PASSANDO PER NATZWELLER. da Ravenna a Strasburgo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PASSANDO PER NATZWELLER. da Ravenna a Strasburgo"

Transcript

1 PASSANDO PER NATZWELLER. da Ravenna a Strasburgo

2 PREPARO LA MIA VALIGIA S.Alberto Caro diario, è già sabato e lunedì finalmente si parte! Non sai quanto abbia atteso questo momento. Oggi pomeriggio assieme a mia mamma ho preparato le valigie, non puoi immaginarti i litigi e la fatica che ho fatto per convincerla a prendere tutte quelle cose che sono per me indispensabili come ad esempio la piastra per i capelli, i trucchi e gli altri accessori che utilizzo quotidianamente. Ho paura di aver dimenticato qualcosa ah! I CD di Eminem! Senza musica in pullman, che divertimento è? In tre anni di scuola media non siamo mai andati in gita per più di un giorno, questa è la prima volta che vivremo tutti assieme per ben quattro giornate. Strasburgo è una città che mi interessa e mi affascina ma la cosa più insolita è,per me, la visita al campo di concentramento. Immagino che sia un luogo pietrificato, freddo, deserto,pieno di sofferenze perché vi hanno perso la vita migliaia di uomini. Noi andremo proprio a calpestare quei resti, quei ricordi e sarà un esperienza che mi rimarrà impressa per sempre. In classe abbiamo già parlato dello sterminio degli Ebrei ma sono sicura che vedere dal vivo i luoghi dove sono avvenute tante atrocità, deve essere una sensazione completamente diversa, profonda e commovente. Questa gita si può dire che sarà l ultima tappa del nostro cammino,l ultima volta che la 3 A trascorrerà, tutta unita, un momento così significativo. Sono veramente orgogliosa dei miei compagni! Durante il viaggio ti terrò aggiornato, ti racconterò tutte le news, le love story e le emozioni di questa fantastica esperienza. Tua Valentina

3 S. Alberto Cara Janet, mancano solamente poche ore alla partenza della gita per Strasburgo. Sai, ho già preparato le valigie, da due giorni, perché sono terrorizzata al pensiero di dimenticare qualche cosa di fondamentale per il mio breve ma significativo viaggio. Mi chiedo come sarà il Parlamento Europeo che andremo a visitare, se incontreremo dei personaggi famosi che si occupano di politica. Chissà come passeremo le notti nei due alberghi dove alloggeremo! Spero proprio di essere in camera con una delle mie migliori amiche con cui ho dormito ancora. Sono molto preoccupata perché non ho mai affrontato un viaggio senza i miei genitori ed allo stesso tempo sono talmente entusiasta che il mio cuore batte velocissimo, come quando hai appena terminato di fare una corsa. Ora è arrivato il momento di salutarci ed è meglio che vada a letto, altrimenti domani mattina non mi reggerò in piedi dalla stanchezza. Tanti saluti, con affetto TUA GIULIA S. Alberto Cara Janet, sono le 3.00 del mattino, sono talmente emozionata per il viaggio che, come vedi,non sono riuscita a dormire più di cinque ore. Appena mi sono svegliata, la prima cosa che mi è venuta in mente, sei stata tu ed infatti ho deciso di venirti a scrivere. Sono impaziente di partire ma se non riesco a dormire il tempo passa più lentamente, proprio come quando arriva la notte di Natale o di Pasqua che devi scartare i regali o rompere le uova. La mamma si è svegliata, ha visto la luce accesa e mi sta sgridando! Ciao, ti scrivo presto! Giulia

4 COSA METTO IN VALIGIA - spazzolino e dentifricio - medicine - vestiti e biancheria - peluche - macchina fotografica - walkman + cassette + CD - marsupio + portafoglio - cellulare - documenti - ombrello e impermeabile - pigiama e pantofole - trucchi e piastra per i capelli - shampoo e profumo - phone - ago e filo - spuntini e acqua minerale

5 C O S A P O R T O C O N M E I libri, i racconti, film,le m usiche del m io ca m m ino. IL P IC C O L O P R IN C IP E di A ntoine D e S aint-e xupéry T ascab ili B o m p ia n i H o scelto q uesto libro perché, è il m io pre ferito, quello che te ngo sem pre sul co m odin o. M i ha in segnato veram ente tan te cose, dandom i sostegno quando non riuscivo più a continuare. P er q uesto considero necessario tenerlo con m e. T utti i g ran d i sono stati bam bini una volta, m a pochi d i essi se ne ricordano, biso gna cercare d i crearsi una vita con un po di fantasia, d i im m aginazione, non restando sem pre, costantem e nte, con i piedi per terra, appiccicati alla realtà ed attenti solo all esteriorità ed ai propri interessi. E cco perché i g ran d i, le persone adulte, non riescono a ca pire i bam bini; spero che, portando con m e Il piccolo principe, non avrò m ai questo problem a. D entro d i noi ci sono diverse perso nalità, una più tim ida, più sottom essa, una più potente ed irruente, una che si sente im portante e d un altra che ha voglia di dive rtirsi, l im portante è riu scire a sco prirle tu tte quante per sce gliere q ual è la m igliore. C ercare di essere noi stessi, deve esse re u n nostro obiettivo, non fingere, n on m entire, e giudicare le persone, n on per quello che vediam o, cioè per l aspetto esteriore, m a per quello che so no veram ente, com e dice il P iccolo P rincipe: non si vede bene ch e co l cu ore, l essenzia le è invisibile a gli occhi. C oltiva le cose che hai, per farle crescere bene, e allora, potrai finalm e nte dire di esse re felice. (N adia)

6 Susanna Tamaro, Va dove ti porta il cuore, Baldini&Castaldi 22 dicembre Oggi, dopo la colazione, sono andata in salotto ed ho cominciato ad allestire il presepe al solito posto, vicino al camino.. Ti ricordi? Quando eri piccola..per Natale invece delle uova tu nascondevi le pecorelle, quando io non vedevo ne prendevi una dal gregge e le mettevi nei luoghi più impensati, poi mi raggiungevi dov ero e cominciavi a belare con voce disperata. Allora iniziava la ricerca, lasciavo ciò che stavo facendo e con te dietro che ridevi e belavi giravo per la casa dicendo : Dove sei pecorella smarrita? Fatti trovare che ti porto in salvo. E adesso dove sei? Sei laggiù adesso mentre scrivo..le mie parole riavranno portato in salvo?..abbi cura di te. Ogni volta in cui, crescendo, avrai voglia di cambiare le cose sbagliate in cose giuste, ricordati che la prima rivoluzione da fare è quella dentro se stessi, la prima e la più importante..e quando poi davanti a te si apriranno tante strade e non saprai quale prendere, non imboccarne una a caso ma siedi ed aspetta.. Stai ferma, in silenzio, ascolta il tuo cuore. Quando poi ti parla, alzati e va dove lui ti porta.

7 Renata Viganò, L Agnese va a morire, Einaudi - Salve compagna. Tu non mi hai mai visto, ma io ti conosco Fu allora che si aprì la porta, entrarono il tenente e due soldati tedeschi..una ventata di terrore passò nell aria morta Anche per questa volta non si muore pensò l Agnese.. ma..s incontrò prima col tenente, poi con un altra faccia di tedesco, si fermò.quella faccia divenne a un tratto sformata, malsana, mosse le labbra, certo gridava.. Due ceffoni furibondi la sommersero in una stordito giro di circoli rossi. Il maresciallo girò ancora ; prese la pistola..l Agnese restò sola, stranamente piccola, un mucchio di stracci neri sulla neve Roberto Piumini, Mattia e il nonno, Einaudi C era un nonno sdraiato sul letto : era molto pallido e magro e leggero - Non senti l odore? - No - Davvero? Annusa bene, Mattia - Mattia avvicinò il palmo della mano al naso. - Non sento,nonno. - Più forte- disse il nonno- Devi annusare più forte come facevo io con il tabacco, ricordi? Allora Mattia annusò fortissimo e l aria gli fischiò su per le narici. - Ho fatto un piccolo trucco, Mattia. Ti ho fatto annusare forte la mano per poter entrare dentro di te.. - Sì, ecco Una persona che amiamo, resta sempre con noi disse- Per tutta la vita, Capisci? --- Mattia sorrise..

8 IL DIARIO DI ANNA FRANK, EINAUDI I see the world gradually being turned into a wilderness, I hear the ever approaching thunder, which will destroy us too, I can feel the sufferings of millions and yet, if I look up into the heavens, I think that it will all come right, that this cruelty, too will end, and that peace and tranquillity will return again. Vedo il mondo mutarsi lentamente in un deserto, odo sempre più forte l avvicinarsi del rombo che ucciderà noi pure, partecipo al dolore di milioni di uomini, eppure, quando guardo il cielo, penso che tutto si volgerà nuovamente al bene, che anche questa spietata durezza cesserà, che ritorneranno l ordine, la pace la serenità. It s really a wonder that I haven t dropped all my ideals, because they seem so absurd and impossible to carry out. Yet, I keep them, because in spite of every thing I still believe that people are really good at heart. I simply can t build up my hopes on a foundation consisting of confusion, misery, and death. E un gran miracolo che io non abbia rinunciato a tutte le mie speranze, perché esse sembrano assurde e inattuabili. Le conservo ancora, nonostante tutto, perché continuo a credere nell intima bontà dell uomo. Mi è impossibile costruire tutto sulla base della morte, della miseria, della confusione.

9 Tahar Ben Jelloun, Il razzismo spiegato a mia figlia, Bompiani.Il razzista è colui che pensa che tutto ciò che è troppo differente da lui lo minacci nella sua tranquillità.con la cultura si impara a vivere insieme ; si impara soprattutto che non siamo soli al mondo, che esistono altri popoli e altre tradizioni, altri modi di vivere altrettanto validi dei nostri.si utilizza il razzismo per spingere le persone all odio, a detestarsi anche quando non si conoscono nemmeno.. Allora, che si può fare? Imparare, Educarsi, Riflettere. Cercare di capire tutto, dimostrarsi curiosi di tutto ciò che si riferisce all uomo Paolo Crepet, Non siamo capaci di ascoltarli, Einaudi.. Cosa hai sentito finora del mondo attraverso l acqua e la pelle tesa della pancia di mamma? Cosa ti hanno detto le tue orecchie imperfette delle nostre paure? Riusciremo ad averti senza pretendere, a guardarti senza riempire il tuo spazio di parole, inviti, divieti? Riusciremo ad accorgerci di te anche dai tuoi silenzi, a rispettare la tua crescita senza gravarla di sensi di colpa e di affanni? Riusciremo a stringerti senza che il nostro contatto sia richiesta spasmodica o ricatto d affetto? Vorrei che i tuoi Natali non fossero colmi di doni.. La coerenza, mi piacerebbe per te Mi piacerebbe che qualcuno ti insegnasse a inseguire le emozioni come gli aquiloni fanno con le brezze più impreviste e spudorate. Mi piacerebbe che ti dicessero che la vita comprende la morte Mi piacerebbe che qualcuno ti insegnasse a stare da sola, ti salverebbe la vita Non dovrai rincorrere la mediocrità per riempire i vuoti, né pietire uno sguardo o un ora d amore.

10 UN BUON FILM PER UN BUON LIBRO L AMICO RITROVATO Grandi eventi storici possono rovinare un amicizia? Sì, se i due amici sono HANS e KONRADIN, protagonisti del libro e del film L amico ritrovato. Si può ripercorrere la vita anche in senso contrario, tornando indietro alla propria adolescenza attraverso ricordi, oggetti, documenti e testimonianze del passato. E così che ha inizio la storia di Hans, un attempato signore, che ripercorre il tunnel della sua amara giovinezza vissuta a Stoccarda, in Germania, negli anni precedenti alla seconda guerra mondiale. Egli era, allora, un giovane liceale ebreo proveniente da una famiglia borghese che aveva un grande amico Konradin, un ragazzo figlio di una grande famiglia dell aristocrazia tedesca, dalle tradizioni prestigiose. La storia nasce, fiorisce e termina nel giro di un anno : dal febbraio del 1932 alle vacanze di Natale dello stesso anno, un mese prima che Hitler vada al potere. Una grande amicizia lega i due compagni, condividono sogni, progetti, avventure nella Foresta Nera e tanti hobby, ma nel giro di pochi mesi qualcosa comincia a cambiare. L intolleranza razziale dei nazisti, avvelena i loro rapporti : Konradin è costretto a nascondere ai propri genitori il rapporto con l amico perché essi sono convinti assertori della razza ariana. Mia madre non solo detesta gli ebrei, ma li teme..non accetterà mai l idea di conoscerti. Senza contare che è gelosa di te perché tu, un ebreo, hai saputo conquistare l affetto di suo figlio E così che il rapporto tra i due giovani sfuma pian- piano, fino a sparire, o almeno così sembra. Per ordine dei genitori, Hans si trasferisce in America da parenti, sopravvive alla guerra, diventa avvocato, si forma una famiglia e cerca di dimenticare ; ma il passato spesso ritorna e porta con sé quesiti non risolti. In cerca di risposte, l anziano signore torna in Germania e scopre ciò che lo porterà a riscattare il valore dell amicizia, a rivalutare il legame con l amico scomparso. F. ULHMAN concentra, nel suo breve testo, vari aspetti della vita di un adolescente: i rapporti con i genitori e con i compagni,le esperienze scolastiche, il contatto con la natura, le passioni e gli interessi adolescenziali ; unisce questi aspetti privati ed affettivi al clima politico di un particolare periodo storico che con la sua intransigenza ed intolleranza travolge e mortifica nell uomo i sentimenti più vivi e più veri. Marilisa,Giulia e Valentina, Nadia e Silvia, Michela

11 LA LEGGENDA DEL PIANISTA SULL OCEANO Se vuoi che qualcuno ti spieghi quale possa essere il significato della vita e della musica affidati a Danny Boodman T.D. Lemon NOVECENTO, perché egli nonostante abbia vissuto una vita molto diversa dalla tua può, in fondo, dare senso e particolarità anche alla tua esistenza. Novecento considera il mondo infinito e lo paragona alla Tastiera di Dio, una tastiera che egli non si sente in grado di suonare. Per questo motivo vive all interno del VIRGINIA, una nave che negli anni tra le due guerre, fa la spola tra l Europa e l America portando emigranti in cerca di fortuna e passeggeri in cerca d emozioni e novità. Nel VIRGINIA passa tutto il mondo ma non più di 2000 persone alla volta, dalla prua alla poppa ; è così che Lemon riesce a conoscere ciò che sta sulla terra ferma grazie a quell andirivieni di personaggi, ai loro racconti ed al loro modo d essere. Danny ha una grande passione : la musica, il suo destino. Essa, dalla morte di suo padre, è sempre stata in lui e con lui, l accompagnerà nei momenti più importanti e significativi : dalle esibizioni di pianoforte, all incisione di un disco, all incontro con l amore. Con la musica Boodman esprime i suoi sentimenti,la sua creatività, se stesso ; si libera degli spazi ristretti per recuperare la visione di posti lontani e sconosciuti, oltrepassa l oceano ed ha sempre una buona storia da raccontare. I tasti iniziano, i tasti finiscono, sono 88 i tasti, è la musica che è infinita. E un mondo rassicurante e finito quello di 900, solo in esso egli accetta di vivere. Come potrebbe scendere dalla sua nave? Ha un finale drammatico questo film : c è chi muore per dare un senso alla propria vita. E Novecento, dopo tutto, non era, per il mondo, mai esistito ; di lui ci rimane la sua musica. N.B. Il regista, Giuseppe Tornatore, ha tratto questo film dal libro di Alessandro Baricco NOVECENTO : solo 62 pagine da leggere e non dimenticare.

12 MARCIAPIEDE 14 Il dolore ha il volto dell emigrante, ed io l ho visto, stamane, accanto al treno che tossiva bianco vapore. Ho visto una casa intera in due valigie di cartone nero ed un pacco di spago ; Ho respirato odore di stalla e di campi. Abito di velluto e scarpe di chiodi : quel giorno la speranza vestiva così. Franco Martignon Certo il viaggio non si intraprende sempre e solo per un bisogno interiore ma anche per necessità, per bisogno. Gli emigranti cambiano paese per trovare fortuna e hanno un biglietto di sola andata verso una destinazione ignota. Presto noi ritorneremo dal nostro viaggio, nelle nostre case, per poter ripartire verso nuove terre e verso nuove emozioni. (Marilisa) SI PARTE Viaggio Variabile personaggio della nostra vita non ci abbandoni mai? Sei sempre con noi? Ci perseguiti? O ci segui costantemente come un cagnolino fidato, come parte di noi? Marilisa

13 IN VIAGGIO.. Non sono mai andata all estero, non ho mai visitato posti stranieri è la prima volta la mia grande occasione! VOGLIO DIVERTIRMI Come rondine in primavera voglio vivere al meglio voglio essere libera! VOGLIO RIDERE E SCHERZARE come piuma al vento volteggiare tra i giorni e giocare come una bambina. Lara

14 PARTENZA LUNEDI ORE 5.30 / ARRIVO ORE ( da Mezzano a Colmar ) Il viaggio è durato circa 12 ore, contando anche le soste in autogrill e per il pranzo. Per ammazzare il tempo in pullman, c era chi parlava, chi scattava le foto, chi giocava, o chi, più semplicemente, sentiva la musica. Verso le siamo arrivati alla frontiera svizzera, l unica in cui abbiamo dovuto sbrigare qualche formalità. ( Michela ) Il lungo tragitto in autobus non mi ha dato nessun tipo di problema! Grazie ai miei amici non ho fatto altro che ridere,scherzare,giocare, ascoltare la musica e cantare. ( Valentina ) La scolaresca è accompagnata, in questo viaggio, dal presente al passato, da un ex-deportato del campo di concentramento di Mathausen, Gasiani Armando, e dal Presidente dell ANED, Divo Cappelli. ( Nadia )

15 PARTIRE Come piume trasportate dal vento, come foglie staccate dal ramo, lasciamo il nostro paese e partiamo per luoghi lontani per luoghi sconosciuti. Impariamo a conoscere ciò che ancora non sappiamo e impariamo a scoprire ciò che ancora non abbiamo veduto. La gioia di sapere Ed il piacere di capire Porta in noi La speranza per l avvenire Michela Rijillo

16 Verso le siamo arrivati a COLMAR, una splendida cittadina francese che abbiamo visitato in modo un po insolito, infatti abbiamo utilizzato un simpatico trenino che ci ha portato alla scoperta dei luoghi più pittoreschi e tipici della città. ( Marilisa ) Il trenino percorreva a passo d uomo, i viottoli e le stradine più antiche e nascoste, tra le quali, talvolta, sbucava una chiesetta o si udiva il dolce rumore di un ruscello. (Nadia) Le case sembravano quelle delle bambole, erano attorniate da immensi giardini pieni di fiori e talvolta rallegrati da una fontanella al centro ( Giulia )

17 COLMAR Come giocattoli piccole e buffe casette dal tetto a punta, sbucano qua e là sovrastate, accerchiate dal verde. Gremito di turisti un trenino cammina lentamente Tra le vie. E come un sogno Questo paese delle bambole, tutto ride con lui. Nadia

18 MARTEDI META : STRASBURGO Il secondo giorno, alla mattina presto, ci siamo diretti a Strasburgo, sede dell imponente edificio del Parlamento Europeo e della maestosa costruzione del Palazzo dei Diritti Umani. (Michela) Il Parlamento Europeo è maestoso, affascinante, un architettura mastodontica e all avanguardia tecnologica costruita esternamente di vetro ed internamente con vari materiali come il legno, l ardesia ed il marmo. Esso comunica forza ed allo stesso tempo solidarietà. ( Silvia )

19 Questa visita mi è piaciuta molto perché la guida ci ha spiegato quando e come si svolgono le sedute delle commissioni che studiano i progetti di legge e le modalità di voto dei parlamentari. Abbiamo potuto capire quali siano le funzioni del parlamento e le opportunità che vengono offerte anche a noi ragazzi, al termine del nostro corso di studi, per migliorare la nostra preparazione. Vi sono infatti, numerosi corsi di qualificazione e di specializzazione che vengono rivolti ai giovani di tutti i paesi che fanno parte dell Unione Europea. (Marilisa, Jennifer) L interessante tour all interno dell edificio ha fatto nascere in noi ragazzi un grande senso di unità nei confronti dello stato repubblicano, poiché abbiamo compreso il vero valore della democrazia. ( Michela )

20 IMPARA AD INTEGRARTI NELL INSIEME Chi non vede, chi non capisce che pietre, mattoni e tegole sono, nello stesso tempo, tutto e niente per diventare una casa? In mucchio hanno valore di speranza. A servizio di un progetto, vivendo l unità, esse formano un insieme, e l insieme è migliore delle parti disperse. Helder Camara VIVERE NELL UNITA AL SERVIZIO DI UN PROGETTO, questo è per tutti noi il vero significato dell UNIONE EUROPEA : condividere scopi e progetti per realizzare una COMUNITA nuova, più forte, più matura, più rispettosa e consapevole dei diritti umani ed allo stesso tempo più pronta ad accogliere anche la nostra voce e a dare risposta alle nostre necessità.(lara, Michela)

21 LE ALI DELLA VITA Muovo le ali di nuovo Unita con il mio gregge Parto per pascoli inesplorati Muovo le ali di nuovo In cerca di un posto nuovo Vago, nel più profondo dell anima Valorizzo il nostro io Il nostro essere uomo. Silvia

22 STRASBURGO NEL POMERIGGIO Durante il pranzo e nel pomeriggio ci aspettava un bel parco naturale dove vi erano linci, scimmie, uccellini e le caratteristiche cicogne che nidificano anche sui tetti delle case. (Silvia) Il pranzo al sacco, è stato consumato in un tranquillo giardino pubblico che ospitava un piccolo zoo con vari animali :: pavoni, koala,cicogne e pure delle simpatiche scimmie che giocavano tra loro. (Michela)

23 Passeggiando per le strade, ciottolate ed ampie, abbiamo potuto ammirare i monumenti, i palazzi, le chiese ed abbiamo potuto entrare nella cattedrale gotica con pinnacoli, decorazioni e vetrate veramente stupendi. (Nadia) Verso sera abbiamo rivisto la città in modo insolito ed affascinante : navigando con un battello sui suoi canali. Oltre a conoscere le bellezze di Strasburgo abbiamo così avuto un approfondimento tecnico riguardante il funzionamento delle chiuse che permettono all imbarcazione di essere innalzata o abbassata a seconda della necessità. (Marilisa )

24 Questa giornata mi è piaciuta perché, oltre a visitare importanti costruzioni e navigare sul lungo canale che ci ha portati a visitare la città, ha visto l inizio di una buona amicizia con gli autisti dei pullman (Vanes e Nino ) e con le nostre guide ; fin dal primo giorno tutti si sono presentati in maniere molto simpatica e dimostrano di saper dialogare e scherzare con noi. (Michela )

25 AMO Amo i fiori I prati verdeggianti Il colore azzurro del cielo Amo la natura tutta che mi circonda Amo il mare I laghi I fiumi I ruscelli Le montagne Amo gli alti alberi che si levano nel cielo Le piccole viole nascoste tra i cespugli Amo la vita. Lara Ghirardini

26 MERCOLEDI META : NATZWELLER Caro diario, Il luogo che mi ha colpita di più, è stato il campo di concentramento di Natzweller, che abbiamo visitato sotto la guida di un ex-deportato : Armando Gasiani. Le emozioni che ho provato nell attraversare il cancello di quell enorme prigione sono state tutte negative, perché in quel luogo vedevo solo morte, distruzione, disperazione, odio. Abbiamo visitato le camere di tortura, e tu non puoi immaginare minimamente le brutalità che i nazisti affliggevano ai poveri uomini : più essi soffrivano, più i capi erano felici. Il forno crematorio è stata la cosa più spiacevole da vedere perchè ha lasciato un segno in me di grande sconforto. E orribile trovarsi davanti un enorme bocca in cui le persone venivano bruciate solo perché avevano credenze e modi di pensare diversi da quelli nazisti. (NADIA)

27 P iù di qualsiasi docum entazione m i h a colpito la testim o nianza del signor G asiani. H o am m irato la sua fo rza d anim o, il coraggio che ha dim o strato n el raccontarci le sue esperien ze e nel co m u nicarci i suoi sentim enti d i disp rezzo ve rso i nazisti (V alentina)

28 La vita all interno di un lager era veramente difficile. La libertà, la giustizia, la pace, la democrazia e la tolleranza, erano solamente tanti sogni impossibili per i deportati che si scontravano quotidianamente con l ignoranza, la cattiveria, la rabbia, la crudeltà, l indifferenza l arroganza, la criminalità. Molte testimonianze agghiaccianti ci sono state raccontate da Armando Gasiani, ex deportato del campo di sterminio di Mathausen che con la sua testimonianza ha saputo trasmettere le sue esperienze in modo coinvolgente e commovente. Gli inutili lavori, le punizioni, le impiccagioni, le bastonate rendevano sempre più complicata la sopravvivenza all interno del campo. Così, come ci è stato spiegato dal signor Gasiani, bisognava diventare furbi, usufruendo di qualsiasi oggetto per utilizzarlo a proprio vantaggio. Ma attenzione, una piccola mossa falsa, sarebbe stata la goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso: un piccolo aiuto ad un amico, ti sarebbe costata la morte più prematura di quella già segnata all entrata di un lager.

29 B is o g n a va q u ind i fa re m o lta atte n zio n e a n o n fa rsi v e d e re o s en tire, p erc h é i n azisti s are b b ero s tati s em p re p ro n ti a d am m a zza rti. L a scarsis sim a q u a n tità d i cib o re n d e va o g n i g io rn o, il c o rp o d e ll u o m o s em p re p iù d eb o le. U n s u rro g a to d i caffè al m a ttin o, u n a zu p p a p e r p ra n zo, o u n cu c ch ia ino d i m arg a rin a e rico tta p e r c e n a, n o n e ra n o ab b asta n za p er p o rtare al co rp o le g iu ste v ita m in e e p ro te in e d i c u i a veva b iso g n o. M olte vo lte, in fatti, qu a n d o s u l te rre n o d el c o rtile cre s cev a l erb a s p ag n a, i d e p o rtati c erc a v a n o d i s o ttrarla a l te rre n o p e r p o te rla m a n g ia re e n a sco n d e rla a g li o c c h i d ei n azisti c h e p er p u ro d is p etto, o rd in avan o d i ta g liarla o g n i vo lta c h e n a sceva. Q u e sti u o m in i cru d e li a v olte a p p ro fitta van o d e i d ep o rta ti, in fatti, p e r o tte n ere le licen ze p e r to rn a re a c as a, li u c cid e van o ra cco n tan d o p o i, a i s up e rio ri, u n a scu sa c red ib ile p er a v erli elim in a ti. N o n v i e ra n o p rop rio e ssere ig n o b ili q u an to i n azisti, s p ie ta ti e fe ro c i su in n o c e n ti d i ra zza o id e e p o litich e d iv ers e d a q u e lle d i H itle r. O rm a i, tu tte le p e rso n e rin ch iu se n e i la g e r si p o te van o d efin ire o gg e tti, co s e s en za v ita, sen za an im a, sen za d ig n ità, m a rc h ia ti a v ita c o n u n n u m ero, un s eg n o d i ric o n o s cim en to ch e se d a u n la to so s tituiv a i lo ro n o m i, le lo ro vere id e n tità, d all altro d ava lo ro la p o ssib ilità d i ric evere u n p o d i c ibo p er n u trirs i.

30 Nudi, rasati e num erati, senza nessun diritto, con una vita segnata dalla m orte. A volte per sopravvivere, erano costretti a far la spia, a diventare kapò per rice vere le s im patie dei nazisti o più brutalm ente, erano spinti ad uccidersi a vicenda buttandosi giù da un burrone. Non vi erano m etodi più crudeli per sterm inare una intera popolazione!

31 Armando ricorda che una volta un generale nazista, per il compleanno di suo figlio, fece uccidere quaranta uomini per far felice il suo bambino. Dopo aver ascoltato tante atroci testimonianze, non ho più parole per descrivere la mia amarezza per ciò che mi è stato riferito. Spero vivamente che da questi grandi errori tutti noi possiamo imparare a cambiare, cancellando ogni forma di discriminazione e cercando di accettare tutte le persone per quello che sono, senza avere pregiudizi per il colore della pelle né forme di intolleranza nei confronti di coloro che hanno idee o religioni diverse dalle nostre. MICHELA

32 NATZWELLER Quel forno Quei letti Quella corda appesa Quelle stanze vuote Ti fanno guardare in faccia la morte, non c è speranza E i tuoi ricordi ti scorrono davanti. Adesso Una semplice stufa di legno, un semplice letto ricamato ti riportano ad una vita che prima non c era. Ilaria NATZWELLER Una voce Delle urla Delle grida Un pianto e Subito è il silenzio. Il silenzio Di un uomo che viene cancellato dalla malvagità. Valentina

33 Natzweller Lo sgomento L incredulità La paura Tutto ciò provavo racchiusa in quel luogo, in quel luogo di morte. La vita scappava via Come la libertà La libertà di vivere La libertà di Sperare. Marilisa SE QUESTO E UN UOMO Voi che siete sicuri nelle vostre tiepide case. Voi che trovate tornando a casa Il cibo caldo e visi amici: Considerate se questo è un uomo Che lavora nel fango Che non conosce pace Che lotta per mezzo pane Che muore per un sì o per un no. Considerate se questa è una donna, senza capelli e senza nome senza più forza di ricordare Vuoti gli occhi e freddo il grembo Come una rana d inverno. Primo Levi

34 LIBERTA Su i quaderni di scolaro Sui miei banchi e gli alberi Su la sabbia su la neve Scrivo il tuo nome Sopra i miei rifugi infranti Sopra i miei fari crollati Sulle mura del mio tedio Scrivo il tuo nome Su i miracoli notturni Sul pan bianco dei miei giorni Le stagioni fidanzate Scrivo il tuo nome E in virtù d una parola Ricomincio la mia vita Sono nato per conoscerti LIBERTA Paul Eluard Questa poesia propone uno dei più bei valori che ci sia mai stato donato : la libertà. Non tutti siamo riusciti a conservala, per molti è ancora una ricerca. Essa deve essere proprietà di tutti perché permette all uomo di fare delle scelte, di vivere la propria esistenza in modo pieno. (Nadia)

35 THE JOURNEY OF THE MAGI A cold coming we had of it, Just the worst time of the year For a journey, and such a long journey: The ways deep and the weather sharp The very dead of winter. All this was a long time ago, I remember, And I would do it again, This: were we led all that way for Birth or Death? There was a Birth, certainly, We had evidence and no doubt. I had seen birth and death, But had thought they were different We returned to our places, these Kingdoms, But no longer at ease. TS. Eliot IL VIAGGIO DEI MAGI TS. Eliot Fu un ritorno freddo, Nel peggior momento dell anno Per un viaggio, così lungo: Le strade erano ripide e il tempo tagliente Nel cuore dell inverno. Tutto ciò fu molto tempo fa, ricordo, E lo rifarei, Ecco: siamo stati condotti fino là Per la Vita o per la Morte? Ci fu una nascita, certamente, Ne abbiamo avuto le prove, nessun dubbio. Avevo visto nascita e morte, Ma avevo pensato fossero diverse.. Tornammo nei nostri luoghi, quei Regni, Ma non più a nostro agio..

36 MERCOLEDI META : LUCERNA Lucerna è stata la nostra tappa conclusiva. Questa città è stata molto apprezzata da tutti perché oltre alle sue bellezze naturali ci ha dato la possibilità di fare i nostri acquisti in un sofisticato magazzino del centro. La Svizzera è la patria degli orologi così noi ragazze abbiamo voluto cogliere l occasione per comprarci degli Swatch tutti colorati, confidando nella tipica precisione svizzera abbiamo così sperato di portare a casa un po della mitica puntualità dei suoi abitanti (Michela)

37 CITTA Un momento di svago di libertà di felicità di divertimento Lingue e usanze diverse paesaggi diversi ma in fondo molto simili ai nostri. Jennifer LUCERNA Tra le montagne una città con un lago un fiume due ponti famosi e tanti animali. Tra tante case dipinte che la rallegrano si vive nella tranquillità nella serenità. STA in mezzo alle montagne questa città. Marilisa

38 MERCOLEDI : NEL POMERIGGIO DA LUCERNA A S. ALBERTO IL RITORNO

39 Il ritorno a casa è stato lungo e triste perché tutti pensavamo al fatto che questa sarebbe stata l ultima gita, la nostra ultima possibilità di divertirci tutti assieme lontano da casa ( Silvia ) Comunque vadano le cose e qualunque sia la strada che prenderemo in futuro, la nostra amicizia rimarrà nel tempo. (Silvia, Michela)

40 Questa gita è stata anche un modo per salutarci : è l ultima volta che la mitica 3 A avrà la possibilità di trascorrere dei momenti così indimenticabili. E da otto anni che noi ragazzi siamo tutti uniti, otto splendidi anni che sono volati via come il vento e che ricorderò per tutta la vita. ( Valentina ) Il primo giorno mi sono sentita male perciò avrei desiderato tornare a casa, volevo addirittura farmi venire a prendere dai miei genitori ; i giorni seguenti sono stata proprio bene, ho potuto conoscere nuovi amici e mi sono divertita molto tanto che avrei voluto rimanere ancora una settimana. ( Giulia )

41 Pian piano durante il percorso del ritorno, i nostri volti si sono rattristati perché la gita si stava concludendo e noi abbandonavamo anche i nostri accompagnatori che erano stati così disponibili e simpatici con tutti. ( Jennifer )

42 Quelle città hanno saputo tenerci uniti hanno saputo ricostruire amicizie perse hanno saputo farci conoscere nuove genti hanno saputo rinnovare le nostre speranze ( Deborah )

43 Con loro, i miei amici non mi sono sentita sola, non mi sono sentita esclusa, mi sono sentita amata, rispettata, presa in simpatia ( Ilaria)

44 Caro diario, Sono rimasta molto soddisfatta di questa gita : è andato tutto alla perfezione. Pensa, non mi sono mancati neppure i miei genitori, anche se sono molto affezionata a loro! Quando siamo partiti, al mattino presto, ero un po incerta, un po dispiaciuta, un po impaurita, perché non sapevo se ce l avrei fatta a rimanere tutto quel tempo lontana da casa e se sarei riuscita a cavarmela da sola. Ora che ti sto scrivendo, posso affermare che se ci fosse una corriera, sotto casa mia, carica di amici, non esiterei affatto a saltarci su e di corsa! ( Nadia )

45 S.Alberto 30 th April 2001 Dear Anita, how are you? And your family? I m very well because I have just returned from my school trip. Now I want to tell you where I went and what I saw. I went there on 23, 24, 25, 26 April with my class and my teachers by bus. The trip was very long. It took about 10 hours but it was very amusing. I didn t suffer from travel sickness on the coach because I talked and listened to music with my friends. First of all we visited Colmar, a town in France. It is a very beautiful and charmidg town. Then we went to Strasbourg where we visited the Europeam Parliament. It is a huge and interesting building. We visited the town and we took some photographs. On the 25 th we visited Natzweller, a concentration camp and we got very sad. We also liked talking to Mr Gassiani, an old man who spent 4 months in a concentration camp. On the last day we visited Luzern a beautiful Swiss town where I bought a swatch. We always slept in hotels where we didn t eat very well but the second evening I ate chips and meat, my favourite food. I liked Strasburg and Luzern very much because they are beautiful and interesting towns, but I didn t like the Nazi concentration camp. I had fun also because it was the last time I had a school trip with my school friends. I must go now. Write to me and tell me about yours school friends. I must sing off XXX Valentina

46 S.Alberto 30/04/2001 Hello!, I m Marilisa your best penfriend. I want to talk about my wonderful school trip. On 23 rd,24 th,25 th and 26 th April the 3 rd class of my school went to Colmar, Strasbourg, a concentration camp, an Alsatian Village and Luzern. We went to these places by coach but we took other means of trasport : a small train and a boat. We spent about 12 hours on our coach but finally we arrived in Colmar, a beautiful French town. In Strasbourg we visited the European Parliament and the city. The next day we visited a concentration camp and a beautiful Alsatian village, Riquievir. On 26 th april we visited Luzern and went back home. We slept at the Euro Hotel, in Germany, for the first 2 nights and at Hotel Belvedere in Luzern, Switzerland. We ate soup, meat and potatoes for dinner ; for breakfast we had milk, bread, jam and honey ; for lunch the organization gave us sandwiches and drinks. The place I liked most are Luzern, Strasboug, Colmar and the Alsatian Village, Riquevir. I didn t like the concentration camp because it isn t a funny and happy place. During the trip I had a lot of fun because everything was very good and beautiful. BYE BYE Marilisa

47 IL VIAGGIO.che cos è che spinge i miei pari a mettersi in viaggio?.. Un tempo ero convinto che si trattasse di brama di apprendere, di migliorare ;..poi me ne stancai questa enigmatica smania di viaggiare mi parve allora una specie di voglia di avventura No, anche questo non era giusto. In fondo è sempre l UMANO che andiamo cercando dappertutto, è dell UOMO che sentiamo la sete.una conferma della parte migliore di noi stessi, una conferma della nostra segreta fede nello spirito umano Così Hermann Hesse, uno dei maggiori scrittori tedeschi del 1900, nel suo libro IL VAGABONDO descrive il vero senso del viaggio, ciò che veramente significa partire dalla propria terra e scoprire etnie e paesaggi stranieri.

48 Il NOSTRO VIAGGIO che si è concluso da più di una settimana, è un ricordo molto vivo in tutti noi perché è stato un viaggio dentro l uomo. In esso abbiamo trovato dei valori stupendi che inneggiano all amore, all unione, all amicizia,al rispetto della dignità e dei diritti di ogni individuo ma è emerso anche un aspetto malvagio che porta alla morte, alle discriminazioni razziali,ai pregiudizi, alla pazzia ed all odio. L UOMO BUONO è quell uomo che considera la diversità una ricchezza, un valore da rispettare ed apprezzare, è colui che si impegna a mantenere stabile l amicizia e la pace. L UOMO CATTIVO è quell uomo che libera la propria essenza malvagia, esaspera la sete di potere, si culla nella propria ferocia. E quest ultimo lato dell uomo che noi vogliamo allontanare, non vogliamo riconoscerlo come nostro, lo chiamiamo disumano e gli voltiamo le spalle.

49 Lasciamo l orrore di NAZTWELLER nelle nostre memorie per andare verso STRASBURGO, verso l UNIONE EUROPEA, verso il PALAZZO DEI DIRITTI UMANI, verso il mondo che noi sosteniamo. E così che potremo viaggiare in compagnia di HESSE :..ogni esperienza che costituisce il senso del nostro impulso a viaggiare non perderà mai il suo fulgore, e se tra dieci e venti anni andrò in giro per il mondo con opinioni, esperienze, sentimento della vita diversi da quelli di oggi, alla fin fine tutto accadrà nello stesso solco di oggi e, al di sopra di ogni differenza e incantevole contrasto tra popoli e paesi, mi verrà incontro, con sempre maggior chiarezza, il senso unitario dell umanità. Michela, Marco, Nadia, Giulia, Valentina, Marilisa.

50 IN VIAGGIO Cammino, passeggio, ora splende il sole, ora scende la notte, ma il mio incessante percorso va avanti. Incontro vari individui mi circonda la natura mi affolla la mente di vaghi pensieri. Sto forse sognando? NO, sto viaggiando attraverso il sentiero della mia vita. Nadia Malavolti

51 I VIAGGIATORI : Berardi Silvia Betti Valentina Ciavatta Francesca Cortesi Marilisa Donati Marco Ghirardini Lara Malavolti Nadia Mariani Giulia Mantovani Michael Marasco Luciano Morelli Ilaria Polastrini Jennifer Rava Nicola Rijillo Michela Ruma Francesco Russo Mario Zuccarino Deborah CLASSE 3 A S.M.S. C.Viali

52 PASSANDO PER NATZWELLER Percorso didattico formativo inserito nel progetto I GIOVANI E LA MEMORIA svolto nell anno scolastico 2000 / 2001 Insegnante di Lettere Prof.ssa Annamaria Biasiatto English Teacher Prof.ssa Leonarda Pezzi Insegnante di Educazione Musicale Prof.ssa Franca Valentini Referente per la multimedialità Prof. Franco Segurini Alunni ed insegnanti ringraziano sentitamente il Presidente dell Associazione ANED, signor Divo Cappelli, il nostro TESTIMONE, signor Armando Gasiani e la Direttrice Scolastica, Prof.ssa Ricci Ivana, che ci ha dato l opportunità di dar vita a questo progetto.

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

All. 1 UDL Il viaggio - Elaborati alunnni Francesca Pulvirenti 1

All. 1 UDL Il viaggio - Elaborati alunnni Francesca Pulvirenti 1 All. 1 1 All. 2 2 All. 3 Visione I sequenza: La partenza I. Chi sono queste persone? Che cosa fanno? Come sono? E. sono i parenti e gli amici. X. Sono contenti perché sperano che trovano lavoro. E. stanno

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Collana: Libri per bambini

Collana: Libri per bambini La Madonna a Medjugorje appare SHALOM Collana: Libri per bambini Testi e illustrazioni: Editrice Shalom Editrice Shalom 25.06.2014 33 o Anniversario delle apparizioni a Medjugorje ISBN 9788884043498 Per

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo.

In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo. Pensieri.. In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo. Simone Per me non è giusto che alcune persone non abbiano il pane e il cibo che ci spettano di diritto. E pensare che molte

Dettagli

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ ::

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ :: GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio Gruppo Animatori Salesiani www.gascornedo.it info@gascornedo.it Data: ven 17 gennaio 2014 Tema MGS: Verso la Conquista Titolo: La Mia Anima Rimane

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Colori e pensieri per i. bambini emiliani 04/06/2012. Colori e pensieri per i bambini emiliani 04/06/2012

Colori e pensieri per i. bambini emiliani 04/06/2012. Colori e pensieri per i bambini emiliani 04/06/2012 Colori e pensieri per i Colori e pensieri per i bambini emiliani bambini emiliani 04/06/2012 04/06/2012 Ass. Culturale B-Side in Spazio Luce, Milano. Da una idea di: Dott.ssa Anna La Guzza, Psicologa Noi

Dettagli

RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007

RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007 ATTORI: 3B RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007 CANTANTI: 4B Narratrice Valentina Massimo Re sì Re no Orsetto Farfalla Uccellino Cerbiatto Lepre Popolo del paese sì Popolo del paese no Sophie Dana

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

Lo Yoga è nato in India

Lo Yoga è nato in India Lo Yoga è nato in India 1 Più esattamente nel nord dell India, circa 5mila anni fa, presso una civiltà molto sviluppata e raffinata, che abitava in una zona molto fertile, nella valle tra il fiume Indo

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35 01 - Come Un Cappio Un cappio alla mia gola le loro restrizioni un cappio alla mia gola le croci e le divise un cappio che si stringe, un cappio che mi uccide un cappio che io devo distruggere e spezzare

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

Ehi!! PSSS, dopo i doni i doveri!!! Ma non ti preoccupare presto arriverà la mia amica Befana e saranno di nuovo doni. BUON LAVORO

Ehi!! PSSS, dopo i doni i doveri!!! Ma non ti preoccupare presto arriverà la mia amica Befana e saranno di nuovo doni. BUON LAVORO Ehi!! PSSS, dopo i doni i doveri!!! Ma non ti preoccupare presto arriverà la mia amica Befana e saranno di nuovo doni. BUON LAVORO Per avere un ricordo stupendo di questo tuo Natale ricordati di fare il

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Ti racconto attraverso i colori

Ti racconto attraverso i colori Ti racconto attraverso i colori Report del viaggio a Valcea Ocnele Mari Copacelu INVERNO 2013 "Reale beatitudine Libero vuol dire vivere desiderando casa protetta Libertà è tenere persone accanto libere

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi Concorso Nazionale di poesia città di Foligno Sezione Ragazzi LA VITA La vita è come un libro illustrato Dal quale spesso rimani affascinato A tal punto che resteresti incollato E vorresti sfogliarla tutta

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2 Scuola media di Giornico L affettività e la sessualità, tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio Progetto sostenuto dal GLES 2 Dai sensi all azione Sensi Sensazioni Emozioni Sentimenti

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

PAOLO VA A VIVERE AL MARE

PAOLO VA A VIVERE AL MARE PAOLO VA A VIVERE AL MARE Paolo è nato a Torino. Un giorno i genitori decisero di trasferirsi al mare: a Laigueglia dove andavano tutte le estati e ormai conoscevano tutti. Paolo disse porto tutti i miei

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi

Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi 6-8 anni Sussidio realizzato dall Azione Cattolica Ragazzi Diocesi di Ferrara-Comacchio Hanno collaborato: Debora Curulli, Manuela Pisa, Ottavia Persanti, Elena Sambo, don Enrico Garbuio Finito di stampare:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

MA TU QUANTO SEI FAI?

MA TU QUANTO SEI FAI? MA TU QUANTO SEI FAI? 1. VALORIZZARE IL PASSATO PER UN FUTURO MIGLIORE a. Quante volte al mese vai a cercare notizie sulla storia del tuo paese/città nella biblioteca comunale? o 3 volte o 1 volta b. Ti

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

Scuola d infanzia statale sezione C - a.s. 2014-15

Scuola d infanzia statale sezione C - a.s. 2014-15 Scuola d infanzia statale sezione C - a.s. 2014-15 Ricordi di viaggio Ecco siamo arrivati alla fine di questo anno di scuola. Abbiamo fatto un viaggio nel tempo: le ore, i giorni, le stagioni; i nostri

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI Quarta Domenica di Avvento 20 dicembre 2015 Accensione della Candela della Corona dell

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna 33 poesie una dedicata al calcio e una alla donna Salvatore Giuseppe Truglio 33 POESIE una dedicata al calcio e una alla donna www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Salvatore Giuseppe Truglio Tutti

Dettagli

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA Associazione culturale per la promozione del Teatro Musicale contemporaneo P.Iva 04677120265 via Aldo Moro 6, 31055 Quinto di Treviso - Tv IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA TERZA VERSIONE autore:

Dettagli

Aggettivi possessivi

Aggettivi possessivi mio, mia, miei, mie tuo, tua, tuoi, tue suo, sua, suoi, sue nostro, nostra, nostri, nostre vostro, vostra, vostri, vostre loro, loro, loro, loro Aggettivi possessivi L'aggettivo possessivo è sempre preceduto

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank.

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank. Anna Frank era una ragazza ebrea-tedesca, oggi divenuto simbolo dell'olocausto, ovvero dello sterminio degli Ebrei per mano della Germania nazista e dai suoi alleati ai tempi della seconda guerra mondiale.

Dettagli

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini:

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 1 1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 2 Adesso guarda il video della canzone e verifica le tue risposte. 2. Prova a rispondere alle domande adesso: Dove si sono incontrati? Perché

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C. Scuola primaria E. Fermi di Bogliasco anno scolastico 2014/2015 1 MORENDO Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.) 2 IL

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

Un compleanno speciale

Un compleanno speciale Testo teatrale ideato dalla classe 5D Un compleanno speciale ATTO UNICO Sceneggiatura a cura di Monica Maglione. Coreografia: Elisa Cattaneo / Alessandro Riela. Musiche: Papi, Sexy Back. Narratore: Davide

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

Io l ho risolta. dritte di conciliazione da genitore a genitore

Io l ho risolta. dritte di conciliazione da genitore a genitore Io l ho risolta così dritte di conciliazione da genitore a genitore La fretta e l ansia già di prima mattina Il problema: essere di corsa, e in ritardo, già alle otto di mattina. Sveglia alle 7.30, mezz

Dettagli

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto Indice Cominciamo 7 La curiosità di Alice 9 Un po di imbarazzo 25 Innamorarsi 43 Fare l amore 55 Concepimento 71 Gravidanza 83 La nascita 95 Il nostro corpo: le donne 111 Il nostro corpo: gli uomini 127

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

Concorso CESAR Cibo sano, cibo per tutti

Concorso CESAR Cibo sano, cibo per tutti Classi terze A e B Scuola Primaria Statale Teresio Olivelli - Sale di Gussago (BS) ISTITUTO COMPRENSIVO DI GUSSAGO Concorso CESAR Cibo sano, cibo per tutti A.S. 2013/2014 Ho sentito che il 20 novembre

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli

Dai, domanda! 6. Vita romana

Dai, domanda! 6. Vita romana Italiano per Sek I e Sek II Dai, domanda! 6. Vita romana 9:46 minuti Olivia: Edward: Margherita Un vecchio proverbio dice che tutte le strade portano a Roma. E finalmente sono venuto qua, giusto in tempo

Dettagli

Sean e le na Storia per la Buona Notte Scarpe Luccicose

Sean e le na Storia per la Buona Notte Scarpe Luccicose Sean e le Una Storia per la Buona Notte Scarpe Luccicose da Drynites Sean e le Scarpe Luccicose Sean era così timido che quando arrivava il postino a consegnargli una lettera, era troppo timido per salutare.

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

Parco naturale La Mandria

Parco naturale La Mandria Parco naturale La Mandria La favola di Rosa Ciao bambini io sono Turcet, il topolino che vive qui al Castello! Quando ero piccolo mio Nonno Topone mi raccontò la storia del Re Vittorio Emanuele e della

Dettagli

LABORATORIO SUI COLORI INSIEME A BETTY E MORENA

LABORATORIO SUI COLORI INSIEME A BETTY E MORENA OTTOBRE-NOVEMBRE 2009 LABORATORIO SUI COLORI INSIEME A BETTY E MORENA CAMPO DI ESPERIENZA PRIVILEGIATO: LINGUAGGI, CREATIVITA, ESPRESSIONE OBIETTIVI Scoprire i colori derivati:(come nascono, le gradazioni,

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli