per il corso di Giovanna Marini alla Scuola Popolare di Musica di Testaccio A cura di Alessandro Campioni Dicembre 2007

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "per il corso di Giovanna Marini alla Scuola Popolare di Musica di Testaccio A cura di Alessandro Campioni Dicembre 2007 www.inniecantidilotta."

Transcript

1 Raccolta di canti politici 2007 per il corso di Giovanna Marini alla Scuola Popolare di Musica di Testaccio A cura di Alessandro Campioni Dicembre 2007

2 2 Raccolta di canti politici INDICE A A morte la casa Savoia 24 A morte preti e frati 9 Addio a Lugano 6 Addio morettin 35 Addio padre e madre addio 51 Albania (L') 36 All'arie all'arie 58 Amore ribelle 14 Amore ribelle 2 15 Attentato a Togliatti - (L ) 21 B Badoglieide (La) 24 Ballata dell emigrazione 43 Ballata della Fiat 44 Ballata di Santa Maria de Iquique 81 Ballata per Franco Serantini 73 Ballata per il Pinelli 20 Battan l otto 13 Bella Ciao 22 Bella Ciao delle mondine 22 Bersagliere ha cento penne - (Il) 29 Brigata Garibaldi - (La) 29 C Canción de Grimau 73 Canto degli Italiani 64 Canto dei deportati ( Il) 25 Canzone dell otto settembre 44 Che cosa vogliamo 74 Chesta matina fora e cancelle 76 Chi è quel infame 63 Combattete lavoratori 75 Con De Gasperi non se magna 28 Con la guerriglia 25 Coplas de la defensa de Madrid 66 Coro delle occasioni perdute 71 Correvano ci carri 70 Cosa rimiri mio bel partigiano 27 Crack delle banche (Il) 48 D Dai monti di Sarzana 65 Dalle belle città 27 Delle vostre galere 68 Diciotto aprile (Il) 39 Dime donde vas morena 72 Dimmelo Pietro Gori dove sei 47 Dimmi o bel giovane 14 Dove vola l avvoltoio 53 E E anche al mì marito 43 E anche per quest'anno 33 E l'italia l'è malada 31 E lu Mnestre Colombe 2 79 E per la strada 42 E quei briganti neri 58 Eccidio di Ancona - (L') 13 EI Quinto Regimiento 66 El paso dell Ebro 65 Evviva la Maria Goya 5 F Feroce monarchico Bava - (Il) 28 Festa d' Aprile 63 Figli dell officina 6 Figli di nessuno 29 Fischia il vento 21 Fra il diciannove e l'anno venti 41 Fuggite o schiavi 40 Fuoco e mitragliatrici 49 G Galeone (Il) 48 Già allo sguardo 17 Giudecca 52 Guardia rossa (La) 37 H Ha detto De Gasperi 38 I Ignoranti senza scuole 32 Il dodici dicembre a matina 76 Inno dei lavoratori 18 Inno dei malfattori 5 Inno del primo maggio 14 Inno della libertà 75 Inno della rivolta 1 12 Inno della rivolta 2 12 Inno di Mameli 64 Inno individualista 47 Internazionale (L ) 26 Interrogatorio di Sante Caserio (L' ) 15 Italia bella mostrati gentile 50

3 Raccolta di canti politici L Là su quei monti 23 Lamento del contadino 80 Lega (La) 45 Los cuatro generales 66 M M avete incatenato 17 Marciam marciam 26 Marsigliese del lavoro (La) 4 Maschio di Volterra (Il) 16 Miseria miseria 11 Mò che pure 54 Mondine e la cavalleria - (Le) 19 Morte di Anita Garibaldi (La) 30 N Noi siamo la classe operaia 45 Noi vogliamo l'uguaglianza 49 Noi vogliamo l'uguaglianza (Vers. di Reggia Emilia) 49 Non siam più la comune di Parigi 40 Nostro Messico 30 Numero d appello (Il) 52 Numi voi siete spietati 55 Nuovi stornelli socialisti 68 O O cancellier che tieni 23 O cara mamma vienimi incontro 78 O care mamme 34 O Gorizia 46 O Venezia 7 Or che innalzato è l'albero 71 P Partono gli emigranti 36 Per i morti di Reggio Emilia 39 Pietà l è morta 30 Povero Cavalotti 19 Povero Matteotti 74 Q Quando l anarchia verrà 15 Quando saremo a Reggio Emilia 34 Quando sento il primo fischio 34 Quattro signori a Parigi vanno 20 Quattro stagioni (Le) 8 R Regazzine vi prego ascoltare 51 Revolution (La) 79 Rodolfo Foscati 11 Rondinella d Aspromonte - (La) 32 Rondinella pellegrina 31 Rosso levante ponente 28 S Saluteremo il signor padrone 35 Sante Caserio 10 Sciur padrun da li béli braghi bianchi 57 Se il cielo fosse bianco di carta 55 Se non ci ammazza i crucchi 22 Se otto ore 38 Sentite buona gente 31 Soldi dei padroni (I) 69 Son cieco 26 Son la mondina 23 Sono povero ma disertore 46 Stornelli d esilio 7 Su communisti della capitale 61 T Tradotta che parte da Novara (La) 42 Treni per Reggio Calabria (I) 59 Tutti uniti nel sen della terra 72 U Ultime ore e decapitazione di Sante Caserio 9 Uno evviva Giordano Bruno 56 V Ventiquattro di maggio a Ferrera (Il) 78 Vi ricordate quel 18 aprile 33 Vile Tanturi (Il) 62 Vogliam la pace 23 Z Zolfara (La) 54

4 4 Raccolta di canti politici LA MARSIGLIESE DEL LAVORO Noi siamo i poveri siamo i pezzenti la sporca plebe di quest'età la schiera innumere dei sofferenti per cui la vita gioie non ha Nel crudo inverno la nostra prole per lunga inedia languir vediam solo pei ricchi risplende il sole mentr essi esultano noi fame abbiam Pur natura a tutti uguali die' i diritti sulla terra noi faremo aspra guerra ai ladroni sfruttator Non sia pace fra i mortali finché un uom sull'altro imperi i nemici a noi più fieri sono i nostri sfruttator (2 volte) Triste spettacolo le nostre donne per noi primizie non han d'amor ancora impuberi sciolte le gonne si danno in pasto a lor signor Son nostre figlie le prostitute che muoion tisiche negli ospedal le disgraziate si son vendute per una cena per un grembial Pur natura Di patria al nome talor sospinti contro altri popoli noi si pugnò ma vincitori fossimo o vinti la sorte nostra mai non mutò Tedesco o Italico se v'ha padrone, il sangue nostro vuole succhiar la patria italica è un'irrisione se ancor il basto ci fa portar Pur natura Nelle officine sui monti e i piani giù nelle mine sudiam sudiam ma delle nostre fatiche immani il frutto intero non raccogliam Poi fatti vecchi veniam rinchiusi dentro un ricovero di carità e sul berretto di noi reclusi bollano i ricchi la lor pietà Pur natura

5 Raccolta di canti politici EVVIVA LA MARIA GOYA Evviva la Maria Goya con il suo bel parlar e se l'italia la si riunisce la faremo ben tremar Vogliamo l'uguaglianza vogliamo che sia gìusta ai preti e ai signoroni noi gli darem la frusta Evviva... Con la pelle dei preti faremo le forchette con le barbe dei frati faremo le sporchette Evviva... 3 INNO DEI MALFATTORI Ai gridi ed ai lamenti di noi plebe tradita la folla dei potenti si scosse impaurita e prenci e magistrati gridaron coi signori che siam degli arrabbiati dei rudi malfattori Folli non siam né tristi né bruti né briganti ma siam degli anarchisti pel bene militanti al giusto al ver mirando strugger cerchiam gli errori perciò ci han messi al bando col dirci malfattori Deh! T affretta a sorgere o sol dell'avvenir vivere vogliam liberi non vogliam più servir Natura comun madre a niun nega i suoi frutti e caste ingorde e ladre ruban quel ch'è di tutti che in comun si viva si goda e si lavori tal'è l'aspettativa che abbiam noi malfattori Amor ritiene uniti gli affetti naturali e non domanda riti né lacci coniugali noi dai profan mercati distòr vogliam gli amori e sindaci e curati ci chiaman malfattori Deh!... Chi sparge l'impostura avvolto in nera veste chi nega la natura sfuggiam come la peste sprezziam gli deì del cielo e i falsi lor cultori del ver squarciamo il velo, perciò siam malfattori Noi del lavor siam figli e col lavor concordi sfuggir vogliam gli artigli dei vil padroni ingordi che il pane han trafugato a noi lavoratori e poscia han proclamato che siam dei malfattori Deh!... La Chiesa e lo Stato l'ingorda borghesia contendono al creato di libertà la via ma presto i dì verranno che Papa Re e Signori coi birri lor cadranno per man dei malfattori Allor vedremo sorgere il sol dell'avvenir in pace potrem vivere in libertà gioir

6 6 Raccolta di canti politici ADDIO A LUGANO Addio Lugano bella o dolce terra pia scacciati senza colpa gli anarchici van via e partono cantando con la speranza in cuor. Ed è per voi sfruttati per voi lavoratori che siamo ammanettati al par dei malfattori eppur le nostre idee son solo idee d'amor. Cacciati senza tregua andrem di terra in terra a predicar la pace ed a bandir la guerra la pace fra gli oppressi la guerra agli oppressor. Anonimi compagni amici che restate le verità sociali da forti propagate è questa la vendetta che noi vi domandiam. E tu che ci discacci con una vil menzogna Repubblica borghese un dì ne avrai vergogna noi oggi t'accusiamo in faccia all'avvenir. Elvezia il tuo governo schiavo d'altrui si rende d'un popolo gagliardo le tradizioni offende e insulta la leggenda del tuo Guglielmo Tell. Addio cari compagni amici luganesi addio bianche di neve montagne ticinesi i cavalieri erranti son trascinati al nord. (3 volte) 5 FIGLI DELL OFFICINA Figli dell'officina o figli della terra già l'ora s'avvicina della più giusta guerra la guerra proletaria, guerra senza frontiere innalzeremo al vento bandiere rosse e nere Avanti siam ribelli fiori vendicator di un mondo di fratelli di pace e di lavor Dai monti e dalle valli giù giù scendiamo in fretta pure le man dai calli noi la farem vendetta del popolo gli arditi noi siamo i fior più puri fiori non appassiti dal lezzo dei tuguri Avanti Noi salutiam la morte, bella vendicatrice noi schiuderem le porte a un'era più felice ai morti ci stringiamo e senza impallidire per l'anarchia pugnamo o vincere o morire Avanti

7 Raccolta di canti politici O VENEZIA O Venezia che sei la più bella e te di Mantova che sei la più forte gira l'acqua d'intorno a le porte sarà difficile poterti pigliar. L'altra notte entrando in Venezia vedevo il sangue correva per terra e i feriti sul campo di guerra e tutto il popolo gridava «pietà». O Venezia ti vuoi maritare ma per marito ti daremo Ancona e per dote le chiavi di Roma e per anello le onde del mar. 7 STORNELLI D ESILIO O profughi d'italia alla ventura si va senza rimpianto e né paura. Nostra patria è il mondo intero nostra legge è la libertà ed un pensiero, ed un pensiero nostra patria è il mondo intero nostra legge è la libertà ed un pensiero, ribelle in cor ci sta. Dei miseri le turbe sollevando fummo d'ogni nazione messi al bando. Nostra patria,.. Dovunque uno sfruttato si ribelli noi troveremo schiere di fratelli. Nostra patria... Raminghi per le terre e per i mari per un'idea lasciammo i nostri cari Nostra patria... Passiam di plebi varie tra i dolori de la nazione umana precursori. Nostra patria... Ma torneranno Italia i tuoi proscritti ad agitar la face e dei diritti. Nostra patria...

8 8 Raccolta di canti politici LE QUATTRO STAGIONI Ecco è l'aprile il fiore della vita l'aria l'è piena di soavi odor scorgo lontano tra l'erba ch'è fiorita due che s'amano son confusi nell'amor. O degli uccelli amo lo sgorgheggiar là sugli alberi e tra la verdura amo coi piedi calpestar quel che produce la natura quando scorgo quel sentier che mi conduce dov'io bramo tutti i miei sogni e i miei pensier volano verso colei ch'io amo. E nell'estate il canto soffocante nell'officina ci sta il buon lavorator pien di fatica e di sudor grondante mentre il borghese lui disprezza il suo sudor. O del martello amo lo smartellar su l'incudine nell'officina amo il gallo a canticchiar con la sua sveglia mattutina quando penso che il mio ben tra le mie braccia s'addormenta chino il mio capo sul suo sen vorrei saperla sempre contenta. E nell'autunno cadon le foglie morte le mie speranze con lor sen van Vorrei morire per non veder più niente ma poi mi pento dico: sarebbe una viltà. Amo dell'uva il vendemmiar con i suoi canti l'allegria amo il vino a spumeggiar in mezzo ai canti all'osteria quando penso nel mio cuor alla mia piccola lontana cade una lacrima dal cuor triste risuona una campana. Ecco è l'inverno cade la neve bianca e bianchi i tetti i camin san lì a fumar Quel casolare anche di legna manca tutto è silenzio fuori che i marosi al mar. Amo l'onda a spumeggiar contro lo scoglio che l'aspetta amo il fulmine e il tuonar nel fragor della tempesta quando san presso di te mi sento il cuore in armonia sento d'amarti non so che sento d'amarti alla follia. Or san vent'anni in questa oscura cella dimenticato da colei che amo ancor se ci ripenso io perdo la favella con il pensare a quel mio soave amor. Amo la notte ascoltar il passo della sentinella amo la luna salutar quando rischiara la mia cella quando penso all'avvenir alla mia libertà perduta vorrei baciarla e poi morir mentr'essa dorme all'insaputa.

9 Raccolta di canti politici A MORTE PRETI E FRATI E quando muoio io non voglio preti non voglio ave Marie, né Padrenostri non voglio ave Marie, né Padrenostri ma la bandiera rossa dei socialisti. La rigi la rigì la rigìra la gira sempr'arditi evviva i socialisti abbasso i gesuiti Hanno arrestato tutti i socialisti l'arresto fu ordinato ma dai ministri (2 v.te) e questi sono i veri i veri camorristi. La rigi... La Francia ha già scacciato i preti e i frati le monache i conventi ed i prelati (2 volte) perché eran tutti spie e in ciò pagati. La rigi... Ma se Giordano Bruno fosse campato non esisterebbe più manco il papato (2 volte) e il socialismo avrebbe più trionfato. La rigi... E quando muoio io non voglio preti non voglio ave Marie, né Padrenostri ma quattro bimbe belle alla mia barella ci voglio il socialista e la sua bella. La rigi la rigì la rigìra la rota e la rotella evviva Giordano Bruno Garibaldi e Campanella 10 ULTIME ORE E DECAPITAZIONE DI SANTE CASERIO Il sedici di agosto sul far della mattina il boia ha già disposto l'orrenda ghigliottina mentre Caserio dormiva ancor senza pensare al triste orror. Entran nella prigione direttor e prefetto con voce d'emozione svegliano il giovinetto disse svegliandosi «che cosa c'è?» «E' giunta l'ora levati in piè Udita la notizia ei si vestì all'istante, veduta la giustizia cambiò tutt'il sembiante gli chieser «prima d'andare a morir dite s'avete qualcosa da dir» Rispose il giovinetto «prima che morto io sia preso questo biglietto datelo a mamma mia posso fidarmi che lei l'avrà mi raccomando per carità». «Altro non ho da dire schiudetemi le porte finito è il mio soffrire via datemi la morte e tu mia madre dai fine al duol e darti pace pel tuo figliol» Poi con precauzione dal boia fu legato in piazza di Lione fu dunque trasportato e spinto a forza il capo entrò nella mannaia che lo troncò. Spettacolo di gioia la Francia manifesta gridano «viva il boia che gli tagliò la testa» gente tiranna e senza cuor che ride e sprezza l'altrui dolor. Allor che n'ebbe avviso l'amata genitrice le lacrime nel viso scorrean all'infelice era contenta la madre almen pria di morire stringerlo al sen. L'orribile dolore le fe' bagnare il ciglio pensar solo al terror che li piombò nel figlio misera madre quanto soffrì quando tal nuova del figlio udì. «lo pregherò l'eterno o figlio sventurato che del tremendo Averno ti faccia liberato» così pregando con forte zel l'alma divisa ritorni al ciel.

10 10 Raccolta di canti politici SANTE CASERIO Versione toscana Lavoratori a voi diretto è il canto di questa mia canzon che sa di pianto vi narrerò di un baldo giovin forte che per amor di voi sfidò la morte. A te Caserio ardea nella pupilla delle vendette umane la scintilla ed alla plebe che lavora e geme donasti ogni tuo affetto ogni tua speme. Eri nello splendore della vita e non vedesti che notte infinita la notte del dolore e della fame che incombe sull'immenso uman carname. E ti levasti in atto di dolore di ignoti strazi alter vendicatore e t'avventasti tu sì buono e mite a scuoter larve umane ed avvilite. Tremarono i potenti all'atto fiero e nuove insidie tesero al pensiero e il popolo cui l'anima donasti non ti comprese pur tu non piegasti. e i tuoi vent'anni una feral mattina gettasti al mondo dalla ghigliottina al mondo vile la grand'alma pia alto gridarono «viva l'anarchia». Ma il dì s'appressa o bel ghigliottinato che il tuo nome verrà purificato quando sacre saran le vite umane diritto d'ognun la scienza e il pane. Dormi Caserio entro la fredda terra donde ruggire udrai la final guerra la gran battaglia contro gli oppressori la pugna tra sfruttati e sfruttatori. Voi che la vita e l'avvenir fatale offriste sull'altar dell'ideale o falangi di morti sul lavoro vittime dell'altrui ozio e dell'oro. Martiri ignoti e schiera benedetta già spunta il giorno della gran vendetta della giustizia già si leva il sole il popolo tiranni più non vuole.

11 Raccolta di canti politici RODOLFO FOSCATI Caro padre ti scrivo piangendo questi righi per me dolorosi e che mi restano ma tanto ingollosi nel vedermi trattare così. E scrivendo la mano mi trema e di tutto ti faccio palese e m'hanno tolto la veste borghese e m'hanno tolto la mia gioventù. Caro padre che brutti momenti e qui non contano né pugni né schiaffi e disse 'I guardia «Ievategli i baffi» io l'avrei presa la spina nel cuor. La mattina del venti di marzo il guardiano mi venne a vedere e con sé ce l'aveva 'I barbiere e una scranna pé farmi sedé. Con cattive maniere mi prese il rasoio 'un l'aveva perfetto e mi raschiava parevo un capretto i mie' baffini li vedo andar giù. Quando poi gli ebbian fatto tutto il guardiano accennò con un dito e disse «questo gli è il vostro vestito» e nel vedello mi fece tremà. «Questo numero che oggi indossate vi cancella il nome e il casato centosette sarete chiamato e Rodolfo Foscati mai più». 13 MISERIA MISERIA Miseria miseria la dote ünica che ai duma ai nostri fiöi A piöv, fa freid, a fioca; nui miseri e l'uma gnenti ch'a n cuata, la miseria a j'è pur sempre ch'a n guida fin a la mort Malnütrì da lunga data, sucialismu völ salvene tüti quanti inscrit an lega capital fuma mürì la culpa l'è nostra a l'è nui che s'lu vuruma l'è nui ch i travajuma par mantenhi ai lüssu lur Disimpiega senza 'n toch d pan Anduma nduma l'idea n guida cumbate l prèivi e 'I capital L 'han fam l'han fam e i cit e a ciamu dco lur al pan dco lur al pan Carlu Marx Carlu Marx a l'ha dilu a l'ha dilu al mund inter: üvërié üvërié unive la vitoria a'v suridrà. Eviva! Anduma nduma...

12 12 Raccolta di canti politici INNO DELLA RIVOLTA 1 Nel fosco fin del secolo morente sull'orizzonte cupo e desolato già spunta l'alba minacciosamente del dì fatato. Urlan l'odio la fame ed il dolore da mille e mille facce ischeletrite ed urla col suo schianto redentore la dinamite. Siam pronti e dal selciato d'ogni via spettri macabri del momento estremo sul labbro il nome santo d'anarchia insorgeremo. Per le vittime tutte invendicate là nel fragor dell'epico rimbombo compenseremo sulle barricate piombo con piombo. E noi cadremo in un fulgor di gloria schiudendo all'avvenir novella via dal sangue spunterà la nuova istoria dell'anarchia. 15 INNO DELLA RIVOLTA 2 «Su comunisti della capitale» (oppure «Su su compagni della capitale») che giunto alfin è il dì della riscossa quand'alzeremo sopral Quirinale bandiera rossa. Questa città ribelle e mai domata dalle rovine e dai bombardamenti la guardia rossa suona l'adunata tutti presenti. Vent'anni e più di tirannia fascista col carcere il confino ed il bastone non hanno menomato al comunista la convinzione. La convinzione di una nuova era che al mondo porterà la redenzione che porta scritto sulla sua bandiera Rivoluzione. E se la polizia 'n ce lascia perde e se la polizia 'n ce lascia 'n pace compenseremo dalle barricate piombo su piombo. E se morremo in un fulgor di gloria schiacciando borghesia e capitalismo dal sangue nascerà la nuova storia del comunismo.

13 Raccolta di canti politici BATTAN L OTTO Battan l'otto ma saranno le nove i miei figlioli ma son digiuni ancora, ma viva il coraggio, ma chi lo sa portare: infame società, dacci mangiare. Viva il coraggio, ma chi lo sa portare, l'anarchia la lo difenderebbe, ma viva il coraggio, ma chi lo sa portare: i miei bambini han fame, chiedono pane. Da socialista anch'io mi voglio vestire bello gli è i rosso, rosse son le bandiere; ma verrà qui giorno della rivoluzione, infame società, dovrai pagare. Verrà qui giorno della rivoluzione verrà qui giorno che la dovrai pagare ma verrà qui giorno della bandiera rossa infame società, dovrai pagare. Bella è la vita più bello gli è l'onore amo mia moglie e la famiglia mia ma viva 'I coraggio ma chi lo sa portare infame società dacci mangiare. Dei socialisti gli è pieno le galere bada governo infame maltrattore ma verrà qui giorno della rivoluzione infame società dovrai pagare 17 L ECCIDIO DI ANCONA 7 giugno 1914 Il fatale sette giugno proprio il dì dello Statuto degli onesti avean voluto seriamente protestar. Contro i capi e le feroci compagnie di disciplina ma il prefetto alla mattina Malatesta fé arrestar. Il comizio fu inibito ed allora a Villa Rossa quella gente alquanto scossa dal rifiuto si adunò. Tutti quanti gli oratori già d'accordo nel parlare stabiliron d'iniziare una seria agitazion. Nell'uscire i comizianti dai local tranquilli e buoni fur purtroppo testimoni di una scena di terror. Spinti oppressi circondati assaliti qual canaglie dello stato la sbirraglia contro il popolo sparò. Fu per l'orrida tragedia che nel mondo non v'è uguale tre compagni a noi più cari morti caddero nel suoi. Maledetta la sbirraglia che ci ha immersi nel dolore lì per lì colpita al cuore tutt' Italia protestò. Ma non basta la protesta non è nulla il nostro pianto per colar che soffron tanto che hanno perso i lor figliolo

14 14 Raccolta di canti politici DIMMI O BEL GIOVANE Dimmi o bel giovane onesto e biondo dimmi la patria tua qual'è. Adoro il popolo la mia patria è il mondo il pensier libero è la mia fe'. La casa è di chi l'abita è un vile chi l'ignora il tempo è dei filosofi la terra di chi lavora Addio mia bella casetta addio madre amatissima e genitor. lo pugno intrepido per la Comune come Leonida saprò morir. La casa è di chi l'abita INNO DEL PRIMO MAGGIO Vieni o maggio t'aspettan le genti ti salutano liberi cuori dolce Pasqua dei lavoratori vieni e splendi alla gloria del sol. Squilli un inno di alate speranze al gran verde che il frutto matura a la vasta ideal fioritura in cui freme il lucente avvenir. Disertate o falangi di schiavi dai cantieri o dall'arse officine via dai campi su dalle marine tregua tregua all'eterno sudor. Innalziamo le mani incallite e sian fascio di forze feconde noi vogliamo redimere il mondo dai tiranni dell'ozio e dell'or. Giovinezze dolori ideali primavere dal fascino arcano verde maggio del genere umano date ai petti il coraggio e la fe'. Date fiore ai ribelli caduti collo sguardo rivolto all'aurora al gagliardo che lotta e lavora al veggente poeta che muor. 20 AMORE RIBELLE AII'amor tuo fanciulla altro amore io preferìa è l'ideal l'amante mia a cui detti braccio e cor Il mio core aborre e sfida i potenti della terra il mio braccio muove guerra al codardo all'oppressor. Perché amiamo l'uguaglianza siam chiamati malfattori ma noi siam lavoratori che padroni non vogliam Dei ribelli sventoliamo le bandiere insanguinate e innalziam le barricate per la vera libertà Se tu vuoi cara fanciulla noi lassù combatteremo e nel dì che vinceremo braccio e cor ti donerò

15 Raccolta di canti politici AMORE RIBELLE 2 Altra versione riferita alle mondine Noi vogliamo l'uguaglianza siam chiamati malfattori ma noi siam lavoratori che padroni non vogliamo E giù la schiavitù vogliam la libertà siamo lavoratori siamo lavoratori e giù la schiavitù vogliamo la libertà siamo lavoratori vogliam la libertà. Dei ribelli sventoliamo le bandiere insanguinate le farem le barricate per la bella libertà. E giù... E ancor ben che siamo donne noi paura non abbiamo per amor dei nostri figli noi in lega ci mettiamo. E giù QUANDO L ANARCHIA VERRÀ Teresa Viarengo Asti Quando l'anarchia verrà tutto il mondo sarà trasformato e nei governi sarà il ricordo d'infame passato l'aborrito confin sparirà così pure i preti e i soldati e nel mondo sol resterà l'ideai di cui siamo animati e allora nel cuor pensando all'avvenire cesserà lo strazio ed il soffrire. 23 L INTERROGATORIO DI SANTE CASERIO Entra la corte esamina il Caserio e gli domanda se si era pentito. «Cinque minuti mi avessero dato un altro presidente avré ammazzato». «Lo conoscete voi questo pugnale?» «Si lo conosco ci ha il manico arrotondo nel cuore di Carnot l'ho penetrato a fondo». «Li conoscete voi i vostri compagni?» «Si li conosco io son dell'anarchia Caserio fa 'I fornaio e non la spia».

16 16 Raccolta di canti politici IL MASCHIO DI VOLTERRA E me ne stavo mesto a lavorare rinchiuso là ni maschio di Volterra e mi dissero «allegro, grazia la fanno a te, tutt'i giornali parlano combattono per te» «La grazia accetterò se me la danno co' miei diritti di buon cittadino io son rinchiuso qui da ventun anno col marchio d'assassino». Se gli innocenti li voglion qui serrar e i nostri patimenti chi li compenserà? Non ebbi un'amicizia di un Labori, e il mio processo non lo vide Zola dovrò subire sì pene offese e rancori e dalla rabbia mordo coperte e lenzuola nel ripensar quanto dovrò soffrir a tormentar mi sento!'anima lo stesso sì morir. In queste quattro mura sì maledette la meglio gioventù io l'ho qui passata si portano l'offese a noi dirette nel pronunciarci la galera a vita. Mondo crudele che hai dato luce a me son vittima di agenti di rinnegata fe'. Vola pensiero mia sera e mattina là nei dintorni di Borgo la Croce via de' Pilastri e via Ghibellina qua in Borgo Allegri e Borgo Santa Croce. Mondo crudele che hai dato luce a me son vittima di agenti di rinnegata fe'. L'hanno riconosciuta la mia 'nnocenza or che lo vedi il mio capello è grigio viva l'adorno cavalier di scienza che mi convertirono il bianco con il grigio sette innocenti ci vollen qui serrar ma i nostri patimenti chi li compenserà. Di quell'infame Alessi io mi rammento e di tutti gli altri infami testimoni sento nell'aria un gelid'e un lamento che mi sembra pervaso dai demoni. Stride il Maocci che rantolando va e gli dico «sei dannato per la tua falsità». E addio compagni viva la libertà e questo l'è 'I Batacchi vi saluta e se ne va addio compagni viva la libertà un saluto dal Batacchi: vi saluta e se ne va.

17 Raccolta di canti politici M AVETE INCATENATO M'avete incatenato e non fa niente vostro mestiere è fare gli aguzzin mi avete bastonato crudelmente e non fa niente vostro mestiere è fare gli assassin son comunista e questo lo sapete ed il mio cuore è pien di ribellion ma vi sbagliate se credete coi martiri di fiaccar questa mia fede di rivoluzione. Compagni che rinchiusi sopportate la vii vendetta del dominator forza ed energia incatenate perché vorremmo battere i signor. Fui arrestato perché ho un ideale e lotto per scacciar lo sfruttator che tiene schiavo sotto il giogo del bastone e del terror il proletario che muore di fame. Compagni che soffrite alle catene sperate in un gran giorno di riscossa che uniti e fier marceremo verso il sol dell'avvenir portando in alto la bandiera rossa 26 GIÀ ALLO SGUARDO Già allo sguardo già allo sguardo mi apparve la terra tra gli alberi di un sole nascente nel vederla nel vederla il mio cuore si serra e nel petto mi balza fremente. Tra le nebbie lontane lontane già discopro del porto i fanali non più lungi il suolo toscano che fu patria di tanti immortali. (2 volte) Perché mai, perché mai da te son lontano fui esiliato, qual colpa commisi perché mai perché mai sì potente la mano mi strappò dai più dolci sorrisi. Tra il lavoro e l'amore sognavo di vederlo un popol redento nel mio petto l'amore albergavo non dell'odio il terribil tormento. Dell'amore dell'amore la colpa espiai e dall'isola infame ritorno ma la fede ma la fede che ho sempre nel cuore la riservo in un triste soggiorno. Fra un istante avrò il piede posato nella terra ove nacqui ed amai e ove il duolo e la gioia provai dove tante memorie lasciai. Potrò alfine potrò alfine ristringere al seno la mia sposa e i miei figli adorati ma l'amplesso più puro e sereno gioirò tra questi esseri amati. Ma per sempre la fede ed il cuore serberò per chi soffre e chi geme l'ideale di pace e d'amore sarà sempre la sola mia speme.

18 18 Raccolta di canti politici INNO DEI LAVORATORI Su fratelli e su compagne su venite in fitta schiera sulla libera bandiera splende il sol dell'avvenir! Nelle pene nell'insulto ci stingemmo in muto patto la gran causa del riscatto niun di noi vorrà tradir. Il riscatto del lavoro del lavoro de suoi figli opra sarà o vivremo del lavoro o pugnando si morrà. La risaia e la miniera ci han fiaccati ad ogni stento come bruti d'un armento siam sfruttati dai signor. I signor per cui pugnammo ci han rubato il nostro pane ci han promesso una dimane la diman s'aspetta ancor. Il riscatto del... L'esecrato capitale delle macchine ci schiaccia l'altrui solco queste braccia son dannate a fecondar. Lo strumento del lavoro nelle mani dei redenti spenga gli odi e fra le genti chiami il dritto a trionfar. Il riscatto del... Se divisi siam canaglie stretti in fascio siam potenti (lega) sono il nerbo delle genti quei che han braccio e quei che han cor. Ogni cosa è sudor nostro noi disfar, rifar possiamo la consegna sia sorgiamo troppo lungo fu il dolor. Il riscatto del... Maledetto chi gavazza nell'ebbrezza e nei festini fin che i giorni un uom trascini senza pene e senz'amor. Maledetto chi non geme dello scempio dei fratelli chi di pace ne favelli sotto il piè dell'oppressor. Il riscatto del... I confini scellerati cancelliam dagli emisferi i nemici gli stranieri non son lunge ma son qui. Guerra al regno della guerra morte al regno della morte contro il dritto del più forte forza amici è giunto il dì. Il riscatto del... O sorelle di fatica o consorti negli affanni che ai negrieri che ai tiranni deste il sangue e le beltà agli imbelli ai proni al giogo mai non spenda il vostro riso un esercito diviso la vittoria non corrà. Il riscatto del... Se uguaglianza non è frode fratellanza un'ironia se pugnar non fu follia per la santa libertà su fratelli su compagne tutti poveri non servi co' gl'ignavi e co' protervi il transigere è viltà.

19 Raccolta di canti politici POVERO CAVALOTTI In morte del deputato Felice Cavallotti 1898 Povero Cavallotti di nome avei Felice fine cos'infelice non ti dovea seguir. (2 volte) Dal deputato Macola un colpo nella gola troncò la sua parola e tosto egli spirò. (2 volte) Così preziosa vita per caso iniquo e fello si spense in un duello che non dovea seguir. (2 volte) Piangi deh piangi o popolo colui che t'amò tanto ti sia verace il pianto per chi ti rispettò. (2 volte) Ti rispettò il politico il dotto e lo scienziato e sempre venerato dal popolo che amò. (2 volte) È morto Cavallotti l'illustre letterato l'onesto deputato dolce ed onesto fu. Piangi deh piangi Italia su quella tomba santa e la vittoria canta del grande che morì. 29 LE MONDINE E LA CAVALLERIA Il ventiquattro maggio a Ferrara un grande sciopero terribile guerra un grande sciopero terribile guerra erano tutti in una stretta via accompagnati ma dalla polizia. Nel veder le crumire uscire le scioperanti si misero davanti «Se avete il coraggio di andare ci tradite noi tutti quanti». Nel veder le crumire ostinate le scioperanti si misero davanti e lor si son gettate per terra «Calpestateci se avete il coraggio». Il commissario con grande amarezza «Non ubbidite alla pubblica sicurezza non vedete che questa è viltà, se non vi alzate vi faccio arrestà». Le scioperanti si sono alzate «E non è vero che questa è viltà son venuti e han fatto violenza trascinandoci con libertà». Il commissario con grande Ironia disse agli altri «andate pur via si fermi solo la Povera Maria che con noi la vogliamo portar». La ragazza andava pian piano l'han portata davanti al Sultano il Sultano sbeffando le disse «Son contento e ancor più felice». Le scioperanti non dicon parola, si recano in mezzo alla folla e sentirono le brutte novità «il vostro Riba ve l'hanno arrestà». Quando Riba fu giunto sul treno e con la mano ci diede l'addio «Non piangete miei cari compagni che ben presto sarò qui con voi». A Sannazzaro che sono arrivati l'hanno rinchiuso in una prigione come se fossero dei malfattori invece erano gente d'onor. Tredici giorni di malinconia fu terminato in grande allegria han rilasciato il Riba e la Maria, l'abbiam coperto di rose e fior.

20 20 Raccolta di canti politici QUATTRO SIGNORI A PARIGI VANNO (1920) Quattro signori a Parigi vanno a commerciare e dividere il bottino la guerra han fatto altro più non sanno e la vittoria vuoi la pace - inganno Il tribunale han confezionato di giudicare la pace imputata e la giustizia han dimenticato han troppa fame han voglia di rubar. Finito giugno pace non è fatta in sette mesi e più di discussione fan fallimento tutto il mondo scatta gambe per aria par che debba andar Evviva dunque la rivoluzione la borghesia più non regnerà il bolscevismo sta per trionfare e dunque o popolo unito sta. La dittatura del proletariato dopo la Russia avremo tutto il mondo viva il soviet Lenin glorificato in un gran simbolo di civiltà Evviva dunque la rivoluzione la borghesia più non regnerà il bolscevismo sta per trionfare e dunque o popolo unito sta. 31 BALLATA PER IL PINELLI Quella sera a Milano era caldo ma che caldo che caldo faceva «brigadiere apra un po' la finestra» una spinta e Pinelli cascò. «Sior Questore io ve l'ho già detto vi ripeto che sono innocente anarchia non vuol dire bombe ma uguaglianza nella libertà». «Poche storie indiziato Pinelli che il tuo socio Valpreda ha parlato lui è l'autore del vile attentato e il suo complice certo sei tu». «Impossibile» grida Pinelli «un compagno non può averlo fatto e l'autore di questo delitto fra i padroni dovrete cercar». «Poche storie indiziato Pinelli che la stanza è già piena di fumo se tu insisti apriam la finestra quattro piani son duri da far». L'hanno ucciso perch'era un compagno poco importa se era innocente «era anarchico e tanto ci basta» disse Guida fascista questor. Calabresi e te Guida assassini se un compagno ci avete ammazzato questa lotta non avete fermato la vendetta più dura sarà. C'è una bara e tremila compagni portavamo le nostre bandiere questa volta l'abbiamo giurato non finisce di certo così.

21 Raccolta di canti politici L ATTENTATO A TOGLIATTI Alle ore undici del quattordici luglio dalla Camera usciva Togliatti quattro colpi gli furono sparati da uno studente vile e senza cuor. L'onorevole a terra colpito soccorso venne immediatamente grida e lutto ovunque si sente, corron subito deputati e dottor. L'assassino è stato arrestato dai carabinieri di Montecitorio E davanti all interrogatorio ha confessato dicendo così: «Già da tempo io meditavo di riuscire a questo delitto appartengo a nessun partito è uno scopo mio personal». Rita Montagnana che è al Senato coi dottori e tutto il personale Han condotto il marito all'ospedale sottoposto alla operazion. L'onorato chirurgo Valdoni con i ferri che sa adoperare ha saputo la pallottola levare e la vita potergli serbar. Il gesto insano brutale e crudele al deputato dei lavoratori protestino contro gli attentatori della pace e della libertà. L'onorevole Togliatti auguriamo che ben presto ritorni al suo posto a difendere il paese nostro l'interesse di noi lavorator. 33 FISCHIA IL VENTO Fischia il vento infuria la bufera scarpe rotte eppur bisogna andar a conquistare la rossa primavera dove sorge il sol dell'avvenir a conquistare la rossa primavera dove sorge il sol dell'avvenir. Ogni contrada è patria del ribelle ogni donna a lui dona un sospir nella notte lo guidano le stelle forte il cuor il braccio nel colpir nella notte lo guidano le stelle forte il cuor il braccio nel colpir. Se ti coglie la crudele morte dura vendetta verrà dal partigian ormai sicura è già la dura sorte di quei vili che ognor cerchiam ormai sicura è già la dura sorte di quei vili che ognor cerchiam. Cessa il vento calma è la bufera torna a casa il fiero partigian sventolando la rossa sua bandiera vittoriosi e alfin liberi siam sventolando la rossa sua bandiera vittoriosi e alfin liberi siam.

22 22 Raccolta di canti politici BELLA CIAO Stamattina mi son alzato o bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao stamattina mi son alzato ed ho trovato l'invasor. o partigiano portami via o bella ciao, bella ciad, bella ciao ciao ciao o partigiano portami via che ho paura di morir. E se muoio da partigiano o bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao e se muoio da partigiano tu mi devi seppellir. E seppellire lassù in montagna o bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao e seppellire lassù in montagna sotto l'ombra di un bel fior. E le genti che passeranno o bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao e le genti che passeranno mi diranno «che bel fior». E quest'è il fiore del partigiano o bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao e quest'è il fiore del partigiano morto per la libertà. 35 BELLA CIAO DELLE MONDINE Alla mattina appena alzate o bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao alla mattina appena alzate in risaia ci tocca andar. E fra gli insetti e le zanzare o bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao e fra gli insetti e le zanzare duro lavoro ci tocca far. o mamma mia o che tormento o bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao o mamma mia o che tormento io t'invoco ogni doman. Il capo in piedi col suo bastone o bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao Il capo in piedi col suo bastone e noi curve a lavorar. Ma verrà il giorno che tutte quante o bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao ma verrà il giorno che tutte quante lavoreremo in libertà. 36 SE NON CI AMMAZZA I CRUCCHI Se non ci ammazza i crucchi se non ci ammazza i bricchi i bricchi ed i capricci e il vento di Marenca Se non ci ammazza i crucchi se non ci ammazza i bricchi quando saremo vecchi ne avrem da raccontar quando saremo vecchi ne avrem da raccontar. La mia mamma la mi diceva non andar sulle montagne mangerai sol polenta e castagne e ti verrà l'acidità. La mia morosa la mi diceva non andare con i ribelli non avrai più i miei lunghi capelli sul cuscino a riposar. Se non ci ammazza i crucchi... Questa notte mi sono insognato che ero sceso giù in città c'era mia mamma vestita di rosso che ballava col mio papà. C'era i tedeschi buttati in ginocchio che chiamavano pietà c'era i fascisti vestiti da prete che scappavan di qua e di là. Se non ci ammazza i crucchi...

23 Raccolta di canti politici O CANCELLIER CHE TIENI O cancellier che tieni la penna in mano scrive una letterina alla mia mamma. Scrive una letterina alla mia mamma dille che so in galera per una lotta. Per una lotta giusta m'han condannato lor m'han promesso il pane non me l'han dato. Senti chiamar Giancarlo fatti coraggio tre anni di galera son di passaggio. Andrem tanto lontano tanto lontano dove la bella Russia ti dona il pane. O bella bella Russia ti dona il pane non voglio ancor menzogne democristiane. 38 VOGLIAM LA PACE O Dio del ciel se fossi una rondinella vorrei volare in braccio alla mia bella. Prendi il fucile e buttalo per terra vogliam la pace e non mai più la guerra. 39 LÀ SU QUEI MONTI Là su quei monti fuma la grancia dove s'arrangia dove s'arrangia Là su quei monti fuma la grancia dove s'arrangia il partigian. E il partigiano l'arma nella mano guarda lontano guarda lontano con la certezza che porterà giustizia giustizia e libertà. Là su quei monti stanno sparando là c'è il comando là c'è il comando Là su quei monti stanno sparando là c'è il comando del partigan. E il partigiano Là su quei monti le stelle alpine crescon vicine crescon vicine Là su quei monti le stelle alpine crescon vicine ai partigian. E il partigiano 40 SON LA MONDINA Son la mondina son la sfruttata son la proletaria che giammai tremò m'hanno uccisa incatenata cacere e violenza nulla mi fermò. Coi nostri corpi sulle rotaie noi abbiam fermato il nostro sfruttator c'è molto fango nelle risaie ma non porta macchia il simbol del lavor. E lotteremo per il lavoro per la pace il pane e la libertà e creeremo un mondo nuovo di giustizia e di nuova civiltà. Questa bandiera gloriosa e bella noi l'abbiam raccolta e la portiam più in su dal vercellese al molinella alla testa della nostra gioventù. E se qualcuno vuol far la guerra tutte unite insieme noi lo fermerem vogliam la pace qui sulla terra e più forti dei cannoni noi sare

24 24 Raccolta di canti politici A MORTE LA CASA SAVOIA A morte la casa Savoia bagnata da un'onda di sangue si sveglia il popoi che langue si sveglia il popoi che langue. O ladri del nostro sudore nel mondo siam tutti fratelli noi siamo le schiere ribelli sorgiamo che giunta è la fin A morte il re e il principin A morte il re e il principin. 42 LA BADOGLIEIDE o Badoglio, Pietro Badoglio, ingrassato dal fascio littorio col tuo degno compare Vittorio ci hai già rotto abbastanza i coglion. Las mai dì farei, las mai fai farei, las mai dì, las mai fa, las mai dì fa las mai dì lo si si las mai fa lo no no, tutto questo salvarti non può. Ti ricordi quand'eri fascista e facevi il saluto romano ed al duce stringevi la mano, sei davvero un gran porcaccion. Ti ricordi l'impero d'etiopia e il ducato di Addis Abeba meritavi di prender l'ameba ed invece facevi i milion. Ti ricordi la guerra di Francia che l'italia copriva d'infamia ma tu intanto prendevi la mancia e col duce facevi ispezion. Ti ricordi la guerra di Grecia coi soldati mandati al macello ed allora per farti più bello rassegnavi le tue dimission. A Grazzano giocavi alle bocce mentre in Russia crepavan gli alpini ma che importa ci sono i quattrini e si aspetta la buona occasion. L'occasione è arrivata, è arrivata alla fine di Luglio ed allor per domare il subbuglio ti mettevi a fare il dittator. Gli squadristi li hai richiamati gli antifascisti li hai messi in galera la camicia non era più nera, ma il fascismo restava il padron. Era tuo quell'adami Rossi che a Torino sparava ai borghesi se durava ancora due mesi, tutti quanti facevi ammazzar. Mentre tu sull'amor di Petacci t'affannavi arrabbiato alle trombe sull'italia calavan le bombe e Vittorio calava i calzon. I calzoni li hai calati anche tu nello stesso momento ti credevi di fare un portento ed invece facevi pietà. Ti ricordi la fuga ingloriosa con il re verso terre sicure siete proprio due sporche figure, meritate la fucilazion. Noi crepiamo sui monti d'italia mentre voi ve ne state tranquilli ma non crederci tanto imbecilli da lasciarci di nuovo fregar. Se Benito ci ha rotto le tasche, tu Badoglio ci hai rotto i coglioni di fascisti e di vecchi cialtroni, in Italia più posto non c'è. Las mai dì farei, las mai fai farei, las mai dì, las mai fa, las mai dì fa las mai dì lo si si las mai fa lo no no, tutto questo salvarti non può.

25 Raccolta di canti politici IL CANTO DEI DEPORTATI Fosco il cielo sul lividore di paludi senza fin tutto intorno è già morto o muore per dar gloria agli aguzzino Sul suolo desolato al ritmo disperato zappiam Wohin auch das Auge blicket Moor und Heide nur ringsum Vogelsang uns nicht erquicket eichen stehen kahl und krumm. Wir sind die Moorsoldaten und seihen mit dem Spaten ins Moor. Loin vers l'infini s étendent les grands prés marécageux Pas un seul oiseau ne chante dans les arbres secs et creux O terre de détresse où nous devons sans cesse: piocher! In this camp so sad and savage all enclosed with iron walls They have us all live in cages lone enchained can't hear you call Oh land of despair where we all have to share in death! De nada nos sirven los lamentos el invierno pronto pasará Llegará el día que gritemos contentos por fin la patria nuestra será Ya no habrá mas soldados sufriendo en el pantano, ya no! Botte grida lamenti e pianti, sentinelle notte e dì Non un fiore su questa terra non un trillo in ciel udiam Sul suolo desolato al ritmo disperato zappiam. 44 CON LA GUERRIGLIA E noi farem del monte un baluardo saprem morire e rispettar la vita per noi risorgerà la nuova Italia con la guerriglia. Per le vittime nostre invendicate per liberar l'oppressa nostra gente ritorna sempre invitto nella lotta il patriota. Il nostro grido è libertà o morte sull'aspromonte ci siam fatti i lupi al piano scenderem per la battaglia per la vittoria Famelici di pace di giustizia Annienterem fascismo e tiranni Rossi di sangue e carichi di gloria Nel fior degli anni Ai nostri morti scaverem la fossa Sulle rupestri cime sarà posta Per lor risorgerà la nuova Italia Con la guerriglia

26 26 Raccolta di canti politici MARCIAM MARCIAM Marciam marciam marciam ci batte il cuore s'accende la fiamma la fiamma dell'amore (2 volte) e quando vedo il partigian passar E sotto il sole ardente con passo accelerato cammina il partigiano col zaino affardellato cammina il partigiano che stanco mai si sente cammina allegramente con gioia e con ardor Marciam Non c'è tenente né capitano né colonnello né generale questa è la marcia dell'ideai dell'ideai un partigiano vorrei sposar! 46 SON CIECO Son cieco e mi vedete devo chiedere la carità ho quattro figli che piangono del pane non ho da dar. Noi anderemo a Roma e davanti al papa e al re noi grideremo ai potenti che la miseria c'è. E per le vie di Roma la bandiera vogliamo alzar sventola la bandiera il socialismo trionferà. 47 L INTERNAZIONALE Compagni avanti il gran partito noi siamo dei lavorator. rosso un fiore in petto c'è fiorito, e una fede c'è nata in cuor. Noi non siamo più nell'officina, entro terra, nei campi, in mar la plebe sempre all'opra china senza ideali in cui sperar. Su lottiamo! L'ideale nostro fine sarà l'internazionale futura umanità.. Un gran stendardo al sol fiammante dinanzi a noi glorioso va, noi vogliam per esso siano infrante le catene alla libertà. Che giustizia alfin venga vogliamo non più servi non più signor; fratelli tutti essere dobbiamo sotto l'emblema del lavor. Su lottiamo! L'ideale Lottiam! Lottiam la terra sia di tutti eguale proprietà più nessun nei campi dia l opra ad altri che in ozio sta e la macchina sia alleata non nemica ai lavorator così la vita rinnovata all'uom darà pace e lavor Su lottiamo! L'ideale Avanti! Avanti la vittoria è nostra e nostro è l'avvenir più civile e giusta la storia un'altra era sta per aprir largo a noi! All'alta battaglia noi corriamo per l'ideai via largo! Noi siam la canaglia che lotta pel suo Germinal Su lottiamo! L'ideale

27 Raccolta di canti politici COSA RIMIRI MIO BEL PARTIGIANO Cosa rimiri mio bel partigiano e io rimiro la figlia tua ch'è la più bella della città. La mia figlia l'è giovane e bella a un partigiano non gliela do in camerella la chiuderò. In camerella chiudetela pure verrò di notte e la ruberò su l'alti monti la porterò. Sugli alti monti portatela pure verran tedeschi a rastrellare e la biondina l'ammazzerà. La mia banda l'è forte ed armata e dei tedeschi paura non ha con la mia banda la vincerò. E se tu vuoi sposar la mia figlia un giuramento tu devi far di star sett'anni senza baciar. Mamma mia che mal giuramento aver l'amante così vicin e star sett'anni sanza bacin. Quan fu stato sull'alte montagne una bufera si scatenò e la biondina in braccio andò. 49 DALLE BELLE CITTÀ Dalle belle città date al nemico fuggimmo un dì sull'arida montagna cercando libertà tra rupe e rupe contro la schiavitù del suoi tradito. Lasciammo case scuole ed officine mutammo in caserme le vecchie cascine armammo le mani di bombe e di mitraglia temprammo i muscoli e il cuore in battaglia. Siamo i ribelli della montagna viviam di stenti e di patimenti ma quella fede che ci accompagna sarà la legge dell'avvenir ma quella fede che ci accompagna sarà la legge dell'avvenir. Di giustizia è la nostra disciplina libertà è l'idea che ci avvicina rosso sangue è il color della bandiera partigiana è la forte ardente schiera. Per le strade dal nemico assediate lasciammo talvolta le carni straziate sentimmo l'ardor della grande riscossa sentimmo l'amor per la patria nostra. Siamo i ribelli della montagna..

28 28 Raccolta di canti politici ROSSO LEVANTE PONENTE Rosso levante ponente rosso scolpito nel cuor rossa è la nostra bandiera emblema di pace e lavor rossa è la nostra bandiera emblema di pace e lavor. La guerra è voluta dai ricchi non porta che fame e terror su avanti compagni lottiamo a morte il fascismo oppressor su avanti compagni lottiamo a morte il fascismo oppressor. La celere ci lega le mani il clero ci lega il cervel chi libera i popoli schiavi è solo la falce e martel chi libera i popoli schiavi è solo la falce e martel. Quanti son morti per noi lunga la lotta fatal gloria eterna agli eroi morti son per l'ideal gloria eterna agli eroi morti son per l'ideal. 51 IL FEROCE MONARCHICO BAVA Alle grida strazianti e dolenti di una folla che pan domandava il feroce monarchico Bava gli affamati col piombo sfamò. Furon mille i caduti innocenti sotto al piombo dei feroci Caini e al furor dei soldati assassini «morte ai vili» la plebe gridò. Dhe! Non rider sabauda marmaglia se il fucile ha domato i ribelli se i fratelli hanno ucciso i fratelli sul tuo corpo quel sangue cadrà. La panciuta caterva dei ladri dopo avervi ogni bene usurpato la lor sete di sangue ha saziato in quel giorno nefasto e feral. Su piangete mestissime madri quando oscura discende la sera per i figli gettati in galera per gli uccisi dal piombo fatal. 52 CON DE GASPERI NON SE MAGNA Ministro dell'interno è un certo Mario Scelba che spara sulla folla poi prega il Padreterno. Clè olè olè con De Gasperi non se magna olè olè olè cancelliere l abolirem. Ministro dei Trasporti è un certo Corbellini che mangia le rotaie e poi anche i traversini. Clè olè olè con De Gasperi non se magna olè olè olè con De Gasperi turna indrè Il Papa con De Gasperi suonava le campane e mentre il popolo facea morir di fame. Clè olè olè con De Gasperi non se magna olè olè olè con De Gasperi turna indrè. Il 25 aprile è nata una puttana e le hanno messo nome Democrazia Cristiana Clè olè olè con De Gasperinon se magna olè olè olè con De Gasperi turna indrè.

29 Raccolta di canti politici FIGLI DI NESSUNO Noi siam nati chissà quando chissà dove allevati dalla pubblica carità senza padre senza madre senza un nome noi viviam come gli uccelli in libertà. Figli di nessuno per i boschi noi viviam ci disprezza ognuno perché laceri noi siam ma se c'è qualcuno che ci sappia ben guidar e ben guidar figli di nessuno anche a digiuno sappiamo marciar (lottar). Noi viviam fra i boschi e sulle alte cime e dagli aquilotti ci facciamo comandar ma il nemico nostro dai confini scaccerem e scaccerem e l'italia bella noi la saprem e la saprem liberar. Figli di nessuno per i boschi noi viviam 54 IL BERSAGLIERE HA CENTO PENNE Il bersagliere ha cento penne e l'alpino ne ha una sola il partigiano ne ha nessuna ma sta sui monti a guerreggiar. La sui monti vien giù la neve la bufera dell'inverno ma se venisse anche l'inferno il partigian riman lassù. Quando poi ferito cade non piangetelo dentro al cuore perché se libero un uomo muore che cosa importa di morir. 55 LA BRIGATA GARIBALDI Fate largo quando passa la Brigata Garibaldi la più bella la più forte la più bella che ci sia fate largo quando passa il nemico fugge allor siam fieri e siam forti per cacciare l'invasor. Abbiam la giovinezza in cor simbolo di vittoria andiamo sempre forte e siamo pieni di gloria la stella rossa in fronte la libertà portiamo ai popoli oppressi la libertà noi porterem Fate largo quando passa la Brigata Garibaldi la più bella la più forte la più bella che ci sia fate largo quando passa il nemico fugge allor siam fieri e siam forti per cacciare l'invasor. Con la mitraglia fissa e con le bombe a mano al traditor fascista gliela faremo pagare noi lottiam per l'italia pel popolo ideale pel popolo Italiano noi sempre lotterem Abbiam la giovinezza in cor simbolo di vittoria andiamo sempre forte e siamo pieni di gloria la stella rossa in fronte la libertà portiamo ai popoli oppressi la libertà noi porterem

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

BEATO L UOMO. Camminiamo sulla strada. me l'hai detto, son sicuro, non potrai scordarti di me.

BEATO L UOMO. Camminiamo sulla strada. me l'hai detto, son sicuro, non potrai scordarti di me. BEATO L UOMO Beato l'uomo che retto procede e non entra a consiglio con gli empi e non va per la via dei peccatori, nel convegno dei tristi non siede. Nella legge del Signore ha risposto la sua gioia;

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35 01 - Come Un Cappio Un cappio alla mia gola le loro restrizioni un cappio alla mia gola le croci e le divise un cappio che si stringe, un cappio che mi uccide un cappio che io devo distruggere e spezzare

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it XI DOMENICA PRIMA LETTURA Il Signore ha rimosso il tuo peccato: tu non morirai. Dal secondo libro di Samuèle 12, 7-10.13 In quei giorni, Natan disse a Davide: «Così dice il Signore, Dio d Israele: Io ti

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio.

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio. I - RICHIESTA A DIO La preghiera è la relazione fondamentale dell anima che riconosce, ascolta e dialoga con Dio. Preghiera è superamento dell angoscia della propria solitudine; è liberarsi dal terrore

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

Candela bianca. Silvia Angeli

Candela bianca. Silvia Angeli Candela bianca È successo ancora. Il buio della stanza mi chiama alla realtà. Abbandono riluttante le coperte calde, rifugio sicuro e accendo una candela bianca, con la sua fiamma dorata. È successo di

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni

IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni CANZONE: QUESTO VESTITO BELLISSIMO Giacobbe: Ecco, figlio qui per te una cosa certo che ti coprirà, ti scalderà, e poi sarà un pensiero mio per te. Ti farà pensare a me, al

Dettagli

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO PREGHIERA PER LA CANONIZZAZIONE Signore Gesù, che per riscattarci hai voluto incarnarti a Nàzaret, nascere a Betlemme e morire a Gerusalemme, degnati di ricordarti che la

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA Associazione culturale per la promozione del Teatro Musicale contemporaneo P.Iva 04677120265 via Aldo Moro 6, 31055 Quinto di Treviso - Tv IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA TERZA VERSIONE autore:

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

UN FIORE APPENA SBOCCIATO

UN FIORE APPENA SBOCCIATO UN FIORE APPENA SBOCCIATO "Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque creda in Lui non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3:16). uesto verso racchiude tutto

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C. Scuola primaria E. Fermi di Bogliasco anno scolastico 2014/2015 1 MORENDO Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.) 2 IL

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

VIA CRUCIS. Gesù, Gesù mio Bene Stampatemi nel cor le vostre pene. Composta dal Sig. Abate Pietro Metastasio

VIA CRUCIS. Gesù, Gesù mio Bene Stampatemi nel cor le vostre pene. Composta dal Sig. Abate Pietro Metastasio VIA CRUCIS Composta dal Sig. Abate Pietro Metastasio (1698-1782) T eco vorrei, Signore, Oggi portar la Croce, Nella tua doglia atroce Io ti vorrei seguir. Ma troppo infermo, e lasso Donami Tu coraggio,

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene Una parola sola è come muta Pensiamo le parole: una a una, una parola sola è come muta, ombra d assenza, eco di silenzio. Anche quando è nobile, un nome, la parola assoluta di qualcuno, se è sola, si affanna,

Dettagli

CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA

CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA Filippo Merlino Nato a Sant Arcangelo il 25/02/1957, era entrato nei carabinieri a soli 17 anni. Maresciallo Maggiore comandava la stazione dei

Dettagli

Sono Nato Per Essere Veloce

Sono Nato Per Essere Veloce 01 - Nato Per Essere Veloce roppo veloce sta correndo la mia vita troppo veloce scorre via la musica musica selvaggia? furiosa adrenalina frenetico sussulto, incontrollabile rumore Sono Nato Per Essere

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

Canzoncina. Di qui potete vedere Come sia innocuo il bere. Canto di un amata.

Canzoncina. Di qui potete vedere Come sia innocuo il bere. Canto di un amata. Canzoncina I. C era una volta un tizio A diciottanni prese il vizio Di bere, e per questa china Lui andò in rovina. Morì a ottantant anni e il perché È chiaro a me e a te. 2. C era una volta un piccolo,

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

PRESENTAZIONE INDICE

PRESENTAZIONE INDICE PRESENTAZIONE Quest anno noi ragazzi di prima C, con l aiuto dell insegnante di Lettere, abbiamo deciso di comporre alcune brevi poesie per creare un atmosfera natalizia dolce e festosa. Oltre a rallegrarvi

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

La rivelazione della Parola di Dio

La rivelazione della Parola di Dio Domenica, 26 settembre 2010 La rivelazione della Parola di Dio Salmo 119:130- La rivelazione delle tue parole illumina; rende intelligenti i semplici. Apro la bocca e sospiro, per il desiderio dei tuoi

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE Cos è la fede? FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO EBREI 11:1 che si sperano SPERANZA: Aspettazione fiduciosa di qualcosa in cui

Dettagli

La maestra Stefania G.

La maestra Stefania G. A 90 anni dalla fine della 1 guerra mondiale, mi è sembrato particolarmente importante ricordare con i miei alunni di classe 3 della Scuola Primaria di Liedolo i fatti senza retorica, ma in modo chiaro

Dettagli

Novena di Natale 2015

Novena di Natale 2015 Novena di Natale 2015 io vidi, ed ecco, una porta aperta nel cielo (Apocalisse 4,1) La Porta della Misericordia Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13)

Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13) Il deserto di Tamanrasset in Algeria Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13) «Rabbì è bello per noi essere qui. Facciamo tre capanne».

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

- Siamo lontani - Andremo lontano. - Lontani - Nessuno ci avvicina

- Siamo lontani - Andremo lontano. - Lontani - Nessuno ci avvicina Voce fuori campo: Nell ora presente,noi siamo forse alla vigilia del giorno nel quale l Austri si butterà sulla Serbia e dall ora l Austria e la Germania gettandosi sui serbi e sui russi è l Europa in

Dettagli

M I S T E R I D E L D O L O R E

M I S T E R I D E L D O L O R E M I S T E R I D E L D O L O R E Mio Dio, dona a tutti, a tutti gli uomini, la conoscenza di te e la compassione dei tuoi dolori. Le rosaire. Textes de, Monastère de Chambarand, Roybon 2009, p. 27 1. L

Dettagli

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais)

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) Quando la notte scende giu devo mi fidare Mi fidare su sta luce se ci sei E se ci sei tu in

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

L'orologio. di Nello Filippetti

L'orologio. di Nello Filippetti L'orologio di Nello Filippetti E il bimbo sognava l orologio che camminava giorno e notte, il cuore di smalto fiorito che nel fiore della vita la mamma dette al babbo in segno di lei, perché traducesse

Dettagli

2 lectio di quaresima

2 lectio di quaresima 2 lectio di quaresima 2014 GESU E LA SAMARITANA Sono qui, conosco il tuo cuore, con acqua viva ti disseterò. sono io, oggi cerco te, cuore a cuore ti parlerò. Nessun male più ti colpirà il tuo Dio non

Dettagli

Ai docenti dell I.C. di Gonzaga All Albo

Ai docenti dell I.C. di Gonzaga All Albo Prot. n 232 / C 24 Gonzaga, lì 22 gennaio 2015 Ai docenti dell I.C. di Gonzaga All Albo Oggetto: giornata della Memoria. Il giorno 27 gennaio 2016, come ogni anno, ricorre l anniversario della Shoah. Si

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor!

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015 Canto d'inizio: 1 TERRA TUTTA DÀ LODE A DIO R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! 1. Servite Dio nell allegrezza, 2. Sì, il Signore

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

ADE CERCA MOGLIE. Completa. Rispondi

ADE CERCA MOGLIE. Completa. Rispondi IL DIO ADE Il dio Ade è fratello del dio Zeus. Ade è il re dei morti. Per gli antichi greci, dopo la morte, gli uomini vanno negli Inferi. Gli Inferi sono un luogo buio e triste che si trova sotto terra.

Dettagli

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi La grande quercia del bosco era molto vecchia. Nella corteccia del tronco e dei rami, i solchi lasciati dal tempo erano profondi. Non sapeva ancora quanto le

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Rudi e Gabriella. 21 giugno 2008. Chiesa SS Pietro e Paolo Biasca. Amor ogni cosa vince. Leonardo da Vinci

Rudi e Gabriella. 21 giugno 2008. Chiesa SS Pietro e Paolo Biasca. Amor ogni cosa vince. Leonardo da Vinci Rudi e Gabriella Chiesa SS Pietro e Paolo Biasca 21 giugno 2008 Amor ogni cosa vince. Leonardo da Vinci Rudi e Gabriella Belotti Via Ginnasio 2 6710 Biasca PRIMA LETTURA Cantico dei Cantici 2, 8 10.14.16a;

Dettagli

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata ISIS F.S. NITTI Palomba Chiara 2D Alice si è ora svegliata La mia storia ha inizio sei anni fa,quando ho conosciuto quello che pensavo fosse l amore della mia vita. All inizio era tutto perfetto: c era

Dettagli

SETTIMANA VOCAZIONALE PARROCCHIA M. V. ASSUNTA CERVERE ANNO 2012

SETTIMANA VOCAZIONALE PARROCCHIA M. V. ASSUNTA CERVERE ANNO 2012 SETTIMANA VOCAZIONALE PARROCCHIA M. V. ASSUNTA CERVERE ANNO 2012 2 INCONTRI PER I RAGAZZI DEL CATECHISMO + VEGLIA IN CHIESA IL SABATO SERA CON I GENITORI PRIMO INCONTRO L incontro si svolge in due tempi.

Dettagli

Per quelle che stanno per ore con i loro bambini che piangono in braccio cercando di dare loro conforto.

Per quelle che stanno per ore con i loro bambini che piangono in braccio cercando di dare loro conforto. Poesia per le mamme Questo è per le madri che stanno alzate tutta la notte tenendo in braccio i loro bambini ammalati dicendo "è tutto a posto tesoro, la mamma è qui con te". Per quelle che stanno per

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna 33 poesie una dedicata al calcio e una alla donna Salvatore Giuseppe Truglio 33 POESIE una dedicata al calcio e una alla donna www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Salvatore Giuseppe Truglio Tutti

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

(da La miniera, Fazi, 1997)

(da La miniera, Fazi, 1997) Che bello che questo tempo è come tutti gli altri tempi, che io scrivo poesie come sempre sono state scritte, che questa gatta davanti a me si sta lavando e scorre il suo tempo, nonostante sia sola, quasi

Dettagli

Anna Rinaldin Università Ca Foscari, Venezia. Aspetti dell «italiano scolastico» nei temi della scuola media

Anna Rinaldin Università Ca Foscari, Venezia. Aspetti dell «italiano scolastico» nei temi della scuola media Anna Rinaldin Università Ca Foscari, Venezia Aspetti dell «italiano scolastico» nei temi della scuola media Lettere in classe. Percorsi didattici del TFA di area letteraria della Sapienza, a cura di Paola

Dettagli

1 Premio sez. Poesia. C era una volta.

1 Premio sez. Poesia. C era una volta. 1 Premio sez. Poesia C era una volta. C era una volta una bimba adorabile ben educata e un sorriso invidiabile. Nulla le mancava, tutto poteva, una vita da sogno conduceva. C era una volta un bimbo adorabile

Dettagli

Natale Ecco che giungono i giorni di festa e la gente a comprare i regali si affretta. Il Natale sta arrivando

Natale Ecco che giungono i giorni di festa e la gente a comprare i regali si affretta. Il Natale sta arrivando A Natale C è una strana sensazione che ti fa nascere un emozione di amicizia e unità e tanta felicità. Dentro gli occhi di un bambino si vede un mondo più carino, senza guerre e disuguaglianza un mondo

Dettagli

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 I. RADUNO Inno processionale Coloro che guidano la celebrazione entrano e possono portare una Bibbia, una candela e del sale Indirizzo

Dettagli

preghiere Associazione Ragazzi del Cielo guardando di la

preghiere Associazione Ragazzi del Cielo guardando di la preghiere Associazione Ragazzi del Cielo Ragazzi della Terra 1 guardando di la Madre di tutte le madri Vergine Maria, madre di tutti i figli, madre di tutte le madri e di tutti i padri. Noi, famiglie dei

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli