Il funzionamento delle reti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il funzionamento delle reti"

Transcript

1 Il funzionamento delle reti

2 La rete ci cambia la vita L Età dell Informazione ha prodotto profondi cambiamenti nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali stanno mutando l inglese sta diventando un linguaggio universale la libertà di parola e di associazione si è estesa 2

3 Rete telefonica vs rete telematica Rete telefonica Un operatore svolgeva le seguenti operazioni: 1. Riceveva la chiamata dal cliente 2. Capiva con chi questo voleva parlare 3. Prendeva accordi con altri operatori 4. Metteva fisicamente in contatto gli apparecchi dei due clienti attraverso un cavo di rame Rete telematica a commutazione di pacchetti Il sistema di trasmissione non mette più in comunicazione i due utenti finali ma trasporta solo porzioni di dati da una sorgente a destinazione L informazione i viene frazionata in parti indipendenti d e spedita Posso trasmettere meglio (controllo degli errori) Posso trasmettere di più (non ci sono tempi morti)

4 Ovvero L operatore umano è stato t sostituito da una macchina (un calcolatore) E stato introdotto introdotto un sistema di identificazione degli utenti basato su numeri Veloce Univoco Alla portata di un calcolatore

5 Rete di calcolatori Insieme di dispositivi iti i autonomi interconnessi i tra loro da supporti fisici (cavi di materiale conduttore, fibre ottiche, onde elettromagnetiche) per la trasmissione di segnali permettono la comunicazione tra calcolatori (e quindi anche tra utenti) i dati elaborati e trasmessi sono rappresentati usando sequenze di bit di varia lunghezza

6 Ovvero Un complesso di apparecchiature elettroniche connesse tra loro da collegamenti elettrici Un complesso di nodi connessi tra loro da link Un insieme di servizi Una struttura logica Una struttura fisica

7 Terminologia Host Un entità che genera/riceve dati Quando è fisicamente controllato da un utente umano viene anche chiamato end-system Apparato Un entità che smista e cataloga i dati Nodo Un punto riconoscibile della rete, può essere un host o un apparato Borchia Un punto di connessione, dove fisicamente attaccare un cavo

8 Terminologia Link Connessione fisica tra due nodi non necessariamente riservata non necessariamente tra due borchie internet Una rete basata su certi tipi di protocolli Internet LA rete Ethernet Il protocollo tipico di internet per lo scambio di dati su di un link (Local Area Network) Un tipo di cavo (giallo)

9 Terminologia Pacchetto Quantità di dati che la rete considera unitaria. In molti casi la trasmissione dati avviene un pacchetto alla volta Termine generico che può assumere altri nomi TCP/IP Famiglia di protocolli. In generale, tutto quello che permette a due nodi di comunicare attraverso una rete di tipo internet Connessione Una comunicazione stabilita tra due nodi, non coincide con un link Flusso Dati aventi una origine comune e canalizzati usando la stessa connessione

10 Rete di calcolatori Classificazione in base alla dimensione: Reti personali (Personal Area Network) Reti locali (Local Area Network) ) senza fili (Wireless Local Area Network) Reti metropolitane (Metropolitan Area Network) Reti geografiche estese (Wide Area Network) Internet ovvero una rete di reti comunicanti grazie all insieme i di protocolli TCP/IP

11 Topologia di rete (locale) Rappresenta lo schema di connessione delle infrastrutture di una rete locale (LAN) Ad anello: ciascun componente (o nodo) può comunicare con gli altri inviando i segnali attraverso la sequenza di connessioni (senso orario o antiorario) A stella: ciascun componente può comunicare con gli altri inviando i segnali alla componente centrale che è connessa direttamente con tutte le componenti A bus: ciascun componente può comunicare con gli altri inviando i segnali attraverso il bus condiviso (occorre regolare la gestione dell accesso al bus)

12 Alcuni nodi da collegare

13 Anello

14 Stella

15 Bus

16 Peer to peer Non è una topologia di rete Host non correlati tra loro costruiscono una topologia virtuale con collegamenti punto-a-punto La costruzione di una maglia peer-to-peer è indipendente dalla topologia fisica sottostante

17 Alcuni apparati di rete Apparati di rete (si occupano di far circolare le informazioni) Repeater: rinvigorisce il segnale che lo attraversa (livello datalink) si usa come giunzione tra due link Bid Bridge (switch): divide id una rete locale l in due o più parti (domini i i di collisione) senza caratterizzare i nodi in maniera distinta (livello datalink) capisce chi sta da una parte e chi dall altra e fa passare solo i pacchetti che devono effettivamente transitare da una parte all altra della rete locale i nodi non sanno della sua presenza Hub: non è un nodo di rete (livello datalink) inoltra i dati in arrivo da una qualsiasi delle sue porte su tutte le altre (topologia bus) simile a repeater Router: consente la connessione di due o più sottoreti attraverso l instradamento di pacchetti IP (opera a livello rete). Tabelle di routing. i nodi devono sapere che c è un router a cui fare riferimento i per uscire dalla sottorete permette di controllare chi passa e chi no

18 Bridge

19 Router A B

20 Internet come infrastruttura Milioni di dispositivi interconnessi tra loro host end system Link di comunicazione fibra ottica rame onde radio

21 ...per erogare servizi Lo scopo dell esistenza di questa infrastruttura tt di comunicazione è quello di permettere agli end-system di usufruire di servizi Web E-commerce Giochi online File sharing D t il b è l d i t ti i i di Da notare: il web è solo uno dei tanti servizi di cui possiamo usufrire

22 Servizi e protocolli Per poter usufruire di un servizio, occorre fare una richiesta Un protocollo definisce le modalità con cui è necessario effettuare la richiesta di un servizio Ogni servizio definisce un suo protocollo specifico La rete esiste solo grazie a queste strutture sintattiche che permettono di trasmettere dati in maniera organizzata Tutte le attività di Internet sono governate da protocolli, che hanno una struttura gerarchica

23 Protocollo Insieme di regole che governano la successione e lo scambio di informazioni fra due dispositivi comunicanti tra loro A set of conventions governing g the treatment and especially the formatting of data in an electronic communications system

24 Caratteristiche di un protocollo Quando descriviamo i un protocollo dobbiamo stabilire: Un lessico Il formato dei messaggi Una sintassi Quali sono le sequenze di messaggi valide Un sistema di turni Quando inviare e quando ricevere Una semantica Dare un significato ai messaggi

25 Internet (e i suoi protocolli) Con il termine Internet t si ifa riferimento i ad una rete che fa uso di certi tipi di protocolli quando si vanno ad esaminare certi tipi di funzionalità IP (Internet Protocol) IP (Internet Protocol) TCP (Transmission Control Protocol)

26 Infrastruttura Dal punto di vista fisico i possiamo dividere id l infrastruttura tt di Internet in tre parti 1. Edge (bordo) I punti terminali dove sono collegati gli end-system 2. Access network (reti di accesso) Quella parte di infrastruttura che permette agli end-system di accedere al resto della rete 3. Core (interno) La parte che si occupa di distribuire i dati e coordinare le reti di accesso

27 Edge

28 Access network

29 Core

30 Vivere ai bordi Quando si è collegati a Internet, t ci si trova ad uno dei suoi bordi (edge) Gli end-system eseguono applicazioni sul bordo della rete Le applicazioni interagiscono l una con l altra utilizzando reti di accesso e core (e usando un protocollo)

31 Fruizione di un servizio Abbiamo trovato t il server (es. un web server o un mail server) e richiesto un servizio I dati cominciano a scorrere Come? Esistono due modalità per far fluire i dati su internet Con connessione (connection oriented) Viene creata una connessione permanente tra gli end-host Handshaking: istituzione di uno stato per cui due host sanno di essere in comunicazione tra loro Su Internet questo si traduce in usiamo il protocollo TCP (correzione degli errori) ) Senza connessione (connectionless) I dati vengono semplicemente spediti da sorgente a destinazione trattando ogni informazione in maniera isolata Su Internet questo si traduce in usiamo il protocollo UDP

32 Access Network Permettono la connessione fisica di un end-system al resto dell infrastruttura Residenziali Permanentemente t connesse Per utenti mobili Si caratterizzano per Capacità di trasferimento Se condivise i o dedicatedi L apparato che identifica il punto di accesso prende anche il nome di router di bordo (edge router o border router)

33 Accesso residenziale punto a punto Dial-up via modem fino a 56 Kbps (qualche volta anche meno) non possiamo usare la rete e telefonare contemporaneamente ADSL (Asymmetric Digital Subscriber Line) fino a 1 Mbps upstream (tipicamente 256 Kbps) fino a 20 Mbps downstream (tipicamente 1 o 4 Mbps)

34 ADSL Trasmettere in modi chiaro la voce richiede circa 10 kbps ADSL sfrutta la capacità di trasferimento del doppino telefonico lasciata inutilizzata dalla telefonia tradizionale PSTN Upstream Downstream 4 25, KHz

35 Tipica rete casalinga Componenti: Modem ADSL (o cable) Router/firewall/NAT Ethernet Wireless Access Point (AP) point to/from ISP cable modem router/ firewall wireless laptops Ethernet wireless access point

36 Reti permanentemente connesse Le reti di aziende ed università ità (LAN) si collegano direttamente al router di bordo

37 Internet Service Providers Ora sappiamo come collegarci tecnicamente, t ma rimane la questione di sapere a chi collegarsi Gli Internet Service Provider (ISP) sono aziende che rivendono connettività ad Internet Una volta collegati ad un edge router di proprietà di un ISP possiamo mandare dati verso il resto della rete

38 Primo livello Sono organizzate in maniera gerarchica (ad albero) Al centro ci sono degli ISP detti di primo livello ( tier-1 ISPs) MCI, Sprint, AT&T, Verizon Telecom Italia, Fastweb Si collegano direttamente tra loro (peering) Tier 1 ISP NAP/POP Tier 1 ISP Tier 1 ISP

39 Secondo livello Tier-2 ISP, sono degli ISP più piccoli A copertura regionale Si collegano ad ISP di primo livello ed anche ad altri ISP di secondo livello Gli ISP di secondo livello pagano gli ISP di primo livello per avere connettività verso il resto di Internet Tier-2 ISP Tier 1 ISP Tier-2 ISP NAP/POP Tier 1 ISP Tier-2 ISP Tier-2 ISP Tier 1 ISP Tier-2 ISP

40 Terzo livello ISP di terzo livello e ISP locali last hop ( access ) network Questi ISP sono clienti degli ISP di più alto livello che li connettono al resto di Internet local ISP local ISP Tier 3 ISP Tier-2 ISP Tier 1 ISP Tier-2 ISP local ISP local ISP Tier 1 ISP Tier-2 ISP local ISP local ISP Tier-2 ISP local ISP NAP/POP Tier 1 ISP Tier-2 ISP local ISP 40

41 Store and forward Un pacchetto di L bit viene trasmesso su una linea di capacità R in L/R secondi L R R R Tutto il pacchetto deve essere arrivato al next hop router prima di essere inviato di nuovo (store and forward) Esempio L = 7.5 Mbits Nel caso in esame, R = 1.5 Mbps delay= 3L/R d = L/R = 5 sec (Assumendo nullo il ritardo di propagazione) p ritardo = 3*d = 15 sec 41

42 Quattro tipi di ritardo 1. Elaborazioni i sul router 2. Accodamenti Controllo degli errori Instradamento (Determinazione del link di uscita) A transmission Tempo di attesa per il link di uscita Tempo di attesa per la CPU (Dipende dal grado di congestione del router) propagation B nodal processing queueing 42

43 Quattro tipi di ritardo 3. Trasmissione i 4. Propagazione Link di capacità R Pacchetto di dimensione L Tempo di trasmissione D = L/R Cavo di lunghezza d Velocità di propagazione s (~ 2x10 8 m/s) Tempo di propagazione A transmission P = d/s propagation B nodal processing queueing 43

44 Nodal Delay Ritardo accumulato da ogni nodo di connessione d nodal =d proc +d queue +d trans +d prop d proc = processing delay Pochi microsecondi d queue = queuing delay Dipende dal grado di congestione d trans = transmission delay L/R, importante per link a bassa capacità d prop = propagation delay Da pochi microsecondi a centinaia di millisecondi 44

45 Ritardi su Internet Il programma traceroute fornisce informazioni su quali sono i ritardi sulla rete (Per windows, usare tracert) Manda tre pacchetti verso la destinazione A distanze crescenti un router risponde a questi tre pacchetti Il Time To Live (TTL) del pacchetto parte da 1 e viene incrementato fino a raggiungere g la destinazione Visualizza il tempo di risposta 3 probes 3 probes 3 probes 45

46 $ traceroute Traceroute 1 cs-gw ( ) 1 ms 1 ms 2 ms Tre misurazioni 2 border1-rt-fa5-1-0.gw.umass.edu ( ) 1 ms 1 ms 2 ms 3 cht-vbns.gw.umass.edu ( ) 6 ms 5 ms 5 ms 4 jn1-at wor.vbns.net ( ) 16 ms 11 ms 13 ms 5 jn1-so wae.vbns.net 0 0 net ( ) ) 21 ms 18 ms 18 ms 6 abilene-vbns.abilene.ucaid.edu ( ) 22 ms 18 ms 22 ms 7 nycm-wash.abilene.ucaid.edu ( ) 22 ms 22 ms 22 ms ( ) 253) 104 ms 109 ms 106 ms 9 de2-1.de1.de.geant.net ( ) 109 ms 102 ms 104 ms 10 de.fr1.fr.geant.net ( ) 113 ms 121 ms 114 ms 11 renater-gw.fr1.fr.geant.net g ( ) 112 ms 114 ms 112 ms 12 nio-n2.cssi.renater.fr ( ) 111 ms 114 ms 116 ms 13 nice.cssi.renater.fr ( ) 123 ms 125 ms 124 ms 14 r3t2-nice.cssi.renater.fr ( ) 126 ms 126 ms 124 ms Link transoceanico 15 eurecom-valbonne.r3t2.ft.net ( ) 135 ms 128 ms 133 ms Pacchetti ( ) persi, o nessuna 126 risposta ms 128 dal ms router 126 ms 17 * * * 18 * * * 19 fantasia.eurecom.fr ( ) 132 ms 128 ms 136 ms 46

47 Traceroute grafico t i l / 47

48 48

49 49

50

51 Protocolli: un caso reale amm. delegato amm. delegato assistente pers. assistente pers. segretaria segretaria posta interna posta interna U.R.P. U.R.P. ufficio postale ufficio postale postino postino 51

52 Questo è un modello Abbiamo definito un insieme di funzionalità e non una serie di azioni da compiere Queste funzionalità sono legate tra loro attraverso delle dipendenze (gerarchia) Per ogni livello della gerarchia definiamo quali sono le funzionalità (servizi) che servono ai due livelli adiacenti Ogni strato t definisce i un servizio i attraverso le azioni svolte al suo interno, per poterlo fare si affida a servizi offerti dagli strati inferiori 52

53 Il modello ISO-OSI application presentation session transport network data link physical link amm. delegato assistente pers. segretaria posta interna U.R.P. ufficio postale postino 53

54 Lo stack di protocolli di Internet application application presentation session TCP UDP transport network data link physical link IP data link physical link 54

55 Lo stack di protocolli di Internet Application: Supporto alle applicazioni di rete FTP, SMTP, HTTP application Transport: Traferimento dati punto-a-punto TCP (correzione errori), UDP transport Network: Organizzazione del percorso IP, routing protocols Data link: network Trasferimento dati tra nodi collegati direttamente in una rete locale PPP, Ethernet data link Physical link: bit che corrono sul filo physical link 55

56 Importante Ogni livello ha un suo modo di identificare chi è la controparte (del medesimo livello) a cui inviare i messaggi Formalmente si dice che ogni livello ha un suo sistema di indirizzamento Per poter ottenere questo ogni livello attraversato da un messaggio aggiunge delle sue informazioni specifiche Questa operazione prende il nome di incapsulamento 56

57 message segment datagram frame source Incapsulamento bridge destination router 57

58 Astrazione client/server il vostro computer server web 58

59 L astrazione client/server Server è il computer che, ad es., possiede (memorizzata o generata runtime) la pagina web a cui volete accedere Client è il computer che richiede l accesso alla pagina web Quando l utente clikka su un indirizzo, il computer client invia la richiesta di un servizio al server e resta in attesa della sua risposta 59

60 In risposta il server invia la pagina richiesta al client. La relazione client/server termina; il client potrà chiedere altri servizi allo stesso server o ad altri server Il server gestirà le richieste di altri client 60

61 Indirizzi IPv4 indirizzo IP: ogni dispositivo connesso a Internet è identificato da un indirizzo IPv4 di 32 bit visualizzato come sequenza di 4 valori decimali (nel range 0-255) separati da un punto. I pacchetti del livello rete hanno una intestazione che contiene questi indirizzi. DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol) attribuisce, su richiesta, indirizzi IP dinamicamente ai nodi richiedenti (sfrutta il fatto che ogni scheda di rete ethernet ha un numero seriale). L indirizzo IP assegnato è univoco, e denota anche la sottorete di appartenenza 61

62 DNS: Domain Name System È molto più comodo ricordarsi piuttosto t che Inoltre, essendoci milioni di siti web non è neanche possibile pretendere che la gente lo faccia DNS è il servizio che si occupa della conversione di nomi alfanumerici in indirizzi IP e viceversa 62

63 DNS: database gerarchico distribuito Root DNS Servers com DNS servers org DNS servers edu DNS servers yahoo.com DNS servers amazon.com DNS servers pbs.org DNS servers poly.edu DNS servers umass.edu DNS servers Un host vuole l indirizzo IP di Viene interpellato t un server globale l per sapere l indirizzo i di DNS server per.com (primo livello) Viene contattato il DNS di.com per avere l indirizzo del DNS server autoritativo per.amazon.com (secondo livello) Viene contattato il DNS di.amazon.com per avere l indirizzo IP di

64 In realtà La risoluzione di un nome avviene in maniera ricorsiva La richiesta viene fatta all entità più prossima Ogni entità che partecipa: Se ha l informazione risponde Altrimenti demanda all entità di livello superiore Una serie di cache lungo il percorso permettono di diminuire i tempi medi di attesa 64

65 nomi di dominio: nomi simbolici facilmente comprensibili agli esseri umani, organizzati secondo una gerarchia 65

66 L organizzazione gerarchica rende gli indirizzi più semplici da ricordare 66

67 Web e HTTP Andrebbero trattati per ultimi Sono solo la punta dell iceberg di quello che succede in rete Sono arrivati storicamente per ultimi Però Le persone comuni pensano che esista solo il web È la colonna portante per l e le-commerce commerceinrete rete 67

68 Nomenclatura Pagina Web È un contenitore per delle informazioni Si compone di oggetti Possono essere statiche o dinamiche Oggetti (di una pagina web) HTML Contenuti multimediali Immagini (Jpeg, GIF, PNG) Audio (mp3) Video (wmf, real-player) Applicazioni (Applet Java, filmati flash, ActiveX) Le pagine web sono dei testi HTML (Hyper Text Markup Language) che contengono riferimenti ad oggetti Ogni oggetto viene identificato univocamente da un URL host path 68

69 HTML Si tratta di un testo decorato da informazioni aggiuntive dette di markup Le informazioni aggiuntive non fanno parte del contenuto Il testo viene e spedito così com è attraverso a la rete È compito dell applicazione lato client rappresentare il contenuto di una pagina nel miglior modo possibile Questo è il motivo per cui con browser diversi a volte ottengo risultati diversi Si può considerare una versione molto semplificata dell XML Che a sua volta è una semplificazione dell SGML 69

70 Ma cos è il web? È una architettura distribuita per l accesso a delle risorse Da notare: NON È una infrastruttura tt per accedere a pagine web 70

71 ma incidentalmente Tipicamente utilizziamo un programma dotato di interfaccia grafica (browser) per accedere a una risorsa La risorsa è di solito associata a del contenuto che è interpretabile come una pagina HTML o altro che gli si incastra dentro Il browser riceve il contenuto associato alla risorsa e lo visualizza quindi è facile confondersi 71

72 URI In realtà un URL è un caso specifico di un metodo più generale per identificare una risorsa URI Uniform Resource Identifier <scheme>:<scheme-specific-part> 1. Serve ad identificare una risorsa di qualunque tipo 2. Per risorsa possiamo intendere sia un dato che un servizio 72

73 URL e URN Un URI che si propone di accedere a risorse organizzate in maniera gerarchica può essere espresso come segue: <scheme>://<authority>/<path>?<query> Inoltre, un URI può avere due obiettivi Identificare una risorsa un base alla sua posizione o al metodo usato per accedervi URL Uniform Resource Locator Idetificare una risorsa in base al suo nome (indipendentemente dalla disponibilità e posizione) URN Uniform Resource Name 73

74 Risorse statiche e dinamiche Statiche Il contenuto associato alla risorsa è invariante Dinamiche Il contenuto associato alla risorsa varia di volta in volta a seconda di (tra le varie possibilità): Chi effettua la richiesta Quando effettua la richiesta Eventuali parametri all interno del segmento query 74

75 Pagine statiche e dinamiche Statiche Viene creato sul server un file con all interno il testo della pagina Il file viene preso e spedito al client senza modifiche Dinamiche Viene creato sul server un programma associato ad un URL Quando al web server viene richiesto quell URL questo esegue il programma Il risultato (output) del programma viene inviato al client (è una pagina html) Esistono linguaggi di programmazione specializzati Perl, PHP, ASP, JSP 75

76 Il funzionamento di HTTP HTTP Hyper Text Transfer Protocol È il protocollo su cui si basa il servizio web Aderisce ad un modello client-server client: browser, visualizza oggetti (pagine) server: Web server, fornisce oggetti al client PC running Explorer Server running Apache Web server HTTP 1.0: RFC 1945 HTTP 1.1: RFC 2068 Mac running Safari

77 Il funzionamento di HTTP A livello di comunicazione: Il client inizia i i la connessione con la socket del server sulla porta 80 del protocollo TCP Il server accetta la richiesta di connessione del client Vengono scambiati dei messaggi (pacchetti) HTTP La connessione viene chiusa HTTP è stateless Il server non tiene traccia dell attività dei client I protocolli che mantengono uno stato sono complessi 1. Bisogna ricordare tutte le transazioni passate 2. Se il sistema si inceppa, gli stati delle due parti vanno ri-sincronizzati i i 77

78 Prestazioni di HTTP L utente ha richiesto il seguente URL: All interno ci sono o 10 riferimenti e ad immagini Il client si collega una volta per scaricare la pagina e successivamente un altra volta per ogni immagine referenziata 78

79 Web cache (proxy server) Cerchiamo di soddisfare le richieste del client senza interessare il server Occorre fare una impostazione sul browser Il browser effettua tutte le richieste verso il proxy della sottorete client Proxy server origin server Se il proxy possiede già l oggetto allora ci pensa lui Diversamente lo richiede al server e lo restituisce al client mantenendone una copia client origin server 79

80 Perché fare caching Diminuisce il tempo di risposta Generalmente una istituzione se ne crea uno sulla rete locale Risparmiare banda Un numero inferiore di richieste esce dalla rete locale Risparmiare soldi Se pago il traffico effettuato Generalmente un proxy viene installato da chi gestisce la rete (ISP, università, azienda) per migliorare il servizio e per diminuire i costi Se Internet fosse disseminata di proxy, allora anche contenuti allocati su server dotati di poca banda sarebbero facilmente accessibili 80

81 Il lato oscuro del proxy Può essere usato per fare censura Certi siti non si raggiungono Può essere usato per monitorare le attività delle persone È possibile sapere che siti leggo e che cosa scrivo sui vari forum semplicemente tenendo uno storico delle mie richieste È possibile usarne uno senza rendersene conto (proxy trasparente) Gli apparati di rete mandano li il traffico prima di farlo uscire dalla rete locale 81

82 Electronic mail La seconda e più grande applicazione di Internet Paradiso Intuitiva Scambio di messaggi istantaneo ed affidabile È possibile usarla anche per attività commerciali Rapporti sociali facilitati ti Supporto per dati multimediali Inferno SPAM Mail spazzatura (catene di S. Antonio) Fishing Identity tieving Blackmailing Un vettore per i virus 82

83 Electronic mail Tre componenti: User agent (Mail client) Mail server Protocolli di supporto Simple Mail Transfer Protocol (SMTP) Post Office Protocol (POP) Internet Message Access Protocol (IMAP) 83

84 Electronic mail User Agent Mail reader Serve a comporre e leggere messaggi Eudora, Outlook, Thunderbird I messaggi vengono depositati in e gestiti da un server Mail Server Mailbox Contiene i messaggi in arrivo per l utente Message queue La coda dei messaggi che il server deve ancora smaltire Protocollo SMTP Serve a far transitare i messaggi Dal client al mail server Da un mail server all altro (relay & delivery) 84

85 Esempio: Alice manda un messaggio a Bob 1. Alice usa il suo U.A. per 4. Il messaggio viene spedito al comporre un messaggio e mail server ricevente mandarlo a 5. Il mail server ricevente deposita 2. Lo User Agent manda il il messaggio nella casella di messaggio al mail server di posta di Bob Alice; il messaggio entra nella coda di uscita 6. Bob usa il suo U.A. per leggere il 3. Il mail server di Alice apre una messaggio connessione con il mail server di Bob user agent 1 2 mail server 3 4 mail server 5 6 user agent 85

Il funzionamento delle reti Definizioni utili

Il funzionamento delle reti Definizioni utili Il funzionamento delle reti Definizioni utili 1 Rete di calcolatori Insieme di dispositivi autonomi interconnessi tra loro da supporti fisici (cavi di materiale conduttore, fibre ottiche, onde elettromagnetiche)

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Classe V sez. E ITC Pacioli Catanzaro lido 1 Stack TCP/IP Modello TCP/IP e modello OSI Il livello internet corrisponde al livello rete del modello OSI, il suo

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Introduzione. Backbone internet Prestazioni: ritardi, perdite e throughput Stack protocollare: livelli di protocollo, modelli di servizio

Introduzione. Backbone internet Prestazioni: ritardi, perdite e throughput Stack protocollare: livelli di protocollo, modelli di servizio Introduzione Obiettivi: Introdurre la terminologia e i concetti di base Panoramica: Backbone internet Prestazioni: ritardi, perdite e throughput Stack protocollare: livelli di protocollo, modelli di servizio

Dettagli

Reti di Calcolatori: nozioni generali il modello a livelli

Reti di Calcolatori: nozioni generali il modello a livelli Reti di Calcolatori: nozioni generali il modello a livelli Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Elementi di Informatica e Programmazione

Dettagli

Reti di calcolatori: Introduzione

Reti di calcolatori: Introduzione Reti di calcolatori: Introduzione Vittorio Maniezzo Università di Bologna Reti di computer e Internet Rete: sistema di collegamento di più computer mediante una singola tecnologia di trasmissione Internet:

Dettagli

La rete ci cambia la vita. Le persone sono interconnesse. Nessun luogo è remoto. Reti di computer ed Internet

La rete ci cambia la vita. Le persone sono interconnesse. Nessun luogo è remoto. Reti di computer ed Internet La rete ci cambia la vita Lo sviluppo delle comunicazioni in rete ha prodotto profondi cambiamenti: Reti di computer ed Internet nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali

Dettagli

Reti di computer ed Internet

Reti di computer ed Internet Reti di computer ed Internet La rete ci cambia la vita Lo sviluppo delle comunicazioni in rete ha prodotto profondi cambiamenti: nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali

Dettagli

Capitolo 16 I servizi Internet

Capitolo 16 I servizi Internet Capitolo 16 I servizi Internet Storia di Internet Il protocollo TCP/IP Indirizzi IP Intranet e indirizzi privati Nomi di dominio World Wide Web Ipertesti URL e HTTP Motori di ricerca Posta elettronica

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Glossario ADSL Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL2+ Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL ADSL2+ Browser Un browser Client Un client

Glossario ADSL Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL2+ Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL ADSL2+ Browser Un browser Client Un client Glossario ADSL Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL2+ Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL è una tecnica di trasmissione dati che permette l accesso a Internet fino a 8 Mbps in downstream ed 1 Mbps

Dettagli

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software.

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software. Reti locati e reti globali Tecnologie: Reti e Protocolli Reti locali (LAN, Local Area Networks) Nodi su aree limitate (ufficio, piano, dipartimento) Reti globali (reti metropolitane, reti geografiche,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE MODULARE 2015-2016. Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: QUINTA A INF SERALE Indirizzo: INFORMATICA

PROGRAMMAZIONE MODULARE 2015-2016. Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: QUINTA A INF SERALE Indirizzo: INFORMATICA PROGRAMMAZIONE MODULARE 2015-2016 Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: QUINTA A INF SERALE Indirizzo: INFORMATICA Docenti: Gualdi (teoria), Travaglioni (laboratorio) Ore settimanali previste: 2 TEORIA +

Dettagli

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008 Reti di computer Telematica : termine che evidenzia l integrazione tra tecnologie informatiche e tecnologie delle comunicazioni. Rete (network) : insieme di sistemi per l elaborazione delle informazioni

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Reti di Calcolatori Claudio Marrocco Componenti delle reti Una qualunque forma di comunicazione avviene: a livello hardware tramite un mezzo fisico che

Dettagli

Internet. Cos'è internet? I parte

Internet. Cos'è internet? I parte Internet Da leggere: Cap.6, in particolare par. 6.4 del Console Ribaudo (testo B) I parte Cos'è internet? Milioni di dispositivi di calcolo tra loro interconnessi: host o end-systems Pc, workstation, server

Dettagli

Reti di Calcolatori. Lezione 2

Reti di Calcolatori. Lezione 2 Reti di Calcolatori Lezione 2 Una definizione di Rete Una moderna rete di calcolatori può essere definita come: UN INSIEME INTERCONNESSO DI CALCOLATORI AUTONOMI Tipi di Rete Le reti vengono classificate

Dettagli

Il funzionamento delle reti

Il funzionamento delle reti Il funzionamento delle reti La rete ci cambia la vita L Età dell Informazione ha prodotto profondi cambiamenti nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali stanno mutando l

Dettagli

Capitolo 1 - parte 1. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella

Capitolo 1 - parte 1. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Capitolo 1 - parte 1 Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Precisazione Noi ci occuperemo solo della trasmissione di informazione in formato digitale. Un segnale analogico è basato su una variazione

Dettagli

Reti di calcolatori: Internet

Reti di calcolatori: Internet Reti di calcolatori: Internet Sommario Introduzione Le reti reti locali: LAN La rete geografica Internet protocollo TCP-IP i servizi della rete Rete di calcolatori Interconnessione di computer e accessori

Dettagli

Le Reti (gli approfondimenti a lezione)

Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Per migliorare la produttività gli utenti collegano i computer tra di loro formando delle reti al fine di condividere risorse hardware e software. 1 Una rete di

Dettagli

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Reti standard Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Rete globale Internet è una rete globale di calcolatori Le connessioni fisiche (link) sono fatte in vari modi: Connessioni elettriche

Dettagli

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete Finalità delle Reti di calcolatori Le Reti Informatiche Un calcolatore isolato, anche se multiutente ha a disposizione solo le risorse locali potrà elaborare unicamente i dati dei propri utenti 2 / 44

Dettagli

Introduzione. Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete. Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio 2-1

Introduzione. Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete. Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio 2-1 Introduzione Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete 2-1 Pila di protocolli Internet Software applicazione: di

Dettagli

Dal protocollo IP ai livelli superiori

Dal protocollo IP ai livelli superiori Dal protocollo IP ai livelli superiori Prof. Enrico Terrone A. S: 2008/09 Protocollo IP Abbiamo visto che il protocollo IP opera al livello di rete definendo indirizzi a 32 bit detti indirizzi IP che permettono

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Programmazione modulare 2015-2016

Programmazione modulare 2015-2016 Programmazione modulare 05-06 Indirizzo: Informatica Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: 4 B Docente: Buscemi Letizia Ore settimanali previste: 4 ore ( teoria + ) Totale ore previste: 4 ore per 33 settimane

Dettagli

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti Locali Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti di Calcolatori una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi

Dettagli

Le Reti Telematiche. Informatica. Tipi di comunicazione. Reti telematiche. Modulazione di frequenza. Analogico - digitale.

Le Reti Telematiche. Informatica. Tipi di comunicazione. Reti telematiche. Modulazione di frequenza. Analogico - digitale. Informatica Lezione 5a e World Wide Web Insieme di cavi, protocolli, apparati di rete che collegano tra loro distinti i cavi trasportano fisicamente le informazioni opportunamente codificate dedicati/condivisi

Dettagli

Lezione 8 Il networking. Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it

Lezione 8 Il networking. Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it Lezione 8 Il networking Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it Classificazione delle reti Ampiezza Local Area Network Metropolitan Area Networ Wide Area Network Proprieta' Reti aperte e reti chiuse Topologia

Dettagli

Internet e protocollo TCP/IP

Internet e protocollo TCP/IP Internet e protocollo TCP/IP Internet Nata dalla fusione di reti di agenzie governative americane (ARPANET) e reti di università E una rete di reti, di scala planetaria, pubblica, a commutazione di pacchetto

Dettagli

Reti di Calcolatori. Master "Bio Info" Reti e Basi di Dati Lezione 2

Reti di Calcolatori. Master Bio Info Reti e Basi di Dati Lezione 2 Reti di Calcolatori Sommario Software di rete TCP/IP Livello Applicazione Http Livello Trasporto (TCP) Livello Rete (IP, Routing, ICMP) Livello di Collegamento (Data-Link) I Protocolli di comunicazione

Dettagli

Cos è un protocollo? Protocolli di rete: macchine invece di esseri umani Tutte le attività di comunicazione in Internet sono governate da protocolli

Cos è un protocollo? Protocolli di rete: macchine invece di esseri umani Tutte le attività di comunicazione in Internet sono governate da protocolli Cos è un protocollo? Protocolli umani: Che ora è? Ho una domanda Presentazioni messaggi specifici vengono spediti azioni specifiche sono compiute quando i messaggi sono ricevuti, o in seguito ad altri

Dettagli

Lavorare in Rete Esercitazione

Lavorare in Rete Esercitazione Alfonso Miola Lavorare in Rete Esercitazione Dispensa C-01-02-E Settembre 2005 1 2 Contenuti Reti di calcolatori I vantaggi della comunicazione lavorare in rete con Windows Internet indirizzi IP client/server

Dettagli

Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011. Paola Zamperlin. Internet. Parte prima

Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011. Paola Zamperlin. Internet. Parte prima Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011 Paola Zamperlin Internet. Parte prima 1 Definizioni-1 Una rete di calcolatori è costituita da computer e altri

Dettagli

Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso

Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso A.A. 2005/2006 Walter Cerroni Il corso Seguito di Reti di Telecomunicazioni LA Approfondimento sui protocolli di Internet TCP/IP, protocolli di routing,

Dettagli

Sistemi informatici in ambito radiologico

Sistemi informatici in ambito radiologico Sistemi informatici in ambito radiologico Dott. Ing. Andrea Badaloni A.A. 2015 2016 Reti di elaboratori, il modello a strati e i protocolli di comunicazione e di servizio Reti di elaboratori Definizioni

Dettagli

Reti e Internet LAN (local-area network) WAN (wide-area network) NIC (Network Interface Card)

Reti e Internet LAN (local-area network) WAN (wide-area network) NIC (Network Interface Card) Reti e Internet Il termine LAN (local-area network) definisce una tipologia di rete, o di parte di una rete, in cui i vari dispositivi che ne fanno parte sono tutti dislocati nell'ambito dello stesso edificio

Dettagli

Lo scenario: la definizione di Internet

Lo scenario: la definizione di Internet 1 Lo scenario: la definizione di Internet INTERNET E UN INSIEME DI RETI DI COMPUTER INTERCONNESSE TRA LORO SIA FISICAMENTE (LINEE DI COMUNICAZIONE) SIA LOGICAMENTE (PROTOCOLLI DI COMUNICAZIONE SPECIALIZZATI)

Dettagli

Corso di: Abilità informatiche

Corso di: Abilità informatiche Corso di: Abilità informatiche Prof. Giovanni ARDUINI Lezione n.4 Anno Accademico 2008/2009 Abilità informatiche - Prof. G.Arduini 1 Le Reti di Computer Tecniche di commutazione La commutazione di circuito

Dettagli

Introduzione alla rete Internet

Introduzione alla rete Internet Introduzione alla rete Internet Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/ INTRODUZIONE A INTERNET - 1 Internet: nomenclatura Host: calcolatore collegato a Internet ogni host

Dettagli

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web CORSO EDA Informatica di base Introduzione alle reti informatiche Internet e Web Rete di computer Una rete informatica è un insieme di computer e dispositivi periferici collegati tra di loro. Il collegamento

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni. Reti di calcolatori 2 a lezione a.a. 2009/2010 Francesco Fontanella

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni. Reti di calcolatori 2 a lezione a.a. 2009/2010 Francesco Fontanella Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Reti di calcolatori 2 a lezione a.a. 2009/2010 Francesco Fontanella Una definizione di Rete Una moderna rete di calcolatori può essere definita come:

Dettagli

Informatica Generale Andrea Corradini. 10 - Le reti di calcolatori e Internet

Informatica Generale Andrea Corradini. 10 - Le reti di calcolatori e Internet Informatica Generale Andrea Corradini 10 - Le reti di calcolatori e Internet Cos è una rete di calcolatori? Rete : È un insieme di calcolatori e dispositivi collegati fra loro in modo tale da permettere

Dettagli

Servizi orientati alla connessione

Servizi orientati alla connessione Servizi orientati alla connessione Viene creata una connessione permanente tra gli end host handshaking: istituzione di uno stato per cui due host sanno di essere in comunicazione tra loro su Internet

Dettagli

Introduzione a Internet

Introduzione a Internet Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

Servizi di rete e web. Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16

Servizi di rete e web. Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16 Servizi di rete e web Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16 Applicazione Unità di trasmissione dati a livello applicazione Applicazione Presentazione Unità di trasmissione dati a livello presentazione Presentazione

Dettagli

Lezione 4. Le Reti ed i Protocolli

Lezione 4. Le Reti ed i Protocolli Lezione 4 Le Reti ed i Protocolli Come nasce internet I computer, attraverso i software applicativi, consentono di eseguire moltissime attività. Nel corso degli anni è emersa la necessità di scambiare

Dettagli

La rete di reti: Internet

La rete di reti: Internet La rete di reti: Internet Internet: la rete di reti Internet q Internet (1) definita anche rete di reti composta da diverse reti interconnesse, cioè in grado di collaborare efficacemente in termini di

Dettagli

I canali di comunicazione

I canali di comunicazione I canali di comunicazione tipo velocità min velocità max doppino telefonico 300bps 10 mbps micro onde 256kbps 100 mbps satellite 256kbps 100 mbps cavo coassiale 56 kbps 200 mbps fibra ottica 500 kbps 10

Dettagli

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer.

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer. Classe 3^ Istituto Istruzione Superiore di Baronissi ind. tecnico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI Sistemi e Reti Articolazione: Informatica Anno scolastico 2012-2013 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE

Dettagli

Reti di calcolatori e Internet

Reti di calcolatori e Internet Corso di Laboratorio di Tecnologie dell'informazione Reti di calcolatori e Internet Copyright Università degli Studi di Firenze - Disponibile per usi didattici Cos è Internet: visione dei componenti Milioni

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Elaborazione e trasmissione delle informazioni Le Reti di Calcolatori Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Reti di Telecomunicazione

Dettagli

Internet e Reti di Calcolatori

Internet e Reti di Calcolatori Internet e Reti di Calcolatori Sommario cosa è Internet cosa è un protocollo? network edge network core rete di accesso, mezzi fisici prestazioni: loss (perdita), delay (ritardo) strati di un protocollo

Dettagli

Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale. Reti di Calcolatori e Internet

Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale. Reti di Calcolatori e Internet Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale Reti di Calcolatori e Internet Luca Pulina Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Università degli Studi di Sassari A.A. 2015/2016 Luca Pulina (UNISS)

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 Classe 5^ PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE DI LAVORO I primi elementi sulle reti e i mezzi di

Dettagli

SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet )

SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet ) PARTE 2 SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet ) Parte 2 Modulo 1: Stack TCP/IP TCP/IP Protocol Stack (standard de facto) Basato su 5 livelli invece che sui 7 dello stack ISO/OSI Application

Dettagli

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione Corso ECDL Concetti di base della Tecnologia dell'informazione Modulo 1 Le reti informatiche 1 Le parole della rete I termini legati all utilizzo delle reti sono molti: diventa sempre più importante comprenderne

Dettagli

PARTE 1 richiami. SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet )

PARTE 1 richiami. SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet ) PARTE 1 richiami SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet ) Parte 1 Modulo 1: Stack TCP/IP TCP/IP Protocol Stack (standard de facto) Basato su 5 livelli invece che sui 7 dello stack ISO/OSI Application

Dettagli

TCP/IP. Principali caratteristiche

TCP/IP. Principali caratteristiche TCP/IP Principali caratteristiche 1 TCP/IP Caratteristiche del modello TCP/IP Struttura generale della rete Internet IL MONDO INTERNET Reti nazionali e internazionali ROUTER Rete Azienade ROUTER ROUTER

Dettagli

Il Livello delle Applicazioni

Il Livello delle Applicazioni Il Livello delle Applicazioni Il livello Applicazione Nello stack protocollare TCP/IP il livello Applicazione corrisponde agli ultimi tre livelli dello stack OSI. Il livello Applicazione supporta le applicazioni

Dettagli

Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31. 0 net id host id. 1 0 net id host id. 1 1 0 net id host id. 1 1 1 0 multicast address

Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31. 0 net id host id. 1 0 net id host id. 1 1 0 net id host id. 1 1 1 0 multicast address CAPITOLO 11. INDIRIZZI E DOMAIN NAME SYSTEM 76 Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31 A B C D E 0 net id host id 1 0 net id host id 1 1 0 net id host id 1 1 1 0 multicast address 1 1 1 1 0 riservato per usi

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II Lezione 1 Martedì 4-03-2014 1 TESTO DI RIFERIMENTO RETI DI CALCOLATORI

Dettagli

Identità sulla rete protocolli di trasmissione (TCP-IP) L architettura del sistema. Dal livello A al livello B

Identità sulla rete protocolli di trasmissione (TCP-IP) L architettura del sistema. Dal livello A al livello B Identità sulla rete protocolli di trasmissione (TCP-IP) L architettura del sistema contenuto della comunicazione sistema per la gestione della comunicazione sottosistema C sottosistema B sottosistema A

Dettagli

Programmazione in Rete

Programmazione in Rete Programmazione in Rete a.a. 2005/2006 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/prog-rete/prog-rete0506.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12 Sommario della

Dettagli

Reti di calcolatori. Reti di calcolatori 4/15/2013

Reti di calcolatori. Reti di calcolatori 4/15/2013 Reti di calcolatori In parte tratto dai capitoli 15 e 16 del libro Mandrioli, Ceri, Sbattella, Cremonesi, Cugola, "Informatica: arte e mestiere",3a ed., McGraw-Hill Reti di calcolatori Una rete di calcolatori

Dettagli

Reti di Calcolatori:

Reti di Calcolatori: Reti di Calcolatori: Internet, Intranet e Mobile Computing a.a. 2007/2008 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/reti/reti0708.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì

Dettagli

Reti: cenni storici. Who s who

Reti: cenni storici. Who s who 1967: DoD ARPAnet 1970: ALOHAnet Reti: cenni storici 1975: TCP/IP model per internetwork 1976: Ethernet 198: TCP/UDP/IP standard per ARPAnet 1987: la rete cresce DNS 1989-1991: web guiding principles:

Dettagli

Informatica. Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia

Informatica. Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia Informatica Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia PARTE 3 - COMUNICAZIONI INFORMATICHE (Internet) Importanza delle comunicazioni Tutti vogliono comunicare Oggi un computer che non è in

Dettagli

Una definizione di Rete

Una definizione di Rete Modulo 2 Una definizione di Rete Una moderna rete di calcolatori può essere definita come: UN INSIEME INTERCONNESSO DI CALCOLATORI AUTONOMI Lo stack protocollare application: supporta le applicazioni che

Dettagli

Introduzione alla rete Internet

Introduzione alla rete Internet Introduzione alla rete Internet AA 2004-2005 Reti e Sistemi Telematici 1 Internet: nomenclatura Host: calcolatore collegato a Internet ogni host può essere client e/o server a livello applicazione Router:

Dettagli

Capitolo 1 - parte 2. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella

Capitolo 1 - parte 2. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Capitolo 1 - parte 2 Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Modello a strati 5 4 applicazione trasporto Il modello che useremo prevede 5 strati che svolgono servizi per gli altri strati attraverso

Dettagli

Prof. G. Ascia. Reti di calcolatori

Prof. G. Ascia. Reti di calcolatori Reti di calcolatori In parte tratto dai capitoli 15 e 16 del libro Mandrioli, Ceri, Sbattella, Cremonesi, Cugola, "Informatica: arte e mestiere",3a ed., McGraw-Hill Fondamenti di Informatica 1 Reti di

Dettagli

Capitolo 3. Il funzionamento delle reti

Capitolo 3. Il funzionamento delle reti Capitolo 3 Il funzionamento delle reti La rete ci cambia la vita L Età dell Informazione ha prodotto profondi cambiamenti nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali stanno

Dettagli

La rete internet e il WEB

La rete internet e il WEB C.so Integrato di statistica, e analisi dei dati sperimentali prof Carlo Meneghini Dip. di Fisica E. Amaldi via della Vasca Navale 84 meneghini@fis.uniroma3.it tel.: 06 57337217 http://www.fis.uniroma3.it/~meneghini

Dettagli

Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L.

Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L. Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L. Queste due sigle indicano LAN Local Area Network Si tratta di un certo numero di Computer (decine centinaia) o periferici connessi fra loro mediante cavi UTP, coassiali

Dettagli

Comprendere cosa è Internet e sapere quali sono i suoi principali impieghi. 25/09/2011 prof. Antonio Santoro

Comprendere cosa è Internet e sapere quali sono i suoi principali impieghi. 25/09/2011 prof. Antonio Santoro Comprendere cosa è Internet e sapere quali sono i suoi principali impieghi. 1 Internet è una rete che collega centinaia di milioni di computer in tutto il mondo 2 Le connessioni sono dei tipi più disparati;

Dettagli

Reti di calcolatori e Internet

Reti di calcolatori e Internet Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica Informatica ed Elementi di Statistica 3 c.f.u. Anno Accademico 2010/2011 Docente: ing. Salvatore Sorce Reti di calcolatori e Internet

Dettagli

Sistemi Di Elaborazione Dell informazione

Sistemi Di Elaborazione Dell informazione Sistemi Di Elaborazione Dell informazione Dott. Antonio Calanducci Lezione III: Reti di calcolatori Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Anno accademico 2009/2010 Reti di calcolatori Una rete

Dettagli

TOPOLOGIA di una rete

TOPOLOGIA di una rete TOPOLOGIA di una rete Protocolli di rete un protocollo prevede la definizione di un linguaggio per far comunicare 2 o più dispositivi. Il protocollo è quindi costituito dai un insieme di convenzioni

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni. Reti di calcolatori 2 a lezione a.a. 2011/2012 Francesco Fontanella

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni. Reti di calcolatori 2 a lezione a.a. 2011/2012 Francesco Fontanella Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Reti di calcolatori 2 a lezione Francesco Fontanella Software delle reti Una rete è costituta da macchina diverse; Come è possibile farle comunicare?

Dettagli

C) supponendo che la scuola voglia collegarsi in modo sicuro con una sede remota, valutare le possibili soluzioni (non risolto)

C) supponendo che la scuola voglia collegarsi in modo sicuro con una sede remota, valutare le possibili soluzioni (non risolto) PROGETTO DI UNA SEMPLICE RETE Testo In una scuola media si vuole realizzare un laboratorio informatico con 12 stazioni di lavoro. Per tale scopo si decide di creare un unica rete locale che colleghi fra

Dettagli

Simulazione prova scritta di sistemi Abacus per l Esame di Stato. Traccia n 1

Simulazione prova scritta di sistemi Abacus per l Esame di Stato. Traccia n 1 Simulazione prova scritta di sistemi Abacus per l Esame di Stato Traccia n 1 La condivisione delle informazioni e lo sviluppo delle risorse informatiche tramite cui esse possono venire memorizzate e scambiate

Dettagli

Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio

Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Reti di Calcolatori Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio Principi

Dettagli

Indirizzi Internet e. I livelli di trasporto delle informazioni. Comunicazione e naming in Internet

Indirizzi Internet e. I livelli di trasporto delle informazioni. Comunicazione e naming in Internet Indirizzi Internet e Protocolli I livelli di trasporto delle informazioni Comunicazione e naming in Internet Tre nuovi standard Sistema di indirizzamento delle risorse (URL) Linguaggio HTML Protocollo

Dettagli

Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/

Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/ Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/ Dip di Informatica Università degli studi di Bari Argomenti Reti di calcolatori Software applicativo Indirizzi URL Browser Motore di ricerca Internet

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Introduzione alle Reti di Calcolatori versione 1.0 del 11/03/2003 G. Mecca mecca@unibas.it Università della Basilicata Reti >> Sommario Sommario dei Concetti Elab. Client-Server

Dettagli

NETWORKING: SEMINARIO DI STUDIO 1

NETWORKING: SEMINARIO DI STUDIO 1 NETWORKING: SEMINARIO DI STUDIO 1 Obiettivi: 1. Fornire una panoramica sulle reti di calcolatori, tecnologie, potenzialità, limiti, servizi, internet. 2. Fornire una panoramica sulle capacità di base per

Dettagli

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA Obiettivo Richiamare quello che non si può non sapere Fare alcune precisazioni terminologiche IL COMPUTER La struttura, i componenti

Dettagli

Laboratorio di Informatica (Chimica)

Laboratorio di Informatica (Chimica) Laboratorio di Informatica (Chimica) Lezione 03: Le Reti. Walter Cazzola Dipartimento di Informatica e Comunicazione Università à degli Studi di Milano. e-mail: cazzola@dico.unimi.it Walter Cazzola Lezione

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Informatica per le discipline umanistiche 2 - lezioni 4 e 5

Informatica per le discipline umanistiche 2 - lezioni 4 e 5 Informatica per le discipline umanistiche 2 - lezioni 4 e 5 si ringrazia il Prof. Marco Colombetti (Università della Svizzera Italiana) per il prezioso aiuto Reti e Web Parte III: il computer come strumento

Dettagli

Che cos e una rete di calcolatori?

Che cos e una rete di calcolatori? Che cos e una rete di calcolatori? Rete : È un insieme di calcolatori e dispositivi collegati fra loro in modo tale da permettere lo scambio di dati Ogni calcolatore o dispositivo viene detto nodo ed è

Dettagli

Un Sistema Operativo di Rete nasconde all utente finale la struttura del calcolatore locale e la struttura della rete stessa

Un Sistema Operativo di Rete nasconde all utente finale la struttura del calcolatore locale e la struttura della rete stessa LE RETI INFORMATICHE Un calcolatore singolo, isolato dagli altri anche se multiutente può avere accesso ed utilizzare solo le risorse locali interne al Computer o ad esso direttamente collegate ed elaborare

Dettagli

Programmazione modulare 2014-2015

Programmazione modulare 2014-2015 Programmazione modulare 2014-2015 Indirizzo: Informatica Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: 5 A e 5 B Docente: Buscemi Letizia Ore settimanali previste: 4 ore (2 teoria + 2 laboratorio) Totale ore previste:

Dettagli

Capitolo 15 Reti di calcolatori e sistemi distribuiti

Capitolo 15 Reti di calcolatori e sistemi distribuiti Capitolo 15 Reti di calcolatori e sistemi distribuiti Indice Mezzi e tecniche di trasmissione dati Cavi in rame Fibre ottiche Onde radio e sistemi wireless Modulazione e demodulazione Reti di calcolatori

Dettagli

Protocolli di rete. Vittorio Maniezzo Università di Bologna. Vittorio Maniezzo Università di Bologna 02 Protocolli - 2/30

Protocolli di rete. Vittorio Maniezzo Università di Bologna. Vittorio Maniezzo Università di Bologna 02 Protocolli - 2/30 Protocolli di rete Vittorio Maniezzo Università di Bologna Vittorio Maniezzo Università di Bologna 02 Protocolli - 1/30 Strati di protocolli (Protocol Layers) Le reti sono complesse Molti elementi: host

Dettagli