IT Istruzioni di posa per parquet Uniclic Multifit GENERALITÀ PRIMA DI INIZIARE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IT Istruzioni di posa per parquet Uniclic Multifit GENERALITÀ PRIMA DI INIZIARE"

Transcript

1 IT Istruzioni di posa per parquet Uniclic Multifit GENERALITÀ Uniclic Multifi t è un rivoluzionario sistema di posa per parquet compositi. I pannelli possono essere incastrati con un semplice clic, grazie all ingegnoso sistema di linguette e scanalature. Uniclic Multifi t è un sistema unico: i listelli possono essere posati in tre diversi modi: A. Incastro ad angolo di (figura 1A - 1B) B. Pressione sul lato corto (figura 2A - 2B) C. Battuta orizzontale (in situazioni diffi cili) con blocco di battuta adeguato (figura 3A - 3B) 1A 1B 2A 2B 3A 3B PRIMA DI INIZIARE Per un ottimo risultato, si devono seguire le istruzioni alla lettera. Prima e durante la posa, è importante controllare alla luce del giorno l eventuale presenza di difetti o danni su tutti i pannelli. I pannelli che presentano danni NON devono essere posati. - Acclimatazione Il pavimento è stato asciugato in via preliminare in modo da raggiungere il livello di umidità ottimale per il legno. Per questo motivo, i pannelli vanno acclimatati nel loro imballaggio per un paio di giorni nell ambiente dove verrà posato defi nitivamente il pavimento in legno d estate per almeno 48 ore e d inverno per 4-5 giorni. Ciò permetterà al pavimento di adattarsi alle condizioni locali. - Temperatura ambiente e umidità relativa dell aria Le migliori condizioni di posa sono una temperatura compresa tra 18 e 20 C e un umidità relativa dell aria compresa tra il 45 e il 65%. Un livello di umidità relativa dell aria compreso tra 45 e 65% è importante anche dopo la posa del pavimento in legno. Durante i mesi invernali, l aria presente in un ambiente è estremamente secca. Per questo motivo, è preferibile collocare umidifi catori sui radiatori al fi ne di ottenere un livello di umidità costante. Per ambienti grandi, saranno probabilmente necessari umidifi catori elettrici. D estate o in autunno, quando l umidità relativa è elevata, l ambiente deve essere ben ventilato. IT - 1

2 - Base del pavimento La base del pavimento deve essere piana, pulita, stabile e asciutta. - Guida: In un edificio di nuova costruzione: La guida deve essere asciutta. Con guida legata con cemento, il contenuto di umidità è del 2,5% max. (secondo il metodo CM), mentre con guida legata con anidrite è dello 0,5%. Le indicazioni relative al tempo di asciugatura di una guida stesa di recente sono di + 1,5 settimane per centimetro di spessore, con una ventilazione suffi ciente. Con spessori superiori a 6 cm, occorre prevedere almeno altre 3 settimane per ogni cm in più. La base del pavimento non può contenere irregolarità superiori a 5 mm per 2 metri e 1 mm per 20 cm. Irregolarità maggiori vanno pareggiate. Altre indicazioni riguardano una guida stesa al di sopra di un riscaldamento a pavimento (vedi sotto). In caso di incollaggio, la base del pavimento deve essere idonea a questo scopo, in conformità alle regole e istruzioni generalmente riconosciute nel settore. La base del pavimento deve essere suffi cientemente asciutta, dura ed omogenea. - Guida: guida esistente e ristrutturazione In caso di incollaggio, la pavimentazione esistente deve essere completamente rimossa. - Posa di un pavimento fl ottante : Nel caso di una pavimentazione a prova di umidità (PVC, linoleum, ecc.), il parquet Uniclic Multifi t può essere installato sulla pavimentazione esistente. Nel caso di un pavimento permeabile (moquette, pavimento pressato, ecc.), rimuovere prima il pavimento esistente. - Tavolato o assi orizzontali o sotto-parquet esistente Rimuovere prima la pavimentazione esistente sopra il tavolato. I listelli devono essere saldamente fi ssati e piani. Inoltre, non devono esserci tracce di muffa e/o infestazione di insetti. Il nuovo tavolato deve essere posato nella direzione opposta a quella del vecchio tavolato. Il legno deve avere un livello di umidità compreso tra 8 e 10%. È fondamentale che lo spazio di scorrimento sottostante il pavimento sia suffi cientemente ventilato. Rimuovere qualsiasi ostacolo e verifi care che la ventilazione sia suffi ciente (= minimo 4 cm 2 di aperture di ventilazione complessive per m 2 di pavimento). - Pavimento impianellato esistente Un nuovo parquet può essere posato sopra un vecchio pavimento impianellato. In questo caso, il parquet non va incollato al pavimento impianellato ma posato fl ottante. CHE COSA OCCORRE? Oltre ai comuni utensili per la posa di pavimenti in legno (come martello, sega, matita e metro), sono necessari i seguenti accessori: - Palanchino, distanziatori e un blocco di battuta indicato per il parquet Uniclic Multifi t; - Sottopavimento adatto; - Prodotti di pulizia. L utilizzo di accessori inadeguati può danneggiare il pavimento. Per questo motivo, raccomandiamo di utilizzare soltanto accessori che siano stati specifi camente progettati e testati per l uso con questo tipo di pavimenti. Naturalmente si dovranno segare le tavole. Per ottenere un taglio pulito, tenere la superfi cie superiore del listello rivolta verso il basso quando si utilizza una sega da traforo o una sega circolare portatile e rivolta verso l alto quando si utilizza un seghetto manuale o un segone. IT - 2

3 SOTTOPAVIMENTO È essenziale utilizzare un sottopavimento livellante per eliminare ogni minima imperfezione della base del pavimento. In molti casi, è necessario utilizzare un apposita barriera contro l umidità affi orante o la condensa. Utilizzare sottopavimenti di qualità e spessore suffi cienti, adatti alla posa di parquet fl ottanti. La schiuma di polistirene o di polietilene dei sottopavimenti deve avere una densità di almeno 25kg/m³. (figura 4A). 4A INSTALLAZIONE POSA FLOTTANTE Una posa corretta Il legno è il componente principale del parquet Uniclic Multifi t. Poiché l umidità degli ambienti varia col variare delle stagioni, è fondamentale che il pavimento possa espandersi e contrarsi di conseguenza. Poiché l espansione e la contrazione sono lineari, maggiore è la superfi cie, più le tolleranze dovranno essere elevate. Il pavimento deve potersi espandere o contrarsi su TUTTI i lati. A tale scopo occorre lasciare uno spazio di dilatazione variabile dai 10 mm ai 15 mm su tutte le pareti (figura 4B). Questo spazio è necessario anche quando vi è una tubatura o una soglia. 4B Con lunghezze superiori a 12 m e larghezze superiori a 8 m, sarebbe necessario un giunto di dilatazione intermedio. Bisogna inoltre tener conto del fatto che il pavimento può muoversi in una direzione. In ogni caso, verifi care che sia presente un giunto di dilatazione tra le varie stanze (ad esempio sotto le porte). Questi giunti devono essere coperti con un profi lo da fi ssare non al pavimento di base, bensì al parquet. Posare i pannelli preferibilmente nella stessa direzione della parete più lunga e in direzione dell incidenza della luce; in tal modo l effetto visivo sarà migliore. Iniziare a posare il pavimento su un angolo o al centro della stanza. Si può inoltre procedere indifferentemente da destra a sinistra o viceversa. Prime tre file Iniziare la prima fi la con un listello intero. Tagliare la linguetta lunga e corta del primo pannello. Vedere la fi gura (figura 5). 5 IT - 3

4 (figura 6). L ultima fila Occorre prevedere anche un giunto di dilatazione di 10 mm fra l ultima fi la e la parete. Tenerlo presente quando si tagliano i lati lunghi dell ultima fi la di pannelli. (figura 7A - 7B). 7A 7B IT - 4

5 INSTALLAZIONE Incollato In alternativa, il parquet Uniclic Multifi t può anche essere incollato su un pavimento di base. L incollaggio diretto può essere fatto solo su una guida adatta a questo scopo (planarità, adesione, fenditure, ecc.). (figura 8). 8 Anche in questo caso si applicano le istruzioni di posa per il parquet Uniclic Multifi t, come descritto sopra. Occorre inoltre effettuare le stesse preparazioni (giunti di dilatazione, sottopavimenti, riscaldamento a pavimento, ecc.) descritte sopra. Utilizzare una colla approvata per questo tipo di parquet, dal punto di vista della forza di adesione, dell elasticità, della durata, della resistenza all umidità, ecc. Seguire le indicazioni del produttore di colla in merito al tempo di essiccamento, al consumo, al pettine a colla, ecc. Nella posa di un pavimento mediante incollaggio, il lato lungo viene incastrato ad un angolo di nella fi la precedente, mentre i lati corti vengono incastrati grazie al nuovo sistema Uniclic Multifi t. Ciò signifi ca che non è più necessario spingere i listelli trasversalmente; in tal modo la colla non gocciolerà più nei giunti. Tubature Assicurarsi che, in una fi la nella quale passa una tubatura, questa si trovi esattamente nel punto di giuntura fra due pannelli. Prendere una punta da trapano di diametro simile a quello della tubatura + 20 mm per la dilatazione. Incastrare i pannelli sul lato corto e trapanare il foro con il centro sul giunto fra i due pannelli. Installare i pannelli come parte del pavimento. (figura 9A - 9B - 9C). 9A 9B 9C Sotto le porte Segare i pannelli in modo da lasciare, dopo la posa, un giunto di dilatazione di almeno 10 mm. Se non si può ruotare il pannello, usare un palanchino o un blocco di battuta e un martello per incastrare i pannelli tra loro. (figura 10A - 10B). 10A 10B IT - 5

6 Finitura Quando si installa un pavimento fl ottante, si potrà iniziare subito a camminarvi sopra e cominciare a decorare la casa. Questo è uno dei principali vantaggi del sistema Uniclic Multifi t. Se il pavimento viene incollato, durante la posa cercare di camminare il meno possibile sulle zone incollate. Dopo la posa, prima di camminare sul pavimento rispettare il tempo di attesa previsto, indicato sul contenitore della colla. Rimuovere tutti i distanziatori. Fissare i battiscopa ai bordi rialzati della pellicola di plastica (metodo fl ottante). Non fi ssare mai i battiscopa o i profi li al parquet, in modo che il pavimento possa espandersi e contrarsi senza impedimenti. Rifi nire le tubature utilizzando rosette adeguate o una pasta elastica adatta. Nei luoghi in cui non è possibile utilizzare profi li o battiscopa, riempire i giunti di dilatazione con il kit ad elasticità permanente. (figura 11). 11 RISCALDAMENTO A PAVIMENTO Il parquet Uniclic Multifi t può essere integrato con un riscaldamento a pavimento a bassa temperatura. Questo vale per sistemi di riscaldamento a pavimento i cui elementi (ad acqua calda o elettrici) sono integrati nel pavimento. Le pellicole termiche o altre nuove tecnologie non sono sempre abbinabili ad un pavimento Uniclic Multifi t. L integrazione tra un sistema di riscaldamento per l inverno e un sistema di raffreddamento per l estate, in combinazione con pavimenti naturali, in generale può costituire un problema per motivi tecnici e fi sici. I pavimenti in parquet di faggio e acero Uniclic Multifi t sono molto sensibili alle contrazioni e perciò NON sono indicati per la posa su pavimenti riscaldati. Il parquet Uniclic Multifi t può essere incollato solo su pavimenti riscaldati, nel rispetto delle istruzioni sopra dettagliate. Il riscaldamento a pavimento deve essere installato conformemente alle istruzioni d installazione e alle regole e istruzioni generalmente riconosciute. Nella posa della pavimentazione, il pavimento di base deve essere suffi cientemente ASCIUTTO (massimo 1,5% di umidità, metodo CM). Ciò può essere ottenuto unicamente accendendo il riscaldamento con largo anticipo. Nel caso di un edifi cio di nuova costruzione, occorrerà attendere almeno 21 giorni prima di stendere la guida e accendere il riscaldamento. Nel caso di una guida stesa di recente, seguire le indicazioni dell installatore. Dovrà essere presentata una procedura di riscaldamento; richiederla se necessario. Accendere il riscaldamento a pavimento almeno due settimane prima di posare il parquet. Aumentare gradualmente la temperatura dell acqua della caldaia, max. 5 C al giorno, fi no a 50 C. Se possibile, lasciare acceso il riscaldamento più a lungo. Spegnere del tutto il riscaldamento prima di posare il pavimento. La temperatura massima del pavimento deve essere di 18 C. DOPO la posa, attendere ALMENO 48 ore prima di riaccendere gradualmente il riscaldamento (5 C al giorno). La temperatura di contatto massima consentita del parquet è di 27 C. La temperatura massima dell acqua calda è 50 C. Modifi care SEMPRE GRADUALMENTE la temperatura all inizio e alla fi ne di un periodo di riscaldamento. Verifi care che l umidità relativa dell aria negli ambienti non sia troppo bassa (vedi sopra). Evitare un accumulo di calore utilizzando tappeti o lasciando spazio insuffi ciente tra gli arredi e il pavimento. Nella stagione in cui il riscaldamento è acceso si possono formare giunti aperti. IT - 6

7 PRECAUZIONI Il legno è un prodotto naturale. La struttura e i colori del legno possono variare. Per questo motivo durante la posa è preferibile prelevare un certo numero di tavole da imballaggi differenti. Come per tutti i prodotti naturali, la luce del sole può causare variazioni di colore sulla superfi cie del legno. Proteggere i piedi di mobili e sedie con dei dischetti in feltro o in plastica. Evitare di sporcare il pavimento con polvere, acqua e sabbia portate dall esterno usando uno zerbino prima di entrare. Utilizzare sedie (da uffi cio) con rotelle morbide di tipo W (EN 12590), adatte al parquet o utilizzare un apposito tappetino per ambienti di lavoro. PULIZIA La pulizia quotidiana del parquet Uniclic Multifi t va effettuata di preferenza con un aspirapolvere. Per una pulizia leggermente a umido, consigliamo un kit di pulizia adeguato con un detergente ed uno straccio adatti. Asciugare immediatamente fi no ad eliminare ogni traccia di umidità dal pavimento. Attenzione! Non tutti i prodotti di pulizia per parquet sono di fatto indicati per questo scopo. IT - 7

POSA DEL PAVIMENTO UNICLIC Tavolati piccoli / 3 misure

POSA DEL PAVIMENTO UNICLIC Tavolati piccoli / 3 misure POSA DEL PAVIMENTO UNICLIC Tavolati piccoli / 3 misure 1) Generalità I pannelli del sistema UNICLIC si possono fissare in due diversi modi: A Per incastrare i pannelli, si possono ruotare inserendo la

Dettagli

SEGUIRE ATTENTAMENTE TUTTE LE SEGUENTI ISTRUZIONI PER OTTENERE I MIGLIORI RISULTATI.

SEGUIRE ATTENTAMENTE TUTTE LE SEGUENTI ISTRUZIONI PER OTTENERE I MIGLIORI RISULTATI. SEGUIRE ATTENTAMENTE TUTTE LE SEGUENTI ISTRUZIONI PER OTTENERE I MIGLIORI RISULTATI. Si consiglia di ordinare tutti in una volta i pannelli necessari alla stessa pavimentazione. Prestare sempre la massima

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE 1/5 Egregio Cliente, La ringraziamo per avere acquistato il nostro pavimento in tranciato di vero legno Par-ky. E molto importante che legga attentamente queste istruzioni

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE 1/5 ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE Egregio Cliente, La ringraziamo per avere acquistato il nostro pavimento in tranciato di vero legno Par-ky. E molto importante che legga attentamente queste istruzioni

Dettagli

Istruzioni per la posa di mflorcontact

Istruzioni per la posa di mflorcontact Istruzioni per la posa di mflorcontact Ispezione e pre-trattamento del sottofondo Verifiche Il sottofondo deve essere mantenuto asciutto, in piano e pulito, come stabilito dalla norma DIN 18365. Deve essere

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA POSA

ISTRUZIONI PER LA POSA PARQUET hüma IN LEGNO DI ROVERE PER AMBIENTI UMIDI ISTRUZIONI PER LA POSA www.huema.de Sommario Istruzioni per la posa del parquet hüma IN LEGNO DI ROVERE SOMMARIO NOTA GENERALE... 3 INFORMAZIONI PER LA

Dettagli

Il prodotto (Fig.1) (Fig.2) (Fig.3) Luogo di lavoro e condizioni del sottofondo Prima dell Installazione

Il prodotto (Fig.1) (Fig.2) (Fig.3) Luogo di lavoro e condizioni del sottofondo Prima dell Installazione Il prodotto I legni lavorati Curv8 sono derivati del legno. Il multistrato di base Curv8 è composto da compensato di betulla del Baltico per raggiungere una migliore stabilità dimensionale in condizioni

Dettagli

LISTA D ACQUISTO PAVIMENTI

LISTA D ACQUISTO PAVIMENTI LISTA D ACQUISTO PAVIMENTI UTILE DA SAPERE Si può posare sul pavimento esistente, tranne che sulla moquette. Quando posi il pavimento, usa sempre l'isolante per pavimento NIVÅ (in vendita separatamente).

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA POSA SU PAVIMENTI RADIANTI

ISTRUZIONI PER LA POSA SU PAVIMENTI RADIANTI ISTRUZIONI PER LA POSA SU PAVIMENTI RADIANTI IMPIANTO TERMICO TRADIZIONALE 20 C 22 C 40 C 17 C La normativa di riferimento per gli impianti di riscaldamento a pavimento per edifi ci residenziali ed uffi

Dettagli

LISTA D ACQUISTO PAVIMENTI

LISTA D ACQUISTO PAVIMENTI LISTA D ACQUISTO PAVIMENTI UTILE DA SAPERE Si può posare sul pavimento esistente, tranne che sulla moquette. Quando posi il pavimento, usa sempre l'isolante per pavimento NIVÅ (in vendita separatamente).

Dettagli

NEO by CLASSEN Istruzioni per la posa

NEO by CLASSEN Istruzioni per la posa NEO by CLASSEN Istruzioni per la posa 1. PREPARAZIONE DELLA POSA 2. UTENSILI ED ACCESSORI NECESSARI 3. POSA DEL PAVIMENTO 3.1 Posa flottante 3.2 Incollaggio su tutta la superficie 4. ISTRUZIONI GENERALI

Dettagli

92 94 96 98 99 100 101 Componenti ed accessori per sistemi. 102 Collettori premontati - senza cassetta per impianti di riscaldamento

92 94 96 98 99 100 101 Componenti ed accessori per sistemi. 102 Collettori premontati - senza cassetta per impianti di riscaldamento Sistemi di posa - comfort e risparmio energetico Sistemi di posa - Sistema Easy Sistemi di posa - Sistema Easy Tech ribassato Easy 50 - Pannello isolante Easy Tech 50R - Pannello isolante ribassato Tubo

Dettagli

Quick Step Uniclic Multifit

Quick Step Uniclic Multifit IT Istruzioni di posa per parquet Quick Step Uniclic Multifit GENERALITÀ Uniclic Multifi t è un rivoluzionario sistema di posa per parquet compositi. I pannelli possono essere incastrati con un semplice

Dettagli

Di seguito sono indicati i difetti e i problemi associati alle condizioni del sottofondo:

Di seguito sono indicati i difetti e i problemi associati alle condizioni del sottofondo: Istruzioni di montaggio per pavimenti mflor con Mtack 201 Ispezione e pre-trattamento del sottofondo Verifiche Il sottofondo deve essere mantenuto asciutto, in piano e pulito, come stabilito dalla norma

Dettagli

well-built for better living gruppo attiva MANUALE DI POSA LITHOTHERM ITALIANO

well-built for better living gruppo attiva MANUALE DI POSA LITHOTHERM ITALIANO well-built for better living gruppo attiva MANUALE DI POSA LITHOTHERM ITALIANO DI COSA SI TRATTA LITHOTHERM è un sistema radiante a pavimento a bassa temperatura con un breve tempo di reazione: questo

Dettagli

mflor e il riscaldamento a pavimento

mflor e il riscaldamento a pavimento mflor e il riscaldamento a pavimento Gli impianti di riscaldamento a pavimento stanno acquistando sempre più popolarità, poiché oltre ad elevati livelli di comfort offrono numerosi altri vantaggi. Questo

Dettagli

condizioni per la posa su massetto riscaldante

condizioni per la posa su massetto riscaldante condizioni per la posa su massetto riscaldante Parchettificio Toscano s.r.l. - 56024 Corazzano - S. Miniato (PI) Italia - Tel. (0039) 0571 46.29.26 Fax (0039) 0571 46.29.39 info@parchettificiotoscano.it

Dettagli

ITP - INDAGINE TECNICA PREVENTIVA

ITP - INDAGINE TECNICA PREVENTIVA ITP - INDAGINE TECNICA PREVENTIVA Prima della posa in opera è fondamentale l indagine tecnica preventiva per verificare la situazione del cantiere ed effettuare le misurazioni necesarie. Stato del cantiere

Dettagli

ESEMPI DI APPLICAZIONI

ESEMPI DI APPLICAZIONI RISCALDAMENTO IN FIBRA DI CARBONIO ESEMPI DI APPLICAZIONI MATERASSINO SOTTO IL MASSETTO E PAVIMENTO L installazione sotto il massetto, grazie all inerzia termica dello stesso, consente di mantenere la

Dettagli

Ridolfi Vasco & Figlio Posa in opera Parquet & Scale LA LEVIGATURA

Ridolfi Vasco & Figlio Posa in opera Parquet & Scale LA LEVIGATURA LA LEVIGATURA La levigatura del pavimento di legno consiste nelle operazioni di spianamento e di lisciatura della superficie in modo da renderla adatta ai successivi trattamenti di finitura. Si effettua

Dettagli

Guida alla posa e manutenzione. Pavimenti in laminato

Guida alla posa e manutenzione. Pavimenti in laminato Guida alla posa e manutenzione Pavimenti in laminato La posa in sintesi Grazie ad una tecnica click estremamente semplice, il laminato può essere posato con rapidità e senza alcun problema anche senza

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio Istruzioni di montaggio I Gli elementi riscaldanti piatti sono certificati VDE secondo norme DIN EN60335-1 e DIN EN60335-2-96. Leggere attentamente le presenti istruzioni prima di intraprendere il montaggio.

Dettagli

GUIDA ALLA POSA DEL VINILICO VARQUET

GUIDA ALLA POSA DEL VINILICO VARQUET GUIDA ALLA POSA DEL VINILICO VARQUET PREMESSA Nel marchio Varquet, come illustrato nel catalogo, sono presenti tre tipologie di vinilico: Click System, autoincollante e da incollare. La collezione Click

Dettagli

Leganti/malte pronte/colle/sabbie COLLE INDEX

Leganti/malte pronte/colle/sabbie COLLE INDEX Scheda Prodotto: ST01.200.04 Data ultimo agg.: 18 settembre 2013 Leganti/malte pronte/colle/sabbie COLLE INDEX Classificazione 01 Leganti/malte pronte/colle/sabbie 01.200 Colle per piastrelle 01.200.04

Dettagli

Massetti-specifiche tecniche e prescrizioni

Massetti-specifiche tecniche e prescrizioni Massetti-specifiche tecniche e prescrizioni 2 3 Riscaldamento a pavimento ciclo di preaccensione Operazione prevista dalle norme UNI 11371 e 1264.4 oltre al Manuale IL PARQUET Affinchè il risultato finale

Dettagli

SOLUZIONE VELOCE ED EFFICACE PER L'UMIDITÀ DI RISALITA.

SOLUZIONE VELOCE ED EFFICACE PER L'UMIDITÀ DI RISALITA. SYSTE M LINEE GUIDA PER L'APPLICAZIONE ELIMINARE L'UMIDITÀ DI RISALITA E RIDIPINGERE IN MENO DI 24 ORE SOLUZIONE VELOCE ED EFFICACE PER L'UMIDITÀ DI RISALITA. IMPERMEABILIZZA E RIDIPINGI IN 24 ORE Oggi

Dettagli

Istruzioni per il Mantenimento

Istruzioni per il Mantenimento Livello Il Livello di mantenimento si riferisce a pavimenti oliati, naturali o bianchi. Lo sporco è la principale causa di usura nei pavimenti in legno, per questa ragione è necessaria un adeguata e periodica

Dettagli

Blanke TRIMAT. Blanke TRIMAT diminuisce notevolmente i rimbombi prodotti dal calpestio: è perciò ideale per le ristrutturazioni.

Blanke TRIMAT. Blanke TRIMAT diminuisce notevolmente i rimbombi prodotti dal calpestio: è perciò ideale per le ristrutturazioni. DATI TECNICI Blanke TRIMAT Fonoassorbente e separatore Uso e funzione Blanke TRIMAT, materassino fonoassorbente che neutralizza le tensioni, è usato per la posa di piastrelle, pietra naturale, graniglia

Dettagli

In particolar modo, nel caso di intervento sull esistente, il sistema:

In particolar modo, nel caso di intervento sull esistente, il sistema: S I S T E M I A C A P P O T T O D E S C R I Z I O N E L'isolamento a cappotto consiste nell'applicazione, sull'intera superficie esterna verticale di un edificio, di pannelli isolanti che vengono poi coperti

Dettagli

IL RISCALDAMENTO A PANNELLI RADIANTI

IL RISCALDAMENTO A PANNELLI RADIANTI IL RISCALDAMENTO A PANNELLI RADIANTI IL MODO CORRETTO PER ESEGUIRE LA POSA DEL PARQUET SU MASSETTO CON RISCALDAMENTO A PANNELLI RADIANTI E QUALI ACCORGIMENTI METTERE IN ATTO PER IL CORRETTO MANTENIMENTO

Dettagli

PAVIMENTI IN LAMINATO HARO TRITTY

PAVIMENTI IN LAMINATO HARO TRITTY PAVIMENTI IN LAMINATO HARO TRITTY 1 LA MANUTENZIONE DI PAVIMENTI IN LAMINATO HARO TRITTY? NON C È NIENTE DI PIÙ SEMPLICE Avete scelto il pavimento in laminato HARO TRITTY. I pavimenti in laminato HARO

Dettagli

Protezione dal Fuoco. Linee Guida per l Installazione e la Movimentazione dei Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur

Protezione dal Fuoco. Linee Guida per l Installazione e la Movimentazione dei Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Protezione dal Fuoco Linee Guida per l Installazione e la Movimentazione dei Vetri Resistenti al Fuoco Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Indice 1.0 Informazioni Generali sul Prodotto pag. 3 2.0 Sistemi

Dettagli

AMBIENTE. Istruzioni di posa per professionisti

AMBIENTE. Istruzioni di posa per professionisti AMBIENTE Istruzioni di posa per professionisti Indice Travetti 4 Scelta del materiale Posa dei travetti Posa di travetti per terrazzoa senza profilo di finitura (Sit. A) Preparazione dei travetti Preparazione

Dettagli

MANUALE DI POSA. scricchiolii, e si aumenta l effetto rimbombo dovuto al rumore da calpestio.

MANUALE DI POSA. scricchiolii, e si aumenta l effetto rimbombo dovuto al rumore da calpestio. FASI PRELIMINARI DELLA POSA Consigliamo di installare il pavimento NEXT FLOOR dopo aver completato tutte le opere di finitura più importanti, tinteggiatura, impianti elettrici, serramenti, arredamenti

Dettagli

ESTERNO ANTISCIVOLO. I listoni vanno immagazzinati al coperto ed in un luogo ben ventilato, evitando l esposizione diretta al sole

ESTERNO ANTISCIVOLO. I listoni vanno immagazzinati al coperto ed in un luogo ben ventilato, evitando l esposizione diretta al sole REGOLE PER LO STOCCAGGIO E LA POSA IN OPERA DEI PAVIMENTI PER ESTERNO ANTISCIVOLO COLLOCAMENTO DEI LISTONI STOCCAGGIO I listoni vanno immagazzinati al coperto ed in un luogo ben ventilato, evitando l esposizione

Dettagli

Pavimenti Interni Piastrelle Cemento Legno Marmo Resina di finitura all acqua

Pavimenti Interni Piastrelle Cemento Legno Marmo Resina di finitura all acqua tutta la linea SottoSopra Colore per Interni Pareti e Mobili TM Sotto Sopra il camaleonte di casa paints Pavimenti Interni Piastrelle Cemento Legno Marmo Resina di finitura all acqua Libretto di istruzioni

Dettagli

Istruzioni per il Mantenimento

Istruzioni per il Mantenimento Livello Il Livello di mantenimento si riferisce a pavimenti oliati UV. Lo sporco è la principale causa di usura nei pavimenti in legno, per questa ragione è necessaria un adeguata e periodica pulizia della

Dettagli

MANUALE DI POSA FASI PRELIMINARI DELLA POSA

MANUALE DI POSA FASI PRELIMINARI DELLA POSA FASI PRELIMINARI DELLA POSA CONDIZIONAMENTO DEL MATERIALE Essendo il pavimento BIPANFLOR composto da fibra di legno, è sensibile alle variazioni di umidità e temperatura e pertanto, per evitare brusche

Dettagli

SOLIDONE LEGANTE IDRAULICO PER MASSETTI A RAPIDA ESSICCAZIONE (4* GIORNI) E A RITIRO CONTROLLATO BENFER SCHOMBURG INTERNATIONAL

SOLIDONE LEGANTE IDRAULICO PER MASSETTI A RAPIDA ESSICCAZIONE (4* GIORNI) E A RITIRO CONTROLLATO BENFER SCHOMBURG INTERNATIONAL SOLIDONE LEGANTE IDRAULICO PER MASSETTI A RAPIDA ESSICCAZIONE (4* GIORNI) E A RITIRO CONTROLLATO CARATTERISTICHE TECNICHE: Solidone è un legante idraulico formulato con cementi speciali ad alta resistenza

Dettagli

SEYBILASTIK ADESIVO EPOSSIPOLIURETANICO ADESIVO REATTIVO BICOMPONENTE ALTAMENTE DEFORMABILE PER LA POSA DI PIASTRELLE CERAMICHE E MATERIALI LAPIDEI

SEYBILASTIK ADESIVO EPOSSIPOLIURETANICO ADESIVO REATTIVO BICOMPONENTE ALTAMENTE DEFORMABILE PER LA POSA DI PIASTRELLE CERAMICHE E MATERIALI LAPIDEI ADESIVO EPOSSIPOLIURETANICO SEYBILASTIK ADESIVO REATTIVO BICOMPONENTE ALTAMENTE DEFORMABILE PER LA POSA DI PIASTRELLE CERAMICHE E MATERIALI LAPIDEI OTTIMA LAVORABILITÀ RAPIDO ANTISCIVOLO DEFORMABILE GRANDI

Dettagli

BauBuche Flooring Istruzioni di installazione e manutenzione

BauBuche Flooring Istruzioni di installazione e manutenzione o7-14 - IT Foglio 1 / 6 ELEMENTO PER PAVIMENTO LUNGO 2200 x 112 x 20 2200 x 112 x 14 2200 x 152 x 20 TRECCIA CON QUADRETTI 504 x 72 x 20 72 x 72 x 20 ANTICO MOTIVO TEDESCO (ALTDEUTSCHER VERBAND) 504 x

Dettagli

Sostituzione di listelli del parquet con giunzione senza colla

Sostituzione di listelli del parquet con giunzione senza colla N 527 Sostituzione di listelli del parquet con giunzione senza colla A Descrizione In questo esempio viene illustrata la sostituzione dei listelli del parquet in un pavimento di parquet posato. In un pavimento

Dettagli

STOP. rapido I O F O R Z A T A G L MULTIFUNZIONE CON BLOCCO FORZA DI TAGLIO

STOP. rapido I O F O R Z A T A G L MULTIFUNZIONE CON BLOCCO FORZA DI TAGLIO I Composizione a 3 stratiottimizzata per la struttura PROTEZIONE STOP D I F O R Z A T A G L I O IDEALE PER rapido IL TAPPETINO DI DISACCOPPIAMENTO MULTIFUNZIONE CON BLOCCO FORZA DI TAGLIO BASI MINERALI

Dettagli

Piscineitalia.it. Indicazioni di montaggio per cabina sauna Modello con pareti in legno massello

Piscineitalia.it. Indicazioni di montaggio per cabina sauna Modello con pareti in legno massello Indicazioni di montaggio per cabina sauna Modello con pareti in legno massello 1 Raccomandazioni Si raccomanda di preforare sempre prima di avvitare, in modo da evitare che il legno si rompa. Nella tabella

Dettagli

Sigillatura dei giunti dei pavimenti nora

Sigillatura dei giunti dei pavimenti nora Sigillatura dei giunti dei pavimenti nora Avvertenze / Generalità Per la lavorazione degli adesivi e dei prodotti ausiliari si devono assolutamente osservare le direttive di lavorazione del produttore

Dettagli

Istruzioni per l uso STYLER PER CAPELLI. STYLER PER CAPELLI IT pagina. 00331.indd 1 30/06/10 13.2

Istruzioni per l uso STYLER PER CAPELLI. STYLER PER CAPELLI IT pagina. 00331.indd 1 30/06/10 13.2 Istruzioni per l uso STYLER PER CAPELLI STYLER PER CAPELLI IT pagina 1 00331.indd 1 30/06/10 13.2 [Z] 1 2 3 6 9 7 5 4 8 TYPE G3501 220-240V 50/60 Hz 105 W 00331.indd 1 30/06/10 13.2 ISTRUZIONI PER L USO

Dettagli

Colla di montaggio Pro

Colla di montaggio Pro Scheda prodotto Prodotto COLLA DI MONTAGGIO PRO è una colla e un mastice per fughe dalla qualità pregiata, a presa rapida e capace di mantenere l elasticità, a base di polimero MS ad elevata adesione iniziale.

Dettagli

Non fanno una piega. Sottofondi a Secco Brio

Non fanno una piega. Sottofondi a Secco Brio Non fanno una piega Sottofondi a Secco Brio Sistema Costruttivo a Secco 10/2006 Sottofondi a Secco Brio Leggeri, resistenti e semplici da posare Un passo avanti nella tecnologia delle lastre per sottofondi

Dettagli

Makrolon multi UV Consigli per l installazione delle lastre alveolari. multi UV

Makrolon multi UV Consigli per l installazione delle lastre alveolari. multi UV Makrolon multi UV Consigli per l installazione delle lastre alveolari. multi UV Preparazione del lavoro. Esempio di copertura di un t > 5 ^= = 90 mm/m 1 Immagazzinare le lastre in posizione orizzontale

Dettagli

MANUALE DI USO E MANUTENZIONE CALDAIE A LEGNA Mod. CL

MANUALE DI USO E MANUTENZIONE CALDAIE A LEGNA Mod. CL MANUALE DI USO E MANUTENZIONE CALDAIE A LEGNA Mod. CL centopercento Made in Italy 1 Dati Tecnici Installazione, uso e manutenzione della caldaia combinata nella quale è possibile bruciare gasolio, gas

Dettagli

Dlgs 128/10. Decreto legislativo 29 giugno 2010, n. 128

Dlgs 128/10. Decreto legislativo 29 giugno 2010, n. 128 Decreto legislativo 29 giugno 2010, n. 128 Modifi che ed integrazioni al decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante norme in materia ambientale, a norma dell articolo 12 della legge 18 giugno 2009,

Dettagli

dataholz.com Denominazione: wsf

dataholz.com Denominazione: wsf Descrizione generale Per gli elementi di legno massiccio con incastri femmina e/o maschio si tratta di listelli di legno massiccio di conifera o di latifoglie con uno spessore (t) 14 mm, dotati in una

Dettagli

TRANSIT: LA NUOVA GENERAZIONE DI LAMINATI FIRMATA GAZZOTTI

TRANSIT: LA NUOVA GENERAZIONE DI LAMINATI FIRMATA GAZZOTTI PAV I M E N T I L A M I N AT I TRANSIT: LA NUOVA GENERAZIONE DI LAMINATI FIRMATA GAZZOTTI UNA GAMMA INNOVATIVA La linea AC4/7 Transit garantisce una grande resistenza e propone nuove ed interessanti cromie.

Dettagli

Parquet in legno CHARISMA Scheda tecnica Essenze

Parquet in legno CHARISMA Scheda tecnica Essenze Parquet in legno CHARISMA Scheda tecnica Essenze 2 4 5 6 8 9 10 Pavimenti in laminato Classici FAMILY LINE COMFORT LINE RESIDENCE LINE OLD STYLE Misure e caratteristiche Finiture Scheda tecnica Pavimento

Dettagli

Attività che comportano un rischio basso

Attività che comportano un rischio basso MODULO INFORMATIVO 1 Cemento-amianto Davanzale Lastre ondulate (tetti e pareti) Lastre per facciate Tubi Pannelli per quadri elettrici Tegole Attività che comportano un rischio basso Salita/discesa di

Dettagli

RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO RADIANTE A PAVIMENTO

RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO RADIANTE A PAVIMENTO RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO RADIANTE RISCALDAMENTO RADIANTE RESE TERMICHE QUALITÀ CERTIFICATA Universität Stuttgart Per assicurare chiarezza e sicurezza di funzionamento nella resa di un impianto a

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DEL VOSTRO ATH L IMPIANTO DI RISCALDAMENTO SOTTO PAVIMENTO

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DEL VOSTRO ATH L IMPIANTO DI RISCALDAMENTO SOTTO PAVIMENTO GUIDA ALL INSTALLAZIONE DEL VOSTRO ATH L IMPIANTO DI RISCALDAMENTO SOTTO PAVIMENTO Caro cliente ATH, grazie per aver scelto l impianto di riscaldamento sotto pavimento della ATH. Progettato per essere

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA POSA

ISTRUZIONI PER LA POSA ISTRUZIONI PER LA POSA CALCOLO DELLA QUANTITA DI PIETRA E DI MATTONI NECESSARI La quantità di Pietre e/o Mattoni Piani si determina misurando la superficie in mq. da rivestire, detraendo da questa quella

Dettagli

Manuale per l'applicazione dei Fotomurali Vinilici e Vinilici Premium

Manuale per l'applicazione dei Fotomurali Vinilici e Vinilici Premium Manuale per l'applicazione dei Fotomurali Vinilici e Vinilici Premium Prima di cominciare assicurati che i muri siano ben asciutti, lisci e puliti, in caso contrario procedere a rasare e stuccare dove

Dettagli

Elenco delle parti Il forno è costituito dalle seguenti parti: settore cupola con apertura bocca sinistro. settore cupola con apertura bocca destro

Elenco delle parti Il forno è costituito dalle seguenti parti: settore cupola con apertura bocca sinistro. settore cupola con apertura bocca destro Quote prefabbricato Premessa Con il presente manuale si intende dare delle indicazioni soprattutto a chi non ha mai montato un forno per pizza prima d'ora. Ciò nonostante, specie le indicazioni sulla prima

Dettagli

Ultraslim. ...l impianto a pavimento in soli 20 mm di spazio. Conversione in cmyk del Pantone_300 c. Conversione in cmyk del Pantone_485 c

Ultraslim. ...l impianto a pavimento in soli 20 mm di spazio. Conversione in cmyk del Pantone_300 c. Conversione in cmyk del Pantone_485 c Pantone_485 c Conversione in cmyk del Pantone_485 c Pantone_300 c Conversione in cmyk del Pantone_300 c c 0 m 95 y 100 k 0 c 2 m 31 y 3 k 12...l impianto a pavimento in soli 20 mm di spazio Ultraslim Sistema

Dettagli

PANNELLI IN MDF PER RIVESTIMENTI

PANNELLI IN MDF PER RIVESTIMENTI PANNELLI IN MDF PER RIVESTIMENTI DOLCE VITA - Bianco brillante NUOVE SUPERFICI PER LA CASA Pircher presenta una nuova soluzione per il rivestimento di pareti e controsoffitti: pannelli con supporto in

Dettagli

Materassino e rete per interni modulare e su misura

Materassino e rete per interni modulare e su misura Materassino e rete per interni modulare e su misura Materassino - PVMI Il riscaldamento elettrico a pavimento in Fibra di Carbonio è un sistema brevettato, dallo spessore di soli mm che può essere prodotto

Dettagli

9.1 Schlüter -BEKOTEC

9.1 Schlüter -BEKOTEC S I S T E M I I N N O V A T I V I 9.1 Schlüter -BEKOTEC SISTEMA PER PAVIMENTI STRUTTURA IN BASSO SPESSORE A RIDOTTA DEFORMAZIONE CONCAVA E CONVESSA Applicazione e funzione Il sistema Schlüter -BEKOTEC

Dettagli

RÖFIX RENOPOR La soluzione facile per il risanamento di pareti umide!

RÖFIX RENOPOR La soluzione facile per il risanamento di pareti umide! RÖFIX RENOPOR La soluzione facile per il risanamento di pareti umide! Il sistema di risanamento a pannelli Sistemi per construire RÖFIX Renopor A colpo d occhio Ecologico - minerale - con struttura cellulare

Dettagli

FASTBACK Document Binder MANUALE DI MANUTENZIONE PER L OPERATORE QUALIFICATO

FASTBACK Document Binder MANUALE DI MANUTENZIONE PER L OPERATORE QUALIFICATO MODELLO FB15xsE FASTBACK Document Binder MANUALE DI MANUTENZIONE PER L OPERATORE QUALIFICATO Indice 1. Introduzione 2 2. Sintomi e soluzioni 3 3. Aprire la copertura 4 4. Rimuovere le strip inceppate 5

Dettagli

Prestabo con SC-Contur

Prestabo con SC-Contur Prestabo con SC-Contur Sistema di tubi e raccordi a pressare di acciaio galvanizzato. Tubi e raccordi di acciaio al carbonio galvanizzato Sistema indeformabile e resistente per installazioni facili e veloci

Dettagli

Creatina istruzioni per l uso

Creatina istruzioni per l uso Creatina istruzioni per l uso 07 2015 Indice Preparazione delle superfici 2 Preparazione per la posa su parete interno doccia e contorno vasca 3 Applicazione della membrana impermeabilizzante AquaPrim

Dettagli

BOSTIK ASSEMBLER EFFETTO VENTOSA

BOSTIK ASSEMBLER EFFETTO VENTOSA BOSTIK ASSEMBLER EFFETTO VENTOSA Eccellente adesivo per la costruzione con ottima presa iniziale e ottima resistenza finale. Ideale per un tenace incollaggio a superfici porose di qualsiasi materiale che

Dettagli

Scheda prodotti Rockpanel Colours

Scheda prodotti Rockpanel Colours Scheda prodotti Rockpanel Colours Durable - Xtreme - FS-Xtra Italia 1 Descrizione del prodotto I pannelli Rockpanel sono pannelli prefabbricati in lana minerale compressa con strato intermedio organico

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO RADIANTE A PAVIMENTO LOEX HOME

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO RADIANTE A PAVIMENTO LOEX HOME HOME ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA DI RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO RADIANTE A PAVIMENTO LOEX HOME RISCALDAMENTO E RAFFRESCAMENTO RADIANTE INDICE 1. Note per le istruzioni di montaggio 2. Sicurezza

Dettagli

Contenuti. Strumenti per l applicazione Linee guida per l applicazione Linee guida per l applicazione realizzare giunte Suggerimenti utili

Contenuti. Strumenti per l applicazione Linee guida per l applicazione Linee guida per l applicazione realizzare giunte Suggerimenti utili 3M Fasara Novembre 2011 Space for 3M Montage Procedura di Applicazione Contenuti Strumenti per l applicazione Linee guida per l applicazione Linee guida per l applicazione realizzare giunte Suggerimenti

Dettagli

Rotolo isolante ultra-takk della SCHÜTZ

Rotolo isolante ultra-takk della SCHÜTZ Soluzioni speciali I.2.2 Rotolo isolante ultra-takk della SCHÜTZ L ultra-takk è una valida alternativa nel caso di grandi superfici sulle quali va montato un riscaldamento a pavimento. Srotolare a posare:

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico La riparazione dell asfalto ha fatto strada. Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

Istruzioni per l uso PIASTRA PER CAPELLI. PIASTRA PER CAPELLI IT pagina. 00332.indd 1 29-05-2010 11:10:4

Istruzioni per l uso PIASTRA PER CAPELLI. PIASTRA PER CAPELLI IT pagina. 00332.indd 1 29-05-2010 11:10:4 Istruzioni per l uso PIASTRA PER CAPELLI PIASTRA PER CAPELLI IT pagina 002.indd 29-0-200 :0:4 6 4 2 [Z] Type H290 00-240 V 0/60 Hz 42 W 002.indd 29-0-200 :0:4 ISTRUZIONI PER L USO DELLA PIASTRA PER CAPELLI

Dettagli

Istruzioni per l uso PIASTRA PER CAPELLI. PIASTRA PER CAPELLI IT pagina M1501 M1502 M1503 M1504. Type

Istruzioni per l uso PIASTRA PER CAPELLI. PIASTRA PER CAPELLI IT pagina M1501 M1502 M1503 M1504. Type Istruzioni per l uso PIASTRA PER CAPELLI PIASTRA PER CAPELLI IT pagina 1 Type M1501 M1502 M1503 M1504 140 C 230 C GUIDA ILLUSTRATIVA 1 2 3 4 5 7 6 8 9 DATI TECNICI TYPE M1501 M1502 M1503 M1504 100-240V

Dettagli

CARATTERISTICHE GENERALI DEL VETRO CELLULARE POLYDROS

CARATTERISTICHE GENERALI DEL VETRO CELLULARE POLYDROS CARATTERISTICHE GENERALI DEL VETRO CELLULARE POLYDROS Il pannello di vetro cellulare POLYDROS si ottiene partendo dalla polvere di vetro, la quale, mediante un processo termico-chimico, si trasforma in

Dettagli

SALTO Meridian. Pavimentazione modulare in piastrelle. Istruzioni di posa per

SALTO Meridian. Pavimentazione modulare in piastrelle. Istruzioni di posa per Istruzioni di posa per SALTO Meridian Pavimentazione modulare in piastrelle Pagina 1 di 9 1. DESCRIZIONE Doghe e piastrelle modulari Solida struttura vinilica Design con stampa fotografica a imitazione

Dettagli

Ente Scuola Edile Taranto IMPIANTO DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

Ente Scuola Edile Taranto IMPIANTO DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO Ente Scuola Edile Taranto IMPIANTO DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO VANTAGGI Gli impianti di riscaldamento a pannelli radianti sono caratterizzati da un particolare meccanismo di scambio termico, l irraggiamento,

Dettagli

Accessori funzionali Linea Ventilazione

Accessori funzionali Linea Ventilazione Accessori funzionali Linea Ventilazione FATTORI CARATTERISTICI Per una corretta progettazione ed esecuzione copertura occorre controllare i seguenti fattori: - la tipologia e la sovrapposizione degli elementi

Dettagli

Definizioni di isolamento termico

Definizioni di isolamento termico Definizioni di isolamento termico Per ottenere un buon isolamento termico dell abitazione si ricorre a materiali ed a tecniche specifiche che incrementano la coibenza, rendono minime le infiltrazioni d

Dettagli

Scheda tecnica Sto GK800 A+

Scheda tecnica Sto GK800 A+ Lastre isolanti preformate in polistirene espanso sinterizzato secondo EN 13163:2013 contenenti particelle di grafite. Prodotto a marchio CE. Identificazione tecnica X31 KTR. Caratteristiche Funzione è

Dettagli

Scaldameglio. Bagno Beghelli ISTRUZIONI PER L USOL

Scaldameglio. Bagno Beghelli ISTRUZIONI PER L USOL Scaldameglio Bagno Beghelli ISTRUZIONI PER L USOL Scaldameglio Bagno (cod. ordine 8497) 1. Ingresso aria 2. Uscita aria 3. Indicatore di presenza alimentazione 3 1 2 4. Selettore della temperatura (termostato)

Dettagli

Viega Megapress. Il sistema a pressare per tubi di acciaio a parete normale.

Viega Megapress. Il sistema a pressare per tubi di acciaio a parete normale. Viega Megapress Il sistema a pressare per tubi di acciaio a parete normale. Descrizione sistema Impiego previsto Il sistema Megapress è adatto all impiego per impianti di riscaldamento, raffreddamento

Dettagli

innovazione Pannelli Accoppiati formazione a regola d arte Pregystyrene - Pregyfoam

innovazione Pannelli Accoppiati formazione a regola d arte Pregystyrene - Pregyfoam innovazione Pannelli Accoppiati formazione a regola d arte Pregystyrene - Pregyfoam Pregyver sistema lastre- Pregyroche PANNELLI ACCOPPIATI I PANNELLI ACCOPPIATI SINIAT I pannelli preaccoppiati Siniat

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico PRODOTTI PER CERAMICA E MATERIALE LAPIDEO

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico PRODOTTI PER CERAMICA E MATERIALE LAPIDEO Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico PRODOTTI PER CERAMICA E MATERIALE LAPIDEO Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

Massetti riscaldanti e raffrescanti e impianti radianti di nuova generazione (funzionamento e applicazioni pratiche)

Massetti riscaldanti e raffrescanti e impianti radianti di nuova generazione (funzionamento e applicazioni pratiche) Massetti riscaldanti e raffrescanti e impianti radianti di nuova generazione (funzionamento e applicazioni pratiche) Ing. Clara Peretti Coordinatrice Consorzio Q-RAD 2 Contenuti della presentazione Il

Dettagli

Calcetto luminoso. Istruzioni OBI. Grado di difficoltà: per esperti. Tempo di costruzione Circa 30 ore

Calcetto luminoso. Istruzioni OBI. Grado di difficoltà: per esperti. Tempo di costruzione Circa 30 ore Istruzioni OBI 1 Calcetto luminoso Grado di difficoltà: per esperti Indice Introduzione /Trucchi e consigli p. 2 Lista del materiale necessario p. 3 Accessori e utensili p. 4 Istruzioni p. 5 12 Piano di

Dettagli

Pavitema. Isolamento acustico dei sottopavimenti AGGLOMERATO DI SCHIUMA DI GOMMA ESPANSA. Vantaggi. Pavitema Soft

Pavitema. Isolamento acustico dei sottopavimenti AGGLOMERATO DI SCHIUMA DI GOMMA ESPANSA. Vantaggi. Pavitema Soft Pavitema Isolamento acustico dei sottopavimenti Pavitema rappresenta la soluzione pratica ed economica per risolvere il problema dell isolamento anticalpestio. L offerta della Maxitalia è costituita da

Dettagli

Eseguire le stuccature con colla e polvere di carbone vegetale e non con stucco a gesso perché questo si ritira più del legno.

Eseguire le stuccature con colla e polvere di carbone vegetale e non con stucco a gesso perché questo si ritira più del legno. Quando si deve sostituire un foglio di impiallaccio troppo rovinato bisogna togliere l'impiallacciatura residua ammorbidendo la colla sottostante con ferro da stiro e panno bagnato, e raschiare con una

Dettagli

VETROMATTONE ONDULATO CHIARO TERMINALE CURVO

VETROMATTONE ONDULATO CHIARO TERMINALE CURVO INDICE 1. Anagrafica 2. Caratteristiche Tecniche 3. Certificazioni 4. Utilizzo 5. Posa in Opera 5.A. Fase preliminare 5.B. Fase di installazione 5.C. Fase di finitura 6. Disegni 7. Voce di capitolato 1/5

Dettagli

MANUALE DI USO ED INSTALLAZIONE CAMINETTI Il Canto del Fuoco _LEGNA

MANUALE DI USO ED INSTALLAZIONE CAMINETTI Il Canto del Fuoco _LEGNA MANUALE DI USO ED INSTALLAZIONE CAMINETTI Il Canto del Fuoco _LEGNA ATTENZIONE!!! Si declina ogni responsabilità relativa ad eventuali inesattezze contenute in queste istruzioni dovute ad errori di trascrizione.

Dettagli

PIATTI DOCCIA SLATE E MADERA DESCRIZIONI TECNICHE E NOTE DI INSTALLAZIONE

PIATTI DOCCIA SLATE E MADERA DESCRIZIONI TECNICHE E NOTE DI INSTALLAZIONE PIATTI DOCCIA SLATE E MADERA DESCRIZIONI TECNICHE E NOTE DI INSTALLAZIONE CARATTERISTICHE GENERALI I piatti doccia di CVS delle serie MADERA e SLATE sono realizzati in pietra ricostituita. Si tratta di

Dettagli

LA NUOVA NORMATIVA EUROPEA PER GLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

LA NUOVA NORMATIVA EUROPEA PER GLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO LA NUOVA NORMATIVA EUROPEA PER GLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO UNI UNI EN EN 1264/1-2-3-4 Presentazione a cura di: RDZ S.p.A. Configurazione della norma Configurazione della norma UNI UNI EN

Dettagli

Il riscaldamento a pavimento. Il riscaldamento a pavimento a basso spessore Funzionamento ad acqua Semplice benessere Caldo in 10 minuti!

Il riscaldamento a pavimento. Il riscaldamento a pavimento a basso spessore Funzionamento ad acqua Semplice benessere Caldo in 10 minuti! Il riscaldamento a pavimento Il riscaldamento a pavimento a basso spessore Funzionamento ad acqua Semplice benessere Caldo in 10 minuti! SALUTE E BENESSERE IL RISCALDAMENTO A PAVIMENTO ATTIVO Già dopo

Dettagli

Spalmare poi un velo di colla con un pennellino, schiacciare la foglia di impiallacciatura e pulire con uno

Spalmare poi un velo di colla con un pennellino, schiacciare la foglia di impiallacciatura e pulire con uno Per le parti di impiallacciatura che si staccano, prima di rincollarle, bisogna ripulirle dalla polvere depos Spalmare poi un velo di colla con un pennellino, schiacciare la foglia di impiallacciatura

Dettagli

2 I Componenti di Pasha pag 6. 3 Il Bagno Turco pag 7. 4 Il Generatore di Vapore pag 9

2 I Componenti di Pasha pag 6. 3 Il Bagno Turco pag 7. 4 Il Generatore di Vapore pag 9 FAQ Pasha Indice FAQ Pasha 1 Installazione pag 3 pag 3-5 2 I Componenti di Pasha pag 6 3 Il Bagno Turco pag 7 pag 7-8 4 Il Generatore di Vapore pag 9 pag 9-10 2 FAQ Pasha: Installazione E semplice installare

Dettagli

WB_barrier. antiumido ad alta penetrazione per superfici murarie barriera chimica

WB_barrier. antiumido ad alta penetrazione per superfici murarie barriera chimica WB_barrier Gattocel Italia S.p.A. www.gattocel.com Total Quality Management ISO 9001 ISO 14001 antiumido ad alta penetrazione per superfici murarie barriera chimica CAMPO D IMPIEGO Si usa in tutte le superfici

Dettagli

Costruzioni. SikaBond T54 FC Adesivo elastico a bassa viscosità, privo di solventi, idoneo per parquet

Costruzioni. SikaBond T54 FC Adesivo elastico a bassa viscosità, privo di solventi, idoneo per parquet Scheda Tecnica Edizione 03.05.10 SikaBond T54 FC SikaBond T54 FC Adesivo elastico a bassa viscosità, privo di solventi, idoneo per parquet Indicazioni generali Descrizione SikaBond T54 FC è un adesivo

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE FORNI GIROLAMI CAMINETTI

MANUALE DI INSTALLAZIONE FORNI GIROLAMI CAMINETTI MANUALE DI INSTALLAZIONE Gentile Cliente, Congratulazioni per aver acquistato un forno Girolami Caminetti. Acquistando un forno Girolami Caminetti avrete tutta la soddisfazione di potervi avvalere della

Dettagli