UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II. Firmatari: MANFREDI Gaetano. DR/2015/1389 del 27/04/2015 SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II. Firmatari: MANFREDI Gaetano. DR/2015/1389 del 27/04/2015 SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE"

Transcript

1 Ripartizione Relazioni Studenti IL RETTORE VISTO il D.M. 10 settembre 2010, n. 249 Regolamento concernente: Definizione della disciplina dei requisiti e delle modalità della formazione iniziale degli insegnanti della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e secondo grado, ai sensi dell art.2, comma 416, della Legge 24 dicembre 2007, n. 244 ; VISTO il decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della Ricerca 4 aprile 2011, n. 139 «Attuazione decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della Ricerca 10 settembre 2010, n. 249, recante regolamento concernente la "formazione iniziale degli insegnanti"»; VISTO il decreto del Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca 8 novembre 2011 recante la Disciplina per la determinazione dei contingenti del personale della scuola necessario per lo svolgimento dei compiti tutoriali, la loro ripartizione tra le università e le istituzioni dell alta formazione artistica, musicale e coreutica, e i criteri per la selezione degli aspiranti a tali compiti, in attuazione dell articolo 11, comma 5, del decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della Ricerca 10 settembre 2010, n.249 ; VISTO il Decreto Ministeriale 16 maggio 2014, n. 312 con il quale è stata indetta, per l A.A , la selezione per l accesso ai corsi di Tirocinio formativo attivo (TFA) per il conseguimento dell abilitazione per l insegnamento nella scuola secondaria di I e di II grado, in particolare l allegato A, che definisce a livello regionale i posti da mettere a concorso per le relative classi; VISTA la convenzione per l istituzione, l organizzazione e la gestione dei corsi di Tirocinio Formativo Attivo, stipulata in data 6 ottobre 2011, dai seguenti Atenei campani: Università degli Studi di Napoli Federico II, Seconda Università di Napoli, Università degli Studi di Napoli Parthenope, Università degli Studi di Napoli L Orientale, Università degli Studi di Napoli Suor Orsola Benincasa, Università degli Studi di Salerno, Università degli Studi del Sannio, con la quale veniva previsto che ciascuno degli Atenei aderenti avrebbe operato autonomamente sia sotto il profilo organizzativo-concorsuale che per quello di svolgimento delle attività formative, nell ambito dei posti a ciascuno attribuiti; VISTO il verbale del CUR del 25 giugno 2014, così come integrato e rettificato nella seduta del 22 settembre 2014, con il quale, in virtù della convenzione stipulata in data 6 ottobre 2011 sopra citata, si è provveduto a suddividere fra gli Atenei campani i posti assegnati col D.M. 16 maggio 2014 n. 312; VISTO il D.R. n del 10 luglio 2014, con il quale è stato istituito il II Ciclo del TFA presso l Università degli Studi di Napoli Federico II; PRESO ATTO che il CUR ha assegnato all Università degli Studi di Napoli Federico II n. 738 posti per le iscrizioni ai corsi di Tirocinio Formativo Attivo, così ripartiti tra le diverse classi di abilitazioni : 1

2 CLASSE DI ABILITAZIONE DESCRIZIONE TOTALE POSTI FEDERICO II A033 Tecnologia 50 Ambito disciplinare 4 classi A043- A050 (codice Cineca AC05) A059 A002 Italiano, storia e geografia nella scuola secondaria di I grado - Materie Letterarie negli Istituti di istruzione secondaria di II grado Matematica e scienze nella scuola secondaria di I grado Anatomia, fisiopatologia oculare e laboratorio di misure oftalmiche A011 Arte mineraria 1 A012 Chimica agraria A013 Chimica e tecnologie chimiche 24 A019 Discipline giuridiche ed economiche A034 Elettronica 22 A035 Elettrotecnica ed applicazioni 16 A037 Filosofia e storia 58 A038 Fisica 24 A040 Igiene, anatomia, fisiologia, patologia generale e dell apparato masticatorio A047 Matematica 44 A049 Matematica e Fisica 54 A051 A052 Materie letterarie e latino nei licei e nell istituto magistrale Materie letterarie, latino e greco nel liceo classico A054 Mineralogia e geologia A057 Scienza degli alimenti 22 A058 Scienze e meccanica agraria, tecniche di gestione aziendale, fitopatologia ed entomologia agraria 2 8

3 A060 A074 Scienze naturali, chimica e geografia, microbiologia Zootecnica e scienza della produzione animale 35 3 VISTO il D.R. n del 14 novembre 2014, con il quale è stato emanato il bando di prosecuzione della procedura concorsuale pubblica, per titoli ed esami per l ammissione al Tirocinio Formativo Attivo (T.F.A.) presso l Università degli Studi di Napoli Federico II, a n. 738 posti, suddivisi come indicato nella tabella di cui sopra; VISTO il Decreto del Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca, 8 novembre 2011, recante la disciplina per la determinazione dei contingenti del personale della scuola necessario per lo svolgimento dei compiti tutoriali, la loro ripartizione tra le università e le istituzioni dell alta formazione artistica, musicale e coreutica, e i criteri per la selezione degli aspiranti a tali compiti, in attuazione dell articolo 11, comma 5, del decreto 10 settembre 2010, n. 249; VISTO il Decreto del Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e della Finanze, 7 luglio 2014, n. 548 ed in particolare l articolo 3, comma 1, che rinvia ad un successivo decreto le disposizioni relative al contingente dei tutor coordinatori da assegnare al secondo ciclo di Tirocinio Formativo Attivo ; VISTO il Decreto del Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca 24 dicembre 2014, n. 966, con il quale viene, fra l altro, stabilito: 1) il riparto a livello regionale del contingente di personale docente in servizio nelle istituzioni scolastiche, da utilizzare presso le università per la funzione di tutor coordinatore (comma 1), attribuendo alla Regione Campania 102 unità (allegato); 2) la competenza degli Uffici Scolastici Regionali ad effettuare l ulteriore ripartizione fra gli atenei (comma 2); 3) la possibilità per le istituzioni accademiche di confermare o revocare gli incarichi di tutor coordinatore già conferiti nell ambito del I ciclo del TFA e provvedere all indizione, entro il 19 gennaio 2015, delle selezioni per la copertura dei posti vacanti (comma 3); VISTA la nota MIUR, prot.n. 319 del , con la quale, preso atto che...nella grande maggioranza dei casi, gli idonei sono... inferiori al numero di posti disponibili per singola classe di concorso... e che...negli altri casi, che riguardano gli accorpamenti o le classi di maggiore numerosità, i resti sono più che sufficienti alla compensazione...,...appare opportuno, a tutela dei candidati inseriti nelle graduatorie di merito del presente TFA II ciclo, autorizzare sin da ora le istituzioni accademiche a procedere all immatricolazione dei predetti candidati oltre i limiti a suo tempo determinati... ; 3

4 VISTO il verbale del CUR per il TFA Tavolo dei delegati dei Rettori e dei referenti amministrativi per il TFA relativo alla seduta del 25 febbraio 2015, nella quale con riguardo alla problematica dei tutor coordinatori (punto 4) veniva deliberato che Il tavolo procede ad effettuare una ricognizione dei tutor coordinatori vincitori ed idonei nei concorsi banditi in occasione del I ciclo TFA da trasmettere all USR, ai fini della ripartizione dei 102 posti assegnati con decreto ministeriale alla Campania. Nelle more delle conferme dei semiesoneri per i tutor già individuati e della determinazione dell eventuale incremento necessario a seguito delle iscrizioni dei soprannumerari, gli Atenei interessati procederanno ad emanare i bandi per la nomina di tutor nelle classi di nuova attivazione. ; TENUTO CONTO,pertanto, che è stata espressa la volontà di richiedere la conferma dei tutor già selezionati per il I ciclo del TFA e che solo in alcune classi di abilitazione, attive per il II ciclo in questo Ateneo, non sono già presenti tali figure, in quanto le classi medesime non erano state attivate per il I ciclo; CONSIDERATO necessario, quindi, dare avvio alla procedura di selezione dei tutor coordinatori almeno per le classi di abilitazione A057, A058 ed A074, per le quali non sono state nominate analoghe figure relativamente allo svolgimento dei corso del TFA I ciclo -, ciò al fine di consentire l inizio dei corsi del TFA all esito della relativa procedurale concorsuale, nelle more anche della determinazione del contingente dei tutor da parte dell USR Campania e della definizione totale degli iscritti al TFA a seguito dell ammissione ai corsi di tutti gli idonei alla procedura concorsuale e degli iscritti in soprannumero al TFA, così come previsto dai DD.MM sopra citati; VISTO il D.R. n. 639 del 9 marzo 2015, con il quale è stato emanato il bando di selezione pubblica, per titoli ed esame orale (colloquio) - anno accademico 2014/ per l individuazione del personale docente in servizio nelle istituzioni scolastiche secondarie del sistema nazionale di istruzione, in regime di semi esonero, per lo svolgimento dei compiti di tutore coordinatore di cui all art. 11, comma 2, del DM 10 settembre 2010, n. 249, nell ambito dei corsi di Tirocinio Formativo Attivo relativamente alle classi di abilitazione A057, A058, A074, attivate, nell anno accademico 2014/2015, dall Università degli Studi Federico II di Napoli; CONSIDERATO che decorso il termine di scadenza (27 marzo u.s.) per la presentazione delle domande di partecipazione alla selezione per l individuazione del personale docente di cui sopra, è risultato che è stata presentata una sola domanda relativa alla classe di abilitazione A058; VISTO il D.R. n. 943 del 31 marzo 2015, con il quale è stato riaperto il termine per la presentazione delle domande di partecipazione alla selezione, già indetta con D.R. n. 639 del 9 marzo 2015, per titoli ed esame orale (colloquio) a.a. 2014/2015 limitatamente alle classi di abilitazione A057 e A074, per l individuazione del personale docente in servizio nelle istituzioni scolastiche secondarie del sistema nazionale di istruzione, in regime di semi esonero, per lo svolgimento dei compiti di tutore coordinatore di cui all art. 11, comma 2, 4

5 del DM 10 settembre 2010, n. 249, nell ambito dei corsi di Tirocinio Formativo Attivo; CONSIDERATO che decorso il termine di scadenza (15 aprile u.s.) per la presentazione delle domande di partecipazione alla selezione per l individuazione del personale docente di cui sopra, è risultato che è stata presentata una sola domanda relativa alla classe di abilitazione A074; RITENUTO pertanto indispensabile procedere all immediata riapertura del termine di presentazione delle domande di partecipazione alla selezione per l individuazione del personale docente di cui sopra relativamente alla classe di abilitazione A057, per la quale non sono pervenute domande; DECRETA Art. 1 Attivazione 1. E riaperto il termine per la presentazione delle domande di partecipazione alla selezione, già indetta con D.R. n. 639 del 9 marzo 2015 e reiterata con D.R. n. 943 del 31 marzo 2015, per titoli ed esame orale (colloquio) a.a. 2014/2015 limitatamente alla sotto indicata classe di abilitazione A057, allo scopo di individuare personale docente in servizio nelle istituzioni scolastiche secondarie del sistema nazionale di istruzione, in regime di semi esonero, per lo svolgimento dei compiti di tutore coordinatore di cui all art. 11, comma 2, del DM 10 settembre 2010, n. 249, nell ambito dei corsi di Tirocinio Formativo Attivo attivati nell a.a. 2014/2015 dall Università degli Studi Federico II di Napoli CLASSE DI ABILITAZIONE A057 DESCRIZIONE Scienza degli alimenti CODICE DI RIFERIMENTO DEL CONCORSO Cod.rif. tutor/1 2. Ai sensi dell art. 1, comma 3, del DM 8 novembre 2011, il contingente di tutor coordinatori da individuare è determinato assicurando la presenza di un tutor ogni 15 corsisti o frazione. Compete all Ufficio Scolastico Regionale per la Campania stabilire i contingenti relativi all a.a. 2014/2015. Qualora il corso non venga attivato o venga disattivato per una data classe di abilitazione, quale ne sia la causa, il presente concorso non verrà portato a compimento per la relativa classe. Articolo 2 Caratteristiche dell incarico di Tutor coordinatore 1. I compiti tutoriali del personale saranno svolti secondo le modalità stabilite dall art. 10 comma 4 e dall art. 11 comma 2 del Decreto MIUR 249 del 2010 e 5

6 successive modifiche ed integrazioni. 2. L'incarico di tutor coordinatore comporta l esonero parziale dall insegnamento nella scuola. Esso ha la durata massima di quattro anni, prorogabile solo per un ulteriore anno, ed è soggetto a conferma annuale previa valutazione dei parametri di cui al comma 7 dell art. 11 del DM 249/2010. Un ulteriore incarico di tutor coordinatore può essere conferito alla stessa persona solo dopo un anno dalla cessazione del precedente incarico. Il personale eventualmente revocato dall incarico di tutor coordinatore, a seguito della valutazione di cui al primo comma del presente articolo, non può partecipare alle selezioni per il medesimo ruolo nei successivi cinque anni. L incarico di tutor coordinatore è incompatibile con la contemporanea fruizione di incarichi, distacchi, comandi, od ogni altra forma di utilizzazione prevista in materia dalla vigente normativa. In caso di mancata attivazione dei percorsi di Tirocinio Formativo Attivo il personale in semiesonero rientra in servizio nelle sedi di titolarità. L orario di servizio previsto per i tutor coordinatori presso le istituzioni scolastiche di appartenenza sarà articolato secondo quanto disposto dall art. 4 del D.M. 8 novembre Articolo 3 Requisiti di ammissione 1. Possono presentare domanda di partecipazione alla selezione per l attribuzione dell incarico di tutor coordinatore i docenti in servizio a tempo indeterminato presso le scuole secondarie di primo o di secondo grado da almeno cinque anni, di cui almeno tre con insegnamento effettivo nella classe di abilitazione di riferimento negli ultimi dieci anni, che abbiano svolto attività documentata in almeno tre degli ambiti previsti dalla tabella 2 allegato A del D.M. 8 novembre 2011, e precisamente: a) esercizio della funzione di supervisore del tirocinio nei corsi di laurea in Scienze della formazione primaria, nelle Scuole di specializzazione all'insegnamento superiore e nei percorsi di cui ai decreti del Ministro dell'istruzione, dell'università e della Ricerca 7 ottobre 2004, n. 82, e 28 settembre 2007, n. 137; b) insegnamento ovvero conduzione di gruppi di insegnanti in attività di formazione in servizio nell'ambito di offerte formative condotte da soggetti accreditati dal MIUR e della durata di almeno 10 ore; c) esercizio della funzione di docente accogliente nei corsi di laurea in Scienze della formazione primaria, nelle Scuole di specializzazione all'insegnamento superiore e nei percorsi di cui ai decreti del Ministro dell'istruzione, dell'università e della Ricerca 7 ottobre 2004, n. 82, e 28 settembre 2007, n. 137; d) tutor o formatore in iniziative di formazione del personale docente organizzate dal MIUR ovvero dall'ansas; e) insegnamento ovvero conduzione di laboratori didattici presso i corsi di laurea in Scienze della formazione primaria, nelle Scuole di specializzazione 6

7 all'insegnamento superiore e nei percorsi di cui ai decreti del Ministro dell'istruzione, dell'università e della Ricerca 7 ottobre 2004, n. 82, e 28 settembre 2007, n. 137; f) partecipazione a gruppi di ricerca didattica gestiti dall'università o da enti pubblici di ricerca; g) pubblicazioni di ricerca disciplinare ovvero didattico/metodologica, anche di natura trasversale alle discipline, ovvero sulla formazione docente; h) partecipazione a progetti di sperimentazione ai sensi degli articoli 277 e 278 del decreto legislativo n. 297/1994; i) titolo di dottore di ricerca in didattica; j) attività di ricerca ovvero di insegnamento nelle Università o nelle Istituzioni dell'alta formazione artistica, musicale e coreutica o in percorsi preposti alla formazione didattica e disciplinare degli insegnanti; k) direzione di corsi finalizzati alla formazione di tutor ovvero alla formazione e all'aggiornamento didattico svolti presso le Università, le Istituzioni AFAM o Enti accreditati dal Ministero; l) avere seguito corsi di formazione per il personale scolastico all'estero nell'ambito di programmi comunitari (Long Life Learning Programme, Leonardo Da Vinci, Pestalozzi). 2. I requisiti e i titoli di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza stabilita nel bando per la presentazione della domanda. I candidati sono ammessi al concorso con riserva. L'Amministrazione può disporre, con decreto rettorale motivato, in qualunque fase della procedura concorsuale, l'esclusione o decadenza del candidato per difetto dei requisiti di ammissione prescritti dalla vigente normativa, nonché per erronea o parziale dichiarazione degli stessi. L esclusione ed il motivo della stessa sono comunicati al candidato a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento. L'Amministrazione si riserva di accertare, in ogni fase della procedura, la veridicità delle dichiarazioni sostitutive di certificazioni o di atti di notorietà rese dai candidati, ai sensi della suindicata normativa. Si fa presente, altresì, che le dichiarazioni mendaci e false sono punibili ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia. Articolo 4 Domanda di ammissione 1. La domanda di ammissione dovrà essere presentata, a pena di esclusione, entro e non oltre il termine perentorio delle ore del giorno 8 maggio 2015, utilizzando il modulo allegato al presente bando e corredata dalla documentazione attestante il possesso dei requisiti indicati al precedente articolo 3. La domanda di partecipazione (unitamente ai relativi allegati) dovrà essere 7

8 presentata o fatta pervenire, in plico chiuso, all Università degli Studi di Napoli Federico II Ufficio Protocollo ed Archivio Settore Smistamento Corso Umberto I - Edificio Centrale , Napoli (giorni ed orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00, nonché dalle ore alle ore del martedì e del giovedì), a pena di esclusione entro e non oltre le ore del giorno 8 maggio Non saranno ammesse le domande pervenute oltre il termine sopra citato, anche se spedite antecedentemente e, pertanto, non farà fede il timbro a data dell ufficio postale accettante ma la data di ricezione della domanda presso l Ateneo. Sull involucro del plico devono risultare cognome, nome, indirizzo del concorrente e la dicitura: selezione per titoli ed esame orale - a.a. 2014/ per tutor coordinatori della classe di abilitazione, cod.rif.tutor/ (indicare il codice di riferimento del concorso) E possibile presentare distinta domanda per più classi di abilitazione. L'Amministrazione non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatta indicazione del recapito da parte del candidato, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o in ogni modo imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. 2. Nella domanda, redatta in carta semplice utilizzando il modulo allegato (*), il candidato dovrà indicare, pena l esclusione dalla partecipazione alla selezione: a) cognome e nome, data e luogo di nascita, luogo di residenza ed eventuale domicilio eletto ai fini della presente selezione, recapito telefonico ed indirizzo di posta elettronica; b) distretto scolastico presso il quale presta attualmente servizio con indicazione dell Istituto scolastico ove presta servizio; c) di aver svolto almeno cinque anni di servizio a tempo indeterminato di cui almeno tre di insegnamento effettivo nella classe di abilitazione di riferimento negli ultimi dieci anni; d) di aver svolto attività documentata in almeno tre degli ambiti previsti dalla tabella 2 allegato A del D.M. 8 novembre 2011; e) la classe di abilitazione per le quali intende partecipare alla selezione ed il codice di riferimento del concorso. 3. Alla domanda (modulo all.) i candidati dovranno altresì allegare: 1. eventuali pubblicazioni (*) strettamente inerenti ai contenuti disciplinari della classe di abilitazione di cui si chiede la valutazione; 2. elenco descrittivo della documentazione presentata; 3..copia fronte/retro di un proprio documento di riconoscimento in corso di validità, debitamente firmata. (*) Si precisa che: AVVERTENZE 8

9 1) Le dichiarazioni di cui al modulo allegato, se correttamente rese, hanno valore di autocertificazione (ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 e successive modificazioni ed integrazioni) delle attività svolte valide ai fini dei requisiti di ammissione e dei titoli valutabili, ai sensi del bando di concorso in oggetto e della normativa ivi richiamata. Quindi, il candidato dovrà fornire con precisione tutti gli elementi necessari per consentire all Amministrazione le opportune verifiche ed alle Commissioni la valutazione dei titoli. Il dichiarante è penalmente responsabile in caso di dichiarazione mendace (art. 76, D.P.R. del n. 445). Il dichiarante mendace decade dai benefici eventualmente conseguiti per effetto del provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera (art. 75, D.P.R. del 28/12/2000 n.445). 2) su ciascuna pubblicazione presentata dovranno essere apposti il cognome ed il nome del candidato; inoltre, in caso di più autori di uno stesso lavoro, dovrà essere evidenziato il cognome del candidato. Le pubblicazioni, inoltre, andranno certificate, a pena di non valutazione, secondo una delle modalità di seguito indicate: a) in copia autentica; b)in fotocopia, con annessa dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi degli artt. 19 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modificazioni ed integrazioni, che ne attesti la conformità all originale. La dichiarazione del candidato dovrà essere sottoscritta e presentata unitamente alla copia del documento di riconoscimento, ovvero resa in calce alla fotocopia del documento stesso di cui si attesta la conformità all originale. Ai sensi della vigente normativa, i candidati portatori di handicap, che necessitino di ausilio durante l espletamento la prova, dovranno farne espressa richiesta nella domanda di partecipazione al concorso, pena l inapplicabilità del beneficio, specificando il tipo di ausilio necessario, producendo altresì una certificazione medicosanitaria dalla quale si evinca il tipo di handicap posseduto. 4. I candidati dovranno comunicare con la massima tempestività ogni variazione dei dati riportati nella domanda. I candidati, purché cittadini comunitari, possono dimostrare il possesso dei titoli mediante autocertificazione resa secondo quanto stabilito dal D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 e succ. mod. ed int. L Amministrazione si riserva la facoltà di procedere a idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive. Articolo 5 Commissione di valutazione 1. Il Rettore provvede con proprio decreto alla nomina di un apposita Commissione di valutazione per l esame delle candidature presentate entro il termine sopra indicato. Articolo 6 Valutazione dei titoli e prova d esame 1. La selezione per l individuazione dei tutor coordinatori è per titoli ed esame orale (colloquio). 9

10 Ai fini della formulazione della graduatoria di merito, la Commissione giudicatrice ha a disposizione per ciascun candidato 100 punti, dei quali 50 per la valutazione dei titoli e 50 per la prova orale. 2. Il punteggio dei titoli sarà così ripartito: a) esercizio della funzione di supervisore del tirocinio nei corsi di laurea in Scienze della formazione primaria, nelle Scuole di specializzazione all'insegnamento superiore e nei percorsi di cui ai decreti del Ministro dell'istruzione, dell'università e della Ricerca 7 ottobre 2004, n. 82, e 28 settembre 2007, n. 137 (punti 6); b) insegnamento ovvero conduzione di gruppi di insegnanti in attività di formazione in servizio nell'ambito di offerte formative condotte da soggetti accreditati dal MIUR e della durata di almeno 10 ore (punti 2); c) esercizio della funzione di docente accogliente nei corsi di laurea in Scienze della formazione primaria, nelle Scuole di specializzazione all'insegnamento superiore e nei percorsi di cui ai decreti del Ministro dell'istruzione, dell'università e della Ricerca 7 ottobre 2004, n. 82, e 28 settembre 2007, n. 137 (punti 2); d) tutor o formatore in iniziative di formazione del personale docente organizzate dal MIUR ovvero dall'ansas (3 punti); e) insegnamento ovvero conduzione di laboratori didattici presso i corsi di laurea in Scienze della formazione primaria, nelle Scuole di specializzazione all'insegnamento superiore e nei percorsi di cui ai decreti del Ministro dell'istruzione, dell'università e della Ricerca 7 ottobre 2004, n. 82, e 28 settembre 2007, n. 137 (punti 6); f) partecipazione a gruppi di ricerca didattica gestiti dall'università o da Enti pubblici di ricerca (punti 3); g) pubblicazioni di ricerca disciplinare ovvero didattico/metodologica, anche di natura trasversale alle discipline, ovvero sulla formazione docente (da punti 1 a punti 5); h) partecipazione a progetti di sperimentazione ai sensi degli articoli 277 e 278 del decreto legislativo n. 297/1994 (punti 2); i) titolo di dottore di ricerca in didattica (punti 6); j) attività di ricerca ovvero di insegnamento nelle Università o nelle Istituzioni dell'alta formazione artistica, musicale e coreutica o in percorsi preposti alla formazione didattica e disciplinare degli insegnanti (punti 3); k) direzione di corsi finalizzati alla formazione di tutor ovvero alla formazione e all'aggiornamento didattico svolti presso le Università, le Istituzioni AFAM o Enti accreditati dal Ministero (punti 6); l) avere seguito corsi di formazione per il personale scolastico all'estero nell'ambito di programmi comunitari (Long Life Learning Programme, Leonardo Da Vinci, Pestalozzi) (punti 6). 3. Ai sensi del D.M tabella all. 2, al colloquio è ammesso, sulla base della graduatoria risultante dalla sommatoria dei titoli valutati, un numero massimo di 10

11 candidati pari al doppio dei posti disponibili, determinato tra l altro tenendo conto della citata determinazione del contingente dei tutor, della definizione degli iscritti al TFA a seguito del concorso e degli iscritti in soprannumero al TFA, ai sensi dell art. 15 comma 17 del D.M. 249 del e dell art. 1 comma 19 del D.M , come indicato in premessa. Il colloquio, cui potrà essere attribuito un punteggio massimo pari a 50, sarà volto, tra l altro, a valutare le capacità di organizzazione, di relazione con i docenti e con le autorità scolastiche ed il percorso professionale del docente, valutandone la congruità rispetto al ruolo di tutor coordinatore. 4. La graduatoria dei titoli valutati e l elenco degli ammessi al colloquio verranno pubblicati, solo ed esclusivamente, informaticamente all Albo Ufficiale dell Università degli Studi di Napoli Federico II, presente nel sito web di Ateneo all indirizzo come previsto all art. 9 del presente bando entro il 12 maggio Il colloquio si svolgerà il giorno 13 maggio 2015 nella sede ed all orario che verranno comunicati nell avviso di cui sopra. Il predetto avviso ha valore di notifica nei confronti dei candidati e non saranno inoltrate comunicazioni personali agli interessati, ai sensi del successivo art. 9. Pertanto, i candidati ammessi che non abbiano ricevuto comunicazione personale dell esclusione dalla procedura, dovranno presentarsi, al colloquio (senza alcun ulteriore preavviso) nei giorni, nell ora e nelle sedi specificate nei singoli avvisi di convocazione, a pena di esclusione, muniti di uno dei seguenti documenti validi di riconoscimento: carta d'identità, patente automobilistica munita di fotografia, passaporto, tessera postale, tessera di riconoscimento rilasciata dalle Amministrazioni dello Stato, porto d'arma. L'assenza del candidato al colloquio sarà considerata come rinuncia alla selezione, qualunque ne sia la causa. Articolo 7 Graduatoria finale 1. La Commissione provvederà a redigere la graduatoria finale degli idonei sommando per ciascun candidato il punteggio dei titoli con quello ottenuto nel colloquio di valutazione. L Amministrazione, accertata la regolarità delle procedure concorsuali, approva gli atti e le sopracitate graduatorie di merito con decreto rettorale, che verrà pubblicato informaticamente all Albo Ufficiale dell Università degli Studi di Napoli Federico II presente nel sito web di Ateneo all indirizzo come previsto all art. 9 del presente bando. A parità di merito prevale il candidato minore di età ai sensi della vigente normativa. 2. I candidati utilmente collocati in graduatoria, e nel limite dei posti disponibili, verranno chiamati a svolgere la loro attività entro il termine che sarà comunicato dall Amministrazione universitaria. Nel termine suddetto, il candidato dovrà presentare i documenti e gli attestati richiesti dall'università, compreso l attestato di esonero parziale rilasciato dall Amministrazione 11

12 dove presta servizio; se nel citato termine, per qualunque causa, il candidato non si presentasse, l'università potrà chiamare il candidato che segue nella graduatoria di merito, cui si potrà attingere anche per eventuali sostituzioni o surroghe. Concluse le procedure di valutazione, l Università comunicherà le conseguenti graduatorie agli Uffici scolastici territoriali interessati, anche al fine della modifica del contratto individuale di lavoro. Art. 8 Accesso agli atti, trattamento dei dati personali e responsabile del procedimento 1. Ai candidati è garantito il diritto di accesso alla documentazione inerente il procedimento di cui al presente bando, a norma della vigente normativa. Tale diritto potrà essere esercitato secondo le modalità stabilite con il Regolamento di Ateneo, approvato con D.R. n del 17 giugno 1998 e successive modificazioni ed integrazioni. 2. Ai sensi dell art. 13 del D. Lgs n. 196 del , si informa che all Università compete il trattamento dei dati personali dei candidati in conformità alle previsioni del Regolamento interno di attuazione del codice di protezione dei dati personali utilizzati dall università, emanato con D.R. n del e successive modificazioni ed integrazioni. I dati sono raccolti presso l Ateneo che ha sede in Corso Umberto I, Napoli. Il trattamento dei suddetti dati avverrà esclusivamente per le finalità di cui al presente bando. Il conferimento dei dati personali è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione alla selezione, pena l esclusione dalle procedure di selezione. I dati personali forniti dai candidati possono essere comunicati dall Università al Ministero per le finalità istituzionali proprie. Ai candidati sono riconosciuti i diritti di cui all articolo 7 del citato decreto legislativo n. 196/2003, in particolare il diritto di accesso ai dati che li riguardano e il diritto di ottenerne l aggiornamento o la cancellazione se erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto, per motivi legittimi, di opporsi al loro trattamento. Tali diritti possono essere fatti valere nei confronti dell Università, titolare del trattamento, che ha sede in Corso Umberto I, Napoli. 3. Il Dirigente della Ripartizione Relazione Studenti dell Università degli Studi di Napoli Federico II è responsabile di ogni adempimento inerente il procedimento di cui al presente bando che non sia di competenza della commissione giudicatrice. Per quanto non previsto dal presente articolo, si rinvia alle disposizioni dettate dalla legge n. 241/90 ed al Regolamento di attuazione approvato con D.R. n del 17 giugno 1998 e successive modificazioni ed integrazioni. 12

13 Art. 9 Pubblicità degli atti della procedura selettiva 1. Il presente bando e tutti gli atti ad esso collegati saranno resi noti esclusivamente mediante pubblicazione all Albo Ufficiale dell Università degli Studi di Napoli Federico II, presente nel sito web di Ateneo La pubblicazione informatica all Albo Ufficiale di Ateneo ha valore di notifica ufficiale a tutti gli effetti e non saranno inoltrate comunicazioni personali agli interessati. Art. 10 Rinvio 1. Per quanto non espressamente previsto dal presente bando si rinvia alla normativa in vigore ed in particolare le norme vigenti in tema di pubbliche selezioni e quanto disposto nel D.M. n. 249/2010 e successive modifiche ed integrazioni. Responsabile del procedimento: Il Dirigente della Ripartizione: Relazioni Studenti Dott. Maurizio TAFUTO Unità organizzativa responsabile del procedimento: Ripartizione: Relazioni Studenti IL RETTORE Gaetano Manfredi 13

14 MODULO DOMANDA/AUTOCERTIFICAZIONE REQUISITI E TITOLI OGGETTO: Al Magnifico Rettore dell Università degli Studi di Napoli Federico II Ripartizione Relazioni Studenti Corso Umberto I, Napoli selezione per titoli ed esame orale (colloquio) - anno accademico 2014/ per l individuazione del personale docente in servizio nelle istituzioni scolastiche secondarie del sistema nazionale di istruzione, in regime di semi esonero, per lo svolgimento dei compiti di Tutore Coordinatore nei corsi di Tirocinio Formativo Attivo II ciclo -: domanda di ammissione e autocertificazione dei requisiti di ammissione e titoli valutabili Il/la sottoscritto/a, nato/a il,cf,residente a alla via,e.mail, tel. allegato al IN SERVIZIO PRESSO L ISTITUTO (indirizzo e recapito telefonico della scuola di servizio) DAL DISTRETTO SCOLASTICO (indirizzo, recapito telefonico e mail della sede di Direzione/Presidenza) consapevole delle sanzioni penali previste in caso di dichiarazione mendace e della decadenza dai benefici eventualmente conseguiti per effetto del provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera (artt. 75 e 76 del D.P.R. 28 Dicembre 2000, n. 445), presa visione del bando di concorso ed accettate tutte le condizioni e prescrizioni in esso previste, chiede di essere ammesso alla selezione per titoli ed esame orale (colloquio) -anno accademico 2014/2015- classe di abilitazione cod. rif. Tutor/ per l individuazione del personale docente in servizio nelle istituzioni scolastiche secondarie del sistema nazionale di istruzione, in regime di semi esonero, per lo svolgimento dei compiti di Tutore Coordinatore nei corsi di Tirocinio Formativo Attivo attivati dall Università degli studi di Napoli Federico II. 1

15 A tal fine, ai sensi bando in oggetto e delle disposizioni ivi richiamate, il/la sottoscritto/a: dichiara (*) 1) di aver svolto almeno cinque anni di servizio a tempo indeterminato presso le scuole secondarie di primo o di secondo grado da almeno cinque anni, di cui almeno tre con insegnamento effettivo nella classe di abilitazione di riferimento negli ultimi dieci anni; 2) di aver svolto attività documentata in almeno tre degli ambiti previsti dalla tabella 2 allegato A del D.M. 8 novembre 2011 ed in particolare nei seguenti: Avvertenza: barrare le voci che interessano e rendere correttamente, ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 e succ. mod. ed int., la autocertificazione in merito ai requisiti di ammissione ed ai titoli posseduti di cui chiede la valutazione. allegato al esercizio della funzione di supervisore del tirocinio nei corsi di laurea in Scienze della formazione primaria, nelle Scuole di specializzazione all'insegnamento superiore e nei percorsi di cui ai decreti del Ministro dell'istruzione, dell'università e della Ricerca 7 ottobre 2004, n. 82, e 28 settembre 2007, n. 137 ; insegnamento ovvero conduzione di gruppi di insegnanti in attività di formazione in servizio nell'ambito di offerte formative condotte da soggetti accreditati dal MIUR e della durata di almeno 10 ore; ; esercizio della funzione di docente accogliente nei corsi di laurea in Scienze della formazione primaria, nelle Scuole di specializzazione all'insegnamento superiore e nei percorsi di cui ai decreti del Ministro dell'istruzione, dell'università e della Ricerca 7 ottobre 2004, n. 82, e 28 settembre 2007, n. 137; ; tutor o formatore in iniziative di formazione del personale docente organizzate dal MIUR ovvero dall'ansas; ; insegnamento ovvero conduzione di laboratori didattici presso i corsi di laurea in Scienze della formazione primaria, nelle Scuole di specializzazione all'insegnamento superiore e nei percorsi di cui ai decreti del Ministro dell'istruzione, dell'università e della Ricerca 7 ottobre 2004, n. 82, e 28 settembre 2007, n. 137; 2

16 allegato al ; partecipazione a gruppi di ricerca didattica gestiti dall'università o da enti pubblici di ricerca; ; pubblicazioni di ricerca disciplinare ovvero didattico/metodologica, anche di natura trasversale alle discipline, ovvero sulla formazione docente; ; partecipazione a progetti di sperimentazione ai sensi degli articoli 277 e 278 del decreto legislativo n. 297/1994; ; titolo di dottore di ricerca in didattica; ; attività di ricerca ovvero di insegnamento nelle Università o nelle Istituzioni dell'alta formazione artistica, musicale e coreutica o in percorsi preposti alla formazione didattica e disciplinare degli insegnanti; ; direzione di corsi finalizzati alla formazione di tutor ovvero alla formazione e all'aggiornamento didattico svolti presso le Università, le Istituzioni AFAM o Enti accreditati dal Ministero; ; avere seguito corsi di formazione per il personale scolastico all'estero nell'ambito di programmi comunitari (Long Life Learning Programme, Leonardo Da Vinci, Pestalozzi). Il/la sottoscritto/a chiede la valutazione dei titoli posseduti sopra dichiarati e delle pubblicazioni allegate (barrare se non interessa), ai sensi del bando di concorso in oggetto e della normativa ivi richiamata. 3

17 Il/la sottoscritto/a dichiara, altresì: di voler ricevere ogni comunicazione relativa al presente bando di concorso al seguente recapito, impegnandosi a segnalare successive variazioni dello stesso: (indicare via, piazza ecc., numero civico, città, C.A.P., provincia, numero di telefono di rete fissa ed e.mail): di avere/non avere (barrare la voce che interessa) necessità, durante l espletamento della prova orale, del seguente ausilio in quanto portatore di handicap (*).(specificare il tipo di handicap posseduto ed allegare la certificazione sanitaria richiesta ai sensi del bando di in oggetto) Il sottoscritto allega alla presente domanda: 1. pubblicazioni (*) strettamente inerenti ai contenuti disciplinari della classe di abilitazione di cui si chiede la valutazione; (barrare se non interessa); 2. elenco descrittivo della documentazione presentata; 3..copia fronte/retro di un proprio documento di riconoscimento in corso di validità, debitamente firmata. allegato al lì (Luogo) (data) Firma: AVVERTENZE (*) Si precisa che: 1) Le dichiarazioni di cui al presente modulo, se correttamente rese, hanno valore di autocertificazione (ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 e successive modificazioni ed integrazioni) delle attività svolte valide ai fini dei requisiti di ammissione e dei titoli valutabili, ai sensi del bando di concorso in oggetto e della normativa ivi richiamata. Quindi, il candidato dovrà fornire con precisione tutti gli elementi necessari per consentire all Amministrazione le opportune verifiche ed alle Commissioni la valutazione dei titoli. Il dichiarante è penalmente responsabile in caso di dichiarazione mendace (art. 76, D.P.R. del n. 445). Il dichiarante mendace decade dai benefici eventualmente conseguiti per effetto del provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera (art. 75, D.P.R. del 28/12/2000 n.445). 2)E necessario precisare il tipo di handicap posseduto e produrre la relativa certificazione medico-sanitaria. La mancata indicazione della richiesta di ausilio comporta l inapplicabilità dei benefici durante la prova. 3) su ciascuna pubblicazione presentata dovranno essere apposti il cognome ed il nome del candidato; inoltre, in caso di più autori di uno stesso lavoro, dovrà essere evidenziato il cognome del candidato. Le pubblicazioni, inoltre, andranno certificate, a pena di non valutazione, secondo una delle modalità di seguito indicate: a) in copia autentica; b)in fotocopia, con annessa dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi degli artt. 19 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modificazioni ed integrazioni, che ne attesti la conformità all originale. La dichiarazione del candidato dovrà essere sottoscritta e presentata unitamente alla copia del documento di riconoscimento, ovvero resa in calce alla fotocopia del documento stesso di cui si attesta la conformità all originale. INFORMATIVA AI SENSI DELL ART. 13 DEL D. LGVO N. 196/2003.I dati sopra riportati sono utilizzati dall Università al fine di consentire la gestione amministrativa delle varie fasi della procedura concorsuale. Il trattamento dei dati personali acquisiti viene eseguito: in modalità automatizzata (gestione dei dati mediante utilizzo di strumenti informatici) e/o in modalità cartacea (raccolta, registrazione, conservazione, utilizzo dei documenti mediante fascicoli, schede, raccoglitori e archivi). Il conferimento dei dati è necessario in quanto l eventuale rifiuto comporta l impossibilità da parte dell Università di procedere all espletamento dei compiti di cui sopra. I dati personali forniti saranno comunicati a soggetti pubblici o privati solo quando ciò sia previsto dalla legge o dai regolamenti interni di attuazione del Decreto legislativo n. 196/2003. In nessun caso i dati saranno diffusi. L interessato può esercitare i diritti di cui all art. 7 del citato decreto legislativo richiedendo di conoscere i nominativi dei Responsabili del trattamento dei dati, di accedere ai propri dati per conoscerli, verificarne l'utilizzo o, ricorrendone gli estremi, farli correggere, chiederne l'aggiornamento, la rettifica, l'integrazione, la cancellazione od opporsi al loro trattamento. Il Titolare del trattamento dei dati è l Università degli Studi di Napoli Federico. Il Responsabile del trattamento dei dati è il Dirigente della Ripartizione Relazioni Studenti. 4

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

D.D. n. 245 del 11 settembre 2014

D.D. n. 245 del 11 settembre 2014 D.D. n. 245 del 11 settembre 2014 Concorso pubblico, per titoli ed esami, ad un posto di Ricercatore III livello - con contratto di lavoro a tempo determinato, nell ambito del progetto di ricerca Premiale

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI 00187 Roma Via di San Basilio, 72 Tel. +39 06.42.00.84 Fax +39 06.42.00.84.44/5 www.cnpi.it cnpi@cnpi.it C.F. 80191430588 Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati

Dettagli

Art.1 Modalità di accesso

Art.1 Modalità di accesso REGOLAMENTO DISCIPLINANTE I PROCEDIMENTI DI SELEZIONE ED ASSUNZIONE DEL PERSONALE TECNICO ED AMMINISTRATIVO DELL'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI SIENA (Emanato con D.R. n. 418/Uff. Concorsi del 24 aprile 2001,

Dettagli

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a BANDO DI CONCORSO D.M. 5 FEBBRAIO 2014 N.85 MACROAREA DI INGEGNERIA AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO,DIRETTAMENTE FINALIZZATI ALLA FORMAZIONE DI ARCHITETTO INGEGNERIA EDILE ARCHITETTURA

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTU E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTU E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTU E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE Bando per la selezione di 1.526 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale nella Regione

Dettagli

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a BANDO DI CONCORSO D.M. 5 FEBBRAIO 2014 N.85 FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN MEDICINA E CHIRURGIA (CLASSE LM-41) CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo Direzione Generale

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo Direzione Generale Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo Direzione Generale DECRETO n 2228 IL DIRETTORE GENERALE Visto il D.P.R.10.1.1957, n.3 e successive

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO DELLA GIOVENTÙ E DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE Ufficio per il servizio civile nazionale Bando per la selezione di n.18.793 volontari da impiegare in progetti

Dettagli

ADDETTO ALLE AZIENDE AGRARIE

ADDETTO ALLE AZIENDE AGRARIE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA TOSCANA BANDO DI CONCORSO DEL DIRETTORE GENERALE DELLA TOSCANA DECRETO N. 36 FIRENZE, 30 MARZO 2015 INDIZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI

REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI Art. 1 Ambito di applicazione 1. Il presente Regolamento contiene le norme organizzative, amministrative e disciplinari alla cui osservanza sono tenuti

Dettagli

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Prot. 26329/2015 Selezione pubblica per l assunzione a tempo indeterminato di 892 unità per la terza area funzionale, fascia retributiva

Dettagli

Alcune considerazioni sul personale non strutturato del Politecnico di Torino: il caso degli assegnisti di ricerca

Alcune considerazioni sul personale non strutturato del Politecnico di Torino: il caso degli assegnisti di ricerca Alcune considerazioni sul personale non strutturato del Politecnico di Torino: il caso degli assegnisti di ricerca TIPOLOGIE DI LAVORATORI NON STRUTTURATI 1. Assegnista di ricerca con fondi di ateneo 2.

Dettagli

Prot. n. 1250 AOODRBA Reg. Uff. Usc. Potenza, 28 febbraio 2014 IL DIRETTORE GENERALE

Prot. n. 1250 AOODRBA Reg. Uff. Usc. Potenza, 28 febbraio 2014 IL DIRETTORE GENERALE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata Direzione Generale Piazza delle Regioni - 85100 - Potenza - Tel. 0971.449911 - Fax 0971.445103

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA C

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA C Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA C Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, di mobilità regionale ed interregionale tra Aziende ed Enti del Servizio Sanitario, per la copertura

Dettagli

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA DECRETO 10 settembre 2010, n. 249 Regolamento concernente: «Definizione della disciplina dei requisiti e delle modalita' della formazione iniziale

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro

Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro Provincia Autonoma di Trento Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro Testo adottato dalla Giunta Provinciale con deliberazione n. xxxx del xx/xx/xxxx ART. 1. ELENCO ANAGRAFICO DEI LAVORATORI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO E DI DIDATTICA INTEGRATIVA, IL RILASCIO DI AUTORIZZAZIONI PER ATTIVITA ESTERNE DEI PROFESSORI

Dettagli

Direzione generale per lo studente, lo sviluppo e l internazionalizzazione della formazione superiore

Direzione generale per lo studente, lo sviluppo e l internazionalizzazione della formazione superiore Direzione generale per lo studente, lo sviluppo e l internazionalizzazione della formazione superiore Procedure per l accesso degli studenti stranieri richiedenti visto ai corsi di formazione superiore

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con D.R. n.1508 del 31/07/2013) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione Definizioni PARTE

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 3 maggio 1957, n. 686, Norme di esecuzione del T.U. delle disposizioni sullo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con decreto del Presidente

Dettagli

Norme per l accesso degli studenti stranieri ai corsi universitari

Norme per l accesso degli studenti stranieri ai corsi universitari Dipartimento per l Università, l Alta Formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca Direzione Generale per l Università, lo studente e il diritto allo studio universitario Ufficio VIII Norme

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di Napoli Federico II;

IL DIRETTORE. VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di Napoli Federico II; AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI INCARICHI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ DI DOCENZA NELL AMBITO DEL PRECORSO FORMATIVO DAL TITOLO FORMAZIONE DI ESPERTI NELL'IDENTIFICAZIONE E NELLO SVILUPPO DI NUOVI

Dettagli

Circolare n. 5 Roma 26.2.2015 Prot. n. 1665 AI DIRETTORI GENERALI DEGLI UFFICI SCOLASTICI REGIONALI LORO SEDI

Circolare n. 5 Roma 26.2.2015 Prot. n. 1665 AI DIRETTORI GENERALI DEGLI UFFICI SCOLASTICI REGIONALI LORO SEDI Circolare n. 5 Roma 26.2.2015 Prot. n. 1665 AI DIRETTORI GENERALI DEGLI UFFICI SCOLASTICI REGIONALI LORO SEDI AL SOVRINTENDENTE SCOLASTICO PER LA PROVINCIA DI BOLZANO AL DIRIGENTE DEL DIPARTIMENTO ISTRUZIONE

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli