INVITO DISCIPLINARE CON EVIDENZIATI IN GIALLO GLI ERRORI E IN AZZURRO LE CORREZIONI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INVITO DISCIPLINARE CON EVIDENZIATI IN GIALLO GLI ERRORI E IN AZZURRO LE CORREZIONI"

Transcript

1 Errata Corrige A seguito di segnalazioni e dopo riscontro sugli atti si comunicano le seguenti correzioni ad alcuni errori presenti sull invito-disciplinare: 1) pagina 2 - all ultimo capoverso dell art. 1 Disposizioni preliminari:riferimenti al bando di gara la parola art. 28 viene sostituita da art. 37 ; 2) pagina 3 - all art. 3 Modalità di presentazione dell offerta alla quarta riga del punto 3 della busta A- Documenti amministrativi, dopo la parola obbligatoriamente viene aggiunta la parola essere; 3) pagina 5 all art. 3 Modalità di presentazione dell offerta - punto Busta C Offerta Economica - lettera C1 1 alinea la frase dei due comuni è sostituita con la seguente dei cinque comuni ; 4) pagina 5 - all ultimo capoverso dell art. 3 Modalità di presentazione dell offerta le parole ore 12:00 sono sostituite da ore ; 5) pagina 5 il titolo dell art. Art. 3 criteri di aggiudicazione è sostituito con. Art 3bis criteri di aggiudicazione 6) pagina 10 - all art. 7 Documentazione la frase su c/c/p n. intestato a Tesoreria Comunale Monteprandone con la causale diritti per documentazione gara è sostituita dalla seguente frase su c/c/p n intestato a Comune di Monteprandone Tesoreria, con la causale diritti per documentazione gara distribuzione gas Allo scopo per maggior chiarezza si pubblica di seguito l invito disciplinare debitamente corretto INVITO DISCIPLINARE CON EVIDENZIATI IN GIALLO GLI ERRORI E IN AZZURRO LE CORREZIONI Monteprandone Monsampolo del Tronto Spinetoli Colli del Tronto Castorano Raccomandata a.r. Prot Spett.le

2 Oggetto: PROCEDURA RISTRETTA per l affidamento in concessione del servizio di distribuzione del gas naturale nei territori dei Comuni Monteprandone, Monsampolo del Tronto, Spinetoli, Colli del Tronto e Castorano. Codice CIG C Codesta ditta, fermi restando i requisiti di ammissibilità, è invitata a presentare la propria miglior offerta per l aggiudicazione del pubblico servizio di distribuzione del gas metano nei territori dei Comuni Monteprandone, Monsampolo del Tronto, Spinetoli, Colli del Tronto e Castorano nel rispetto di quanto previsto nel bando di gara e nel presente disciplinare. Il termine ultimo per la ricezione delle offerte è stabilito alle ore del giorno 7 ottobre La prima seduta della Commissione di Gara avverrà in data 24 ottobre 2011 alle ore e sarà effettuata presso: il Comune di Monteprandone (Comune Capofila), Piazza dell Aquila, n. 1 4 Settore Assetto del Territorio Attività Produttive Tutela Ambientale Art. 1 DISPOSIZIONI PRELIMINARI: RIFERIMENTI AL BANDO DI GARA Il bando di gara è stato pubblicato: nella Gazzetta Ufficiale della Comunità Europea 23 in data ; nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana Serire Speciale n. 16 del ; sul profilo del committente in data ; sul sito informatico del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti; per estratto sui seguenti giornali: Messsaggero Marche, Corriere Adriatico e Italia Oggi. Ente Affidante L Ente affidante è il Comune di Monteprandone in qualità di Comune capofila in esecuzione della delibera del Consiglio Comunale n. 2/2011, della convenzione di funzioni del e della determinazione del Responsabile del 4 Settore R.G. n. 20/2011 Riferimenti Comune di Monteprandone, Piazza dell Aquila n. 1 CAP 63076, Ascoli Piceno Settore Assetto del Territorio Attività Produttive Tutela Ambientale Sito internet: P.IVA Responsabile del procedimento: Giuseppe Morelli tel. 0735/710929, fax 0735/710950, Oggetto della procedura Oggetto della procedura è l affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale in tutti i territori dei seguenti Comuni della Provincia di Ascoli Piceno: Monteprandone, Monsampolo del Tronto, Spinetoli, Colli del Tronto e Castorano. Il servizio pubblico oggetto della presente procedura consiste nel trasporto di gas naturale attraverso gasdotti locali per la consegna ai clienti e si articola in una serie di attività di seguito quali : a) manutenzione ordinaria; b) manutenzione straordinaria; c) rinnovo, sviluppo e potenziamento degli impianti di distribuzione; d) allacciamento dei clienti finali alla rete gas e attività connesse; e) attività di misura; f) servizio di pronto intervento. L attività di distribuzione del gas naturale avverrà attraverso gli impianti esistenti e quelli che verranno realizzati nel corso dell affidamento. Il finanziamento dei costi per tutte le attività oggetto di affidamento è a totale carico del Gestore. Il solo compenso spettante all aggiudicatario per l espletamento del servizio è rappresentato dai proventi, posti a carico degli utenti, derivanti dalla gestione del servizio di distribuzione applicando le tariffe approvate da AEEG, dagli eventuali contributi di allaccio, dai ricavi per prestazioni varie connesse al servizio di distribuzione stesso. Nessun onere potrà essere chiesto o posto a carico dei Comuni affidanti. Pertanto, la progettazione e la realizzazione delle opere e degli impianti di distribuzione del gas, strumentali all espletamento del servizio stesso secondo gli obblighi previsti nel CONTRATTO DI SERVIZIO, saranno effettuate a cura e spese del Gestore, senza alcun contributo da parte dell Ente affidante ovvero dei singoli Comuni associati. Invece, saranno finanziate dai singoli Comuni o dagli utenti, e realizzate dal Gestore, le sole opere di manutenzione straordinaria e di estendimento di rete che vengano esplicitamente richieste dai singoli Comuni o dagli utenti nel corso del periodo di affidamento del servizio e non siano comprese negli obblighi previsti nel CONTRATTO DI SERVIZIO.

3 Alla scadenza del periodo di affidamento del servizio, le infrastrutture di rete e gli impianti realizzati dal Gestore saranno trasferiti, secondo le modalità e i criteri stabiliti nell art del CONTRATTO DI SERVIZIO, ai singoli Comuni associati ognuno per la parte di competenza del proprio territorio. Art. 2 IMPORTO CONTRATTUALE RIMBORSO VALORE RESIDUO INDUSTRIALE DEGLI IMPIANTI CANONE DI CONCESSIONE L importo dell affidamento è assunto pari al valore del vincolo ai ricavi ammessi dei singoli Comuni, come da tabella allegata A1, (art. 26 della deliberazione di AEEG 159/08) per l anno 2009 (tariffa dei servizi di distribuzione e misura deliberazione di AEEG 195/2010) per la durata dell affidamento, stimato complessivamente in ,52 euro IVA esclusa ( ,71 * 12 anni) Il valore contrattuale sarà invece pari al canone offerto per il primo anno di affidamento per la durata dell affidamento. N.B. a pena di esclusione tale canone non potrà essere in alcun caso inferiore al 35% del VRT complessivo L importo per la liquidazione del Gestore Uscente, previsto all art. 14 comma 8 del D.Lgs 164/00, di cui al punto 7.1 del Bando di gara, è quantificato in ,45; Il Canone annuo di concessione dovrà essere corrisposto ai singoli comuni nel seguente modo a). annualmente, in due rate semestrali di pari importo. La rata relativa al primo semestre dovrà essere pagata entro il 15 luglio dell anno di riferimento La rata relativa al secondo semestre dovrà essere pagata entro il 15 gennaio dell anno successivo. Qualora entro le date di scadenza non siano disponibili i dati del VRT relativi al periodo di riferimento, verrà versato un importo pari a quello della rata del corrispondente semestre dell anno precedente. Le parti effettueranno il conguaglio appena i dati relativi al periodo in oggetto saranno disponibili; b). contestualmente alla sottoscrizione del contratto di servizio i Comuni anche in forma singola potranno richiedere all aggiudicatario un anticipazione del canone fino alla concorrenza massima del 20% della percentuale offerta in sede di gara moltiplicato gli anni o frazioni di anni decorrenti dalla data richiesta e fino alla scadenza della concessione. Nel qual caso in sede di versamento delle rate semestrali del canone di concessione le stesse saranno decurtate di un importo pari a 1/12 della somma di cui all anticipazione concessa rivalutata al tasso di interesse pari a quello praticato dalla Cassa Depositi e Prestiti, alla data della richiesta, per i mutui ventennali a tasso fisso. (art. 7.2 del bando di gara). In caso di mancato adempimento da parte del Gestore circa il versamento delle anticipazioni di cui sopra anche solo ad un singolo comune entro il termine di 90 giorni dalla richiesta, il contratto sarà risolto di diritto per tutti i comuni coinvolti nella concessione Art. 3 MODALITA DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA Codesta Impresa per partecipare alla gara dovrà far pervenire all Ufficio Protocollo del Comune di Monteprandone (AP), Piazza dell Aquila n. 1, il plico contenente l offerta, in busta chiusa sigillata con ceralacca e controfirmata sui lembi di chiusura. Il plico dovrà: riportare l indicazione del mittente e il suo recapito; essere indirizzato al Comune Monteprandone (AP), Piazza dell Aquila n. 1 - C.A.P ; riportare la seguente dicitura, che esplicita l oggetto della gara: Offerta relativa alla gara per l affidamento del servizio pubblico di distribuzione del gas metano nei territori dei Comuni Monteprandone, Monsampolo del Tronto, Spinetoli, Colli del Tronto e Castorano essere recapitato, a mezzo di raccomandata postale, recapito autorizzato, servizio di posta celere, o mediante consegna diretta, entro le ore 14:00 del giorno 07 ottobre 2011 contenere tre BUSTE separate, a loro volta sigillate con ceralacca e firmate sui lembi di chiusura, riportanti sul frontespizio il nominativo dell Impresa/Società offerente e il suo recapito, l oggetto della gara e il relativo contenuto come di seguito indicato: Busta A - DOCUMENTI AMMINISTRATIVI. Tale busta dovrà contenere a pena di esclusione quanto segue: 1. dichiarazione sostitutiva, come da facsimile allegato A2 sottoscritta dal Legale Rappresentante, in cui la Ditta partecipante attesti: 1a) che non sono intervenute variazioni in ordine ai requisiti il cui possesso sia stato dichiarato all atto della domanda di partecipazione alla gara (qualora siano intervenute delle variazioni, dovrà essere presentata idonea documentazione; ove le variazioni siano tali da non soddisfare i requisiti minimi richiesti per essere inviatati alla gara, si procederà all esclusione del concorrente);

