Concetti di base delle tecnologie ICT (Information & Comunication Tecnologies) Richiede che il candidato comprenda i concetti fondamentali delle

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Concetti di base delle tecnologie ICT (Information & Comunication Tecnologies) Richiede che il candidato comprenda i concetti fondamentali delle"

Transcript

1 MODULO UNO Syllabus 4 Concetti di base delle tecnologie ICT (Information & Comunication Tecnologies) Modulo UNO Syllabus 4 Concetti di base delle tecnologie ICT Richiede che il candidato comprenda i concetti fondamentali delle Tecnologie dell Informazione (ICT) ad un livello generale. Il candidato dovrà disporre di una conoscenza di base della struttura di un Personal Computer sia dal punto di vista hardware che dal punto di vista software e dovrà comprendere alcuni concetti di ICT quali la memorizzazione dei dati e la memoria. Inoltre dovrà comprendere come vengono utilizzate le reti informatiche e i programmi software nella vita quotidiana. Il candidato dovrà essere in grado di rendersi conto dei problemi legati alla salute e alla sicurezza nell uso del computer, e al loro possibile impatto ambientale. Infine il candidato dovrà essere consapevole degli aspetti fondamentali di protezione dei dati e di problematiche legali associate all impiego del computer. Corsi ECDL Sei alla diapositiva 2 1

2 MODULO UNO CONCETTI DI BASE DELLA TECNOLOGIA DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE (ICT) 1.1 CONCETTI GENERALI HARDWARE SOFTWARE RETI INFORMATICHE IL COMPUTER NELLA VITA DI TUTTI I GIORNI SALUTE, SICUREZZA E AMBIENTE SICUREZZA DEI DATI DIRITTI D AUTORE E ASPETTI GIURIDICI Sei alla diapositiva 3 Modulo 1 CONCETTI DI BASE DELLE TECNOLOGIE ICT 1.1) CONCETTI GENERALI Hardware, Software e Tecnologia dell Informazione Tipi di Computer Componenti principali di un personal computer Prestazioni di un computer Sei alla diapositiva 4 2

3 UD 1.1: CONCETTI GENERALI Lezione 1.1.1: Hardware, software e Tecnologia dell informazione INFORMATION TECNOLOGY Per Information Technology si intende letteralmente la tecnologia dell'informatica. Tale termine contempla varie tipologie di forme tecnologiche finalizzate al concepimento, la memorizzazione e l'uso dell'informazione nelle sue molteplici forme (dati, immagini, presentazioni multimediali). Sei alla diapositiva 5 UD 1: PER INIZIARE Lezione 1.1.1: Hardware, software e Information Tecnology SISTEMA DI ELABORAZIONE Il sistema di elaborazione è l'insieme costituito dalle parti materiali della macchina e dai programmi che le permettono di funzionare Sei alla diapositiva 6 3

4 UD 1: PER INIZIARE Lezione 1.1.1: Hardware, software e Information Tecnology HARDWARE Le componenti materiali del computer prendono il nome di hardware. Cosa vuol dire? L'aggettivo inglese "hard" significa duro, rigido, id, e la parola "ware" " può essere tradotta in materiale. Sei alla diapositiva 7 UD 1: PER INIZIARE Lezione 1.1.1: Hardware, software e Information Tecnology HARDWARE L'hardware è costituito da schede con circuiti elettronici che materialmente permettono al computer di mettersi in moto e funzionare. Scheda madre, scheda video, stampante, mouse, tastiera, ecc., sono tutte componenti hardware del computer. Sei alla diapositiva 8 4

5 UD 1: PER INIZIARE Lezione 1.1.1: Hardware, software e Information Tecnology SOFTWARE L'altra componente fondamentale di un computer è il software, termine con il quale si intendono i programmi di un elaboratore. Un programma è un insieme di istruzioni che, processato ed elaborato da un computer, rende possibile il suo funzionamento. Il termine software (in contrapposizione al termine hardware) è composto dall'aggettivo inglese "soft", che significa morbido,, e dalla parola "ware", che significa materiale. Sei alla diapositiva 9 UD 1: PER INIZIARE Lezione 1.1.1: Hardware, software e Information Tecnology SOFTWARE I programmi più comunemente adoperati per creare documenti, sviluppare immagini, gestire la contabilità di un'azienda non sono altro che software. È un software anche il sistema operativo (come ad esempio Windows, Linux, OSX ecc.), sistema base, senza il quale tutti gli altri programmi non potrebbero essere utilizzati dal computer. Sei alla diapositiva 10 5

6 Modulo 1 CONCETTI DI BASE DELLE TECNOLOGIE ICT 1.1) CONCETTI GENERALI Hardware, Software e Tecnologia dell Informazione Tipi di Computer Componenti principali di un personal computer Prestazioni di un computer Sei alla diapositiva 11 UD 1.1: CONCETTI GENERALI Lezione 1.1.2: Tipi di computer MAINFRAME Con il termine Mainframe si fa riferimento ad un grande elaboratore centrale, con elevate prestazioni in termini di capacità di calcolo e di memoria. In genere i Mainframe sono dotati di più processori (da 1 a 16) che lavorano in parallelo. Comunemente è usato nelle reti come punto centrale o di smistamento, in modo da ricoprire il ruolo di server per le migliaia di utenti che sono ad esso collegati simultaneamente. Il costo di un Mainframe è nell ordine delle centinaia di migliaia di euro. Sei alla diapositiva 12 6

7 UD 1.1: CONCETTI GENERALI Lezione 1.1.2: Tipi di computer MINICOMPUTER Il Mini Computer è un computer simile al mainframe, infatti spesso viene utilizzato come server nelle reti al quale si collegano diversi utenti. Si differenzia dal mainframe in maniera sostanziale per il formato e la potenza. Un Mini Computer può servire, al medesimo contempo, non più di 200 utenti. Il costo di un Mini Computer è nell ordine delle decine di migliaia di euro. Sei alla diapositiva 13 UD 1.1: CONCETTI GENERALI Lezione 1.1.2: Tipi di computer NETWORK COMPUTER Il network computer è un terminale di costo non elevato, che funziona grazie ad un server a cui è collegato, e dal quale preleva le applicazioni e informazioni che può anche elaborare in locale. I dati possono rimanere memorizzati nel network computer stesso oppure sul server. Il Network Computer è caratterizzato da alcuni attributi fondamentali: processori di elevata potenza per eseguire le applicazioni; grande spazio di memoria di lavoro. Il Server di supporto al Network Computer può trovarsi sia su una rete locale che su Internet. Sei alla diapositiva 14 7

8 UD 1.1: CONCETTI GENERALI Lezione 1.1.2: Tipi di computer NETWORK COMPUTER I vantaggi offerti dal Network Computer sono molti: non sussiste il problema di installare periodicamente sul proprio computer le versioni più aggiornate dei vari software, basta che questi siano disponibili sul server; i costi di manutenzione sono ridotti; non è necessario che i computer siano dotati di hard disk di dimensioni troppo elevate. Sei alla diapositiva 15 UD 1.1: CONCETTI GENERALI Lezione 1.1.2: Tipi di computer PERSONAL COMPUTER I predecessori dei Personal Computer, nascono in California i alla fine degli anni '70. Piccoli elaboratori ideati per l'uso personale di ogni singolo destinatario. Nel 1981, l'ibm presenta il primo vero Personal Computer. Col passare degli anni, arriviamo ai giorni nostri, in cui, grazie ai progressi della microelettronica, milioni di persone possiedono macchine in grado di elaborare dati documenti e creare immagini. Negli anni 80 il Personal Computer si afferma su scala mondiale in maniera dilagante. Sei alla diapositiva 16 8

9 UD 1.1: CONCETTI GENERALI Lezione 1.1.2: Tipi di computer PERSONAL COMPUTER I prezzi di un personal computer variano, in media, da alcune centinaia di euro a poche migliaia di euro. Il PC è utilizzato in maniera preponderante nei luoghi di lavoro, per l'elaborazione di documenti, la redazione della contabilità, e per le applicazioni del foglio di calcolo elettronico e della gestione del database. Anche a casa è largamente utilizzato; un tempo prevalentemente a scopo ricreativo, oggi grazie alla diffusione di Internet e del telelavoro, anche come strumento di lavoro. Sei alla diapositiva 17 UD 1.1: CONCETTI GENERALI Lezione 1.1.2: Tipi di computer LAPTOP COMPUTER L'affermazione di tecnologie sempre più avanzate e sofisticate porta alla generazione di computer sempre più piccoli e leggeri, fino ad arrivare al laptop computer (chiamato anche notebook o ancora più comunemente portatile), un PC le cui caratteristiche sono: batteria portatile, dimensioni ridotte, tanto che può entrare comodamente in una ventiquattrore, e prestazioni assimilabili ai computer da tavolo (desk). Il costo di un portatile è quasi due volte superiore rispetto a quello di un normale PC di potenza equivalente, a causa della maggiore raffinatezza e ricercatezza di progettazione ed elaborazione. Sei alla diapositiva 18 9

10 UD 1.1: CONCETTI GENERALI Lezione 1.1.2: Tipi di computer LAPTOP COMPUTER Nel passato una delle principali differenze tra un laptop ed un personal computer, oltre che le dimensioni, era lo schermo di tipo piatto nei portatili. Oggi i monitor TFT hanno soppiantato del tutto i vecchi monitor a tubo dei computer desk. Altra differenza è la tipologia di mouse usata, infatti nella tastiera del portatile in genere è integrato un touchpad oppure una piccola trackball. In ogni caso la maggior parte dei portatili è dotato di una porta mouse (USB) per il collegamento di un dispositivo esterno. Sei alla diapositiva 19 UD 1.1: CONCETTI GENERALI Lezione 1.1.2: Tipi di computer LAPTOP COMPUTER È vero che, se da un lato un computer portatile offre notevoli vantaggi, comporta anche diversi svantaggi, vediamo di esaminarli: VANTAGGI è leggero e maneggevole; funziona per diverse ore (2-4) senza la necessità di un'alimentazione di corrente; non presenta la quantità di cavi di un desk; si può usare in qualsiasi posto; si può trasportare con estrema facilità in viaggio o in vacanza. SVANTAGGI economicamente è più costoso del desk; possibilità di espansioni hardware ridotte; personale tecnico specializzato in numero inferiore. Sei alla diapositiva 20 10

11 UD 1.1: CONCETTI GENERALI Lezione 1.1.2: Tipi di computer PDA (palmare) Il Palmare o PDA (Personal Digital Assistant) è un computer mobile dalle dimensioni ridotte, tanto da poter essere tenuto su una mano (palm). È un evoluzione delle prime agendine elettroniche tascabili con cui però non hanno nulla a che fare, infatti oggi i palmari sono dei veri e propri Personal Computer (di potenza ridotta a causa delle dimensioni) su cui viene installato anche il Sistema Operativo come il Windows CE, la versione del noto sistema della Microsoft prodotto appositamente per i palmari. Solitamente sono dotati di un piccolo monitor di tipo Touch Screen, ossia sensibile al tocco, e viene usato un pennino per impartire comandi e scrivere appunti, quasi tutti tti infatti sono privi i di tastiera ti (in alcuni modelli offerta come optional). Le ultime tecnologie hanno reso possibile l applicazione della telefonia cellulare ai palmari creando così un prodotto estremamente potente da portare in tasca. Inoltre l evoluzione dei collegamenti wireless consentono rapidi trasferimenti da/al computer da tavolo. Sei alla diapositiva 21 Modulo 1 CONCETTI DI BASE DELLE TECNOLOGIE ICT 1.1) CONCETTI GENERALI Hardware, Software e Tecnologia dell Informazione Tipi di Computer Componenti principali di un personal computer Prestazioni di un computer Sei alla diapositiva 22 11

12 UD 1.1: CONCETTI GENERALI Lezione 1.1.3: Componenti principali di un Personal Computer STRUTTURA DI UN ELABORATORE Un computer è paragonabile ad una grande scatola in cui vengono immessi dei dati, i quali dopo essere stati immagazzinati, elaborati e processati, vengono restituiti dall'elaboratore sotto forma di risultati. In gergo tecnico, la serie dei dati immessi i è chiamata input, l'insieme dei risultati, ovvero dei dati che vengono restituiti, viene chiamato output. Sei alla diapositiva 23 UD 1.1: CONCETTI GENERALI Lezione 1.1.3: Componenti principali di un Personal Computer STRUTTURA DI UN ELABORATORE Immaginiamo che un cittadino si presenti presso i nostri uffici, per il rilascio di un certificato Dopo avergli richiesto le generalità, le introduciamo nel computer, trascrivendole con la tastiera (INPUT). Il computer ricerca i dati desiderati e li elabora (ELABORAZIONE). Il risultato è il documento stampato che abbiamo richiesto (OUTPUT). ELABORAZIONE INPUT Introduzione dei dati nel computer Sei alla diapositiva 24 12

13 UD 1.1: CONCETTI GENERALI Lezione 1.1.3: Componenti principali di un Personal Computer STRUTTURA DI UN ELABORATORE Nello schema di Von Neumann intervengono i seguenti componenti: Unità di Input e Output: cosiddette Unità Periferiche, sono le apparecchiature esterne all unità centrale ma ad essa collegate mediante cavi o collegamenti ad onde radio (wireless); esse consentono di inserire le informazioni nel computer (tastiera, mouse ecc.) e di visualizzare, stampare o memorizzare le informazioni in uscita (stampante, video ecc.); Memoria Centrale: costituita da ROM (Read Only Memory), RAM (Random Access Memory) e CACHE (interposta tra periferiche operanti a diverse velocità); CPU (Central Processing Unit) composta da CU (Control Unit) e ALU (Aritmetic Logic Unit); la CPU è l unità preposta ad effettuare tutti i calcoli richiesti e viene spesso indicata con il nome di Unità Centrale di Elaborazione, tale termine ha però un significato più esteso poiché si riferisce al case e quindi l insieme di schede e circuiti elettronici che rendono possibile l elaborazione delle informazioni; Memorie di Massa: possono essere sia di tipo magnetico (Hard Disk) che ottico (Cd-Rom e DVD) e sono utilizzate per memorizzare dati e programmi poiché riescono a conservare le informazioni anche a computer spento. Sei alla diapositiva 26 Modulo 1 CONCETTI DI BASE DELLE TECNOLOGIE ICT 1.1) CONCETTI GENERALI Hardware, Software e Tecnologia dell Informazione Tipi di Computer Componenti principali di un personal computer Prestazioni di un computer Sei alla diapositiva 27 13

14 UD 1.1: CONCETTI GENERALI Lezione 1.1.4: Prestazioni di un Computer VELOCITA DI ELABORAZIONE In un Personal Computer la velocità di elaborazione è determinata dalla quantità di tempo richiesta dall'hardware e dal software per interagire tra loro e gestire le varie informazioni. Parimenti si può affermare che la qualità delle componenti di un computer influisce in maniera determinante sul rendimento e la capacità di un elaboratore. Altro fattore preponderante è che tali componenti siano accostate seguendo un preciso criterio di equilibrio. In parole povere, è consigliabile mettere insieme elementi tutti di buona qualità, piuttosto che alcuni di qualità eccellente ed altri di qualità scarsa. Sei alla diapositiva 28 UD 1.1: CONCETTI GENERALI Lezione 1.1.4: Prestazioni di un Computer PRESTAZIONI Tre sono i fattori che incidono principalmente sulle prestazioni un computer: velocità della CPU velocità e capacità della RAM numero di applicazione che il computer è in grado di far funzionare simultaneamente Certo anche tutti gli altri elementi sono importanti, non ultima la scheda video che influisce notevolmente sulla velocità e sulla qualità di visualizzazione delle immagini. In ogni caso si tenga presente che la tecnologia attuale mette a disposizione sul mercato componenti molto più potenti di quanto effettivamente occorrano ad un utilizzatore medio. Sei alla diapositiva 29 14

15 UD 1.1: CONCETTI GENERALI Lezione 1.1.4: Prestazioni di un Computer QUALITA DELLE COMPONENTI Vediamo di definire le caratteristiche e le dimensioni di un computer destinato ad utilizzatore comune. Processore: attualmente i più veloci superano i 3Ghz Memoria RAM: dipende dal sistema operativo, con XP 512Mb sono il minimo indispensabile, mentre con Vista occorre almeno 1Gb, in ogni caso 2 o più Gb darebbero una decisiva spinta al nostro PC Hard disk: sul mercato se ne trovano dai 160Gb a salire su, spesso la differenza economica tra un 160Gb e un 320 Gb è ridicola. Scheda Video: la scelta è strettamente legata all uso che se ne dovrà fare del PC, nel caso dell utilizzatore comune una scheda video con 128Mb/256Mb da risultati più che accettabili. Sei alla diapositiva 30 UD 1.1: CONCETTI GENERALI Lezione 1.1.4: Componenti principali di un Personal Computer OTTIMIZZAZIONE E AGGIORNAMENTO AGGIORNAMENTI SOFTWARE PERIODICI: è importante tenere aggiornato sia il sistema operativo (nel caso del sistema operativo è possibile scaricare dal sito del produttore i vari aggiornamenti e le patch) che i driver delle periferiche (verificando la disponibilità di versioni più aggiornate dal sito del produttore) OTTIMIZZAZIONE: dai componenti hardware e software di un PC si potrebbero ottenere prestazioni maggiori se ottimizzati; l ottimizzazione può essere effettuata manualmente (intervenendo sui parametri di configurazioni) ma bisognerebbe essere dei bravi tecnici, oppure automaticamente mediante l uso di software (come la deframmentazione del disco rigido) o altri software specifici EVITARE DI RIEMPIRE LA MEMORIA DEI DISCHI: o per meglio dire, lasciare sull hard disk spazio libero sufficiente (almeno 1Gb), poiché il disco interno viene utilizzato molto dal sistema operativo come memoria temporanea o come memoria virtuale; sarebbe anche opportuno svuotare periodicamente le cartelle che il sistema usa come memoria temporanea Sei alla diapositiva 31 15

16 Modulo 1 CONCETTI DI BASE DELLE TECNOLOGIE ICT 1.2) HARDWARE Unità centrale di elaborazione Memoria Periferiche di Input Periferiche di Output Periferiche di Input/Output Dispositivi di memoria Sei alla diapositiva 32 CPU Lezione 1.2.1: Unità Centrale di Elaborazione CPU Il compito principale di un PC è quello di elaborare le informazioni acquisite. La componente preposta a farlo è la CPU, Central Process Unit (che sta per unità di elaborazione centrale) o processore. La CPU è la parte più importante del sistema, il cervello del computer, non perché è intelligente (il computer è una macchina stupida!) ma perché è la parte del computer che esegue tutte le elaborazioni. La sua funzione è quella di elaborare le informazioni che gli vengono fornite dalla memoria principale. Sei alla diapositiva 33 16

17 CPU Lezione 1.2.1: Unità Centrale di Elaborazione CPU La CPU è composta da: CU - Control Unit (unità di controllo), che dirige e coordina il lavoro di tutte le parti componenti il computer ALU Arithmetic Logic Unit (unità di calcolo aritmetici e logici), che elabora i dati che gli sono forniti dall'unità di controllo Sei alla diapositiva 34 CPU Lezione 1.2.1: Unità Centrale di Elaborazione C U La CU, acronimo di Control Unit, è l unità di di controllo, cioè la parte della CPU preposta al controllo e all'organizzazione delle attività svolte dai dispositivi collegati all'elaboratore. La sua funzione è quella di estrapolare tutte le istruzioni dalla memoria, decifrarle ed eseguirle. Sostanzialmente presiede all'attività delle altre parti del computer coordinandole in modo da dire loro che cosa fare e quando. Le sue funzioni sono quindi di tipo decisionale. Sei alla diapositiva 35 17

18 CPU Lezione 1.2.1: Unità Centrale di Elaborazione A L U Di contro, le funzioni dell'alu (Arithmetic Logic Unit), sono di tipo esecutivo. L'ALU non è altro che l'unità aritmetico logica, in cui vengono effettuati i calcoli aritmetici e logici presenti nelle istruzioni del programma. Sei alla diapositiva 36 CPU Lezione 1.2.1: Unità Centrale di Elaborazione FUNZIONI DELLA CPU In sintesi, il ruolo svolto della CPU è paragonabile a quello di una fabbrica che di continuo elabora dati in codice binario rappresentati da lunghe sequenze di 0 e 1. Attraverso le vie di comunicazione, la materia prima arriva dall'esterno sotto forma di dati binari in entrata (INPUT); viene poi elaborata secondo le istruzioni del programma (ELABORAZIONE), e infine viene il risultato dell elaborazione viene indirizzato verso l'esterno (OUTPUT). Sei alla diapositiva 37 18

19 CPU Lezione 1.2.1: Unità Centrale di Elaborazione VELOCITÀ DELLA CPU Il numero che figura a fianco del nome del processore rappresenta la sua velocità, espressa in megahertz (MHz), ovvero in milioni di hertz. Di conseguenza, parlando di un processore a 400Mhz si fa riferimento ad un processore la cui velocità di calcolo è di 400 milioni di Hertz per ciclo di clock. Il ciclo di clock si misura in hertz e rappresenta il numero di cicli per secondo, o per meglio dire, il numero di operazioni elementari per secondo. 1 HERTZ = 1 ciclo al secondo 1 operazione elementare al secondo 1 MEGAHERTZ = 1 milione di cicli al secondo 1 milione di operazioni elementari al secondo Facilmente deducibile è il fatto che maggiore è il numero di MHz che contraddistingue un processore e maggiore sarà la sua velocità di calcolo, e come rovescio della medaglia maggiore sarà anche il suo prezzo! Sei alla diapositiva 38 CPU Lezione 1.2.1: Unità Centrale di Elaborazione VELOCITÀ DELLA CPU I maggiori produttori mondiali di processori per PC sono INTEL e AMD che oggi, grazie al rapido evolversi delle tecnologie, riescono a costruire processori la cui velocita supera i 3Ghz... e pensare che solo 10 anni fa i processori più potenti raggiungevano velocità di circa 100/200 Mhz!!! 1 GIGAHERTZ = 1 miliardo di cicli al secondo 1 miliardo di operazioni elementari al secondo Sei alla diapositiva 39 19

20 Modulo 1 CONCETTI DI BASE DELLE TECNOLOGIE ICT 1.2) HARDWARE Unità centrale di elaborazione Memoria Periferiche di Input Periferiche di Output Periferiche di Input/Output Dispositivi di memoria Sei alla diapositiva 40 Lezione 1.2.2: Memoria UNITÀ DI MISURA: bit Prima di iniziare la panoramica sulle memorie sarebbe opportuno vedere la loro unità di misura partendo dal bit. Il bit è la più piccola unità di memorizzazione rappresentata da una cifra binaria, cioè un'unità d'informazione elementare in un computer digitale che può assumere due soli stati: UNO oppure ZERO. Il sistema di numerazione binario è la base del linguaggio di un computer, difatti tutti i dati (in ingresso o in uscita) consistono in sequenze di cifre binarie. Il termina bit deriva dalla fusione di BInary digit che significa appunto cifra binaria. Per la rappresentazione di un singolo carattere, numero o simbolo, occorrono 8 bit. Sei alla diapositiva 41 20

21 Lezione 1.2.2: Memoria UNITÀ DI MISURA: byte Il Byte è composto da 8 bit, e può rappresentare un singolo carattere. I gruppi di 8 bit permettono di ottenere 256 combinazioni diverse che vengono fuori elevando la base del sistema di numerazione al numero di simboli a disposizione: 2 8 Attraverso queste 256 combinazioni è possibile rappresentare tutte le lettere dell'alfabeto latino, maiuscole e minuscole, i numeri, i segni di interpunzione, e ancora vari altri simboli. Per esempio la sequenza in codice binario viene usata per indicare la lettera A. 1 BYTE = 8 BIT Sei alla diapositiva 42 Lezione 1.2.2: Memoria UNITÀ DI MISURA: kilobyte Il Kilobyte è costituito da bytes (8192 bit), quindi circa un migliaio di caratteri che più o meno corrispondono ad una pagina di testo. Il Kilobyte (KB) è spesso utilizzato per misurare la capacità di piccole memorie come la cache. 1 Kilobyte = bytes = bit Sei alla diapositiva 43 21

22 Lezione 1.2.2: Memoria UNITÀ DI MISURA: megabyte Il Megabyte è costituito da bytes (1024 alla seconda), quindi circa un milione di caratteri che più o meno corrispondono ad un migliaio di pagine di testo. Il Megabyte (MB) è spesso utilizzato per misurare la capacità della memoria principale. 1 Megabyte = bytes =1024 Kilobyte Sei alla diapositiva 44 Lezione 1.2.2: Memoria UNITÀ DI MISURA: gigabyte Il multiplo successivo è il Gigabyte (GB) che è costituito da byte (1.024 alla terza). Il Gigabyte (MB) attualmente è utilizzato per misurare la capacità di grandi memorie come gli hard disk. 1 Gigabyte = bytes = Mb Sei alla diapositiva 45 22

23 Lezione 1.2.2: Memoria UNITÀ DI MISURA: terabyte Il multiplo successivo è il Terabyte (TB) che è costituito da byte (1.024 alla quarta). SONO OLTRE MILLE MILIARDI DI CARATTERI!!! Il Terabyte (TB) attualmente non è molto diffuso ma, considerando la velocità con cui si diffondono le nuove tecnologie, nonché la sempre maggiore esigenza di spazio, ne sentiremo parlare sempre più spesso in un futuro molto prossimo (attualmente sul mercato esistono già dischi da 1Tb!). 1 Terabyte = bytes = Gb Sei alla diapositiva 46 MEMORIA CENTRALE Lezione 1.2.2: Memoria MEMORIA CENTRALE Il compito delle memorie è quello di conservare i dati, le informazioni ed i programmi elaborati da un computer. Le modalità di memorizzazione sono diverse ed un computer utilizza in maniera differente i dispositivi di memorizzazione di cui dispone. Le memorie possono essere suddivise in: memorie temporanee, dette a breve termine; memorie permanenti dette a lungo termine. Queste memorie prendono rispettivamente il nome di: MEMORIA CENTRALE e MEMORIE SECONDARIE. Sei alla diapositiva 47 23

24 MEMORIA CENTRALE Lezione 1.2.2: Memoria MEMORIA CENTRALE La memoria centrale del computer, è il luogo in cui risiedono tutte le informazioni necessarie al funzionamento del PC. Potremmo paragonare la memoria centrale ad un'enorme tabella, dove ciascuna cella è una cella di memoria o più propriamente una locazione di memoria, a ciascuna locazione di memoria è assegnato un indirizzo (address) attraverso cui è possibile leggervi o scrivervi. Sei alla diapositiva 48 MEMORIA CENTRALE Lezione 1.2.2: Memoria MEMORIA CENTRALE La memoria centrale si divide in: RAM (Random Access Memory) o è una memoria su cui sono possibili sia operazioni di scrittura che di lettura; o è la memoria in cui transitano tutte le informazioni sia quelle in entrata che quelle in uscita; o è ti tipo volatile, ciò significa che il suo contenuto viene perso in caso di spegnimento dell'elaboratore. ROM (Read Only Memory) o è una memoria su cui sono possibili solo operazioni di lettura del suo contenuto; o è costituito da informazioni fondamentali per l'avvio del computer; o è una memoria permanente, ciò significa che conserva le informazioni anche dopo lo spegnimento del computer. Sei alla diapositiva 49 24

25 MEMORIA CENTRALE Lezione 1.2.2: Memoria R A M La RAM (Random Access Memory), ovvero memoria ad accesso casuale, è la memoria principale di un computer. È una memoria volatile, cioè i dati su di essa memorizzati vengono perduti quando non sono attraversati dalla tensione elettrica (spegnimento o improvviso blackout). La RAM è detta memoria di lavoro, perché funge da deposito temporaneo per i programmi in elaborazione e per i dati necessari a tali programmi. Nella RAM, viene anche caricato il nucleo del sistema operativo quando si accende il PC. In sintesi possiamo dire che nella RAM vengono depositati tutti i dati in entrata e in uscita da un elaboratore, ed è per questo motivo che si sente dire che quanta più ce n è tanto più è veloce il computer!. Sei alla diapositiva 50 MEMORIA CENTRALE Lezione 1.2.2: Memoria C A C H E La memoria cache è una memoria temporanea, utilizzata per trasferire piccole quantità di dati tra dispositivi operanti a velocità di lavoro differenti: tipici esempi sono il trasferimento tra memorie di massa (dischi) a memoria RAM (almeno 1000 volte più veloce di un disco) o tra memoria RAM e CPU (più veloce della memoria RAM). Il suo funzionamento si basa sulla memorizzazione delle istruzioni e dei dati utilizzati più frequentemente dalla CPU. Questa tecnica consente di attenuare la differenza di velocità tra i due dispositivi, producendo così accessi più veloci. Sei alla diapositiva 51 25

26 MEMORIA CENTRALE Lezione 1.2.2: Memoria R O M La ROM, acronimo di Read Only Memory, è come dice il nome una memoria di sola lettura. La memoria ROM presenta una struttura più semplice della RAM, perché registra informazioni che devono essere soltanto lette e non modificate. Contrariamente alla RAM, la ROM è una memoria non volatile, il che significa che, una volta spento il computer, i dati vi rimangono memorizzati. Sei alla diapositiva 52 Modulo 1 CONCETTI DI BASE DELLE TECNOLOGIE ICT 1.2) HARDWARE Unità centrale di elaborazione Memoria Periferiche di Input Periferiche di Output Periferiche di Input/Output Dispositivi di memoria Sei alla diapositiva 53 26

27 INPUT Lezione 1.2.3: Periferiche di Input PERIFERICHE DI INPUT Per periferiche di input si intende l'insieme di quelle unità preposte all inserimento dei dati all interno del computer, sono quindi le componenti del computer che ricevono i dati dall'esterno. Tipiche unità di input sono: Tastiera Scanner Touchpap Mouse Trackball Joystick Tutte le unità di input hanno una caratteristica fondamentale che le accomuna: elaborare i dati introdotti in sequenze di zero e uno, vale a dire in codice digitale, per poi immetterle nel computer. Sei alla diapositiva 54 INPUT Lezione 1.2.3: Periferiche di Input IL MOUSE Il mouse è un dispositivo essenziale di lavoro con il personal computer. Nella parte superiore si trovano due o tre pulsati (sinistro, centrale e destro). Nella parte inferiore è presente una piccola sfera (o da un infrarosso in caso di mouse ottico) che invia al computer i movimenti effettuati trascinando il mouse. Spostando il mouse, si sposta sullo schermo una freccia, che prende il nome di puntatore. Tramite la combinazione dei movimenti del puntatore e delle pressioni sui pulsanti, è possibile trasmettere al sistema molti comandi, come l'eliminazione, la copia o lo spostamento di un file. Sei alla diapositiva 55 27

28 INPUT Lezione 1.2.3: Periferiche di Input LA TASTIERA La tastiera di un computer può essere considerata l unità di input per eccellenza, essa ha un duplice scopo: da una parte serve per introdurre dati nel computer, dall'altra per impartire i comandi per l'esecuzione delle elaborazioni. Può essere suddivisa in quattro sezioni principali: sezione alfanumerica tastierino numerico tasti speciali tasti funzione Sei alla diapositiva 56 INPUT Lezione 1.2.3: Periferiche di Input LA TRACKBALL E IL TOUCHPAD La trackball è come il mouse un dispositivo di puntamento. Si differenzia dal primo in maniera sostanziale in quanto non è necessario trascinarla, ma è sufficiente far ruotare con le dita la sfera presente al suo interno. La trackball può essere dotata di due o tre pulsanti aventi le stesse funzioni di quelli del mouse. Poiché non deve essere trascinato, questo dispositivo non necessita di una superficie piana per la propria funzionalità. Il touchpad è un dispositivo solitamente a forma rettangolare, sensibile al contatto, presente nella maggior marte di portatili che, in sostituzione al mouse, consente di spostare il puntatore con la sola pressione del dito, sulla superficie sottostante. Sei alla diapositiva 57 28

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Lezione 1. 1 All inizio di ogni capitolo vengono indicati gli obiettivi della lezione sotto forma di domande la cui risposta è lo scopo

Lezione 1. 1 All inizio di ogni capitolo vengono indicati gli obiettivi della lezione sotto forma di domande la cui risposta è lo scopo Lezione 1 Obiettivi della lezione: 1 Cos è un calcolatore? Cosa c è dentro un calcolatore? Come funziona un calcolatore? Quanti tipi di calcolatori esistono? Il calcolatore nella accezione più generale

Dettagli

Informatica Applicata

Informatica Applicata Ing. Irina Trubitsyna Concetti Introduttivi Programma del corso Obiettivi: Il corso di illustra i principi fondamentali della programmazione con riferimento al linguaggio C. In particolare privilegia gli

Dettagli

ECDL - Modulo 1 - Concetti base delle tecnologie ICT

ECDL - Modulo 1 - Concetti base delle tecnologie ICT ECDL - Modulo 1 - Concetti base delle tecnologie ICT Roberto Albiero 1. Concetti generali 1.1 Hardware, Software, Tecnologia dell Informazione Chi avrebbe pensato, solo quindici anni fa, alla possibilità

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

La Struttura dell'elaboratore

La Struttura dell'elaboratore La Struttura dell'elaboratore CHE COS' E' UN COMPUTER? Un computer è un apparecchio elettronico che, strutturalmente, non ha niente di diverso da un televisore, uno stereo, un telefono cellulare o una

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Architettura dei Calcolatori

Architettura dei Calcolatori Architettura dei Calcolatori Sistema di memoria parte prima Ing. dell Automazione A.A. 2011/12 Gabriele Cecchetti Sistema di memoria parte prima Sommario: Banco di registri Generalità sulla memoria Tecnologie

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Informatica. PARSeC Research Group

Informatica. PARSeC Research Group Informatica Ing. Mauro Iacono Seconda Università degli Studi di Napoli Facoltà di Studi Politici e per l Alta Formazione Europea e Mediterranea Jean Monnet PARSeC Research Group Introduzione: L informatica

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file 1 di 1 Uso del computer e gestione dei file Argomenti trattati: Sistema operativo Microsoft Windows: interfaccia grafica e suoi elementi di base Avvio e chiusura di Windows Le FINESTRE e la loro gestione:

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

COS'É UN COMPUTER? Struttura e Software

COS'É UN COMPUTER? Struttura e Software COS'É UN COMPUTER? Struttura e Software Un computer è un apparecchio elettronico che, strutturalmente, non ha niente di diverso da un televisore, uno stereo, un telefono cellulare o una calcolatrice, semplicemente

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

TECNOLOGIA LCD e CRT:

TECNOLOGIA LCD e CRT: TECNOLOGIA LCD e CRT: Domande più Frequenti FAQ_Screen Technology_ita.doc Page 1 / 6 MARPOSS, il logo Marposs ed i nomi dei prodotti Marposs indicati o rappresentati in questa pubblicazione sono marchi

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

ECDL Modulo 1 Concetti base dell ITC

ECDL Modulo 1 Concetti base dell ITC ECDL Modulo 1 Concetti base dell ITC Syllabus 5.0 Roberto Albiero Modulo 1 Concetti di base dell ICT Questo modulo permetterà al discente di comprendere i concetti fondamentali delle Tecnologie dell Informazione

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

I componenti di un Sistema di elaborazione. CPU (central process unit)

I componenti di un Sistema di elaborazione. CPU (central process unit) I componenti di un Sistema di elaborazione. CPU (central process unit) I componenti di un Sistema di elaborazione. CPU (central process unit) La C.P.U. è il dispositivo che esegue materialmente gli ALGORITMI.

Dettagli

Gestione Informatica dell archivio documenti. Computer software. Versione 7

Gestione Informatica dell archivio documenti. Computer software. Versione 7 Computer software Versione 7 Produttore MultiMedia it S.n.c. Distributore TeamSystem S.p.a. Caratteristiche Tecniche Linguaggio di Programmazione Sistema operativo client Sistema operativo server Occupazione

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

Lezione n.19 Processori RISC e CISC

Lezione n.19 Processori RISC e CISC Lezione n.19 Processori RISC e CISC 1 Processori RISC e Superscalari Motivazioni che hanno portato alla realizzazione di queste architetture Sommario: Confronto tra le architetture CISC e RISC Prestazioni

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Manuale d Uso. Ref: 04061

Manuale d Uso. Ref: 04061 Manuale d Uso Ref: 04061 1 Grazie per aver acquistato il lettore digitale ENERGY SISTEM INNGENIO 2000. Questo manuale fornisce istruzioni operative dettagliate e spiegazioni delle funzioni per godere al

Dettagli

TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS

TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS www.gmshopping.it TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS MANUALE UTENTE Questo documento è di proprietà di Ciro Fusco ( Cfu 2010 ) e protetto dalle leggi italiane sul diritto d autore (L. 633 del 22/04/1941

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Glossario dei termini informatici più comuni

Glossario dei termini informatici più comuni 1 Glossario dei termini informatici più comuni @ Simbolo usato negli indirizzi di posta elettronica, si legge at o chiocciolina. Account Profilo di un utente che corrisponde ad una casella di posta e a

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 10 alla base 16

Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 10 alla base 16 Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 1 alla base 16 Dato un numero N rappresentato in base dieci, la sua rappresentazione in base sedici sarà del tipo: c m c m-1... c 1 c (le c i sono cifre

Dettagli

Potenze di 10 e il SI

Potenze di 10 e il SI Le potenze di 10 e il SI - 1 Potenze di 10 e il SI Particolare importanza assumono le potenze del numero 10, poiché permettono di semplificare la scrittura di numeri grandissimi e piccolissimi. Tradurre

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

Nella prima lezione... Che cos è il Digitale. Prima parte: Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale

Nella prima lezione... Che cos è il Digitale. Prima parte: Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale !"$#%!" #% Nella prima lezione... Definizione di Informatica Cosa è una soluzione algoritmica Esempi di algoritmi cicalese@dia.unisa.it 2 Prima parte: Società dell informazione Ma cosa vuol dire società

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Setup e installazione

Setup e installazione Setup e installazione 2 Prima di muovere i primi passi con Blender e avventurarci nel vasto mondo della computer grafica, dobbiamo assicurarci di disporre di due cose: un computer e Blender. 6 Capitolo

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer,

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Guida Introduttiva Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Heike Schilling. Data di rilascio:

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

per Scanner Serie 4800/2400

per Scanner Serie 4800/2400 Agosto, 2003 Guida d installazione e guida utente per Scanner Serie 4800/2400 Copyright 2003 Visioneer. Tutti i diritti riservati. La protezione reclamata per il copyright include tutte le forme, gli aspetti

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica. Programmazione I - corso B a.a. 2009-10. prof.

Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica. Programmazione I - corso B a.a. 2009-10. prof. Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica Programmazione I - corso B a.a. 009-10 prof. Viviana Bono Blocco 9 Metodi statici: passaggio parametri, variabili locali, record

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

SCEGLIERE UNO SCANNER

SCEGLIERE UNO SCANNER Tecnologie informatiche SCEGLIERE UNO SCANNER Con l utilizzo di uno scanner si può digitalizzare un documento in formato cartaceo, rendendolo così disponibile in formato elettronico. In questo approfondimento

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto!

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Manuale d uso Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Giacchè noi costantemente aggiorniamo e miglioriamo il Tuo e-tab, potrebbero

Dettagli

1 Stampanti HP Deskjet 6500 series

1 Stampanti HP Deskjet 6500 series 1 Stampanti HP Deskjet 6500 series Per trovare la risposta a una domanda, fare clic su uno dei seguenti argomenti: HP Deskjet 6540-50 series Avvisi Funzioni speciali Introduzione Collegamento alla stampante

Dettagli

NONNI SU INTERNET. Guida pratica all uso del PC. Fondazione Mondo Digitale

NONNI SU INTERNET. Guida pratica all uso del PC. Fondazione Mondo Digitale Nonni su Internet NONNI SU INTERNET Guida pratica all uso del PC Fondazione Mondo Digitale Guida pratica all uso del PC Questo manuale è a cura della Fondazione Mondo Digitale, con la supervisione del

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Introduzione al GIS (Geographic Information System)

Introduzione al GIS (Geographic Information System) Introduzione al GIS (Geographic Information System) Sommario 1. COS E IL GIS?... 3 2. CARATTERISTICHE DI UN GIS... 3 3. COMPONENTI DI UN GIS... 4 4. CONTENUTI DI UN GIS... 5 5. FASI OPERATIVE CARATTERIZZANTI

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1

SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1 SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1 Introduzione SmartCard: Carta intelligente Evoluzione della carta magnetica Simile a piccolo computer : contiene memoria (a contatti elettrici)

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Mini manuale di Audacity.

Mini manuale di Audacity. Mini manuale di Audacity. Questo mini manuale è parte del corso on-line Usare il software libero di Altrascuola. Il corso è erogato all'interno del portale per l'e-learning Altrascuola con la piattaforma

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700 Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria +24VDC VDC OUTPUT MICROPROCESS. E P IN EXH OUT Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria 7 Trattamento

Dettagli

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE > MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE WorkNC V21 multicore 64 bits : Benefici di WorkNC Aumento generale della produttività, grazie alle nuove tecnologie multi-core, 64 bit e Windows 7 Calcolo di

Dettagli

CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI. Ambito Disciplinare 6.

CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI. Ambito Disciplinare 6. CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI Ambito Disciplinare 6 Programma d'esame CLASSE 75/A - DATTILOGRAFIA, STENOGRAFIA, TRATTAMENTO TESTI E DATI Temi

Dettagli

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 www.pce-italia.it Istruzioni d uso Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 1 Istruzioni d uso www.pce-italia.it Indice dei contenuti Titolo 1. Visione generale... 3 2. Contenuto della spedizione... 3 3. Informazione

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Per Iniziare con Parallels Desktop 10

Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Copyright 1999-2014 Parallels IP Holdings GmbH e i suoi affiliati. Tutti i diritti riservati. Parallels IP Holdings GmbH Vordergasse 59 8200 Schaffhausen Svizzera

Dettagli

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale 1. Introduzione al backup Guida al backup Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi Con l aumentare dei rischi associati a virus, attacchi informatici e rotture hardware, implementare

Dettagli

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Sistemi digitali per l ufficio sempre più efficienti e facili da usare Ottenere massima efficienza ed elevata professionalità, pur mantenendo

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

Software Emeris Communication Manager

Software Emeris Communication Manager ecm Software Emeris Communication Manager Manuale operativo Fantini Cosmi S.p.A. Via dell Osio 6 20090 Caleppio di Settala MI Tel 02.956821 - Fax 02.95307006 e-mail: info@fantinicosmi.it http://www.fantinicosmi.it

Dettagli

Architetture CISC e RISC

Architetture CISC e RISC FONDAMENTI DI INFORMATICA Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine Architetture CISC e RISC 2000 Pier Luca Montessoro (si veda la nota di copyright alla slide n.

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Il Sistema Operativo: il File System

Il Sistema Operativo: il File System Il Sistema Operativo: il File System Il File System è quella parte del S.O. che si occupa di gestire e strutturare le informazioni memorizzate su supporti permanenti (memoria secondaria) I file vengono

Dettagli

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM SPOSTARE un file o una sottodirectory da una directory ad un altra COPIARE un file o una directory da una directory all altra RINOMINARE un file o una directory CANCELLARE un file o una directory CREARE

Dettagli