COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE"

Transcript

1 COMUNE DI RAPOLANO TERME COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Seduta del 01 settembre 2011 ore 16,40 Presso il Palazzo Comunale di Rapolano Terme Presiede SPANU Emiliano, Sindaco - Assiste Dr. CUCINOTTA Simone, Segretario Comunale. Assessori presenti alla deliberazione: n 5 Assessori assenti alla deliberazione: n 0 P A P A 1 CECCHERINI SIMONE X 4 RAFFAELLI PERLA X 2 COPPOLA IVO X 5 SENNATI ANTONELLA X 3 MAGI VALENTINA X Atto N. 114 OGGETTO: Protocollo per l attività e gestione integrata territoriale di percorsi di accoglienza e di uscita dalla violenza tra l Amministrazione Provinciale di Siena, i Comuni della Provincia di Siena, l Unione dei Comuni Valdichiana, l Unione dei Comuni Valdimerse, la Comunità Montana Amiata Valdorcia, la Questura di Siena, l Arma dei Carabinieri - Comando Provinciale di Siena, l Azienda Ospedaliera Universitaria di Siena, L ASL 7 di Siena, l Associazione Aurore, la Fondazione Monastero Onlus. APPROVAZIONE.

2 LA GIUNTA COMUNALE Preso atto che il Responsabile dell Area Amministrativa ha sottoposto all approvazione della Giunta Comunale la sottoriportata proposta di deliberazione COMUNE DI RAPOLANO TERME Provincia di Siena PROPOSTA DI DELIBERAZIONE Alla Giunta Comunale OGGETTO: PROTOCOLLO PER L ATTIVITÀ E GESTIONE INTEGRATA TERRITORIALE DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI USCITA DALLA VIOLENZA TRA L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI SIENA, I COMUNI DELLA PROVINCIA DI SIENA, L UNIONE DEI COMUNI VALDICHIANA, L UNIONE DEI COMUNI VALDIMERSE, LA COMUNITÀ MONTANA AMIATA VALDORCIA, LA QUESTURA DI SIENA, L ARMA DEI CARABINIERI COMANDO PROVINCIALE DI SIEN, L AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA DI SIENA, L ASL 7 DI SIENA, L ASSOCIAZIONE AURORE E LA FONDAZIONE MONASTERO ONLUS. APPROVAZIONE. Il Responsabile dell Area Amministrativa PREMESSO che l ONU, l Unione Europea, il Governo italiano e la Regione Toscana hanno fornito precise indicazioni sulla lotta alla violenza alle donne, maltrattamenti in famiglia e molestie sessuali; PREMESSO inoltre che tali indicazioni sono state accolte dalla Regione Toscana, la quale il ha promulgato la Legge n. 59 Norme contro la violenza di genere, alla quale hanno fatto seguito le Linee guida contro la violenza di genere (DGRT n. 291/2010) e lo Schema di protocollo di intesa tra la Regione Toscana e la Procura Generale della Repubblica di Firenze per la realizzazione di interventi a tutela delle fasce deboli di popolazione sottoposte a violenze (DGRT n. 495/2011); CONSIDERATO che la Provincia di Siena coordina il tavolo istituzionale contro la violenza alle donne, istituito con Delibera di Consiglio n. 97/2007, e la rete interistituzionale su scala provinciale che lavora congiuntamente per contrastare la violenza nei confronti delle donne; CONSIDERATO quindi che è intenzione dell Amministrazione Comunale di Rapolano Terme aderire a tale Protocollo al fine di contrastare la violenza alle donne e sostenere le donne vittime di violenza ; VISTO il D.Lgs. n. 267/2000;

3 ATTESA la competenza della Giunta Comunale ai sensi del combinato disposto degli artt. 42 e 48 del TUEL 267/2000; Alla Giunta Comunale di deliberare: PROPONE 1) Di considerare la premessa parte integrante e sostanziale del presente atto; 2) Di aderire al Protocollo per l attivazione e gestione integrata territoriale di percorsi di accoglienza e di uscita dalla violenza promosso dalla Provincia di Siena, di cui si allega copia; 3) Di dare mandato al Responsabile dell Area Amministrativa a predisporre gli atti necessari all attuazione del Protocollo di cui sopra; 4) Di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile. Il Funzionario dell Area Amministrativa Dr. Marco Anselmi LA GIUNTA COMUNALE Presa visione della proposta di deliberazione presentata dal Responsabile dell Area Amministrativa e ritenutala meritevole di approvazione; Acquisito ai sensi dell'art. 49 del D. Lgs. n. 267 del il parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica rilasciato dal responsabile del servizio interessato e allegato all originale del presente atto ; Con voti unanimi favorevoli resi nelle norme di legge: DELIBERA 1) Di considerare la premessa parte integrante e sostanziale del presente atto; 2) Di aderire al Protocollo per l attivazione e gestione integrata territoriale di percorsi di accoglienza e di uscita dalla violenza promosso dalla Provincia di Siena, di cui si allega copia; 3) Di dare mandato al Responsabile dell Area Amministrativa a predisporre gli atti necessari all attuazione del Protocollo di cui sopra; 4) Di dichiarare con separata votazione e con consensi unanimi, la presente deliberazione immediatamente eseguibile, ai sensi dell'art.134, comma 4^ del TU delle leggi sull ordinamento degli enti locali, approvato con D.Lgs.18.agosto 2000, n.267.

4 PROTOCOLLO PER L ATTIVAZIONE E GESTIONE INTEGRATA TERRITORIALE DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI USCITA DALLA VIOLENZA tra la Provincia di Siena, il Comune di Siena, i Comuni della provincia di Siena, l Unione dei Comuni Valdichiana, l Unione dei Comuni Valdimerse, la Comunità Montana Amiata Valdorcia la Questura di Siena, l Arma dei Carabinieri - Comando Provinciale di Siena, l Azienda Ospedaliera Universitaria di Siena, l Asl7 di Siena, l Associazione Aurore, la Fondazione Monastero Onlus PREMESSO che le Istituzioni e gli organismi firmatari il presente Protocollo, sulla base delle indicazioni fornite dall ONU, dall Unione Europea, dal Governo italiano, dalla Regione Toscana, nonché dei risultati delle indagini ISTAT su violenze contro le donne, maltrattamenti in famiglia e molestie sessuali, ritengono opportuno lo sviluppo di iniziative pubbliche e private per contrastare a tutti i livelli il fenomeno della violenza; che la Regione Toscana ha promulgato la Legge n. 59 del Norme contro la violenza di genere, alla quale hanno fatto seguito le Linee guida contro la violenza di genere (DGRT n. 291/2010) e lo Schema di protocollo d intesa tra Regione Toscana e Procura Generale della Repubblica di Firenze per la realizzazione di interventi a tutela delle fasce deboli di popolazione sottoposte a violenze (DGRT n. 495/2011); che la Provincia di Siena coordina il Tavolo interistituzionale contro la violenza alle donne, istituito con Delibera di Consiglio n. 97/2007, e la rete interistituzionale su scala provinciale che lavora congiuntamente per contrastare la violenza nei confronti delle donne;; che con delibera di Giunta provinciale n. 216/2010 è stato approvato il Protocollo di intesa con l associazione Aurore Onlus per la realizzazione di servizi gratuiti per donne vittime di maltrattamento e abuso; che con delibera di Giunta provinciale n. 35/2011 è stato approvato il Protocollo di intesa con la Fondazione Monastero Onlus per l'erogazione di servizi di tutela per donne vittime di violenza. CONSIDERATO che le Istituzioni e gli organismi firmatari il presente Protocollo concordano che contrastare la violenza e sostenere le donne vittime di violenza richieda sinergie interistituzionali, strategie complesse e strumenti/tecniche efficaci che, agendo contestualmente su più livelli, entro riferimenti istituzionali ed organizzativi stabili,

5 secondo prassi organizzative e metodologie condivise, garantiscano i diritti di tutta la cittadinanza; che contrastare la violenza alle donne significa affrontare i temi della prevenzione, della sensibilizzazione, della formazione, della riduzione del danno subito, della repressione dei violenti, in maniera articolata e sinergica; che i soggetti firmatari hanno espresso, in base alle specifiche professionalità e competenze, la volontà di impegnarsi per l attivazione di un proficuo lavoro di rete territoriale integrata; che i soggetti firmatari hanno già indicato e formato apposito personale negli incontri seminariali proposti ed organizzati dalla Provincia di Siena, incaricandolo altresì di partecipare ai tavoli operativi già attivati o a quelli che in futuro saranno costituiti VISTE le competenze di legge attribuite ai vari soggetti della rete, firmatari del presente Protocollo, sulla base delle quali ogni soggetto agirà all interno della rete; SI CONVIENE QUANTO SEGUE Art. 1 (Finalità) I soggetti firmatari il presente Protocollo perseguono la condivisione di modalità operative per l attivazione e la gestione in rete territoriale integrata di percorsi di accoglienza e di uscita dalla violenza rivolti alle donne della provincia di Siena Art. 2 (Destinatarie) Destinatarie del presente Protocollo sono le donne vittime di violenza, residenti nel territorio della provincia di Siena o temporaneamente dimoranti. Art. 3 (Impegni e nodi di rete) La Provincia di Siena si impegna a garantire il coordinamento della rete attraverso il Settore Cultura Scuola Welfare. Il Comune di Siena ed i Comuni della provincia di Siena si impegnano a garantire come risorse umane il personale qualificato (assistenti sociali, anche assegnati funzionalmente alle Società della Salute) e tutto il personale che abbia notizia di situazioni di violenza contro le donne. L Azienda Ospedaliera Universitaria Senese si impegna a garantire gli interventi tempestivi ed appropriati, anche in emergenza - urgenza, sulle donne vittime di violenza e maltrattamento, sia nell ambito del Pronto Soccorso, che in quello di tutte le Unità Operative coinvolte, con le necessarie figure professionali siano esse medici, psicologi, assistenti sociali ed infermieri.

6 L ASL 7 di Siena si impegna a garantire la propria collaborazione, in termini di partecipazione degli operatori, come successivamente specificato: I Consultori ed i Servizi Sociali si impegnano a garantire come risorse umane tutto il personale presente nelle strutture consultoriali; i Pronto Soccorso degli Ospedali di Abbadia San Salvatore, Montepulciano, Poggibonsi si impegnano a garantire come risorse umane: il proprio personale medico, infermieristico e di supporto, nonché gli specialisti, ove si rendesse necessario un loro coinvolgimento, con garanzia di interventi tempestivi ed appropriati, in emergenza - urgenza, sulle donne vittime di violenza. La Questura di Siena si impegna a garantire come risorse umane il proprio personale appositamente formato per l accoglienza della donna e la raccolta della denuncia in ambienti idonei e nella massima riservatezza. L Arma dei Carabinieri - Comando Provinciale di Siena si impegna a garantire come risorse umane il proprio personale appositamente formato per l accoglienza della donna e la raccolta della denuncia in ambienti idonei e nella massima riservatezza. L Associazione Aurore Onlus si impegna a garantire gli orari di apertura dei centri antiviolenza e l accoglienza delle donne vittime di violenza con l erogazione di servizi gratuiti di informazioni telefoniche, colloqui di accoglienza, consulenza professionale di tipo legale e psicologico, interventi di accompagnamento e orientamento all utilizzo delle risorse e dei servizi presenti sul territorio, azioni di sensibilizzazione, intervento immediato in caso di utilizzo da parte della donna di uno dei punti di emergenza H24 attivati sul territorio. La Fondazione Monastero Onlus, attraverso i propri soci, si impegna ad attivare e gestire la rete dei servizi di ospitalità per le donne vittime di violenza, garantendo la gestione economica degli inserimenti nella Casa di Accoglienza, nelle strutture di ospitalità e nei punti di emergenza H24. La realizzazione di tali attività è stabilita e disciplinata in appositi atti direttamente stipulati con la Provincia di Siena Art. 4 (Modalità operative per la gestione del percorso di rete) Il percorso integrato è generalmente schematizzato in fasi successive, nella consapevolezza condivisa che, trattandosi di situazioni complesse, gli interventi (emergenza/accoglienza e post emergenza) possono risultare strettamente legati e non temporalmente separabili. Le modalità operative e i tempi d intervento sono da ritenersi indicativi, in quanto i percorsi di aiuto devono essere necessariamente personalizzati e riferiti alla tipologia di violenza e/o di maltrattamento di cui è vittima la donna. Nel caso in cui siano presenti figli/e minorenni gli interventi saranno conformi alle norme legislative in vigore ed alle relative competenze e funzioni gestionali vigenti. Urgenza e primo intervento Questa fase ha avvio con la prima accoglienza della donna che richiede aiuto a uno qualsiasi dei nodi della rete territoriale. E fatto obbligo ad ogni operatore che accompagna la donna

7 nell entrata in un percorso di aiuto di attivarsi in azioni di orientamento e accompagnamento della donna stessa, informandola dell esistenza di una rete di servizi ed opportunità territoriali attivabili nel percorso di uscita dalla violenza. L azione di accompagnamento può prevedere un intervento diretto immediato, la collaborazione, l invio o l accompagnamento ad altro nodo/risorsa/servizio della rete. Oltre all accompagnamento, i soggetti della rete sono tenuti, sulla base delle specifiche funzioni e competenze, alla gestione dei percorsi di urgenza/emergenza o di primo intervento ed alla definizione del successivo progetto di intervento. Tutti i soggetti firmatari il protocollo si impegnano inoltre a formulare, attraverso il Tavolo interistituzionale contro la violenza alle donne, ulteriori approfondimenti, regolamenti, accordi, atti a rispondere più efficacemente alle problematiche esposte nelle premesse. Aspetti operativi Nel momento in cui uno dei soggetti firmatari il presente protocollo riceve la notizia di un episodio di violenza contro una donna, attiverà la rete di assistenza e di sostegno, al fine di predisporre tutte le azioni di competenza dei diversi soggetti firmatari, secondo le ipotesi di seguito indicate: 1) se la notizia perviene sotto forma di denuncia alle Forze dell Ordine, l Ufficio ricevente provvederà a raccogliere la stessa assicurando la massima riservatezza nella considerazione della particolare situazione di fragilità psicologica in cui versa la vittima. A tale fine la denunciante sarà ascoltata in un ambiente consono ed isolato da parte di personale appositamente sensibilizzato e opportunamente formato. L operatore ricevente provvederà ad informare l Ufficiale referente per il Tavolo. Quest ultimo attiverà i contatti con le referenti del Centro Antiviolenza competente per territorio per le azioni di assistenza psicologica e legale, e se del caso, dei servizi sociali del Comune interessato, e del servizio sanitario. 2) se la donna che ha subito violenza accede ad uno dei servizi sanitari ospedalieri e territoriali (pronto soccorso, consultorio, medico di base, specialista) essa verrà ascoltata ed assistita, (secondo i protocolli specifici se esistenti) e saranno attivate, nel rispetto della volontà della donna: procedura di denuncia, secondo quanto previsto dalla normativa procedura di avvio dei percorsi di assistenza e sostegno presso i Centri Antiviolenza segnalazione, per i casi previsti, ai servizi sociali di riferimento. 3) se la donna che ha subito violenza accede ai servizi sociali essa verrà ascoltata ed assistita, e saranno attivati: accompagnamento, se del caso, alle strutture sanitarie competenti procedura di denuncia, nel rispetto della volontà della donna, secondo quanto previsto dalla normativa e fatti salvi gli obblighi di denuncia avvio dei percorsi di assistenza e sostegno in collaborazione con i Centri Antiviolenza. 4) se la notizia perviene alla Associazione firmataria del presente Protocollo sarà sua cura valutare ed avviare un percorso adeguato e completo rispetto alle richieste della

8 donna, coinvolgendo gli altri soggetti competenti ed, in particolare, i referenti delle Forze dell Ordine ed i servizi sociali e sanitari. Accoglienza e post emergenza Se si determina la necessità di mettere in sicurezza la donna, che si trova in grave stato di pericolo e si è rivolta al Pronto Soccorso, ai servizi sociali, ad un Centro Antiviolenza o alle Forze dell ordine, occorre attivare le risorse residenziali presenti nel territorio, ed in particolare attivare la rete dei punti di accoglienza territoriali H24 e/o la Casa di accoglienza. La Fondazione Monastero Onlus, che mappa e gestisce la rete dei servizi di accoglienza e la Casa di Accoglienza per la Provincia di Siena, contattata dagli enti che richiedono la messa in sicurezza della donna, provvederà in merito, ricevendo una richiesta scritta di ingresso indirizzata al referente della Casa, cui seguirà, nel termine massimo di 7 giorni, la predisposizione di un progetto di intervento da parte del Centro Antiviolenza o dei servizi sociali. In caso di donne con figli/e minorenni l ingresso alla Casa di Accoglienza è consentito previa presentazione del progetto di intervento da parte dei servizi sociali che provvederanno alla presa in carico anche per quanto riguarda la copertura degli eventuali costi di residenzialità per i minori. L attivazione del progetto di intervento potrà comportare il coinvolgimento di altri servizi della rete territoriale necessari per l avvio di un percorso di uscita dalla violenza. La fase del post emergenza si avvia successivamente attraverso un processo di aiuto complesso. Art. 5 (Risorse strumentali e di supporto) Sarà messa a disposizione della rete una mappatura, costantemente aggiornata, delle soluzioni residenziali da attivare in situazioni di urgenza, gestita dalla Fondazione Monastero Onlus in collaborazione con i Centri Antiviolenza. Art.6 (Durata) Il presente Protocollo ha la durata di 3 (tre) anni ed ha efficacia dal momento della sottoscrizione, rinnovabile su comune accordo delle parti. Letto, approvato e sottoscritto il a

9 IL SINDACO F/TO SPANU EMILIANO IL SEGRETARIO COMUNALE F/TO DR. CUCINOTTA SIMONE Il sottoscritto Responsabile del Servizio, visti gli atti d'ufficio, ATTESTA - che la presente deliberazione, in applicazione del D.Lgs , n. 267; è stata affissa all'albo Pretorio Comunale il giorno _ per quindici giorni consecutivi, Art. 124, c. 1 (N. 375 R.P.); e' stata comunicata con lettera n._11299_ in data ai Capigruppo Consiliari, art. 125 c. 1; e' stata dichiarata immediatamente eseguibile (Art.134, c.4); Dalla residenza comunale, li' 06 settembre 2011 P. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Il Responsabile Area Economico-Finanziaria Dr.ssa Michela Serrai Il sottoscritto, visti gli atti d'ufficio, ATTESTA - che la presente deliberazione, e' divenuta esecutiva il giorno 06 settembre 2011 decorsi 10 giorni dalla eseguita pubblicazione (Art. 134, c.3); e' stata ripubblicata all'albo Pretorio dal al, (N. R.P.). Dalla residenza comunale, li' 06 settembre 2011 P. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Il Responsabile Area Economico-Finanziaria Dr.ssa Michela Serrai

PROCEDURE OPERATIVE PER LA GESTIONE INTEGRATA TERRITORIALE DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI USCITA DALLA VIOLENZA

PROCEDURE OPERATIVE PER LA GESTIONE INTEGRATA TERRITORIALE DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI USCITA DALLA VIOLENZA PROCEDURE OPERATIVE PER LA GESTIONE INTEGRATA TERRITORIALE DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI USCITA DALLA VIOLENZA PREMESSO che il Servizio Associato Pari Opportunità dell Unione dei Comuni Valdichiana Senese

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE copia COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Seduta del 22/12/2011 ore 17.00 Presso il Palazzo Comunale di Rapolano Terme Presiede SPANU EMILIANO, Sindaco - Assiste il Vice Segretario

Dettagli

COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Seduta del 23/02/2012 ore 17.30 Presso il Palazzo Comunale di Rapolano Terme Presiede SPANU Emiliano, Sindaco - Assiste Dr. CUCINOTTA

Dettagli

COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI RAPOLANO TERME COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Seduta del 14 luglio 2011 ore 17.00 Presso il Palazzo Comunale di Rapolano Terme Presiede SPANU Emiliano, Sindaco - Assiste Dr. CUCINOTTA

Dettagli

COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Seduta del 28/06/2012 ore 19.00 presso la sala adunanze posta nella Sede Municipale si e' riunito il CONSIGLIO COMUNALE in adunanza Pubblica

Dettagli

COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI RAPOLANO TERME COPIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Seduta del 30.09.2011 ore 17.55 presso la sala adunanze posta nella Sede Municipale si e' riunito il CONSIGLIO COMUNALE in adunanza pubblica

Dettagli

COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI RAPOLANO TERME COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Seduta del 02 agosto 2011 ore 14.00 Presso il Palazzo Comunale di Rapolano Terme Presiede SPANU Emiliano, Sindaco - Assiste Dr. CUCINOTTA

Dettagli

COMUNE DI SIZIANO Provincia di Pavia

COMUNE DI SIZIANO Provincia di Pavia COPIA COMUNE DI SIZIANO Provincia di Pavia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Verbale N. 173 / 19.10.2015 ****************** OGGETTO: ADESIONE PROTOCOLLO DI INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE

Dettagli

CONVENZIONE PER L'EROGAZIONE DI SERVIZIDI OSPITALITA E TUTELA PER DONNE VITTIME DI VIOLENZA

CONVENZIONE PER L'EROGAZIONE DI SERVIZIDI OSPITALITA E TUTELA PER DONNE VITTIME DI VIOLENZA CONVENZIONE PER L'EROGAZIONE DI SERVIZIDI OSPITALITA E TUTELA PER DONNE VITTIME DI VIOLENZA TRA la Provincia di Siena, C.F. n. 80001130527 con sede legale a Siena, Piazza Duomo, 9, rappresentata dal Dott.

Dettagli

TRA PREMESSO. che il fenomeno della violenza nei confronti delle donne rappresenta un tema di grande attualità e particolare gravità;

TRA PREMESSO. che il fenomeno della violenza nei confronti delle donne rappresenta un tema di grande attualità e particolare gravità; PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE TRA l Amministrazione Provinciale di Vercelli,

Dettagli

IL CENTRO PARLA CON NOI

IL CENTRO PARLA CON NOI Pesaro, in via Diaz n. 10 Tel 0721 639014 1522 parlaconnoi@provincia.ps.it CARTA DEI SERVIZI del Centro Antiviolenza provinciale Parla Con Noi La Carta è lo strumento che permette ai cittadini il controllo

Dettagli

dott.ssa MARINA ELLERO VIOLENZA DI GENERE E STRATEGIE DI INTERVENTO 08/11/2014 LA RISPOSTA DEI SERVIZI IN RETE

dott.ssa MARINA ELLERO VIOLENZA DI GENERE E STRATEGIE DI INTERVENTO 08/11/2014 LA RISPOSTA DEI SERVIZI IN RETE dott.ssa MARINA ELLERO VIOLENZA DI GENERE E STRATEGIE DI INTERVENTO 08/11/2014 LA RISPOSTA DEI SERVIZI IN RETE Sede: Distretto Sanitario - Via San Valentino 20, 3 piano Udine Numero Verde: 800.531.135

Dettagli

TRA PREMESSO TUTTO QUANTO SOPRA PREMESSO OBIETTIVI DEL PROTOCOLLO:

TRA PREMESSO TUTTO QUANTO SOPRA PREMESSO OBIETTIVI DEL PROTOCOLLO: PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE. TRA La Prefettura di Modena, l Amministrazione

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA

PROTOCOLLO D INTESA TRA PROTOCOLLO D INTESA TRA L ARMA DEI CARABINIERI COMANDO PROVINCIALE, LA QUESTURA DI CATANIA, L AZIENDA OSPEDALIERA O.V.E. FERRAROTTO S. BAMBINO DI CATANIA - L AZIENDA OSPEDALIERA CANNIZZARO DI CATANIA -

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA Provincia di Lucca Prefettura di Lucca Procura della

Dettagli

Comune di Jesi. Protocollo d intesa

Comune di Jesi. Protocollo d intesa Comune di Jesi Protocollo d intesa TRA LA PREFETTURA DI ANCONA, IL COMUNE DI JESI, LE FORZE DELL ORDINE, L UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE, IL C.I.O.F., L ASUR ZONA TERRITORIALE 5, L AMBITO TERRITORIALE

Dettagli

Proposta del Coordinamento Donne di Trento

Proposta del Coordinamento Donne di Trento Proposta del Coordinamento Donne di Trento Disposizioni per la promozione ed il sostegno di Centri per donne in situazioni di violenza Art. 1 Principi 1. La Provincia Autonoma di Trento coerentemente con

Dettagli

Progetto. Donna in libertà

Progetto. Donna in libertà Progetto Donna in libertà finanziato dal Ministero nell ambito di interventi finalizzati a Rafforzare le azioni di prevenzione e contrasto al fenomeno della violenza I numeri che parlano della violenza

Dettagli

Oggetto: APPROVAZIONE CONTRATTO DI SERVIZIO TRA LA SOCIETA' CANAVESANA SERVIZI ED IL COMUNE DI STRAMBINELLO PER I SERVIZI DI IGIENE AMBIENTALE

Oggetto: APPROVAZIONE CONTRATTO DI SERVIZIO TRA LA SOCIETA' CANAVESANA SERVIZI ED IL COMUNE DI STRAMBINELLO PER I SERVIZI DI IGIENE AMBIENTALE COPIA COMUNE DI STRAMBINELLO Provincia di Torino Regione Piemonte VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 14 DEL 27/03/2015 Oggetto: APPROVAZIONE CONTRATTO DI SERVIZIO TRA LA SOCIETA' CANAVESANA

Dettagli

TRA PREMESSO. che la causa alla base della violenza contro le donne è la discriminazione che nega pari diritti a uomini e donne;

TRA PREMESSO. che la causa alla base della violenza contro le donne è la discriminazione che nega pari diritti a uomini e donne; PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE. TRA L Amministrazione Provinciale di Cuneo,

Dettagli

COMUNE DI FARRA DI SOLIGO

COMUNE DI FARRA DI SOLIGO COMUNE DI FARRA DI SOLIGO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Deliberazione n. 42 del 25-03-2013 immediatamente eseguibile Comunicata ai capigruppo consiliari il 05-06-2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA

Dettagli

C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli)

C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli) C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli) COPIA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 25 del 25.02.2013 OGGETTO : Partecipazione Avviso Pubblico Prevenzione e Contrasto ai Reati di Usura

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 178 IN SEDUTA DEL 23/8/2013 OGGETTO ADESIONE ALLA "CAMPAGNA 365 GIORNI NO" ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE. Nell anno duemilatredici addì 23 del mese di agosto alle

Dettagli

Norme per l istituzione di centri antiviolenza e case di accoglienza per le donne vittime di violenza.

Norme per l istituzione di centri antiviolenza e case di accoglienza per le donne vittime di violenza. LEGGE REGIONALE 7 agosto 2007, n. 8 Norme per l istituzione di centri antiviolenza e case di accoglienza per le donne vittime di violenza. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE SARDEGNA N. 26 dell

Dettagli

Art. 1 Principi. Art. 2 Finalità

Art. 1 Principi. Art. 2 Finalità LEGGE REGIONALE 21 agosto 2007, n. 20 Disposizioni per la promozione ed il sostegno dei centri di antiviolenza e delle case di accoglienza per donne in difficoltà. (BUR n. 15 del 16 agosto, supplemento

Dettagli

COMUNE DI MARRUBIU Provincia di Oristano

COMUNE DI MARRUBIU Provincia di Oristano COMUNE DI MARRUBIU Provincia di Oristano Copia Conforme DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 35 DEL 28/05/2015 Oggetto: APPROVAZIONE PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE - EMERGENZA PER IL RISCHIO IDRAULICO

Dettagli

RETE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ED AI MINORI DEL DISTRETTO SOCIO SANITARIO DI GELA

RETE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ED AI MINORI DEL DISTRETTO SOCIO SANITARIO DI GELA BOZZA DI PROTOCOLLO DI INTESA SOTTOPOSTO AI DECISORI RETE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ED AI MINORI DEL DISTRETTO SOCIO SANITARIO DI GELA Comune di Gela Comune di Mazzarino Comune di Niscemi Comune di

Dettagli

Comune di Morciano di Leuca PROVINCIA DI LECCE

Comune di Morciano di Leuca PROVINCIA DI LECCE Comune di Morciano di Leuca PROVINCIA DI LECCE COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 168 del 15/10/2015 OGGETTO: ACCREDITAMENTO ENTE AL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE. ATTO DI INDIRIZZO. L'anno

Dettagli

COMUNE DI CANDA (RO)

COMUNE DI CANDA (RO) COMUNE DI CANDA (RO) COPIA Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale n. 31 del 31.05.2016 L anno duemilasedici addì trentuno del mese di maggio alle ore 19.00 nella sala delle adunanze del Comune

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - Copia 10 - VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA N. 10 Del 14.01.2009 OGGETTO: PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI IN FAVORE DELLE FAMIGLIE NUMEROSE PER

Dettagli

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA Deliberazione della GIUNTA COMUNALE n 121 Seduta del 20/06/2013 All. 1 OGGETTO:

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 120 del 07/07/2011 OGGETTO: D.G.R. n. 187/2011 e 192/2011. Richiesta di un contributo in conto capitale per

Dettagli

ATTESTATO DI PUBBLICAZIONE. La presente deliberazione è stata affissa all'albo comunale in data odierna e vi rimarrà per quindici

ATTESTATO DI PUBBLICAZIONE. La presente deliberazione è stata affissa all'albo comunale in data odierna e vi rimarrà per quindici Letto, confermato e sottoscritto Il Sindaco f.to dr.ssa Elisabetta Pian Il Segretario Comunale f.to dr.ssa Ivana Bianchi Copia conforme all'originale ad uso amministrativo. Addì, 5 luglio 2013 dr.ssa Francesca

Dettagli

COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale N. 26 Reg. Seduta del 22/05/2014 OGGETTO: OGGETTO: SUPPORTO DI AMBIENTI A FAVORE DI ROMPI IL SILENZIO ASSOCIAZIONE

Dettagli

COMUNE DI GAMBASCA PROV. DI CUNEO V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI GAMBASCA PROV. DI CUNEO V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA COMUNE DI GAMBASCA PROV. DI CUNEO V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E DELLA GIUNTA COMUNALE N. 56 OGGETTO: PARTECIPAZIONE AI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE APPROVAZIONE ACCORDO DI

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Comune di Lecco Comune di Lecco Piazza Diaz, 1 23900 Lecco (LC) - Tel. 0341/ 481111- Fax. 286874 - C.F.00623530136 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 184 del 25.11.2013 OGGETTO: ADESIONE DEL COMUNE

Dettagli

COPIA N 60 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COPIA N 60 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA N 60 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO:APPROVAZIONE LINEE GUIDA CONTENENTI MISURE ORGANIZZATIVE E MODALITA' DI SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE. L anno

Dettagli

COMUNE DI SUNO. Provincia di NOVARA. Processo verbale delle deliberazioni della Giunta Comunale

COMUNE DI SUNO. Provincia di NOVARA. Processo verbale delle deliberazioni della Giunta Comunale COPIA Delibera n 30/2014 COMUNE DI SUNO Provincia di NOVARA Processo verbale delle deliberazioni della Giunta Comunale Seduta del 22/04/2014 - delibera n.30 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE

Dettagli

COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI RAPOLANO TERME COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Seduta del 30 dicembre 2010 ore 16.15 Presso il Palazzo Comunale di Rapolano Terme Presiede SPANU Emiliano, Sindaco - Assiste Dr. CUCINOTTA

Dettagli

COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA COMUNE DI RAPOLANO TERME DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Seduta del 19/01/2012 ore 17.00 Presso il Palazzo Comunale di Rapolano Terme Presiede SPANU EMILIANO, Sindaco - Assiste il Segretario

Dettagli

TRA PREMESSO CHE VISTO CHE

TRA PREMESSO CHE VISTO CHE PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE TRA PROVINCIA DI ROMA -ASSESSORATO POLITICHE

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE DELIBERAZIONE DI GIUNTA PROVINCIALE

PROVINCIA DI CROTONE DELIBERAZIONE DI GIUNTA PROVINCIALE A. P. DAL 30-07-2004 AL 14-08-2004 REG. GEN. N. 328 Data 28-07-2004 PRATICA N. DBGP - 415-2004 PROVINCIA DI CROTONE DELIBERAZIONE DI GIUNTA PROVINCIALE OGGETTO: AMP ATTIVAZIONE INTERVENTO AI 1 PROGETTO

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA CODICE COMUNE N. 11137 Pag.n. 1 Comune di Zibido S. Giacomo Provincia di Milano SIGLA G.C. N 181 DATA 15/12/2014 Oggetto: Adeguamento contributo commisurato al costo di costruzione ai sensi dell

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: ATTIVAZIONE SERVIZIO "MUNICIPIUM".ATTO DI INDIRIZZO.

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: ATTIVAZIONE SERVIZIO MUNICIPIUM.ATTO DI INDIRIZZO. COMUNE DI MOZZECANE PROVINCIA DI VERONA REG. DEL. N 91 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: ATTIVAZIONE SERVIZIO "MUNICIPIUM".ATTO DI INDIRIZZO. L Anno duemilatredici addì quattordici

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - Copia 43 - VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA N. 43 Del 01.10.2008 OGGETTO: DIRETTIVE PER ATTIVAZIONE TIROCINIO FORMATIVO PROFESSIONALE.- L anno duemilaotto

Dettagli

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 217 del 15.11.2012 Oggetto: Istituzione Servizio Gestione Risorse Umane. Ambito di Settore: Amministrativo e Servizi

Dettagli

Prefettura di Pordenone Ufficio Territoriale del Governo

Prefettura di Pordenone Ufficio Territoriale del Governo PROTOCOLLO D'INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE TRA Prefettura di Pordenone, Tribunale di

Dettagli

C O M U N E D I V E C C H I A N O Provincia di Pisa

C O M U N E D I V E C C H I A N O Provincia di Pisa C O M U N E D I V E C C H I A N O Provincia di Pisa DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 98 DEL 12/6/2013 OGGETTO: ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA SALA CONSILIARE E DEI LOCALI ANNESSI

Dettagli

Il Dirigente Dr.ssa Anna Bini

Il Dirigente Dr.ssa Anna Bini Deliberazione Esecutivo n. 20 del 30 marzo 2009 Oggetto: Approvazione Convenzione con l Associazione di Volontariato Artemisia per la realizzazione del PROGETTO contro la Violenza, gli abusi ed i maltrattamenti

Dettagli

COMUNE DI FORMIGARA Provincia di Cremona

COMUNE DI FORMIGARA Provincia di Cremona COMUNE DI FORMIGARA Provincia di Cremona VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Originale N 48 del 27/08/2015 OGGETTO: ADESIONE ALL'INIZIATIVA DI REGIONE LOMBARDIA "DOTE SPORT" L'anno duemilaquindici,

Dettagli

CONSORZIO INTERCOMUNALE DI SERVIZI. C.I. di S. VERBALE DI DELIBERAZIONE

CONSORZIO INTERCOMUNALE DI SERVIZI. C.I. di S. VERBALE DI DELIBERAZIONE Copia CONSORZIO INTERCOMUNALE DI SERVIZI C.I. di S. BEINASCO - BRUINO - ORBASSANO PIOSSASCO - RIVALTA - VOLVERA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE N.3 =====================================================

Dettagli

COMUNE DI SARTEANO PROVINCIA DI SIENA. Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI SARTEANO PROVINCIA DI SIENA. Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale ORIGINALE Deliberazione N 26 del 30/03/2015 COMUNE DI SARTEANO PROVINCIA DI SIENA Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: ADESIONE PROGETTO FEI 2014/2015 "CORSI DI LINGUA E CULTURA ITALIANA

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: EMERGENZA FREDDO 2015-2016 - LINEA DI INDIRIZZO

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: EMERGENZA FREDDO 2015-2016 - LINEA DI INDIRIZZO COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 311 DEL 02 Dicembre 2015 OGGETTO: EMERGENZA FREDDO 2015-2016 - LINEA DI INDIRIZZO L anno duemilaquindici addì 2 del mese

Dettagli

COMUNE DI TAIBON AGORDINO Provincia di Belluno

COMUNE DI TAIBON AGORDINO Provincia di Belluno COMUNE DI TAIBON AGORDINO Provincia di Belluno COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 58 del 16.07.2015 OGGETTO: Contratto di locazione commerciale di un immobile di proprietà del Comune

Dettagli

CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola

CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola Copia Albo VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 50 OGGETTO : BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO FINANZIARIO ANNO 2015 - IMPOSTA COMUNALE SULLA

Dettagli

COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA PROVINCIA DI VARESE

COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA PROVINCIA DI VARESE COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA PROVINCIA DI VARESE CODICE ENTE 012022 COPIA ALBO ON LINE Via Bernardino Luini n. 6; C.A.P. 21030; TEL.: 0332 575103 -FAX: 0332576443 E-MAIL: ragioneria@comune.brissago-valtravaglia.va.it

Dettagli

Deliberazione della Giunta Comunale

Deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI SAVIGNANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Deliberazione della Giunta Comunale N. 81 del 29/05/2015 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO "UNA SCELTA IN COMUNE" PER L'ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DI REGISTRAZIONE

Dettagli

Città di Tarcento Provincia di Udine

Città di Tarcento Provincia di Udine Reg. delib. n 17 COPIA Città di Tarcento Provincia di Udine Medaglia d oro al merito civile Eventi sismici 1976 Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: Atto di indirizzo per la realizzazione

Dettagli

Disegno di Legge Regionale. Norme per contrastare e prevenire la violenza di genere. Art.1 Principi

Disegno di Legge Regionale. Norme per contrastare e prevenire la violenza di genere. Art.1 Principi Disegno di Legge Regionale Norme per contrastare e prevenire la violenza di genere Art.1 Principi La Regione Sicilia, in attuazione dei principi della Costituzione e delle leggi vigenti, delle risoluzioni

Dettagli

COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE *****

COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE ***** COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE ***** ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 82 del Reg. del 21/04/2008 OGGETTO: Servizio di raccolta, trasporto e smaltimento di materiali contenenti

Dettagli

CITTÀ DI DOMODOSSOLA Provincia del Verbano Cusio Ossola

CITTÀ DI DOMODOSSOLA Provincia del Verbano Cusio Ossola Copia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.20 Oggetto:Approvazione Programma triennale per la trasparenza e l'integrità 2015-2017 L anno duemilaquindici addì trenta del mese di gennaio alle

Dettagli

COMUNE DI BALSORANO (Prov. L Aquila) VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 28

COMUNE DI BALSORANO (Prov. L Aquila) VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 28 Copia COMUNE DI BALSORANO (Prov. L Aquila) VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 28 Oggetto: Approvazione regolamento per gestione Albo Pretorio on - line L anno duemilaundici addì diciannove

Dettagli

Comune di Palau Provincia di Olbia-Tempio

Comune di Palau Provincia di Olbia-Tempio Comune di Palau Provincia di Olbia-Tempio VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 10 del 26/07/2013 OGGETTO: APPROVAZIONE SUDDIVISIONE DEL FINANZIAMENTO DA ATTRIBUIRE ALLE SOCIETÀ SPORTIVE PER

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI CONFERENZA UNIFICATA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI CONFERENZA UNIFICATA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI CONFERENZA UNIFICATA INTESA 27 novembre 2014 Intesa, ai sensi dell'articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, tra il Governo e le regioni, le province

Dettagli

Rete Antiviolenza Città di Livorno. Arma dei Carabinieri Livorno

Rete Antiviolenza Città di Livorno. Arma dei Carabinieri Livorno Rete Antiviolenza Città di Livorno Comune di Livorno Questura di Livorno Arma dei Carabinieri Livorno Azienda USL 6 Livorno Ippogrifo Associazione PROTOCOLLO DI INTESA TRA COMUNE DI LIVORNO/ASSESSORATO

Dettagli

COMUNE DI GAMBASCA PROV. DI CUNEO V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI GAMBASCA PROV. DI CUNEO V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA COMUNE DI GAMBASCA PROV. DI CUNEO V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E DELLA GIUNTA COMUNALE N. 54 OGGETTO: D.P.R. 7 SETTEMBRE 2010, N. 160 REGOLAMENTO PER LA SEMPLIFICAZIONE ED IL RIORDINO

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) - COPIA - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 85 del 22/05/2012 OGGETTO: APPELLO

Dettagli

Deliberazione della Giunta Comunale

Deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI ROVERETO PROVINCIA DI TRENTO Deliberazione della Giunta Comunale fascicolo n. 2011 07.12/05 N. 246 registro delibere Data 26/11/2013 Oggetto: SOTTOSCRIZIONE PROTOCOLLO D'INTESA PER LA COSTRUZIONE

Dettagli

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale NR. 1 DEL 12-01-2016

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale NR. 1 DEL 12-01-2016 COMUNE DI SORBOLO (PROVINCIA DI PARMA) Sede legale: Piazza della Libertà, 1-43058 Sorbolo (PR) Sede amministrativa: Via del Donatore, 2-43058 Sorbolo (PR) Tel. 0521/669611 - Fax 0521/669669 e-mail: info.sorbolo.pr.it

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) - COPIA - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 del 05/05/2011 OGGETTO: PROTOCOLLO

Dettagli

COPIA. Provincia di PADOVA

COPIA. Provincia di PADOVA COPIA COMUNE DI CASTELBALDO Provincia di PADOVA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n.53 Oggetto: APPROVAZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE CON LA PROVINCIA DI PADOVA PER ASSISTENZA IN MATERIA DI GESTIONE

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO VERBALE N. 124 DEL 05.07.2011 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE INSERIMENTO NELLA COMUNITÀ 'LO SCARABOCCHIO' DI BESANA

Dettagli

COMUNE DI TRECCHINA (Provincia di Potenza)

COMUNE DI TRECCHINA (Provincia di Potenza) COMUNE DI TRECCHINA (Provincia di Potenza) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA NR. 67 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL P.E.G. - PIANO DELLA PERFORMANCE 2013 (28 novembre 2013) L anno DUEMILATREDICI,

Dettagli

COMUNE DI FERRAZZANO Provincia di Campobasso

COMUNE DI FERRAZZANO Provincia di Campobasso COMUNE DI FERRAZZANO Provincia di Campobasso GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE COPIA n. 39 del 30-04-2014 OGGETTO: ATTI DI CITAZIONE DA PARTE DEI SIGG. RAIMONDO-CADEDDU E LUCARELLI-COBUCCI - COSTITUZIONE IN

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - Copia 09 - VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA N. 9 Del 21.07.2008 OGGETTO: BANDO PER IL COFINANZIAMENTO DI IMPIANTI SOLARI FOTOVOLTAICI E TERMICI INTEGRATI NELLE

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) - COPIA - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 82 del 26/05/2011 OGGETTO: AREA

Dettagli

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 105 del 29.7.2014 Oggetto: Affidamento dell incarico di assistenza ad un broker di assicurazioni Linee di indirizzo.

Dettagli

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 225 25 novembre 2015 Immediatamente Eseguibile

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 225 25 novembre 2015 Immediatamente Eseguibile Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 225 25 novembre 2015 Immediatamente Eseguibile Oggetto : Collaborazione tra il Comune di Cremona e l'associazione Incontro

Dettagli

COMUNE DI FUMANE PROVINCIA DI VERONA

COMUNE DI FUMANE PROVINCIA DI VERONA COPIA Deliberazione n 29 in data 07/03/2012 COMUNE DI FUMANE PROVINCIA DI VERONA Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: L anno duemiladodici, addì sette del mese di marzo nella Residenza

Dettagli

CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO

CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO N 155 N 14052 di prot. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto : APPROVAZIONE PROTOCOLLO D INTESA CON LA PROVINCIA DI SONDRIO RELATIVO ALLA GESTIONE COORDINATA

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 60 del 01.04.2015 OGGETTO: ADESIONE AL PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTIVAZIONE DI UNA RETE DI SPORTELLI PER L INFORMAZIONE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 118 del 25/05/2015 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO INTEGRAZIONE ALLA CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI ORZINUOVI E L ASSOCIAZIONE CENTRO DIURNO

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA Comune di Monzambano Provincia di Mantova C.A.P. 46040 (0376)800502 C.F.00159460203 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 26 del 02/07/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE PER LO L'anno

Dettagli

COMUNE DI CERNUSCO LOMBARDONE PROVINCIA DI LECCO

COMUNE DI CERNUSCO LOMBARDONE PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI CERNUSCO LOMBARDONE PROVINCIA DI LECCO N. 14 DEL 17/02/2009 Codice Comune 10522 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO : APPROVAZIONE INTERVENTO A FAVORE DI DISABILE GRAVE (L.

Dettagli

COMUNE DI NORMA PROVINCIA DI LATINA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE

COMUNE DI NORMA PROVINCIA DI LATINA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE Registrato Impegno N in data COMUNE DI NORMA PROVINCIA DI LATINA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE Il Responsabile COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE N. 28 OGGETTO: APPROVAZIONE OBIETTIVI ACCESSIBILITA'

Dettagli

COMUNE DI CLUSONE Provincia di Bergamo VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI CLUSONE Provincia di Bergamo VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA COMUNE DI CLUSONE Provincia di Bergamo VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DELIBERA N. 220 DEL 25/11/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO

Dettagli

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale C O P I A Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: ATTO DI INDIRIZZO RELATIVO AI RINNOVI CONTRATTUALI E NUOVO AFFIDAMENTO SERVIZIO PER L'ATTIVITA' INFORMATICA DELL'ENTE Oggi ventisette del

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO VERBALE N. 77 DEL 08.05.2012 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: INDICAZIONI IN MERITO ALLA DETERMINAZIONE DI UN CONTRIBUTO ECONOMICO

Dettagli

COMUNE DI FUMANE PROVINCIA DI VERONA

COMUNE DI FUMANE PROVINCIA DI VERONA COPIA Deliberazione n 13 in data 08/02/2012 COMUNE DI FUMANE PROVINCIA DI VERONA Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: EMERGENZA ABITATIVA ASSEGNAZIONE DOTAZIONE FINANZIARIA PER RICOVERO

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI PIEVE D OLMI PROVINCIA DI CREMONA DELIBERAZIONE N 58 DEL 27.07.2015 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: NOMINA DATORE DI LAVORO E ATTO DI INDIRIZZO PER INCARICO PROFESSIONALE

Dettagli

COMUNE DI MALNATE Provincia di Varese

COMUNE DI MALNATE Provincia di Varese Provincia di Varese DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A N. 10 Reg. Deliberazioni OGGETTO: PIANO DELLA TRASPARENZA 2015/2017 L'anno duemilaquindici addì ventisei del mese di Gennaio alle ore 14:00

Dettagli

COMUNE DI RIVAROLO MANTOVANO Provincia di Mantova

COMUNE DI RIVAROLO MANTOVANO Provincia di Mantova COMUNE DI RIVAROLO MANTOVANO Provincia di Mantova Via Gonzaga, 39 Centr: 0376/99101 Fax 0376/99102 Email: segreteria@comune.rivarolo.mn.it PEC: comune.rivarolo.mn@legalmail.it Sito WEB: http://www.comune.rivarolo.mn.it

Dettagli

C i t t à d i B a c o l i (Prov. di Napoli)

C i t t à d i B a c o l i (Prov. di Napoli) COPIA SETTORE II C i t t à d i B a c o l i (Prov. di Napoli) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 275 del 19.10.2012 OGGETTO: Istituzione sportello informativo per il sostegno all avvio e investimento

Dettagli

COMUNE DI TAIBON AGORDINO Provincia di Belluno

COMUNE DI TAIBON AGORDINO Provincia di Belluno COMUNE DI TAIBON AGORDINO Provincia di Belluno COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 44 del 03.06.2013 OGGETTO: Progetto Interreg IV (Italia-Austria 2007-2013) La via per l efficienza

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO E L ORDINE DEGLI PSICOLOGI DELLA REGIONE MARCHE PER

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO E L ORDINE DEGLI PSICOLOGI DELLA REGIONE MARCHE PER Allegato alla Delibera di GP. n. 58 del 27/03/2014 PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO E L ORDINE DEGLI PSICOLOGI DELLA REGIONE MARCHE PER LA DEFINIZIONE DI STRATEGIE E AZIONI D INTERVENTO

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - Copia 13 - VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA N. 13 Del 28.01.2009 OGGETTO: ADEGUAMENTO COSTO DI COSTRUZIONE ANNO 2009. L anno duemilanove il giorno ventotto

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DEI PEPOLI

COMUNE DI CASTIGLIONE DEI PEPOLI COMUNE DI CASTIGLIONE DEI PEPOLI DELIBERAZIONE N. 23 C O P I A VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: DESTINAZIONE DEL CINQUE PER MILLE DEL GETTITO IRPEF RELATIVO ALL'ANNO DI IMPOSTA 2012

Dettagli

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 79 DEL 27/11/2012 OGGETTO: Protocollo d Intesa tra sviluppo Campania S.p.A. e Comune di Villaricca. L anno duemiladodici

Dettagli

V e r b a le di deliberazione della Giunta Comu n a l e

V e r b a le di deliberazione della Giunta Comu n a l e ORIGINALE D E L I B E R A 8 4 D E L 0 7 / 0 8 / 2 0 1 4 V e r b a le di deliberazione della Giunta Comu n a l e Oggetto: APPROVAZIONE PROGETTO LAVORO ETRA SPA - 2014. L anno duemilaquattordici, il giorno

Dettagli

COMUNE DI PRAIANO Provincia di Salerno

COMUNE DI PRAIANO Provincia di Salerno COMUNE DI PRAIANO Provincia di Salerno COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 6 del Reg Data 22/01/2014 OGGETTO: ART.27 LEGGE 448/98 : FORNITURA GRATUITA O SEMIGRATUITA DEI LIBRI DI TESTO PER L A.S.

Dettagli