4 1b) di obbligarsi ad attuare a favore dei lavoratori e, se Cooperativa, anche dei Soci, condizioni normative non inferiori a quelle risultanti dai contratti di lavoro collettivi e dagli accordi locali integrativi degli stessi, vigenti alla data dell offerta; 1c) di aver preso piena e perfetta conoscenza di tutte le condizioni generali e particolari che possano aver influito sulla determinazione dell offerta o che potrebbero influire in futuro sull esecuzione delle opere e sullo svolgimento del servizio; 1d) di accettare tutti i termini, le prescrizioni e le disposizioni di gara e dei documenti che compongono la lex specialis di gara; 1e) di aver tenuto conto, nella predisposizione dell offerta, degli obblighi relativi alle disposizioni di sicurezza e protezione del lavoro; 1f) di mantenere valida e vincolante l offerta per un periodo minimo di 365 trecentosessantacinque) giorni dalla data di presentazione della stessa; 1g) di non trovarsi in situazioni di controllo o collegamento con alcun altro soggetto partecipante alla gara 1h) di impegnarsi a versare al gestore uscente, ai sensi dell art. 14, commi 8, del D.lgs 164/2000, il valore residuo determinato al in Euro ,45 (art. 7.1 del bando di gara) 1i) di impegnarsi ad assumere il personale impiegato nella gestione del servizio dal gestore uscente (art. 9 del bando di gara); 1j) di impegnarsi a versare all ente concedente la somma di Euro ,00, quale rimborso spese (predisposizione atti, pubblicazione, RUP, commissione di gara ecc) per la procedura di gara (art. 8 del bando di gara) 2. dichiarazione come da modello allegato A3 con la quale, pena l esclusione dalla gara, il legale rappresentante di ogni impresa concorrente alla gara e di ogni partecipante ad un raggruppamento temporaneo di imprese e consorzio ordinario concorrente, si impegna a rispettare l'obbligo di cui agli articoli 2, 3, e 4, comma 1, del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 21 aprile attestazione rilasciata dal Responsabile del Procedimento dalla quale risulti che l'impresa, nella persona del legale rappresentante, del Direttore Tecnico, o di tecnico esplicitamente delegato, abbia effettuato il sopralluogo sul posto dove debbono eseguirsi i lavori. A tal fine detti sopralluoghi dovranno obbligatoriamente essere richiesti con istanza via fax o al Responsabile del Procedimento non oltre 20 giorni prima dalla scadenza fissata per la ricezione delle offerte. La data del sopralluogo verrà successivamente comunicata dal Responsabile del Procedimento mediante convocazione secondo l ordine cronologico di ricezione delle relative richieste. 4. Certificato di vigenza rilasciato dalla competente CCIAA in data non anteriore al 90 giorno dalla presentazione 5. Copia conforme dei bilanci degli ultimi 3 anni (preferibilmente espressi in forma sintetica), o comunque di quelli esistenti dalla data di costituzione della società (se quest ultima esiste da meno di tre anni), corredati dalle relative note di deposito; 6. Cauzione provvisoria per l importo di ,45 mediante fideiussione bancaria o polizza fidejussoria, per la durata di 365 giorni decorrenti dalla data di scadenza di presentazione dell offerta La cauzione provvisoria dovrà riportare, in conformità all art. 75 comma 4 del D.Lgs. 163/06, la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all eccezione di cui all art comma 2 c.c., nonché l operatività della garanzia a semplice richiesta scritta dell Ente entro 15 giorni dalla richiesta. In ogni caso la cauzione dovrà essere corredata dall impegno di un fideiussore (banca, assicurazione) a rilasciare garanzia fideiussoria definitiva in caso di aggiudicazione. 7. originale del versamento, ovvero fotocopia della ricevuta del versamento, se non già depositata in sede di richiesta di partecipazione, del contributo dovuto all Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici, in attuazione dell Art. 1, commi 65 e 67 della Legge n 266/2005, dell importo di. 500,00, corredata da dichiarazione di autenticità. La causale del versamento dovrà riportare il seguente codice identificativo del procedimento attribuito dall Autorità citata (CIG): C. Non saranno accettati versamenti successivi alla data di presentazione dell offerta, per cui la mancanza di tale ricevuta comporterà l esclusione dalla gara. In caso di ATI, costituita o non ancora costituita, il versamento è a carico della capogruppo A pena di esclusione dalla gara, la sottoscrizione del Legale Rappresentante, ai sensi e per gli effetti delle disposizioni di cui al D.P.R. n. 445/2000, dovrà essere accompagnata da una fotocopia di un documento di identità del sottoscrittore o, in alternativa, dovrà essere debitamente autenticata. Nel caso di Associazioni Temporanee di imprese, le dichiarazioni di cui al punto 1 dovranno essere presentate da tutte le imprese, così come la documentazione di cui ai punti 3 e 4. La cauzione di cui al punto 6 dovrà essere presentata unicamente dalla capogruppo.

5 Busta B - OFFERTA TECNICA. Tale busta dovrà contenere a pena di esclusione quanto segue: B1. Piano industriale costituito da un progetto definitivo degli interventi per la ristrutturazione, potenziamento e adeguamento alle norme vigenti dell impianto di distribuzione gas metano dei territori dei singoli Comuni nonché dalla descrizione dettagliata delle opere di messa a norma e riqualificazione impianti che il partecipante riterrà di offrire, oltre ad eventuali interventi di innovazione tecnologica e tutela ambientale. In tale progetto, dovranno essere esplicati chiaramente i seguenti punti: - dettagliata descrizione e individuazione di ogni singolo intervento, del materiale e delle apparecchiature impiegate e il tipo di lavorazione prevista; - giustificazione dei diametri adottati per eventuali estendimenti di reti dalla 4 alla 7 specie esistenti e futuri, al fine di valutare la sostenibilità tecnica degli interventi; - entità, validità e attendibilità delle soluzioni tecniche progettuali adottate, con riferimenti alle soluzioni che implicano migliori servizi e economie per gli utenti e minori disagi ai cittadini, ovvero innovazioni tecnologiche o di tutela ambientale, ; - termini entro i quali saranno realizzati gli interventi. Tal progetto dovrà contenere i seguenti elaborati: Relazione tecnica generale; Capitolato Speciale completo di tutte le lavorazioni che potranno essere richieste anche nel corso della gestione; Computo metrico degli interventi richiesti nel piano industriale e computo separato delle eventuali migliorie proposte, escludendo qualsiasi valutazione economica; Disegni illustrativi; Particolari costruttivi; Esso diverrà parte integrante del Contratto di servizio e il relativo Capitolato Speciale verrà adottato anche per tutti i lavori realizzati in seguito nel corso della gestione. Le norme di Capitolato non dovranno essere in contrasto con la normativa degli scavi allegata, nonché con tutti i gli altri documenti di gara. B2. Elaborato Cronoprogramma riassuntivo della realizzazione degli interventi contenuti nel piano industriale, con decorrenza dalla data di stipula del contratto di servizio. B3. Quadro riepilogativo degli standard di sicurezza e continuità del servizio che il Gestore si impegna ad osservare nel medesimo esercizio, con riferimento alla Deliberazione dell Autorità per l energia n 168/04, 158/05, 120/08 e s.m.i; B4. Relazione tecnica, con allegato Regolamento d Utenza, contenente le modalità operative di gestione del servizio di distribuzione, con evidenziate le disposizioni relative alla sicurezza e alla continuità del servizio e agli Standards qualitativi, con indicati gli scostamenti migliorativi, rispetto a quelli fissati dall AEEG e precisamente riguardo: - al pronto intervento tempo massimo della chiamata; - alla ricerca sistematica delle fughe delle reti M.P. % annua controllata rete B.P. % annua controllata All interno della Busta B non dovrà comparire, a pena di esclusione, alcun riferimento che possa ricondurre a valori economici di offerta (quali calcolo sommario della spesa, quadro economico, piano finanziario, importo offerto per le attività promozionali,etc.) Tutta la documentazione dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante dell Impresa Busta C - OFFERTA ECONOMICA. Tale busta dovrà contenere a pena di esclusione quanto segue: C1. Allegato A4 debitamente compilato su carta bollata e sottoscritto dal legale rappresentante dell offerente, riportante i seguenti dati Canone annuo riconosciuto all ente concedente espresso come percentuale unica, valutata sui VRT annui di tutti i comuni, (vale a dire la somma dei VRT annui dei due cinque comuni sopra elencati titolo di corrispettivo annuo per la gestione dell impianto di cui all art. 3 del contratto di servizio, riferito all anno 2009 e rivalutato annualmente in base alle prescrizioni del medesimo articolo. il valore patrimoniale residuo degli ammortamenti, riferito agli investimenti compresi nel piano industriale, che dovrà essere riconosciuto dai Comuni al Gestore al termine dell affidamento, sulla base del relativo piano degli ammortamenti allegato; il valore, espresso in percentuale, patrimoniale residuo, al termine del contratto di gestione, relativo all importo, previsto all art. 14 comma 8 del D.Lgs 164/00, di ,45 versato per la liquidazione dell attuale Gestore Uscente; ribasso percentuale su prezzi di cui all allegato A) del Contratto di servizio

6 C2. Piano degli Ammortamenti riportante l importo residuo dell indennizzo dovuto al Gestore Uscente e riferito al termine dell affidamento di anni 12. C3. Dettagliato piano economico finanziario dell investimento e della gestione dei servizi connessi alla concessione, con legato Piano degli Ammortamenti riportante il valore residuo degli investimenti richiesti nel piano industriale al termine dell affidamento di anni 12. Si ribadisce che tutti i plichi, sia quello esterno, sia i tre interni, dovranno essere debitamente sigillati con ceralacca e controfirmati da un rappresentante dell impresa concorrente su tutti i lembi. Non verranno ammesse alla gara quelle offerte che non siano conformi alle suddette norme di presentazione o che rechino abrasioni o correzioni. Non sarà valida l offerta pervenuta o presentata all Ufficio Protocollo del Comune di Monteprandone oltre il termine stabilito, anche se sostitutiva o aggiuntiva di altra offerta precedente. Non saranno ammesse offerte condizionate o formulate in modo indeterminato. Il termine di presentazione dell offerta è perentorio. Pertanto, non sarà presa in esame l offerta che, per qualsiasi motivo, perverrà oltre le ore 12: del giorno 07 ottobre Il tempestivo recapito del plico a mezzo del servizio postale è ad esclusivo rischio del mittente o del vettore. Art. 3 3Bis CRITERI DI AGGIUDICAZIONE L affidamento del servizio verrà disposto sulla base dell offerta economicamente più vantaggiosa relativamente ai termini dei parametri economici e degli altri previsti dall art.14 - comma 6 del D.Lgs n. 164/2000, tramite applicazione degli elementi di valutazione, e relativi pesi ponderali massimi, di seguito esposti: A. Condizioni economiche Totale Max Punti 65 A1. Canone annuo per l affidamento del servizio. Peso ponderale max 45 L importo del corrispettivo annuo, a favore dei Comuni, la cui entità è determinata in base all offerta percentuale sul VRT complessivo di ,71, dato dalla somma del VRT dei Comuni associati come da tabella dati gestionali allegata desunti dalla sommatoria di tutti i ricavi espressi in /pdr/anno di cui alle Deliberazioni AEEG/gas 159/08 ARG/gas 195/10. L offerta economica migliore riceverà il punteggio massimo. Per l attribuzione del punteggio alle altre offerte verrà applicata la seguente formula: punteggio attribuito al concorrente = Pmax [(Pmax x 0,3) x (%Om %Oc) / %Om Dove: Pmax = punteggio massimo assegnabile (45); 0,3 = indice correttivo; %Om = percentuale dell offerta migliore; %Oc = percentuale offerta del concorrente. Non sono ammesse offerte con percentuali inferiori al 35% del VRT, per cui il corrispettivo minimo garantito complessivo per tutti i Comuni (che può essere assimilato all importo a base d asta) ammonta a ,45 (cinquecentotredicimilasettecentocinquantacinquemila/45). I Comuni anche in forma singola, potranno richiedere al nuovo gestore, all atto della firma del contratto, oppure nel corso della concessione anticipazioni del canone fino alla concorrenza massima del 20% della percentuale offerta in sede di gara moltiplicato gli anni o frazioni di anni decorrenti dalla data richiesta e fino alla scadenza della concessione. In tali casi i Comuni riconosceranno al gestore un tasso di interesse pari a quello praticato dalla Cassa Depositi e Prestiti, alla data della richiesta, per i mutui ventennali a tasso fisso. In caso di mancato adempimento da parte del Gestore circa il versamento delle anticipazioni di cui sopra anche solo ad un singolo comune entro il termine di 90 giorni dalla richiesta, il contratto sarà risolto di diritto per tutti i comuni coinvolti nella concessione. L importo del vincolo dei ricavi, riferito al Gestore uscente, è stato calcolato sulla base di tutte le componenti che concorrono a determinare il vincolo complessivo dei ricavi espresso in Euro/PDR: t CEN capex; t DIS capex; t DIS opex; t MIS capex; t INS opex: t RAC opex; t COT. Pertanto la percentuale offerta in sede di gara sarà applicata a tutte le componenti prima elencate per determinare il corrispettivo annuo da versare ad ogni singolo comune. Tenuto altresì conto che due componenti (t CEN capex e t DIS opex) sono riferite alle Società di distribuzione e variano se cambia il Gestore, la percentuale offerta in sede di gara, per tali componenti, sarà applicata ai valori propri della Società che risulterà aggiudicataria. A2. Valore patrimoniale residuo degli investimenti compresi nel piano industriale. Peso ponderale max 8; Corrisponde all ammontare del valore patrimoniale residuo degli investimenti compresi nel piano industriale da riconoscere al gestore al termine dei 12 anni di affidamento, sulla base delle risultanze del piano degli ammortamenti da allegare all offerta economica. L offerta economica migliore, riportante il valore residuo più basso, riceverà il punteggio massimo. Per l attribuzione del punteggio alle altre offerte verrà applicata la seguente formula: punteggio attribuito al concorrente = Pmax x [ 1 - ( Vc - Vmin) / (Vmin + Vmax)]. Dove:

7 Pmax = punteggio massimo assegnabile (8); Vc = valore importo residuo offerto dal concorrente; Vmin = valore importo residuo minimo offerto; Vmax = valore importo residuo massimo offerto A3. Valore patrimoniale residuo, al termine del contratto di gestione, relativo all importo, previsto all art. 14 comma 8 del D.Lgs 164/00, versato per la liquidazione dell attuale Gestore Uscente. Peso ponderale max 8; Corrisponde ad una percentuale sull ammontare del valore patrimoniale residuo ( ,45) versato all attuale gestore uscente ai sensi dell art. 14, comma 8, D.Lgs. 164/2000. L offerta economica migliore, riportante il valore residuo più basso, riceverà il punteggio massimo. Per l attribuzione del punteggio alle altre offerte verrà applicata la seguente formula: punteggio attribuito al concorrente = Pmax x [ 1 - ( Vc - Vmin) / (Vmin + Vmax)]. Dove: Pmax = punteggio massimo assegnabile (8); Vc = valore percentuale importo residuo offerto dal concorrente; Vmin = valore percentuale importo residuo minimo offerto; Vmax = valore percentuale importo residuo massimo offerto A4. Ribasso percentuale su prezzi di cui all allegato A) del Contratto di servizio. Peso ponderale max 4 Si tratta di prezzi per i nuovi allacciamenti alle utenze, nonché da applicare per le eventuali ed ulteriori opere da realizzare successivamente, nel corso della gestione, che diverranno necessarie o che saranno richieste; L offerta economica migliore riceverà il punteggio massimo. Per l attribuzione del punteggio alle altre offerte verrà applicata la seguente formula: punteggio attribuito al concorrente = Pmax [(Pmax x 0,5) x (%Om %Oc) / %Om]. Dove: Pmax = punteggio massimo assegnabile (9); 0,5 = indice correttivo (percentuale di ribasso); %Om = percentuale dell offerta migliore; %Oc = percentuale offerta dal concorrente. Non sono ammesse offerte in aumento. Nota Bene L offerta economica dovrà essere corredata dalla seguente documentazione, come indicato anche in calce al modello offerta allegato: 1. Piano degli Ammortamenti riportante l importo residuo dell indennizzo dovuto al Gestore Uscente e riferito al termine dell affidamento di anni Piano degli Ammortamenti riportante il valore residuo degli investimenti richiesti nel piano industriale al termine dell affidamento di anni 12. B. Offerta Tecnica Totale Max Punti 35 B1. Qualità del progetto per la realizzazione degli investimenti richiesti dal piano industriale. Peso ponderale max punti 20 così ripartiti B1.1 Reti di trasporto e distribuzione punti 6 B1.2 Cabina principale REMI punti 4 B1.3 Cabine di zona (GRF GRI GRU) punti 3 B1.4 Impianto di protezione catodica punti 2 B1.5 Punti fissi di misura punti 1 B1.6 Ammodernamenti tecnologici/telecontrolli punti 3 B1.7 Odorizzazione del gas punti 1 Con riferimento al piano industriale degli investimenti, allegato alla documentazione dell appalto, rappresentante le linee guida per l offerta tecnica e nel quale sono individuati e descritti per sommi capi tutti gli interventi richiesti, per l attribuzione dei punteggi saranno valutati i progetti definitivi presentati dai concorrenti, ed in particolare: 1) La completezza del progetto presentato, con riferimento alla dettagliata descrizione, individuazione e chiarezza di ogni singolo intervento, del materiale e delle apparecchiature impiegate e del tipo di lavorazione prevista; 2) La validità e l attendibilità delle soluzioni tecniche progettuali adottate; 3) Le migliorie rispetto alle specifiche degli interventi richiesti dal piano industriale. Non saranno considerati interventi aggiuntivi al piano industriale sopra richiamato, ma potranno essere accolte solo eventuali migliorie rispetto alle specifiche degli investimenti richiesti nel piano allegato. Eventuali interventi aggiuntivi al piano industriale, ed opere giudicate non prioritarie o la cui utilità non sia adeguatamente dimostrata, non verranno considerate nell attribuzione del punteggio.

8 Il finanziamento di tutte le opere previste nel piano industriale sarà a completo carico della Società aggiudicataria. Tali opere saranno devolute ai Comuni alla scadenza del contratto a fronte di un compenso corrispondente al valore residuo risultante del piano degli ammortamenti allegato all offerta economica che sarà versato dal gestore subentrante. Per l attribuzione del punteggio relativo alla qualità dell offerta non avrà rilevanza e non è richiesto il costo complessivo dei lavori. Verranno esclusivamente valutati gli aspetti tecnico-progettuali di cui ai punti 1), 2) e 3) di cui sopra, ai quali la Commissione giudicatrice attribuirà, a proprio insindacabile giudizio, punteggi a seguito di valutazione comparativa delle proposte progettuali presentate. Potrebbe pertanto verificarsi che al miglior progetto presentato non venga attribuito il massimo punteggio, così come al peggior progetto venga attribuito punteggio zero. B2. Tempi di realizzazione delle opere comprese nel Piano Industriale, a decorrere dalla data di stipula del contratto di servizio. Peso ponderale max 3 ; Per l attribuzione del punteggio relativo ai tempi di realizzazione di tutti gli interventi, di cui all offerta qualitativa di cui sopra, si procederà come segue: L offerta che conterrà il minor tempo per l ultimazione di tutti gli interventi contenuti nel piano industriale, a decorrere dalla data di stipula del contratto di servizio, riceverà il punteggio massimo. Per l attribuzione del punteggio alle altre offerte verrà applicata la seguente formula: punteggio attribuito al concorrente = Pmax [(Pmax x 0,5) x (Tc Tm) / Tc]. dove: Pmax = punteggio massimo assegnabile (3); 0,5 = indice correttivo; Tc = tempo valutato in mesi offerto dal concorrente; Tm = tempo valutato in mesi dell offerta migliore. Le offerte con tempi di realizzazione inferiori a 6 mesi, dalla stipula del contratto, riceveranno lo stesso punteggio massimo assegnabile ad un offerta con tempi di realizzazione pari a 6 mesi. Non sono ammesse offerte con tempi di realizzazione superiori a 72 mesi. A tali offerte non verrà attribuito alcun punteggio, ovvero verranno assegnati 0 (zero) punti così come alle offerte che indicheranno date di decorrenza dei tempi diverse da quella di sottoscrizione del contratto di servizio. B3. Qualità del servizio Peso ponderale max 6 così ripartiti: B.3.1 max punti 2 da assegnare ai livelli specifici di qualità Relativamente ai livelli specifici di qualità commerciale del servizio di distribuzione verranno considerati gli standard qualitativi proposti dalle Ditte concorrenti. Saranno valutati gli eventuali scostamenti migliorativi, entro determinati limiti di fattibilità e attendibilità, rispetto a quelli fissati dall Autorità per l energia, come determinati con la Deliberazione n 168/2004 e 120/08 e successive integrazioni e modificazioni. Il punteggio relativo ai livelli specifici di qualità commerciale verrà attribuito come indicato nel seguente quadro senza applicare proporzioni all interno degli intervalli temporali assunti: INDICATORE Tempo Massimo in giorni Tempo Massimo in giorni Tempo Massimo in giorni Preventivazioni lavori semplici <=5 Esecuzione lavori semplici <=5 attivazione fornitura <=5 Disattivazione fornitura <=2 Riattivazione fornitura <=0.5 Fascia massima puntualità 0, >5<=10 >5<=7 >5<=7 >2<=3 B.3.2. max punti 1 da assegnare per incrementi degli indennizzi automatici Relativamente agli incrementi degli indennizzi automatici base per mancato rispetto di tutti i livelli specifici di qualità indicati dall Autorità verrà assegnato un punteggio di punti per ogni 1% di incremento offerto sull importo base dell AEEG, fino ad un massimo di 1 punto corrispondente ad un incremento del 200%. B.3.3 max punti 3 da assegnare al servizio assistenza clienti finali. Per l assistenza ai clienti finali nell espletamento delle procedure necessarie all attivazione della fornitura comprese indicazioni circa le attività di distribuzione del gas con personale tecnico amministrativo specializzato presso lo sportello verranno assegnati fino ad un massimo di tre punti da attribuirsi come di seguito senza applicare proporzioni all interno degli intervalli assunti: presenza di un tecnico amministrativo specializzato a disposizione dei clienti finali presso n. 2 sportelli da aprirsi nelle località stabilite dai Comuni in sede di firma dei contratti servizio >10 0 >7 0 >7 0 >

9 - per 8 ore / settimana complessive Punti: per 16 ore / settimana Punti: per 24 ore / settimana Punti 3.0 B4. Sicurezza e continuità del servizio Peso ponderale max 6 così ripartiti; B.4.1. al servizio di pronto intervento tempo massimo di arrivo sul luogo della chiamata peso ponderale max 2 punti ; B.4.2. alla ricerca sistematica delle fughe dalle reti: A.P.e M.P., % annua sottoposta a ispezione; peso ponderale max 2 punti; B.4.3. alla ricerca sistematica delle fughe dalle reti: B.P., % annua sottoposta a ispezione; peso ponderale max 2 punti; Il punteggio verrà attribuito come indicato nel seguente quadro senza applicare proporzioni all interno degli intervalli assunti. INDICATORE SICUREZZA Tempo o % Tempo Massimo in minuti di arrivo sul luogo di chiamata <20 % Rete A.P. e M.P. controllata ogni anno 100 % Rete B.P. controllata ogni anno Tempo o % >20<40 =>50<100 =>50< Tempo o % =>40 0 <50 0 <50 0 Art. 4 MODALITA DI AGGIUDICAZIONE La valutazione e comparazione delle offerte sarà effettuata da una Commissione giudicatrice all uopo insediata e composta da n 5 membri, più un Segretario verbalizzante, nominati dal Responsabile del Procedimento dopo la scadenza del termine ultimo per la ricezione delle offerte Nel corso della prima seduta, fissata per il giorno 24 ottobre 2011 alle ore alla quale potranno presenziare i legali rappresentanti delle società concorrenti, o propri delegati muniti di delega a firma del legale rappresentante, la Commissione procederà all apertura dei plichi regolarmente pervenuti, alla verifica della regolarità e del sigillo delle buste ivi contenute, all apertura della busta n 1 contenente la documentazione per l ammissione alla gara, alla verifica della regolarità della documentazione prodotta, all accertamento dei requisiti soggettivi e tecnico - economici previsti, alla proclamazione dei concorrenti ammessi. In una seconda seduta riservata la Commissione procederà alla fissazione del successivo calendario dei lavori, aprirà la busta n 2, ed esaminata l offerta tecnica qualitativa, procederà anche in successive sedute riservate all assegnazione dei relativi punteggi. Infine, nel corso di una ulteriore seduta pubblica, la cui data verrà comunicata ai concorrenti a mezzo fax o tramite internet sul sito dei Comuni, con anticipo di almeno 5 gg., la Commissione comunicherà ai presenti il punteggio parziale attribuito ad ogni concorrente per le offerte di cui alla busta n 2, quindi procederà all apertura della busta n 3 contenente l offerta economica, alla verifica della documentazione contenuta in eventuali buste inerenti le situazioni di controllo di cui all Art del Codice Civile, all eventuale esclusione di concorrenti, all assegnazione dei relativi punteggi e a stilare la graduatoria provvisoria di cui sarà data lettura ai presenti. Sarà la somma dei punteggi assegnati agli elementi di valutazione prima indicati a determinare il punteggio totale di ogni offerta. Il punteggio massimo rappresenterà l offerta più vantaggiosa. In caso di parità di offerte verrà prescelta la concorrente che offrirà il migliore ulteriore aumento del corrispettivo annuo, ed in caso di ulteriore parità si procederà al sorteggio. La graduatoria con i relativi verbali verrà quindi inoltrata, da parte della Commissione, al Responsabile del Procedimento che procederà all aggiudicazione definitiva. Il contratto conterrà le clausole previste nello schema di contratto di servizio, salvo l importo del corrispettivo annuo e ribasso su elenco prezzi che verrà adeguato in relazione all offerta della Ditta vincitrice della gara. Art. 5 OFFERTE ANOMALE Per l individuazione delle offerte anomale verrà applicata la procedura prevista dall articolo 86 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. e per i criteri di verifica e di esclusione, delle offerte anormalmente basse, si farà riferimento agli articoli 87 e 88 dello stesso D.Lgs.

10 La Stazione Appaltante valuterà obbligatoriamente la congruità delle offerte in relazione alle quali sia i punti relativi all offerta economica, sia i punti afferenti l offerta tecnica e qualitativa siano entrambi pari o superiori ai 4/5 (quattro quinti) dei corrispondenti punti massimi previsti nel bando di gara, ossia: OFFERTA ECONOMICA (max. punti 65); 4/5 = pari o superiore a punti 52 assegnati. OFFERTA TECNICA QUALITATIVA (max. punti 35); 4/5 = pari o superiore a punti 28 assegnati. In ogni caso la Stazione Appaltante valuterà la congruità di ogni altra offerta che, in base ad elementi specifici, appaia anomala. Art. 6 ONERI A CARICO DELLA DITTA AGGIUDICATARIA La ditta aggiudicataria, oltre a quanto previsto dal contratto di servizio, sarà tenuta a: a versare al Comune di Monteprandone (Comune capofila) all atto della sottoscrizione del verbale di consegna degli impianti l importo per la liquidazione del Gestore Uscente, previsto all Art. 14 comma 8 del D.Lgs 164/00, di cui al punto 7.1 del Bando di gara, pari ad ,45 + IVA; a versare al Comune di Monteprandone (Comune capofila) all atto della stipula del contratto di servizio, la somma di ,00, a titolo rimborso spese ed oneri di gara a versare ad ogni singolo Comune il corrispettivo annuale per l affidamento del servizio, nella misura offerta in sede di gara; a corrispondere annualmente ai singoli comuni una somma totale pari al 1.5% del VRT, come prima calcolato, + IVA per l incarico che gli stessi Comuni affideranno ad un esperto nel settore in merito ai controlli tecnici ed economici sulla conduzione del servizio; ad assumere, salvo espressa rinuncia degli interessati, n 2 dipendenti (1 dip. 6 Livello e 1 dip. livello Quadro) della attuale società concessionaria assegnati al servizio con un costo complessivo annuo di ,07 circa. a rispettare l'obbligo di cui agli articoli 2, 3, e 4, comma 1, del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 21 aprile 2011 a subentrare nelle obbligazioni e nei contratti pubblici e privati del gestore uscente, relativamente allo svolgimento del servizio di distribuzione; ad assumere tutte le spese necessarie per la stipula del contratto; a presentare, entro 10 giorni dall aggiudicazione, una cauzione definitiva pari al 10% dell affidamento (canone * anni 12) nelle forme previste dalla normativa vigente. In caso di prestazione di fidejussione bancaria o assicurativa, essa dovrà prevedere il pronto pagamento entro 15 giorni a semplice richiesta scritta della stazione appaltante in deroga a quanto previsto dall Art del Cod. Civ. e ogni altra eccezione, nonché il tacito rinnovo in assenza di liberatoria del Comune; a stipulare una polizza assicurativa r.c. per danni agli impianti, all esercizio degli stessi ed a terzi per un massimale minimo di ,00. Art. 7 DOCUMENTAZIONE TECNICA Codesta impresa potrà ottenere copia delle Documentazione Tecnica di gara su supporto informatico composta da: a) Capitolato tecnico esecuzione lavori per potenziamento sviluppo-rinnovo impianti; b) Capitolato tecnico di gestione; c) Regolamento per gli allacciamenti e per la fornitura del servizio di distribuzione; d) Consistenza tecnica numerica di dettaglio e planimetrie degli impianti aggiornate; e) Linee guida per il piano industriale dietro pagamento dell importo di , da effettuarsi mediante versamento su c/c/p n. intestato a Tesoreria Comunale Monteprandone con la causale diritti per documentazione gara su c/c/p n intestato a Comune di Monteprandone Tesoreria, con la causale diritti per documentazione gara distribuzione gas, facendone richiesta al 4 Settore Assetto del Territorio Attività Produttive Tutela Ambientale del Comune di Monteprandone (Comune di Monteprandone, P.za dell Aquila, n. 1 - tel. 0735/ fax 0735/ Art. 8 NOTIZIE, CHIARIMENTI E DISPOSIZIONI FINALI Eventuali richieste di chiarimenti urgenti in merito alla procedura concorsuale o alla documentazione tecnica dovranno essere inviate al Responsabile del Procedimento, esclusivamente a mezzo fax al n , o al seguente indirizzo e dovranno pervenire entro le ore del giorno Il Responsabile del Procedimento risponderà, sempre a mezzo fax, entro i successivi 3 (tre) giorni lavorativi dalla data di ricevimento della richiesta.

11 L impianto di distribuzione del gas naturale a servizio dei territori dei Comuni Monteprandone, Monsampolo del Tronto, Spinetoli, Colli del Tronto e Castorano, è attualmente gestito dalla Soc. Servizi Distribuzione s.r.l. con sede in Pagliare del Tronto di Spinetoli (AP). La durata del contratto è di anni 12 a decorrere dalla data di sottoscrizione del Verbale di consegna degli impianti. La consegna degli impianti è prevista per il La data di consegna degli impianti potrebbe subire variazioni per motivi tecnici o cause di forza maggiore. L importo del VRT complessivo di ,71, dato dalla somma dei VRT dei Comuni associati come da Tabella Dati Gestionale allegata al Bando di gara sul quale le imprese concorrenti devono offrire una percentuale a titolo di corrispettivo annuo a favore dei Comune, si riferisce alle tariffe di distribuzione dell anno 2009 ed è stato calcolato come sommatoria di tutti i ricavi espressi in /PDR di cui alle Deliberazioni AEEG ARG/gas 159/08 ARG/gas 195/10 e s.m.i. Il corrispettivo annuo, determinato dall offerta della Società aggiudicataria, è riferito all anno 2009 e verrà rivalutato negli anni successivi in base alle prescrizioni dell Art. 3 del contratto di servizio. Le Società partecipanti alla gara dovranno tener conto della possibilità che il VRT possa subire variazioni nel corso dei dodici anni di affidamento ed inoltre dovranno tener conto che la percentuale offerta sarà applicata alle componenti t CEN capex e t DIS opex proprie dell operatore che risulta aggiudicatario. Per il soggetto aggiudicatario la cauzione provvisoria sarà svincolata contestualmente alla sottoscrizione del contratto di servizio, previo rilascio e consegna della cauzione definitiva. Alle Società che non risulteranno aggiudicatarie la cauzione provvisoria sarà svincolata entro trenta giorni dalla data di aggiudicazione definitiva, ad eccezione di quella della Società seconda classificata che sarà svincolata immediatamente dopo la stipulazione del contratto. Le Autorità presso cui è possibile chiedere informazioni circa gli obblighi relativi alle vigenti disposizioni in materia di protezione dell impiego e di condizioni di lavoro applicabili nel corso dell esecuzione del contratto, sono le Direzioni provinciali del Lavoro e i Centri per l impiego delle Province. Ai fini del subappalto si invia a quanto prescritto al riguardo nel contratto di servizio. La documentazione non in regola con l imposta di bollo sarà regolarizzata successivamente ai sensi dell Art. 16 D.P.R. 956/1982. Non saranno ammesse offerte condizionate e quelle espresse in modo indeterminato. L incompleta documentazione, la sua irregolare presentazione, la mancata dichiarazione di uno dei requisiti del bando o dal presente disciplinare, comporterà l esclusione dell offerta dell impresa interessata. Verrà disposta l esclusione dalla gara anche del concorrente la cui offerta economica non risulti contenuta nella busta interna al plico debitamente chiusa e controfirmata sui lembi di chiusura, o presenti abrasioni o correzioni. La Commissione di gara, a suo insindacabile giudizio, potrà rinviare il giorno della gara, dandone comunicazione ai concorrenti. Trascorsi 365 giorni naturali e consecutivi dalla data di aggiudicazione della gara, senza che si sia provveduto alla stipula del contratto, l aggiudicataria potrà svincolarsi dall offerta, sempre che il ritardo non sia, anche parzialmente, imputabile alla medesima. Qualora la prova del possesso dei requisiti di capacità tecnico-organizzativa ed economico-finanziaria non sia fornita nel termine assegnato, ovvero l aggiudicataria non provveda nel termine stabilito a versare le somme di cui all Art. 6 del presente disciplinare si provvederà alla revoca dell aggiudicazione e il servizio potrà essere aggiudicato al concorrente che segue in graduatoria. La gara sarà considerata valida anche se in presenza di un solo concorrente, purché in possesso di tutti i requisiti necessari. I candidati che lo richiederanno potranno ricevere informazioni circa le decisioni assunte in merito alla gara. In caso di annullamento dell atto di aggiudicazione, per vizi di legittimità non riconducibili agli atti amministrativi precedenti lo svolgimento della gara, si procederà alla ripetizione delle operazioni di gara ed ad una nuova aggiudicazione. Le Società non aggiudicatarie interessate alla restituzione tramite posta dei documenti prodotti dovranno farne espressa richiesta scritta, allegando busta affrancata. Il Comune di Monteprandone e nello specifico il Responsabile del Procedimento si considerano sollevati da ogni eventuale responsabilità per qualsiasi disguido che dovesse comportare il mancato recapito del plico di restituzione dei documenti. La partecipazione alla gara da parte delle Società concorrenti, comporta la piena ed incondizionata accettazione di tutte le disposizioni contenute nel bando, nel presente disciplinare, nonché nello schema del contratto di servizio. Monteprandone li 13 giugno 2011 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Il Responsabile del 4 Settore Assetto del Territorio Attività Produttive Tutela Ambientale Giuseppe Morelli

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE 1 In esecuzione della deliberazione di Consiglio

Dettagli

Comune di Morino. Provincia di L Aquila. Ufficio Finanziario. OGGETTO: Invito a gara di licitazione privata per il Servizio di Tesoreria Comunale

Comune di Morino. Provincia di L Aquila. Ufficio Finanziario. OGGETTO: Invito a gara di licitazione privata per il Servizio di Tesoreria Comunale Raccom. A.R. Prot. del 04.02.2011 Spett.Le BANCA OGGETTO: Invito a gara di licitazione privata per il Servizio di Tesoreria Comunale E indetta da questa Amministrazione Comunale una gara di procedura negoziata

Dettagli

DISCIPLINARE. La procedura è in attuazione alla Determinazione n. 81 del 25/02/2014 del Dirigente dell Area Economico Finanziaria.

DISCIPLINARE. La procedura è in attuazione alla Determinazione n. 81 del 25/02/2014 del Dirigente dell Area Economico Finanziaria. FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ATTREZZATURE INFORMATICHE DI PROPRIETA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI NAPOLI AL DI FUORI DEL PERIODO DI GARANZIA INIZIALE ON SITE - CIG: 5654825D33 DISCIPLINARE Il

Dettagli

COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE PROVVEDITORATO

COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE PROVVEDITORATO COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE PROVVEDITORATO Appalto per la fornitura di cancelleria, oggettistica per ufficio e carta per fotocopie e buste. DISCIPLINARE DI GARA Il presente disciplinare di gara, che costituisce

Dettagli

CITTA DI MONTEGROTTO TERME

CITTA DI MONTEGROTTO TERME Allegato 2) alla determinazione dei Servizi Sociali n.... del... CITTA DI MONTEGROTTO TERME PROVINCIA DI PADOVA Servizi Sociali BANDO DI GARA DI PUBBLICO INCANTO RELATIVO ALL APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA

Dettagli

COMUNE DI MONTANO ANTILIA PROVINCIA DI SALERNO Via Giovanni Bovio 17 C.A.P 84060 tel. 0974/951053 fax 0974/951458 C.F 84000670657 P.

COMUNE DI MONTANO ANTILIA PROVINCIA DI SALERNO Via Giovanni Bovio 17 C.A.P 84060 tel. 0974/951053 fax 0974/951458 C.F 84000670657 P. COMUNE DI MONTANO ANTILIA PROVINCIA DI SALERNO Via Giovanni Bovio 17 C.A.P 84060 tel. 0974/951053 fax 0974/951458 C.F 84000670657 P.IVA 00340670657 AREA FINANZIARIA BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO, MEDIANTE

Dettagli

COMUNE DI TRIGOLO PROVINCIA DI CREMONA

COMUNE DI TRIGOLO PROVINCIA DI CREMONA COMUNE DI TRIGOLO PROVINCIA DI CREMONA ALLEGATO ALLA DETERMINAZIONE R.F N. 91 DEL 30.11.2015_ BANDO/DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO DALL 01/01/2016

Dettagli

Procedura di gara e criteri di aggiudicazione: procedura aperta con il criterio del prezzo più

Procedura di gara e criteri di aggiudicazione: procedura aperta con il criterio del prezzo più PROVINCIA DI PISTOIA Piazza S. Leone n. 1, Pistoia Tel. 0573/374249, Fax 0573/374543: DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER PROVVISTA DI FONDI TRIENNIO 2006/2008 PER IL FINANZIAMENTO DI OPERE PUBBLICHE

Dettagli

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE ALL. A AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125 COMMI 10 E 11 DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DEL SERVIZIO DI PULIZIA E FACCHINAGGIO PER LA SEDE DELLA SOGESID S.P.A. DI ROMA E PER LA FORESTERIA MODALITÀ DI PRESENTAZIONE

Dettagli

DISCIPLINARE DELLA PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA PER LA CESSIONE DEL 11,65 % DELLE QUOTE DELLA SOCIETA MIOGAS SRL N rif.

DISCIPLINARE DELLA PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA PER LA CESSIONE DEL 11,65 % DELLE QUOTE DELLA SOCIETA MIOGAS SRL N rif. DISCIPLINARE DELLA PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA PER LA CESSIONE DEL 11,65 % DELLE QUOTE DELLA SOCIETA MIOGAS SRL N rif. GUUE: 2012-155687 L Azienda Servizi Gaggiano s.r.l. (di seguito Asga) con sede

Dettagli

Bando fornitura mezzi centro trasferenza di Atina BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI

Bando fornitura mezzi centro trasferenza di Atina BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI BANDO DI GARA PER L APPALTO DI FORNITURA DI N.1 AUTOMEZZO PER TRASPORTO DEI RIFIUTI A. AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE Società Ambiente Frosinone S.p.A. S.P. Ortella Km. 3 03030 Colfelice (Frosinone) Tel.

Dettagli

ParmaInfanzia S.p.A.

ParmaInfanzia S.p.A. Sede Legale: via Tonale n. 6, 43100 Parma - Tel. 0521/709511; Sede Amministrativa: via Colorno n. 63, 43100 Parma; Tel. 0521/600611, Fax 0521/606260; Bando di gara mediante Pubblico Incanto per la gestione

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA A1993/08-3 DISCIPLINARE DI GARA Allegato B) Alla determina n. del OGGETTO: Disciplinare di gara per il servizio di somministrazione lavoro a tempo determinato. Art. 1 Procedura semplificata ai sensi degli

Dettagli

Istituto Incremento Ippico della Sardegna

Istituto Incremento Ippico della Sardegna DISCIPLINARE DI GARA SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO RIFIUTI SPECIALI 1) Ente appaltante:, P.zza Duchessa Borgia, n. 4-07014 OZIERI - tel. 079/781600- Fax 787229, e.mail:istituto.incremento.ippico@regione.sardegna.it.

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO CENTRO SOCIALE POLIFUNZIONALE IN FAVORE DI PERSONE DIVERSAMENTE ABILI DI ETA COMPRESA TRA I 18-65 ANNI

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO CENTRO SOCIALE POLIFUNZIONALE IN FAVORE DI PERSONE DIVERSAMENTE ABILI DI ETA COMPRESA TRA I 18-65 ANNI COMUNE DI MUGNANO DEL CARDINALE (Provincia di Avellino) AMBITO TERRITORIALE A6 ISTITUZIONE SOCIALE BAIANESE VALLO di LAURO Organismo di gestione del Piano di zona sociale L.n. 328/00 Prot. n. 2576 del

Dettagli

Struttura flessibile La Venaria Reale e altri beni culturali. alberto.vanelli@regione.piemonte.it

Struttura flessibile La Venaria Reale e altri beni culturali. alberto.vanelli@regione.piemonte.it Struttura flessibile La Venaria Reale e altri beni culturali alberto.vanelli@regione.piemonte.it LETTERA D INVITO: PROCEDURA PER IL SERVIZIO DI FORNITURA E POSA DI NUOVA CALDAIA COMPLETA DI BRUCIATORE,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. DISCIPLINARE DI GARA (Allegato A - parte integrante e sostanziale del Bando di gara)

Università per Stranieri di Siena. DISCIPLINARE DI GARA (Allegato A - parte integrante e sostanziale del Bando di gara) Università per Stranieri di Siena Appalto per la contrazione di un mutuo ipotecario trentennale a tasso fisso per un importo compreso fra un minimo di Euro 13.635.204,00 ed un massimo di Euro 18.135.204,00

Dettagli

Città di T rapani P rovincia di T rapani

Città di T rapani P rovincia di T rapani Prot. n. del RACCOMANDATA A.R. Fax Oggetto: Spett. PROCEDURA NEGOZIATA SENZA PREVIA PUBBLICAZIONE DI UN BANDO DI GARA, AI SENSI DELL'ART. 57, C.2., LETT. A), D.LGS. N. 163/06, PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO

Dettagli

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o Via IV Novembre, 12 C.A.P. 12083 - Tel.0174/244481-2 - Fax.0174/244730 e-mail: comune@comune.frabosa-sottana.cn.it PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

M A R I G L I A N O BANDO DI GARA OGGETTO: GARA DI PUBBLICO INCANTO PER APPALTO SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI IL RESPONSABILE RENDE NOTO

M A R I G L I A N O BANDO DI GARA OGGETTO: GARA DI PUBBLICO INCANTO PER APPALTO SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI IL RESPONSABILE RENDE NOTO M A R I G L I A N O BANDO DI GARA OGGETTO: GARA DI PUBBLICO INCANTO PER APPALTO SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI IL RESPONSABILE In esecuzione della determina n.879 del 30.12.2005 RENDE NOTO

Dettagli

P.zza Scurati n. 1 20032 CORMANO Tel. 02/663241, fax 02/66301773 E-mail: comune.cormano@comune.cormano.mi.it sito internet: www.comune.cormano.mi.

P.zza Scurati n. 1 20032 CORMANO Tel. 02/663241, fax 02/66301773 E-mail: comune.cormano@comune.cormano.mi.it sito internet: www.comune.cormano.mi. P.zza Scurati n. 1 20032 CORMANO Tel. 02/663241, fax 02/66301773 E-mail: comune.cormano@comune.cormano.mi.it sito internet: www.comune.cormano.mi.it APPALTO N.10/2007 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

Dettagli

COMUNE DI BORGO SAN GIOVANNI PROVINCIA DI LODI TEL (0371) 97004 FAX (0371) 97191

COMUNE DI BORGO SAN GIOVANNI PROVINCIA DI LODI TEL (0371) 97004 FAX (0371) 97191 COMUNE DI BORGO SAN GIOVANNI PROVINCIA DI LODI TEL (0371) 97004 FAX (0371) 97191 AVVISO PER LA CONCESSIONE IN GESTIONE DELL IMPIANTO SPORTIVO Il Responsabile Ai sensi della D.Lgs. n. 163/2006; APPROVA

Dettagli

LETTERA D INVITO SPETT.LE ASSICURAZIONE. Prot. n. Data

LETTERA D INVITO SPETT.LE ASSICURAZIONE. Prot. n. Data LETTERA D INVITO SPETT.LE ASSICURAZIONE Prot. n. Data Oggetto: Procedura di cottimo fiduciario per l affidamento in economia di servizi assicurativi : Polizza ALL RISK Polizza RC PATRIMONIALE - Polizza

Dettagli

BUSTA A: chiusa e sigillata con scritto Documentazione amministrativa : 1) da fac simile allegato; 2) 3)

BUSTA A: chiusa e sigillata con scritto Documentazione amministrativa : 1) da fac simile allegato; 2) 3) 89900 - Vibo Valentia - Piazza Martiri d Ungheria - P.I. 00302030796 Telefono 0963/599111 - Telefax 0963/43877 DISCIPLINARE DI GARA INFORMALE Procedura per l individuazione di una ditta cui affidare il

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA Provincia di Bergamo Servizio Gestione del Territorio

COMUNE DI TERNO D ISOLA Provincia di Bergamo Servizio Gestione del Territorio IL RESPONSABILE DEL SETTORE GESTIONE TERRITORIO In esecuzione della deliberazione del Consiglio Comunale n. 32 del 4 settembre 2012 della deliberazione di Giunta Comunale n. 146 del 6 settembre 2012 della

Dettagli

Via Roma 20 21047 Saronno (VA) Tel. 02.962.88.220 Fax 02.962.48.896 www.saronnoservizi.it CIG: ZD1100E36D

Via Roma 20 21047 Saronno (VA) Tel. 02.962.88.220 Fax 02.962.48.896 www.saronnoservizi.it CIG: ZD1100E36D Saronno, 07 luglio 2014 Prot. 1666 / 2014 OGGETTO: Invito alla procedura negoziata per la messa in sicurezza definitiva del pozzo dismesso Amendola e trasformazione in piezometro del pozzo ad uso potabile

Dettagli

COMUNE DI CHIGNOLO D ISOLA Provincia di Bergamo

COMUNE DI CHIGNOLO D ISOLA Provincia di Bergamo COMUNE DI CHIGNOLO D ISOLA Provincia di Bergamo Bando di gara per l affidamento del servizio di tesoreria comunale per il periodo dal 01.04.2015 al 31.03.2020 Codice CIG X86134217E L Ente Appaltante COMUNE

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010 ENTE APPALTANTE: Comune di Cusano Milanino Piazza Martiri di

Dettagli

Tariffa Oraria Accordo Quadro x Ore stimate per la realizzazione =

Tariffa Oraria Accordo Quadro x Ore stimate per la realizzazione = Spettabile (Ragione Sociale Impresa) (Indirizzo completo) (cap) (Città) (Sigla Provincia) Richiesta di offerta trasmessa a mezzo (PEC/fax) OGGETTO: APPALTO SPECIFICO NELL AMBITO DELL ACCORDO QUADRO STIPULATO,

Dettagli

FORNITURA DI GAS NATURALE DISCIPLINARE

FORNITURA DI GAS NATURALE DISCIPLINARE FORNITURA DI GAS NATURALE DISCIPLINARE Agosto 2015 A. PREMESSA Il presente appalto ha per oggetto la fornitura di beni affidati da soggetto rientrante nell ambito dei settori speciali, di importo inferiore

Dettagli

CIG 567040563B. 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel.

CIG 567040563B. 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel. BANDO DI GARA: APPALTO N. 1/2014 CIG 567040563B 1. STAZIONE APPALTANTE : MILANO RISTORAZIONE S.p.A.- Ufficio Acquisti e Contratti - Via B. Quaranta n.41- Milano. tel. 02/88463.267 Fax 02/884.66.237 2.

Dettagli

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA OGGETTO DELLA FORNITURA Il presente appalto è relativo alla fornitura, consegna e installazione di attrezzature cardiovascolari, isotoniche e altro

Dettagli

Premessa Di seguito si rappresentano gli elementi caratterizzanti l Istituto evidenziati in seguito nell allegato 2 (SCHEMA CAPITOLATO TECNICO):

Premessa Di seguito si rappresentano gli elementi caratterizzanti l Istituto evidenziati in seguito nell allegato 2 (SCHEMA CAPITOLATO TECNICO): Codice G.I.G. ZAF1679E33 LETTERA INVITO PER PROCEDURA NEGOZIATA ( COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DELL ART.125 D.LGS N.163/2006 e s.m.i.) PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA DURATA DI 48 MESI Periodo

Dettagli

MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA Spett.le Trasporti Pubblici Monzesi S.P.A. Via Borgazzi, 35 20052 MONZA. OGGETTO : Istanza di ammissione

Dettagli

COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE

COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE PROVINCIA DI VARESE Ufficio Tecnico Comunale Settore Lavori Pubblici PIAZZA MAUCERI, N. 12 2104 VENENGONO SUPERIORE Tel: 0331/828447 Fax 0331/827314 e-mail ufficiotecnico@comune.venegonosuperiore.va.it

Dettagli

COMUNE DI CORVINO SAN QUIRICO P R O V I N C I A DI P A V I A

COMUNE DI CORVINO SAN QUIRICO P R O V I N C I A DI P A V I A BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI ACCERTAMENTO E RISCOSSIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' E DEI DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI (D.LGS. 15/11/1993,

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 01/07/2015-31/12/2019 CIG Z441113766

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 01/07/2015-31/12/2019 CIG Z441113766 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 01/07/2015-31/12/2019 CIG Z441113766 In esecuzione delle deliberazioni di Giunta Comunale n. n. 148 del 17 settembre 2014

Dettagli

Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta

Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta Servizio Provveditorato TEL.0823/445189 - FAX 0823/279581 AVVISO DI GARA CIG: LOTTO N. 1 CIG 5758272460 LOTTO N. 2 CIG 57582870C2 Questa ASL di Caserta indice procedura

Dettagli

SO.G.AER. S.p.A. FORNITURA DI N. 1 SPAZZATRICE AEROPORTUALE DISCIPLINARE DI GARA MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA E DI AGGIUDICAZIONE

SO.G.AER. S.p.A. FORNITURA DI N. 1 SPAZZATRICE AEROPORTUALE DISCIPLINARE DI GARA MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA E DI AGGIUDICAZIONE SO.G.AER. S.p.A. FORNITURA DI N. 1 SPAZZATRICE AEROPORTUALE DISCIPLINARE DI GARA MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA E DI AGGIUDICAZIONE 1. Modalità di presentazione delle offerte Le offerte dovranno

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA (Determinazione Dirigente area Amministrazione e contabilità n. 603 del 21 novembre 2011)

DISCIPLINARE DI GARA (Determinazione Dirigente area Amministrazione e contabilità n. 603 del 21 novembre 2011) DISCIPLINARE DI GARA (Determinazione Dirigente area Amministrazione e contabilità n. 603 del 21 novembre 2011) PROCEDURA RISTRETTA, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI

Dettagli

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILI SEDE DEGLI UFFICI DEL CONSIGLIO REGIONALE IN TRIESTE LOTTO UNICO PERIODO TRE ANNI Articolo 1 PROCEDURA DI GARA L aggiudicazione

Dettagli

PALERMO B A N D O D I G A R A 1-Ente appaltante: AMAP S.p.A. - Via Volturno n. 2 90138 - PALERMO- tel. 091-279316/279225 - fax 091-279228; indirizzo

PALERMO B A N D O D I G A R A 1-Ente appaltante: AMAP S.p.A. - Via Volturno n. 2 90138 - PALERMO- tel. 091-279316/279225 - fax 091-279228; indirizzo PALERMO B A N D O D I G A R A 1-Ente appaltante: AMAP S.p.A. - Via Volturno n. 2 90138 - PALERMO- tel. 091-279316/279225 - fax 091-279228; indirizzo e-mail: info@amapspa.it; indirizzo internet: www.amapspa.it;

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO:

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: REALIZZAZIONE COLLEGAMENTI INTERNET FRA LE SEDI COMUNALI, FRA LE SEDI COMUNALI E SITI ESTERNI OVVERO FRA SITI ESTERNI

Dettagli

Oggetto: bando di gara per la Concessione del servizio di gestione del Complesso Sportivo sito in zona Falciano.

Oggetto: bando di gara per la Concessione del servizio di gestione del Complesso Sportivo sito in zona Falciano. 081.5026501-5026511 fax 081.5027595 cod. Fiscale 81002610616 AREA TECNICA SETTORE LAVORI PUBBLICI Oggetto: bando di gara per la Concessione del servizio di gestione del Complesso Sportivo sito in zona

Dettagli

SCHEDA DISTRIBUZIONE GAS NEL TERRITORIO DELLA CAPITALE

SCHEDA DISTRIBUZIONE GAS NEL TERRITORIO DELLA CAPITALE SCHEDA Roma Capitale, Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana, il 10 settembre 2012, un anno dopo la pubblicazione del bando di gara, ha assegnato il contratto di concessione del servizio

Dettagli

9LD'H/HR%ULQGLVL 8IISURYYHGLWRUDWRHG(FRQRPDWRWHO BANDO DI GARA

9LD'H/HR%ULQGLVL 8IISURYYHGLWRUDWRHG(FRQRPDWRWHO BANDO DI GARA PROVINCIA DI BRINDISI 9LD'H/HR%ULQGLVL 8IISURYYHGLWRUDWRHG(FRQRPDWRWHO BANDO DI GARA FORNITURA ARREDI SCOLASTICI (poltroncine per auditorium) PER LE ESIGENZE DEGLI ISTITUTI DI PERTINENZA PROVINCIALE. Per

Dettagli

Allegato 2 DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Allegato 2 DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA Allegato 2 DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA 1. ENTE APPALTANTE: COMUNE DI CARRARA (MS) Piazza 2 Giugno- tel.0585/6411 - telefax 0585641214 sito Internet www.comune.carrara.ms.it

Dettagli

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE internet: www.pasian.it GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA BANDO DI GARA Bando di gara per l appalto del servizio di Tesoreria 1. Ente appaltante: Comune di

Dettagli

Prot. n.5691 /F1.6 Padova, 04/11/2015. Alle Banche invitate

Prot. n.5691 /F1.6 Padova, 04/11/2015. Alle Banche invitate LICEO CLASSICO TITO LIVIO Riviera Tito Livio, 9-35123 Padova Tel. 049/8757324 Fax 049/8752498 C.F. 80013020286 - C.M. PDPC03000X CUU IPA UFBFK7 www.liceotitolivio.it E-mail: info@liceotitolivio.it Pec:

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI UNA SOLUZIONE INFORMATICA-SOFTWARE E

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI UNA SOLUZIONE INFORMATICA-SOFTWARE E DISCIPLINARE DI PROCEDURA IN ECONOMIA REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI UNA SOLUZIONE INFORMATICA-SOFTWARE E RELATIVI SERVIZI DI IMPLEMENTAZIONE E MANUTENZIONE PER IL CONTROLLO

Dettagli

COMUNE DI PIETRAPERZIA

COMUNE DI PIETRAPERZIA COMUNE DI PIETRAPERZIA PROVINCI DI ENNA BANDO DI GARA OGGETTO: Affidamento del servizio Assistenza domiciliare anziani nel Comune di Pietraperzia in esecuzione della Delibera di Giunta Comunale n. 105

Dettagli

COMUNE DI FORMIA Provincia di Latina

COMUNE DI FORMIA Provincia di Latina COMUNE DI FORMIA Provincia di Latina GARA D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MONITORAGGIO, RAZIONALIZZAZIONE E CONTABILIZZAZIONE DEI COSTI RELATIVI AI SERVIZI DI TELEFONIA FISSA E MOBILE, ENERGIA

Dettagli

C O M U N E D I I T A L A ( PROVINCIA DI MESSINA )

C O M U N E D I I T A L A ( PROVINCIA DI MESSINA ) C O M U N E D I I T A L A ( PROVINCIA DI MESSINA ) ================== 1. STAZIONE APPALTANTE : Comune di Itala (Prov. di Messina) - Via Umberto I - Telefono : 090/952155 -Fax 090/952116-2. PROCEDURA DI

Dettagli

poste.miur@posteitaliane.it Prot. n. 11201 /A6 Grottaglie 30/11/2015 CIG 64992338BB Spett.le Banca Popolare di Puglia e Basilicata Viale Matteotti,92

poste.miur@posteitaliane.it Prot. n. 11201 /A6 Grottaglie 30/11/2015 CIG 64992338BB Spett.le Banca Popolare di Puglia e Basilicata Viale Matteotti,92 Prot. n. 11201 /A6 Grottaglie 30/11/2015 CIG 64992338BB Spett.le Banca Popolare di Puglia e Basilicata Viale Matteotti,92 BANCO DI NAPOLI Via Quinto Ennio,143/153 Spett.le Banca CARIME S.p.A. Via Giacomo

Dettagli

Comune di San Giorgio delle Pertiche (Provincia di Padova)

Comune di San Giorgio delle Pertiche (Provincia di Padova) Comune di San Giorgio delle Pertiche (Provincia di Padova) AREA AFFARI GENERALI Ufficio Segreteria Via Canonica, 4 TEL. 049-9374720 Cod.fiscale 00682290283 FAX 049-9374712 Centralino 049-9374711 35010

Dettagli

Casa Serena Santa Maria di Loreto Via Indipendenza 4 87011 Cassano All Ionio cs- Tel. e fax 0981/71022 0981 77232 http://www.casaserenacassano.

Casa Serena Santa Maria di Loreto Via Indipendenza 4 87011 Cassano All Ionio cs- Tel. e fax 0981/71022 0981 77232 http://www.casaserenacassano. Casa Serena Santa Maria di Loreto Via Indipendenza 4 87011 Cassano All Ionio cs- Tel. e fax 0981/71022 0981 77232 http://www.casaserenacassano.it/ BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

CITTA DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA CORPO POLIZIA LOCALE Ufficio Comando Settore Affari Generali e Personale

CITTA DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA CORPO POLIZIA LOCALE Ufficio Comando Settore Affari Generali e Personale BANDO DI GARA APERTA PER L AFFIDAMENTO FORNITURA E POSA IN OPERA DI SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE - CIG 39689354C5 - ENTE APPALTANTE Comune di Nettuno, Viale Giacomo Matteotti n 37 00048 Nettuno

Dettagli

OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROMA Economato

OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROMA Economato GARA DA ESPERIRE MEDIANTE PROCEDURA RISTRETTA (LICITAZIONE PRIVATA) PER L AFFIDAMENTO ANNUALE DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DELL OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROMA SITA IN MONTE PORZIO CATONE (RM) E

Dettagli

CITTÀ DI ALBINO (Provincia di Bergamo) Area Servizi alla persona

CITTÀ DI ALBINO (Provincia di Bergamo) Area Servizi alla persona CITTÀ DI ALBINO (Provincia di Bergamo) Area Servizi alla persona AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE IN USO GRATUITO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DI DESENZANO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SERVIZIO RICREATIVO

Dettagli

C O M U N E D I G A L L I P O L I

C O M U N E D I G A L L I P O L I BANDO DI GARA PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEI LOCALI DEL CASTELLO DEMANIALE DI GALLIPOLI CON MESSA IN SICUREZZA, APERTURA E CHIUSURA, RISCOSSIONE TICKET VISITATORI E GUIDA

Dettagli

BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO

BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO COMUNE DI LUSERNA SAN GIOVANNI Provincia di Torino BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO In esecuzione della D.C.C. n. 28 del 30/07/2015 e della determinazione n. 274 del 21/09/2015 si rende noto che il Comune

Dettagli

BANDO DI GARA SERVIZI FINANZIARI RELATIVI ALLA CONCESSIONE DI UN MUTUO A TASSO VARIABILE CIG: Z3E1A38D7E IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO

BANDO DI GARA SERVIZI FINANZIARI RELATIVI ALLA CONCESSIONE DI UN MUTUO A TASSO VARIABILE CIG: Z3E1A38D7E IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO BANDO DI GARA SERVIZI FINANZIARI RELATIVI ALLA CONCESSIONE DI UN MUTUO A TASSO VARIABILE CIG: Z3E1A38D7E IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO In esecuzione della determinazione n. 243 RG del 08.06.2016

Dettagli

Provincia dell Aquila

Provincia dell Aquila Provincia dell Aquila B A N D O DI GARA MEDIANTE PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO PER LA COPERTURA DEL RISCHIO RCT RCO L Amministrazione Provinciale dell Aquila Via S. Agostino

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PUBBLICO INCANTO - BANDO DI GARA N 23/2006. Il Comune di Cagliari - Servizio Appalti via Roma, 145 09124 Cagliari,

COMUNE DI CAGLIARI PUBBLICO INCANTO - BANDO DI GARA N 23/2006. Il Comune di Cagliari - Servizio Appalti via Roma, 145 09124 Cagliari, COMUNE DI CAGLIARI PUBBLICO INCANTO - BANDO DI GARA N 23/2006 Il Comune di Cagliari - Servizio Appalti via Roma, 145 09124 Cagliari, in esecuzione della Deliberazione G.C. n. 660 del 01.12.2005 e della

Dettagli

COMUNE DI CASTELLO D ARGILE (Provincia di Bologna)

COMUNE DI CASTELLO D ARGILE (Provincia di Bologna) Prot. n. 494 del 18/01/2011 COMUNE DI CASTELLO D ARGILE (Provincia di Bologna) BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE NEL TERRITORIO COMUNALE DI CASTELLO D ARGILE

Dettagli

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROTEZIONE CIVILE DELLA REGIONE

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROTEZIONE CIVILE DELLA REGIONE Pagina 1 di 5 REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROTEZIONE CIVILE DELLA REGIONE CORSI DI GUIDA IN SICUREZZA DEI MEZZI FUORISTRADA PER I COORDINATORI, CAPISQUADRA E VOLONTARI DEI GRUPPI COMUNALI DI

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA

PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI PROCEDURA APERTA PER: FORNITURA DI CARTOGRAFIA NUMERICA ALLA SCALA 1:500 DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI FIRENZE E SUO AGGIORNAMENTO DISCIPLINARE DI GARA Il

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA

CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA Art. 1 Elementi di valutazione delle offerte 1. Il Servizio di Tesoreria del Comune di Sumirago può essere assunto da Istituti di credito di

Dettagli

2) Categoria di servizio 6 alleg. II A - decreto legislativo 12.4.2006, n. 163; 3) Luogo di esecuzione: Roccaspinalveti

2) Categoria di servizio 6 alleg. II A - decreto legislativo 12.4.2006, n. 163; 3) Luogo di esecuzione: Roccaspinalveti COMUNE DI ROCCASPINALVETI (CHIETI) PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI ROCCASPINALVETI-PERIODO 01/01/2012-31/12/2016 IN ESECUZIONE DELLA DETERMINAZIONE A CONTRATTARE

Dettagli

COMUNE DI FONTE NUOVA Provincia di Roma

COMUNE DI FONTE NUOVA Provincia di Roma COMUNE DI FONTE NUOVA Provincia di Roma DISCIPLINARE DI GARA Procedura semplificata ai sensi degli artt. 20 e 27 del D. Lgs. n 163/2006 per la conclusione di un accordo quadro con unico operatore per l

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Assessorato dei Trasporti. Società di Gestione SO.GE.A.OR. S.p.A.

Regione Autonoma della Sardegna. Assessorato dei Trasporti. Società di Gestione SO.GE.A.OR. S.p.A. Regione Autonoma della Sardegna Assessorato dei Trasporti Società di Gestione SO.GE.A.OR. S.p.A. - BANDO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO - 1) Stazione Appaltante: Assessorato Regionale dei Trasporti con sede

Dettagli

Comune di Firenze. Direzione SICUREZZA SOCIALE Servizio Cimiteri

Comune di Firenze. Direzione SICUREZZA SOCIALE Servizio Cimiteri 1 Comune di Firenze Direzione SICUREZZA SOCIALE Servizio Cimiteri PROCEDURA APERTA PER: Affidamento della concessione del servizio di gestione e manutenzione impianto di distribuzione energia elettrica

Dettagli

COMUNE DI QUINCINETTO *** PROVINCIA DI TORINO. BANDO DI GARA ASTA PUBBLICA (approvato con determinazione ufficio finanziario n.

COMUNE DI QUINCINETTO *** PROVINCIA DI TORINO. BANDO DI GARA ASTA PUBBLICA (approvato con determinazione ufficio finanziario n. SCADENZA: ore 12,00 del 19/12/2015 COMUNE DI QUINCINETTO *** PROVINCIA DI TORINO BANDO DI GARA ASTA PUBBLICA (approvato con determinazione ufficio finanziario n.24 del 26/11/2015) AFFIDAMENTO SERVIZIO

Dettagli

COMUNE DI PALERMO SETTORE CITTÀ STORICA

COMUNE DI PALERMO SETTORE CITTÀ STORICA COMUNE DI PALERMO SETTORE CITTÀ STORICA U.O. Progettazione e d.l. Beni Artistici Monumentali Immobili Vincolati Via Foro Umberto I, 14 tel 091/7406802/ 6829 - fax 091/7406888 e-mail: settorecentrostorico@cert.comune.palermo.it

Dettagli

COMUNE DI PIMENTEL. presentare offerta per la gestione del servizio in oggetto come di seguito esplicitato.

COMUNE DI PIMENTEL. presentare offerta per la gestione del servizio in oggetto come di seguito esplicitato. COMUNE DI PIMENTEL Provincia di Cagliari OGGETTO: DISCIPLINARE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO CIVICO COMUNALE, ANNO 2011. In ottemperanza alla determinazione n. 334 del 2 novembre 2011 il responsabile

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO

DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO Napoli Sociale S.p.A. di seguito più semplicemente Azienda, ha indetto gara, a mezzo procedura aperta ai sensi del D.lgs.

Dettagli

COMUNE DI RECANATI AREA TECNICA. Procedura aperta per: REALIZZAZIONE DI N. 12 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE

COMUNE DI RECANATI AREA TECNICA. Procedura aperta per: REALIZZAZIONE DI N. 12 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE COMUNE DI RECANATI AREA TECNICA Procedura aperta per: REALIZZAZIONE DI N. 12 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA NEL PEEP I LOTTO F LOCALITÀ LE GRAZIE (FOGLIO 58 PART. 805) DISCIPLINARE DI GARA Requisiti

Dettagli

AREA TECNICA. BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA (ai sensi dell art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, del vigente D.Lgs.

AREA TECNICA. BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA (ai sensi dell art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, del vigente D.Lgs. BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA (ai sensi dell art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, del vigente D.Lgs. 163/2006) Per l appalto dei lavori di Riqualificazione urbanistica delle aree periferiche

Dettagli

SALERNO SOLIDALE S.P.A. Albo Fornitori e Prestatori di servizi. DISCIPLINA

SALERNO SOLIDALE S.P.A. Albo Fornitori e Prestatori di servizi. DISCIPLINA SALERNO SOLIDALE S.P.A. Articolo 1 Oggetto Albo Fornitori e Prestatori di servizi. DISCIPLINA 1. Il presente disciplinare regola l istituzione, fissa i criteri per l iscrizione e stabilisce le modalità

Dettagli

COMUNE DI OLBIA. Provincia di Olbia-Tempio ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI, PARI OPPORTUNITA, POLITICHE SANITARIE E TUTELA DEGLI ANIMALI

COMUNE DI OLBIA. Provincia di Olbia-Tempio ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI, PARI OPPORTUNITA, POLITICHE SANITARIE E TUTELA DEGLI ANIMALI COMUNE DI OLBIA Provincia di Olbia-Tempio ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI, PARI OPPORTUNITA, POLITICHE SANITARIE E TUTELA DEGLI ANIMALI BANDO DI GARA Per la gestione del servizio Organizzazione e gestione

Dettagli

COMUNE DI CORLETO PERTICARA Provincia di Potenza Settore: Affari Generali Prot. nr. 6829 BANDO DI GARA

COMUNE DI CORLETO PERTICARA Provincia di Potenza Settore: Affari Generali Prot. nr. 6829 BANDO DI GARA COMUNE DI CORLETO PERTICARA Provincia di Potenza Settore: Affari Generali Prot. nr. 6829 BANDO DI GARA Per l appalto del Servizio di Vigilanza notturna ai beni di proprietà o in uso all amministrazione

Dettagli

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna AVVISO DI GARA AD ASTA PUBBLICA Questa Amministrazione indice per il giorno 28/11/2005 alle ore 9,30, presso la Sala delle riunioni 1 piano del Municipio,

Dettagli

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 COMUNE DI BARLASSINA Prot. 13057 (PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA) BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 1. ENTE LOCATORE Comune di Barlassina

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA LOCAZIONE E LA GESTIONE DELLA CASA DI FUSINO

BANDO DI GARA PER LA LOCAZIONE E LA GESTIONE DELLA CASA DI FUSINO COMUNE DI GROSIO Provincia di Sondrio Via Roma n. 34 2303 GROSIO (SO) BANDO DI GARA PER LA LOCAZIONE E LA GESTIONE DELLA CASA DI FUSINO Art. 1 Finalità Il Comune di Grosio, - Via Roma n. 34 23033 GROSIO

Dettagli

COMUNE DI TRINO Provincia di Vercelli SETTORE TECNICO MANUTENTIVO

COMUNE DI TRINO Provincia di Vercelli SETTORE TECNICO MANUTENTIVO COMUNE DI TRINO Provincia di Vercelli SETTORE TECNICO MANUTENTIVO BANDO DI ASTA PUBBLICA PER LA CONCESSIONE IN AFFITTO TRAMITE PATTI IN DEROGA LEGGE 203/1982 DI TERRENI A DESTINAZIONE AGRICOLA DI PROPRIETA

Dettagli

Città di Carbonia. (Provincia di Carbonia - Iglesias)

Città di Carbonia. (Provincia di Carbonia - Iglesias) Città di Carbonia (Provincia di Carbonia - Iglesias) UFFICIO SEGRETERIA Prot. n. del Carbonia OGGETTO: Lettera d invito per il servizio di brokeraggio assicurativo per anni tre dal 01 gennaio 2011 al 31.

Dettagli

UNIACQUE S.p.A. Data di spedizione del bando alla G.U.C.E.: 21.09.2012 D:2012-131129

UNIACQUE S.p.A. Data di spedizione del bando alla G.U.C.E.: 21.09.2012 D:2012-131129 UNIACQUE S.p.A. BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA APPALTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA PER IL PERIODO 01.01.2013-31.12.2013 PER LE UTENZE DELLA SOCIETA UNIACQUE S.P.A. (ai sensi degli artt. 54

Dettagli

PROT. n. 4084 /B15 Umbertide,16 ottobre 2013 LETTERA DI INVITO ALLA PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE

PROT. n. 4084 /B15 Umbertide,16 ottobre 2013 LETTERA DI INVITO ALLA PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE PROT. n. 4084 /B15 Umbertide,16 ottobre 2013 LETTERA DI INVITO ALLA PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE BANDO DI GARA STIPULA DI CONVENZIONE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA TRIENNIO 01.01.2014 31.12.2016

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA - REGIONE SICILIANA

REPUBBLICA ITALIANA - REGIONE SICILIANA REPUBBLICA ITALIANA - REGIONE SICILIANA ISTITUTO D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CIPOLLA PANTALEO - GENTILE P.le Placido Rizzotto Tel. 0924-901344 Fax. 0924-934233 - Posta certificata: TPIS032001@pec.istruzione.it

Dettagli

Comune di Cremona LAVORI DI BITUMATURA STRADE 2 LOTTO MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Comune di Cremona LAVORI DI BITUMATURA STRADE 2 LOTTO MANUTENZIONE STRAORDINARIA Comune di Cremona LAVORI DI BITUMATURA STRADE 2 LOTTO MANUTENZIONE STRAORDINARIA DISCIPLINARE DI GARA MEDIANTE PUBBLICO INCANTO (NORME INTEGRATIVE AL BANDO) 1. MODALITA DI PRESENTAZIONE E CRITERI DI AMMISSIBILITA

Dettagli

COMUNE DI SAN SPERATE Provincia di Cagliari Via Sassari n. 12 P. IVA C.F. 01423040920 SERVIZI FINANZIARI

COMUNE DI SAN SPERATE Provincia di Cagliari Via Sassari n. 12 P. IVA C.F. 01423040920 SERVIZI FINANZIARI COMUNE DI SAN SPERATE Provincia di Cagliari Via Sassari n. 12 P. IVA C.F. 01423040920 SERVIZI FINANZIARI Prot. n. 10901 San Sperate, 20 Settembre 2010 Spett.le ditta... OGGETTO: Invito per la partecipazione

Dettagli

SERVIZIO INFORMATICO BANDO DI GARA RENDE NOTO

SERVIZIO INFORMATICO BANDO DI GARA RENDE NOTO SERVIZIO INFORMATICO BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA INFORMATICA DEL COMUNE DI ARBUS CIG 49382894FF IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DOTT. LUIGI SADERI RENDE NOTO

Dettagli

C O M U N E D I B A N Z I (PROVINCIA DI POTENZA) Area Tecnica / U.T.C. / LL.PP. Piazza Aldo Moro, 1 Tel. 0971/947820 Fax 0971/947825

C O M U N E D I B A N Z I (PROVINCIA DI POTENZA) Area Tecnica / U.T.C. / LL.PP. Piazza Aldo Moro, 1 Tel. 0971/947820 Fax 0971/947825 C O M U N E D I B A N Z I (PROVINCIA DI POTENZA) Area Tecnica / U.T.C. / LL.PP. Piazza Aldo Moro, 1 Tel. 0971/947820 Fax 0971/947825 AVVISO D ASTA PUBBLICA (con solo offerta in aumento) Per il taglio e

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SETTORE

IL RESPONSABILE DEL SETTORE AVVISO DI ASTA PUBBLICA Vendita e utilizzazione del materiale legnoso assegnato al taglio nella particella forestale n. 17 del P.A.F. Bosco Comunale Santa Giulia Estensione di circa Ha 31,65.63 IL RESPONSABILE

Dettagli

REGIONE MARCHE CONSIGLIO REGIONALE AREA GESTIONE AMMINISTRATIVA ANCONA AVVISO DI GARA Tel. 07122981 Fax 0712298472

REGIONE MARCHE CONSIGLIO REGIONALE AREA GESTIONE AMMINISTRATIVA ANCONA AVVISO DI GARA Tel. 07122981 Fax 0712298472 REGIONE MARCHE CONSIGLIO REGIONALE AREA GESTIONE AMMINISTRATIVA ANCONA AVVISO DI GARA Tel. 07122981 Fax 0712298472 Per il giorno 6 APRILE 2005 alle ore 11.00 presso la sede del Consiglio regionale delle

Dettagli

CITTÀ DI TERMINI IMERESE V SETTORE Cultura e Servizi alla Cittadinanza Ufficio Sport

CITTÀ DI TERMINI IMERESE V SETTORE Cultura e Servizi alla Cittadinanza Ufficio Sport CITTÀ DI TERMINI IMERESE V SETTORE Cultura e Servizi alla Cittadinanza Ufficio Sport AVVISO PUBBLICO PER L AFFIDAMENTO DELL IMPIANTO SPORTIVO BARRATINA 1. Amministrazione procedente. Il Comune di Termini

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 01.01.2011 31.12.2013

PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 01.01.2011 31.12.2013 ALLEGATO n. 1 REQUISITI DI AMMISSIONE E MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA A pena di esclusione dalla gara, l offerta redatta in lingua italiana dovrà pervenire, a mezzo servizio postale o consegna a

Dettagli

4. PROCEDURA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: Procedura aperta, da aggiudicarsi utilizzando il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa.

4. PROCEDURA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: Procedura aperta, da aggiudicarsi utilizzando il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa. BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA SOTTO SOGLIA PER L AFFIDAMENTO A TITOLO GRATUITO DELLA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL CONSORZIO INTERUNIVERSITARIO ALMALAUREA PERIODO 01.01.2014-31.12.2017

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE UFFICIO SEGRETERIA GENERALE E AFFARI ISTITUZIONALI SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI U.O.C. ASSICURAZIONI

COMUNE DI FIRENZE UFFICIO SEGRETERIA GENERALE E AFFARI ISTITUZIONALI SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI U.O.C. ASSICURAZIONI COMUNE DI FIRENZE UFFICIO SEGRETERIA GENERALE E AFFARI ISTITUZIONALI SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI U.O.C. ASSICURAZIONI PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO PER LA RESPONSABILITÀ

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Procedura negoziata con aggiudicazione mediante il ricorso al criterio del prezzo più basso per la fornitura di lavoratori in somministrazione 1. Finalità e oggetto. Il presente atto

Dettagli