GENNAIO 2008 ANNO V NUMERO 1. Carissimi, desidero condividere con voi alcune riflessioni fatte in questi ultimi giorni.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GENNAIO 2008 ANNO V NUMERO 1. Carissimi, desidero condividere con voi alcune riflessioni fatte in questi ultimi giorni."

Transcript

1 GENNAIO 2008 ANNO V NUMERO 1 PERLE di INNOCENTE SAGGEZZA Si dovrebbe annunciare un immenso decreto: la vita è di tutti, essa è donata gratuitamente e offerta appassionatamente. È il dono fondamentale: vi è amore ovunque, ben al di là di ciascuno molto più lontano della vita. Tel.: Parrocchia Tel.: Don Damiano Stampato in proprio Carissimi, desidero condividere con voi alcune riflessioni fatte in questi ultimi giorni. Il passaggio tra il vecchio anno e il nuovo avviene durante le festività natalizie, sembra proprio che il Natale abbia una missione da compiere ogni anno. Mentre l anno solare volge al termine e le ore notturne sembrano prevalere sulla luce ecco che nasce un bambino, non un bambino qualsiasi, nasce Gesù, il Re della Luce e della Pace. Il Dio Eterno e Onnipotente si fa soggetto al tempo e si fa debole; Gesù nasce gli ultimi giorni dell anno e viene manifestato (Epifania) pochi giorni dopo l inizio del nuovo, penso ai titoli del Cristo nell Apocalisse: Io sono l Alfa e l Omega, il Principio e la Fine. Possibile che la nostra società abbia deciso veramente di bandire Gesù dal nostro tempo, oppure rifiuta una religiosità astratta e bigotta senza coerenza e senza sostanza? Nei giorni precedenti il Natale un corri corri per i vari preparativi, per acquistare i regali per parenti e amici e poi finalmente arriva il grande giorno e.tutto si risolve in grandi mangiate! In tanti hanno partecipato alle varie celebrazioni tra la notte e il giorno, ma gli altri, almeno prima di mettersi a tavola, avranno salutato il Festeggiato? Il fare regali nasce dall accogliere con gioia il grande dono che è Gesù per noi, gioia da condividere con i propri cari. Girando e ascoltando qua e là, ho notato che in molti banchetti c era di tutto, il mangiare per un esercito dal palato raffinato, non mancava niente se non la felicità; ore e ore a tavola in silenzio o parole e parole senza senso, o grandi discorsi che andavano dallo sport alla filosofia, dalla politica al grande fratello ma niente che riguardasse il Festeggiato. I bambini e i ragazzi aspettano il Natale per le vacanze, gli adulti che possono lo aspettano per le settimane bianche o viaggi nelle terre calde, chi per passare più tempo con la famiglia.ma in quanti aspettano il Festeggiato? A volte ho l impressione che questi giorni siano talmente sopportati da molti che prima o poi li perdiamo. Il mio desiderio e augurio è che il Natale sia guida all anno, la fragilità e la piccolezza del Bambino del Natale siano maestre per noi che cerchiamo le forze e le grandezze umane così artificiali e così disumane, pensare e guardare a Gesù e alla Sacra Famiglia ispiri impegno e amore per le nostre varie situazioni familiari, durante l anno ci accompagni il pensare che Dio si è fatto come noi per farci come Lui. Buon anno, buona ricerca di vie nuove, di nuove possibilità di crescita umana e spirituale, il Natale risvegli nei cuori il desiderio dei desideri, il desiderio della pace, della felicità, di sogni, del sorriso.. Buon Natale tutto l anno!! Don Damiano 1

2 VITA della COMUNITA CRISTIANA PREGHIERA del MESE Buon anno a te, che stai inchiodato su un letto, che vedi il sole a scacchi, che ti risvegli su una panchina del parco pubblico più infreddolito del solito.. il Signore rivolga su di voi il suo volto e vi dia pace. Buon anno a te, anziano, mamma in difficoltà, famiglia separata, giovane che cerchi la felicità nella droga, bambino abbandonato, fratello immigrato, papà disoccupato.. il Signore rivolga su di voi il suo volto e vi dia pace. Buon anno anche a noi tutti, discepoli del Signore Gesù: il Signore rivolga su di noi il suo volto e non ci dia pace fino a quando non capiremo che noi, oggi, siamo la sua mano misericordiosa che si prende cura delle membra ferite della nostra umanità. UNA PARROCCHIA DUE CHIESE ORARIO SANTE MESSE Feriali : Lun-Mer-Ven Mart-Giov Domenica e Festivi : Sabato e Prefestivi : ore 17:00 (PdC) ore 8:30 (PdM) ore 8:30 (Stiava) ore 9:30 (PdC) ore 11:00 (PdM) ore 18:00 (PdC) ore 18:00 (PdM) Visitate la MOSTRA DEI PRESEPI Locali parrocchiali Piano di Conca Benvenuta tra noi! SOFIA I migliori Auguri a te e ai tuoi cari. Comunità di Piano di Mommio Associazione ONLUS Parent Project Siamo veramente lieti di pubblicare copia dei versamenti di quanto raccolto da Massimo e Tiziana per la ricerca sulla distrofia muscolare, pari ad euro 3.020,00 ed euro 660,00. Grazie per la vostra trasparenza e tanti, tanti Auguri a voi e al vostro Cucciolo. 2

3 SENTIERI di FEDE A cura di Anita MOVIMENTI ECCLESIALI : Movimento Sacerdotale Mariano L 8 maggio 1972 don Stefano Gobbi partecipa ad un pellegrinaggio a Fatima e, nella Cappellina delle Apparizioni, si trova a pregare per alcuni sacerdoti che, oltre a tradire personalmente la loro vocazione, tentano di riunirsi in associazioni ribelli all autorità della Chiesa. Una forza interiore lo spinge ad avere fiducia nell amore di Maria. La Madonna, servendosi di lui come di un umile e povero strumento, istruendolo con delle locuzioni interiori, raccoglierà tutti quei sacerdoti che accetteranno l invito a consacrarsi al suo Cuore Immacolato, ad essere fortemente uniti al Papa ed alla Chiesa a lui unita, a portare i fedeli nel sicuro rifugio del suo Cuore materno. Dalle lettere d iscrizione, gli aderenti sarebbero ormai circa quattrocento Vescovi ed oltre centomila Sacerdoti del clero diocesano e di tutti gli Ordini e Congregazioni religiose. Per i laici, non essendovi una vera e propria iscrizione non si può dare neppure una cifra approssimativa, anche se si tratta certamente dell ordine di milioni. Gli impegni caratteristici della sua spiritualità sono: 1 Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria. 2 L unità al Papa e alla Chiesa a lui unita. 3 Condurre i fedeli all affidamento alla Madonna. Si può affermare che il M.S.M. opera in tutti gli ambienti della vita ecclesiale, in cui si trovano personalmente impegnati i suoi aderenti: dalle case religiose alle parrocchie, dal settore della teologia alla pastorale, dalla spiritualità all apostolato missionario. Quanto più un sacerdote vive lo spirito del Movimento, tanto più si impegna con entusiasmo e fa proprie le iniziative della Chiesa. Talvolta però il Movimento si sviluppa, all interno della vita ecclesiale, con una sua tipica attività che è quella di radunare i sacerdoti ed i fedeli in incontri di preghiera e di fraternità, chiamati Cenacoli. A Viareggio ci sono una dozzina di famiglie che si ritrovano il sabato sera ogni 15 giorni divisi in tre o quattro gruppi nelle loro case per vivere il Cenacolo a livello famigliare: recita del rosario meditato, consacrazione al Cuore Immacolato di Maria e l ascolto di un brano tratto dal Libro del M.S.M. e una meditazione semplice, fatta a più voci su quanto ascoltato. Il Cenacolo parrocchiale si tiene quasi ogni mese, la prima domenica alle 17,45 nella Chiesa di Santa Rita, prima della Santa Messa delle 18,30 si recita il rosario meditato e alla fine della stessa si rinnova l atto di consacrazione al Cuore Immacolato di Maria. Il Cenacolo regionale si svolge una volta all anno a Firenze, nella Chiesa della Santissima Annunziata e lo guida don Stefano Gobbi. I manifesti con l avviso del giorno della convocazione sono affissi nelle bacheche delle parrocchie e alla libreria Agàpe, circa un mese prima dell incontro. Chi è interessato ad approfondire questa breve informazione si può mettere in contatto con Stefano Del Dotto: telefono: indirizzo Fedeli nella prova Nella storia sacra del mondo vi sono quattro si. Tre sono stati già pronunciati: il quarto dipende da noi. Il primo è sgorgato dalla bocca del Padre all aurora della creazione, quindici milioni di anni fa: e il mondo fu. Il secondo è stato pronunciato da una ragazza di Nazaret più di duemila anni fa: e per opera dello Spirito fu concepito l Inconcepibile. Il terzo si è quello del Figlio, Gesù Cristo, nella notte più nera dell umanità: Non la mia, ma la tua volontà. La giustizia di Dio cedette il passo al perdono e all amore. Il quarto si dobbiamo pronunciarlo noi: non un cedere al fato, ma un abbandono fiducioso a Dio; la condizione indispensabile dell avvento del Regno già qui ora (anche se non ancora in pienezza), l unica possibilità che la terra si possa modellare al cielo. 3

4 VITA DELL ORATORIO ARCOBALENO NATALE 2007 Il Signore si è fatto uomo per noi Grazie a questo piccolo Gesù e all impegno profuso dai nostri amici dell oratorio Arcobaleno e dai tanti altri volontari, in molti, quest anno, siamo riusciti a vivere un Natale diverso, più intimo, più profondo, più intenso e, perché no, più intriso degli arcani misteri. A tutti loro va il nostro più sincero ringraziamento. Da parte nostra, l impegno a cullare, ad alimentare e ad amare questo bambinello nei nostri cuori in ogni momento dell anno. LA FOTO DEL MESE Gennaio 2008 Guardando con quanta gioia e fervore è stata edificata la Casa del Signore che abbiamo ricevuto in eredità dai nostri nonni, proviamo quest anno a rinsaldarla e rinnovarla, con lo stesso loro spirito, nei nostri cuori e nella nostra comunità. 4

5 C era una volta un piccolo paese adagiato ai piedi di una verde collina. I suoi abitanti erano accomunati da una straordinaria caratteristica: ognuno di loro era stato creato dalla stessa persona. Proprio così! Erano perfettamente diversi, unici nella loro diversità, eppure creati dalla stessa identica mano! Abitavano lo stesso paese e si conoscevano tutti, ma il loro passatempo preferito era quello di giudicarsi l un l altro. Passavano così le loro giornate a tirarsi stelline dorate o pallini grigi che ognuno conservava accuratamente in una piccola scatola. Le stelline venivano tirate ai cosiddetti perfettini che non sbagliavano mai e che sapevano fare un po tutto, mentre i pallini grigi a quelli che non erano così perfetti, che qualche volta facevano errori o che semplicemente inciampavano. Con quale conseguenza? Quelli coperti di stelline (sia le stelle che i pallini restavano addosso) erano sempre più convinti di essere i migliori ed erano quindi sempre pronti a buttarsi in mille avventure, gli altri, invece, si consideravano sciocchi e si allontanavano da qualsiasi tipo di relazione, rinchiudendosi sempre più in se stessi. Un giorno, mentre tutti erano indaffarati nel loro passatempo preferito, passò una persona un po strana: pur abitando in paese era serena e, soprattutto, completamente priva di stelle e pallini. Davvero nessuno ha mai espresso giudizi su di te? gli domandò un tizio coperto di pallini. Mi sembra normale fu la sua risposta. Ogni giorno vado a trovare chi mi ha creato e questo mi permette di essere sempre disposto ad ascoltare e ad accogliere chicchessia. MINISTORIA DEL MESE (Tanto per riflettere un po ) Dopo qualche tempo il tizio coi pallini grigi, anche se incredulo e dubbioso, trovò il coraggio di andare a trovare il suo creatore. La sua casa era in paese. Entrò e.che stupore! Tutto sembrava enorme ed incomprensibile, eppure si sentiva stranamente bene. Non capiva, eppure si sentiva come avvolto nelle calde braccia di qualcuno che stranamente conosceva il suo nome e gli diceva: Tu sei mio. È per questo che m importa di te. Continuava a non capire, eppure le sue visite si fecero sempre più frequenti. Ci volle tempo, ma un bel giorno comprese finalmente che l unico parere di cui doveva preoccuparsi era solo quello del suo creatore. Quel giorno il suo primo pallino grigio cadde a terra. (da Tu sei speciale Una storia per tutti di Max Lucado) LA NOSTRA STORIA (Testimonianze raccolte da Federica) Tel.: Io non sono originaria di Piano di Mommio, però vivo qui da molti anni ed anch io vorrei raccontarvi la mia storia. Sono nata a Reggio Emilia e all età di 12 anni mi sono trasferita a Pisa in cerca di fortuna. Così andai ad abitare in casa di mia sorella e trovai lavoro in una famiglia. Poi arrivò la guerra e fummo costretti a sfollare a Pieve a Elici, dove conobbi Fosco, colui che sarebbe diventato mio marito e, subito dopo la guerra, ci siamo sposati a Bargecchia e siamo andati ad abitare in una casa della famiglia per cui lavoravo. Dopo qualche anno ci siamo trasferiti a Piano di Mommio e siamo andati ad abitare in Via Fonti, vicino alle scuole elementari di oggi, dove c erano poche case: la famiglia Pardini, la famiglia Palagini, la famiglia della Ada Maffei e la casa di un contadino in cima alla strada. Poi, col passare del tempo, abbiamo comprato un terreno e con tantissimi sacrifici abbiamo costruito la casa in Via Magia, diventata ora Via dei Ciliegi, dove all epoca abitavano poche famiglie al posto patate, come lo chiamava il dottor Farnocchia, perché in quei terreni venivano coltivate belle e saporite patate. All epoca andavo a lavorare al Marco Polo, a Viareggio, prima con la bicicletta, poi col motorino; facevo la guardarobiera ed entravo la mattina alle otto ed uscivo la sera alle cinque. All epoca il parroco era Don Bigongiari ma lui non organizzava feste come ora. Sua nipote era la sacrestana. In paese c erano solo viottoli e solo la Sarzanese era asfaltata; si vedevano tante biciclette con dietro i carretti attaccati per trasportare il fieno, i sacchi o altri oggetti. Quando si traslocava non c erano i furgoni o i camion ma si caricava tutto sul baroccio e quando i ragazzi di oggi vedono queste scene nei film dovrebbero pensare che i loro nonni hanno vissuto quell epoca. Oggi i miei due figli sono sposati con due bravissime ragazze ed io e mio marito Fosco abbiamo compiuto 60 anni di matrimonio e siamo bisnonni di due bellissimi bambini. Rosa e Fosco 5

6 VITA DEL PAESE Donatori di sangue FRATRES Analisi del Sangue Appuntamenti Venerdì 15:30 16:30 Prelievi Lunedì 07:30 08:30 Ritiro analisi Mercoledì 15:00 16:00 A tutti i donatori, i benefattori, i volontari ed i simpatizzanti. i nostri più sinceri e sentiti Auguri di BUON ANNO UN AUGURIO PARTICOLARE Il gruppo Donatori di sangue di Piano di Mommio, attraverso queste poche righe, rivolge un Augurio veramente Extra a Stefano e Silvia, Davide e Lara, Roberta, Enzo e Nada, non solo per la loro attiva e costante collaborazione, ma anche e soprattutto per l impegno a far crescere i loro piccoli Lorenzo, Fabio, Matteo e Dario con quello spirito che un giorno li porterà ad essere parte attiva del gruppo. Lorenzo Fabio Matteo Dario Farmacia Dr M.A.Ciucci Via Sarzanese 7632 Tel.: Orario apertura (settimane non di turno) - (***) Dal Lunedì al Venerdì : 8:15-13:00 / 15:00-20:00 Sabato : 8:30-13:00/ 15:00-20:00 Domenica e festivi : chiuso (***) Settimane di turno: orario continuato dalle ore 8:30 alle ore 20:00 compreso Domenica e festivi Sempre aperta Farmacia Comunale Centro Via Mazzini 15-Viareggio Telefono : Turni apertura Mese di Gennaio Dal al : Farmacia Dr M.A.Ciucci Via Sarzanese 7632 Piano di Mommio Dal al : Farmacia Dr Frati Via Sarzanese 1665 Bozzano (tel.: ) Dal al : Farmacia Dr Signorini Via Matteotti Stiava (tel.: ) Dal al : Farmacia Dr Fontana Via Roma 99 Massarosa (tel.: ) Dal al : Farmacia Dr M.A.Ciucci Via Sarzanese 7632 Piano di Mommio 6

7 Ricette di casa nostra a cura di Antonella Anno nuovo, vita nuova dice il proverbio. Perché non andare controcorrente, almeno in cucina? Ecco perché iniziamo l anno presentandovi il più tradizionale, antico e tipico cibo italiano, diventato ormai un autentico capolavoro gastronomico: la polenta. Felice anno nuovo e buon appetito a tutti! Crostoni con le seppie Ingredienti: 200 gr farina gialla, 1 dl latte, 500 gr seppioline, 2 spicchi aglio, 3 filetti acciughe s/olio, 20 gr capperi s/ sale, 1/2 bicchiere vino bianco, 3 cucchiai olio extr., sale e pepe. Portate a ebollizione 6 dl d acqua col latte, versatevi a filo la farina e cuocete per 50 minuti mescolando continuamente. Stendete la polenta su un piano di lavoro in uno strato dello spessore di 1 cm e lasciate freddare. Fate imbiondire l aglio nell olio, unite le acciughe schiacciandole, aggiungete le seppioline, bagnate col vino e fatelo evaporare. Unite i capperi lavati e sminuzzati e cuocete per 15 minuti. Salate e pepate. Tagliate la polenta in rettangoli di 8 x 5 cm e fateli abbrustolire sulla griglia. Sistemate i crostoni di polenta su un vassoio, copriteli con le seppie e il loro sugo e servite. Gnocchi di polenta Ingredienti: 400 gr farina gialla, 400 gr spalla agnello, 40 gr porcini secchi, 1 cipolla, 4 cucchiai olio extr., 30 gr burro, 1 bicchiere vino bianco, 30 gr parmigiano grattugiato, 30 gr farina, 2 dl brodo vegetale, 5 foglie salvia, sale e pepe. Tritate la cipolla, fatela appassire nell olio, aggiungete l agnello tagliato a cubetti e infarinato e fatelo rosolare per tre minuti. Bagnate col vino e fatelo evaporare, unite i funghi fatti rinvenire in acqua tiepida, strizzati e tritati. Unite la salvia, un mestolo di brodo e fate cuocere per 50 minuti. A metà cottura aggiungete ancora un mestolo di brodo. Al termine, salate e pepate. Portate a ebollizione 1,3 l d acqua salata, versatevi a filo la farina e fate cuocere per 50 minuti mescolando. Togliete la polenta dal fuoco e incorporate il burro ed il par- migiano. Prelevate un po del composto con un cucchiaio da tè e con un altro cucchiaio modellate tanti gnocchi. Metteteli in una zuppiera, aggiungendo mano a mano l agnello e servite. Polenta e salsiccia Ingredienti: 400 gr farina gialla, 400 gr salsicce, 400 gr costine maiale, 50 gr lardo, 1 cipolla, 400 gr passata pomodoro, 3 cucchiai olio extr., 2 dl latte, 1 bicchiere vino bianco, 20 gr burro, 1 rametto basilico, sale e pepe. Tritate la cipolla, fatela appassire in 2 cucchiai d olio, aggiungete la passata e il basilico e cuocete per 30 minuti; al termine salate e pepate. Tritate il lardo, fatelo sciogliere nell olio rimasto, unite le costine e fatele rosolare. Bagnate col vino, unite il sugo di pomodoro e fate cuocere per 15 minuti. Unite le salsicce e proseguite la cottura per 30 minuti. Portate a ebollizione 1,2 l d acqua salata col latte, versatevi a filo la farina e cuocete per un ora. Versate la polenta in un vassoio e servitela contornata dalle salsicce e dalle costine condite con la salsa al pomodoro. Polenta in sfoglia Ingredienti: 400 gr farina gialla, 6 carciofi, 2 spicchi aglio, 3 porri affettati, 3 cucchiai olio extr., 100 gr pancetta affumicata a listarelle, 100 gr ricotta, 2 cucchiai panna liquida, 300 gr pasta sfoglia, prezzemolo tritato, sale e pepe. Tagliate a fettine i carciofi e fateli stufare per 15 minuti nell olio con l aglio, i porri ed il prezzemolo. Salate e pepate. Soffriggete la pancetta in padella senza grassi amalgamandovi poi la ricotta e la panna. Versate la farina in 1,3 l d acqua salata in ebollizione e cuocete per 50 minuti. Imburrate una teglia, foderatela con la pasta sfoglia, versatevi i carciofi, coprite con metà polenta e unite la pancetta. Coprite con la polenta rimasta e infornate a 180 per 40 minuti. Bocconcini dorati Ingredienti: 400 gr farina gialla, 1 uovo, 40 gr uvetta, 60 gr cioccolato fondente grattugiato, 50 gr zucchero semolato, 40 gr zucchero a velo, 80 gr canditi misti tagliati a pezzetti molto piccoli, 40 gr farina bianca, 1 bicchiere rum, 1/2 bustina lievito per dolci, sale. Versate la farina gialla in 1,3 l d acqua salata in ebollizione e cuocete per 50 minuti. Mettete l uvetta a bagno nel rum per 15 minuti. Mettete in una ciotola la farina bianca, lo zucchero semolato, il lievito, l uovo, l uvetta strizzata, 50 gr dei canditi e metà rum filtrato, poi amalgamate bene. Passate al mixer la polenta, versatela nella ciotola e mescolate accuratamente. Se il composto dovesse risultare troppo denso, aggiungete un po di latte. Friggete pochi cucchiai di impasto alla volta nell olio caldo. Fate dorare le frittelle in modo uniforme e scolatele su carta assorbente da cucina. Spolverizzatele prima con il cioccolato, poi con lo zucchero a velo e con i canditi rimasti e servite subito. 7

8 L ANGOLO DEI LETTORI LA PACE Signora Pace, dove sei? Si parla di te come un bene inestimabile. Di te parlano i politici, i religiosi, i potenti, ma in realtà si fa poco perché tu esca dalla tua cella e tu possa realizzarti nel nostro strano emisfero. Resti prigioniera dell immaginario collettivo, senza riuscire a farti vedere per le strade del mondo. Eppure tutti ti cercano, tutti ti desiderano, ma non riescono a trovare la strada per venirti a liberare dalla fantasia e renderti veramente palpabile. Eppure qualcuno ha lasciato il suo regno per liberarti dai fili che ti attanagliano. Ha insegnato a tutti la strada, ha dato le leggi dell amore per rendere più facile la tua attuazione, ma. dopo 2000 anni dalla sua venuta, siamo ancora all età della pietra! L uomo è ancora lupo all altro uomo. predominano ancora la violenza, la cupidigia, la sopraffazione, l odio etnico, l indifferenza. Oh, bella Signora, quando finirà l ipocrisia dell uomo e tu, finalmente, liberata dagli ostacoli che ti attanagliano, potrai regnare anche sulla terra e iniziare un mondo nuovo dove regni veramente l amore e tutti possiamo sentirci veramente fratelli? Marta Alla fermata del pullman Da quest anno mio figlio frequenta la scuola superiore a Viareggio e, come tanti altri ragazzi di Piano di Mommio, la mattina si reca alla fermata del pullman sulla Via Sarzanese, nei pressi dell incrocio di Via Ghivizzani e Via Fondi. Purtroppo mi sono reso conto, ahimè per i ragazzi, che entrambe le fermate, lato mare e lato monti, sono prive di un idonea copertura, per far sì che quando piove possano ripararsi ed attendere con maggior tranquillità. La fermata lato monte, inoltre, costringe i ragazzi a sostare quasi in strada, con tutti i rischi del caso. Comprendo le difficoltà che potrebbero esserci per l installazione delle pensiline, dal momento che lo spazio è veramente poco, ma non è nemmeno giusto che i nostri figli attendano un servizio pubblico alle intemperie ed al pericolo. Questo, naturalmente, vale anche per tutte le altre persone che per i più disparati motivi debbono spostarsi con l autobus. Sicuramente ci saranno persone in paese che già da molti anni vivono questa situazione e che diranno hai scoperto l acqua calda!!, ma sapete, se le cose vanno bene o male, ce ne accorgiamo solo quando le viviamo in prima persona. Comunque è solo una mia constatazione personale, come quel proverbio che dice un raglio d asino non fa testo. Gabriele Scarica barile Nel corso dell attività che svolgo, mi capita spesso di ascoltare le perplessità di due categorie di persone: genitori e insegnanti. Ho notato che la conclusione a cui entrambi arrivano è la seguente: secondo i genitori è la Scuola che dovrebbe insegnare un comportamento corretto e civile ai ragazzi, mentre, secondo gli insegnanti, dovrebbero essere i genitori ad insegnare l educazione ai propri figli. Sembra di assistere al gioco dello scarica barile. Non sarà troppo comodo e facile per entrambi? E non sarà che loro (cioè i ragazzi) abbiano capito l antifona e da bravi opportunisti ne approfittino? Me lo chiedo spesso e mi sforzo di non ricordare che quando arrivavo a casa con una nota o un rimprovero, finivo automaticamente in punizione, perché certamente l avevo meritato. Ma si sa...noi siamo di un altra generazione e i tempi sono cambiati! Proviamo a chiederci: sono cambiati forse anche i doveri, le responsabilità, i valori che un adulto (sia genitore che insegnante) è tenuto ad assolvere e a trasmettere? Il bambino di oggi non è forse Persona come quello di ieri? I valori che differenziano l essere umano dagli animali non sono forse gli stessi? Nessuno vuole un ragazzo prepotente, egoista, volgare, poco rispettoso, collerico, bugiardo, disonesto, vandalo, scansafatiche, avaro, pauroso, ignorante, sprecone, vile, intollerante, né a scuola né a casa.e allora? Che non sia il caso di stipulare un Patto Educativo tra Scuola e Famiglia, prendendo come base valori umani condivisi da entrambi, come ad esempio: il rispetto degli altri, la modestia, la giustizia, la sincerità, la gentilezza, il coraggio, il sapere, l impegno, la tolleranza, la ragionevolezza, il rispetto del bene pubblico e delle cose comuni, l ingegnosità, la verità, la generosità, la gratitudine, la sobrietà, la tenerezza, il perdono, il silenzio. Credo che su queste cose tutti siamo d accordo e penso che lo siano a maggior ragione Educatori quali insegnanti e genitori (metterei anche i nonni) se si pongono davvero come obiettivo la formazione della Persona. (Anita) 8

9 Natale 2007 È passato da pochi giorni il Natale con il solito tran-tran a cui sembra proprio, me compresa, non riusciamo a rinunciare, per lo meno per le consuete corse dell ultimo minuto. Una cosa diversa, però, mi ha accompagnata quest anno: il ricordo di quando ero bambina. Nel giornalino di dicembre, infatti, la testimonianza raccolta da Federica mi ha permesso di tornare indietro di trent anni con immenso piacere. Mi dispiace non poterla chiamare per nome, signora, non sapendo chi ha fornito quella testimonianza, ma posso dirle che due cose mi accomunano a lei: la letterina da mettere sotto al piatto di mio padre e l atmosfera semplice e felice in cui si preparavano addobbi e pranzo. La cosa che ricordo, però, con più gioia e nostalgia è la letterina. Anch io la preparavo con cura, con tutte le varie promesse e una lunga lista di buone azioni da compiere. Ricordo che una volta disegnai un Babbo Natale decorandolo poi con del cotone. Che emozione aspettare che il mio babbo se ne accorgesse! Lui per un po fece finta di niente e poi disse: Ma come mai il piatto traballa?. Lui la leggeva allora ad alta voce, io lo guardavo incantata e compiaciuta. Che bel ricordo! Sicuramente sono cose d altri tempi, ma si ricordano con immensa gioia e commozione. (Marina) SOS - SPARITO ADONE Gatto bianco e rosso di 6 mesi sparito la sera del 1 dicembre vicino alla chiesa di Piano di Mommio. Ricompensa di euro 50 a chi lo ritrova. Ramona ( ) - Ida ( ) - Giovanni ( ) Perché non provarci? In questo mondo intriso di ambizione ed egoismo ha fatto scalpore la notizia del tartufo da guinnes dei primati trovato in provincia di Pisa. Colui che l ha trovato ha dimostrato una generosità incredibile ed infatti, pur trovandosi una vera e propria fortuna tra le mani, ha deciso di mettere all asta quel tesoro e di donare interamente il ricavato a tre associazioni; quanti di noi avrebbero fatto lo stesso nobile gesto? La notizia è stata trasmessa dalla televisione e sono stati pubblicati articoli su tutti i quotidiani nazionali; fortunatamente ogni tanto vediamo un bel gesto! Ma come mai, contrariamente a quanto succede per i fatti di cronaca nera, dopo un giorno non se ne è più sentito parlare? Perché fa meno clamore esporre eventi positivi che non omicidi, rapine, catastrofi naturali, ecc.? Spinti dall esempio di Cristiano Savini, colui che ha trovato il tartufo, sentiamoci motivati a fare del bene e a pensare anche agli altri per portare un po di calore nei nostri cuori! Mara IL REDUCE (Si può anche andare in guerra e tornare alla propria casa come vincitori, ma non è possibile non portare con noi le sue conseguenze negative. Sulla lapide di un reduce della guerra si trovano i seguenti versi:) Tu lo vedi rammollito, sul tavolo accasciato che beve al bicchiere aggrappato ma nel suo sguardo assente e negli orecchi c è solo l ululare del vento e l immensa tormenta di neve la sua mente scioccata è rimasta lassù a lottare con la neve e con il vento. Ora è qui beffeggiato e deriso, mentre egli porta i segni nella mente e sul viso. Per la sua mente la ferita fu violenta e immortale e fa sì che lo spirito non risusciti a dissetare quel corpo incline a lottare. E così la gente rammenta con eccessivo piacere il suo vizio di bere. LA VALLE DEL MONETA (Parole di Franco Mattiuzzi) Nella valle del Moneta, la Befana è ritornata, molto stanca ed affamata, si ristora alle Capanne, dove trova sempre il meglio nella corte di Boveglio. Poi riparte assai pimpante svolazzando fra i camini dove aspettano con ansia molti stormi di bambini. Ai piccini più virtuosi lei dà doni prestigiosi, mentre quelli cattivelli spartiranno i meno belli. A voi gente di buon cuore lei regala il suo calore, mentre ai ricchi ed ai potenti lei dà un codice d onore, perché siano presenti nella gioia e nel dolore. Salutando, la Befana, lascia semi assai copiosi, perché i frutti dell amore sono sempre i più preziosi. 9

10 L ANGOLO di PADRE CLAUDE Indirizzo: Abbè Claude Chanel Ouedraogo Economat de Kaya B.P.169 KAYA - BURKINA FASO Per inviargli SMS: Con l inizio del nuovo anno, ci tengo a farvi il punto sui soldi che ho ricevuto da diverse famiglie di Piano di Mommio per il parrainage, l impegno cioè che ciascuna di esse ha preso di mantenere agli studi un bambino. Adesso ho trovato per ognuno di voi un bambino da aiutare e provvedo personalmente a dargli i soldi secondo i loro bisogni. Grazie a voi sette bambini hanno delle persone che li aiutano negli studi, anche se l aiuto che voi inviate serve anche per gli altri bambini della stessa famiglia che non sono stati adottati. Cerco di gestire i soldi che ho a disposizione facendo sì che i genitori si sentano responsabilizzati sui loro doveri. Questo perché i genitori, per primi, devono educare i loro bambini ed i soldi dell adozione non devono impedire ai genitori di aiutare i loro bambini. Ecco perché non do tutti i soldi in una volta ai genitori, ma cerco di mantenere con essi un costante rapporto per rendermi conto dei loro reali bisogni. Penso che questo sia il sistema migliore, perché altrimenti ci sarebbe il serio rischio che i soldi vengano sperperati, vanificando tutti gli sforzi che fate per aiutarli giorno per giorno. Come è giusto che sia, mi sento responsabile nei vostri confronti, ma anche nei confronti dei bambini; il mio obiettivo è di aiutare tutti questi bambini, ed anche altri, a diventare grandi senza contare esclusivamente sull aiuto di qualche benefattore. Grazie per la vostra comprensione. Ricordandovi sempre nelle mie preghiere, colgo l occasione per inviare a tutti i miei più sinceri Auguri di BUON ANNO Tanti Auguri grande SAMUELE Chiara, Emanuele e Antonella A U G U R I!!! Tanti Auguri ETTORE Nonni Elisabetta e Luigi Tanti Auguroni CHIARA Mamma e Papà all amico PAOLO Chiara, Emanuele; Antonella e Oretta Auguri di EMANUELE Mamma, papà e nonna Oretta Tanti, tanti Augurissimissimi EMANUELE Paolo GUALTIERO Gli amici della Redazione CHIARA Elena e Andrea Auguri fratellone EMANUELE Chiara 10

11 22 Dicembre 2007 CONCERTO di NATALE Anche quest anno, il Circolo Culturale Il Sicomoro, ha stupito tutti regalandoci uno splendido concerto di Natale, dove melodie, musica, voci e poesia si sono fuse in un mix veramente unico. Sotto la direzione del Maestro Tiziano Mangani, abbiamo potuto apprezzare le esibizioni della Soprano Maria Grazia Baccelli, alla quale va un ringraziamento particolare per essersi sobbarcata anche l organizzazione artistico- musicale della serata, della Mezzo Soprano Stefania Paletti, del Tenore Fabrizio Zito, del Gruppo Corale di Verciano e della poetica voce di Iolanda Sarzi. A tutti loro il nostro più sentito e sincero ringraziamento. Un grazie anche da parte del pubblico presente, che ha mostrato a più riprese il proprio gradimento. Nel corso della serata è stata effettuata anche una mini lotteria di beneficenza con in palio tre splendide tele che ha permesso di raccogliere Euro 285,00 che aiuteranno a completare le opere per Komestenga. La serata si è conclusa con un altrettanto gradito brindisi di auguri per tutti i presenti. Buone feste a tutti e ARRIVEDERCI A PRESTO!!! Grazie, mille volte grazie! È tutto quello che riusciamo a dire per la sensibilità e la solidarietà dimostrateci dopo l appello che abbiamo lanciato da questo giornalino. Infatti, la vendita dei panettoni e dei puzzle per sostenere l iniziativa della Parent Project è andata ben oltre le nostre aspettative; non appena si è sparsa la voce, la maggior parte dei panettoni è stata venduta prima ancora di fare i mercatini. A Massarosa e a Stiava abbiamo proseguito con la vendita degli altri oggetti, dalle composizioni natalizie, alle scopine portafortuna, agli addobbi per l albero. Per ultima è arrivata la mattinata davanti alla chiesa di Piano di Mommio e lì abbiamo capito veramente cosa vogliono dire solidarietà e amicizia; grazie anche all appello di Don Damiano durante la S.Messa, le offerte sono piovute numerosissime. MILLE VOLTE GRAZIE! Eravamo partiti titubanti, pensando di dover mangiare molti di quei panettoni, mentre alla fine ci siamo trovati senza. Speriamo che abbiano contribuito a rallegrare la tavola di Natale di ognuno di voi! Da parte nostra inviamo i migliori auguri a tutti quelli che ci hanno sostenuto e che vorranno farlo ancora in futuro. Ci sentiamo altresì in dovere, approfittando dello spazio concessoci da Parola e Voci, di ringraziare pubblicamente: - il comune di Massarosa, che ci ha messo a disposizione un gazebo nei mercatini di Massarosa e Stiava. - i colleghi della Lazzi, in particolar modo il sig. Cagnoni. - i colleghi della C.L.A.P., Marzia Unti, Anna Puppinato, Menconi Ugo, Francesca Andreozzi e della Polizia Municipale di Pisa Giannoni Roberto, Camiciottoli Manola, Baci Sonia. - la scuola elementare di Piano di Conca. Un ringraziamento particolare alla cugina Mara e al marito Claudio, che ci sono sempre stati vicini fino dalla scoperta della malattia di Thomas, a Don Damiano e a tutti i parrocchiani di Piano di Mommio. Ancora mille volte grazie! Massimo e Tiziana 11

12 L ANGOLO DELLA REDAZIONE Sito Internet : Fax : Gennaio il tempo passa (ringraziando Dio!) e ci avviciniamo a grandi passi al mese di Marzo, che per noi significa l inizio del quinto anno di vita di Parola e Voci. A ben pensarci, Marzo porta con sé anche la primavera, la stagione sicuramente più bella dell anno, col risveglio della natura, col dolce tepore del suo clima, col profumo dei fiori. Sarà un caso? Sarà un segno del destino? Quello che è certo è che sarebbe veramente meraviglioso se anche il nostro giornalino nascesse ad una nuova vita, più piena di slanci, di entusiasmo, di amore, di fraternità. Che bello sarebbe poter godere dello stesso tepore del suo clima! Per non parlare poi dell abbondanza dei fiori, della loro varietà, della loro fragranza e dei loro colori, che dovrebbero sommergere ogni mese la nostra/vostra redazione! Nostra e vostra, proprio così! Perché, se è vero che la Parola è Una e Immutabile, è altrettanto vero che le Voci vogliono essere la voce di tutti gli abitanti di Piano di Mommio, giovani e vecchi, ricchi e poveri, cristiani e non. Non è facile, credeteci, impegnarci e lavorare tra lo scetticismo e l indifferenza generale, ma siamo profondamente convinti che non si possa lasciar morire la speranza di una comunità sempre più comunità. La Redazione ANNI INSIEME I nostri più sentiti Auguri a OLIVIERO e MARINA Comunità di Piano di Mommio ERRATA CORRIGE La testimonianza raccolta da Federica nel mese di Dicembre 2007 è stata fornita da Zia Mirella. Ci scusiamo con lei per aver erroneamente omesso il suo nome. A tutti i lettori ed ai numerosi collaboratori di Parola e Voci i più sentiti e sinceri Auguri di BUON ANNO Direttore: Don Damiano Coordinatrice: Angela Cima Andrea Bonuccelli : Angelo Manfredi : Anita Ballarini : Antonella Grossi : Francesco Casella : Giorgio Marraccini : Gualtiero Bartolucci : Mara Della Latta : Marina Ricci : Paolo Petrucci : S o m m a r i o Vita della Comunità cristiana pag.: 2-32 Vita dell Oratorio.. pag.: 4 La foto del mese pag.: 4 Le nostre storie.. pag.: 5 Vita del paese pag.: 6 Ricette di casa nostra. pag.: 7 L angolo dei lettori pag.: 8-98 L angolo di Padre Claude e.. pag.: 10 L angolo degli Auguri pag.: 10 L angolo del Il Sicomoro pag.: 11 L angolo della Redazione.. pag.: 12 12

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor!

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015 Canto d'inizio: 1 TERRA TUTTA DÀ LODE A DIO R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! 1. Servite Dio nell allegrezza, 2. Sì, il Signore

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

Natale Ecco che giungono i giorni di festa e la gente a comprare i regali si affretta. Il Natale sta arrivando

Natale Ecco che giungono i giorni di festa e la gente a comprare i regali si affretta. Il Natale sta arrivando A Natale C è una strana sensazione che ti fa nascere un emozione di amicizia e unità e tanta felicità. Dentro gli occhi di un bambino si vede un mondo più carino, senza guerre e disuguaglianza un mondo

Dettagli

PRESENTAZIONE INDICE

PRESENTAZIONE INDICE PRESENTAZIONE Quest anno noi ragazzi di prima C, con l aiuto dell insegnante di Lettere, abbiamo deciso di comporre alcune brevi poesie per creare un atmosfera natalizia dolce e festosa. Oltre a rallegrarvi

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo.

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Gli sembrava di scalare il mondo e di salire in alto nel cielo, oltre le nuvole, per vedere la terra dallo spazio.

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Colori e pensieri per i. bambini emiliani 04/06/2012. Colori e pensieri per i bambini emiliani 04/06/2012

Colori e pensieri per i. bambini emiliani 04/06/2012. Colori e pensieri per i bambini emiliani 04/06/2012 Colori e pensieri per i Colori e pensieri per i bambini emiliani bambini emiliani 04/06/2012 04/06/2012 Ass. Culturale B-Side in Spazio Luce, Milano. Da una idea di: Dott.ssa Anna La Guzza, Psicologa Noi

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Frasi Immacolata Concezione

Frasi Immacolata Concezione Frasi Immacolata Concezione Oggi la città si riempie di luci e colori; è un trionfo di bagliori, nell aria c è già il profumo di festa e la voglia di donare un sorriso, un abbraccio e un augurio di una

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

Domenica 2 novembre. COMMEMORAZIONE DI TUTTI I FEDELI DEFUNTI S. Messe ore 8.30, 10.00; 18.30

Domenica 2 novembre. COMMEMORAZIONE DI TUTTI I FEDELI DEFUNTI S. Messe ore 8.30, 10.00; 18.30 Il Richiamo Parrocchia Ognissanti Milano Sabato 1 novembre - FESTA DI OGNISSANTI Vangelo del giorno: Matteo 5,1-12 In quel tempo. Vedendo le folle, il Signore Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si

Dettagli

- a far del bene con la sofferenza; - a far del bene a chi soffre.

- a far del bene con la sofferenza; - a far del bene a chi soffre. Non siamo i «cercatori» di sofferenza..., e nemmeno gli «entusiasti» per la sofferenza. Siamo persone che si sforzano di «vivere» la loro sofferenza «come Gesù»..., non solo nella contemplazione di Lui

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Giovedì Santo, Messa del Crisma 2015

Giovedì Santo, Messa del Crisma 2015 Giovedì Santo, Messa del Crisma 2015 Cari confratelli, cari fratelli e sorelle nel Signore, volgiamo lo sguardo alla Parola dell Apocalisse di Giovanni: Colui (Gesù) che ci ama e ci ha liberati dai nostri

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

LA VOCE DEGLI ANTA. Autunno

LA VOCE DEGLI ANTA. Autunno È lieta di presentarvi LA VOCE DEGLI ANTA Numero 10, Ottobre 2015 Autunno La terra si veste del giallo delle foglie in autunno. Il vento raccoglie i sussurri dei trepidi uccelli e gioca coi rami avvizziti

Dettagli

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA A R C I D I O C E S I D I U D I N E Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA CRISTO NOSTRA SPERANZA (1 Tm 1,1) Anno Pastorale

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

ANNO I n. 3-Dicembre A.S. 2010-2011. Si desti l umanità intera a lodare. l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza!

ANNO I n. 3-Dicembre A.S. 2010-2011. Si desti l umanità intera a lodare. l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza! A.S. 2010-2011 ANNO I n. 3-Dicembre Si desti l umanità intera a lodare l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza! Il 15 dicembre la classe II I si è recata al Teatro Curci di Barletta

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

Educarsi per educare al perdono. Pietro Paolo Piras

Educarsi per educare al perdono. Pietro Paolo Piras Educarsi per educare al perdono Pietro Paolo Piras C arissimi tutti, A tutti i Genitori ed Amici dell'infanzia Lieta un saluto cordiale ed affettuoso dall'ospedale dove cercano di rimettere a nuovo il

Dettagli

CONTEST LENTICCHIA PEDINA

CONTEST LENTICCHIA PEDINA Gentile Cliente, ti ringraziamo per aver scelto Lenticchia Pedina e per il contributo che hai dato al progetto Casa del Sorriso del CESVI in aiuto ai bambini brasiliani di Rio de Janeiro. Guarda il video

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

Novena di Natale 2015

Novena di Natale 2015 Novena di Natale 2015 io vidi, ed ecco, una porta aperta nel cielo (Apocalisse 4,1) La Porta della Misericordia Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ ::

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ :: GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio Gruppo Animatori Salesiani www.gascornedo.it info@gascornedo.it Data: ven 17 gennaio 2014 Tema MGS: Verso la Conquista Titolo: La Mia Anima Rimane

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE PER LA CORONA DEL DISCEPOLO A 33 GRANI Editrice Shalom 31.05.2015 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

DELEGATE DIOCESANE USMI

DELEGATE DIOCESANE USMI DELEGATE DIOCESANE USMI 24-25 GENNAIO 2015 Lo Statuto USMI definisce con la parola animatrice l identità, la fisionomia e il cuore del compito della delegata diocesana. Così recita: la delegata diocesana

Dettagli

natale Gnomi al lavoro!

natale Gnomi al lavoro! natale Gnomi al lavoro! La fabbrica di Babbo Natale è un posto davvero speciale, ci sono gnomi specializzati molto ben organizzati che preparano giochi e dolcetti per riempire tutti i pacchetti: dipingono

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore.

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore. MARIA DISCEPOLA DELLA PAROLA E MAESTRA DI PREGHIERA + Dal Vangelo secondo Luca 1,26-56 In quel tempo, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, sposa

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale Conoscere, amare, seguire, testimoniare Gesù Itinerario d incontro e di formazione; liturgico - esperienziale. «Non abbiate paura di accogliere Cristo! Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!!

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Anno Scolastico 2011/2012 Progetto Educativo Didattico

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

L ESERCITO DEI BISCOTTI

L ESERCITO DEI BISCOTTI L ESERCITO DEI BISCOTTI Siamo gli alunni del Convitto Nazionale Paolo Diacono, un Istituzione Educativa dello Stato, presente a Cividale del Friuli dal 1876. L offerta formativa del Convitto comprende:

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì!

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Limerik di Ettore (nipotino grande) 9 PREFAZIONE È stata un emozione

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO Il Natale è una festività molto

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

PENSIERI IN ORDINE SPARSO. - Il diario di un seminarista - di Davide Corini

PENSIERI IN ORDINE SPARSO. - Il diario di un seminarista - di Davide Corini PENSIERI IN ORDINE SPARSO - Il diario di un seminarista - di Davide Corini Come al solito ho bisogno di qualche giorno, dopo un esperienza importante, per rimettere in ordine le cose e cercare di fare

Dettagli

1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare?

1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare? Intervista all educatore cinofilo E. Buoncristiani 1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare? Gli aspetti positivi di questa

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli