2. NORME DI PARTECIPAZIONE ALLE GARE REGIONALI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2. NORME DI PARTECIPAZIONE ALLE GARE REGIONALI"

Transcript

1 2. NORME DI ALLE GARE REGIONALI CIRCOSCRIZIONALI CUCCIOLI e BABY (PI_PUL) P1 / Punti organizzazione = 1000 Valevoli quali qualificazione ai CP_PUL (Campionati Regionali Pulcini) Ogni circoscrizione, a sua discrezione, stabilirà il numero di gare da disputare (max 6 gare) GS in unica manche, SL in unica manche e con palo nano. Ordine di partenza e classifiche separate per le categorie Cuccioli e Baby. Per la qualificazione ai CP_PUL si consiglia di considerare i tre migliori risultati (Tabella CdM) sulle 6 gare effettuate. E comunque facoltà di ogni singolo Comitato Provinciale selezionare gli atleti secondo un proprio criterio CAMPIONATI REGIONALI CUCCIOLI e BABY (CP_PUL) P1 / Punti org. = 1000 Fissa 300 GS disputata in unica manche ISCRIZIONI A cura del Comitato Provinciale che ne invia una copia alla Società organizzatrice ed al Comitato Regionale. L elenco comprenderà gli atleti che hanno acquisito il diritto a partecipare ai CP_PUL completo delle eventuali riserve SOSTITUZIONI Eventuali sostituzioni dovranno essere comunicate dal Responsabile della circoscrizione durante la riunione di giuria TRACCIATORI Saranno indicati dalla Commissione Regionale Sci Alpino PISTE Obbligatorie due piste diverse per cuccioli e baby e partenza contemporanea. Sorteggio secondo la tabella Contingenti e Gruppi di Merito riportata al paragrafo 4.6. In Riunione di Giuria i Responsabili di Circoscrizione comunicheranno i nominativi dei propri atleti per ogni gruppo di merito. Almeno i primi tre delle categorie assolute, baby e cuccioli maschile e femminile. Almeno i primi 5 classificati maschili e femminili per anno di nascita ( ). Saranno stilate classifiche per Comitato Provinciale sommando i punti di tabella CdM acquisiti in ogni specialità dai primi due maschi e le prime due femmine classificati REGIONALE INDICATIVA RAGAZZI Circoscrizionali (RI_CHI) R2 / Punti org. = 5000 Valevoli quali qualificazione ai CR_CHI cat.ragazzi Fissa 200 E data facoltà al Comitato Provinciale di scegliere se effettuare la prova. Se effettuata il giorno antecedente la gara: una o due prove (anche non cronometrate) di cui almeno una deve essere Se effettuata il giorno stesso della gara: una prova (anche non cronometrata). Per l Ordine di Partenza della seconda manche verrà fatta l inversione dei primi 15 atleti classificati nella prima manche (1 Gruppo di Merito). E possibile effettuare la gara di Gigante in due manche qualora il gigante degli allievi venga effettuato pure in due manche. Per l Ordine di Partenza della seconda manche verrà fatta l inversione dei primi 15 atleti classificati nella prima manche (1 Gruppo di Merito). Si consiglia il sorteggio della cat. Ragazzi dopo la cat. Allievi Sei gare per ogni circoscrizione, due per ogni disciplina, GS/SL/SG Si consiglia di applicare la tabella T3_300 per determinare la classifica di società Per la qualificazione ai CR_CHI si consiglia di considerare i tre migliori risultati (Tabella CdM) sulle 6 gare effettuate indipendentemente dalla E comunque facoltà di ogni singolo Comitato Provinciale selezionare gli atleti secondo un proprio criterio.

2 2.4 - REGIONALI INDICATIVE ALLIEVI Circoscrizionali (RI_CHI) R2 / Punti org. = 5000 Valevoli quali qualificazione ai CR_CHI cat. Allievi Fissa 200 E data facoltà al Comitato Provinciale di scegliere se effettuare la prova. Se effettuata il giorno antecedente la gara: una o due prove (anche non cronometrate) di cui almeno una deve essere Se effettuata il giorno stesso della gara: una prova (anche non cronometrata). Per l Ordine di Partenza della seconda manche verrà fatta l inversione dei primi 15 atleti classificati nella prima manche (1 Gruppo di Merito). E possibile effettuare la gara di Gigante in due manche se comunicata in riunione di giuria o gia definita in stesura di calendario. Per l Ordine di Partenza della seconda manche verrà fatta l inversione dei primi 15 atleti classificati nella prima manche (1 Gruppo di Merito). Si consiglia il sorteggio della cat. Allievi prima della cat. Ragazzi Sei gare per ogni circoscrizione, due per ogni disciplina, GS/SL/SG Si consiglia di applicare la tabella T3_300 per determinare la classifica per società Per la qualificazione ai CR_CHI si consiglia di considerare i tre migliori risultati (Tabella CdM) sulle 6 gare effettuate, indipendentemente dalla E comunque facoltà di ogni singolo Comitato Provinciale selezionare gli atleti secondo un proprio criterio REGIONALI QUALIFICAZIONE RAGAZZI (RI_CHI) R2 / Punti organizzazione = 5000 Circuito Energiapura - Valevoli quali qualificazione ai CI_CHI (Campionati Italiani) cat. Ragazzi Verrà disputata in unica manche Si consiglia di applicare la tabella T3_300 per determinare la classifica per società PREMIAIZONI I primi cinque atleti maschili e femminili Medaglia di partecipazione ai primi 10 atleti maschili e femminili a carico del Comitato Regionale.

3 2.6 - REGIONALE QUALIFICAZIONE ALLIEVI (RQ_ALL) R3 / Punti organizzazione = 5000 Circuito Energiapura - Valevole quale qualificazione ai CI_CHI (Campionati Italiani) cat. Allievi Verrà disputata in unica manche Si consiglia di applicare la tabella T3_300 per determinare la classifica per società PREMIAIZONI I primi cinque atleti maschili e femminili Medaglia di partecipazione ai primi 10 atleti maschili e femminili a carico del Comitato Regionale CAMPIONATI REGIONALI RAGAZZI (CR_CHI) R4 / Punti organizzazione = 5000 Circuito Energiapura - Valevoli quali qualificazioni ai CI_CHI (Campionati Italiani) cat. Ragazzi ISCRIZIONI A cura del Comitato Provinciale che ne invia una copia alla Società organizzatrice ed al Comitato Regionale. L elenco comprenderà gli atleti che hanno acquisito il diritto a partecipare ai CR_RAG completo delle eventuali riserve SOSTITUZIONI Sono ammesse DUE sole sostituzioni durante lo svolgimento del CR_CHI da effettuarsi utilizzando esclusivamente gli atleti inseriti come riserve sul modulo di iscrizione. Gli atleti sostituiti NON potranno più essere riammessi durante tale competizione. Le sostituzioni potranno essere effettuate nel corso delle Riunioni di Giuria. Sorteggio secondo le tabelle Gruppi di merito riportate al paragrafo 4.7. In Riunione di Giuria (per ogni specialità) i Responsabili di Circoscrizione comunicheranno i nominativi dei propri atleti per ogni gruppo di merito. Verrà disputata in unica manche TRACCIATORI Saranno indicati dalla Commissione Regionale Sci Alpino SUPERCOMBINATA Viene inserita la gara di SUPERCOMBINATA che verrà calcolata sommando i tempi acquisiti nella prima manche di SL e nel SG stilando di conseguenza la classifica ufficiale FISI Si consiglia di premiare almeno i primi 10 atleti classificati per ogni categoria compresa la supercombinata Saranno stilate classifiche per Comitato Provinciale sommando i punti di tabella CdM acquisiti in ogni specialità ( supercombinata compresa ) dai primi due maschi e dalle prime due femmine classificati

4 2.8 - CAMPIONATI REGIONALI ALLIEVI (CR_CHI) R4 / Punti organizzazione = 5000 Circuito Energiapura - Valevoli quali qualificazioni ai CI_CHI (Campionati Italiani) cat. Allievi La gara di GS si dovrà svolgere in 2 manches. Per la seconda manche verrà fatta l inversione dei primi 30 atleti classificati nella prima manche. ISCRIZIONI A cura del Comitato Provinciale che ne invia una copia alla Società organizzatrice ed al Comitato Regionale. L elenco comprenderà gli atleti che hanno acquisito il diritto a partecipare ai CR_ALL completo delle eventuali riserve SOSTITUZIONI Sono ammesse DUE sole sostituzioni durante lo svolgimento del CR_CHI da effettuarsi utilizzando esclusivamente gli atleti inseriti come riserve sul modulo di iscrizione. Gli atleti sostituiti NON potranno più essere riammessi durante tale competizione. Le sostituzioni potranno essere effettuate nel corso delle Riunioni di Giuria. Sorteggio secondo le tabelle Gruppi di merito riportate al paragrafo 4.7. In Riunione di Giuria (per ogni specialità) i Responsabili di Circoscrizione comunicheranno i nominativi dei propri atleti per ogni gruppo di merito. TRACCIATORI Saranno indicati dalla Commissione Regionale Sci Alpino SUPERCOMBINATA Viene inserita la gara di SUPERCOMBINATA che verrà calcolata sommando i tempi acquisiti nella prima manche di SL e nel SG stilando di conseguenza la classifica ufficiale FISI Si consiglia di premiare almeno i primi 10 atleti classificati per ogni categoria compresa la supercombinata Saranno stilate classifiche per Comitato Provinciale sommando i punti di tabella CdM acquisiti in ogni specialità ( supercombinata compresa ) dai primi due maschi e dalle prime due femmine classificati GIOVANI/SENIOR (Q_GS) R4 / Punti organizzazione = 5000 min. calcolata max 150 Giovani/Senior M./F. GS/SL da 0 a NC SG/DH da 0 a 250 Alle gare di DH e SG sono ammessi atleti fuori parametro purché in possesso di almeno 200 punti (maschi) e 250 punti (femmine) FISI in altra Le gare di GS e SL si dovranno svolgere in due manches. Nel caso di gare disputate lo stesso giorno GSG, si svolgeranno in unica manche. CONTINGENTE Partecipazione massima: 200 atleti complessivamente tra maschi e femmine. SORTEGGIO E CLASSIFICA Unica per Giovani e Senior CAMPIONATI REGIONALI GIOVANI/SENIOR (CR_GS) R4 / Punti organizzazione = 5000 Valevoli quali qualificazioni ai CRT_GS (Criterium Italiano Giovani/Senior) Min. calcolata max 150 Atleti Giovani e Senior maschili e femminili Giovani/Senior m. i primi 100 atleti della graduatoria del Circuito Regionale Giovani/Senior f. le prime 60 atlete della graduatoria del Circuito Regionale Le gare di GS e SL si svolgeranno lo stesso giorno in unica manche La gara di DH si svolgerà con prova da effettuarsi il giorno stesso della gara. Unico Giovani e Senior con la creazione del primo Gruppo di Merito composto dai 15 migliori punteggiati. Saranno stilate classifiche per Comitato Provinciale sommando i punti di tabella CdM acquisiti in ogni specialità dal primo atleta classificato di ogni Comitato Provinciale.

5 REGIONALI QUALIFICAZIONE SENIOR / GIOVANI (RQ_G / RQ_S / RQ_GS) R3 / Punti organizzazione = 5000 Min. 20 max 200 Giovani/Senior M./F. GS/SL da 0 a NC Alle gare di DH e SG sono ammessi atleti fuori parametro purché in possesso di almeno 300 punti FISI in altra NOTE R3 RQ_GS Se sul calendario sarà indicata la sigla RQ_GS, sorteggio, ordine di partenza, classifica e penalizzazione dovranno essere uniche CITTADINI REGIONALI (CIT_R) R3 / Punti organizzazione = 5000 Min. 30 max 300 Senior/Giovani M./F. SL/GS da 0 a NC Alle gare di DH e SG, sono ammessi atleti fuori parametro purché in possesso di almeno 300 punti FISI in altra SORTEGGIO E CLASSIFICA Unica per Giovani e Senior Separata Giovani e Senior CAMPIONATI REGIONALI CITTADINI (CR_CIT) R4 Abbinati ai CR_GS REGIONALI MASTER (MAS_R) R3 / Punti organizzazione = 5000 Min. 40 max 220 Master A - B - C GS/SL da 0 a NC SG da 0 a 400 Alle gare di SG, sono ammessi atleti fuori parametro purché in possesso di almeno 300 punti FISI in altra SORTEGGIO e Il sorteggio verrà effettuato separatamente per ognuna delle ventitre sottocategorie. L ordine di partenza dovrà essere effettuato secondo la seguente successione tutto il Gruppo C - B12 - B11 - B10 - B9 - B8 - B7 - B6 - A5 - A4 - A3 - A2 - A1. La Giuria può decidere diversamente solo se ciò è vantaggioso per le cat. C e B. Nella 2 manche, per l Ordine di Partenza di ogni categoria, si invertono tanti atleti quanti sono presenti nel primo gruppo, a seguire I rimanenti atleti classificati secondo I tempim ottenuti nella prima manche. Per il calcolo delle penalizzazione e l assegnazione dei punti FISI verranno stilate tre classifiche: A - B - C. Eventuali classifiche di Società si dovranno invece comunque basare sulle ventitre classifiche delle sottocategorie. Si consiglia di premiare almeno i primi tre di ogni categoria (A - B - C) ed almeno il primo delle ventitre sottocategorie CAMPIONATI REGIONALI MASTER (CR_MAS) R4 / Punti organizzazione = 5000 Min. 30 max 180 Master A - B - C GS/SL da 0 a NC SG da 0 a 400 Alle gare di SG, sono ammessi atleti fuori parametro purché in possesso di almeno 300 punti FISI in altra Per la gara di GS è consigliata l effettuazione in due manches,. SORTEGGIO e Il sorteggio verrà effettuato separatamente per ognuna delle ventitre sottocategorie. L ordine di partenza dovrà essere effettuato secondo la seguente successione tutto il Gruppo C - B12 - B11 - B10 - B9 - B8 - B7 - B6 - A5 - A4 - A3 - A2 - A1. La Giuria può decidere diversamente solo se ciò è vantaggioso per le cat. C e B. Nella 2 manche, per l Ordine di Partenza di ogni categoria, si invertono tanti atleti quanti sono presenti nel primo gruppo, a seguire I rimanenti atleti classificati secondo I tempim ottenuti nella prima manche. Per il calcolo delle penalità di gara e l assegnazione dei punti FISI vengono compilate tre classifiche: A - B - C Dovrà essere stilata anche una classifica per ciascuna delle 23 sottocategorie; in tali classifiche saranno calcolati i punti in base alla tabella T3 per la classifica di Società (sommando i punti del miglior atleta di ogni sottocategoria).

6 Si consiglia di premiare almeno i primi tre di ogni categoria (A - B - C) ed il primo delle ventitre sottocategorie per ogni gara (GS - SL - SG). Ad ogni gara verranno premiate le prime tre Società classificate e comunque le prime tre Società classificate del Comitato Alpi Centrali. Il diploma di Campione Regionale verrà consegnato ai primi classificati della Categoria Assoluta A - B - C FASE PROVINCIALE TROFEO DELLE REGIONI (FP_TR) P1 / Punti org. = 1000 Min. 20 max 300 Mas / Sen / Jun M. + F. da 0 a NC Vedi punto 3.8 A discrezione della Società organizzatrice FASE REGIONALE TROFEO DELLE REGIONI (FR_TR) R3 / Punti org. = 5000 Min. 20 max 300 Mas / Sen / Jun M. + F. da 0 a 400 +NC Vedi punto 3.8 A discrezione della Società organizzatrice PROVINCIALI DI QUALIFICAZIONE (PQ_GS) P1 / Punti org. = 1000 Min.40 max 300 Senior / Giovani M. / F. GS/SL da 0 a NC Alle gare di DH sono ammessi atleti fuori parametro purché in possesso di almeno 300 punti FISI in altra Gara Contingentata vedi paragrafo 1.2 delle Norme Tecniche Generali CAMPIONATI PROVINCIALI GIOVANI/SENIOR (CP_GS) P1 / Punti org. = 1000 Min. 40 max 300 Senior e Giovani M. / F. GS/SL da 0 a NC Alle gare di DH sono ammessi atleti fuori parametro purché in possesso di almeno 300 punti FISI in altra Gara Contingentata vedi paragrafo 1.2 delle Norme Tecniche Generali CAMPIONATI PROVINCIALI MASTER (CP_MAS) P1 / Punti organizzazione = 1000 Min. 50 max 300 Master A - B - C GS/SL da 0 a NC SG da 0 a 400 Alle gare di SG sono ammessi atleti fuori parametro purché in possesso di almeno 300 punti FISI in altra Gara Contingentata vedi paragrafo 1.2 delle Norme Tecniche Generali. SORTEGGIO e Il sorteggio verrà effettuato separatamente per ognuna delle ventitre sottocategorie. L ordine di partenza dovrà essere effettuato secondo la seguente successione tutto il Gruppo C - B12 - B11 - B10 - B9 - B8 - B7 - B6 - A5 - A4 - A3 - A2 - A1. La Giuria può decidere diversamente solo se ciò è vantaggioso per le cat. C e B. Nella 2 manche, per l Ordine di Partenza di ogni categoria, si invertono tanti atleti quanti sono presenti nel primo gruppo, a seguire I rimanenti atleti classificati secondo I tempim ottenuti nella prima manche. Per il calcolo delle penalità di gara e l assegnazione dei punti FISI vengono compilate tre classifiche: A - B - C A discrezione della Società organizzatrice.

7 REGIONALI BANCARI (BAN_R) R3 / Punti organizzazione = 5000 Min. 50 max 300 Giovani/Senior/ Master A - B - C da 0 a NC Si consiglia l effettuazione del Gigante in 1 manche SORTEGGIO Valgono le regole del Trofeo delle Regioni. Vedi Agenda dello Sciatore punto Si consiglia di premiare tutte le categorie e sottocategorie in gara CAMPIONATI REGIONALI BANCARI (CR_BAN) R4 / Punti organizzazione = 5000 Min. 40 max 300 Giovani/Senior/Master A - B - C da 0 a NC Si consiglia l effettuazione del Gigante in 2 manches SORTEGGIO Valgono le regole del Trofeo delle Regioni. Vedi Agenda dello Sciatore Si consiglia di premiare tutte le categorie e sottocategorie in gara.

2. NORME DI PARTECIPAZIONE ALLE GARE REGIONALI

2. NORME DI PARTECIPAZIONE ALLE GARE REGIONALI 2. NORME DI PARTECIPAZIONE ALLE GARE REGIONALI 2.1 - CIRCOSCRIZIONALI CUCCIOLI e BABY (PI_PUL) P1 / Punti organizzazione = 1000 Valevoli quali qualificazione ai CP_PUL (Campionati Regionali Pulcini) Ogni

Dettagli

COMMISIONE GIUDICI DI GARA - SCI ALPINO PRECISAZIONI E ISTRUZIONI PER LA STAGIONE 2010/2011

COMMISIONE GIUDICI DI GARA - SCI ALPINO PRECISAZIONI E ISTRUZIONI PER LA STAGIONE 2010/2011 F E D E R A Z I O N E I T A L I A N A S P O R T I N V E R N A L I COMMISIONE GIUDICI DI GARA - SCI ALPINO PRECISAZIONI E ISTRUZIONI PER LA STAGIONE 2010/2011 AGENDA DELLO SCIATORE 2011/2012 2.7 GENERAZIONE

Dettagli

4. TABELLE RIASSUNTIVE SCI ALPINO

4. TABELLE RIASSUNTIVE SCI ALPINO 4. TABELLE RIASSUNTIVE SCI ALPINO 4.1 - TABELLA DISLIVELLI PER TRACCIATI DI GARA TIPO GARA Sex DH SL GS SG INTERNAZIONALI Coppa Europa m 550/1100 140/220 250/450 400/650 Altre gare FIS m 450/1100 140/220

Dettagli

4. TABELLE RIASSUNTIVE SCI ALPINO

4. TABELLE RIASSUNTIVE SCI ALPINO 4. TABELLE RIASSUNTIVE SCI ALPINO 4.1 - TABELLA DISLIVELLI PER TRACCIATI DI GARA TIPO GARA Sex DH SL n. porte SL GS SG INTERNAZIONALI Coppa Europa m 550/1100 140/220 (*) 250/450 400/650 Altre gare FIS

Dettagli

Oggetto: Comunicazioni della Commissione Provinciale Prove Alpine per la stagione 2012/2013 parte tecnica -.

Oggetto: Comunicazioni della Commissione Provinciale Prove Alpine per la stagione 2012/2013 parte tecnica -. Brescia, Novembre 2012 Ai Presidenti degli Sci Club Signori allenatori cat. giovanili E p.c. Ai Giudici del C.P. di Brescia Loro indirizzi Oggetto: Comunicazioni della Commissione Provinciale Prove Alpine

Dettagli

ART.3 SCI ALPINO. Pagina 26 di [ 148 ]

ART.3 SCI ALPINO. Pagina 26 di [ 148 ] ART.3 SCI ALPINO INDICE PER CAPITOLI ART.3 SCI ALPINO 3.0 NORME GENERALI FISI 3.0.1 Giuria 3.0.2 Disposizioni per omologazione percorsi 3.0.3 Disposizioni particolari 3.0.4 Gare nello stesso giorno 3.0.5

Dettagli

SCI D ERBA. Pagina 193 di [224] SCI D ERBA SCI D ERBA

SCI D ERBA. Pagina 193 di [224] SCI D ERBA SCI D ERBA Pagina 193 di [224] 13 - INDICE DEI CAPITOLI 13.1 TABELLA CATEGORIE - STAGIONE 2016/17 194 13.2 ATTREZZATURA 195 13.3 DISLIVELLI PER I TRACCIATI DI GARA 195 13.4 PARTECIPAZIONE E ISCRIZIONI A GARE FIS

Dettagli

Oggetto: Comunicazioni della Commissione Provinciale Prove Alpine per la stagione 2011/2012.

Oggetto: Comunicazioni della Commissione Provinciale Prove Alpine per la stagione 2011/2012. Brescia, 20 Novembre 2011 Ai Presidenti degli Sci Club E p.c. Ai Giudici del C.P. di Brescia Loro indirizzi Oggetto: Comunicazioni della Commissione Provinciale Prove Alpine per la stagione 2011/2012.

Dettagli

19 CAMPIONATO NAZIONALE DI SCI REGOLAMENTO

19 CAMPIONATO NAZIONALE DI SCI REGOLAMENTO REGOLAMENTO 1. CATEGORIE Super Baby m/f 2009 / 2010 Baby m/f 2007 / 2008 Cuccioli m/f 2005 / 2006 Ragazzi m/f 2003 / 2004 Allievi m/f 2001 / 2002 Juniores m/f 1999 / 2000 Criterium m/f dal 1996 al 1998

Dettagli

REGOLAMENTO SCI ALPINO

REGOLAMENTO SCI ALPINO COMITATO REGIONALE LIGURE STAGIONE 2014-2015 REGOLAMENTO SCI ALPINO DISPOSIZIONI GENERALI Valgono le disposizioni riportate sull'agenda dello Sciatore, integrate e dettagliate dal presente Regolamento.

Dettagli

12 - SNOWBOARD. SPECIALITÀ e CATEGORIE SPECIALITÀ DESCRIZIONE SIGLA SLALOM/GIGANTE SL/GS SPEED. PSL GS Parallelo PGS Snowboardcross SBX Half Pipe

12 - SNOWBOARD. SPECIALITÀ e CATEGORIE SPECIALITÀ DESCRIZIONE SIGLA SLALOM/GIGANTE SL/GS SPEED. PSL GS Parallelo PGS Snowboardcross SBX Half Pipe 12 - SNOWBOARD SPECIALITÀ e CATEGORIE SPECIALITÀ DESCRIZIONE SIGLA SLALOM/GIGANTE SL/GS SPEED SL Parallelo PSL GS Parallelo PGS Snowboardcross SBX Half Pipe HP FREESTYLE Big Air BA Slopestyle SBS Le norme

Dettagli

REGOLAMENTO SCI ALPINO

REGOLAMENTO SCI ALPINO COMITATO REGIONALE LIGURE STAGIONE 2015-2016 REGOLAMENTO SCI ALPINO DISPOSIZIONI GENERALI Valgono le disposizioni riportate sull'agenda dello Sciatore, integrate e dettagliate dal presente Regolamento.

Dettagli

13 - SCI D ERBA 13.1 TABELLA CATEGORIE - STAGIONE 2010

13 - SCI D ERBA 13.1 TABELLA CATEGORIE - STAGIONE 2010 13 - SCI D ERBA 13.1 TABELLA CATEGORIE - STAGIONE 2010 GRUPPI CATEG. SIGLE A.N. Children Ragazzi Kinder I 1999-00-01 Allievi Kinder II 1997-98 Giovani Aspiranti 1994-95-96 Juniores 1991-92-93 Seniores

Dettagli

Regolamento SCI ALPINO Stagione 2007/2008

Regolamento SCI ALPINO Stagione 2007/2008 Regolamento SCI ALPINO Stagione 2007/2008 Integrazione Norme di Partecipazione a Gare della Stagione 2007/2008 Valgono le disposizioni riportate sull'agenda dello Sciatore 2008, integrate dalle sottoelencate.

Dettagli

sci alpino sci alpino

sci alpino sci alpino sci sci SCI ALPINO Pagina 31 di [224] sci sci 3 - sci INDICE DEI CAPITOLI 3.0 NORME GENERALI FISI 34 3.0.1 Giuria 34 3.0.2 Tracciatori 35 3.0.3 Disposizioni per omologazione percorsi 35 3.0.4 Disposizioni

Dettagli

Regolamento SCI ALPINO stagione 2016/2017. Specialità. NON SARANNO ACCETTATE le iscrizioni pervenute direttamente alla società organizzatrice.

Regolamento SCI ALPINO stagione 2016/2017. Specialità. NON SARANNO ACCETTATE le iscrizioni pervenute direttamente alla società organizzatrice. Regolamento SCI ALPINO stagione 2016/2017 Integrazione Norme di Partecipazione a Gare della Stagione 2016-2017 Valgono le disposizioni riportate sull Agenda dello Sciatore 2016/2017, integrate dalle sottoelencate.

Dettagli

Oggetto: Richiesta Gare Stagione

Oggetto: Richiesta Gare Stagione A TUTTE LE SOCIETA AFFILIATE DEL C.L.S. F.I.S.I Loro Indirizzi Oggetto: Richiesta Gare Stagione 2015-2016 In riferimento a quanto indicato in oggetto, le richieste debbono essere formulate esclusivamente

Dettagli

Oggetto: Comunicazioni della Commissione Provinciale Prove Alpine per la stagione 2010/2011.

Oggetto: Comunicazioni della Commissione Provinciale Prove Alpine per la stagione 2010/2011. Brescia, 30 Novembre 2010 Ai Presidenti degli Sci Club E p.c. Ai Giudici del C.P. di Brescia Loro indirizzi Oggetto: Comunicazioni della Commissione Provinciale Prove Alpine per la stagione 2010/2011.

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA SPORT INVERNALI COMITATO PROVINCIALE DI TORINO. Norme di Partecipazione alla gare della stagione 2015/2016 SCI ALPINO

FEDERAZIONE ITALIANA SPORT INVERNALI COMITATO PROVINCIALE DI TORINO. Norme di Partecipazione alla gare della stagione 2015/2016 SCI ALPINO FEDERAZIONE ITALIANA SPORT INVERNALI COMITATO PROVINCIALE DI TORINO Norme di Partecipazione alla gare della stagione 2015/2016 Valgono le disposizioni riportate sull Agenda dello Sciatore 2015/16 e sull

Dettagli

REGOLAMENTO SCI ALPINO

REGOLAMENTO SCI ALPINO COMITATO REGIONALE LIGURE STAGIONE 2016-2017 REGOLAMENTO SCI ALPINO DISPOSIZIONI GENERALI Valgono le disposizioni riportate sull'agenda degli Sport Invernali, integrate e dettagliate dal presente Regolamento.

Dettagli

Regolamento SCI ALPINO Stagione 2008/2009

Regolamento SCI ALPINO Stagione 2008/2009 Regolamento SCI ALPINO Stagione 2008/2009 Integrazione Norme di Partecipazione a Gare della Stagione 2008/2009 Valgono le disposizioni riportate sull'agenda dello Sciatore 2009, integrate dalle sottoelencate.

Dettagli

Oggetto: Comunicazioni della Commissione Provinciale Prove Alpine per la stagione 2009/2010.

Oggetto: Comunicazioni della Commissione Provinciale Prove Alpine per la stagione 2009/2010. Brescia, 21 dicembre 2009 Ai Presidenti degli Sci Club E p.c. Ai Giudici del C.P. di Brescia Loro indirizzi Oggetto: Comunicazioni della Commissione Provinciale Prove Alpine per la stagione 2009/2010.

Dettagli

Oggetto: Richiesta Gare Stagione

Oggetto: Richiesta Gare Stagione FEDERAZIONNE ITALIANA SPORT INVERNALI COMITATO REGIONALE FISI LAZIO-SARDEGNA A TUTTE LE SOCIETA AFFILIATE DEL C.L.S. F.I.S.I Loro Indirizzi Oggetto: Richiesta Gare Stagione 2014-2015 In riferimento a quanto

Dettagli

GARE SCI ALPINO 2010/2011 REGOLE GENERALI VALIDE PER TUTTE LE CATEGORIE E GARE DI CALENDARIO

GARE SCI ALPINO 2010/2011 REGOLE GENERALI VALIDE PER TUTTE LE CATEGORIE E GARE DI CALENDARIO GARE SCI ALPINO 2010/2011 REGOLE GENERALI VALIDE PER TUTTE LE CATEGORIE E GARE DI CALENDARIO Titolo 1 PREMESSA 1.1 Premesso che il Calendario dello Sci Alpino risulta estremamente fitto, s invitano le

Dettagli

SCI ALPINO SCI ALPINO SCI ALPINO. Pagina 25 di [224]

SCI ALPINO SCI ALPINO SCI ALPINO. Pagina 25 di [224] Pagina 25 di [224] 3 - INDICE DEI CAPITOLI 3.0 NORME GENERALI FISI 29 3.0.1 Giuria 29 3.0.2 Tracciatori 29 3.0.3 Disposizioni per omologazione percorsi 29 3.0.4 Gare nello stesso giorno 29 3.0.5 Apripista

Dettagli

RISULTATO di GARA Il risultato di gara è determinato dalla migliore delle due manches disputate.

RISULTATO di GARA Il risultato di gara è determinato dalla migliore delle due manches disputate. 15 - SCI CARVING 15.1 GARA FISI CARVING CUP Sono considerate gare FISI Carving tutte quelle gare riconosciute tali dalla FISI, appartenenti a uno dei livelli previsti e svolte secondo tale regolamento.

Dettagli

REGOLAMENTI ATTIVITA ESTIVA 2015

REGOLAMENTI ATTIVITA ESTIVA 2015 FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA COMITATO REGIONALE MOLISE REGOLAMENTI ATTIVITA ESTIVA 2015 Alle manifestazioni potranno partecipare le società regolarmente affiliate per l anno 2015. Ogni società

Dettagli

2UJDQL]]D LQ FRO DERUD]LRQH FRQ LO &ROOHJLR GHL *HRPHWUL H GHL *HRPHWUL /DXUHDWL GL 7RULQR H 3URYLQFLD

2UJDQL]]D LQ FRO DERUD]LRQH FRQ LO &ROOHJLR GHL *HRPHWUL H GHL *HRPHWUL /DXUHDWL GL 7RULQR H 3URYLQFLD COMUNE DI PRALI A.s. Geosport Roma 4 febbraio 2010 Oggetto: 2 COMUNICATO 15 CAMPIONATO ITALIANO DI SCI ALPINO E NORDICO PER GEOMETRI LIBERI PROFESSIONISTI PRALI (TO) 25-26-27 FEBBRAIO 2010. Con la presente

Dettagli

Pagina 37 di [ 240 ]

Pagina 37 di [ 240 ] Pagina 37 di [ 240 ] È nuovamente tempo di Mondiali. La squadra maschile viene da una rassegna iridata di Garmisch 2011 dove ha ottenuto cinque podi e ha concluso al primo posto nel medagliere per nazioni.

Dettagli

Norme generali. Approvazione con delibera del Presidente n.47 del Edizione 2015

Norme generali. Approvazione con delibera del Presidente n.47 del Edizione 2015 Approvazione con delibera del Presidente n.47 del 16.06.2015 Edizione 2015 REGOLAMENTO NUOTO IN ACQUE LIBERE MASTERS Norme generali... 1 Circuiti nazionali... 2 Circuiti nazionali individuali, regole comuni...

Dettagli

XXXVII Trofeo Nazionale Vittorino da Feltre 22 Memorial A.Alborghetti 7 Memorial A. Corti

XXXVII Trofeo Nazionale Vittorino da Feltre 22 Memorial A.Alborghetti 7 Memorial A. Corti XXXVII Trofeo Nazionale Vittorino da Feltre 22 Memorial A.Alborghetti 7 Memorial A. Corti 17-18 Giugno 2017 Vasca m.50 8 corsie Cronometraggio automatico La Società Canottieri Vittorino da Feltre con l

Dettagli

22 CAMPIONATO PROVINCIALE di TENNIS TAVOLO

22 CAMPIONATO PROVINCIALE di TENNIS TAVOLO 22 CAMPIONATO PROVINCIALE di TENNIS TAVOLO ATTENZIONE: Tutte le Società ospitanti la manifestazione dovranno mettere a disposizione il defibrillatore con il personale addetto. Riservato alle seguenti categorie:

Dettagli

"9 Criterium Passo Stelvio/Stilfserjoch"

9 Criterium Passo Stelvio/Stilfserjoch F.I.S.I. C.O.N.I. BG56 "9 Criterium Passo Stelvio/Stilfserjoch" SCI ALPINO F/M 2011/2012 Coppa UBI>

Dettagli

CAMPIONATI ITALIANI MASTER

CAMPIONATI ITALIANI MASTER FEDERAZIONE ITALIANA SPORT INVERNALI COMITATO REGIONALE VENETO FEDERAZIONE ITALIANA SPORT INVERNALI COMITATO PROVINCIALE DI TREVISO CAMPIONATI ITALIANI MASTER > sci alpino > FALCADE 13/14/15 FEBBRAIO 2015

Dettagli

GARE SCI ALPINO 2011/2012 REGOLE GENERALI VALIDE PER TUTTE LE CATEGORIE E GARE DI CALENDARIO

GARE SCI ALPINO 2011/2012 REGOLE GENERALI VALIDE PER TUTTE LE CATEGORIE E GARE DI CALENDARIO GARE SCI ALPINO 2011/2012 REGOLE GENERALI VALIDE PER TUTTE LE CATEGORIE E GARE DI CALENDARIO Titolo 1 PREMESSA 1.1 Premesso che il Calendario dello Sci Alpino risulta estremamente fitto, s invitano le

Dettagli

sci alpino sci alpino Pagina 30 di [232] Pagina 31 di [232]

sci alpino sci alpino Pagina 30 di [232] Pagina 31 di [232] SCI ALPINO Pagina 30 di [232] Pagina 31 di [232] 3 - INDICE DEI CAPITOLI 3.0 NORME GENERALI FISI 34 3.0.1 Giuria 34 3.0.2 Tracciatori 35 3.0.3 Disposizioni per omologazione percorsi 35 3.0.4 Gare nello

Dettagli

CIRCUITO PROMOZIONALE GIOVANILE TALENTO VERDE

CIRCUITO PROMOZIONALE GIOVANILE TALENTO VERDE DIREZIONE AGONISTICA SCI D ERBA CIRCUITO PROMOZIONALE GIOVANILE TALENTO VERDE Slalom - Slalom Gigante (slalom sprint, slalom gigante sprint) Introduzione Il progetto nasce dalla necessità di allargare

Dettagli

Nuoto programmazione 2013/2014 Estiva

Nuoto programmazione 2013/2014 Estiva FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO Comitato Regionale Lombardo Milano, 20 gennaio 2014 Ns. rif. 14-201 Alle Ai Al Ai Alle Al Al Alla Alla Società affiliate Delegati Provinciali GUG Fiduciari Provinciali GUG Sezioni

Dettagli

AtleticaCampania. Il Calendario Invernale Regionale 2017 Programmi e Regolamenti Tasse e diritti Federali Calendario gare su strada 2017

AtleticaCampania. Il Calendario Invernale Regionale 2017 Programmi e Regolamenti Tasse e diritti Federali Calendario gare su strada 2017 AtleticaCampania Gennaio 2017 Notiziario periodico del Comitato Regionale Campano della FIDAL anno 8 Il Calendario Invernale Regionale 2017 Programmi e Regolamenti Tasse e diritti Federali Calendario gare

Dettagli

RTF 2016/17. (SkiCross Alpino CHI - PUL)

RTF 2016/17. (SkiCross Alpino CHI - PUL) RTF 2016/17 (SkiCross Alpino CHI - PUL) PREMESSA Lo Skicross viene previsto nelle Children e Pulcini come specialità dello sci Alpino per GARE NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI. Ai Campionati Italiani

Dettagli

Regolamento Campionato Regionale CSI Ginnastica Artistica 2015-2016. Consiglio Regionale Lombardo REGOLAMENTO

Regolamento Campionato Regionale CSI Ginnastica Artistica 2015-2016. Consiglio Regionale Lombardo REGOLAMENTO Consiglio Regionale Lombardo REGOLAMENTO pag1 Consiglio Regionale Lombardo 7 Campionato Regionale CSI Ginnastica Artistica Regolamento La manifestazione è aperta ai tesserati C.S.I. per la stagione sportiva

Dettagli

Responsabili Provinciali

Responsabili Provinciali SCI ALPINO Commissione Tecnica Responsabile Regionale G.Franco ZECCHINI Allenatori: Squadra Femminile Elio PRESAZZI Squadra Maschile Simone STILETTO Segretario Commissione Ezio PAPA Settore Tecnico Luca

Dettagli

Il Comitato Trentino Fidal, allo scopo di valorizzare la specialità del Cross, indice per l anno 2016 il

Il Comitato Trentino Fidal, allo scopo di valorizzare la specialità del Cross, indice per l anno 2016 il Il Comitato Trentino Fidal, allo scopo di valorizzare la specialità del Cross, indice per l anno 2016 il Grand Prix 2016 FIDAL TRENTINO di Cross Femminile Grand Prix 2016 FIDAL TRENTINO di Cross Maschile

Dettagli

CENTRO SPORTIVO ITALIANO C.R. Campania / Direzione Tecnica Regionale Via Capodimonte, Napoli

CENTRO SPORTIVO ITALIANO C.R. Campania / Direzione Tecnica Regionale Via Capodimonte, Napoli Napoli, 06/01/2016 - Spettabili: - Comitati territoriali C.S.I. Campania; - Direzioni tecniche territoriali C.S.I. Campania; - Gruppo giudici / arbitri C.S.I. Campania - e p. c. - Società / Associazioni

Dettagli

CAMPIONATI REGIONALI DI CATEGORIA ESTIVI

CAMPIONATI REGIONALI DI CATEGORIA ESTIVI CAMPIONATI REGIONALI DI CATEGORIA ESTIVI Il Comitato Regionale Emilia-Romagna indice ed organizza la manifestazione denominata CAMPIONATI REGIONALI DI CATEGORIA ESTIVI 2017 (CRCE). PARTECIPAZIONE Alla

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO COMITATO REGIONALE PUGLIESE

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO COMITATO REGIONALE PUGLIESE Prot. N 574 FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO COMITATO REGIONALE PUGLIESE COMPLETO RESPONASABILI DI SETTORE: Responsabile Settore Nuoto Assoluti: Consigliere Regionale Prof. Mario Ciavarella Responsabile Settore

Dettagli

NORME DI PARTECIPAZIONE ALLE GARE DI SCI ALPINO STAGIONE 2015/2016 ISCRIZIONI GARE REGIONALI

NORME DI PARTECIPAZIONE ALLE GARE DI SCI ALPINO STAGIONE 2015/2016 ISCRIZIONI GARE REGIONALI NORME DI PARTECIPAZIONE ALLE GARE DI SCI ALPINO STAGIONE 2015/2016 ISCRIZIONI GARE REGIONALI Le Società sportive controllino, sotto la loro responsabilità, la regolarità delle iscrizioni, il codice degli

Dettagli

Federazione Italiana di Atletica Leggera Comitato Regionale Emilia-Romagna REGOLAMENTO ESTIVO 2017

Federazione Italiana di Atletica Leggera Comitato Regionale Emilia-Romagna REGOLAMENTO ESTIVO 2017 Federazione Italiana di Atletica Leggera Comitato Regionale Emilia-Romagna REGOLAMENTO ESTIVO 2017 CAMPIONATI DI SOCIETA' 1) Il Comitato Regionale FIDAL dell'emilia Romagna indice i seguenti Campionati

Dettagli

REGOLAMENTO GARE. Le competizioni sono valevoli per l'assegnazione dei seguenti titoli assoluti maschili e femminili:

REGOLAMENTO GARE. Le competizioni sono valevoli per l'assegnazione dei seguenti titoli assoluti maschili e femminili: REGOLAMENTO GARE Art. 1 Le gare si svolgeranno sulle nevi di Madonna di Campiglio nei giorni e negli orari stabiliti dal programma e saranno aperte agli iscritti agli Albi degli ordini degli Ingegneri

Dettagli

1 TROFEO SPRINT MILLENNIUM

1 TROFEO SPRINT MILLENNIUM 1 TROFEO SPRINT MILLENNIUM MANIFESTAZIONE INTERREGIONALE DI NUOTO Domenica 2 novembre 2014 Inizio gare mattino ore 9.00 Riscaldamento ore 8.00 Inizio gare pomeriggio ore 15.30 Riscaldamento ore 14.30 Piscina

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO BANCARI REGOLAMENTO SCI ALPINO E FONDO ABETONE 2/4 MARZO 2017

CAMPIONATO ITALIANO BANCARI REGOLAMENTO SCI ALPINO E FONDO ABETONE 2/4 MARZO 2017 CAMPIONATO ITALIANO BANCARI SCI ALPINO E FONDO REGOLAMENTO ABETONE 2/4 MARZO 2017 FI07 SCI CLUB COVERCIANO & FIRENZE A.S.D. FI51 SCI CLUB LANCIOTTO A.S.D. PO13 SCI CLUB PRATO PLAY 2014 A.S.D. REGOLAMENTO

Dettagli

COMMISIONE GIUDICI DI GARA - SCI ALPINO PRECISAZIONI E ISTRUZIONI PER LA STAGIONE 2010/2011

COMMISIONE GIUDICI DI GARA - SCI ALPINO PRECISAZIONI E ISTRUZIONI PER LA STAGIONE 2010/2011 F E D E R A Z O N E T A L A N A S P O R T N V E R N A L COMMSONE GUDC D GARA - SC ALPNO PRECSAZON E STRUZON PER LA STAGONE 2010/2011 AGENDA DELLO SCATORE 2010/2011 2.2 CLASSFCAZONE ATLET e GRADUATORE SOCETA

Dettagli

Settore master - Nuoto in acque libere Edizione 2013

Settore master - Nuoto in acque libere Edizione 2013 Settore master - Nuoto in acque libere Edizione 2013 Norme generali 1 - Atleti e Categorie Possono partecipare alle competizioni tutti gli atleti in possesso di tesseramento master valido per l anno in

Dettagli

Serie A REGOLAMENTO E NORME DI PARTECIPAZIONE "NON SOLO VADO FORTE MA CORRO PER LA MIA SQUADRA" Uno per tutti, tutti per uno

Serie A REGOLAMENTO E NORME DI PARTECIPAZIONE NON SOLO VADO FORTE MA CORRO PER LA MIA SQUADRA Uno per tutti, tutti per uno CRITERIUM ITALIANO ASSOLUTO A SQUADRE DI CLUB ( M+F) Gara FIS Internazionale (GS + SL) ad invito a partecipazione straniera Foppolo (BG) Valbrembana Italy - 6 e 7 dicembre 2011 Edizione 2010/2011(recupero)

Dettagli

ATTIVITA INVERNALE 2016

ATTIVITA INVERNALE 2016 ATTIVITA INVERNALE 2016 ATTIVITA INDOOR CALENDARIO 2016 9-10 gennaio Aosta Camp. Reg. Assoluti, A/J/P m/f alto, asta, peso 10 gennaio - Bra (CN) - Camp. Reg. Assoluti m/f 60 e 60 hs 16 gennaio - Torino

Dettagli

ATTIVITA INVERNALE 2015

ATTIVITA INVERNALE 2015 ATTIVITA INVERNALE 2015 ATTIVITA INDOOR CALENDARIO 2015 17-18 gennaio Aosta Camp. Reg. Assoluti, A/J/P m/f alto, asta, peso, alto e asta S35+ 18 gennaio - Bra (CN) - Camp. Reg. Assoluti, A/J/P e Masters

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO COMITATO REGIONALE FRIULI VENEZIA GIULIA SETTORE ARTISTICO

FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO COMITATO REGIONALE FRIULI VENEZIA GIULIA SETTORE ARTISTICO COMUNICATO N. 14/A/15 Trieste, 26/03/2015 Alle Società di Artistico F.V.G. Al Presidente Reg. F.I.H.P. / F.V.G. AI Delegati Territoriali F.I.H.P. Al C.U.G. - Regionale F.V.G. Al G.U.R. - F.V.G. Oggetto:

Dettagli

REGOLAMENTO. Art. 3 - I percorsi, tracciati in conformità alle disposizioni vigenti, hanno le seguenti caratteristiche:

REGOLAMENTO. Art. 3 - I percorsi, tracciati in conformità alle disposizioni vigenti, hanno le seguenti caratteristiche: REGOLAMENTO Art. 1 - Il 49 TROFEO TOPOLINO SCI è una gara internazionale F.I.S. di slalom, slalom gigante e combirace riservata alle categorie Children (Allievi e Ragazzi) delle Federazioni Nazionali.

Dettagli

REGOLAMENTO GRAN PRIX FIDAL TOSCANAESTATE

REGOLAMENTO GRAN PRIX FIDAL TOSCANAESTATE REGOLAMENTO GRAN PRIX FIDAL TOSCANAESTATE 2017 REGOLAMENTO GRAN PRIX FIDAL TOSCANAESTATE 2017 Il Gran Prix Fidal Toscanaestate si articola in due fasi: la prima di 9 manifestazioni (8 giornate di Gran

Dettagli

7 Trofeo Master BLUE TEAM 1 Memorial Luigi Fiengo

7 Trofeo Master BLUE TEAM 1 Memorial Luigi Fiengo PROVINCIA DI CASERTA 7 Trofeo Master BLUE TEAM 1 Memorial Luigi Fiengo 29 Novembre 2015 Scadenza iscrizioni: 24/11/2015 Manifestazione organizzata da: A.S.D. BLUE TEAM STABIAE in collaborazione con la

Dettagli

Calendario Abruzzese di Sci Alpino 2014/2015

Calendario Abruzzese di Sci Alpino 2014/2015 FIS_GPI: Gran Premio Italia FIS NJR: Gare Internazionali J Regionali NC: Campionati Italiani Assoluti FIS CIT: Gare Internazionali Cittadini L1_GS_R: gare Regionali Giovani e Senior L1C_MAS_R: gare regionali

Dettagli

CAMPIONATO TRIATHLON LAZIO EDIZIONE 2016

CAMPIONATO TRIATHLON LAZIO EDIZIONE 2016 CAMPIONATO TRIATHLON LAZIO EDIZIONE 2016 PREMESSA Il Comitato Regionale Lazio nell ambito della stagione agonistica 2016 ha deliberato di riproporre il "Campionato Regionale Triathlon Lazio", categoria

Dettagli

GARE SCI ALPINO 2014/2015 REGOLE GENERALI VALIDE PER TUTTE LE CATEGORIE E GARE DI CALENDARIO

GARE SCI ALPINO 2014/2015 REGOLE GENERALI VALIDE PER TUTTE LE CATEGORIE E GARE DI CALENDARIO GARE SCI ALPINO 2014/2015 REGOLE GENERALI VALIDE PER TUTTE LE CATEGORIE E GARE DI CALENDARIO Articolo 1 NORME COMUNI ALLE GARE DI SCI ALPINO 1.1 ACCESSO ALLA PISTA DI GARA. Nel corso della prima riunione

Dettagli

ATTIVITA PROMOZIONALE ALLIEVI JUNIORES PROMESSE SENIORES SENIORES M/F 35 e oltre

ATTIVITA PROMOZIONALE ALLIEVI JUNIORES PROMESSE SENIORES SENIORES M/F 35 e oltre ATTIVITA PROMOZIONALE ALLIEVI JUNIORES PROMESSE SENIORES SENIORES M/F 35 e oltre TECNICO INVERNALE FIDAL Taranto 2017 CATEGORIE DI APPARTENENZA ESORDIENTI C 2011 2010 ESORDIENTI B 2009 2008 ESORDIENTI

Dettagli

VII CAMPIONATO ITALIANO DI SCI DELLA PROTEZIONE CIVILE Roccaraso 29, 30, 31 gennaio 2009 REGOLAMENTO. Articolo 1 Organizzazione

VII CAMPIONATO ITALIANO DI SCI DELLA PROTEZIONE CIVILE Roccaraso 29, 30, 31 gennaio 2009 REGOLAMENTO. Articolo 1 Organizzazione VII CAMPIONATO ITALIANO DI SCI DELLA PROTEZIONE CIVILE Roccaraso 29, 30, 31 gennaio 2009 REGOLAMENTO Articolo 1 Organizzazione La Protezione Civile della Regione Abruzzo, in collaborazione con il Dipartimento

Dettagli

Nuoto programmazione attività estiva 2010

Nuoto programmazione attività estiva 2010 Comitato Regionale Lombardo www.finlombardia.org e-mail crlombardia@federnuoto.it 20137 Milano Via Piranesi 44/B Tel. 02/7577571 Fax 02/70127900 Milano, 8 aprile 2010 Ns. rif 10-226 Alle Ai Al Ai Alla

Dettagli

CENTRO SPORTIVO ITALIANO Direzione Tecnica Regionale Campania Via Capodimonte, Napoli

CENTRO SPORTIVO ITALIANO Direzione Tecnica Regionale Campania Via Capodimonte, Napoli Napoli, 09/11/2015 - Ai Comitati territoriali di: - Napoli, Avellino, Benevento, Caserta, Salerno, Ariano Irpino, Cava dé Tirreni, Aversa, Sessa A. - Direzioni tecniche di: - Napoli, Avellino, Benevento,

Dettagli

TROFEO CONI CANOA-KAYAK 2017

TROFEO CONI CANOA-KAYAK 2017 TROFEO CONI CANOA-KAYAK 2017 Regolamento Tecnico: In base alle linee guida del Trofeo CONI Nazionale 2017, qui di seguito si stila il regolamento tecnico della Federcanoa, al quale si dovranno attenere

Dettagli

PROGRAMMA SCI CLUB AGONISTICO

PROGRAMMA SCI CLUB AGONISTICO PROGRAMMA SCI CLUB AGONISTICO Per tutte le categorie sotto elencate, inizio programma da apertura impianti con termine a chiusura impianti, condizione di innevamento permettendo. Super Baby nascita 2008

Dettagli

SETTORE GIOVANILE REGIONALE NORME ATTUATIVE 2017

SETTORE GIOVANILE REGIONALE NORME ATTUATIVE 2017 SETTORE GIOVANILE REGIONALE NORME ATTUATIVE 2017 CATEGORIE GIOVANISSIMI DEROGHE REGIONALI APPROVATE DALLA COMMISSIONE NAZIONALE GIOVANISSIMI. STRADA CONTROLLO RAPPORTI E PEDIVELLE Il controllo dei rapporti

Dettagli

con il patrocinio del Città di Bra Comune di Fabrosa Sottona NOTIZIE ONLINE RADIO UFFICIALE CON IL PATROCINIO DI EDIZIONE DI CUNEO

con il patrocinio del Città di Bra Comune di Fabrosa Sottona NOTIZIE ONLINE RADIO UFFICIALE CON IL PATROCINIO DI EDIZIONE DI CUNEO con il patrocinio del Comune di Fabrosa Sottona Città di Bra RADIO UFFICIALE CON IL PATROCINIO DI NOTIZIE ONLINE EDIZIONE DI CUNEO REGOLAMENTO 33º CAMPIONATO ITALIANO UNVS DI SCI 2015 ARTICOLO 1 La sezione

Dettagli

PROGRAMMI REGOLAMENTI

PROGRAMMI REGOLAMENTI CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI TRENTO 38100 TRENTO via Tommaso Gar,8 Tel 0461 239922 Fax 0461 236757 info@csitrento.it - www.csitrento.it PROGRAMMI REGOLAMENTI 2011 2012 ATLETICA LEGGERA

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PENTATHLON MODERNO

FEDERAZIONE ITALIANA PENTATHLON MODERNO FEDERAZIONE ITALIANA PENTATHLON MODERNO GRAND PRIX ITALIA COPPA AVVENIRE TROFEO DELLE REGIONI RANKING DI MERITO RANKING DI PARTECIPAZIONE Regolamento La Federazione na Pentathlon Moderno, con l inizio

Dettagli

ORARIO GARE ritrovo giurie e concorrenti e conferma iscrizioni 9.20 Prom/Sen M = 10 km Jun M + Prom/Sen F = 8 km 11.

ORARIO GARE ritrovo giurie e concorrenti e conferma iscrizioni 9.20 Prom/Sen M = 10 km Jun M + Prom/Sen F = 8 km 11. Regolamenti Attività Invernale 2016 CAMPIONATI REGIONALI DI SOCIETA DI CORSA CAMPESTRE Regolamento Il Comitato Regionale Pugliese FIDAL indice il Campionato di Società di Cross 2016, riservato agli atleti

Dettagli

SCHEMA STRUTTURALE ORGANIZZATIVO REGATE DI GRAN FONDO

SCHEMA STRUTTURALE ORGANIZZATIVO REGATE DI GRAN FONDO SCHEMA STRUTTURALE ORGANIZZATIVO REGATE DI GRAN FONDO Secondo lo schema di seguito riportato, la FIC, richiamato il Codice di Gara e le normative connesse in vigore, annualmente indice regate di Fondo.

Dettagli

Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 12 gennaio 2015

Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 12 gennaio 2015 Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 12 gennaio 2015 CIRCOLARE 4/2015 Società Affiliate Comitati e Delegazioni Regionali Ufficiali di Gara e, p.c. Componenti il Consiglio Federale Oggetto: Coppa Italia delle Regioni

Dettagli

ATTIVITA SU STRADA 2017 CAMPIONATO PIEMONTESE DI SOCIETA ASSOLUTO DI CORSA

ATTIVITA SU STRADA 2017 CAMPIONATO PIEMONTESE DI SOCIETA ASSOLUTO DI CORSA ATTIVITA SU STRADA 2017 CAMPIONATO PIEMONTESE DI SOCIETA ASSOLUTO DI CORSA 1. La FIDAL Comitato Regionale Piemonte indice il Campionato Regionale di Società Assoluto di Corsa Maschile e Femminile. 2. Programma

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA SPORT INVERNALI COMITATO PROVINCIALE DI TORINO. Norme di Partecipazione alla gare Stagione 2014/2015

FEDERAZIONE ITALIANA SPORT INVERNALI COMITATO PROVINCIALE DI TORINO. Norme di Partecipazione alla gare Stagione 2014/2015 FEDERAZIONE ITALIANA SPORT INVERNALI COMITATO PROVINCIALE DI TORINO Norme di Partecipazione alla gare Stagione 2014/2015 1 2 FEDERAZIONE ITALIANA SPORT INVERNALI COMITATO PROVINCIALE DI TORINO Norme di

Dettagli

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI PARMA

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI PARMA CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI PARMA P.le G. Matteotti n 9 43125 Parma Tel. 0521281226 289870 Fax 0521236626 E-mail: csi@csiparma.it http: www.csiparma.it 7º CIRCUITO PROVINCIALE di

Dettagli

CENTRO PROVINCIALE SPORTIVO LIBERTAS

CENTRO PROVINCIALE SPORTIVO LIBERTAS CENTRO PROVINCIALE SPORTIVO LIBERTAS PORDENONE REGOLAMENTO 41 CAMPIONATI NAZIONALI LIBERTAS DI SCI 2016 Il Centro Nazionale Libertas, il Centro Provinciale Libertas di Pordenone, A.S.D. SAFARI EXPERIENCE

Dettagli

XIII MEETING ROMANA CALLIGARIS 2017 XIII MEMORIAL ROMANA CALLIGARIS 2017 VI MEMORIAL BIANCA LOKAR 2017

XIII MEETING ROMANA CALLIGARIS 2017 XIII MEMORIAL ROMANA CALLIGARIS 2017 VI MEMORIAL BIANCA LOKAR 2017 XIII MEETING ROMANA CALLIGARIS 2017 XIII MEMORIAL ROMANA CALLIGARIS 2017 VI MEMORIAL BIANCA LOKAR 2017 Trieste, 13-14 maggio 2017 Regolamento L A. S. D. Unione Sportiva Triestina Nuoto in collaborazione

Dettagli

REGOLAMENTO NUOTO IN ACQUE LIBERE MASTER

REGOLAMENTO NUOTO IN ACQUE LIBERE MASTER Pag 1 REGOLAMENTO NUOTO IN ACQUE LIBERE MASTER REDAZIONE Bozzolo Giovanni Commissione Tecnica 14/04/16 REDAZIONE Prayer Andrea Commissione Tecnica 14/04/16 REDAZIONE Migliori Roberto Coord. Comm.Tecnica

Dettagli

CENTRO PROVINCIALE SPORTIVO LIBERTAS

CENTRO PROVINCIALE SPORTIVO LIBERTAS CENTRO PROVINCIALE SPORTIVO LIBERTAS PORDENONE REGOLAMENTO 39 CAMPIONATI NAZIONALI LIBERTAS DI SCI 2014 Il Centro Nazionale Libertas, il Centro Provinciale Libertas di Pordenone, l A.S.D. Sci Club Pordenone

Dettagli

Via Coazze, 18 10138 Torino Tel. 011 4404388 Fax 0114330465

Via Coazze, 18 10138 Torino Tel. 011 4404388 Fax 0114330465 UFFICIO EDUCAZIONE FISICA DI TORINO uef.to@usrpiemonte.it Via Coazze, 18 10138 Torino Tel. 011 4404388 Fax 0114330465 Prot. n. 967/P/C32a Torino, 02 febbraio 2012 Circ. n. 68 AI DIRIGENTI SCOLASTICI DEGLI

Dettagli

V CIRCUITO DEL PONENTE-ANNO 2016 MEMORIAL RENATO RATIS

V CIRCUITO DEL PONENTE-ANNO 2016 MEMORIAL RENATO RATIS V CIRCUITO DEL PONENTE-ANNO 2016 MEMORIAL RENATO RATIS 1. SINGOLARE MASCHILE 3^ CATEGORIA 2. SINGOLARE MASCHILE 4^ CATEGORIA 3. SINGOLARE FEMMINILE 3^/4^ CATEGORIA 4. SINGOLARE VETERANI OVER 45-55 4^ CATEGORIA

Dettagli

REGOLAMENTO SETTORE NUOTO 2015\2016. ISCRIZIONI ALLE GARE

REGOLAMENTO SETTORE NUOTO 2015\2016. ISCRIZIONI ALLE GARE REGOLAMENTO SETTORE NUOTO 2015\2016. ISCRIZIONI ALLE GARE Le iscrizioni alle gare dovranno pervenire on-line tramite internet utilizzando l indirizzo http://online.federnuoto.it/iscr/iscrisocietà.php (si

Dettagli

9 MEMORIAL MARIO SOMMARIVA. Gara di nuoto agonistico Categorie esordienti e assoluti. Giovedì 8 dicembre 2016

9 MEMORIAL MARIO SOMMARIVA. Gara di nuoto agonistico Categorie esordienti e assoluti. Giovedì 8 dicembre 2016 9 MEMORIAL MARIO SOMMARIVA Gara di nuoto agonistico Categorie esordienti e assoluti Giovedì 8 dicembre 2016 Sessione mattutina ore 09:30 Sessione pomeridiana ore 14:30 Piscina Comunale di Predazzo (TN)

Dettagli

Criterium Universitario 2016 TIRO A VOLO MASCHILE

Criterium Universitario 2016 TIRO A VOLO MASCHILE 1 2 Criterium Universitario 2016 TIRO A VOLO MASCHILE SPECIALITA DOUBLE TRAP REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE ORGANIZZAZIONE. Il Centro Universitario Sportivo Italiano (CUSI) in collaborazione con la Federazione

Dettagli

REGOLAMENTI E PROGRAMMA DI GARA

REGOLAMENTI E PROGRAMMA DI GARA Unione Italiana Tiro a Segno FINALI CAMPIONATO D INVERNO INDIVIDUALI e SQUADRE MILANO 10-11 dicembre 2016 REGOLAMENTI E PROGRAMMA DI GARA CAMPIONATO D INVERNO 2016 REGOLAMENTO FINALI INDIVIDUALI L'Unione

Dettagli

Regno delle due Sicilie

Regno delle due Sicilie Prot. n. 03/K/14/15 Napoli, 01/10/2014 Al Presidente Regionale UISP Alle Società di Nuoto UISP Campania Alle Leghe Nuoto UISP Prov.li Al Coordinatore Reg. le GAN - Campania Loro indirizzi CAMPIONATO REGIONALE

Dettagli

REGOLAMENTO NUOTO IN ACQUE LIBERE MASTER ANNO AGONISTICO

REGOLAMENTO NUOTO IN ACQUE LIBERE MASTER ANNO AGONISTICO Pag. I di 5 REGOLAMENTO NUOTO IN ACQUE LIBERE MASTER ANNO AGONISTICO 2016-2017 NOME FUNZIONE DATA REDAZIONE Giovanni Bozzolo Commissione Master 10/04/2017 REDAZIONE Augusta Sardellitto Commissione Master

Dettagli

Organigramma Comitato Provinciale di Torino. Norme di Partecipazione alla gare della stagione 2012/2013

Organigramma Comitato Provinciale di Torino. Norme di Partecipazione alla gare della stagione 2012/2013 Contenuti del presente documento Organigramma Comitato Provinciale di Torino Norme di Partecipazione alla gare della stagione 2012/2013 Via Giordano Bruno, 191 10134 Torino - tel 011 3143890 fax 011 6193848

Dettagli

NORME ATTIVITA' di CORSA IN MONTAGNA 2013

NORME ATTIVITA' di CORSA IN MONTAGNA 2013 NORME ATTIVITA' di CORSA IN MONTAGNA 2013 1. Norme generali per lo svolgimento dei Campionati Federali di Corsa in Montagna a) Le iscrizioni ai Campionati Italiani Individuali e di Società di Corsa in

Dettagli

GRAND PRIX BROGIOLI SPORT - PANATHLON CLUB VARESE 2015

GRAND PRIX BROGIOLI SPORT - PANATHLON CLUB VARESE 2015 Pagina 1 di 10 GRAND PRIX BROGIOLI SPORT - PANATHLON CLUB VARESE 2015 Il premio è rivolto agli atleti appartenenti alle categorie: cadetti/e e allievi/e. Gli atleti concorrenti verranno valutati sia per

Dettagli

Regolamento Campionato Regionale CSI Ginnastica Artistica Consiglio Regionale Lombardo

Regolamento Campionato Regionale CSI Ginnastica Artistica Consiglio Regionale Lombardo Consiglio Regionale Lombardo Dispositivo 8 Campionato Regionale Ginnastica Artistica La manifestazione è aperta ai tesserati C.S.I. per la stagione sportiva 2016-2017 e si articola sulle prove indicate

Dettagli

CRITERI PREMIAZIONE ATTIVITA 2016

CRITERI PREMIAZIONE ATTIVITA 2016 CRITERI PREMIAZIONE ATTIVITA 2016 PREMIAZIONE DI SOCIETA Verranno premiate per l attività svolta nell anno 2016 le Società regolarmente affiliate che si classificheranno secondo lo schema seguente: SETTORE

Dettagli

CAMPIONATO REGIONALE DI ATLETICA LEGGERA 2017 MODALITÀ PROVVISORIE

CAMPIONATO REGIONALE DI ATLETICA LEGGERA 2017 MODALITÀ PROVVISORIE CAMPIONATO REGIONALE DI ATLETICA LEGGERA 2017 MODALITÀ PROVVISORIE Il Campionato è articolato in 6 prove: 3 prove di Corsa Campestre 2 prove di Corsa su Strada 1 prova su Pista Calendario : 29 gennaio

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA SPORT INVERNALI. Regolamento Coppa Italia, Campionati Italiani, Criterium Under 14 e 16 di skiroll e granfondo di skiroll

FEDERAZIONE ITALIANA SPORT INVERNALI. Regolamento Coppa Italia, Campionati Italiani, Criterium Under 14 e 16 di skiroll e granfondo di skiroll FEDERAZIONE ITALIANA SPORT INVERNALI Regolamento Coppa Italia, Campionati Italiani, Criterium Under 14 e 16 di skiroll e granfondo di skiroll Stagione agonistica 2017 Premesse Il presente regolamento integra

Dettagli

Campionati Provinciali Triestini di Sci 2016

Campionati Provinciali Triestini di Sci 2016 Campionati Provinciali Triestini di Sci 2016 Forni di Sopra, 12 e 13 marzo 2016 ALBO D ORO CAMPIONI TRIESTINI SCI ALPINO 1983 NORDIO Druso SKERK Akessandra 1984 FERLUGA Massimiliano ZOCH Cristina 1985

Dettagli

TROFEO CONI CANOA-KAYAK 2016 Regolamento Tecnico:

TROFEO CONI CANOA-KAYAK 2016 Regolamento Tecnico: TROFEO CONI CANOA-KAYAK 2016 Regolamento Tecnico: Seguendo le linee guida del Trofeo CONI Nazionale 2016, si stila il regolamento tecnico della Federcanoa, al quale si dovranno attenere tutti i Comitati/Delegazioni

Dettagli