Modello per il reclutamento del personale docente e ricercatore

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Modello per il reclutamento del personale docente e ricercatore"

Transcript

1 , 5 Marzo 2014 Modello per il reclutamento del personale docente e ricercatore Università degli Studi di

2 Premessa Le Università statali italiane ricevono ogni anno un finanziamento ordinario di funzionamento (FFO) che copre per intero il costo del personale L FFO viene distribuito secondo i seguenti parametri: Numero di studenti (a regime per il 70-80%) Risultati della ricerca (9% nel 2013) Risultati della didattica (4% nel 2013) La quota legata al numero degli studenti è diventata negli ultimi anni una quota «storica». Dal 2014 subentra il modello a «costi standard» che riaggiusterà i vecchi parametri 2

3 Filosofia del modello Il modello ha principalmente l obiettivo di correlare l origine dell FFO con l attribuzione delle risorse per il reclutamento del personale, in particolare del personale docente e ricercatore. Il personale dell Università è identificato con degli standard di costo meglio noti come «punti organico» (PO). In particolare: Professore Ordinario: 1 PO Professore Associato: 0,7 PO Ricercatore a tempo indeterminato e di tipo b): 0,5 PO Ricercatore di tipo a): 0,4 PO 3

4 Indicatori del modello Gli indicatori del modello sono divisi nelle seguente categorie: Risultati della ricerca Risultati delle didattica Studenti delle lauree triennali e del triennio a ciclo unico Studenti delle lauree magistrali e del biennio a ciclo unico Impegno nella governance dell Ateneo A ogni indicatore viene attribuito un peso percentuale Oltre al numero di studenti (parametro legato all FFO) conta il «costo» della didattica al fine di favorire i corsi meno costosi Gli studenti fuori corso non vengono «pesati» perché non riconosciuti dal Miur. Contano inoltre al 50%. 4

5 Risultati del modello 1/2 Il modello consente di attribuire i PO ai Dipartimenti conoscendo l origine degli stessi In particolare i PO derivanti dalle risultanze della didattica sono prima attribuiti ai rispettivi laurea e, in seguito, ai Dipartimenti di afferenza degli stessi Particolare attenzione è rivolta ai punti che si generano nei corsi di laurea per effetto dell opera di docenti e ricercatori afferenti a Dipartimenti diversi da quelli nei quali sono incardinati i relativi corsi («frontalieri»: i relativi punti, in assenza di una struttura didattica intermedia possono essere di Ateneo) 5

6 Risultati del modello 2/2 Dati 100 PO questi risulteranno divisi tra i vari Dipartimenti e questi potranno elaborare delle proposte da sottoporre al Senato Accademico e al Consiglio di Amministrazione Si ricorda che una quota pari al 20% è attribuita alla proposta del Rettore 6

7 Indicatore Legame con FFO Referenti Minimo Hp Indicatore B1 Quota premiale ricerca Dipartimenti (Indicatore A1) % studenti attivi (almeno 12 CFU)) (Indicatore A2) Rapporto tra CFU effettivamente acquisiti nel 2012 e CFU previsti per gli studenti iscritti nell a.a. 2011/12 Studenti immatricolati al 1 anno per corso LT (valore assoluto pesato) (studenti 1 anno per Laurea a ciclo unico) Studenti immatricolati al 1 anno per corso LT (variazione ultimi 3 anni) (studenti 1 anno per Laurea a ciclo unico) Studenti totali per corso LT (studenti anno per Laurea a ciclo unico) Studenti immatricolati al 1 anno per corso LM (valore assoluto pesato) (studenti 4 anno per Laurea a ciclo unico) Studenti immatricolati al 1 anno per corso LM (variazione ultimi 3 anni) (studenti 4 anno per Laurea a ciclo unico) Studenti totali per corso LM (studenti 4 +5 anno per Laurea a ciclo unico) Indicatori del modello Quota premiale didattica Quota premiale didattica Costo standard per studente (assoluto) Costo standard per studente (trend) Costo standard per studente (assoluto) Costo standard per studente (assoluto) Costo standard per studente (trend) Costo standard per studente (assoluto) laurea laurea laurea laurea laurea laurea laurea laurea Impegni istituzionali e di governance Indiretto Dipartimenti >5 9 7 >20 >25 > Totale

8 Quota premiale ricerca e didattica Indicatore Legame con FFO Referenti Minimo Ipotesi Indicatore B1 Quota premiale ricerca Dipartimenti 20 (Indicatore A1) % studenti attivi (almeno 12 CFU)) Quota premiale didattica laurea >20 3 (Indicatore A2) Rapporto tra CFU effettivamente acquisiti nel 2012 e CFU previsti per gli studenti iscritti nell a.a. 2011/12 Quota premiale didattica laurea 3 Quota premiale della ricerca (Riga 1): Indicatore B1 Prodotti della valutazione dei Dipartimenti. Quota premiale della didattica (Righe 2 e 3): % studenti attivi (almeno 12 CFU) Rapporto tra CFU effettivamente acquisiti nel 2012 e CFU previsti per gli studenti iscritti nell a.a. 2011/12 8

9 Quota premiale didattica Dopo aver attribuito i punteggi ai vari corsi di laurea, occorre ricondurre gli stessi ai Dipartimenti di incardinamento e/o di provenienza dei docenti impegnati (nel caso di docenti impegnati in corsi di laurea non incardinati presso il loro Dipartimento di afferenza) Logica di ore pesate per favorire i corsi meno costosi 9

10 Ore pesate Le ore pesate sono definite come prodotto tra le ore frontali di insegnamento erogate da ogni docente e il peso del docente così definito: Professore Ordinario: Peso 1 Professore Associato: Peso (1/0,7)=1,43 Ricercatore: Peso (1/0,5)=2 Docente a contratto e supplenze esterne: Peso 0 In questo modo le ore meno costose valgono di più, nel senso che si favoriscono i corsi con un personale docente meno costoso 10

11 Punteggi Laurea: Lauree Triennali Classe Corso Coeff. MIUR DS/1 SCIENZE DELLA SICUREZZA ECONOMICO-FINANZIARIA 2 L-10 LETTERE 2 L-11 LINGUE E LETTERATURE STRANIERE MODERNE 2 L-14 OPERATORE GIURIDICO D'IMPRESA 1 L-18 ECONOMIA AZIENDALE (Treviglio ultimo anno 10-11) 2 L-19 SCIENZE DELL'EDUCAZIONE 2 L-20 SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE 1 L-23 INGEGNERIA EDILE 3,5 L-24 SCIENZE PSICOLOGICHE (numero chiuso a 300) 1 L-33 ECONOMIA 2 L-5 FILOSOFIA (Primo anno 11-12) 3,5 L-8 INGEGNERIA INFORMATICA 3,5 L-9 INGEGNERIA GESTIONALE 3,5 L-9 INGEGNERIA MECCANICA 3,5 LMG/01 GIURISPRUDENZA (quinquennale a ciclo unico) 1 11

12 Punteggi Laurea: Lauree Magistrali Classe Corso Coeff. MIUR LM-14 CULTURE MODERNE COMPARATE 2 LM-19 COMUNICAZIONE, INFORMAZIONE, EDITORIA 2 LM-24 INGEGNERIA EDILE 3,5 LM-31 INGEGNERIA GESTIONALE 3,5 LM-32 INGEGNERIA INFORMATICA 3,5 LM-33 INGEGNERIA MECCANICA 3,5 LM-37 LINGUE E LETTERATURE EUROPEE E PANAMERICANE 2 LM-38 LINGUE MODERNE PER LA COM. E LA COOP. INTERN. 2 LM-49 PROGETTAZIONE E GESTIONE DEI SISTEMI TURISTICI 2 LM-51 PSICOLOGIA CLINICA 1 LM-56 ECONOMIA, MERCATI, IMPRESA 2 LM-77 ECONOMIA AZIENDALE, DIREZ. AMMIN. E PROFESSIONE 2 LM-77 MANAGEMENT, FINANZA E INTERNATIONAL BUSINESS 2 LM-81 DIRITTI DELL'UOMO ED ETICA DELLA COOP. INTERN. 1 LM-85 SCIENZE PEDAGOGICHE 2 LM-31 MANAGEMENT ENGINEERING 3,5 LM-77 MANAGEMENT, FINANCE AND INTERNATIONAL BUSINESS 2 LM-49 PLANNING AND MANAGEMENT OF TOURISM SYSTEMS 2 GIURISPRUDENZA (ciclo unico) 4 anno 12

13 Due CdL (A incardinato sul Dip X e B sul Dip Y): A 40% di studenti attivi, B 60% Esempio: Premialità Didattica Hp: 1 PO. Viene assegnato per 0,4 al CdL A e 0,6 CdL B. Successivamente la quota di ogni corso viene ripartita sui Dipartimenti in base alle ore pesate di apporto alla didattica Dipartimento X contribuisce con : Dipartimento Y contribuisce con ore pesate alla didattica su CdL A 200 ore pesate alla didattica del CdL A 300 ore pesate sul CdL B 500 ore pesate a quella del CdL B Dipartimento X: x= 0,4 * ,6 * 300 = 580 Dipartimento Y: x= 0,4 * ,6 * 500 =380 La ridistribuzione della quota è quindi pari a: 580/( )= 0.61 al Dipartimento X 380/( )= 0.39 al Dipartimento Y 13

14 Quote studenti Indicatore Legame con FFO Referenti Minimo Ipotesi Studenti immatricolati al 1 anno per corso LT (valore assoluto pesato) (studenti 1 anno per Laurea a ciclo unico) Studenti immatricolati al 1 anno per corso LT (variazione ultimi 3 anni) (studenti 1 anno per Laurea a ciclo unico) Studenti totali per corso LT (studenti anno per Laurea a ciclo unico) Studenti immatricolati al 1 anno per corso LM (valore assoluto pesato) (studenti 4 anno per Laurea a ciclo unico) Studenti immatricolati al 1 anno per corso LM (variazione ultimi 3 anni) (studenti 4 anno per Laurea a ciclo unico) Studenti totali per corso LM (studenti 4 +5 anno per Laurea a ciclo unico) Costo standard per studente (assoluto) Costo standard per studente (trend) Costo standard per studente (assoluto) Costo standard per studente (assoluto) Costo standard per studente (trend) Costo standard per studente (assoluto) laurea laurea >25 laurea 23 laurea laurea >25 4 laurea

15 Quote studenti Si calcola il numero di studenti pesati (std MIUR) per ciascun CdL e la rappresentatività di ogni Corso sul totale (rappresentatività grezza). S T D = N S tu d. p e sa ti in c o rso N S tu d. F u o ri c o rso Si corregge tale rappresentatività in relazione alle ore pesate (parametro di costo del corso di laurea) Infine, si ripartisce sui Dipartimenti in relazione sia all incardinamento del CdL sia all afferenza dei docenti del CdL, secondo una proporzione pari rispettivamente all 80% e il 20%. 15

16 Filosofia Ripartizione Quota Studenti Ogni corso di laurea riceve più punti organico se: Ha tanti studenti Ha un corpo docente poco costoso Con il fine di favorire la collaborazione didattica tra Dipartimenti, i dipartimenti che prestano risorse didattiche a corsi di altri Dipartimenti ricevono un beneficio pari al 20% del totale apportato. 16

17 Esempio: Quota Studenti Due CdL (A e B): A studenti pesati, B 500 stud. pesati Pesi grezzi numero di studenti pesati: A: 2/3 e B: 1/3 I due corsi assorbono ore pesate, ripartite in A e B Peso A = (2/3)*(4.000/10.000)=0.27 Peso B = (1/3)*(6.000/10.000)=0.20 In frazione: Peso A=0.27/( )=0.57, Peso B = 0.43 Studenti Ore pesate Tot. Peso finale A B

18 Ripartizione sui Dipartimenti PO da distribuire si ripartiscono su un Dipartimento tenendo conto sia dei docenti che sono su un determinato corso e appartengono al Dipartimento stesso sia dei docenti che sono su un determinato corso ma non appartengono al Dipartimento considerato. Dell apporto del docente (in termini di ore) beneficia: Per il 20% il Dipartimento a cui afferisce il docente Per il restante 80% il Dipartimento che vede incardinato il corso in cui presta servizio 18

19 Esempio: Modello ripartizione sui Dipartimenti CdLAincardinato in Dipartimento X, CdLBin Y Dipartimento X contribuisce con ore pesate alla didattica del CdL A e con a quella del Cdl B Dipartimento Y contribuisce con ore pesate alla didattica del CdLA e con alla didattica del CdL B Ore pesate sono ripartite, per ogni CdL 20% al Dipartimento di provenienza del Docente 80% al Dipartimento di incardinamento del CdL CdL Dip. X Afferenza Docenti Incardinamento CdL 20% 80% A B CdL Dip. Y Afferenza Docenti Incardinamento CdL 20% 80% A B

20 Esempio: Ripartizione per CdL A CdL Dip. X Afferenza Docenti Incardinamento CdL 20% 80% A B CdL Dip. Y Afferenza Docenti Incardinamento CdL 20% 80% A B CdL A (incardinato in Dipartimento X): Dipartimento X conteggiate in totale ore pesate: 600 ore dovute ai docenti propri 2400 ore dovute all incardinamento 800 ore dovute ai docenti del dipartimento Y Dipartimento Y vengono conteggiate le 200 ore dovute ai docenti del dipartimento Y Il Peso del CdL A va quindi ripartito nella frazione di: 3800/4000=0.95 sul Dipartimento d incardinamento X 200/3800=0.05 sul Dipartimento Y 20

21 Esempio: Ripartizione per CdL B CdL Dip. X Afferenza Docenti Incardinamento CdL 20% 80% A B CdL Dip. Y Afferenza Docenti Incardinamento CdL 20% 80% A B CdL B (incardinato in Dipartimento Y): Dipartimento Y conteggiate in totale ore pesate: 800 ore dovute ai docenti propri 3200 ore dovute all incardinamento 1600 ore dovute ai docenti del dipartimento X Dipartimento X vengono conteggiate 400 ore dovute ai docenti del dipartimento X Peso CdL A va quindi ripartito nella frazione di: 5600/6000=0.93 sul Dipartimento d incardinamento Y 400/6.000=0.07 sul Dipartimento X 21

22 Esempio: Ripartizione per Dipartimento Il Dipartimento X riceverà il 95% del peso di A ed il 7% del peso di B: 0.57* *0.07=0.57 Il Dipartimento Y riceverà il 93% del peso di B ed il 5% del peso di A: 0.57* *0.93=0.43 Ore pesate Frazioni Dip. X Dip. Y Pesi CdL Dip. X Dip. Y CdL A CdL B

23 Impegni istituzionali e di governance Indicatore Legame con FFO Referenti Minimo Ipotesi Impegni istituzionali e di governance Indiretto Dipartimenti >5 9 Performance del Dipartimento è costituita dal numero di persone afferenti a tale dipartimento che siano: Membri del Senato Accademico o del Consiglio di Amministrazione Prorettori Direttori di Dipartimento Ogni soggetto può essere contato una sola volta 23

24 Proposta Ripartizione a ciascun Dipartimento (1/2) Per ogni indicatore si deve stabilire come suddividere sui dipartimenti i punteggi a disposizione (contenuti in una delle ultime tre colonne della tabella allegata) Calcolo del valore assegnato a ciascun Dipartimento per ogni indicatore: proposta Proposta per i valori delle costanti è: a=0.3 b=0.7 ( ) P = P an + bm s.t. ( ) ( ) j T j j 6 6 P = P an + bm = P a + b = P j T j j T T j= 1 j= 1 24

25 Proposta Ripartizione a ciascun Dipartimento (2/2) P T è il punteggio complessivo da ripartire a ebsono le costanti da valutare (N.B.: a+b=1 ) a pesa la numerosità del dipartimento b pesa l importanza della produzione n j misura la numerosità del Dipartimento ed è calcolato come m j è legato alla performance del Dipartimento ed è calcolato come ( ) P = P an + bm j T j j m j = 6 x j= 1 j x j s.t. 6 6 x j : performance del j-esimo Dipartimento; p.es la % di studenti attivi riferita ai corsi di laurea gestiti dal Dipartimento, oppure l indicatore B1, ecc. ( ) ( ) P = P an + bm = P a + b = P j T j j T T j= 1 j= 1 n j = 6 N j= 1 j N j 25

26 10 PO da ripartire: Esempio Ripartizione finale (1/2) 6.5 per Studenti 3.5 per premialità (Ricerca+Didattica) e governance Dip. Prmialità Ric+Did+ Govern. X 1.5 Y 1.1 Z 0.9 Tot 3.5 Distribuzione percentuale della quota studenti dei CdL sui Dipartimenti Dipartimenti CdL X Y Z A B C D CdL PO A 1.9 B 1.0 C 1.5 D 2.1 Tot 6.5 Ripartizione della quota studenti sui CdL In P.O. Dipartimenti X Y Z

27 Esempio Ripartizione finale (2/2) Ripartizione finale Dip. Prmialità Ric+Did+ Gov. Studenti Totali Di cui frontalieri X Y Z Tot Possibile utilizzo dei P.O. ottenuti (up) sta per ugrade. Dip P.O Posti frontalieri avanzi X 4.40 Y PO(up)+6PA(up) +5RU(a) 1PA(up) PO(up)+3PA(up) +4RU(a) 1PO(up) 0.10 Z PO(up)+4RU(a) 1PA(up) 0.00