Federico Parrella. 10 dicembre 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Federico Parrella. 10 dicembre 2010"

Transcript

1 Federico Parrella 10 dicembre 2010

2 Fogli di stile Introduzione ai CSS per il web Dicembre 2010 Federico Parrella Questo è un documento didattico ad uso interno. Non può essere ridistribuito in tutto o in parte, né può essere riprodotto in nessuna forma senza il preventivo assenso di Federico Parrella che ne detiene la proprietà intellettuale. Non può essere utilizzato per fini commerciali, né trasformato o alterato per creare un altro documento.

3 CSS introduzione 2 Cascading Style Sheet Introdotti a partire dal 1996 dal W3C, e i fogli di stile sono utilizzati per aggiungere stile (tipografia, colore, spaziature, etc.) alle pagine web. 1 Il W3C è il consorzio nato nell ottobre del 1994 con lo scopo di definire protocolli comuni per il World Wide web. Comprende oltre 500 membri internazionali che contribuiscono a definire gli standard, le specifiche, le linee guida, le applicazioni ed i programmi di supporto per ottimizzare al pieno le potenzialità del web.

4 CSS introduzione 3 I css consentono di dividere i contenuti delle pagine web descritti nel codice (x)html e, dalla loro veste grafica attraverso delle regole di stile. 1 Acronimo di HyperText Markup Language, è un linguaggio usato per descrivere la struttura dei documenti ipertestuali disponibili su Internet. Tutti i siti web sono scritti in HTML, codice che viene letto ed elaborato dal browser, il quale genera la pagina che viene visualizzata sullo schermo del computer. L HTML non è un linguaggio di programmazione, ma un linguaggio di markup, ossia descrive il contenuto, testuale e non, di una pagina web. (Wikipedia).

5 CSS xhtml 4 xhtml Presupposti per lavorare con i CSS

6 CSS xhtml 5 Semantic Markup Il corretto utilizzo dei fogli di stile prevede una conoscenza adeguata della struttura di un documento xhtml. Contrariamente a quanto sviluppato per il web negli anni precedenti, e il codice xhtml non deve contenere elementi descrittivi per la presentazione grafica. 1 Ancora oggi si utilizzano HTML 4 e precedenti in molti siti web, per scarsa conoscenza degli standard e pigrizia progettuale. L HTML base si utilizza nella composizione di rich (principalmente newsletter promozionali) per via della bassa compatibilità dei client nel rendering xhtml e css. A questo scopo sono utili i Tips & Resourcer di Campaign Monitor:

7 CSS xhtml 6 L xhtml è un linguaggio di marcatura che consente di aggiungere strutture e significati semantici al contenuto delle pagine web. Per farlo si avvale di marcatori html, come titoli <h1> </h6>, paragrafi <p>, elenchi <ul><li>, link ipertestuali <a href>, etc.

8 CSS xhtml 7 L xhtml descrive gli elementi di una pagina web (un collegamento ad un sito, una lista di elementi, un paragrafo di testo, etc). e Non descrive le informazioni grafiche: un elenco puntato con il fondo celeste, un titolo dal font graziato corpo 24px, una colonna larga con il bordo viola, etc. (Questo è il lavoro dei fogli stile) 1 Ad oggi solo alcuni siti hanno una struttura realmente semantica. L attuale versione CSS 2.1 necessita di codice aggiuntivo per l impaginazione a griglia, l uso di sfondi multipli, la scelta di font incorporati, etc. I CSS 3 superano i limiti attuali dando flessibilità ai progettisti, ma sono supportati, in parte, solo da Firefox e Safari.

9 CSS xhtml 8 Modalità di sviluppo delle pagine web OGGI IERI XHTML Struttura HTML Struttura e presentazione CSS Presentazione JAVASCriPT Comportamenti e interazione utente JAVASCriPT Comportamenti e interazione utente

10 CSS xhtml 9 CSS Zen Garden Una dimostrazione di cosa si può realizzare per mezzo del design basato sui CSS

11 CSS xhtml 10 CSS Zen Garden

12 CSS xhtml 11 CSS Zen Garden #145

13 CSS xhtml 12 CSS Zen Garden #171

14 CSS xhtml 13 CSS Zen Garden #178

15 CSS xhtml 14 CSS Zen Garden #209

16 CSS xhtml 15 CSS Zen Garden #213

17 CSS xhtml 16 Adottare un approccio semantico per il codice delle pagine web ha molti vantaggi: Usabilità La pagina web visualizzata senza codice css o javascript rimane in ogni caso navigabile e fruibile. e Accessibilità Browser per non vedenti, ad esempio, leggeranno la pagina con l enfasi data dalla marcatura. r Indicizzazione I motori di ricerca sapranno attribuire il significato e il giusto peso ad ogni elemento della pagina. t 1 Provate a disabilitare i fogli di stile di un sito. Riuscite ancora a capire la tipologia e gerarchia dei contenuti in pagina? 2 Esistono alcune regole per aiutare la scansione di pagine web per non vedenti, ipovedenti e disabili in genere. Molte partono da un codice semantico. 3 Le tecniche attuali SEO (Search engine optimization) si basano, tra l'altro, sul markup delle pagine e sull'ottimizzazione dei contenuti.

18 CSS xhtml 17 Elementi html maggiormente utilizzati per realizzare strutture semantiche Elemento address dl, dt, dt ol li, ul li blockquote q label th thead tfoot fieldset button cite abbr acronym Proprietà Consente di contrassegnare gli indirizzi Indica un elenco di definizione, termine e descrizione di definizione Indica una lista ad elenco ordinata o non ordinata Definisce un blocco di testo come citazione Definisce una citazione in linea con il testo Etichetta per i moduli Contrassegna le intestazioni delle colonne e le righe all'interno delle tabelle Contrassegna l intestazione di una tabella Contrassegna il piè di pagina di una tabella Gruppi di elementi per un modulo Pulsanti per un modulo Specifica le citazioni o riferimenti ad altre fonti Specifica la forma abbreviata per parole o frasi Indica gli acronimi

19 CSS xhtml 18 Utilizzo di tag non strutturati Sebbene i marcatori <div> e <span> e siano molto potenti se utilizzati in combinazione con i CSS, questi ultimi non hanno alcun valore semantico. 1 DIV e SPAN sono i marcatori xhtml maggiormente utilizzati nelle pagine web non completamente semantiche.

20 CSS xhtml 19 Generalmente i <div> (elementi block) e vengono utilizzati per assemblare i contenuti della pagina per settori, creando delle zone di impaginazione. Corretto <div id="contenitore"> <div id="testata"> [...] </div> </div> Non corretto <div>paragrafo di testo</div> Corretto <p>paragrafo di testo</p> 1 Un elemento BLOCK in una pagina xhtml è un elemento che forma un blocco separato: Forma un blocco e si dispone a capo Assume la massima larghezza possibile in rapporto alle misure del suo contenitore Modifica l altezza in rapporto al suo contenuto Può contenere altri elementi di tipo block e/o inline (es: un <p> dentro un <div>) Con l ausilio dei css si può attribuire all elemento block una dimensione fissa o variabile (in larghezza e/o in altezza) Esempi di elementi HTML di block: <div>, <h1> <h6>, <p>, <ul>, <ol>, <dl>, <table>, <blockquote>, <form>

21 CSS xhtml 20 Il tag <span> (elemento inline) e è un marcatore ignorato dai motori di ricerca che viene (mal) utilizzato per differenziare alcuni elementi all interno di un contenuto. Non corretto <h1>un titolo con un <span>enfasi particolare</span></h1> Corretto <h1>un titolo con un <em>enfasi particolare</em></h1> 1 Un elemento INLINE in una pagina xhtml è un elemento che rimane in linea con il resto del contenuto: Prende larghezza e altezza in rapporto al suo contenuto Può contenere elementi di tipo inline (es: un <img> dentro un <a>) e non di tipo block Con l ausilio dei css non gli si possono attribuire misure fisse Esempio di elementi HTML inline: <span>, <a>, <strong>, <em>, <img>, <abbr>, <acronym>

22 CSS Regole di BASe 21 CSS Regole di base

23 CSS Regole di BASe 22 I CSS possono essere: incorporati nella pagina web collegati ad una o più pagine di un sito e dichiarati pr media diversi.

24 CSS Regole di BASe 23 Esempio di stile incorporato nel codice di una pagina xhtml all interno del tag <head> e tra i tag specifici <style> e </style> <html> <head> [...] <style type="text/css" media="screen"> h1 { font-size:24px; color: red }.box { display: block; color: red } </style> [...] </head> 1 Si può applicare il codice css all interno del tag <head> in singole pagine xhtml o in pagine che necessitano interventi mirati.

25 CSS Regole di BASe 24 Esempio di stile incorporato inline nel codice di una pagina xhtml nel tag <body> e Sconsigliato! [...] </head> <body> <div id="container"> <h1 style="margin:5px; color: #f00">il mio nuovo sito</h1> [...] </div> [...] </body> </html> 1 Questo approccio è sconsigliato. In questo modo gli aspetti visuali degli elementi della pagina sono dichiarati nella struttura xhtml. Difficilmente si può forzare una regola dichiarata inline. Gli svantaggi sono enormi, specie se il vostro layout è destinato a supporti e media diversi.

26 CSS Regole di BASe 25 Esempio di stile esterno e collegato nel codice di una pagina html all interno del tag <head> r tramite il tag specifico <link> <link href="stile.css" rel="stylesheet" type="text/css" media="screen" /> 1 In questo caso viene creato un nuovo documento con estensione.css che contiente tutte le regole di stile. Questo file viene collegato ad ogni pagina xhtml del sito cosicché tutte sfruttino le stesse regole. 2 È senza dubbio la scelta da preferire, dati i vantaggi in termini di centralità, controllo ed uniformità dell aspetto visuale del sito, sia in fase di progettazione che in fase di manutenzione evolutiva.

27 CSS Regole di BASe 26 Esempio di stile esterno collegato nel codice di una pagina xhtml all interno del tag <head> tra i tag specifici <style> e </style> Sconsigliato! <html> <head> [...] <style type="text/css" url(stile.css); </style> [...] </head> Nota Per questioni di performance nel caricamento delle pagine web, specialmente su IE per Windows, è preferibile richiamare un css esterno con il metodo <link>

28 CSS Regole di BASe 27 Si possono specificare fogli di stile diversi per consentire una visualizzazione ottimizzata su media differenti. Ad esempio: all e > tutti i dispositivi aural > sintetizzatori vocali (utilizzati principalmente dai non vedenti) braille > dispositivi braille a lettura tattile (utilizzati principalmente dai non vedenti) embossed > stampanti braille handheld > dispositivi palmari e smartphone print r > stampanti e anteprima di stampa dei browser projection > proiettori per presentazioni screen > schermo di un pc desktop, laptop, etc. tty > dispositivi con caratteri a larghezza fissa (telescriventi) tv > televisori Nota La tipologia di media contrassegnata con il colore è quella maggiormente utilizzata dai siti web, anche perché sono quelli maggiormente supportati dai browser moderni. 1 All è il valore di default dell attributo media 2 Nella stampa di un documento xhtml, grazie all uso dei css, si possono ottimizzare corpi e colori dei caratteri, nascondere elementi non necessari in stampa, etc.

29 CSS Regole di BASe 28 Esempio di chiamata ad un foglio di stile esterno e di un foglio di stile aggiuntivo ottimizzato per la stampa in una pagina xhtml all interno del tag <head> tramite il tag specifico <link> <link href="stile.css" rel="stylesheet" type="text/css" media="all" /> <link href="stampa.css" rel="stylesheet" type="text/css" media="print" /> 1 In questo esempio vengono chiamati, in ordine, due fogli di stile esterni. Il primo è valido per tutti i supporti, mentre il secondo solo per la stampa. In quest'ultimo, genericamente, vengono nascosti alcuni elementi non necessari in pagina (menu di navigazione, banner, contenuti specifici, etc), ottimizzati i colori in funzione delle stampanti ed adattato il contenuto ad un formato A4. È fondamentale l'ordine di chiamata degli stili (prima lo stile generico, poi quello per la stampa). Approfondiremo più avanti il motivo.

30 CSS SintASSi 29 Sintassi CSS

31 CSS SintASSi 30 La sintassi CSS è di facile comprensione, si basa su una serie di dichiarazioni e e regole. Ad esempio: h1 { font-size: 24px; color: red } selettore { proprietà1: valore; proprietà2: valore } h2 { font-size:20px;color:red } selettore { proprietà:valore; [...] } Nota Non esistono regole per l utilizzo degli spazi nella scrittura delle dichiarazioni css. Molti utenti preferiscono scrivere una regola per ogni linea di testo, così come l ultimo punto e virgola (;) può essere omesso. Lo stile di scrittura dei selettori è case sensitive, ovvero sensibile alle maiuscole e minuscole. Proprietà e valori sono case insesitive e devono essere scritti in minuscolo, pertanto si consiglia di non utilizzare mai il maiuscolo, neanche nei selettori. 1 Trovate le più comuni dichiarazioni in appendice a questo documento.

32 CSS SintASSi 31 Selettori Tramite i selettori si possono dichiarare regole di stile per: ridefinire i marcatori html aggiungere classi generiche utilizzare id specifici richiamare pseudo elementi e pseudo classi ridefinire tutti gli elementi di un insieme

33 CSS SintASSi 32 Ridefinizione di marcatori html Ogni tag ha delle impostazioni di stile predefinite determinate dal browser utilizzato dall utente. e Si possono ridefinire le regole per ogni marcatore html tramite un selettore di tipo. Notate delle differenze se provate a visualizzare le vostre pagine web prima con Microsoft Internet Explorer 6 e poi con Firefox 3? Con Pc o Mac? La logica di interpretazione del codice xhtml varia a seconda del browser in uso.

34 CSS SintASSi 33 Sintassi di un selettore di tipo Tag di apertura Tag di chiusura XHTML <h1>titolo d esempio</h1> Dichiarazione CSS h1 { color: orange; font-size: 24px} Tag dichiarazione selettore { proprietà: valore;}

35 CSS SintASSi 34 Classi Utilizzate come attributo di un tag html applicano uno stile ad un sottoinsieme di elementi di una pagina web con caratteristiche e funzionalità comuni. Caratteristica primaria delle classi è la loro applicabilità multipla e la loro flessibilità, per questo sono tra i selettori più utilizzati all interno delle pagine web. I nomi delle classi sono sempre preceduti da un period (.).

36 CSS SintASSi 35 Sintassi di una classe Tag di apertura Tag di chiusura XHTML <p class="warning">mangiate frutta e verdura di stagione</p> Nome della classe Attributo del tag Dichiarazione CSS.warning { color: red; font-size: 1.2em} Nome della classe Carattere identificativo Nota I nomi dei selettori possono contenere solo lettere, numeri, underscores (_), hyphens (-) e nessun carattere speciale (!" $%&/ etc. ). Il primo carattere di un selettore non può essere un numero o un hyphen (-). Le classi e gli ID non possono contenere altri segni di interpunzione se non underscore (_) e hyphen (-). Ad esempio, mio_nome2-1 è un nome valido per una classe o un ID, ma i nomi 1,1mio_nome, -mio_nome, my:name, my.name e my,name non sono validi. un tag html può condividere più classi, sommando le regole di stile. Ad esempio: <p class="warning high code">[...]</p>

37 CSS SintASSi 36 Utilizzo e riuso delle classi XHTML <p class="advice">salute: basta cambiare alcune abitudini.</p> <p>comprare <em class="advice">frutta e verdura di stagione</em>: i prodotti fuori stagione sono nel supermercato perché hanno fatto un lungo viaggio in nave, in macchina o in aereo, oppure sono cresciuti in serra grazie </p> CSS.advice { color: green; } p.advice { font-size: 120%; } em.advice { color: greenyellow; }

38 CSS SintASSi 37 ID Utilizzati come attributo di un tag html, definiscono lo stile di un unico elemento di una pagina web. Gli ID devono essere utilizzati una sola volta all'interno di un documento XHTML. Vengono utilizzati principalmente per identificare ampie zone di impaginazione (testata, corpo, piè di pagina, etc.). I nomi degli ID sono sempre preceduti da un hash (#).

39 CSS SintASSi 38 Sintassi di un id Tag di apertura Tag di chiusura XHTML <p id="warning">mangiate frutta e verdura di stagione</p> Nome dell id Attributo del tag Dichiarazione CSS #warning { color: red; font-size: 1.2em} Nome della classe Carattere identificativo Nota I nomi dei selettori possono contenere solo lettere, numeri, underscores (_), hyphens (-) e nessun carattere speciale (!" $%&/ etc. ). Il primo carattere di un selettore non può essere un numero o un hyphen (-). Le classi e gli ID non possono contenere altri segni di interpunzione se non underscore (_) e hyphen (-). Ad esempio, mio_nome2-1 è un nome valido per una classe o un ID, ma i nomi 1,1mio_nome, -mio_nome, my:name, my.name e my,name non sono validi. un tag html può condividere classi e id, sommando le regole di stile. Ad esempio: <p id="warning" class="high">[...]</p>

40 CSS SintASSi 39 Gruppi di selettori Quando più selettori condividono le stesse regole possono essere raggruppati, separati da una virgola. h1 { color: purple } h2 { color: purple } h3 { color: purple } > h1,h2,h3 { color: purple }

41 CSS SintASSi 40 Esempio di gruppi di selettori /* stato iniziale */ h1 { color: silver; background: white } h2 { color: silver; background: gray } h3 { color: white; background: gray } h4 { color: silver; background: white } strong { color: gray; background: white } > /* raggruppamento 1 */ h1, h2, h4 { color: silver } h2, h3 { background: gray } h1, h4, strong { background: white } h3 { color: white } strong {color: gray } In questo caso la logica è complessa e di lettura non immediata. Meglio aggiungere delle classi specifiche per ogni elemento o per un gruppo di elementi. > /* raggruppamento 2 */ h1, h4 { color: silver; background: white} h2 { color: silver } h3 { color: white } h2, h3 { background: gray } strong {color: gray; background: white }

42 CSS SintASSi 41 Regole di stile a cascata Quando più regole di stile si riferiscono allo stesso oggetto, anche con selettori diversi, le dichiarazioni si sommano creando spesso dei conflitti. /* dichiarazioni dello stesso elemento */ h1 { color: silver; background: white; margin: 10px;} h1 { color: black; background: purple } > /* risultato */ Un tag h1 di colore nero, sfondo viola con un margine su tutti i lati di 10px

43 CSS SintASSi 42 L interpretazione delle regole in caso di conflitti segue la priorità: e Gerarchia degli id r Gerarchia di classi e pseudoclassi t Ultima dichiarazione: se le dichiarazioni hanno lo stesso livello di importanza e condividono le stesse proprietà vince l ultima regola dichiarata I fogli di stile a cascata prendono in esame anche il foglio di stile che un utente, tramite il suo browser, può avere personalizzato per sovrascrivere le regole dei siti che naviga.

44 CSS SintASSi 43 Selettori * {} Seleziona tutti gli elementi p {} *.c {} p.c {} #main {} a:link {} a:visited {} a:hover {} a:active {} a:focus {} p:first-letter {} p:first-line {} p:first-child {} Seleziona tutti gli elementi <p> Seleziona tutti gli elementi che hanno la classe="c" Seleziona tutti gli elementi <p> che hanno la classe="c" Seleziona l unico elemento con attributo id="main" Seleziona tutti i link non visitati Seleziona tutti i link visitati Seleziona tutti i link nello stato al passaggio del mouse Seleziona tutti i link nello stato al click del mouse Seleziona tutti i link nello stato focus Seleziona la prima lettera di tutti gli elementi <p> Seleziona la prima linea di tutti gli elementi <p> Seleziona il primo elemento trovato di tutti gli elementi <p> #n *.c :first-line {} Esempio di selettore discendente #n>*.c > :first-line {} #n+*.c + :first-line {} Esempio di selettore figlio Esempio di selettore fratello #n,*.c, :first-line {} Applica un selettore indipendente per ogni dichiarazione separata da (,) *[title] {} *[title~="word"] {} *[title="valore_title"] {} Seleziona tutti gli elementi che contengono l attributo title Seleziona tutti gli elementi che contengono nell attributo title la parola "WORD" Seleziona tutti gli elementi che contengono nell attributo title la dicitura esatta

45 CSS proprietà 44 Proprietà CSS

46 CSS proprietà 45 Proprietà comuni nei Css display visibility float clear position z-index overflow cursor left right width min-width max-width top bottom height min-height max-height margin margin-left margin-right margin-top margin-bottom border border-left border-left-color border-left-width border-left-style border-right border-right-color border-right-width border-right-style border-top border-top-color border-top-width border-top-style border-bottom border-bottom-color border-bottom-width border-bottom-style padding padding-left padding-right padding-top padding-bottom background background-color background-image background-repeat background-attachment background-position text-indent text-align color font font-family font-size font-style font-variant font-weight text-decoration text-transform vertical-align line-height white-space word-spacing letter-spacing direction unicode-bidi list-style list-style-type list-styleposition list-style-image border-collapse table-layout page-break-after page-break-before Alcune proprietà, come widows o outline, sono state volutamente tralasciate.

47 CSS proprietà 46 Proprietà e valori comuni nei Css / e Proprietà display Valore inline, none, block, inline-block, list-item, table-cell, table, table-row i visibility visible, hidden background-color background-image background-repeat background-attachment background-position border border-width border-style border-color transparent, COLOR none, url("file.jpg") repeat, repeat-x, repeat-y, no-repeat scroll, fixed 0% 0%, H%V%, HV, lefttop, leftcenter, leftbottom, right top, right center, right bottom, center top, center center, center bottom WIDTH STYLE COLOR medium, LENGTH, thin, thick none, hidden, dotted, dashed, solid, double, groove, ridge, inset, outset black, COLOR La i prima della proprietà indica un elemento di tipo ereditato. Il valore in corsivo indica il valore predefinito. LENGTH rappresenta tutte le proprietà di dimensione: 0, auto, none e tutte le unità di misura (%, px, em, ex, pt, in, cm, mm, pc).

48 CSS proprietà 47 Proprietà e valori comuni nei Css / r Proprietà border-left border-left-width border-left-style border-left-color border-right border-right-width border-right-style border-right-color border-top border-top-width border-top-style border-top-color Valore WIDTH STYLE COLOR same as border-width same as border-style same as border-color WIDTH STYLE COLOR same as border-width same as border-style same as border-color WIDTH STYLE COLOR same as border-width same as border-style same as border-color La i prima della proprietà indica un elemento di tipo ereditato. Il valore in corsivo indica il valore predefinito. LENGTH rappresenta tutte le proprietà di dimensione: 0, auto, none e tutte le unità di misura (%, px, em, ex, pt, in, cm, mm, pc).

49 CSS proprietà 48 Proprietà e valori comuni nei Css / t Proprietà border-bottom border-bottom-width border-bottom-style border-bottom-color Valore WIDTH STYLE COLOR same as border-width same as border-style same as border-color i cursor auto, default, pointer, help, wait, progress, move, crosshair, text, n-resize, s-resize, e-resize, w-resize La i prima della proprietà indica un elemento di tipo ereditato. Il valore in corsivo indica il valore predefinito. LENGTH rappresenta tutte le proprietà di dimensione: 0, auto, none e tutte le unità di misura (%, px, em, ex, pt, in, cm, mm, pc).

50 CSS proprietà 49 Proprietà e valori di contenuto nei Css / e Proprietà padding padding-left padding-right padding-top padding-bottom Valore 0, LENGTH 0, LENGTH 0, LENGTH 0, LENGTH 0, LENGTH i font caption, icon, menu, message-box, small-caption, status-bar i font-family serif, FONTLIST, sans-serif, monospace, fantasy, cursive i font-size i font-style normal, italic, oblique i font-variant normal, small-caps medium, LENGTH, %ParentElementFontSize, xx-small, x-small, smaller, small, large, larger, x-large, xx-large i font-weight normal, lighter, bold, bolder, 100, 200, 300, 400, 500, 600, 700, 800, 900 i text-decoration none, underline, line-through, overline i text-transform none, lowercase, uppercase, capitalize La i prima della proprietà indica un elemento di tipo ereditato. Il valore in corsivo indica il valore predefinito. LENGTH rappresenta tutte le proprietà di dimensione: 0, auto, none e tutte le unità di misura (%, px, em, ex, pt, in, cm, mm, pc).

51 CSS proprietà 50 Proprietà e valori di contenuto nei Css / r Proprietà Valore i direction ltr, rtl i unicode-bidi normal, bidi-override, embed i line-height normal, LENGTH, %FontSize, MULTIPLIER i letter-spacing normal, LENGTH i word-spacing normal, LENGTH i white-space normal, pre, nowrap i color #rrggbb, #rgb, rgb(red, GREEN, BLUE), rgb(red%, GREEN%, BLUE%) black, gray, silver, white, red, maroon, purple, fuchsia, lime, green, olive, yellow, blue, navy, teal, aqua, violet, fuschia, red, maroon, black, wheat, gold, orange, tomato, firebrick, lightyellow, yellow, yellowgreen, olive, darkolivegreen, palegreen, lime, seagreen, green, darkgreen, lightcyan, cyan, turquoise, teal, midnightblue, lightskyblue, deepskyblue, royalblue, blue, darkblue, whitesmoke, lightgrey, silver, gray, dimgray, darkslategray La i prima della proprietà indica un elemento di tipo ereditato. Il valore in corsivo indica il valore predefinito. LENGTH rappresenta tutte le proprietà di dimensione: 0, auto, none e tutte le unità di misura (%, px, em, ex, pt, in, cm, mm, pc).

52 CSS proprietà 51 Proprietà e valori di layout nei Css / e Float float Applies to all except cells and rows. none, left, right Clear clear Applies to all except inlines, inline-blocks, cells, & rows. none, left, right, both Positioned position left right top bottom z-index Applies to all except cells and rows. static, relative; absolute, fixed auto, LENGTH, %WidthOfContainingBlock auto, LENGTH, %WidthOfContainingBlock auto, LENGTH, %HeightOfContainingBlock auto, LENGTH, %HeightOfContainingBlock auto, INTEGER La i prima della proprietà indica un elemento di tipo ereditato. Il valore in corsivo indica il valore predefinito. LENGTH rappresenta tutte le proprietà di dimensione: 0, auto, none e tutte le unità di misura (%, px, em, ex, pt, in, cm, mm, pc).

53 CSS proprietà 52 Proprietà e valori di layout nei Css / r Horizontal Margin margin margin-left margin-right Applies to all except cells and rows. 0, LENGTH, %WidthOfContainingBlock, auto 0, LENGTH, %WidthOfContainingBlock, auto 0, LENGTH, %WidthOfContainingBlock, auto Vertical Margin margin margin-top margin-bottom Applies to all except inlines, cells, and rows. 0, LENGTH, %WidthOfContainingBlock, auto 0, LENGTH, %WidthOfContainingBlock, auto 0, LENGTH, %WidthOfContainingBlock, auto La i prima della proprietà indica un elemento di tipo ereditato. Il valore in corsivo indica il valore predefinito. LENGTH rappresenta tutte le proprietà di dimensione: 0, auto, none e tutte le unità di misura (%, px, em, ex, pt, in, cm, mm, pc).

54 CSS proprietà 53 Proprietà e valori di layout nei Css / t Width width min-width max-width Applies to all except inlines and rows. auto, LENGTH, %WidthOfContainingBlock 0, LENGTH, %WidthOfContainingBlock none, LENGTH, %WidthOfContainingBlock Height height min-height max-height Applies to all except inlines and tables. auto, LENGTH, %HeightOfContainingBlock 0, LENGTH, %HeightOfContainingBlock none, LENGTH, %HeightOfContainingBlock Content Layout Applies to all except inlines, tables, and rows. i text-indent 0, LENGTH, %WidthOfContainingBlock i text-align left, center, right, justify overflow visible, hidden, auto, scroll La i prima della proprietà indica un elemento di tipo ereditato. Il valore in corsivo indica il valore predefinito. LENGTH rappresenta tutte le proprietà di dimensione: 0, auto, none e tutte le unità di misura (%, px, em, ex, pt, in, cm, mm, pc).

55 CSS proprietà 54 Proprietà e valori specifici nei Css List Applies only to lists. i list-style TYPE POSITION IMAGE i list-style-type disc, circle, square, none, decimal, lower-alpha, upper-alpha, lower-roman, upper-roman i list-style-position outside, inside i list-style-image none, url("file.jpg") Table Applies only to tables. i border-collapse separate, collapse table-layout auto, fixed Cell vertical-align Inline vertical-align Page page-break-after page-break-before Applies only to cells. baseline, bottom, middle, top Applies only to inlines and inline-blocks. baseline, LENGTH, %LineHeight, text-bottom, text-top, middle, top, bottom Applies only to blocks and tables. auto, always, avoid auto, always, avoid La i prima della proprietà indica un elemento di tipo ereditato. Il valore in corsivo indica il valore predefinito. LENGTH rappresenta tutte le proprietà di dimensione: 0, auto, none e tutte le unità di misura (%, px, em, ex, pt, in, cm, mm, pc).

56 CSS LINK 55 Link su HTML e CSS Sito W3C Homepage for CSS W3C CSS 2.1 Specification W3C XHTML 1.0 Specification Mozilla Developer Center Web Design Information Web Design Tutorials Tools CSS Mailing Lists Url developer.mozilla.org/en/docs microformats.org meyerweb.com/eric/css developer.yahoo.com dean.edwards.name/my/cssquery addons.mozilla.org/firefox/60 addons.mozilla.org/firefox/179 css-discuss.org babblelist.com

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

Questo é il link all altra pagina

<a href= page2.html > Questo é il link all altra pagina </a> <a href= page2.html > <img src= lamiaimmagine.jpg/> </a> Tutorial 4 Links, Span e Div È ora di fare sul serio! Che ci crediate o no, se sei arrivato fino a questo punto, ora hai solo bisogno di una cosa in più per fare un sito reale! Al momento hai una pagina

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C.

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C. Pag. 1/24 INDICE A. AMMINISTRAZIONE pagina ADMIN Pannello di controllo 2 1. Password 2 2. Cambio lingua 2 3. Menù principale 3 4. Creazione sottomenù 3 5. Impostazione template 4 15. Pagina creata con

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO:

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO: ASTA IN GRIGLIA PRO Asta in Griglia PRO è un software creato per aiutare il venditore Ebay nella fase di post-vendita, da quando l inserzione finisce con una vendita fino alla spedizione. Il programma

Dettagli

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI Francesca Plebani Settembre 2009 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. WORD E L ASPETTO

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it

Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it TEMPLATE IN MWCMS D A N I E L E U G O L E T T I - G R U P P O M E T A Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it C ONTENTS I template

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

La Valutazione Euristica

La Valutazione Euristica 1/38 E un metodo ispettivo di tipo discount effettuato da esperti di usabilità. Consiste nel valutare se una serie di principi di buona progettazione sono stati applicati correttamente. Si basa sull uso

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Le novità di QuarkXPress 10

Le novità di QuarkXPress 10 Le novità di QuarkXPress 10 INDICE Indice Le novità di QuarkXPress 10...3 Motore grafico Xenon...4 Interfaccia utente moderna e ottimizzata...6 Potenziamento della produttività...7 Altre nuove funzionalità...10

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

Nitro Reader 3 Guida per l' utente

Nitro Reader 3 Guida per l' utente Nitro Reader 3 Guida per l' utente In questa Guida per l'utente Benvenuti in Nitro Reader 3 1 Come usare questa guida 1 Trovare rapidamente le informazioni giuste 1 Per eseguire una ricerca basata su parole

Dettagli

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive 1 MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive Cos è un servizio di e-learning SaaS, multimediale, interattivo

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

FASE DEBUGGING: Compiler Linker. controllando che la voce Genera le informazioni per il debug cioè. "Generate debugging information"

FASE DEBUGGING: Compiler Linker. controllando che la voce Genera le informazioni per il debug cioè. Generate debugging information FASE DEBUGGING: Prima della compilazione, si devono inserire 1 nel progetto informazioni per il debug cioè si devono visualizzare le opzioni di progetto seguendo il percorso: controllando che la voce Genera

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali AlboTop Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali Introduzione AlboTop è il nuovo software della ISI Sviluppo Informatico per la gestione dell Albo professionale dell Ordine Assistenti Sociali.

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Guida alla progettazione e alla realizzazione dei siti web

Guida alla progettazione e alla realizzazione dei siti web Guida alla progettazione e alla realizzazione dei siti web Marco Andreini, Patrizia Andronico, Arianna Del Soldato, Cristian Lucchesi, Maurizio Martinelli, Giuseppe Vasarelli di Istituto di Informatica

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Manuale per ascoltare e creare file audio Utilizzando la tecnologia Virtual Singer (VS) di Choralia

Manuale per ascoltare e creare file audio Utilizzando la tecnologia Virtual Singer (VS) di Choralia Manuale per ascoltare e creare file audio Utilizzando la tecnologia Virtual Singer (VS) di Choralia Informazioni generali Questo manuale fornisce informazioni e istruzioni per l ascolto e la creazione

Dettagli

Famiglie di font. roman ( normale ) corsivo o italic grassetto o bold grassetto corsivo o bold italic

Famiglie di font. roman ( normale ) corsivo o italic grassetto o bold grassetto corsivo o bold italic Famiglie di font Nella maggior parte dei casi, un font appartiene a una famiglia I font della stessa famiglia hanno lo stesso stile grafico, ma presentano varianti Le varianti più comuni sono: roman (

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Easy-TO è il software professionale per il Tour Operator moderno. Progettato e distribuito in Italia e all estero da Travel Software srl (Milano), un partner

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC THOMSON SCIENTIFIC EndNote Web Quick Reference Card Web è un servizio online ideato per aiutare studenti e ricercatori nel processo di scrittura di un documento di ricerca. ISI Web of Knowledge, EndNote

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

sull argomento scelto ( evidenziare il testo passandoci sopra con il tasto sinistro del mouse e copiare premendo i tasti Ctrl + C )

sull argomento scelto ( evidenziare il testo passandoci sopra con il tasto sinistro del mouse e copiare premendo i tasti Ctrl + C ) This work is licensed under the Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. To view a copy of this license, visit http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/.

Dettagli

Invio della domanda on line ai sensi dell art. 12 dell avviso pubblico quadro 2013. Regole tecniche e modalità di svolgimento

Invio della domanda on line ai sensi dell art. 12 dell avviso pubblico quadro 2013. Regole tecniche e modalità di svolgimento INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO art. 11, comma 1 lett. a) e comma 5 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. Invio della domanda on line ai sensi

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

TeamViewer introduce l applicazione per Outlook. Il collegamento diretto con i contatti di Outlook è ora possibile grazie a TeamViewer

TeamViewer introduce l applicazione per Outlook. Il collegamento diretto con i contatti di Outlook è ora possibile grazie a TeamViewer Press Release TeamViewer introduce l applicazione per Outlook Il collegamento diretto con i contatti di Outlook è ora possibile grazie a TeamViewer Goeppingen, Germania, 28 aprile 2015 TeamViewer, uno

Dettagli

Un approccio moderno alle pagine web*

Un approccio moderno alle pagine web* Un approccio moderno alle pagine web* MASSIMILIANO FILACCHIONI Quest'articolo propone un approccio alla realizzazione delle pagine Web basato sull'esplicita separazione degli aspetti che le caratterizzano.

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta Web Conferencing and Collaboration tools Passo 1: registrazione presso il sito Accedere al sito www.meetecho.com e registrarsi tramite l apposito form presente nella sezione Reserved Area. In fase di registrazione

Dettagli

Laboratorio Database. Docente Prof. Giuseppe Landolfi

Laboratorio Database. Docente Prof. Giuseppe Landolfi Laboratorio Database Docente Prof. Giuseppe Landolfi Manuale Laboratorio Database Scritto dal Prof.Giuseppe Landolfi per S.M.S Pietramelara Access 2000 Introduzione Che cos'è un Database Il modo migliore

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

LA MISURAZIONE DEL CARATTERE

LA MISURAZIONE DEL CARATTERE TPO PROGETTAZIONE UD 03 GESTIONE DEL CARATTERE IL TIPOMETRO LA MISURAZIONE DEL CARATTERE A.F. 2011/2012 MASSIMO FRANCESCHINI - SILVIA CAVARZERE 1 IL TIPOMETRO: PARTI FONDAMENTALI Il tipometro è uno strumento

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

2 Editor di... stile. 2 Colonna... metrica. 6 Percentuale... di carotaggio. 10 Colonne... libere/utente 11 Colonne... grafico

2 Editor di... stile. 2 Colonna... metrica. 6 Percentuale... di carotaggio. 10 Colonne... libere/utente 11 Colonne... grafico I Parte I Introduzione 1 1 Introduzione... 1 2 Editor di... stile 1 Parte II Modello grafico 4 1 Intestazione... 4 2 Colonna... metrica 4 3 Litologia... 5 4 Descrizione... 5 5 Quota... 6 6 Percentuale...

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Utilizzare Dev-C++ Tutti i programmi che seranno realizzati richiedono progetti separati

Dettagli

Le cinque cavolate da evitare quando si fa da sé il proprio e-book

Le cinque cavolate da evitare quando si fa da sé il proprio e-book Il favoloso mondo del self publishing Le cinque cavolate da evitare quando si fa da sé il proprio e-book A cura di Sergio Covelli www.pecorenerecords.com Aprile 2011 1) Basta un click, no? Ricordatelo

Dettagli

Web Solution 2011 EUR

Web Solution 2011 EUR Via Macaggi, 17 int.14 16121 Genova - Italy - Tel. +39 010 591926 /010 4074703 Fax +39 010 4206799 Cod. fisc. e Partita IVA 03365050107 Cap. soc. 10.400,00 C.C.I.A.A. 338455 Iscr. Trib. 58109 www.libertyline.com

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Appunti di Antonio Bernardo

Appunti di Antonio Bernardo Internet Appunti di Antonio Bernardo Cos è Internet Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata a strutture fisiche e collegamenti di vario tipo (fibre ottiche, cavi

Dettagli

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli