NOVITA PRESENTAZIONE MOD. 730 AUTO-COMPILATO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NOVITA PRESENTAZIONE MOD. 730 AUTO-COMPILATO"

Transcript

1 NOVITA PRESENTAZIONE MOD. 730 AUTO-COMPILATO Dal 2015 l Agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei contribuenti il modello 730 parzialmente precompilato; conterrà infatti i dati del reddito da lavoro dipendente e assimilati/pensione ed alcuni oneri detraibili / deducibili, ma dovrà essere integrato con eventuali oneri mancanti fra i quali, per esempio, le spese mediche, e modificato se i dati messi a disposizione dall Agenzia delle Entrate non risultano corrispondenti alla documentazione in possesso del contribuente. Il 730 precompilato sarà accessibile esclusivamente on line, sul sito dell Agenzia delle Entrate a partire dal 15 aprile 2015, previa richiesta di PIN personale. Il contribuente, potrà autonomamente accettare, integrare, modificare e inviare direttamente la propria dichiarazione: in questo caso, la presentazione del 730 per il cittadino sarà gratuita. E comunque possibile continuare a rivolgersi al CAAF, presentando il modello 730 Auto-compilato. Il CAAF CGIL: controllerà la correttezza della tua dichiarazione e la corrispondenza dei dati da te indicati alla documentazione fornita, confronterà la tua dichiarazione con quella predisposta dall Agenzia delle Entrate; elaborerà la tua dichiarazione correggendo eventuali difformità o errori trasmetterà la tua dichiarazione all Agenzia delle Entrate I controlli su tutti i documenti che attestano le spese verranno effettuati nei confronti del CAAF che sarà tenuto al pagamento delle eventuali somme richieste. A seguito dei maggiori oneri derivanti dalla nuova responsabilità attribuita ai CAF, dal 2015 il servizio effettuato dal CAAF CGIL per la gestione dei 730 AUTOCOMPILATI avrà le seguenti tariffe: 730 AUTOCOMPILATO ISCRITTO CGIL 15 EURO iva inclusa (cassetto fiscale incluso) 730 AUTOCOMPILATO NON ISCRITTO 30 EURO iva inclusa (cassetto fiscale incluso) *La tariffa per la dichiarazione congiunta corrisponde alla somma della tariffa singola di ogni coniuge. Per presentare il Mod. 730 AUTOCOMPILATO al CAAF CGIL è necessario consegnare, presso le nostre sedi: La delega che autorizza il CAAF al prelievo del 730 precompilato dal sito dell Agenzia delle Entrate, firmata, con copia del documento di identità in corso di validità; in caso di dichiarazione congiunta servono delega e copia del documento per dichiarante e coniuge; Il modello 730/2015 compilato, firmato e correlato di tutta la documentazione necessaria per verificare la conformità dei dati riportati nella dichiarazione; Il modello 730/1 in busta chiusa; in caso di dichiarazione congiunta sia per il dichiarante che per il coniuge; Il modello 730/2 con l elencazione di tutti i documenti esibiti, firmato dal contribuente. Se iscritto, la tessera CGIL In caso di consegna al CAAF CGIL di modelli 730 Auto-compilati per più contribuenti, oltre a tutti i documenti sopra elencati, è necessario compilare in tutte le sue parti - per ogni dichiarazione presentata la Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà allegata, corredata del documento di identità in corso di validità del soggetto che consegnerà personalmente gli autocompilati. Per informazioni e ritiro della modulistica, rivolgiti alla sede CAAF CGIL a te più vicina o visita il sito

2 CONFERIMENTO DELEGA - INFORMATIVA E CONSENSO SUL TRATTAMENTO DATI PERSONALI IL SOTTOSCRITTO Codice fiscale Cognome e Nome Luogo di Nascita Data di nascita Residenza: Comune Provincia CAP Indirizzo: Via N. TEL IN QUALITÀ DI RAPPRESENTANTE/TUTORE di: (SERVIZI DA EROGARE A PERSONA INCAPACE, COMPRESO IL MINORE) Codice fiscale Cognome e Nome Luogo di Nascita Data di nascita Residenza: Comune Provincia CAP Indirizzo: Via N. TEL DELEGA / REVOCA PER L ACCESSO ALLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI PRECOMPILATA CONFERISCE DELEGA NON CONFERISCE DELEGA REVOCA DELEGA AL CENTRO DI ASSISTENZA FISCALE (CAAF) Codice fiscale Numero di iscrizione all'albo del CAF Denominazione del CAF : CAAF CGIL Lombardia Srl Comune Milano Provincia MI CAP Indirizzo Via Palmanova N. 22 Codice fiscale del responsabile del CAF : DNLGPP66C69E897U All accesso e alla consultazione della propria dichiarazione dei redditi precompilata e degli altri dati che l agenzia delle entrate mette a disposizione ai fini della compilazione della dichiarazione relativa all anno d imposta 2014 (la delega può essere revocata in qualsiasi momento presentando questa sezione del modello) Si allega la fotocopia del documento di identità in corso di validità del Delegante / Revocante e dell eventuale Rappresentante / Tutore. CONFERIMENTO INCARICO DEL SERVIZIO RICHIESTO AUTORIZZAZIONE ACCESSO AI DATI DEGLI ENTI ESTERNI Il sottoscritto conferisce incarico alla Società CAAF CGIL Lombardia Srl per la prestazione dei servizi relativi all assistenza fiscale e/o per ogni altro servizio richiesto (RED-ISEE-ICRIC) e autorizza non autorizza revoca l autorizzazione ad accedere e prelevare i dati e/o documenti degli Enti esterni (es. INPS CATASTO) relativi al modello CU ObisM DSU ISEE Attestazione ISEE - RED ICRIC Estratti catastali e altri documenti necessari all espletamento dei servizi richiesti, riferiti all anno di erogazione del servizio per il quale è stato conferito l incarico. Data FIRMA (per esteso e leggibile) INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI 1- I dati comuni e sensibili da Lei forniti verranno trattati per tutte le operazioni necessarie all adempimento dell incarico conferito e, in genere, per la conservazione dei dati e documenti ai fini dell'esibizione agli enti preposti ai controlli dei servizi erogati dagli intermediari e in caso di controlli fiscali a Suo carico. Ove espressamente consentito il trattamento sarà finalizzato ad attività di promozione e informazione commerciale, ricerche statistiche e di mercato. 2- Il trattamento dei dati e dei documenti sarà effettuato in forma cartacea ed elettronica nel rispetto delle misure idonee e minime di sicurezza previste dalla normativa. I dati potranno essere trattati anche per erogarle i servizi della Società negli anni successivi, nel caso in cui li richieda espressamente nonché per le comunicazioni degli appuntamenti per le prestazioni di servizio erogate dal Titolare. 3- Il conferimento dei dati e dei documenti necessari all espletamento dell incarico, ivi compresi quelli di natura sensibile, è facoltativo ma necessario per l espletamento dell incarico. Qualora Lei si rifiuti di conferire dati essenziali o non intenda fornire i documenti necessari per l apposizione del visto di conformità relativo al servizio di assistenza fiscale o quelli indispensabili, secondo la normativa vigente, per altri servizi richiesti, non sarà possibile adempiere all incarico conferito. 4-La mancata sottoscrizione del Consenso al punto 1, nel caso in cui il mandato debba comportare il trattamento di dati di natura sensibile, impedirebbe l esecuzione dell incarico conferito, mentre la mancata sottoscrizione del Consenso dei punti successivi non produce alcuna influenza sulla possibilità di dare corso all incarico, ma ovviamente non Le potrebbero essere garantiti i servizi e le prerogative previste dagli altri consensi. 5- I dati, che non verranno in alcun caso diffusi, verranno invece comunicati a tutti i soggetti ai quali la comunicazione è necessaria per l'adempimento del contratto o per ottemperare ad obblighi normativi (datore di lavoro ed ente pensionistico, Agenzia delle Entrate, Autorità di P.S., ministeri, Enti Locali) e, nel caso in cui presti il consenso, verranno comunicati al Consorzio CAAF CGIL, alla C.G.I.L. e sue Federazioni Nazionali, Regionali o Territoriali, al Patronato INCA nonché alle associazioni costituite o promosse dalla C.G.I.L. o comunque convenzionate con quest ultima (es. Sunia, Federconsumatori, ecc.) nonché, per finalità commerciali, promozionali e di ricerca di mercato, a società assicurative, di marketing e di ricerca; i dati verranno inoltre resi noti ai soggetti incaricati dalla società nonché ai soggetti esterni (Enti o Società: di Housing di Hosting di Conservazione documentale informatica sostitutiva di Postalizzazione, di telefonia, tipografie) nominati responsabili del trattamento ai fini dell espletamento dell incarico conferito. 6- Il TITOLARE è il CAAF CGIL Lombardia Srl e il RESPONSABILE la Società alla quale ha conferito l incarico; l elenco completo dei responsabili potrà essere richiesto all indirizzo: 7- In ogni momento, rivolgendosi al TITOLARE potrà esercitare i diritti previsti dall art 7 del D.Lgs. 196/200: accesso ai Suoi dati, richiesta di modifica o cancellazione. Potrà inoltre opporsi alla prosecuzione, anche parziale, del trattamento, anche se finalizzato ad attività di informativa o promozione commerciale e/o a ricerche di mercato. CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Le richiediamo il consenso al fine di autorizzare il TITOLARE: CAAF CGIL Lombardia Srl 1- al trattamento dei dati sensibili necessari per lo svolgimento dell incarico conferito, consentendo la comunicazione a soggetti esterni presto il consenso nego il consenso alla propria struttura indicati nell'informativa qualora ciò si rendesse necessario ai fini dell adempimento di tutto o di parte dell incarico 2- al trattamento del dato sensibile "iscrizione al sindacato" finalizzato all'applicazione della tariffa ridotta, ove prevista, o a fini statistici presto il consenso nego il consenso 3- alla comunicazione dei miei dati personali comuni al Consorzio CAAF CGIL, alla CGIL. e sue Federazioni Nazionali, Regionali o Territoriali, al Patronato INCA nonché alle associazioni costituite o promosse dalla CGIL. o comunque convenzionate con quest ultima (es. Sunia, Federconsumatori, ecc.) per agevolare l adempimento di incarichi che intenda affidare a detti enti, organismi od associazioni presto il consenso nego il consenso per le finalità proprie delle medesime nonché per ricevere dagli stessi informative sui loro scopi istituzionali e/o statutari, anche a mezzo sms, o fax o messaggi vocali automatizzati. 4- al trattamento dei dati personali comuni da parte del CAAF per finalità di comunicazione commerciale, di informazione istituzionale presto il consenso nego il consenso o di invio di materiale promozionale, anche a mezzo sms, , fax e chiamate telefoniche anche pre-registrate nonché alla comunicazione dei dati stessi a Società esterne che svolgano attività di ricerca statistica o di mercato. Data FIRMA (per esteso e leggibile)

3 AL CAAF CGIL Lombardia Srl Via Palmanova,22 - Milano Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (art. 2, 38 e 47 DPR 28 dicembre 2000, n. 445) Il sottoscritto nato a il residente a in Via n. codice fiscale, con il presente atto, - avendo consegnato all intestato CAAF la documentazione necessaria per l adempimento fiscale commissionato da parte del contribuente sig./ra (C.F. ), e ciò per conto e su delega verbale di quest ultimo; - essendosi reso disponibile, nell interesse del predetto contribuente, a raccogliere la sua sottoscrizione, laddove necessaria ai fini di cui sopra; - avendo ricevuto dal CAAF medesimo la disponibilità, ai sensi dell art. 2 DPR 445/2000, a ricevere la presente attestazione in luogo della delega dell interessato, anche alla luce della responsabilità penale e civile previste in caso di dichiarazioni mendaci; - considerato, infatti, che per la consegna di documentazione e/o per la consegna di atti e documenti sottoscritti dell interessato la normativa vigente non richiede la forma della delega; dichiara e certifica - di essere stato delegato verbalmente dal contribuente di cui in premessa alla consegna alla intestata Società della documentazione necessaria alla predisposizione, compilazione e trasmissione telematica della dichiarazione reddituale o, comunque, per l adempimento fiscale richiesto dallo stesso; - di essere stato delegato dal medesimo contribuente alla consegna della documentazione sottoscritta dallo stesso, ivi compresa la dichiarazione reddituale e/o altro atto o documento afferente l incarico conferito al CAAF, la delega per accedere o non accedere alla dichiarazione precompilata dall Agenzia delle Entrate, le autocertificazioni allegate alla medesima dichiarazione, nonché la dichiarazione di consenso al trattamento dei dati personali; - che la sottoscrizione dei predetti documenti è autografa ed è stata apposta personalmente e direttamente dal contribuente delegante alla presenza del sottoscritto; * * * Lo/La scrivente dichiara di essere a conoscenza delle responsabilità penali, amministrative e civili previste in caso di falsità o dichiarazioni mendaci, ivi compresa la possibilità dell intestato CAAF di esercitare azione diretta e di rivalsa per ogni eventuale danno o sanzione dei quali la stessa sia chiamata a rispondere. Lo/La scrivente, avendo preso visione dell informativa riportata in calce, dichiara di prestare consenso al trattamento dei dati personali comuni riportati in epigrafe e nel documento allegato, per le sole finalità per le quali la presente è rilasciata e, ai sensi dell art. 71, comma 4, DPR 445/2000, dichiara di essere a conoscenza che l intestato CAAF può svolgere controlli ai sensi della predetta norma e, quindi, presta il consenso affinché il soggetto richiesto dia conferma scritta della corrispondenza di quanto dichiarato alla verità. Allega alla presente copia di un documento di identità, ai sensi dell art. 38 DPR 445/2000. Data Dichiarazione sottoscritta alla presenza di (firma) Informativa Privacy. IL CAAF CAAF CGIL Lombardia Srl, con sede come in intestazione, titolare del trattamento, informa l intestato delegato che si procede alla raccolta dei suoi dati comuni sopra indicati, e contenuti nel documento allegato ai sensi dell art. 38 del DPR 445/2000, al solo scopo di acquisire la suestesa dichiarazione, nonché di conservarla, anche in forma digitale, al solo fine di dimostrare, in caso di necessità, l identità del sottoscrittore, nonché di esercitare i controlli previsti dall art. 71 DPR 445/2000. Il conferimento dei dati è facoltativo ma, in mancanza, il CAAF potrà rifiutare la ricezione dei documenti, degli atti e di quant altro l interessato intenda presentare per conto di terzi, con conseguente necessità che il contribuente si presenti personalmente. I dati non verranno diffusi né comunicati ad alcuno, salvo che in caso di contestazione della legittimità del possesso dei dati e dei documenti da parte del contribuente, dell Agenzia delle Entrate, dell autorità di P.S. o di P.G. o di altra amministrazione pubblica alla quale sia stata presentata la dichiarazione commissionata, nel qual caso la presente dichiarazione, e il relativo allegato, potranno essere trasmessi a questi ultimi. L interessato di cui sopra potrà esercitare i diritti previsti dall art. 7 D.Lgs. 196/2003 chiedendo la conferma della loro esistenza, la loro comunicazione in forma intellegibile, la loro modifica, cancellazione o trasformazione in forma anonima e potrà chiedere il blocco del trattamento ed opporsi alla sua prosecuzione, anche parziale.

4 AGENZIA DELLE ENTRATE MOD PER IL C.A.F. O PER IL PROFESSIONISTA ABILITATO REDDITI 2014 SI DICHIARA CHE Modello 730 integrativo RICEVUTA DELL'AVVENUTA CONSEGNA DELLA DICHIARAZIONE MOD. 730, E DELLA BUSTA CONTENENTE IL MOD pagina n. di pagine COGNOME NOME CODICE FISCALE COGNOME NOME CODICE FISCALE HA/HANNO CONSEGNATO IN DATA... LA DICHIARAZIONE MOD.730/2015 PER I REDDITI 2014, IL MOD PER LA SCELTA DELLA DESTINAZIONE DELL'OTTO, DEL CINQUE E DEL DUE PER MILLE DELL IRPEF. HA/HANNO INOLTRE ESIBITO I SOTTOELENCANTI DOCUMENTI RELATIVI AI DATI ESPOSTI NELLA DICHIARAZIONE. IL C.A.F. O IL PROFESSIONISTA ABILITATO,SULLA BASE DEGLI ELEMENTI FORNITI E DEI DOCUMENTI ESIBITI, SI IMPEGNA AD ELABORARE LA DICHIARAZIONE E A TRASMETTERLA IN VIA TELEMATICA ALL'AGENZIA DELLE ENTRATE, PREVIA VERIFICA, TRAMITE IL RESPONSABILE DELL'ASSISTENZA FISCALE, DELLA CORRETTEZZA E LEGITTIMITA DEI DATI E DEI CALCOLI ESPOSTI. IL CAF O IL PROFESSIONISTA ABILITATO INOLTRE, A SEGUITO DELLA RICHIESTA RISCONTRATA NEL MOD. 730, SI IMPEGNA NON SI IMPEGNA AD INFORMARE DIRETTAMENTE IL CONTRIBUENTE DI EVENTUALI COMUNICAZIONI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE RELATIVE ALLA PRESENTE DICHIARAZIONE. ELENCO DEI DOCUMENTI ESIBITI TIPOLOGIA IMPORTO N QB Cas.B.11- B.12-B.13 Contratto di locazione registrato e Dich.Ici/ Imu N QC CU- Certificazioni N QD Certificazioni N QE Scontrini farmacia (scontrino parlante) N QE Fatture spese mediche N QE Fatt. acquisto, manutenzione autovetture portatore handicap (Art.3 L.n.104/1992) N QE Certificazione Interessi mutui N QE Certificazione premi assicurativi N QE Certificazione spese scolastiche N QE Fatture spese funebri N QE Certificazione spese recupero edilizio e acquisto mobili (50%) N QE Certificazione spese riqualificazione energetica (55%-65%) N QE Documentazione Altre Detrazioni N QE Documentazione Oneri Deducibili N QE Documentazione previdenza complementare N QE Documentazione contratti di locazione N QF Modelli F24 e Altre certificazioni N.QG Documenti attestanti crediti d imposta ALTRA DOCUMENTAZIONE ALLEGATA... FIRMA DELL'INCARICATO DEL C.A.F. - CGIL Lombardia.. FIRMA DEL CONTRIBUENTE..

5 ELENCO DOCUMENTI PER LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI M0303_02_01 Rev. 4 del 20/02/2015 Pag. 1 di 4 DOCUMENTI NECESSARI PER COMPILARE LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI Tessera d iscrizione al sindacato anno 2015 per l applicazione della tariffa agevolata Dichiarazione dei redditi anno precedente mod 730/2014 o mod. UNICO/2014, in assenza il CUD 2014 redditi Documento d identità valido Codice fiscale o tesserino sanitario e dati anagrafici del dichiarante, del coniuge e dei familiari a carico Visure catastali o atti notarili per redditi da terreni o fabbricati (proprietà, usufrutto, possesso ). In sede di presentazione della dichiarazione dei redditi è necessario, per coloro che hanno esercitato l'opzione per la cedolare secca produrre: o contratto di locazione registrato (dati relativi alla registrazione del contratto) o lettera e ricevuta della raccomandata inviata al conduttore nella quale si rinuncia all'aumento del canone indicato nel contratto o modello RLI, modello SIRIA o modello 69 ove previsto codice fiscale o partita IVA, denominazione o ragione sociale, indirizzo, n. di telefono, fax, del sostituto d imposta ( datore di lavoro) che effettuerà il conguaglio se diverso da quello indicato sul modello CU certificazione dei redditi da lavoro dipendente, pensione e assimilati (CU 2015 redditi 2014) o cassa integrazione guadagni (CIG) o mobilità, indennità di disoccupazione ordinaria e speciale o collaborazioni coordinate e continuative-co-co-progetto o pensioni integrative o gettoni di presenza o borse di studio o Lavori socialmente utili Pensioni estere Assegni periodici percepiti dal coniuge in conseguenza di separazione legale o divorzio Documenti attestanti altri redditi ad esempio certificazione dividendi da azioni, Ricevute di versamento di acconto dell IRPEF ( deleghe bancarie mod. F24) Documentazione attestante credito d imposta riacquisto prima casa/atti notarili RICEVUTE E FATTURE DEGLI ONERI DETRAIBILI : SPESE SANITARIE: scontrini acquisto farmaci da banco con descrizione dei farmaci acquistati e indicazione del codice fiscale del soggetto che sostiene la spesa (scontrino parlante) dispositivi medici contrassegnati dalla marcatura CE prestazioni rese da medici generici comprese visite e cure di medicina omeopatica certificati medici per usi sportivi, per patente, per pratiche assicurative e legali, di malattia/infortunio prestazioni mediche specialistiche prestazioni mediche chirurgiche-degenze ospedaliere analisi, ricerche e indagini radioscopiche sedute di neuropsichiatria-psicoterapia (fatture rilasciate dal medico specialista iscritto all albo) prestazioni rese da soggetti abilitati all arte ausiliaria della professione sanitaria (fisioterapista, podologo, biologo, dietista, ottico, odontotecnico ecc.) terapie eseguite nei centri autorizzati: ginnastica correttiva e di riabilitazione, massaggi, fisioterapia, cure termali (è necessaria la prescrizione medica) acquisto o affitto protesi, apparecchi e attrezzature sanitarie classificati come dispositivi medici Questo documento è di proprietà di CAAF CGIL Lombardia s.r.l. e non potrà essere riprodotto senza autorizzazione scritta della medesima.

6 ELENCO DOCUMENTI PER LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI M0303_02_01 Rev. 4 del 20/02/2015 Pag. 2 di 4 spese di assistenza specifica sostenute per assistenza infermieristica e riabilitativa, per prestazioni rese da personale in possesso di qualifica professionale SPESE PER I MEZZI NECESSARI ALLA DEAMBULAZIONE E LOCOMOZIONE DEI PORTATORI DI HANDICAP (RICONOSCIUTI TALI IN BASE ALLA L. 104/92 O DA COMMISSIONI MEDICHE): o acquisto o affitto di poltrone e carrozzelle, stampelle e altre attrezzature necessarie alla deambulazione o acquisto di fax, computer, modem, stampante, telefono viva voce (dichiarazione del medico curante) o realizzazione di rampe o trasformazione dell ascensore per l eliminazione delle barriere architettoniche o trasporto in ambulanza di soggetto portatore di handicap o acquisto di autoveicoli o motoveicoli adattati per consentire la locomozione di soggetti con ridotte o impedite capacità motorie o acquisto di autoveicoli, anche non adattati, per il trasporto di non vedenti e sordomuti o acquisto di autoveicoli, anche non adattati, per il trasporto di soggetti con handicap psichico o mentale, sindrome di down, titolari di indennità di accompagnamento o Acquisto del cane guida per i non vedenti INTERESSI PASSIVI PER o MUTUI IPOTECARI PER L ACQUISTO ABITAZIONE PRINCIPALE o Copia del contratto di mutuo o copia del contratto di acquisto o quietanze di pagamento degli interessi passivi o fatture di spese notarili relative alla stipula del contratto di mutuo o fatture di spese notarili relative alla compravendita o fatture dell intermediario; MUTUI (ANCHE NON IPOTECARI ) CONTRATTI NEL 1997 PER RISTRUTTURAZIONE DI IMMOBILI MUTUI IPOTECARI CONTRATTI DAL 1998 PER LA COSTRUZIONE O RISTRUTTURAZIONE DELL ABITAZIONE PRINCIPALE o copia del contratto di mutuo o quietanze di pagamento degli interessi passivi o copia fatture relative alle spese sostenute o copia della concessione edilizia o altre abilitazioni comunali Premi per assicurazione sulla vita, infortuni, rischio morte, invalidità permanente superiore al 5%, non autosufficienza nel compimento degli atti quotidiani: o quietanze o copia dei contratti Spese per la frequenza di corsi di istruzione secondaria, universitaria e di specializzazione universitaria, master universitari, dottorati di ricerca, conservatori, accademia delle belle arti Erogazioni liberali a favore di movimenti e partiti politici Erogazioni liberali a favore delle ONLUS e a istituti scolastici Erogazioni liberali in denaro alle associazioni sportive dilettantistiche Contributi associativi versati alle società di mutuo soccorso Spese veterinarie Spese funebri Spese sostenute dai genitori per il pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido Questo documento è di proprietà di CAAF CGIL Lombardia s.r.l. e non potrà essere riprodotto senza autorizzazione scritta della medesima.

7 ELENCO DOCUMENTI PER LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI M0303_02_01 Rev. 4 del 20/02/2015 Pag. 3 di 4 Iscrizione annuale e abbonamento, per ragazzi di età tra i 5 e i 18 anni, ad associazioni sportive, palestre, piscine ed altre strutture ed impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica spese per gli addetti all'assistenza personale nei casi di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana, se il reddito complessivo non supera euro spese per i compensi corrisposti ai soggetti di intermediazione immobiliare per l'acquisto dell'unità immobiliare da adibire ad abitazione principale, per un importo non superiore a 1000 euro spese per acquisto o costruzione di abitazioni date in locazione SPESE PER GLI INTERVENTI DI RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO PER LE QUALI SPETTA LA DETRAZIONE DEL 36%-50% : o bonifici bancari o postali con indicati estremi di legge o fatture relative ai lavori eseguiti o quietanze di pagamento oneri di urbanizzazione o comunicazione e ricevuta postale della raccomandata con la quale è stata trasmessa al Centro Operativo di Pescara la comunicazione della data di inizio lavori o comunicazione (eventuale) all ASL indicante la data di inizio lavori o delibera assembleare di approvazione dell'esecuzione dei lavori e tabella millesimale di ripartizione della spese per gli interventi riguardanti parti comuni di edifici residenziali o per gli interventi sulle parti comuni la documentazione può essere sostituita anche da una certificazione dell amministratore di condominio che attesti di aver adempiuto a tutti gli obblighi previsti ai fini della detrazione e la somma di cui il contribuente può tener conto ai fini della detrazione o domanda di accatastamento per immobili non ancora censiti o dichiarazione di consenso all esecuzione dei lavori da parte del possessore, in caso di lavori effettuati dal detentore dell'immobile, se diverso dai familiari conviventi Con l'entrata in vigore del Decreto Legge N. 70 del 13 maggio 2011: o i dati catastali identificativi dell'immobile o gli estremi di registrazione dell'atto che ne costituisce titolo (ad esempio, contratto di affitto, se i lavori sono effettuati dal detentore o abilitazioni amministrative richieste dalla vigente legislazione edilizia in relazione alla tipologia di interventi(concessione, autorizzazione o comunicazione di inizio lavori) Se la normativa non prevede alcun titolo abilitativo: o dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà (ai sensi dell'art. 47 DPR 28 dicembre 2000 n. 455) nella quale dovrà essere indicata la data di inizio lavori e dovrà essere attestata la circostanza che gli interventi posti in essere rientrano tra quelli agevolabili, anche se non necessitano di alcun titolo abilitativo, ai sensi della normativa edilizia vigente ACQUISTO MOBILI e/o DI GRANDI ELETTRODOMESTICI DI CLASSE NON INFERIORE ALLA A+ (A per i forni) finalizzati all arredo dell immobile oggetto di ristrutturazione dei contribuenti che fruiscono della detrazione del 50% prevista per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio: o Ricevute dei bonifici, ricevute di avvenuta transazione per i pagamenti mediante carte di credito o di debito, documentazione di addebito sul conto corrente o Fatture di acquisto dei beni con la specificazione della natura, qualità e quantità dei beni e servizi acquisiti. SPESE PER RISPARMIO ENERGETICO 55% - 65% Bonifici bancari o postali CON INDICATI ESTREMI DI LEGGE o Fatture o ricevute fiscali relative ai lavori eseguiti Questo documento è di proprietà di CAAF CGIL Lombardia s.r.l. e non potrà essere riprodotto senza autorizzazione scritta della medesima.

8 ELENCO DOCUMENTI PER LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI M0303_02_01 Rev. 4 del 20/02/2015 Pag. 4 di 4 o Asseverazione del tecnico abilitato alla progettazione di edifici ed impianti o Attestato di certificazione/qualificazione energetica (ALLEGATO A) o Scheda informativa (ALLEGATO E o F) o Ricevuta della documentazione inviata all ENEA Contratti di locazione ex legge n. 431/98 relativi all abitazione principale contratti di locazione di immobili utilizzati come abitazione principale a condizione che il contratto sia stato stipulato o rinnovato secondo quanto disposto dalla legge n. 431 del 1998 art. 2 comma 3 contratti di locazione di immobili utilizzati come abitazione principale da lavoratori dipendenti che trasferiscono la residenza per motivi di lavoro contratti di locazione stipulati o rinnovati ai sensi della legge 9 dicembre 1998 n. 431 dagli studenti universitari iscritti ad un corso di laurea presso una università situata in un comune diverso da quello di residenza; contratti di locazione stipulati dagli inquilini di alloggi sociali adibiti ad abitazione principale; RICEVUTE O FATTURE RELATIVE A ONERI DEDUCIBILI: Contributi previdenziali ed assistenziali obbligatori: o ricevute bancarie o postali relative a contributi previdenziali obbligatori versati da particolari categorie di soggetti ( farmacisti, medici, ecc.) o ricevute di versamento dei contributi volontari, ricongiunzione periodi assicurativi, riscatto periodo di laurea o attestazioni di pagamento per versamenti previdenziali al fondo pensione casalinghe o contributi versati per l assicurazione obbligatoria INAIL (assicurazione casalinghe) contributi previdenziali versati per gli addetti ai servizi domestici e familiari contributi e premi versati alle forme pensionistiche individuali contributi versati ai fondi integrativi del servizio sanitario nazionale contributi ed erogazioni a favore di istituzioni religiose contributi per i paesi in via di sviluppo(ong), erogazioni a università e a enti di ricerca pubblica Contributi ai consorzi obbligatori di bonifica spese mediche generiche e di assistenza specifica sostenute per portatori di handicap (legge 104/92) bonifici o ricevute relative a versamenti effettuati al coniuge in conseguenza di separazione legale o divorzio (servono la sentenza di separazione o divorzio, le ricevute di versamento/bonifici e il codice fiscale dell ex coniuge) certificazione dell ammontare complessivo della spesa da parte dell ente autorizzato che ha ricevuto l incarico di curare la procedura di adozione di minori stranieri Questo documento è di proprietà di CAAF CGIL Lombardia s.r.l. e non potrà essere riprodotto senza autorizzazione scritta della medesima.

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ. (edizione per il 730/2015)

GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ. (edizione per il 730/2015) GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ (edizione per il 730/2015) Premessa La presente GUIDA si prefigge lo scopo di dare istruzioni a tutti gli operatori dei CAF aderenti

Dettagli

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI Modello 730/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 INTRODUZIONE 1. Perché conviene il Modello 730 2 2. Modello 730 precompilato 2 3. Modello 730 ordinario (non precompilato) 4 4.

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

genzia ntrate RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESSIVI Contratti di locazione e affitto di immobili

genzia ntrate RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESSIVI Contratti di locazione e affitto di immobili genzia ntrate MOD. RLI RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESVI Contratti di locazione e affitto di immobili (art. 11 del D.P.R. 26 aprile 1986 n.131) Informativa sul trattamento dei dati personali

Dettagli

GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ. (edizione per il 730/2014)

GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ. (edizione per il 730/2014) GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ (edizione per il 730/2014) Premessa La presente GUIDA si prefigge lo scopo di dare istruzioni a tutti gli operatori dei CAF aderenti

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI

FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI Art. 1. Norme generali 1.1 Come stabilito dal D.Lgs 252/2005, l Associato può richiedere un anticipazione sulla posizione individuale maturata: a)

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale genzia ntrate Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONTRIBUENTE Dichiarante

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.)

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Familiari per i quali può essere richiesto il ricongiungimento: 1. Coniuge non

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME)

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) MOD. A DOMANDA TIPO Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) Il sottoscritto (cognome e nome)..., nato a..., prov...., il... codice fiscale..., partita I.V.A.... e residente a..., prov....,

Dettagli

Scadenza 26/05/2015 Domanda n

Scadenza 26/05/2015 Domanda n Scadenza 26/05/2015 Domanda n Spazio riservato al Protocollo AL COMUNE DI PESCARA Settore Manutenzioni Servizio Politiche della Casa Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a prov. il / / cittadinanza

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. LUGLIO 998, N. 3 RELATIVA ALL'ANNO 0 Pagina AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA Codice fiscale Cognome

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA l agenzia inf orma aggiornamento dicembre 2013 GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA INDICE 1. QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI... 2 2. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO... 4 Chi ne

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE CON DISABILITA Gli aggiornamenti più recenti proroga al 31/12/2015 della maggior detrazione Irpef per l eliminazione delle barriere architettoniche agevolazione

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI MARZO 2013 aggiornamento

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI MARZO 2013 aggiornamento l agenzia aggiornamento in f orma MARZO 2013 GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI INDICE I. QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI 2 II. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 4 1. Chi ne ha diritto 4 2. Per

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI AGGIORNATA CON LA NORMATIVA IN VIGORE A MAGGIO 2008 INDICE I. QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI 2 II. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 4 1. Chi ne ha diritto

Dettagli

Roma, 21 maggio 2014. Alle Direzioni regionali e provinciali

Roma, 21 maggio 2014. Alle Direzioni regionali e provinciali CIRCOLARE N. 11/E Direzione Centrale Normativa Roma, 21 maggio 2014 Alle Direzioni regionali e provinciali Agli Uffici dell Agenzia delle entrate OGGETTO: Questioni interpretative in materia di IRPEF prospettate

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/2014 redditi dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. 1 Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef Direzione Generale per il terzo settore e le formazioni sociali Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef PREMESSA Fonti normative dell

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI giugno 2010 aggiornamento

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI giugno 2010 aggiornamento l agenzia aggiornamento in f giugno 2010 orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI INDICE I. QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI 2 II. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 4 1. Chi ne ha diritto 4 2. Per

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI novembre 2011 aggiornamento

l agenzia in f orma GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI novembre 2011 aggiornamento l agenzia aggiornamento in f orma novembre 2011 GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI INDICE I. QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI 2 II. LE AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO 4 1. Chi ne ha diritto 4 2.

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 FASCICOLO 1 02 FASCICOLO 2 03 FASCICOLO 3 MODELLO GRATUITO I SERVIZI PER L ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DEI RESIDENTI ALL ESTERO

LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DEI RESIDENTI ALL ESTERO LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DEI RESIDENTI ALL ESTERO COME COMPILARE IL MODELLO UNICO E PAGARE LE IMPOSTE INDICE 1. I NON RESIDENTI 2 Chi sono i non residenti 2 Il domicilio fiscale in Italia dei non residenti

Dettagli

Al SUAP. Denominazione società/ditta

Al SUAP. Denominazione società/ditta COMUNICAZIONE SUBINGRESSO DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SU POSTEGGIO L.R. 28/2005 e s.m.i. Codice del Commercio art.74 e D.P. G.R. n. 15/R del 1 aprile 2009 Regolamento di attuazione della legge n. 28/2005

Dettagli

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI Gli aggiornamenti più recenti proroga della maggiore detrazione Irpef per le spese di ristrutturazione agevolazione per l acquisto di mobili ed elettrodomestici

Dettagli

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI Gli aggiornamenti più recenti proroga della maggiore detrazione Irpef per le spese di ristrutturazione agevolazione per l acquisto di mobili ed elettrodomestici

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE MODULO DOMANDA / NUOVO CAS-SISMA MAGGIO 2012 DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI Gli aggiornamenti più recenti proroga della maggiore detrazione Irpef per le spese di ristrutturazione agevolazione per l acquisto di mobili ed elettrodomestici

Dettagli

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI l agenzia inf orma aggiornamento gennaio 2014 RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI INDICE INTRODUZIONE... 2 1. LA DETRAZIONE IRPEF PER LE SPESE DI RISTRUTTURAZIONE... 4 Chi può fruire della

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA (articolo 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e successive modifiche e integrazioni) In base all art. 7, D.L. n. 70/2011 non è più obbligatorio

Dettagli

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : /

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / GARDA UNO SPA Spazio per timbro e data di protocollo Via I. Barbieri, 20 25080 PADENGHE s/g

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI l agenzia inf orma aggiornamento ottobre 2013 RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI INDICE INTRODUZIONE... 2 1. LA DETRAZIONE IRPEF PER LE SPESE DI RISTRUTTURAZIONE... 4 Chi può fruire della

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI Marzo 2014 Con il presente riepilogo si forniscono indicazioni di dettaglio sulle prestazioni creditizie erogate

Dettagli

CIRCOLARE N. 17/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 24 aprile 2015

CIRCOLARE N. 17/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 24 aprile 2015 CIRCOLARE N. 17/E Direzione Centrale Normativa Roma, 24 aprile 2015 OGGETTO: Questioni interpretative in materia di IRPEF prospettate dal Coordinamento Nazionale dei Centri di Assistenza Fiscale e da altri

Dettagli

SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO)

SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO) Al Comune di BRUINO SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO) OGGETTO: SCIA di subingresso nell'esercizio dell'attività di commercio su aree pubbliche ai sensi dell art. 28, comma 12, del D.Lgs. n. 114/1998

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380)

CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380) 2 Al Comune di Pratica edilizia SUAP SUE Indirizzo PEC / Posta elettronica del Protocollo CIL PER INTERVENTI DI EDILIZIA LIBERA 12 (art. 6, comma 2, lettere b, c, d ed e, d.p.r. 6 giugno 2001, n. 380)

Dettagli

Modello 730/2015 CHECK LIST REPARTO AUDIT [DOCUMENTI DA CONSEGNARE PER L ELABORAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI]

Modello 730/2015 CHECK LIST REPARTO AUDIT [DOCUMENTI DA CONSEGNARE PER L ELABORAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI] Modello 730/2015 CHECK LIST REPARTO AUDIT [ DA CONSEGNARE PER L ELABORAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI] Sommario FRONTESPIZIO... 5 Dati del contribuente... 5 Dati generali... 5 QUADRO A - REDDITI

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO Dipartimento Economia e Promozione della Città Settore Attività Produttive e Commercio U.O. Somministrazione, manifestazioni, artigianato e ricettive 40129 Bologna Piazza Liber Paradisus, 10, Torre A -

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011 CIRCOLARE N. 26/E Direzione Centrale Normativa Roma, 01 giugno 2011 Oggetto: Cedolare secca sugli affitti Articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23 (Disposizioni in materia di federalismo

Dettagli

GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI

GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI GUIDA ALLA DETRAZIONE DELLA SPESA PER I FARMACI Come si detraggono le spese per l acquisto dei farmaci? Cosa deve contenere lo scontrino fiscale emesso dalla farmacia? A cosa serve la tessera sanitaria?

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL REDDITO AI FINI DELLA VERIFICA DELLE CONDIZIONI PER L'AMMISSIONE AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO

DETERMINAZIONE DEL REDDITO AI FINI DELLA VERIFICA DELLE CONDIZIONI PER L'AMMISSIONE AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO IL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO DETERMINAZIONE DEL REDDITO AI FINI DELLA VERIFICA DELLE CONDIZIONI PER L'AMMISSIONE AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO Riferimenti normativi Testo Unico in materia di spese

Dettagli

NOTA BENE. Ad esempio, con riferimento al modello Unico Persone Fisiche 2010 per la dichiarazione dei redditi del 2009:

NOTA BENE. Ad esempio, con riferimento al modello Unico Persone Fisiche 2010 per la dichiarazione dei redditi del 2009: NOTA BENE L articolo 34 della legge 183/10 ha introdotto nuove componenti del reddito da dichiarare, oltre quelle previste dall art. 3, comma 1, delle norme integrate dai D.P.C.M. n. 221/99 e n. 242/01.

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. 2015/4790 Approvazione della Certificazione Unica CU 2015, relativa all anno 2014, unitamente alle istruzioni di compilazione, nonché del frontespizio per la trasmissione telematica e del quadro

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Modello da compilarsi a cura del dichiarante, direttore lavori e impresa esecutrice opere Sportello per l Edilizia COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sede di Venezia - San Marco 4023

Dettagli

Certificazione Unica 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014

Certificazione Unica 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate Certificazione Unica 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE I. Premessa 1 1. Soggetti obbligati all invio 1 2. Modalità e termini di presentazione del flusso 1 3. Frontespizio

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

ELENCO DOCUMENTI RELATIVI ALLA RISCOSSIONE DELLE COMPETENZE DI FINE RAPPORTO IN CASO DI DECESSO DEL DIPENDENTE

ELENCO DOCUMENTI RELATIVI ALLA RISCOSSIONE DELLE COMPETENZE DI FINE RAPPORTO IN CASO DI DECESSO DEL DIPENDENTE Mod. 3 ELENCO DOCUMENTI RELATIVI ALLA RISCOSSIONE DELLE COMPETENZE DI FINE RAPPORTO IN CASO DI DECESSO DEL DIPENDENTE 1. Istanza degli eredi relativa alle somme da liquidare a titolo di reversibilità delle

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli