BANDO MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO TECNICHE E GESTIONE DI RISONANZA MAGNETICA. (TSRM con esperienza avanzata in Risonanza Magnetica)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BANDO MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO TECNICHE E GESTIONE DI RISONANZA MAGNETICA. (TSRM con esperienza avanzata in Risonanza Magnetica)"

Transcript

1 BANDO MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN TECNICHE E GESTIONE DI RISONANZA MAGNETICA (TSRM con esperienza avanzata in Risonanza Magnetica) I Edizione ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IN COLLABORAZIONE CON UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA E FEDERAZIONE NAZIONALE COLLEGI PROFESSIONALI TECNICI SANITARI DI RADIOLOGIA MEDICA 1

2 1. L Università Carlo Cattaneo LIUC istituita con decreto 31/10/1991, come da Gazzetta Ufficiale, emette Titoli aventi valore legale. 2. INTRODUZIONE L'evoluzione del contesto legislativo ed economico in cui si trovano ad operare le Aziende Sanitarie, pubbliche e private, rende necessario sviluppare un sistema basato su soggetti con responsabilità e ruoli differenti. Al fine di mantenere e alimentare tale sistema i professionisti che ne fanno parte devono periodicamente ridefinire, implementare e approfondire le proprie competenze e, a tale scopo, diviene cruciale la formazione specialistica all interno del settore sanitario e socio sanitario. Il Master di primo livello in Tecniche e Gestione di Risonanza Magnetica risponde a tale esigenza e in accordo con gli obiettivi formativi individuati all'interno dell'accordo tra il Governo, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano nella seduta del 19 Aprile 2012, si propone come un percorso di studi rivolto a tutti gli specialisti del settore per ampliare le loro conoscenze e competenze e quindi garantire una maggiore qualità del servizio offerto all'utente. Il Master si svolge in un arco temporale, fino ad un massimo di diciotto mesi, in modo da permettere una più agevole e flessibile frequenza rispetto alle necessità lavorative, oltre che la realizzazione del project work finale. 3. OBIETTIVI E FINALITÀ DEL MASTER Il Master si pone l'obiettivo principale di far acquisire competenze manageriali e tecniche al fine di rendere il professionista capace di rispondere alle esigenze aziendali e alle richieste sempre più specialistiche dell'utente. Si propone, pertanto, di formare una figura completa di Specialista in Risonanza Magnetica, sviluppando moduli relativi a: accoglienza del paziente; organizzazione e monitoraggio del processo tecnico in ambito RM; conoscenza dei materiali e delle tecnologie d'uso, alle loro possibili prestazioni; corretta applicazione delle procedure; ottica del miglioramento continuo della qualità. 2

3 4. DESTINATARI E SBOCCHI PROFESSIONALI La figura professionale formata nel Master può trovare sbocco nei Servizi di Risonanza Magnetica presso strutture sanitarie pubbliche e private. Il Master è rivolto ai professionisti Tecnici Sanitari di Radiologia Medica che vogliono acquisire titoli e competenze specialistiche al fine di offrire un servizio sempre più completo e di diventare professionista esperto nell ambito della Risonanza Magnetica. Condizione indispensabile per l iscrizione ad un master di primo livello è la Laurea Triennale e titoli equipollenti. I candidati non in possesso di laurea potranno essere eventualmente ammessi, in numero limitato, in qualità di uditori ove il bando lo specifichi. Elenco titoli di studio necessari richiesti per l ammissione al master: 1. diploma di laurea triennale o magistrale ai sensi del D.M. 270/2004, in una delle seguenti classi: Classe delle lauree in Professioni Sanitarie Tecniche N SNT/03 Classe delle lauree magistrali in Scienze delle Professioni Sanitarie Tecniche. N LM/SNT3 2. diploma di laurea triennale o specialistica ai sensi del D.M. 509/99, in una delle seguenti classi: Classe delle lauree in Professioni Sanitarie Tecniche N. 3 Classe delle lauree specialistiche in Scienze delle Professioni Sanitarie Tecniche. N 3/S In caso di candidati non in possesso dei titoli di ammissione sopra citati la decisione sulla loro ammissione alla selezione sarà soggetta al giudizio insindacabile del Direttore del Master che valuterà anche l eventuale esperienza lavorativa nel settore. 5. NUMERO DI ISCRITTI Il Master sarà attivato se raggiungerà un numero di partecipanti tale da garantire una composizione dell aula equilibrata ed adatta a favorire la partecipazione e l acquisizione di competenze e se sarà economicamente sostenibile. Il numero di partecipanti è fissato in un minimo di 45 e in un massimo di 70 partecipanti. Il Direttore del Master si riserva di ammettere partecipanti oltre al numero massimo definito, fatta salva la garanzia della piena qualità didattica. Il Direttore del Master si riserva inoltre di non attivare il corso qualora il numero degli iscritti non sia tale da renderlo economicamente sostenibile, dandone tempestiva comunicazione agli interessati entro 30 giorni dalla data prevista di inizio. In caso di mancata attivazione del Master, l Università provvederà a restituire le eventuali tasse incassate con esclusione di ulteriori altre spese, materiali e non, sostenute dal candidato. 3

4 6. CRITERI DI SELEZIONE La selezione sarà effettuata mediante: -una valutazione curriculare; -la valutazione delle motivazioni espresse sul modulo di pre-scrizione; -un eventuale colloquio motivazionale che potrà riguardare anche le competenze nel settore dei candidati. La graduatoria di ammissione al Master sarà pubblicata sul sito di riferimento del Master. È vietata l iscrizione contemporanea a più corsi di studio universitari. 7. FREQUENZA La frequenza al Master è obbligatoria e non dovrà essere inferiore al 75% delle ore complessive d aula previste dal Piano di Studi. Il periodo di formazione non può essere sospeso. Non sono ammessi trasferimenti in Master analoghi presso altre sedi universitarie. 8. PERCORSO FORMATIVO Il Master, della durata di circa 18 mesi, è suddiviso in cinque moduli didattici della durata complessiva di 240 ore d aula e 250 ore di tirocinio formativo obbligatorio. Il percorso formativo si articola nei moduli: Elementi propedeutici di matematica, statistica, informatica e fisica; Strumentazione, tecnologia, sicurezza, radioprotezione e qualità in Risonanza Magnetica; Anatomia e tecniche di Risonanza Magnetica; Assetto dei Sistemi Sanitari e di Governance aziendale; Gestione delle Risorse Umane; Tirocinio Formativo; Field Project. 4

5 9. PIANO STUDI Moduli Insegnamento Settore Disciplinare Ore lezione aula Ore studio individuale CFU Elementi propedeutici di matematica, statistica, informatica e fisica Elementi di matematica, fisica e statistica di base in RM L'automazione dei sistemi, l'apparecchiatura e RIS PACS FIS/ MED/ MED/ TOTALE MODULO Strumentazione, tecnologia, sicurezza, radioprotezione e qualità in RM Principi di sicurezza in RM Codifica di fase e spaziale, ricostruzione e qualità dell immagine ING-IND/ FIS/ MED/ TOTALE MODULO Anatomia e fisiologia in RM BIO/ Anatomia e tecniche di RM Studio delle patologie in RM Gestione dei sistemi automatici di iniezione del MdC e conoscenze per operare in campo sterile MED/ MED/ Linee guida e protocolli MED/ Post-processing MED/

6 TOTALE MODULO Assetto dei sistemi sanitari e di Governance aziendale Clinical Governance e organizzazione sanitaria Performance e Controllo di Gestione Pianificazione e Programmazione dell offerta sanitaria ed epidemiologia Fondamenti di HTA e acquisizione di nuove tecnologie Principi e metodologie di ricerca delle evidenze SECS-P/ ING-IND/ ING-IND/ SECS-P/ ING-IND/ MED/ ING-IND/ TOTALE MODULO Gestione delle risorse umane Il TSRM in RM: etica, deontologia, ruolo professionale e responsabilità Tecniche di Comunicazione e gestione dei gruppi MED/ IUS/ SECS-P/ TOTALE MODULO TOTALE MASTER

7 Moduli Insegnamento Ore CFU Tirocinio Formativo Tirocinio Formativo Attività di Field Project Attività di Field Project Totale Ore MASTER Modulo: Elementi propedeutici di matematica, statistica, informatica e fisica Responsabili del modulo: Secondo Barbera, Luigi Cei ELEMENTI DI MATEMATICA, FISICA E STATISTICA DI BASE IN RM Basi di fisica della RM Formazione, acquisizione ed elaborazione del segnale RM Elementi di base delle sequenze Strategie nella scelta dei parametri di scansione Codifica spaziale e formazione dell immagine Statistica di base orientata alla RM L'AUTOMAZIONE DEI SISTEMI, L'APPARECCHIATURA E RIS PACS Struttura dei sistemi di elaborazione e loro evoluzioni Architettura Hardware e Software Rappresentazione delle informazioni Sistema operativo Conoscenza e gestione dell'apparecchiatura in routine e in caso di guasto Gestione interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria Architettura dei sistemi informatici sanitari 7

8 Anagrafe dei dati Aspetti gestionali Aspetti organizzativi Gestione attività di backup e disaster recovery Gestione privacy e flussi informativi Modulo: Strumentazione, tecnologia, sicurezza e qualità in RM Responsabili del modulo: Carlo Noè, Secondo Barbera, Massimiliano Sabatino PRINCIPI DI SICUREZZA IN RM Principi di sicurezza in RM per operatore e utente Legislazione inerente la RM Messa a norma locali RM (progettazione di un sito RM) Ruoli e funzioni delle varie figure in RM Gestione assistenziale del paziente Dispositivi cardiaci impiantabili, protesi & Co Nuovi Pace maker: come gestirli e come pianificare il lavoro La gestione operativa degli incidenti e loro prevenzione Risk Management CODIFICA DI FASE E SPAZIALE, RICOSTRUZIONE E QUALITÀ DELL IMMAGINE Strumentazione e tecniche avanzate di acquisizione Tecnologia dei magneti Sistema di rivelazione del segnale dall'analogico al digitale Studio delle sequenze all'interno delle applicazioni cliniche Formazione, applicazioni e tecniche di imaging avanzato (DWI, DTI, PWI, fmri, etc ) Controlli di qualità (CQ) delle apparecchiature Controlli di qualità (CQ) della tecnica CQ dall'installazione all'attività quotidiana Valutazione e gestione degli artefatti in RM Strategie nella scelta dei parametri di scansione e ottimizzazione del contrasto 8

9 Modulo: Anatomia e tecniche di RM Responsabili del modulo: Fabrizio Cagliada, Vania Galli, Secondo Barbera, Luigi Cei, Massimiliano Sabatino ANATOMIA E FISIOLOGIA IN RM Cenni di anatomia Fisiologia nell'utilizzo dell MDC Imaging anatomico dei vari distretti Imaging anatomico pediatrico STUDIO DELLE PATOLOGIE IN RM Tecniche di studio per distretto, per patologia ed utilizzo dei MDC Reazioni delle varie lesioni alla somministrazione dell MdC Cardio-RM Mammo-RM Angio RM dei vari distretti anatomici (intracanico, TSA, aorta e periferico) GESTIONE DEI SISTEMI AUTOMATICI DI INIEZIONE DEL MDC E CONOSCENZE PER OPERARE IN CAMPO STERILE I mezzi di contrasto in RMN: i pregi e le qualità di ogni formula Ottimizzazione dei flussi e delle dosi negli studi Metodi di esecuzione degli studi con MdC Gestione e utilizzo presidi infermieristici Materiali e presidi sanitari Artro-rm e Angio-rm Muoversi in sala ibrida in équipe LINEE GUIDA E PROTOCOLLI Omogeneizzazione dei protocolli all'interno dell'équipe Ottimizzazione e miglioramento dei protocolli in uso (a seconda della tipologia del paziente) Tecniche di esecuzione Fusion Imaging (sala ibrida) Gestione clinica del paziente e dell'esame RM Applicazione dell'ebp all'interno dell'équipe POST-PROCESSING Effettuazione e gestione immagini di sintesi e curve di impregnazione Effettuazione e gestione immagini funzionali, parametriche 9

10 Effettuazione e gestione immagini ibride Reformatting, vessel analisys, cardio function Modulo: Assetto dei sistemi sanitari e di Governance aziendale Responsabili del modulo: Davide Croce, Emanuele Porazzi, Emanuela Foglia, Umberto Restelli, Alessandro Beux CLINICAL GOVERNANCE E ORGANIZZAZIONE SANITARIA Clinical governance: quadro concettuale per l'applicazione Il governo clinico come valore portante della cultura organizzativa Modelli di UU.OO./Servizio di clinical governance Le teorie organizzative Criteri di progettazione organizzativa Nuovi modelli organizzativi (intensità di cura, separazione ciclo elezione/urgenza, percorso integrato ospedale territorio, hospitalist) Organizzazione a rete e reti di patologie PERFORMANCE E CONTROLLO DI GESTIONE Il ciclo di programmazione e controllo Introduzione al concetto di performance: dalla letteratura alla definizione normativa Sistemi di misurazione delle performance Il confronto strategico con i competitor e con l'ambiente (benchmarking) Comprendere la redditività dei processi sanitari Dal budget a strumenti evoluti di controllo La definizione degli obiettivi strategici e degli obiettivi operativi Activity Based Costing e Activity Based Management PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELL OFFERTA SANITARIA ED EPIDEMIOLOGIA Gli obblighi del Servizio Pubblico: i livelli essenziali di assistenza Dal Servizio Sanitario ai diversi modelli regionali L'organizzazione della Sanità Pubblica e Privata Le variabili che influenzano la domanda di salute Analisi epidemiologiche e programmazione dell'offerta sanitaria L'offerta sanitaria e i suoi rapporti con la domanda Equità dell'offerta sanitaria I modelli di pianificazione strategica, la valutazione delle minacce/opportunità e l'analisi dei punti di forza e debolezza Customer relationship management 10

11 Il sistema di remunerazione delle prestazioni Finanziamento del Sistema Socio-Sanitario Nazionale e Regionale Le principali tipologie di prestazioni I criteri di programmazione sanitaria regionale I meccanismi di finanziamento a livello nazionale e regionale Le delibere di bilancio e gli obiettivi dei Direttori Generali Analisi delle fasce orarie FONDAMENTI DI HTA E ACQUISIZIONE DI NUOVE TECNOLOGIE Definizione di tecnologia sanitaria (farmaci, apparecchiature, percorsi diagnostici, programmi, PDTA, vaccini, etc ) Dimensioni da utilizzare per la valutazione delle tecnologie: caratteristiche tecniche, sicurezza clinica, efficacia, impatto economico, aspetti etici, sociali, politici e medico legali HTA hospital-based: dalla teoria alla applicazione pratica in una struttura aziendale, attraverso un team multidisciplinare Dall'HTA all MCDA: quale futuro? Le problematiche relative all'acquisizione di beni: gli appalti, l'e-procurement, la supply chain management e il codice dei contratti Il Make or Buy Ruolo delle professioni sanitarie nel processo degli acquisti in PA: esperto di riferimento, commissioni tecniche, commissioni di valutazione Come incide la spending review sugli acquisiti nella PA La funzione degli approvvigionamenti: modelli organizzativi, normativa di riferimento e il ruolo dei professionisti nella preparazione e aggiudicazione di una gara Il quadro normativo di riferimento del settore appalti di forniture e servizi (principi, procedure di scelta del contraente, criteri di aggiudicazione) Il ruolo del Collegio Tecnico nella elaborazione del Capitolato speciale e il ruolo della Commissione Giudicatrice nella valutazione delle offerte Il ruolo del tecnico di radiologia medica nella rilevazione del fabbisogno e nell'esecuzione di un contratto Esigenze e priorità di acquisto Segnalazioni su disservizi e cattiva qualità richiesta PRINCIPI E METODOLOGIE DI RICERCA DELLE EVIDENZE Introduzione alla ricerca di base e ricerca clinica Le fasi della ricerca: dalla progettazione all esecuzione L'uso delle tecniche della ricerca qualitativa in ambito sanitario: applicazioni, potenzialità e limiti Le tecniche della ricerca qualitativa: tecniche di consenso formale, focus group, intervista e questionario 11

12 Fondamenti di statistica per non statistici: come leggere il più possibile dai numeri e come interpretarli Scegliere i test di significatività sia per le rielaborazioni quantitative sia per quelle qualitative I disegni di studi clinici e quantitativi Modulo: Gestione delle Risorse Umane Responsabili del modulo: Valentina Telesca, Simona Raiolo, Secondo Barbera, Alessandro Beux IL TSRM IN RM: ETICA, DEONTOLOGIA, RUOLO PROFESSIONALE E RESPONSABILITÀ I principi fondamentali della responsabilità professionale Il rapporto di lavoro del personale dipendente: stato giuridico e trattamento economico Decreto Legislativo 150/09 La valutazione delle performance Promuovere la realizzazione di manuali, protocolli, procedure, progetti di ricerca e percorsi formativi in RM in senso lato TECNICHE DI COMUNICAZIONE E GESTIONE DEI GRUPPI Le abilità della comunicazione in RM (dall'arrivo alla partenza) Farsi capire: i disturbi della comprensione, le regole della chiarezza, lingua e antilingua, croci e delizie del medichese La gestione della claustrofobia Alternare completezza e sintesi: cosa dire, cosa non dire Guidare la percezione dell'emergenza secondo l'opportunità: collocare le parole nel tempo Lavorare in team con altri professionisti (ruoli e funzioni) Gestioni pazienti critici Formazione Formatori Stress, mobbing e burnout Resistenza al cambiamento 10. CALENDARIO La giornata di apertura del Master è prevista per il giorno 2 Marzo Le discussioni dei progetti finali si terranno entro il mese di Settembre Il Direttore del Master potrà indire una sessione di discussione tesi suppletiva riservata a coloro che per gravi e giustificati motivi non abbiano potuto partecipare alla sessione ordinaria. Il Master sarà impostato secondo un calendario dettagliato delle lezioni e degli esami, che sarà direttamente 12

13 pubblicato sul sito del Master. La commissione si riserva il diritto di comunicare eventuali variazioni dello stesso mediante pubblicazione tempestiva delle comunicazioni sul sito del Master (o mediante altri canali, se ritenuti maggiormente idonei). 11. MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLE PROVE DI PROFITTO E DELLA PROVA FINALE Ogni singolo insegnamento prevede una valutazione dell apprendimento tramite esami con votazione in trentesimi. Le prove potranno essere scritte, orali o di altro genere in relazione alle caratteristiche di ciascun insegnamento. La verbalizzazione automatica del voto avverrà entro 10 giorni dalla data di esposizione degli esiti di ciascun esame sul sito del Master, fatti salvi gli eventuali casi di rifiuto degli stessi da comunicare tempestivamente al tutor didattico del Master. È inoltre prevista una valutazione finale che prenderà in considerazione il project work, che potrà portare a un incremento della media ponderata degli esami. La documentazione relativa alla tesi finale dovrà essere consegnata alla Segreteria Master almeno 40 giorni prima della data prevista per la sessione di laurea ordinaria. In caso di superamento di tutti gli esami, del raggiungimento delle frequenza richiesta e di valutazione positiva delle attività finali da parte della commissione, ai partecipanti sarà rilasciato il diploma di Master Universitario di I livello in Tecniche e Gestione di Risonanza Magnetica. A partire dall'a.a gli studenti iscritti a nuovi Master o a nuove edizioni di Master che non riuscissero a completare gli esami oppure la tesi, potranno iscriversi a una eventuale edizione successiva pagando l'intero importo della retta con la possibilità di chiedere, con istanza al Rettore, il riconoscimento dei crediti già acquisiti. Unica eccezione sarà concessa a quegli studenti che presentino al Direttore del corso, entro la fine delle lezioni, un'istanza motivata per giustificato motivo oggettivo con la quale chiedano di sospendere la loro partecipazione al Master e di poterlo completare nella prima edizione utile, se attivata. In questo caso, al momento della riattivazione della carriera, sarà loro richiesta una tassa di ricognizione pari a Euro 250,00 oltre all'eventuale saldo delle tasse dell'edizione Master alla quale erano originariamente iscritti. Se nessuna edizione successiva dovesse essere attivata, tali studenti non potranno completare il percorso Master. Coloro i quali non superino gli esami secondo le modalità sopra specificate potranno ottenere a conclusione del Master un attestato di frequenza, sotto la condizione del raggiungimento della frequenza richiesta. ANTIPLAGIO. Tutte le tesi dei corsi Master, a partire da quelle attivate nell'a.a , devono essere sottoposte, a cura del Direttore del Master, alla valutazione del software antiplagio. 13

14 12. FACULTY La faculty del Master prevede la presenza di docenti dell Università, nonché di accreditati e riconosciuti professionisti di settore. La scelta di un corpo docenti bilanciato tra mondo accademico e mondo professionale risponde alla precisa esigenza di trasferire contenuti didattici ad alto valore operativo, così da trovare reale e immediato riscontro nella pratica lavorativa. 13. COMITATO DI DIREZIONE SCIENTIFICA Il Comitato di Direzione Scientifica provvede ad orientare scientificamente il corso sul piano dei contenuti necessari per una proficua formazione degli studenti e vigila sull andamento del corso. È composto da n. cinque membri appartenenti al mondo universitario o qualificati professionisti del settore, di cui sarà presidente un docente di ruolo di prima fascia, il Prof. Carlo Noè. Gli altri membri del Comitato di Direzione Scientifica sono di seguito indicati: Fabrizio Cagliada, Davide Croce, Emanuele Porazzi, Luigi Cei. Il Comitato di Direzione Scientifica resta in carica per l intera durata del Master. Il responsabile delle attività didattiche del Master è il Direttore. Il Direttore dirige il Master, ha nell ambito della conduzione del Master stesso le funzioni proprie dei Direttori dei Corsi di Laurea e firma i diplomi del master. Direttore Master: Dott. Emanuele Porazzi Coordinatore Master: Dott.ssa Valentina Telesca 14. APPLICATION FORM L application form può essere compilata esclusivamente accedendo al sito sul quale si troveranno tutte le indicazioni necessarie alla compilazione. Le domande devono essere presentate direttamente a mano o spedite tramite posta, alla c.a. della Sig.ra Elisabetta Mentasti Segreteria Master, Corso Matteotti, Castellanza (Va), entro il 15 Dicembre 2014 (farà fede il timbro postale) allegando i seguenti documenti: Curriculum Vitae indicante anche la posizione lavorativa ricoperta attualmente; autocertificazione (debitamente firmata) attestante conseguimento Laurea Triennale/Laurea Magistrale o eventuale altro titolo richiesto a Bando con esami superati e relativa votazione (se richiesti); eventuali altri titoli e certificazioni linguistiche ritenuti rilevanti ai fini della selezione ed eventuale altra documentazione richiesta a bando; fotocopia (fronte e retro) firmata della carta d'identità e del codice fiscale (indicare sul retro copia conforme all originale e apporre la propria firma); 14

15 n. 2 fotografie identiche formato tessera (tutte firmate sul retro), di cui una verrà autenticata a cura della Segreteria; eventuali lettere di referenza; lettera motivazionale; permesso di soggiorno (se studente extra U.E.) I candidati di nazionalità straniera dovranno presentare la domanda in tempo utile per poter procedere con l emissione del visto. Le modalità di immatricolazione per i candidati idonei ammessi, saranno rese disponibili sul sito del Master. Il Direttore del Master ha la facoltà di prorogare la data di presentazione dell application form, qualora ve ne fosse necessità, e di ammettere al Master eventuali partecipanti in ritardo a condizione che non sia superato il numero massimo di partecipanti a bando e che siano rispettati i relativi obblighi di frequenza, dandone tempestiva comunicazione agli uffici di competenza. Il Direttore ha la facoltà di prorogare le iscrizioni entro e non oltre 30 giorni dopo la data d inizio master per permettere l iscrizione di eventuali richieste tardive o regolarizzare le posizioni di studenti non ancora completate. 15. IMMATRICOLAZIONE Agli studenti immatricolati, verrà rilasciata una LIUC CARD tessera di riconoscimento, valida per l intero percorso di studi. La LIUC CARD è strettamente personale e dovrà essere presentata in occasione di esami o altre attività previste dal percorso di studi come unico documento identificativo dello studente. Al termine degli studi o in caso di trasferimento, decadenza o rinuncia agli studi, tale documento deve essere restituito alla Segreteria Master. In caso di furto, smarrimento o distruzione della stessa, lo studente deve esplicitare le circostanze in cui è avvenuto il fatto e chiedere il rilascio del duplicato (il costo del duplicato della US CARD è di 20,00 euro) presentando alla Segreteria Master: domanda redatta in carta legale contenente le generalità del richiedente e il numero di matricola; copia della denuncia di furto o smarrimento rilasciata da autorità della Pubblica Sicurezza o Carabinieri; due fotografie formato tessera debitamente firmate sul retro; quietanza del pagamento per indennità-duplicato della tessera di iscrizione. Lo studente è responsabile personalmente di eventuali alterazioni della propria LIUC CARD. 15

16 16. QUOTA ISCRIZIONE Chi ha ottenuto l'iscrizione al Master (pagando la Prima Rata) è tenuto a versare l'intero importo anche in caso di ritiro e non ha diritto in nessun caso alla restituzione delle tasse, soprattasse e contributi pagati. La quota di partecipazione al Master è di 2.250,00 euro. Il pagamento è previsto in due rate così ripartite: - la prima di 1.250,00 euro+ 16,00 euro di imposta di bollo all atto dell iscrizione; - la seconda di 1.000,00 euro entro il 15 Ottobre È prevista anche la partecipazione in forma di uditore (1.250,00 euro). Il pagamento è previsto in due rate così ripartite: - la prima di 750,00 euro; - la seconda di 500,00 euro entro il 15 Ottobre (Alla domanda di iscrizione occorre applicare una marca da bollo da 16,00 euro). È anche possibile iscriversi, in qualità di uditori, ai singoli moduli: Elementi propedeutici di matematica, statistica, informatica e fisica: 500,00 euro; Strumentazione, tecnologia, sicurezza, radioprotezione e qualità in RM: 500,00 euro; Anatomia e tecniche di RM: 500,00 euro; Assetto dei sistemi sanitari e di Governance aziendale: 500,00 euro; Gestione delle Risorse Umane: 500,00 euro. Alla domanda di iscrizione occorre applicare una marca da bollo da 16,00 euro. 17. SEDE E FACILITIES Il Master si terrà presso l Università Carlo Cattaneo - LIUC. L Università Carlo Cattaneo - LIUC è situata a circa 20 km dall aeroporto di Malpensa. Di seguito i percorsi per raggiungere la LIUC: Via treno Per chi proviene da Milano: Partenza dalla Stazione di Milano Centrale per Castellanza. Alla stazione di Castellanza, prendere l Autobus di linea per l'università o per il centro di Castellanza. 16

17 Partenza dalla Stazione di Milano Porta Garibaldi (linee di superficie o passante), cambio a Legnano. A Legnano prendere Autolinee STIE (fermata all'ingresso dell'università). Partenza dalla Stazione di Milano Cadorna per Castellanza. Alla stazione di Castellanza prendere l Autobus di linea per l'università o per il centro di Castellanza. Per chi proviene da Novara: Ferrovie Nord Linea Novara-Milano, scendere alla stazione di Castellanza. Prendere l Autobus di linea per l'università o per il centro di Castellanza. Per chi proviene da Varese Ferrovie dello Stato, scendere alla stazione di Busto Arsizio. Prendere Autolinee STIE (fermata all'ingresso dell'università). Per chi proviene da Verbania, Arona, Sesto Calende: Ferrovie dello Stato, scendere alla stazione di Busto Arsizio. Prendere Autolinee STIE (fermata all'ingresso dell'università). In aereo Per chi proviene da Aeroporto Malpensa Ferrovie direttamente in aeroporto. Linea Malpensa Express, scendere alla Stazione di Castellanza. Alla stazione di Castellanza prendere l Autobus di linea per l'università o per il centro di Castellanza. Dalla rete autostradale Autostrada A8 Milano-Laghi, provenienza da Milano: uscita Castellanza. Alla rotonda girare a sinistra proseguire su Via Saronnese verso Castellanza superare 1 rotonda, poi successivamente 2 semafori e altre 2 rotonde. A quest ultima svoltare a destra seguendo le indicazioni LIUC Aule e Parcheggi. Provenienza da Varese: uscita Castellanza svoltare a destra proseguire su via Saronnese sempre diritto superare 2 semafori e due rotonde, alla seconda rotonda svoltare a destra seguendo le indicazioni LIUC Aule e Parcheggi. Residenza Universitaria L Università Carlo Cattaneo - LIUC dispone di una Residenza universitaria distribuita su quattro piani, per una superficie complessiva di quasi mq. All'interno della struttura Universitaria, la Residenza dispone di 440 posti letto con oltre 250 camere (di cui 24 camere albergo e 6 suite) progettate per varie tipologie di utenti, di aule computer, di laboratori linguistici, di una biblioteca di settore, di 550 posti a sedere nell area ristorazione, 2 sale TV, 30 sale studio e 120 posti auto coperti per gli ospiti della residenza. Ogni camera è dotata di prese telematiche polifunzionali per l allacciamento dei servizi telefonici con accesso diretto alle linee esterne, antenna televisiva per ricezione satellitare, prese per personal computer collegabili alla rete informatica della LIUC e a Internet, consentendo così agli studenti che lo volessero di continuare a svolgere attività di studio e di ricerca anche durante il tempo libero. A richiesta è possibile usufruire di alcuni servizi aggiuntivi (cassaforte e pulizie personalizzate). 17

IN COLLABORAZIONE CON UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA E FEDERAZIONE NAZIONALE COLLEGI PROFESSIONALI TECNICI SANITARI DI RADIOLOGIA MEDICA

IN COLLABORAZIONE CON UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA E FEDERAZIONE NAZIONALE COLLEGI PROFESSIONALI TECNICI SANITARI DI RADIOLOGIA MEDICA BANDO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO TECNICHE E GESTIONE DI RISONANZA MAGNETICA (TSRM con esperienza avanzata in Risonanza Magnetica) 1^ Edizione Anno Accademico 2015/2016 IN COLLABORAZIONE CON

Dettagli

3.2 Titoli di studio necessari Per l ammissione al Master è indispensabile il possesso di una laurea di 1 livello.

3.2 Titoli di studio necessari Per l ammissione al Master è indispensabile il possesso di una laurea di 1 livello. BANDO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO TECNICHE E GESTIONE DI SENOLOGIA - Masen (TSRM con esperienza avanzata in Senologia) 1^ Edizione Anno Accademico 2015/2016 Articolo 1 Il Master L Università

Dettagli

BANDO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MECCATRONICA & MANAGEMENT MEMA 5^ Edizione Anno Accademico 2016/2017

BANDO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MECCATRONICA & MANAGEMENT MEMA 5^ Edizione Anno Accademico 2016/2017 BANDO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MECCATRONICA & MANAGEMENT MEMA 5^ Edizione Anno Accademico 2016/2017 Articolo 1 Il Master L Università Carlo Cattaneo LIUC istituisce un concorso per l ammissione

Dettagli

BANDO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MANAGEMENT CLINICO-ORGANIZZATIVO IN GERIATRIA TERRITORIALE, CURE CONTINUATIVE E DI FINE VITA

BANDO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MANAGEMENT CLINICO-ORGANIZZATIVO IN GERIATRIA TERRITORIALE, CURE CONTINUATIVE E DI FINE VITA BANDO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MANAGEMENT CLINICO-ORGANIZZATIVO IN GERIATRIA TERRITORIALE, CURE CONTINUATIVE E DI FINE VITA Ma.Ge.co.Fi. 1^ Edizione Anno Accademico 2015/2016 Articolo 1

Dettagli

Articolo 1 Il Master. Articolo 2 Organizzazione didattica del Master

Articolo 1 Il Master. Articolo 2 Organizzazione didattica del Master BANDO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN ASSICURAZIONI, GESTIONE E FINANZA DELLA PREVIDENZA OBBLIGATORIA E COMPLEMENTARE, ASSISTENZA SANITARIA PUBBLICA E INTEGRATIVA M.A.P.A. 13^ Edizione Anno Accademico

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN FOOD MANAGEMENT

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN FOOD MANAGEMENT REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN FOOD MANAGEMENT Articolo 1 - Istituzione del Master «E istituito presso l Università Carlo Cattaneo - LIUC il Master Universitario di I livello

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN MANAGEMENT AND TEXTILE ENGINEERING MTE Anno Accademico 2015/2016

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN MANAGEMENT AND TEXTILE ENGINEERING MTE Anno Accademico 2015/2016 REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN MANAGEMENT AND TEXTILE ENGINEERING MTE Anno Accademico 2015/2016 Articolo 1 Istituzione del Master L Università Carlo Cattaneo - LIUC istituisce il

Dettagli

BANDO. Master Universitario di primo livello. in Management e Funzioni di Coordinamento per le Professioni Sanitarie - MaPS 2 EDIZIONE.

BANDO. Master Universitario di primo livello. in Management e Funzioni di Coordinamento per le Professioni Sanitarie - MaPS 2 EDIZIONE. BANDO Master Universitario di primo livello in Management e Funzioni di Coordinamento per le Professioni Sanitarie - MaPS 2 EDIZIONE Sede di Nuoro Con il patrocinio di: Pag. 1 di 11 1. Il Master L Università

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN MANAGEMENT AND TEXTILE ENGINEERING MTE Anno Accademico 2016/2017

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN MANAGEMENT AND TEXTILE ENGINEERING MTE Anno Accademico 2016/2017 REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN MANAGEMENT AND TEXTILE ENGINEERING MTE Anno Accademico 2016/2017 Articolo 1 Istituzione del Master L Università Carlo Cattaneo - LIUC istituisce il

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO. in Business Administration. Executive Master Part Time

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO. in Business Administration. Executive Master Part Time REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO in Business Administration Executive Master Part Time Articolo 1 Istituzione del Master E istituito presso l Università Carlo Cattaneo - LIUC la

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN CFO- DIREZIONE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Seconda Edizione

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN CFO- DIREZIONE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Seconda Edizione REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN CFO- DIREZIONE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Seconda Edizione Articolo 1 «E istituito presso l Università Carlo Cattaneo -

Dettagli

LIUC Master universitari

LIUC Master universitari REGOLAMENTO DELMASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN HUMAN RESOURCES MANAGEMENT & ORGANIZATIONAL LEARNING HUREMOL Articolo 1 Istituzione del Master È istituita presso l Università Carlo Cattaneo -

Dettagli

18ª EDIZIONE Sede di Castellanza

18ª EDIZIONE Sede di Castellanza REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI INFERMIERISTICHE/DELLA PROFESSIONE OSTETRICA/DELLE PROFESSIONI RIABILITATIVE/DELLE PROFESSIONI

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO

MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN MANAGEMENT DELLA FARMACIA - MA.F. - (CASTELLANZA 1ª EDIZIONE) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 con il Patrocinio di: 1 1. INTRODUZIONE L elevato numero di farmacie pubbliche

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All E al bando di ammissione pubblicato in data 30/10/2015 ART. 1 - TIPOLOGIA L Università degli Studi di Pavia attiva per l a.a. 2015/16 il corso di Master universitario di II livello in Ingegneria Clinica

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI SECONDO LIVELLO IN CRIMINOLOGIA FORENSE MA.CRI.F.

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI SECONDO LIVELLO IN CRIMINOLOGIA FORENSE MA.CRI.F. REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI SECONDO LIVELLO IN CRIMINOLOGIA FORENSE MA.CRI.F. Art. 1 - Istituzione del Master in Criminologia Forense MA.CRI.F. E istituito presso l Università Carlo

Dettagli

Master in Management delle Politiche di Sicurezza Urbana MaPS www.soc.uniurb.it/maps

Master in Management delle Politiche di Sicurezza Urbana MaPS www.soc.uniurb.it/maps UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO Facoltà di Sociologia LaRiCA Laboratorio di Ricerca Comunicazione Avanzata Master in Management delle Politiche di Sicurezza Urbana MaPS www.soc.uniurb.it/maps

Dettagli

BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN STRATEGIC MARKETING MANAGEMENT (FAD) Anno Accademico 2005/2006

BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN STRATEGIC MARKETING MANAGEMENT (FAD) Anno Accademico 2005/2006 BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN STRATEGIC MARKETING MANAGEMENT (FAD) Anno Accademico 2005/2006 Indicazioni generali L Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, ai sensi

Dettagli

BANDO MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO CFO DIREZIONE, AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE. 6 Edizione ANNO ACCADEMICO 2014/2015

BANDO MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO CFO DIREZIONE, AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE. 6 Edizione ANNO ACCADEMICO 2014/2015 BANDO MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN CFO DIREZIONE, AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE 6 Edizione ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IN COLLABORAZIONE CON ANDAF Associazione Nazionale Direttori

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l'organizzazione didattica e lo svolgimento delle attività formative del

Dettagli

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA. In convenzione con SPM 2004 S.r.l. Master Universitario di I livello

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA. In convenzione con SPM 2004 S.r.l. Master Universitario di I livello D.R. n 90/2012 Prot. n 208/2012 UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA In convenzione con SPM 2004 S.r.l. Formazione Master Universitario di I livello In MANAGEMENT, MARKETING, INNOVAZIONE E DIREZIONE

Dettagli

MANAGEMENT SANITARIO (1500 h 60 CFU)

MANAGEMENT SANITARIO (1500 h 60 CFU) Master di II livello in MANAGEMENT SANITARIO (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2015/2016 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master

Dettagli

Ateneo Federato della Scienza e della Tecnologia. Facoltà di Scienze Statistiche BANDO DI CONCORSO ANNO ACCADEMICO 2009/2010

Ateneo Federato della Scienza e della Tecnologia. Facoltà di Scienze Statistiche BANDO DI CONCORSO ANNO ACCADEMICO 2009/2010 D.R. n. 001250 Ateneo Federato della Scienza e della Tecnologia Facoltà di Scienze Statistiche BANDO DI CONCORSO ANNO ACCADEMICO 2009/2010 MASTER DI II LIVELLO IN Gestione della Mobilità Sostenibile DIRETTORE:

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA (Approvato con delibera del CdF del 03.05.06 e modificato con delibere del CdF del 07.03.07, del 12.03.08 e del 08.04.08) Regolamento didattico

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN

MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN GOVERNO CLINICO PER LA MEDICINA INTERNA C.G.M IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ FEDERAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI DEI DIRIGENTI OSPEDALIERI INTERNISTI

Dettagli

Master Universitario di I livello in Valorizzazione turistica dei beni ambientali e culturali

Master Universitario di I livello in Valorizzazione turistica dei beni ambientali e culturali Master Universitario di I livello in Valorizzazione turistica dei beni ambientali e culturali MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo 1 E attivato per l'a.a. 2015/2016 presso l'università degli

Dettagli

Bando per l ammissione al Master universitario di II livello in Management dei Sistemi Informativi MISM (Management of the Information Systems Master)

Bando per l ammissione al Master universitario di II livello in Management dei Sistemi Informativi MISM (Management of the Information Systems Master) Bando per l ammissione al Master universitario di II livello in Management dei Sistemi Informativi MISM (Management of the Information Systems Master) I Edizione Anno Accademico 2012/2013 Art. 1 - Finalità

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN MASTER IN EXPORT AND SALES MANAGEMENT ESME 1^ Edizione Anno Accademico 2015/2016

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN MASTER IN EXPORT AND SALES MANAGEMENT ESME 1^ Edizione Anno Accademico 2015/2016 REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN MASTER IN EXPORT AND SALES MANAGEMENT ESME 1^ Edizione Anno Accademico 2015/2016 Articolo 1 Istituzione del Master L Università Carlo Cattaneo - LIUC

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE (ROMA)

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE (ROMA) REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE (ROMA) Art. 1 Istituzione del Master di primo livello per le funzioni di coordinamento

Dettagli

in collaborazione con MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO MANAGEMENT AND TEXTILE ENGINEERING 2a EDIZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/2015

in collaborazione con MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO MANAGEMENT AND TEXTILE ENGINEERING 2a EDIZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/2015 in collaborazione con BANDO MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN MANAGEMENT AND TEXTILE ENGINEERING 2a EDIZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/2015 1 1. INTRODUZIONE Negli ultimi venti anni il sovrapporsi di

Dettagli

BANDO MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO CFO DIREZIONE, AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE. 6 Edizione ANNO ACCADEMICO 2014/2015

BANDO MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO CFO DIREZIONE, AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE. 6 Edizione ANNO ACCADEMICO 2014/2015 BANDO MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN CFO DIREZIONE, AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE 6 Edizione ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IN COLLABORAZIONE CON ANDAF Associazione Nazionale

Dettagli

Art. 1 Posti disponibili

Art. 1 Posti disponibili REGOLAMENTO PER IL TRASFERIMENTO DAL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN MEDICINA E CHIRURGIA E IN ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA E DAL CORSO DI LAUREA IN IGIENE DENTALE, DI ALTRO ATENEO ALLO

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI (Modificato con delibere del CdF e CdS del 22.01.03, del 07.05.2003, del 8.10.2003; del 25.02.2004;

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà ECONOMIA E LEGISLAZIONE D IMPRESA 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO in Economia e Banking per la piccola e media impresa. Bando di ammissione A.A. 2009/2010

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO in Economia e Banking per la piccola e media impresa. Bando di ammissione A.A. 2009/2010 MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO in Economia e Banking per la piccola e media impresa Bando di ammissione A.A. 2009/2010 Art. 1 1. L Università degli Studi di Cassino istituisce, per l a.a. 2009/2010,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. F al bando di ammissione del 8 settembre 2011 - I gruppo Art. 1 - Tipologia L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2011/2012, presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia, Dipartimento

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica

Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica Laurea di primo livello Classe L-31 Scienze e Tecnologie Informatiche (studenti immatricolati negli

Dettagli

UNIVERSITY OF SIENA FACULTY OF POLITICAL SCIENCES ACADEMIC REGULATIONS PROGRAMME IN SOCIAL WORK

UNIVERSITY OF SIENA FACULTY OF POLITICAL SCIENCES ACADEMIC REGULATIONS PROGRAMME IN SOCIAL WORK UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEL SERVIZIO SOCIALE (Classe L-39 Servizio sociale) UNIVERSITY OF SIENA FACULTY OF POLITICAL

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE. Direzione didattica: Antonio Turturiello

BANDO DI SELEZIONE. Direzione didattica: Antonio Turturiello BANDO DI SELEZIONE Direzione didattica: Antonio Turturiello ARTICOLO 1. INDIZIONE CONCORSO E indetto il concorso pubblico per titoli per l ammissione al Master di secondo livello, di durata annuale, in

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Pubblicato all Albo Ufficiale d Ateneo il giorno 06/12/2005 BANDO PER L AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN MARKETING E COMUNICAZIONE INTERCULTURALE A.A. 2005/2006 L Università degli Studi

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTA DI INGEGNERIA BANDO PER L AMMISSIONE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTA DI INGEGNERIA BANDO PER L AMMISSIONE FACOLTA DI INGEGNERIA BANDO PER L AMMISSIONE AL MASTER DI II LIVELLO IN ARCHITETTURA, TECNOLOGIA ED ORGANIZZAZIONE DELL OSPEDALE Anno Accademico 2008 2009 Codice Corso di Studio: 10805 Art. 1 Per l anno

Dettagli

UNIVERSITÀ degli STUDI di BRESCIA

UNIVERSITÀ degli STUDI di BRESCIA REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DEI MASTER UNIVERSITARI, DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE approvato dal Senato Accademico nella seduta del 10.05.2013 n. 300/5609

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN AREA MEDICA, CRONICITÀ ED EMERGENZA M.A.C.Em 1^ Edizione Anno Accademico 2015/2016

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN AREA MEDICA, CRONICITÀ ED EMERGENZA M.A.C.Em 1^ Edizione Anno Accademico 2015/2016 REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO IN AREA MEDICA, CRONICITÀ ED EMERGENZA M.A.C.Em 1^ Edizione Anno Accademico 2015/2016 Articolo 1 Istituzione del Master L Università Carlo Cattaneo - LIUC

Dettagli

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica I Facoltà di Medicina e Chirurgia Master di II Livello in Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica (Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015 DIPARTIMENTO DI MATEMATICA, INFORMATICA ED ECONOMIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015 TITOLO I Disposizioni Generali Art.1 Finalità del Regolamento e ambito

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MANAGEMENT INFERMIERISTICO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO ANNO ACCADEMICO 2009/2010

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MANAGEMENT INFERMIERISTICO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO ANNO ACCADEMICO 2009/2010 MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MANAGEMENT INFERMIERISTICO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO ANNO ACCADEMICO 2009/2010 PIANO DIDATTICO Istituzione del Master Presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. (Master PrevComp)

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. (Master PrevComp) BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE (Master PrevComp) Università degli Studi della Tuscia Facoltà di Economia Anno Accademico

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DELLA PREVIDENZA. COMPLEMENTARE (Master PrevManagement)

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DELLA PREVIDENZA. COMPLEMENTARE (Master PrevManagement) BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE (Master PrevManagement) Università degli Studi della Tuscia DEIM Anno Accademico 2014-2015

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. A al bando di ammissione pubblicato in data 30/09/2015 ART. 1 - TIPOLOGIA L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2015-16, il Master Universitario di I livello in Infermiere specialista

Dettagli

L UNIVERSITA TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA presenta la I edizione del Master di II livello in PSICOLOGIA DELLO SPORT

L UNIVERSITA TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA presenta la I edizione del Master di II livello in PSICOLOGIA DELLO SPORT Prot. n 184 del 30/07/2015 D.R. n 98 del 30/07/2015 L UNIVERSITA TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA presenta la I edizione del Master di II livello in PSICOLOGIA DELLO SPORT Con il patrocinio di Associazione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO FACOLTA DI SCIENZE DELL UOMO. Bando di selezione per l ammissione al MASTER DI SECONDO LIVELLO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO FACOLTA DI SCIENZE DELL UOMO. Bando di selezione per l ammissione al MASTER DI SECONDO LIVELLO Decreto Rettorale N.328/13 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO FACOLTA DI SCIENZE DELL UOMO Bando di selezione per l ammissione al MASTER DI SECONDO LIVELLO in MEDIAZIONE DEI CONFLITTI in ambito

Dettagli

M A S T E R MANAGER ASSISTANT

M A S T E R MANAGER ASSISTANT FACOLTA DI INTERPRETARIATO E TRADUZIONE Anno Accademico 2011/2012 M A S T E R di I livello in MANAGER ASSISTANT Attivato ai sensi del D.M. 509/99 e D.M. 270/2004 I EDIZIONE FINALITÁ Il Master si propone

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DELL ECONOMIA LM 56

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DELL ECONOMIA LM 56 REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DELL ECONOMIA LM 56 TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO Art. 1 - Premesse e finalità 1. Il Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell Economia

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN --ESPERTO IN PROGETTI EUROPEI E SISTEMI E-LEARNING-- MASTER EU-LEARN

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN --ESPERTO IN PROGETTI EUROPEI E SISTEMI E-LEARNING-- MASTER EU-LEARN Università Ca Foscari di Venezia Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Centro di Eccellenza Interateneo per la Ricerca, l Innovazione e la Formazione Avanzata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN --ESPERTO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione centrale Area uffici didattica Settore master DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione centrale Area uffici didattica Settore master DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione centrale Area uffici didattica Settore master Rep. n. 189-013 - Prot. n. 31 del 19/09/013 Allegati / Anno 013 tit. III cl. 5 fasc.9 DIPARTIMENTO DI SCIENZE

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO in MANAGEMENT IN TECNICHE DELLA PREVENZIONE E SICUREZZA SUL LAVORO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN COMUNICAZIONE SCIENTIFICA ANNO ACCADEMICO 2012/2013 AVVISO DI PARTECIPAZIONE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN COMUNICAZIONE SCIENTIFICA ANNO ACCADEMICO 2012/2013 AVVISO DI PARTECIPAZIONE MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN COMUNICAZIONE SCIENTIFICA ANNO ACCADEMICO 2012/2013 AVVISO DI PARTECIPAZIONE Art.1 Istituzione del Master In conformità alla Delibera adottata dal Senato Accademico

Dettagli

FACOLTA DI SCIENZE MANAGERIALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA TELEMATICO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DEI SERVIZI SANITARI CLASSE 17

FACOLTA DI SCIENZE MANAGERIALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA TELEMATICO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DEI SERVIZI SANITARI CLASSE 17 FACOLTA DI SCIENZE MANAGERIALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA TELEMATICO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DEI SERVIZI SANITARI CLASSE 17 1. DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI FORMATI VI All interno dell Ateneo

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MACERATA MASTER DI I LIVELLO IN DIDATTICA E PSICOPEDAGOGIA PER I DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MACERATA MASTER DI I LIVELLO IN DIDATTICA E PSICOPEDAGOGIA PER I DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MACERATA MASTER DI I LIVELLO IN DIDATTICA E PSICOPEDAGOGIA PER I DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Anno Accademico 2012-2013 II edizione BANDO Art. 1 - Attivazione Il Dipartimento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. B al bando di ammissione pubblicato in data 14/11/2014 ART. 1 - TIPOLOGIA L Università degli Studi di Pavia attiva per l a.a. 2014/2015, il Master Universitario di I livello in Infermiere di Famiglia

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI MANAGEMENT E DIRITTO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN INNOVAZIONE E MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE (Gestione Strategica, Valutazione

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014) Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016

Dettagli

CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO

CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN Medicina e Biostatistica: fondamenti di metodologia della ricerca Istituito ai sensi del D.M. 22/10/2004

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Titolo I - Istituzione ed attivazione Art. 1 - Informazioni generali 1. Il presente Regolamento didattico si riferisce al Corso di Laurea in Informatica,

Dettagli

Bando di selezione. Corso di specializzazione in commercio estero

Bando di selezione. Corso di specializzazione in commercio estero Bando di selezione Corso di specializzazione in commercio estero Nell ambito dell Accordo di programma Ministero Sviluppo Economico / ICE / Regione Abruzzo, a valere sulla Convenzione 2008, l Istituto

Dettagli

Unità Operativa di Psicologia Clinica dell Ospedale Generalizio S. Giovanni Calibita Fatebenefratelli con sede in Roma, via Ponte Quattro Capi 2

Unità Operativa di Psicologia Clinica dell Ospedale Generalizio S. Giovanni Calibita Fatebenefratelli con sede in Roma, via Ponte Quattro Capi 2 Fondazione Internazionale Fatebenefratelli, in seguito denominata FIF, con sede in Roma, via della Luce, n. 15 Partita IVA 01555541000 cod. fisc. 06466230585 Ente di Formazione dell Ordine Ospedaliero

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN WELFARE PUBBLICO E PRIVATO E LE CASSE DI PREVIDENZA PER I PROFESSIONISTI. (Master PreviCasse)

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN WELFARE PUBBLICO E PRIVATO E LE CASSE DI PREVIDENZA PER I PROFESSIONISTI. (Master PreviCasse) BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN WELFARE PUBBLICO E PRIVATO E LE CASSE DI PREVIDENZA PER I PROFESSIONISTI (Master PreviCasse) Università degli Studi della Tuscia DEIM Anno Accademico

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà MARKETING E COMUNICAZIONE 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento

Dettagli

COLLEGIO UNIVERSITARIO DI BRESCIA 1 BANDO DI AMMISSIONE PER L ANNO ACCADEMICO 2013 2014

COLLEGIO UNIVERSITARIO DI BRESCIA 1 BANDO DI AMMISSIONE PER L ANNO ACCADEMICO 2013 2014 COLLEGIO UNIVERSITARIO DI BRESCIA 1 BANDO DI AMMISSIONE PER L ANNO ACCADEMICO 2013 2014 Introduzione Il Collegio Universitario di Brescia si propone come Centro di eccellenza per la formazione dei migliori

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI - A. A. 2008/2009 CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA PEDIATRICA

MANIFESTO DEGLI STUDI - A. A. 2008/2009 CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA PEDIATRICA MANIFESTO DEGLI STUDI - A. A. 008/009 CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA PEDIATRICA PREMESSA CARATTERISTICHE E FINALITA DEL CORSO Il di Laurea in Infermieristica Pediatrica, appartenente alla Classe delle

Dettagli

FAQ. Master in Finanza Avanzata 2015 (aggiornate a giugno 2014)

FAQ. Master in Finanza Avanzata 2015 (aggiornate a giugno 2014) FAQ Master in Finanza Avanzata 2015 (aggiornate a giugno 2014) SELEZIONI E AMMISSIONI 1. Qual è la data di scadenza del bando? La scadenza per la presentazione della domanda è giovedì 23 ottobre 2014 alle

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione Centrale Area uffici didattica Settore Master IL RETTORE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione Centrale Area uffici didattica Settore Master IL RETTORE Rep. n. 2157 Prot. n.31988 del 21.09.2012 Allegati / Anno 2012 tit. III cl. 5 fasc. 4 Bando Master ad accesso programmato di I Livello in Operatori per la devianza: comunità, carcere e territorio afferente

Dettagli

FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA. Master Universitario di I livello in COMUNICAZIONE E TECNOLOGIE PER LO SVILUPPO DEL TURISMO E DEI BENI CULTURALI

FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA. Master Universitario di I livello in COMUNICAZIONE E TECNOLOGIE PER LO SVILUPPO DEL TURISMO E DEI BENI CULTURALI + UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA Master Universitario di I livello in COMUNICAZIONE E TECNOLOGIE PER LO SVILUPPO DEL TURISMO E DEI BENI CULTURALI (TECULTUR) Anno

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. (Master PrevComp)

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. (Master PrevComp) BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE (Master PrevComp) Università degli Studi della Tuscia Facoltà di Economia Anno Accademico

Dettagli

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA Prot. n. 204/2012 D.R. n. 86/2012 UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA In convenzione con GYMNASIUM TOR VERGATA S.R.L. Master di I livello in T EORIA E METODOLOGIA DELLE ATTIVITA MOTORIE IN ETA SCOLARE

Dettagli

UNIVERSITA TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA in collaborazione con GADA FORMAZIONE. Master di I livello in NUTRIZIONE UMANA APPLICATA

UNIVERSITA TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA in collaborazione con GADA FORMAZIONE. Master di I livello in NUTRIZIONE UMANA APPLICATA Prot. n 58/2012 D.R. 10/2012 UNIVERSITA TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA in collaborazione con GADA FORMAZIONE Master di I livello in NUTRIZIONE UMANA APPLICATA Titolo Obiettivi Nutrizione Umana Applicata

Dettagli

Master universitario di I livello in

Master universitario di I livello in Master universitario di I livello in INTEGRAZIONE SCOLASTICA E STRATEGIE DIDATTICHE PER IL SOSTEGNO NELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO. (Corso afferente al Tirocinio Formativo Attivo per

Dettagli

MASTER IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE - POLO DI BOLZANO A.A. 2010-2011

MASTER IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE - POLO DI BOLZANO A.A. 2010-2011 MASTER IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE - POLO DI BOLZANO A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 Direttore del corso Cognome Nome Qualifica SSD Poli Albino Prof. Ordinario

Dettagli

Il Rettore. Area dei Servizi alla Didattica e alla Ricerca Ufficio Convenzioni e Rapporti con le Istituzioni e con il Territorio

Il Rettore. Area dei Servizi alla Didattica e alla Ricerca Ufficio Convenzioni e Rapporti con le Istituzioni e con il Territorio Area dei Servizi alla Didattica e alla Ricerca Ufficio Convenzioni e Rapporti con le Istituzioni e con il Territorio Il Rettore Decreto n. 52974 (797) Anno _2011 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI FI FIRENZE SCUOLA DI SCIENZE DELLA SALUTE UMANA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN FISICA MEDICA REGOLAMENTO DIDATTICO

UNIVERSITA DEGLI STUDI FI FIRENZE SCUOLA DI SCIENZE DELLA SALUTE UMANA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN FISICA MEDICA REGOLAMENTO DIDATTICO UNIVERSITA DEGLI STUDI FI FIRENZE SCUOLA DI SCIENZE DELLA SALUTE UMANA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN FISICA MEDICA REGOLAMENTO DIDATTICO 1 DEFINIZIONE La scuola di specializzazione in Fisica Medica, Area

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E COMMERCIO XXVIII Scienze economiche Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione dei contenuti e le modalità

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN RELAZIONI INTERNAZIONALI LM 52

REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN RELAZIONI INTERNAZIONALI LM 52 REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN RELAZIONI INTERNAZIONALI LM 52 TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO Art. 1 - Premesse e finalità 1. Il Corso di Studi Magistrale in Relazioni internazionali

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA e DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL IMPRESA MARIO LUCERTINI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN INGEGNERIA PER LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA)

UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA) UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA) DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRONICA, CHIMICA E INGEGNERIA

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTÀ DI SOCIOLOGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTÀ DI SOCIOLOGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTÀ DI SOCIOLOGIA BANDO DI CONCORSO PER L AMMISSIONE AL MASTER DI II LIVELLO IN POLITICHE E SISTEMI SOCIOSANITARI: ORGANIZZAZIONE, MANAGEMENT E COORDINAMENTO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Psicologia. LAUREA MAGISTRALE IN Psicologia delle organizzazioni e dei comportamenti di consumo

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Psicologia. LAUREA MAGISTRALE IN Psicologia delle organizzazioni e dei comportamenti di consumo UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Psicologia LAUREA MAGISTRALE IN Psicologia delle organizzazioni e dei comportamenti di consumo REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE

Dettagli

Corso di formazione su metodologia, strategie e tecniche della Ricerca clinica

Corso di formazione su metodologia, strategie e tecniche della Ricerca clinica BANDO Corso di formazione su metodologia, strategie e tecniche della Ricerca clinica EDIZIONE 2015-2016 Art.1 - Oggetto La Fondazione per il Tuo cuore - HCF Onlus (enunciabile anche Fondazione Italiana

Dettagli

Divisione Attività Istituzionali e del Personale Settore Servizi agli Studenti e Progetti per la Didattica Ufficio Accreditamento e Qualità

Divisione Attività Istituzionali e del Personale Settore Servizi agli Studenti e Progetti per la Didattica Ufficio Accreditamento e Qualità \ Divisione Attività Istituzionali e del Personale Settore Servizi agli Studenti e Progetti per la Didattica Ufficio Accreditamento e Qualità SO/fm Decreto del Rettore Repertorio n. 296/2007 Prot. n. 18543

Dettagli

Repertorio n. 4658/2015 IL RETTORE

Repertorio n. 4658/2015 IL RETTORE Università degli Studi di Palermo Titolo III Classe 5 Fascicolo N. 87010 Del 21/12/2015 UOR UOB03bis Master e Corsi di Perfezionamento CC RPA A.M. BUFFA IL RETTORE Repertorio n. 4658/2015 VISTA VISTA l

Dettagli

Bando per l ammissione al Master universitario di I livello in Diritto del Lavoro. X Edizione Anno Accademico 2012/13

Bando per l ammissione al Master universitario di I livello in Diritto del Lavoro. X Edizione Anno Accademico 2012/13 Bando per l ammissione al Master universitario di I livello in Diritto del Lavoro X Edizione Anno Accademico 2012/13 Art. 1 - Finalità del bando 1. L Università Ca' Foscari Venezia attiva, per l anno accademico

Dettagli

VISTO il Regolamento Didattico di Ateneo, emanato con D.R. n. 2440 del 16.07.2008;

VISTO il Regolamento Didattico di Ateneo, emanato con D.R. n. 2440 del 16.07.2008; SEGRETERIA STUDENTI FACOLTÀ DI ARCHITETTURA 2676 IL RETTORE VISTO lo Statuto di Ateneo; VISTO il Regolamento Didattico di Ateneo, emanato con D.R. n. 2440 del 16.07.2008; VISTO VISTO il Regolamento per

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA LM 33

REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA LM 33 REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA LM 33 TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO Art. 1 - Premesse e finalità 1. Il Corso di Studi Magistrale in Ingegneria meccanica afferisce

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA AZIENDALE XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI IN SCIENZE POLITICHE E DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI (L-36)

REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI IN SCIENZE POLITICHE E DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI (L-36) REGOLAMENTO DEL CORSO DI STUDI IN SCIENZE POLITICHE E DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI (L-36) TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO Art. 1 - Premesse e finalità 1. Il Corso di Studi in Scienze Politiche

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facolta di Scienze Matematiche, Fisiche, Naturali Varese Corso di Laurea in Biotecnologie Sede del corso: Varese

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facolta di Scienze Matematiche, Fisiche, Naturali Varese Corso di Laurea in Biotecnologie Sede del corso: Varese UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facolta di Scienze Matematiche, Fisiche, Naturali Varese Corso di Laurea in Biotecnologie Sede del corso: Varese MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2002-2003 Presentazione

Dettagli

Bando di concorso per l ammissione al "LA FISCALITÀ INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE" Sede di BOLOGNA. codice: 8825. Anno Accademico 2013-2014

Bando di concorso per l ammissione al LA FISCALITÀ INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE Sede di BOLOGNA. codice: 8825. Anno Accademico 2013-2014 Bando di concorso per l ammissione al CORSO UNIVERSITARIO DI ALTA FORMAZIONE PER GIUDICI E PROFESSIONISTI TRIBUTARI "LA FISCALITÀ INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE" Sede di BOLOGNA codice: 8825 Anno Accademico

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA QUADRIENNALE DI SPECIALIZZAZIONE IN PSICOTERAPIA PSICODINAMICA AD ORIENTAMENTO SOCIO-COSTRUTTIVISTA (PPSISCO)

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA QUADRIENNALE DI SPECIALIZZAZIONE IN PSICOTERAPIA PSICODINAMICA AD ORIENTAMENTO SOCIO-COSTRUTTIVISTA (PPSISCO) REGOLAMENTO DELLA SCUOLA QUADRIENNALE DI SPECIALIZZAZIONE IN PSICOTERAPIA PSICODINAMICA AD ORIENTAMENTO SOCIO-COSTRUTTIVISTA (PPSISCO) Articolo 1 (Finalità) Il presente regolamento definisce gli organi

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTÀ DI ECONOMIA CENTRO DI RICERCA DE LA SAPIENZA IN STUDI EUROPEI ED INTERNAZIONALI EUROSAPIENZA IN COLLABORAZIONE CON EUROPEAN UNIVERSITY COLLEGE BRUSSELS (BELGIO) e con L INSTITUT UNIVERSITAIRE INTERNATIONAL

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. (Master PrevComp)

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. (Master PrevComp) BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE (Master PrevComp) Università degli Studi della Tuscia DEIM Anno Accademico 2014-2015 Indicazioni

Dettagli

Master Universitario di 1 Livello

Master Universitario di 1 Livello UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA Dipartimento di Scienze Chirurgiche Master Universitario di 1 Livello CURE PALLIATIVE E TERAPIA DEL DOLORE PER PROFESSIONI SANITARIE Direttore: Prof. Leopoldo Sarli Coordinatore

Dettagli