VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE"

Transcript

1 COMUNE DI PESCARA CITTA' DI PESCARA ME:daglia d'qlo al Merito CÌl/i~i!!: COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 543 Del 12/08/2014 Oggetto: APPROVAZIONE PROGETTO HOME CARE PREMIUM 2014 PROPOSTO DALL'INPS - GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI (EX INPDAP) L'anno duemilaquattordici il giorno dodici del mese di Agosto in prosieguo di seduta iniziata alle ore in Pescara, nella sala delle adunanze della sede Municipale, previo invito si è riunita la Giunta Comunale. Presiede l'adunanza Avv. Alessandrini Marco nella sua qualità di SINDACO e sono rispettivamente presenti ed assenti i seguenti signori: Avv. Alessandrini Marco SINDACO P Del Vecchio Enzo. VICE SINDACO' P Marchegiani Paola ASSESSORE P Sammassimo Bruna ASSESSORE A Diodati Giuliano ASSESSORE A Santavenere Sandra ASSESSORE A Sulpizio Adelchi ASSESSORE P Di lacovo Giovanni ASSESSORE P Cuzzi Giacomo ASSESSORE,... ':"..p Teodoro Veronica ASSESSORE P Y.' ' Y~~. ne risultano presenti n. 7 e assenti n. 3. Partecipa alla seduta il V. Segretario Generale Dot1.MacchiaroJa Cosimo Assiste il designato per la redazione del verbale. Il Presidente, accertato che ijnumero dei presenti è sufficiente per dichiarare valida la seduta, invita gli intervenuti a deliberare sull'oggetto sopraindicato. Atto di Giunta Comunale n. 543 Del 12/08/2014" Pag.1 - COMUNE DI PESCARA

2 Si da atto che prima de/ja discussione e della votazione in ordine al presente argomento, esce l'assessore Bruna Sammassimo, per cui i presenti passano da n. 08 a n.07 Assessori compreso il Sindaco. LA GIUNTA COMUNALE Vista la relazione allegata che costituisce parte integrante del presente provvedimento; Visti i pareri espressi, ai sensi dell'art.49 del D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267, dal Dirigente del servizio interessato e dal Dirigente della Ragioneria, come da scheda allegata; Premesso che L'INPS - Direzione Centrale Credito e Welfare ha pubblicato l'avviso "Home Care Premium 2014" per la ricerca e il convenzionamento di Ambiti Territoriali Sociali (ATS) disponibili alla gestione di Progetti Jnnovativi e Sperimentali di Assistenza Domiciliare a favore di iscritti all'lnps - Gestione dipendenti pubblici non autosufficienti e loro coniugi conviventi e familiari di primo grado; Che l'intervento socio-assistenziale proposto si riferisce a prestazioni. economiche e di servizio afferenti esclusivamente la sfera socio - assistenziale dì supporto alla disabilità, alla non autosufficienza e allo stato di fragilità, anche in un'ottica di prevenzione;. Che il Progetto,HCP 2014, finanziato interamente dal Fondo credito e attività sociali dell'inps, che rappresenta una forma di livelli essenziali di assistenza sociale (L1VEAS) sperimentali, prospetta un modello di intervento "misto" con il coinvolgimento sinergico della famiglia, dell'amminist~azione Pubblica, delj'lnps e del "terzo settore", uniforme su tutto il territorio nazionale, sia negli aspetti gestionali che nei livelli di servizio diretti e indiretti; Che il Regolamento di adesione e gestione, allegato al suddetto Avviso HCP 2014, prevede due distinte forme di supporto, dirette e indirette di cui potrà usufruire il soggetto beneficiario: indiretto, a carico del soggetto beneficiario, a cui l'inps riconosce un' contributo mensile, in relazione al bisogno ed alla capacità economica, per la remunerazione di caregivers familiari e non familiari, di supporto alle attività di ~ita quotidiana; diretto, con l'erogazione, a cura dell'ambito Territoriale Sociale, di prestazioni "integrative/complementari" domiciliari ed extra domiciliari di potenziamento delle abilità e di prevenzione e rallentamento della degenerazione del livello di non autosufficienza, nonché con la fornitura di "supporti" e servizi assistenziali accessori; Che il Comune di Pescara, quale Ambito Territoriale Sociale 31, con nota prot. n, del , ha presentato domanda di adesione al suddetto Progetto, prevedendo la presa in carico di un numero di utenti, residenti nel territorio comunale, presurnibilmente pari a n. 60; Preso atto che l'nps - Gestione ex INPDAP, con nota prot. n del ha comunicato che la suddetta proposta di accreditamento è stata positivamente valutata e~ accolta per n. 50 utenti ed ha assegnato a questo ATS un contributo per le spese relative alle Attività Gestionali pari a 1.800,00 per ogni.utente; Atto di Giunta Comunale n. 543 del 12 agosto 20] 4- COMUNE DI PESCARA- Pag.- Pag.2

3 Che la somma complessiva di ,00, riconosciuta per le sottoelencate attività afferenti il sistema gestionale di Ambito (organizzare, presentare, promuovere e diffondere il progetto ai potenziali beneficiari), sarà liquidata attraverso un acconto, pari al 50%, entro 30 giorni dalla data di sottoscrizione della convenzione e con ulteriori versamenti a rendiconto delle spese effettivamente sostenute bimestralmente: 1. Sportello sociale di informazione 2. Sportello delle tutele legali 3. Nucleo di valutazione: Case Manager 4. Promozione e divulgazione 5. La rete di progetto 6. Formazione del soggetto proponente Rilevata la necessità di esternalizzare le attività relative al servizio gestionale d'ambito surriportate, procedendo all'individuazione di un unico soggetto che, a seguito di gara, provvederà alla loro gestione; Dato atto che, con nota del , l'lnps ha comunicato a questo Ente che l'avviso per l'assistenza domiciliare HCP 2014 sarà pubblicato nel mese di settembre 2014, prevedendo che i piani socio assistenzi~li prendano avvio dall' con scadenza Che solo in sede di pubblicazione del suddetto avviso pubblico sarà possibile quantificare, sulla base del numero di richieste pervenute e del valore massimo di "budget" di intervento annuo che sarà previsto per ogni utente, la spesa necessarie all'erogazione delle prestazioni integrative, individuate nei Programmi Socio - Assistenziali Familiari a cura di questo Ambito; Atteso che il Sindaco del Comune di Pescara, in data , ha sottoscritto l'accordo di Collaborazione, impegnandosi a dare attuazione al programma di assistenza domiciliare a favore degli utenti INPS - Gestione ex INPDAP, secondo le modalità definite nel succitato Regolamento di adesione e gestione; Visto l'art. 48 del D. Lgs. n. 267/2000; Con voto unanime, favorevole, espresso nelle forme di legge; DELIBERA 1) di approvare, per le motivazioni espresse in narrativa, il Progetto Innovativo e Sperimentale di Assistenza Domiciliare denominato "Home Care Premium 2014", proposto dall'nps - Gestione dipendenti pubblici (ex INPDAP) per la realizzazione, in favore dei dipendenti e pensionati pubblici e loro familiari non autosufficienti, di un intervento socioassistenziale di supporto alla disabilità, alla non autosufficienza e allo stato di fragilità, anche in un'ottica di prevenzione; 2) di stabilire che il Progetto HCP 2014 di cui al punto 1) decorrerà presumibilmente dal mese di settembre (data prevista per la pubblicazione dell'avviso pubblico da parte deii'inps) e con scadenza al 30 novembre 2015; 3) di precisare che successivamente alla pubblicazione dell'avviso per ['assistenza domiciliare HCP 2014 da parte dell'inps si procederà alla quantificazione delle risorse necessarie all'erogazione delle prestazioni integrative, individuate nei Programmi Socio - Assistenziali Familiari a Atto di Giunta Cormmalen. 543 del 12 agosto 20]4- COMUNE DJ PESCARA- Pag.- Pag.3

4 cura di questo Ambito Territoriale Sociale, sulla base del numero di richieste che saranno pervenute e del valore massimo di "budget" di intervento annuo che sarà previsto per ogni utente; 4) di precìsare, altresì, che la complessiva spesa di ,00, necessaria a finanziare le attività afferentl il sistema gestionale di Ambito del Progetto in argomento, trova capienza negli stanziamenti iscritti nel Bilancìo pluriennale annualità 2014 e 2015 al Titolo 1 Funzione 10 Servizio 04 Intervento 03 Capitolo "Interventi vari in favore di persone diversamente abili" Codice , nonché alla Missione 12 Programma 7 Titolo 1 Macroaggregato 103, Piano dei conti finanziario , come segue: ,00 annualità 2014 Impegno provvisorio n. 3523; ,00 annualità 2015 Impegno provvisorio n. 291; 5) di rinviare a successivo atto dirigenziale l'accertamento della corrispondente entrata pari a ,00 nel Bilancio pluriennale annualità 2014 e 2015 al Titolo 2 Categoria 02 Risorsa 0200 Capitolo "Trasferimento dalla Regione della quota Fondo Sociale (L. R. 22/98) e FNPS L. 328/00" Codice , nonché al Titolo 2 Tipologia 101 Categoria 2; Indi, DICHIARA con separata votazione e con voto unanime palesemente espresso, ai sensi e per gli effetti dell'art. 134, comma 4 del D. Lgs. n. 267/2000 e s.m.i. e nei modi e forme di legge, la presente immediatamente eseguibile. Atto di Giunta Comlmalc n. 543 del 12 agosto COMUNE DI PESCARA- Pag.- Pag.4

5 L'INPS - Direzione Centrale Credito e Welfare ha pubblicato l'avviso "Home Care Premium 2014" per la ricerca e il convenzionamento di Ambiti Territoriali Sociali (ATS) disponibili alla gestione di Progetti Innovativi e Sperimentali di Assistenza Domiciliare a favore di iscritti all'jnps - Gestione dipendenti pubblici non autosufficienti. Il Progetto, che rappresenta una forma di livelli essenziali di assistenza sociale (L1VEAS) sperimentali, da realizzare con fondi a totale carico dell'inps, propone un modello di intervento "misto" con il coinvolgimento sinergico della famiglia, dell'amministrazione Pubblica, dell'lnps e del "terzo settore", uniforme su tutto il territorio nazionale, sia negli aspetti gestionali che nei livelli di servizio diretti e indiretti. L'intervento socio-assistenziale prospettato si riferisce a prestazioni economiche e di servizio relativi esclusivamente la sfera socio - assistenziale di supporto alla disabilità, alla non autosufficienza e allo stato di fragilità, anche in un'ottica di prevenzione. Il Comune di Pescara, quale Ambito Territoriale Sociale 31, con nota prot. n del , ha pres~ntato domanda di adesione al suddetto Progetto HCP 2014, prevedendo la presa in carico di un numero di utenti, residenti ne! territorio comunale, presumibilmente pari a n. 60,; L'NPS - Gestione ex INPDAP, con nota prot. n del ha comunicato che la suddetta proposta di accreditamento è stata positivamente valutata ed accolta per n. 50 utenti, riconoscendo a questo ATS un contributo per le spese afferenti le Attività Gestionali, pari a ,00. In data il Sindaco del Comune di Pescara ha sottoscritto l'accordo di Collaborazione, impegnandosi a dare attuazione al programma di assistenza domiciliare a favore degli utenti INPS - Gestione ex INPDAP e loro coniugi conviventi e familiari di primo grado, secondo le modalità definite nel Regolamento di adesione e gestione, allegato all'avviso HCP Il citato Regolamento individua, nell'ambito dell'intervento "ordinario", strutturato per l'assistenza domiciliare a favore di persone non autosufficienti, con disabilità psichiatriche, fisiche e motorie, le prestazioni socio - assistenziali di cui potrà usufruire il soggetto beneficiario:..~.. prestazioni "prevalenti", a cura di AssistentLfamiliarliEducatorLdomiciliari, a carico del soggetto beneficiario, a cui l'inps riconosce direttamente un contributo mensile, in relazione al bisogno ed alla capacità economica: prestazioni "integrative", a cura dell'ambito Territoriale Sociale, a cui l'inps riconosce, per ogni assistito, un contributo alle spese per l'erogazione di prestazioni domiciliari ed extra domiciliari, nonché per la fornitura di "supporti" e servizi assistenziali accessori. L'ammissione "ordinaria" al beneficio non prevede alcuna preventiva classificazione medico legale da parte di alcun Ente o Commissione, pertanto, le attività quotidiane, di natura personale o sociale, all'interno e all'esterno del proprio domicilio per le quali saranno valutate le çondizioni di auto/non autosufficienza, ai fini dell'ammissione "ordinaria" al beneficio delle prestazioni "prevalenti" sono le seguenti: Pago 5

6 1. Mobilità domestica 2. Igiene personale 3. Toilette 4. Vestizione 5. Alimentazione 6. Preparazione pasti 7. Assunzione farmaci 8. Housekeeping 9. Riposo notturno 1O.lso telefono e strumenti di alert 11.Attività extra domiciliare 12. Autonomia economica. Uso del denaro. Ad integrazione delle prestazioni socio assistenziali "prevalenti" è prevista la possibilità di assegnare una o più delle seguenti prestazioni "integrative: Servizi professionali domiciliari Servizi e strutture a carattere extra domiciliare Sollievo Trasferimento assistito Pasto Supporti S~rvizio di aiuto personale ex art. 9 '~egge 104/1992, Piccole manutenzioni domestiche Servizi accessori alla persona Percorsi valorizzazione e inserimento occup:8zionale Percorsi di integrazione scolastica e.. Assistenza amministrativa - Soggiorni di sollievo Il Regolamento identifica due percorsi assistenziali alternativi al Programma socio assistenziale familiare "ordinario": b) progetti in favore di studenti con disagi cognitivi e psichiatrici, per l'assistenza e l'integrazione scolastica; c) interventi economici in favore di persone non autosufficienti residenti presso strutture residenzjali e per i quali sia valutata l'impossibilità di assistenza domiciliare., Per' contrò, l'ammissione "specifica" ai suddetti interventi é connessa all'accertamento dell'handicap come definito dalla L. 104/92, al riconoscimento di disturbi di apprendimento di cui alla L. 170/2010 o titolari di BES (bisogni educativi speciali) per gli utenti di cui alla lettera a) ed è connessa all'accertamento di handicap "grave" come definito dalla L. 104/92, comma 3 per gli utenti di cui alla lettera b). Un nucleo di valutazione dell'ente di Ambito, costituito da uno o più Assistenti sociali, in qualità di Case Manager, provvederà a: d) coordinare la attività di valutazione del grado di non autosufficienza; e) definire]e prestazioni socio - assistenziali; 'f) elaborare il Programma Socio - Assistenziale Familiare; g) sottoscrivere il Patto Socio Assistenziale Familiare; h) monitorare costantemente le attività fino alla loro data di conclusione. Pag.6

7 L'INPS ha riconosciuto un contributo, pari a 1.800,00 pèr ogni utente, alle spese che saranno sostenute per le sottoelencate attività afferenti il sistema gestionale di ambito, (organizzare, presentare promuovere e diffondere il progetto ai potenziali beneficiari residenti nel territorio comunale), auspicando un ampio spazio di intervento alle fasi di informazione, consulenza e formazione dei familiari e dei caregivers: 1. Sportello sociale di informazione 2. Sportello delle tutele legali 3. Nucleo di valutazione: Case Manager 4. Promozione e divulgazione. 5. La rete di progetto 6. Formazione del soggetto proponente La somma complessiva di ,00 assegnata per le attività gestionaji sarà liquidata attraverso un acconto, pari al 50%, entro 30 giorni dalla data di sottoscrizione della convenzione e con ulteriori versamenti a rendiconto delle spese effettivamente sostenute bimestralmente, unitamente alle risorse utilizzate per le prestazioni integrative affidate a terzi. Con nota del L'INPS ha comunicato a questo Ente che l'avviso per l'assistenza domiciliare HCP 2014 sarà pubblicato nel mese di settembre 2014, prevedendo che i piani. socio assistenziali prendano avvio dall' con scadenza A seguito di pubblicazione del suddetto avviso pubblico da parte deli'lnps, gli utenti potranno presentare domanda di intervento sdcibassistenziale, esclusivamente per via telematica, Ne consegue che solo in tale sede, sarà possibile quantificare le risorse necessarie all'erogazione delle prestazioni integrative, a cura del['ambito Territoriale Sociale, previste dal progetto Home Care Premium 2014 e individuate déll Case Manager nei Programmi Socio- Assistenziali Familia'ri, sulla base del numero di richieste che saranno pervenute e nel rrspettodel valore massimo di "budget" di intervento annuo a carico delf'lnps, variabile rispetto ail'isee. Per quanto sopra, si sottopone all'esame della Giunta Comunale l'approvazione del presente atto, sottolineando la necessità di esternalizzare i servizi relativi al servizio gestionale d'ambito surriportati, individuando un unico soggetto che, a seguito di gara, provvederà alla loro gestione. Si fa presente che le.attività progettuali non possono essere gestite in economia per la mole di lavoro già svolto dal Servizio interessato. Pago 7 ;,

8 ~ Città dì Pescara Medardia d'dro al Merito Civile fallegato ALLA D.ElIBERA,. ~~I GIUNTA COMUNALE :~o."s.~.,..del.12.:ffd:~4 Allegato alla Proposta di deliberazione G. C.. N. 586 del Oggetto: APPROVAZIONE PROGETTO HOME CARE PREMIUM 2014 PROPOSTO DALL'INPS - GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI (EX INPDAP) PARER] AI SENSI DELL'ART. 49 DEL D.Lg.vo N.267/2000 Parere di regolarità tecnica, anche con specifico riferimento alla garanzia della tutela della privacy nella redazione degli atti e diffusione - pubblicazi011e dei dati sensibili ed agli altri contenuti ai sensi ed in conformità alla deb~era di c.~.n. 209 del 17/12/2010 in materia ~i ~Ubblicità legale degli atti ex art. 32 della Leg~ 69/2009, come modlficato'~d llltegrato con D:L n. 194/09 convertito m Legge n. 25/2010: f*f J ~ (/{) Lfz..r, ~ ,. ~ + il +. +.; t.. Li ~.\~.\.~4~. Il Diri Parere di regolarità contabile:. FAVO lle,/ 0[ ~. ~~~~~:::::::.:::..:::.::::::::..::::::::::::::::::::.:::::::::..:::: Li.~.2!tf!.r I.~'-., L RESPONSA~1l. SERY~() DDtt. Ano Ruggtefl Il Din te

9 Del che si è redatto il presente verbale, che, previa lettura e conferma, viene sottoscritto come appresso. IL SINDACO IL V. SEGRETARIO GENERALE F.to Avv. Alessandrini Marco F.to Dott. Macchiarola Casima Per copia conforme all'originale. Pescara, lì--1-.8jlgil.?n1" RESPONSABILE. c:.~ A seguito di conforme attestazione dell'addetto alle pubblicazioni, si certifica che co~ia1ella fresente deliberazione è stata pubblicata all'albo Pretorio dal 18 AGO al.q. SE e che contro di essa non sono state prodotte opposizioni. IL FUNZIONARIO RESPONSABILE Pescara, Iì SI DICHIARA LA PRESENTE ESECUTIVA a seguito di pubblicazione all'albo Pretorio per 10 giorni consecutivi dal senza opposizioni ai sensi e per gli effetti dell'art comma - D. Legislativo del 18 agosto 2000 N.267. IL FUNZIONARIO RESPONSABILE Pescara, lì COMUNE DI PESCARA N. di prot. Pescara, lì FASCICOLO UFFICIO All'Ufficio All'Ufficio...per i provvedimenti di competenza. IL FUNZIONARIO RESPONSABILE

Regolamento di Adesione e Gestione

Regolamento di Adesione e Gestione Direzione Centrale Credito e Welfare Regolamento di Adesione e Gestione Home Care Premium 2014 Home Care Premium 2014 Un Modello innovativo e sperimentale di assistenza alla disabilità e alla non autosufficienza

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MARUGGIO (Provincia di Taranto) N. 231 del Reg. delib. REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE Oggetto: Riqualificazione dell area comunale in Campomarino denominata Parco Comunale Via

Dettagli

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 26 DEL 27.10.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 26 DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Nr. 263 di Mercoledi 7 Dicembre 2011 Oggetto: Determinazione dei valori minimi delle aree edificabili ai fini dell'imposta

Dettagli

Deliberazione di Giunta Comunale

Deliberazione di Giunta Comunale Comune di Selargius Numero Data Prot. 155 25/05/99 Deliberazione di Giunta Comunale Oggetto: LAVORI DI ADEGUAMENTO E MESSA A NORMA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DEGLI EDIFICI SCOLASTICI. APPROVAZIONE PROGETTO

Dettagli

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg.

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg. COMUNE DI PALMANOVA Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Copia N. 120 Reg. OGGETTO: Integrazione del G.C. 34 dd. 11.04.2012 "Servizi pubblici a domanda individuale 2012 - determinazione

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

Partecipa il SEGRETARIO GENERALE Dr.ssa Adriana Morittu PAG. 1

Partecipa il SEGRETARIO GENERALE Dr.ssa Adriana Morittu PAG. 1 LA PRESENTE COPIA NON SOSTITUISCE L ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N 133 DEL 08/10/2009 OGGETTO: ATTO D'INDIRIZZO PER PERFEZIONAMENTO AZIONI CONCLUSIVE PROGETTO ''LAVOR@BILE''. INSERIMENTO

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.77 del 17.04.2015 OGGETTO: DELIBERA G.M. 68 DEL 10.04.2015 - APPROVAZIONE PROPOSTA RENDICONTO 2014 E RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Reg. pubbl. N. lì CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 569 DEL 28-08-2013 - CORPO DI POLIZIA LOCALE - OGGETTO: Canone per utilizzo Pos gsm della Cassa di Risparmio del

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1.

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1. *** *,. * *** La tua Campania cresce in Europa Via De Turris n.16 "Palazzo S. Anna" Te/. 081 3900565 fax 081 3900592 e-mail: urbanistica@comune.castellanunare-di-stabia.napoli.it pec: urbanistica.stabia@asmepec.it

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 ================================================================= OGGETTO: CORREZIONE ERRORE MATERIALE

Dettagli

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO Generalmente il piano dettagliato degli obiettivi (art. 108 e 197 del Tuel) coincide con la c.d. parte descrittiva del Peg, cioè quella parte che individua gli obiettivi

Dettagli

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA Codice ente Protocollo n. 10388 DELIBERAZIONE N. 33 in data: 28.10.2014 Soggetta invio capigruppo Trasmessa al C.R.C. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

COMUNE DI P E:SCARA. Numero 646 Del 08/08/2013. Generale Avv. Langiu Antonello

COMUNE DI P E:SCARA. Numero 646 Del 08/08/2013. Generale Avv. Langiu Antonello ~.~ COMUNE DI P E:SCARA C.ITTA' DI Mli!d "gli.d'oro P'ESCARA.ill Merfl:o C iiiile COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 646 Del 08/08/2013 Oggetto: REVOCA DELIBERAZIONE G~C. N.638

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 OGGETTO: Recepimento verbale commissione trattante aziendale del 15.10.2013. L anno Duemilatredici, il giorno ventiquatto del mese di

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO COMUNALE per la disciplina della concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione di vantaggi economici 1 CAPO

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio;

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio; 5) GESTIONE DELL UFFICIO SVILUPPO TURISTICO, CULTURALE, RICETTIVO VALLI JONICHE Comuni di Pagliara, Mandanici, Itala, Scaletta Zanclea, Ali Terme, Ali, Nizza di Sicilia, Roccalumera, Fiumedinisi. S T A

Dettagli

tm \, ~. "'K,', :, ~;-.,-,.,.,..y,... " COMUNE DI AGRIGENTO SETTORE III Servizi Sociali - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. d6::l DEL,Il - 02.

tm \, ~. 'K,', :, ~;-.,-,.,.,..y,...  COMUNE DI AGRIGENTO SETTORE III Servizi Sociali - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. d6::l DEL,Il - 02. tm \, ~. "'K,', :, ~;-.,-,.,.,..y,... " COMUNE DI AGRIGENTO SETTORE III Servizi Sociali - r:..,... i f,p.:

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017.

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017. Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

N. 68/11 del 19 ottobre 2011

N. 68/11 del 19 ottobre 2011 COPIA EDUCATORIO DELLA PROVVIDENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE OGGETTO: N. 68/11 del 19 ottobre 2011 ADEGU DEGUAMENTO ALLA NORMATIVA A DI PREVENZIONE INCENDI ENDI: : IMPIANTO

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI 6 Settore: Tutela Ambientale Servizio Proponente:Servizi per l'ambiente Responsabile del Procedimento:G.Laudicina Responsabile del Settore: R.Quatrosi DETERMINAZIONE

Dettagli

COMUNE DI NE Provincia di Genova

COMUNE DI NE Provincia di Genova COMUNE DI NE Provincia di Genova COPIA Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza del 28.04.2014 Reg. Verb. N. 5 OGGETTO: GESTIONE COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) ANNO 2014. L anno duemilaquattordici

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 398 DEL 17/05/2011 PROPOSTA N. 93 Centro di Responsabilità: Servizio Economato,patrimonio,servizi Informatici, Ambiente Servizio: Patrimonio

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

COMUNE DI ABBIATEGRASSO

COMUNE DI ABBIATEGRASSO Delibera N. 35 del 14/02/2013 COMUNE DI ABBIATEGRASSO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: PROMOZIONE APPROFONDIMENTI SULL'EDILIZIA SOCIALE AI FINI DELL' AGGIORNAMENTO DEL P.G.T.. L'anno

Dettagli

COAWYE PERC,1. (Provincia di Siracusa) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE LA GIUNTA MUNICIPALE

COAWYE PERC,1. (Provincia di Siracusa) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE LA GIUNTA MUNICIPALE COAWYE PERC,1 (Provincia di Siracusa) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. i Registro Delibere OGGETTO: Prosecuzione fino al 31/12/2014 n. 12 contratti di lavoro di diritto privato a tempo determinato

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO. N 336 del 12 GIUGNO 2015

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO. N 336 del 12 GIUGNO 2015 DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N 336 del 12 GIUGNO 2015 Struttura proponente: Servizio Provveditorato ed Economato Oggetto: Fornitura, articolata in lotti, di dispositivi dedicati ai Reni

Dettagli

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 697 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 266 NUMERAZIONE GENERALE N. 29/10/2013.

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 697 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 266 NUMERAZIONE GENERALE N. 29/10/2013. COMUNE DI SUELLI SETTORE : Responsabile: Settore Tecnico Cirina Sergio NUMERAZIONE GENERALE N. 697 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 266 in data 29/10/2013 OGGETTO: CIG: Z660B2D707 LIQUIDAZIONE ACCONTO FATTURA

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia/169/2015/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott.ssa Simonetta Rosa dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

VERBALE DI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE

VERBALE DI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE COPIA Determinazione n. 812 del 28/11/2013 N. registro di area 139 VERBALE DI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE Assunta nel giorno 28/11/2013 da Laura Dordi Responsabile del Settore AFFARI GENERALI

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

VERBALE DI DETERMINA

VERBALE DI DETERMINA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA SARDEGNA "G. Pegreffi" SASSARI VERBALE DI DETERMINA N. 116 del 20/02/2013 OGGETTO: Autorizzazione preventivo per il trasloco dell'oevr - CIG Z49089DEFB L'anno

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/60 del 12 novembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Servizio Idrico Integrato - Approvazione della revisione tariffaria

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 96

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 96 COMUNE DI TREPPO GRANDE Medaglia d Oro al Merito Civile PROVINCIA DI UDINE COMUN DI TREP GRANT Medae d Aur al Merit Civil PROVINCIE DI UDIN Verbale di deliberazione della Giunta Municipale Registro delibere

Dettagli

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE CITTÀ DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE n.ili: del 2 8 MRR. 2014 OGGETTO: Concessione di no 2 borse di studio intilolate alla memoria del dotto Mauri zio Vi

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 26 del 30/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) - ANNO 2014 L'anno 2014, addì trenta

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Competitivita Sistemi Agroalimentari Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 244 IN DATA 28 OTTOBRE 1997. MODIFICATO CON DELIBERAZIONI

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO Allegato A alla deliberazione n. 11 dell 08/06/2012 MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO 1. COMPITI E FINALITA

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA. e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov.

Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA. e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov. Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov.it Proposta n. 3560 del 03/08/2015 RIFERIMENTI CONTABILI Anno bilancio

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR)

COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR) COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR) Tel. 0564 861111 Fax 0564 860648 C.F. 82001470531 P.I. 00105110530 DETERMINAZIONE N 722 DEL 27/10/2011 U.O. Politiche

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

COMUNE DI MENDATICA Provincia di Imperia

COMUNE DI MENDATICA Provincia di Imperia COMUNE DI MENDATICA Provincia di Imperia COPIA DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO N. 66 DEL 02/08/2014 L anno DUEMILAQUATTORDICI addì DUE del mese di AGOSTO Oggetto: Aggiudicazione provvisoria del 1 Lotto per

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con deliberazione del Direttore Generale n. 500 del 9.6.2011 INDICE Art. 1 Oggetto Art. 2 Albo Pretorio on line Art. 3 Modalità di pubblicazione e accesso Art.

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01419/019 Servizio Anziani e Tutele CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01419/019 Servizio Anziani e Tutele CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01419/019 Servizio Anziani e Tutele CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 71 approvata il 2 aprile 2015 DETERMINAZIONE:

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Sottoscritto definitivamente in data 5 settembre 2012 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale COMUNE DI CESENA Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale Seduta del 31/07/2014 - delibera n. 57 OGGETTO: TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (IUC-TASI) - ALIQUOTE E ALTRE MISURE APPLICATIVE

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi.

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 1 2 OGGETTO: Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. L anno 2012 (Duemiladodici) addì 27 (Ventisette) del mese

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Pagina1 Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Per i figli e gli orfani dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione utenti

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013

DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013 DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Approvato con atto deliberativo n. 105 del 29.3.2011 REGOLAMENTO AZIENDALE per la DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE per il Personale Dipendente dell Area del COMPARTO FINALITA : Il presente

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 94

Verbale di deliberazione della Giunta Municipale. Registro delibere di Giunta COPIA N. 94 COMUNE DI TREPPO GRANDE Medaglia d Oro al Merito Civile PROVINCIA DI UDINE COMUN DI TREP GRANT Medae d Aur al Merit Civil PROVINCIE DI UDIN Verbale di deliberazione della Giunta Municipale Registro delibere

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI Ufficio del Piano di Zona Sociale dell' Ambito Territoriale A 1 COMUNE DI ARIANO IRPINO Capofila REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI erogato nei Comuni dell ambito territoriale

Dettagli