LE FEDELTÀ 5 09/12/14 11:12

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LE FEDELTÀ 5 09/12/14 11:12"

Transcript

1 LE FEDELTÀ

2 Non voglio invecchiare. Non voglio che mi compaiano chiazze marroni sulle mani, non voglio avere il naso che cola senza accorgermene, non voglio chiedere al mio interlocutore di ripetere quello che ha appena detto mettendomi la mano a conchiglia dietro l orecchio per fare da cassa di risonanza. Non voglio dimenticare il nome di una città in cui sono stato, non voglio che mi tiri di meno, non voglio che mi lascino il posto in autobus anche se a me capita di farlo, anche se dico a mia figlia di farlo. Non voglio pensare alla morte con serenità. Ho cinquantaquattro anni e, da un anno, tradisco mia moglie con un altra donna, più giovane di me, una giovane donna che ha ventitré anni meno di me. Vorrei che avessero torto, quelli che penseranno: E allora? Sono cose che capitano dopo diciannove anni di matrimonio. Quelli che simpatizzeranno con me perché ci sono già passati, quelli che azzarderanno una spiegazione sociologica. Vorrei impedirgli di fare il calcolo: Quanti anni avrai, quando lei ne compirà trentasette? Vorrei che avessero torto, quelli che ci guardano un po troppo a lungo per strada, al parco, al ristorante. Quelli che mi rivolgono un sorriso complice e virile come se fossi al volante di una bella automobile. Non mi stupirebbe 7

3 se, uno di questi giorni, ricevessi una amichevole pacca sulla schiena. Che aspetto ha l amante di un uomo sposato? È bella, è giovane, è un tantino volgare. Ha un insaziabile appetito sessuale. È fragile e ha poca fiducia in se stessa. Non vuole impegnarsi, le fa comodo stare con un uomo sposato. Adesso ho un radar, capto in mezzo alle conversazioni, al bar o durante una cena, tutto ciò che avrei potuto dire anch io, prima. È diventata un ossessione, tutte le coppie che guardo sono illegittime. Se vedo un uomo baciare appassionatamente una donna, in aereo, penso: Non è tua moglie. Osservo le coppie abbracciarsi sulla banchina del metrò, la sera tardi. Quei due sono l uno tra le braccia dell altra da troppo tempo perché non ci sia sotto qualcosa di losco. Immagino i loro rispettivi coniugi. Non amo la parola amante. La associo alla voce nasale dei miei compagni di classe alle elementari.* Ho una amante, ho una storia, sono infedele. Me lo ripeto mentalmente più volte al giorno per convincermene. Ho l impressione di pensare al posto di un altro uomo. * In francese maîtresse significa sia amante che maestra. 8

4 La mattina mi sveglio accanto a lei e la prima cosa che vedo, che spunta dal piumone in tessuto grezzo, è la sua spalla. Si solleva al ritmo del suo respiro. Seguo il suo braccio con lo sguardo, il gomito, l avambraccio coperto da una leggera peluria bionda, il polso, le vene azzurrine che le solcano la mano, le dita abbandonate sul materasso. Mi stringo a lei, il suo corpo è caldo. Sento la sua schiena contro il mio ventre, cerco la sua nuca, i suoi capelli mi fanno il solletico. Sento il suo alito nel cotone del cuscino ed è bello, è bello svegliarmi accanto a lei e al suo odore. Mi viene duro. L odore di Alix, l ho identificato, è un misto del suo odore e del mio desiderio. Dopo diversi giorni senza vederci, quando la ritrovo è quello a colpirmi, il suo odore e come ho potuto farne a meno. Ho respirato il suo corpo, dagli alluci fino alla radice dei capelli, non ho saltato una sola particella di pelle. Capita che, durante la giornata, inaspettatamente, al ristorante o al lavoro, in un ascensore, e perfino a Marsiglia, una ventata di Alix mi investa il volto. Il suo odore è attorno a me e ciò mi rende felice perché non è un ricordo. Posso toccarla e prenderla tra le braccia. Ho già affondato il viso in una delle sue camicette, come una donnicciola. 9

5 Ho anche pensato di rubarle una T-shirt dal cesto della biancheria. Non l ho fatto perché, nella mia situazione, anche una T shirt bianca è complicato. Tutte le mie sensazioni accanto ad Alix sono al tempo stesso nuove e familiari. Non ci ho messo molto a individuare i miei sintomi, gioendone: fifa, mal di pancia, inappetenza, euforia. Cammino per strada e mi sembra di farlo al rallentatore, mi deconcentro facilmente. In metropolitana, sono tutti belli. Ogni cosa mi emoziona, perfino quella pubblicità dell Air France che danno al cinema, dove una donna volteggia con le braccia attorno al collo di un uomo su un aria d opera. Mi sono rimesso a fare jogging al mattino ascoltando musica, e mentre corro faccio un mucchio di progetti, per la giornata o per il futuro, e sogni a occhi aperti di cui sono l eroe. Alix è giovane e i suoi seni sono giovani e i suoi capezzoli, piccoli, e le sue natiche sono giovani e la sua pelle è bianca, così bianca che a volte ho l impressione di essere il primo a toccarla, e il suo sesso è giovane, e la pelle del suo sesso, delicata, e il suo ventre è giovane e il suo collo è giovane e le sue cosce sono sode e le sue ginocchia lisce e tutto è morbido, tutto, ed è così sorprendente che si possa desiderare quel giovane corpo? Amo la macchiolina marrone di caffè sul suo canino che si gratta via al mattino e riappare la sera e la vena azzurra simile a una collana lungo le sue scapole. A lei dico: «Amo il tuo corpo», perché non ho il diritto di dire altro. Allora ripeto: «Ti desidero.» 10

6 È al mattino che mi sento più coraggioso. Le buone decisioni le prendo al mattino, qualche minuto prima che squilli la sveglia. Mi sono alzato con un sapore d aglio in bocca e gli occhi secchi. Facendo molto piano, per non svegliare mia moglie, sono uscito dalla nostra stanza. Ho preparato un caffè e sono entrato nel mio studio come alcuni entrano in chiesa, per prendere una decisione. Seduto su una sedia, fisso le chiazze di luce gialla che le tapparelle lasciano filtrare. Fuori, i lampioni sfrigolano e sento già alcune macchine. Al loro passaggio, i riflessi dei fari tingono le pareti di un colore inquietante. Sulla scrivania di fronte a me c è un libro di geografia aperto. È qui che mia figlia fa i compiti quando io non ci sono. Le piace mettersi sulle spalle il mio pesante cardigan che lascio appoggiato sul divano. Ha i gomiti bucati e non lo lavo da un pezzo. Lo studio, era affinché passassi più tempo a Marsiglia. Quando abbiamo comprato la casa, mia moglie inizialmente in quella stanza aveva pensato di farci una sala per i giochi. L idea dello studio l ho avuta io, mi dicevo che avrei potuto lavorarci un giorno alla settimana, il lunedì per esempio. 11

7 D estate è la stanza più fresca, così faccio il pisolino sul divano. Se ho voglia di isolarmi, vengo a guardare un film sul mio computer. Di tanto in tanto fumo una sigaretta sul balcone, ma ho lasciato il pacchetto giù in salotto, sulla libreria, accanto al mio cellulare. Devo telefonare ad Alix, gliel ho promesso. Non so ancora cosa le dirò ma ho voglia di sentire la sua voce anche se è triste e arrabbiata con me. Partiamo a mezzogiorno. Andiamo a New York per festeggiare Natale e Capodanno in famiglia, l abbiamo deciso da mesi. Ho il terrore di perdermi. In macchina, non mi piace guidare senza sapere dove vado. Preferisco fermarmi e consultare una mappa, oppure chiedere la strada a qualcuno e fargli ripetere le indicazioni finché non sono sicuro dell itinerario da seguire. Percorrere la strada giusta e fare le scelte giuste. Quanto tempo mi resta, prima che mia moglie e mia figlia si sveglino? 12

8 Vorrei essere già a New York e ammirare la vista dalla nostra stanza d albergo. Non dovermi sorbire le code in attesa all aeroporto, la vaschetta del pranzo e la dogana. Il jet lag. Mi immagino laggiù al bar dell hotel, in una poltrona club in pelle, accanto al fuoco di un caminetto, un cameriere che prende la mia ordinazione con l entusiasmo di un amico, oppure mentre cammino nella neve a Central Park nel tardo pomeriggio quando la luce si affievolisce, con il freddo che sferza le guance, stimola l appetito e mette di buonumore. Devo alzarmi e uscire dallo studio. Una volta in movimento, non mi fermerò più. E forse a New York Alix non mi mancherà. Segretamente, un po ci conto. Potremmo prendere lo slancio come su un trampolino. Diradando i nostri messaggini e le nostre e mail, telefonandoci di meno. Mi abituerò, e lei anche, a non vederla più. In fin dei conti non sarà così difficile. A Parigi, tornerò all albergo e la receptionist sarà contenta di vedermi, mi farò dei bagni e approfitterò del servizio in camera. Cenerò con degli amici che non vedo da molto tempo, passeremo una bella serata e ci chiederemo perché non lo facciamo più spesso con tutto il tempo che trascorro a Parigi. Gli dirò di venire a trovarci a Marsiglia e mostrerò delle foto di mia figlia. * 13

9 E se mentre sono via Alix incontrasse qualcuno? Un uomo sui trentacinque, quarant anni, un tipo a posto perché si tratta di lei. O forse un po più vecchio, un uomo di quarantacinque o cinquant anni, un uomo appena più giovane di me ma che non va più d accordo con la moglie, sono separati, i suoi figli sono grandi, vanno all università e la moglie lavora. Posso vederli passeggiare per strada, lui ha posato la mano sulla spalla di Alix. Sembra fiero di camminarle accanto. È un bell uomo, soprattutto molto elegante. Indossa un abito grigio, una camicia bianca senza cravatta, un giaccone nero, e ha una sciarpa nera annodata attorno al collo. Anche se fa freddo non porta i guanti, e all anulare sinistro non ha più la fede. È il colmo ma sono geloso di quell uomo e vorrei picchiarlo. Afferrarlo per i capelli e per la sciarpa nera, sbattergli la faccia contro un muro di pietra. Mollargli un pugno sul naso, sentire le sue ossa spezzarsi sotto le mie falangi e tanto meglio se mi faccio male. Alix lo incontrerà nell ambito del suo lavoro, o a una cena da amici. Sarà seduto a capotavola e rimarrà subito affascinato. Tra le conversazioni e i bicchieri di vino, si scambieranno sguardi e sorrisi. A fine serata, le proporrà di accompagnarla a casa in taxi, anche se non è di strada. Chiamerà un auto, una Mercedes, con il numero di un servizio speciale pagato dalla sua società, che arriverà qualche minuto dopo che avrà riagganciato. Tutto è così semplice con lui. Quando il taxi si fermerà, nelle vie di Parigi illuminate dalle decorazioni natalizie, la farà ridere e penserà che è fatta. Aspetterà qualche giorno prima di mandare un e mail al loro comune amico, quello che ha organizzato la cena dove si sono incontrati, per chiedergli il numero di telefono di Alix. La inviterà in un ottimo ristorante. Per tutta la sera avrà voglia di baciarla. Non si capaciterà che una ragazza come lei alla sua età sia ancora single. Sarà perfino un po diffidente, si 14

10 chiederà perché altri non l abbiano voluta e le farà un sacco di domande. Lei non parlerà di me, né della mia situazione complicata. Uscendo dal ristorante, lui le proporrà di fare due passi e, siccome Alix accetterà, sapranno entrambi che quella notte la passeranno insieme. Aspetterà un po prima di baciarla, è tutto così bello. Mentre cammineranno in silenzio sul lungosenna, avrà dei pensieri stravaganti, si dirà: È lei che non voleva nessuno. Mi aspettava! Baciandola, chiuderà gli occhi e troverà che l anno comincia veramente bene, senza sospettare che lo deve un po anche a me. 15

11

12 Di solito non collego gli avvenimenti gli uni agli altri. Mio padre ha avuto una ricaduta un anno fa. Poco dopo si è trasferito da noi, a Marsiglia. Quando non è in ospedale, dorme nella camera degli ospiti, accanto alla nostra. Abbiamo dovuto comprare un letto speciale, ci ha pensato mia moglie. Pare che gli addetti alla consegna abbiano fatto molta fatica a trasportarlo al piano di sopra. Mio padre morirà e non ha voglia di morire. Dice: «Vorrei che durasse ancora un po.» È stata mia moglie a proporre che venisse a vivere a casa nostra. Quando non ci sono, vale a dire dal lunedì sera al venerdì sera e, da alcuni mesi, nei weekend in cui riesco a fare in modo di restare a Parigi insieme ad Alix, so che mio padre cena alle diciannove con mia moglie e mia figlia, so che accompagna mia moglie al mercato il mercoledì mattina, so che, se non c è troppo vento, il pomeriggio fanno una passeggiata sul lungomare, so che mia moglie accoglie l infermiera il lunedì e il giovedì, che è lei ad andare in farmacia e a chiamarmi tutte le sere per chiedermi com è stata la mia giornata e raccontarmi le novità. Prima di riagganciare, mi manda un bacio e io ricambio. La mia storia con Alix e la malattia di mio padre si sono aggrovigliate. 17

13 Da piccolo, quando mi ferivo o avevo sangue dal naso, correvo nel bagno dei miei genitori per guardarmi allo specchio in punta di piedi. Di fronte al mio riflesso, sostenevo il mio sguardo il più a lungo possibile mentre il sangue colava. Oggi, quando incrocio la mia immagine nello specchio del bagno lavandomi le mani, non provo vergogna. Non mi compatisco. 18

14 Accendendo la lampada della scrivania, sono stato sorpreso di vedere il mio viso apparire sulla portafinestra di fronte a me. Non sapevo di avere delle borse sotto gli occhi. Ho un aria da vecchio e sono un po curvo. Spengo. Preferisco la penombra della casa addormentata. Stilo l elenco di tutto ciò che non farò più con Alix. Non vederla e non toccarla più, non farla più ridere, non dirmi più: «Questa gliela devo raccontare» o «Questo le piacerà», non guardare più il telefono per controllare se ha cercato di chiamarmi o se mi ha mandato un messaggino o una foto, non leggere più le sue e mail, che scrive come fossero lettere, non scendere più alla sua fermata del metrò, non scegliere più i film che vado a vedere senza di lei in funzione di quelli che voglio vedere insieme a lei, non rispondere più «sì» alla voce femminile della segreteria dei radiotaxi che mi propone automaticamente il suo indirizzo quando prenoto un auto. Allora vedo tutto il dolore, ancora abbastanza lontano, a un centinaio di metri, mi si avventa contro, come un onda, e io abbasso la testa e vedo il mio corpo e mi dico che non c è abbastanza spazio, anche se sono alto 1,82 e peso 90 chili, non c è abbastanza spazio tra le mie spalle per ricevere quell onda. Non posso lasciare Alix, non voglio dirle: «È finita», e non voglio che me lo dica lei. 19

15 Ho già provato a immaginare la scena e non ci riesco fino in fondo. Per via dell onda e delle parole. Le parole che si usano per rompere, abbassando un po la voce. Vengono cercate e scelte con cautela per fare meno male possibile, e più sono imballate per attutire i colpi, come un bicchiere avvolto nella plastica con le bolle, più feriscono. Mi ricordo di quella ragazza, Annie, ero molto innamorato di Annie. Abbiamo avuto una storiella all università, breve. Una sera in un bar, lei mi ha detto: «Non intendo accompagnarti oltre», e siccome avevo bevuto parecchio, di sicuro perché me lo aspettavo, ho riso. Mentre lei parlava, io ci immaginavo entrambi in un autobus strapieno, con lei che preme il bottone rosso e mi dice: «Scendo alla prossima fermata.» Oppure Annie e io su un sentiero di montagna, ciascuno con un grosso zaino in spalla, di quelli che si trovano nei negozi di articoli sportivi, con le cinghie nere che si agganciano sulla pancia, e a una biforcazione, davanti a delle frecce di legno, Annie che mi dice: «Io prendo quel sentiero lì.» Ci avevo immaginati in un mucchio di situazioni in cui Annie avrebbe potuto pronunciare quelle parole maldestre e crudeli: «Non intendo accompagnarti oltre.» «Non intendo accompagnarti oltre» o «Non posso accompagnarti oltre»? Non me lo ricordo più. Quando le ho annunciato che, per Natale e Capodanno, mia moglie, mia figlia, mio padre e io saremmo andati a New York, all inizio Alix si è trattenuta e poi ha pianto. C era già la prospettiva del Natale. Le feste sono tappe importanti, come le decine per gli anniversari. Siccome non sapevo come metterla per far soffrire Alix il meno possibile, gliel ho detto subito entrando a casa sua. 20

16 Quella domenica sera l aereo era un po in ritardo, sono arrivato nel suo appartamento alle otto passate. Mi sono tolto il cappotto e ho acceso una sigaretta, poi le ho gettato addosso l informazione come si lancia un frisbee: «Per Natale e Capodanno, vado con mia moglie e mia figlia quindici giorni a New York.» Alix ha chiesto: «Chi si occuperà di tuo padre?» Si è alzata per mettere sul fuoco l acqua della pasta, e io le ho risposto che veniva con noi. È stato lungo, credevo che la pentola non si sarebbe mai riempita. Quando è venuta a sedersi accanto a me, con due bicchieri di vino, piangeva. L ho presa tra le braccia e l ho stretta più forte che potevo per consolarla e consolarmi. Abbiamo fatto l amore senza cenare, sono rimasto a lungo dentro di lei. Alix dimentica che sono sposato mentre facciamo l amore? In quale momento le torna in mente? Perché non mi lascia lei quando le annuncio una notizia come New York? Magari ha stabilito una data nella sua testa, una deadline come per la consegna di un lavoro. Forse all inizio del mese di gennaio. Sarà un anno esatto che stiamo insieme. Alix spera che questo viaggio a New York sarà un fiasco: pioverà ininterrottamente e litigherò molto con mia moglie. Lontano da lei, mi renderò conto che non posso vivere senza di lei. Se, all inizio dell anno prossimo, non sarà cambiato nulla, Alix mi darà un ultimatum: «Non possiamo più continuare così.» È per questo che non dice niente. Non una parola su New York, non una parola su di noi, non una parola su mia moglie, né su mio padre che abita da me. Alix sopporta con pazienza. 21

17 Di notte, in cucina, quando tutti dormono, mi esercito. Seduto a tavola davanti a un bicchiere di vino rosso, spingo da parte le stoviglie della colazione e immagino Alix sulla sedia di fronte, al posto che occupa mia figlia quando mangiamo. Alix dice: «Mi dispiace.» Dice che non ce la fa più, che se il tempo passa per me, passa anche per lei. Ripete: «Ho voglia di costruire», parla di orizzonte, dei figli che le piacerebbe avere con me, ed è in quel momento che io di solito mi accendo una sigaretta. Mi dice che ha paura, che l idea che io divida il letto con un altra donna, anche undici notti al mese, le è diventata insopportabile, mi dice che comincia ad avercela con me, e io resto ben dritto sulla sedia, gonfio il petto come un uomo, e cerco di rispondere: «Capisco», perché io capisco, ma ho un groppo in gola e l aria non passa più, né la saliva, né il fumo della sigaretta. Allora scaccio Alix dalla mia cucina e spero che questa scena non avrà luogo, e forse è per questo che la recito, perché niente si verifica mai come l avevamo previsto, o comunque più avanti, molto più avanti. Dopo quel genere di seduta, sono esausto. Passo la spugna sul tavolo per togliere la cenere di sigaretta caduta accanto al portacenere, sciacquo il mio bicchiere e salgo in camera. Mia moglie è a letto, ha lasciato la luce accesa dalla mia 23

18 parte. Lo sente che c è qualcosa che non va, pensa che c entri mio padre o forse lo sa, ha capito tutto. Mi stendo su un fianco, in posizione fetale. Le volto le spalle, spengo la lampada sul comodino e, al buio, nel letto, cercando la mia mano, mia moglie sussurra: «Sono qui.» Allora le stringo la mano, fortissimo. 24

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

perché non ballate? 5 Baciami. Baciami, tesoro, disse lei. Chiuse gli occhi. Lo teneva stretto. Lui dovette aprirle a forza le dita.

perché non ballate? 5 Baciami. Baciami, tesoro, disse lei. Chiuse gli occhi. Lo teneva stretto. Lui dovette aprirle a forza le dita. Perché non ballate? In cucina si riversò da bere e guardò la camera da letto sistemata sul prato davanti a casa. Il materasso era scoperto e le lenzuola a righe bicolore erano piegate sul comò, accanto

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2014-2015 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: Ε1 Διάρκεια: 2 ώρες Υπογραφή

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente...

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente... ISTRUZIONI: Il questionario intende valutare cosa lei pensa della sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere aggiornati su come si sente e su come riesce a svolgere le sue attività' consuete.

Dettagli

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini P O R T O L I O UN TEMPO GHIACCIATO Tra le nevi perenni della Groenlandia per ritrovare se stessi. Il racconto di una fuga verso il Nord, in un luogo pieno di luce e di spazio, dove svegliarsi ogni giorno

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Vite a mezz aria Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Giuseppe Marco VITE A MEZZ ARIA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato Centro d Infanzia Giacinto Bonanome Via San Marco 217 37050 Isola Rizza (Vr) Asilo Nido Integrato Progetto psicopedagogico DELLA SEZIONE API Anno scolastico 2013/2014 Centro d Infanzia Giacinto Bonanome

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

MA LE STELLE QUANTE SONO

MA LE STELLE QUANTE SONO LIBRO IN ASSAGGIO MA LE STELLE QUANTE SONO DI GIULIA CARCASI Alice Una vecchia canzone diceva: Tu sai tutto sulla realtà del mercato e qui io ammetto di essere negato. Ma a inventare quel che non c è io

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI Ogni programma è preceduto da una testatina contenente, in forma sintetica, le informazioni relative al viaggio. Lo spazio a disposizione nella scheda è limitato

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori L ergonomia al microscopio 10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori 1 Regolare correttamente l altezza della sedia. Per lavorare in maniera confortevole è importante adattare gli

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

1) Il bambino in Ospedale

1) Il bambino in Ospedale Dal giorno in cui qualcuno ha avuto il coraggio di entrare in un reparto di terapia terminale con un naso rosso e uno stetoscopio trasformato in telefono, il mondo è diventato un posto migliore. Jacopo

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute Ergonomia in uffi cio Per il bene della vostra salute Ogni persona è unica, anche per quanto riguarda la struttura corporea. Una postazione di lavoro organizzata in modo ergonomico si adatta a questa individualità.

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

IL PASSATO PROSSIMO. sono andato. ho mangiato. Formazione del participio passato regolare PARL-ARE PARL-ATO VED- ERE VED-UTO FIN-IRE FIN- ITO

IL PASSATO PROSSIMO. sono andato. ho mangiato. Formazione del participio passato regolare PARL-ARE PARL-ATO VED- ERE VED-UTO FIN-IRE FIN- ITO IL PASSATO PROSSIMO Il passato prossimo in italiano è un tempo composto. Si forma con le forme del presente di ESSERE o AVERE (verbi ausiliari) più il participio passato del verbo principale: sono andato

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi AR IO NE PARLO DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi Ti aiuta a tenere sotto controllo la tua artrite reumatoide e a trarre il massimo beneficio dalla terapia Visita www.arioneparlo.it

Dettagli

minimum fax tutti i diritti riservati

minimum fax tutti i diritti riservati Tolstoj. Questo sì che è un grande romanziere. I piedi ben piantati nella pianura russa. La barba lunghissima. Il fiato grosso di chi ha scritto Guerra e pace. Alcune stravaganze dovute alla vecchiaia

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli