Comunicato Ufficiale N 19 del 20 Ottobre 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comunicato Ufficiale N 19 del 20 Ottobre 2014"

Transcript

1 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO LEGA NAZIONALE DILETTANTI DELEGAZIONE PROVINCIALE LECCE Via E. M. Buccarelli, LECCE TEL TEL / FAX PRONTO AIA CASARANO 348/ PRONTO AIA LECCE - 370/ SITO INTERNET : - mail: Stagione Sportiva 2014/2015 Comunicato Ufficiale N 19 del 20 Ottobre 2014 ASSEMBLEA STRAORDINARIA ELETTIVA L Assemblea del Comitato Regionale Puglia è convocata per MERCOLEDI 29 OTTOBRE 2014 presso il Centro Congressi del Nicolaus Hotel di ri, (ex Sheraton Hotel) Via Cardinale Agostino Ciasca,N 9 (uscita Tangenziale N 11 ri Poggiofranco), alle ore in prima convocazione ed alle ore in seconda convocazione per l esame, la discussione e le decisioni in merito agli argomenti contenuti nel seguente ORDINE DEL GIORNO 1. Verifica poteri; 2. Costituzione dell Ufficio di Presidenza dell Assemblea; 3. Comunicazioni del Presidente del Comitato Regionale Puglia L.N.D. 4. Designazione di un candidato alla carica di Presidente della L.N.D.; 5. Designazione di un candidato alla carica di Vice Presidente Vicario della L.N.D.; 6. Designazione di un candidato alla carica di Vice Presidente d Area della L.N.D. sulla base dell area territoriale di appartenenza; 7. Premiazione delle Società vincitrici i Campionati Regionali e Provinciali L.N.D. ed il Premio Disciplina relativamente alla stagione sportiva Consegna della decima edizione del Premio Gaetano Romanazzi all Allenatore vincente il Campionato di Eccellenza della stagione sportiva Consegna della settima edizione del Premio Ciccio e Tore riservato alle Società vincenti il Premio Disciplina per la categoria Allievi e Giovanissimi Regionali della stagione sportiva Varie ed eventuali.

2 Comunicato Ufficiale n. 19 pag. 2 di 31 L Assemblea sarà regolata dalle norme regolamentari vigenti alla data di svolgimento della stessa. Le operazioni di verifica dei poteri saranno svolte dalla Commissione Disciplinare Territoriale del Comitato Regionale Puglia L.N.D. La verifica dei poteri sarà effettuata presso la sede dell Assemblea dalle ore alle ore del giorno 29 Ottobre Il presente Comunicato Ufficiale costituisce formale convocazione per le Società aventi diritto di voto, ai sensi delle vigenti norme regolamentari. COMUNICAZIONI CONTATTI TELEFONICI COMITATO REGIONALE PUGLIA Al fine di permettere una migliore comunicazione tra le società e gli uffici di questo Comitato Regionale, si riporta, qui di seguito l elenco dei numeri telefonici diretti. LEGA NAZIONALE DILETTANTI COMITATO REGIONALE PUGLIA CENTRALINO 080/ FAX080/ IV PIANO LEGA NAZIONALE DILETTANTI DELEGAZIONE PROVINCIALE BARI FAX II PIANO Presidente TISCI Vito Delegato ZONNO Emanuele Segretario MANCINI Diletta Segretario DE NICOLO Piero Responsabile Amministrativo Segreteria Presidenza ZINGARELLI Rosangela Tesseramento RINALDI Vincenzo Attività Agonistica LND TONDO Antonella Attività di base Amministrazione ZINGARELLI Rosangela Sportello Unico-Tess.plast. LATERZA Chiara Attività Agonistica Giovanile SCHIRONE Alessandro Collaboratore MITOLA Domenico UFFICIO COORDINATORE FEDERALE REGIONALE ATTIVITA' GIOVANILE E SCOLASTICA FAX 080/ Com. Reg. Impianti Sportivi LO GIACCO Stella I PIANO Coordinatore QUARTO Antonello III PIANO Amministrazione- Segreteria BISCOZZI GIANFRATE Marilena Piero Ufficio Internet LUCIDI Sergio Attività Scolastica Affari Generali GIALLUISI Giuseppe Attività di se corsi allenatori, rappresentative, corrispondenza tesseramento allenatori - anagrafe società

3 Comunicato Ufficiale n. 19 pag. 3 di 31 Ufficio Tesseramento MANGIERI Francesca Segr. Tecnica - Agonistica ROSSIELLO Antonio coppa Italia, coppa puglia, affiliazioni, fusioni Delegazione Calcio a 5 SALATINO Danilo UFFIONALE ATTOLICO Sebastiano Delegazione Calcio Femminile TRAVERSA Luigi TRAVERSA Alberto TESSERAMENTO ONLINE CALCIATORI DILETTANTI Si invitano le società dipendenti a prendere attenta visione della propria area riservata del sito internet (Area Tesseramento Dilettanti) per verificare la presenza di pratiche di tesseramento in sospeso, evidenziate in rosa, e, dopo aver aperto la relativa pratica, seguire le indicazioni riportate nelle note segnalate dall Ufficio Tesseramento o contattare lo stesso per eventuali chiarimenti. 1. COMUNICAZIONI F.I.G.C (STRALCIO COMUNICATO UFFICIALE N. 70 DEL 3 OTTOBRE 2014 DEL SETTORE TECNICO) Oggetto: ndo di ammissione al Corso per l abilitazione a Collaboratore della Gestione Sportiva che avrà luogo presso il Comitato Regionale Puglia con inizio previsto nel mese di Novembre Si pubblica, in allegato al presente, il Comunicato Ufficiale n. 70 del Settore Tecnico della F.I.G.C. inerente l oggetto, presente anche al seguente link. m5e8q (STRALCIO NOTA DELLA SEGRETERIA FEDERALE DEL 14 OTTOBRE 2014) Oggetto: Decisione del Tribunale Antidoping. Per opportuna informazione e per quanto di competenza, si rene nota la decisione del Tribunale Nazionale Antidoping del CONI assunta, in data 10 Ottobre 2014, nei confronti del Sig Giancarlo Di

4 Comunicato Ufficiale n. 19 pag. 4 di 31 Marco. Con detta decisione è stata inflitta al Sig. Di Marco la sanzione della inibizione per anni 2 (due) e 3 (tre) mesi con scadenza al 9/1/ COMUNICAZIONI COMITATO REGIONALE 2.1. CONSIGLIO DIRETTIVO CONTRIBUTO PER PREMIO DISCIPLINA Allo scopo di perseguire gli obiettivi indicati dalla Lega Nazionale Dilettanti, puntualmente riportati sui precedenti Comunicati Ufficiali, relativi all'osservanza della disciplina, in campo e fuori, il Consiglio Direttivo di questo Comitato Regionale, nella seduta del 14/10/2014 ha deliberato di assegnare un contributo, dell'importo pari alla tassa diritti d'iscrizione al campionato di competenza della corrente stagione sportiva alle squadre vincenti il "Premio Disciplina" - stagione sportiva Detto Premio, unico per Campionato Regionale e Provinciale, sarà esteso anche per i campionati juniores Provinciale ed Amatori. Si riporta, qui di seguito, la tabella predisposta dalla Lega Nazionale Dilettanti relativa alla attribuzione delle penalità per la determinazione delle classifiche del "Premio Disciplina" - stagione sportiva inerente i Campionati Dilettantistici Regionali. TABELLA ATTRIBUZIONI PUNTEGGI COPPA DISCIPLINA Si pubblica di seguito la tabella relativa all attribuzione punteggio della Coppa Disciplina inerente i Campionati Dilettantistici Regionali: Calciatori ### Tecnici Dirigenti Gare di squalifica e/o inibizione punti punti punti Ciascuna Ammonizione 0,15 0,15 1,00 Ciascuna Ammonizione e diffida - 0,45 2, , , , , , , , , , ,60 4,00 1,15 2 1,20 Settimane di squalifica 3 1,80 3,00

5 Comunicato Ufficiale n. 19 pag. 5 di 31 e/o inibizione 4 2,40 5 3,00 4,15 6 3,60 8,00 7 4,20 6,00 8 4,80 9 5,40 7, ,00 12,00 9,00 ogni settimana in + 0, ogni 4 settimane in , ,80 78, ,00 da ,01 100,01 100, , ,20 ++ N.B. Nel caso delle squalifiche per una gara per recidività in ammonizioni, ai fini della graduatoria della coppa disciplina viene conteggiata solamente la penalità di 0,15 relativa all ammonizione e non anche la penalità di 0,60 relativa alla squalifica). ### N.B. I punteggi relativi alle sanzioni inflitte ai tecnici si incrementa ogni due settimane, alternativamente, di 1,15 e di 1,85. Ammende Squalifica del campo Gare porte chiuse SANZIONI SOCIETA punti Ciascuna Ammonizione 2,00 Ciascuna Ammonizione e diffida 4,00 fino a 51,00 1,00 fino a 103,00 2,00 fino a 206,00 4,00 fino a 310,00 6,00 fino a 413,00 8,00 fino a 516,00 10,00 fino a 775,00 25,00 fino a 1.033,00 40,00 fino a 1.291,00 60,00 fino a 1.549,00 80,00 oltre 1.549,00 100,01 gare 1 20,00 gare 2 40,00 gare 3 60,00 gare 4 80,00 oltre gare 4 100,01 fino a settimane 2 20,00 fino a settimane 4 40,00 fino a settimane 6 60,00 fino a settimane 8 80,00 da 9 settimane in poi 100,01 gare 1 10,00 gare 2 20,00 gare 3 30,00 gare 4 40,00 gare 5 50,00

6 Comunicato Ufficiale n. 19 pag. 6 di 31 Perdita gare Penalizzazione punti in classifica gare 6 60,00 gare 7 70,00 gare 8 80,00 gare 9 90,00 Generica 10,00 Rinuncia prosecuzione gara 10,00 Mancanza numero minimo calciatori 10,00 Mancata presentazione in campo 10,00 Violazione commi 1 e 2 art. 12 CGS 30,00 Impiego di calciatori squalificati 30,00 Mancato impiego di calciatori "giovani" 30,00 Impiego di calciatori non tesserati 50,00 punti 1 10,00 punti 2 20,00 punti 3 30,00 punti 4 40,00 punti 5 50,00 punti 6 60,00 punti 7 70,00 punti 8 80,00 punti 9 90,00 oltre punti ,00 Esclusione dal campionato 999, ALBO REGIONALE DEI COMMISSARI DI CAMPO Il Consiglio Direttivo nella riunione del 14 Ottobre 2014 ha deliberato che, nelle partite ritenute ad alto rischio, verrà inviato d ufficio un Commissario di Campo. La relativa spesa sarà suddivisa al cinquanta per cento tra le due società interessate. Le società che vogliono fare espressa richiesta del Commissario di Campo devono inviare un fax entro cinque giorni dalla disputa della gara. Si pubblica, qui di seguito, l elenco dei nominativi dei Commissari di Campo del Comitato Regionale Puglia L.N.D., relativo alla stagione sportiva , per lo svolgimento delle mansioni previste dall incarico ai sensi dell art. 68 delle N.O.I.F.. Antenore Massimiliano Attolico Sebastiano Bombara Sostene Bonfardino Giosuè Calamita Gianfranco Capurso Nappi Pietro Angelo Cofano Roberto Curione Simone Luca D'Addario Raffaele De Benedictis Luca De Nicolò Pierfrancesco Faccio Giovanni Gironda Andrea Lamia Caputo Pierpaolo Lobello Giuseppe Lopopolo Leonardo Palmitessa Gioacchino Pianelli Marco Ragusa Bruno Rossini Michele Sassanelli Nicola Sassanelli Michele Scamarcia Giuseppe Traversa Luigi Tritto Rocco Vittore Antonio Zanna Michele Zonno Emanuele Distante Fernando Fontanarosa Antonio Negro Giuseppe Piliego Alessandro Br Br Br Br Mercuri Gilberto Niglio Antonio Ranieri Benedetto Ruo Rocco Alba Marco Ciriolo Mario Colazzo Orazio De Cagna Francesco Elia Elio Iannone Giancarlo Trotta Roberto Vogna Gioacchino sta Giuseppe Fedele Domenico Ferro Luigi Porzio Giuseppe Fg Fg Fg Fg Le Le Le Le Le Le Le Le Ta Ta Ta Ta

7 Comunicato Ufficiale n. 19 pag. 7 di 31 Marzano Evangelista Mastrolonardo Rocco Mitola Domenico Moccia Giuseppe Montanaro Vito Moramarco Francesco Ventrella Luigi Casiello Carlo De Felice Giuseppe Del Prete Antonio Imbriano Luigi Br Fg Fg Fg Fg Rizzi Roberto Torio Fabio Ta Ta Coordinatore: Mitola Domenico ATTIVITÀ AMATORI - STAGIONE SPORTIVA Art. 1 MODALITA DI ISCRIZIONE ALL'ATTIVITA AMATORI Le adesioni per la partecipazione delle Società all'attività Amatori dovranno pervenire alla Delegazione Provinciale della F.I.G.C. di competenza, corredate della seguente documentazione : - due copie del modulo di iscrizione, debitamente compilate e firmate. - tre copie della scheda di censimento della Società, debitamente compilate e firmate; dichiarazione di piena disponibilità di un campo di giuoco regolarmente, recintato e delle misure di mt. 45x90 (tolleranza del 4%); - versamento, mediante assegno circolare, della somma di 1.800,00 (Euro milleottocento) INTESTATO A L.N.D.-COMITATO REGIONALE PUGLIA per : a) Tassa Unica Forfettaria 400,00 b) Spese Federali e deposito cauzionale in conto 1400,00 Le domande di iscrizione devono pervenire o essere depositate, presso le Delegazioni di giurisdizione entro il 30 NOVEMBRE 2014 Art. 2 TESSERAMENTO DEI CALCIATORI I cartellini per l'attività Amatori (comprensivi di assicurazione) saranno rilasciati dalle Delegazioni Provinciali o Distrettuali alle Società che si saranno regolarmente iscritte all'attività di cui trattasi. Il prezzo dello stampato e fissato in 6,00 - (Euro sei). Il tesseramento dei calciatori partecipanti all'attività Amatori per la stagione sportiva e le modalità di svolgimento dell'attività medesima, sono regolati dalle seguenti disposizioni: a) tutti i calciatori dovranno essere tesserati con il cartellino rilasciato per l'attività Amatori la cui validità é limitata alla durata della medesima; b) i calciatori tesserati federalmente potranno prendere parte all'attività Amatori solo se muniti, all'atto della richiesta di tesseramento, di apposito nulla - osta sottoscritto dal Presidente della Società di appartenenza; c) ogni Società amatoriale potrà tesserare fino ad un massimo di n 4 calciatori già tesserati federalmente;

8 Comunicato Ufficiale n. 19 pag. 8 di 31 d) non potranno comunque svolgere gare dell'attività Amatori i calciatori che, nel corso della stessa stagione sportiva siano stati impiegati dalle rispettive Società in competizioni ufficiali nazionali, regionali o provinciali (Campionato, Coppa Italia, Coppa Puglia); e) i calciatori, già partecipanti all'attività Amatori e liberi da vincolo pluriennale, che sottoscrivano richiesta di tesseramento federale in favore di Società affiliate alla F.I.G.C., non potranno essere impiegati nelle residue gare dell'attività Amatori successive alla emissione del rispettivo nuovo tesseramento; f) analogamente, calciatori tesserati federalmente, già precedentemente impiegati nelle gare dell'attività Amatori in virtù del prescritto nulla - osta, che per intervenute carenze di organico della Società di appartenenza vengano impiegati in gare ufficiali svolte dalla medesima, non potranno essere successivamente utilizzati nelle residue gare dell'attività Amatori; g) alle società partecipanti ai campionati organizzati dalla L.N.D., é consentito impiegare, indifferentemente, i rispettivi calciatori anche per l'attività Amatori, qualora le stesse intendano prendervi parte con una propria squadra anche all'attività Amatori; L'impiego di detti calciatori in incontri dell'attività Amatori non sarà consentito se gli interessati abbiano preso parte a più di cinque gare dell'attività ufficiale svolta nella stagione sportiva ,dalla propria Società. Limitatamente ai calciatori di cui al precedente punto, già tesserati federalmente per le rispettive Società, non é richiesto tesseramento aggiuntivo per partecipare all'attività Amatori. h) sarà consentita la partecipazione all'attività Amatori di calciatori tesserati come tecnici della propria, o di altre Società, di Dirigenti o Componenti i Consigli Direttivi del proprio o di altri sodalizi, con l'autorizzazione della Società di appartenenza e previo rilascio della tessera amatoriale; i) il calciatore espulso dal campo nel corso di una gara dell'attività Amatori deve ritenersi automaticamente squalificato per una giornata di gara senza alcuna declaratoria del Giudice Sportivo; I) potranno partecipare all'attività Amatori esclusivamente i calciatori che, abbiano compiuto anagraficamente il 30 anno di età; m) il tesseramento per l'attività Amatori e' consentito fino al 30 Aprile L'inosservanza delle predette disposizioni comporterà, per le Società inadempienti, l'applicazione delle sanzioni di cui ail'art. 17, comma 5 del C.G.S.; n) per quanto disposto dall'art. 33 del Regolamento della L.N.D., l'attività Amatori non rientra nell'attività ufficiale. Art. 3 SVOLGIMENTO DELLE GARE Le gare dell'attività Amatori avranno la durata di 90' suddivisi in DUE tempi di 45' ciascuno. Nelle gare dell'attività Amatori, le Società possono sostituire definitivamente CINQUE calciatori indipendentemente dal ruolo ricoperto. Le Società sono tenute a porre a disposizione dell'arbitro un proprio tesserato per svolgere le funzioni di assistente arbitrale (guardalinee); questi nell'ambito delle cinque sostituzioni consentite, potrà eventualmente partecipare alla gara, soltanto sostituendo un calciatore già partecipante alla gara. Il tempo di attesa, per tutti gli incontri, é fissato in 45'. Art. 4 AMMENDE PER RINUNCIA

9 Comunicato Ufficiale n. 19 pag. 9 di 31 La rinuncia alla disputa di una gara comporta, oltre all'applicazione delle sanzioni previste dalle N.O.I.F. e Codice di Giustizia Sportiva, anche la sanzione di ammende come qui di seguito riportata: 1 Rinuncia 30,00 2 Rinuncia 60,00 3 Rinuncia 90,00 Art. 5 VISITE MEDICHE Tutti i calciatori tesserati e partecipanti alle gare della attività Amatori hanno l'obbligo delle visite mediche per l'accertamento della idoneità alla pratica agonistica, certificata dall'apposito attestato rilasciato da un Centro di Medicina sportiva o da una ASL competente. Art. 6 OSSERVANZA DELLE NORME REGOLAMENTARI Oltre alle succitate disposizioni, le Società dovranno osservare tutte le norme statutarie e regolamentari e della F.I.G.C. e della L.N.D. Art. 7 ASSEGNAZIONE TITOLO Il campionato provinciale Amatori si concluderà con l'assegnazione del titolo di Campione Provinciale mediante una fase finale tra le vincenti dei rispettivi gironi eliminatori. 2.1 COMUNICAZIONI SEGRETERIA ATTESTATO DI MATURITÀ AGONISTICA Si rende noto che le calciatrici tesserate con le Società qui di seguito trascritte sono autorizzate a partecipare all'attività agonistica ai sensi dell'art. 34 delle N.O.I.F.: A.S.D. NEW TEAM NOCI MASTRONARDI REBECCA nata 06/08/1999 A.S.D. SAINT JOSEPH COPERTINO ALOISI ROBERTA nata 28/06/2000 A.S.D. RED MOON COLUCCIA CHIARA nata 07/12/ AUTORIZZAZIONE SPONSORS STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 Si autorizzano le sottoindicate Società ad apporre i relativi marchi pubblicitari fermo restando che possono utilizzare sulle maglie da giuoco uno spazio per la pubblicità da sponsor commerciale fino a 250 cmq nella parte anteriore e fino a 150 cmq, nella parte posteriore. Le società della L.N.D. e del S.G.S. possono inserire nello spazio anteriore fino a tre marchi e nella parte posteriore un solo

10 Comunicato Ufficiale n. 19 pag. 10 di 31 marchio, possono apporre altro marchio pubblicitario, di dimensioni non superiori a 75 cmq, sui pantaloncini da giuoco come da Comunicato Ufficiale n. 66/A del 28 Settembre 2012 della F.I.G.C.. Società A.S.D. SPORTING CLUB LECCE A.S.D. ATLETICO TRICASE Sponsor PEZZUTOGROUP BCS SECURITY ISTITUTO DI VIGILANZA CORNER SPORT E JEANS GRITA COFFEE. WING. DELI DEROGA CAMPI SPORTIVI FUORI COMUNE DI RESIDENZA DELLA SOCIETÀ E RICHIESTE PARTICOLARI ORARIO INIZIO GARE - CAMPIONATI DI ECCELLENZA E PROMOZIONE - STAGIONE SPORTIVA Il Consiglio Direttivo, nella riunione del 14 Ottobre 2014, vista la problematica relativa all impiantistica Sportiva Regionale, considerato le numerose difficoltà rappresentate dalle Società, preso atto delle istanze presentate dalle sotto indicate Società tese ad ottenere l autorizzazione del Comitato Regionale a svolgere le proprie attività ufficiali su campi diversi da quelli insiti sul territorio del Comune ove le Società richiedenti hanno la propria sede sociale o disputa gare con orari diversi da quelli ufficiali disposti dalla Lega Nazionale Dilettanti - visto l art. 19 delle Norme Organizzative Interne della F.I.G.C.; - accolte le motivazioni presentate dalle Società istanti a supporto delle specifiche richieste; delibera in via eccezionale ed all unanimità, di autorizzare le Società partecipanti ai sotto notati Campionati Regionali, stagione sportiva a svolgere la propria attività ufficiale in orario diverso o sul campo sportivo a fianco di esse evidenziato, salvo revoca da parte del Comitato Regionale Puglia L.N.D. o successiva e diversa disponibilità di campo inoltrata: SOCIETÀ RESIDENZA CAMPIONATO DEROGA U.S. GALATONE A.S.D. di Galatone PROMOZIONE GALLIPOLI Si invitano le Società ad utilizzare sia in ambito Federale che all esterno, in modo particolare presso gli Organi di Stampa, l esatta denominazione sociale affiliata alla F.I.G.C. evitando di fare uso improprio di altre denominazioni non ratificate.

11 Comunicato Ufficiale n. 19 pag. 11 di 31 In caso di inadempienza e recidività da parte della Società, il Comitato Regionale Puglia L.N.D. si potrà avvalere della facoltà di revocare la deroga concessa e provvederà a trasmettere gli atti alla Procura Federale. COPPA DISCIPLINA SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO Si pubblica qui di seguito la tabella del Settore Giovanile e Scolastico, la cui applicazione risulta obbligatoria, relativa alla Coppa Disciplina nell ambito dei Campionati Allievi e Giovanissimi organizzati ufficialmente a livello nazionale, regionale, provinciale e locale: a) A carico di calciatori 1ª Ammonizione punti 0,40 2ª Ammonizione punti 0,60 dalla 3 Ammonizione e per le succ. punti 0,50 Squalifiche: a) per una giornata di gara punti 2 b) per ogni giornata di gara oltre la prima punti 1 c) da due a sei mesi punti 15 d) da più di sei mesi a un anno punti 25 e) da più di un anno a tre anni punti 40 f) da più di tre anni a cinque anni punti 50 b) A carico di dirigenti, tecnici, soci, tesserati - Ammonizione punti 1 - Ammonizione con diffida punti 1,50 - Inibizioni (dirigenti) e squalifiche (tecnici, soci, tesserati): a) per una settimana punti 3 b) per ogni settimana, oltre la prima, sino a un massimo di tre mesi (2 punti a settimana) punti 2 c) da più di tre mesi sino a sei mesi punti 30 d) da più di sei mesi a nove mesi punti 40 e) da più di nove mesi ad un anno punti 50 f) da più di un anno a tre anni punti 70 g) da più di tre anni a cinque anni punti 80 c) A carico di Società - Ammonizione punti 1 - Squalifica del campo: a) per una gara punti 10 b) per due gare punti 20 c) per tre gare punti 30 - Penalizzazioni: a) di un punto in classifica punti 10 b) di due punti punti 15 c) di tre punti punti 20 - Applicazione art. 17 del C.G.S., commi 1,2,3,5: punti 10

12 Comunicato Ufficiale n. 19 pag. 12 di 31 - Ammende: a) fino a 25,00 punti 0,50 b) da più di 25,00 a 51,00 punti 1,5 c) da più di 51,00 a 103,00 punti 3 d) da più di 103,00 a 258,00 punti 10 e) da più di 258,00 a 516,00 punti 20 f) da più di 516,00 in poi punti 30 d) Esclusioni dalla classifica del Premio Disciplina Le sotto indicate sanzioni comportano l automatica esclusione della Società dalla classifica del Premio Disciplina : a) Preclusione del calciatore, dirigente, tecnico, tesserato alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della FIGC. b) Squalifica del campo per oltre sei gare o tempo determinato, la cui efficacia superi le sei gare c) Penalizzazione di oltre tre punti in classifica d) Condanna della Società per illecito sportivo e) Retrocessione della Società all ultimo posto in classifica f) Esclusione della Società dal campionato g) Revoca dei titoli acquisiti È da considerarsi non ammessa o esclusa dai Campionati Regionali Allievi o Giovanissimi unicamente la squadra Allievi o Giovanissimi che abbia superato i 100 punti di penalizzazione nel conteggio finale della classifica disciplina (si veda, al riguardo, quanto previsto, per entrambe le categorie, ai paragrafi b7 e c6 della Sezione 3 - Attività giovanile ) Si evidenzia, però, che in caso di esclusione per quanto sopra riportato, si potrà presentare, in presenza di particolari fatti, documentati e motivati, una richiesta di esame della problematica al Consiglio Direttivo del Settore Giovanile e Scolastico, per eventuali ulteriori determinazioni. La richiesta dovrà pervenire per il tramite del Comitato Regionale della LND con una relazione del Presidente. AMMENDE A CARICO DI SOCIETÀ PER INFRAZIONI DISCIPLINARI Gli Organi Disciplinari comminano alle Società, per infrazioni disciplinari, le sanzioni pecuniarie anche commisurando le stesse alla gravità dei singoli casi. a) Rinunce a gare Per la corrente stagione sportiva a carico delle Società che rinunciano a gare vengono applicate le sotto indicate ammende ed eventuali indennizzi: campionato/ nazionale regionale provincial esordienti torneo e e locale e pulcini 1a rinuncia 2a rinuncia 3a rinuncia 4a rinuncia 516, , , ,00 103,00 180,00 361,00 516,00 25,00 51,00 77,00 103,00 10,00 25,00 46,00 61,00 N.B. A norma dell art. 53, comma 5, delle N.O.I.F. le società che rinunciano per la quarta volta a disputare gare sono escluse dal Campionato o dalla manifestazione ufficiale. A norma dell art. 53 comma 8 delle N.O.I.F., alle Società che si ritirino o siano escluse dal Campionato o da altre Manifestazioni Ufficiali sono

13 Comunicato Ufficiale n. 19 pag. 13 di 31 irrogate sanzioni pecuniarie fino a dieci volte la misura prevista per la prima rinuncia. b) Indennizzi Qualora una Società rinunci a disputare una gara, può essere addebitato alla stessa, oltre alle ammende previste, anche l indennizzo per spese di organizzazione COMUNICAZIONI DELLA DELEGAZIONE PROVINCIALE ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO UFFICIO DELEGAZIONE PROVINCIALE LECCE Si porta a conoscenza degli interessati che, per eventuali esigenze organizzative delle Società dipendenti, gli Uffici della Delegazione Provinciale di Lecce saranno aperti al pubblico nei giorni ed orario qui di seguito, riportati: Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Si precisa che negli altri giorni ed orari l Ufficio rimarrà chiuso al pubblico ed alle Società per consentire il disbrigo delle pratiche, nonché la necessaria organizzazione interna della Delegazione Provinciale. Per quanto riguarda i contatti telefonici, si invitano le Società dipendenti a voler effettuare le chiamate nella fascia orario, dalle ore alle ore di tutti i giorni di apertura, con esclusione dell'intera giornata del GIOVEDI, giornate queste particolarmente impegnate per la programmazione delle gare e per la preparazione della stampa del Comunicato Ufficiale. Solo per casi di particolare importanza ed urgenza si potranno contattare il Dipendenti e Dirigenti Federali presenti nella Sede della Delegazione Provinciale. Pertanto, onde evitare spiacevoli rifiuti, si invitano i Signori Dirigenti ad attenersi scrupolosamente a quanto innanzi precisato.

14 Comunicato Ufficiale n. 19 pag. 14 di 31 CAMPIONATO PROVINCIALE TERZA CATEGORIA DOMANDE PERVENUTE N 10 ISCRIZIONI Si riporta, di seguito, l elenco delle Società iscritte al Campionato Provinciale Terza Categoria per la stagione sportiva , e che hanno depositato l iscrizione presso la Delegazione di Lecce: MATRICOLA SIGLA DENOMINAZIONE SOCIETÀ A.S. NUOVA SQUINZANO U.S.D. ATHLETIC MARTANO A.C.D. ATLETICO SANNICOLA U.S.D. BRILLA CAMPI A.S.D. MERINE ARCSD POLISPORTIVA JUST SALENTO A.S.D. SECLI U.S.D. SPARTAK LECCE A.S.D. VIRTUS LECCE A.P.D. VIRTUS SALENTINA IL GIRONE DELLA TERZA CATEGORIA PROVINCIALE DI LECCE VERRA RESO NOTO CON UN PROSSIMO COMUNICATO UFFICIALE, ASSIEME AL CALENDARIO DELLE GARE. LA FORMAZIONE DEI GIRONI E DI ESCLUSIVA COMPETENZA DEL COMITATO REGIONALE. CAMPIONATI PROVINCIALI ALLIEVI e GIOVANISSIMI STAGIONE SPORTIVA SOCIETA ISCRITTE AL CAMPIONATO PROVINCIALE ALLIEVI DOMANDE PERVENUTE N 15 ISCRIZIONI Si riporta, di seguito, l elenco definitivo delle Società iscritte al Campionato Provinciale Giovanissimi per la stagione sportiva : MATRICOLA SIGLA DENOMINAZIONE SOCIETÀ POL.D. CALCIO SOLETO

15 Comunicato Ufficiale n. 19 pag. 15 di A.S.D. CITY LECCE A.S.D. CORVINO ACADEMY LECCE A.S.D. DON BOSCO SANBIAGESE A.S.D. FABRIZIO MICCOLI F.C A.S.D. FUTURA MONTERONI A.S.D. LEVERANO CALCIO A.S.D. NOVOLI U.S. NUOVA BORGO PACE A.S.D. ORATORIO DON PASQUALE A.S.D. SALENTUM LECCE A.S.D. SCUOLA CALCIO LIZZANELLO A.S.D. SOCCER GREEN SURBO A.S.D. SPORTING CLUB LECCE A.S.D. SPORTING CLUB LECCE SQ. B F.C. FORMAZIONI GIRONI GIRONE A GIRONE B 1 POL.D. CALCIO SOLETO 1 A.S.D. CITY LECCE A.S.D. DON BOSCO SANBIAGESE 2 A.S.D. CORVINO ACADEMY LECCE 3 A.S.D. FABRIZIO MICCOLI 3 U.S. NUOVA BORGO PACE 4 A.S.D. FUTURA MONTERONI 4 A.S.D. ORATORIO DON PASQUALE 5 A.S.D. LEVERANO CALCIO 5 A.S.D. SALENTUM LECCE 6 A.S.D. NOVOLI 6 A.S.D. SCUOLA CALCI LIZZANELLO 7 A.S.D. SPORTING CLUB LECCE 7 A.S.D. SOCCER GREEN SURBO 8 A.S.D. SPORTING CLUB LECCE NON E AMMESSO RECLAMO AVVERSO LA FORMAZIONE DEI GIRONI CALENDARI GARE I Calendari gare del Campionato Provinciale ALLIEVI, stagione sportiva 2013/2014, saranno resi noti con un prossimo comunicato ufficiale. SOCIETA ISCRITTE AL CAMPIONATO PROVINCIALE GIOVANISSIMI DOMANDE PERVENUTE N 35 ISCRIZIONI Si riporta, di seguito, l elenco definitivo delle Società iscritte al Campionato Provinciale Giovanissimi per la stagione sportiva :

16 Comunicato Ufficiale n. 19 pag. 16 di 31 MATRICOLA SIGLA DENOMINAZIONE SOCIETÀ A.S.D. A. CATAMO VEGLIE A.S.D. ATLETICO COPERTINO A.S.D. ATLETICO COPERTINO SQ. B A.S.D. BIRBANTELLI POL.D. CALCIO SOLETO A.S.D. CALIMERA A.S.D. CALIMERA SQ. B A.S.D. CITY LECCE A.S.D. CORVINO ACADEMY LECCE A.S.D. CORVINO ACADEMY LECCE SQ.B P.G.S. DON BOSCO A.S.D A.S.D. DON BOSCO SANBIAGESE A.S.D. FULCIGNANO A.S.D. FUTURA MONTERONI U.S. GALATONE A.S.D A.S.D. GIOVENTU TREPUZZI U.S. LECCE A.S.D. LEVERANO CALCIO PGS LUPIAE LECCE A.S.D U.S. MEMORY TOMASI NICOLA A.C.D. NARDO A.S.D. NOVOLI U.S. NUOVA BORGO PACE A.S.D. ORATORIO DON PASQUALE A.S.D. PRO ITALIA GALATINA A.S.D. PRO PATRIA LECCE A.S.D. ROSSONERI PARADISE A.C.D. SALENTO FOOTBALL A.S.D. SALENTUM LECCE A.S.D. SALESIANI LECCE U.S.D. SALICE A.S.D. SCUOLA CALCIO LIZZANELLO A.S.D. SOCCER GREEN SURBO A.S.D. SOGLIANO CAVOUR A.S.D. SPORTING CLUB LECCE FORMAZIONI GIRONI Le squadre iscritte sono state inserite in tre gironi così formati: In giallo le squadre fuori classifica. GIRONE A GIRONE B 1 ASD Calimera 1 ASD A. Catamo Veglie 2 AP Calimera Sq. B 2 ASD Corvino Academy Lecce sq.b 3 ASD Corvino Academy Lecce 3 ASD Rossoneri Paradise 4 PGS Lupiae Lecce ASD 4 ASD Futura Monteroni

17 Comunicato Ufficiale n. 19 pag. 17 di 31 5 U.S. Nuova Borgo Pace 5 ASD Salice 6 ASD Salesani Lecce 6 ASD Gioventù Trepuzzi 7 A.S.D. Oratorio Don Pasquale 7 ASD Leverano calcio 8 A.S.D. Salentum Lecce 8 U.S. Memory Tomasi Nicola 9 ASD Pro Patria Lecce 9 U.S. Lecce 10 ASD City Lecce 10 A.C. Salento Football 11 ASD Atletico Copertino 11 ASD Novoli 12 ASD Soccer Green Surbo GIRONE C 1 ASD Calcio Soleto 2 ASD Atletico Copertino Sq.B 3 A.S.D. Birbantelli Copertino 4 ASD Don Bosco Sanbiagese 5 ASD Nardò 6 U.S. Galatone ASD 7 ASD Scuola calcio Lizzanello 8 ASD Pro Italia Galatina 9 ASD Sogliano Cavour 10 ASD Don Bosco Corigliano 11 ASD Fulcignano Galatone 12 ASD Sporting Club Lecce NON E AMMESSO RECLAMO AVVERSO LA FORMAZIONE DEI GIRONI CALENDARI GARE I Calendari gare, del Campionato Provinciale GIOVANISSIMI, stagione sportiva 2013/2014, saranno resi noti con un prossimo comunicato ufficiale. MODALITÀ E NORME GENERALI PER LO SVOLGIMENTO DEI CAMPIONATI PROVINCIALI ALLIEVI E GIOVANISSIMI. ASSISTENZA MEDICA E' opportuno che le Società ospitanti che partecipano ai Campionati Provinciali facciano presenziare per ciascuna gara un loro medico, munito di un documento che attesti la sua idoneità personale e l'attività professionale esercitata, che possa contemporaneamente essere a disposizione sia della squadra ospitante, sia della squadra ospitata. Rimane comunque, l'obbligo delle visite mediche per attività agonistiche effettuate presso i Centri di Medicina dello Sport.

18 Comunicato Ufficiale n. 19 pag. 18 di 31 SERVIZIO D'ORDINE PUBBLICO E' fatto obbligo alle Società ospitanti di provvedere alla tempestiva richiesta del servizio d'ordine pubblico. La copia della documentazione relativa alla richiesta della forza pubblica, inoltrata alla competente Autorità, dovrà essere consegnata prima della gara all'arbitro che provvederà ad allegarla al referto. La stessa Società, in assenza di Forza Pubblica, dovrà mettere a disposizione del Direttore di gara due dirigenti, i cui nominativi dovranno risultare nell elenco dei Componenti il Consiglio Direttivo della Società medesima. Questi ultimi dovranno essere indicati sul modulo distinta dei calciatori quali addetti all'ordine pubblico sostitutivo. Eventuali inadempienze saranno perseguite disciplinarmente in applicazione delle disposizioni vigenti. REGOLARITÀ CAMPI DI GIUOCO La Società ospitante è responsabile della perfetta efficienza del campo di giuoco dichiarato per il regolare svolgimento delle gare interne. Tale principio si applica anche alle gare disputate in orario serale. TENUTE DI GIUOCO DEI CALCIATORI (ART. 72 N.O.I.F.) 1. I calciatori sin dall inizio della gara debbono indossare maglie recanti sul dorso la seguente numerazione progressiva: n. 1 il portiere; dal n. 2 al n. 11 i calciatori degli altri ruoli; dal n. 12 in poi i calciatori di riserva. 2. Il Capitano deve portare, quale segno distintivo, un bracciale di colore diverso da quello della maglia. 3. Alla squadra ospitante compete cambiare maglia nei casi in cui i colori siano confondibili. 4. Non è consentito apporre sugli indumenti di giuoco distintivi o scritte di natura politica o confessionale. E' consentito, invece, apporre sugli stessi non più di due marchi pubblicitari, della natura e delle dimensioni fissate dal Consiglio Federale e con la preventiva autorizzazione dei competenti organi delle Leghe e del Settore per l Attività Giovanile e Scolastica. 4.BIS L indumento eventualmente indossato sotto la maglia di giuoco potrà recare esclusivamente il marchio dello sponsor tecnico di dimensioni non superiori alle misure regolamentari. La mancata osservanza di questa disposizione, risultante dal referto degli ufficiali di gara, comporterà l applicazione dell ammenda. Per le sole gare della Lega Nazionale Professionisti (Campionati di Serie A, Serie B, Coppa Italia, Supercoppa di Lega) i calciatori devono indossare per tutta la durata di una stagione sportiva una maglia recante sempre lo stesso numero. Inoltre, ogni maglia deve essere personalizzata sul dorso col cognome del calciatore che la indossa. La Lega Nazionale Professionisti detta le relative disposizioni applicative." Qualora le squadre avessero maglie di colore confondibile, spetta alla

19 Comunicato Ufficiale n. 19 pag. 19 di 31 squadra ospitante cambiare la propria maglia. La squadra ospite conserverà i propri colori. I portieri dovranno indossare maglie di colori diversi dagli altri calciatori in campo. RICHIESTE ANTICIPAZIONE E POSTICIPAZIONE DELLE GARE Eventuali richieste di anticipazione, posticipazione della data di effettuazione o dell'ora di inizio della gara, dovranno essere inoltrate dalla Società ospitante, direttamente interessata, la quale dovrà allegare il consenso scritto della società ospitata. Tali richieste dovranno pervenire alla Delegazione Provinciale, corredate di quanto richiesto, entro cinque giorni precedenti la gara. Non saranno tenute in considerazione le richieste giunte intempestivamente e quelle relative alle ultime quattro giornate di campionato. DICHIARAZIONE DI RINUNCIA La eventuale dichiarazione di rinuncia alla disputa di una gara, deve pervenire a questa Delegazione provinciale entro il Lunedì precedente la gara alla quale s'intende rinunciare. Tale dichiarazione deve essere estesa, per conoscenza, alla Società interessata alla gara. DISCIPLINA SPORTIVA La funzione disciplinare è esercitata, in prima istanza dal Giudice Sportivo Territoriale di questa Delegazione Provinciale con recapito presso la Delegazione Provinciale FIGC - Via E.M. Buccarelli LECCE ed in seconda istanza, dalla Commissione Disciplinare Territoriale con recapito presso il Comitato Regionale Puglia F.I.G.C. - L.N.D. Via N. Pende BARI. FORMALIZZAZIONE PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI A CARICO DEI CALCIATORI Così come disposto nella passata stagione sportiva, si informano le Società partecipanti ai Campionati Provinciali Allievi e Giovanissimi che questa Delegazione, in presenza di squalifiche per più ammonizioni (art. 19 comma 9 C.G.S.) non provvederà a formalizzare il provvedimento disciplinare a mezzo telegramma. Il provvedimento disciplinare in argomento avrà efficacia, a seguito dell informatizzazione del sistema di registrazione delle sanzioni, automaticamente dal giorno successivo alla data di pubblicazione sul relativo Comunicato Ufficiale. INVIO TELEGRAMMI PREANNUNCI RECLAMI Per l'inoltro dei reclami, il telegramma di preannuncio dovrà essere inviato al Giudice Sportivo Territoriale di questa Delegazione Provinciale con recapito presso la Delegazione Provinciale FIGC - Via E.M. Buccarelli LECCE e, in seconda istanza, alla Commissione Disciplinare Territoriale con recapito presso il Comitato Regionale Puglia F.I.G.C. - L.N.D. Via N. Pende BARI.

20 Comunicato Ufficiale n. 19 pag. 20 di 31 SALUTO Si invitano i Dirigenti ed i Tecnici delle società a fare in modo che, sia all inizio che alla fine di ogni gara, i partecipanti, incluso il Direttore di gara, salutino il pubblico e si salutino fra loro, stringendosi la mano. Si rammenta che in caso di mancato adempimento saranno irrogate sanzioni pecuniarie ad entrambe le società inadempienti IDENTIFICAZIONE DEI CALCIATORI L arbitro, prima di ammettere nel recinto di gioco i calciatori, deve controllare che i dati dei documenti di identificazione corrispondano a quelli trascritti nell elenco di gara. Deve altresì provvedere ad identificarli in uno dei seguenti modi: mediante documento provvisorio scaricabile dal sito web, avente validità di 15 giorni; mediante apposite tessere rilasciate dalle Leghe e dal Settore per l Attività Giovanile e Scolastica. ASSISTENTI DELL ARBITRO E CALCIATORI IMPIEGATI COME ASSISTENTI DELL ARBITRO Nelle gare in cui non è prevista la designazione di assistenti dell arbitro, le Società devono mettere a disposizione dell arbitro, un dirigente oppure, un calciatore tesserato incaricato di svolgere funzioni di assistente all arbitro. Tale calciatore dovrà essere inserito nella distinta che viene presentata all arbitro prima dell inizio della gara, in cui vanno indicati, inoltre, i calciatori di riserva (non più di sei nel caso in cui il calciatore utilizzato come assistente dell arbitro è considerato anch esso riserva). Soltanto i calciatori inseriti nella distinta di gara, indipendentemente dalla funzione ricoperta, (calciatore di riserva o assistente dell arbitro), possono sostituire i calciatori impiegati all inizio della gara, fermo restando il limite delle sette sostituzioni. Un calciatore inizialmente schierato in campo può, nel prosieguo della gara, essere impiegato come assistente dell arbitro purché non sia stato espulso. Ferma restando l assoluta impossibilità, da parte dell arbitro, di far disputare la gara qualora la Società o le Società a tanto non provvedano (nel qual caso viene inflitta la sanzione della perdita della gara con il risultato di 0-3), l eventuale affidamento di compiti di assistente dell arbitro a soggetti squalificati, inibiti o, comunque non aventi titolo, comporta la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0-3 ovvero il riconoscimento del risultato conseguito sul campo dalla squadra avversaria se migliore agli effetti della differenza reti. SOSTITUZIONE DEI CALCIATORI Le Società, nel corso delle gare ufficiali del Settore Giovanile e Scolastico, hanno la facoltà di sostituire sette calciatori indipendentemente dal ruolo ricoperto.

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO ALL. D) REGOLA 5 Persone ammesse nel recinto di gioco 1) Per le gare organizzate dalla LNP, dalla Lega PRO e dalla Lega Nazionale Dilettanti in ambito nazionale sono ammessi

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO

REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO REGOLAMENTO DEL SETTORE TECNICO Parte I Attribuzioni, struttura e organizzazione del Settore Tecnico Art. 1 Attribuzioni e funzioni 1. Il Settore Tecnico della F.I.G.C., tenuto anche conto delle esperienze

Dettagli

NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A.

NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A. NORME DI FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI TECNICI DELL A.I.A. Art. 1 - Organi tecnici A. ORGANI TECNICI NAZIONALI Gli Organi Tecnici Nazionali dell A.I.A. composti da un Responsabile e più componenti, sono:

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI ALTRE DISPOSIZIONI Vengono di seguito fornite le informazioni relative a: campo di gioco attrezzature controlli preliminari modulo CAMP3 componenti delle squadre assenza della squadra o degli Ufficiali

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI DAGLI AMATORI AI PROFESSIONISTI DI FATTO ATTRAVERSO LO STUDIO DELLE SOCIETÀ CALCISTICHE a cura di MATTEO SPERDUTI 2 0 1 5 INDICE ACRONIMI E ABBREVIAZIONI......

Dettagli

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche

Parte Prima Il censimento del calcio italiano. Sezione 1 Statistiche Parte Prima Il censimento del calcio italiano Sezione 1 Statistiche 17 La Federazione Italiana Giuoco Calcio Settori Settore tecnico Settore Giovanile e Scolastico Società 14.90 di cui: Professionistiche

Dettagli

VADEMECUM GARE. Fipav Monza Brianza CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14

VADEMECUM GARE. Fipav Monza Brianza CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14 Fipav Monza Brianza VADEMECUM GARE CAMPIONATI PROVINCIALI DI SERIE E DI CATEGORIA NORME GENERALI VALIDE PER LA STAGIONE AGONISTICA 2013/14 Il presente fascicolo è parte integrante delle Circolari di Indizione

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli

Comunicato Ufficiale n. 21 del 05 Gennaio 2012 ATTIVITÀ DI SETTORE GIOVANILE 2011/2012

Comunicato Ufficiale n. 21 del 05 Gennaio 2012 ATTIVITÀ DI SETTORE GIOVANILE 2011/2012 Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti DELEGAZIONE PROVINCIALE AVELLINO Via Carlo Del Balzo, 81 83100 Avellino Stagione Sportiva 20011/2012 Tel (0825) 31087 Fax (0825) 780011 Sito

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora.

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora. WCM Sport è un software che tramite un sito web ha l'obbiettivo di aiutare l'organizzazione e la gestione di un campionato sportivo supportando sia i responsabili del campionato sia gli utilizzatori/iscritti

Dettagli

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori Regolamento sullo status e sui trasferimenti dei calciatori 1 REGOLAMENTO SULLO STATUS E SUL TRASFERIMENTO DEI CALCIATORI... 3 DEFINIZIONI... 4 I. DISPOSIZIONE INTRODUTTIVA... 5 II. STATUS DEI CALCIATORI...

Dettagli

CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA

CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA STATUTO FEDERALE CON ADEGUAMENTO A NUOVI PRINCIPI INFORMATORI CONI APPORTATE DAL COMMISSARIO AD ACTA APPROVATO CON DELIBERA PRESIDENTE CONI N. 130/56 E RATIFICATO DALLA GIUNTA C.O.N.I. IL 4/9/2012 INDICE

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI Titolo primo L Associazione Italiana Arbitri Capo primo: Natura, funzioni e poteri. Art. 1 Natura e funzione 1.L Associazione Italiana Arbitri (AIA) è l associazione

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI Il Regolamento del Giuoco del Calcio corredato dalle Decisioni Ufficiali FIGC e dalla Guida Pratica AIA Edizione 2013 FEDERATION INTERNATIONALE DE FOOTBALL ASSOCIATION (FIFA)

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

TITOLO I. Regolamento Organico F.I.N. INDICE CAPO I CAPO II CAPO III

TITOLO I. Regolamento Organico F.I.N. INDICE CAPO I CAPO II CAPO III Regolamento Organico F.I.N. INDICE TITOLO I CAPO I LE SOCIETA Art. 1 Affiliazione pag. 1 Art. 2 Domanda di affiliazione pag. 1 Art. 3 Domanda di riaffiliazione pag. 2 Art. 4 Accettazione della domanda

Dettagli

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 03-2013 COMUNICAZIONI

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 03-2013 COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Si comunica che al fine di disporre in tempo utile dei risultati delle gare per poterli trasmettere in tempo a giornali e televisioni locali, si invitano i responsabili delle società che

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011.

Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011. Alle Compagnie Ai Comitati Regionali Loro Sedi Rif.: 049/2010. Milano, 1 ottobre 2010. Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011. Gentile Presidente, con il rinnovo del tesseramento per il 2011, colgo l'occasione

Dettagli

NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA

NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA NORMATIVA GENERALE AFFILIAZIONI E TESSERAMENTI * * * * NORMATIVA ATTIVITA PROPAGANDA E SCUOLE NUOTO FEDERALI * * * * STAGIONE 2014 2015 APPROVATA CON DELIBERA C.F. 7/7/2014 AGGIORNATA AL 07/10/2014 INDICE

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

COMUNICAZIONE DEL COMITATO PROVINCIALE

COMUNICAZIONE DEL COMITATO PROVINCIALE C o m i t a t o P r o v i n c i a l e M e s s i n a Via Rossini, 4-98076 Sant'Agata Militello (Me) Tel. / Fax 0941/721948 e-mail: segreteria@pgsmessina - www.pgsmessina.it COMUNICATO UFFICIALE N 49 Stagione

Dettagli

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N.

1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. 1. Modalità attuative del vincolo ex art. 5, punto n.9 Statuto F.I.N. A) Disposizioni generali [1] Il vincolo di tesseramento degli atleti in favore delle società è temporaneo e la sua durata e l eventuale

Dettagli

CAPITOLO I - COSTITUZIONE

CAPITOLO I - COSTITUZIONE CAPITOLO I - COSTITUZIONE ART. 1- FONDAZIONE E' fondata per coloro che aderiscono e aderiranno al presente statuto, che prende vigore immediato, un' associazione per la pratica e la diffusione del Viet

Dettagli

Stagione Sportiva 2014/2015 Comunicato Ufficiale N 47 del 28/05/2015

Stagione Sportiva 2014/2015 Comunicato Ufficiale N 47 del 28/05/2015 Federazione Italiana Giuoco Calcio Delegazione Provinciale di Cremona Via Milano, 10 d - 26100 Cremona Tel. 0372-27590 Fax 0372-23943 Sito Internet: http://www.lnd.it E.Mail: del.cremona@lnd.it Stagione

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Prossime gare ECCELLENZA - Girone UNICO Giorn Squadre Data Ora Campo R 8. A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - POL. TORNIELLA lun ROCCASTRADA

Prossime gare ECCELLENZA - Girone UNICO Giorn Squadre Data Ora Campo R 8. A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - POL. TORNIELLA lun ROCCASTRADA ultati ECCELLENZA - GIRONI - Girone UNICO R 5 A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - ATLETICO GROSSETO 2012 1-1 R 6 GAVORR TIRRENO CARRELLI SER - C.C. e SPORT POLVEROSA 1-2 Squadra P.Ti G V N P RF RS DR CD Pen

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti le attività di agente e rappresentante di commercio disciplinate dalla legge 3 maggio 1985, n. 204, in attuazione degli

Dettagli

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d);

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO il Regolamento delle attività culturali, sociali e ricreative degli studenti, emanato con decreto rettorale

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015

CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 CALENDARIO REGIONALE 2014/2015 www.federnuoto.piemonte.it nuoto@federnuoto.piemonte.it INDICE REGOLAMENTO ATTIVITÀ...pag.4 AVVERTENZE DI CARATTERE GENERALE...pag.5 ISCRIZIONI...pag.6 Norme generali...pag.6

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO Norme attuative del Regolamento per la Formazione Continua della professione di Consulente del Lavoro. Premessa 1. Le presenti norme attuative

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 04-2013 COMUNICAZIONI

UISP Toscana www.uisp.it/toscana/pallacanestro CUR 04-2013 COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Si comunica che al fine di disporre in tempo utile dei risultati delle gare per poterli trasmettere in tempo a giornali e televisioni locali, si invitano i responsabili delle società che

Dettagli

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani Il programma ideato da Luigi Pelizzari con il Patrocinio del Comitato Regionale Lombardo della

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO Le comunicazioni che seguono sono suggerimenti che serviranno ad una buona gestione della Manifestazione e ad ottenere una uniformità interpretativa in tutte le gare. Sono suggerimenti

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

ASSOCIAZIONE ORTI URBANI TRE FONTANE

ASSOCIAZIONE ORTI URBANI TRE FONTANE ASSOCIAZIONE ORTI URBANI TRE FONTANE sede: Casella Postale N.6 C/O Ufficio Postale Rm 161 Via della Fotografia 107 00142 Roma Mail: orti.urbani.tre.fontane@gmail.com REGOLAMENTO INTERNO Art. 1 - Scopo

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

DECRETO 26 ottobre 2011

DECRETO 26 ottobre 2011 DECRETO 26 ottobre 2011 Modalita' di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA, dei soggetti esercitanti l'attivita' di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO.

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. 5 del consiglio di Amministrazione 242 Allegato A DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. Art. 1 Oggetto

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo:

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo: Avviso pubblico per l istituzione di un Albo di esperti da impegnare nelle attività di realizzazione di programmi e progetti di studio, ricerca e consulenza. Art. 1 Premessa E indetto Avviso Pubblico per

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013 L accertamento delle cause di scioglimento ai sensi dell art. 2484 c.c. e gli adempimenti pubblicitari conseguenti per Società di Capitali e Cooperative. 1 L art. 2484 c.c., rubricato Cause di scioglimento,

Dettagli

SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA

SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA SETTORE NUOTO CALENDARIO ATTIVITA REGIONALE REGOLAMENTO MANIFESTAZIONI REGIONALI ANNO NATATORIO 2014 2015 BOZZA Agg. al 31/10/2014 1 INDICE Calendario Attività Agonistica 2014-2015 e scadenze pag. 3 Norme

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Premessa La Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento di Protezione Civile, in base alla Legge

Dettagli

NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA

NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA FEDERAZIONE ITALIANA VELA Settore Programmazione Attività Sportiva Nazionale NORME GENERALI PER L ATTIVITA SPORTIVA NAZIONALE ORGANIZZATA IN ITALIA Edizione 2009 (versione n. 15 con variazioni del 25.03)

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TERMINE E DI RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TERMINE E DI RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO REGOLAMENTO IN MATERIA DI TERMINE E DI RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Approvato con deliberazione del Consiglio provinciale n. 161 del 28 ottobre 1997, così come integrata dalla deliberazione del Consiglio

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

REGOLAMENTO CONCERNENTE INCOMPATIBILITA, CUMULO DI IMPIEGHI ED INCARICHI AL PERSONALE DIPENDENTE

REGOLAMENTO CONCERNENTE INCOMPATIBILITA, CUMULO DI IMPIEGHI ED INCARICHI AL PERSONALE DIPENDENTE REGOLAMENTO CONCERNENTE INCOMPATIBILITA, CUMULO DI IMPIEGHI ED INCARICHI AL PERSONALE DIPENDENTE Art. 1 Disciplina 1. Il presente regolamento concerne le incompatibilità derivanti dall'assunzione e dal

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI AREA PATRIMONIO AMBIENTE UFFICIO TUTELA DEL PAESAGGIO E SUPPORTO AMMINISTRATIVO ALL AREA SETTORE PATRIMONIO E MANUTENZIONI REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI (Approvato con deliberazione

Dettagli

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI 1 All. 2) GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 La Scuola Comunale dell Infanzia assume e valorizza le differenze individuali dei bambini nell ambito del processo

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio - Direzione Generale Ufficio III Coordinamento Regionale del Servizio di Educazione Motoria Fisica e

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA

Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA Spazio Marca da bollo Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA Spazio Protocollo Oggetto: Richiesta concessione temporanea Impianto Sportivo

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

XXIX CAMPIONATO AMATORI A.S. 2014/15

XXIX CAMPIONATO AMATORI A.S. 2014/15 XXIX CAMPIONATO AMATORI A.S. 2014/15 CALENDARIO FASI FINALI PLAY-OFF PLAY-OUT FASI FINALI PLAY-OFF GIRONE A QUARTOPUNTO ZERO NEW KINGS 28/4/15 20,45 QUARTO Martedì CAPO HORN -A.FELICE- INTERPUTEOLANA M.P

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Deliberazione del 15 luglio 2010, modificata ed integrata con deliberazione del 7 maggio 2014 (Testo consolidato) 1. Regolamento sulle procedure relative all

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli