LE FEDELTÀ 5 09/12/14 11:12

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LE FEDELTÀ 5 09/12/14 11:12"

Transcript

1 LE FEDELTÀ

2 Non voglio invecchiare. Non voglio che mi compaiano chiazze marroni sulle mani, non voglio avere il naso che cola senza accorgermene, non voglio chiedere al mio interlocutore di ripetere quello che ha appena detto mettendomi la mano a conchiglia dietro l orecchio per fare da cassa di risonanza. Non voglio dimenticare il nome di una città in cui sono stato, non voglio che mi tiri di meno, non voglio che mi lascino il posto in autobus anche se a me capita di farlo, anche se dico a mia figlia di farlo. Non voglio pensare alla morte con serenità. Ho cinquantaquattro anni e, da un anno, tradisco mia moglie con un altra donna, più giovane di me, una giovane donna che ha ventitré anni meno di me. Vorrei che avessero torto, quelli che penseranno: E allora? Sono cose che capitano dopo diciannove anni di matrimonio. Quelli che simpatizzeranno con me perché ci sono già passati, quelli che azzarderanno una spiegazione sociologica. Vorrei impedirgli di fare il calcolo: Quanti anni avrai, quando lei ne compirà trentasette? Vorrei che avessero torto, quelli che ci guardano un po troppo a lungo per strada, al parco, al ristorante. Quelli che mi rivolgono un sorriso complice e virile come se fossi al volante di una bella automobile. Non mi stupirebbe 7

3 se, uno di questi giorni, ricevessi una amichevole pacca sulla schiena. Che aspetto ha l amante di un uomo sposato? È bella, è giovane, è un tantino volgare. Ha un insaziabile appetito sessuale. È fragile e ha poca fiducia in se stessa. Non vuole impegnarsi, le fa comodo stare con un uomo sposato. Adesso ho un radar, capto in mezzo alle conversazioni, al bar o durante una cena, tutto ciò che avrei potuto dire anch io, prima. È diventata un ossessione, tutte le coppie che guardo sono illegittime. Se vedo un uomo baciare appassionatamente una donna, in aereo, penso: Non è tua moglie. Osservo le coppie abbracciarsi sulla banchina del metrò, la sera tardi. Quei due sono l uno tra le braccia dell altra da troppo tempo perché non ci sia sotto qualcosa di losco. Immagino i loro rispettivi coniugi. Non amo la parola amante. La associo alla voce nasale dei miei compagni di classe alle elementari.* Ho una amante, ho una storia, sono infedele. Me lo ripeto mentalmente più volte al giorno per convincermene. Ho l impressione di pensare al posto di un altro uomo. * In francese maîtresse significa sia amante che maestra. 8

4 La mattina mi sveglio accanto a lei e la prima cosa che vedo, che spunta dal piumone in tessuto grezzo, è la sua spalla. Si solleva al ritmo del suo respiro. Seguo il suo braccio con lo sguardo, il gomito, l avambraccio coperto da una leggera peluria bionda, il polso, le vene azzurrine che le solcano la mano, le dita abbandonate sul materasso. Mi stringo a lei, il suo corpo è caldo. Sento la sua schiena contro il mio ventre, cerco la sua nuca, i suoi capelli mi fanno il solletico. Sento il suo alito nel cotone del cuscino ed è bello, è bello svegliarmi accanto a lei e al suo odore. Mi viene duro. L odore di Alix, l ho identificato, è un misto del suo odore e del mio desiderio. Dopo diversi giorni senza vederci, quando la ritrovo è quello a colpirmi, il suo odore e come ho potuto farne a meno. Ho respirato il suo corpo, dagli alluci fino alla radice dei capelli, non ho saltato una sola particella di pelle. Capita che, durante la giornata, inaspettatamente, al ristorante o al lavoro, in un ascensore, e perfino a Marsiglia, una ventata di Alix mi investa il volto. Il suo odore è attorno a me e ciò mi rende felice perché non è un ricordo. Posso toccarla e prenderla tra le braccia. Ho già affondato il viso in una delle sue camicette, come una donnicciola. 9

5 Ho anche pensato di rubarle una T-shirt dal cesto della biancheria. Non l ho fatto perché, nella mia situazione, anche una T shirt bianca è complicato. Tutte le mie sensazioni accanto ad Alix sono al tempo stesso nuove e familiari. Non ci ho messo molto a individuare i miei sintomi, gioendone: fifa, mal di pancia, inappetenza, euforia. Cammino per strada e mi sembra di farlo al rallentatore, mi deconcentro facilmente. In metropolitana, sono tutti belli. Ogni cosa mi emoziona, perfino quella pubblicità dell Air France che danno al cinema, dove una donna volteggia con le braccia attorno al collo di un uomo su un aria d opera. Mi sono rimesso a fare jogging al mattino ascoltando musica, e mentre corro faccio un mucchio di progetti, per la giornata o per il futuro, e sogni a occhi aperti di cui sono l eroe. Alix è giovane e i suoi seni sono giovani e i suoi capezzoli, piccoli, e le sue natiche sono giovani e la sua pelle è bianca, così bianca che a volte ho l impressione di essere il primo a toccarla, e il suo sesso è giovane, e la pelle del suo sesso, delicata, e il suo ventre è giovane e il suo collo è giovane e le sue cosce sono sode e le sue ginocchia lisce e tutto è morbido, tutto, ed è così sorprendente che si possa desiderare quel giovane corpo? Amo la macchiolina marrone di caffè sul suo canino che si gratta via al mattino e riappare la sera e la vena azzurra simile a una collana lungo le sue scapole. A lei dico: «Amo il tuo corpo», perché non ho il diritto di dire altro. Allora ripeto: «Ti desidero.» 10

6 È al mattino che mi sento più coraggioso. Le buone decisioni le prendo al mattino, qualche minuto prima che squilli la sveglia. Mi sono alzato con un sapore d aglio in bocca e gli occhi secchi. Facendo molto piano, per non svegliare mia moglie, sono uscito dalla nostra stanza. Ho preparato un caffè e sono entrato nel mio studio come alcuni entrano in chiesa, per prendere una decisione. Seduto su una sedia, fisso le chiazze di luce gialla che le tapparelle lasciano filtrare. Fuori, i lampioni sfrigolano e sento già alcune macchine. Al loro passaggio, i riflessi dei fari tingono le pareti di un colore inquietante. Sulla scrivania di fronte a me c è un libro di geografia aperto. È qui che mia figlia fa i compiti quando io non ci sono. Le piace mettersi sulle spalle il mio pesante cardigan che lascio appoggiato sul divano. Ha i gomiti bucati e non lo lavo da un pezzo. Lo studio, era affinché passassi più tempo a Marsiglia. Quando abbiamo comprato la casa, mia moglie inizialmente in quella stanza aveva pensato di farci una sala per i giochi. L idea dello studio l ho avuta io, mi dicevo che avrei potuto lavorarci un giorno alla settimana, il lunedì per esempio. 11

7 D estate è la stanza più fresca, così faccio il pisolino sul divano. Se ho voglia di isolarmi, vengo a guardare un film sul mio computer. Di tanto in tanto fumo una sigaretta sul balcone, ma ho lasciato il pacchetto giù in salotto, sulla libreria, accanto al mio cellulare. Devo telefonare ad Alix, gliel ho promesso. Non so ancora cosa le dirò ma ho voglia di sentire la sua voce anche se è triste e arrabbiata con me. Partiamo a mezzogiorno. Andiamo a New York per festeggiare Natale e Capodanno in famiglia, l abbiamo deciso da mesi. Ho il terrore di perdermi. In macchina, non mi piace guidare senza sapere dove vado. Preferisco fermarmi e consultare una mappa, oppure chiedere la strada a qualcuno e fargli ripetere le indicazioni finché non sono sicuro dell itinerario da seguire. Percorrere la strada giusta e fare le scelte giuste. Quanto tempo mi resta, prima che mia moglie e mia figlia si sveglino? 12

8 Vorrei essere già a New York e ammirare la vista dalla nostra stanza d albergo. Non dovermi sorbire le code in attesa all aeroporto, la vaschetta del pranzo e la dogana. Il jet lag. Mi immagino laggiù al bar dell hotel, in una poltrona club in pelle, accanto al fuoco di un caminetto, un cameriere che prende la mia ordinazione con l entusiasmo di un amico, oppure mentre cammino nella neve a Central Park nel tardo pomeriggio quando la luce si affievolisce, con il freddo che sferza le guance, stimola l appetito e mette di buonumore. Devo alzarmi e uscire dallo studio. Una volta in movimento, non mi fermerò più. E forse a New York Alix non mi mancherà. Segretamente, un po ci conto. Potremmo prendere lo slancio come su un trampolino. Diradando i nostri messaggini e le nostre e mail, telefonandoci di meno. Mi abituerò, e lei anche, a non vederla più. In fin dei conti non sarà così difficile. A Parigi, tornerò all albergo e la receptionist sarà contenta di vedermi, mi farò dei bagni e approfitterò del servizio in camera. Cenerò con degli amici che non vedo da molto tempo, passeremo una bella serata e ci chiederemo perché non lo facciamo più spesso con tutto il tempo che trascorro a Parigi. Gli dirò di venire a trovarci a Marsiglia e mostrerò delle foto di mia figlia. * 13

9 E se mentre sono via Alix incontrasse qualcuno? Un uomo sui trentacinque, quarant anni, un tipo a posto perché si tratta di lei. O forse un po più vecchio, un uomo di quarantacinque o cinquant anni, un uomo appena più giovane di me ma che non va più d accordo con la moglie, sono separati, i suoi figli sono grandi, vanno all università e la moglie lavora. Posso vederli passeggiare per strada, lui ha posato la mano sulla spalla di Alix. Sembra fiero di camminarle accanto. È un bell uomo, soprattutto molto elegante. Indossa un abito grigio, una camicia bianca senza cravatta, un giaccone nero, e ha una sciarpa nera annodata attorno al collo. Anche se fa freddo non porta i guanti, e all anulare sinistro non ha più la fede. È il colmo ma sono geloso di quell uomo e vorrei picchiarlo. Afferrarlo per i capelli e per la sciarpa nera, sbattergli la faccia contro un muro di pietra. Mollargli un pugno sul naso, sentire le sue ossa spezzarsi sotto le mie falangi e tanto meglio se mi faccio male. Alix lo incontrerà nell ambito del suo lavoro, o a una cena da amici. Sarà seduto a capotavola e rimarrà subito affascinato. Tra le conversazioni e i bicchieri di vino, si scambieranno sguardi e sorrisi. A fine serata, le proporrà di accompagnarla a casa in taxi, anche se non è di strada. Chiamerà un auto, una Mercedes, con il numero di un servizio speciale pagato dalla sua società, che arriverà qualche minuto dopo che avrà riagganciato. Tutto è così semplice con lui. Quando il taxi si fermerà, nelle vie di Parigi illuminate dalle decorazioni natalizie, la farà ridere e penserà che è fatta. Aspetterà qualche giorno prima di mandare un e mail al loro comune amico, quello che ha organizzato la cena dove si sono incontrati, per chiedergli il numero di telefono di Alix. La inviterà in un ottimo ristorante. Per tutta la sera avrà voglia di baciarla. Non si capaciterà che una ragazza come lei alla sua età sia ancora single. Sarà perfino un po diffidente, si 14

10 chiederà perché altri non l abbiano voluta e le farà un sacco di domande. Lei non parlerà di me, né della mia situazione complicata. Uscendo dal ristorante, lui le proporrà di fare due passi e, siccome Alix accetterà, sapranno entrambi che quella notte la passeranno insieme. Aspetterà un po prima di baciarla, è tutto così bello. Mentre cammineranno in silenzio sul lungosenna, avrà dei pensieri stravaganti, si dirà: È lei che non voleva nessuno. Mi aspettava! Baciandola, chiuderà gli occhi e troverà che l anno comincia veramente bene, senza sospettare che lo deve un po anche a me. 15

11

12 Di solito non collego gli avvenimenti gli uni agli altri. Mio padre ha avuto una ricaduta un anno fa. Poco dopo si è trasferito da noi, a Marsiglia. Quando non è in ospedale, dorme nella camera degli ospiti, accanto alla nostra. Abbiamo dovuto comprare un letto speciale, ci ha pensato mia moglie. Pare che gli addetti alla consegna abbiano fatto molta fatica a trasportarlo al piano di sopra. Mio padre morirà e non ha voglia di morire. Dice: «Vorrei che durasse ancora un po.» È stata mia moglie a proporre che venisse a vivere a casa nostra. Quando non ci sono, vale a dire dal lunedì sera al venerdì sera e, da alcuni mesi, nei weekend in cui riesco a fare in modo di restare a Parigi insieme ad Alix, so che mio padre cena alle diciannove con mia moglie e mia figlia, so che accompagna mia moglie al mercato il mercoledì mattina, so che, se non c è troppo vento, il pomeriggio fanno una passeggiata sul lungomare, so che mia moglie accoglie l infermiera il lunedì e il giovedì, che è lei ad andare in farmacia e a chiamarmi tutte le sere per chiedermi com è stata la mia giornata e raccontarmi le novità. Prima di riagganciare, mi manda un bacio e io ricambio. La mia storia con Alix e la malattia di mio padre si sono aggrovigliate. 17

13 Da piccolo, quando mi ferivo o avevo sangue dal naso, correvo nel bagno dei miei genitori per guardarmi allo specchio in punta di piedi. Di fronte al mio riflesso, sostenevo il mio sguardo il più a lungo possibile mentre il sangue colava. Oggi, quando incrocio la mia immagine nello specchio del bagno lavandomi le mani, non provo vergogna. Non mi compatisco. 18

14 Accendendo la lampada della scrivania, sono stato sorpreso di vedere il mio viso apparire sulla portafinestra di fronte a me. Non sapevo di avere delle borse sotto gli occhi. Ho un aria da vecchio e sono un po curvo. Spengo. Preferisco la penombra della casa addormentata. Stilo l elenco di tutto ciò che non farò più con Alix. Non vederla e non toccarla più, non farla più ridere, non dirmi più: «Questa gliela devo raccontare» o «Questo le piacerà», non guardare più il telefono per controllare se ha cercato di chiamarmi o se mi ha mandato un messaggino o una foto, non leggere più le sue e mail, che scrive come fossero lettere, non scendere più alla sua fermata del metrò, non scegliere più i film che vado a vedere senza di lei in funzione di quelli che voglio vedere insieme a lei, non rispondere più «sì» alla voce femminile della segreteria dei radiotaxi che mi propone automaticamente il suo indirizzo quando prenoto un auto. Allora vedo tutto il dolore, ancora abbastanza lontano, a un centinaio di metri, mi si avventa contro, come un onda, e io abbasso la testa e vedo il mio corpo e mi dico che non c è abbastanza spazio, anche se sono alto 1,82 e peso 90 chili, non c è abbastanza spazio tra le mie spalle per ricevere quell onda. Non posso lasciare Alix, non voglio dirle: «È finita», e non voglio che me lo dica lei. 19

15 Ho già provato a immaginare la scena e non ci riesco fino in fondo. Per via dell onda e delle parole. Le parole che si usano per rompere, abbassando un po la voce. Vengono cercate e scelte con cautela per fare meno male possibile, e più sono imballate per attutire i colpi, come un bicchiere avvolto nella plastica con le bolle, più feriscono. Mi ricordo di quella ragazza, Annie, ero molto innamorato di Annie. Abbiamo avuto una storiella all università, breve. Una sera in un bar, lei mi ha detto: «Non intendo accompagnarti oltre», e siccome avevo bevuto parecchio, di sicuro perché me lo aspettavo, ho riso. Mentre lei parlava, io ci immaginavo entrambi in un autobus strapieno, con lei che preme il bottone rosso e mi dice: «Scendo alla prossima fermata.» Oppure Annie e io su un sentiero di montagna, ciascuno con un grosso zaino in spalla, di quelli che si trovano nei negozi di articoli sportivi, con le cinghie nere che si agganciano sulla pancia, e a una biforcazione, davanti a delle frecce di legno, Annie che mi dice: «Io prendo quel sentiero lì.» Ci avevo immaginati in un mucchio di situazioni in cui Annie avrebbe potuto pronunciare quelle parole maldestre e crudeli: «Non intendo accompagnarti oltre.» «Non intendo accompagnarti oltre» o «Non posso accompagnarti oltre»? Non me lo ricordo più. Quando le ho annunciato che, per Natale e Capodanno, mia moglie, mia figlia, mio padre e io saremmo andati a New York, all inizio Alix si è trattenuta e poi ha pianto. C era già la prospettiva del Natale. Le feste sono tappe importanti, come le decine per gli anniversari. Siccome non sapevo come metterla per far soffrire Alix il meno possibile, gliel ho detto subito entrando a casa sua. 20

16 Quella domenica sera l aereo era un po in ritardo, sono arrivato nel suo appartamento alle otto passate. Mi sono tolto il cappotto e ho acceso una sigaretta, poi le ho gettato addosso l informazione come si lancia un frisbee: «Per Natale e Capodanno, vado con mia moglie e mia figlia quindici giorni a New York.» Alix ha chiesto: «Chi si occuperà di tuo padre?» Si è alzata per mettere sul fuoco l acqua della pasta, e io le ho risposto che veniva con noi. È stato lungo, credevo che la pentola non si sarebbe mai riempita. Quando è venuta a sedersi accanto a me, con due bicchieri di vino, piangeva. L ho presa tra le braccia e l ho stretta più forte che potevo per consolarla e consolarmi. Abbiamo fatto l amore senza cenare, sono rimasto a lungo dentro di lei. Alix dimentica che sono sposato mentre facciamo l amore? In quale momento le torna in mente? Perché non mi lascia lei quando le annuncio una notizia come New York? Magari ha stabilito una data nella sua testa, una deadline come per la consegna di un lavoro. Forse all inizio del mese di gennaio. Sarà un anno esatto che stiamo insieme. Alix spera che questo viaggio a New York sarà un fiasco: pioverà ininterrottamente e litigherò molto con mia moglie. Lontano da lei, mi renderò conto che non posso vivere senza di lei. Se, all inizio dell anno prossimo, non sarà cambiato nulla, Alix mi darà un ultimatum: «Non possiamo più continuare così.» È per questo che non dice niente. Non una parola su New York, non una parola su di noi, non una parola su mia moglie, né su mio padre che abita da me. Alix sopporta con pazienza. 21

17 Di notte, in cucina, quando tutti dormono, mi esercito. Seduto a tavola davanti a un bicchiere di vino rosso, spingo da parte le stoviglie della colazione e immagino Alix sulla sedia di fronte, al posto che occupa mia figlia quando mangiamo. Alix dice: «Mi dispiace.» Dice che non ce la fa più, che se il tempo passa per me, passa anche per lei. Ripete: «Ho voglia di costruire», parla di orizzonte, dei figli che le piacerebbe avere con me, ed è in quel momento che io di solito mi accendo una sigaretta. Mi dice che ha paura, che l idea che io divida il letto con un altra donna, anche undici notti al mese, le è diventata insopportabile, mi dice che comincia ad avercela con me, e io resto ben dritto sulla sedia, gonfio il petto come un uomo, e cerco di rispondere: «Capisco», perché io capisco, ma ho un groppo in gola e l aria non passa più, né la saliva, né il fumo della sigaretta. Allora scaccio Alix dalla mia cucina e spero che questa scena non avrà luogo, e forse è per questo che la recito, perché niente si verifica mai come l avevamo previsto, o comunque più avanti, molto più avanti. Dopo quel genere di seduta, sono esausto. Passo la spugna sul tavolo per togliere la cenere di sigaretta caduta accanto al portacenere, sciacquo il mio bicchiere e salgo in camera. Mia moglie è a letto, ha lasciato la luce accesa dalla mia 23

18 parte. Lo sente che c è qualcosa che non va, pensa che c entri mio padre o forse lo sa, ha capito tutto. Mi stendo su un fianco, in posizione fetale. Le volto le spalle, spengo la lampada sul comodino e, al buio, nel letto, cercando la mia mano, mia moglie sussurra: «Sono qui.» Allora le stringo la mano, fortissimo. 24

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

IRINA E GIOVANNI. La giornata di Irina

IRINA E GIOVANNI. La giornata di Irina IRINA E GIOVANNI La giornata di Irina La mia sveglia suona sempre alle 7.00 del mattino: mi alzo, vado in bagno e mi lavo, mi vesto, faccio colazione e alle 8.00 esco di casa per andare a scuola. Spesso

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 12 AL NEGOZIO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 AL NEGOZIO DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Posso aiutarla? B- Ma,

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Bambini. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Bambini. Università per Stranieri di Siena. Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla

Dettagli

Il coraggio di cambiare ciò che non era

Il coraggio di cambiare ciò che non era Il coraggio di cambiare ciò che non era Riccobono Stefania IL CORAGGIO DI CAMBIARE CIÒ CHE NON ERA racconto Alle persone che amo... con immenso amore. Prologo arrivo a New York, Luglio Una calda mattina

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

Indice. Pasta per due... pag. 5. Scheda culturale - Le carte... pag. 42. Esercizi... pag. 45. Soluzioni degli esercizi... pag. 63

Indice. Pasta per due... pag. 5. Scheda culturale - Le carte... pag. 42. Esercizi... pag. 45. Soluzioni degli esercizi... pag. 63 Indice Pasta per due... pag. 5 Scheda culturale - Le carte... pag. 42 Esercizi... pag. 45 Soluzioni degli esercizi... pag. 63 Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma.

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Ti racconto attraverso i colori

Ti racconto attraverso i colori Ti racconto attraverso i colori Report del viaggio a Valcea Ocnele Mari Copacelu INVERNO 2013 "Reale beatitudine Libero vuol dire vivere desiderando casa protetta Libertà è tenere persone accanto libere

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini:

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 1 1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 2 Adesso guarda il video della canzone e verifica le tue risposte. 2. Prova a rispondere alle domande adesso: Dove si sono incontrati? Perché

Dettagli

Sean e le na Storia per la Buona Notte Scarpe Luccicose

Sean e le na Storia per la Buona Notte Scarpe Luccicose Sean e le Una Storia per la Buona Notte Scarpe Luccicose da Drynites Sean e le Scarpe Luccicose Sean era così timido che quando arrivava il postino a consegnargli una lettera, era troppo timido per salutare.

Dettagli

Indice analitico. Il tempo e i numeri

Indice analitico. Il tempo e i numeri Indice analitico Il tempo e i numeri Esercizio 1 e 2 Il lunedì il parrucchiere è chiuso Il martedì faccio la spesa Il mercoledì accompagno i bambini in piscina Il giovedì c è mercato Al venerdì vado alla

Dettagli

VENGO ANCH IO CONDIVIDERE LA MALATTIA E LE CURE CON I FIGLI. Dott.ssa Lucia Montesi Psicologa Psicoterapeuta U.O. Oncologia Area Vasta 3, Macerata

VENGO ANCH IO CONDIVIDERE LA MALATTIA E LE CURE CON I FIGLI. Dott.ssa Lucia Montesi Psicologa Psicoterapeuta U.O. Oncologia Area Vasta 3, Macerata VENGO ANCH IO CONDIVIDERE LA MALATTIA E LE CURE CON I FIGLI I BENEFICI DELLA COMUNICAZIONE IN FAMIGLIA Dott.ssa Lucia Montesi Psicologa Psicoterapeuta U.O. Oncologia Area Vasta 3, Macerata FORMATO FAMIGLIA

Dettagli

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2 Scuola media di Giornico L affettività e la sessualità, tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio Progetto sostenuto dal GLES 2 Dai sensi all azione Sensi Sensazioni Emozioni Sentimenti

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1 Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ Completa con gli articoli (il, lo, la, l, i, gli, le) TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 30 gennaio

Dettagli

200 Opportunities to Discover ITALIAN. www.second-language-now.com

200 Opportunities to Discover ITALIAN. www.second-language-now.com BASIC QUESTIONS 200 Opportunities to Discover ITALIAN Basic Questions Italian INDICE 1. SEI CAPACE DI?...3 2. TI PIACE?...4 3. COME?...5 4. QUANDO?...6 5. CHE?...7 6. COSA?...8 7. QUALE?...9 8. QUANTO?...10

Dettagli

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de Nome: Telefono: Data: Kurs- und Zeitwunsch: 1. Ugo è a. italiano b. da Italia c. di Italia d. della Italia 3. Finiamo esercizio. a. il b. lo c. gli d. l 5. Ugo e Pia molto. a. non parlano b. non parlare

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE 72 Lucia non lo sa Claudia Claudia Come? Avete fatto conoscenza in ascensore? Non ti credo. Eppure devi credermi, perché è la verità. E quando? Un ora fa.

Dettagli

Io/tu/lei/lui noi voi loro

Io/tu/lei/lui noi voi loro CONGIUNTIVO PARTE 1 I verbi regolari. Completa la tabella: comprare finire mettere prendere mangiare aprire chiudere partire parlare cantare scrivere trovare vivere cercare dormire preferire abitare capire

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA C A N I D A S S I S T E N Z A F I D E S LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA r Mirjam Spinnler e Bayou Caro Bayou, che cosa farei senza di te? Con te la mia vita è più semplice, allegra e colorata.

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

NONA LEZIONE L AUTOSTOP

NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE 96 L autostop Scendi pure tu dalla macchina? Devo spingere anch io? Sì, se vuoi. Ma scusa, quanto è distante il distributore di benzina? Non lo so qualche chilometro.

Dettagli

Io l ho risolta. dritte di conciliazione da genitore a genitore

Io l ho risolta. dritte di conciliazione da genitore a genitore Io l ho risolta così dritte di conciliazione da genitore a genitore La fretta e l ansia già di prima mattina Il problema: essere di corsa, e in ritardo, già alle otto di mattina. Sveglia alle 7.30, mezz

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

Traduzione di Maria Pia Secciani

Traduzione di Maria Pia Secciani Julie Sternberg si è specializzata in letteratura per l infanzia alla scuola di scrittura di New York. Per questo suo primo romanzo ha ricevuto recensioni entusiastiche per la scrittura fresca e immediata.

Dettagli

AmiciziA, Amore, sesso: parliamone Adesso

AmiciziA, Amore, sesso: parliamone Adesso Anna Contardi e Monica Berarducci Aipd Associazione italiana persone down AmiciziA, Amore, sesso: parliamone Adesso imparare A conoscere se stessi, Gli AlTri, le proprie emozioni collana Laboratori per

Dettagli

0. (Esempio) - Vorrei un caffè e un cornetto con la marmellata. - Il caffè macchiato? - Sì grazie, macchiato con latte freddo. - Subito.

0. (Esempio) - Vorrei un caffè e un cornetto con la marmellata. - Il caffè macchiato? - Sì grazie, macchiato con latte freddo. - Subito. Ascolto - Prova n.1 Trascrizione del brano fatto ascoltare 0. (Esempio) - Vorrei un caffè e un cornetto con la marmellata. - Il caffè macchiato? - Sì grazie, macchiato con latte freddo. - Subito. 1. -

Dettagli

Scegliete la risposta che corrisponde maggiormente a ciò che voi fareste nella situazione descritta.

Scegliete la risposta che corrisponde maggiormente a ciò che voi fareste nella situazione descritta. Cognome : Nome: Data : Istruzioni Sono state elaborate sotto forma di questionario a scelta multipla alcune tipiche situazioni professionali dell assistenza domiciliare. Vengono proposte tre situazioni

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Esercizi il condizionale

Esercizi il condizionale Esercizi il condizionale 1. Completare secondo il modello: Io andare in montagna. Andrei in montagna. 1. Io fare quattro passi. 2. Loro venire da noi. 3. Lui prendere un caffè 4. Tu dare una mano 5. Noi

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto.

LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto. LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto. Attività: ascolto di un racconto. La bambola diversa Lettura dell insegnante

Dettagli

Aggettivi possessivi

Aggettivi possessivi mio, mia, miei, mie tuo, tua, tuoi, tue suo, sua, suoi, sue nostro, nostra, nostri, nostre vostro, vostra, vostri, vostre loro, loro, loro, loro Aggettivi possessivi L'aggettivo possessivo è sempre preceduto

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

Test di Ingresso. Italiano classi prime

Test di Ingresso. Italiano classi prime Test di Ingresso Italiano classi prime 1. Inserisci nella frase il termine corretto: da, dà, da a. Ho fatto una lunga camminata casa al mare b. Non mi mai la mano c. il vestito a tua sorella 2. In quale

Dettagli

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Classi 3-5 II Livello SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Motivazione: una buona capacità comunicativa interpersonale trova il suo punto di partenza nel semplice parlare e ascoltare

Dettagli

il piacere muoversi non ha età Progetto Integrato per la Promozione della Salute nella Popolazione adulta e anziana

il piacere muoversi non ha età Progetto Integrato per la Promozione della Salute nella Popolazione adulta e anziana il piacere di muoversi non ha età Progetto Integrato per la Promozione della Salute nella Popolazione adulta e anziana Muoviti per la salute Scienziati, medici ed esperti di problemi legati all età anziana

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto - Prova n.1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento.

Dettagli

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso.

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Anna Contardi Ass.Italiana Persone Down www.aipd.it Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Esperienze di educazione sessuale per adolescenti con disabilità intellettiva Premessa Esisteun diritto alla

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N. 3 LA SCUOLA CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno, sono

Dettagli

un tubicino che gli entrava nell'ombelico.

un tubicino che gli entrava nell'ombelico. Un altro Miracolo Quel bimbo non aveva un nome né sapeva se era un maschietto o una femminuccia. Inoltre non riusciva a vedere, non poteva parlare, non poteva camminare né giocare. Riusciva a muoversi

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo bambini

Livello CILS A1 Modulo bambini Livello CILS A1 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai?

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai? TEMPO LIBERO Venite tutti a casa mia Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Ho molti CD di musica ska; tanti di musica punk-rock, pochi invece di altri generi. Per me la musica ska è la più divertente

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Ristorante "Il Rusticone, Bienne

Ristorante Il Rusticone, Bienne Ristorante "Il Rusticone, Bienne Il datore di lavoro Salvatore Trovato È stata una coincidenza felice: quando M. mi ha proposto di lavorare da me al ristorante "Rusticone", stavo giusto cercando un nuovo

Dettagli

In classe è arrivato da due settimane Adriatik, un ragazzo albanese. Alcuni compagni fanno con lui un giro per la città.

In classe è arrivato da due settimane Adriatik, un ragazzo albanese. Alcuni compagni fanno con lui un giro per la città. IN GIRO PER LA CITTÀ In classe è arrivato da due settimane Adriatik, un ragazzo albanese. Alcuni compagni fanno con lui un giro per la città. Allora, ragazzi, ci incontriamo oggi pomeriggio alle 3.00 in

Dettagli

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene Una parola sola è come muta Pensiamo le parole: una a una, una parola sola è come muta, ombra d assenza, eco di silenzio. Anche quando è nobile, un nome, la parola assoluta di qualcuno, se è sola, si affanna,

Dettagli

Come si fa a stare bene insieme?

Come si fa a stare bene insieme? Come si fa a stare bene insieme? Stare insieme è bello. Alle volte per noi bambini è difficile. Abbiamo intrapreso questo viaggio alla scoperta di un modo migliore per vivere a scuola e non solo. Progetto

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

La storia di Quim....ovvero, per sapere qualcosa di più sulla bassa statura... Mònica Peitx Triay

La storia di Quim....ovvero, per sapere qualcosa di più sulla bassa statura... Mònica Peitx Triay La storia di Quim...ovvero, per sapere qualcosa di più sulla bassa statura... Mònica Peitx Triay Editorial Glosa, S.L. Avinguda de Francesc Cambò, 21 V Piano 08003 Barcellona Telefono: 932 684946 / 932

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto Indice Cominciamo 7 La curiosità di Alice 9 Un po di imbarazzo 25 Innamorarsi 43 Fare l amore 55 Concepimento 71 Gravidanza 83 La nascita 95 Il nostro corpo: le donne 111 Il nostro corpo: gli uomini 127

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre.

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Contro i miei occhi È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone

Dettagli

Un compleanno speciale

Un compleanno speciale Testo teatrale ideato dalla classe 5D Un compleanno speciale ATTO UNICO Sceneggiatura a cura di Monica Maglione. Coreografia: Elisa Cattaneo / Alessandro Riela. Musiche: Papi, Sexy Back. Narratore: Davide

Dettagli

AL CENTRO COMMERCIALE

AL CENTRO COMMERCIALE AL CENTRO COMMERCIALE Ciao Michele, come va? Che cosa? Ciao Omar, anche tu sei qua? Sì, sono con Sara e Fatima: facciamo un giro per vedere e, forse, comprare qualcosa E dove sono? Voglio regalare un CD

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

Mio figlio ha ricevuto in

Mio figlio ha ricevuto in Appunti di una Lego terapia Mio figlio ha ricevuto in regalo per i suoi 5 anni la casetta Lego. Consiglio di acquistarlo per le sue potenzialità psicopedagogiche. Il piccolo G. ha subito proiettato se

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

LA MIA CASA LIVELLO 3

LA MIA CASA LIVELLO 3 LA MIA CASA LIVELLO 3 Education Department Italian Consulate in London 1 Osserva le vignette. Poi ascolta. Leggi la descrizione e riconosci la casa di Luca fra i 4 disegni. Nel mio appartamento ci sono

Dettagli

17 2. Un incontro inconsueto Non ho avuto un vero padre: sono figlio illegittimo...

17 2. Un incontro inconsueto Non ho avuto un vero padre: sono figlio illegittimo... INDICE PARTE PRIMA 9 1, I1 compleanno di un pater familias soddisfatto Pastifcio e famiglia, le sue passioni! 17 2. Un incontro inconsueto Non ho avuto un vero padre: sono figlio illegittimo... 22 3. Torrenuova

Dettagli