FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI RASSEGNA ST PA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI RASSEGNA ST PA"

Transcript

1 FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI RASSEGNA ST PA 21 GENNAIO 2012

2 FI F E O E R A Z I O N E I T A L I A N A E O I T O R I G I O R N A L I Z 1 GEN COBBIEBE DELLA. 8EBA. 15 Le decisioni Peluffo prende il posto di Malinconicq ROMA - Ieri Mario Monti non ha sòlo passato procedere immediatamente all'esame delle.~ otto ore alle prese con le libera1izzazioni nei urgenze» del settore dell'editoria.. Consiglio dei ministri Ha fatto ìmche due La seconda nomina riguarda Elisabetta Olivi. nomine importanti con lo scopo di rafforzare ii Già portavoce di Monti a Bruxelles quando eta.i suo staff. APaolo PeJuffo, che era già commissano europeo, ricopriva già di fat;t() lo,! sottosegretario alla Presidenza del Consiglio per stesso ruolo sin daj.giomo in cui Yallora futuro!. la Comunicazione, ha conferito ançhe le deleghe presidente del Consiglio venne nominato che erano nelle mani di Carlo Malinconici> senatore a vita Ora pel;ò la scelta viene prima delle sue dimissioni: editoria, diritto ufficiaiizzata con l'aggiunta «di esercitare anche d'autore e «attuazione delle relative politiche». le funzioni di portavoce del Governo Gli ha inoltre delegato la firma degli atti e. coordinando le comunicazioni sull'attività provvedimenti relativi al DiPartimento' per ii dell'esecutivo, di intesa con i ministri coordinamento amministrativo, «ad eccezione interessati». Egià da ieri ha~olto questo di quelli richiedenti preventiva deliberazione compitò introducendo la conferenza. stampa alla del Consiglio dei ministri». Una scelta' fine della lunga maratona delconsigliodei.applaudita dalla Federazione nazionale della ministri. Editoria Paolo Peluffo stampa: «Prendiamo atto della volontà di O~RISERIIATA,i

3 F E D E A A Z I O N E I T A L I A N A E D l T O A I G I O' A N A L I MAvvenire Z 1 GEN. 201Z 6

4 FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI llmanifesto Z 1 BEN.201Z 3 Stampa e diritto d'autore/giallo SULLA SIAE Giornali, scontati nei supermarket' e giornal~i più liberi'di scegliere Matteo Bartoccl Edicole, editori e autori. Tutti sulla stessa barca, ovvero nello stesso articolo. n de-. creto Monti hberalizza la rivendita dei giornali e interviene sul monopolio della Siae in materia di diritto d'autore che vige dal Stando ai testi circolati durante illwlghlssimo consiglio dei ministri, il decreto «cresci Italia» abolisce l'uguaglianza tra rivendite. «non' esclusive» (supermercati, benzinai, librerie, etc.) e le edicole vere e proprie fissata.con la liber,alizzazione del200l In sostanza, i governo liberalizza la possibilità di. fare gli sconti. Ma lo fa in due momenti diversi della catena di vendita: gli edicolanti, daunlato, possono concederli ai clienti finali (ma"è poca cosa perché l'aggio del 19% non concede loro ri,lolto margine), dall'altro, soprattutto, possono essere i distributori a scontare giornali e riviste alle varie rivendite in base ai «risultati dell' esercizio» e ai «volumi di giornali acquistati». Le due previsioni insieme, in sintesi, concedono mano libera al~ le grandi rivendite. Fin dal 2001, in.,fatti, le rivendite «non esclùsive». non hanno l'obbligo di vendere tutti i giornali (la cosiddetta «parità di trattarnentm» e sono le uniche a poter scegliere cosa mettere sugli scaffali. Da oggi, in più, potraìlno acquistare i prodotti più diffusi con uno sconto dei distributori «Per esempio i supermercati potrebbero comprare grandi quantità di giornali o di riviste di cucina e di gossip regalandoli a chi fa la spesa, oppure - visto che possono non resutuire le rese - potranno vendere quelle più richieste con uno sconto significativo», spiega Wl edicolante attivo nel sindacato. (~e gli sconti se li può permettere solo la grande di:>tribuzioneper Dopo Malinconico Peluffo all' editoria. Convocati Ltavoli con edicolariti, Fnsi. e giornali a rischio noi è inaccettabile», mette in chiaro Giuseppe Marchlca, segret;uio.delsinagi-cgil.. Forse come compensazione, però, il decreto migliora le garanzie degli edicolanti rispetto a comportamenti scorretti dei,distributori, consente alle edicole di vendere «qualunque prodotto secondo la vigente nonnativid> e per la prima ~volta pennette ai giornalai di rifiu. tare «prodotti complementari» a quello editoriale (finora dovevano prenderetutto e pagare anticipatamente i distributori senza fiatare)., Prima del consiglio dei ministri, Monti haufficializzato la nomina della sua storica assistente Betti Olivi come portavoce italiana (per lastampa estera ne ha un'altra assunta da Bruxelles) e ha sostituito Carlo Malinconico a sottosegreta-\ rio all' editoria con Paolo PeIuffo. Consigliere di stato e giornalista, PeIuffo è stato il portavoce di Ciampi a Palazzo Chigi equirinale ed eragià sottosegretario alla comunicazione. DaMonti haricevuto anche una delega interna alla presidenza del consiglio per il coordinamento amministrativo, che è un po' il «motore» della burocraziadipalariochigi. la scelta di Peluffo era nell'aria da giorni ed è stata apprezzata sia dalla Fnsi che da tutte le associazioni del settore. Durante il governo Peodi è stato il capo dipartimento all'editoria, l'incanco attualmente ricoperto da Elisa Grande. I problemi sul tavolo del neosottosegretario sono tanti ed esplosivi. Peluffo ha già convocato per la settimana prossima i sindacati degli edicolanti e (probabilmente venerdì) anche il'«tavolo tecnico» che deve ancora erogare una parte dei contributi pùbblici del 2010 e definire l'ammontare dei finanziamenti disponibili per il 2011.

5 ~I F E D E R A Z I O N E I T A L I A N A E D I T O R I G I O R N A LI '------,------! I Z 1 GE~: Z012 IL~MATTINO 3 - Edicolanti,Più concorrenza e libertà di scelta.'. sui gadget Sul comparto degli edicolanti l'impatto è stato per così. dire «doublefacen. Dauna parte infatti, arriva più. concorrenza, con la possibilità così di mettere in campo promozioni e sconti e dunque fare'ribassi sulle riviste e i prodotti venduti. Dallialtra gli edicolanti avrànno l'opportunità di rifiutare lavendjtadi gadget (<<prodotti complementari» è scritto nel decreto) che vengonofomiti dagli editori. Fermi restando gli obblighi previsti pergli edièolanti agaranzià'del pluralismo informativo, la ingiustificaì<\ mancata. fomitura, owero lafornitura ingiustificata p~r eccesso, o difetto, rispetto alla domanda daparte dél distributore costituiscono casi di pratica commerciale. sleale...

6 fffigd FEDERAZ!ONE ITALIANA E~ITORI ItaliaOggi 1 ~J GIORNALI 2 1 BEN. Z01Z Sparite dal decreto sulle liberalizzazioni le norme che aumentavano i punti vendita dei giornali. Monti dà più potere alle edicole Potranno vendere altri prodotti, fare sconti e rifiutare i collaterali... ": DI ANDREA SEccm \}.. COSA POTRANNO FARE,",'.'", GLI EDICÒLANTI Il tanto temuto decreto sulle liberalizz~zioiii non p~rterà nuove edicole e punti vendita di giornali. Sono infatti spariti dal documento uscito ieri dçtl consiglio dei ministri tutte le norme più contestate dalla. categoria, quelle che avrebbero eliminato i limiti minimi di superficie sotto i quali negozi come, supermercati o librerie non possono vendere stampa quotidiana e periodica. Restano, invece, ta per la liberalizzazione ~el, Probabilmente, però, la spin le norme che daranno più potere governo non si fermerà qui: I agli edicolanti, sia rispetto agli rappresentanti della categona, editori (rifiuto dei collaterali) sia infatti, sono stati convocati per ai distributori, proteggendoli da giovedì prossimo al tav?lo. p~s possibile pratiche commerciali so il dipartimento per l editona. sleali da parte di questi ultimi. Probabile che qui il governo cer Non solo, nelle edicole si potranno vendere anche altri prodotti ciò che ieri è uscito dalla porta. chi di far rientrare dalla finestra oltre ai giornali e non varrà più \ Ueliminazione dal detteto delle l'obbligo del prezzo fisso, potendo praticare sconti sulla merce ne delle superfici minime degli norme che riguardano l'abolizio venduta. esercizi che possono vendere In realtà, il c~pitolo sugli scon- ' giornali potrebbe essere infatti il. segnale che l'impianto della leg " ge 170 potrà ti merita una rinet;t;ione a parte: chi sarà maggiormente interessato sono sicuramente i supermercati, più che le edicole. Inoltre, il discorso degli sconti sarà di difficile attuazione sui giornali: da una parte perché i mar~ di un'edicola sono del 19/24% e l tagli sarebbero irrisori, dall'altra perché sarà da chiarire se resta in vita (ed eventualmente come sarà interpretata) la norma del dlgs 170 del 2001 secondo cui «il prezzo di vendita della stampa quotidiana e periodica stabilito dal produttore non pup subire variazioni inrelazione ai puntidi vendita, esclusivi e non esclusivi, che effettuano la rivendita". RzFIUTARE' I. PRODOTTI COLLATBRALI DBGLI EDITORI VENDERE.ANCHE ALTRI PRODO't'TI.PRATIè.ARB SCONTI ',.' RESTITUIRB ÙNVBNDUTO AL DISTRI BuTORE SCONTANDò SUBITO QuANDO PAGATO IN ANTICIPO '~',' TUTELARSlDA POSSIBILI,COMPORTA, MENTI SLEALIDEL DISTRIBUTORE 't'è,., essere ;rivisto I per arnvare a :; una liberaliz ~' zazione totale rt' eliminando ;. tutti i vincoli ~:~ernu<0pun ($; ti vendita. ' i ' Passando ~.'..." all'analisi del l'documento ~.~., approvato ~ ~',' governo (artir: colo 39), si dice,;' che gli «edico lanti possono rifiutare le forniture di prodotti complementari», quelli che in gergo sono chiamati collaterali, dai film ai libri allegati ai giornali, mentre possono vendere «qualsiasi altro prodotto secondo la vigente normativa». Non dovranno inoltre aspettare il rimborso del materiale fornito in conto vendita e restituito, ma compensarlo nelle successive forniture del distributore. Il distributore, infatti, finora dava la merce in conto vendita e l'edi- ' colante pagava in anticipo, d'ora inpoi la compensazione sarà immediata. Poi arriva uno dei punti cruciali del decreto, che dovrebbe tutelare le edicole da pratiche commerciali sleali da parte dei distributori, dall'abuso di posizione dominante: gli edicolanti, ~e dovranno sempre garantire il pluralismo dell'informazione saranno in grado di denunciar~ ~ m~cata fornitura da parte dei distributore oppure unafornitur~ "ingi~stificata per eccesso o difetto». E sparita, invece, un'altra norma che nelle precedenti bozze prevedeva la possibilità di praticare condizioni èconomiche e attribuire compensi di vendita diversi ai rivenditori a seconda dei volu11lì di giornali acquistati nel punto vendita. Oltre alla questione edicole, nello stesso articolo si adottano misure per la nascita di nuove D:n~rese che si occupino dei dintti connessi al diritto d'autore, quelli di autori ed esecutori attualmente gestiti dall'imaie mentre la Siàe, sul diritto di au~ tori ed editori, mantiene tutte le sue funzioni. ' -- Riproduzione riseruata-ll

7 FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI ~------~-- T ~. l;. Dat,a 2 1 BEN Edicole Cade il limite dei 9 metri S iamo moderatamente soddisfatti. Certo in queste situazioni i dettagli contano più della cornice, ma per ora ilquadro ci sembra positivo". Giuseppe Marchlca, segretario del sindacato giornalai Sinagi, è attaccato al telefonino. Cerca di capire cosa venga fuori davvero dalla Fase2 pergli edicolanti italiani, fm qui stretti soprattutto dai vincoli della distribuzione locale che detta legge nei loro acquisti. "La cosa migliore è proprio questa -spiega March1ca -: avremo sempre l'obbligo della parità di trattamento sulle testate giorhalistiche, pergarantire la libertà di stampa, ma il principio non sarà piu applicato a tanti prodotti editoriali che oggi intasano le edicole e che noi dovevamo accettare in automatico anticipando ilprezzo di copertina. Adesso, se capisco bene, potremo invece scegliere quali prodotti d interessano davvero, pagando solo quelli in anticipo». Meno attraente la libertà di applicare sconti in edicola: già ilmargine di guadagno sui giornali è limitato, se un commerciante decidesse di scontare le pubblicazioni dovrebbe rimetterei di suo. La facilitazione potrebbe interessare più che altro la grande distribuzione, magari scontando i periodici, o mettendoli in saldo dopo i primi giorni di uscita. "Di certo a: noi edicolanti l'idea piaèe poco, vedremo. Anche ilfatto che non esista più uno spazio minimo obbligatorio per aprire un! edicola, facilitando la vendita dei giornali in altri esercizi come bar o benzinai, è un piccolo guaio che però non ci impressiona: perloro sarebbe interessante vendere tabacchi, più che giornali. Comunquesperiamo di avere notizie più precise nei prossimi giorni. L'ultima volta avevamo parjato con Malinconico, adesso cereheremo divedere Peluffo e capire dì più".

8 FI F E D E R A Z IO N E r T A L I A N A E D I T O R I G I O R N A L I J11 Jll'BBa!1!1l'rtl 2 1 BEN. Z01Z Possibilità di maggiori spazi con nuovi prodotti e sconti Meno vincoli sui prodotti in vendita per le edicole e minore dipendenza dai distributori. Oltre alla soppressione del limite minimo di superficie per la vendita della stampa quotidiana e periodica, il decreto liberalizzazioni prevede una serie di novità che potranno cambiare il look e la sostanza delle tante edicole sparse per la Penisola. Tanto per cominciare anche loro avranno.la possibilità di «praticare sconti sulla merce venduta», Allo stesso tempo ci sarà maggiore discrezionalità nei confronti dei distributori. Fermo restaìldo gli obblighi previsti a garanzia del pluralismo informativo, il decreto infatti prevede chegli edicolanti «possono rifiutare di vendere insieme ai giornali i prodotti complementarif6rniti dagli editori e dai distributori», ovvero i gadget, quali i libri, le collane di videocassètte o di cd musicali, i giochi, così come alcuni accessori di abbigliamento che sempre pìù spesso sono abbinati a quotidiani e riviste per stimola.rne la vendita.. Dall'altro lato la norma concede agli edicolanti la possibilità di <<vendere presso la propria sede qualunque altro prodotto secondo la normativ!i vigente».

9 FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI Cata Z 1 BEN. Z Televisione.IlG6vèrnìib'a sospe~o il bea~tyc9.6t~st per' 'F'r~qlÌenzè~pg~l~t:.W" """~~~""'?" "..-.. '".;..,''.A,,'. -:":"',\:'=""'f~.; '::;:r.ry;"' 'f.sermàhadefrnito «~'(;ì.ti~en~',,!",àrco Mel~~,.:,.~,: ;", /tejegittinioilbe' ", ", _Unasospen:sione di 90 gior- riservandosidi<<v' 11 O' nidell'assegnazione gratuita innecessllrie alla. tl1te~,~eguw: delle sei frequenze nazionali teressi di ùnlisoqeta quot~ta»' del beaùì:y cò:iltèst:nel.consi-.~iìdei::i:ètodir.ettoriai~chesoglio dei mii:ùstrldi ieri ilminhlspendelepioced~edig:araim:. stro" dello SvilllPpO,' Corrado. iperniate sul bando p:tlbb!icato Passera, ha illustrato il decrejo,':[ 1'8lugIio s\ùla,gazzetta Uffici&- I. firmato si basa-su ~eniotiva.ziqni.. I del rrùnistero;fr:ipcesco.save-.. principali, La,pi:iinaS()~9gUor~' " riolèòn.. e... che..... è. st.a.t,o in.via.t.. 0. in...:i 'diiridelgìo~o~ilpprovati dai1à serataa rutti. i partecipanti alla Camerà"in cui l;lfrichiede un.. procedura, çhe~o ora ses- adeguat(j ap.ptoto0diìllepto ~ulsanta giorni.diterppo pe~,inol-, laprqc;eq1;li~ae~~'s0ìlco;so' di. ti~~ le.,pr()prieosservaziont jbel1çzl;leçoìidaèlaj'len~: O!iàSi tì.ltti,però: soilò pronti a, denza dr~i:'.'iònail. '.. ricliiederens~èiméiìtiallosta., '.,.#~~e:conolllici,in:::"ati~[~e d~± :~.'.r..~..e.'.r.c...~.. p'..e..'...!..~ Ù~.'n.,'dtu.J...l'òs. e~,'....(.ì. tl;.oo % ~,...à).iiz. :.: '.'.'. ~~~...'~.'.':..\ (...',eifi~~9!if~;~è.r,. ~. su lr':cadtitoèc)riui'itir0 dell. '...'.,:vt;stimenti.perlàj:eallzzazionè'.. t}:dalbe.à~tyjq1;té!ite~1iyiù 'dèna'i:ete,iricllle~ dhl.bandodi,daliaich~ ~g~èpo~stataaiòìn~s:,.g~aper.esse~e_e,ssiaj:iase:-. ',lezi(j1l,eev~~ersi~ègnateilrè-,dij'~,qui~m ~ug1i 'pnp!ijg~tfi '/4~vit'!ott!?.,cli.frequ~e~Tra. delussòriiichiesti.:, :,',.'., 'qu.esti.òyyiafuerite,ànclìe M~. "., tanuova'cù'c()st~a rufitto.,,diasèt,che fuililanota diffusa in '. ddritiìo.qitaiuni,d~! pìu.1èci.. :i.i:,gv.;~;~.;,:;,..:;,l...~:.\l.::;",2,:.,,:,.,:;..:,,,:.:l:.. '. pailti,sky' ~PPunto,vi.e!1e~ddot: AZI N.'.l...'.è...,......~;... ~....'.> ' tacomè ulterioré motivaiione ".,'. ' '..., '....,.'. per~~u:\eguatòetu:géhte,~p,..-~oqij.:ftoau àsse~nazione 'profonclim,entorisp~9'llllapro-; 'senzai;!ri'còrdspettivo.... c:edurasospesa,n gecrt!to Ì1ltro. i;:.t.è'8.otiv.:. Passera': tèrcheremo ': duce lallecessitàdi valorizzarè,s. '.o.:.lu.}.io...'.:.n.i....pi...ù. c. cpf;il(jfre,stitaècoh ['equità..... \:~' 'f. ~,~. ~... ' fi:eque~em..uri coiltesto,uparn.:-:......o e.r..e.rlti unpàtìùnoniopùbblic:oc:~rìièle pr èoiatmentetritico" dellefinan.. zepu1;>bli~he.$krlilvia;aqu~to. ';,;.propgsito; ajlf\corif'i?r:~~9il-' ;':'diaiedi Ginevra: che~siterrìlilaj:;'. '~3g~ìmaiohl17febbi~~.AGkevr~J'Europ~chieder~ch~llel..',2015 ~eìlgàiiq;nlésséa'gara, do~. ' '... l'o. quella compostadai.canali d.ai:61al (j9.della gap.gaijhf., un'altrapartèden~ frequenze... oggiutijj~àjed.~etv~s~pré,. : in bandau~:ii5osiddetto sé':.' ;condodivid.è~qo&gitale'~~q~~~-, ',.sto rmetteiebbe'algovemo. '.'. di.. 'à.p~rlapijmavol.,.'.,ta;...'.. "w.'clliiineur()paipor.i'. né~do,:sulnier~to;quejfe-.ge~.,~uenz;e~epoy~ajl? e~s~re~-. segn~t~~qh1fcori~~~~~:llbell~zzà.,s~j#~~:o:~itip~r lo~!a~o; QY.e~'iAtepzione,~~~.n~e~J;l.eI..decrètòcljsO$PenSi()lle,fa:p(}I,!e,. :perq~y~rsé-a Illatl4~~,Las~l:n~.' ' :missioìlè'uéaéd~tter~.1a-:'decj- slone delgovernq?ei' '. '".ç<t-.. So,:ni:)Jip9n:~a:hcO!].U '.. b.!e~ madia'....'..~9jlçqit~b.eil... '. :'pelsistewatç-' )eyisiyqjt;.ùia:j:lqip~rco!lce!l1:r.a:-. ',t,o? ~OgIIiYalc;i~~i()n~,futura..dellè fi:equ~~9()yràffi1:e içonitfç9n,qu~t;aspettq,;.emol!i àl~ qli:;jlléor~ ~iptì9paiisa:j'ei!l<i}gi: tlilç.in Sici;!i<l,.~.giUglJWC,0!J:;p!Ù;, di12b,emitt~nqsema assegilaie pé.lesei' fr~qùenze ~iììas~çgna-',te;.per labanqalarga1p.pj:>a~né '.' le sei dèlbeautycontl:t~t?sipuò:..p,èg~euna frequellzaaçentro. ~1,1l'QPa 7!c:hel'hacbiestaper la. banda;vh.f;per;giunta, senza' ayere~o.r;~~!~ti~i;::d~~~~~~vara ':/,; ',,: "~. r '.'-~":';-";--~''';'- '_-:.:.:~.-;..:..~~ - '~'<,'_ :::i:..~.::l./

10 FI F E D E R A Z I O N E I T A L I A N A E D I T O R I G I O R N A L I la Repubblica 10 Z 1 BEN. 2U12 'IfJ TI prèmierepassera: "Tuttihanno Decisivoilruolo di mediazione del dirittodi protestare, ma ognibene Garante che gestisce ilpiano delle pubblico vapagato inquesta f~' Frequenze: 90 i giorni di tempo,, ' ILDOSSIER. Le nusulre,del gove:i'do ~ Stopalregalodelle frequenzedigitali larabbiadimediasetpronti alricorso ETTORE L1VINI A i), MILANO - Stop all'asta-beffa, sulle frequenze tv. Il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera ha deciso ieri di congelare pertre mesi il beautycontestvarato dal governo Berlusconi e destinato a regalare i nuovi canali digitali televisivi a Mediaset, Rai e Telecom Italia. «Non vedlamo perché in unmomento in cui chiediamo grandi s~ruìci a molti italiani una ri. sòtsa pubblica come le frequenze, che tra l'altro sono un bene scarso, debba essere concessa senzauncorrispettivo»,hadetto ' TIgovemo Monti sospendeil ''beauty contesf' che avrebbe regalato sei retinazionali senza alcunricavatoper' lecassepubbliché il prernier Mario Monti. Parole che potrebbero,preludere al varodi unanuova gara a pagamento aperta adaltri protagonisti del mondo delle telecomunicazioni e in grado di portare in dote un prezioso tesoretto al governo. L'asta sulle frequenze tic dello 'scorso autunno, per dire, ha regalato alle casse dello Stato un incasso superiore di oltre3,9miliardi. La 'decisione <Uieri ha scatenato la reazione imniediata di Mediaset: «Il beautycontest-era una procedura eg!:<i e trasparente che non regalava niente a nessuno-recitaunminaccioso comunicato uscito in serata dal quartier generale di Cologno ~. Lostop sospende unasituazione di legalità che va subito ristabilltiddlbiscione siè già riservato di valutare azioni legali per tutelare i propri interessi. "Una decisione naturale», per il prernier' Monti. Paolo Gentiloni, respon-' sabilepdper le comunicazioni, e Antonio Di Pietro, leader dell'idv, hanno invece plaudito alle decisioni di PalazZo Chlgi La partita delle frequenze visto il comvolgirì1ento delle aziende dell'ex presidente del Consigliò eleader del Pdl Silvio ' 'Berlusconi"":'haunavalenzapolitica delicatissima. Il Pd aveva chiestò a Passera di azzerare'del tutto l'asta, in mododarlaprire in tempi stretti la procedura di vendi.ta a pagamento. Un percorso accidentato per gnippi comemediasetèraichenonattraversano un momento felicissi-' modalpuntodivistafinanziario. Il superministro dello sviluppo hapreferito invece congelare l'iter lasciandosi uno spazio di mediazioneconlepartiincausa. L'obiettivo è quello di gettare un pc' d'acqua sulfuoco delle pole~ miche ed evitare che il tema dei nuovi canali digitali finisca per diventare un ttappolone letale perii governo Monti. \ PanedelN si, a'ug'ulravblid'azione m:&coz'apiàdecisa CentiloDi:"E' 1'0ftl \'delplu:làjisul.o" Che cosa succederà ora? La palla dovrebbe andare nel campo dell'agcom, l'autorità delle comunicazioni incaricata di riscrivere le regole del beautycontest. In questi ambito, secondo alcune indiscrezioni, si potrebbe cercare una soluzione di compromesso in grado di stemperare le tensioni, Le frequenze andrebbero all'astaapagamento. Al Biscione, magari, potrebbe essere consentito di utilizzare per la tr!lsmissione tv un multiplex che già controlla mache per legge può essere usa.to solo per la televisione via telefonino. LaRai, come contentino, potrebbe vedersi regalare alcune frequenze minori in grado di perfezionare l'illuminazione,su tutto il territorio pubblico delsuo segnale. La partita comunque è ancora aperta. E le incognite legali e politiche di questo percorso delicatissimo sono. altissime. Ci RIPRODUZ1ONFRfSEAVATA SEGUE

11 FI F E D E R A Z I O N E I T A L I A N A E D I T O R I G I O R N A L I Z 1 BEN.201l la Repubblica lo SEGUE Tv, chi ha le f.. eqllelìze in digitale te...estz'e (OperatOri di-rete nazionali) TLC, incassati 3,9 h1.ilia..di di ell..o in palio f.. eqllenze pe.. i telefoninini 40. La gara Ili I vincitori 2 blqcchi a testa per Vodafone, Te/ecom e Wind 1 blocco a testa per Vodafone, Te/ecom e H3g 4 blo~chj ad H3g, 4 brocchi a Wind, 3 atelecom, 3 a Vodafone. Fonte: Ministero Sviluppo Ecooomicc (2011)

12 I T A LI A N A E D I T O li:.:..:...!_g~io_r_n_a_l~ir- ---j : ;.. Dat"a Z "I 6EN RINVIO DI 90 GIORNI IlBiscione cosìrifiata: "Sospesa la Iega, l -t'a 11, Frequenze tv in freezer: le minacce di Mediaset di Carlo Tecce e abbiamo il diritto di prezione gratuita a Mediaset,. a truffa del beauty contetendere che lo Stato manten La7 e Rai, valgono quasi 4 miga i propri". L st 'il concorso'di bellezza liardi di euro. TI Biscione realetterale).gisce all'istante: «Questo è (è l~ traduzione che regala le, frequenze te TENERE FERMI i candida un atto che sospende una silevisive: per il digitale terre ti e la commissione non è la tuazione di legalità che deve, stre, va inletargo per tre me.' soluzione, migliore per ri invece, essere al più presto si. TI governo decide di de muovere le incrostazioni del ristabilita. Al di là delle mibeauty contest: il bando è cidere quel che basta per stifìcazioni circolate, il beauscaduto cinquemesi fa, la grarassicurare i partiti di cen t:y contest è assolutamente, trosinistra, che esultano più duatoria è ormai pronta, i legittimo". TI testo fa intuire. o meno compatti, senza in partecipanti (come Mediale prossime mosse di Mediaset) possono rivendicare un crociare le spade con Mediadiritto acquisito. Per spazza set, nonostante il piccato comùnicato aziendale che re definitivamente il concorsegue l'annuncio di Corrado so di bellezza, dicono ì com Passera. missari Agcom, serviva un La truffa scompare per tre tocco di accetta: cancellare. mesi, pronta a tornare per. l'articolo 45 della legge 88 del ché la legge resta pratica 2009, così il passato berlu mente intatta: "La procedunon solt~to congelato per Sconiano veniva rimosso, e ra di assegnazione è sospesa - dice il ministro per lo Svi un breve periodo. Vincenzo luppo economico in confe Vita (Pd) e Beppe Giùlietti renza stampa con il premier (Articolo 21) non si fidano Mario Monti - perdefinire al del governo che, mentre ilmeglio la destinazione di un lustra fieramente le liberaliz: zazioni, affronta con timore bene pubblico".' Pas~ra set, ricorsi e ancora ricorsi: condivide le responsabilità, un favore permediasetsenza "Quando lo Stato avvia uffi aggredirlo in profondità:'"è racconta di aver chiesto'pa cialmente una procedura, reri tecnici al Consigliò dei utile che il ministro Passera.pubblica di assegnazione di ministri e all'autorità garanchiarisca le intenzioni effet un bene, prende un impete per' le Comunic;tzioni. tive sul beauty contesto Pergno preciso con chi vi ade Eppure i conunissari, Agrisce sostenendo investi ché non è stata abrogata la com, interpellati dal Fatto normacheavevaintrodottoil menti. E tutti noi operatori Quotidiano, smentiscono. vecchio schema della gara e riconosciuti idonei all'assequalsiasi rapporto ufficiale: si è prèferita ia strada ~i,!na gnazione - pubblici, pr~vati, "Forse il ministro avrà con-' sospensione di tre mesi? L ar, nazionali o locali abbjail10 tatti informali '<;.on il presia nostra volta preso impegni gomento è troppo delica~? dente Corrado Calabrò, ma per lasciare adito a dubbt :, va ricordato che non siamo Antonio Di Pietro (ldv) SI stati consultati. Anche percomunque, la prima toppa aspetta di più, ma apprezza, ché avrenimo Nessun taglio p~oposto l'acucita dal ministro Passera. brogazione dell'intera legalla truffa del Sul pasticcio dei mlùtiplex:.ge". che fa oscillare l'impero di ADESSO Passera avrà il beauty contest: Mediàset, si regge anche l'e tempo necessario per capire sistenzadel governo di Mario se c'è spazio per Un'asta al i 4 miliardi che Monti: l'afonia del Cavaliere e rialzo: o per i gruppi televi dei suoìascari s'interrompe sivi o per gli operatori tele,si potrebbero Ill.iiacolosamente appena' si fonici. TI, governo ha l'occa- accenna al tema frequenze. Non si può dire che la truffa sione di sfruttare i 5 multi- - ricavare restano' beauty contest sia stata scon-.". plex (pacchetti di frequengiurata: per tre mesi non si ze) ch~, rinviata la distribu- 'in bilico. farà vedere, poi chissà.

13 PI' F E D E R A Z I O N E I T A L I A N A E D I T O R I G I O R N A L I il Giornale Z 1 BEN. Z01Z. Frequenze tv.alt al beauty co~test per 90 giorni. Mediaset s'infuria: «Illegittimo» Maddalena camera operatori di tlcmobili chehannopartecipato alla gara Lte sborsarl'do circa 4 miliardi di euro perle frequenze. Ma finché quelle televisive nonsarannosistemate, quelleperlabandalargasuicellulari ( ossia quelle Lte) nonpotrannoesseremes~ se a disposizione e, dunque, gli operatori, che hanno già pagato una quota di quanto dovuto, nonpotrannocominciare a realizzare la rete mobile con la nuovatecnologia. Si sa che il ministro Passeravorrebberiallocarelefrequenzetelevisive anche sul fronte delle tlc per trovare compratori piùdisponibiliametterema ~.TI beauty contestsulle frèquenzetele VISIve èstato sospeso per 90 giorni. Loha d~ciso ilministro dello Sviluppo econo InlCO, Corrado Passera, per«avereiltempo di definire al meglio la destinazione delle frequenze». ' Una decisione annunciata ma che lasciascontentinonsolomediaset chedo.. ' veviìmsleme alla Rai ottenere dal beauty eontestnuove frequenze, ma anche chi s~a sulla sponda opposta per motivi ov~ VIament: di~~rsi. Mediaset,ha spiegato lesueraglomm uncomunicàto. Lasociet~, infatti, ritiene chel'atto approvato ie ~sera ~al governo Monti «sospenda una s~tuazlone di legalità che deve invece essere al piùpresto ristabilita». Perlasocietàd~lbiscione«ilbeautycontestnonregalalllente anessuno, tantomeno agli operatori integrati come Mediaset, che nel passaggio dall' analogico al digitale sono stati già penalizzati con la perdita di un multiplex ciascuno». Inoltre, rivendica di aver «sempre acquisito sul mercato, pagandole, le frequenze inuso e diversareognianrioallostatouncospicuocanone di concessione calcolato in percèntuale sul proprio fatturato». Mediaset, confida, quindi, 'Che il ministero e il governo restituiranno certezza al diritto. Laso.cietà~a altrésì spiegato di «aver già fattomvestimentisullaproceduraincorso e di riservarsi la valutazione di azioni necessarie alla tutela dei propriinteressi in quanto società quotata>l. Oltre a un gigante co~e Mediaset anche la piccola emittente PrirIia tv, che fa capo al finanziere tunisino Tarak Ben Ammar, ha espresso il suo disappunto. «La sospensione in via d'urgenza ha spiegato Prima Tv in un comunicato nòntiene infatti in alcun conto ilquadro giuridico del Beauty contest, fondato su provvedimenti aventi forza di legge e finalizzato a garantire unosviluppopluralisti co e competitivo del comparto della radiodiffusione televisiva' su frequenze terrestri, i cuilineamen ti essenziali sono statiprimadiscussi e poi approvati dalla Commissione europea, al fine di chiudere una procedura d'infrazione in essere dal lontano Lo Stato italiano haassunto un impegno preciso, avviando la procedura pubblica di assegnazione, nei confronti di tutti gli operatori di rete chevihanno preso parte sostenendo alò ro volta tutta una serie di obbligazioni estremamenteonerosedaunpuntodivista finanziario, e questo impegno deve mantenerlo, amaggiorragione, neiconfronti di chi, ha sempre adempiuto ai, suoi obblighi venendone invece discri- ' minato prima dai ritardi della data di switeh off(del pj.gitale terrestre, ndr) e poi dallà sosperisione della gàra». Vincenzo Vita, del Pd, hachiesto invece perché «solo sospendere e non abrogare la norma.dello schema di gara del beauty eontest». Tra gli scontenti ci saranno anche gli no al portafoglio. Ma entrambi gli schieramenti, tvetlc/hanno,non solo poca voglia, maanche scarse risorse da spendere nell' acquisizione di nuove frequenze.

14 ",~gaupload M" F'I F E D E R A Z I O N E I T A L I A N A E D I T O R I G I O R N A L I 2 1 BEN llmanifesto 7 FROH11.RA,E~EnROHICA Come:fare <rliél. TÌ nel w,eb.la proprietà eroba,antica Èl'accesso che.fa profitti ' Alberto Plcclnlnl era, l'ultimo,.segret,o,'dipulcinella del web. Un sito, nato alcuni anni fa per consen tire l'archiviazione e lo scambio di file di grandi diinensioni attaveil30 1a Ret~, si era trasformato silenziosamente ma me-,, sorabilmentein una specie di Paradiso del download: una quantità inimmaginabile di musica, cinema, telefihn, libri, persino giornali, dispoliibile al prezzo di po- ' chi click aunqualsiasiutente in ogni parte del mondo, òeriuneno troppo esperto. Mettiamola cosl:ùscire a comprare un discò, andare al cinema, attendere che la tv della propria nazione aèqùistas se, doppiasse e mandasse in onda unase rie di telefilmamericani, sono"gesti Che, appartengono a un passato. nenuner;t0 troppo lontano ma che ormai app~e\ tr recuperabile,se non çome nos~a. ~ 'po'8nob.si calcola che $0 mjliòru di utenti 'usassero ogni', giorno' Megaupload. Avederladalloro punto di vista (e dal nostro),le cònseguenzedell'esistenzadi una simile cornucopia di suoni e immagini sulla cultura planetaria! l'estetica,la memoria,l'irnrnaginario, sono ancoradifficili da immaginare. ", ' Con un'operazione.senza precedenti l'altra seral'fbi ha chiusçl Megaupload,, cotvolgendo le polizie di otto paesi, da Hong Kong al,canada.le accuse a fondatori e gestori delsito ruotano attorno alla, tragressione delleleggisul diritto d'autore. Così, la guerra mondiale che daternpo oppone le grandi industrie della comunicazione (Hollywood, le case discogr~che, insomma le màjor o quel che ne nrnasto) e la Rete ha segnato un punto a favore delle prime. Seppure la coincidenza venga smentita dell'fbi non si, può dimenticare che il giorno primtt la, ' ' R~te aveva dato vita a un vero eproprio sçiopero contro le leggi a difesa del copp;ight in discussione al Congresso aillencano. ~' una guerra ~ta,~e durak~~~dlmeno dieci~quindi Cl anni. r:ta anc4ìa,se laprendiaii).o dal punto di vista dell'utente, la notizia «buona» è che esistono almeno un centinaio di Megatipload nella Rete, e che sono ancora in fimzione. Anche.stasera un ragazzetto di Reggio Calabria potrà scaricarsi il disco nuovissimo della band straindiperidente di Portland. O una signora divarese dopo una giornata di lavoro si vedrà l'ultima puntata del telefihn americano.trasmessa solo ieri dalla tvdiquel paese. Nonstlamò parlando di hacker col piercing al naso, e gli occhi stravolti dalla notti passate davanti al pc. Parliamo di noi. ".,. E' dawero una b~ona notizia? Ci sono mille e una obiezioni al'tentativo delle nìajor della comunicazione di ten~re in piedi il mo,dello di businèss che - fu buo 'naso~tanza le ha fatte prosperare per tutto ~ secolo SCOIl3O. E cioè pretendere ' che ~ p~e;tt;i,ctùturali non, possarl9 circolare l<hberamellte», anmeaqpo \lyerne,. pagato)l.prezilj.tjilpr~q.,qmi$isempre, fuo~ da, ogni 'logica di mercato. U~alm?nte, c'è ~a specie <ll positivo fatalismo mternettiano che ci ha abituato ad attendere, con fiducia la prossima mo~a della Rete in questa strana guerra, certi che sarebbestata vincente. Dieci anni fasi scaricava da Napster. Poi, finito ~apst~,sono arrivati i peer-to-peerçome Limewtre e Emule.Megaupload e i suoi fratellivenivanri subito dopo che le leggi (<:<>me l:~adopi francese) sconsigliavano di condividere troppi file contenuti nella memoria del proprio pc. ".. TI modello di business delle major è fimto, non ha più senso. Affidare alle stesse major il compito di farci entrare nel futuro della comunicazione e della cultura no~ha senso: se non altro per quel briciolo di punk, fai-da-te, di eybercomunismo che è rimasto conficc~to nella cultura del Rete,p~e quella rispettabile diòggi. A proposito, la figura dell'inventore di Me,,' gaupl~d; KirnSchmiti: detto Dotcom.... _--c-, un exnackertedesco cm apparenéllefo. to comespededi uilùiin ciccione dà cinema, col garage pieno di Rolls Royce, uno che si era comprato coi soldini di chivoleva migliori prestazioni dal sito lififfiapiù bella e.costosa di Auckland, nori èaltrettanto inquietante? D'accordo, lacultw:a fa paura, la cultura pùò e sa esseresovversiva, e nulla da dire sull' attaccodianony, mous ai siti dei responsabili del blitz del 'l'altra,sera Masiamodawero certi di affidare il futuro delle forme culturaliplin;1e-, ' tane a figure del genere? Operazioni COllIe dell'fbi raltra notte ' servonq soltanto, a incrudelire una guerra che le major hanno perduto da un pezzo. La questione vera è un'altra: vincerà la Sfida tra :vecçhia comunicll?iolle e Rete chi riuscirà a trovarne un nuovo modello di bùsiness.che salvaguardi i diritti d'autore (come ha detto una volta Pete Townshend. degli' Who:,«a, quelli che,scaricano i mieipezzi gratuitamente direi allora vieni a XVbarJJri in casa, Jai pririla!»), ma salvaguardi ailche quellide-, gli utenti, non çhiuda insommalacornucopia della Rete pèrchè indietro rion si può tornare. Esèmpi ce ne sono.l'i-tunes di Steve Jobs ha dimostratoèhe è possibile scaricare contenuti protetti da copyright a prezzi ragionevoli.yoùtube e i cosiddetti. sistemi diclou!1ing come Spotify-che saranno se tutto va male il Pfossirnofuturo in fatto di accesso ai contenuti ~. non richiedono neppure di memorizzare il file nel proprio computer (non si «rubru. niente,:infine),,siti di vendita diretta on line al pubblico come Bandcamp, sonol'ultirno grido in fatto! di produzioni indipendenti.

15 ~I F e D E R A Z I o N E I T A L I A N A e D I T o R I G I o R N A L I COBBIEBE DELLA 8EBA Z 1 BEN. 2U1Z 4tJ Se al copyright in Rete fal1no bene gli accordi (J)... (,.1.0 I a discussi.on.e che si è svilupp. ata into..mo alla proposta di legge americana antipirateria j informatica è importante, perché le regole adottate in' America prima o poi arrivano anche qui L'idea di risolvere il problema per via legislativa lascia molto perplessi. Un principio giusto, su cui si basa il testo in discussione, è quello di considerare gruppi come Google e Facebook responsabili dei còntenuti che ospitano, come lo sono gli editori. Lòro rispondono che controllare tutto è impossibile e si rifanno. alla norina attuale che li esenta dal controllo prevéntivo e impone loro di eliminare i contenuti illegali, offensivi o pericolosi solo a fronte di una denuncia. La verità è che la violazione di copyright è rlnatto intollerabile e i. motori di ricerca potrebbero fare di più per controllare. Se invece la legge sia lo strumento migliore :Per Diritto e rovescio Forse la strada giusta. è quella che tutela sia fj conti economici che le esigenze del pubblico raggiungere l'obiettivo è tutto da dimostrare. E a metterlo in dubbio è addirittura il presidente della Siae, la società che tutela gli autori egli editori (vedi il Corriere. dell'altro ieri). ndibattito infatti si ripropone grosso modo negli stessi termini in Europa. L'Italia è anzi il Paese che ha «fatto scuola» con una sentenza e un'ordinanza importanti pro-copyright. Ma soprattutto lascia perplessi l'idea Che una materia così «liquida» ~ senza confini possa essere imbrigliata da codici nàzionali. Né giovano le invettive di Rupert Murdoch. Forse la strada giusta è quella degli accordi commerciali tra i big di Internet e i big.. dell'editoria: nell'interesse dei loro conti economici e delle esigenze del pùbblico; Ricordate l'industria musicale di dieci anni fa? Viveva nell'incubo di Napster. Poi è nato itunes e la gente, tanta gente, ha dimostrato che nei giusti modi era,disposta a pagare. Il mercato è. diventato più grande e tutti ora sono un po'più felici.

16 FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI M IANO FINANZA Z 1 BEN. Z012

17 ~ FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI COBBIEBE DELLA. SEBi 2 1 BEN.20l2 r: I) J.:.. DIFENDERE IL DIRITTO D'AUTORE IN RETE. DAVVERO OCCORRONO LEGGI SPECIALI?....A... Curiosa coincidenza quella.' damentali nello sviluppo dei. ~ che ha visto l'arresto di Kim Schmitz (conosciuto anche. come Kim Dotcom), creatore di Megaupload e Megavideo tra gli altri, e il dibattito sullo Stop Qnline Piracy Act (Sopa) americano. L'accusa per quello che viene definito teorico e guru del file sharing (la condivisione di contenuti musicali e video). è di aver favorito la violazione del copyright, permettendo à milioni di utenti di scaricare illegalmente' film e serie televisive. Accuse che hanno portato appuntò al suo arresto, dimostrando implicitamente che utilizzando le norme già esistenti è possibile perseguire comportamenti ritenuti fuori dalla legge. Non è un caso che il Congresso americano abbia rinviato l'approvazione del Sopa. E questo non soltanto perl'opposizione da parte di organizzazioni come Google, ma anche perché a ripensarèi sono stati parte dei deputati e senatori che ne erano ave servisse~ originariamente promotori. Quella della protezione dei diritti di autore resta uno degli snodi fon-. nuti veicolati sulla Rete. Ma spesso. si confondono da parte dei governi, più o meno in buona fede, i due piani: quello della. tecnologia, Internet, che permette il trasporto di dati come film, musica o testi, e quello dei. contenuti. Per salvaguardare i secondi, si tenta di intervenire sulla Rete. Ma con ristùtati inefficaci e provoçando, come nei giorni scorsi; proteste, scioperi dell' offerta e auto oscuramento di siti come Wikipedia.. Aver spento Megaupload ha provocato poi la forte e comprensibile reazione dell'unione Europea, per bocca del commissario Nellie Kroes, che ha invitato gli Stati Uniti a lavorare per una Rete più aperta e non più chiusa. Come a dire: risposte nazionali a problemi sempre più sovra~ nazionali non sono Ia soluzione. E accaduto con la crisi finanziaria,. non deve accadere per i contenuti veicolati via Internet. Si possono, usare intanto le leggi. già esistenti.. Daniele Manca C RlPl'OOOZ1OI'E RlSElIVATA

18 F E D E R A Z I O N E I T A L I A N A E.D l T O R I G I O R N A L I : i; Dat,a Z 1 BEN I i 17 fjq.e9_çaf~j"; fj!i.i::ll~lçj:lnj-,~q~~_~me9~vp~-qp.-tr.: I1Italia imita gliusa: rischio bavaglio al web di Federico Mello I 1temi della lotta allo scambio di me su Internet sta arrivando in questi giorni a temperature incandescenti. Prima lo sciopero del web negli Usa contro le pròposte dilegge, per ora accantonate, Pipa e Sopa che intendevano dare ai detentori delcopyrightil diritto di oscurare siti web concontenuti illeciti. Poi ieri il sequestro di Megaupload - portale anche a pagamento ben conosciuto in Italia - e la successiva risposta degli hacker di Anonymous. Infine, ma non meno importante, un nuovo rischio bavaglio perla Rete italiana.. Andiamo con ordine partendq da casa nostra. TI deputato della LegaNordGiovanniFavahapresentato e fatto approvare in commissione unemendamento alla legge comunitaria da lune.dì ~'esame della Camera. nprovved~ento prevede che "qua- lunque soggetto interessato" e non più solo l'autorità giudiziaria o amministrativa, possa chiedere a unfornitore di servizi Internet di rimuovere contenuti pubblicati on line e ritenuti illeciti dal soggetto richiedente. La questione suona tecnica, ma è più semplice di quanto sçmbra.. SE ADESSO un coti.tenuto on line puòessererimosso solo con un intervento di un magistratq, con la nuova norma chiunque _ a cominciare naturalmente dai detentori didiritti - pòtrebbe rivolgersi ai providerperimporre Il "Fava" come il "Sopa": "chiunque potrà. chiedere la rimozione di'contenuti illeciti una serrata di spazi web con "contenuti illeciti» (una defini~ zione tra l'altro molto vaga). A segnalare il rischio è il giurista Guido Scorza, blogger del ilfattoquotidiano.it e sempre molto attento nel segnalare i pericoli. chegravano sulle libertà digitali. Ubertiamo, l'associazione di Benedetto Della Vedova, ha rilanciato la denuncia sottoline3ru:lo ilrischio di unblocco della Rete per l'ingolfumento dell'attività di provider (Google, Facebook e Youtube compresi). Questi soggetti in realtà, essendo mert intermediari di informazioni, non hanno né la capacità né il compito di accertarsi se i.contenuti segnalatil!ìa!lo effettivamente illegali 00 stabilisce anche la direttivaeuropea sul commercio elettronico, che conilnuovo testo viene di fatto accantonata). L'emendamento, spiega Scorza "ricalca, molto da vicino, ildisegno di legge in discussione' di. nanzi al Congresso degli Stàti Uniti d'america chenelle scorse. ore, haprovocatoilpiù grandee. riuscito sciopero della storia del, web. n SOPA, in italiano, si scrive FAVA". Se Della Vedova è intenzionato a proporre alla Camera uncontroemendamento per bloccare il Fava, il clima generale contro lo scambio di file in rete, a livello globale, è quasi da guerra aperta: non a caso il tag più usato ieri su Twitter era "prima guerra digitale". L'Fbi ha spento ieri ilsito di condivisione difjle più grande del mondo e da tempo nella top ten globale. Si tratta di Megaupload - di. cui fa parte Megàvideo e tutta una mirtade di altri portali che secondo i federali ha generato dal 2005 a oggi 175 milioni di dollari di profitti illeciti e ha causato "oltre mezzo miliardo di danni" ai titolari dei diritti. Gli incrimi nati arrestati in Nuova Zelanda,. sono sette, ma protagonista del le cronache è diventato l'ambiguo fondatore del sito, Kim Dot com (alias Kim Schmitz), 37en ne e residente a Hong Kong. ALL'EX HACKERparticolarmente corpulento sono state sequestrate varie vetture di lusso e beni di valore. Nato in Germania, Dotcom è diventato miliardario grazie al network Megaupload: solo nel 2010 avrel:!be portato a casa 50 milioni di dollari; in passato è stato condannato per reati di piraterta informatica, insider trading, frodi con le. carte di credito. Nonostante questo profilo più da criminale internazionale che da paladino della condivisione, control' operazione Fbi - vista da molti come una risposta al bl?~cq ~i Sopa e Pipa il gruppo <u nacker mternazionali Anonymous ha fatto partire una rappresaglia in grande stile. Sono stati presi di mira.. molti siti americani, compresi quelli della Casa Bianca, dell'fbi e della Riaa, la Siae Usa. L'eco del sequestro è globale: anche Nicolas Sarkozy - già paladino (conpocosuccesso) dellalotta allo scambio illegale difile -, si è complimentato con gli Stati Uniti dopo l'operazione. Per Enzo Mazza, presidente della Fimi, invece, "si segna un importante risultato nei confronti della lotta alla piraterta". Vedremo quali saranno le prossime mosse di entrambi gli schieramenti. Laprimaguerra digitale è appena. cominciata. Anche in Italia. twitter.com/fedemello."

19 FI FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI :tibero Z 1 GEN. 201Z, 'CESSIONI O;OLTRAl;PE' Tempo di quaresima, Àlla, prima voc~ di di, smlssloni, compare ' la, : cessione della francese,f'lammanonspeclalizza- AI «Corriere» non resta che vendere i gioielli non ta nell'eimòrla libralia. Dall'altra parte si toma a. " parlare di'un vistosò al magrlmento,dell'area: periodici., Comunque', cl sono preclusioril;,..tutto quello che trova uneompràtore, aquesto Saltato l'accordo con l'huffington Post per colpa di «Repubblicw,\ il ~ppo, punto, potrebbe essere,, messo in vendita '" ',ha un mese per il piano di dismissioni Possibile buco da 400 mzllonl ::: NINO SUNSERI. Per il «Corriere della SerID) si ' apre la stagione dei grandi saldi. Inutile parlare di investimenti. Proprio ieri è stato annunciata la nascita di Huffington Post Italia, frutto dell' alleanza tra il sito d'informazione Usa creato fra Arianna Huffington e il Gruppo L'Espresso. L'ope, razione vale dieci milioni e la Rcs ci girava intorno da un po' di tempo nel tentativo di rafforzare la sua presenza sulla Rete. A quanto pare l'ul, tirrio rilancio da parte degli arcirivali di «Repubblica» è stato irresistibile. Non resta che la quaresima. Entro un mese il gruppo dovrà es~are un piano di dismissioni con un duplice scopo: da una parte di fare cas. sa e dall' altra di tagliare le perdite. Alla prima voce compare la cessione della francese Flammarion specializzata nell'editoria libraria. Dall'altra si torna a parlare di un vistoso dimagrimento dell'area periodici. Comunque non ci sono preclusioni Tutto quello che trova un compra-, tore, a questo punto, può essere venduto. <<Anche il Corriere della Sera» spiega Una fonte in vena di SOTrisi amari. Una battuta certo. Ma o:lìre la misura del problema. La Rcs è forte in Italia e in Spagna. Vale a dire le due nazioni dell'eurozona messe peggio. L'emorragia di pubblicità e il declino dei lettori st', vando come talpe sui co~ olferino. Nella buona sostanza snno solo Corriere della Sera e la Gazzetta dello Sport a tirare la carretta. Con?li: ficoltà crescenti, peraltro. I libn, hanno un equilibrio un po' precario e qualche rivista perde un po' meno di altre. Tutto qui. In Spagna è tempesta. L'insieme di queste fatiche potrebbe, portare, s:con~o.al~ analisti, a una perdita di bilancio pari a 400 milioni. Una cifra piutto 'sto consistente che imporrà scelte rigorose. O un aumento di capitale oppure una severa cura dimagrante. Non è nemmeno~scltlso che ser~ vano entrambe le medicine. La sola vendita di Flammarion potrebbe npn essere sufficiente. La casa editrice francese, nella migliòre delle ipotesi, porterà 200 milioni. Una bella cifra. Ma certamente non risolutiva. Già adesso il debito di Rcs è vicino al miliardo. li peso della Spa,gna ha aggravato la situazione. Senza contare la svalutazione degli avviamenti. Anche Flammarion avrebbe bisogno di una bella tirata a lucido prima di essere messa sul bancone del supermercato. n77% della casa editrice venne acquistata da Rcs Libri nel 2000 per circa 230 ~di che equivaleva ad una valutazione complessiva dell'azienda di 300 miliardi. 'bi recente sono emersi dei problemi. Come recita l'ultima relazione di bilancio «ricavi e margini sono, sensibilmente diminuiti rispetto al Nei nove mesi dell'attuale esercizio la'controllata transalpina ha garantito un giro d'affari sceso a 147,9 milioni (-2%»). Dal punto di vista industriale non rappresenta più quell'importante presidio nel mercato francese dei libri come un tempo. SEGUE

20 mga F E D E R A.Z I O N E ITALIANA EDITORI GIORNALI. ~ibero I Z 1 BEN. ZOIZ 23 SEGUE i I problemi di bilancio della Ecs si incrociano con gli appuntamenti. societari. All'assemblea di aprile il consiglio d'amministrazione deve essere rinnovato. Diego Della Valle e Giuseppe Rotelli sono intenzionati a far sentire il loro peso. Soprattutto il patron della Tod's non ha mai nascosto le proprie ambizioni. Vuole accrescere la sua quota del 5%. E vorrebbe anche la responsabilità della gestione convinto di poter sistemare l'azienda facendola tornare fonte di guadagno (da aggiungere al peso politico che non ha mai perso). \ Gli altri azionisti puntano i piedi (a cominciare da presidente di Banca Intesa, Giovanni Bazoli. L'urgenza di un aumento di capitale favorirebbe il riassetto. il nuovo consiglio sarà l'esito del braccio di ferro.

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Guida alla prevenzione della pirateria software SIMATIC

Guida alla prevenzione della pirateria software SIMATIC Guida alla prevenzione della pirateria software SIMATIC Introduzione Questa guida è stata realizzata per aiutare la vostra azienda a garantire l utilizzo legale del software di Siemens. Il documento tratta

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 918 RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo

Dettagli

inform@ata news n.02.14

inform@ata news n.02.14 inform@ata news n.02.14 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA (ANSA) ROMA, 3 SET "Il documento ultimatum che gli Assessori alla Salute hanno inviato al

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO L ITALIA È PIENA DI ZINGARI FALSO. In Italia rom, sinti e camminanti sono circa 170mila cioè lo 0,25% della popolazione complessiva, UNA DELLE PERCENTUALI PIÙ

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l.

Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l. General Terms and Conditions of Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l. Articolo I: Disposizioni Generali 1. I rapporti legali tra il Fornitore

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

SUNDAY POETS. Destinatari del premio

SUNDAY POETS. Destinatari del premio SUNDAY POETS Destinatari del premio I destinatari del Premio sono i lettori de La Stampa (quotidiano, sito e app) senza limiti di residenza o nazionalità. Il Premio è un talent contest dedicato a poeti

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti.

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti. LA RISOLUZIONE. PREMESSA Sappiamo che un contratto valido può non produrre effetto, o per ragioni che sussistono sin dal momento in cui lo stesso viene concluso (ad es. la condizione sospensiva), o per

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai

Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai Nel 2014 l'ai ha avviato indagini in 2200 casi per sospetto abuso assicurativo e ne ha concluse 2310. In 540

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Guida all'uso di StarOffice 5.2

Guida all'uso di StarOffice 5.2 Eraldo Bonavitacola Guida all'uso di StarOffice 5.2 Introduzione Dicembre 2001 Copyright 2001 Eraldo Bonavitacola-CODINF CODINF COordinamento Docenti INFormati(ci) Introduzione Pag. 1 INTRODUZIONE COS'È

Dettagli

del Senato Le funzioni

del Senato Le funzioni LA FUNZIONE LEGISLATIVA IL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLE LEGGI ORDINARIE IL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLE LEGGI COSTITUZIONALI LA FUNZIONE DI INDIRIZZO POLITICO LA FUNZIONE DI CONTROLLO POLITICO

Dettagli

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015)

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) Il testo inserisce nel codice penale un nuovo titolo, dedicato ai delitti contro l'ambiente, all'interno del quale vengono

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

La legislazione italiana ed europea sul diritto d'autore. Avv. Pierluigi Perri Cirsfid - Università di Bologna

La legislazione italiana ed europea sul diritto d'autore. Avv. Pierluigi Perri Cirsfid - Università di Bologna La legislazione italiana ed europea sul diritto d'autore Avv. Pierluigi Perri Cirsfid - Università di Bologna Un pò di storia - Il diritto naturale d'autore nasce nei primi anni del 1700 in Inghilterra;

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali I. Introduzione : una Carta essenziale per tutti i lavoratori europei II. Contesto storico : come è stata elaborata

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI AVVERTENZA SUGLI INVESTIMENTI AD ALTO RISCHIO: Il Trading sulle valute estere (Forex) ed i Contratti per Differenza (CFD) sono altamente speculativi, comportano un alto livello

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Premessa I Confidi - Consorzi e Cooperative di garanzia collettiva fidi - sono i soggetti che, ai sensi della legge 326/2003, svolgono esclusivamente

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Giù le carte! COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE

Giù le carte! COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Dipartimento della Funzione Pubblica Giù le carte! COME ELIMINARE I CERTIFICATI INUTILI GUIDA ALL AUTOCERTIFICAZIONE Certificati addio: dal 7 marzo le amministrazioni

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO Si può apporre un termine al contratto di lavoro solo in presenza di casi particolari, per cui son necessari alcuni requisiti fondamentali come la forma del contratto e la

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI Adottata dal Consiglio d'europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 Preambolo Gli Stati membri del Consiglio d'europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015

REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 REGOLAMENTO DI GIOCO MASTER 2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI Il football a 9 contro 9 Master (o 7 contro 7) verrà giocato secondo le regole del regolamento ufficiale NCAA per i campionati a 11 giocatori,

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia;

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia; DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ULTERIORI DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE DELLA DELEGA DI CUI ALL ARTICOLO 33, COMMA 1, LETTERA E), DELLA LEGGE 7 LUGLIO 2009, N. 88 Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI

CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI CONVENZIONE DELL'AJA DEL 25.10.1980 SUGLI ASPETTI CIVILI DELLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI Gli Stati firmatari della presente Convenzione, Profondamente convinti che l'interesse del minore sia

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE 28.12.2006 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 379/5 REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE del 15 dicembre 2006 relativo all applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Introduzione Le Societá tra Professionisti, introdotte dalla legge 183/2010, sono una delle novitá

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli