Congress Centre & Restaurant

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Congress Centre & Restaurant"

Transcript

1 Wlcm! Cg C & Ru

2 L Hl Pi Plc è u md picvl uu iu i z idzil quill, pchi miui dl c dll mggii vi di cc ll Cpil, ch ff i ui pii u cmpl vià di vizi: L h l - cm di div iplgi p gi igz: dll cvi mplic Ecmy ll md Cmf, dll ffi Supi ll luu Su d Lux - l Sff mp c dipibil p fvi i cm c - l icc gu clzi buff c vià di dlc l - l ci Wifi gui i u l hl (clu cm Ecmy) - il mic i ll c Il Fcl di Ciqu Si - il i Aquiu p clzii, bchi pi guppi - il Lug B c zz p l bll gi - il C Cgi c 6 l d pi - il gg cp p u il pchggi bu - l l Fi l zz Slium - Il vizi v d/p il c cià Pizi cllgmi L Hl è i i Vi S Li Pp 35 (z Pi Scchi-Auli). L picipli diz ( pi i mpi di pcz mdi i u): - 6 km dl Vic dl c (20 mi) - 5 km dl Gd Rccd Aul (10 mi) - 25 km dll Ap di Fiumici (25 mi) - 12 km dll zi Tmii (30 mi) - 18 km dll Nuv Fi di Rm (20 mi) - 1 km dll Uivià Clic (2 mi) È b cllg il c il c cià d bu m (bu 49/446/ /200 m; m A uci Cli 2 km) dl vizi v d/p il c. Hll

3 Th Pi Plc Hl i md ppy, lcd i idil d qui giclly lcd bw dww d h m imp cc wy h Ciy. W ff cmpl g f vic: - Diff yp f m f vy d: fm chp d impl Ecmy h md Cmf, fm lg Supi luxuiu Sui D Lux. - Sff lwy cuu d hlpful mk yu fl hm - Rich d y bkf buff wih viy f w d vy - Wifi hughu h hl d f f ll gu (xcludig Ecmy m) - Cy d mic Ru Il Fcl di Ciqu Si - Aquiu Ru f bkf, bqu d gup ml - Lug B wih ud c - Cg C wih 6 mig m fm Gg f c d ud pkig f cch - Fi m d ud lium - Shul bu vic /fm ciy c Lci d lik Th Hl i iud i Vi S Li Pp, 35 (Pi Scchi Auli). W iud (u im by c i bck): - 5 km fm Vic d dww (15 mi) - 5 km fm GRA igd (8 mi) - 25 km fm Fiumici Aip (25 mi) - 12 km fm Tmii ilwy i (30 mi) - 1 km fm Chlic Uiviy (2 mi) - 18 km fm w Rm fi (15 mi) Th hl i l vy wll likd dww by u hul bu / fm h ciy c d by public bu d ubwy (bu49/446/ m d m A xi Cli 2 km). T h h l Hll

4 C m i v H w g h Dll Szi Tmii: pd l m li A dizi Biii, cd ll fm Cli d uci ll i dizi Vi Tdii umi pi. Pd il bu 446/980 dizi Pi Scchi, cd ll fm dll Opdl Ci R. Pd p Vi S Li Pp, dp 100 m v l hl. Dll Ap di Fiumici: Ti Ld Exp fi Szi Tmii. Pi gui l iuzii pp d Tmii. Dll Ap di Cimpi: cigli c i mzzi pubblici, uilizz il xi I mcchi dll ud A1 (Fiz Npli): dll ud uci p il Gd Rccd Aul dizi Ap Fiumici, quidi uci ll uci 1 Auli- Cià dl Vic. Dp 200 m pd d Vi di Acqufdd fi ll fi. Al pim mf dv p fz gi d, l cd gi ivc ii (Vi Mi Biii). Pgui p cic 2 km, pi vl ll ulim v ull d, Vi Su Cli Di, ch f gl c il diibu Agip (d Vi dll Acqufdd p gui ch l pli idici). Fm Tmii Rilwy Si: Tk h ubwy li A, dici Biii, g ff Cli p d xi Vi Tdii umi pi. Cch bu 446/980, dici Pi Scchi d g ff Ci R Hpil p. E Vi S Li Pp, w iud 100 m wy h lf. Fm Fiumici Aip: Ld Exp i mi Tmii Rilwy Si. Th fllw h iuci bv idicd. Fm Cimpi Aip: W d ugg yu k public p, id w ugg h yu k fficil whi xi. By c fm Flc Npl (A1 highwy): Fm h Highwy ch h Ciy ig d clld GRA (Gd Rccd Aul). Tk xi 1 Auli dici Auli-Cià dl Vic. Ju 200 m f h xi, k h 1 yu igh (Vi di Acqufdd) h d. Yu h bligd u igh h fi ffic ligh d h h cd, u lf i Vi Mi Biii. Kp gig hd uil lm h d (ppx. 2 km). A h c wih Agip G Si u igh i Vi Su Cli Di, h Hl i iud h d f hi d. (Af Vi Acqufdd yu c l fllw h d ig idicig Pi Plc Hl).

5 L Hl Pi Plc dip di div iplgi di cm c diffi vizi iclui, p ddif gi ip di igz budg. Tu l cm d di: - i cdizi - ci i Wi-Fi - TV lli c cli ilii d i - c di icuzz - lf di - figb - blc c vi - ciugcplli - bg c dcci vc ki di ci E i diigu i cm Sdd d Excuiv: CAMERE STANDARD ECONOMY S l cm b, pzi m ml mplici gli di ll fiiu, p i pii più bi m d u di blc. Off u ccll pp qulià pzz cmpd u icc clzi buff. CAMERE STANDARD COMFORT Cmplm iv ll il gli di, l cm iu i pii li dll hl. Off u mbi md il c mbili fiiu di cli pll, WiFi gui, iizzzi, v ld 32, miib blc c vi. Cmpd l d u icc clzi buff, lcui vizi ggiuivi*. CAMERE EXECUTIVE: SUPERIOR, JUNIOR SUITE, SUITE E SUITE DE LUXE S l cm più luu ffi. P l im pi c blliim vi (lcu i ffcci ul mvigli pm dll cià di Clli Rmi) ff ffii mili lgi pgii p u cmf dvv pcil. Si diffzi l p l mpizz (jui ui ui d di du pzii mbii, l cm d l) p lcui icci picli d d Ed il d di mpi bg c dcci vc idmggi, WiFi gui, fildiffui, iizzzi, miib c mcchi cffè/hè dipizi, li kig-iz, cc l pi iv l gli pii dll. Cmpd icc clzi buff (ch vi i cm) d lcui vizi ggiuivi* * vific i vizi iclui l mm dll pzi ul i lficm. L c m P p l cm ll miglii iff p cul il i chimci ll Sui d Lux Sdd Cmf

6 Th Pi Plc Hl ff diff yp f m wih diff vic icludd, i d ify vy d budg. All m quippd wih: - i cdiid - W-Fi i cc - fy bx - miib - Tv - dic lph - blcy wih viw - hidy - bhm wih hw bh d cuy ki Yu c ch mg Sdd d Excuiv m: T h m STANDARD ECONOMY ROOMS Th u bic m, vy impl i fuihig d fiih, plcd h lw fl, bu ch wih blcy. Thy ff xcll quliy - pic i d iclud ich Amic bkf buff. STANDARD COMFORT ROOMS Cmplly vd i yl d fuihig, h m lcd high fl f h hl. Thy ff md d lxig vim wih fuiu d fiih i pl cl, f WiFi, udpfig, TV LED 32 ", miib d blcy wih viw. Iclud, i ddii ich bkf buff, m ddiil vic*. EXECUTIVE ROOMS: SUPERIOR, JUNIOR SUITES, SUITES AND SUITES DE LUXE Th u m fid d luxuiu m. S h vh fl wih buiful viw (m m vlk h wdful ldcp f h ciy d h Clli Rmi) ff fid mil d pciu wd f pcil cmf. Thy diff f h iz (jui ui d ui quippd wih w lg m, livig m d bdm) d f m picul pic f fuiu. Thy l hv bhm wih hydmg hw Jcuzzi, f WiFi, di, udpfig, miib wih cff/ mk, kigiz bd, fl cc xcluivly f gu f h m. Iclud full bkf buff (l vd i h m) d m ddiil vic*. *vify h vic icludd h mm f h vi u wbi by ph Bk u m h b pic u wbi cllig u Jui Sui Sdd Cmf

7 Vi dll cm, l Vic / Viw fm u m, Vic id P h Supi Jui Sui Sui d Lux G l l y Sdd Ecmy Sdd Cmf Sui Supi

8 R i b Il Ri Il Fcl di Ciqu Si N vi picbb ccmdvi vl i u mbi iim ccgli, gu pi guii pii dlizii, cdii d u pizzic di fi m? L Hl Pi Plc h qull ch f p vi! Il Fcl di Ciqu Si, il uv i p pli pffii ch, cu dll mi dll pi dl Chf, pp l u cuci m mdi civ ll lu mplicià di igdii di pim qulià. Ri Il Fcl / Il Fcl Ru Sz dimic l icc ci ch ccmpgà i Vi pii c u mpi lzi di vii zili d izili. Nl pid iv è V dipizi l fc zz dl i. P il pz p il gu u icc lzi di ck p il Lug B. È pibil gizz c pzi ivi (fi 20 p cic) l Pivè dl i. Ifi dipizi di clii u cmd pchggi i. Il Ri Aquiu Nl i più mpi d ccgli vg vii l icc clzi buff c mpi cl di dlc l (cld fdd), cm ch i pi di guppi più umi d i i bchi. Il Lug B S vl ivc ilvi gud u dik u fizi ck, p ccmdvi l Lug B c zz ll p, dv il Bm vi dlizià c i ui fici cckil. Nzz & Bchi L ff dll izi è il V cmpl dipizi p l gizzzi dl V bch di Nzz. P il gi più bll dll V vi bbim il pic di ppvi u ff dl u picl p d l V Nzz u g idimicbil: Id Spi, u vgli di pp plizz p Vi, c i vizi iclui i più, ch Vi iu lizz u mimi pf. Ri (zz ) Ru (uid c) Si gizz il cclli bchi p gi ip di v (bimi, cim, cmpli, cc.) Lug B

9 Il Fcl di Ciqu Si Ru Cm d k yu i mic d cy ii, gui flvu d dliciu dih, dd wih lv d fy! Il Fcl di Ciqu Si i u w u f dlic pl, mgd by h biliy d pi f u Chf, wh pp civ Rm d Mdi cuii, wih h fi igdi. Ad d fg u cll wih lg lci f il d iil wi! I h ummim jy u ud Ri Aquiu / Aquiu Ru c wih i chmig ig. F luch yu c l lci f dliciu ck d dih h Lug b. I l pibl giz piv luch di (fm 13 up 20 ppl) i h u Pivè. Gg pkig f c i l vilbl. Aquiu Ru I u m pciu d cy u w v vy mig u ich d y buff bkf wih wid chic f w d vy (h d cld). W l giz h ml f lg gup d bqu. Th Lug B If yu w lx d hv dik v h ck, u Lug b wih i ud c i pfc f yu. H yu c l jy lg lci f cckil ppd by u bm. Wddig & Bquig Thikig f gig mid u u ff yu cmpl dipl giz wddig bqu. I d mk h m buiful dy f yu lif ufgbl, w ff yu Wddig Id, g f plizd ppl f yu wih my fcilii, h will hlp yu c h pfc wddig dy. W l giz bqu f vy kid f v. Ri (zz ) Ru (uid c) R u d b Sl p bchi di zz Wddig bqu m Lug B

10 M i g & C g Mig f Yu Mig f yu è il mchi di fbbic cgul, l filfi igil dl mig. I gi v ch lizzim p vi, mim u l pi il impg, ffichè i u icu ucc. Ogizzim mi d i impi cgi zili izili, ici zidli, fil di md, clzii di lv, bchi d l mifzii. E gzi ll piz cquii, bbim c u v ppi Cg Tm ch à V dipizi c ci pfilià, p v l luzi migli p il V v, c iff ml cmpiiv pcchi plizzbili d igili, cd gi budg d igz. Il C Cgi dip di 6 l mig c cpcià iciv d p, d è d di zzu pfili quli: - cbi di gi c impii udi, vid luci pfili - vidpi c chm (p pc, vh dipiiv) - luc ul i qui u l l - cc i Wi-Fi - micfi c z fil - vidcfz vidvgliz l u ichi - gi iplgi di zzu dipibil u ichi - mpi cl di pp F&B (cff bk, clzii di lv, c di gl, cc.) Cpiz mx (pi) / Mximum cpciy () Sl mq/ pl f di cvll/ bchi di cul Rm qm h u-hpd bl clm Excl A ichi/ qu 270/284 B /45 46 Gluc Rdi /25 24 Au /17 20 N ( vl uic/ud bl) d/ d/ Excl (800 pi/) B (200 pi/) Gluc 100 (pi/) N (20 pi/)

11 Mig f Yu Mig f yu i u dmk, u hmmd philphy f cg. I vy v w cy u f yu, w pu ll u pi d c, i d giv yu h b ucc. F my y w hv gizd my imp il d iil cg, cp mig, fhi hw, wkig luch, bqu d h v, d hk u xpicd Cg Tm, wh will hlp yu giz yu v wih cuy d pfilim. Wih vy cmpiiv d plizd d igil pckg, Mig f Yu i h lui ll yu cg d ccdig yu budg. Ou Cg C h 6 mig m wih cpciy fm , ll pvidd wih pfil quipm: - cl bh wih udi/vid d ligh ym - vidpjci (f vid, lid d pc) - ul ligh i lm ll m - Wi-Fi i cc i ll h hl - wid d cdl micph - vidcfc d vid uvillc qu - ll yp f quipm qu - wid chic f F&B ppl (cff bk, wkig luch, gl di, c.) M i g & Rdi (90 pi/) Au (70 pi/) Excl B Gluc Rdi Au N C g Pi C Cgi / Cg C Mp

12 Wlcm! Hl Pi Plc Vi S Li Pp, Rm Tl Fx E-mil:

Rexroth Pneumatics. Cilindro senz asta Cilindri senza stelo. Pressione di esercizio min/max Temperatura ambiente min./max.

Rexroth Pneumatics. Cilindro senz asta Cilindri senza stelo. Pressione di esercizio min/max Temperatura ambiente min./max. Rexroth Pneumatics 1 Pressione di esercizio min/max 2 bar / 8 bar Temperatura ambiente min./max. -10 C / +60 C Fluido Aria compressa Dimensione max. particella 5 µm contenuto di olio dell aria compressa

Dettagli

Serie RTC. Prospetto del catalogo

Serie RTC. Prospetto del catalogo Serie RTC Prospetto del catalogo Bosch Rexroth AG Pneumatics Serie RTC Cilindro senza stelo, Serie RTC-BV Ø 16-80 mm; a doppio effetto; con pistone magnetico; guida integrata; Basic Version; Ammortizzamento:

Dettagli

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. P E. R Svz szz pz - CNR L f sh s s mp pph ; p è pps pm pssbà p sss è ss vs, s s mp mq sz, ; s (, svh.) pss ss s z. I sh ss s spsv è sfvm fz m pph s p:

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie PROGETTO PON SICUREZZA 27-213 Gli investimenti delle mafie SINTESI Progetto I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento

Dettagli

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1,

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1, NUMERI QUANTICI Le autofuzioi soo caratterizzate da tre parametri chiamati NUMERI QUANTICI e soo completamete defiite dai loro valori: : umero quatico pricipale l : umero quatico secodario m : umero quatico

Dettagli

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA 1 esercizi in corrente continua completamente svolti ESERCIZI DI ELETTROTECNICA IN CORRENTE CONTINUA ( completamente svolti ) a cura del Prof. Michele ZIMOTTI 1 2 esercizi in corrente continua completamente

Dettagli

Appendice I. Principali procedure ed istruzioni per la gestione di files, l'analisi statistica di tipo descrittivo e la correlazione semplice

Appendice I. Principali procedure ed istruzioni per la gestione di files, l'analisi statistica di tipo descrittivo e la correlazione semplice . Principali procedure ed istruzioni per la gestione di files, l'analisi statistica di tipo descrittivo e la correlazione semplice Ordinamento di osservazioni: PROC SORT PROC SORT DATA=fa il sort è numerico

Dettagli

MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE DIREZIONE GENERALE PER LA LIGURIA UFFICIO SCOLASTICO DI IMPERIA

MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE DIREZIONE GENERALE PER LA LIGURIA UFFICIO SCOLASTICO DI IMPERIA IMPC040002 - LICEO CLASSICO G.D. Cassini Corso Felice Cavallotti, 57 - SANREMO - Distr. 002 - cap. 18038 00 - SEZIONE CLASSICA 02 - SEZIONE SCIENTIFICA HK - LING. COMM. BROCCA 7A - DISEGNO (2-2-2-2-2)

Dettagli

\ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI

\ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI \ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI ART. 1 - OGGETTO DEL REGOL AMENTO EDI L I ZI O E RI CHI AMO AL L E DI SPOSI ZI ONI DI L EGGE E REGOL AMENTI - TITOLO SECONDO - DISCIPLINA DEGLI

Dettagli

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Interruttori per protezione motore P5M 68 Ausiliari per interruttore P5M 70 Sezionatori-fusibili STI 7 Limitatori di sovratensione di Tipo PRF Master 7 Limitatori

Dettagli

George Frideric Handel. Reduction. From the Deutsche Händelgesellschaft Edition Edited by Frideric Chrysander

George Frideric Handel. Reduction. From the Deutsche Händelgesellschaft Edition Edited by Frideric Chrysander Gorg Fdc Hndl GIULIO CESARE 1724 Rduction From th Dutsch Händlgsllschft Etion Etd by Fdc Chrysndr Copyght 2001-2008 Nis Scux. Licnsd undr th Ctiv Commons Attbution 3.0 Licns 2 3 INDICE 0-1 OUVERTURE 5

Dettagli

CL Produzioni Animali. Anno Accademico 2013-134. Schemi sintetici per analisi patrimoniale e del reddito. Approfondimenti

CL Produzioni Animali. Anno Accademico 2013-134. Schemi sintetici per analisi patrimoniale e del reddito. Approfondimenti CL Produzioni Animali Anno Accademico 2013-134 Schemi sintetici per analisi patrimoniale e del reddito Approfondimenti Analisi efficienza Approfondimenti 1 2 La formazione degli indici di bilancio! gli

Dettagli

PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15

PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15 PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15 adempimenti di inizio anno 15 lunedì C.di C. 3AG 13.30 14.15 programmazione - visite studio - varie solo docenti 15 lunedì C.di

Dettagli

-r#s*ts*^ fk **rr?r--w. "-ì"* f &" '& Fr\COLTA' DI ECONOMIA. Cotrltre.ro rlerrorale. no 321.-,-,..''':...: rfo 4, -_- rjle'.' 0

-r#s*ts*^ fk **rr?r--w. -ì* f & '& Fr\COLTA' DI ECONOMIA. Cotrltre.ro rlerrorale. no 321.-,-,..''':...: rfo 4, -_- rjle'.' 0 -r#s*ts*^ "-ì"* f &" '& fk **rr?r--w UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FALERMO Fr\COLTA' DI ECONOMIA Cotrltre.ro rlerrorale Sulla base dei verbali redatti dalla (lornmissione del Seggio elettorale presieduta dalla

Dettagli

CAMPIONE DELL URSS MKKKKKKKKN I/@?@7@?0J I@#@?,#@?J I#@+$#@?$J I@?@?"?$3J I?@?@?@'@J I")&?@%@?J I?"!@?"!"J I@?@-2-6?J PLLLLLLLLO

CAMPIONE DELL URSS MKKKKKKKKN I/@?@7@?0J I@#@?,#@?J I#@+$#@?$J I@?@??$3J I?@?@?@'@J I)&?@%@?J I?!@?!J I@?@-2-6?J PLLLLLLLLO CAMPIONE DELL URSS Alla fine di novembre del 1956 cominciò a Tbilisi la semifinale del 24 campionato dell Urss. Tal vi prese parte. Aspiravano al diritto di giocare il torneo di campionato, tra gli altri,

Dettagli

LAMPADA POSIZIONE 5 WATT. 44 100 100 Lampada posizione 24 volt 5 watt Osram 5627. 44 100 102 Lampada posizione 12 volt 5 watt Osram 5007

LAMPADA POSIZIONE 5 WATT. 44 100 100 Lampada posizione 24 volt 5 watt Osram 5627. 44 100 102 Lampada posizione 12 volt 5 watt Osram 5007 LAMPADA POSIZIONE 5 WATT 44 100 100 Lampada posizione 24 volt 5 watt Osram 5627 44 100 102 Lampada posizione 12 volt 5 watt Osram 5007 44 100 104 Lampada posizione 24 volt 5 watt Luxi LAMPADA POSIZIONE

Dettagli

Progettazione sismica di edifici prefabbricati in c.a. Aspetti normativi ed esempio applicativo

Progettazione sismica di edifici prefabbricati in c.a. Aspetti normativi ed esempio applicativo UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO ORDINE INGG. BERGAMO Pagina i/53 LE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI - D.M. 14 Gennaio 2008 AZIONE SISMICA E PROGETTAZIONE PER AZIONI SISMICHE Progettazione sismica di

Dettagli

Riferimenti Iconografici

Riferimenti Iconografici Corso di Aggiornamento per Geometri su Problematiche Strutturali Calcolo agli Stati Limite Aspetti Generali 18 novembre 005 Dr. Daniele Zonta Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Strutturale Università

Dettagli

Capitolo Dodicesimo CALCOLO DIFFERENZIALE PER FUNZIONI DI PIÙ VARIABILI

Capitolo Dodicesimo CALCOLO DIFFERENZIALE PER FUNZIONI DI PIÙ VARIABILI Capitolo Dodicesimo CALCOLO DIFFERENZIALE PER FUNZIONI DI PIÙ VARIABILI CAMPI SCALARI Sono dati: un insieme aperto A Â n, un punto x = (x, x 2,, x n )T A e una funzione f : A Â Si pone allora il PROBLEMA

Dettagli

Caratteristiche esteriori dell apparecchio SPECIFICHE: TESTATINA SENZA LUCI CROMATA (Opzionale) TESTATINA SENZA LUCI VERNICIATA (Opzionale)

Caratteristiche esteriori dell apparecchio SPECIFICHE: TESTATINA SENZA LUCI CROMATA (Opzionale) TESTATINA SENZA LUCI VERNICIATA (Opzionale) Caratteristiche esteriori dell apparecchio TIPOLOGIA: PRODUTTORE: MODELLO: MOBILE Cristaltec S.p.A. ROXI SPECIFICHE: Larghezza: Profondità: Altezza: Peso: 47 cm 43 cm 180 cm 75 Kg TESTATINA SENZA LUCI

Dettagli

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04 V _ TAS G e s t i o n e e co n t ro l l o d e l l a p ro g e tta z i o n e C o n f o rm e a l i a N o rm a U N I E N I S O 9 0 0 t ; 2 0 0 8 C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2

Dettagli

FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE. Sistemi di rilevazione dei costi Job Costing, Process Costing

FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE. Sistemi di rilevazione dei costi Job Costing, Process Costing FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE Proff.. Alberto Baggini Marco Melacini A.A. 2008/2009 Sistemi di rilevazione dei costi Job Costing, Process Costing Allocazione dei costi industriali

Dettagli

REGOLAZIONI PARAMETRI DAL MENU DI SERVIZIO

REGOLAZIONI PARAMETRI DAL MENU DI SERVIZIO REGOLAZIONI PARAMETRI DAL MENU DI SERVIZIO ATTENZIONE : le operazioni di regolazione dei parametri di funzionamento richiedono molta attenzione. L'autore di queste note non deve essere ritenuto responsabile

Dettagli

TRE CI LUCE PRICELIST 2014 / 2015

TRE CI LUCE PRICELIST 2014 / 2015 TRE CI LUCE PRICELIST 2014 / 2015 Validity December 1st 2014 Release 1.6 (11.11.2014) ALPHA CE - IP 40 * disponibile da dicembre 2014 / available from December 2014 Code Name Description VAT excl. L213084A.17

Dettagli

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1.

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1. Caitolo III VALORI MEDI. SAZIONARIEÀ ED ERGODICIÀ III. - Mdi tatitich dl rimo ordi. Sia f( ) ua fuzio cotiua i aoci al gal alatorio (, t ζ ) la uatità dfiita dalla y f[(, t ζ )]. Ea idividua, a ua volta,

Dettagli

O la, o che bon eccho! (The Echo Song)

O la, o che bon eccho! (The Echo Song) la che bn ecch! (The Ech ng) ATB Duble Chir a cappella rland di Lass (1532-1596) CANT (pran I) 2 ALT (Alt II) 2 TENRE (Tenr II) BA (Bass I) % E %E % E E 1 la la la la che bun che bun che bun che bun ec

Dettagli

Introduzione Metodo POT

Introduzione Metodo POT Introduzione Metodo POT 1 Un recente metodo di analisi dei valori estremi è un metodo detto POT ( Peak over thresholds ), inizialmente sviluppato per l analisi dei dati idrogeologici a partire dalla seconda

Dettagli

Joomla! Import/Export Virtuemart

Joomla! Import/Export Virtuemart Joomla! Import/Export Virtuemart Queste funzionalità permettono di importare anagrafiche e prodotti all interno del componente Virtuemart 2.0.x, installato su un sito Joomla! 2.5 e di esportare da esso

Dettagli

C T. I ORIGINALE] 9249/15. AG x elettlvllliicnte. REPUBBLICA ITALIANA Ogi!J4ltto. BR X in proprio c nel1ft. procura speci al e in calce al ricorso;

C T. I ORIGINALE] 9249/15. AG x elettlvllliicnte. REPUBBLICA ITALIANA Ogi!J4ltto. BR X in proprio c nel1ft. procura speci al e in calce al ricorso; r 9249/15 I ORIGINALE] REPUBBLICA ITALIANA Ogi!J4ltto C T. IN NaG: DEL POPOLO ITALIANO LA CO RTE SUPREMA DI CASSAZIONE COr.lpOSU daql1 I 11. lid Siqq.ri M.aq lst.n t.1.: Cott. G!OVANNI BATT I STA PETTr

Dettagli

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO LA PROTEZIONE DELLE CONDUTTURE CONTRO LE SOVRACORRENTI DEFINIZIONI NORMA CEI 64-8/2 TIPOLOGIE DI SOVRACORRENTI + ESEMPI SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO DISPOSITIVI DI PROTEZIONE

Dettagli

c o l l e z i o n e continuat i va

c o l l e z i o n e continuat i va c o l l e z i o n e continuat i va www.aleimport.it A.L.e. Import è un azienda solida e in grande espansione. Il suo servizio e professionalità è in grado di fornire consegne in tutt Italia, in tempi estremamente

Dettagli

Ventilatori centrifughi Elettroventilatori con coclee. Edizione 1.3 Novembre 2012

Ventilatori centrifughi Elettroventilatori con coclee. Edizione 1.3 Novembre 2012 Ventilatori centrifughi Elettroventilatori con coclee Edizione 1.3 Novembre 212 2 l bilancio totale è decisivo Sistemi completi di Nicotra Gebhardt n base alla Direttiva Er, a seconda del tipo di ventilatore,

Dettagli

Guida Utente: Indicatore Trading Central per la MetaTrader4

Guida Utente: Indicatore Trading Central per la MetaTrader4 Guida Utente: Indicatore Trading Central per la MetaTrader4 1 Indice Descrizione...2 Installazione...3 Caratteristiche e parametri...7 Processo di aggiornamento... 10 2 Descrizione L`Indicatore Trading

Dettagli

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI . L'INSIEME DEI NUMERI REALI. I pricipli isiemi di umeri Ripredimo i pricipli isiemi umerici N, l'isieme dei umeri turli 0; ; ; ; ;... L'ide ituitiv di umero turle è ssocit l prolem di cotre e ordire gli

Dettagli

73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90-91 69 92 93 94-95 96-97 98-99

73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90-91 69 92 93 94-95 96-97 98-99 Bravissimo/a! Sei arrivato/a alla fine della parte di italiano... Adesso perché non ripassi un po di matematica? A settembre sarai un bolide nelle operazioni, nel risolvere i problemi e in geometria! matematica

Dettagli

Gli indicatori socio-sanitari. sanitari

Gli indicatori socio-sanitari. sanitari Gli indicatori socio-sanitari sanitari 1 1 INDICATORI SOCIO-SANITARI Misurare: EFFICACIA (rispetto degli obiettivi prefissati) EFFICIENZA (rispetto delle azioni e risorse impegnate) del sistema ospedaliero

Dettagli

---- CIAO ---- 1967 CN - CE - CV 1001 12692 1968 CN - CE - CV 12693 145013 1969 CN - CE - CV 145014 226098 1970 CN - CE - CV 226099 236283

---- CIAO ---- 1967 CN - CE - CV 1001 12692 1968 CN - CE - CV 12693 145013 1969 CN - CE - CV 145014 226098 1970 CN - CE - CV 226099 236283 ---- CIAO ---- 1967 CN - CE - CV 1001 12692 1968 CN - CE - CV 12693 145013 1969 CN - CE - CV 145014 226098 1970 CN - CE - CV 226099 236283 CIAO SPECIAL 1969 C7E - C7V 800001 841911 1970 C7E - C7V 841912

Dettagli

INDICE TRATTAMENTO SUPERFICI

INDICE TRATTAMENTO SUPERFICI INDICE TRATTAMENTO SUPERFICI CODICE ARTICOLO DESCRIZIONE U.M. 5752050 SPAZZOLE-PAG.8 ASTA PER SCOVOLI IN PPL MM.1400 SIT PEZZO 5752050 SPAZZOLE-PAG.8 ATTACCO FLESSIBILE IN ACCIAIO PER SCOVOLI M.12 SIT

Dettagli

FORME DIFFERENZIALI IN R 3 E INTEGRALI

FORME DIFFERENZIALI IN R 3 E INTEGRALI FORME DIFFERENZIALI IN R 3 E INTEGRALI CLADIO BONANNO Contents 1. Spazio duale di uno spazio vettoriale 1 1.1. Esercizi 3 2. Spazi tangente e cotangente 4 2.1. Esercizi 6 3. Le forme differenziali e i

Dettagli

ALCUNE APPLICAZIONI DEL CALCOLO DIFFERENZIALE

ALCUNE APPLICAZIONI DEL CALCOLO DIFFERENZIALE ALCUNE APPLICAZIONI DEL CALCOLO DIFFERENZIALE Sia I un intervallo di R e siano a = inf(i) R { } e b = sup(i) R {+ }; i punti di I diversi dagli estremi a e b, ( e quindi appartenenti all intervallo aperto

Dettagli

Energia e Lavoro. In pratica, si determina la dipendenza dallo spazio invece che dal tempo

Energia e Lavoro. In pratica, si determina la dipendenza dallo spazio invece che dal tempo Energia e Lavoro Finora abbiamo descritto il moto dei corpi (puntiformi) usando le leggi di Newton, tramite le forze; abbiamo scritto l equazione del moto, determinato spostamento e velocità in funzione

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI:

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI: COMUNE DI FINALE EMILIA (Provincia di Modena) P.zza Verdi, 1 41034 Finale Emilia (Mo) Tel. 0535-788111 fa 0535-788130 Sito Internet: www.comunefinale.net SERVIZIO URBANISTICA E EDILIZIA PRIVATA AUTOCALCOLO

Dettagli

Capire gli ECM/EMM - Seconda Edizione -

Capire gli ECM/EMM - Seconda Edizione - Capire gli ECM/EMM - Seconda Edizione - Questo documento è un tentativo di raccolta e riorganizzazione dei vari post & thread esistenti sull'argomento SEKA 2, senza la pretesa di essere un trattato esaustivo.

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla II I RELAZIONE TECNICA t relativa alla PROTEZIONE CONTRO I FULMINI di struttura adibita a Ufficio. sita nel comune di AF.EZZO (AR) PROPRIET A' AP{EZZO MULTISERVIZI SRL Valutazione del rischio dovuto al

Dettagli

IL PIANETA TERRA. IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli

IL PIANETA TERRA. IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli IL PIANETA TERRA IL RETICOLATO TERRESTRE POLI: sono i punti di intersezione tra l asse terrestre e la superficie terrestre. s i pia i paralleli all a r e a su. EQUATORE: piano perpendic lare all i rotazione,

Dettagli

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma 715 Volt/mA Calibrator Istruzioni Introduzione Il calibratore Fluke 715 Volt/mA (Volt/mA Calibrator) è uno strumento di generazione e misura utilizzato per la prova di anelli di corrente da 0 a 24 ma e

Dettagli

LA FUNZIONE ESPONENZIALE E IL LOGARITMO

LA FUNZIONE ESPONENZIALE E IL LOGARITMO LA FUNZIONE ESPONENZIALE E IL LOGARITMO APPUNTI PER IL CORSO DI ANALISI MATEMATICA I G. MAUCERI Indice 1. Introduzione 1 2. La funzione esponenziale 2 3. Il numero e di Nepero 9 4. L irrazionalità di e

Dettagli

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) =

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) = Note ed esercizi di Anlisi Mtemtic - (Fosci) Ingegneri dell Informzione - 28-29. Lezione del 7 novembre 28. Questi esercizi sono reperibili dll pgin web del corso ttp://utenti.unife.it/dmino.fosci/didttic/mii89.tml

Dettagli

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' ' LINGUAGGICREATIVITA ESPRESSIONE 3 4ANNI 5ANNI Mniplrmtrilidivritipin finlizzt. Fmilirizzrindivrtntcnil cmputr Ricnsclmntidl mnd/rtificilcglindn diffrnzprfrmmtrili Distingugliggttinturlidqulli rtificili.

Dettagli

SPETTRO DI RISPOSTA ELASTICO SPETTRO DI PROGETTO

SPETTRO DI RISPOSTA ELASTICO SPETTRO DI PROGETTO SPETTRO DI RISPOSTA ELASTICO SPETTRO DI PROGETTO 1 (Ridis. con modifiche da M. De Stefano, 2009) 2 3 Concetto di duttilità 4 5 6 7 E necessario avere i valori di q dallo strutturista ( ma anche qo). Per

Dettagli

TAV. 393 - MOLT I PL I CATORE T 312. Polg

TAV. 393 - MOLT I PL I CATORE T 312. Polg TAV. 393 - MOLT I PL I CATORE T 312 Polg 'Tay. 393 11 97 I T 312 con pto passante Sax 1600-1800-2100 - Tex 2300-2700 - Nico Pos. Codice Denominazione 1 0.312.3001.00 albero passante 2 07.0.069 paraolio

Dettagli

Quantità di moto. Per un corpo puntiforme possiamo definire la grandezza vettoriale quantità di moto come il prodotto m v.

Quantità di moto. Per un corpo puntiforme possiamo definire la grandezza vettoriale quantità di moto come il prodotto m v. Quantità di moto Per un corpo puntiforme possiamo definire la grandezza vettoriale quantità di moto come il prodotto m v. La seconda legge di Newton può essere scritta con la quantità di moto: d Q F =

Dettagli

la Banca Centrale esercita in autonomia (indipendenza dal Governo) la politica monetaria.

la Banca Centrale esercita in autonomia (indipendenza dal Governo) la politica monetaria. Politica monetaria Obiettivi principali della politica monetaria stabilità monetaria interna (controllo dell inflazione) stabilità monetaria esterna (stabilità del cambio e pareggio della BdP) ma può avere

Dettagli

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito.

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito. Integrli de niti. Il problem di clcolre l re di un regione pin delimitt d gr ci di funzioni si può risolvere usndo l integrle de nito. L integrle de nito st l problem del clcolo di ree come l equzione

Dettagli

OO.PP. Puglia 2008. Unità Misura. Prezzo DESCRIZIONE

OO.PP. Puglia 2008. Unità Misura. Prezzo DESCRIZIONE IG 01.001 IG 01.002 IG 01.003a Approntamento dell' attrezzatura di perforazione a rotazione compreso il carico e lo scarico e la revisione a fine lavori. Per ogni approntamento dellattrezzatura cad 667,35

Dettagli

Esistenza di funzioni continue non differenziabili in alcun punto

Esistenza di funzioni continue non differenziabili in alcun punto UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA Esistenza di funzioni continue non differenziabili in alcun punto Relatore Prof. Andrea

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

Interfacce 24 V AC/DC con relé e zoccolo

Interfacce 24 V AC/DC con relé e zoccolo Interfacce V /D con relé e zoccolo ± Interfacce a giorno con comune ingresso negativo o positivo e comune contatti unico odice 0 0 0 0 0 0 0 00 V ± 0% V /D V /D V /D V /D V /D V /D V /D V /D contatti 0

Dettagli

Esercizi di Algebra Lineare. Claretta Carrara

Esercizi di Algebra Lineare. Claretta Carrara Esercizi di Algebra Lineare Claretta Carrara Indice Capitolo 1. Operazioni tra matrici e n-uple 1 1. Soluzioni 3 Capitolo. Rette e piani 15 1. Suggerimenti 19. Soluzioni 1 Capitolo 3. Gruppi, spazi e

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

n. contratti controvalore nominale prezzo minimo prezzo massimo AT 0 0,000 0,000 0,000 0,000 VT 0 0,000 0,000 0,000 0,000

n. contratti controvalore nominale prezzo minimo prezzo massimo AT 0 0,000 0,000 0,000 0,000 VT 0 0,000 0,000 0,000 0,000 Emil Banca Credito Cooperativo Società Cooperativa Iscritta all'albo delle Banche - Aderente al F.do Gar. dei Depos. del Cr.Coop. Sede legale: 40138 BOLOGNA (Bo) - via G. Mazzini n. 152 tel. 051.396911

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

PD32. Esercitazione sull interfacciamento con un dispositivo di IO

PD32. Esercitazione sull interfacciamento con un dispositivo di IO PD32 Esercitazione sull interfacciamento con un dispositivo di IO Domanda #5 14/09/2000 Si dispone di un PD32 per effettuare il collaudo di un circuito integrato combinatorio con 5 ingressi e una uscita,

Dettagli

Valvole riduttrici di pressione pilotate, tipo ZDRK 10 V GN 10 serie 1X pressione d esercizio max. 210 bar portata max. 80 L/min H/A 4085/94

Valvole riduttrici di pressione pilotate, tipo ZDRK 10 V GN 10 serie 1X pressione d esercizio max. 210 bar portata max. 80 L/min H/A 4085/94 RI 26 864/05.02 Sostituisce: 2.95 Valvole riduttrici di pressione pilotate, tipo ZDRK 0 V GN 0 serie X pressione d esercizio max. 20 bar portata max. 80 L/min H/A 4085/94 tipo ZDRK 0 VP5-X/ Sommario Caratteristiche

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) FILTI OLEODINMICI Serie F-1 Filtri con cartuccia avvitabile (spin-on) Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFP T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFP

Dettagli

3. La velocità v di un satellite in un orbita circolare di raggio r intorno alla Terra è v = e,

3. La velocità v di un satellite in un orbita circolare di raggio r intorno alla Terra è v = e, Capitolo 10 La gavitazione Domande 1. La massa di un oggetto è una misua quantitativa della sua inezia ed è una popietà intinseca dell oggetto, indipendentemente dal luogo in cui esso si tova. Il peso

Dettagli

DUE FILI PLUS. Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano.

DUE FILI PLUS. Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano. DUE FILI PLUS Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano. Abbiamo aumentato le performance, le distanze, le possibilità di dialogo. Da oggi con la nuova tecnologia Due Fili Plus si

Dettagli

Analisi Mat. 1 - Ing. Inform. - Soluzioni del compito del 23-3-06

Analisi Mat. 1 - Ing. Inform. - Soluzioni del compito del 23-3-06 Analisi Mat. - Ing. Inform. - Soluzioni del compito del 3-3-6 Sia p il polinomio di quarto grado definito da pz = z 4. Sia S il settore circolare formato dai numeri complessi che hanno modulo minore o

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Diagramma di selezione VF KEYF VF KEYF1 VF KEYF2 VF KEYF3 VF KEYF7 VF KEYF AZIONATORI UNITA DI CONTATTO 1 2 21 22 2NO+1NC FD FP

Dettagli

TEORIA DEL CONSUMATORE

TEORIA DEL CONSUMATORE TEORIA DEL CONSUMATORE Premessa: La moderna teoria economica del comportamento del consumatore è intimamente legata alla teoria marginalista neo-classica, essendo fra l'altro da essa storicamente derivata.

Dettagli

LA MISURAZIONE DEL CARATTERE

LA MISURAZIONE DEL CARATTERE TPO PROGETTAZIONE UD 03 GESTIONE DEL CARATTERE IL TIPOMETRO LA MISURAZIONE DEL CARATTERE A.F. 2011/2012 MASSIMO FRANCESCHINI - SILVIA CAVARZERE 1 IL TIPOMETRO: PARTI FONDAMENTALI Il tipometro è uno strumento

Dettagli

Valvola di strozzamento e non ritorno

Valvola di strozzamento e non ritorno Valvola di strozzamento e non ritorno RI 79/0.09 Sostituisce: 0.06 /6 Tipi MG e MK Grandezze nominali da 6 a 0 Serie X Pressione d'esercizio massima 5 bar Portata max. 400 l/min. K564- Sommario Indice

Dettagli

Z>,n zorrr Reg. Gen. IL CAPO AREA AA.GG

Z>,n zorrr Reg. Gen. IL CAPO AREA AA.GG Piazza Toselli n. 1-96010 Buccheri (SR) Tel. 0931880359 - Fax 0931880559 DETERMINA DEL CAPO AREA AFFARI GENERATI DETERMINAN,/UóDEL Z>,n zorrr Reg. Gen. Oggetto: Liquidazione fatîure a ll'associazio ne

Dettagli

Parametrizzazione, progettazione e visualizzazione con SIRIUS

Parametrizzazione, progettazione e visualizzazione con SIRIUS Parametrizzazione, progettazione e visualizzazione con SIRIUS /2 Introduzione /5 Soft Starter ES /8 Biblioteca di blocchi softstarter SIRIUS RW44 per SIMATIC PCS 7 /10 Motor Starter ES /1 Biblioteca di

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

Trattamento aria. Spedizione rapida - ordina oggi stesso allo

Trattamento aria. Spedizione rapida - ordina oggi stesso allo Trattamento aria Fin dal 1927, anno in cui Carl Norgren progettò il primo FRL, Norgren è stata all avanguardia nell ambito dei prodotti per il trattamento aria. In questa sezione troverete un ampia gamma

Dettagli

Gli eventi sono stati definiti come i possibili risultati di un esperimento. Ogni evento ha una probabilità

Gli eventi sono stati definiti come i possibili risultati di un esperimento. Ogni evento ha una probabilità Probabilità Probabilità Gli eventi sono stati definiti come i possibili risultati di un esperimento. Ogni evento ha una probabilità Se tutti gli eventi fossero ugualmente possibili, la probabilità p(e)

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO: COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E. SCALA. Progettista: COMUNE DI ROMBIOLO. Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria

PROGETTO ESECUTIVO: COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E. SCALA. Progettista: COMUNE DI ROMBIOLO. Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria COMUNE DI ROMBIOLO PROVINCIA DI VIBO VALENTIA PROGETTO ESECUTIVO: Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E. SCALA Progettista: VISTO: Comune di Rombiolo Via

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

PRINCIPI BASILARI DI ELETTROTECNICA

PRINCIPI BASILARI DI ELETTROTECNICA PRINCIPI BASILARI DI ELETTROTECNICA Prerequisiti - Impiego di Multipli e Sottomultipli nelle equazioni - Equazioni lineari di primo grado e capacità di ricavare le formule inverse - nozioni base di fisica

Dettagli

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO Riepilg dcumentazine 1 2 Istanza di autrizzazine all scaric in crp idric

Dettagli

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma INTEGRALI IMPROPRI. Integrli impropri su intervlli itti Dt un funzione f() continu in [, b), ponimo ε f() = f() ε + qundo il ite esiste. Se tle ite esiste finito, l integrle improprio si dice convergente

Dettagli

Diploma Accademico di primo livello Ordinamentale

Diploma Accademico di primo livello Ordinamentale Diploma Accademico di primo livello Ordinamentale DISCIPLINA: PRASSI ESECUTIVE E REPERTORI (SAXOFONO) I-II-III (CODI/15) Docente: Prof. Roberto Frati Durata: 32 ore annuali (Individuali) CFA: 21 annuali

Dettagli

3. SPAZI VETTORIALI CON PRODOTTO SCALARE

3. SPAZI VETTORIALI CON PRODOTTO SCALARE 3 SPAZI VETTORIALI CON PRODOTTO SCALARE 31 Prodotti scalari Definizione 311 Sia V SV(R) Un prodotto scalare su V è un applicazione, : V V R (v 1,v 2 ) v 1,v 2 tale che: i) v,v = v,v per ogni v,v V ; ii)

Dettagli

VBA. Il Visual Basic for Application. Funz ioni

VBA. Il Visual Basic for Application. Funz ioni VBA Il Visual Basic for Application Le funz ioni Le procedure Funz ioni µ E pos s ibile (e cons igliato) s comporre un problema i n sotto- problemi e combinar e poi assieme le s oluz i oni per ottenere

Dettagli

ESERCIZI SVOLTI PER LA PROVA DI STATISTICA

ESERCIZI SVOLTI PER LA PROVA DI STATISTICA ESERCIZI SVOLTI PER LA PROVA DI STATISTICA Stefania Naddeo (anno accademico 4/5) INDICE PARTE PRIMA: STATISTICA DESCRITTIVA. DISTRIBUZIONI DI FREQUENZA E FUNZIONE DI RIPARTIZIONE. VALORI CARATTERISTICI

Dettagli

Specifiche tecniche standard MACROLogic per condizionatori con/senza batteria di riscaldamento

Specifiche tecniche standard MACROLogic per condizionatori con/senza batteria di riscaldamento Controllo Elettronico MACROLogic per Dat Air Manuale 201713A01 Emissione 10.99 Sostituisce --.-- Specifiche tecniche standard MACROLogic per condizionatori con/senza batteria di riscaldamento 1370 Controllo

Dettagli

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI!

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI! Le ALL ITALIANA CREA LA TUA ALL ITALIANA Decidi di essere oriin le, cre tivo e diverso d i tuoi concorrenti : Cre le tue person lissime cup c kes ll it li n, LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO,

Dettagli

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE (art.4 CPR 305/2011)

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE (art.4 CPR 305/2011) 1) Codice di identificazione unico: 0/4-GF 85 2) Numero di tipo: SABBIA ASTICO 3) Uso previsto di prodotto: UNI EN 12620- Aggregati per calcestruzzo; rilasciato il Certificato di conformità del controllo

Dettagli

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche CEMENTO ARMATO METODO AGLI STATI LIMITE Il calcestruzzo cementizio, o cemento armato come normalmente viene definito in modo improprio, è un materiale artificiale eterogeneo costituito da conglomerato

Dettagli

Alberto Montresor Università di Trento

Alberto Montresor Università di Trento !! Algoritmi e Strutture Dati! Capitolo 1 - Greedy!!! Alberto Montresor Università di Trento!! This work is licensed under the Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike License. To view a copy

Dettagli

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci JOH EBTI BCH Invnzon a u voc BWV 772 7 cura Lug Catal trascrzon ttuata con UP htt//ckngmuscarchvorg/ c 200 Lug Catal (lucatal@ntrrt) Ths ag s ntntonally lt ut urchtg nltung Wormt nn Lbhabrn s Clavrs, bsonrs

Dettagli

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015 Ospitalità STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 BENVENUTI A SAN SIRO Il nuovo modo di vivere la partita Amala e colora un emozione di nero e d azzurro. Inter Corporate 2014-15 è l esclusivo programma di Corporate

Dettagli

Carichi unitari. Dimensionamento delle sezioni e verifica di massima. Dimensionamento travi a spessore. Altri carichi unitari. Esempio.

Carichi unitari. Dimensionamento delle sezioni e verifica di massima. Dimensionamento travi a spessore. Altri carichi unitari. Esempio. Carichi unitari delle sezioni e verifica di massima Una volta definito lo spessore, si possono calcolare i carichi unitari (k/m ) Solaio del piano tipo Solaio di copertura Solaio torrino scala Sbalzo piano

Dettagli

2013 SECOND GENERATION CO 2 COMPRESSOR

2013 SECOND GENERATION CO 2 COMPRESSOR CD 2013 SECOND GENERATION CO 2 COMPRESSOR Introduzione / Introduction 3 Gamma completa / Complete range 4 Pesi e rubinetti / Weight and valves 4 Caratteristiche tecniche / Technical data 4 Max corrente

Dettagli

L apparecchio è costituito dai seguenti elementi hardware NON SENSIBILI e COMPATIBILI ACME SRL LCD SLOT ACME SRL FLASH SLOT AMS SRL LUCKY CABINET

L apparecchio è costituito dai seguenti elementi hardware NON SENSIBILI e COMPATIBILI ACME SRL LCD SLOT ACME SRL FLASH SLOT AMS SRL LUCKY CABINET 2.d CARATTERISTICHE TECNICHE DELL APPARECCHIO, DELLE MODALITÀ DI FUNZIONAMENTO E DI DISTRIBUZIONE DELLE VINCITE 2.d.1 CARATTERISTICHE TECNICHE DELL APPARECCHIO: DEGLI ELEMENTI COMPATIBILI E DEI COMPONENTI

Dettagli

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2 Indice generale Modulo 1 Algebra 2 Capitolo 1 Scomposizione in fattori. Equazioni di grado superiore al primo 1.1 La scomposizione in fattori 2 1.2 Raccoglimento a fattor comune 3 1.3 Raccoglimenti successivi

Dettagli