SOMMARIO LETTERA AI LETTORI CRONACA SCOLASTICA. Cari Lettori,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOMMARIO LETTERA AI LETTORI CRONACA SCOLASTICA. Cari Lettori,"

Transcript

1 Edizione - aprile/maggio Giornalino dell'istituto Sacro Cuore di Gesù - Via dei Colli della Farnesina, 1 40 :: Roma

2 LETTERA AI LETTORI Cari Lettori, Eccoci al nostro 3 ed ultimo giornalino! Cogliamo l occasione per ringraziarvi della vostra partecipazione, sia nel collaborare con noi che nella distribuzione del nostro giornalino. Grazie, grazie, grazie! Speriamo che anche questo numero vi trovi ancora attenti e generosi. Il ricavato di tutti i numeri sono stati devoluti a favore di bambini colpiti dalla malaria. Pensate che, per certi versi, le vite di alcuni di questi sono nelle nostre mani, oltre che nei nostri cuori! Questa volta abbiamo cambiato l impaginazione del giornalino perché abbiamo voluto che esso recasse i volti di tutti i bambini del nostro Istituto, almeno quelli che ci hanno permesso di fotografarli. Così, noi che lasciamo questa meravigliosa scuola, li porteremo, tutti, oltre che nel cuore, anche nelle foto. La V classe SOMMARIO CRONACA SCOLASTICA DAL MONDO DEI PICCOLI LA PRIMA SI RACCONTA SCRITTORI IN ERBA È BELLO STARE CON GLI ALTRI PENSIERI E SENTIMENTI RIFLESSIONI E AVVENIMENTI ALBUM FOTOGRAFICO DI UNA BELLA ESPERIENZA 27 marzo: visita della 5 al museo etrusco 2 aprile: inizio vacanze pasquali 8 aprile : riapertura della scuola 21 aprile: la 5 apre la mostra mercato 27 aprile: gita della 3 e della 4 30 aprile: la 5 in visita delle antichità di Roma 5 6 maggio: prove Invalsi 2 e maggio: Festival, Voci e colori di Primavera fine maggio: saggio di educazione motoria 3 4 giugno: saggio di pianoforte

3 DAL MONDO DEI PICCOLI Festa della Famiglia Il 21 marzo, festa di san Giuseppe, abbiamo celebrato la festa della Famiglia nella Scuola d Infanzia. Festeggiare le persone più care e più importanti per i bambini è una buona occasione per uno sviluppo armonioso ed equilibrato nel campo affettivo ed emozionale. Nel festeggiare la Famiglia si voleva sottolineare che pur nelle diversità di stili di vita, di culture, scelte di valori etico religiosi, essa è portatrice di risorse che devono essere valorizzate anche nella scuola, per creare una solida rete di scambi e di coralità, nonché di responsabilità condivise". Abbiamo ringraziato il Signore attraverso la celebrazione eucaristica per il dono della Famiglia e chiesto aiuto per portare a termine il suo progetto d amore nella nuova generazione. I bambini hanno partecipato attivamente alla santa messa cantando con tutto l entusiasmo, facendo emozionare i grandi. Hanno dedicato alcuni canti ai genitori e ai nonni, esprimendo così la loro gratitudine. Alla celebrazione è seguito il pranzo preparato dalle famiglie con tanta generosità.

4

5

6

7 LA PRIMA SI RACCONTA Le mie paure La mia scuola Io ho tanta paura del buio, infatti la notte per addormentarmi, ho bisogno della lucina. Ho paura anche dei ladri perché non voglio che mi rubino qualcosa e appena li sento mi metto la coperta sulla testa. Ho sempre un pupazzetto con me che mi protegge. Si chiama Mao e io lo stringo forte. La mia scuola mi piace molto, specialmente quando facciamo informatica perché al computer sto con Carlo Mi piace anche a pallone con i miei amici. E proprio bella la mia scuola!. Giorgio A me piace la scuola perché si impara a leggere e a scrivere. Mi piace anche perché voglio bene a suor Paola! Margherita Sullo stesso tema Quando la sera vado in bagno ho paura che dietro le tende ci sia qualcuno. Una volta avevo paura dei fantasmi. Mi capitava nella casa di campagna di mio nonno. Ho anche paura di stare sola a casa. Francesca Riccardo Mi piace stare a scuola con la mia maestra perché ci fa fare tante cose belle. E anche perché durante la ricreazione facciamo tanti giochi. Adriana La mia paura più grande è quella del buio, per questo dormo con una piccola luce accesa. Ho paura anche dei tuoni, come Frida, il cane dei miei nonni. Condivido inoltre una paura con la mia mamma, quella dei serpenti velenosi. La mia suora si chiama suor Paola e io le voglio tanto bene. Anche ai compagni. Noi siamo tutti grandi amici. Benedetta La scuola è bella perché impariamo Amedeo tante cose belle. Quando suona la campanella, noi ci sediamo e Io ho paura dei tuoni e dei lampi. A cominciamo a scrivere. Per fortuna volte ho paura che la Lazio perda con la abbiamo una suora molto simpatica. Juventus.. Ho anche paura del buio. All una andiamo alla mensa o a casa. Riccardo Margherita Angolino degli indovinelli Quale è il colmo per una maestra?... Non avere diritto di voto. Che cosa beve il maestro al bar?... Il caffè corretto. Come si chiama la macchina della maglia?... La golf.

8 SCRITTORI IN ERBA Un momento indimenticabile Io ho avuto tanti momenti felici, ma c è uno che non dimenticherò mai. E stato il giorno del mio compleanno. A casa mia c erano tutte le mie compagne di classe, tra cui le mie migliori amiche: Lavinia P. e Lavinia L.D. Le ragazze dell animazione ci hanno fatto fare tanti giochi divertenti e io mi sentivo proprio felice perché ho avuto la torta che desideravo, quella di Violetta. Prima di spegnere le candele, la mia suora mi ha fatto la sorpresa ed è venuta a trovarmi. Questo è stato per me un momento indimenticabile! Matilde Sullo stesso tema: Il giorno che non dimenticherò mai è il mio primo giorno di sci, in un paese che si chiama La Villa. Non era la prima volta che andavo a sciare, ma questa volta ho incontrato il maestro di sci più simpatico del mondo. Pensate che ha fatto ben due Olimpiadi e il suo nome è Joscatka, che tutti chiamano Jonny. La cosa che mi piaceva fare con lui non era solo sciare, ma soprattutto giocare a poliziotto e ladri Spero di averlo anche l anno prossimo e giocare tanto con lui. Tommaso Sullo stesso tema: L inverno scorso, mia cugina Viola aveva organizzato un pigiama party a casa sua. Noi, prima di andarci, ci siamo fermati da Mc. Donald s e abbiamo mangiato patatine e pollo fritto che erano dentro l Happy Meal. Arrivati a casa di mia zia abbiamo gustato le fragole con panna che lei ci ha preparato. Dopo abbiamo giocato al rialzo e tanti altri giochi divertenti. Da casa mi ero portata un cuscino e dei giochi in una valigia. Quando abbiamo finito di giocare, siamo andate a dormire. Il giorno dopo è venuta la mamma e ha pranzato con noi. Abbiamo mangiato la lasagna, degli hamburger e infine un gelato fai da te. Mi sono divertita molto perché era la prima volta che ho dormito fuori casa. Silvia La mia Pasqua La domenica di Pasqua, appena svegliato, sono andato a fare gli auguri a papà e a mamma. Dopo aver fatto una ricca collazione, ci siamo preparati e ci siamo recati a messa. Dopo siamo andati a fare gli auguri a nonna Giuliana. La nonna Anna ci ha regalato delle uova di cioccolato e ci ha fatto dipingere le uova sode. Per pranzo abbiamo mangiato agnello e pastiera e ho giocato con mamma, nonna e Ginevra. Il papà invece dormiva con Giorgia. Siamo andati a prendere un gelato e siamo tornati a casa, dove mio papà ci ha fatto degli spaghetti al pomodoro. Verso le nove siamo andati a dormire. Giulio

9 Sullo stesso tema: A Pasqua sono andata vicino a Circeo e Terracina, a casa di mio nonno. Sono arrivati anche i miei cugini e gli zii e io ero molto felice. Il giorno di Pasqua non vedevo l ora di aprire l uovo e mangiare la cioccolata e anche per vedere la sorpresa. Sono andata con mia zia a fare una passeggiata sulla spiaggia. Il giorno dopo sono venuti altri miei zii e i cugini. Tutti insieme siamo andati a messa e il prete ha detto con gioia che Gesù è risuscitato. Poi siamo andati a pranzo al mare. Dopo mangiato, abbiamo giocato in spiaggia. Anche se il tempo era brutto, mi sono divertita lo stesso. Ludovica La mia suora A me piacciono tutte le insegnanti, ma la mia preferita è quella che ho ora: suor Ivanka. Alcune volte ci fa fare dettato e matematica e altre geografia e disegno. Ci fa fare tante cose divertenti e io mi diverto tantissimo. Io vorrei stare sempre con lei, anche se alcune volte non la capisco. Mi piace fare tutto con lei, ma soprattutto il lavoretto, perché mi piace costruire qualcosa di nuovo. Mi piacerebbe stare ogni momento con lei. Asia Sullo stesso tema: La mia suora ci fa imparare tante cose. Ogni giorno, dopo la preghiera, ci racconta una storia di Dio e io le voglio tanto bene. Quando la vedo, l abbraccio. Qualche volta la nostra classe è scatenata, ma poi lei suona la campanella e tutto si risistema. Da piccola ho avuto tante suore, ma suor Ivanka è la migliore. Ci vuole tanto bene. Ci fa fare tanti pensierini e ci dà anche molti consigli. E davvero tanto buona, la migliore suora che abbia mai avuto. Lavinia Ancora sulla suora: La nostra suora è molto gentile. Se noi facciamo qualcosa di sbagliato, lei ci dà sempre un altra possibilità. Ci fa fare cose facilissime e se poi sono difficili ce le spiega molto attentamente. Suor Ivanka non ci sgrida mai e se ci sgrida, è parchè abbiamo fatto una cosa piuttosto grave. Qualche volta, scrivendo alla lavagna, sbaglia, noi la correggiamo. La nostra suora non si arrabbia mai e se facciamo qualcosa di furbo, lei con voce calma dice: "Basta! Alla nostra suora importa molto di noi, ma anche degli ex alunni. Se qualche volta uno dice che è stato offeso da un altro, lei va subito da lui e gli spiega che non si fa. Così ci fa vedere che ci vuole bene. E che vuole il nostro meglio. Penso che la nostra classe sia fortunata di avere una suora come suor Ivanka. Domitilla

10 È BELLO STARE CON GLI ALTRI Un amica speciale Io ho tante amiche, ma ne ho una speciale che mi vuole tanto bene: è suor Lidia, la mia maestra. Penso che nessuno sappia insegnare meglio di lei. Lei mi vuole bene, mi abbraccia ed è gentile con me. Io le voglio tanto bene, come lei vuole bene a me. E una maestra incredibile, gentile, affettuosa, bella ed è la più simpatica di tutti! Nessuno la batterà mai! Essa porta un velo nero sul capo, indossa una gonna nera e anche un golfino nero. Ha degli occhi marroni e porta gli occhiali. Lei è brava in scienze, matematica, geografia, insomma in tutto. E brava soprattutto a far ridere tutti, anche nei momenti tristi. E proprio la più brava!!!io le voglio un mondo di bene, il mio cuore è tutto suo, da quanto le voglio bene. Io sono stata molto fortunata di averla come insegnante, infatti io e le mie amiche la chiamiamo suori. Le abbiamo dato questo nome perché è adatto a lei. E stato davvero un felice incontro! Ludovica Una persona simpatica Io credo di conoscere tante persone simpatiche, e tra queste, sicuramente la più simpatica di tutte è Emma. Noi due ci vediamo poche volte, solo d estate in Sardegna, dato che lei vive a Milano e io a Roma. Lei mi fa divertire in tante situazioni, per esempio quando cado dalla bicicletta e mi faccio male, Emma fa tante facce buffe per farmi ridere e distrarmi dalla caduta, oppure quando facciamo il bagno e ci divertiamo a parlare sott acqua, indossando naturalmente le maschere. Emma è veramente una persona molto simpatica e ogni volta che penso a lei, anche quando siamo lontane, mi torna sempre il buon umore. Spesso guardo le foto scattate insieme per ricordare tutti i momenti felici e divertenti. Non vedo l ora che arrivi l estate per rivederla per divertirci e fare tante risate che fanno bene a tutti. Flavia Sullo stesso tema Conosco molte persone simpatiche, ma quella di cui vi voglio parlare è Riccardo, un mio compagno di classe. Ha gli occhi azzurri come il cielo, i capelli biondi come l erba secca e corti come di un soldato. Ha la bocca piccola come un chicco d uva e anche le orecchie piccole. E un po più basso di me. Noi andiamo molto d accordo, perché abbiamo le stesse passioni: ci piace la musica e supereroi Star Wars, saltare sulla rete elastica, il combattimento a spade, ecc Riccardo è simpatico perché fa di tutto per accontentarti e farti divertire, inoltre è generoso, gentile e buono. Gioco insieme a lui durante la ricreazione e anche insieme ai nostri amici e ci divertiamo molto. Matteo d. V.

11 PENSIERI E SENTIMENTI Come ho trascorso le vacanze pasquali Durante le vacanze sono andato per quattro giorni a Norcia, in Umbria, con la mia squadra di calcio. Sono partito mercoledì e sono tornato sabato con i miei genitori che sono venuti a prendermi insieme ai miei fratelli. E stato molto bello, ho giocato tanto e ho fatto un bel po di baldoria, soprattutto la sera quando eravamo nella stanza tutti insieme. Abbiamo ballato, mangiato patatine, bevuto coca cola e fatto scherzi ai bambini delle altre squadre. Sabato dopo pranzo abbiamo fatto una passeggiata per Norcia e siamo ripartiti. Ci siamo fermati a Vindoli, paese dove vive mia nonna. Il giorno di Pasqua, prima di andare alla messa, ci siamo goduti una bella nevicata tra i monti e lungo il ruscello. A Pasquetta, invece, sono stato a Fregene, anche se faceva un po freddo. Martedì, l ultimo giorno di vacanza, sono andato a sciare a Campo Felice con la mamma e i fratelli nevicava tantissimo e faceva un gran freddo nonostante fossimo ormai in primavera! Matteo Sullo stesso tema: La scuola ha chiuso tre giorni prima di Pasqua e io li ho passati giocando con un amica e con mia nonna giocando sia dentro che fuori casa. La giornata più bella di queste vacanze è stata domenica di Pasqua. La giornata è iniziata con la Messa ed è continuata con un ottimo pranzo in famiglia. La nonna aveva preparato un sacco di piatti buoni, ma io ero talmente curiosa e felice e non ho saputo aspettare la fine e mi sono lanciata dopo appena il primo piatto di pasta, sull uovo di cioccolato! Di uova ce n erano molte, ma io ho scelto il mio preferito: quello con la carta dorata e il disegno di un orsetto. Dentro c era come sorpresa un pupazzo a forma di lupetto. Ho trovato altre sorprese carine e colorate. La Pasquetta l ho trascorsa con la mia mamma(di nome Ilaria). Siamo state in un ristorante dove ci ha raggiunto una mia amica e siamo andate in tre parchi diversi: uno aveva i gonfiabili, l altro le giostre e il terzo era grande dove abbiamo portato il cane di Maria. La giornata si è conclusa a casa dei miei cugini, Tommaso e Angelica, dove ho dormito Queste vacanze sono state molto belle, perché ho passato del tempo con i miei amici e perché sono stata coccolata dai miei parenti. Valentina A fine aprile si sono disputate le gare di prove atletiche, ecco i vincitori: velocità: Lorenzo L. e Lavinia lungo da fermo: Edoardo S. e Maria lancio della palla: Matteo e Cristina Complimenti a loro e a tutti partecipanti!

12 RIFLESSIONI E AVVENIMENTI RIFLESSIONE SUL TEMA: La primavera quest anno stenta ad arrivare Qui da noi, in Europa, l anno è suddiviso in quattro stagioni: primavera, estate, autunno e inverno. Quest anno, però, l inverno pare non se ne voglia proprio andare e sta spudoratamente rubando i giorni di primavera. Essa sembra aver perso il treno. E sognata da noi tutti con il suo tepore i mille colori, ma non riesce a far capire all inverno che il suo tempo è scaduto e che il cambio è quasi urgente. Noi non ne possiamo più del cielo carico di nubi, del vento che flagella e scoraggia chiunque a uscire e quest inverno ormai ci sembra perenne. Auguro a tutti una felice primavera, sempre che venga! Ludovica e Livia TEMI SOCIALI La solidarietà è In questi ultimi anni, la nostra società è in grande difficoltà e molte famiglie non riescono ad arrivare a fine mese, per le strade ci sono tanti senzatetto, che a fatica trovano un riparo e da mangiare. E importante, perciò che chi non ha questi problemi, sia solidale con questi ultimi. La mia famiglia, per esempio, collabora con la casa famiglia So Spe che si occupa di chi è in qualunque difficoltà, come le ragazze madri, i bambini maltrattati, ecc. Spesso mia madre, quando va al supermercato, compra cibo per questa casa famiglia, diretta da suor Paola. Raccogliamo inoltre i vestiti, ancora in buone condizioni e li portiamo lì. Roberto Sullo stesso tema: Gesù, per farci capire che cosa è la solidarietà, racconta questa parabola: un uomo, mentre scendeva da Gerusalemme a Gerico, venne assalito dai briganti che lo derubarono e lo lasciarono lì mezzo morto. Vi passò vicino, prima un sacerdote, poi un levita senza soccorrerlo. Un Samaritano, invece, ne ebbe compassione, gli fasciò le ferite e lo portò in una locanda, pagando perché se ne occupassero fino al suo ritorno. La solidarietà si può esprimere anche in tanti altri modi: dando da mangiare a chi ha fame, visitando gli ammalati, consolando chi è triste e sconfortato, ospitando chi non ha una casa, aiutando chi non riesce a fare cose da solo. Oggi, come ai tempi di Gesù, sono poche le persone che hanno un cuore solidale verso gli altri. Io penso che se ci fosse più solidarietà, il mondo sarebbe migliore. Michele

13 Ancora sulla solidarietà: La solidarietà è la condivisione dei sentimenti, dei doni e delle azioni. Si può essere solidali, per esempio, quando si condivide un pensiero o quando si aiuta un anziano a portare la spesa vedendo che è in difficoltà. Io e la mia classe, tramite una seria associazione Gruppo India cerchiamo di essere solidali con i bambini colpiti dalla malaria, dandogli la possibilità di comprare delle zanzariere o il materiale scolastico. Proprio per questo scriviamo il giornalino, che oltre ad aprire una finestra sulla nostra bellissima scuola, ci dà la possibilità di fare il bene. Proprio oggi, mentre in classe stavamo parlando della solidarietà, la suora ha ricevuto la lettera con dentro dei cartoncini per noi. Su questi c era una foto con un grande grazie per ciò che avevano ricevuto. Ma io ho fatto anche un altra esperienza che sa di solidarietà che mi ha fatto trovare una nuova amica: Margherita. E una bambina che fa la prima classe e io sono la sua assistente quando ci rechiamo nella prima per aiutarli a studiare, naturalmente, sempre monitorati da suor Paola. Come vedete, si può essere solidali sia con i vicini che con i lontani! Livia Festival: Voci e colori di primavera In questo tema vi parlerò di un Festival intitolato: Voci e colori di Primavera., che si svolge ogni anno nella nostra scuola. A questo evento speciale partecipano tutti i bambini che vogliono. Basta che si iscrivano o alla gara di disegno o di canto. La gara dura tre giorni e poi la giuria esterna decide il vincitore sia in un campo che nell altro. Il premio comunque è sempre interessante e bello. Io aspetto questo evento con tanta gioia. Per mia esperienza personale, la performace migliore in assoluto è stata di Valerio, un bambino che ha vinto cantando benissimo. Lui è veramente un talento puro e ha una voce incredibile Per noi bambini questa manifestazione rappresenta l evento dell anno che ci coinvolge tutti. Io ho partecipato sempre alla gara del disegno, ma non ho mai vinto. Non ho mai cantato perché mi vergogno ad esibirmi davanti a tante persone. In compenso ammiro gli altri più coraggiosi di me. Flavia UN TUFFO NELLA STORIA Roma, sei immensa! La città in cui vivo, ovvero Roma, è una delle città più visitate al mondo ed è una delle più belle. Con la sua storia millenaria, essa attira ogni anno milioni di turisti. Solitamente le loro mete preferite sono: il Colosseo, i Fori Imperiali, Piazza di Spagna, ecc...e la capitale d Italia che purtroppo ha anche i suoi problemi, tra cui il traffico caotico, la confusione e difficoltà legate a questi problemi. Io, che ho vissuto in una città più calma, ne ho notato la differenza. Infatti a Pavia ci andavo in bicicletta, mentre a Roma è impensabile! In compenso

14 Roma offre altre possibilità, tra cui i musei e tanti monumenti di valore storico e sono felice di viverci. Paolo Un tuffo nel mondo degli Etruschi Quest anno, studiando storia delle popolazioni antiche, io e la mia classe abbiamo scoperto una civiltà "tutta nuova, talmente bella da spingerci a visitare ciò che nel Museo di Villa Giulia è conservato e viene gratuitamente offerto alle scolaresche. Nell ambito della nostra trasferta a Valle Giulia, residenza del papa Giulio III, abbiamo ammirato anche questa imponente e struttura, ricca di diverse espressioni d arte. Nei reparti del mondo etrusco abbiamo ammirato, guidati da Gioia, la mamma di Ginevra, una nostra compagna di classe, un infinità di sculture piccole e grandi, utensili di ogni tipo, sarcofagi, monili di incredibile bellezza, ma soprattutto vasi, vasi e poi ancora vasi! Bellissimi, con delle linee elegantissime e a due sfondi: nero o rosso. Nel museo è stata ricostruita addirittura la tomba che in genere visitiamo a Tarquinia, il cuore dell Etruria. Devo proprio dire che questo tuffo ci ha fatto bene! Alessandro LA MOSTRA MERCATO NELLA NOSTRA SCUOLA Noi della quinta classe, insieme alla Suora, abbiamo deciso di organizzare una mostra mercato per beneficienza. L idea è stata quella di usare materiale semplice, quasi gratuito e dargli vita con il disegno. Infatti la suora ci ha procurato dei sassi di diversa grandezza, però anche noi ne abbiamo trovati tanti nel parco della scuola e accesa la fantasia, a seconda della forma gli abbiamo dato la vita. Abbiamo così creato animali selvatici e domestici, abitanti del circo, insetti, uccelli, case da favola, le automobili di tante marche, e addirittura delle scarpe. Il farli è stato divertente e istruttivo per tutti. A tutto ciò si aggiungeranno campionari dei nostri lavoretti fatti durante l anno, tra cui le cornici realizzate con gli ziggurat, e, udite, udite i gioielli creati dalla nostra suora. La mostra partirà il 21 aprile e speriamo che avrà il successo che merita, almeno per l impegno che abbiamo messo, ma soprattutto per lo scopo, cioè BENEFICIENZA. Non ci resta che dire, Viva la Mostra mercato! Chiara, Jezzle Emanuele

15 Che successone, la nostra mostra mercato! Tutto è cominciato ieri quando le mamme rappresentanti Giovanna e Diletta hanno allestito l aula del doposcuola, trasformandola in un negozietto. Era bellissimo vedere gli stand con sopra i nostri manufatti. Quasi da favola. Accanto o sopra ogni tavolo c era una locandina che illustrava ciò che si poteva ammirare e vendere. Poi siamo entrati noi e abbiamo urlato di gioia. Gli stand erano in tutto sette, ciascuno con diverse proposte l angolo della vanità, con delle collane e orecchini, fatti dalla nostra suora, artigianato religioso, abitanti di mare, pesci, rane tartarughe, ecc. Poi più avanti, la nostra concessionaria, dove si trovavano tante macchine, il paese da favola, con case di forma particolare, negozio di calzature, diversi volatili e infine il circo con pagliacci variopinti. Voi vi chiederete, forse, quale materiale abbiamo usato per ottenere oggetti del genere? Semplicemente sassi di varie forme e dimensioni. Nei due mesi di preparazione abbiamo imparato a vedere in essi delle forme di vita nuove. A volte bisognava metterne due o tre insieme, ma noi l abbiamo fatto e siamo stati felicissimi che è stata la cosa più piaciuta al nostro pubblico. Ciascuno di noi ha ricevuto un foglio e una busta e lo stand, dove ha accolto, presentato e venduto gli oggetti. Sul foglio abbiamo scritto il numero di oggetti da vendere, nella busta abbiamo messo i soldi. E stato bellissimo vedere i bambini di tutte le classi venire e cercare di scegliere l oggetto da comprare. Noi avevamo programmato la vendita per una settimana, ma la nostra merce è andata a ruba in due, tre giorni. Vi domanderete anche, perché abbiamo fatto tutto ciò? La risposta è semplice: manderemo il ricavato al Gruppo India per far curare i bambini malati di malaria, o comprando delle zanzariere, per prevenirla. Vedete, che anche i bambini possono aiutare chi è in difficoltà! La V Una visita particolare Oggi sono venute a trovarci due persone speciali, non solo noi della quinta, ma tutta la scuola per parlarci di un argomento a noi caro: dei bambini bisognosi del nostro aiuto e di ciò che la loro associazione sta facendo per loro. I loro nomi sono Waris e Annamaria e sono due volontari del Gruppo India. Ci hanno, intanto ringraziato per ciò che abbiamo fatto per questi bambini e ci hanno raccontato diverse storie di povertà e di difficoltà che essi affrontano per vivere e per studiare. Noi ci siamo resi conto di come siamo fortunati e di quanto sia importante aiutarli. Alla fine dell incontro ci hanno dato dei segnalibri e delle cartine che segnano i paesi dove assistono i bambini in difficoltà. La V

16 ALBUM FOTOGRAFICO la gita in Emilia Romagna della III e IV elementare Angolino del buon umore! La nostra squadra di calcio è una piccola squadra. Così invece di fare il tifo, il pubblico fa solo la varicella! Ai giardini si incontrano due signore con due bambini piccoli. Mio figlio, esclama una, cammina già da sei mesi Poverino! ribatte l altra, e non è ancora stanco? Mario, vergognati! grida la mamma. Perché hai mangiato tutto il dolce senza pensare a tua sorella? Certo che ci ho pensato! Avevo sempre paura che arrivasse da un momento all altro!

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 5 uscita del 13 febbraio 2015 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

HA - A. Domani andrò pranzo dalla zia, invece stasera resterò casa. cena perchè la mamma preparato la torta per dolce.

HA - A. Domani andrò pranzo dalla zia, invece stasera resterò casa. cena perchè la mamma preparato la torta per dolce. HA - A Ricorda: HA verbo indica possedere, agire o sentire A preposizione risponde alle domande A chi? A fare cosa? Dove? Come? Quando? Completa le frasi con HA oppure con A Domani andrò pranzo dalla zia,

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

La scatola dei pensieri sparsi

La scatola dei pensieri sparsi La scatola dei pensieri sparsi In tutte le classi prime di scuola secondaria e, dunque, non solo in quella sperimentale, e stata proposta la creazione de La scatola dei pensieri sparsi(strumento anonimo).

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

Mauro. Simone. Mamy Jara

Mauro. Simone. Mamy Jara Trebisonda è un programma per ragazzi su RAI 3, dove si fanno dei giochi educativi a cui partecipano ragazzi di una scuola. Stavolta è toccato alla mia classe, la 2^A, e a una di Coldirodi. Noleggiato

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2 SPEDIRE UNA LETTERA A.: Con queste telefonate internazionali spendo un sacco di soldi. B.: A.: B.: A.: B.: A.: B.: Perché non scrivi una lettera? Così hai la possibilità di dire tutto quello che vuoi.

Dettagli

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana Via Aurelia, 796-00165 Roma - Italia www.caritasitaliana.it Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana PRIMA SETTIMANA di Avvento

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront La famiglia La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. b. a. c. d. f. e. Nonni a scuola dai nipoti oggi lezione di Internet Nove scuole, 900 anziani, 900 ragazzi Obiettivo: creare

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

Scuola Primaria Pisani Dossi. Istituto Comprensivo Erasmo da Rotterdam ALBAIRATE

Scuola Primaria Pisani Dossi. Istituto Comprensivo Erasmo da Rotterdam ALBAIRATE Scuola Primaria Pisani Dossi Istituto Comprensivo Erasmo da Rotterdam ALBAIRATE Autori: alunni 3^B Anno scolastico 2012-2013 Il 10 maggio abbiamo incominciato questa esperienza. Ci sono 4 materie: italiano,

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

DOMANDA APERTA: COSA TI PIACE DEL CELLULARE a me del cellulare piace tutto a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un

DOMANDA APERTA: COSA TI PIACE DEL CELLULARE a me del cellulare piace tutto a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un a me del cellulare piace a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un incidente è molto utile a me il cellulare piace ma me lo prendono solo a 12 anni. La cosa più bella è

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

UNA GRANDE EMOZIONE TANTE POESIE

UNA GRANDE EMOZIONE TANTE POESIE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE A.COSTA Scuola dell infanzia G.B.Guarini Scuole primarie A.Costa G.B.Guarini A.Manzoni Scuola secondaria di 1 grado M.M.Boiardo Sezione Ospedaliera Sede: Via Previati, 31 44121

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

Progetto italiano Junior 1- Test di progresso

Progetto italiano Junior 1- Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità introduttiva) 1) Trasforma al plurale i seguenti sostantivi: a) pizza b) spaghetto c) chiave d) cane e) casa 2) Completa il mini dialogo correttamente. Buongiorno Laura, (1)...

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo bambini

Livello CILS A1 Modulo bambini Livello CILS A1 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

pomeriggio sms voglia cellulare giro acqua suoi foto a. dalla mattina alla sera. b. un caldo terribile. c. entrando in acqua.

pomeriggio sms voglia cellulare giro acqua suoi foto a. dalla mattina alla sera. b. un caldo terribile. c. entrando in acqua. sanze che trovi u Paese che vai, Q1. Completa le frasi con le parole della lista. pomeriggio sms voglia cellulare giro acqua suoi foto a. Mentre Manuele e Carlo sono seduti su una panchina, suona il di

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT N E W S O U T H W A L E S HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION 1998 ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT 2 ITEM 1 PAOLO PAOLO Ieri ho avuto una bella sorpresa; ho ricevuto una lettera da Paolo.

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

SCHIACCIARE DEI NUMERI

SCHIACCIARE DEI NUMERI Scuola dell'infanzia Barchetta Sezione 4 anni Ins.: Rosa Aggazio PROVIAMO AD ANDARE INDIETRO NEL TEMPO: ESTATE, MACCHINA FOTOGRAFICA E VIA ALLA RICERCA DI NUMERI! LE FOTO SONO UN OTTIMO AIUTO PER PORTARCI

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

TEST di italiano. Completa con le preposizioni semplici mancanti: Completa il brano con i seguenti pronomi possessivi:

TEST di italiano. Completa con le preposizioni semplici mancanti: Completa il brano con i seguenti pronomi possessivi: TEST di italiano Verifica il tuo livello! Copia e incolla il test, completa le frasi e invialo a info@linguaincorso.com (Non ti preoccupare se non riesci a completare tutti gli esercizi!!!!) Completa con

Dettagli

TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3)

TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3) Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3) 1. Completa il testo con gli articoli e le desinenze dei nomi e degli aggettivi. Le tendenze alimentari italiane. Quali sono le mode alimentari

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

ESAME FINALE D'ITALIANO A1

ESAME FINALE D'ITALIANO A1 ESAME FINALE D'ITALIANO A1 TOTALE / 80 I. COMPRENSIONE DELL'ASCOLTO (0 10) 80-73,5 pkt 5 73-67 pkt 4,5 66,5-61 pkt 4 60,5-54 pkt 3,5 53,5-41 pkt 3 Ascolta e segna una risposta corretta. / 10 1. Le persone

Dettagli

Conversazione semi-libera

Conversazione semi-libera Titolo del file: ML05_080212.doc Pseudonimo: DAVID Partecipanti: ML05 DAVID, ML Laurence Data di registrazione: Attività svolte: conversazioni semi-libera; storia per immagini sul pesce; storia per immagini

Dettagli

www.scuolaitalianatehran.com

www.scuolaitalianatehran.com щ1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHRAN Corso Settembre - Dicembre 2006 ESAME FINALE LIVELLO 2 щ Nome: Cognome: Numero tessera: щ1 щ2 Leggi il testo e completa il riassunto (15 punti) Italiani in

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO"G. CAVALCANTI " LIBRIAMOCI Venerdì 31 ottobre 2014!

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADOG. CAVALCANTI  LIBRIAMOCI Venerdì 31 ottobre 2014! SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO"G. CAVALCANTI " LIBRIAMOCI Venerdì 31 ottobre 2014! Giornata della lettura nella scuola Cavalcanti RESPONSABILE DEL PROGETTO: Docente bibliotecaria Donatella Di Nardo ORARIO

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: Ciao, Flavia. Mi sono divertito moltissimo sabato

Dettagli

INTRODUZIONE. La ragazza

INTRODUZIONE. La ragazza 5 INTRODUZIONE La ragazza Il braccio era vicino al telefono. Forse la ragazza aveva cercato di chiamare qualcuno, ma poi non aveva avuto il tempo di farlo. I lunghi capelli neri scendevano sul viso e coprivano

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

CAPITOLO 4 LE PREPOSIZIONI LE PREPOSIZIONI SEMPLICI A. COMPLETARE CON LA PREPOSIZIONE SEMPLICE:

CAPITOLO 4 LE PREPOSIZIONI LE PREPOSIZIONI SEMPLICI A. COMPLETARE CON LA PREPOSIZIONE SEMPLICE: CAPITOLO 4 LE PREPOSIZIONI LE PREPOSIZIONI SEMPLICI A. COMPLETARE CON LA PREPOSIZIONE SEMPLICE: 1. dove sei? Sono Milano 2. Dove abiti? Abito Italia. 3. Come vai all'università? Vado bicicletta. 4. Vieni

Dettagli

Corso d italiano L2 a cura di Paola Sguazza

Corso d italiano L2 a cura di Paola Sguazza Corso d italiano L2 a cura di Paola Sguazza elementare 1 Presentarsi Ciao! Mi chiamo John e sono senegalese. Il mio Paese è il Senegal. Il Senegal è uno Stato dell Africa. Ho 17 anni e vivo in Italia,

Dettagli

Finalità. Sensibilizzare al rispetto di genere per prevenire forme di discriminazione.

Finalità. Sensibilizzare al rispetto di genere per prevenire forme di discriminazione. Finalità. Sensibilizzare al rispetto di genere per prevenire forme di discriminazione. Obiettivi. Suscitare curiosità verso l altro. Indagare sulle diversità e i ruoli. Riconoscere e valorizzare le differenze.

Dettagli

Secondo anno seconda metà d anno. Grammatica. Il futuro semplice

Secondo anno seconda metà d anno. Grammatica. Il futuro semplice Secondo anno seconda metà d anno Grammatica Il futuro semplice Scegliere la parola giusta fra le parentesi :- 1- Nel concorso di domani ogni scuola ------- un gruppo musicale. ( manderò manderà manderanno

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA G. PASCOLI - SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA G. PASCOLI - SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA G. PASCOLI - SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI INSEGNANTI DELLA SEZIONE 5 ANNI G. PASCOLI INSEGNANTI DELLE CLASSI 1ª E 5ª DELLA SCUOLA PRIMARIA L. DA VINCI ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Il Mito VIII e il Bestiario Laboratori di pomeriggio al mammut Osservazioni scientifiche attorno a tane

Il Mito VIII e il Bestiario Laboratori di pomeriggio al mammut Osservazioni scientifiche attorno a tane Il Mito VIII e il Bestiario Laboratori di pomeriggio al mammut Osservazioni scientifiche attorno a tane Laboratori attorno al mito delle dea Eoste, e le uova di lepre. Trasformazione animali festa di

Dettagli

1. Usa le parole per creare i superlativi relativi. Attenzione alle concordanze. Es.: Gatti/animali/agile/terra.

1. Usa le parole per creare i superlativi relativi. Attenzione alle concordanze. Es.: Gatti/animali/agile/terra. 1. Usa le parole per creare i superlativi relativi. Attenzione alle concordanze. Es.: Gatti/animali/agile/terra. I gatti sono gli animali più agili della terra. 1. Gianni/bambino/bravo/classe 2. Barbara/ragazza/

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ.

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ. Μάθημα: ΙΣΑΛΙΚΑ ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012 Ημεπομηνία και ώπα εξέτασηρ : Δεςτέπα, 21 Μαϊος 2012 11:00π.μ. 14:15π.μ. ΣΟ

Dettagli

IO: LA MIA STORIA, LA MIA SCUOLA, IL MIO PAESE

IO: LA MIA STORIA, LA MIA SCUOLA, IL MIO PAESE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 IO: LA MIA STORIA, LA MIA SCUOLA, IL MIO PAESE ISTITUTO COMPRENSIVO «N.TOMMASEO» SCUOLA DELL INFANZIA «F.GARBIN» Arre UNITA DI APPRENDIMENTO : 1. IO : LA MIA STORIA 2. IO : LA

Dettagli

Alcuni studenti raccontano.

Alcuni studenti raccontano. Alcuni studenti raccontano. Soggiorno a Londra di Valentina Tornesi III B Il giorno 19 settembre 2010 noi, alcuni alunni della mia Scuola Media di San Francesco, e quattro nostri professori siamo partiti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO "ALBERTO MANZI" - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO - CALITRI

ISTITUTO COMPRENSIVO ALBERTO MANZI - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO - CALITRI ISTITUTO COMPRENSIVO "ALBERTO MANZI" - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO - CALITRI 1 PER QUEST ANNO DESIDEREREI Per questo nuovo inizio di anno scolastico desidererei una scuola senza atti di bullismo,

Dettagli

INDAGINE SUI GIOCHI E SUI GIOCATTOLI Classe 2 a A A. S. 2007/08. Intervista

INDAGINE SUI GIOCHI E SUI GIOCATTOLI Classe 2 a A A. S. 2007/08. Intervista Allegato 11 INDAGINE SUI GIOCHI E SUI GIOCATTOLI Classe 2 a A A. S. 2007/08 Proponi ai nonni e ai genitori la seguente intervista Intervista 1. Con che cosa giocavi? 2. Chi ti comprava i giochi? 3. Ne

Dettagli

TEST GRATUITO (NON VINCOLANTE PER ISCRIZIONE) LIVELLO CONOSCENZA INGLESE

TEST GRATUITO (NON VINCOLANTE PER ISCRIZIONE) LIVELLO CONOSCENZA INGLESE TEST GRATUITO (NON VINCOLANTE PER ISCRIZIONE) LIVELLO CONOSCENZA INGLESE Ciao Mario come stai? Abbastanza bene, grazie. Ti presento il mio amico John. Da dove viene John? John è Canadese ed è in Italia

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

GLI ALUNNI DELLA I A

GLI ALUNNI DELLA I A GLI ALUNNI DELLA I A Descrivi la festa di Halloween soffermandoti sui preparativi, che l hanno preceduta, sul suo svolgimento e parla delle tue impressioni al riguardo. Con la scuola elementare di Puccianiello

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

La maestra Stefania G.

La maestra Stefania G. A 90 anni dalla fine della 1 guerra mondiale, mi è sembrato particolarmente importante ricordare con i miei alunni di classe 3 della Scuola Primaria di Liedolo i fatti senza retorica, ma in modo chiaro

Dettagli

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Il piccolo Arco Baleno viveva tutto solo sopra una nuvola. La sua nuvoletta aveva tutte le comodità: un letto con una grande coperta colorata, tantissimi

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Parlare in famiglia Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Perché è importante? IMPORTANZA DEL DIALOGO IN FAMIGLIA stili educativi: autoritario, democratico,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Diario di bordo Viterbo 21 30 ottobre 2014

Diario di bordo Viterbo 21 30 ottobre 2014 «ONCE UPON A TIME» PROGETTO EUROPEO COMENIUS ITC. L.Fantappiè» Viterbo,Italia «V. Van Gogh Institute. Assen, Olanda Diario di bordo Viterbo 21 30 ottobre 2014 Gli student olandesi aviterbo Il 21 ottobre

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2 IN GIRO PER ACQUISTI Signora Rossi: Voglio vedere una camicia per mio figlio. Commessa : Di che colore? Signora Rossi: Non so.. Commessa : Le consiglio il colore rosa. Se Suo figlio segue la moda, gli

Dettagli

QUESTIONARIO STUDENTE

QUESTIONARIO STUDENTE Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2008 2009 QUESTIONARIO STUDENTE Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva

Dettagli

Aula Magie. Mi sento così. Progetto sulla consapevolezza emotiva. Anno scolastico 2005/2006

Aula Magie. Mi sento così. Progetto sulla consapevolezza emotiva. Anno scolastico 2005/2006 Aula Magie Mi sento così Progetto sulla consapevolezza emotiva Anno scolastico 2005/2006 Scuola provinciale dell infanzia Rione Sud ROVERETO (TRENTO) Quest'anno abbiamo deciso di aderire, come scuola,

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

Chiavi. Unità 1. Tutti a scuola! 5. a. 2-due, b. 7-sette, c. 4-quattro, d. 10-dieci, e. 9- nove, f. 1-uno, g. 8-otto, h. 6-sei, i.

Chiavi. Unità 1. Tutti a scuola! 5. a. 2-due, b. 7-sette, c. 4-quattro, d. 10-dieci, e. 9- nove, f. 1-uno, g. 8-otto, h. 6-sei, i. Chiavi Chiavi del Libro dello studente Unità introduttiva. Ciao! Come ti chiami? Hamid, Paula, Simone, Edmond, Fang Fang 3. Hamid, terza B; Paula, terza B; Fang Fang, compagna; Edmond, terza B 4. Fang

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce.

Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce. Consiglio Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce. La mia famiglia Federico ci presenta la sua famiglia. Guarda il disegno e completa con i nomi della famiglia.

Dettagli

La foto della mia squadra

La foto della mia squadra La foto della mia squadra Questo libro appartiene a: La mia squadra del cuore: Il mio calciatore preferito: Il mio allenatore preferito: Pubblicato da: Associazione Svizzera di Calcio Casella postale 3000

Dettagli