NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA

NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI * * * * NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA E SCUOLE NUOTO FEDERALI * * * * STAGIONE 2014 2015 APPROVATA CON DELIBERA C.F. 7/7/2014 AGGIORNATA AL 07/10/2014 INDICE

Dettagli