Comune di Oppeano. Provincia di Verona C.F P.IVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Oppeano. Provincia di Verona C.F. 80030260238 P.IVA 01536590233"

Transcript

1 Prot. n BANDO DI GARA PER L'AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLA COPERTURA DEGLI EDIFICI COMUNALI CON FINANZIAMENTO A MEZZO LEASING IMMOBILIARE SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Stazione appaltante: Comune di Oppeano, Piazza G.Altichieri, 1, Oppeano (VR) Telefono: (Centralino) Fax: Posta elettronica certificata: RUP: Indirizzo internet: SEZIONE II: OGGETTO DELL APPALTO II.1) DESCRIZIONE Appalto per la progettazione esecutiva, realizzazione e manutenzione, previa acquisizione del progetto definitivo in sede di offerta, dei lavori di sostituzione del manto di copertura con lo smaltimento dell eternit dell edificio municipale e successiva installazione sullo stesso e sugli altri edifici comunali di impianti fotovoltaici, mediante contratto di locazione finanziaria (art. 160-bis D.lgs. 163/2006). Tipo di appalto: Lavori Sito e luogo principale dei lavori: n. 15 edifici comunali dislocati nel territorio come da allegato 1. CIG: F CUP: H35F Formano oggetto del presente appalto la progettazione esecutiva e la realizzazione mediante locazione finanziaria dei lavori di: 1) bonifica e sostituzione del manto di copertura dei tetti degli edifici di cui all allegato 1 parte C; 2 ) realizzazione di impianti fotovoltaici sugli edifici di cui all allegato 1 categorie A,B,C; 3) manutenzione ordinaria e straordinaria delle opere realizzate per un periodo di 2 anni. All appalto possono partecipare: raggruppamenti (ATI costituite o costituende) tra due o più soggetti, tra i quali, necessariamente, un soggetto realizzatore, che eseguirà i lavori, ed un soggetto finanziatore, che finanzierà l opera a mezzo locazione finanziaria; un contraente generale, ai sensi dell art. 160-bis, comma 4-bis, del D.Lgs. n. 163/2006; un soggetto finanziatore come unico concorrente, che si avvale delle capacità di altri soggetti (costruttori, anche in associazione temporanea). In caso di A.T.I., l opera verrà realizzata dall impresa costruttrice dell ATI aggiudicataria: il corrispettivo per la realizzazione dell opera verrà corrisposto direttamente dalla società di leasing dell ATI aggiudicataria, alla quale il soggetto realizzatore fatturerà direttamente i SAL. L impresa

2 costruttrice potrà avvalersi del subappalto nei limiti ed alle condizioni di cui all art. 118 del D.lgs. 163/06. La Stazione appaltante concederà, al prezzo simbolico di 1 euro, all appaltatore il diritto di superficie sulle coperture degli edifici ove verranno eseguiti i lavori per un periodo massimo di 25 anni. In ogni caso il diritto di superficie si estinguerà con il riscatto delle opere realizzate alla fine del contratto di locazione ovvero in caso di estinzione anticipata del contratto stesso. Al termine del contratto di locazione finanziaria ed a seguito del pagamento di tutti i relativi canoni, la Stazione appaltante potrà esercitare l opzione finale di acquisto e divenire quindi proprietaria dell opera. Classi e categorie di opere da progettare e realizzare. Categoria prevalente OG9 classifica III BIS consistenti nella realizzazione di impianti fotovoltaici aventi una potenza complessiva di ca. 450 KW, secondo le specifiche tecniche previste nel capitolato speciale d appalto. II.2) QUANTITATIVO O ENTITÀ DELL APPALTO L importo complessivo dell appalto è pari ad ,00: importo complessivo dei lavori soggetti a ribasso ,80; oneri per l attuazione dei piani della sicurezza non soggetti a ribasso ,00; somme a disposizione: ,20 II.3) DURATA DELL APPALTO O TERMINE DI ESECUZIONE Durata del contratto di locazione finanziaria 18 anni dalla presa in consegna delle opere da parte della Stazione appaltante, contestuale alla connessione alla rete elettrica di tutti gli impianti, previo collaudo tecnico funzionale degli stessi ai sensi dell art.160-bis, comma 4, D.Lgs 163/2006. Termine per la redazione e la presentazione del progetto esecutivo 7 giorni consecutivi a decorrere dall aggiudicazione provvisoria (salvo migliore tempistica offerta in sede di procedura), assumendosi l aggiudicatario provvisorio il rischio derivante dall eventuale esito negativo dei controlli per l aggiudicazione definitiva. Termine massimo per l esecuzione dei lavori 40 giorni naturali consecutivi dalla data di consegna dei lavori (salvo migliore tempistica offerta in sede di procedura) per gli immobili di cui all Allegato 1 parte A e C o 25 giorni naturali consecutivi dalla data di ottenimento dell autorizzazione alla realizzazione degli impianti fotovoltaici di cui all allegato 1 parte B (trattandosi di fabbricati soggetti a vincolo della Soprintendenza), ai sensi del D.Lgs. 42/2004 artt I predetti termini costituiscono elementi di valutazione delle offerte. SEZIONE III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIARIO E TECNICO III.1) CONDIZIONI RELATIVE ALL APPALTO III.1.1) Cauzioni e garanzie richieste a) Garanzia provvisoria 2% dell importo dell opera pari a ,00 (art. 75 D.Lgs. 163/2006). La garanzia deve avere una validità di almeno 180 giorni dalla data di presentazione dell offerta.

3 b) In caso di aggiudicazione, una fideiussione o polizza assicurativa, relativa alla cauzione definitiva, pari al 10% dell importo cui verrà aggiudicato il contratto di appalto, secondo quanto stabilito dall art. 113, comma 2, del D.Lgs. 163/2006. Si applicano le disposizioni di cui all art.113, comma 1, del D.Lgs. 163/2006. Tali cauzioni saranno ridotte del 50% in presenza di certificazioni di qualità, secondo quanto stabilito dall art.75, comma 7, del D. lgs. n. 163/2006. c) L aggiudicatario dovrà prestare anche le ulteriori garanzie e coperture assicurative di cui al Disciplinare di Gara ed al Capitolato Tecnico Prestazionale, come previsto dal D.Lgs 163/2006 e dal D.P.R. 207/2010. III.1.2) Principali modalità di finanziamento e di pagamento L opera è finanziata a mezzo contratto di locazione finanziaria, che costituisce parte integrante del presente appalto. III.1.2.1) Spread per gli oneri di prelocazione Durante il tempo necessario per eseguire i lavori, matureranno gli oneri di prelocazione pari agli interessi calcolati, dalla data di erogazione, sulle somme pagate dalla società di leasing per la realizzazione dell opera, fino alla data di firma del verbale di presa in consegna dell opera e messa in decorrenza del contratto di locazione finanziaria, sulla base dell Euribor a tre mesi (360) Lettera rilevato mensilmente dal quotidiano Il Sole 24 Ore il giorno lavorativo bancario antecedente il trimestre di maturazione più lo spread di prelocazione offerto in sede di gara. Gli oneri di prelocazione dovranno essere capitalizzati nel contratto di locazione finanziaria. III.1.2.2) Spread per la locazione finanziaria I canoni di locazione finanziaria saranno determinati sulla base dei costi complessivi di realizzazione effettivamente sostenuti dalla società di leasing e dal tasso d interesse pari allo spread offerto in sede di gara per la locazione finanziaria più il parametro di riferimento. Quest ultimo sarà l Euribor a tre mesi (360) Lettera rilevato mensilmente dal quotidiano Il Sole 24 Ore rilevato il giorno lavorativo bancario antecedente il periodo di pagamento del canone. III.1.2.3) Pagamento dei Canoni Il primo canone di locazione finanziaria (rata di capitale + interessi) sarà corrisposto entro 2 mesi dalla data dell ultima connessione alla rete elettrica dell opera realizzata e a seguito della richiesta di messa a decorrenza del contratto di locazione finanziaria da parte della stazione appaltante. La notifica di richiesta di messa a reddito del contratto di locazione finanziaria avverrà con raccomandata a.r. con preavviso di 30 giorni. I rimanenti canoni saranno corrisposti in 215 rate mensili posticipate, con valuta fissa alla data di fine mese. III.1.2.4) Opzione finale di acquisto La comunicazione per l esercizio del diritto di opzione finale di acquisto da parte del soggetto aggiudicatore dovrà essere inviata entro 60 giorni dalla data di scadenza del contratto di locazione finanziaria. A tal fine, è onere dell aggiudicatario comunicare alla stazione appaltante la scadenza del contratto di leasing con un preavviso di almeno sei mesi. Il prezzo di opzione finale dell opera è pari all 1% dell importo finanziario comprensivo degli oneri di prelocazione e costituisce la n. 216 rata. III.1.3) Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario dell appalto I raggruppamenti temporanei di concorrenti, ai sensi dell articolo 34, comma 1, lettera d) e f bis) del D.Lgs. 163/2006 e smi, costituiti o da costituire tra due o più soggetti, aventi come capogruppo mandatario il soggetto realizzatore (ditta/e costruttrice/i che realizzano le opere) e come mandante il soggetto finanziatore (società di leasing o intermediari bancari e/o finanziario che finanziano la realizzazione delle opere), responsabili, ciascuno, in relazione alla specifica obbligazione assunta (ai sensi dell articolo 160 bis comma 3, del D.Lgs. 163/2006). Il raggruppamento dovrà durare

4 almeno sino all inizio della decorrenza del contratto di locazione finanziaria che avverrà contestualmente all invio della domanda per il riconoscimento degli incentivi al GSE. In caso di A.T.I., l opera verrà realizzata dal soggetto realizzatore dell ATI aggiudicataria: il corrispettivo per la realizzazione dell opera verrà corrisposto direttamente dalla società di leasing dell ATI aggiudicataria alla quale il soggetto realizzatore fatturerà direttamente i SAL. L impresa costruttrice potrà avvalersi del subappalto nei limiti ed alle condizioni di cui all art. 118 del D.lgs. 163/06. Ai sensi dell art. 160-bis, comma 3, del D.lgs. n. 163/2006 il soggetto finanziatore ed il soggetto realizzatore sono responsabili, ciascuno, in relazione alla specifica obbligazione assunta. Inoltre, per la prestazione relativa alla progettazione, il concorrente dovrà possedere i requisiti prescritti per i progettisti ovvero avvalersi di progettisti qualificati da indicare nell offerta o partecipare in raggruppamento con soggetti qualificati per la progettazione. III.2) CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE III.2.1) Requisiti di qualificazione Soggetto realizzatore: E ammessa la partecipazione alla gara dei soggetti di cui al punto precedente nei limiti degli artt. 36 e 37 e sempre che non sussistano le cause di esclusione di cui all art. 38 del medesimo decreto legislativo e dettagliate nel disciplinare di gara. Requisiti per il soggetto realizzatore: 1. di non versare in alcuna delle cause di esclusione dalle gare di appalto per l esecuzione LL.PP. previste dall art 38 del Decreto Legislativo n. 163/2006; 2. di aver formulato l offerta autonomamente, nel caso di esistenza di una delle forme di controllo di cui all'art c.c. con altri concorrenti partecipanti alla gara. Tutti i componenti dell ATI (costituita o costituenda) dovranno, inoltre dichiarare, ai sensi del D.P.R. 445/2000, con apposita dichiarazione, sottoscritta dal legale rappresentante: a. il numero di iscrizione alla C.C.I.A.A., ovvero nel registro professionale dello Stato di residenza -se diverso dall Italia - e l oggetto sociale; b. la natura giuridica, denominazione, sede legale, oggetto e capitale sociale, codice fiscale, partita IVA, n. telefonici, generalità degli amministratori e direttori tecnici. Società di leasing: Ai sensi del D.lgs. 1 settembre 1993, n. 385 le attività finanziarie richiamate nel presente bando possono essere svolte esclusivamente dai seguenti soggetti: 1) banche iscritte nell albo di cui all art. 13 D.Lgs. n. 385/93; 2) intermediari finanziari iscritti nell elenco speciale di cui all art. 107 d.lgs. n. 385/93; 3) intermediari finanziari iscritti nell elenco generale di cui all art. 106 d.lgs. n. 385/93; 4) banche o società finanziarie aventi sede legale in altri Stati dell Unione Europea, abilitati, nei rispettivi Paesi di origine, all esercizio dell attività di locazione finanziaria ed in possesso dei requisiti e delle autorizzazioni per operare nell ambito del mutuo riconoscimento. Requisiti per la società di leasing: 1. di non trovarsi in alcuna delle situazioni di esclusione previste dall art. 38 del Decreto Legislativo n. 163/2006; 2. di svolgere statutariamente attività di locazione finanziaria e di essere iscritta negli appositi albi/elenchi degli intermediari bancari o finanziari di cui, rispettivamente, agli

5 artt. 13 e 107 del D.lgs. n. 385/93, ovvero per le banche o le società finanziarie non aventi sede in Italia di essere abilitate ad operare nell ambito del mutuo riconoscimento, producendo idonea dichiarazione e documentazione. Ciascuna società potrà partecipare ad un solo raggruppamento. Progettista: Per la progettazione il soggetto realizzatore deve possedere i requisiti, ovvero dovrà avvalersi di progettisti qualificati da indicare nell offerta o da associare nell ATI, individuati tra i soggetti di cui all art. 90, comma 1, lettere d), e), f), f bis), g) e h) del D.lgs. n. 163/06. Requisiti per il progettista: 1. di non trovarsi in alcuna delle situazioni di esclusione previste dall art. 38 del D.lgs. n. 163/2006; 2. di essere iscritto al competente ordine professionale; 3. di non trovarsi in alcuna delle condizioni di cui all art. 90, comma 8, D.lgs. n. 163/2006; L assenza delle situazioni preclusive sopra indicate è provata con dichiarazioni sostitutive rese ai sensi del DPR 445/2000 e s.m.i.. L assenza di uno dei requisiti di legge sopra descritti con riferimento all'impresa costruttrice, alla società di leasing od al progettista, comporta l'esclusione dalla gara. I concorrenti non residenti in Italia dovranno presentare una dichiarazione equivalente, resa secondo lo Stato di appartenenza. Le dichiarazioni devono essere prodotte da ciascun concorrente che costituisce o che costituirà l ATI e devono essere sottoscritte dal legale rappresentante dei concorrenti o da un procuratore dagli stessi nominato (in tal caso, dovrà essere presentata, in originale o copia autenticata, anche la procura). Le dichiarazioni di cui sopra, inerente i requisiti di ordine generale di cui all art.38 del D.Lgs. 163/2006, sono previste a pena di esclusione. III. 2.2) Capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa: per il soggetto realizzatore: attestazione SOA, in corso di validità, che documenti il possesso della qualificazione nella categoria e classifica adeguata ai lavori da assumere OG9 classifica III Bis (impianti per la produzione di energia elettrica) ai sensi dell'art. 61 del D.P.R. n. 207/2010, da comprovare mediante certificato in originale ovvero in copia dichiarata conforme ai sensi dell art. 19 del DPR 445/2000; I concorrenti stabiliti in stati aderenti all Unione Europea, qualora non siano in possesso dell attestazione SOA, devono possedere i requisiti richiesti dalla normativa vigente alle imprese nazionali, dimostrandoli mediante documentazione prodotta secondo le norme vigenti nei rispettivi Paesi. per la società di leasing: Nella sua qualità di soggetto finanziatore, deve avere un capitale sociale, interamente versato, non inferiore a (dieci milioni).

6 La società di leasing, ai sensi dell art. 41 del d.lgs. n. 163/2006, dovrà dimostrare la capacità finanziaria ed economica mediante la produzione di bilanci o estratti dei bilanci o attraverso una dichiarazione concernente il fatturato globale e l'importo relativo alle operazioni di leasing immobiliare realizzate negli ultimi tre esercizi. La società di leasing dovrà dimostrare, ai sensi dell art. 42 del d.lgs. n. 163/2006, la propria capacità tecnico-professionale, attraverso dichiarazione attestante l elenco dei principali servizi relativi al leasing immobiliare prestati negli ultimi tre anni con l indicazione degli importi, delle date e dei destinatari, pubblici o privati, dei servizi stessi. I requisiti sopradescritti sono richiesti quali requisiti necessari per la partecipazione alla gara e quindi sono previsti a pena di esclusione. per il progettista: Ai sensi dell art.53, comma 3 D.lgs 163/2006, i soggetti devono possedere i requisiti prescritti per i progettisti dagli artt. 90 e seguenti del predetto D.lgs. Nello specifico si richiede che il progettista abbia redatto progetti esecutivi per almeno 200 Kwp negli ultimi tre anni, oltre al compimento di almeno cinque pratiche di autorizzazione ad intervenire su immobili rientranti nella categoria beni culturali. I requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa sopra descritti sono richiesti quali requisiti necessari per la partecipazione alla gara e quindi sono a pena di esclusione. III.3) CONDIZIONI RELATIVE ALL APPALTO Ai sensi del D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385 le attività finanziarie richiamate nel presente bando possono essere svolte esclusivamente dai seguenti soggetti: 1) banche iscritte nell albo di cui all art. 13 D. Lgs. n. 385/93; 2) intermediari finanziari iscritti nell elenco speciale di cui all art. 107 d. lgs. n. 385/93; 3) intermediari finanziari iscritti nell elenco generale di cui all art. 106 d. lgs. n. 385/93; 4) banche o società finanziarie aventi sede legale in altri Stati dell Unione Europea, abilitati, nei rispettivi Paesi di origine, all esercizio dell attività di locazione finanziaria ed in possesso dei requisiti e delle autorizzazioni per operare nell ambito del mutuo riconoscimento. Le persone giuridiche devono indicare il nome e le qualifiche professionali delle persone incaricate della prestazione del servizio. SEZIONE IV: PROCEDURA TIPO DI PROCEDURA: procedura aperta ai sensi dell art. 55 del D.Lgs. 163/2006. CRITERI DI AGGIUDICAZIONE: offerta economicamente più vantaggiosa in base ai criteri dettagliati nel Disciplinare di Gara. SEZIONE V: INFORMAZIONI DI CARATTERE AMMINISTRATIVO Termine per il ricevimento delle richieste di documenti o per l accesso ai documenti: Data 12/10/2011 ore Termine per richiedere il sopralluogo 12/10/2011 ore 12,00. Le risposte alle richieste di chiarimenti saranno inviate in forma scritta entro tre giorni.

7 Termine per produzione delle offerte: 18/10/2011 ore Periodo minimo durante il quale l offerente è vincolato alla propria offerta: giorni: 180 (dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte) Modalità di apertura delle offerte Data: prima seduta pubblica 19/10/2011 Ora: 9,30; successive sedute da comunicare con preavviso di almeno un giorno. Luogo: Oppeano sede municipale. SEZIONE V: ALTRE INFORMAZIONI Le informazioni complementari relative alla procedura sono contenute nel Disciplinare. La Documentazione di gara è costituita da: a) Bando; b) Disciplinare di gara; c) Progetto Preliminare e Tavole progettuali; d) Schemi di contratto; e) Documentazione comprovante la situazione finanziaria dell ente. Presentazione di unica offerta valida: in questo caso si procederà ugualmente all aggiudicazione. Offerte anomale: saranno individuate e verificate ai sensi degli artt del D.Lgs.163/2006. Il presente bando, il disciplinare e i relativi allegati saranno resi disponibili sul sito oppure possono essere richiesti all indirizzo di cui alla sezione I. La restante documentazione sarà resa disponibile con le modalità indicate nel disciplinare di gara. Responsabile del procedimento: Geom. Luigi Borin Organo competente per le procedure di ricorso: Tribunale Amministrativo Regionale per il Veneto, Cannaregio 2277/2278, Venezia, Tel , fax /41, indirizzo internet: con le modalità ed entro i termini previsti dalle attuali disposizioni legislative. AL PRESENTE BANDO VIENE ALLEGATO IL DISCIPLINARE DI GARA CHE DEVE INTENDERSI PARTE INTEGRANTE DELLO STESSO. Oppeano, 19 agosto 2011 Il Responsabile dell ufficio gare e contratti f.to dott. Giuseppe Pra

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO R E G I O N E V E N E T O R E J O N V E N E T O P R O V I N C I A D I B E L L U N O P R O V I N Z I A D E B E L U N COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO CAP 32043 Corso Italia, 33 Tel. 0436 4291

Dettagli

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 1 DISCIPLINARE DI GARA GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C Il presente concorso è disciplinato dalla Direttiva 2004/18/CE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

RISPOSTA Il disciplinare di gara non contiene alcuna prescrizione in ordine alla natura dell agenzia di recapito.

RISPOSTA Il disciplinare di gara non contiene alcuna prescrizione in ordine alla natura dell agenzia di recapito. Tra le modalità di presentazione è prevista anche mediante agenzia di recapito: deve essere autorizzata o possiamo mandare anche un semplice pony di agenzie di recapito private? Il disciplinare di gara

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA Poiché risulta che alla gara possono partecipare anche imprese in possesso di attestazione SOA per la sola costruzione indicando i progettisti si chiede quale

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA SPECIALISTICA E DEI SERVIZI DI SVILUPPO, MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI BUSINESS PROCESS MANAGEMENT (BPM) E DI BUSINESS

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture BANDI-TIPO per l affidamento di lavori pubblici di importo superiore a 150.000 euro nei settori ordinari Documento di Consultazione

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto,

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 1/5 MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 Descrizione RdO Servizio ordinario di pulizia CIG ZDD118457B CUP non inserito Criterio di Aggiudicazione

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS UFFICIO LAVORI PUBBLICI LAVÔRS PUBLICS Tel. 0432 99 20 21 - Fax 0432 99 20 51 lavori.pubblici@com-gonars.regione.fvg.it

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/19 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:218544-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva 2004/17/CE

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/10 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:228385-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva

Dettagli

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE Al Comune di Lamporecchio Ufficio Tecnico Lavori Pubblici - Piazza Berni, 1-51035 Lamporecchio (PT) OGGETTO: CONCESSIONE DEI LAVORI DI COSTRUZIONE E GESTIONE DI UN IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO ALIMENTATO

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti PROCEDURA APERTA n. 121/2009 Disciplinare di gara per l appalto, in quattro lotti, del servizio di pulizia, disinfezione ed

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno)

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno) COMUNE DI FORCE PROT. N. 5794 del 15 dicembre 2014 (Provincia Ascoli Piceno) BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE - AI SENSI DELL ART. 30 DEL D.LGS. 163/2006 - DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

N. 68/11 del 19 ottobre 2011

N. 68/11 del 19 ottobre 2011 COPIA EDUCATORIO DELLA PROVVIDENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE OGGETTO: N. 68/11 del 19 ottobre 2011 ADEGU DEGUAMENTO ALLA NORMATIVA A DI PREVENZIONE INCENDI ENDI: : IMPIANTO

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

Verbale consegna lavori in via d urgenza

Verbale consegna lavori in via d urgenza Mod. ATE.03.03 Pag.1 di pag 5 AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Finanziamento: Lavori: per la realizzazione di....in Comune di Importo lavori di appalto: Affidamento

Dettagli

C O M U N E D I M O D I C A

C O M U N E D I M O D I C A C O M U N E D I M O D I C A XI SETTORE Sezione 1 a - Manutenzione Strade e Illuminazione BANDO DI GARA Ai fini del presente bando-disciplinare si intende per: - CODICE : il D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163

Dettagli

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE)

Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea. Bando di gara (Direttiva 2004/18/CE) Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, 2985 Luxembourg, Lussemburgo Fax: +352 29 29 42 670 Posta elettronica: ojs@publications.europa.eu

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a Il Presidente Pavia, 15 aprile 2015 EB/dc Prot. Spett.le Alla cortese attenzione Sig. via fax anticipata via mail a OGGETTO: Procedura negoziata per l affidamento del servizio di copertura assicurativa

Dettagli

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F.

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. 96154220584 BANDO PER ISTITUZIONE ELENCO IMPRESE DA INVITARE ALLE

Dettagli

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare COMUNE DI BARLETTA CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA N. 1/2009 Il Comune di Barletta, in esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.

Dettagli

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008) Amministrazione Centrale Direzione Affari Contrattuali e Patrimoniali CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

VERIFICA DEI PROGETTI DI OPERE PUBBLICHE AI FINI DELLA VALIDAZIONE CODICE DEGLI APPALTI E NUOVO REGOLAMENTO ATTUATIVO

VERIFICA DEI PROGETTI DI OPERE PUBBLICHE AI FINI DELLA VALIDAZIONE CODICE DEGLI APPALTI E NUOVO REGOLAMENTO ATTUATIVO VERIFICA DEI PROGETTI DI OPERE PUBBLICHE AI FINI DELLA VALIDAZIONE CODICE DEGLI APPALTI E NUOVO REGOLAMENTO ATTUATIVO RELATORE : ING. PAOLO MOLAIONI ING. PIETRO FRATINI 1) LE ORIGINI DELLA VERIFICA DEL

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Allegato A) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE (REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. 28.12.2000, N. 445) ------ OGGETTO: CONTRATTO AI SENSI DELL ART. 153, COMMI 1-14, DEL D.LGS. N. 163/2006 (FINANZA DI PROGETTO) DI COSTRUZIONE

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione Autorità Nazionale Anticorruzione VIGILANZA CONTRATTI PUBBLICI Revisione ed aggiornamento della determinazione del 7 luglio 2010, n. 5 Linee guida per l affidamento dei servizi attinenti all architettura

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA Settore Contratti e Appalti Tel. 030-3749968 3749907 per info. tecniche Tel. 030-3749341 Fax. 030-3749211 per inf. amministrat. www.provincia.brescia.it (bandi di gara) PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI,

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4 Regolamento per la ripartizione e l erogazione dell incentivo ex art. 92 D. lgs. 163/06 e s.m.i. 1 INDICE TITOLO I :PREMESSA 3 Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Consiglio di Stato n. 1757 del 27/03/2013

Consiglio di Stato n. 1757 del 27/03/2013 MASSIMA nell appalto integrato, il concorrente alla gara è l appaltatore, il quale deve dimostrare il possesso dei requisiti professionali previsti nel bando per la redazione del progetto esecutivo in

Dettagli

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012 Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE Direzione Generale per la regolazione e dei contratti pubblici Circolare prot. n.

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La dichiarazione che segue deve essere resa dall Impresa concorrente completa

Dettagli

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO AP/ap Determinazione n. DD-2015-391 esecutiva dal 06/03/2015 Protocollo Generale n. PG-2015-22551 del 05/03/2015

Dettagli

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE IN PROVINCIA DI COMO ED. 2009 Coordinamento del progetto: Osservatorio Territoriale per la provincia di Como per le Imprese di pulizia In collaborazione

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli