SOMMARIO LETTERA AI LETTORI CRONACA SCOLASTICA. Cari Lettori,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOMMARIO LETTERA AI LETTORI CRONACA SCOLASTICA. Cari Lettori,"

Transcript

1 Edizione - aprile/maggio Giornalino dell'istituto Sacro Cuore di Gesù - Via dei Colli della Farnesina, 1 40 :: Roma

2 LETTERA AI LETTORI Cari Lettori, Eccoci al nostro 3 ed ultimo giornalino! Cogliamo l occasione per ringraziarvi della vostra partecipazione, sia nel collaborare con noi che nella distribuzione del nostro giornalino. Grazie, grazie, grazie! Speriamo che anche questo numero vi trovi ancora attenti e generosi. Il ricavato di tutti i numeri sono stati devoluti a favore di bambini colpiti dalla malaria. Pensate che, per certi versi, le vite di alcuni di questi sono nelle nostre mani, oltre che nei nostri cuori! Questa volta abbiamo cambiato l impaginazione del giornalino perché abbiamo voluto che esso recasse i volti di tutti i bambini del nostro Istituto, almeno quelli che ci hanno permesso di fotografarli. Così, noi che lasciamo questa meravigliosa scuola, li porteremo, tutti, oltre che nel cuore, anche nelle foto. La V classe SOMMARIO CRONACA SCOLASTICA DAL MONDO DEI PICCOLI LA PRIMA SI RACCONTA SCRITTORI IN ERBA È BELLO STARE CON GLI ALTRI PENSIERI E SENTIMENTI RIFLESSIONI E AVVENIMENTI ALBUM FOTOGRAFICO DI UNA BELLA ESPERIENZA 27 marzo: visita della 5 al museo etrusco 2 aprile: inizio vacanze pasquali 8 aprile : riapertura della scuola 21 aprile: la 5 apre la mostra mercato 27 aprile: gita della 3 e della 4 30 aprile: la 5 in visita delle antichità di Roma 5 6 maggio: prove Invalsi 2 e maggio: Festival, Voci e colori di Primavera fine maggio: saggio di educazione motoria 3 4 giugno: saggio di pianoforte

3 DAL MONDO DEI PICCOLI Festa della Famiglia Il 21 marzo, festa di san Giuseppe, abbiamo celebrato la festa della Famiglia nella Scuola d Infanzia. Festeggiare le persone più care e più importanti per i bambini è una buona occasione per uno sviluppo armonioso ed equilibrato nel campo affettivo ed emozionale. Nel festeggiare la Famiglia si voleva sottolineare che pur nelle diversità di stili di vita, di culture, scelte di valori etico religiosi, essa è portatrice di risorse che devono essere valorizzate anche nella scuola, per creare una solida rete di scambi e di coralità, nonché di responsabilità condivise". Abbiamo ringraziato il Signore attraverso la celebrazione eucaristica per il dono della Famiglia e chiesto aiuto per portare a termine il suo progetto d amore nella nuova generazione. I bambini hanno partecipato attivamente alla santa messa cantando con tutto l entusiasmo, facendo emozionare i grandi. Hanno dedicato alcuni canti ai genitori e ai nonni, esprimendo così la loro gratitudine. Alla celebrazione è seguito il pranzo preparato dalle famiglie con tanta generosità.

4

5

6

7 LA PRIMA SI RACCONTA Le mie paure La mia scuola Io ho tanta paura del buio, infatti la notte per addormentarmi, ho bisogno della lucina. Ho paura anche dei ladri perché non voglio che mi rubino qualcosa e appena li sento mi metto la coperta sulla testa. Ho sempre un pupazzetto con me che mi protegge. Si chiama Mao e io lo stringo forte. La mia scuola mi piace molto, specialmente quando facciamo informatica perché al computer sto con Carlo Mi piace anche a pallone con i miei amici. E proprio bella la mia scuola!. Giorgio A me piace la scuola perché si impara a leggere e a scrivere. Mi piace anche perché voglio bene a suor Paola! Margherita Sullo stesso tema Quando la sera vado in bagno ho paura che dietro le tende ci sia qualcuno. Una volta avevo paura dei fantasmi. Mi capitava nella casa di campagna di mio nonno. Ho anche paura di stare sola a casa. Francesca Riccardo Mi piace stare a scuola con la mia maestra perché ci fa fare tante cose belle. E anche perché durante la ricreazione facciamo tanti giochi. Adriana La mia paura più grande è quella del buio, per questo dormo con una piccola luce accesa. Ho paura anche dei tuoni, come Frida, il cane dei miei nonni. Condivido inoltre una paura con la mia mamma, quella dei serpenti velenosi. La mia suora si chiama suor Paola e io le voglio tanto bene. Anche ai compagni. Noi siamo tutti grandi amici. Benedetta La scuola è bella perché impariamo Amedeo tante cose belle. Quando suona la campanella, noi ci sediamo e Io ho paura dei tuoni e dei lampi. A cominciamo a scrivere. Per fortuna volte ho paura che la Lazio perda con la abbiamo una suora molto simpatica. Juventus.. Ho anche paura del buio. All una andiamo alla mensa o a casa. Riccardo Margherita Angolino degli indovinelli Quale è il colmo per una maestra?... Non avere diritto di voto. Che cosa beve il maestro al bar?... Il caffè corretto. Come si chiama la macchina della maglia?... La golf.

8 SCRITTORI IN ERBA Un momento indimenticabile Io ho avuto tanti momenti felici, ma c è uno che non dimenticherò mai. E stato il giorno del mio compleanno. A casa mia c erano tutte le mie compagne di classe, tra cui le mie migliori amiche: Lavinia P. e Lavinia L.D. Le ragazze dell animazione ci hanno fatto fare tanti giochi divertenti e io mi sentivo proprio felice perché ho avuto la torta che desideravo, quella di Violetta. Prima di spegnere le candele, la mia suora mi ha fatto la sorpresa ed è venuta a trovarmi. Questo è stato per me un momento indimenticabile! Matilde Sullo stesso tema: Il giorno che non dimenticherò mai è il mio primo giorno di sci, in un paese che si chiama La Villa. Non era la prima volta che andavo a sciare, ma questa volta ho incontrato il maestro di sci più simpatico del mondo. Pensate che ha fatto ben due Olimpiadi e il suo nome è Joscatka, che tutti chiamano Jonny. La cosa che mi piaceva fare con lui non era solo sciare, ma soprattutto giocare a poliziotto e ladri Spero di averlo anche l anno prossimo e giocare tanto con lui. Tommaso Sullo stesso tema: L inverno scorso, mia cugina Viola aveva organizzato un pigiama party a casa sua. Noi, prima di andarci, ci siamo fermati da Mc. Donald s e abbiamo mangiato patatine e pollo fritto che erano dentro l Happy Meal. Arrivati a casa di mia zia abbiamo gustato le fragole con panna che lei ci ha preparato. Dopo abbiamo giocato al rialzo e tanti altri giochi divertenti. Da casa mi ero portata un cuscino e dei giochi in una valigia. Quando abbiamo finito di giocare, siamo andate a dormire. Il giorno dopo è venuta la mamma e ha pranzato con noi. Abbiamo mangiato la lasagna, degli hamburger e infine un gelato fai da te. Mi sono divertita molto perché era la prima volta che ho dormito fuori casa. Silvia La mia Pasqua La domenica di Pasqua, appena svegliato, sono andato a fare gli auguri a papà e a mamma. Dopo aver fatto una ricca collazione, ci siamo preparati e ci siamo recati a messa. Dopo siamo andati a fare gli auguri a nonna Giuliana. La nonna Anna ci ha regalato delle uova di cioccolato e ci ha fatto dipingere le uova sode. Per pranzo abbiamo mangiato agnello e pastiera e ho giocato con mamma, nonna e Ginevra. Il papà invece dormiva con Giorgia. Siamo andati a prendere un gelato e siamo tornati a casa, dove mio papà ci ha fatto degli spaghetti al pomodoro. Verso le nove siamo andati a dormire. Giulio

9 Sullo stesso tema: A Pasqua sono andata vicino a Circeo e Terracina, a casa di mio nonno. Sono arrivati anche i miei cugini e gli zii e io ero molto felice. Il giorno di Pasqua non vedevo l ora di aprire l uovo e mangiare la cioccolata e anche per vedere la sorpresa. Sono andata con mia zia a fare una passeggiata sulla spiaggia. Il giorno dopo sono venuti altri miei zii e i cugini. Tutti insieme siamo andati a messa e il prete ha detto con gioia che Gesù è risuscitato. Poi siamo andati a pranzo al mare. Dopo mangiato, abbiamo giocato in spiaggia. Anche se il tempo era brutto, mi sono divertita lo stesso. Ludovica La mia suora A me piacciono tutte le insegnanti, ma la mia preferita è quella che ho ora: suor Ivanka. Alcune volte ci fa fare dettato e matematica e altre geografia e disegno. Ci fa fare tante cose divertenti e io mi diverto tantissimo. Io vorrei stare sempre con lei, anche se alcune volte non la capisco. Mi piace fare tutto con lei, ma soprattutto il lavoretto, perché mi piace costruire qualcosa di nuovo. Mi piacerebbe stare ogni momento con lei. Asia Sullo stesso tema: La mia suora ci fa imparare tante cose. Ogni giorno, dopo la preghiera, ci racconta una storia di Dio e io le voglio tanto bene. Quando la vedo, l abbraccio. Qualche volta la nostra classe è scatenata, ma poi lei suona la campanella e tutto si risistema. Da piccola ho avuto tante suore, ma suor Ivanka è la migliore. Ci vuole tanto bene. Ci fa fare tanti pensierini e ci dà anche molti consigli. E davvero tanto buona, la migliore suora che abbia mai avuto. Lavinia Ancora sulla suora: La nostra suora è molto gentile. Se noi facciamo qualcosa di sbagliato, lei ci dà sempre un altra possibilità. Ci fa fare cose facilissime e se poi sono difficili ce le spiega molto attentamente. Suor Ivanka non ci sgrida mai e se ci sgrida, è parchè abbiamo fatto una cosa piuttosto grave. Qualche volta, scrivendo alla lavagna, sbaglia, noi la correggiamo. La nostra suora non si arrabbia mai e se facciamo qualcosa di furbo, lei con voce calma dice: "Basta! Alla nostra suora importa molto di noi, ma anche degli ex alunni. Se qualche volta uno dice che è stato offeso da un altro, lei va subito da lui e gli spiega che non si fa. Così ci fa vedere che ci vuole bene. E che vuole il nostro meglio. Penso che la nostra classe sia fortunata di avere una suora come suor Ivanka. Domitilla

10 È BELLO STARE CON GLI ALTRI Un amica speciale Io ho tante amiche, ma ne ho una speciale che mi vuole tanto bene: è suor Lidia, la mia maestra. Penso che nessuno sappia insegnare meglio di lei. Lei mi vuole bene, mi abbraccia ed è gentile con me. Io le voglio tanto bene, come lei vuole bene a me. E una maestra incredibile, gentile, affettuosa, bella ed è la più simpatica di tutti! Nessuno la batterà mai! Essa porta un velo nero sul capo, indossa una gonna nera e anche un golfino nero. Ha degli occhi marroni e porta gli occhiali. Lei è brava in scienze, matematica, geografia, insomma in tutto. E brava soprattutto a far ridere tutti, anche nei momenti tristi. E proprio la più brava!!!io le voglio un mondo di bene, il mio cuore è tutto suo, da quanto le voglio bene. Io sono stata molto fortunata di averla come insegnante, infatti io e le mie amiche la chiamiamo suori. Le abbiamo dato questo nome perché è adatto a lei. E stato davvero un felice incontro! Ludovica Una persona simpatica Io credo di conoscere tante persone simpatiche, e tra queste, sicuramente la più simpatica di tutte è Emma. Noi due ci vediamo poche volte, solo d estate in Sardegna, dato che lei vive a Milano e io a Roma. Lei mi fa divertire in tante situazioni, per esempio quando cado dalla bicicletta e mi faccio male, Emma fa tante facce buffe per farmi ridere e distrarmi dalla caduta, oppure quando facciamo il bagno e ci divertiamo a parlare sott acqua, indossando naturalmente le maschere. Emma è veramente una persona molto simpatica e ogni volta che penso a lei, anche quando siamo lontane, mi torna sempre il buon umore. Spesso guardo le foto scattate insieme per ricordare tutti i momenti felici e divertenti. Non vedo l ora che arrivi l estate per rivederla per divertirci e fare tante risate che fanno bene a tutti. Flavia Sullo stesso tema Conosco molte persone simpatiche, ma quella di cui vi voglio parlare è Riccardo, un mio compagno di classe. Ha gli occhi azzurri come il cielo, i capelli biondi come l erba secca e corti come di un soldato. Ha la bocca piccola come un chicco d uva e anche le orecchie piccole. E un po più basso di me. Noi andiamo molto d accordo, perché abbiamo le stesse passioni: ci piace la musica e supereroi Star Wars, saltare sulla rete elastica, il combattimento a spade, ecc Riccardo è simpatico perché fa di tutto per accontentarti e farti divertire, inoltre è generoso, gentile e buono. Gioco insieme a lui durante la ricreazione e anche insieme ai nostri amici e ci divertiamo molto. Matteo d. V.

11 PENSIERI E SENTIMENTI Come ho trascorso le vacanze pasquali Durante le vacanze sono andato per quattro giorni a Norcia, in Umbria, con la mia squadra di calcio. Sono partito mercoledì e sono tornato sabato con i miei genitori che sono venuti a prendermi insieme ai miei fratelli. E stato molto bello, ho giocato tanto e ho fatto un bel po di baldoria, soprattutto la sera quando eravamo nella stanza tutti insieme. Abbiamo ballato, mangiato patatine, bevuto coca cola e fatto scherzi ai bambini delle altre squadre. Sabato dopo pranzo abbiamo fatto una passeggiata per Norcia e siamo ripartiti. Ci siamo fermati a Vindoli, paese dove vive mia nonna. Il giorno di Pasqua, prima di andare alla messa, ci siamo goduti una bella nevicata tra i monti e lungo il ruscello. A Pasquetta, invece, sono stato a Fregene, anche se faceva un po freddo. Martedì, l ultimo giorno di vacanza, sono andato a sciare a Campo Felice con la mamma e i fratelli nevicava tantissimo e faceva un gran freddo nonostante fossimo ormai in primavera! Matteo Sullo stesso tema: La scuola ha chiuso tre giorni prima di Pasqua e io li ho passati giocando con un amica e con mia nonna giocando sia dentro che fuori casa. La giornata più bella di queste vacanze è stata domenica di Pasqua. La giornata è iniziata con la Messa ed è continuata con un ottimo pranzo in famiglia. La nonna aveva preparato un sacco di piatti buoni, ma io ero talmente curiosa e felice e non ho saputo aspettare la fine e mi sono lanciata dopo appena il primo piatto di pasta, sull uovo di cioccolato! Di uova ce n erano molte, ma io ho scelto il mio preferito: quello con la carta dorata e il disegno di un orsetto. Dentro c era come sorpresa un pupazzo a forma di lupetto. Ho trovato altre sorprese carine e colorate. La Pasquetta l ho trascorsa con la mia mamma(di nome Ilaria). Siamo state in un ristorante dove ci ha raggiunto una mia amica e siamo andate in tre parchi diversi: uno aveva i gonfiabili, l altro le giostre e il terzo era grande dove abbiamo portato il cane di Maria. La giornata si è conclusa a casa dei miei cugini, Tommaso e Angelica, dove ho dormito Queste vacanze sono state molto belle, perché ho passato del tempo con i miei amici e perché sono stata coccolata dai miei parenti. Valentina A fine aprile si sono disputate le gare di prove atletiche, ecco i vincitori: velocità: Lorenzo L. e Lavinia lungo da fermo: Edoardo S. e Maria lancio della palla: Matteo e Cristina Complimenti a loro e a tutti partecipanti!

12 RIFLESSIONI E AVVENIMENTI RIFLESSIONE SUL TEMA: La primavera quest anno stenta ad arrivare Qui da noi, in Europa, l anno è suddiviso in quattro stagioni: primavera, estate, autunno e inverno. Quest anno, però, l inverno pare non se ne voglia proprio andare e sta spudoratamente rubando i giorni di primavera. Essa sembra aver perso il treno. E sognata da noi tutti con il suo tepore i mille colori, ma non riesce a far capire all inverno che il suo tempo è scaduto e che il cambio è quasi urgente. Noi non ne possiamo più del cielo carico di nubi, del vento che flagella e scoraggia chiunque a uscire e quest inverno ormai ci sembra perenne. Auguro a tutti una felice primavera, sempre che venga! Ludovica e Livia TEMI SOCIALI La solidarietà è In questi ultimi anni, la nostra società è in grande difficoltà e molte famiglie non riescono ad arrivare a fine mese, per le strade ci sono tanti senzatetto, che a fatica trovano un riparo e da mangiare. E importante, perciò che chi non ha questi problemi, sia solidale con questi ultimi. La mia famiglia, per esempio, collabora con la casa famiglia So Spe che si occupa di chi è in qualunque difficoltà, come le ragazze madri, i bambini maltrattati, ecc. Spesso mia madre, quando va al supermercato, compra cibo per questa casa famiglia, diretta da suor Paola. Raccogliamo inoltre i vestiti, ancora in buone condizioni e li portiamo lì. Roberto Sullo stesso tema: Gesù, per farci capire che cosa è la solidarietà, racconta questa parabola: un uomo, mentre scendeva da Gerusalemme a Gerico, venne assalito dai briganti che lo derubarono e lo lasciarono lì mezzo morto. Vi passò vicino, prima un sacerdote, poi un levita senza soccorrerlo. Un Samaritano, invece, ne ebbe compassione, gli fasciò le ferite e lo portò in una locanda, pagando perché se ne occupassero fino al suo ritorno. La solidarietà si può esprimere anche in tanti altri modi: dando da mangiare a chi ha fame, visitando gli ammalati, consolando chi è triste e sconfortato, ospitando chi non ha una casa, aiutando chi non riesce a fare cose da solo. Oggi, come ai tempi di Gesù, sono poche le persone che hanno un cuore solidale verso gli altri. Io penso che se ci fosse più solidarietà, il mondo sarebbe migliore. Michele

13 Ancora sulla solidarietà: La solidarietà è la condivisione dei sentimenti, dei doni e delle azioni. Si può essere solidali, per esempio, quando si condivide un pensiero o quando si aiuta un anziano a portare la spesa vedendo che è in difficoltà. Io e la mia classe, tramite una seria associazione Gruppo India cerchiamo di essere solidali con i bambini colpiti dalla malaria, dandogli la possibilità di comprare delle zanzariere o il materiale scolastico. Proprio per questo scriviamo il giornalino, che oltre ad aprire una finestra sulla nostra bellissima scuola, ci dà la possibilità di fare il bene. Proprio oggi, mentre in classe stavamo parlando della solidarietà, la suora ha ricevuto la lettera con dentro dei cartoncini per noi. Su questi c era una foto con un grande grazie per ciò che avevano ricevuto. Ma io ho fatto anche un altra esperienza che sa di solidarietà che mi ha fatto trovare una nuova amica: Margherita. E una bambina che fa la prima classe e io sono la sua assistente quando ci rechiamo nella prima per aiutarli a studiare, naturalmente, sempre monitorati da suor Paola. Come vedete, si può essere solidali sia con i vicini che con i lontani! Livia Festival: Voci e colori di primavera In questo tema vi parlerò di un Festival intitolato: Voci e colori di Primavera., che si svolge ogni anno nella nostra scuola. A questo evento speciale partecipano tutti i bambini che vogliono. Basta che si iscrivano o alla gara di disegno o di canto. La gara dura tre giorni e poi la giuria esterna decide il vincitore sia in un campo che nell altro. Il premio comunque è sempre interessante e bello. Io aspetto questo evento con tanta gioia. Per mia esperienza personale, la performace migliore in assoluto è stata di Valerio, un bambino che ha vinto cantando benissimo. Lui è veramente un talento puro e ha una voce incredibile Per noi bambini questa manifestazione rappresenta l evento dell anno che ci coinvolge tutti. Io ho partecipato sempre alla gara del disegno, ma non ho mai vinto. Non ho mai cantato perché mi vergogno ad esibirmi davanti a tante persone. In compenso ammiro gli altri più coraggiosi di me. Flavia UN TUFFO NELLA STORIA Roma, sei immensa! La città in cui vivo, ovvero Roma, è una delle città più visitate al mondo ed è una delle più belle. Con la sua storia millenaria, essa attira ogni anno milioni di turisti. Solitamente le loro mete preferite sono: il Colosseo, i Fori Imperiali, Piazza di Spagna, ecc...e la capitale d Italia che purtroppo ha anche i suoi problemi, tra cui il traffico caotico, la confusione e difficoltà legate a questi problemi. Io, che ho vissuto in una città più calma, ne ho notato la differenza. Infatti a Pavia ci andavo in bicicletta, mentre a Roma è impensabile! In compenso

14 Roma offre altre possibilità, tra cui i musei e tanti monumenti di valore storico e sono felice di viverci. Paolo Un tuffo nel mondo degli Etruschi Quest anno, studiando storia delle popolazioni antiche, io e la mia classe abbiamo scoperto una civiltà "tutta nuova, talmente bella da spingerci a visitare ciò che nel Museo di Villa Giulia è conservato e viene gratuitamente offerto alle scolaresche. Nell ambito della nostra trasferta a Valle Giulia, residenza del papa Giulio III, abbiamo ammirato anche questa imponente e struttura, ricca di diverse espressioni d arte. Nei reparti del mondo etrusco abbiamo ammirato, guidati da Gioia, la mamma di Ginevra, una nostra compagna di classe, un infinità di sculture piccole e grandi, utensili di ogni tipo, sarcofagi, monili di incredibile bellezza, ma soprattutto vasi, vasi e poi ancora vasi! Bellissimi, con delle linee elegantissime e a due sfondi: nero o rosso. Nel museo è stata ricostruita addirittura la tomba che in genere visitiamo a Tarquinia, il cuore dell Etruria. Devo proprio dire che questo tuffo ci ha fatto bene! Alessandro LA MOSTRA MERCATO NELLA NOSTRA SCUOLA Noi della quinta classe, insieme alla Suora, abbiamo deciso di organizzare una mostra mercato per beneficienza. L idea è stata quella di usare materiale semplice, quasi gratuito e dargli vita con il disegno. Infatti la suora ci ha procurato dei sassi di diversa grandezza, però anche noi ne abbiamo trovati tanti nel parco della scuola e accesa la fantasia, a seconda della forma gli abbiamo dato la vita. Abbiamo così creato animali selvatici e domestici, abitanti del circo, insetti, uccelli, case da favola, le automobili di tante marche, e addirittura delle scarpe. Il farli è stato divertente e istruttivo per tutti. A tutto ciò si aggiungeranno campionari dei nostri lavoretti fatti durante l anno, tra cui le cornici realizzate con gli ziggurat, e, udite, udite i gioielli creati dalla nostra suora. La mostra partirà il 21 aprile e speriamo che avrà il successo che merita, almeno per l impegno che abbiamo messo, ma soprattutto per lo scopo, cioè BENEFICIENZA. Non ci resta che dire, Viva la Mostra mercato! Chiara, Jezzle Emanuele

15 Che successone, la nostra mostra mercato! Tutto è cominciato ieri quando le mamme rappresentanti Giovanna e Diletta hanno allestito l aula del doposcuola, trasformandola in un negozietto. Era bellissimo vedere gli stand con sopra i nostri manufatti. Quasi da favola. Accanto o sopra ogni tavolo c era una locandina che illustrava ciò che si poteva ammirare e vendere. Poi siamo entrati noi e abbiamo urlato di gioia. Gli stand erano in tutto sette, ciascuno con diverse proposte l angolo della vanità, con delle collane e orecchini, fatti dalla nostra suora, artigianato religioso, abitanti di mare, pesci, rane tartarughe, ecc. Poi più avanti, la nostra concessionaria, dove si trovavano tante macchine, il paese da favola, con case di forma particolare, negozio di calzature, diversi volatili e infine il circo con pagliacci variopinti. Voi vi chiederete, forse, quale materiale abbiamo usato per ottenere oggetti del genere? Semplicemente sassi di varie forme e dimensioni. Nei due mesi di preparazione abbiamo imparato a vedere in essi delle forme di vita nuove. A volte bisognava metterne due o tre insieme, ma noi l abbiamo fatto e siamo stati felicissimi che è stata la cosa più piaciuta al nostro pubblico. Ciascuno di noi ha ricevuto un foglio e una busta e lo stand, dove ha accolto, presentato e venduto gli oggetti. Sul foglio abbiamo scritto il numero di oggetti da vendere, nella busta abbiamo messo i soldi. E stato bellissimo vedere i bambini di tutte le classi venire e cercare di scegliere l oggetto da comprare. Noi avevamo programmato la vendita per una settimana, ma la nostra merce è andata a ruba in due, tre giorni. Vi domanderete anche, perché abbiamo fatto tutto ciò? La risposta è semplice: manderemo il ricavato al Gruppo India per far curare i bambini malati di malaria, o comprando delle zanzariere, per prevenirla. Vedete, che anche i bambini possono aiutare chi è in difficoltà! La V Una visita particolare Oggi sono venute a trovarci due persone speciali, non solo noi della quinta, ma tutta la scuola per parlarci di un argomento a noi caro: dei bambini bisognosi del nostro aiuto e di ciò che la loro associazione sta facendo per loro. I loro nomi sono Waris e Annamaria e sono due volontari del Gruppo India. Ci hanno, intanto ringraziato per ciò che abbiamo fatto per questi bambini e ci hanno raccontato diverse storie di povertà e di difficoltà che essi affrontano per vivere e per studiare. Noi ci siamo resi conto di come siamo fortunati e di quanto sia importante aiutarli. Alla fine dell incontro ci hanno dato dei segnalibri e delle cartine che segnano i paesi dove assistono i bambini in difficoltà. La V

16 ALBUM FOTOGRAFICO la gita in Emilia Romagna della III e IV elementare Angolino del buon umore! La nostra squadra di calcio è una piccola squadra. Così invece di fare il tifo, il pubblico fa solo la varicella! Ai giardini si incontrano due signore con due bambini piccoli. Mio figlio, esclama una, cammina già da sei mesi Poverino! ribatte l altra, e non è ancora stanco? Mario, vergognati! grida la mamma. Perché hai mangiato tutto il dolce senza pensare a tua sorella? Certo che ci ho pensato! Avevo sempre paura che arrivasse da un momento all altro!

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita"

Consigli di lettura alla Libreria Rinascita Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita" Pagine d Estate: proposte di letture per l estate 2014 Quest'iniziativa vuole incentivare il gusto per la lettura e avvicinare i preadolescenti ai testi di

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

Arrivederci! 1 Test di progresso

Arrivederci! 1 Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità 1 e 2) 1) Completa il mini dialogo con le forme verbali corrette. Ciao, io sono Tiziano. Ciao, io mi chiamo Patrick. (1)... italiano? No, ma (2)... italiano molto bene. (1) a)

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse Unità 3 41 Il Vesuvio Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse affresco - Pompei Capri Il golfo di Napoli Pompei Napoli Pompei Capri 42 L imperfetto indicativo L alternanza passato prossimo e imperfetto

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

QUELLA VOLTA IN CUI SONO STATO CONTENTO PROPRIO CONTENTO

QUELLA VOLTA IN CUI SONO STATO CONTENTO PROPRIO CONTENTO QUELLA VOLTA IN CUI SONO STATO CONTENTO PROPRIO CONTENTO Nel Natale 2005, quando avevo quattro anni, ho ricevuto la mia prima moto. I miei genitori avevano chiamato un signore di Gatteo che si era travestito

Dettagli

Edizione N 8 Mese GIUGNO/LUGLIO 2011. Giorni da ricordare nei mesi di APRILE e MAGGIO. 28/05/2011 Qui affianco la nostra Elide che compie 100 anni!!!

Edizione N 8 Mese GIUGNO/LUGLIO 2011. Giorni da ricordare nei mesi di APRILE e MAGGIO. 28/05/2011 Qui affianco la nostra Elide che compie 100 anni!!! 09/05/2011 e 16/05/2011 Fazzoletto Bandiera con i ragazzi del catechismo!! 12/05/2011 Uscita al mercato Paesano.. 18/04/2011 CINOTERAPIA!! 08/05/2011 FESTA DELLA MAMMA 03/04/2011 Canti e Balli con Rinaldo

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

Classe Quarta C a. s. 2013/2014 Scuola Primaria Dante Alighieri Rignano Sull Arno

Classe Quarta C a. s. 2013/2014 Scuola Primaria Dante Alighieri Rignano Sull Arno Classe Quarta C a. s. 2013/2014 Scuola Primaria Dante Alighieri Rignano Sull Arno AMICIZIA di Pietro P. Voglio solo stare insieme ai miei amici, Giocare insieme a loro e non litigare. Per me loro sono

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi L'equilibrio tra libertà e regole nella formazione dei bambini Incontro Mario Lodi nella cascina ristrutturata a Drizzona, nella campagna tra Cremona

Dettagli

'' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari

'' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari '' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari Io ho tanto coraggio ma certe volte non lo dimostro. Per esempio: io ho coraggio a dire in faccia le cose, ma qualche volta no perché non mi fido e allora

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli