BILANCIO DI ESERCIZIO GEOX S.p.A. 2005

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BILANCIO DI ESERCIZIO GEOX S.p.A. 2005"

Transcript

1 BILANCIO DI ESERCIZIO GEOX S.p.A. 2005

2 Relazione sulla gestione al bilancio di esercizio Geox S.p.A. Geox S.p.A. Sede in Biadene di Montebelluna (TV) - Via Feltrina Centro 16 Capitale Sociale euro = int. versato Codice fiscale ed iscrizione al Registro delle Imprese di Treviso n

3 Relazione sulla gestione al bilancio di esercizio Geox S.p.A. Sommario Organi sociali Relazione sulla gestione Geox in Borsa La quotazione in Borsa Andamento borsistico Controllo della società Azioni detenute da amministratori e sindaci Rapporti con parti correlate Corporate Governance e Comitato Etico Rapporti con gli investitori istituzionali ed altri soci Stock Option La struttura del Gruppo L attività del Gruppo La strategia I fattori critici di successo La ricerca e sviluppo Il sistema produttivo Gli investimenti Il sistema distributivo Le risorse umane Andamento economico, patrimoniale e finanziario di Geox S.p.A. Azioni proprie e azioni o quote di società controllanti Protezione dei dati personali (D.LGS 196/03) Evoluzione prevedibile della gestione e fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell esercizio Bilancio d esercizio al 31 dicembre 2005 di Geox S.p.A. proposte di deliberazione Prospetti di bilancio di Geox S.p.A. Stato patrimoniale Conto economico Nota integrativa al bilancio di esercizio Geox S.p.A. 3

4 Relazione sulla gestione al bilancio di esercizio Geox S.p.A. Organi sociali Consiglio di Amministrazione Carica ed indicazione dell eventuale indipendenza Nome e cognome Presidente Mario Moretti Polegato Consigliere e Amministratore Delegato Diego Bolzonello (*) Consigliere Enrico Moretti Polegato Consigliere indipendente Umberto Paolucci Consigliere indipendente Francesco Gianni Consigliere indipendente Alessandro Antonio Giusti Consigliere indipendente Bruno Barel Consigliere indipendente Giuseppe Gravina Consigliere indipendente Renato Alberini (*) Poteri ed attribuzioni di ordinaria e straordinaria amministrazione, nei limiti previsti dalla legge e dallo Statuto e nel rispetto delle riserve di competenza dell'assemblea dei soci, del Consiglio di Amministrazione e del Comitato Esecutivo, secondo il deliberato del Consiglio di Amministrazione del 20 ottobre 2004 e successive modifiche e integrazioni. Collegio Sindacale Carica Presidente Sindaco Effettivo Sindaco Effettivo Sindaco Supplente Sindaco Supplente Nome e cognome Fabrizio Colombo Achille Frattini Andrea Luca Rosati Giulia Massari Laura Gualtieri Società di Revisione Reconta Ernst & Young S.p.A. 4

5 Relazione sulla gestione al bilancio di esercizio Geox S.p.A. Relazione sulla gestione Geox in Borsa La quotazione in Borsa In data 1 dicembre 2004 le azioni della società Geox S.p.A., holding operativa del Gruppo Geox, sono state ammesse a quotazione nel Mercato Telematico Azionario (MTA) della Borsa di Milano. Il titolo è stato offerto al mercato, il 1 dicembre 2004, ad un prezzo di euro 4,60 registrando un primo prezzo di apertura di euro 5,06. Il flottante nel corso del 2005 è passato da n azioni a n per l effetto dell esercizio di n diritti di opzione nel corso della seconda metà del mese di dicembre Andamento borsistico Nel 2005 il titolo è cresciuto del 62% raggiungendo il valore massimo di euro 9,52. Nella tabella seguente si riepilogano per gli esercizi 2005 e 2004 i principali dati azionari e borsistici: Dati azionari e borsistici Utile per azione [euro] 0,29 0,20 Patrimonio netto per azione [euro] 0,79 0,56 Dividendo per azione [euro] 0,085 0,06 Pay out ratio [%] 29,24 29,47 Dividend yield (al 31.12) 0,91 1,05 Prezzo fine periodo [euro] 9,30 5,73 Prezzo massimo telematico [euro] 9,52 5,90 Prezzo minimo telematico [euro] 5,49 5,27 Prezzo per azione / Utile per azione 32,05 28,65 Prezzo per azione / Patrimonio netto per azione 11,81 10,15 Capitalizzazione borsistica [migliaia di euro] N. medio azioni in circolazione N. azioni che compongono il capitale sociale Controllo della società LIR S.r.l. detiene la partecipazione di controllo nel capitale di Geox S.p.A. con una quota pari al 70,989%. LIR S.r.l., con sede legale in Montebelluna (TV) Italia, è una holding di partecipazioni interamente posseduta da Mario Moretti Polegato ed Enrico Moretti Polegato (rispettivamente titolari dell 85% e del 15% del capitale sociale). La composizione azionaria di Geox S.p.A. in base al numero di azioni possedute è la seguente: Composizione azionaria (*) Numero Azionisti Numero azioni da n. 1 a n da n a n da n a oltre Azioni non classificate Totale (*) Come da ultima rilevazione Istifid riferita alle segnalazioni pervenute dagli intermediari in relazione al pagamento del dividendo al 14 febbraio

6 Relazione sulla gestione al bilancio di esercizio Geox S.p.A. Azioni detenute da amministratori e sindaci Come precedentemente indicato gli amministratori Sigg. Mario Moretti Polegato ed Enrico Moretti Polegato detengono direttamente l intero capitale sociale di LIR S.r.l., società controllante di Geox S.p.A.. Come risulta da apposite dichiarazioni ricevute, non risultano detenute nel corso del 2005, dagli altri Amministratori e dai Sindaci, azioni della Società, ad eccezione di quanto risulta nel prospetto che segue: Nome e Cognome Numero azioni Geox S.p.A. possedute al Numero azioni acquistate nel 2005 Numero azioni vendute nel 2005 Numero azioni Geox S.p.A. possedute al Titolo del possesso Diego Bolzonello (*) proprietà Alessandro Antonio Giusti (**) proprietà Andrea Luca Rosati proprietà (*) Opzioni esercitate a seguito della delibera del C.d.A. del 5 dicembre (**) Azioni acquisite dalla società Flat di Antonio Giusti e C. S.a.s. si cui il Dr. Giusti è socio accomandante nella misura del 75%. Rapporti con parti correlate La Società intrattiene rapporti con la società controllante (LIR S.r.l.) e con soggetti terzi che direttamente o indirettamente sono legati da interessi comuni con l Azionista di maggioranza. I rapporti commerciali intrattenuti con tali soggetti sono improntati alla massima trasparenza e a condizioni di mercato e si riferiscono principalmente a canoni di locazione per immobili utilizzati dalla Società. I rapporti patrimoniali ed economici intrattenuti nel corso dell esercizio 2005 sono riepilogati nella seguente tabella: Società Costi Ricavi Debito al Credito al (Migliaia di euro) LIR S.r.l Domicapital S.r.l Ca' D'Oro S.r.l I.M. S.r.l Nottingrom Srl Totale I dati compresi nella tabella precedente si riferiscono tutti a rapporti commerciali. Nessun amministratore o dirigente ha posizioni debitorie nei confronti della Società. Corporate Governance e Comitato Etico Nel corso dell esercizio 2005, il sistema di corporate governance è stato implementato e sviluppato in maniera articolata all interno della realtà aziendale. Particolare attenzione è stata dedicata al sistema di controllo interno di Geox S.p.A., inteso come un processo che coinvolge tutte le funzioni aziendali, diretto alla tutela dell efficacia ed efficienza nella conduzione delle operazioni aziendali, l affidabilità dell informazione finanziaria, il rispetto della normativa applicabile e la salvaguardia dei beni aziendali. Nel corso del 2005 tale processo si è ulteriormente sviluppato grazie all attività combinata di un gruppo di lavoro interno dedicato, del Comitato per il Controllo Interno e del preposto al controllo interno. Inoltre, in ottemperanza alle Linee Guida di Confindustria per la costruzione dei Modelli di organizzazione, gestione e controllo da adottare in relazione alla prevenzione dei reati di cui al D.Lgs. 8 giugno 2001 n. 231, sulla disciplina della responsabilità amministrativa delle società, Geox S.p.A. ha messo a punto le seguenti operazioni: l adozione del Codice Etico elaborato dal Comitato Etico ed approvato dal C.d.A. del 13 maggio 2005, ai cui principi sono informate tutte le componenti del sistema di controllo interno. Nel corso del 2005 la Società ha svolto varie attività di implementazione del Codice Etico fra cui una capillare attività di formazione interna a tutti i dipendenti. Si è proceduto, inoltre, all adozione del Codice Etico da parte delle singole società del Gruppo e alla sua diffusione presso tutti i fornitori, clienti e altri soggetti con cui la società intrattiene rapporti; 6

7 Relazione sulla gestione al bilancio di esercizio Geox S.p.A. l adozione di un Modello di Organizzazione e Gestione a norma del D.Lgs. 231/01 (di seguito Modello 231 ); l affidamento del Modello 231 alla gestione di un Organismo di Vigilanza (di seguito O.d.V. ) composto da un amministratore indipendente, il preposto al controllo interno ed un professionista esterno. Inoltre, considerato il rilievo del Codice Etico all'interno del Modello 231, sono state individuate alcune modalità operative di collaborazione tra Comitato Etico e O.d.V. per la promozione della diffusione della conoscenza e comprensione del Codice (secondo quanto stabilito dall'art.10 del Codice medesimo). Il Codice Etico è consultabile alla sezione investor relations-corporate governance del sito Per le informazioni riguardanti la Corporate Governance si rimanda comunque alla relazione predisposta ai sensi della sezione IA.2.14 delle Istruzioni al Regolamento dei mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana e del Nuovo Mercato che riporta una completa informativa sulle modalità di attuazione del sistema di corporate governance e sull adesione al Codice di Autodisciplina delle Società Quotate predisposto dal Comitato per la Corporate Governance delle Società Quotate, rivisitato nel luglio 2002 e promosso da Borsa Italiana. Tale relazione sarà depositata presso la Borsa Italiana nei termini di legge. Rapporti con gli investitori istituzionali ed altri soci La funzione Rapporti con gli Investitori, anche nel rispetto dei criteri di correttezza, chiarezza e parità di accesso all informazione, contenuti nella Guida per l Informazione al Mercato redatta da Borsa Italiana S.p.A., rende disponibile alla sezione Investor Relations del sito ampia documentazione e informativa riguardanti la Società, con particolare riferimento alle informazioni price sensitive. Il presente documento è disponibile sul sito alla sezione Investor Relations. Il management della Società ha intrattenuto frequenti rapporti con gli Investitori Istituzionali effettuando in occasione delle approvazioni dei bilanci trimestrali visite presso gli stessi Investitori. Stock Option L Assemblea Straordinaria della Società, in data 27 luglio 2004, ha deliberato un aumento del capitale sociale a pagamento, in via scindibile, con esclusione del diritto d opzione ai sensi dell art. 2441, commi 5 e 8, codice civile, per un importo nominale massimo di euro , mediante emissione di massime n azioni ordinarie, del valore nominale di euro 0,10 ciascuna, ad un prezzo unitario non inferiore ad un minimo di euro 1,20, e quindi con un sovrapprezzo non inferiore ad euro 1,10, da destinare al servizio di uno o più piani di incentivazione azionaria riservati ad amministratori, dipendenti e/o collaboratori della Società e/o di società controllate dalla Società ai sensi dell art. 2359, comma 1, numero 1, codice civile, al fine di incentivare il perseguimento dei piani di medio periodo da parte dei beneficiari, di aumentarne la fidelizzazione nei confronti dell azienda e di favorire il miglioramento delle relazioni aziendali. Alla data del presente bilancio sono stati approvati due cicli di piani di stock option: Il primo, approvato dal C.d.A. del 30 Novembre 2004, prevede un ciclo di assegnazione di Opzioni da effettuarsi a partire dal mese di novembre Sono stati assegnati diritti di opzione il cui prezzo di esercizio è stato fissato in euro 4,6 pari al prezzo di offerta in sede di quotazione. Di tali diritti di opzione assegnati, il C.d.A. del 05 dicembre 2005 ha concesso la facoltà ai managers titolari di tali opzioni di anticipare l esercizio di opzioni, rispetto ai termini originariamente previsti dal Piano. Il secondo, approvato dal C.d.A. del 15 Dicembre 2005, prevede un ciclo di assegnazione di Opzioni da effettuarsi a partire dal mese di dicembre Alla data del 31 dicembre 2005 risultano assegnati diritti di opzione il cui prezzo di esercizio è pari al valore normale delle azioni al momento dell offerta dei diritti d opzione, come definito dall art. 9 T.U.I.R. 917/86, pari a euro 9,17. Si ricorda come a discrezione del C.d.A. potranno essere previsti successivamente altri cicli di assegnazione di Opzioni, nel rispetto dell aumento di capitale sociale deliberato dall Assemblea Straordinaria della Società in data 27 luglio I cicli si compongono di un periodo di maturazione delle Opzioni della durata complessiva di 5 (cinque) anni a decorrere dalla data di assegnazione delle Opzioni medesime (chiamato "vesting period") e di un periodo massimo di ulteriori 5 (cinque) anni per l'esercizio delle Opzioni stesse (chiamato "exercise period"). Pertanto, le Opzioni non maturate, o comunque non esercitate, entro l Expiration Date si intenderanno estinte ad ogni effetto con reciproca liberazione della Società e del Partecipante interessato da ogni obbligo e responsabilità. L esercitabilità delle Opzioni, che viene determinata tranche per tranche, è subordinata al raggiungimento dei risultati di performance, cumulati nei rispettivi vesting period, con riferimento all indice economico EBIT (Earning Before Interest, Tax) come risultante dal piano industriale consolidato del Gruppo Geox. 7

8 Relazione sulla gestione al bilancio di esercizio Geox S.p.A. Di seguito si riepilogano le stock option attribuite agli amministratori e direttori generali della società: Opzioni detenute all inizio dell esercizio Opzioni assegnate nel corso dell esercizio (A) (B) (1) (2) (3) (4) (5) (6) Nome e Cognome Carica ricoperta Numero opzioni Prezzo medio di esercizio Scadenza media Numero opzioni Prezzo medio di esercizio Scadenza media Diego Bolzonello Amministratore Delegato , , Opzioni esercitate nel corso dell esercizio Opzioni Opzioni detenute alla fine dell esercizio scadute nell es. (A) (7) (8) (9) (10) (11)= (12) (13) Nome e Cognome Numero opzioni Prezzo medio di esercizio Prezzo medio di mercato all esercizio Numero opzioni Numero opzioni Prezzo medio di esercizio Scadenza media Diego Bolzonello ,6 9, ,

9 Relazione sulla gestione al bilancio di esercizio Geox S.p.A. La struttura del Gruppo Viene di seguito riportata la struttura del Gruppo al 31 dicembre 2005[1]: Geox SpA Geox Deutschland Gmbh Geox Respira SL (Spain) Notech N.H. Kft (Hungary) Geox UK Ltd Geox Sweden AB Technic Development Srl (Romania) Technic Development Slovakia Sro Geox Suisse SA Geox France Sarl Wortec S.r.l. (Italy) Geox Japan KK Geox Canada Inc. Geox USA Inc. Geox Retail France Sarl Geox Retail East Inc. Geox Retail Holland BV Geox Retail West Inc. Geox Asia Pacific Ltd 1 Geox Suisse Sa detiene l 1% di Notech NH Kft, mentre le percentuali di minoranza delle società del Gruppo controllate da Notech NH Kft sono detenute direttamente dalla Geox S.p.A.. 9

10 Relazione sulla gestione al bilancio di esercizio Geox S.p.A. La struttura del Gruppo, centralizzata attorno alla figura della holding operativa Geox S.p.A., è suddivisa in due macrogruppi di società: Società tecnico-produttive. Notech Kft (Ungheria) è la società a cui fanno capo le attività produttive del Gruppo in Europa. La società acquista la materia prima prevalentemente in Italia, attraverso la controllata Wortec S.r.l., al fine di garantire i migliori standard qualitativi. Le lavorazioni, invece, sono effettuate presso le fabbriche di produzione delle controllate (Technic Development Romania e Technic Development Slovacchia) e di altri produttori terzi. Notech utilizza il proprio personale tecnico per coordinare le attività produttive presso le fabbriche e per controllare la qualità del prodotto finito. Società commerciali. Le società commerciali estere hanno il compito di presidiare e sviluppare il business nei vari mercati. In particolare tali società gestiscono i negozi di proprietà, effettuano servizi di customer service e di coordinamento della rete vendita nel paese di riferimento. Geox S.p.A. si occupa della commercializzazione dei prodotti in Italia ed in Europa. I mercati non serviti direttamente dalla Geox S.p.A. sono seguiti dalle filiali Geox USA Inc., Geox Japan K.K. e Geox Asia Pacific Ltd. L attività del Gruppo Geox S.p.A. è la holding operativa di un Gruppo attivo nella creazione, produzione, promozione e distribuzione di calzature ed abbigliamento caratterizzati dall applicazione di soluzioni innovative e tecnologiche in grado di garantire respirabilità ed impermeabilità. L innovazione di Geox, protetta da oltre 30 diversi brevetti per invenzione, depositati in Italia, ed estesi in ambito internazionale, si basa fondamentalmente sull ideazione e realizzazione di strutture di suole che, grazie all inserimento di una membrana permeabile al vapore ma impermeabile all acqua, sono in grado di garantire respirabilità alle suole in gomma e impermeabilità a quelle in cuoio. Geox opera nel settore delle calzature classic, casual e sport, per uomo, donna e bambino, di fascia di prezzo medio e medio/alta. Il marchio GEOX è quindi un family brand che offre un ampia gamma di prodotti per tutta la famiglia, ciascuno caratterizzato da innovazione, comfort ed uno stile in linea con le tendenze della moda. Il Gruppo può contare sulla leadership in Italia nel settore delle calzature classic e casual (classificazione ACNielsen SITA 2004). Inoltre, secondo una classificazione operata dalla rivista specializzata Shoeintelligence, GEOX risulta essere il primo marchio italiano ed il terzo internazionale nel settore "lifestyle casual" nel mercato internazionale nell'anno Il successo straordinario ottenuto sin dalle fasi iniziali è dovuto alle caratteristiche tecnologiche delle scarpe Geox. I prodotti Geox, grazie ad una tecnologia registrata a livello mondiale, hanno delle caratteristiche tecniche tali da migliorare il comfort del piede in modo immediatamente percepibile per il consumatore. La strategia Le principali linee strategiche che guidano lo sviluppo del business di Geox sono le seguenti: Consolidamento della leadership raggiunta in Italia Geox è leader nel mercato italiano delle calzature e può contare su una copertura capillare del territorio attraverso una combinazione di clienti multimarca e di negozi monomarca Geox Shops. Geox intende consolidare e rafforzare la propria leadership attraverso le seguenti linee guida: apertura di nuovi punti vendita Geox Shops, in posizioni ad elevato traffico dei centri urbani e dei maggiori centri commerciali, prevalentemente in franchising, e aumento delle dimensioni dei negozi esistenti. Nel corso del 2005 Geox ha aperto in Italia 26 GEOX Shop di cui 3 DOS e 23 in franchising; aumento della penetrazione commerciale e fidelizzazione dei clienti multimarca attraverso l utilizzo crescente della formula dei corner e shop in shop secondo un format già identificato. Espansione Internazionale Nel corso del 2005 il Gruppo ha realizzato all estero circa il 51% dei ricavi consolidati nel settore delle calzature e, principalmente, nei mercati considerati strategici quali Germania, Francia, Spagna, Belgio, Olanda e Lussemburgo, Svizzera, Austria e Stati Uniti d America. Il Gruppo intende sviluppare ulteriormente la propria presenza all estero proseguendo la crescita in tali Paesi secondo le seguenti direttive: allargamento del numero dei clienti serviti e aumento della penetrazione commerciale e fidelizzazione dei clienti esistenti. l apertura di nuovi Geox Shops nei principali centri urbani e commerciali. Nel corso del 2005 sono stati aperti 68 GEOX Shop di cui 12 DOS e 56 franchising; bilanciamento del mix di vendite attraverso l incremento del peso delle linee uomo e donna rispetto al bambino. 10

11 Relazione sulla gestione al bilancio di esercizio Geox S.p.A. Innovazione di prodotto L innovazione di prodotto è fondamentale per il consolidamento del vantaggio competitivo di Geox. La Società intende continuare a sviluppare l attività di ricerca, brevettazione ed implementazione di soluzioni che, tramite l impiego di particolari materiali, consentono la traspirazione e l impermeabilizzazione dei propri prodotti. I fattori critici di successo Geox deve il suo successo ad alcuni punti di forza che, nel loro insieme, la distinguono nel panorama del settore calzaturiero italiano e mondiale, e precisamente: Tecnologia Costante focalizzazione sul prodotto caratterizzato dall applicazione di soluzioni innovative e tecnologiche ideate da Geox e protette da brevetto. Focus sul consumatore Posizionamento trasversale dei propri prodotti, con una vasta gamma di calzature per uomo, donna e bambino, nell ampia fascia di prezzo medio e medio/alta del mercato (family brand). Riconoscibilità del marchio Elevata riconoscibilità del marchio GEOX, grazie ad una efficace strategia di comunicazione, e la sua identificazione da parte del consumatore con il concetto del far respirare. Internazionalizzazione Crescente presenza nei mercati internazionali grazie alla replicabilità del modello di business messo a punto in Italia. Distribuzione Rete di negozi monomarca GEOX Shop, in Italia ed all estero, sviluppata, in funzione della struttura di distribuzione dei singoli Paesi, in misura calibrata con la capillare rete dei clienti multimarca, entrambe volte ad ottimizzare la penetrazione commerciale nei singoli mercati e promuovere al tempo stesso in modo coerente il marchio GEOX presso il consumatore finale. Supply chain Flessibilità del modello di business delocalizzato ed in gran parte in outsourcing, in grado di gestire in modo efficiente il ciclo produttivo e logistico, mantenendo in capo alla Società il presidio delle fasi critiche della catena del valore, al fine di controllare la qualità del prodotto e i tempi di consegna. 11

12 Relazione sulla gestione al bilancio di esercizio Geox S.p.A. La ricerca e sviluppo Nell ottica di un continuo sviluppo di soluzioni innovative per il miglioramento del prodotto e del processo produttivo, Geox ha svolto le seguenti attività di ricerca: studio dell elemento attivo traspirante della suola, sviluppo di nuovi prodotti relativi a calzature ed abbigliamento, certificazione dei materiali impiegati nella realizzazione del prodotto finale. Geox dedica da sempre particolare attenzione a membrane e laminati, impermeabili e traspiranti, sviluppati per aumentare il comfort, nelle situazioni in cui si vuole evitare un accumulo di vapore acqueo e la sua condensa. Tali membrane trovano applicazione all interno dei brevetti Geox in differenti configurazioni: suole in gomma, suole in cuoio e capi di abbigliamento. La sperimentazione di nuove soluzioni tecniche nei prodotti calzatura ed abbigliamento è stata focalizzata al miglioramento del comfort fisiologico. Sono state eseguite approfondite ricerche per il rilevamento della temperatura e dell umidità nel corpo umano e per la definizione di modelli di valutazione delle capacità di traspirazione sia dei singoli materiali sia delle calzature e dei capi d abbigliamento. Altrettanto importante è stata la caratterizzazione, dal punto di vista chimico e fisico-meccanico, dei materiali impiegati in produzione. Geox ha ulteriormente ampliato e sviluppato le proprie strumentazioni di ricerca appositamente costruite e brevettate. I test consentono di sottoporre la calzatura a condizioni di prova che riproducono le situazioni d uso a cui una scarpa è sottoposta. Sono state raggiunte elevate prestazioni di traspirabilità dei materiali, mentre per quanto riguarda lo stampaggio delle suole, la valutazione e la ricerca di nuovi materiali ha permesso il miglioramento qualitativo del prodotto finale in termini di leggerezza, resistenza allo scivolamento, resistenza all abrasione del battistrada e qualità delle finiture superficiali. Nuovi brevetti sono stati depositati in Italia e all estero, riguardanti prodotti, processi di industrializzazione innovativi ed apparecchiature di prova. Il sistema produttivo Il sistema produttivo di Geox è organizzato in modo da garantire il perseguimento di 3 obiettivi strategici: mantenimento di elevati standard qualitativi; miglioramento continuo della flessibilità e del time to market ; aumento della produttività e contenimento dei costi. Tutte le fasi del processo produttivo sono sotto lo stretto controllo dell organizzazione Geox, anche se effettuate da terzi, incluse le fasi a monte di trasformazione dei pellami (da pelli grezze a pelli conciate) e di produzione delle suole. La produzione avviene presso le due fabbriche di proprietà in Romania (Technic Development Romania) e Slovacchia (Technic Development Slovacchia), dove viene prodotto circa il 15% del totale, mentre il restante 85% viene prodotto presso fabbriche di terzi, principalmente in Cina, Vietnam, Indonesia e Brasile. La selezione dei produttori terzi viene fatta dalla società con grande attenzione, tenendo conto delle competenze tecniche dell azienda partner, dei suoi standard qualitativi e delle sue capacità di far fronte alle produzioni che le vengono assegnate nei tempi richiesti. Tutte le produzioni provenienti dai siti produttivi vengono consolidate presso i centri di distribuzione della società a Cusignana (TV) per l Europa, Edison (NJ) per il mercato USA, Tokyo per il Giappone, Hong Kong per la zona Asiatica. Nel corso dell esercizio 2005 il Gruppo ha prodotto circa 13,6 milioni di paia di calzature e 0,6 milioni di capi di abbigliamento presso complessivamente circa 28 paesi. 12

13 Relazione sulla gestione al bilancio di esercizio Geox S.p.A. Gli investimenti La seguente tabella indica l ammontare degli investimenti netti negli esercizi 2005 e 2004: (Migliaia di euro) Investimenti in immobilizzazioni immateriali Investimenti in immobilizzazioni materiali Investimenti in partecipazioni Disinvestimenti (1.745) (487) Acquisto d'azienda Investimenti netti Gli investimenti effettuati nel corso dell esercizio 2005 sono riepilogati nella seguente tabella: (Migliaia di euro) Investimenti Investimenti Totale imm. immat. imm. mat. investimenti Marchi e brevetti Aperture e rinnovi Geox Shops Attrezzature industriali Uffici ed arredo sedi Information technology Altri investimenti Totale

14 Relazione sulla gestione al bilancio di esercizio Geox S.p.A. Il sistema distributivo Geox nel corso del 2005 ha proseguito nella propria strategia distributiva diversificata, che si caratterizza per un mix calibrato di negozi multimarca e monomarca, al fine di ottenere una rapida penetrazione nei singoli mercati e promuovere in modo coerente il marchio GEOX presso il consumatore finale. Geox si avvale anche di licenziatari e distributori a cui affidare, in esclusiva, la produzione e la commercializzazione dei prodotti Geox in territori ritenuti non ancora strategici. In questo ambito assume particolare rilevanza la rete monomarca che si articola in negozi in franchising e in negozi gestiti direttamente (DOS). Il franchising permette alla Società di sviluppare la rete di vendita riducendo i costi fissi e gli investimenti; l apertura dei DOS permette di soddisfare l esigenza di una presenza di negozi Geox in luoghi strategici per ragioni di comunicazione e valorizzazione del marchio (flag-ship stores). Il trend di crescita della rete monomarca del Gruppo Geox è riassunto dalla tabella seguente: Area Italia Europa America Altre Totale Il Gruppo gestisce direttamente 74 negozi, dei quali, 44 negozi vengono gestiti direttamente da Geox S.p.A. (43 negozi in Italia e 1 all estero). Fra le nuove aperture intervenute nell esercizio si segnalano i nuovi negozi a Vienna, Firenze, Verona, Fiumicino. Le risorse umane Al 31 dicembre 2005 i dipendenti della Società erano 535 così suddivisi: Qualifica Operai Impiegati Dipendenti negozi Quadri Dirigenti Totale Area Geografica Italia Altre 8 7 Totale Va sottolineato come la Società si sia dotata, per tempo, di una struttura di quadri e dirigenti con il compito di governare l organizzazione in modo da ridurre il rischio d impresa legato alla carenza di risorse umane che spesso si sperimenta nei periodi di crescita sostenuta. La Società, accanto alla valorizzazione delle risorse umane esistenti, sta proseguendo nell inserimento di professionalità provenienti da aziende di media e grande dimensione in modo da beneficiare di competenze legate anche al governo di organizzazioni in crescita e con volumi rilevanti di operazioni, nonché l utilizzo di servizi professionali altamente qualificati. La Società rimane però ben focalizzata su quei principi organizzativi che ne hanno determinato il successo e cioè: una organizzazione molto piatta dove la velocità di reazione, la trasmissione immediata delle informazioni e la flessibilità sono essenziali. 14

15 Relazione sulla gestione al bilancio di esercizio Geox S.p.A. La Società ritiene che la formazione delle risorse umane costituisca un investimento fondamentale per lo sviluppo dell attività di Geox S.p.A.. Al fine di favorire la formazione delle risorse umane, Geox S.p.A. ha avviato nel 2001 una scuola di formazione, la GEOX School, volta alla preparazione di nuove giovani risorse da inserire in Geox, permettendone una formazione in linea con la realtà aziendale, le caratteristiche del prodotto GEOX e le esigenze dello sviluppo del business. Ogni anno la Società assume un numero di circa 10/15 giovani neolaureati o con breve esperienza professionale che vengono inseriti nel programma di formazione della GEOX School. Andamento economico, patrimoniale e finanziario di Geox S.p.A. Di seguito vengono riportati i principali dati economici di Geox S.p.A.: (Migliaia di euro) 2005 % 2004 % Ricavi netti ,0% ,0% Ebitda ,6% ,6% Ebit ,8% ,4% Risultato Netto ,7% ,7% L andamento dei ricavi netti di Geox S.p.A. risulta essere speculare a quello dell intero Gruppo negli esercizi considerati. Questo in quanto Geox S.p.A. serve direttamente tutti i mercati in cui il Gruppo opera con poche eccezioni fra cui il mercato Americano, quello Giapponese e Asiatico, dove operano le sue filiali distributive: Geox USA Inc., Geox Japan K.K. e Geox Asia Pacific Ltd. I risultati dell esercizio 2005 evidenziano, analogamente a quanto evidenziato per il Gruppo, un netto miglioramento in ogni indicatore di redditività. La tabella che segue riepiloga i principali dati patrimoniali di Geox S.p.A.: (Migliaia di euro) Posizione finanziaria netta Patrimonio netto La tabella che segue riepiloga i principali dati finanziari di Geox S.p.A.: (Migliaia di euro) Cash flow attività operativa Investimenti in partecipazioni (9.168) (32.260) Altri investimenti netti (18.373) (24.891) Free cash flow

16 Relazione sulla gestione al bilancio di esercizio Geox S.p.A. I rapporti intrattenuti nel corso dell esercizio 2005 da Geox S.p.A. con le altre società del Gruppo sono riassunti dalla seguente tabella: Società Costi Ricavi Ricavi Debito Credito Credito (Migliaia di euro) Commerc. Commerc. Finanz. Commerc. Commerc. Finanz. Geox France Sarl Geox Sweden AB Geox UK Ltd (28) 567 Geox Deutschland Gmbh Geox Suisse S.A Geox Respira S.L Geox Japan K.K Geox Canada Inc Geox Retail France Sarl Notech N.H. Kft Geox Usa Inc Tecnic Development Srl Tecnic Development Slovakia Sro Wortec S.r.l Geox Retail West, Inc Geox Retail Usa, Inc Geox Asia Pacific Ltd Geox Retail Holland B.V Azioni proprie e azioni o quote di società controllanti Si precisa ai sensi dell art. 40 del D. Lgs d), che la Società non detiene direttamente né indirettamente azioni proprie o di società controllanti e che nel corso dell esercizio non ha acquisito né alienato azioni proprie o di società controllanti. Protezione dei dati personali (D. LGS 196/03) La Società, in conformità alla nuova normativa, ha ultimato l adeguamento alle disposizioni legislative in materia di protezione dei dati personali nel dicembre Evoluzione prevedibile della gestione e fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell esercizio I primi mesi del 2006 confermano l andamento favorevole del business. In particolare, il portafoglio ordini della campagna vendite della stagione Primavera/Estate 2006 indica una crescita di circa il 30% rispetto allo stesso periodo del Questi dati confortano il management sulla capacità della Società di realizzare nell esercizio 2006 dei risultati in significativo miglioramento rispetto al

17 Relazione sulla gestione al bilancio di esercizio Geox S.p.A. BILANCIO D ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2005 DI GEOX S.p.A. PROPOSTE DI DELIBERAZIONE Signori Azionisti, a conclusione della nostra relazione, confidando nel vostro consenso all impostazione e ai criteri adottati nella redazione del bilancio al 31 dicembre 2005, vi proponiamo: 1. di approvare il bilancio al 31 dicembre 2005; 2. di ripartire l utile netto di euro nel modo seguente: - a Riserva Legale euro ; - agli azionisti un dividendo lordo di euro 0,085 per ciascuna delle azioni in circolazione, e perciò complessivamente euro ; - a Riserva per utili su cambi non realizzati di euro ; - a Riserva Straordinaria il residuo di euro Milano, 28 febbraio 2006 Per il Consiglio di Amministrazione Il Presidente Dr. Mario Moretti Polegato 17

18 BILANCIO GEOX S. p. A. (valori espressi in euro) Sede in Montebelluna (TV) - via Feltrina Centro 16 Capitale sociale = int. vers. Iscritta al n R.E.A. della CCIAA di Treviso Codice fiscale ed iscrizione al Registro delle Imprese di Treviso n Prospetti di bilancio di Geox S.p.A. Stato Patrimoniale Attivo A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti B) Immobilizzazioni I. Immateriali 1) Costi di impianto e di ampliamento ) Costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicità - - 3) Diritti di brevetto industriale e di utilizzo di opere dell'ingegno ) Concessioni, licenze, marchi e diritti simili ) Avviamento ) Immobilizzazioni in corso e acconti ) Altre Totale immobilizzazioni immateriali II. Materiali 1) Terreni e fabbricati - - 2) Impianti e macchinari ) Attrezzature industriali e commerciali ) Altri beni ) Immobilizzazioni in corso e acconti Totale immobilizzazioni materiali III. Finanziarie 1) Partecipazioni in: a) imprese controllate d) altre imprese ) Crediti d) verso altri - esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo Totale immobilizzazioni finanziarie Totale immobilizzazioni C) Attivo circolante I. Rimanenze 1) Materie prime, sussidiarie e di consumo ) Prodotti finiti e merci Totale rimanenze II. Crediti 1) verso clienti - entro l'esercizio successivo oltre l'esercizio successivo ) imprese controllate - entro l'esercizio successivo bis) crediti tributari - entro l'esercizio successivo ter) imposte anticipate - entro l'esercizio successivo oltre l'esercizio successivo ) verso altri - entro l'esercizio successivo Totale crediti III. Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni 6) Altri titoli Totale attività finanziarie IV. Disponibilità liquide 1) Depositi bancari e postali ) Assegni ) Denaro e valori in cassa Totale disponibilità liquide Totale attivo circolante D) Ratei e risconti - vari Totale ratei e risconti TOTALE ATTIVO

19 Prospetti di bilancio di Geox S.p.A. BILANCIO GEOX S. p. A. (valori espressi in euro) Sede in Montebelluna (TV) - via Feltrina Centro 16 Capitale sociale = int. vers. Iscritta al n R.E.A. della CCIAA di Treviso Codice fiscale ed iscrizione al Registro delle Imprese di Treviso n Stato Patrimoniale Passivo A) Patrimonio netto I. Capitale II. Riserva da sovrapprezzo delle azioni III. Riserva di rivalutazione IV. Riserva legale VII. Altre riserve - Riserva straordinaria Vers.to c/to ripianamento Riserva di conversione ( ) (78.904) - Riserva di arrotondamento euro (2) 4 - Avanzo di fusione VIII. Utili (perdite) a nuovo - ( ) IX. Utile netto dell'esercizio Totale patrimonio netto B) Fondi per rischi e oneri 1) Fondi di trattamento di quiescenza e obblighi simili ) Fondi per imposte, anche differite ) Altri Totale fondi per rischi e oneri C) Trattamento fine rapporto di lavoro subordinato D) Debiti 4) Debiti verso banche - esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo ) Debiti verso altri finanziatori - esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo ) Acconti - esigibili entro l'esercizio successivo ) Debiti verso fornitori - esigibili entro l'esercizio successivo ) Debiti verso imprese controllate - esigibili entro l'esercizio successivo ) Debiti tributari - esigibili entro l'esercizio successivo ) Debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale - esigibili entro l'esercizio successivo ) Altri debiti - esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo Totale debiti E) Ratei e risconti - vari Totale ratei e risconti TOTALE PASSIVO Conti d'ordine Rischi assunti dall'impresa: Garanzie personali Impegni assunti dall'impresa: Canoni di leasing Diritti di subentro in contratti Altri impegni Acquisti a termine di valuta Vendite a termine di valuta Opzioni su cambi Totale conti d'ordine

20 BILANCIO GEOX S. p. A. (valori espressi in euro) Sede in Montebelluna (TV) - via Feltrina Centro 16 Capitale sociale = int. vers. Iscritta al n R.E.A. della CCIAA di Treviso Codice fiscale ed iscrizione al Registro delle Imprese di Treviso n Prospetti di bilancio di Geox S.p.A. Conto Economico A) Valore della produzione 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni ) Variazione rimanenze prodotti / semilavorati ) Altri ricavi e proventi Totale valore della produzione B) Costi della produzione 6) Per materie prime,sussidiarie,di consumo e di merci ) Per servizi ) Per godimento di beni di terzi ) Per il personale a) Salari e stipendi b) Oneri sociali c) Trattamento di fine rapporto ) Ammortamenti e svalutazioni a) Ammortamenti immobilizzazioni immateriali b) Ammortamenti immobilizzazioni materiali c) Altre svalutazioni delle immobilizzazioni d) Svalutazioni dei crediti compresi nell'attivo ) Variazione delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci ( ) ( ) 12) Accantonamenti per rischi ) Altri accantonamenti ) Oneri diversi di gestione Totale costi della produzione Differenza tra valore e costi della produzione (A-B) C) Proventi e oneri finanziari 15) Proventi da partecipazioni: - da imprese controllate Totale proventi da partecipazioni ) Altri proventi finanziari: c) da titoli iscritti nell'attivo circolante d) proventi diversi dai precedenti: di cui da imprese controllate di cui da imprese controllanti Totale altri proventi finanziari ) Interessi e altri oneri finanziari ( ) ( ) 17-bis) Utili e perdite su cambi ( ) ( ) Totale interessi e altri oneri finanziari ( ) ( ) Totale proventi e oneri finanziari ( ) D) Rettifiche di valore di attività finanziarie 18) Rivalutazioni ) Svalutazioni - - Totale rettifiche di valore di attività finanziarie - - E) Proventi e oneri straordinari 20) Proventi - altri proventi straordinari ) Oneri - altri oneri straordinari - ( ) Totale delle partite straordinarie Risultato prima delle imposte (A-B±C±D±E) ) Imposte sul reddito dell'esercizio imposte correnti imposte differite imposte anticipate ( ) Totale imposte ) UTILE (PERDITA) DELL'ESERCIZIO Si dichiara il suesteso bilancio vero, reale e redatto in conformità alle scritture contabili. Per il Consiglio di Amministrazione Il Presidente Dr. Mario Moretti Polegato 20

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO SUL BILANCIO D ESERCIZIO BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA Documento n. 15 del 28 aprile 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA MEP S.p.A. Sede in Milano (MI), Piazza del Liberty, n. 2 Capitale sociale Euro 10.372.791 interamente versato Codice Fiscale 13051480153 Iscritta al Registro dell Imprese di Milano al n. 1611128 BILANCIO

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO ATTIVO A) CREDITI VS STATO E ALTRI AA.PP. PARTECIPAZIONE FONDO DI DOTAZIONE B) IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 Costi di impianto ed ampliamento 2 Costi

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011 Ditta 005034 Data: 05/04/2013 Ora: 15.13 Pag.001 A.I.R. - ASSOCIAZIONE ITALIANA RETT - ONLUS VIALE BRACCI 1 53100 SIENA SI ESERCIZIO DAL 01/01/2012 AL 31/12/2012 BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA AI SENSI DELL'ART.2435

Dettagli

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 12815 Rea 104630 COSEV SERVIZI S.P.A. Sede in VIA PETRARCA, 6-64015 NERETO (TE) Capitale sociale Euro 471.621,00 I.V. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Premessa Signori Soci/Azionisti,

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE Documento

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Imposte sul reddito Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

Composizione e schemi del bilancio d esercizio

Composizione e schemi del bilancio d esercizio OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Composizione e schemi del bilancio d esercizio Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina APPROCCIO PER COMPONENTI E SEPARAZIONE TERRENO- FABBRICATI NEI BILANCI REDATTI CON LE NORME CODICISTICHE ALLA LUCE DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI di Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e del Consiglio Nazionale dei Ragionieri modificati dall OIC in relazione alla riforma del diritto

Dettagli

Gli articoli del codice civile sulla redazione del bilancio d esercizio

Gli articoli del codice civile sulla redazione del bilancio d esercizio Gli articoli del codice civile sulla redazione del bilancio d esercizio Sezione IX Del bilancio Art. 2423. Redazione del bilancio. Gli amministratori devono redigere il bilancio di esercizio, costituito

Dettagli

Immobilizzazioni immateriali

Immobilizzazioni immateriali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Immobilizzazioni immateriali Gennaio 2015 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Lavori in corso su ordinazione

Lavori in corso su ordinazione OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Lavori in corso su ordinazione Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

AMIR S.P.A. 711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO DATI ANAGRAFICI

AMIR S.P.A. 711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO DATI ANAGRAFICI 711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO Data chiusura esercizio 31/12/2013 DATI ANAGRAFICI Indirizzo Sede legale: RIMINI RN VIA DARIO CAMPANA 63 Numero REA: RN - 259282 Forma giuridica: SOCIETA' PER AZIONI

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Rimanenze. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Rimanenze. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rimanenze Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

RELAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE RELATIVA AL PRIMO TRIMESTRE DELL ESERCIZIO 2003

RELAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE RELATIVA AL PRIMO TRIMESTRE DELL ESERCIZIO 2003 RELAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE RELATIVA AL PRIMO TRIMESTRE DELL ESERCIZIO 2003 I. M. A. INDUSTRIA MACCHINE AUTOMATICHE S. P. A. - SEDE: OZZANO DELL EMILIA (BOLOGNA) CAPITALE SOCIALE I.V. EURO

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE Allegato 18 Modulo prenotazione garanzia PON - Pagina 1 di 25 FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE PROCEDURA DI

Dettagli

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v.

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta Le ONLUS Secondo le previsioni dell'art. 10 del decreto 460/97 possono assumere la qualifica di Onlus le associazioni riconosciute e non, i comitati, le fondazioni, le società cooperative e tutti gli altri

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO 18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO L utilizzo durevole è il criterio per classificare le partecipazioni come immobilizzazioni finanziarie. Le tipologie

Dettagli

OIC 24 Immobilizzazioni immateriali Sintesi dei principali interventi

OIC 24 Immobilizzazioni immateriali Sintesi dei principali interventi OIC 24 Immobilizzazioni immateriali Sintesi dei principali interventi Svalutazioni per perdite durevoli di valore: attualmente la disciplina relativa alle svalutazioni per perdite durevoli di valore è

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali BOZZA PER LA CONSULTAZIONE Si prega di inviare eventuali osservazioni preferibilmente entro il

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 CHE CHIUDE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI EURO 4,25 MILIONI LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO LORDO

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile.

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. Signori Azionisti, come illustrato nella Relazione sulla

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

INDICE. Relazione sulla Gestione RELAZIONE SULLA GESTIONE ORGANI SOCIALI STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI

INDICE. Relazione sulla Gestione RELAZIONE SULLA GESTIONE ORGANI SOCIALI STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI INDICE RELAZIONE SULLA GESTIONE PAG. ORGANI SOCIALI PAG. STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI PROSPETTI CONTABILI AL 31 DICEMBRE 2013 PAG. SITUAZIONE PATRIMONIALE-FINANAZIARIA

Dettagli

Relazione di valutazione

Relazione di valutazione Tribunale Civile e Penale di Milano Esecuzioni Immobiliari N. 10967/2009 RG Giudice: dott. Boroni Valentina * * * * Con provvedimento del Giudice dott. Boroni Valentina del 24 giugno 2010 il sottoscritto

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE PER L ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 2015

PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE PER L ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 2015 PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALEE PER L ESERCI IZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 20155 PAGINA BIANCA PAGINA BIANCA RATTI S.p.A. Sede in Guanzate (Como) Via Madonna, 30 Capitale Sociale

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF )

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) (modello di amministrazione e controllo tradizionale) Emittente: SALINI

Dettagli