VIVIAN LAMARQUE: LE RACCOLTE IN VERSI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VIVIAN LAMARQUE: LE RACCOLTE IN VERSI"

Transcript

1 Corso di Laurea Magistrale in Lettere Moderne VIVIAN LAMARQUE: LE RACCOLTE IN VERSI Relatrice: Chia.ma Prof. Giuliana Nuvoli Tesi di laurea di: Maria Verza Matr Anno Accademico

2 Introduzione In questo mio lavoro prenderò in esame la produzione in versi di Vivian Lamarque pubblicata fra il 1981 e il Poesia esplicitamente autobiografica, richiede la contestualizzare il personaggio nel momento storico-letterario a lei contemporaneo e un fitto e costante riferimento al vissuto. Utilizzando alcuni componimenti dell autrice ho così individuato le linee principali della sua esperienza di vita, soffermandomi soprattutto sui momenti che più hanno influenzato la sua poesia: l adozione e la scoperta di avere due madri, la morte del padre Dante, il matrimonio col marito Paolo, la nascita della figlia Miryam, il lungo percorso di analisi intrapreso col Dottor B.M., oltre all ossessiva dichiarazione della necessità di scrivere, fin da bambina. Un posto importante nell opera della Lamarque occupa però anche la letteratura per l infanzia, così come il lavoro al Corriere della Sera e quello di traduttrice, soprattutto di storie per bambini. Per questo nel capitolo introduttivo ho dedicato un paragrafo ad ognuno di questi ambiti, delineando così un quadro complessivo e il più possibile rappresentativo della poetessa. Il corpo principale della tesi è costituito dall analisi delle sue raccolte poetiche, partendo da Teresino, vincitrice nel 1981 del Premio Viareggio Opera Prima, per poi affrontare le tre opere successive: la trilogia psicanalitica dedicata al proprio terapeuta, il Dottor B.M., nei confronti del quale l autrice visse un forte transfert, narrato appunto ne Il signore d oro, ne Il signore degli spaventati e in Poesie dando del Lei. Segue la raccolta Una quieta polvere, dal titolo di dickinsoniana memoria, nella quale la Lamarque oltre alle sue usuali tematiche si occupa anche di temi naturalisti e umanitari. E del 2002 la riedizione di tutte le precedenti opere poetiche, realizzata dalla casa editrice Mondadori col volume intitolato Poesie , nel quale viene inserita una sezione di inediti che continuano gli argomenti più universali trattati nel precedente lavoro poetico col poemetto L albero e la 2

3 sezione Poesie dedicate. Il tema della morte, affrontato in questi nuovi componimenti, percorre in modo più o meno evidente tutta la produzione della Lamarque, diventando più invadente soprattutto dal E centrale anche nei dialoghi col suo gatto Ignazio, protagonista e committente della raccolta del 2007, Poesie per un gatto. Analizzo infine una raccolta apparentemente distonica rispetto alle pubblicazioni precedenti: le poesie in dialetto milanese. In ognuno di questi capitoli, dopo un introduzione nella quale presento la storia editoriale della raccolta e quella biografica dell autrice, ne espongo la struttura interna e gli eventuali apparati testuali che la accompagnano. Un ampia parte è dedicata all analisi delle tematiche e dei contenuti che accomunano le poesie della raccolta presa in considerazione, per poi passare all individuazione dei caratteri del narratore e dei personaggi, figure spesso coincidenti, essendo la poesia della Lamarque una poesia autobiografica. Dopo aver considerato l aspetto metrico e strutturale dei testi, concludo l analisi ricercando i principali modelli di scrittura oltre che i testi associabili per affinità alla poesia dell autrice, primi tra tutti Penna, Pascoli e Dickinson, oltre ovviamente alla tradizione della fiaba. Nell ultimo capitolo affronto infine l aspetto linguistico della poesia della Lamarque, caratterizzata della scelta di una lingua semplice e colloquiale, infantile e, per alcuni aspetti, fiabesca. 3

4 4

5 CAPITOLO I LA VITA, LE OPERE 5

6 1. L ambito culturale Nella seconda metà del secolo la poesia appare in una condizione di crisi, determinata dalla spettacolarizzazione della cultura e dal trionfo dei massmedia. Gli scrittori reagiscono ora in modo restaurativo e tradizionalistico, ora con rinnovate istanze sperimentali. Il movimento della Neoavanguardia occupa tutti gli anni Sessanta e si estingue all inizio dei Settanta. La sua parabola è parallela a quella della contestazione studentesca e operaia che ebbe il suo epicentro nel 1968 facendo così corrispondere rivolta sociale e fenomeni di radicale rinnovamento letterario e artistico. In Italia il panorama appare assai frastagliato. La linea ermetica è originalmente proseguita, con molti aggiornamenti, dai poeti della così detta linea lombarda, i cui caratteri consistono in una poetica delle cose connotata da un senso civile e razionale di tipo illuministico, e tuttavia malinconicamente lirica e novecentesca. Punti di riferimento di questi poeti, nati attorno al 1920, sono il più anziano Vittorio Sereni, e alcuni maestri del Novecento come Montale e Rebora. Alla linea lombrada possono essere ascritti soprattutto Bartolo Cattafi, Luciano Erba, Giorgio Orelli, Nelo Risi; alcuni tratti in comune con essa hanno anche Elio Pagliarani, ai suoi esordi, e soprattutto il più giovane Giudici, che punta sui temi quotidiani e autobiografici, fino a fornire una specie di diario dell alienazione negli anni del miracolo economico. Si può parlare per questi poeti di un secondo tempo della linea lombarda, in quanto avente il suo momento di massimo sviluppo nel decennio tra 1965 e 1975, così come il primo tempo si definisce particolare nel decennio tra il 1955 e il Al secondo tempo della linea lombarda sono riconducibili anche Giorgio Cesarano, Giancarlo Majorino, Giovanni Raboni e Tiziano Rossi. Un diverso superamento dell Ermetismo si registra in Andrea Zanzotto, che affida a un crescente sperimentalismo formale la propria ricerca sul linguaggio, inteso quale deposito della storia e dell esperienza psichica. Contro il Neorealismo e contro l Ermetismo si muovono i poeti della rivista bolognese Officina, che propongono una scrittura narrativa e civilmente impegnata. Tra di essi spiccano Pier Paolo Pasolini, Paolo Volponi e Franco Leonetti. Una forma 6

7 diversa di sperimentalismo, che rifiuta l impegno e intende piuttosto registrare l alienazione sociale e denunciare l inautenticità dei linguaggi (poesia compresa), è praticata dai poeti novissimi (Alfredo Giuliani, Antonio Porta, Nanni Balestrini, Elio Pagliarani, Edoardo Sanguineti), poi riuniti nel gruppo 63. Alla Neoavanguardia è in qualche modo riconducibile anche la poesia emozionale di Amelia Rosselli. Viene anche ripresa la poesia in dialetto, lingua vista come veicolo per una ricerca di autenticità espressiva, insieme con la coscienza della marginalità culturale. Scrivono in dialetto Pasolini e Zanzotto; ma i maggiori poeti dialettali sono Albino Pierro e Franco Loi. Il periodo successivo, che si apre alla metà degli anni Settanta, è quello del riflusso e del ritorno al privato. Venute meno le utopie e le speranze di cambiamento, in campo letterario prevale una prospettiva di disimpegno, ora intimistica e neoromantica, ora ludica e postmoderna. I nuovi poeti che si affermano nel quindicennio che va dal 1970 alla fine degli anni Ottanta vengono talvolta definiti poeti innamorati in quanto appaiono insieme in un antologia intitolata appunto La parola innamorata, che uscì nel 1978 a cura di Pontiggia e Di Mauro. Essi propongono un ritorno al soggettivismo lirico, alla concezione orfica della poesia e alla linea della tradizione simbolista. La centralità della bellezza affermata da questi poeti sconta in partenza un rifiuto di misurarsi con tematiche storico-sociali forti: la poesia è coltivata al di fuori del mondo e magari contro di esso, quale alternativa radicale o quale residuo momento di verità e di autenticità in un mondo inautentico. Il successo di questa tendenza negli anni Settanta e Ottanta dipende in egual misura, oltre che dalla immediata spettacolarizzazione di massa (fino ai festival di poesia), dalla delusione generazionale dinanzi alla riorganizzazione del neocapitalismo dopo la contestazione degli anni Settanta, con il conseguente ritorno consolatorio al privato, e dalla disponibilità a ricaricare un istituzione come la poesia di aspettative consolatorie non prive di ingenuità. E d altra parte con questa nuova generazione di poeti che si passa dai poeti-intellettuali che dominano fino agli anni Cinquanta e Sessanta ( come Luzi, Fortini, Zanzotto, Pasolini, Sanguineti e molti altri) ai poeti-poeti che dominano i due decenni seguenti, spesso rivendicando la superiorità della 7

8 propria purezza, tra cui Milo de Angelis, Giuseppe Conte, Maurizio Cucchi, Cesare Viani. Dei molti altri poeti legati alla dominante tendenza neo-orfica, Dario Bellezza intreccia nella sua poesia grazia e scandalo, armonia e orrore, ricollegandosi alla lezione di Penna e di Pasolini (cui lo legano anche le tematiche omosessuali), mentre la romana Biancamaria Frabotta sullo sfondo di una ricerca femminista colloca lo scontro fra lingua letteraria e rivendicazione di un nuovo orizzonte espressivo. Valerio Manganelli, nella cui poesia al centro sta il soggetto, risulta tuttavia interessato a ragionare sulle condizioni (e i limiti) della conoscenza e dell espressione. Appartata si è svolta fin dagli anni Cinquanta la poesia di Alda Merini, nata a Milano nel 1931, la cui ispirazione si è fatta nuovamente notare dopo un ventennio di silenzio trascorso per lo più nella cura di una grave crisi psichica, a partire dagli anni Ottanta. Continuano d altra parte ad essere attivi in questo periodo molti dei poeti più anziani (persino Montale, che muore nel 1981), mentre non pochi nuovi poeti proseguono consapevolmente la traccia della Neoavanguardia, mentre altri tentano percorsi alternativi che rifiutano però l antisperimentalismo regressivo dei poeti innamorati. Tra questi Gianfranco Ciabatti, impegnato nelle lotte della contestazione poi si dedica alla poesia come attività secondaria, in cerca non di illuminazioni ma di verifiche teoriche ed esistenziali. Nuove esperienze contrapposte al neo-orfismo si affacciano con forza e consapevolezza teorica a partire soprattutto dalla fine degli anni Ottanta. Esse sono rappresentate dai nati tra il 1955 e il 1965 che rifiutano ogni qualifica generazionale e si ricollegano invece esplicitamente ai maestri dello sperimentalismo degli anni Cinquanta e Sessanta, non senza essere talvolta sostenuti da alcuni vecchi esponenti della Neoavanguardia. Hanno in qualche modo introiettato il nuovo contesto culturale e sociale del Postmoderno, e rivendicano tuttavia, in modi diversi, la necessità di vivere quel clima senza adeguarvisi ideologicamente e anzi in modo critico. La loro poesia si fonda dunque sulla commistione dei generi e dei linguaggi, sul riuso di modelli metrici e stilistici del passato, sulla citazione e sul montaggio, nell intento di 8

9 denunciare l orizzonte del presente facendone esplodere i conflitti e mettendone in mostra le interne tensioni irrisolte. I poeti riconducibili a questa sorta di post-modernismo critico sono legati ad alcuni gruppi e riviste attivi soprattutto a Genova e a Milano. Genovesi sono Marco Berisso, Marcello Frixione e Paolo Gentiluomo; di Napoli ma legati alla rivista milanese Baldus sono Mariano Baino, Biagio Cepollaro, Lello Voce, mentre ai margini si colloca Gabriele Frasca. Tutti questi poeti si sono riconosciuti nei loro intenti tra la fine degli anni Ottanta e lo scioglimento annunciato nel 1993 del gruppo 93, nato nel 1990 in assonanza con il movimento di trent anni prima, in una prospettiva di proseguimento e aggiornamento dell esperienza della Neoavanguardia. 1.1 Poesia al femminile Negli anni Cinquanta, apparentemente poco propizi alla poesia, percorsi come sono da una prepotente esigenza rappresentativa di timbro neorealista, fanno il loro esordio alcune delle voci poetiche più autorevoli e forti del Novecento: Alda Merini, Cristina Campo, Maria Luisa Spaziani, Rossana Ombres, Amelia Rosselli. La debuttante più giovane è Alda Merini, che nel 1953, poco più che ventenne, pubblica La presenza di Orfeo. Aveva conosciuto a Milano Giorgio Manganelli, Salvatore Quasimodo, Davide Maria Turoldo, Maria Corti: ma già all altezza dell esordio poetico si stavano manifestando i primi segni della malattia mentale, che scandirà dolorosamente la sua vita, tenendola internata dal 1965 al 1972 nel manicomio di Milano e poi ancora negli anni Ottanta nell ospedale psichiatrico di Taranto. Ritorna l immagine di Orfeo in Vuoto d amore, del 1991, dove amore passionale e furore mistico di nuovo si congiungono con esiti di straordinaria potenza espressiva. Cristina Campo, pseudonimo di Vittoria Guerrini, traduttrice e saggista esordisce con Passo d addio nel E la sua passione per la bellezza e per 9

10 la perfezione la nota dominante della sua scrittura e di tutta la sua produzione poetica, costituita da pochi componimenti di assoluta luminosità. Al 1954 data l esordio di Maria Luisa Spaziani, con Le acque del Sabato. Risultano già evidenti i suoi temi più cari: la solitudine e la distanza, il luminoso ricordo di una pienezza vitale promessa e non goduta. Comporre poesia è per lei il modo per annullare silenzi e distanze, stando vigili, pronti a cogliere l occasione. Tra la poesia e la narrativa si colloca Rossana Ombres, autrice di alcune opere dal gusto surreale passa dai paesaggio della prima raccolta del 1956, Orizzonte anche tu, alle figure mitiche protagoniste di Bestiario animale del 1974 nel quale raffigura un universo agli albori della creazione. Il suo linguaggio poetico, sa essere morboso e cantabile fino alla filastrocca, all espressione dialettale ma anche subdolo e spiazzante non sempre di facile comprensione. Anche le poesie di Amelia Rosselli spesso tramano ai danni dell intelligibilità, intessute come sono di lapsus, di scambi, di intrecci plurilinguistici. I primi esperimenti degli anni Cinquanta, pubblicati solo nel 1980, sono effettuati nelle tre lingue conosciute: francese, inglese e italiano, ma è nelle poesie di Variazioni belliche che la Rosselli esprime a pieno la sua poesia. Il linguaggio è una partitura fortemente ritmata, intessuta di richiami poetici tra cui Campana, Montale, Rimbaud, i surrealisti, combinati e incrociati con vari effetti di assonanza e di distorsione, fino quasi alla dissolvenza del nucleo logico. Più di ogni altra poetessa è Rosselli ad essere letta e avidamente commentata dalle autrici che s affacciano negli anni Settanta e le sue poesie vengono raccolte delle antologie: Donne in poesia del 1976 e in Poesia femminista italiana del Proprio in questi anni, infatti, risuona forte anche nella poesia la dolente e irata voce della donna, attraverso un tipo di poesia definita da Mariella Gramaglia, una delle sue teorizzatrici, poesia non letteraria, ma culturale nel senso antropologico della parola, poesia che ti definisce e ti esprime. 10

11 Dacia Maraini partendo dalle poesie cupamente e furiosamente viscerali di Donne mie, del 1974, e di Mangiami pure, del 1978, approda nel 1991 ai quadretti di viaggi reali e immaginari composti con desiderio di fiaba e leggerezza, con Viaggiando con passo di volpe. Nel 1977 esordisce Bianca Maria Frabotta, studiosa del movimento femminista e della letteratura femminile, ma è con le raccolte Appunti di volo del 1985 e Viandanza del 1995 che esprime appieno una combattiva vitalità che sfugge ai confini e alla insidie della vita sedentaria, con versi percorsi da un ritmo inquieto e in fuga perenne. Lampi di colore e di disperazione, resi in un linguaggio frantumato, percorrono le poesie di Nadia Campana, pubblicate postume nel 1990, mentre la quotidianità è il luogo in cui si svolgono le poesie di Dacia Maraini, che aveva esordito negli anni Sessanta, e quelle di Vivian Lamarque, di un ironia apparentemente scherzosa e giocosa. Non conosce ironia la furente Jolanda Insana, che può ricordare, per certe sue passionali intemperanze, il timbro espressivo di Silvana Grasso: entrambe siciliane, esperte officianti di un linguaggio allucinato. Nelle forme delle terzine è invece ordinata la voce di Patrizia Valduga, che nelle sue poesie compone cataloghi di accoppiamenti, di deformazioni e malattie, con forti effetti finali. Lea Canducci mostra un autentico e ricco mondo di sentimenti mascherati con motivi forti e parole tecniche con un lavoro simbolico, sempre attenta al rapporto tra vita psichica ed esperienza del mondo. Recupera un lessico tradizionale Maria De Lorenzo le cui pagine addensano in dissapori e i contrasti del mondo, con la tacita certezza che l utopia sia parte della donna e che la parola ne sia strumento imprescindibile. Va infine ricordata l opera poetica di Anna Maria Ortese che, pur nata nell arco di un cinquantennio, tra il 1930 e il 1980, solo tra il 1996 e il 1998 viene pubblicata in due raccolte, Il mio paese è la notte e La luna che trascorre, con echi leopardiani e talora di un apparente semplicità. In realtà questi strumenti senza tempo si prestano a raccontare l infelicità e la solitudine, la memoria e la sofferenza, l attesa e la disillusione con un energia visionaria, a volte quasi mistica o affabulatoria. 11

12 2. Biografia Sono nata a Tesero in Trentino nel 1946, e queste quattro cifre contengono anche il mio giorno natale, 19, e il mese, 4. Non sono un mio postero e non conosco la statura della mia poesia. Di certo comunque io, Vivian, metri 1.59, non sono alla sua altezza (cioè della poesia), non sono nemmeno come lei leggera, 60 Kg, non so nemmeno come lei parlare (la poesia). Lei trova con naturalezza le parole, io a voce no. 1 Aprile dal bel nome quando sono nata io stessa con nomi curiosi di bei significati per dire che ero pratolina e questo e quest altro e che dovevo vivere (da una parte o dall altra) per dire donata (o donanda) insomma sono nata d aprile in montagna. 2 Vivian Lamarque nasce il 19 aprile 1946 a Tesero, paesino con meno di abitanti in val di Fiemme, provincia di Trento, ma cresce e vive a Milano. Mia madre naturale era figlia di un moderatore Valdese, pastore Valdese, il nonno Ernesto Comba ( autore di un importante Storia dei Valdesi nel 1935), professore di teologia, e essendo nata io illegittima, non stava bene che un pastore avesse una figlia con una figlia illegittima. E come nelle telenovele:mi hanno abbandonato i ricchi e colti e sono stata adottata dai semplici. Come nelle telenovele. Tutto il contrario. Un feuilleton. 3 Valdesina trascinata per una mano giù fino a Milano appena appena finito Natale zitta guardava attorno il nuovo presepe la nuova mamma. 4 1 S.Soldini, Quattro giorni con Vivian, in Gente di Milano, Associazione Locus, Milano V.Lamarque, Aprile dal bel nome, in Teresino, Società di Poesia & Guanda, Milano 1981, p.9 3 S.Soldini, Quattro giorni con Vivian, cit. 4 V.L., Valdesina, in Teresino, cit., p.10 12

13 A nove mesi la frattura/ la sostituzione il cambio di madre. 5 Vivian viene data in adozione a una giovane coppia di Milano, Maria Rosa Pellegrinelli e Dante Provera, lei cassiera del cinema Ambasciatori in Corso Vittorio Emanuele, lui vigile del fuoco. Caro babbo II (ma primo) che ti chiamavi Dante che facevi il Campione d Italia di Sollevamento Pesi e il Vigile del Fuoco che salvavi le persone che hai fatto in tempo a salvare anche me prima di morire a 34 anni. Nel 1950 muore il padre adottivo di Vivian e la madre Rosy conclude da sola le pratiche per l adozione. Vivian si ritrova così ad avere tre cognomi, Comba 5 V.L., A nove mesi, ivi, p.9 13

14 Provera Pellegrinelli: avevo sette anni/ e a scuola mi chiedevano/ perché tanti cognomi. 6 Madre adottiva Mi ricordo che era lunghissimo da dire: sono la figlia della cassiera dell Ambasciatori. E allora loro mi facevano passare, entravo. E spesso anche con compagni di scuola, ero molto amata dalle compagne di scuola perché andavamo in corso Vittorio 6 V.L., Amavo il gesso, ivi, p.10 14

15 Emanuele in tutti i cinema gratis. E poi siccome la proprietaria del cinema, per esempio del Garibaldi, non voleva che la cassiera si portasse la bambina al cinema ( i biglietti avevano tanti colori diversi) e mi ricordo che stavo sotto la cassa nascosta a giocare con questi biglietti, oppure entravo in sala e lì mi vedevo tre quattro volte la per questo mi è rimasto il desiderio quando vado al cinema di vederlo due volte di fila, perché allora lo vedevo due o tre volte di fila. 7 In via Castellino da Castelli frequenta la Scuola Elementare Rinnovata Pizzignoni, ogni classe aveva una porta-finestra sul giardino, avevamo orti da curare, animali da cortile e persino due asinelli, ricordo centinaia di misteriosi bachi da seta, e le lezioni di disegno sotto i ciliegi in fiore. 8 Nel 1956 all età di dieci anni Vivian scopre di essere stata adottata. Inizia così a scrivere. La signora M. buona e La signora M. cattiva sono le sue prime poesie, che parlano appunto delle sue due madri. Ho scritto la mia prima poesia a dieci anni, quando, da documenti trovati in casa, ho scoperto di avere due madri, che la madre con cui vivevo era la madre adottiva. Non ho detto a nessuno di questa mia scoperta, ma forse era troppo grande per essere taciuta: è finita, camuffata, obliqua, indiretta, nelle mie prime poesie. 9 Scrivevo poesie perché non parlavo mai e perché avevo un segreto. Usavo qua e là vocaboli difficili per imitare i grandi. Oggi non li imito più, per questo a volte portano le mie poesie all asilo. 10 Bambina Col punto erba col punto croce diligente si cuciva le labbra faceva il nodo. 11 Terminato il ciclo scolastico dell obbligo, dal 1960 al 1965 Vivian frequenta il liceo linguistico alla Civica Scuola Manzoni a Palazzo Dugnani, in via Manin, dove impara il tedesco e il francese e nel frattempo prende lezioni private di latino. 7 S.Soldini, Quattro giorni con Vivian, cit. 8 M.B.Tolusso, Intervista di Mary Barbara Tolusso a Vivian Lamarque, in V.L., La gentilèssa: poesie in dialetto milanese, Stampa, Varese 2009, p M.Marchi (a cura di), Vivian Lamarque, in Viva la poesia!, Vallecchi, Firenze 1985, p V.L. Bambina, in Una quieta polvere, Mondadori, Milano 1996, p.20 15

16 Tutte le mattine salivo la bella scalinata di Palazzo Dugnani, sede della Civica Scuola Manzoni, affacciata sui Giardini Pubblici di Porta Venezia e sullo Zoo. Durante le lezioni ridevamo delle estroverse chiacchierate delle foche, nelle interrogazioni mi suggeriva Gianna Tanini ( che mi suggerisce tuttora come fare la dichiarazione dei 16

17 redditi e altre diavolerie), nell ora di educazione fisica ci portavano a correre intorno alla fontana e per i vialetti dei Giardini. 12 Conoscendo a 19 anni la madre Ecco il privilegio: ha conosciuto sua madre volendo (quale bambino?) e fresca di parrucchiere con una camicia azzurra e una gonna grigia alle cinque o sei era in ritardo credo d inverno aveva la pelliccia. [ ] 13 A 19 anni il primo incontro con la madre naturale. Successivamente conoscerà anche i suoi tre fratellastri trasferitisi a Firenze: Marzio, Fabrizio e Orietta. In un intervista parlando del suo esordio poetico a dieci anni, dice: da allora non ho più interrotto questa vita parallela, di carta, che accompagna, come una stampella, l altra 14. E infatti come quando scoprì di avere due madri come reazione scrisse, anche per tutti questi incontri Vivian compone delle poesie: Conoscendo un fratello, dedicata a Marzio, Conoscendo l altro fratello, a Fabrizio (quei bambini in cortile/ potevo essere io) e per Orietta Cara sorella: Cara sorella oggi capisco che ti eri spaventata quando ero nata avevi tredici anni e anche tu l infanzia un po minata ma credi non era colpa mia se ero nata. 15 Vivian ha 21 anni quando, interrompendo gli studi universitari da poco iniziati, nel 1967 sposa Paolo Lamarque, il più pittore di tutti 16, a cui dice di aver 12 M.B.Tolusso, Intervista di Mary Barbara Tolusso a Vivian Lamarque, in V.L., La gentilèssa: poesie in dialetto milanese, cit., p V.L., Conoscendo a 19 anni la madre, in Poesie , Mondadori, Milano 2002, p V. L., Cara sorella, in Una quieta polvere, cit., p V.L., L amore mio è buonissimo, in Teresino, cit., p.13 17

18 rubato il cognome il giorno delle nozze, come ripeterà nella dedica alla raccolta Una quieta polvere 17 : A Paolo, il mio cognome è suo. Paolo A Paolo Lamarque Quel conoscerti tra il tavolo e il mobile con lo specchio tu parlavi in fretta dei quadri. un ora dopo noi due andavamo già più avanti dietro venivano gli altri e ricordo benissimo che portavi i cappello girando per via Lazzaretto. Era dicembre. In gennaio a casa tua mi salutava già la tua portiera V.L., Una quieta polvere, Mondadori, Milano V.L., Paolo, ivi, p.34 18

19 L anno dopo, nel 1968 nasce la figlia Miryam, per la quale scriverà le poesie tra le più serene della sua produzione e alla quale dedicherà un intera sezione nella raccolta Teresino del Ho una bella bambina/ se mi date la Lidia intera io non la do/ se mi date l amabile io non la do scrive, citando Saffo, in epigrafe alla poesia Alla mia figlia gallinella: Oggi torna dal mare la mia gallinella bianca con le sue due ali che non sanno volare e le piume leggere e spettinate e i due occhi attenti a dove meglio beccare. 19 E in Febbre scrive: Miryam bella già di nuovo la febbre le guancine rosse stai sotto sotto adesso vengo anch io a nanna che sono la tua mamma. 20 Dal 1971 si trasferisce nel quartiere QT8 di Milano col marito Paolo, la figlia Miryam, degli amici al piano di sopra, per vent anni, fino all inizio degli anni 90. Nell intervista con Silvio Soldini Vivian mostra con gioia il giardino, le margherite pratoline che non erano mai abbastanza, parla con la vicina delle primule che ha sul balcone, mostra l edera e le piante che aveva piantato quando viveva in quella casa [ ] ho imparato qui a zappare, a seminare, continua a raccontare. La passione per il giardinaggio, la cura delle piante, l amore per i fiori si sono sviluppati proprio nel giardino della casa in via Moretti, ai piedi del Monte Stella, nel silenzio e nel verde del QT8, con alberi da frutta, giardino e orto attraversati da gatti e merli 21, passioni che poi ritorneranno oltre che nella poesia anche in molte sue fiabe, come la bambina giardiniera di La bambina bella e il bambino bullo 22, che grazie alla sua 19 V.L., Alla mia figlia gallinella, in Teresino, cit., p V.L., Febbre, in Una quieta polvere, cit., p M.B.Tolusso, Intervista di Mary Barbara Tolusso a Vivian Lamarque, in V.L., La gentilèssa: poesie in dialetto milanese, cit., p V.L., La bambina bella e il bambino bullo e altri bambini e bambine, Einaudi Ragazzi, Milano

20 passione per il giardinaggio riuscì a far diventar verde con piante e fiori una città tutta grigia. E parlando di Milano oggi, dice: io d estate vado in giro con una bottiglietta d acqua, appena vedo dei fiori aggiungo dell acqua come un tentativo di intervenire Intervento di V.Lamarque al ciclo di incontri Città amica, città nemica, ass.culturale Ambrosianeum, Milano 28 marzo

21 Queste erano le case dei miei amici. Continua, mostrando a Soldini le abitazioni intorno alla sua. Era bello parlarsi da una casa all altra. Poi ci scambiavamo le piantine 24 con le vicine ricordate in Dediche senza poesie: A Luisa, Marghe, Loredana, Danila, ai loro giardini tutti in fila [ ] 25 Grazie al fratello di Paolo, Lucio Lamarque, e a Giovanni Raboni, Vivian pubblica per la prima volta otto poesie sulla rivista Paragone nel 1972 e, nel 1978, la prima raccolta, L amore mio è buonissimo, nei quaderni collettivi di Guanda ideati da Raboni. Sempre in via Manin, salivo un altra scalinata [ ], quella del palazzo di fronte a Palazzo Dugnani, dove aveva sede la Guanda, andavo e venivo per la pubblicazione nei Quaderni della Fenice e per quella del mio primo libro, Teresino. Com era vivo e generoso con noi Giovanni Raboni, com era giovane e ricco Maurizio Cucchi, Diego Paolini e Marianto Prina preparavano bellissimi numeri dell Illustrazione Italiana, erano pallidi e seri, mi facevano soggezione, sulle scale incrociavo Franco Cordelli alto e biondo, Roberto Rossi magro magro, di libri sapeva tutto, riconosceva dal profumo la carta dell editore. 26 Gli anni vissuto nella casa del quartiere QT8, soprattutto tra il 1972 e il 1975, sono gli anni più produttivi per la poetessa. Qui ho scritto forse gli anni in cui ho scritto più poesie in questa casa. Trecento all anno quasi. Negli anni 73 quando son venuta qui son venuta nel 71, ecco nel son stati gli anni scrivevo continuamente. 27 Io senti ero tua moglie il pianoforte nostro poi talmente lungo che suonavamo insieme a dieci mani: io e Tiziano un po male il marito di Ornella benino Irlando proprio bene E tu così così S.Soldini, Quattro giorni con Vivian, cit. 25 V.L., Dediche senza poesie, in Una quieta polvere, cit., p M.B.Tolusso, Intervista di Mary Barbara Tolusso a Vivian Lamarque, in V.L., La gentilèssa, cit., p S.Soldini, Quattro giorni con Vivian, cit. 28 V.L., Io senti ero tua moglie, in Poesie , cit., p.47 21

22 poi avevo preso un pianoforte, prendevo lezioni di pianoforte, un momento di vita, per qualche tempo speciale, poi son stati gli anni più disturbati, dal punto di vista mentale. Infatti poi ho iniziato l analisi. 29 Risale a quegli anni la separazione dal marito Paolo, che però continuerà a tornare nelle sue poesie, come nella raccolta Il tuo posto vuoto in Teresino: Il tuo posto vuoto a tavola parla racconta chiacchiera ride forte non sta mai fermo si alza ritorna mangia avanza sempre un boccone ritaglia nel formaggio forme di animali il tuo posto vuoto a tavola a destra di Miryam è di fronte a me. 30 Separazione Quando spegne la luce la sera e si racchiude nella posizione fetale il tepore materno paterno coniugale le viene da uno scaldaletto metallico contenente acqua calda. 31 Dopo la separazione oltre a scrivere poesie inizia ad insegnare, prima stenografia in tedesco, poi italiano agli stranieri e letteratura nei licei privati fino al 1997, anno in cui chiude l istituto dove insegna. Intensifica così la collaborazione con il Corriere della Sera, cominciata già nel 1992, mentre continua il suo lavoro di traduttrice di poesie e fiabe. Dopo di te sposerò il mio pennino e nessun altro e nessun altro il mio pennino d acciaio affilato per sempre l ho sposato S.Soldini, Quattro giorni con Vivian, cit. 30 V.L., Il tuo posto vuoto, in Teresino, cit., p V.L., Separazione, ivi, p V.L., Pennino (I), in Una quieta polvere, cit., p.45 22

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni PIANO DI ETTURA Dai 9 anni Le arance di Michele Vichi De Marchi Illustrazioni di Vanna Vinci Grandi Storie Pagine: 208 Codice: 566-3270-5 Anno di pubblicazione: 2013 l autrice Vichi De Marchi è giornalista

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

Dopo il Neorealismo anni 60 neorealismo esaurimento trasformazioni economiche sociali culturali boom economico mass media nuove problematiche

Dopo il Neorealismo anni 60 neorealismo esaurimento trasformazioni economiche sociali culturali boom economico mass media nuove problematiche Dopo il Neorealismo Intorno agli anni 60 del XX secolo il neorealismo in Italia conosce un naturale esaurimento viste le profonde trasformazioni economiche ma anche sociali e culturali: il boom economico,

Dettagli

Prima che la storia cominci

Prima che la storia cominci 1 Prima che la storia cominci Non so da dove sia scaturita questa mia voglia di scrivere storie. So che mi piace ascoltare le narrazioni degli altri e poi ripensare quelle storie fra me e me, agitarle,

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Guida didattica all unità 3 Vi presento i miei

Guida didattica all unità 3 Vi presento i miei Destinazione Italiano Livello 1 Guida didattica all unità 3 Vi presento i miei 1. Proposta di articolazione dell unità 1. Prima di iniziare le attività con correzione automatica, l insegnante può svolgere

Dettagli

AL CENTRO COMMERCIALE

AL CENTRO COMMERCIALE AL CENTRO COMMERCIALE Ciao Michele, come va? Che cosa? Ciao Omar, anche tu sei qua? Sì, sono con Sara e Fatima: facciamo un giro per vedere e, forse, comprare qualcosa E dove sono? Voglio regalare un CD

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Matrimonio e bambini per la coppia omosessuale

Matrimonio e bambini per la coppia omosessuale Matrimonio e bambini per la coppia omosessuale Oscar Davila Toro MATRIMONIO E BAMBINI PER LA COPPIA OMOSESSUALE www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Oscar Davila Toro Tutti i diritti riservati Dedicato

Dettagli

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del Giuseppe Ungaretti Giuseppe Ungaretti nacque nel 1888 ad Alessandria d Egitto, dove i suoi genitori, che erano originari di Lucca, si erano trasferiti in quanto il padre lavorava alla realizzazione del

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

LA PIANTA MAGICA. Dai 7 anni

LA PIANTA MAGICA. Dai 7 anni PIANO DI L ETTURA LA PIANTA MAGICA ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Orecchia Serie Azzurra n 81 Pagine: 87 Codice: 978-88-384-3564-2 Anno di pubblicazione: 2006 Dai 7 anni L AUTRICE Erminia Dell

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Cosa fa l alunno. Cosa fa l insegnante. Ascolta. Ripete i tre versi più volte sino a memorizzarli.

Cosa fa l alunno. Cosa fa l insegnante. Ascolta. Ripete i tre versi più volte sino a memorizzarli. SCUOLA DELL INFANZIA _ MONTE VIDON COMBATTE scuolamaternamvc@libero,it Fase 1 Obiettivo: esprimere sensazioni in relazione alla lettura di una poesia. Cosa fa l insegnante Legge con enfasi in sezione l

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C P A G I N A 1 UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C Giorno 27 novembre, noi alunni della classe 5^ A Primaria del plesso Romana, ci siamo recati presso la sede centrale dell Istituto comprensivo Piero

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

Diego e Ilaria 26 Luglio 2013

Diego e Ilaria 26 Luglio 2013 Diego e Ilaria 26 Luglio 2013 Musica J.Pachelbel, Canone R. Wagner, Marcia Nuziale da Lohengrin Poesia di: Alan Douar Quando ti chiedo cos è l amore, immagina due mani ardenti che si incontrano, due sguardi

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Linea A 1. BATTISTINI

Linea A 1. BATTISTINI Linea A 5 1. BATTISTINI È lunedì. Una nuova settimana comincia. Come tutte le mattine, il signor Duccio Pucci sta andando a lavorare. - Il lavoro, il lavoro, sempre il lavoro Ma perché devo lavorare così

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

LA CASA DI NONNA ITALIA

LA CASA DI NONNA ITALIA dai 9 anni SERIE BLU scuola primaria LA CASA DI NONNA ITALIA UN RACCONTO SULLA COSTITUZIONE AUTORE: P. Valente SCHEDE DIDATTICHE: P. Valente ILLUSTRAZIONI: M. Bizzi PAGINE: 128 PREZZO: 7,50 ISBN: 978-88-472-1409-5

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ALDA COSTA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ALDA COSTA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ALDA COSTA SCUOLA PRIMARIA ALDA COSTA FERRARA CLASSE IV A A.S. 2014/15 PARTECIPIAMO AL CONCORSO Luciana Albieri Edizione2015 Associazione Dammi la Mano SON TUTTE BELLE LE FAMIGLIE

Dettagli

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì!

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Limerik di Ettore (nipotino grande) 9 PREFAZIONE È stata un emozione

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA Associazione culturale per la promozione del Teatro Musicale contemporaneo P.Iva 04677120265 via Aldo Moro 6, 31055 Quinto di Treviso - Tv IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA TERZA VERSIONE autore:

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

LA ROSA DEI SETTE DESIDERI

LA ROSA DEI SETTE DESIDERI Carlo Scataglini LA ROSA DEI SETTE DESIDERI Il mio quaderno degli esercizi SERIE BLU Prime letture: fino a 1000 parole Erickson Indice 7 Introduzione 11 PRIMA SEZIONE Ecco i personaggi della storia 15

Dettagli

Gregorio Scalise, A capo (1968) e L erba al suo erbario (1969)

Gregorio Scalise, A capo (1968) e L erba al suo erbario (1969) Gregorio Scalise, A capo (1968) e L erba al suo erbario (1969) La prima raccolta di poesie di Gregorio Scalise qui riprodotta costituisce un esempio lampante di quanto fosse artigianale la realizzazione

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

VISITA A PALAZZO CISTERNA A TORINO

VISITA A PALAZZO CISTERNA A TORINO VISITA A PALAZZO CISTERNA A TORINO Martedì, 1 marzo siamo andati a Palazzo Cisterna di Torino. Questo palazzo, tanti anni fa, era di proprietà di Amedeo I di Savoia, duca d Aosta, re di Spagna e sua moglie

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A Periodico della classe IV A Scuola elementare A. Sabin Anno Scolastico 2011/2012 INDICE 1. Presentazione: perché un giornalino 2. Cosa succede a scuola: elezioni del consiglio dei ragazzi 3. Scrittori

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

Elenco titoli: BID: Autore: Titolo: Edizione: Numerazione: Pubblicazione: Descrizione fisica: Note: Livello bibliografico: Tipo documento:

Elenco titoli: BID: Autore: Titolo: Edizione: Numerazione: Pubblicazione: Descrizione fisica: Note: Livello bibliografico: Tipo documento: Elenco titoli: BID: AL01000524 Titolo: Il *lago dei cigni / Vivian Lamarque, Alida Massari Pubblicazione: Milano : Mondolibri, stampa 2002. BID: AL01170583 Titolo: Il *lago dei cigni / Vivian Lamarque,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

Arrivederci! 1 Unità 4 Tempo libero

Arrivederci! 1 Unità 4 Tempo libero Chi è? Indicazioni per l insegnante Obiettivi didattici porre semplici domande su una persona i verbi essere e avere i numeri il genere (dei nomi e dei sostantivi) Svolgimento L insegnante distribuisce

Dettagli

1 Completate con i verbi dati. 2 Completate le frasi. 3 Completate la domanda o la risposta.

1 Completate con i verbi dati. 2 Completate le frasi. 3 Completate la domanda o la risposta. 1 Completate con i verbi dati. parlate partono preferiamo abitano pulisce lavora sono vivo aspetto 1. Stefania... tanto. 2. Io... una lettera molto importante. 3. Tu e Giacomo... bene l inglese. 4. Noi...

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

Carla Paoloni. IL RACCONTO di ANNA. Scritto da Anna Fava e nonna Carla Illustrazioni di Anna Fava

Carla Paoloni. IL RACCONTO di ANNA. Scritto da Anna Fava e nonna Carla Illustrazioni di Anna Fava Carla Paoloni IL RACCONTO di ANNA Scritto da Anna Fava e nonna Carla Illustrazioni di Anna Fava 1 L USIGNOLO CHE NON SAPEVA CANTARE C era una volta un usignolo che non sapeva cantare. Era proprio stonato

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 3

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 3 PRONOMI ACCOPPIATI es: Carlo mi porta il libro Carlo me lo porta Mario ci porta gli sci Mario ce li porta Carlo le regala un libro Carlo glielo regala. indiretti diretti IO ME TU TE LUI GLIE - LO LEI GLIE

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

Il Sapore delle Fiabe

Il Sapore delle Fiabe Il Sapore delle Fiabe Scuola dell infanzia statale Filzi-Grego sez.a/stanza Verde Trieste Dal Progetto Lettura d Istituto.Ancora prima di leggere (le parole) La partecipazione al Concorso nazionale L Italia

Dettagli

1 Completate il cruciverba.

1 Completate il cruciverba. Esercizi 1 Completate il cruciverba. Orizzontali 1. Giulia scrive messaggini a tutti con il... 2. Che bello... gli amici! 3. Amo... lezione d italiano. 4. Il primo giorno di scuola conosco nuovi... Verticali

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

LABORATORIO SUI COLORI INSIEME A BETTY E MORENA

LABORATORIO SUI COLORI INSIEME A BETTY E MORENA OTTOBRE-NOVEMBRE 2009 LABORATORIO SUI COLORI INSIEME A BETTY E MORENA CAMPO DI ESPERIENZA PRIVILEGIATO: LINGUAGGI, CREATIVITA, ESPRESSIONE OBIETTIVI Scoprire i colori derivati:(come nascono, le gradazioni,

Dettagli

PROGETTO MUSICA E BIBLIOTECA

PROGETTO MUSICA E BIBLIOTECA Scuola infanzia di PALATA PEPOLI PROGETTO MUSICA E BIBLIOTECA DI QUALCHE ANNO FA. Di W:A MOZART Il Flauto Magico Progetto musica e biblioteca Scuola dell Infanzia di Palata Pepoli Destinatari: Luogo: Durata:

Dettagli

Papà Missione Possibile

Papà Missione Possibile Papà Missione Possibile Emiliano De Santis PAPÀ MISSIONE POSSIBILE www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Emiliano De Santis Tutti i diritti riservati Non insegnate ai bambini la vostra morale è così

Dettagli

Collana: Libri per bambini

Collana: Libri per bambini La Madonna a Medjugorje appare SHALOM Collana: Libri per bambini Testi e illustrazioni: Editrice Shalom Editrice Shalom 25.06.2014 33 o Anniversario delle apparizioni a Medjugorje ISBN 9788884043498 Per

Dettagli

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 . DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 MOTIVAZIONI La consapevolezza che nei bambini della scuola dell infanzia sia necessario diffondere la

Dettagli

Libriadi 2016 Autori ospiti

Libriadi 2016 Autori ospiti Libriadi 2016 Autori ospiti Concorso LOGO e MARATONINA DI LETTURA Nicoletta Costa Sono nata a Trieste nel 1953 e qui vivo e lavoro. A 12 anni ho illustrato il mio primo libro Il pesciolino piccolo, pubblicato

Dettagli

Maggio 2014 San Vito. Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane

Maggio 2014 San Vito. Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane Maggio 2014 San Vito Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane PRIMO INCONTRO In cerchio. Presentazione dell attività e delle regole Presentazione (sedute in cerchio). Mi chiamo.la favola/fiaba

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

Aggettivi possessivi

Aggettivi possessivi mio, mia, miei, mie tuo, tua, tuoi, tue suo, sua, suoi, sue nostro, nostra, nostri, nostre vostro, vostra, vostri, vostre loro, loro, loro, loro Aggettivi possessivi L'aggettivo possessivo è sempre preceduto

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B 08/06/2015 COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B - Grammatica: svolgi tutti gli esercizi da p. 3 a p. 19 (tranne l es. 6 p. 19) + leggi p. 24-25 (ripasso del verbo) e svolgi gli es. da 1

Dettagli

I bambini vengono costretti a lavorare

I bambini vengono costretti a lavorare Un continente segnato dalle violenze, dai soprusi e dalle ingiustizie. Il destino di schiavitù che nei secoli scorsi ha colpito l'africa non si è esaurito nemmeno nel Terzo millennio. Nell'Ottocento, uomini

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

Mia nonna si chiamava Sonia ed era una bella cilena che a ottant anni ancora non sapeva parlare l italiano come si deve. Le sue frasi erano costruite

Mia nonna si chiamava Sonia ed era una bella cilena che a ottant anni ancora non sapeva parlare l italiano come si deve. Le sue frasi erano costruite Mia nonna si chiamava Sonia ed era una bella cilena che a ottant anni ancora non sapeva parlare l italiano come si deve. Le sue frasi erano costruite secondo il ritmo e la logica di un altra lingua, quella

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai?

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai? TEMPO LIBERO Venite tutti a casa mia Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Ho molti CD di musica ska; tanti di musica punk-rock, pochi invece di altri generi. Per me la musica ska è la più divertente

Dettagli

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO ALDO MORO / CAROSINO Anno scolastico 2013-2014 QUESTIONARIO CONOSCITIVO Nota: Il presente questionario è predisposto per gli alunni del

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Mio figlio ha ricevuto in

Mio figlio ha ricevuto in Appunti di una Lego terapia Mio figlio ha ricevuto in regalo per i suoi 5 anni la casetta Lego. Consiglio di acquistarlo per le sue potenzialità psicopedagogiche. Il piccolo G. ha subito proiettato se

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli